Sei sulla pagina 1di 2

SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMOINAMICA (ENUNCIATI)

Il primo principio della termodinamica un principio di conservazione dellenergia.


Se una trasformazione avviene allora soddisfa il primo principio della termodinamica, ma non
sufficiente che sia verificato il primo principio della termodinamica perch una trasformazione
avvenga in natura, essa deve soddisfare anche il secondo principio della termodinamica. Il secondo
principio della termodinamica stabilisce un verso preferenziale delle trasformazioni e permette di
valutare la qualit delle varie forme di energia e il degrado che subiscono durante una
trasformazione.

Il lavoro pu essere convertito direttamente e completamente in calore, ma il calore pu essere


convertito in lavoro solo per mezzo di dispositivi detti motori termici che sono caratterizzati da un
rendimento di conversione del calore in lavoro <1.
Questo aspetto formalizzato dallenunciato del secondo principio di Kelvin-Planck:

Enunciato di Kelvin Planck


E impossibile costruire una macchina, operante secondo un processo ciclico, il cui unico effetto sia
la trasformazione in lavoro di tutto il calore proveniente da una sorgente a temperatura uniforme e
costante nel tempo.

T1 T1>T2
Q1 Q1

Ln Ln
Q2
NO
T2

SI
Il calore fluisce spontaneamente nel verso delle temperature decrescenti ovvero da corpi a
temperatura pi alta a corpi a temperatura pi bassa. Il processo contrario non avviene
spontaneamente ma necessita di macchine frigorifere o a pompa di calore che realizzano il
trasferimento di calore da una sorgente a temperatura pi bassa ad una a temperatura pi alta a
fronte di una spesa di lavoro tecnico utile.
Questo aspetto formalizzato dallenunciato del secondo principio di Clausius:

Enunciato di Clausius
E impossibile costruire una macchina, operante secondo un processo ciclico, il cui unico effetto sia
il trasferimento di calore da un corpo a temperatura pi bassa a un corpo a temperatura pi alta.

T1>T2 T1>T2
Q1 Q1

Ln
Q2 Q2
T2 T2

NO SI

I due enunciati del secondo principio della termodinamica sono equivalenti, e si pu dimostrare che
se per assurdo non fosse verificato lenunciato di Clausius si contraddirebbe quello di Kelvin-
Planck e viceversa. (La dimostrazione non viene presentata perch esula dai propositi di questo
corso).