Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 23 GIUGNO 2010, N. 15178

Svolgimento del processo


La Commissione Tributaria Provinciale di ....... ha parzialmente accolto con sentenza 2 maggio
2001 il ricorso della Società (...) s.p.a., destinataria di un avviso di accertamento di reddito
induttivamente determinato per IRPEG-ILOR 1996 da parte dell'Ufficio Entrate di .......- escludendo
il recupero a tassazione quanto agli elementi positivi: 1) sopravvenienza attiva per insussistenza di
passività; 2) ricavi esteri non contabilizzati; 3) ricavi non contabilizzati lavori extra e quanto agli
elementi negativi; 1) ammortamenti e svalutazioni; 2 ) ammortamento capannone industriale; 3)
prestazione d'opera di terzi; 4) spese manutenzione incrementative; 5) leasing; 6) ammortamento
manutenzione locali in affitto; 7) giacenze iniziali; 8) assicurazioni.
L'appello dell'Ufficio, vertente su tutte le riprese escluse, è stato rigettato dalla Commissione
Tributaria Regionale della Basilicata con sentenza 8 aprile 2001 su presupposto: 1) per quanto
riguardava i ricavi esterni ed extra non contabilizzati (n.. 2 e 3 delle poste positive) nel 1996, che la
documentazione contabile ed extra contabile della Società provavano che tali lavori erano stati
eseguiti successivamente, a causa di una interruzione durata per circa due anni; 2) per quanto
riguardava ammortamenti e svalutazioni, prestazione d'opera di terzi, spese di manutenzione e
ammortamento capannone industriale (n.1-2-3-4 delle poste negative) perché l'azione accertativa
(effettuata nel 1998) sarebbe prescritta ai sensi dell'art.43 del DPR 600/73, mentre dalla
documentazione anche extra contabile della società le opere di terzi non risultavano prestate
nell'anno in contestazione; per quanto riguardava le giacenze iniziali - che secondo i giudici di
primo grado doveva collegarsi ad una variazione dei ricavi per l'anno precedente, mentre secondo
l'Ufficio le valutazioni fatte dal contribuente in un esercizio hanno effetto anche per l'anno
successivo- la CTR dichiarava non censurabili le argomentazioni dei primi giudici.
L’Agenzia delle Entrate chiede la cassazione di tale sentenza sulla base di sei motivi. ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-23-GIUGNO-
20102c-N-15178.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it