Sei sulla pagina 1di 3

Si ha flessione deviata in un solido se : Lasse di sollecitazione s non coincide o non // ad unasse principale dinerzia della trave Gli assi

si di flessione f e sollecitazione s non coincidono. Lasse neutro n il coniugato dellasse di sollecitazione (sempre). La flessione deviata pu considerarsi come ottenuta dalla sovrapposizione di 2 flessioni rette una sullasse x e laltra sullasse y (dove x e y sono gli assi principali dinerzia). Quindi il vettore M che si trova sullasse di sollecitazione si scompone nelle 2 componenti : MX ed MY che in effetti sono le proiezioni di M sugli assi principali dinerzia x e y. MX =M cos (cateto = hp x cos angolo adiacente); MY = M sen Se invece di un momento ho una forza F (che mi d momento : altrimenti non ci sarebbe flessione) si scompone nelle 2 componenti sugli assi principali dinerzia : FX =F cos ; FY = F sen A questo punto dato che abbiamo la soma di 2 flessioni rette il principi di sovrapposizione degli effetti ci consente di scrivere : y la distanza dallasse neutro della flessione retta Formula binomia di causata da MX alla fibra pi lontana, M M Navier: si costruiscono 2 Z = X y Y x x la distanza dallasse neutro della flessione retta IX IY diagrammi come se causata da MY alla fibra pi lontana

FLESSIONE DEVIATA

fossero 2 flessioni rette.

F F x L y

F F G M F

Sposto prima la forza nel baricentro poi la proietto sugli assi principali dinerzia e calcolo le sue componenti: F cos F sen Come momenti sono : M=F L cos M = F L sen

Per stabilire i segni della formula si usa sempre la regola del cavatappi : In questo caso la M M formula : Z = + I I Si guarda il momento M prodotto per esempio da F che gira intorno allasse se svita ossia lo porta nella direzione opposta alla direzione stabilita allora negativo in questo caso lo avvita quindi positivo : M Z = + I Si guarda ora laltra forza F ed il verso del suo momento M che gira intorno allasse , se svita allora negativo, come in questo caso quindi laltra parte della formula binomia : M Z I Se invece di avere una forza (che in sezione rimane tale cio una forza ma nella trave mi genera un momento) avessimo direttamente un momento lasse che deve avvitare il suo stesso cio se ci dato un momento in questo caso positivo perch avvitando esce dalla parte della freccia M - MX M
MY +

La tensione normale pu anche essere determinata mediante la formula monomia di Navier : Mn il momento flettente rispetto allasse neutro n M z = n n n la distanza dalla fibra pi lontana allasse neutro In

In il momento dinerzia di tutto il profilato trasportato con il teorema del trasporto sullasse neutro

Per determinare lasse neutro n si utilizza la formula : My Ix langolo formato dallasse neutro n della Y tg = = flessione deviata con lasse x antiorario X Mx Iy I P
Ixy

YInm

I xy I xy PB oppure : tg = = = arctg AB I x I I x I

XIn I

O
Ix

Iy Lasse neutro della flessione deviata sempre un asse baricentrico della sezione e non coincide mai con lasse del momento ossia con lasse della sollecitazione. Quando abbiamo un momento espresso secondo Possono in questo caso M il suo asse di rotazione, lasse di darmi solo la sezione sollecitazione ortogonale e ci sar solo senza la trave. s(sollecitazione) flessione o retta o deviata

PER LA VERIFICA A FLESSIONE DEVIATA SI VERIFICA LA RELAZIONE : Z = MX M y Y x amm IX IY id amm verifica quando presente solo Flessione Deviata Se presente sia Flessione che Taglio : si usa il criterio di Van Mises
Z M I

id = 2 + 3 2

F F x M G F y G M

Ho scomposto la flessione deviata in 2 flessioni rette ora lasse neutro n s, quindi n nella formula la distanza dall asse neutro alla fibra pi lontana

F F

sf
Z = + M I

M F

Lasse neutro n nella formula la distanza dallasse neutro alla fibra pi lontana