Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it - http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 29 OTTOBRE 2010, N. 22135

Svolgimento del processo


Con ricorso alla commissione tributaria provinciale di .......... la società (...) impugnava l’avviso di
accertamento, relativo a maggiorazione delle imposte Irpeg ed Ilor per l’anno 1995, fatto notificare
alla medesima dalla agenzia delle entrate, ufficio di .........., e con il quale l’amministrazione
comunicava di aver appurare maggiori ricavi, a fronte di quanto dichiarato, per recupero a
tassazione di interessi attivi su crediti; costi indeducibili per crediti inesigibili, perché non di
competenza; sconto per vendita all’estero non documentato, come accertato nel corso di verifica
compiuta da agenti della Guardia di finanza. La contribuente deduceva che l’atto impositivo era
irregolare, perché l’autorizzazione di cui gli agenti erano stati muniti non comprendeva anche
l’anno di riferimento; nel merito esponeva che si doveva tenere conto di tutti i rischi sul realizzo dei
crediti come pure delle perdite, sicché i presupposti per la rettifica erano carenti; perciò chiedeva
l'annullamento di quell'atto impositivo.
Instauratosi il contraddittorio, l’ufficio eccepiva l’infondatezza dell’opposizione, e perciò chiedeva
il rigetto del ricorso, atteso che si trattava di accertamento preceduto da puntuale verifica dei
militari della finanza; quanto al merito deduceva che i verificatori avevano accertato tutti i dati e le
indicazioni enunciati nel processo verbale di constatazione, ben potendo ampliare l’arco temporale
d'indagine sulla scorta della semplice autorizzazione loro rilasciata anche se per un esercizio
differente. .............

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-29-OTTOBRE-
20102c-N-22135.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Segui Fisco e Diritto anche su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/fiscoediritto