Sei sulla pagina 1di 1

12 I N A P O L I METROPOLI venerdì 27 gennaio 2006 GdN

BACOLI. IL COMUNE HA STANZIATO UNA PRIMA TRANCE DI 100MILA EURO PER I LAVORI DI RECUPERO ARCHEOLOGICO DELLE VILLE DI NERONE E NERVA

Circolo El Pirana, via alla demolizione di 24 anni di abusi


BACOLI. Sono cominciati ad inizio settimana i lavo- sonale della polizia municipale di Bacoli diretta dal il comune di Bacoli, la capitaneria di porto di Na- giocare alla roulette, che occupavano un’area dove
ri di demolizione delle strutture abusive realizzate maggiore Stefano Guarino, che ha presidiato e pre- poli, l’agenzia del demanio, la guardia di finanza e in passato esisteva quella che è stata denominata
a Miseno nell’ambito del complesso del “Circolo sidierà l’area per tutta la durata dei lavori in colla- la soprintendenza archeologica. Il pubblico mini- “Villa Marittima”, la residenza estiva situata nella
Nautico El Pirana” nel corso di oltre venticinque an- borazione con la guardia costiera di Baia diretta dal stero titolare del fascicolo è il dottor Francesco Pao- baia di Miseno, degli imperatori romani Nerone e
ni. I lavori di abbattimento hanno avuto inizio dal- comandante Gennaro Bosone. Sia il comune di Ba- lo Marinaro che emise insieme al procuratore ag- Nerva. Le indagini furono condotte insieme all’i-
le opere realizzate a mare con la rimozione dei pon- coli che il compartimento della guardia costiera di giunto di Napoli, Paolo Mancuso nel dicembre del spettorato centrale dell’agenzia del Territorio del
tili. Èprevisto un primo impegno finanziario da par- Napoli diretta dall’ammiraglio Pierluigi Cacioppo 2004 il provvedimento di sequestro del circolo “El ministero dell'Economia e delle Finanze. E fu ac-
te del comune di Bacoli di ben centomila euro per hanno, poi, emesso anche degli atti di autotutela Pirana”. Nella baia di Miseno, dove sorgeva la resi- certato che la struttura, che ora tornerà al demanio,
le demolizioni di questi abusi. Le operazioni di de- aventi come scopo il ripristino stato dei luoghi. Il denza estiva degli imperatori romani Nerone e Ner- fruttava circa un milione e mezzo di euro all’anno.
molizione sono continuate durante questi giorni an- provvedimento ha avuto impulso da un incontro va, fu messo sotto sequestro questo circolo nautico Per realizzarla non ci si era fatti scrupolo di pian-
che con l’impiego di un pontone indispensabile per avutosi presso la Prefettura di Napoli il 9 novembre realizzato su di un’antica villa romana. Circa 23mi- tare strutture e quant’altro accanto ai resti della vil-
intervenire sui bracci dei pontili che si protendono scorso, oltre a quelli tenutesi nella guardia costie- la metri quadrati, realizzato senza autorizzazione la romana che affioravano dinanzi alla splendida
nel porticciolo di Casevecchie nella rada di Mise- ra di Baia, in cui erano presenti i vari Enti interes- negli anni ‘80, che comprendeva circa 300 posti bar- baia di Miseno.
no. Il tutto sotto il controllo e l’assistenza del per- sati e cioè: la Procura della Repubblica di Napoli, ca, ristorante, bar, miniappartamenti e un locale per LAURA MASSA

POZZUOLI. UN OPERAIO 28ENNE, DOPO UN VIOLENTO LITIGIO CON LA CONSORTE, LA CHIUDE CON IL BAMBINO DI 3 ANNI NELLA CAMERA DA LETTO

Serra in casa moglie e figlio, preso


I vicini fanno scattare l’allarme. I carabinieri salvano la donna ferita
POZZUOLI. Le lacrime del bimbo di psicologiche senza poterci fare sperando che qualcuno riesca a non è andata così. Una telefonata
tre anni e quelle della mamma in- nulla. sentirla. E per fortuna questo ac- su un numero di cellulare ha for- POZZUOLI
dicano che l’incubo è finito. La Sono le 21 quando Francesco M., cade. I vicini di casa sentono quel- se salvato la donna e il suo picco-
porta sfondata, la catena del can-
cello d’ingresso spezzata, final-
mente, dopo quattro ore. Mamma
dopo aver picchiato a sangue la
sua giovane moglie, la trascina nel-
la camera da letto. Lì non ci sono
le urla, quel lamento costante.
Sembra un animale ferito, in realtà
è una donna che ha subito violen-
lo. In breve, infatti, sul posto giun-
gono i carabinieri della compagnia
di Pozzuoli (coordinati dal capita-
Tenta di rubare automobile,
e figlio ritornano a respirare la li-
bertà grazie ai vicini di casa che
hanno dato l’allarme, e grazie ai ca-
telefoni, la rinchiude e nella stan-
za rinchiude anche suo figlio. Do-
po pensa bene di serrare anche la
za e non ne sa neppure il motivo.
La gente comincia a chiamare i ca-
rabinieri per chiedere soccorsi.
no Lorenzo D’Aloia). Con un tron-
chese e attrezzi vari riescono a
rompere le catene e a sfondare la
32enne colto in flagrante
rabinieri che sono intervenuti sen- porta d’ingresso dell’appartamen- Non al 112 o al centralino della porta di casa. Mamma e figlio so- POZZUOLI. Aveva appena tentato di rubare una vettura parcheggiata in
za neppure aspettare l’aiuto dei vi- to e il cancello della palazzina. Il compagnia di Pozzuoli. Negli ulti- no sotto choc, il bimbo non riesce strada, ma è stato scoperto ed è stato tratto in arresto. I carabinieri
gili del fuoco. palazzo di Monterusciello si tra- mi tempi, infatti, i militari stanno a calmarsi. Mentre la sua mamma della compagnia di Pozzuoli, hanno fatto scattare le manette attorno
L’incubo ha inizio quattro ore sforma così nel carcere di madre e distribuendo anche il proprio nu- viene condotta in ospedale per le ai polsi di Gennaro Testa, 32 anni del luogo, accusato di essersi reso
prima. Una lite violenta, violen- figlio, che restano in attesa degli mero del cellulare per gettare un botte subite, lui viene affidato ai responsabile del reato di furto aggravato. I militari hanno sorpreso
tissima. Marito e moglie se ne di- eventi. Il loro aguzzino, invece, è ponte ancora più solido verso i cit- nonni materni. Intanto scattano le l’uomo mentre era intento a forzare, con dei chiavistelli, il blocco di
cono di tutti i colori. Lui, France- uscito. Da quattro ore non fa ritor- tadini e i negozianti. C’è bisogno di ricerche. Viene intercettato lungo accensione di una Lancia Y parcheggiata in via prima traversa
sco M., 28 anni, operaio edile sal- no a casa. fiducia in un contesto sociale do- via Terracciano. Finisce in manet- Miliscola, di proprietà di un 40 enne. Alla vista dei carabinieri Testa
tuario, incensurato, gelosissimo di La donna non sa cosa fare. È fe- ve sono anche gli eventi che fanno te. Le accuse per lui sono di se- ha poi tentato di darsi la fuga a piedi nelle strade adiacenti, ma è
lei, casalinga di 24 anni. In mezzo rita e dolorante, ha paura per sé e venire a mancare la collaborazio- questro di persona, percosse e le- stato bloccato dopo un inseguimento. Adesso è in attesa di essere
il loro figlioletto, tre anni appena, per il suo piccolo. Non le resta al- ne. Violenza e criminalità, sconfor- sioni personali). processato per direttissima.
costretto a subire queste violenze tro da fare se non invocare aiuto, to e delusione. E invece stavolta NADIA LABRIOLA

VILLARICCA. IL PSI HA SPIEGATO I MOTIVI DELL’ABBANDONO DELLA MAGGIORANZA ISCHIA. SCALERA SOLLECITA L’INTERVENTO DELL’ASSESSORATO REGIONALE E DELL’ASL 2

Crisi, i socialisti puntano il dito Finti obiettori, lo scoop


contro il sindaco accentratore fu già dato nel lontano 1986
VILLARICCA. «Di fronte alla “fretto- zio. Ma l’entusiasmo del progetto rispettando la pari dignità dei par- ISCHIA. Una vicenda datata quella poi amplificata dalle “Iene”. «Fa- prezzi? Dai mille ai 1500 euro. Al
losa” richiesta di approvazione iniziale di ampio respiro e parte- titi. Questo è lo scenario che oggi che vede protagonista l’ospedale remo nomi e cognomi di quei gi- Rizzoli ci sono sette ginecologi -
dello schema di bilancio, che per cipazione si è poi spento di fron- c’è, a nostro avviso, a Villaricca e Rizzoli di Ischia, venuta a galla necologi intervistati dalle Iene sostiene Di Meglio - Tutti ufficial-
l’ennesima volta viene presenta- te ad una politica accentratrice di fronte a questo stato di cose e grazie ad un’inchiesta del quoti- che in tv sono apparsi con il volto mente sono obiettori, ma abbiamo
to senza alcuna partecipazione né del Sindaco ispirata alla man- con le elezioni comunali alle por- diano “Il Golfo” e del programma oscurato ma che qui sull’isola tut- avuto le prove che due praticano
condivisione, il partito ha ritenu- canza di collegialità senza rispet- te dove pare che è già tutto scon- delle “Iene” che evidenzia come il ti abbiamo riconosciuto», spiega il l’aborto e un altro indirizza le don-
to non più possibile assicurare il tare la pari dignità dei partiti. Ri- tato e deciso - come sempre sen- nosocomio nasconda una triste direttore del quotidiano, Domeni- ne».
suo sostegno a questa maggioran- conversione del mattatoio comu- za la partecipazione di nessuno- realtà: e cioé che ginecologi che si co Di Meglio, all’epoca direttore «I problemi, oltre a quello eco-
za» - esordiscono così i socialisti, nale, albo delle ditte di fiducia, lo Sdi non intende dare il suo dichiarano ufficialmente obiettori del “Settimanale di Ischia”. Ma co- nomico, alle misure igienico-sani-
approfondendo i motivi del ritiro nuovo regolamento degli uffici e contributo. Siamo usciti per dire di coscienza, pratichino poi l’a- sa accadde venti anni fa all’indo- tarie e alla sicurezza in questo sen-
dalla maggioranza di una setti- servizi, regolamentazione dello no ad un progetto politico diver- borto nei lorostudi privati. Una vi- mani dlel’inchiesta del settimana- so - è l’ultima riflessione del di-
mana fa - «Fin dall’inizio della staff del sindaco e della Giunta, so da quello iniziale» conclude cenda datata perché sul settima- le? «Assolutamente nulla - osser- rettore - è che un aborto clandesti-
consiliatura l’obiettivo dei socia- istituzione albo esterno dei pro- nel documento di “sfogo” il se- nale locale il 9 aprile dell’86 fu va - Tutto tacque. Non ci furono in- no nega alla donna il supporto psi-
listi è stato sempre e solo quello fessionisti di fiducia, nuovo Pia- gretario dello Sdi Francesco Ma- pubblicata un’inchiesta dal titolo chieste, ma non ci furono né que- cologico dei consultori e quindi
di dare un contributo qualifican- no Regolatore, istituzione di un strantuono. Eppure lo strappo che «Obiettori di giorno abortisti di se- rele, né smentite». Ma sull’isola, anche il diritto di riflettere sulla
te come partito, gruppo consilia- ufficio di front office per l’acco- tali dichiarazioni provocano ri- ra...» con l’occhiello: «Inapplicata ieri come oggi, tutti sapevano. «Ec- sua scelta con un aiuto qualifica-
re e assessori, all’amministrazio- glienza ai cittadini, scarsa atten- spetto alla maggioranza, la parte sull’isola la legge sull’aborto. Vi si co perché - insiste Di Meglio - de- to». Nella vicenda vuole vedere
ne nel rispetto delle funzioni di zione alle problematiche dei di- rimanente della stessa sembra facevano nomi e cognomi di chi nunciamo 20 anni di complicità chiaro anche il presidente del-
ciascuno: Sindaco, Consiglio e pendenti comunali sono propo- ignorarlo. Tra liste civiche, ini- (medici o anestesisti) si dichiara- tra Magistratura, Asl e Regione l’Ordine dei Medici di Napoli,
Giunta. Non abbiamo mai voluto ste da noi presentate ma che giac- ziative personali, lo Sdi schiera- va obiettore per poi praticare l’a- Campania». Giuseppe Scalera che ha scritto al-
essere protagonisti passivi in ciono ancora orfane di soluzioni to contro la maggioranza, e con la borto in privato. Quei nomi e co- «Gli aborti - continua il diretto- l’assessorato alla Sanità della re-
Consiglio ed in Giunta, impe- politiche. Non è pensabile porta- destra che incalza, l’imminente gnomi, con la riproposizione di re anticipando il pezzo sul gior- gione Campania e ai vertici del-
gnandoci sempre per contribuire re avanti una coalizione, ed in campagna elettorale annuncia quella pagina del settimanale, sa- nale in edicola oggi - vengono ef- l’Asl Napoli 2 sollecitando l’indi-
allo sviluppo della comunità e particolar modo una coalizione di una bagarre accesa e variegata co- ranno ripubblicati oggi sul quodi- fettuati negli studi privati di due viduazione dei medici dell’ospe-
della coalizione di centro sinistra centro-sinistra, all’insegna della me forse mai prima a Villaricca. tiano “Il Golfo” che anche questa medici del Rizzoli, uno con sede a dale Rizzoli di Ischia al centro del
cui abbiamo creduto fin dall’ini- mancanza della collegialità e non MONICA D’AMBROSIO volta aveva pubblicato la notizia Forio e l’altro ad Ischia Porto. I servizio trasmesso dalle “Iene”.

POZZUOLI. IN OCCASIONE DEL IX CONGRESSO NAZIONALE IL SINDACATO AVANZA LE SUE PROPOSTE GIUGLIANO. AIUTA CHI HA DISAGI FISICI

Case nel degrado, il Sunia chiede un osservatorio È attivo “Telefono sociale”


POZZUOLI. Il sindacato Sunia, in occasione del IX congresso naziona- «È urgente intervenire – spiegano i sindacalisti – per la ben nota ti- GIUGLIANO. È attivo già da qualche giorno il servizio “telefono sociale”
le, rilancia il problema della casa anche sul territorio flegreo e, dopo pologia abitativa del mega-quartiere di Monterusciello, realizzato con a Giugliano. L’iniziativa fu presentata tempo fa dal presidente dell’as-
un’analisi delle esigenze del territorio, avanza proposte concrete alle la tecnica di fabbricazione pesante e con materiali scadenti». sociazione Anass, Roberto Soriente, all’assessore alle politiche sociali
amministrazioni locali sull’esperienza degli ultimi anni. «Il sindaca- Ecco le richieste più urgenti: coibentazione dei pannelli esterni ai Andrea Morniroli e prevedeva la totale e gratuita disponibilità di alcu-
to – si legge nel documento proposto da Gaetano Palumbo, segretario fabbricati per l’eliminazione dei problemi legati a fenomeni di con- ni consulenti che, su richiesta di cittadini con comprovati disagi fisici,
dell’organizzazione sindacale - conoscendo la grave e preoccupante densa ed umidità; rifacimento delle guaine delle scale dei palazzi, ri- necessitassero di documenti di natura anagrafica. A tali cittadini l’A-
situazione di invivibilità di molti alloggi e nel combattere il degrado facimento dei balconi in alcuni lotti, sostituzione delle condutture (co- nass metteva a disposizione personale che gratuitamente, e, fornito di
abitativo ed ambientale chiede l’istituzione dell’osservatorio. Uno stru- me per il gas) e impianti a norma. Ma il problema dei quartieri peri- delega, avrebbe provveduto a ritirare e consegnare a domicilio i docu-
mento che può anche essere comprensoriale e che abbia come obiet- ferici non è solo tecnico. menti in questione alle persone che ne facevano richiesta. Ebbene, do-
tivo il reperimento delle risorse finanziarie, scegliere le linee pro- C’è un’emergenza sociale di cui il Sunia si fa portavoce: «Urgono in- po il protocollo d’intesa a firma dell’assessore al ramo e del presiden-
grammatiche, affrontare un’adeguata gestione e gli interventi di ma- terventi a sostegno dei giovani e della terza età per alleviare il males- te dell’associazione attiva nel sociale, il servizio è diventato operativo.
nutenzione ordinaria e straordinaria». sere sociale e il degrado morale che attanaglia i quartieri popolari e 081.330.40.45 è il numero che potrà comporre qualunque cittadino con
Ma il Sunia propone anche la redazione della “Carta dei Servizi”, promuovere, in alternativa alla strada, iniziativa sportive, ricreative difficoltà motorie per ottenere assistenza a domicilio. L’associazione,
un nuovo regolamento condominiale ed un confronto sistematico con e socio-culturali per il tempo libero. Pertanto occorre incoraggiare che con sede in via Palumbo all’interno del parco Onoria a Giugliano, re-
la Regione, la Provincia, il Governo e l’Unione Europea per recepire vogliono investire». sterà a disposizione per tali servizi ogni giorno dal lunedì al venerdì dal-
novità ed opportunità del settore casa. Non mancano i riferimenti ai Oggi a Napoli, si svolgerà il congresso provinciale. I delegati flegrei le ore 10 alle ore 19,30. Un servizio in più sul quale potranno dunque
quartieri dell’area flegrea e a quelli puteolani – il solo patrimonio im- sono: Achille Rossi e Gennaro D’Isanto da Quarto, Giuseppe Spinel- contare le fasce deboli della cittadinanza grazie all’interesse che da sem-
mobiliare del comune di Pozzuoli conta 4900 alloggi pubblici – e la li da Monte di Procida, Ernesto Tafuto, Vincenzo Peluso, Maria Gra- pre quest’amministrazione ha ostentato per le categorie particolarmente
situazione del quartiere di Monterusciello. zia Di Lorenzo, Gaetano Palumbo e Ciro Biondi da Pozzuoli. svantaggiate.