Sei sulla pagina 1di 16

il giornale della tua citt

2 quindicinale di attualit, politica e cultura


14 SETTEMBRE 2011 - anno XL - n. 15
Editore Milano Communication srl - Redaz. via Conte Suardi 84 - 20090 Segrate (MI) - Poste Italiane Spa - Spediz. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Milano - Reg. presso Trib. di Milano n. 369 19/11/1974 - Costo di una copia: 1 euro

INCHIESTA Chiamato in causa dal nemico Di Caterina per presunte tangenti

Alessandrini in procura
SAN FELICE

LUNA PARK NOVEGRO

Il sindaco, presentatosi spontanemente agli inquirenti per chiarire, ha querelato laccusatore

Ubriaco al volante semina il panico e scappa. Arrestato


Con un tasso alcolico nel sangue quattro volte al di sopra dei limiti consentiti, ha investito due pedoni e, tentando di fuggire, uno scooterista. La folle corsa di un sudamericano di 40 anni finita tra una folla inferocita, placata solo dallintervento dei carabinieri di Segrate, che hanno arrestato luomo con laccusa di omissione di soccorso e lesioni colpose. successo sabato sera, verso le 19, a due passi dai ristoranti del luna park Novegro. Il guidatore, completamente ubriaco, ha colpito in pieno due passanti che stavano attraversando. Uno dei due rimasto bloccato sul cofano dellauto pirata, che lha trascinato per venti metri tentando di darsi alla fuga. Nel tentativo di sbalzare luomo dal parabrezza, il balordo ha colpito un motorino, fermandosi poi senza riuscire a ripartire. Immediato lintervento dei militari. andata bene ai feriti che sono stati trasportati al pronto soccorso con prognosi tra 4 e 20 giorni.

Ricorso respinto e commercianti condannati per causa inutile


Il nuovo centro commerciale di San Felice non piace ai commericanti. In una trentina, con un ricorso datato fine luglio, avevano chiesto la sospensione dei cantieri per il rifacimento della piazza centrale del quartiere. La doccia fredda arrivata con la sentenza, la scorsa settimana: oltre alle spese processuali, i ricorrenti dovranno risarcire 30mila euro al condominio centrale. La causa, secondo il giudice, era inutile e temeraria.

segue a pagina 3

Soldi, champagne e caviale per un occhio di riguardo alla gara di appalto per il trasporto pubblico. Con queste pesanti accuse Piero Di Caterina, patron della Caronte, ex gestore delle linee urbane segratesi, ha messo nei guai il sindaco Alessandrini. Accuse false e assurde, secondo il primo cittadino, che si presentato spontaneamente ai pm della procura di Monza titolari delle indagini sul presunto sistema Sesto dalle quali sono scaturite le rivelazioni di Di Caterina - per chiarire la propria posizione. Solidariet al primo cittadino dal Pdl. La Lega: Tranquillizzati dalla decisione del sindaco di andare dai magistrati, ma ora riferisca in Consiglio comunale.

SPETTACOLARE CARAMBOLA NOTTURNA SULLA CASSANESE

servizi a pagina 2

Battezzata con uno spettacolare scontro la nuova Cassanese. Allaltezza della nuova rotonda di via Gramsci, a Segrate Centro, negli ultimi giorni di agosto, unauto si ribaltata dopo limpatto con unaltra vettura. Nessuna conseguenza grave per gli automobilisti, per i quali stato comunque necessario lintervento di ambulanze e vigili del fuoco. Causa dellincidente, con tutta probabilit, unimmissione azzardata dal controviale in fase di rifacimento.

Giacche Verdi svolgono funzioni di protezione civile in sella ai cavalli Giornata Mondiale della giovent Tantissimi giovani segratesi a Madrid Calcio, Omini neo allenatore del Segrate punta sui giovani

EX DOGANA Causa davanti al Tar: eccepiscono sul cambio della destinazione duso

Gli ex proprietari battono cassa

A PAGINA

Una controversia da risolvere prima della costruzione del Centro Commerciale


stata fissata per il 24 novembre, al Tar, la prima udienza per la controversia riguardante i terreni dellex dogana, destinati a ospitare il centro commerciale Westfield Milano. Da una parte una trentina di eredi delle famiglie proprietarie, negli anni Settanta, delle aree espropriate dallo stato per la realizzazione della (mai realizzata) dogana. Dallaltra Fintecna societ del Tesoro proprietaria delle aree e la societ Ibp, della galassia Percassi, promissaria acquirente della vecchia zona agricola dismessa sulla quale gi stato approvato un accordo di programma per la variazione di destinazione duso. Ovvero, per la costruzione del pi grande centro commerciale dEuropa, secondo gli annunci del gruppo bergamasco, che in joint venture con il colosso australiano Westfield ha presentato nelle scorse settimane il progetto i cui cantieri potrebbero partite gi nel prossimo anno. Andiamo per ordine. Negli anni Settanta il territorio di Segrate ancora in prevalenza agricolo. A pochi metri dallo snodo ferroviario si estende unimmensa area, occupata perlopi da attivit agricole e fondiarie di decine di famiglie segratesi e non solo. Lidea degli enti pubblici, allepoca, questa: acquisire la grande area per trasferire i servizi doganali ospitati in via Valtellina, a Milano, liberando il capoluogo dal via vai di mezzi pesanti. Detto fatto, con cento miliardi delle vecchie lire lo stato espropria le aree delle famiglie per la superiore utilit pubblica. Comincia qui il calvario del quasi milione di metri quadri, ormai statali, destinati a rimanere deserti per circatrentanni.

A PAGINA 11

A PAGINA 15

segue a pagina 3

SCUOLA Luned 12 iniziato lanno scolastico: gli iscritti sono 3.691, 50 in pi del 2011

Pi alunni e classi per primarie e secondarie


Questanno sono 3.961 gli alunni iscritti alle scuole segratasi, una cinquatina in pi dellanno scorso, fatto che ha determinato anche laumento delle classi da 166 a 169. Le scuole pi affollate sono le materne, le primarie e le secondarie. Una continuit con lanno scorso. I ragazzi saranno accompagnati dalla delibera del Consiglio Comunle del 27 giugno scorso che ha arricchito lofferta formativa per lattuazione del diritto allo studio con agevolazioni dei servizi di trasporto, della refezione (anche servizio di self-service, gi attuato lanno scorso) del materiale scolastico e lofferta didattica.

RB SERRAMENTI
SNC

a pagina 11

SERRAMENTI IN ALLUMINIO CASSONETTI - TAPPARELLE - PERSIANE ZANZARIERE - PORTE BLINDATE E INTERNE - CASSEFORTI E INFERRIATE FABBRO - PORTE BASCULANTI BOX ANCHE MOTORIZZATE INFISSI IN PVC *Possibilit di detrazione fiscale fino al 55%

20090 Segrate (MI) - Via Borioli, 8 Tel. e Fax 02.26923131 Cell. 336 444 776

Politica

14 SETTEMBRE 2011

RIVELAZIONI Un capitolo-Segrate nelle indagine della Procura di Monza sul caso area Falck-Penati di Sesto San Giovanni

Di Caterina: regali pure ad Alessandrini


La guerra tra il titolare della Caronte e il primo cittadino iniziata dopo lappalto trasporti allAtm - Il sindaco: solo falsit
Serravalle, area Falck, storie di favori, appalti, tangenti che coinvolgono imprenditori e amministratori su su fino all'ex presidente della Provincia Filippo Penati. Ma anche una costola tutta segratese dell'inchiesta della procura di Monza scaturita dalle rivelazioni, tra gli altri, di Piero Di Caterina, patron della ditta di trasporti Caronte, titolare fino a poco tempo fa di consistenti appalti per il trasporto pubblico locale in diversi comuni dell'hinterland. Una storia di soldi, champagne e costose prelibatezze in cambio di un'occhio di riguardo alla gara d'appalto per l'affidamento del servizio di trasporto pubblico locale. Una storia, appunto, ancora tutta da verificare. Ma che gli inquirenti ritengono degna di approfondimento, cos come tutte le altre vicende raccontante da Di Caterina. Dopo il caso T-Red, unaltra tempesta giudiziaria si abbatte su via I Maggio. A finire di nuovo sotto la lente della magistratura il sindaco Adriano Alessandrini, accusato dal padre dei Pollicini - i bus che per anni hanno portato in giro i segratesi - di aver ricevuto a pi riprese, nell'arco di quattro anni, lussuosi cesti regalo contenenti bustarelle da 10mila euro. Questo quanto raccontato ai pubblici ministeri della procura di Monza dal discusso imprenditore sestese, che, dopo aver svelato con le sue rivelazioni i meccanismi della del cosiddetto sistema Sesto, ha spostato i riflettori su Segrate, dove ha operato ininterrottamente dal 1987 al 2009 con i suoi autobus. Denunciando presunti illeciti dietro l'approvazione del grande centro commerciale dell'ex dogana, vicenda per la quale i magistrati hanno chiesto una proroga di sei mesi per indagini approfondite. E accusando di corruzione il sindaco per l'affaire del trasporto pubblico locale, che nel 2008 fu affidato ad Atm dopo vent'anni di gestione Di Caterina. Perch dietro agli sconcertanti racconti del pafrendo l'importo a base d'asta, non un euro pi n un euro meno. Partono a raffica nuovi ricorsi al Tar prima e al Consiglio di stato poi, che vengono rigettati in quanto Caronte, estromessa dalla gara, non era pi legittimata a contestare l'aggiudicazione dell'appalto. Il servizio parte comunque regolarmente nel dicembre del 2009. Tutt'altro che chiuso, tuttavia, il capitolo Di Caterina. Che dopo aver osservato al microscopio per mesi l'effettivo servizio messo in campo da Atm, riparte all'attacco con denunce ed espo-

LA LEGA NORD

Grioni: abbiamo chiesto ad Adriano spiegazioni in aula


La quiete dopo la tempesta. La maggioranza fa quadrato attorno al proprio sindaco, dopo le accuse lanciate da Piero Di Caterina. E mentre il Pdl, dopo l'iniziale silenzio, esprime solidariet ad Alessandrini tramite il suo portavoce (vedi lettera che pubblichiamo qui a sinistra) anche la Lega rientra nei ranghi dopo le bordate sparate dopo la pubblicazione delle notizie sui presunti episodi di corruzione che avrebbero coinvolto, secondo il suo accusatore, il primo cittadino. L'aria di crisi, insomma, sembra gi passata. Il sindaco si presentato spontaneamente ai magistrati e i documenti che ha presentato, a quanto ci risulta, sono stati convincenti per la procura, spiega il vicesindaco e segretario cittadino del Carroccio Mario Grioni (nella foto). E le minacce di uscita dalla maggioranza lanciate dal segretario provinciale Marco Rondini? Rondini ha detto quello che doveva dire in quel momento, abbiamo chiesto chiarimenti e il sindaco ci ha tranquillizzato mostrandoci le carte contiunua Grioni e facendo l'apprezzata scelta di presentarsi in procura. Caso chiuso quindi? Staremo a vedere gli eventi, abbiamo chiesto al sindaco di riferire sulla vicenda anche in Consiglio comunale e si dimostrato disponibile spiega il lumbard di certo le accuse di Di Caterina sembrano del tutto inconsistenti, dato che gi due anni fa il sindaco e il direttore generale lo querelarono per minacce. F.V.

LACCUSATORE

Fare luce sui numerosi incontri con dirigenti Atm


Non smentisce le ricostruzioni apparse sui giornali rispetto alle presunte consegne in natura, sulle quali i magistrati stanno indagando. Ricorda per degli stretti rapporti che, in qualit di affidatario del servizio di trasporto, aveva con Alessandrini, che incontravo frequentamente in Comune come normale che fosse. Piero Di Caterina, contattato telefonicamente, non fa passi indietro. Convinto della necessit di indagini approfondite sulla gara che port nel 2008 allaffidamento del trasporto pubblico ad Atm. Una gara truccata - spiega Di Caterina - che abbiamo denunciato presso tutte le sedi. Che Di Caterina fosse di casa in Comune non un mistero. E ora si faccia luce sui continui incontri tra il sindaco, lassessore Orrico e i dirigenti dellAtm che fanno sorgere grossi dubbi sulla legittimit di quellaffidamento.

Gervasoni: solidariet del Pdl al sindaco


Caro Direttore, noi consiglieri Pdl di Segrate pensiamo di poter dire la nostra non in un campo dove non siamo competenti e dove facciamo fatica a comprendere (perch basta sparare l'annuncio di un ipotetico reato per dimostrare senza altre incertezze che il reato c' e che occorre anzi procedere con la divulgazione sulla stampa). Vogliamo invece parlare anche a nome di tutti i cittadini soddisfatti per come sta cambiando Segrate e, premesso che il nostro sindaco non risulta essere indagato, dichiarare la nostra solidariet e affetto verso un amico che stimiamo e che sappiamo non si far condizionare e continuer a lavorare per Segrate. Vincenzo Gervasoni - Portavoce Gruppo Pdl
tron della Caronte, che non ha lesinato dettagli sulle presunte consegne di champagne, caviale e pregiatissimo salmone direttamente presso la residenza privata del sindaco, c' soprattutto un affare da quasi 13 milioni di euro. Il braccio di ferro inizia sin dal gennaio 2008, quando il Comune rende noto il bando di gara per il nuovo affidamento del servizio di trasporto pubblico, imposto dalle nuovo norme non permettevano pi la gestione attraverso proroghe annuali. Scatta subito il primo ricorso di Caronte, che contesta i contenuti del capitolato. L'esito della gara arriva il 26 agosto dello stesso anno: si presentano solo Atm e Caronte, la societ sestese viene esclusa dalla commissione e la municipalizzata di Milano vince ofsti. Secondo l'imprenditore, Atm non avrebbe rispettato i requisiti contenuti nel capitolato, in merito alle caratteristiche di autobus, linee e utilizzo dei subappalti. La vicenda, a suon di querele, si trascina fino alle clamorose rivelazioni dei giorni scorsi, nelle quali il sindaco accusato dallimprenditore di aver richiesto doni e versamenti per garantire imparzialit nella gara, poi persa da Caronte. Circostanze smentite con sdegno da Alessandrini. Accuse assurde - ha sbottato allindomani della pubblicazione delle prime indiscrezioni - Di Caterina si vuole vendicare per lappalto perduto: lho gi denunciato per minacce e diffamazione, gi mi disse che ce lavrebbe fatta pagare. F.V.

APRE IL CIRCOLO SEL DI SEGRATE

Di Marzo e Procopio coordinatori per Vendola


Sinistra Ecologia e Libert sbarca in citt. Dai primi di settembre il partito di Nichi Vendola arrivato al 4,9% nelle ultime elezioni milanesi ha una rappresentanza anche a Segrate. Coordinatori della sezione nascente due vecchie conoscenze della politica locale, Pino Di Marzo e Gregorio Procopio. Gi animatori di comitati di quartiere e fondatori, tra gli altri, della lista civica Segrate Domani, Di Marzo e Procopio, che nei mesi scorsi si presentato alle elezioni comunali di Pioltello con la propria lista civica, Territorio e Societ, riprendono quindi le loro battaglie stavolta all'interno di un partito. Il circolo locale, tuttora in fase di organizzazione, si presenter presto alla citt forte dell'investitura ricevuta a PrimaVera, la festa di Sel conclusasi lo scorso 5 settembre a Sesto San Giovanni. Presto faremo un incontro pubblico per parlare del Pgt, la promessa dei coordinatori. F.V.

PISCINA COMUNALE La gestione affidata ad una societ di Verona. Intanto le strutture sportive sono state assegnate a...

Riecco Acquamarina... senzacqua e senza Baini


La gestione della piscina comunale stata affidata alla societ sportiva Sport Management di Verona. Stavolta, ufficialmente, per un anno almeno. S, perch la gara dappalto era stata vinta in un primo momento dalla societ segratese Volley Segrate 1978 in cordata con lIdroscalo Club, che a sorpresa avevano partecipato alla gara che stavolta non prevedeva che i partecipanti fossero affiliati alla Fin (Federazione italiana nuoto), n che avessero esperienza o un bilancio annuo congruo, visto che si trattava di gestione economica rilevante. Una prima assegnazione, per, durata solo qualche giorno. Perch dopo le vibranti proteste della societ veronese, seconda classificata nella prima graduatoria, la commissione comunale di gara ha riconvocato le imprese in seduta pubblica per rendere nota la nuova graduatoria dopo aver rivisto in autotutela il proprio operato e non ha potuto fare altro che stilare una nuova classifica. La Sport Management, che ha preso possesso della struttura i primi di settembre, ha presentato unofferta economica che porter nelle casse comunali 130mila euro annui e provveder al pagamento delle spese gestionali, luce, gas e acqua. Lappalto avr la durata di un anno, altra anomalia tutta segratese, e potr essere prorogato di anno in anno per un periodo massimo di 36 mesi. Alla societ segratese Volley Segrate 1978, che rappresenta anche Idroscalo Club, Gamma Basket, Judo e Shorin Karate, sono state tuttavia assegnate dal Comune tutte le palestre per lo svolgimento dei corsi sportivi di base e per le loro attivit agonistiche, dietro al versamento del 50% dei costi delle utenze. La societ sportiva Nuovo Incontro, che aveva chiesto in gestione la palestra della scuola di Milano 2 Nord, gestir in collaborazione con lassegnataria gli spazi e le attivit. La nascente societ capitanata da Volley Segrate, alla quale sono state assegnate le strutture sportive cittadine, si chiamer Acquamarina Sport&Life. stata ribattezzata con un nome simile alla vecchia societ partecipata, che suona beffardo, per paura di disperdere il patrimonio sportivo gestito dalla vecchia societ pubblica guidata da Gianni Baini, della quale Volley Segrate 1978 era la spina dorsale. Insomma, si pu dire: muore Acquamarina municipalizzata, rinasce Acquamarina privata. Senza Baini e, per un anno almeno, senza acqua.

14 SETTEMBRE 2011

Politica

CENTRO COMMERCIALE La Procura di Monza prolunga le indagini dopo le rivelazioni dellimprenditore Di Caterina

Rapporti economici opachi e anomali


Sei mesi per vederci chiaro. Per ricostruire liter che ha portato allapprovazione dellIdroscalo Center. E per valutare, dare un peso, verificare le rivelazioni di Piero Di Caterina, il patron della Caronte che ha parlato di rapporti economici opachi e anomali nascosti dietro al mega affare edilizio nellex dogana di Segrate. La proroga dellindagine dei pm Mapelli e Macchia servir ad acquisire informazioni sul discusso progetto del gruppo Percassi, che proprio alcune settimane prima dello scoppio dellinchiesta era stato rilanciato con forza dallimprenditore bergamasco e dai suoi partner australiani di Westfield, colosso mondiale nella costruzione di centri commerciali. A finire nel registro degli indagati, per ora, c solo lingegner Michele Molina (che tramite una memoria difensiva affidata ai propri avvocati si dichiarato estraneo ai fatti contestati), consulente del gruppo Percassi per la progettazione del nuovo outlet segatese. Un nome e un volto noti a chi segu da vicino le frenetiche settimane che culminarono nella discussa approvazione in Consiglio comunale, nel marzo 2009 dellaccordo di programma tra Regione Comune e Provincia per far sorgere il Westfield Milano, allora conosciuto come centro polifunzionale. Di altre funzioni, oltre a quella commerciale (sono previsti 500 negozi, con una rappresentanza di tutti i grandi marchi del lusso), ne sono rimaste poche. Ma lo strascico di quei giorni convulsi, a quasi tre anni di distanza, si fa ancora sentire. Quello politico, per ora, mai del tutto superato visto il clamoroso accordo Pdl-Pd che permise lapprovazione. Uno nuovo, giudiziario, al vaglio della procura di Monza. Una pesante tegola che si abbatte sul cronoprogramma degli investitori, al quale si aggiunge il ricorso al Tar presentato dai vecchi proprietari dei terreni dellex dogana espropriati negli anni Settanta (vedi articolo qui sotto). Una road map presentata a fine luglio, nella quale si prevede linizio dei cantieri nel 2012 e il termi-

Lingegner Molina, consulente del Gruppo Percassi, iscritto nel registro degli indagati - Brusca frenata alla realizzazione del progetto
ne in tempo per Expo 2015. Viabilit permettendo, dato che ad oggi il primo stralcio della bretella di collegamento con la tangenziale est, a carico di Serravalle (il secondo stralcio sar invece finanziato dal centro commerciale), ancora allagata. previsto per venerd un incontro per conoscere la proposta progettuale della societ per superare il problema. E per dare un senso alla onerosa operazione di ristrutturazione della Cassanese, ora comunale. F.V.

Ora gli ex proprietari vogliono vederci chiaro


DALLA PRIMA
Ritardi di ogni genere bloccano infatti la nascita del polo doganale, il tempo passa, il degrado avanza ma, al di l di qualche edificio (addirittura arredato), tutto rimane inesorabilmente vuoto. Fino al 1992, quando Maastricht e la libera circolazione delle merci allinterno della nascente Unione Europea spazzano via barriere doganali e controlli sistematici. La dogana di Segrate diventa perci del tutto inutile ancora prima di aprire. E, con gli inverni che passano, si trasforma in area degradata, occupata abusivamente, incontrollabile per la sua enormit. La svolta arriva con lambizioso progetto di un imprenditore bergamasco, Antonio Percassi, che gi in possesso di tre diverse licenze commerciali nella zona si siede al tavolo con Comune, Provincia e Regione. Nel 2007 il Pd segratese lancia lidea: unificare le licenze per realizzare un unico, grande centro commerciale recuperando larea dellex dogana. Lidea piace a Fintecna, che si mette a trattare per la vendita dellarea. Si arriva a un accordo per circa 120 milioni di euro e il Comune si mette al lavoro per approvare laccordo di programma per la variazione al piano regolatore, dove larea risulta vincolata. Nel febbraio 2009 arriva, tra le polemiche, lapprovazione. Che fa scattare subito gli avvocati dei vecchi proprietari, che gi da tempo attendevano al varco la mossa degli enti pubblici. Il ricorso al Tar arriva nel giugno 2011. E a sorpresa il tribunale ha fissato subito unudienza, quando di solito ci possono volere anche due anni spiega Stefano Sutti, lavvocato degli espropriati che hanno deciso di rivolgersi al Tar gli interessi in gioco e la natura della causa, che non trova precedenti analoghi, hanno interessato i giudici. In poche parole, la richiesta dei vecchi proprietari di un indennizzo, in quanto la finalit pubblica dellarea, che giustific lesproprio (per poche lire)

EX DOGANA Davanti al Tar il cambio della destinazione duso dellarea

NEL MIRINO Il 2% in pi inserito di urbanizzazione

Segrate Nostra valuta ricorso al Tar contro il Pgt


Un ricorso al Tar per fermare il Pgt. Il primo passo formale, dopo un'estate di comunicati al vetriolo da parte delle forze di opposizione, potrebbe farlo la lista civica Segrate Nostra gi nei prossimi giorni. Stiamo valutando la situazione con legali esperti in diritto amministrativo, spiega il capogruppo Paolo Micheli (nella foto). Senza sbilanciarsi. Nei prossimi giorni avremo le idee pi chiare e decideremo come muoverci, evidente comunque che l'amministrazione ha preso in giro chi le ha creduto, a meno che i consiglieri di maggioranze, in particolare quelli della Lega Nord, abbiano voluto o dovuto farsi prendere in giro. Punto chiave della vicenda, la possibilit di un aumento dell'urbanizzazione del 2% che andrebbe, secondo Segrate Nostra, palesemente contro alle regole stabilite dal piano di coordinamento del territorio provinciale. Il sindaco, l'assessore Zanoli e l'arch. Giuliani (il principale responsabile tecnico del Pgt) si sono affannati a spiegare che avevamo torto e che non capivamo niente. Ora abbiamo trovato la prova definitiva della correttezza della nostra tesi e la conferma che il PGT contiene il falso, alla pag. 191 del testo originale della relazione del piano provinciale, dove c' l'elenco dei comuni riconosciuti dalla Provincia come Centri di rilevanza sovracomunale spiega l'ex candidato sindaco - Segrate non c' e non ha quindi diritto a estendere oltre misura il territorio edificabile come questa maggioranza vuole fermamente fare. Materia da tribunale amministrativo? Presto per dirlo. Intanto, per, i tempi stringono. Gi a fine mese infatti, il Consiglio comunale dovr mettere in calendario l'approvazione definitiva del documento che disegner l'assetto urbanistico futuro della citt. F.V.

allepoca caduta con il cambio di destinazione. La pubblica amministrazione ha trovato un nuovo modo per fare cassa: espropriare immobili a fronte di un indennizzo irrisorio accampando la necessit di realizzare opere di pubblica utilit continua Sutti non completarle mai e attendere che gli espropriati si siano messi lanima in pace, infine vendere quanto espropriato a uno speculatore edilizio a prezzi di mercato. Una partita da cento milioni di euro, secondo i bene informati. Che nessuno ha linteresse di tenere aperta per anni tra ricorsi, appelli. Se la propriet facesse un passo avanti per sbloccare la situazione noi saremo a disposizione, spiega il legale. Promettendo battaglia. La pubblica amministrazione sar tenuta a spiegare ai giudici perch un intervento di esproprio realizzato per la pretesa esigenza pubblica di opere mai realizzate si sia trasformato in una speculazione immobiliare. Federico Vigan

TRASPARENZA Dopo lappello ai colleghi politici il capogruppo di Segrate Nostra d lesempio

Micheli: il mio reddito online


Chieder che venga portata a votazione del Consiglio la bozza presentata nel 2010
Ci riprova, Paolo Micheli, con l'appello alla trasparenza dei politici. Dopo aver presentato nel 2010 una bozza di regolamento per la dichiarazione di redditi e propriet da parte di Giunta e Consiglio comunale, il capogruppo della lista civica Segrate Nostra tornato alla carica. Nelle misure della manovra finanziaria che il governo sta mettendo a punto stata annunciata anche la pubblicazione online, sui siti dei comuni, di redditi di ''categorie di contribuenti o di redditi - spiega Micheli -l'argomento sar fonte di molte discussioni ma una cosa certa: opportuno che siano i politici a dare il buon esempio rendendo pubblica la propria situazione economica. Detto fatto. Micheli, a poche ore dall'annuncio, ha prontamente pubblicato su Internet una scheda che fa la radiografia del suo portafoglio: una villa a schiera con box e parcheggio a Rovagnasco, un'imponibile da 32.912 euro, un'auto del 2005. Beni ai quali si aggiungono 909 euro percepiti negli otto mesi da consigliere comunale dopo le elezioni del 2010. Ora Segrate Nostra riproporr il regolamento chiedendo che venga comunque portato al parere e alla votazione dei consiglieri comunali spiega Micheli - nell'attesa che la via ufficiale faccia il suo corso invitiamo in particolare il sindaco ed i suoi assessori a rendersi altrettanto trasparenti con le modalit che riterranno pi opportune. F.V.

LASMORFIA
Caro sindaco, sono Zeffirino cero anchio, mi hai visto?

LIdv di Segrate rischia il commissariamento


Aria di commissariamento per la sezione locale dell'Italia dei Valori. Dopo pi di un anno da divorziati in casa, l'ex candidato sindaco Fabrizio Ciapini e il segretario Antonio Berardinucci che formano il gruppo Idv in Consiglio si sono rivolti ai vertici provinciali per trovare la quadra. Ed entro alcune settimane potrebbe scattare la nomina dall'alto di un nuovo responsabile per ricomporre i cocci di un partito che, a Segrate, ormai nettamente diviso in due correnti. A reclamare pi spazio Ciapini, che insieme a un gruppo di militanti ha chiesto a Berardinucci pi spazio all'interno della sezione e pi collegialit nelle scelte. Senza mai mettere in discussione la figura del segretario, al quale riconosciamo molti meriti, precisa l'ex candidato sindaco. Una richiesta rimasta, secondo i giovani turchi dell'Idv segratese, lettera morta. F.V.

Mi sono infilato in questo angolo per salutare tutti i miei concittadini: infatti sono proprio io, Zeffirino da Segrate, nato proprio qui ben 875 anni fa. Bene, 875 anni sono tanti, per modestamente li porto piuttosto bene: mi avete visto alla sfilata storica durante la Festa Cittadina, no? Ero proprio appresso agli Sbandieratori di Besnate, e infatti lultimo della loro fila mi teneva docchio per evitare che mi cascasse in testa la sua bandiera. Io per stavo bene attento, anche perch ho un ruolo da mantenere: sono il vostro eroe locale! Ho tantissime buone qualit, anche se non sono un guerriero. Sar per questo che il vostro sindaco mi snobba? Nel suo breve discorso alla festa ha ringraziato molto gli Sbandieratori, ma non mi ha citato neanche per sbaglio: e s che eravamo tutti l davanti a lui, dopo la sfilata, sotto il sole cocente! Pensate che con me cerano perfino lImperatore e lImperatrice, con mantelli di ermellino e corone preziose in testa, per non parlare di dame, cavalieri e armigeri (tutti l a 38 gradi al sole). Lui per si vede che non ci ha visti. Pazienza, lImperatore non bada a queste cose, e in quanto a me, Zeffirino da Segrate, sono sempre il vostro eroe prediletto... anche a 875 anni!

La penna al lettore
nizio della gara, allintervallo e a fine gara (sarebbe bene attivare linno sociale, in mancanza avvalersi di quello della Segratese). Questi alcuni consigli per poter riavvicinare la citt alla sua squadra. Giorgio Bruschi
RUGACESIO

14 SETTEMBRE 2011

SCRIVETE A SEGRATE OGGI:


- Allindirizzo: Redazione Segrate Oggi, via Conte Suardi 84, 20090, Segrate - Scrivendo una mail a: segrateoggi@tiscali.it - Inviando un fax al numero: 02.2139372
VILLAGGIO

PAROLA AL COLONNELLO
di MARIO GIULIACCI

E un passaggio per laldil...


Il nuovo attraversamento pedonale sito di fronte al Villaggio ambrosiano troppo pericoloso in quanto il tempo semaforico troppo corto e le macchine provenienti dalla rotonda del Bettolino e da Pioltello riescono ad acquistare una certa velocit sul rettilineo. Inoltre essendo un semaforo pedonale buona parte delle macchine non si fermano col rosso...ne una testimonianza mio pap che questa mattina ha rischiato di essere travolto in orario di punta da quattro macchine che non si sono fermate col rosso...fortunatamente ha lasciato la bicicletta ed tornato indietro. Mi chiedo se dobbiamo aspettare che ci scappi il morto per pensare a mettere in sicurezza la vita dei cittadini. E' possibile che non sia venuto in mente a nessuno di installare un qualcosa di pi sicuro specialmente in una zona di grande passaggio come il villaggio e grande traffico come la Cassanese? Indignata e speranzosa che si risolva al pi presto, porgo cordiali saluti Araldi Federica
CALCIO SEGRATE

una squadra lasciata sola


Caro Direttore, lo scorso campionato di Seconda categoria terminato con la rocambolesca promozione della prima squadra della Polisportiva Citt di Segrate in Prima categoria, ripescata grazie ai regolamenti. Tutto bene quello che finisce bene, tranne alcune affermazioni, pubblicate da Segrate Oggi nelle varie edizioni, per le quali si rende necessario un chiarimento ed alcuni consigli di natura organizzativa per rimettere le cose sporti-

ve al loro posto. Affermare, da parte del signor Porro, ex allenatore, che durante il difficile periodo delle finali e poi dei play-off della squadra il comportamento del pubblico di Segrate sia stato quanto mai anomalo e viziato dal protagonismo, non aderisce alla realt sportiva. La Polisportiva Citt di Segrate rappresenta il calcio della nostra citt, una conquista che avrebbe dovuto raccogliere la totalit dei tifosi di calcio. Ci non stato per il fatto che la Polisportiva ha manifestato pi di una difficolt ad aprirsi al pubblico ed ai tifosi. Lincontro di finale a Peschiera e poi gli incontri di play-off rappresentano per i tifosi di Segrate una palese delusione, sia dal punto di vista tecnico che organizzativo. Ragione per la quale, al di l di certe polemiche ed affermazioni gratuite, mi permetto di formulare alcune considerazioni costruttive. Lo stadio Pastrengo di via Primo Maggio la struttura designata per gli incontri della squadra. Lunica deputata a tale attivit. Qui sarebbe utile mettere in pratica alcune iniziative: dare vita a un sistema per informare, per il tramite di manifesti murali periodici, i cittadini delle gare in calendario o manifestazioni sportive organizzate; rischierare, sul campo sportivo, prima della gara e sino al termine della medesima, una autoambulanza Misericordia; organizzare il servizio raccogli palle con limpiego di atleti del settore giovanile categoria Esordienti; attivare lo speaker, a inizio e fine gara, per comunicare al pubblico le formazioni delle squadre (nomi e numeri delle maglie); i nomi del direttore di gara e dei suoi collaboratori; gli eventi di particolare rilievo nellincontro, i punteggi del primo tempo e di fine gara; suonare la musica di rito, prima delli-

Malefica nube dalla fabbrica


La sera dell11 agosto alle ore 22 circa tornavo da Milano in direzione Segrate e mi ha sorpreso questa nuvola bianca proveniente dalle campagne tra Segrate e Rugacesio. La curiosit stata tanta che mi sono avvicinato alla nuvola e ho constatato che il fumo usciva da una fabbrica. So che in corso una protesta e vorrei associarmi. Allego foto (vedi in basso a sinistra). Valentino Marchetti Un bel pomeriggio in compagnia per scoprire come dal grappolo si arrivi al vino. Il 24 settembre, per nonni e nipoti, appuntamento al centro civico di Rovagnasco, dove i soci del centro pensionati segratesi hanno organizzato la Festa dellUva, mostra e dimostrazione pratica sulla tradizionale vendemmia contadina.

Sos, i ghiacci polari artici si riducono sempre di pi


La causa il surriscalmento della Terra: nel settembre 2007 la calotta artica scesa a 4,13 milioni di kmq, il 38% in meno rispetto al valore medio del periodo 1979-2000; nel 2010 con 4,6 ml di Kmq uno dei valori pi bassi nei 30 anni

Ogni anno i ghiacci polari artici crescono durante la stagione fredda, quando le basse temperature fanno gelare la superficie marina, e si ritirano da aprile a settembre, quando il maggior numero di ore di sole e il tepore estivo ne favoriscono la fusione, finch nel mese di settembre si osserva lestensione minima. Negli ultimi decenni per, a causa del surriscaldamento del pianeta, i ghiacci del Polo Nord si sono ridotti sempre pi: nel 2007 si sono sciolti fino a livelli mai osservati prima da quando, nel 1979, i satelliti hanno cominciato a monitorarli. In quellanno la calotta artica scesa in settembre a soli 4,13 milioni di km2, ovvero il 38% in meno rispetto al valore medio del periodo 1979-2000. Anche nel 2010

i ghiacci del Polo Nord hanno mostrato uno stato di salute pessimo: il 19 settembre, quando stato raggiunto il minimo annuale, la superficie della banchisa si ridotta ad appena 4,6 milioni di km2, uno dei valori pi bassi degli ultimi

trentanni. E questanno? Ebbene nella passata settimana la banchisa artica scesa ad appena 4.7 milioni di km2 e pertanto tutto lascia ritenere che anche questanno in settembre sfioreremo il record negativo del 2007.

LUTTI Due gravi perdite in poco pi di un mese per la cultura e larte segratesi

La musica piange la Casiraghi Lattivit letteraria, Luigi Favalli


Tra la fine agosto e linizio di settembre larte e la cultura segratese hanno perso due figure importanti per la divulgazione della musica e della letteratura. L11 di agosto improvvisamente e precocemente scomparsa Gabriella Casiraghi, presidente e fondatrice del gruppo musicale Cinque ottavi, che da otto anni a Segrate insegna e diffonde la cultura musicale nelle scuole. Conosciuta e apprezzata sia come chitarrista che come insegnante, Gabriella Casiraghi lascia un vuoto incolmabile nel gruppo che presiedeva e un profondo cordoglio nelle persone che la conoscevano e stimavano. Meno di un mese dopo, il nove di settembre morto Luigi Favalli (nella foto), scrittori italiani e con personalit della cultura, nonch organizzatore del premio letterario nazionale D come Donna. Non sar facile trovare persone che sappiano prendere il posto di Gabriella e di Luigi, ma la loro passione e limpegno con il quale per decenni si sono dedicati alle attivit artistiche e culturali dovrebbe spronare i segratesi a riempire il vuoto da loro lasciato. E.S. ideatore e coordinatore del gruppo di lettura della biblioteca comunale e coordinatore letterario dellAssociazione D come Donna. Insieme alla moglie Enza, che presiede lassociazione, Luigi stato promotore di attivit culturali quali Segrate scrive, incontri con Intitolare la biblioteca comunale a Luigi Favalli. La proposta, di un gruppo di amici e appassionati di libri che hanno conosciuto il coordinatore del gruppo di lettura di Segrate durante uno dei tanti momenti di incontro e riflessione da lui organizzati, ha gi iniziato a fare il giro della citt. Sotto forma di petizione che sar sottoposta al Comune. Per aderire alliniziativa possibile scrivere una mail allindirizzo: per_luigi_favalli@hotm ail.com, sottoscrivendo la proposta e indicando il proprio nome e cognome.
DIRETTORE RESPONSABILE: Pietro Mentana PUBBLICIT: Gi.Vi. (Tel. 346.7675107) REDAZIONE: Beppe Maseri, Federico Vigan REALIZZAZIONE GRAFICA: Federico Vigan H ANNO C OLLABORATO : Santina Bosco, Anna Olcese, Enrico Sciarini, Giacomo Lorenzoni, Valentina Cereda, Giorgia Darmanin, Alessandro Cassaghi, Giulia Di Dio, Simone Risoli Milano Communication Proprietaria - Editrice SEDE SOCIALE E REDAZIONE: via Suardi, 84 20090, Segrate Reg. Tribunale di Milano n. 369 - 19/11/1974 ABBONAMENTI c.c.p.n 76712751 1 anno: 18 Euro (22 numeri) E-MAIL: segrateoggi@tiscali.it Tel/Fax: 02.2139372 Cell. 338.6634526 Stampa: A.G. Bellavite s.r.l. - via I Maggio 42 23873 - Missaglia (LC)

Agenzia Generale di SEGRATE Cordini, Sardi e Nasisi Assicuratori dal 1974


SEDE: Via Roma, 11 - 20090 Segrate (MI) Tel: 02.2138900 FILIALE: Via XI Febbraio, 17 - 20090 Vimodrone (MI) Tel. 02.25007147 E-MAIL: info@csn-assicuratori.it

14 SETTEMBRE 2011

Cronaca

SAN FELICE Bacchettata del giudice di Milano ai commercianti per il ricorso contro il lavori al Centro Commerciale

Basta con le cause inutili e perditempo


Hanno tenuto un comportamento temerario. I ricorrenti risarciranno 5.600 euro di spese e 30.000 per danni
Il presente procedimento pu essere considerato come il paradigma delle cause inutili, che fanno perdere tempo alla giustizia e infliggono ingiustificate apprensioni nella controparte. Con questa e molte altre sonore bacchettate, il giudice Giorgio Alcioni, per la sezione feriale del tribunale di Milano, ha respinto il ricorso dei commercianti sanfelicini che chiedevano la sospensione dei lavori di riqualificazione del centro commerciale. andata oltre, la toga, infliggendo ai ricorrenti, oltre al pagamento di 5.600 per le spese processuali, una condanna di 30mila euro da liquidare al condominio centrale di San Felice, a causa del comportamento temerario tenuto. Un effetto boomerang dirompente, quello provocato dalla decisione di una trentina tra residenti e commercianti di rivolgersi al tribunale, il 27 luglio, per ottenere la sospensione dei lavori di manutenzione straordinaria dellarea pedonale e di parcheggio del centro del quartiere. La doccia fredda arrivata con la sentenza lo scorso 15 settembre, nella quale il giudice ha ritenuto infondate tutte le richieste dei ricorrenti che giudicano illegittimi i lavori iniziati a fine luglio dallamministrazione condominiale. Inutili le proteste contro labbattimento degli alberi (il paventato abbattimento di dieci alberi in spregio alle norme in realt per soli quattro plata-

ROTTE AEREE Condannata a 750.000 euro per il frastuono

La Sea ricorre. Motivo? I dati forniti sono falsi Il Comitato: Presi da voi
ni ed regolarmente autorizzato, secondo il giudice) e contro la diminuzione dei parcheggi per la realizzazione di piste ciclabili ( sufficiente osservare che trattasi di intervento obbligatorio per legge, si legge nella sentenza). Il progetto da 800mila euro insomma, era stato approvato dal condominio e lamministratore, Luca Ruffino, ha prodotto secondo il tribunale, tutta la documentazione necessaria per informare i residenti. Una sentenza assurda e punitiva in maniera incredibile, secondo i commercianti - quasi la totalit di quelli sul lato sud della piazza, quello del supermercato - che si erano rivolti alla giustizia per fermare i lavori, che annunciano appello davanti alla decisione del giudice a loro sfavorevole. Noi siamo solo la punta delliceberg - spiega Angelo Curci, titolare dellenoteca Il Vinaio - stato il sostegno dei nostri clienti e dei residenti a farci muovere per bloccare questo progetto cos negativo per le nostre attivit. In particolare per la diminuzione dei parcheggi. Abbiamo fatto un censimento dei posti auto che diminuiranno molto pi di quanto previsto dal progetto - spiega Curci - se ci mettiamo anche la totale impossibilit di fermarsi per soste brevi noi commercianti avremo un danno enorme, oltre a quello che gi registriamo per il prolungamento dei lavori, che potrebbero perdurare fino a dopo Natale. F.V. Era gi stato preannunciato a luglio, adesso i chiarimenti. In una conferenza stampa, la scorsa settimana, il comitato Redecesio Vivibile ha reso noti i particolari della vittoria contro le autorit aeroportuali in merito ai danni da loro riportati per i continui sorvoli, rumorosi sopra il limite di legge. La causa indetta nel 2009 da 31 residenti di Redecesio, assistiti dallavvocato Veronica Dini riguardante il periodo 2007-2009 - si conclusa lo scorso luglio con la sentenza del giudice Maria Luisa Padova, del Tribunale di Milano, che ha riconosciuto il loro diritto ad esser risarciti dalla SEA con 750mila euro complessivi, per danni materiali e biologici. Gli altri chiamati in causa Ministero dei Trasporti ed Enac si erano gi defilati, dichiarando rispettivamente il primo di avere solo un ruolo nazionale e la seconda di aver competenze esclusivamente tecniche sullimpostazione e controllo delle rotte. Si chiusa cos la prima puntata delle vicenda legale, con la SEA, che ha per annunciato ricorso contro la decisione e che quindi, nel frattempo, non proceder alla liquidazione delle somme disposta dal

tribunale. Motivazione? I dati a suffragio del superamento del livello di rumore sarebbero falsi. Ma come possibile? ribatte Angelo Golin, uno dei portavoce del comitato Li abbiamo presi dal loro sito Internet!. Nel frattempo, nel 2009 la commissione aeroportuale dello scalo milanese aveva sottoscritto un accordo coi Comuni limitrofi allaeroporto impegnandosi a contenere il rumore sotto i 65 decibel; non fidandosi del Comune di Segrate, ben 120 cittadini di Redecesio avevano inviato un atto di diffida ad Enac, con copia conoscenza alla commissione, alla Regione Lombardia, allArpa ed al Comune di Segrate, perch venissero installate centraline in grado di rilevare seriamente il livello di rumore. Da noi si ottemperato a met e in silenzio: solo dopo una interrogazione di due consigliere di minoranza il sindaco aveva affermato di aver comprato le centraline e di aver chiesto ad Arpa e Sea di istallarle. - spiega il comitato - passato un anno e queste centraline, del valore di 43mila euro, giacciono inutilizzate nei magazzini. A rincarare la dose, aggiunge Golin, lunica centralina presente a Redecesio defilata, posta nel nuovo campo sportivo sopra il quale passa solo il 20% dei voli. Lo credo che questa centralina segnala che a Redecesio non si superano i limiti di legge. Santina Bosco

CASSANESE Il Comune valuta la dismissione del capannone vuoto da quattro anni

Sfrattato lautosalone ora limmobile nel degrado


Si tanto discusso questestate sulle dismissioni del patrimonio immobiliare per fare cassa. Il Comune di Segrate pare ci abbia pensato gi da tempo. Sta solo aspettando le valutazioni di mercato e poi il capannone di via Schering, nellarea industriale Marconi dovrebbe essere venduto. Novecento metri quadrati (con grande cortile intorno), vuoti da oltre quattro anni, utilizzati da Alessandrini per il ricovero degli zingari dopo il maxi sgombero di via Rubattino e adesso da circa sei mesi ritornato vuoto e in condizioni di totale abbandono e incuria, all'interno e all'esterno. Tanto da generare, negli ultimi tempi, i primi malumori dei vicini, che avrebbero gi fatto pervenire a palazzo I Maggio le prime rimostranze scritte. Una storia curiosa, quella del capannone di propriet comunale. Dal 1990 al 2006, come sa chi almeno qualche volta transitato sulla Cassanese, i capannoni hanno ospitato una concessionaria d'auto, con annessa officina. La stessa che ora si trova a pochi metri di distanza. Guai a chiedere qualche informazione al titolare, il signor Guidetti. Solo sentirne parlare mi fa star male, taglia corto accompagnandoci educatamente alla porta. Di certo, non un mistero in citt quanto accaduto. In pratica, dopo sedici anni, l'inquilino, nel 2006, che pagava un canone di 30.000 euro annui, non riusc a trovare un accordo con l'amministrazione sul canone di affitto dell'immobile. La richiesta del Comune era di 90.000 non trattabili, e costrinse la concessionaria che era arrivata ad offrire quasi 60.000 euro, al trasloco (portato a termine alcuni mesi dopo grazie a una proroga concessa dagli uffici di via I Maggio). Nel frattempo, per, alcuni mesi prima, la ditta aveva completato la costruti inquilini, che come prima cosa divent, dal febbraio 2010 fino ai primi mesi del 2011, centro di accoglienza per le famiglie rom che il sindaco decise di ospitare, in piena campagna elettorale, al fine di un benevole e ben riuscito esperimento di integrazione. Ora, nell'attesa di trozione del secondo capannone sull'area libera della propriet, aggiungendo a spese proprie 600 metri quadri coperti agli originari 300. Una beffa, per i locatari, che, pare per un cavillo contrattuale, non poterono rivalersi per le spese straordinarie sostenute. Un affare per il Comune, che trovatosi con un immobile valorizzato e migliorato a costo zero. Un gioiellino, con tanto di verde e marciapiedi curati personalmente dai precedenvare una nuova destinazione gli uffici comunali starebbero mettendo a punto una gara europea per un nuovo affidamento, anche se non da escludere l'ipotesi dell'alienazione dell'immobile il complesso di via Schering giace in uno stato di degrado. Resta da decifrare la scelta dell'amministrazione, che rinunciando a un cospicuo introito sicuro (in questi anni il Comune per ha gi perso per il mancato introito oltre 250.000 euro) ha rimesso sul mercato, in un momento di grande difficolt, un immobile simile (e a prezzo di mercato) a tanti altri svuotati dalla crisi nella stessa zona. Con il rischio a meno che manifestazioni d'interesse non siano gi pervenute in municipio di ritrovarsi con un'area degradata in pi.

14 SETTEMBRE 2011

14 SETTEMBRE 2011

Attualit
MILANO DUE

VILLAGGIO AMBROSIANO Anche questanno tornato il fastidioso problema

Zanzare, quartiere rassegnato Il Comune: unarea privata...


Addio pranzi in giardino, tintarella, serata in veranda con gli amici. Un'altra estate da dimenticare, al Villaggio Ambrosiano, sul fronte zanzare. Le tigre, quest'anno pi voraci che mai, hanno preso di mira gli abitanti del quartiere gi da luglio. Allentando solo in questi giorni, con l'autunno alle porte, la morsa attorno a piedi, braccia, gambe e a tutto ci che di azzannabile hanno trovato per consumare veri e propri banchetti estivi. Da quattro o cinque anni la situazione diventata insopportabile racconta Lina Casorio, abitante della frazione dal 1959 non possiamo pi uscire in giardino senza essere circondati e attaccati da sciami di zanzare. La vita agreste del Villaggio sembra un lontano ricordo. Fino all'arrivo delle tigre, abbiamo sempre vissuto serenamente spiega la signora Lina, residente in via della Ginestra le zanzare arrivavano la sera ma non erano cos tante e neppure cos fastidiose. E allora tutti in casa, o, se possibile, lontano da Segrate. Passare l'estate qui diventato impossibile, perci si scappa via se si ha l'occasione. Ma se difficile prender-

Estate tranquilla meno furti, ma pi vandalismo


Meno furti, pi vandalismo. Niente di allarmante, ma i dati evidenziano una recrudescenza di episodi di teppismo, spiega Massimo Frugone, amministratore del supercondominio di Milano 2. Dall'altra parte, un agosto pi tranquillo del solito per quanto riguarda il vero incubo dei residenti del quartiere dei Cigni, i topi d'appartamento. Abbiamo registrato solo tre episodi di furto, in netto calo rispetto agli anni passati, racconta Frugone, sfogliando gli scrupolosi rapporti che ogni giorno la vigilanza privata predispone per fotografare la vita del quartiere. In attesa di presentare il piano che l'amministrazione del quartiere sta predisponendo per la sicurezza, un bilancio positivo. Crediamo che la presenza costante della vigilanza e la faticosa opera di sensibilizzazione tra i residenti stia dando i suoi frutti secondo l'amministratore anche se gli atti vandalici e di disturbo della quiete dei residenti si ripetono ancora troppo di frequente. Colpa soprattutto di gruppi di ragazzi che arrivano da fuori e di persone di dubbia provenienza che bivaccano tra le residenze. Schiamazzi, rottura dei giochi per i bambini nei parchi, danneggiamento di arredi e imbrattamenti sono alcune delle problematiche che ci capita di affrontare pi spesso, racconta Frugone. Sbruffonate, per lo pi, con tanto di cammuffamenti davanti alle telecamere per prendersi gioco dei vigilantes. O piccoli furti ad opera di cittadini per lo pi stranieri. Un episodio curioso: proprio la scorsa settimana, nell'arco di venti minuti, sono stati segnalati tre furti di biciclette, spesso lasciate imprudentemente slegate nelle rastrelliere delle residenze. Uno dei tre l'ha fatta franca, gli altri due ladri di biciclette sono stati invece fermati dalla vigilanza, che ha poi allertato i carabinieri per la denuncia. F.V.

Il 19 settembre iniziano i corsi di italiano per stranieri


Non si pu dire che a Segrate agli stranieri che risiedono sul territorio manchino le opportunit per imparare litaliano. Da dodici anni la Caritas della parrocchia di santo Stefano organizza corsi gratuiti che anche questanno inizieranno luned 19 settembre alle 20 per le iscrizioni al corso serale e mercoled 21 settembre alle 14.30 per le iscrizioni al corso pomeridiano. Anche San Felice aprir le iscrizioni il 21 settembre alle 17.30 sino alle 20, poi le lezioni saranno di luned e gioved dalle 18 alle 20. I corsi che si tengono presso la sede dellassociazione D come Donna in via degli Alpini hanno i seguenti orari: Lassociazione culturale di Novegro (tel 02 70208218) ha aperto le iscrizioni al marted e al gioved dalle ore 9 alle 11 con orari di lezione da concordare direttamente con gli interessati.

sela con i fastidiosi insetti, i residenti puntano il dito contro la politica di disinfestazione dell'amministrazione, a loro parere inefficace. Abbiamo fatto tutto quanto ci stato chiesto dal Comune continua la signora Lina ci siamo presi cura dei nostri spazi disinfettando i potenziali luoghi di deposizione delle uova delle zanzare, il Comune avrebbe dovuto fare di pi. Sulla stessa posizione la signora Bruna Nera, residente in via Monte Grappa dal 1963. Per un certo periodo abbiamo provveduto, insieme con i vicini della via, a pa-

gare una ditta privata per la disinfestazione racconta a causa dei forti costi piano piano abbiamo rinunciato e ora ciascuno fa il possibile. Che per non sembra essere sufficiente a placare l'appetito delle zanzare. Non ho mai visto operatori del Comune venire per la disinfestazione spiega la signora Bruna ma in ogni caso l'amministrazione ci deve venire incontro, magari pensando a una convenzione con qualche ditta specializzata in modo da ridurre i costi per i residenti. Di certo, solo la collaborazione tra pubblico e privato potr evitare un'altra

estate da incubo per il quartiere. Il Villaggio rappresenta una situazione peculiare in citt spiega Mauro Bossi, dell'ufficio ambiente di via I Maggio - gli interventi di disinfestazione vengono eseguiti dall'amministrazione solo nelle aree pubbliche: al Villaggio quelle private rappresentano per l80% del territorio. Gi lordinanza dello scorso aprile faceva un preciso distinguo su quanto toccava allamministrazione e quanto ai privati cittadini, condomini, villette o ditte - a questi ultimi chiedeva di evitare nellarea di loro propriet qualsiasi raccolta dacqua stagnante anche temporanea, di trattare con prodotti idonei lacqua dei tombini o di griglie di scarico sul loro terreno, e di sgombrare erbacce e sterpaglie. Continua Bossi: Il Comune intervenuto sui tombini delle aree pubbliche, e precisamente quelli attorno alla ex-scuola elementare Manzoni, alla caserma dei Carabinieri e allarea verde verso la Cassanese, alla piazza S.Ambrogio, al giardino Schuster e a tutte le aiuole del Villaggio. Federico Vigan Santina Bosco

14 SETTEMBRE 2011

14 SETTEMBRE 2011

Attualit

FESTA CITTADINA/ 1 Frenetica attivit nei tre giorni di festa dedicati a San Rocco grande patrono della citt

Su tutti lartigianato e gli sbandieratori


Autentici capolavori dellingegno nostrano i prodotti di ogni genere esposti - Vaporizzati dellAmsa per combattere lafa
Domenica 11 a conclusione dei tre giorni dedicati alla festivit di San Rocco su tutta la via 25 Aprile fino allinizio di via San Rocco sono state posizionate bancarelle di prodotti artigianali, vera e propria mostra di abilit e ingegno nostrano. I prodotti esposti andavano da veri capolavori di maglieria a raffinata bigiotteria rigorosamente fatta a mano, spaziando tra quadri realizzati con petali di fiori e suppellettili dalle forme e utilizzi pi stravaganti. Le tentazioni golose, dolci e salate, facevano bella mostra di s, variegate ed accattivanti, mentre allettanti vassoi di assaggini imponevano un piccolo e doveroso strappo alla dieta senza tanti sensi di colpa. A met mattinata lo spettacolo degli sbandieratori di Besnate i quali hanno sfilato nella via facendo volteggiare il tricolore, seguiti dai figuranti in abiti medioevali con gran sfoggio di dame e cavalieri; Raggiunto il palco al Centroparco - dove sabato sera si esibito davanti a un folto pubblico di fan (soprattutto di fuori citt, richiamati dal concerto gratuito offerto da Segrate) Enrico Ruggeri laccoglienza e il saluto del sindaco. A seguire gli sbandieratori hanno dato un saggio della loro abilit e destrezza con numeri circensi di equilibrio e volteggi dalle esuberanti coreografie. Applauditi con grande entusiasmo specialmente i pi giovani della compagnia veri maestri in miniatura. La giornata proseguita con un susseguirsi di attivit e manifestazioni per tutti i gusti e per il caldo soffocante: hanno provveduto gli addetti AMSA (nella foto a sinistra) a vaporizzare chi desiderava un poco di refrigerio.

FESTA CITTADINA/2 Organizzata da Pirola

Un successone la sfilata di moda con modelle dilettanti

FESTA CITTADINA/3 Applauditissimo il passaggio in costume per le vie del centro cittadino

Il corteo medievale di Zeffirino


Lormai storico Zeffirino da Segrate ha sfilato domenica mattina alla Festa Cittadina, fino alla chiesa di Santo Stefano partendo dal Centro Parco, dove ritornato dopo la benedizione. Sempre pi nutrito il corteo, oggi costituito da una trentina di persone, riccamente abbigliate in abiti medioevali. In testa il cantastorie vestito da giullare di corte, che ha presentato tutti: la maga Ortilia (che ha scoperto Zeffirino nei libroni delle biblioteche tedesche) e Zeffirino stesso che distribuiva caramelle (nato nel 1136, oggi ha 875 anni); a seguire limperatore Federico Barbarossa in carne ed ossa con la regina Beatrice (morta dopo 11 parti a 39 anni, ha narrato il cantastorie), il papa Gregorio VIII (un tern, secondo il cantatorie, perch veniva da Benevento), duchi conti marchesi e baroni (perch anche allora era tutto un magna magna, ha detto il cantastorie), le popolane (antesignane delle colf) e una scorta di arceri uomini e donne (perch anche allora cerano donne che facevano da scorta - le escort). Al ritorno al Centro Parco, sotto un sole cocente, al corteo di Zeffirino stato chiesto di fermarsi sul palco, mentre sul prato si esibivano gli ottimi Sbandieratori di Besnate. Certamente ci vogliono ringraziare hanno pensato quelli del corteo; e invece no, il sindaco Alessandrini, nel discorsetto di chiusura, ha ringraziato solo gli sbandieraotori e il parroco di Santo Stefano. Lo ringrazieranno i cittadini il 14 ottobre alla Commenda. Santina Bosco

Domenica pomeriggio nella zona delle ex scuole Leopardi, lo storico negozio dabbigliamento Pirola , ha organizzato una sfilata con la collezione autunno inverno. Levento presentato dal colonnello Mario Giuliacci ha raccolto un numeroso pubblico di curiosi e parenti: le modelle erano clienti del negozio che non hanno saputo resistere al richiamo della passerella. Musica a tutto volume e fotografi: non mancava nulla di quello che serviva per sentirsi appagate dallesperienza. Il camerino improvvisato stato il negozio Taglio con Stile che ha anche curato le acconciature; da l sono uscite le mannequin sempre in coppia, molto emozionate, molto ammirate anche per la professionalit dimostrata: indossavano capi pesanti, guanti, cappotti e colli di pelliccia con un clima decisamente afoso. Si sono alternate ragazze gio-

vanissime a signore pi mature in un clima festoso; alcune ondeggiavano su tacchi vertiginosi, altre hanno preferito presentarsi rapide e sicure a piedi nudi, per questa volta evitato il passo da T-rex una scelta notata e apprezzata. Ovazione per la maestra dasilo Cinzia, per tutte grande soddisfazione, applausi e complimenti. Nella moda tutto veloce e passeggero: non ancora stato smontato lallestimento e gi si parla della possibilit di ripetere lesperienza per dicembre. Le aspiranti modelle sono avvisate. V.C.

FESTA CITTADINA/4 Pattugliamento del territorio e ricerca dei dispersi

Giacche Verdi Lombardia Protezione civile a cavallo


Domenica 11 durante la sfilata storica della Festa Cittadina erano presenti anche due uomini dellAssociazione Giacche Verdi Lombardia: il presidente dellonlus Giuseppe Scabioli e il segratese Carlo Sirtori che hanno sfilato su due morelli (cavalli dal manto scurissimo quasi nero). Questo gruppo di volontari, autofinanziati, operano a cavallo per la protezione civile e ambientale; sul territorio segratese sono particolarmente attivi nellarea dellIdroscalo dove effettuano pattugliamenti e dove si trova il maneggio, ingresso Punta dellEst. Sirtori, di professione architetto, lavora nella commissione paesaggistica segratese ed ha un forte legame con il territorio; ammette che unattivit in cui mette tutto se stesso sempre e che poter lavorare sul proprio territorio unesperienza estremamente gratificante, personalmente appagante. Come quando il luned di Pasquetta di questanno stato personalmente coinvolto nella ricerca e nel ritrovamento di un bambino di due anni che si era allontanato dai genitori, non riuscendo poi pi a individuarli nella grande folla. Unassociazione che raccoglie amanti del cavallo desiderosi di contribuire al benessere della comunit, conferma il presidente Scabioli. Il pattugliamento del territorio a la ricerca di dispersi sono tra le attivit di punta: la posizione rialzata conferisce una visione dinsieme dalla considerevole altezza di tre metri cosa che permette un punto di vista sostanzialmente inimitabile essenziale per la perlustrazione delle aree boschive, delle sponde dei torrenti e dei fossi. A questo si aggiunge il contributo attivo dato dal cavallo, che non si limita a essere un mezzo di trasporto, ma che contribuisce al lavoro del cavaliere; essendo naturalmente una preda spaventato da tutto quello che sente, ma non in grado di vedere. Segnala con il comportamento il nervosismo con un certo modo di muovere le orecchie. Grazie a questo insieme di preziosi elementi e alla determinazione dei volontari, da sei mesi le squadre a cavallo collaborano con la Protezione civile per il ritrovamento di scomparsi con la stessa ufficialit delle squadre cinofile: un grande risultato che riempie di orgoglio tutta lassociazione. Non la prima volta che le Giacche Verdi lombarde partecipano alla festa cittadina; gi nel 2008, dove si era organizzato molto bene un percorso di avvicinamento al cavallo, si era parlato con il sindaco Alessandrini della possibilit di creare una scuderia al Centroparco con due cavalli fissi per il pattugliamento della zona e per lavorare su quelli che sono per gli associati i temi cardine: unattivit di prevenzione e la conoscenza dellanimale. Domenica 18 presso il maneggio dellIdroscalo ingresso Punta dellEst grande festa di fine estate dedicata ai bambini dalle 15.00 alle 18.00: nel programma battesimo della sella, gara equestre western, giochi equestri, spettacoli di magia, giochi, balli e merenda. Per ulteriori informazioni sullassociazione si pu consultare il sito www.giaccheverdilombardia.it V.C.

10

Cultura e spettacoli

14 SETTEMBRE 2011

OPERA Il 30 settembre alla Commenda (ore 21) lopera buffa di Gioacchino Rossini

La cambiale di matrimonio Evento in salsa giapponese


Un evento tutto particolare quello che ci aspetta venerd 30 settembre (ore 21, ingresso libero) allauditorium Toscanini, a Rovagnasco: unopera di Gioacchino Rossini con regista, interpreti e pianista tutti giapponesi. Si tratta dellopera buffa La cambiale di matrimonio, la prima portata in scena da un giovanissimo Rossini, opera di un solo atto, con tre baritoni, un tenore e due soprani e che non necessita di grandi impianti scenici. L'inedita proposta stata fatta al Comune dall'associazione Arciallegri, che ha conosciuto gli artisti nipponici in occasione del recital alla festa di San Felice e prima ancora allevento di maggio Happy Voices per i 150 anni dellUnit dItalia. Abbiamo incontrato il regista ed uno dei baritoni in occasione del sopralluogo al teatro ed abbiamo scoperto che, gi diplomati in Giappone nelle rispettive aree musicali, gli artisti del Sol Levante sono in Italia da un anno per dei corsi di perfezionamento. Keigo Okumura, giovane regista appena diventato pap, ci ha spiegato di voler approfondire la regia operistica, perch la regia di unopera diversa da quella di altri spettacoli. Alla Commenda si occupato di capire come fossero limpianto
Il baritono Susumu Tsukino e il regista Keigo Okumura, giapponesi, davanti allauditorium Toscanini dove presenteranno, il 30 settembre, lopera La cambiale di matrimonio di Gioacchino Rossini.

PARROCCHIA S. STEFANO

La signora Ormai scuote le coscienze come allera di S. Carlo


Le celebrazioni per la festa patronale di San Rocco presso la parrocchia di Segrate centro sono iniziate venerd 9 settembre con una indimenticabile serata di alto significato storico artistico sociale e religioso. Grande protagonista stato il pianista don Carlo Jos Seno e con lui tre bravissimi attori quali Rita Marchesini, Gaetano Amato e don Paolo Zago. Grandissimo merito va attribuito monsignor Mario Delpini autore della parte recitata dal titolo Un fuoco di santit, ispirata dalla vita di san Carlo Borromeo. Con forte carica provocatoria monsignor Delpini ha saputo trasporre ai giorni nostri le miserie e i vizi che aveva combattuto san Carlo cinque secoli fa. La sfiducia nel clero era rappresentata dalluso dellavverbio ormai, sottintendendo tutto va a rotoli. Da questo avverbio monsignor Delpini ha ideato il personaggio della signora Ormai che una straordinaria Rita Marchesini ha interpretato con grande bravura lasciando intendere che lormai tutto va a rotoli molto usato anche ai giorni nostri. Se nel cinquecento c stato un san Carlo che ha saputo scuotere gli animi, e rimettere un po le cose a posto, ci sar qualcuno che lo sapr fare anche nel 2011? Forse coloro che dicono se non ora quando? I festeggiamenti sono poi proseguiti per tutta la giornata di domenica che, dopo la funzione religiosa e la sfilata in costume, ha avuto il suo momento centrale con il pranzo comunitario. La Festa Patronale si conclusa luned sera con la solenne Messa concelebrata dagli attuali parroci di Segrate e da alcuni che hanno qui esercitato il loro ministero negli anni scorsi. Insieme a loro stato calorosamente applaudito don Alessandro Varalta, che opera presso la comunit Le vele, per i suoi cinquantanni di sacerdozio. E.S.

delle luci e dei microfoni e ha scattato una miriade di foto; insieme a lui il baritono Susumu Tsukino, uno degli artisti che canteranno il 30 settembre ne La Cambiale di Matrimonio. In un italiano decisamente buono si sono fatti capire bene dai responsabili del teatro, spiegando le loro necessit; unica difficolt, il fatto che il teatro non potr garantire loro le prove generali il giorno precedente all'esibizione: quando li applaudiremo, il 30 settembre, dovremo con-

siderare anche questo. Un anticipo sulla storia delloperina: si svolge nella casa del ricco mercante Tobia, che ha promesso in sposa sua figlia Fanny al maturo americano mister Slook, firmandogli una vera a propria cambiale di matrimonio. Per Fanny ama il giovane Edoardo e insieme riescono a convincere il buon Slook a rinunciare allaffare; peccato che quando Slook comunica la rinuncia a Tobia questi lo sfidi a duello! Nelle discussioni che seguono, anche due domestici si

mettono di mezzo ed arriva il lieto fine: la cambiale di matrimonio viene girata dal maturo Slook al giovane Edoardo, con soddisfazione di tutti. In questa rappresentazione, il tenore Edoardo sar Yuko Sato, i baritoni Tobia, Slook ed il servitore Norton saranno rispettivamente Susumu Tsukino, Shynia Beppu e Yosuke Murayama, mentre Fanny e la domestica Clarina saranno interpretate dalle soprano Shuko Okiyama e Aya Beppu. Santina Bosco

SEGRATE SCRIVE A Cascina Ovi prosegue la sesta edizione

Immigrazione e adolescenza i temi di Felicori e Fasanotti


Venerd 2 settembre sono ripresi a Cascina Ovi gli incontri con gli scrittori segratesi, nellambito della sesta edizione di Segrate scrive. Hanno presentato i loro libri Roberta Fasanotti e Eugenio Felicori (nella foto). A condurre lincontro sono stati la direttrice della biblioteca Raffaella Vigilante e Roberto Spoldi. Il primo libro ad essere presentato stato A tredici anni. Diario di un anno di scuola, scritto dalla professoressa Fasanotti che ha definito il suo libro una storia inventata dal vero. Il protagonista del suo racconto un tredicenne timido e introverso al quale per non mancano n intelligenza n volont. Di adolescenti come il protagonista del mio libro ne ho incontrati parecchi durante i miei anni di insegnamento - ha spiegato lautrice - ho usato il loro linguaggio ed per questo che dovrebbe piacere ai giovani, ma non solo a loro, perch gli argomenti affrontati sono di interesse anche per i genitori. Basti citarne due: lincomunicabilit genitori figli e il bullismo, che ha affrontato in classe, ha raccontato, in maniera origi-

nale. Ha concluso la sua conversazione dicendo che diventare grandi unimpresa difficile. Il suo libro aiuta a renderla un po pi facile. Eugenio Felicori, ingegnere, ha invece scritto un romanzo storico sociale, senza trascurare una vicenda sentimentale di sapore internazionale dal titolo Il sapore del sale. Ha preso lo spunto da una sua visita in una piccola citt del sud della Francia: Aigues-Mortes, nota per le sue fortificazioni murarie e per le sue saline dove verso la fine dell800 emigrarono numerosi italiani provenienti dalla Romagna. Questi stranieri

che portavano via il lavoro ai locali nel 1893 andarono incontro ad un brutto destino che assomiglia molto a quello che riserviamo oggi agli immigrati che nei nostri campi raccolgono pomodori. Ai tragici fatti di Aigues-Mortes lAutore innesta le vicende di un salinaro di Cervia che si intrecciano con le rivendicazioni sindacali e con lavvento del fascismo in Italia e del comunismo in Russia. Le documentate ricerche storiche e la vivacit narrativa di Felicori ne hanno saputo fare un libro di grande interesse e di piacevole lettura. Enrico Sciarini

14 SETTEMBRE 2011

Attualit

11

SCUOLA Questanno la popolazione scolastica segratese raggiunge quota 3.691

Aumentano iscritti e classi alle primarie e secondarie


In leggero aumento questanno la popolazione scolastica di Segrate. Per lanno scolastico 2011/2012 iniziato luned 12 scorso previsto un numero totale di iscritti pari a 3.691 studenti, una cinquantina in pi rispetto allanno precedente. La popolazione degli scolari quindi in graduale crescita, cos come, di riflesso, il numero delle classi: 166 nel periodo 2010/2011, a cui se ne aggiungono tre da questo settembre. Lincremento delle iscrizioni coinvolge direttamente scuole dellinfanzia e primarie, e in modo pi notevole influisce sul numero di iscritti alla scuola secondaria. Risultato provvisorio della situazione la formazione di classi di studenti con composizione media oscillante fra i 19 e i 25 alunni. Pi affollate, almeno secondo un calcolo aritmetico, le classi delle scuole materne rispetto alle elementari, anche se maggiore il numero di iscritti totali negli istituti primari, in continuit rispetto allanno precedente. Circa 1.600 i frequentanti delle scuole Fermi, Schweitzer, Walt Disney, Rodari, Donatelli e delle elementari di Redecesio. Quasi 1.180 gli alunni di scuole secondarie (Leopardi, San Felice, Novegro e Sabin) rispetto ai 1.117 del 2010/2011. Le medie Sabin e Leopardi contano tra i 360 e i 520 iscritti. L'anno scolastico 2010/2011 si inaugura con la delibera del Consiglio Comunale dello scorso 27 giugno che ha approvato il piano per l'offerta formativa per l'attuazione del diritto allo studio. A seguito dell'atto del Consiglio, previsto per la crescente popolazione scolasti-

ca segratese l'arricchimento delle agevolazioni per i servizi di trasporto, per la refezione scolastica, per il materiale e l'offerta didattica. Quanto alla refezione scolastica, i nuovi alunni di elementari e medie potranno avvalersi anche del servizio di self-service, gi attivato nel corso dell'anno appena concluso. I 3691 studenti iscritti usufruiranno della mensa, contribuendo in ragione delle diverse fasce di reddito di appartenenza. Gli allievi delle elementari beneficeranno inoltre del contributo comunale per la for-

nitura dei libri di testo a carico dello stesso Comune; previsto invece un sostegno economico per gli studenti di scuole medie e superiori meno abbienti. Il Consiglio Comunale s'impegna, infine, a realizzare per i nuovi frequentanti interventi per favorire la qualit del sistema educativo. Fra questi: erogazioni di contributi, intro-

duzione di attivit integrative e corsi di approfondimento, assistenza per l'orientamento, ampliamento del materiale didattico a disposizione. Una serie di progetti della cui realizzazione i nuovi scolari attenderanno, dalla seconda settimana di settembre, la prova sperimentale. Simone Risoli

GIORNATA MONDIALE GIOVENT Loceanica manifestazione di fine agosto conclusasi in Spagna alla presenza del Papa

Gruppi segratesi al raduno di Madrid


Al grande raduno per la Giornata Mondiale della Giovent (GMG) che si tenuto a Madrid dal 16 al 21 agosto scorso hanno partecipato anche due gruppi di segratesi. Don Andrea Sangalli, il vicario della parrocchia di Segrate Centro, ha guidato un gruppo di ventidue giovani del quale facevano parte rappresentanti delle parrocchie di Milano Due, San Felice e Segrate Centro. Un secondo gruppo di quindici persone stato invece organizzato dai padri Clarettiani della parrocchia di S. Ambrogio di Rovagnasco Villaggio Ambrosiano con la guida di padre Britto. Le impressioni riportate da quello che stato un si di vivere. Particolarmente interessante lesperienza dei Clarettiani che operano in ogni continente e che hanno fatto di Madrid loccasione di incontro per oltre 1.300 di loro. Don Andrea ci ha inoltre ricordato che nel prossimo mese di maggio Milano ospiter la Giornata Mondiale delle Famiglie. Questa sar una grande occasione per ospitare sul nostro territorio gruppi famigliari provenienti da tutto il mondo. La prossima giornata mondiale della giovent si terr invece tra due anni a Rio de Janeiro. Molti giovani segratesi hanno gi cominciato a risparmiare i soldi per poter affrontare la lunga spedizione oltre oceano. Enrico Sciarini

Presenti rappresentanti delle parrocchie di Mi2, San Felice, Segrate Centro, SantAmbrogio Rovagnasco e Villaggio
STORIE DI IMMIGRATI

Alessia, lucraina Dopo il calvario sorride con musica e sociale


La vita di un immigrato in Italia prevede un percorso difficile e turbolento, fatto di stenti, di miseria e di difficolt. Il modo migliore per uscirne illesi reagire, ed proprio questo che Alessia Yanovych -immigrata ucraina- ha fatto. Alessia vive a Segrate da una decina d'anni ed in Italia da dodici, giunta qui per dare una svolta alla sua vita. Nel 1991 perse il suo unico figlio a causa di una grave malattia, a suo parere da attribuirsi alle radiazioni emanate dalla centrale di Chernobyl (l'incidente avvenne infatti soltanto 5 anni prima). Successivamente perse anche il marito in circostanze tragiche ed in Ucraina era rimasta senza alcun lavoro. Fu a quel punto che una sua amica, trasferitasi tempo prima in Italia, la invit a raggiungerla in modo clandestino per lavorare come badante di un uomo. Ben presto per si accorse, che quell'uomo cercava in realt un'amante; dovette subire soprusi, un tentativo di stupro e infine di strangolamento, evitato solamente grazie alle sue urla, che hanno attirato i vicini. Dopo qualche anno, nel 2001, la famiglia dalla quale venne accolta si trasfer a Segrate e lei finalmente pot ottenere il permesso di soggiorno. Alessia, nonostante tutto questo, non si mai persa d'animo ed ha sempre mostrato un sorriso e affrontato ogni ostacolo a testa alta. Adesso ha una passione che la tiene molto impegnata e che le permette di stare costantemente a contatto con la sua gente. Quando fu aperta la parrocchia Sacro Volto di Ges a Milano, la quale celebra riti greco-cattolici ucraini, Alessia si subito offerta volontaria per aiutare, cantare nel coro e, in seguito, organizzare concerti, feste ed eventi ai quali il gruppo canoro avrebbe potuto partecipare. Le tappe sono state numerose, dal Duomo di Milano, a Roma, a Kiev e ancora a Lourdes, ma anche a Gerusalemme. Una volta - spiega con il suo marcato accento ucraino- senza avvertirci, ci hanno portato a cantare all'interno della zona di esclusione di Chernobyl, senza alcun genere di protezione. E' terribile ci che abbiamo visto, ci sono sciacalli che derubano le case e rivendono a persone ignare gli oggetti radioattivi che vi erano all'interno. Alessia fa inoltre notare che sono stati costruiti alcuni nuovi centri abitati, appena fuori dalla zona considerata pericolosa, a soli 30 km dalla fonte del disastro nucleare. Lei, comunque, adesso sembra felice; sorride sempre, racconta la sua storia anche se con un po' di malinconia e canta perch la musica - dice - un sollievo per l'anima. Giorgia Darmanin

grandioso incontro di circa un milione di giovani provenienti da tutto il mondo ce le siamo fatte raccontare dallo stesso don Andrea e da suor Maria Rita, superiora dellasilo del Villaggio Ambrosiano che faceva parte del gruppo dei Clarettiani. Entrambi hanno sottolineato laspetto spirituale dellincontro, incentrato sulla figura di Ges e sul Suo insegnamento fondato sulla fratellanza universale. Le occasioni per accrescere tale cristiana fratellanza tra le singole persone e tra i popoli di ogni nazionalit sono state numerosissime, sia prima di raggiungere Madrid, sia durante il soggiorno e proseguiranno per molto tempo ancora. Come primo risultato positivo don Andrea ci ha indicato co-

me si siano instaurati rapporti tra giovani cittadini di Segrate che, pur vivendo nella stessa citt non avevano mai avuto la possibilit di conoscersi. Le conoscenze si sono poi estese ai gruppi del circondario e della diocesi di Milano. Sul luogo dellincontro le occasione di conoscenza, di scambio di idee e di esperienze si sono infinitamente moltiplicate e grazie ai moderni sistemi di comunicazione continueranno a moltiplicarsi anche in futuro. A nostro avviso il mondo globale unificato dalla fede, ma non solo da questa, taglia fuori inesorabilmente tutti coloro che pensano ancora di potersi rinchiudere nel ristretto ambito di una comunit senza apertura verso quelle che hanno modi diver-

12

Rubriche

14 SETTEMBRE 2011

Contro il caldo nelle case meglio pensare alla protezione vegetale


METEO E... SALUTE
di Andrea Giuliacci III CENTRO EPSON METEO III www.giuliacci.it
Siamo oramai in settembre e, almeno dal punto di vista meteorologico, lestate finita. Tuttavia negli ultimi anni questo mese stato capace di regalarci con una certa frequenza giornate decisamente calde, dal sapore ancora tipicamente estivo. In effetti il recente cambiamento climatico sembra aver allungato la stagione estiva, che oramai con una certa regolarit si mangia la prima parte dellautunno. Questa anomalia chiaramente ha aggravato le insidie portate dal caldo alla nostra salute: la calura raggiunge picchi di intensit superiori a quelli di un tempo, mentre lorganismo costretto a subire lassalto di un caldo stressante per un numero di settimane maggiori rispetto a qualche decennio fa. Dobbiamo perci rassegnarci a vivere sempre pi spesso sotto la protezione di preziosi condizionatori? Forse no: potrebbe bastare la ben pi economica e naturale ombra degli alberi! La schermatura dai raggi solari offerta da alberi e piante rampicanti difatti assai efficace, e anche su grande scala la strategica collocazione di una sufficiente copertura vegetale pu attenuare la bolla di calore che normalmente insiste sulle grandi citt, abbassandone la temperatura anche di 2-3 gradi. Ma nelle giornate pi bollenti anche le nostre singole abitazioni possono diventare sensibilmente pi fresche grazie alla presenza di qualche albero piantato nella posizione pi opportuna. Poich il sole alle nostre latitudini sfila in cielo in direzione sud e proietta ombre pi lunghe al mattino e al tardo pomeriggio, quando pi basso sullorizzonte, gli alberi piantati in direzione sud-ovest o sud-est offrono un ombreggiamento ottimale, capace di limitare in modo importante il riscaldamento delle mura domestiche. E i benefici per la salute non finiscono qui: gli alberi oltre a dare ombra riparano dal vento e attutiscono i rumori ambientali, donando maggior comfort alla casa, mentre il fitto fogliame cattura la polvere e contribuisce quindi a filtrare e ripulire laria. Insomma, per proteggere la nostra salute da un clima sempre pi caldo ed estremo, forse non sar necessario cercare soluzioni al limite della fantascienza: tappezzare strade e giardini di alte e verdi piante potrebbe risultare alla fine la soluzione pi semplice ed efficace!

Volevo sapere se la paura delle malattie sia una cosa normale. A me ultimamente capita spesso di avere dei sintomi che mi preoccupano davvero molto, al punto che la notte non riesco pi a dormire. Ad esempio, dopo due mesi che avevo una tosse molto fastidiosa, mi sono recata al pronto soccorso dove mi hanno fatto tutti gli accertamenti e mi hanno detto che avevo una tosse nervosa e anche in altre circostanze capitata la stessa cosa. Mio marito mi dice che un fattore psicologico e che sono soltanto mie fissazioni. A volte penso che abbia ragione. Ultima cosa, da quando uso Internet per informazioni sui miei problemi, vedo che ci sono un sacco di malattie strane e cos mi preoccupo ancora di pi. Gentile lettrice, le reazioni definite da suo

RISPONDE LO PSICOLOGO
di DARIO LUPO

Lossessione della malattia pu dipendere da altre paure


que, buona prassi, prima di pensare che i nostri problemi fisici siano generati da paure insite allinterno della nostra psiche, effettuare tutti i dovuti accertamenti medici in modo tale da poter escludere con un buon margine di sicurezza cause di tipo organico. Chiaramente, dopo avere compreso che il nostro organismo fisicamente sano, allora, soltanto in quel momento, possiamo pensare che nei nostri sintomi vi sia una matrice psicologica. Da ci che lei racconta, nellultimo periodo le capita sovente di essere in apprensione per la sua salute generale e, dopo avere indagato a livello medico, gli esami non confermano la presenza di alcuna malattia. In questo caso specifico possiamo ipotizzare che vi sia uneccessiva preoccupazione e che forse alla base di questa vi siano anche delle paure pi pro-

fonde, che lei, probabilmente, cela a se stessa. Potrebbe essere rilevante, da parte sua, cercare di comprendere se esistono altri aspetti della sua vita che la preoccupano e che lei cerca di sostituire, pensando alle malattie che potrebbe avere.
Per parlare al dottor Dario Lupo, scrivete a: dlupo2005@libero.it o telefonate al 339.1985441

marito in modo un po colorito come fissazioni possono rappresentare dei sinceri timori, da lei manifestati, circa la possibilit di avere qualche problema di natura medica. Penso sia anche importante e del tutto comprensibile, dopo due mesi di sintomi, sentire lesigenza di un confronto con persone qualificate: nel suo caso il personale medico. Generalmente, chi si rivolge al medico di base o allo specialista lo fa auspicando di riuscire a lenire quelli che per lui possono essere piccoli, medi e gravi problemi di natura fisica. E, comun-

Limpagabile Presolana pure il Salto degli sposi


ndare a piedi
a cura di DI-HO

PARERE LEGALE

Divorziato, per crisi ho autoridotto lassegno ai minori


Sono divorziato da oramai sette anni e ogni mese devo provvedere al mantenimento dei miei due figli versando alla mia ex moglie un contributo di 800 euro, ossia 400 per ciascun figlio, oltre alle spese straordinarie. Tuttavia da circa sei mesi a questa parte non sono pi in grado di sostenere un mantenimento di tale importo, dato che i proventi derivanti dal mio lavoro sono un artigiano - sono in forte calo, e cos riesco a versare solo un assegno di 500 euro. Adesso, nonostante abbia spiegato alla mia ex moglie le gravi difficolt finanziarie in cui verso, lei minaccia di andare per le vie legali nel caso non dovessi saldare tutti gli arretrati e riprendere a versare la somma di 800 come stabilito nella sentenza di divorzio. Cosa posso fare? Proprio su tale argomento si recentemente espressa la Suprema Corte di Cassazione stabilendo che: non consentito al soggetto obbligato di autoridurre lassegno disposto a favore dei minori, salva la sua comprovata incapacit di far fronte allimpegno. Ci significa che in mancanza di prova dellinadeguadezza del reddito del genitore tenuto al mantenimento dei figli minori, lautoriduzione dellassegno di mantenimento da parte di questultimo integra il reato ex art. 570, 2 co. del codice penale. Detto articolo, infatti, prevede varie ipotesi di violazione degli obblighi di assistenza familiare, tra cui il seguente: punito con la reclusione fino a un anno o con la multa da 103,00 euro a 1.032,00 euro, chiunque faccia mancare i mezzi di sussistenza ai discendenti di et minore, ovvero inabili al lavoro, agli ascendenti o al coniuge, il quale non sia legalmente separato per sua colpa. Pertanto, venendo ora al caso del nostro lettore, si auspica che il medesimo si rivolga al pi presto a un avvocato al fine di richiedere la modifica delle condizioni di divorzio, onde ottenere una riduzione dellassegno di mantenimento a favore dei due figli e cos evitare possibili, nonch legittime, azioni da parte della ex moglie sia in sede penale, come sopra descritto, sia in sede civile.

di LIVIA ACHILLI

Chi non conosce la Presolana, bellissima montagna delle Orobie famosa per laspetto dolomitico e per i numerosissimi percorsi a piedi? Le Tartarughe, durante questi anni, sono state pi volte al Rifugio Olmo e al Rifugio Albani, hanno salito il Monte Visolo, visitato la Grotta dei Pagani, fatto anche la non facile Ferrata della Porta insomma, questa montagna entrata nei nostri itinerari e nel nostro immaginario. Passati un certo numero di anni e cominciando a scartare gli itinerari pi impegnativi, percorriamo comunque i suoi sentieri e, durante lestate scorsa, abbiamo visitato i versanti destro e sinistro del Passo: la Malga Cassinelli, in Luglio, e la vetta del Monte Scanap, sul versante opposto, sabato 3 settembre. Abbiamo anche avuto fortuna con il tempo: il giorno della Cassinelli, sole e caldo, ma per fortuna il percorso era quasi interamente nel bosco. Il 3 settembre poi, le previsioni promettevano pioggia; anzi pioggia a partire dalle ore 12. Partiti comunque, abbiamo avuto invece quasi sempre sole anche se spesso offuscato, e qual-

che goccia di pioggia solo al ritorno in tangenziale. Dicevamo che la vista non era limpida, ed era un peccato, dato che dalla vetta del Monte Scanap, 1670 metri, lorizzonte spazia a 360 gradi poich si tratta proprio di un cocuzzolo roccioso. Ci siamo quindi ripromessi una ulteriore visita, magari a primavera inoltrata quando funziona ancora la seggiovia (che attualmente ferma) che ci permetterebbe di portarci in quota ed effettuare poi lanello di Colle Vareno. Questultimo percorso stato comunque fatto dai nostri Bigfoot (camminatori) che oltre alla vetta, si sono sciroppati una lunga e gratificante cam-

minata su e gi nel bosco, passando anche per la localit chiamata Salto degli Sposi: qui venivano a trovare ispirazione era il 1871 il musicista polacco Massimiliano Prihoda e sua moglie Anna Stareal, unaffermata pittrice. Una notte i due si gettarono dallo strapiombo e furono trovati, ancora abbracciati, alla base del dirupo. Non si sono mai conosciuti i motivi del loro gesto, ma ancora oggi gli innamorati vengono a gettare fiori in ricordo dei due sposi come augurio per il loro amore. Mail: yoonkyun@fastwebnet.it Nella foto: Tartarughe alla croce di vetta dello Scanap.

14 SETTEMBRE 2011

Mercatino
(06/07/11) -Causa trasloco vendo al miglior offerente collezione fumetto Spawn dal N1 al N111, speciali inclusi. Tel. 340-2295995 (06/07/11) -Vendo a prezzo simbolico di 30 euro cuccia per cane di taglia grande o gigante realizzata in legno da artigiano falegname con tetto asportabile per la pulizia. Valore commerciale 250 euro. Tel 338-9228776 (06/07/11) -Vera occasione per chi ha bimbi, vendo roulotte con preingresso tutto perlinato e arredato. Tel. 3332966557 (22/06/11) -Vendesi bilocale mq 73 in palazzina del 2004 contesto tranquillo, parzialmente arredato (cucina e armadi), parquet ovunque, terrazzo, garage. Per info tel. 3482478196 (22/06/11)

13

CERCO LAVORO
-Signora con referenze cerca lavoro come badante anziani tutto il giorno anche di notte. Disponibilit immediata. Tel. 380-6576259 (14/09/11) -Perito meccanico esperienza disponibile trasferte anche allestero ottimo inglese. Tel. 340-3623726 (14/09/11) Signore italiana referenziata offresi per stiro e pulizie. Tel. 338-7690528 (14/09/11) -Offresi muratore con partita IVA per ristrutturazioni appartamenti. Tel. 3393348141 (14/09/11) -Signora con referenze cerca lavoro come badante anziani tutto il giorno anche di notte. Disponibilit immediata. Tel 388-9584676 (14/09/11) -Insegnante di inglese e tedesco offresi per lezioni e ripetizioni per ogni livello. Recupero lezioni di materie umanistiche. Esperienza nell'insegnamento di recupero.Tel. 347-0679447 -Signora peruviana con esperienza cerca lavoro come colf, badante, Asa, babysitter, pulizie, stiro; referenziata, libera subito. Tel. 3338296067 (14/09/11) -Signora del Bangladesh con documenti, referenziata e con esperienza, cerca lavoro come badante, colf, stiro, baby-sitter. Tel. 3478994079 (14/09/11) -Sono una ragazza moldava con permesso di soggiorno cerco lavoro per sabato (stiro, pulizie, baby-sitter). Tel. 388-6594773 (14/09/11) -Signore ecuadoregno, ex militare nel suo paese, con esperienza di badante per anziani e di aiuto di portineria, cerca lavoro possibilmente in Segrate. Oltre che come badante, disponibile anche a lavori di pulizie, di giardinaggio e di rotazione sacchi. Referenze. Tel. 346-8071401 oppure 3358194084 (06/07/11) -Signore cerca lavoro come autista, giardiniere,pulizie case o condominii. Tel. 3270626798 (06/07/11) -Ragazzo 24enne dello Sri-

Nome Cognome Indirizzo Inserzione

-Vendesi ufficio Segrate centro mq. 60 ingresso indipendente fronte strada, allarme, aria condizionata, completamente ristrutturato a euro 100.000. Tel. 346-8926175 (22/06/11)

ALTRO
-Privato cerca scambio francobolli, cartoline o tessere telefoniche. Tel. 02-2135320 (22/06/11) -Regalo gatta Thai di 2 anni sterilizzata e vaccinata, a veri amanti dei gatti. Tel. 3282163099 (22/06/11) -Batterista serio e preparato cerca elementi o gruppo gi avviato per genere pop, rock
La Direzione del giornale non si assume alcuna responsabilit sul contenuto delle inserzioni.

Telefono Firma

Fax data

(Ai sensi della Legge sulla privacy dichiaro che la firma autentica)

LE INSERZIONI SONO GRATUITE E DEVONO ESSERE INVIATE A SEGRATE OGGI - VIA CONTE SUARDI 84, 20090 SEGRATE OPPURE POSSONO ESSERE SPEDITE VIA FAX AL N. 02.2139372 O VIA EMAIL: SEGRATEOGGI@TISCALI.IT PREGHIAMO DI FORMULARE INSERZIONI BREVI.

lanka con documenti in regola, cerca lavoro come pulizie, assistenza anziani, a ore, a giornata o notte. Tel. 327-3137087 (06/07/11)

VENDO-AFFITTO
-Peruviana con permesso di soggiorno, referenziata e con esperienza cerca lavoro come badante, colf, per stirare o come baby-sitter. Tel 3296253962 (14/09/11) -Vendo frigo pi freezer Bosch causa trasferimento. Tel. 339-6263037 (14/09/11) -Hobby 520 lungh. 5.85 largh. 6.220 posti letto 4+2 in veranda, bagno con WC e lavabo, riscaldamento e condizionatore, cucina con forno microonde, veranda e copertura invernale. Tel. 334-9275737 (14/09/11) -Vendo lavandino in ceramica bianco con relativo miscelatore (Grohe) nuovi mai usati. Tel. 328-4623200 (14/09/11) -Vendo poster dautore incorniciati con doppio vetro, soggetti vari. Tel. 3284623200 (14/09/11) -Vendesi bilocale mq 73 in palazzina del 2004 contesto tranquillo, parzialmente ar-

redato (cucina e armadi), parquet ovunque, terrazzo, garage. Per info tel. 3482478196 (14/09/11) -Affittasi a Milano 2 appartamento arredato P.R. mq 80 (cucina a parte, soggiorno, letto, doccia, wc, ripostiglio, cantina) esposto sud/est tutto verso verde condominiale a euro 1200/mese pi spese condominiali. Tel. 02-

2155854 (14/09/11) -Vendo bicicletta da ragazza Mountain Bike col. rosa/bianco, ruota dm.24, cambio stimano 6 rapporti, come nuova a euro 100. Tel. 345-0901804 (06/07/11) -Affitto 2 locali pi servizi in Segrate centro, arredato, libero subito. Tel. 3383189841/02-26922427 (06/07/11) -Vendo gommone da 3,5 metri bianco con motore Selva, bicilindrico a due tempi da 15 Hp. Ottime condizioni, completo di accessori euro 2.000. Tel. 335-6119203

La citt a portata di mano


NUMERI UTILI Polizia Locale: 02.2693191 Carabinieri: 02.2133721 Enel: pronto intervento 800-023426 Aem: 02.77201 800.199.955 Pronto Intervento: 02.5255 Vigili del fuoco: 115 Soccorso stradale: 116 Ufficio per l'Impiego: 02.9559711 San Marco riscossione tributi: 02.26923026 Sportello lavoro: 02.26902287 SEA aeroporti milanesi: 02.7485200 Trenitalia: 848.888.088 Misericordia Segrate: 02.2139584 / 02.26920432 Protezione civile Idroscalo: 02.7561068 Palazzetto dello Sport: 02.2136198 Taxi Mi 2: 02.2153924 Radiotaxi Martesana: 2181 Cimitero comunale: 02.02 26920638 Poste: via Conte Suardi 69 tel.02.26954814 Associazione segratese Lotta al Cancro: 02.21871332 MUNICIPIO Tel. 02.269021 (20 linee) S@C: lun-merc-gio 8.0012.15/13.15-15.00; mar 8.00-12.15/13.45-17.30 venerd: 8.00-12.45 OSPEDALI Cernusco: 02.923601 San Raffaele: 02.26431 Melzo: 02951221 ASL ROVAGNASCO 02.92654.01- 02-03 Orari: lun-mar-gio 8.30-13/ 14-16; mer-ven 8.30-13 FARMACIA NOTTURNA Il servizio farmaceutico notturno svolto dalla farmacia comunale di Pioltello in via Nenni 9 02.2136198 AMBULANZE Coordinamento sos: 118 Misericordia: 02.26920432 Croce Verde Pioltello: 02.92101443-02.92109686 Croce Bianca Cernusco: 02.92111520 Guardia Medica Melzo.: 02.95.12.21 Guardia Medica Pioltello: 02.92103610 RACCOLTA RIFIUTI Amsa: 800.33.22.99 Centro raccolta differenziata via Rugacesio: da lun a sab 912; 15-18,30 02.2136486 BIBLIOTECA CIVICA via degli Alpini 34 Orari: 9,30-12,15 - 14,0018,30. Chiusa il luned, domenica e gioved mattina. Tel. 02.21870035 ORARI SS. MESSE S. Stefano - Segrate Centro Fer.: 8,30-18,00. Fest.: 8,0010,00 - 11,30 -18,00 Prefestivi 18. Tel. 02.2131016 SS. Carlo e Anna - S. Felice Fer.: 9,00-18,00. Fest.: 10,0011,30 -18,30. Prefest.: 18,30. Tel. 02.7530325 Beata Vergine Immacolata Lavanderie Fer.: 17. Fest.: 8,30-10,30-18. Prefestivi: 18. Tel. 02. 2136535 S. Alberto Magno - Novegro Fer.: 17 - Fest.: 8 -10,30. Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel. 02.7560204 Dio Padre - Milano Due Fer.: 7,30. Merc. 18,30. Fest.: 11-19. Prefest.: 18.30. Tel. 02. 2640640 Madonna del Rosario Redecesio Fer.: 9,00 (mer. a S. Ambrogio). Fest.: 8,30 (S. Ambrogio). Pref.: 18,30. Tel. 02.2138808 S. Ambrogio ad Fontes Villaggio Ambrosiano Fer.: 8,30-18. Fest.: 8,30-1011,30-18,30. Pref.: 18,30.

TENDAGGI CLASSICI TENDAGGI A PACCHETTO TENDE A PANNELLO TENDE A RULLO TENDE PLISSE TENDE DA SOLE ZANZARIERE VENEZIANE

via Borioli, 34 - 20090 Lavanderie di Segrate tel./fax. 02.26950424 - cell. 338.9975098 orario: da mar a sab 9 - 12.30 / 15.30 - 19.30 (lun. chiuso)

PUNTOGASMILANO S.R.L.
Via Abruzzi 52 - 20090 Segrate (Mi)

SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA


Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato, Revisioni Caldaie e Scaldabagni di tutte le marche, Prezzi Revisioni 60 e 70 EURO IVA inclusa Riparazioni 7gg su 7gg. Potete chiamare ai numeri 02 26928455 - Per URGENZE 347 1336206

service

Esclusiva punto

ISTITUTO PER LA CREMAZIONE DISPERSIONE CENERI

ACCETTAZIONE DISPOSIZIONI TESTAMENTARIE

14

Sport

14 SETTEMBRE 2011

BASKET Novit al Village: dopo 7 anni il presidente Guglielmi passa la mano

Biraghi, le stesse ambizioni Colombi, sar dura ripetersi


Dopo sette anni di presidenza della ex Gamma Basket, da nove mesi Segrate Village, Luciano Gugliemi ha lasciato il timone a Roberto Biraghi. Ho lasciato per per i miei impegni di lavoro sempre pi pressanti - ha detto Guglielmi - e per stanchezza. Sono sicuro che con Biraghi la societ sia in buone mani. Le questioni finanziarie non centrano. Continuer a dare una mano alla societ, non voglio lasciare lambiente. Nessuna rivoluzione, quindi, per la Gamma che, sotto il segno della continuit, si appresta a partecipare al suo secondo campionato in serie D. Roberto Biraghi, come ha accettato il nuovo incarico? Da 40 anni mastico basket, ormai convivo con questo sport. Da 15 anni sono in societ, mi sono sentito in dovere di accettare lincarico, senza esitare un attimo. Guglielmi ha dato tanto alla societ, ora mi sento in dovere di fare bene. Ho accettato lincarico ma so che ci saranno pi oneri e meno onori. Il mio personale obiettivo, dare continuit, creare un ciclo vincente. Non nel nostro stile fare rivoluzioni, nelle situazioni difficili dobbiamo stare tutti tranquilli e lavorare come sappiamo. Per cominciare, puntiamo tutto sulle nostre prime squadre, la serie D maschile e la C femminile, squadre di punta. Il coach Colombi ha lavorato molto bene, gli stata data carta bianca per quanto riguarda gli acquisti, arrivato Perego, ottimo playmaker desperienza, e il lungo Belotti (classe 90) da Pentagono. Non abbiamo ancora finito per, il campionato inizia il 23 settembre e ci sono ancora molte trattative in corso. Mi sento un po De Laurentiis! Sarete ancora targati Segrate Village per la stagione che verr? S, il contratto avr termine il 31 dicembre 2011, ma ci farebbe piacere se arrivasse un rinnovo. Loro hanno avuto un buon ritorno dalla sponsorizzazione, stata unottima collaborazione che ha ben fruttato. Avrete palestre e strutture adeguate a disposizione per i nuovi corsi di minibasket? Ci sono stati cambiamenti a livello societario anche sotto questo aspetto, ora saremo noi sotto Acquamarina a gestirci gli impianti. Dovevamo riuscire a mantenere gli impianti dellanno scorso, e ci siamo riusciti. Il prezzo pagato al Comune per poter usufruire degli impianti alto? Riuscite a rientrare nei bilanci? Il costo degli impianti deve essere preventivato ad inizio anno, siamo rientrati nel budget anche questanno quindi non ci sono problemi poich essendo sotto Acquamarina assieme a Volley Segrate e agli atleti del judo, possiamo gestirci le palestre. Vi qualche favoritismo da parte del Comune? Come vi sentite a condividere il territorio con una superpotenza come Volley Segrate? tutto proporzionato ai risultati e alla dimensione nella quale la societ si colloca. La serie A2 ha esigenze diverse dalle nostre. Favoritirmi? No, non mi sembra. Coach Colombi, soddisfatto della campagna acquisti? S, molto. arrivato il play che volevo, Perego. un giocatore desperienza, ma a 40 anni in questa categoria pu fare la differenza una mente esperta in cabina di regia. arrivato anche Belotti, un ragazzo su cui puoi puntare. La squadra a questo punto fatta, se dovessero capitare altre occasioni le sfrutteremo. Partenze importanti? partito Cavicchini mi dispiaciuto, giocatore da categoria superiore, lho sem-

pre detto. Il nocciolo duro della squadra rimasto, tutti confermati tranne Boriotti e Giacomella. Come vedi la squadra? Posso dire che questanno sar dura. Ho visto le altre squadre e c da aver paura. Voghera e Siziano si sono rinforzate, sono squadre mostruose. Purtroppo, siamo dietro a tutti questanno. E ho paura che i nostri avversari si rafforzeranno ancora di pi. C gente senza squadra che merita di giocare in quintetto base. E poi ci sono quelli che si accontentato, che meritando la C1 scendono di categoria perch la squadra re-

trocede e ce li troviamo contro. Insomma, il campionato si fa interessante con tutto questo talento in giro. Speriamo di avere la stessa fame di vittorie che abbiamo da due anni. Giovani pronti per il salto di qualit? Ho visto del talento in due o tre giocatori, soprattutto della under 19. Ma siamo ancora allinizio, ci vuole del tempo per capire Quali obiettivi questanno? Sar dura ripetere i risultati degli anni passati. E poi ripeto questanno gli avversari sono tosti da battere. Alessandro Cassaghi

VOLLEY/A2 Dopo lesaltante stagione scorsa lesperto coach sta preparando il Segrate ad un altro importante salto di qualit

Ricci: nel mirino prima i playoff, poi...


In attesa della partenza del campionato di serie A2, il 25 settembre a Reggio Emilia, Volley Segrate continua la preparazione. Quattro amichevoli (tre vittorie e un pareggio), per ora, hanno dato buoni riscontri a coach Ricci. Come ben sperare fa laccoglienza che la citt, durante la festa cittadina, ha riservato ai leoni gialloblu, che sul palco della festa cittadina si sono presentati ai segratesi. Saldamente al timone, per il secondo anno, Daniele Ricci. Allora coach, siete entrati nel cuore dei segratesi? La citt segue con passione la squadra, vuole vedere sempre risultati migliori. Volley Segrate vista come una realt positiva allinterno della societ. Non siamo in una grande metropoli, ma laiuto del pubblico sempre fondamentale. Mi sono accorto che il pubblico al Palazzetto giovane, non vengono a vedere le partite solo ex giocatori, ho notato anche la presenza di numerose famiglie di appassionati. Questo perch il settore giovanile molto curato dalla dirigenza. Ha qualche idea su come si possa attirare un maggior numero di spettatori? Il pubblico si pu coinvolgere maggiormente soltanto macinando vittorie su vittorie. Dopo 7 o 8 vittorie di fila, tutta la citt parla della squadra, ne parla anche il fornaio con i clienti! Lei ha allenato in tante diCoach Daniele Ricci, 60 anni, alla seconda stagione sulla panchina di Volley Segrate. In precedenza ha guidato Ravenna, Olympiakos, Milano e Panathinaikos. ta? La campagna acquisti aveva la finalit di ringiovanire la squadra e migliorare il livello tecnico senza spendere cifre esorbitanti. Direi che ci siamo riusciti, anche se i risultati dobbiamo ancora otdicava la salute dei giocatori, soprattutto a livello di muscolatura dorsale. Dato che ci stiamo allenando mattina e sera, direi che i soldi spesi per rifare il terreno sono stati spesi benissimo, se dovessimo avere anche un solo in-

La squadra stata rinforzata e ringiovanita, ora dipende da noi. Rifatto in parquet il campo di gioco del palazzetto
Certo, obiettivo primario sarebbe quello di ottenere dalle giovanili ragazzi forti e promettenti, per un passaggio diretto in A2. Credo che le basi ci siano, prima o poi le giovanili vinceranno un campionato nazionale. Ora vi egemonia delle solite 4-5 squadre che investono, soprattutto nel settore giovanile, ingenti somme di denaro andando a cercare piccoli campioni fuori regione. Tra quanto Segrate potr vedere la A1? impossibile prevederlo, dipende da molti fattori lapprodo alla massima serie. La squadra dovr lottare, sempre. Ma ci sono cause che non dipendono da noi, ci vuole anche fortuna. Basti pensare alla passata stagione, arrivare a giocare i Playoff ci ha fatto capire quanto potenziale ci fosse in squadra. Sarebbe un successo questanno arrivare entro le prime 4 squadre e lottare di nuovo per la promozione. Vive a Segrate? Le piace la citt? Si, mi piace, pensa che mi hanno pure rigato la macchina! A parte gli scherzi, abito a San Felice. A dir la verit non ero mai venuto a Segrate, ma la conoscevo, perch da qualche anno diventata una realt importante nella pallavolo italiana. Alcuni amici facevano parte della squadra, e me ne hanno sempre parlato bene. A.C.

Foto Vianini

verse citt. Cosa si prova a passare da Ravenna (1 scudetto, 2 Coppe dei Campioni e un Mondiale per Club alla guida di coach Ricci, ndr.) a Milano, da Atene (Olimpiacos e Panathinaikos) a Segrate? Questo lavoro uguale a qualsiasi livello, in qualsiasi citt. Limportante, avere alle spalle una societ che ti segua, che ti lasci lavorare con tranquillit. Ed molto importante, inoltre, che la squadra sia competitiva. E a giudicare dalla campagna acquisti, la dirigenza

ha voluto metterle a disposizione una rosa competitiva Se questanno affronteremo le sfide con animo positivo e con la pretesa di arrivare in alto in classifica, faremo un buon lavoro. Al tempo stesso deleterio porsi obiettivi irraggiungibili. Al giorno doggi nel Volley puoi immaginare la classifica finale ancora prima che inizi il campionato, non cos negli altri sport. Nel nostro campionato le squadre che puntano al titolo sono davvero poche. La squadra si rinforza-

tenerli. Se andiamo a vedere la carta didentit della nuova Volley Segrate, abbiamo di sicuro abbassato let media, la dirigenza ha lavorato ottimamente. Insomma, ci sono buone aspettative per il futuro? S, con una rosa giovane speriamo che il gruppo possa crescere, a prescindere dai risultati che verranno i ragazzi rimarranno assieme per parecchio tempo, avranno il tempo di migliorarsi. Speriamo di ottenere un miglior piazzamento in campionato rispetto alla passata stagione. Come mai la decisione di modificare il terreno del campo da gioco, ora in parquet? Il campo da gioco stato migliorato perch il fondo era molto duro, allenarsi pregiu-

fortunio in meno rispetto alla passata stagione questo ripagherebbe la cifra stanziata per il rinnovo del campo da gioco. Il vivaio offre buone prospettive? Ci sono giovani promettenti segratesi? Volley Segrate da tempo ottiene buoni risultati a livello giovanile. Spesso arriva a giocarsi le finali regionali e nazionali. Per come la vedo io, se 1 o 2 giocatori delle giovanili dovessero arrivare in Prima Squadra sarebbe ottimo. Spero vi saranno altri Fontana o Masciadri: questi due ragazzi hanno dimostrato le loro qualit, voglio sperare che in futuro possa trovare ragazzi pronti per la B1 o la B2. Ancora meglio, se fossero pronti per il passaggio in Prima Squadra

14 SETTEMBRE 2011

Sport

15

CALCIO/1A CAT Il neo allenatore, esperto di promozioni,voleva smettere e fare solo il dirigente, invece rieccolo in panchina

Segrate, la bella scommessa di Omini


Puntiamo a salvarci con i nostri giovani: rischio calcolato, ma affascinante. Sconfitta 4-1 allesordio fuori casa
Dopo 18 anni di panchina, dopo aver allenato quasi tutte le squadre brianzole di Promozione ed Eccellenza catturando ben cinque promozioni, Alberto Omini, 46 anni, agente di commercio, conclusa la sua ultima stagione alla Pro Lissone aveva deciso di farla finita con il suo hobby di mister sul quale aveva insistito cedendo alle pressioni del suo grande amico e mentore Roberto Antonelli, il popolare Dustin campione del Milan (raffinata mezzapunta) a cavallo degli anni Settanta-Ottanta con il quale nella stagione 1978-79 aveva vinto (con Liedholm sulla tolda) e al fianco di Rivera lo storico dermi ad una scrivania e fare il dirigente per scoprire una nuova professione manageriale. Programmare, costruire, mi piace un lavoro al quale sono portato. Mentre ero alla finestra ecco arrivarmi la proposta del Segrate partita come responsabile del settore giovanile e conclusasi grazie alle amabili insistenze del presidente con l'aggiunta delle cariche di direttore sportivo e allenatore della prima squadra. Buttiamoci, mi son detto. Ed ora che in ballo gli tocca ballare... Esatto sorride anche se ho un bellimpegno: pensi alla costruzione e alla selezione di ben quattro squadre delle classi '98-'97-

CALCIO/3 CAT

Fulgor al via Brunelli: noi facciamo opera sociale


Fulgor pronta al via domenica 25 settembre per la prima di campionato in terza categoria, il limbo del calcio dilettanti dove si pu essere promossi, ma non si retrocede. Una realt che sposa in pieno la filosofia dello storico presidente Mario Brunelli, al timone della societ da quasi ventanni. Per noi dice - vincere non mai stato un assillo. Noi facciamo calcio per stare insieme e per divertirci. Facciamo opera sociale. La squadra, affidata al neo allenatore Stefano Gilardi pronta, quasi quella dellanno scorso con qualche innesto. Sar una bomba, sbotta Brunelli. Vinceremo due o tre partite..., corregge subito dopo con la solita ironia. La realt, purtroppo una sola - spiega il presidente - non c un euro in giro e quindi se vinci ti fa piacere, ma subito dopo ti dispiace perch pensi: che cosa posso offrire a questi ragazzi se saranno promossi?. Comunque sia, in attesa di conoscere il calendario nei prossimi giorni, buon campionato. B.M.

Qui a destra Alberto Omini, 46 anni, allesordio al timone del Citt di Segrate. Sotto, Omini insieme con il nostro Beppe Maseri durante lintervista negli uffici del centro sportivo Don Giussani. quali abbiamo aggiunto il centravanti Chinzi, 34enne, che mi ha seguito dalla COB 91. E secondo lei questo organico in grado di raggiungere l'obiettivo della salvezza? Speriamo, ritengo di s. Cos almeno mi dice il mio occhio clinico, ma per il momento ho visto solo i miei e non conosco gli altri anche perch delle squadre di questa zona so poco essendomi come le ho detto... specializzato in Brianza. Tra un paio di mesi conosceremo la vera forza di questa squadra e sapremo di che morte moriremo. Per le ripeto sono oltre che fiducioso, moderatamente ottimista anche perch io e i miei collaboratori stiamo lavorando con molto seriet. Fiducia e simpatia per i giovani, d'accordo, ma senza qualit ed esperienza... L'esperienza c' e viene dai quei tre esperti titolari dell'anno scorso. Ma io ritengo che ci sia anche qualit e in buona dose. Le garantisco che in rosa ci sono tre-quattro giovani che per qualit meriterebbero di giocare in categorie superiori. Sono il nostro orgoglio, la nostra speranza. Speriamo che non si perdano. L'importante lasciarli maturare in tranquillit. Salvarsi e poi magari puntare l'anno prossimo alla categoria superiore sarebbe affascinante, forse risveglierebbe calcisticamente una citt addormentata su su stessa dopo anni di delusioni e a causa di promesse non mantenute. Speriamo di non deludere neppure noi, anche se non promettiamo niente. Senza dubbio, per, una citt come Segrate meriterebbe di avere la squadra almeno in Eccellenza. Qual il suo credo calcistico? Fare risultato, l'unica cosa che conti, risultato che per puoi raggiungere solo lavorando. Non improvviso, non mi piace vendere fumo, non mi aggrappo alle formule, agli slogan. Realismo, pragmatismo questo il mio calcio. Il calcio di Omini nato e cresciuto come calciatore nel Milan e la cui carriera come promettente centrocampista stata stroncata da un brutto infortunio ad un ginocchio dopo un'esperienza in serie C col Rho. E allora, caro Omini, in bocca al lupo al timone del Segrate. B.M.

scudetto della stella. L'appuntamento nel tardo pomeriggio nel bellissimo e brulicante centro sportivo Don Giussani a Redecesio, la ferrovia come confine e gli aerei che salgono maestosi e assordanti da laggi, da Linate. Avevo deciso di staccare dalla panchina dice l'Omini, signore di bell'aspetto, garbato, ma senza fronzoli, e di facile comunicativa come la sua professione impone per se-

'96 e '95 e poi la prima squadra che ho ereditato in Prima Categoria e con la quale sto lavorando da tre settimane in vista del campionato (iniziato domenica scorsa con la sconfitta per 4-1 in trasferta contro la quotatissima Agnadellese. Domenica esordio casalingo alle 15,30, contro la Real Vercellese). Con quali prospettive? Quella di mantenere la categoria, di salvarsi. Con quale squadra, con quale po-

litica? Puntando sui giovani, anzi sui giovanissini con tutti i pro e i contro che questa scelta pu comportare. Un rischio calcolato, ma una scommessa affascinante. Il 90% dell'organico proviene dal nostro settore giovanile. Ai nostri tifosi proponiamo un'operazione simpatia. Della rosa dell'anno scorso abbiamo confermato solo due elementi d'esperienza: il portiere Confalonieri, il difensore centrale Fiorentino, ai

FESTA CITTADINA Al Centroparco unattivissima area dedicata allo sport

Cavalli, arcieri, arrampicate e le acrobazie di Nuovo Incontro


Domenica dedicata allo sport al Centroparco dove tutta larea della festa cittadina stata coperta da stand dedicati alle associazioni sportive. Posizionato strategicamente al centro, il recinto dei cavalli stato letteralmente preso dassalto per il battesimo della sella. Gran richiamo ha avuto anche lo spazio dedicato agli arcieri Novegro dove, nonostante il cartello con gli orari, aspiranti Robin Hood in erba si sono presentati con largo anticipo per essere sicuri di non perdere lopportunit. Anche la parete per larrampicata ha soddisfatto la voglia di mettersi alla prova di parecchi intrepidi nella doppia modalit principianti ed esperti. Sul tatami predisposto tutto il pomeriggio si sono alternati gruppi di atleti delle varie associazioni cittadine che hanno presentato le proprie disciplina: particolarmente seguite sono state le presentazioni delle arti marziali: judo, karate e tai chi chuan. Le scattanti ragazze dellassociazione Nuovo Incontro (nelle foto), che si sono esibite nel corpo libero e nella ginnastica acrobatica (Acrogym), hanno raccolto grandi applausi e molta ammirazione per la perfezione dellesecuzione e la straordinaria sicurezza con cui facevano sembrare semplici anche le prese pi difficoltose. La manifestazione stata molto frequentata: c da augurarsi che tutto linteresse non finisca nel cassetto delle buone intenzioni mentre il girovita mollemente si rilassa dietro la scrivania. V.C.

16

14 SETTEMBRE 2011