Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 03 MARZO 2010, N. 5019

Ritenuto in fatto
1. - A, B, C e D, legale rappresentante il primo e soci gli altri della società XXX s.r.l., ricorrono per
regolamento di giurisdizione in ordine al procedimento instaurato nel novembre del 2006 dalla
Procura della Corte dei conti presso la sezione giurisdizionale della Calabria nei loro confronti
(nonché di E e di F, rispettivamente presidente e componente della Commissione ministeriale di
verifica) per il risarcimento del danno erariale (indicato in € x.xxx.xxx,xx) subito dal Ministero
delle attività produttive per le gravi irregolarità di cui l'amministratore ed i soci si erano resi
responsabili nell'iter procedimentale che, ai sensi della legge n. 488 del 1992, aveva condotto
all'erogazione in favore della suddetta società di un contributo, assegnato in via provvisoria con
decreto del 1998 ed in via definitiva con decreto del 9.7.2002.
Nell'atto di citazione della Procura della Corte dei conti si affermava che amministratore e soci, in
concorso tra loro, avevano posto in essere, sin dalla data di costituzione della società, una serie di
artifizi e raggiri con il chiaro intento di realizzare una struttura industriale di medie dimensioni
esclusivamente con il contributo in conto capitale originariamente concesso dal Ministero delle
attività produttive; che, in particolare, i soci avevano simulato, attraverso la predisposizione di un
accurato sistema contabile, l'aumento del capitale sociale tendenzialmente diretto ad ottemperare
alla condizione prevista dal decreto ministeriale di concessione del contributo; e che gli stessi si
erano sempre personalmente occupati della realizzazione e della gestione delle strutture da
realizzare e delle opere da eseguire, nonché delle spese da effettuare. ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-03-MARZO-
20102c-N-5019.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it