Sei sulla pagina 1di 44

ORTO ECOLOGICO

PERCHE?

INDIVIDUARE,
ORGANIZZARE E
PROGETTARE LO
SPAZIO DISPONIBILE
La piantina dellorto:
la compostiera
le aiuole dei fiori
laiuola dellorto
lo stagno
laiuola delle fragole
laiuola delle aromatiche

IL TERRENO

Tipo di terreno e struttura


Lavorazione del terreno
Attrezzi per lavorare il terreno

LA STRUTTURA
DEL TERRENO

PROVA
DELLA VANGA

ANALISI DELLE RADICI

ESPERIMENTI

ATTREZZI - LAVORAZIONI DEL TERRENO

FORCA FORATERRA
Questo tipo di forca stata
provata su terreni pesanti.
Lattrezzo costruito in modo
che lintero peso del corpo
vi possa gravare quando lo
si infila nel terreno.
Permette una elevata
prestazione per superficie
con una profondit fino a
30 cm.

LAVORAZIONI DEL TERRENO ED ATTREZZI

LA SALUTE DELLORTO
CONCIMAZIONE
MACERATI INFUSI DECOTTI
SOVESCIO

LA CONCIMAZIONE

Concimare non significa alimentare le piante ma


vivificare il terreno
La concimazione primaverile incide
negativamente sulla qualit
La concimazione autunnale favorisce la struttura
del terreno ed il contenuto di humus

I MACERATI E GLI INFUSI VEGETALI


Quali piante vengono impiegate in prevalenza per la
preparazione dei macerati?

Ortica (urtica dioica) pu essere usata sia


come macerato (10 kg in 100 litri dacqua) sia
come infuso (in acqua fredda per 24 ore)
oppure come decotto (5 piante alte 30 cm. in
due litri dacqua fredda che viene portata ad
ebollizione. Si toglie dal fuoco e si lascia in
infusione per tre minuti poi si filtra e si diluisce
fino ad ottenere 5 litri di tisana che verr
spruzzata finemente.
Equiseto (Equisetum Arvense) pu essere
usato come decotto (500 g. sostanza secca in
5 litri dacqua deve bollire per mezzora) da
usarsi anche nei giorni successivi.
Erba cipollina il decotto un valido rimedio
contro le malattie micotiche.
Assenzio e Tanaceto usati sia come decotto
che come macerato hanno un effetto
repellente sugli insetti nocivi.

Consolida pianta officinale usata


come decotto (10 kg di foglie in
100 litri dacqua) viene diluita 3-5
volte in acqua ed usata come
stimolante della crescita e sviluppo
delle piante.

La borsa del pastore sia come


macerato che come decotto viene
usata sui terreni che sono stati
trascurati o utilizzati in modo
unilaterale o che hanno avuti danni
per eccessivo calore.

SOVESCIO:
come rigenerare la struttura del terreno
La pratica del sovescio si esegue prima e dopo una coltura principale od anche
come unica operazione nellarco di un anno. In questo modo si migliora
rapidamente un terreno povero grazie alle leguminose ed il loro apporto di
azoto e si migliora la struttura grazie al lavoro delle radici. A seconda dello
stadio di interramento della massa verde si ottiene:
SOVESCIO CONCIMANTE (favorisce lapporto di azoto): si interrano le
essenze allo stadio verde (fioritura al 5-10%) costituendo una sostanza
organica facilmente decomponibile. Cos si pu liberare una elevata
quantit di azoto ed elementi nutritivi prontamente disponibili. E indicato
nelle colture orticole.
SOVESCIO AMMENDANTE (favorisce lapporto di carbonio): linterramento
della massa verde tardivo (fioritura 50-60%) aumenta nelle piante il
contenuto di cellulosa e lignina che sono la materia prima della costruzione
della sostanza organica stabile. E indicato per il frutteto.

LORTO PRINCIPI DELLA ROTAZIONE

Rotazione
dinamica
Coltura mista
Aiuola a
cumulo

COLTURE MISTE - CONSOCIAZIONI

ROTAZIONE DINAMICA

AIUOLA 1

AIUOLA 2

AIUOLA 3

AIUOLA 4

AIUOLA 5

1 ANNO

FRUTTI

RADICI

FOGLIE

FIORI

FRAGOLE

2 ANNO

FIORI

FRUTTI

RADICI

FOGLIE

FRAGOLE

3 ANNO

FOGLIE

FIORI

FRUTTI

RADICI

FRAGOLE

4 ANNO

RADICI

FOGLIE

FIORI

FRUTTI

(FRAGOLE)

5 ANNO

FRAGOLE

RADICI

FRUTTI

FIORI

FOGLIE

6 ANNO

FRAGOLE

FRUTTI

FIORI

FOGLIE

RADICI

7 ANNO

FRAGOLE

FIORI

FOGLIE

RADICI

FRUTTI

METODO GERTRUD FRANK

In primavera su tutta la superficie destinata alla coltivazione si seminano


spinaci su file distanti 50 cm. (40 cm per piccoli orti)
Le file degli spinaci marcheranno ben presto le linee di ripartizione sul terreno
e serviranno per tracciare le file in cui vengono coltivati gli altri ortaggi
I giovani spinaci saranno pronti per il raccolto ma potranno anche essere
zappati come pacciamatura e diventeranno i sentieri di camminamento sui
quali potr essere aggiunta anche una pacciamatura di paglia o felci
Lanno successivo lo schema colturale si sposta di 25 (20) cm.
In questo metodo di coltivazione la disposizione delle file di ortaggi individua
delle file principali dette file A (le piante a ciclo vegetativo lungo) che distano
fra loro 2 m. (1,60 m)
Tra le file principali (A) si coltivano ad 1 m. (0,80 m) di distanza le file B
destinate a quegli ortaggi che crescono nella prima o nella seconda met
dellanno. Ciascuna di queste file produrr due raccolti
Tra le file A e B si trovano a 50 cm. (40 cm) di distanza le file C che risultano
in numero doppio dove si coltivano ortaggi a taglia bassa ed a ciclo breve
Su tutte le file dove in primavera non vengono subito seminati o piantati
ortaggi, si semina della senape da sovescio

SCHEMA DEL
METODO DI
GERTRUD
FRANK - 1

SCHEMA DEL
METODO DI
GERTRUD
FRANK - 2

AIUOLA A CUMULO

La posizione dovrebbe essere aperta,


esposta al sole
La direzione longitudinale dovrebbe
andare da est a ovest
Inclinando leggermente la superficie
dellaiuola verso sud si ottiene una
ottima esposizione al sole.

ORTO
SINERGICO
PREPARAZIONE
DEL BANCALE

Al fine di impedire la
crescita delle infestanti,
mantenere l'umidit nel
suolo, proteggere il
terreno dallerosione,
evitare la formazione
della cosiddetta crosta
superficiale, diminuire il
compattamento,
mantenere la struttura e
innalzare la temperatura
del suolo si ricopre il
terreno con uno strato di
paglia: la pacciamatura.

Il colore del terreno

Lo stato del terreno


sotto la pacciamatura

Lo stato del terreno


sotto la pacciamatura

Le erbe infestanti

INFESTANTI O PIANTE INDICATRICI

1.

2.

Mettiamo dei rametti e parti


di radici di erbe infestanti in
una botte piena dacqua ed
una volta alla settimana
mescoliamo per breve
tempo.
Quando le parti vegetali si
sono completamente
decomposte, filtriamo il
macerato e lo spruzziamo
per tre sere consecutive
sulle superfici che
vogliamo liberare dalle
piante infestanti.

Il macerato pu essere utilizzato


per favorire
laccrescimento di cavoli,
cetrioli e pomodori, in
questo caso va diluito (1
litro in 10 litri dacqua).
Il macerato migliora anche il
compost e ne aiuta la
maturazione spruzzandolo
sul cumulo.

COME PREPARARE UN MACERATO DI ERBE


INFESTANTI

I PARASSITI ANIMALI

Gli insetti nocivi si sviluppano quando il clima caldo secco. Le


condizioni climatiche sono i fattori esterni; lofferta di cibo da
un lato, i nemici naturali fra gli insetti e gli uccelli dallaltro,
sono i regolatori del loro moltiplicarsi ed espandersi.
Limpegno dellorticoltore quello di mantenere un ambiente
equilibrato. Alcune cause di infestazioni:

Presenza residui di compost ancora grezzo.


Terreno costipato
Presenza di residui colturali in via di decomposizione

I FUNGHI

Le malattie micotiche si presentano in prevalenza con il clima


caldo umido.
I funghi in natura hanno il compito di decomporre la sostanza organica
nel terreno. In presenza di un clima umido-afoso e di una
concimazione forzata i funghi aggrediscono le piante coltivate.
Quanto pi vivificato e quindi ricco di funghi lo strato superiore del
terreno tanto meno malattie micotiche avranno le piante.

Trattamento delle malattie micotiche:


Una accurata lavorazione del terreno
Concimazioni con compost maturo
Rispettare i giusti tempi di semina e di trapianto

LE SEMENTI
I criteri di scelta nascono dalla conoscenza
dei tempi di germinazione, fioritura e
maturazione di ogni pianta, inoltre
bisogna avere presente lo sviluppo
intero della pianta. Nella scelta si terr
conto del:

Sapore
Resa (grossezza)
Conservabilit
Maturazione precoce
Resistenza contro le malattie e nocivi
Forza di crescita
Spigatura tardiva (insalate)
Germinazione buona e rapida
Qualit del frutto (delicato, succoso, pochi semi, ecc.)
Resistenza a siccit, vento, umidit ecc.
Utilizzazione
Colore

LA RACCOLTA DELLE SEMENTI

La classificazione delle piante nella raccolta dei semi


riconducibile a tre grandi gruppi.
1.
2.
3.

Le piante che hanno semi racchiusi nella polpa del


frutto (pomodori, cetrioli, melanzane, peperoni).
Le piante di cui mangiamo proprio i semi (fagioli, piselli,
mais, cereali).
Le piante che non sviluppano i loro semi tutti in un unico
periodo (insalata, cipolla, lintera famiglia dei cavoli)

CICLI GERMINABILITA IMPOLLINAZIONE SEMENTI ORTICOLE

LORTO PER LAUTO-APPROVIGIONAMENTO