Sei sulla pagina 1di 1

Venerdì 10 gennaio

2020

ANNO LIII n° 8
1,50 €
Sant'Aldo
eremita

Opportunità
di acquisto
in edicola:
Avvenire
+ Luoghi dell’Infinito
4,20 €

Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t


Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t

■ Editoriale IL FATTO Il Papa parla al Corpo diplomatico. «Moderazione, da scongiurare una guerra tra Usa e Iran» ■ I nostri temi

«Sperare la pace»
Francesco e la giusta fatica degli Stati
VICINO ORIENTE
FARE E RIFARE Troppi perdenti
ARMONIA per una crisi
soltanto
MIMMO MUOLO
Francesco: patto educativo per cambiare modello di sviluppo ed evitare conflitti RICCARDO REDAELLI

P
otrà sembrare strano che nel
discorso forse più "politico" di ogni
annata - quello che il Papa rivolge
all’inizio di gennaio al Corpo
Occorrono dialogo e riforma dell’Onu. L’Europa si svegli e recuperi il suo ruolo Abituati come siamo a una
politica fatta via twitter, urla-
ta e basata sul solleticare gli u-
Diplomatico - la cifra interpretativa STEFANIA FALASCA sfide da accogliere nelle con- mori dei propri sostenitori,
principale sia di carattere artistico e la tingenze geopolitiche mon- commentata da tifosi più che
citazione più originale sia per un NUOVA IPOTESI Per addentrarsi nelle tensio- diali. Sulle tensioni tra Usa e HAFTAR: NIENTE TREGUA da analisti, diventa arduo cer-
principe della pittura come Raffaello ni del presente ci vuole spe- Iran l’appello perché tutte le care di valutare oggettiva-
Sanzio, di cui proprio quest’anno ricorre «Boeing ucraino ranza. Che esige realismo parti interessate evitino un Rappresentante mente quanto sta avvenen-
il cinquecentenario della morte. cioè «che si chiamino i pro- innalzamento dello scontro e do nel Vicino Oriente dopo
Francesco ha infatti dedicato all’Urbinate colpito da missile blemi per nome e si abbia il mantengano «accesa la fiam- di Sarraj a Roma l’uccisione del generale...
un pensiero che possiamo assumere coraggio per affrontarli». Nel ma del dialogo e dell’auto-
come "tavolozza dei colori" del grande di Teheran» discorso al Corpo diploma- controllo» nel pieno rispetto «snobba» Conte A pagina 3
affresco sulla situazione mondiale tico accreditato presso la delle legalità internazionale.
"dipinto" davanti ai rappresentanti degli Miele, Molinari e Palmas Santa Sede, il Papa ha elen- Ferrari, Spagnolo e Zoja
Stati che hanno rapporti con la Santa a pagina 6 cato una per una le crisi e le Ognibene alle pagine 4 e 5 a pagina 7 DOMANI ALLE URNE
Sede. «Come il genio dell’artista sa
comporre armonicamente materie Taiwan, "l’isola
grezze, colori e suoni diversi rendendoli
parte di un’unica opera d’arte - ha LONDRA Voto negativo del Parlamento, ma il governo cerca di mantenere un legame con il programma Ue che non c’è"
sottolineato infatti papa Bergoglio - così
prospera ancora
la diplomazia è chiamata ad armonizzare
le peculiarità dei vari popoli e Stati per
edificare un mondo di giustizia e di pace,
che è il bel quadro che vorremmo poter
Con la Brexit PIO D’EMILIA
ammirare».
Purtroppo, come si evince anche dalla
preoccupata analisi papale, la
realizzazione di quel quadro è ancora
addio Erasmus: L’isola che non c’è conti-
nua a non esserci. Oramai
sono solo 15 i Paesi che la
riconoscono come Stato
ben lungi dal suo compimento. Ma non
per questo il discorso di Francesco è
privo di speranza. Al contrario egli
consegna alla comunità internazionale
studenti a rischio indipendente, ma nel frat-
tempo Taiwan è diventata
la ventesima potenza eco-
nomica del mondo ed una
proprio la chiave di volta di questa
speranza, declinando infatti la ricerca
dell’armonia politica internazionale in
almeno sei ambiti, tutti di vitale
«isolamento» delle più avanzate e solide
democrazie dell’Asia.

A pagina 3
importanza per il futuro dell’umanità: Ferrario a pagina 21
armonia educativa, intergenerazionale e
familiare, climatica, armonia tra le
nazioni, all’interno degli organismi
internazionali e infine (ma non per POLITICA Altre due defezioni nei 5 stelle. Verifica ferma sulla prescrizione
ordine di importanza) armonia tra
uomini e donne, con la condanna di ogni
violenza contro queste ultime.
Un mondo di giustizia e di pace, dice in
sostanza Francesco, passa attraverso tali
Di Maio nella tempesta
sfide che intercettano sia gli eventi di
ogni giorno, sia le tensioni attualmente
sul tavolo delle cancellerie. E così, ad
esempio, armonia tra gli Stati non
significa solo rinnovare l’appello a
Maggioranza in panne
scongiurare «l’innalzamento dello Colpi di scena su referendum e legge eletto- del voto e il leghista attacca: «Hanno paura».
scontro» tra Usa e Iran, ma anche a rale: 8 parlamentari (dell’area forzista di Ma- Girandola di riunioni a Palazzo Chigi. Sulle
sostenere il processo di pace israelo- ra Carfagna) ritirano all’ultimo le firme an- concessioni la maggioranza è punto e a ca-
palestinese, a impegnarsi per nunciate e slitta il deposito in Cassazione del po. M5s rifiuta l’ipotesi maxi-multa e chiede
l’allentamento della tensione in tutta quesito contro il taglio a 600 dei parlamenta- la revoca ad Autostrade prima delle Regiona-
l’area mediorientale e mediterranea (il ri. Mentre la maggioranza (senza Leu, in dis- li. Iv: faremo le barricate. Conte e Pd media-
cui mare resta «un grande cimitero»), a senso) fa depositare il testo-base del M5s Bre- no, la settimana prossima si decide. Nella not-
favorire il dialogo interreligioso (il Papa scia per una legge proporzionale con soglia te vertice sulla prescrizione: senza intesa dem
cita a tal proposito i suoi viaggi in di sbarramento al 5%. Giallo-rossi in affanno e Leu minacciano il voto con il centrodestra.
Marocco e Abu Dhabi), a completare il anche sull’autorizzazione per il processo a
disarmo nucleare, a mettere fine alla Salvini: in giunta arriva la richiesta di rinvio Iasevoli e Mazza alle pagine 9 e 10
guerra in Siria, al conflitto dimenticato
dello Yemen, ai disordini in Libia e,
allargando ancor più lo sguardo, ad A NOVEMBRE
avviare processi di pacificazione in tutte
le aree di crisi, anche in Africa e
TASSO AL 59,4% Record di occupati: Letizia e Petros, a Roma
nell’America Latina ferita dall’acuirsi dei
conflitti sociali. (ma con meno ore) apolidi e senza più nulla
continua a pagina 2 Guerrini, Merico, Pazzaglia e Pini a pagina 8 Liverani a pagina 19

Tu quis es?
Ivano Dionigi

depriva del loro ruolo di delectare,


Da dove “affascinare”, docere, “insegnare”,
movere, “mobilitare le coscienze”;
ricominciare tormentata, perché affetta da una
ANNIVERSARIO
riformite permanente. Parlare di

I
n questo Paese, che ha il fondo Scuola equivale a parlare del
schiena per terra, da dove miracolo dei nostri ragazzi, così I cento anni
ricominciare un discorso uguali dal profondo Sud al profondo di Fellini,
comune? Per questa domanda, Nord. Sono loro che fanno l’unità, la
sempre più ricorrente e preoccupata, bellezza e la speranza di questo interprete del 900
conosco una sola risposta: dalla Paese diviso da tutto: dai monti, Copioli, Fagioli, Morin a p. 11
Scuola, palestra dei fondamentali del dall’economia, dalla cattiveria; un
sapere, crocevia del futuro, unica Paese benedettamente ricco di
realtà sociale pubblica dove avviene talenti e maledettamente incurante
l’incontro quotidiano e reale tra di essi. Ogni volta che li incontro,
adulti e giovani. Ma negletta e rivolgo loro un appello a fare politica: ARTE
tormentata: negletta, perché i non solo per affermare se stessi, non
professori non hanno un adeguato solo per cambiare questo Paese, ma Con Gemito
riconoscimento sociale ed anche per una sorta di pietas verso di e Giordano Parigi
economico, oberati e demotivati da noi, che non siamo riusciti a lasciare
una tale coacervo di gabbie loro un mondo migliore. diventa Napoli
organizzative e burocratiche che li © RIPRODUZIONE RISERVATA Cecchetti a p. 14