Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA DEL 5 MAGGIO 2011, N. 17670

Osserva
Con sentenza del 25-1-2010 la Corte d'Appello di ........ confermava quella del Tribunale di ........ in
data 18-12-2008 con la quale E. A. era stato ritenuto responsabile dei reati di bancarotta fraudolenta
per distrazione e documentale, quale amministratore unico e poi liquidatore (complessivamente
dalla data di costituzione, 24-6- 1991, fino al 10-4-1996) della (X) srl, dichiarata fallita il
(OMISSIS), e lo condannava alla pena di legge, con la sospensione condizionale.
La prova delle distrazioni (relative a circa 108 milioni di lire di disponibilità di cassa, esistenti al
31-12-1994, e al finanziamento di 62 milioni di lire erogato alla società dal (Y) spa) era tratta dal
mancato reperimento delle relative somme, della cui destinazione l'imputato non aveva fornito
indicazioni documentate (in particolare il curatore aveva appreso dell'esistenza del finanziamento
solo quando il (Y) aveva fatto domanda di ammissione al passivo). Inoltre, avendo il teste T., che
aveva tenuto la contabilità della fallita, riferito di aver segnalato più volte al prevenuto l'anomalia
dell'elevato ammontare della cassa, mentre il curatore fallimentare aveva dichiarato di aver avuto
contatti solo con l'imputato, se ne deduceva che non si trattasse di mera "testa di legno". Peraltro,
secondo la corte di merito, anche a ritenere che E. fosse stato un mero prestanome, come da lui
sostenuto, questo non ne avrebbe escluso la responsabilità, in virtù del costante orientamento
giurisprudenziale secondo il quale anche il prestanome risponde per mancato rispetto degli obblighi
di vigilanza e controllo, quando sia consapevole che dall'omissione possano scaturire gli eventi
tipici del reato, o abbia accettato il rischio che questi si verifichino. ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE-e28093-SENTENZA-DEL-5-
MAGGIO-20112c-N-17670.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it