Sei sulla pagina 1di 3

Universidad Juárez

Autónoma de
Tabasco.  

División Académica de Educación y Artes.

Licenciatura en Idiomas

Italiano Avanzado

Professoressa: Reyna Velazquez Quinto

Compito: Composizione

Studente: Diego Cabrera De La Cruz


Il periodo ipotetico
In poche parole, il periodo ipotetico è un periodo attraverso il quale si esprime
un’ipotesi da cui può derivare una conseguenza. È formato da due frasi, una frase
reggente e una subordinata condizionale. La reggente esprime la conseguenza
che deriva o deriverebbe dal realizzarsi della condizione indicata nella subordinata:
Esempio:
Se avessi tempo (subordinata condizionale), verrei volentieri (reggenti)
Esistono tre tipi di periodo ipotetico:
Il primo tipo e il periodo ipotetico della REALTÀ. Questo periodo esprime una
ipotesi reale che ha una determinata o secure conseguenza.
Il primo periodo ipotetico si può formare in 4 modi:
PRESENTE INDICATIVO + PRESENTE INDICATIVO
Esempio: se mangi troppo, ingrassi
PRESENTE INDICATIVO + FUTURO INDICATIVO
Esempio: se piove, non andrò alla spiaggia
FUTURO INDICATIVO + FUTURO INDICATIVO
Esempio: se adotterai un cane, avrai una grande responsabilità
PRESENTE INDICATIVO + IMPERATIVO
Esempio: se andrai a Messico, mangia tacos!

Il secondo tipo è il periodo ipotetico della POSSIBILITÀ. Questo periodo ipotetico


esprime un’ipotesi possibile, qualcosa che può accadere ma può anche non
accadere.
Questo tipo di periodo ipotetico si forma con:
CONGIUNTIVO IMPERFETTO + CONDIZIONALE PRESENTE
Esempio: Se piovesse, non andremmo sulla spiaggia

Il terso tipo e il periodo ipotetico dell’IRREALITÁ. Questo tipo esprime un’ipotesi


impossibile, qualcosa di passato che ormai non può più accadere, così come la
sua conseguenza.
Questo tipo di periodo ipotetico si forma con:
CONGIUNTIVO TRAPASSATO + CONDIZIONALE PASSATO
Esempio: Se avessi avuto dieci milioni di euro, avrei girato tutto il mondo.

All’interno del terzo tipo, c’è il periodo ipotetico misto, questo tipo esprime una
ipotesi del passato che non si è verificata, ma secondo a chi lo dice, se lo facesse,
avrebbe alcune certe conseguenze nel presente.
Questo tipo di periodo ipotetico si forma con:
CONGIUNTIVO TRAPASSATO + CONDIZIONALE PRESENTE
Esempio: se non fossimo arrivati in ritardo, non perderemmo l’aero

Il periodo ipotetico di secondo e terzo tipo servono anche per esprimere desiderio,
sono ampiamente utilizzati nella composizione di opere letterarie come poesie e
cronache.
L’uso dei peridi ipotetici e quotidiano, ma solo quando iniziamo a analizzare tutte
sue strutture ci rendiamo conto di quanto siano complesse e difficile da imparare.