Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it http://twitter.com/fiscoediritto facebook.

com/fiscoediritto

COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE GENOVA - SENTENZA 10 AGOSTO 2012, N. 73 Svolgimento del processo La Societ (X) s.r.l. presentava richiesta di rimborso di credito IVA per l'anno di imposta 2003 per euro 79.000,00; il rimborso era erogato in 19/4/200 5 dal concessionario della riscossione di Genova. L'ufficio espletati gli opportuni accertamenti recuperava iva non addebitata nelle fatture per acconti relativi a cessioni box per euro 10.331,56 ritenendo applicabile l'aliquota del 20% e non quella del 4%. Per effetto della maggiore aliquota ritenuta applicabile, Ufficio rilevava che il rimborso erogato non era dovuto e pertanto, da un lato emetteva avviso di accertamento per la maggiore IVA dovuta (oggetto di separato giudizio) e, dall'altro, notificava atto di contestazione recante irrogazione di sanzione amministrativa di euro 20.600,70 per insufficiente o tardivo versamento IVA relativamente alle somme oggetto di rimborso, ritenendo che il rimborso IVA, in mancanza di presupposti, comporti l'applicazione della sanzione del 30 % prevista dall'art. 13 D.Lgs 471/1997 in materia di sanzioni tributarie iva per chi non esegue, in tutto o in parte, alle prescritte scadenze, i versamenti in acconto,i versamenti periodici,il versamento di conguaglio o a saldo dell'imposta risultante dalla dichiarazione. ..........

LA VERSIONE INTEGRALE E DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK: http://www.fiscoediritto.it/?page_id=17285


Tutto il materiale contenuto nel presente documento reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso. FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, cos come gratuito tutto il materiale presente. FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo sito contattaci a info@fiscoediritto.it