Sei sulla pagina 1di 1

giovedì 26 gennaio 2006 SPORT 17

L’INTERVENTO | Franco Campana, presidente dell’Aic, vuole tutelare i calciatori: «Si comincia prima e nei mesi freddi ci si ferma»

«Mai più gare in notturna d’inverno»


SIMONE CAITI IL PREMIER SUI DIRITTI TV: «COLLETTIVI SONO MIGLIORI»
ROMA. Il problema è diventato serio. I calciatori
di serie A e B non ci stanno più a rischiare
infortuni per colpa del clima freddo e gelido e
Berlusconi difende il Governo
quindi dicono basta alle partite in notturna
d’inverno. Ormai conta più la televisione che
il calcio giocato e quindi Lega e Figc devono
e querela Diego Della Valle
sottostare per poter incassare i soldi dei diritti ROMA. Silvio Berlusconi difende l’opera-
tv. E poco importa se si vedono scene incredi- to di Forza Italia sui diritti del calcio
bili come quelle della sfida di martedì tra La- parlando di “coerenza assoluta” su que-
zio e Inter o quelle del turno infrasettimana- sto tema e sottolineando che «per tele-
le scorso. Ci sono campi ghiacciati, spettatori visioni come Mediaset e Sky sarebbe un
che preferiscono restare a casa ma chi rischia vantaggio il sistema della vendita dei di-
grosso sono solo i giocatori che sono costretti ritti collettivi». «Si tratta di un tema - ha
ad andare in campo anche con zero gradi. sottolineando il premier nel corso di una
L’Assocalciatori, comunque, ha deciso di an- lunga intervista a Maria Latella per “Sky
dare all’attacco e il suo presidente Franco Tg24 - pomeriggio” - a cui il governo non
Campana spiega come stanno le cose e cosa ha ha partecipato perché si trattava di una
intenzione di fare la sua associazione. «Il cam- proposta parlamentare». «Noi - ha ag-
pionato non deve più giocare di notte durante giunto - abbiamo seguito la linea che vo-
l’inverno, in condizioni insopportabili: si può gliamo continuare a seguire e cioé quel-
rimediare senza problemi, basta studiare me- la di non mettere le mani sul calcio e di
glio il calendario e far cominciare prima la se- lasciare al mondo del pallone piena au-
rie A per fermarsi d’inverno e collocare i tur- tonomia». Inoltre, ha proseguito, «l’in-
ni infrasettimanali in notturna nei mesi più teresse di Mediaset così come di Sky sa-
caldi». rebbe esattamente il contrario. Le
Il rappresentante dei giocatori, dunque, non aziende tv avrebbero tutto il vantaggio
usa mezzi termini e se la prende soprattutto Sergio Campana. Il presidente dell’Assocalciatori vuole fermare il campionato d’inverno a non fare singole trattative con le squa- Silvio Berlusconi.
con la Lega che farebbe di tutto pur dre ma piuttosto trattare la vendita di
di tenere fede agli impegni presi con Le televisioni guardano solo ai ressi dei tifosi, ma a vedere gli spettatori i po- tutti i diritti». Prova ne è, ha concluso, doria affronterà Juve, Milan e Inter, lo
le televisioni. «Nell’ultimo periodo chi spettatori che c’erano per Lazio-Inter non il fatto che «quando i diritti venivano incalza il periodico, e Moggi risponde:
abbiamo visto partite assolutamen- propri interessi, ma il calcio deve tu- credo ci sarebbe stata molta differenza. È av- venduti collettivamente il prezzo era di «Non so quando noi giochiamo con la
te irregolari -ha spiegato - e c’è il pro- telare i suoi tesserati e gli spettatori vilente la mancanza di spettatori sulle tribu- molto inferiore dell’attuale». Riguardo a Samp, ma spero che mantenga la paro-
blema di tutelare l’incolumità dei ne, e credo che il freddo ne sia una delle cau- Della Valle, che aveva dato del bugiardo la».
calciatori, che si sono dimostrati che ormai non vanno più allo stadio se». al presidente del Consiglio, «risponderà E sul fatto che siano proprio le alte
molto sensibili su questa questione. Eppure in Inghilterra, in cui il clima è mol- davanti a giudici di quanto detto. Io - somme dei diritti televisivi a fare anda-
A Roma per la gara di Coppa Italia c’erano ze- anche la qualità in questo modo diventa sca- to meno mite che in Italia, si è giocato inin- conclude Berlusconi - ho querelato que- re bene Juve, Milan e Inter, il dirigente
ro gradi, ma non solo: si gioca su campi ghiac- dente. Chiaro che le tv guardano solo ai pro- terrottamente perfino durante le feste. «Ma in sto signore». bianconero ha risposto: «E allora ti di-
ciati, temperature sotto zero, la nebbia, la ne- prio interessi, ma il calcio deve tutelare i pro- Inghilterra e Spagna anche col freddo ci sono «Mica è colpa nostra se siamo più bra- co che siamo più ricchi, e quindi più bra-
ve. Come è successo ad Arezzo. Credo che si pri tesserati e gli spettatori e dovrebbe far va- campi perfetti - osserva Campana -. In Italia ci vi». Non arretra di un passo, Luciano vi, perché sappiamo amministrare bene
debba invece tutelare i calciatori, gli spetta- lere i propri interessi quando stipula i con- sono regole che impongono di preparare ter- Moggi, in un’intervista al numero in edi- la società. Parlano i bilanci». «In queste
tori e lo spettacolo». tratti». reno di gioco, ma l’Italia è il paese delle dero- cola domani di “News Settimanale”, in tre società, è vero, i giocatori vengono
Il presidente dell’Aic sottolinea le “colpe” La proposta dell’Assocalciatori di far gioca- ghe, e così ci si dimentica anche delle regole merito alla vicenda dei diritti televisivi. più volentieri, perché trovano una ve-
delle televisioni, che continuano a richiedere re le gare infrasettimanali come quelle di Tim più elementari... Poi dovremmo iniziare un di- Il direttore generale della Juventus trina sicura, forti possibilità di vincere
le notturne per esigenze di audience. «Per ora Cup di questa settimana alle ore 15 è stata boc- scorso sulla situazione degli stadi in Italia ri- spiega: «C’è una legge che parla chiaro. e quindi anche maggiori fonti di guada-
si continua a giocare in notturna soprattutto ciata dalla Lega. «Ci hanno risposto che non spetto all’estero, se l’Italia vuole candidarsi per A quella legge ci si deve attenere. Se poi gno. In ogni caso, però, bisogna essere
per motivi legati ai diritti televisivi. Eppure in ci sarebbe stata molta differenza a livello di l’Europeo 2012 deve necessariamente provve- le regole cambieranno, noi le rispette- bravi a operare le scelte giuste», sotto-
tempi in cui i dirigenti non parlano più di par- temperature, il che non è certamente vero. E dere come prima cosa alla sistemazione degli remo». Garrone minaccia di schierare la linea Moggi.
tite ma di prodotto televisivo, bisogna dire che poi che in questo si sarebbero toccati gli inte- stadi». formazione Primavera quando la Samp- ISABELLA TEODOSIO

IL MERCATO DEI LUPI | Il digì Enrico Fedele ha acquistato dall’Ascoli il centrocampista cileno MERCATO/ LA LAZIO CEDE DELGADO AL POTENZA

Il Palermo sceglie Agliardi


Avellino, preso anche Cordova calciomercato, l’Avellino vede sfumare definiti-
e gira Santoni al Brescia
MILANO. Il Palermo ha nessuna trattativa ne tra i club,
SALVATORE MARZULLO
vamente l’accordo con Luca Rigoni (84). Il cen- ufficializzato l'acquisto di ne col giocatore. Si tratta di pura
AVELLINO. Manca soltanto l’ufficialità, ma a me- trocampista, in forza alla Reggina, non ne vuol Federico Agliardi, portiere classe invenzione giornalistica.
no di clamorosi ripensamenti dell’ultimo minu- proprio sapere di arrivare in Irpinia nonostan- 1983 prelevato dal Brescia. Per la Lucarelli sta benissimo a
to, il lavoro certosino del responsabile dell’area te le pressioni del suo procuratore Antonelli e società rosanero è la quarta Livorno, ha recentemente
tecnica dell’Avellino Calcio, Enrico Fedele, ha dello stesso Fedele, la sua decisione è inamovi- operazione nel mercato prolungato il contratto e non
portato ad Avellino tre elemtni di rinforzo: Mon- bile. L’Avellino è anche alla ricerca di un cen- invernale, dopo lo scambio pensa assolutamente di
ticciolo, Minieri e Cordova. I calciatori si in- trocampista d’attacco. Infatti la stessa Triesti- Lupatelli-Guardalben con il trasferirsi ad altra squadra».
contreranno con i loro procuratori e i dirigenti na ha messo sul mercato Marcello Albino (’71), Parma e gli acquisti di Denis Il Siena avrebbe chiesto alla
irpini soltanto quest’oggi a Milano per la firma ma il calciatore biancorosso non è tanto pro- Godeas dalla Triestina e David Di Roma il prestito del
ed il deposito dei contratti in Lega. Nel pome- penso ad allontanarsi dalla sua famiglia e po- Michele dall’Udinese. Il centrocampista franco-
riggio potrebbero essere tutti ad Avellino e par- trebbe scegliere un altro club di serie B che lo trasferimento di Agliardi, marocchino Kharja, 23 anni.
tecipare al primo allenamento con i loro nuovi sta corteggiando. comunica il Palermo attraverso il Il Rimini ha comunicato
compagni. Ma facciamo un po’ di ordine. Mon- Sul fronte delle uscite, l’Avellino sta per con- sito ufficiale, è a titolo l’acquisto a titolo definitivo dalla
ticciolo (classe ’76), proveniente dalla Lucche- cludere la cessione di Moretti che si dovrebbe definitivo. In cambio il Brescia ha Triestina del difensore Maurizio
se, è già ad Avellino da qualche giorno. Il gio- accasare, a meno di sorprese dell’ultima ora in ricevuto il 50 per cento del Peccarisi, classe 1978. È stata
catore aveva espresso già da tempo la sua vo- C1 al Genoa. L’Avellino, con questa operazione cartellino di Nicola Santoni, in inoltre riscattata l’altra metà del
lontà di accasarsi in Irpinia, anche se soltanto spera di poter dirottare Stefano De Angelis (’74) comproprietà con l'Udinese. cartellino dell’attaccante Davide
in prestito, ma con opzione di riscatto, però la al Catanzaro ed assicurarsi, così, le prestazioni Agliardi indosserà la maglia Moscardelli.
società biancoverde aveva temporeggiato perché Andres Cordova. Un cileno per potenziare il centrocampo del difensore Andrea Sussi (’73), il quale ha da- numero 1 e verrà presentato Sempre in serie B, il Catania ha
il centrocampista aveva delle noie muscolari. to già la disponibilità per un suo trasferimento domani. ceduto Diego Perrone alla società
L’Avellino ha la necessità di rafforzarsi per re- profittato concludendo per Minieri (81) terzi- in Irpinia. In lista di sbarco anche Leo Criaco La Lazio ha ceduto l’attaccante greca del Levadiakos, mentre il
cuperare punti in classifica che permettano di no destro. Portando ad Avellino il calciatore con (difensore, classe ’73), che potrebbe andare in Delgado al Potenza. Brescia ha concesso il
risalire la graduatoria e non poteva rischiare di la formula dell’acquisto. C1, al Foggia, e Mattia Altobelli (’83) in pro- Il manager di Cristiano Lucarelli, centrocampista brasiliano Luiz
caricarsi di un giocatore che poi non avrebbe po- Per Andres Cordova (79), Enrico Fedele ha cinto di accordarsi con il Sassari Torres dell’ex Carlo Pallavicino, ha seccamente Anderson al Padova (Serie C1
tuto rendere il massimo. Alla fine lo staff medi- dovuto lavorare un po’ più del dovuto, il centro- tecnico irpino, Antonello Cuccureddu. La tifo- smentito le dichiarazioni girone A). Infine il Vicenza ha
co biancoverde ha dato il suo parere positivo e campista in forza all’Ascoli, ma con una lunga seria irpina si chiede: con gli arrivi di Montic- attribuitegli da “Il Romanista”, il ceduto a titolo definitivo alla
l’accordo fra il calciatore e la società bianco- milizia nel Bari, ha tenuto in ansia i dirigenti ir- ciolo, di Minieri e di Cordova, riuscirà la squa- giornale che si occupa della Ternana il difensore Carlo
verde è stato raggiunto. Tonellotto, patron del Vi- pini e soltanto dopo una lunga ed estenuante dra ad evitare la retrocessione in serie C1? Il Roma, in merito a una presunta Cherubini. Nelle prossime ore ci
cenza, ha scelto di liberare alcuni calciatori met- trattativa si è deciso a dare il suo consenso al tra- dubbio potrà essere sciolto soltanto dal campo trattativa per il trasferimento di saranno gli ultimi colpi. Ma il
tendoli sul mercato, l’Avellino ne ha subito ap- sferimento in Irpinia. Sempre nell’ambito del di gioco. Lucarelli alla Roma: «Non esiste clou ci sarà il 31 gennaio.

QUARTI COPPA ITALIA/ SAMP, PARI A UDINE I L TA B E L L O N E C O M P L E T O D E L L A C O P PA I TA L I A


OTTAVI QUARTI SEMIFINALI FINALI SEMIFINALI QUARTI OTTAVI
Milan, basta un lampo di Gilardino A R R A
Parma 0 0 INTER MILAN 4 3 Milan
UDINESE 1 MILAN 1
Inter 1 0 A R A R 3 1 Brescia
SAMP 1 PALERMO 0 1 - VINC. TRA A/B VINC. TRA E/F 1 -
OGGI ORE 21 RAI3

A R 1 - 0 - R A
UDINESE (4-5-1): Paoletti 6, Za- MILAN (4-3-1-2): Kalac 6, Simic 6.5,
pata 6, Natali 6, Felipe 6, Pieri 6, Da- Nesta 7, Costacurta 6.5, Kaladze 6 (16’ Lazio 2 0 LAZIO PALERMO 4 0 Bari
miano Zenoni 5.5, Pinzi 5.5, Tissone st Serginho 6.5), Gattuso 6 (1’ st Pirlo Cittadella 0 0 5 0 Palermo
5.5, Baronio 6.5 (23’ st Aguilar sv), 6), Vogel 5.5, Jankulovski 6.5, Rui Co-
Candela 6 (35’ st Rossini sv), Di Na- sta 6.5 (27’ st Kaka’ 7), Gilardino 6.5, A R R A
tale 7. All.: Cosmi 5. Amoroso 5.5. All.: Ancelotti 6 Cagliari 1 1 SAMPDORIA 1 0 Napoli
ROMA
SAMPDORIA (4-4-2): Castellazzi PALERMO (4-4-2): Andujar 6, A R
5.5, C. Zenoni 6, Castellini 5, Pavan 6, Zaccardo 6, Biava 5.5, Barzagli 5.5, Sampdoria 1 2 A R 2 3 Roma
1 - - -
Pisano 6, Kutuzov 5 (1' st Dalla Bona Grosso 6.5, Gonzalez 6.5, Barone 6, VINC. TRA C/D VINC. TRA G/H
A R 1 - - - R A
5), Palombo 5.5 (13' st Marchesetti 6), Santana 6 (39’ st Accardi sv), Bonan-
Volpi 6.5, Diana 6, Colombo 6, Flachi ni 6.5, Godeas 5 (20’ st Caracciolo 6), Atalanta 1 1 UDINESE JUVENTUS 1 2 Fiorentina
6.5 (43' st Foti sv). All.: Novellino 6. Di Michele 6 (31’ st Brienza sv). All.: OGGI ORE 21 RAI1
Udinese 0 3 4 2 Juventus
ARBITRO: Rocchi di Firenze 6. Del Neri 6.5
RETI: nel pt 23’ Di Natale; nel st 31’ ARBITRO: Farina di Novi Ligure 6 LE DATE QUARTI di finale (25/1/2006 - 1/2/2006); SEMIFINALI (22/3/2006 - 12/4/2006); FINALI (3/5/2006 - 11/5/2006)
Diana. RETE: nel st 41’ Gilardino