Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it - http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 12 NOVEMBRE 2010, N. 22993

Svolgimento del processo


Con ricorso notificato il 6 luglio 2007 all’ufficio di .......... dell’Agenzia delle Entrate e (con plico
postale spedito lo stesso giorno, ricevuti il 10 luglio 2007 alla (...) («Concessionaria servizio
riscossione tributi») (ricorso depositato il 25 luglio 2007), la (...) («in proprio») socio legale
rappresentante con quota pari al 10% del capitale sociale») e (...) («socio con quota pari al 90%) del
medesimo «capitale») premesso che avevano impugnato, con distinti ricorsi, le due cartelle
notificate il 4 novembre 2002 da detta società (gli importi delle quali erano scaturiti da un presunto
accertamento di maggiori ricavi per gli anni 1995 e 1996 eseguiti dall’ufficio nel confronto di essa
società eccependo (1) che detti accertamento (di cui si ignoravano la motivazione) non erano mai
stati notificati alla società (per cui era precluso «qualsivoglia accertamento e/o richiesta» anche nei
confronti di essi soci) nonché (2) la nullità assoluta delle stesse cartelle «violazione dell’art. 41 bis
DPR 600/73» non essendo stato notificato con particolare riferimento alla motivazione», (3) la
mancanza, sempre nelle cartelle, della «benché minima motivazione tale da consentire un esaustivo
esame delle ragioni della pretesa» e nel merito della pretesa fiscale, (4) che «nell’anno 1995 l’intero
immobile ove viene svolta l’attività della società è stato interessato da consistenti lavoro di
ristrutturazione e ammodernamento (lavori pagati con somme prelevate da un mutuo ... con il
Banco ....) con impedimento di «qualsivoglia attività produttiva» e (5) che i «costi non
documentati» erano costituiti dalle «rate» di detto «mutuo (interessi passivi)... regolarmente
annotati in bilancio», in forza di tre motivi, chiedevano di cassare la sentenza n. 110/04/06 della
Commissione Tributaria Regionale della Campania (depositata il 24 maggio 2006) che aveva
respinto l’appello da essi proposto avverso la decisione (100/16/04) della Commissione tributaria
provinciale di .......... la quale dichiarava inammissibili i «ricorsi riuniti» ..............

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-12-NOVEMBRE-
20102c-N-22993.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it

°°°°°°°°°°°°

Segui Fisco e Diritto anche su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/fiscoediritto