Sei sulla pagina 1di 33

SILCOPAC RTD

Manuale ponti trifase a diodi

Answer Drives S.r.l. - Partially owned by Ansaldo Sistemi Industriali -S.p.A.

answerdrives.com
IMSRTD 0
RTD
MANUALE PONTI TRIFASI A DIODI

Codice: IMSRTD-IT
Revisione: 0.1
Data: Nov-07

Contattateci per informazioni e commenti al seguente indirizzo:

www.answerdrives.com
Answer Drives S.r.l. vi ringrazia per aver scelto un drive della famiglia SILCOPAC e per eventuali segnalazioni utili a migliorare questo manuale.
INDICE

PRESCRIZIONI GENERALI DI SICUREZZA 3

1 INTRODUZIONE 5
1.1 Controlli di ricezione.. . .. .. . 5
1.2 Immagazzinamento . . . .. . . 5
1.3 Sigla di identificazione 6
1.4 Dati tecnici 6
1.5 Fusibili ultrarapidi, dimensioni e pesi 7
1.6 Morsettiera 7
1.7 Schema di impiego tipico 8
2 Montaggio 9
3 Ricambi 21
4 Manutenzione 23
4.1 Manutenzione periodica . . . . . . .. 23
4.1.1 Operazioni di manutenzione periodica consigliate . . 23
4.2 Sostituzione dei diodi . . . . . 23
4.2.1 Taglie II, III, IIIL e IIILL . . . 23
4.2.2 Taglia IV . . . . . .. 24
4.2.3 Taglia V . . . . . .. .. 25
4.2.3 Sostituzione dei fusibili interni . . . . . 26
4.3 Sostituzione dei ventilatori . . . . . 27
4.3.1 Taglie II, III, IIIL e IIILL . . . . 27
4.3.1 Taglie II, III, IIIL e IIILL . . . . 27

IMSRTD 1
IMSRTD 2
Prescrizioni generali di sicurezza

Questo manuale fornisce informazioni dettagliate e le norme di sicurezza in merito all’installazione ed alla messa in servizio, all’uso ed alla
manutenzione degli ponti a diodi serie RTD.
Il manuale è stato redatto per operatori specializzati coinvolti nell’installazione, montaggio, messa in funzione e manutenzione degli
RTD, ed adotta tre differenti tipologie di sicurezza corredate dai loro simboli di identificazione per indicare informazioni che richiedono una
attenzione speciale:

Indica un’azione scorretta che potrebbe determinare situazioni pericolose per gli operatori.
ATTENZIONE !
Inoltre, avvisa il personale di possibili pericoli che potrebbero verificarsi durante le operazioni di
manutenzione.

Tensione pericolosa Segnala la presenza di alte tensioni con il conseguente rischio di morte o
shock elettrico per gli operatori.

Indica le situazioni che potrebbero metter a rischio l’incolumità delle persone o e/o danneggiare le
apparecchiature.

Indica una procedura che dovrebbe essere seguita o evitata per eseguire in modo corretto operazioni
AVVERTENZA di installazione, riparazione o sostituzione senza danneggiare il convertitore.

Indica operazioni nell’ambito delle quali devono essere evitate le scariche elettrostatiche.

☞ Simbolo generico di AVVERTENZA

NOTA Viene utilizzato per spiegare un’istruzione, un’operazione di riparazione o altro.

! Simbolo generico di NOTA

ATTENZIONE !

Assicurarsi di leggere integralmente e comprendere appieno il presente MANUALE prima di eseguire


qualsiasi intervento sul RTD.

IMSRTD 3
RTD

NORME DI SICUREZZA
Questa sezione contiene informazioni riguardanti la sicurezza necessarie ed utili per il personale che opera con il RTD. Le informazioni sono
generali e riguardano i rischi, sia per gli operatori che per il personale di manutenzione, relativi al funzionamento e alla manutenzione del
RTD. Il mancato rispetto di tali norme può mettere a repentaglio l’incolumità delle persone con rischio di morte e danneggiare l’RTD.
Prima di operare con l’unita’ leggere le istruzioni di sicurezza.
Tutte le operazioni di manutenzione elettrica ed installazione sul RTD devono essere eseguite da tecnici qualificati.
Tutte le procedure standard di sicurezza elettrica devono essere rispettate:
-Non toccare mai nulla all'interno del RTD, se non dopo essersi assicurati che non sia a temperatura elevata
ATTENZIONE! e/o in tensione.
-Indossare sempre calzature antinfortunistiche isolate o in gomma e occhiali protettivi.
-Non lavorare mai da soli.
-Non collegare mai al sistema dispositivi di misura od oscilloscopi messi a terra.
-Non rimuovere mai gli schermi di sicurezza.
-Fare sempre estrema attenzione quando si maneggiano dei componenti o si eseguono misure all'interno del
quadro.
• PERICOLO! -L’RTD e tutti gli altri dispositivi collegati DEVONO ESSERE MESSI A TERRA IN MODO ADEGUATO.
-Le tensioni sui morsetti di uscita del RTD sono pericolose sia quando lo stesso è attivato, sia quando lo
stesso non è in funzione.
-Se l'RTD è installato in quadro, non farlo mai funzionare con le porte del quadro aperte.
• PERICOLO! RISCHIO DI INCENDIO, GRAVE DANNO!
-Alcuni modelli non hanno fusibili interni, prevedere fusibili adeguati (vedere par. 1.5 per calibro e tipo)
immediatamente a monte dell’ RTD. Non usare fusibili diversi da quelli specificati: fusibili errati possono
causare incendio, grave danno al personale, all'attrezzatura e/o parti collegate nelle vicinanze. Gli RTD
necessitano di fusibili ausiliari per le linee separate relative ai ventilatori.
-Non applicare potenza all'RTD se si presume che all'interno del contenitore o dei componenti sia penetrata
umidità, polvere od agenti chimici caustici/corrosivi.
• PERICOLO! RISCHIO DI INCENDIO, GRAVE DANNO O FERITE!
-Gli RTD sono dispositivi di tipo aperto e devono essere installati rigidamente secondo le istruzioni del
presente MANUALE ed in totale conformità con le norme e regole esistenti.
-Non immagazzinare mai materiale infiammabile dentro, sopra o vicino all’RTD.
• E' ASSOLUTAMENTE VIETATO
-Far funzionare l'RTD con tensione superiore del 10% al valore nominale.

☞ AVVERTENZA -Applicare potenza ai morsetti di uscita del RTD.


-Collegare RTD in parallelo, direttamente sui morsetti in uscita
-Collegare carichi capacitivi ai morsetti in uscita del RTD
• PERICOLO! RISCHIO DI MORTE O SCOSSA ELETTRICA!
Prima di eseguire manutenzione sull'unità si devono seguire rigidamente i seguenti punti sulla
sicurezza,:
DANGER -Effettuare la procedura di blocco/esclusione dell’alimentazione ed aprire il sezionatore principale
del quadro.
- Prima di eseguire manutenzione sul RTD assicurarsi che tutte le alimentazioni, che giungono allo
stesso (alimentazione principale ed ausiliarie), siano scollegate.
-Non mutare le distanze di isolamento o rimuovere materiali e coperture di isolamento.
-Fare attenzione a non danneggiare alcuna parte del RTD durante la movimentazione.
-Proteggere l'RTD dall'intemperie e condizioni ambientali avverse (temperatura, umidità, vibrazioni,
collisioni, ecc). Se si deve immagazzinare temporaneamente l’RTD all'esterno, si devono prendere
precauzioni speciali (vedere paragrafo 1.2).
GARANZIA E LIMITI DI RESPONSABILITA’
• GARANZIA: Per le condizioni di garanzia fare riferimento al modulo “CONDIZIONI GENERALI DI GARANZIA” allegato alla Accettazione
d’ordine.
• LIMITI DI RESPONSABILITA’: Answer Drives S.r.l non potra’ essere ritenuta responsabile né per carenze di informazioni tecniche
od errori nel presente manuale né per danni accidentali o conseguenti all’uso delle informazioni contenute nel manuale.

IMSRTD 4
RTD

1 INTRODUZIONE

Gli RTD sono dei raddrizzatori ca/cc a diodi in ponte trifase sviluppati per alimentare gli inverter serie GT3000 e GT1000 in DC Bus.
Il collegamento in DC Bus di più inverter consente, come è noto, il palleggiamento dell’energia tra carichi passivi ed attivi e
conseguentemente un risparmio di energia.
Gli RTD sono previsti in diverse versioni costruttive per tensioni 380-500V o 690V e con una gamma in corrente da 200 a 4500A.

Gli RTD non prevedono circuito di precarica.

1.1 Controlli di ricezione

All'atto della ricezione l'imballo deve risultare integro e non portare evidenti segni d'urto.
Aprendo la confezione, verificare che il contenuto corrisponda all'apparecchiatura ordinata controllandone il codice (capitolo 4 del presente
manuale) che trovate sulla targhetta applicata al fianco del modulo.

TYPE RTD Sigla del prodotto

Numero di matricola N° DATE Data di collaudo

Tensione di alimentazione INPUT V 50/60Hz 3PH Frequenza e fasi di rete


OUTPUT

Tensione di uscita VOLTAGE V DC

Corrente d’uscita in A CURRENT A

DUTY CYCLE
IEC 146 Ta 40 °C

Codice MFG

Codice a barre

E’ bene prendere nota dei dati riportati sulla targhetta prima di chiedere informazione tecniche ad Answer Drives.

Ogni apparecchio viene accompagnato dal RAPPORTO DI COLLAUDO (Codice 8CP9998).

Verificare che l'apparecchiatura non mostri segni di danneggiamento, controllandone lo stato della carpenteria e del frontale di chiusura;
controllate che le connessioni interne siano integre e corrette.

1.2 Immagazzinamento

Se il convertitore non e’ installato immediatamente, deve essere immagazzinato in ambiente pulito ed asciutto, mantenendolo nel suo
imballo originale. Ove le condizioni sopraccitate non potessero essere rispettate, proteggere l'apparecchiatura mediante involucri
impermeabili.

IMSRTD 5
RTD

Sigla di identificazione

RTD X X X U X X X
CORRENTE NOMINALE USCITA SBARRE
110=110 A 1 Quadrante DX = Destra
200=200 A SX = Sinistra
400=400 A
600=600 A TENSIONE ALIMENTAZIONE
800=800 A G = 380-500 V
1M3=1300 A K = 660 V
1M6=1600 A
1M6=1600 A
2M1=2100 A
3K2=3200 A
4K5=4500 A

1.3 Dati tecnici


RETE DI ALIMENTAZIONE / POWER SUPPLY : G =500V –K =690V +-10%, 50/60 Hz +-4%
RTD Taglia Codice Corrente Perdite Ventilatore Reattore Rete
* nominale di linea G K W
tipo SAP A CC KW V Hz A m3/h CODICE 380-500V 690V 750V
RTD110UG I ELC28832806 110 22386206 X
RTD200UG II ELC28832801 200 22386208 X
230V 1f 50/60 2x0,15 2x52
RTD400UK II ELC40845604 400 0,82 22386211 X
RTD600UK III ELC480794 600 22386213 X
230V 1f 50/60 0,35
RTD800UK III ELC40845601 800 22386215 X
RTD1K3UK III LL ELC40845606 1300 4 230V 1f 50/60 0,88 620 22386219 X
RTD1M6UKSX IVS ELC481105 1600 4,9 X
400V 3f 50 2,4 22386220
RTD1M6UKDX IVS ELC481106 1600 4,9 X
900
RTD2M1UKSX IVS ELC481040 2100 5,8 X
440V 3f 60 2,8 22386223
RTD2M1UKDX IVS ELC481041 2100 5,8 X
RTD3K2W5040 V 1000086232 3200 400V 3f 50 1,7 4500 22386223 X
RTD4K5K50 V 1000085472 4500 12 440V 3f 60 2 4500 X
R2TD500UG IIIL ELC481020 2 x 500 230V 1f 50/60 0,88 22386226 X
*SX=Uscita Sbarre A Sinistra / Busbar On The Left Side
*DX=Uscita Sbarre A Destra / Busbar On The Right Side

Condizioni ambientali
Temperatura di lavoro: 0-40°C (declassamento del 1,2% per ogni °C, 55°C max)
Temperatura di immagazzinamento: -20+70°C
Umidità relativa: 95% (senza condensa)
Altitudine sul livello del mare: 1000m. (declassamento del 1% per ogni 100m, max 3000m)
Grado di protezione: IP20 (protezione contro i contatti accidentali)
Raffreddamento: con ventilatore integrato
Norme
IEC 146.2
EN61800-3 (EMC)
E50178 (Bassa tensione)
Protezione termica intervento a 110°C Contatto NC.

IMSRTD 6
RTD

1.5 Fusibili ultrarapidi, dimensioni e pesi

RTD Fusibili UR Basi porta fusibile Dimensioni / Dimensions Peso


UF Fuses Fuse holders L/W H P/D Weight
Tipo / Type Codice A V mm mm mm kg
RTD110UG 20653305 3x125 660 206535 230 320 220 10
RTD200UG 20653307 3x200 660 206535 230 420 240 13
RTD400UK 21242904 3x400 1250 212430 230 570 262 14
RTD600UK 21242906 3x550 1250 212430 230 570 262 21
RTD800UK 40804204 3x700 1250 212430 230 875 350 46
RTD1K3UK 288 875 353 46
RTD1M6UK interni inside 424,5 964 320 100
RTD2M1UK 424,5 964 320 100
RTD3K2UK 560 875+300 563 180
RTD4K5UK 560 875+300 563 230
R2TD500UG 21242805 6x500 660 212430 230 875 350 46

1.6 Morsettiera
Morsetto Descrizione
Morsettiera XM3 (ventilatore)
U (Monofase)
V
U (Trifase) Ingresso per l'alimentazione del ventilatore vedi DATI TECNICI
V
W
Morsettiera protettore termico
$-$
$-$

IMSRTD 7
RTD

1.7 Schema di impiego tipico

U F FUSES

RFI

Lin
RTD
U V
AK1 AK2 AK3

- +
KM AM

Rp Cp

GT GT GT

M M M

IMSRTD 8
RTD

2 MONTAGGIO

TAGLIA 110A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 9
RTD

TAGLIA 200A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 10
RTD

TAGLIA 400-600-800A- SCHEMA ELETTRICO

IMSRTD 11
RTD

TAGLIA 400A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 12
RTD

TAGLIA 600A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 13
RTD

TAGLIA 800A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 14
RTD

TAGLIE , 1300A SCHEMA ELETTRICO

IMSRTD 15
RTD

TAGLIA , 1300A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 16
RTD

TAGLIE , 1600, 2100A SCHEMA ELETTRICO

IMSRTD 17
RTD

TAGLIE , 1600, 2100A INGOMBRI E FISSAGGI

IMSRTD 18
RTD

TAGLIE 3200, 4500A SCHEMA ELETTRICO

IMSRTD 19
RTD

INGOMBRI E FISSAGGI TAGLIE 3200, 4500A

IMSRTD 20
RTD

3 RICAMBI

Per minimizzare i tempi di fermo macchina, in occasione di eventuali guasti, è consigliabile disporre di una quantità adeguata di ricambi.

FUSIBILI U.R. / U.F. FUSES DIODO / DIODE


CODICE QUANTITA' CODICE TIPO QUANTITA'
TAGLIA
CONSIGLIATA TYPE CONSIGLIATA

RTD110UG 20653305 125A/660V 3 22084001 SKKD100/14 2


RTD200UG 20653307 200A/660V 3 22084001 SKKD100/14 2
RTD400UK 21242904 400A/1250V 3 407628 DD261N2000 2
RTD450UG 21242904 400A/1250V 3 22221802 MDD175-14i01 2
RTD600UK 21242909 550A/660V 3 22221902 MDD255-14i01 2
RTD800UK 40804204 700A/1250V 3 407628 DD261N2000 2
RTD1K3UK 21242906 550A/1250V 4 22143001 DD540N2000K0F 2
RTD1M6UK 40876301 1100A/690V 4 40854201 ADD700S20 2
RTD2M1UK 20652802 1250A/660V 4 40876202 AR1104S20 2
RTD3K2UK 22007402 2x900A/1250V 4 40650201 AR2004S20 2
RTD4K5UK 22007406 2x1400A/1250V 4 40690901 AR3004S20 2
R2TD500UG 22007406 2x1400A/1250V 4 22152003 AR749X20 2

VENTILATORE / BLOWER
CODICE DESCRIZIONE QUANTITA’ CONSIGLIATA
RTD200-400 206308 220V 1F/1PH 50/60HZ 1
RTD600-800 206307 220V 1F/1PH 50/60HZ 1
RTD1K3 R2TD500UG 206480 380V/440V 3F/3PH 50/60HZ 1
RTD1M6-2M1 408264-408758 380V/440V 3F/3PH 50/60HZ 1
RTD3K2-4K5 220199 380V/440V 3F/3PH 50/60HZ 1

IMSRTD 21
RTD

IMSRTD 22
RTD

4 MANUTENZIONE

4.1 Manutenzione periodica

La manutenzione del convertitore è principalmente una questione d'ispezione periodica. Si tenga presente che la pulizia e l'installazione in
ambienti non troppo caldi ed esenti da vibrazioni sono le prime precauzioni contro problemi di mal funzionamento durante l'esercizio e
consentono una lunga vita dei componenti di manovra.

Una pronta attenzione agli inconvenienti, anche piccoli, riscontrati durante le ispezioni periodiche, favorisce una lunga vita del convertitore
ed evita costose interruzioni di servizio.

4.1.1 Operazioni di manutenzione periodica consigliate


A Dopo aver tolto tensione, facendo uso di un aspiratore oppure con un getto di aria compressa a bassa pressione,
rimuovere i depositi di polvere e sporcizia dai circuiti di controllo e dal modulo di potenza, ponendo particolare
attenzione a non danneggiare i componenti.
B Controllare che non vi siano morsetti allentati o componenti staccati.
C Verificare che gli innesti elastici (faston), i connettori e le morsettiere siano completamente innestati.

4.2 Sostituzione dei diodi

4.2.1 Taglie I, II, III, IIIL e IIILL


Per queste taglie si utilizzano tiristori a base isolata per la sostituzione dei quali è necessario seguire la seguente
procedura: (fare riferimento alla figura 1 e al layout dei ponti in appendice)
1 Disalimentare il convertitore.
2 Smontare il frontale di chiusura agendo sui quattro fasteners a scatto.
3 Scollegare i due connettori della morsettiera XM1 estraendoli verso il basso.
4 Scollegare i contatti delle sbarre di potenza.
5 Smontare le sbarre di potenza fissate ai diodi.
6 Togliere le viti che fissano il diodo al radiatore. L'operazione deve essere eseguita allentando alternativamente le
viti.
7 Pulire con un batuffolo di cotone e spalmare la superficie di contatto del componente nuovo con un leggero strato
di grasso al silicone.
8 Fissare il diodo; l'operazione deve essere eseguita COPPIA DI SERRAGGIO DIODO / RADIATORE
serrando alternativamente le viti TAGLIA COPPIA
200A 5 Nm
400A 2,5 Nm
600-800A 5 Nm
9 Rimontare le sbarre di potenza. COPPIA DI SERRAGGIO SBARRE / DIODO
200A 3 Nm
400A 5 Nm
600-800A 9 Nm
10 Rimontare il frontale di chiusura.

IMSRTD 23
RTD

4.2.2 Taglie IV
Tale taglia utilizza diodi a disco per la sostituzione dei quali è necessario seguire la seguente procedura: (fare riferimento
alle figure 2 e 3 e al layout dei ponti in appendice)
1 Disalimentare il convertitore.
2 Smontare il frontale di chiusura agendo sui fasteners a scatto.
3 Smontare i pannelli di protezione in plexiglass agendo sui fasteners a scatto.
4 Allentare i dadi di fissaggio delle due sbarrette laterali di collegamento dello stack interessato.
5 Allentare il dado di fissaggio del fusibile collegato allo stack interessato e rimuoverlo.
6 Sconnettere tutti i connettori elastici (faston) che collegano lo stack interessato alle altre sezioni.
7 Svitare i quattro bulloni di fissaggio del coperchio alla carpenteria ed estrarre lo stack tirandolo verso il fronte
convertitore.
8 Lavorando al banco, allentare alternativamente le due viti di chiusura del clamp e sostituire la cella a disco del
tiristore (attenzione ai due pernetti di centraggio posti fra cella e radiatore).
9 Togliere il grasso e lo sporco presente sulla zona di contatto, spalmare un nuovo strato di grasso conduttivo (EJC2
o simili) sul radiatore e posizionare la cella sullo stesso con i due pernetti.
10 Richiudere il clamp serrando alternativamente le due viti fino allo sblocco della linguetta di controllo chiusa nel dado
centrale di taratura della molla dinamometrica. Alla linguetta deve essere consentita una rotazione libera ma
frizionata (la pastiglia deve essere nell'apposita sede ricavata nel radiatore).
11 Reinserire lo stack.
12 Ricollegare tutti i connettori elastici (faston) nella corretta posizione.
13 Rimontare il fusibile.
14 Serrare i dadi delle sbarrette laterali di collegamento dello stack

protezione in
frontale di chiusura plexiglass dado fissaggio fusibile

posizione 1

posizione 1

bulloni di
fissaggio
del
Fasteners fissaggi ad incastro coperchio
dado fissaggio
barretta laterale connettori elastici faston
Figura 2

IMSRTD 24
RTD

Radiatori

Diodo

Pastiglia

Linguetta

Viti di
Clamp chiusura

Dado di taratura del clamp (non allentare)


Pernetti di centraggio tiristore
Figura 3

4.2.3 Taglie V
Tale taglia utilizza diodi a disco per la sostituzione dei quali è necessario seguire la seguente procedura:
1 Disalimentare il convertitore.
2 Smontare i pannelli frontali di chiusura svitando le apposite viti di fissaggio;
3 Visto frontalmente il convertitore può essere suddiviso in tre
vani:
vano superiore (A), in cui sono disposti i fusibili; VANO (A)
vano centrale (B), in cui sono disposti gli stack tiristori;
vano inferiore (C), in cui sono disposte le schede elettroniche;
4 Nel vano (B) sono disposti complessivamente sei stacks,
ciascuno dei quali può contenere una o due celle a disco VANO (B)
(tiristori) a seconda che si tratti di un convertitore
unidirezionale oppure reversibile; ciascuno stack costituisce un
singolo pezzo, così che gli stacks frontali possono essere
VANO (C)
immediatamente rimossi, gli stacks interni possono essere
sfilati dopo aver rimosso quelli davanti.

5 Nel vano (A), fissati al bordo superiore delle sbarre centrali, ci


sono i morsetti di connessione fra i comandi di accensione
provenienti dalla Scheda P (vano C) e i cavetti collegati ai F F

tiristori (gate/catodo); sconnettere dai morsetti i cavi F F

provenienti dalla Scheda P (prendere nota della connessione);


F F

F F

F F

F F

IMSRTD 25
RTD

6 Setti separatori per taglie in tensione >K


7 Nel vano (A) sono disposti i fusibili (di ramo); i fusibili sono
connessi alle sbarre degli stacks per mezzo di appositi bulloni;
F
allentare e togliere i bulloni di fissaggio alle sbarre degli stacks Dado di
che devono essere smontati fissaggio alle
sbarre

8 Nel vano (C), al centro, le sbarre degli stacks sono connesse


alle sbarre di arrivo della potenza, ciascuna per mezzo di
quattro bulloni (due coppie contrapposte); allentare e togliere i
bulloni per liberare i gruppi stack da smontare;

9 Se sullo stack da rimuovere è montata la pastiglia termica,


scollegare i due cavetti ad essa connessi;

10 A questo punto i gruppi stacks sono liberi e possono essere sfilati frontalmente facendoli scorrere sulle apposite
guide;
11 Lavorando al banco, allentare alternativamente le due viti di chiusura del clamp e sostituire la cella a disco
(attenzione ai due pernetti di centraggio posti fra cella e radiatore);
12 Togliere il grasso e lo sporco presente sulla zona di contatto, spalmare un nuovo strato di grasso cunduttivo (EJC2
o simili) sul radiatore e posizionare la cella sullo stesso con i due pernetti
13 Richiudere il clamp serrando alternativamente le
due viti fino allo sblocco della linguetta di
controllo chiusa nel dado centrale di taratura della
molla dinomometrica. Alla linguetta deve essere
consentita una rotazione libera ma frizionata. L in g u e tta

14 Reinserire tutti gli stacks rimossi;

15 Richiudere tutte le coppie di bulloni contrapposti di fissaggio degli stacks alle sbarre di arrivo potenza (vano C);
16 Richiudere i bulloni di fissaggio degli stacks ai fusibili
17 Montare i coperchi frontali di chiusura.

IMSRTD 26
RTD

4.3 Sostituzione dei fusibili interni

Per la taglia IV, togliere il coperchio, allentare le viti di fissaggio e sostituirli.

Per la taglia V, smontare il frontale di chiusura del vano superiore (A); i fusibili sono direttamente accessibili, e sono fissati ciascuno con
due bulloni.

I fusibili devono essere sostituiti con altri tassativamente dello stesso tipo.

4.4 Sostituzione dei ventilatori

4.4.1 Taglie II, III, IIIL e IIILL


Svitare i quattro bulloni di fissaggio sui due lati del modulo ed estrarre verso il basso il complesso supporto / ventilatore. Lavorando al
banco, sostituire il ventilatore smontandolo dal supporto.
Reinserire il complesso supporto/ventilatore ed avvitare i quattro bulloni sui due lati del convertitore.

4.4.2 Taglie IV e V
Il ventilatore è fornito sciolto e montato a cura dell'utente.
Quando il ventilatore è montato sul convertitore, per sostituirlo svitare i bulloni di fissaggio della piastra e rimuovere il complesso verso
l'alto.

Ventilatore a
Direzione
torrino

Morsetti

Piastra di fissaggio dadi di fissaggio


della piastra

dadi di fissaggio

ventilatore
direzione

Gruppo ventilatore

TAGLIE I, II, III, IIIL, IIILL TAGLIE IV E V

IMSRTD 27
RTD

IMSRTD 28
Answer Drives S.r.l.
Head Office:
Viale Sarca, 336 – 20126 Milano - Italia
Operation Site:
S.S 11 Cà Sordis, 4 I-36054 Montebello Vicentino (VI) - Italia
Ph. +39 0444 449268
F +39 0444 449276

www. answerdrives.com