Sei sulla pagina 1di 1

6 POLITICA venerdì 27 gennaio 2006

MASTELLA VEDE PRODI, MA I PROBLEMI RESTANO. FASSINO: LI RISOLVEREMO LA CASSAZIONE CONDANNA L’EX SINDACO DI ROMA. LA REPLICA: GIÀ PAGATO

Udeur, oggi al via il congresso a Napoli «Consulenti, Rutelli risarcisca il Comune»


ROMA. Si apre oggi pomeriggio a Na- Fabris e Stefano Cusumano. Fonti ROMA. Francesco Rutelli (nella foto), euro, mentre nella seconda sentenza
poli, alla Mostra d’Oltremare, il con- dell’Udeur parlano di «un incontro in qualità di ex sindaco, e molti as- delle Sezioni unite civili, il relatore
gresso straordinario dei Popolari- interlocutorio» che, tradotto dal po- sessori e funzionari della sua giunta Michele Varrone, ha confermato altri
Udeur. I lavori, che alle 16,30 saran- litichese, vuol dire che la quadra no comunale dovranno risarcire al Cam- «addebiti risarcitori» pro Campido-
no aperti dalla relazione del segre- è ancora stata trovata. In ogni caso pidoglio le spese sostenute per gli sti- glio a carico di Rutelli per un impor-
tario Clemente Mastella (nella foto), su Mastella c’è il pressing di tutti i pendi di consulenti ed esperti ester- to di 40.022 euro. Non basta, perché
proseguiranno nella giornata di do- principali leader dell’Unione, anche ni all’Amministrazione, assunte con a queste somme, però, annota anco-
mani per concludersi nella tarda perché è forte il timore che il leader diverse delibere dal ’93. È il risulta- ra la Suprema Corte, diventeranno
mattinata di domenica con la repli- del Campanile alla fine decida di to di due sentenza della Corte di Cas- maggiori in quanto andrà considera-
ca del segretario politico. Il con- ascoltare le sirene del centrodestra. sazione, a Sezioni unite, che hanno ta la «rivalutazione monetaria del 25
gresso darà chiamato a dire una pa- «Risolveremo i problemi», assicura confermato la responsabilità conta- settembre 2000, oltre agli interessi le-
rola definitiva sulle alleanze. Il mes- Fassino. Il rischio per il Campanile bile stabilita dalla Corte dei conti di gali e alle spese del grado». Ma l’uffi-
saggio del leader è chiaro: «Senza per questo ieri in piazza Santi Apo- è infatti quello di non riuscire a su- Roma nell’aprile del 2002. In parti- sieduti da Vincenzo Carbone, nella cio stampa di Rutelli replica che l’ex
seggi per l’Udeur nella lista unitaria stoli il Professore ha provato a cor- perare le soglie di sbarramento. «Un colare, la Suprema Corte, con le sen- prima sentenza hanno stabilito le ci- sindaco non deve risarcire un bel
vado dove mi accolgono - dice Ma- rere ai ripari convocando Mastella. problema politico - spiega Fassino - tenze 1378 e 1379 ha convalidato gli fre esatte con le quali la giunta Ru- niente, per la semplice ragione che
stella -. Prodi dovrebbe farsi carico Dal leader dell’Unione è arrivata una che giustamente Mastella pone e che «addebiti risarcitori» già stabiliti da telli dovrà risarcire il Campidoglio. Rutelli e gli altri hanno versato alle
di qualcuno dell’Udeur, per far capi- delegazione del Campanile compo- tutta la coalizione deve essere capa- due sentenze della Corte dei Conti. L’ex sindaco di Roma, dunque, scrive casse del Campidoglio quanto richie-
re che non siamo miserelli». Anche sta, oltre che da Mastella, da Mauro ce di vedere e di affrontare». Nello specifico, gli “ermellini” pre- piazza Cavour, dovrà risarcire 24.376 sto dalla Corte, fino all’ultima lira».

SCONTRO | Vertice al Quirinale: Camere sciolte l’11 febbraio, voto 9 e 10 aprile. Il premier: Prodi nel panico per il confronto. La replica: sei tu che hai paura

Berlusconi-Ciampi, intesa fatta scioglimento delle Camere. Secondo zo ha chiesto ad un altro ospite della tra- scontata, sono stato io il primo a dirlo vi-
ELEONORA MANZO Berlusconi il Governo completerà il pro- smissione, un comico, di mimare un at- sto che non c’era alcun risvolto penale».
ROMA. Tutto confermato: Governo e Qui- gramma varando almeno tre provvedi- tacco di panico. Dopo la performance Infine l’ultimo sberleffo a Prodi. Con
rinale hanno trovato l’accordo per scio- menti: la legge contro l’uso della droga del comico Berlusconi ha esclamato: Berlusconi che mima lo sketch di un co-
gliere le Camere l’11 febbraio anziché il (che attende il via libero definitivo dal- «Sembra Prodi che deve andare in te- mico di Zelig e chiede a Prodi: «Prodi,
29 gennaio. Un’intesa messa nero su la Camera), il riesame della norma sul- levisione per incontrare Berlusconi!». A ci sei? ce la fai? sei connesso? Assolu-
bianco al Quirinale ieri nel corso di un la inappellabilità delle sentenze (rin- stretto giro di posta la replica del Pro- tamente non è connesso». Sono poi le di-
incontro tra il premier Silvio Berlusco- viata da Ciampi per vizi di costituziona- fessore, affidata ad una nota dell’ufficio visioni dell’Unione a finire nel mirino del
ni e il Presidente della Repubblica, Car- lità) e, se possibile, anche il ddl sul li- stampa: «È lui che ha paura e proietta premier: «Immaginate come possano
lo Azeglio Ciampi. Il voto, ovviamente, mite delle in- governare avendo come compagni di
resta fermo al 9 aprile e 10 aprile, data
che il Consiglio dei ministri delibererà
tercettazioni
telefoniche.
■ La sinistra resta spiazzata dall’accor- viaggio i No global che dicono no a tut-
to: dal traforo con la Francia al ponte
l’11 febbraio e che Ciampi sottolinea co- La campa- do sulla data delle elezioni. Ora per Rutelli sullo stretto di Messina e che sono an-
me «improrogabile». Quel giorno i pre- gna elettorale che contro il Governo». In ogni caso Ber-
sidenti delle Camere saliranno al Qui- intanto conti-
è una «conclusione logica». Cesa: si chia- lusconi si dice certo che che con Prodi
rinale. Dunque alla fine la CdL ha otte- nua soprattut- mano “Unione” ma sono divisi su tutto «l’Italia tornerebbe un Paese antiquato,
nuto ciò che chiedeva: circa due setti- to a colpi di incapace di affrontare la sfida globale e
mane in più per approvare alcuni prov- battute al veleno tra Berlusconi e Ro- sugli altri i suoi sentimenti». Poi il cen- statalista. Il suo Governo - conclude il
vedimenti ancora pendenti in Parla- mano Prodi. L’ultima sfida riguarda la trosinistra sottolinea un sondaggio com- premier - sarebbe spostato a sinistra».
mento. data in cui si farà il confronto in televi- missionato da L’Espresso all’Swg dal Giudizio condiviso dal leader dell’Udc,
La sinistra è sempre più in difficoltà. sione. Il premier, ospite di Maurizio Co- quale emergerebbe che le ultime appa- Lorenzo Cesa, per il quale «il centrosi-
«È la conclusione logica», dice ora Fran- stanzo (i due nella foto), rispondendo rizioni tv di Berlusconi avrebbero fatto nistra è nervoso: predica la correttezza
cesco Rutelli, fingendo di dimenticare alla domanda sulla data del confronto recuperare «appena lo 0,5%» alla CdL. e insulta gli avversari. Tutto questo so-
che fino a ieri l’Unione considerava qua- replica: «Non lo so, Prodi ha continui at- Il premier è poi tornato sulla vicenda lo per nascondere il suo grande punto
si un colpo di Stato la richiesta del Go- tacchi di panico». La questione degli at- Unipol e sulle sue dichiarazioni davan- debole: la mancanza di un programma
verno di rinviare di due settimane lo tacchi di panico è nata quando Costan- ti ai pm, ieri archiviate. «Era una cosa di governo».

SEGUE DALLA PRIMA IL LEADER DI AN: IO PREMIER SE PRENDO PIÙ VOTI

La sindrome... Arenella. Basta, cara Sindaco coniuga-


re i verbi sempre al futuro, altrimenti
dobbiamo ritenere che a scuola hanno
sprezzo, contro Sabrina: «Che poi l'at-
trice “di sinistra” chieda il bavaglio per
coprire il flirt con l'ex presidente della
bul sia a Baghdad le operazioni anti ta-
lebani e anti-Saddam Hussein hanno da-
to frutti democratici. Tali sono i gover-
Fini: «Le riforme fatte da noi
divenuta rabbia: «Sotto il tacco della ca-
morra, annegata nell’illegalità, strozza-
ta dal traffico e dall’abusivismo, umiliata
sbagliato nell’insegnarci che solo in la-
tino esiste l’infinito futuro. E ai cari con-
cittadini – qualunque sia la loro iden-
Rai “di destra”, Cattaneo, dimostra che
a rischio non è solo il diritto di cronaca
ma anche il senso del ridicolo».
ni che, sia pure tra mille difficoltà, con-
ducono oggi la politica di quei due Pae-
si. Nella guerra al terrorismo è com-
Gioco da capocannoniere»
dal servilismo e dal clientelismo, Napo- tità politica – devo rivolgere un monito: A parte il ridicolo di cui si è autoco- presa quella ad Hamas, che l'Unione Eu- ROMA. La premessa è tanto semplice
li muore, ma siccome muore da molti attenti agli errori, altrimenti Donna perto l'anonimo stesso, direi che a ri- ropea, non dimentichiamolo, considera quanto doverosa: «Le aspettative che
anni, nessuno ci fa più caso. La sua pa- Franca sarà costretta a ricredersi e non schio, se vincono i Paolo Mieli ed i suoi “organizzazione terroristica”. Inoltre, la avevamo sul fronte dell’economia nel
tologia più grave non è nemmeno la ca- potrà più esternare la sua ammirazione anonimi, è la libertà, anche quella di candidatura di terroristi notori, di ma- momento in cui abbiamo iniziato la
morra, ma l’immoralità e la vigliacche- sui napoletani più buoni e intelligenti amare chi ci pare, senza chiedere il per- dri di terroristi suicidi, le manifestazio- nostra esperienza di governo non si
ria della politica che fa affari, che cer- dei cittadini del Nord. Tutt’al più si ac- messo al partito o al Cda del “Corriere ni di piazza con i volti celati dai cappucci sono avverate per intero». Ma gli
ca il consenso, costi quel che costi e che contenterà di dire che sono tre volte della Sera”. e le dichiarazioni esplicite dei dirigen- eventi che hanno determinato la
fa finta di non vedere». buoni. GIANCARLO LEHNER ti lasciano tuttora pochi dubbi. E ades- mancata crescita dell’economia, spie-
Bocca non ce l’ha certo personal- ANTONIO GUIZZI so vanno al governo, “legittimati” dal vo- ga Gianfranco Fini (nella foto) da-
mente con la Iervolino ma lei, che in
passato ha dimostrato grande dignità e
senso di responsabilità, dovrebbe leg- L’allarme... Hamas,... to popolare.
Anche Hamadinejad ha vinto le ele-
zioni; pure l'Iran, un paese molto più
vanti alla platea della convention del
Commercio estero a Milano, sono sta-
te dovute «a circostanze arcinote ma
gere le parole del grande giornalista co- comprensibile da noi occidentali? grande e ricco dei “Territori palestine- su cui la capacità di intervento del
me un serio avvertimento per evitare di in maniera rovinosa. Tutto ciò fu accer- La vittoria del partito radicale isla- si”, ripropone in modo esatto questi pro- Governo era limitata se non nulla».
poter apparire collusa con i mascalzo- tato da un Tribunale. Paolo Rossi, in- mico Hamas in Palestina è un fatto sul blemi, con l'aggravante della questione Detto questo, il ministro degli
ni di cui si parla nel libro. somma, fu inseguito, forse minacciato, quale non si discute: non ne discute il nucleare. Secondo una definizione, “la Esteri non nasconde la necessità di
Il suo comportamento non può tro- ma non fu “ucciso dai fascisti”. Presidente palestinese Abu Mazen, non politica è l'arte del possibile”; secondo fare una seria autocritica ma difende
vare altra spiegazione se non con rife- Ebbene, sul “Corsera” di quasi qua- ha discusso il capo del governo Abu Ala, un'altra, “la guerra è la continuazione a spada tratta i risultati ottenuti dal
rimento a quella “sindrome di Stoccol- rant’anni dopo, è rispuntato pari pari lo che si è subito dimesso. Il partito “mo- della politica con altri mezzi” ma una co- Governo. Innanzitutto, spiega il lea-
ma” che indusse, oltre trent’anni fa al- stesso falso, come se la verità non fosse derato”, Fatah, sconfitto, non farà ac- sa è lottare contro terroristi nei deser- der di An, il Governo «ha fatto le rifor-
cuni ostaggi, in una banca di Stoccolma, mai emersa. Esattamente come la cordi con Hamas e già i vincitori hanno ti montagnosi dell'Afganistan o dedi- me in un conte-
a una condizione di dipendenza, dive- “Pravda”e l'“Unità” dei tempi più bui, dichiarato di non avere nella loro agen- carsi a ricerche di “intelligence” in cui sto internaziona- Le nostre aspettative economiche
nuta poi paradossalmente collabora- quelli capaci di montare casi inesisten- da alcun negoziato con Israele, visto che qualche assassino ci rimette la pelle, le difficile», a co-
zione, nei confronti dei sequestratori. ti o di sbattere innocenti in prima pagi- nell'agenda c'è proprio il contrario: la di- una cosa è incontrare i “nemici” all'O- minciare da non si sono avverate tutte. An nel tem-
Ma a rendere addirittura sbigottiti è il na. struzione dello Stato di Israele. nu, nelle ambasciate, ormai introdotti quella del mer- po si è formata un’identità credibile al
comportamento dei napoletani che ap- Viene alla mente il delitto di Camillo Il “salto indietro” dopo lo sgombero nel mondo “democratico” da votazioni cato del lavoro.
paiono colpiti dalla stessa sindrome e Montanari, un comunista italiano ucci- forzato della fascia di Gaza, dopo la popolari di cui nessuno mette in dubbio Fini spiega di punto che partecipo in prima persona
che sembrano non accorgersi del disfa- so in circostanze misteriose a Parigi nel spaccatura nella destra israeliana, do- l'esattezza dei numeri. Non siamo più al non voler invo-
cimento morale, economico e civile in 1935 e che Togliatti si ostinò per tutta po gli sviluppi della politica dello stato 99 per cento di Stalin e di Ceausescu o care «nessun alibi di sorta, bisogna Paesi che «ha fatto dell’Italia un Pae-
cui è stata ridotta la città, dopo 12 anni la vita, mentendo per la gola e sba- ebraico anche in presenza della malat- al 100 per cento di Saddam. però dire che scelte largamente con- se rispettato nel mondo». Grazie a
di malgoverno di Bassolino e dei suoi gliando pure le date, ad attribuire ai tia di Sharon, è evidente; così come è È in questo quadro tremendo, che divise come quella di fare entrare la queste scelte politiche, insiste Fini,
epigoni: siamo all’anno zero per i par- trotskisti. evidente che la radicalizzazione della non vuol cambiare nonostante gli sfor- Cina nel Wto - aggiunge - ha posto l’Italia si è dimostrata agli occhi dei
cheggi, la circolazione e il traffico sono Ieri, a pagina 20 del “Corsera”, non un lotta avvenuta con le elezioni palestinesi zi di molti volenterosi, che la situazio- problemi che forse non ci si aspetta- suoi interlocutori internazionali un
caotici, tutti i primati negativi sono i no- falso, ma una botta d'intolleranza e di troverà risposta nelle prossime scelte ne va osservata e le decisioni vanno pre- va». Proprio per questo, proprio per- Paese che «quando prende un impe-
stri (inquinamento atmosferico e acu- assenza totale di rispetto per le perso- dell'elettorato di Israele, che presumi- se. Mi sembra che la sola cosa logica è ché il Governo ha avviato un ampio la- gno dimostra di saperlo onorare». In-
stico, protesti cambiari, fallimenti, di- ne. Il fatto è questo: Sabrina Ferilli que- bilmente dovrà correre di nuovo all'el- fare di queste elezioni un segnale di voro riformatore, «temiamo che l’e- fine il leader della destra sottolinea
smissione di attività industriale, perdi- rela il direttore di “Oggi”, lamentando metto. chiarezza e di consapevolezza della ventuale cambio di maggioranza an- che «è certo giusto e doveroso ricor-
te di tutti i centri di potere dal Banco di eccessi di velenosità. La politica di Sharon trovava negli realtà. E, in questa realtà, tenere ferma, nulli anche quelle riforme struttura- dare che la Fiat, negli ultimi due an-
Napoli alla Sme finanziaria, all’Ansal- Quel direttore, per tutto quello che le eredi di Arafat interlocutori difficili ma oggi più che mai, la linea di difesa dei li che fanno ben sperare nella ripre- ni, si sta risollevando da sola. Ma è an-
do). avrebbe fatto, lo vorrebbe vedere in ga- pur sempre interlocutori con i quali il di- “nostri” valori democratici e civili. Co- sa, anche in tempi brevi, della nostra che altrettanto giusto e doveroso ri-
Se il Sindaco dichiara l’intoccabilità lera. Giusto o sbagliato che sia, è un pro- scorso era andato avanti per anni ed an- me paese sovrano l'Italia si troverà a de- economia». Insomma, «c’è una parte cordare che ci sono stati altri mo-
della variante generale al Piano regola- blema tra Ferilli e il collega Pino Belle- ni (Abu Ala aveva avuto numerosi in- cidere se ricevere esponenti che hanno del centrosinistra che sostiene che menti in cui la Fiat era solita socia-
tore, approvata dopo dieci anni signifi- ri, una lite come tante nel mondo del contri segreti con i dirigenti israeliani) nel loro programma quello di annien- riforme come quella del mercato del lizzare le perdite e privatizzare gli uti-
ca che i suoi consiglieri in materia non giornalismo. In quanto alla galera, poi, e che in molte occasioni (da Camp Da- tare lo Stato di Israele, dai cui ranghi so- lavoro, dell’Università e delle pen- li». Poi in serata il vicepremier va a
le hanno detto che si tratta di uno stru- non risulta che al “Corsera” si siano mai vid ad Oslo) avevano visto i capi dei due no usciti ed escono gli assassini che si sioni devono essere cancellate». Per “Otto e mezzo”, la trasmissione tv di
mento inservibile da spedire al macero agitati, quando a chiedere anni di car- governi darsi almeno la mano davanti al- fanno esplodere negli autobus e nei ri- non parlare dellle contraddizioni e Giuliano Ferrara, ed esclude «rischi
comunale che le sue norme – un com- cere per i giornalisti anticonformisti non le telecamere. Oggi tutto appare com- storanti israeliani, che apriranno le lo- delle divisioni nello schieramento di cannibalizzazione del premier.
pendio di 172 articoli – sono scritte in furono le Ferilli, ma illustri e famosi promesso e occorre prendere atto che ro frontiere ai terroristi islamici di tut- dell’opposizione, contraddizioni «che L’elettorato di An è esigente, non ama
un italiano da 4 meno, che non è leggi- pubblici ministeri. talvolta il voto libero non coincide con ti i paesi, che concederanno loro pas- fanno preferire una continuità del- certe esternazioni sopra le righe...».
bile e di difficile decriptazione per cui In questo caso, invece, è scattato l'al- quello che “noi” intendiamo come li- saporti validi a tutti gli effetti. Se Hamas, l’azione di Governo piuttosto che un Il vicepremier aggiunge che «la leg-
ingegneri, architetti e geometri si tro- larme rosso. bertà. una volta al governo, ne avvertirà le re- pericoloso regresso». Sullo sciogli- ge elettorale sottolinea le differenze
veranno inevitabilmente in conflitto pri- Perché? Fatto è che una donna “di si- Gli Stati Uniti hanno dichiarato guer- sponsabilità e darà segnali di modera- mento delle Camere Fini commenta e io credo che An nel tempo si sia for-
ma con la normativa, poi con i tecnici co- nistra” non può e non deve nascondere ra al terrorismo internazionale e, in no- zione, non ci sarà nessuna questione; se tranchant: «Tanto rumore per nulla». mata una identità credibile a tal pun-
munali arroccati come Goffredo di Bu- il suo rapporto, contronatura, per così me di questa lotta agli assassini di in- rimarrà quella organizzazione terrori- Il vicepremier rivendica anche i to che io gioco in prima persona co-
glione sul Santo Sepolcro su queste stu- dire, con un uomo di destra. L'anonimo nocenti, sono intervenuti in Afghanistan stica che è, io dico che nessun rappor- successi con la politica di difesa mes- me capocannoniere ed è evidente che
pide norme. Chi ama gli esempi vada a corsivista, infatti, si scaglia così, con fu- e in Iraq cambiando “la faccia” di quel- to è possibile. sa in campo dal Governo e la presen- se prendo un voto più di Forza Italia
rivedere il caso emblematico di salita rore fondamentalista e non poco di- la zona strategica del mondo. Sia a Ka- GUSTAVO SELVA za militare italiana in Iraq e in altri a Palazzo Chigi non va Berlusconi».