Sei sulla pagina 1di 4

Capitolo I

1)Geometria delle masse


La geometria delle masse serve per svolgere le verifiche di resistenza sulla sezione sollecitata da sforzo
normale N , taglio T e momento flettente M.
Consideriamo una qualsiasi distribuzione di masse mi (quantità scalari di segno qualsiasi) concentrate nei
loro punti Pi in un piano.Sia assegnata una generica retta a orientata e la sua normale n. La distanza dia
dai punti Pi alla retta a è positiva se la massa si trova sopra la retta a negativa sotto la retta a.
Momento Statico
n (massa x distanza, dove le masse sono tutte
Sa = ∑ m i d in positive)
i =1

Momento assiale di Inerzia


n
(momento statico x una distanza) infatti I a = ∑ m i d ia d ia
n i =1
I a = ∑ m i d ia
2
dove : mi dia = Momento Statico.
i =1
Il Momento di Inerzia è definito il Momento Statico di un
Momento Statico
Momento di Inerzia Centrifugo
n È un Momento statico rispetto la retta a x la
I ab = ∑ m i d ia ⋅ d ib distanza dib rispetto la retta b.
i =1

Momento di Inerzia Polare


n n n
I p = ∑ m i ⋅ ( AP ) 2 ⇒ I p = ∑ m i ⋅ d ix + ∑ m i ⋅ d iy visto
2 2

i =1 i =1 i =1
2
che mi ⋅dix = Momento di Inerzia Ia allora : Dove Iy e Ix sono i Momenti di inerzia rispetto a x e
Ip= Iy + Ix y

2) Baricentro

Consideriamo una distribuzione di masse ed una retta orientata a ed una parallela a* equiversa. La
distanza dia dalla massa fino alla retta a = dia* + da*a

1
Per determinare il Baricentro G di tutte le masse userò la formula generica : dGa = Sa/M dove Saè il
Momento Statico èd M è la sommatoria di tutte le masse mi : in particolare sarà :
XG= - Sy/M Sono le coordinate del Baricentro G , ossia XG è la distanza dall’asse Y fino al
YG = Sx /M baricentro, YG è la distanza dall’asse X fino al Baricentro.

Se le masse sono tutte positive il


baricentro G è interno al contorno ideale
della distribuxzione di massa.

3) Teorema del trasporto


I Teorema del Trasporto per il Momento di Inerzia.
Il Momento di Inerzia rispetto ad una retta è = alla somma di quello relativo alla
parallela baricentrica, e del prodotto della massa totale per il quadrato della
2
Ia = Ia0 + M d Ga distanza tra il baricentro e la retta. Il Momento di inerzia baricentrico è un valore
noto tabellare e per la sezione rettangolare vale :
Ia0 = b ⋅ h3/12

II Teorema del Trasporto per il Momento Centrifugo.


Il Momento Centrifugo rispetto a 2 rette = alla somma di quello rispetto alle
I ab = I a0b0 + Md Ga d Gb parallele equiverse baricentriche, e del prodotto della massa totale per le distanze
tra il baricentro e le 2 rette.

……………………….

4) Cerchio di Mohr (applicato alla geometria delle masse)

E’ uno strumento applicativo che ci consente di determinare, noti alcuni elementi : lo stato tensionale su
una qualsiesi giacitura, il momento di inerzia ed il momento centrifugo per una qualsiesi coppia di assi nel
piano.
In pratica noti Ix Iy Ixy (i momenti di inerzia rispetto a x e y e momento centrifugo) di una generica
distribuzione di masse rispetto a 2 assi di riferimento qualsiesi, sono in grado di sapere quanto vale il
Momento di Inerzia rispetto a una qualunque retta ed il Momento Centrifugo per una qualsiesi coppia di
rette ortogonali delle infinite coppie che hanno per centro A. Se A è il Baricentro G, il cerchio si chiama
cerchio centrale.

Posso tracciare il cerchio di M in 2 modi :


1) Individuo il centro, che si trova sempre sull’asse delle ascisse e che ha come ordinata (distanza
dall’asse y) :
IX – Iy /2
individuo poi il raggio con la formula :
2
 I − Iy 
r =  x  + I 2 xy
 2 

2
2) Più semplicemente si può costruirlo individuando i 2 poli P e P’ di cui Mohor ci da le coordinate :

P ha coordinate (Ix, Ixy)


P’ ha coordinate (Iy ,- Ixy)

unendo i 2 poli ottengo il diametro e l’intersezione di questo con il l’ascissa mi da la posizione del centro
del cerchio C.
Per le masse tutte positive il cerchio si trova tutto alla destra dell’asse Ial poiché i momenti di inerzia sono
comunque positivi.
Gli assi principali di inerzia si tracciano unendo i poli P e P’ con l’intersezione della circonferenza con
l’ascisse. Gli assi principali di inerzia sono ortogonali fra loro e li indicheremo con ξ (rispetto al quale il
momento di inerzia è massimo) e η (rispetto al quale il momento di inerzia è minimo) i quali individuano
sull’intersezione con il loro asse con la circonferenza i momenti principali di inerzia Iξ e Iη (distanza
dall’asse Ial ), il momento centrifugo rispetto ai 2 assi principali di inerzia è nullo,e tra le coppie passanti
per A solo questa presenta il momento centrifugo nullo.

I momenti principali di inerzia Iξ e Iη si possono calcolare anche analiticamente, in quanto sono uguali
alla coordinata dal centro ± il raggio :

5) Centro relativo

Il centro relativo della retta a è il baricentro Ca di tutti i momenti statici delle singole masse concentrate
nei punti iesimi

3
La distanza dal centro relativo Ca alla retta a è data da :
dCa a = Ia / Sa

La formula inversa ci permette di calcolare il momento di Inerzia Ia definito il Momento Statico dei
Momenti Statici concentrando in Ca tutto il momento statico Sa quindi :
Ia = Sa ⋅ dCa a

Essendo Sa = MdGa allora : Ia = MdGa ⋅ dCa a


oppure
Ia = M⋅ρ2a
ρ2a = d Ga ⋅ dca a
oppure dal teorema del trasporto per
Il raggio d’inerzia : sostituzioni e semplificazioni si ha :
ρ2a = ρ2a0+ d2Ga

6) Le Involuzioni baricentriche di inerzia

Y0

X0

considerando i soli assi baricentrici x0 y0 passanti per il baricentro G la figura è :

XCa= - Iay0/Sa

YCa= IaX0/Sa

Cioè le distanze del centro Ca dall’asse x0 e y0 sono date dal rapporto tra il momento centrifugo Iay0 e il
momento statico Sa quindi :

XCa= - Iay0/Sa Distanza dal centro relativo


Ca all’asse Y0
YCa= IaX0/Sa Distanza dal centro relativo
Ca all’asse X0
Le rette a0 b0 che si intersecano nel baricentro G si chiamano rette Coniugate possiamo notare che
all’avvicinarsi di a al baricentro la retta a’ sua coniugata si allontana dal baricentro, inoltre per a che tende
ad essere baricentrica cioè ad essere uguale ad a0 la retta a’ diventa la retta impropria.
Si può anche dire che 2 rette tali che l’una contenga il centro relativo dell’altra si dicono Coniugate : la
retta a ha per centro relativo Ca che si trova sulla retta a’ e viceversa.
Invece 2 rette che contengono l’una il centro improprio relativo dell’altra si dicono rette coniugate
baricentriche. Per ogni coppia di rette coniugate baricentriche il momento centrifugo Ia0b0= 0