Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 20 MAGGIO 2011, N. 11217

In fatto e in diritto

1. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze e l'Agenzia delle Entrate hanno proposto ricorso per
cassazione nei confronti della s.p.a. (X) (Y) Engineering (ora (X) Ambiente s.p.a., che resiste con
controricorso successivamente illustrato da memoria) e avverso la sentenza con la quale, in
controversia concernente impugnazione di avviso di accertamento per Irpeg e Irap riguardante
l'anno 1999, la C.T.R. Lombardia accoglieva solo parzialmente sia l'appello principale dell'Agenzia
delle Entrate sia l'appello incidentale della società, dichiarando legittima la ripresa a tassazione
delle spese di ricerca e sviluppo e dei canoni leasing ed illegittima la ripresa a tassazione a fini Irap
della somma di Euro 196.253,62, dovendo nella specie ravvisarsi non una perdita su crediti,
indeducibile, ma un minore introito derivato da un accordo in base al quale è stato determinato il
prezzo definitivo del servizio o del bene. Anche la (X) Ambiente s.p.a. (già (X) (Y) Engeneering
s.p.a.) ha proposto avverso la medesima sentenza ricorso per cassazione nei confronti dell'Agenzia
delle Entrate (al quale quest'ultima resiste con controricorso), pertanto deve essere innanzitutto
disposta la riunione dei due ricorsi ai sensi dell'art. 335 c.p.c. (e dei relativi processi sotto il numero
23665/01, più antico di ruolo).

2. Col primo motivo del ricorso proposto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e
dall'Agenzia delle Entrate, deducendo violazione e falsa applicazione del D.Lgs. n. 546 del 1992,
art. 36, si afferma che la sentenza impugnata non richiama le norme o i principi di diritto ritenuti
rilevanti per la decisione, e, in carenza della concisa esposizione delle ragioni in fatto e in diritto
della decisione, impedisce di risalire al ragionamento del giudice. La censura è infondata. ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-20-MAGGIO-
20112c-N-11217.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it