Sei sulla pagina 1di 113

GT3000

Manuale di Comunicazione

Answer Drives S.r.l. - Partially owned by Ansaldo Sistemi Industriali -S.p.A.

answerdrives.com
GT3000
MANUALE DI COMUNICAZIONE

Codice: IMGT30005EN
Revisione: 0.4
Versione SW: 3G02.xxD1
3G2.xxE1
Data: Gen-08

Contattateci per informazioni e commenti al seguente indirizzo:

www.answerdrives.com

Answer Drives S.r.l.. vi ringrazia per aver scelto un prodotto della famiglia GT1000 e per eventuali segnalazioni utili a migliorare questo manuale.
Sommario ..................................................................................................................................................................................................................I
Prefazione .............................................................................................................................................................................................................. IV
Norme di sicurezza............................................................................................................................................................................................ V
1 Scheda di comunicazione opzionale Profibus ...............................................................................................................................................1
1.1 Introduzione..................................................................................................................................................................................................1
1.1.1 Identificazione di un GT3000 con seriale Profibus - DP .....................................................................................................................1
1.2 Dati tecnici della scheda di comunicazione Profibus DP..............................................................................................................................2
1.2.1 Generalità ...........................................................................................................................................................................................2
1.2.2 Cavo PROFIBUS................................................................................................................................................................................2
1.3 Collegamenti e layout scheda.......................................................................................................................................................................2
1.3.1 Collegamenti.......................................................................................................................................................................................2
1.3.2 Layout scheda e LED .........................................................................................................................................................................3
1.4 Installazione..................................................................................................................................................................................................4
1.5 Generalità .....................................................................................................................................................................................................8
1.5.1 Struttura messaggi inviati e ricevuti tramite rete PROFIBUS .............................................................................................................8
1.6 Parametri di configurazione Profibus............................................................................................................................................................9
1.6.1 Abilitazione comunicazione PROFIBUS.............................................................................................................................................9
1.6.2 Selezione struttura Command Word...................................................................................................................................................9
1.6.3 Impostazione Word per configurare il messaggio ricevuto.................................................................................................................9
1.6.4 Impostazione Word per configurare il messaggio inviato ...............................................................................................................10
1.6.5 Modifica normalizzazione valori nominali per riferimenti e retroazioni via Profibus..........................................................................13
1.6.6 Gestione perdita comunicazione con master PROFIBUS ................................................................................................................13
1.6.7 Funzione per ritardo aggiornamento comandi / riferimenti via PROFIBUS in caso di strappo seriale .............................................13
1.6.8 Funzione per scarto Command Word PROFIBUS in caso di bit tutti a zero ....................................................................................14
1.7 Descrizione delle Word Bit Significant........................................................................................................................................................14
1.7.1 Command Word................................................................................................................................................................................14
1.7.2 Command Word ausiliaria ................................................................................................................................................................15
1.7.3 Status Word ......................................................................................................................................................................................15
1.7.4 Word saturazione regolatori FOC.....................................................................................................................................................16
1.7.5 Word stato allarmi.............................................................................................................................................................................16
1.7.6 Word stato protezioni hardware........................................................................................................................................................17
1.7.7 Word stato protezioni Software (TripsSW1) .....................................................................................................................................17
1.7.8 Word stato protezioni Software (TripsSW2) ....................................................................................................................................18
1.7.9 Word stato ingressi ed uscite digitali scheda Microprocessore ........................................................................................................18
1.7.10 Word stato comandi........................................................................................................................................................................18
1.7.11 Word ausiliaria segnalazioni protezioni ..........................................................................................................................................19
1.7.12 Word comando uscite digitali scheda Exp. DI/DO..........................................................................................................................19
1.7.13 Word stato ingressi digitali schede Exp. DI/DO..............................................................................................................................19
1.8 Codifica ultima protezione e ultimo allarme................................................................................................................................................20
1.9 Parametrizzazione controllo via PROFIBUS ..............................................................................................................................................22
1.9.1 Messaggio di parametrizzazione inviato dal Master allo Slave ........................................................................................................22
1.9.2 Messaggio di parametrizzazione inviato dallo Slave al Master ........................................................................................................22

IMGT30005IT V
Prefazione GT3000 Manuale Comunicazione

2 Rete Modbus .....................................................................................................................................................................................................23


2.1 Introduzione................................................................................................................................................................................................23
2.1.1 Caratteristiche Modbus GT3000 ......................................................................................................................................................23
2.2 Dati tecnici della scheda di comunicazione Modbus .................................................................................................................................24
2.2.1 Generalità .........................................................................................................................................................................................24
2.2.2 Cavo MODBUS ................................................................................................................................................................................24
2.3 Collegamenti e layout scheda Modbus.......................................................................................................................................................24
2.3.1 Collegamenti.....................................................................................................................................................................................25
2.3.2 Layout scheda e LED .......................................................................................................................................................................26
2.4 Installazione................................................................................................................................................................................................26
2.5 Presentazione protocollo Modbus ..............................................................................................................................................................30
2.5.1 Struttura messaggio Modbus............................................................................................................................................................31
2.5.2 Metodi di controllo errore ..................................................................................................................................................................32
2.5.3 Formati Funzione Modbus ................................................................................................................................................................32
2.5.4 Risposte di eccezione.......................................................................................................................................................................37
A GT_MOT 38
2A.6 Parametri per configurazione Modbus RTU.............................................................................................................................................39
2A.6.1 Procedura abilitazione Comunicazione MODBUS .........................................................................................................................39
2A.6.2 Selezione struttura Word di comando ............................................................................................................................................40
2A.6.3 Write single/multiple holding register - funzione 0x06 / 0x10 - 4xxxx.............................................................................................40
2A.6.4 Read holding register - funzione 0x03 - 4xxxx ...............................................................................................................................41
2A.6.5 Normalizzazione valori nominali per riferimenti e feedback provenienti da rete MODBUS ...........................................................42
2A.6.6 Perdita comunicazione master MODBUS ......................................................................................................................................42
2A.7 Write single/multiple coil status - funzione 0x05 / 0x0f - 0xxxx ................................................................................................................43
2A.7.1 Word di Comando ..........................................................................................................................................................................43
2A.7.2 Word di Comando Ausiliaria ..........................................................................................................................................................44
2A.7.3 Word di comando di uscita digitale su scheda espansione DI/DO.................................................................................................44
2A.8 Read coil status - funzione 0x01 - 0xxxx..................................................................................................................................................45
2A.8.1 Word di Stato..................................................................................................................................................................................45
2A.8.2 Word saturazione regolatore per controllo FOC ............................................................................................................................45
2A.8.3 Word di Allarmi ...............................................................................................................................................................................46
2A.8.4 Hardware trip word status .............................................................................................................................................................46
2A.8.5 Software trip word status #1 ..........................................................................................................................................................47
2A.8.6 Software trip word status #2...........................................................................................................................................................47
2A.8.7 Stato Word di ingresso ed uscita digitale su scheda Microprocessore .........................................................................................47
2A.8.8 Esecuzione Commands Word........................................................................................................................................................48
2A.8.9 Trip Word Ausiliaria........................................................................................................................................................................48
2A.8.10 Word di stato degli ingressi digitali su scheda di espansione Di/Do ............................................................................................48
2A.9 Ultima protezione / codifica allarme .........................................................................................................................................................49
2A.10 Parametrizazione controllo via Modbus .................................................................................................................................................50
2A.10.1 Messaggio di parametrizzazione spedito da master a slave........................................................................................................50
2A.10.2 Messaggio di parametrizzazione spedito da slave a master........................................................................................................50
2A.11 Parametro di configurazione controllo via Modbus MULTIPLE..............................................................................................................53
2A.11.1 Messaggio spedito da master e slave........................................................................................................................................53
2A.11.2 Messaggio spedito da slave a master........................................................................................................................................53
2A.12 Diagnostica scheda Modbus ...............................................................................................................................................................54
2A.13 Annuncio di stato Modbus su interfaccia PC........................................................................................................................................54
2A.14 Lettura/scrittura Dati Massimi...............................................................................................................................................................54

VI IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Prefazione

B GT_AFE 55
2B.6 Parametri per configurazione Modbus RTU.............................................................................................................................................56
2B.6.1 Procedura abilitazione Comunicazione MODBUS .........................................................................................................................56
2B.6.2 Selezione struttura Word di comando ............................................................................................................................................57
2B.6.3 Write single/multiple holding register - funzione 0x06 / 0x10 - 4xxxx.............................................................................................57
2B.6.4 Read holding register - funzione 0x03 - 4xxxx ...............................................................................................................................58
2B.6.5 Normalizzazione valori nominali per riferimenti e feedback provenienti da rete MODBUS ...........................................................59
2B.6.6 Perdita comunicazione master MODBUS ......................................................................................................................................59
2B.7 Write single/multiple coil status - funzione 0x05 / 0x0f - 0xxxx ................................................................................................................60
2B.7.1 Word di Comando ..........................................................................................................................................................................60
2B.7.2 Word di Comando Ausiliaria ..........................................................................................................................................................61
2B.7.3 Word di comando di uscita digitale su scheda espansione DI/DO.................................................................................................61
2B.8 Read coil status - funzione 0x01 - 0xxxx..................................................................................................................................................62
2B.8.1 Word di Stato..................................................................................................................................................................................62
2B.8.2 Word saturazione regolatore per controllo FOC ............................................................................................................................62
2B.8.3 Word di Allarmi ...............................................................................................................................................................................62
2B.8.4 Hardware trip word status .............................................................................................................................................................63
2B.8.5 Software trip word status #1 ..........................................................................................................................................................63
2B.8.6 Software trip word status #2...........................................................................................................................................................63
2B.8.7 Stato Word di ingresso ed uscita digitale su scheda Microprocessore .........................................................................................64
2B.8.8 Esecuzione Commands Word........................................................................................................................................................64
2B.8.9 Trip Word Ausiliaria ........................................................................................................................................................................65
2B.8.10 Word di stato degli ingressi digitali su scheda di espansione Di/Do ............................................................................................65
2.B9 Ultima protezione / codifica allarme .........................................................................................................................................................66
2B.10 Parametrizazione controllo via Modbus .................................................................................................................................................66
2B.10.1 Messaggio di parametrizzazione spedito da master a slave........................................................................................................66
2B.10.2 Messaggio di parametrizzazione spedito da slave a master........................................................................................................67
2B.11 Parametro di configurazione controllo via Modbus MULTIPLE..............................................................................................................69
2B.11.1 Messaggio spedito da master e slave........................................................................................................................................69
2B.11.2 Messaggio spedito da slave a master........................................................................................................................................69
2B.12 Diagnostica scheda Modbus ...............................................................................................................................................................70
2B.13 Annuncio di stato Modbus su interfaccia PC........................................................................................................................................70
2B.14 Lettura/scrittura Dati Massimi...............................................................................................................................................................70

3 DeviceNet Profile 12 .........................................................................................................................................................................................71


3.0 Introduzione................................................................................................................................................................................................71
3.1 ...................................................................................................................................................................................................................71
3.2 Schede di interfaccia ..................................................................................................................................................................................72
3.3 Dati tecnici scheda di comunicazione AnyBus - S......................................................................................................................................73
3.3.1 Generalità .........................................................................................................................................................................................73
3.3.2 Disposotivo connettore/cavo ............................................................................................................................................................73
3.3.3 Layout scheda e LED ......................................................................................................................................................................74
3.4 Installazione ...............................................................................................................................................................................................75
3.5 Generalità ...................................................................................................................................................................................................77
3.5.1 Struttura messaggi inviati e ricevuti tramite rete DeviceNet ............................................................................................................77
3.6 Parametri di configurazione DeviceNet ......................................................................................................................................................78
3.6.1 Abilitazione comunicazione DeviceNet.............................................................................................................................................78
3.6.2 Selezione struttura Command Word.................................................................................................................................................78
3.6.3 Impostazione Word per configurare il messaggio ricevuto...............................................................................................................78
3.6.4 Impostazione Word per configurare il messaggio inviato ...............................................................................................................79
3.6.5 modifica normalizzazione valori nominali per riferimenti e retroazioni via DeviceNet .....................................................................81
3.6.6 Gestione perdita comunicazione con master DeviceNet.................................................................................................................81

IMGT30005IT VII
Prefazione GT3000 Manuale Comunicazione

3.6.7 Funzione per ritardo aggiornamento comandi / riferimenti via DeviceNet in caso di strappo seriale ..............................................82
3.6.8 Funzione per scarto Command Word DeviceNet in caso di bit tutti a zero .....................................................................................82
3.7 Descrizione delle word bit significant..........................................................................................................................................................82
3.7.1 Command Word................................................................................................................................................................................82
3.7.2 Command Word ausiliaria ................................................................................................................................................................83
3.7.3 Status Word......................................................................................................................................................................................84
3.7.4 Word saturazione regolatori FOC.....................................................................................................................................................84
3.7.5 Word stato allarmi.............................................................................................................................................................................85
3.7.6 Word stato protezioni hardware........................................................................................................................................................85
3.7.7 Word stato protezioni Software #1 ...................................................................................................................................................86
3.7.8 Word stato protezioni Software #2 ...................................................................................................................................................86
3.7.9 Word stato ingressi ed uscite digitali scheda Microprocessore........................................................................................................86
3.7.10 Word stato comandi........................................................................................................................................................................86
3.7.11 Word ausiliaria segnalazioni protezioni ..........................................................................................................................................87
3.7.12 Word comando uscite digitali scheda DI/DO ..................................................................................................................................88
3.7.13 Word stato ingressi digitali schede DI/DO ......................................................................................................................................88
3.8 Codifica ultima protezione e ultimo allarme................................................................................................................................................89
3.9 Parametrizzazione controllo via DeviceNet ...............................................................................................................................................90
3.9.1 Messaggio di parametrizzazione inviato dal Master allo Slave ........................................................................................................90
3.9.2 Messaggio di parametrizzazione inviato dallo Slave al Master ........................................................................................................90

APPENDICE 3A:.....................................................................................................................................................................................................91
3A.0 Generalità.................................................................................................................................................................................................91
3A.1 Area dati di ingresso e uscita ...................................................................................................................................................................91
3A.2 Area dati Parametri di ingresso e uscita ..................................................................................................................................................91
3A.3 Implemented Objects ...............................................................................................................................................................................91
3A.3.1 Identify Object, Class 01h ...............................................................................................................................................................92
3A.3.2 Message Router, Class 02h ............................................................................................................................................................93
3A.3.3 DeviceNet Object, Class 03h...........................................................................................................................................................93
3A.3.4 Assembly Object, Class 04h............................................................................................................................................................93
3A.3.5 DeviceNet Commection Object, Class 05h .....................................................................................................................................96
3A.3.6 Acknoledget Handler Object, Class 2Bh .........................................................................................................................................97
3A.3.7 I/O data Input Mapping Object, Class A0h ......................................................................................................................................98
3A.3.8 I/O data Output Mapping Object, Class A1h ...................................................................................................................................98
3A.3.9 Diagnostic Object, Class AAh..........................................................................................................................................................99
3A.3.10 Parameter data Input Mapping Object, Class B0h ......................................................................................................................100
3A.3.11 Parameter data Input Mapping Object, Class B1h ......................................................................................................................100

VIII IMGT30005IT
PREFAZIONE

Questo manuale fornisce informazioni dettagliate e le norme di sicurezza in merito all’installazione ed alla messa in servizio, all’uso ed alla
manutenzione degli inverter serie GT3000.
Il manuale è stato redatto per operatori specializzati coinvolti nell’installazione, montaggio, messa in funzione e manutenzione degli inverter
GT3000, ed adotta tre differenti tipologie di sicurezza corredate dai loro simboli di identificazione per indicare informazioni che richiedono una
attenzione speciale:

ATTENZIONE! Indica un’azione scorretta che potrebbe determinare situazioni pericolose per gli operatori. Inoltre,
avvisa il personale di possibili pericoli che potrebbero verificarsi durante le operazioni di manutenzione.

Tensione pericolosa Segnala la presenza di alte tensioni con il conseguente rischio di morte o shock
elettrico per gli operatori.

Indica le situazioni che potrebbero metter a rischio l’incolumita delle persone o e/o danneggiare le
apparecchiature.

Indica una procedura che dovrebbe essere seguita o evitata per eseguire in modo corretto operazioni di
AVVERTENZA installazione, riparazione o sostituzione senza danneggiare l’inverter.

Indica operazioni nell’ambito delle quali devono essere evitate le scariche elettrostatiche.

"
☞ Simbolo generico di AVVERTENZA

NOTA Viene utilizzato per spiegare un’istruzione, un’operazione di riparazione o altro.

3 Simbolo generico di NOTA

Struttura Documentazione
La documentazione del GT3000 include i seguenti manuali:

Manuale Base Vecchia versione IMGT30003EN


Nuova versione IMGT30016EN
Manuale Hardware e Software Avanzato Vecchia versione IMGT30004EN
Nuova versione IMGT300167EN
Manuale di Comunicazione IMGT30005EN

Assicurarsi di leggere integralmente e comprendere appieno il presente MANUALE prima di eseguire qualsiasi
ATTENZIONE! intervento sul GT3000.

IMGT30005IT V
Prefazione GT3000 Manuale Comunicazione

Norme di Sicurezza
Questa sezione contiene informazioni riguardanti la sicurezza necessarie ed utili per il personale che opera con il GT3000. Le informazioni sono
generali e riguardano i rischi, sia per gli operatori che per il personale di manutenzione, relativi al funzionamento e alla manutenzione dell'inverter.
Il mancato rispetto di tali norme può mettere a repentaglio l’incolumità delle persone con rischio di morte e danneggiare l’inverter, il
motore o la macchina operatrice.
Prima di operare con l’unita’ leggere le istruzioni di sicurezza.
Tutte le operazioni di manutenzione elettrica ed installazione sul GT3000 devono essere eseguite da tecnici
ATTENZIONE! qualificati.
Tutte le procedure standard di sicurezza elettrica devono essere rispettate:
• Non toccare mai nulla all'interno dell'inverter, se non dopo essersi assicurati che non sia a
temperatura elevata e/o in tensione.
• Indossare sempre calzature antinfortunistiche isolate o in gomma e occhiali protettivi.
• Non lavorare mai da soli.
• Non collegare mai al sistema dispositivi di misura od oscilloscopi messi a terra.
• Non rimuovere mai gli schermi di sicurezza.
• Fare sempre estrema attenzione quando si maneggiano dei componenti o si eseguono misure
all'interno del quadro.

• PERICOLO!
• Il GT3000 e tutti gli altri dispositivi collegati DEVONO ESSERE MESSI A TERRA IN MODO ADEGUATO.
• Le tensioni sui morsetti di uscita del GT3000 sono pericolose sia quando l'inverter è attivato, sia quando lo stesso non è in
funzione. Considerare, inoltre, che il motore potrebbe ruotare in qualsiasi momento non appena si collega l’alimentazione e la
batteria di condensatori viene caricata.
• Se l'inverter è installato in quadro, non farlo mai funzionare con le porte del quadro aperte.

• PERICOLO! RISCHIO DI INCENDIO, GRAVE DANNO!


• Il convertitore non ha fusibili interni, prevedere fusibili specificati immediatamente a monte dell'inverter. Non usare fusibili diversi
da quelli specificati: fusibili errati possono causare incendio, grave danno al personale, all'attrezzatura e/o parti collegate nelle
vicinanze. Alcune unità necessitano di fusibili ausiliari per le linee separate relative ai ventilatori ed ai circuiti ausiliari.
• Non applicare potenza all'inverter se si presume che all'interno del contenitore o dei componenti sia penetrata umidità, polvere od
agenti chimici caustici/corrosivi.

• PERICOLO! RISCHIO DI INCENDIO, GRAVE DANNO O FERITE!


• GT3000 sono dispositivi di tipo aperto e devono essere installati rigidamente secondo le istruzioni del presente MANUALE ed in
totale conformità con le norme e regole esistenti.
• Non immagazzinare mai materiale infiammabile dentro, sopra o vicino all’inverter.

• È ASSOLUTAMENTE VIETATO
• Far funzionare l'inverter con tensione superiore del 10% al valore nominale.

☞ •

Applicare potenza ai morsetti di uscita del GT3000.
Collegare GT3000 in parallelo, direttamente sui morsetti in uscita

AVVERTENZA • Collegare carichi capacitivi ai morsetti in uscita del GT3000


• Collegare l'ingresso dell'inverter all'uscita (Bypass)
• Se l'inverter non viene alimentato entro due anni, potrebbe essere necessario riformattare i
condensatori elettrolitici. Fare ciò alimentando il GT3000 non abilitato (Drive Enable aperto) per
almeno due ore con il motore in funzione.

VI IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Prefazione

• PERICOLO! RISCHIO DI MORTE O SCOSSA ELETTRICA!


Prima di eseguire manutenzione sull'unità si devono seguire rigidamente i seguenti punti sulla sicurezza:
• Effettuare la procedura di blocco/esclusione dell’alimentazione elettrica ed aprire il
DANGER sezionatore principale del quadro.
• Assicurarsi che tutte le alimentazioni che giungono al GT3000 (alimentazione principale ed
ausiliarie) siano scollegate prima di eseguire manutenzione sull'inverter.
• Attendere almeno dieci (10) minuti dopo aver scollegato l'alimentazione prima di eseguire
manutenzione sull'unità.Prima di accedere ai morsetti motore accertarsi che i condensatori
del bus DC siano scarichi: verificando con un multimetro calibrato per 1000Vdc o superiore
che la tensione DC sia inferiore a 40V. Fare riferimento alla targhetta di sicurezza presente
su tutti gli inverter.
• Il GT3000 viene fornito con molte funzioni automatiche di reset e ripartenza che possono
riavviare automaticamente l’unità. Non attivare tali funzioni se possono verificarsi situazioni di
pericolo.
• Non mutare le distanze di isolamento o rimuovere materiali e coperture di isolamento.
• Il GT3000 fornisce un controllo a frequenza variabile. I motori ed i carichi devono essere in
grado di funzionare nel campo di velocità e potenza fornito dall’inverter.
• Coordinare la tensione e la corrente nominale del motore e dell’inverter. La tensione
nominale del motore deve essere superiore a 1/2 della tensione di ingresso e la corrente
nominale del motore deve essere maggiore di 1/3 della corrente in uscita del GT3000.
• Il GT3000, indipendentemente dalla frequenza di in uscita, produce una tensione di uscita ad
impulsi con un valore di picco di circa 1.4 volte la tensione AC di ingresso e con tempi di
salita molto brevi. La tensione di tali impulsi può quasi raddoppiare, in base alle
caratteristiche del cavo, sui morsetti motore: assicurarsi che i cavi di uscita e l'isolamento
motore siano progettati per resistere a sollecitazioni aggiuntive.
• Se si devono eseguire dei test di isolamento sul motore e sui cavi, scollegare prima i cavi
dall'inverter. Non si devono eseguire sui componenti del GT3000 dei test ad alto potenziale.
• Fare attenzione a non danneggiare alcuna parte del GT3000 durante la movimentazione.
• Proteggere l'inverter dall'intemperie e condizioni ambientali avverse (temperatura, umidità,
vibrazioni, collisioni, ecc). Se si deve immagazzinare temporaneamente l’inverter all'esterno,
si devono prendere precauzioni speciali (vedere Capitolo 2A.2 del Manuale Avanzato).

Il GT3000 contiene componenti sensibili alle cariche elettrostatiche; tali componenti potrebbero danneggiarsi se
ATTENZIONE! maneggiati in modo non adeguato. Durante le operazioni di manutenzione o sostituzione delle schede
elettroniche, si devono seguire i punti indicati qui sotto:

• Usare un kit di manutenzione per le cariche elettrostatiche. Si devono prendere adeguate precauzioni
controllo le scariche elettrostatiche (ESD):
• Indossare cinghie statiche adeguatamente messe a terra.
• Maneggiare le schede tenendole per i bordi.
• Le schede non dovranno entrare in contatto con materiali altamente isolanti quali fogli di plastica, superfici
isolanti, parti di tessuti sintetici.
• Le schede saranno collocate solo su superfici conduttive
• Le schede devono essere imballate in fogli conduttivi prima della spedizione.

Garanzia e limiti di responsabilità


• Garanzia
Per le condizioni di garanzia fare riferimento al modulo “CONDIZIONI GENERALI DI GARANZIA” allegato alla Accettazione d’ordine
• Limiti di responsabilità
Answer Drives S.r.l. non potra’ essere ritenuta responsabile né per carenze di informazioni tecniche od errori nel presente manuale né
per danni accidentali o conseguenti all’uso delle informazioni contenute nel manuale.

IMGT30005IT VII
Prefazione GT3000 Manuale Comunicazione

VIII IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

1 SCHEDA DI COMUNICAZIONE OPZIONALE PROFIBUS


1.1 Introduzione
Profibus è un bus di campo standard adatto ad una vasta gamma di applicazioni nell’automazione di fabbricazione, di processo e nel building
automation. Profibus è standardizzato dalla norma europea EN 50170. Con Profibus, dispositivi di costruttori diversi possono comunicare senza
l’utilizzo di interfacce speciali. Profibus puo’ essere usato sia per trasmissioni dati ad alta velocita’ che per compiti di comunicazione complessi. La
famiglia Profibus prevede tre versioni compatibili.
Profibus DP
Ottimizzata per applicazioni ad alta velocita’ e bassi costi, tale versione di Profibus è particolarmente indicata per per comunicazione tra sistemi di
controllo e I/O distribuito a livello device.
Profibus PA
Profibus PA è stata concepita per l’automazione di processo e permette di collegare sensori ed attuatori su una linea comune anche in aree a sicurezza
intrinseca. Profibus PA prevede la trasmissione di dati e di potenza su un Bus “two-wire secondo lo standard internazionale IEC 1158-2.
Profibus FMS
Profibus FMS si configura come soluzione di tipo general-purpose per comunicazioni a livello cella di lavorazione. I potenti servizi di FMS
permettono un ampia gamma di applicazioni con una grande flessibilita’. Profibus FMS puo’ essere usato per compiti di comunicazione complessi.
1.1.1 Identificazione di un GT3000 con seriale Profibus-DP
Il protocollo Profibus DP definisce come devono essere trasmessi i dati sul bus tra le diverse stazioni. I dati dell’utente non sono valutati dal
protocollo di trasmissione Profibus DP.
L’identificazione di un dispositivo DP avviene attraverso un file GSD (Device DataBase File), fornito dal costruttore del dispositivo, in cui sono
definiti gli elementi specifici dello stesso e che consente di utilizzare dei tool di sviluppo indipendenti da uno specifico costruttore, ma compatibili
con l’uso di tali DataBase.
Il file GSD definisce come devono essere parametrizzati i GT3000 (campo parametri) e come devono essere trasmessi i valori nominali e le parole
di comando (campo dati di processo).
Il GT3000 può essere collegato alla rete Profibus DP usando una scheda di comunicazione opzionale SUPRB; l’inverter potrà, quindi, essere
controllato, monitorato e programmato da un un sistema di automazione sovraordinato come PLC, PC ecc.
La scheda di comunicazione SUPRB deve essere installata sulla scheda microprocessore del GT3000. Vedere Fig.1.4 e 1.4.6.

MASTER

SLAVE SLAVE SLAVE SLAVE SLAVE

SLAVE SLAVE

32 nodi/segmento 32 nodi/segmento

max 126 nodi (4 segmenti)

Figura 1.1 Collegamenti e terminazione bus

Terminazione

R Repeater

Tra il Profibus per GT3000 AFE e per controllo motore ci sono alcune differenze.
ATTENZIONE Nel manuale tale differenze sono evidenziate con
GT_MOT = Firmware controllo motore
GT_AFE = Firmware controllo AFE
Il GT3000 con controllo AFE prevede solo la scheda Microprocessor Plus.

IMGT30005IT 1
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.2 Dati tecnici della scheda di comunicazione Profibus DP


1.2.1 Generalità
Tabella 1.2.1 Dati tecnici Profibus
Collegamenti Interfaccia SUPRB: connettore sub D 9-pin (femmina)
Profibus DP Codice ELC45248701
Cavo Doppino schermato (STP)
Isolamento 500 VDC
Comunicazione Profibus DP Come descritto nel documento “Profibus Profile for variable speed drives, Profidrive”
PPO tipi 1, 2, 3, 4, 5
Baud rate da 9.6 kbaud a 12 Mbaud
Stazioni (Nodi) 2 to 126
Condizioni Temperatura di lavoro -10°C - 55°C
ambientali Temperatura di -10°C - 60°C
immagazzinamento
Umidita’ relativa <95%, senza condensa
Altitudine Max. 1000 m slm
Vibrazioni 0.5 G a 9 - 200 Hz
Sicurezza Secondo Norma EN50178

1.2.2 Cavo Profibus


I dispositivi Profibus DP sono connessi con una topologia a bus. In un segmento di linea possono essere connesse fino a 32 stazioni/nodi (master
o slaves). La topologia della rete richiede terminazione alle estremità di ogni segmento (vedi Figura 1.3.1). Se vengono usate più di 32 stazioni,
devono essere usati dei repetears (amplificatori di linea) per collegare i singoli segmenti di linea. La massima lunghezza della linea dipende dalla
velocità di trasmissione e dal tipo di cavo (Tabella 1.2.2).
La lunghezza può essere aumentata usando i repetears. L’uso di più di tre repetears è sconsigliato.
Tabella 1.2.2 Dati della linea
Parametro Linea A Linea B
Impedenza 135 ... 165 (3 to 20 Mhz) 100 ... 130 ( f > 100kHz)
Capacità < 30 pF/m < 60 pF/m
Resistenza < 110 / km -
Diametro conduttore > 0,64 mm > 0,53 mm
Sezione conduttore > 0,34 mm2 > 0,22 mm2
Cavo e connettore per connessione PROFIBUS e MODBUS
TIPO CODICE DI ORDINAZIONE
CONNETTORE 9P PER RETI ELC226056
CAVO ELC226058 o 229306
Es. Possono essere usati i seguenti cavi Belden Profibus Data Cable 3079A
Siemens SINEC L2 LAN cavo per Profibus 6XV1 830-0AH10

AVVERTENZA Usare tassativamente il connettore sopra indicato (vedere anche figura nella pagina seguente).

1.3 Collegamenti e Layout Scheda

1.3.1 Collegamenti

Tabella 1.3.1 Segnali connettore seriale


La scheda Profibus/Modbus é collegata al bus Segnale Connettore X1 (pin) Descrizione
attraverso un connettore femmina sub D a 9-pin Schermo 1 Schermo cavo
(X1). VP 6 Tensione alimentazione (+5V)
Il collegamento alla scheda microcontrollore viene
RxD/TxD-P 3 Receive/Transmit data - plus (B)
realizzato con il connettore standard K4 del
GT3000. RxD/TxD-N 8 Receive/ Transmit data - minus (A)
DGND 5 0V (reference potential for VP)

Si riporta in figura il connettore per rete Profibus/Modbus evidenziando lo switch che inserisce il resistore di terminazione per l’ultimo Slave della
linea; la continuità degli schermi si ottiene posando la calza del cavo a nudo sul connettore metallico (rif. 2 della figura); inoltre il cavo di
connessione dello Slave deve essere collegato sempre a sinistra rispettando la sequenza dei colori nel collegamento alla morsettiera a vite
all’interno del connettore.

2 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

Figura 1.3.1 Connettore per Scheda Profibus

1.3.2 Layout scheda e LED


I tre LED indicano lo stato della comunicazione con il Master (rosso), della comunicazione con la scheda microprocessore (giallo) e della scheda
Profibus (verde).
SJ1 Aperto
“SUPRB” Code ELC45248701
SJ2 Aperto
SJ3 Posizione 2-3
SJ4 Posizione 1-2 per connessione con rete PROFIBUS DP
K1 Connettore per collegamento a scheda microprocessore
X1 Profibus connector
X2 Non usato
X3 Riservato
X4 Non usato
X7 Non usato
Stato della scheda SUPRB
LED: STATO: SIGNIFICATO:
HL3 acceso Scheda Profibus alimentata, collegamento alla scheda microprocessore
Verde corretto.
spento Scheda Profibus non alimentata, collegamento alla scheda
microprocessore interrotto.
HL2 acceso La comunicazione tra il GT3000 ed il master é normale.
Rosso - Scheda Profibus in scambio dati
spento La comunicazione è interrotta o non é partita.
- Il cavo seriale è rotto o mal connesso
- Errata configurazione o parametrizzazione dei dati del Master
- Il Master è fuori linea o spento
HL4 acceso Scheda SUPRB attivata
Giallo Parametri ricevuti e scheda attivata
Figura 1.3.2 LED della scheda Profibus La scheda è in attesa dei messaggi dal bus
spento La scheda non comunica con la scheda microprocessore.

AVVERTENZA L’identificazione di un dispositivo DP avviene con un file GSD (Device Database File), fornito dal costruttore del dispositivo.

IMGT30005IT 3
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.4 Installazione

La scheda opzionale per la comunicazione può essere installata sopra alla scheda principale di controllo dopo aver rimosso la copertura frontale
dell’inverter.

Installazione su scheda Microprocessore Base

Figura 1.4 Parti necessarie per l’installazione della scheda SUPRB sulla scheda Microprocessore Base

4 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

Figura 1.4.1 Installare isolatore Figura 1.4.2 Installare il connettore sulla scheda di comunicazione
(Questo connettore collega la scheda di espansione alla scheda di
controllo - connettore K4).

Figura 1.4.3 Mettere la scheda di espansione sulla scheda di controllo ed inserire il connettore Figura 1.4.4 Stringere le viti
nella posizione corretta
Figura 1.4.5
Dopo aver fissato la scheda sulla scheda di controllo, si può
riposizionare la copertura frontale.

IMGT30005IT 5
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

Installazione su scheda Microprocessore Plus

Figura 1.4.6 Parti necessarie per l’installazione della scheda SUPRB sulla scheda Microprocessore Plus

6 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

Figura 1.4.7 Installare isolatore Figura 1.4.8 Installare il connettore sulla scheda com (Questo connettore collegherà la
scheda di espansione alla scheda di controllo - connettore K4).

Figura 1.4.9 Mettere la scheda di espansione sopra alla scheda di controllo e inserire il Figura 1.4.10 Dopo aver fissato la scheda sulla scheda di controllo, si può
connettore nella posizione corretta riposizionare la copertura frontale

IMGT30005IT 7
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.5 Generalità

L’inverter si presenta alla rete PROFIBUS come uno slave puro, abilitato solo per funzioni di data exchange. Il protocollo utilizzato è lo standard
PROFIBUS-DP; con tale standard, il messaggio scambiato tra master e slave può avere cinque tipi di struttura designati mediante le sigle: PPO1,
PPO2, PPO3, PPO4, PPO5.
Le suddette sigle, definiscono in modo univoco, per i messaggi ricevuti ed inviati dal controllo dell’inverter, sia la grandezza del messaggio
(numero di word), sia la posizione sia la tipologia di ogni dato presente nel messaggio. Le tipologie di dati presenti nei messaggi, sono suddivise in
due categorie:
- dati di parametrizzazione (PKW)
- dati di processo (PZD)
Il controllo del convertitore è in grado di gestire sia i dati di parametrizzazione PKW che i dati di processo PZD.

1.5.1 Struttura messaggi inviati e ricevuti tramite rete PROFIBUS

Le tabelle seguenti riportano la struttura di ciascun messaggio ricevuto o inviato dal controllo del GT3000 secondo il PPO utilizzato, la tipologia ed
il significato di ogni word:
STRUTTURA MESSAGGIO RICEVUTO
Word Mnemonico Tipologia e significato PPO1 PPO2 PPO3 PPO4 PPO5
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#5 Command Word 1 PZD – Bitword per comandi da rete • • • • •
GT_Mot #6 Speed Reference 2 PZD – Riferimento di velocità • • • • •
GT_AFE #6 Speed Reference 3 PZD – Riferimento di velocità • • • • •
#7 IPZD3 PZD – Significato configurabile • • •
#8 IPZD4 PZD – Significato configurabile • • •
#9 IPZD5 PZD – Significato configurabile • • •
#10 IPZD6 PZD – Significato configurabile • • •
#11 IPZD7 PZD – Significato configurabile •
#12 IPZD8 PZD – Significato configurabile •
#13 IPZD9 PZD – Significato configurabile •
#14 IPZD0 PZD – Significato configurabile •

STRUTTURA MESSAGGIO INVIATO


Word Mnemonico Tipologia e significato PPO1 PPO2 PPO3 PPO4 PPO5
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#5 Status Word 4 PZD – Bitword di stato inverter • • • • •
GT_Mot #6 Shaft speed 5 PZD – Retroazione di velocità • • • • •
GT_AFE #6 AcLine Curr 6 PZD – Retroazione di velocità • • • • •
#7 OPZD3 PZD – Retroazione di corrente • • •
#8 OPZD4 PZD – Significato configurabile • • •
#9 OPZD5 PZD – Significato configurabile • • •
#10 OPZD6 PZD – Significato configurabile • • •
#11 OPZD7 PZD – Significato configurabile •
#12 OPZD8 PZD – Significato configurabile •
#13 OPZD9 PZD – Significato configurabile •
#14 OPZD0 PZD – Significato configurabile •

Il significato delle word configurabili, presenti in entrambe i messaggi, è selezionato con i parametri descritti al paragrafo successivo.

1 The meaning of each bit is given in paragraph “1.7.1 Description of the word bit significant” .
2 The speed reference must be standardized as ±26214 @ Motor Max Oper Freq [02.11] , therefore it has to be standardized on the maximum speed of the motor.
3 The speed reference must be standardized as ±26214 @ Motor Max Oper Freq [02.11] , therefore it has to be standardized on the maximum speed of the motor.
4 The meaning of each bit is given in paragraph “17.1 Description of word bit significant
5 The speed feedback is standardized as ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11], it is therefore standardized on the maximum speed of the motor.
6 The AcLine Current is standardized as ±26214 @ ± AcLine Rated Curr [02.03], it is therefore standardized on the rated current of the Ac Line.

8 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

1.6 Parametri di configurazione Profibus

I parametri per la configurazione della comunicazione con la rete PROFIBUS, appartengono alla Famiglia Profibus settings (85.00); la
visualizzazione di tale famiglia è abilitata utilizzando l’impostazione SUPRB per il parametro Com Card Select [13.03] appartenente alla famiglia
Expansion Board [13.00].
Di seguito è fornita una descrizione per il loro utilizzo.

1.6.1 Abilitazione comunicazione PROFIBUS

L’abilitazione della comunicazione su rete PROFIBUS e la selezione della struttura del messaggio che si desidera adottare è effettuata mediante il
parametro PPO [85.02]; le possibili impostazioni ed i relativi significati sono riportati nella seguente tabella:

Impostazione PPO Significato


Off Comunicazione PROFIBUS disabilitata
Type 1 Comunicazione PROFIBUS abilitata con messaggio di tipo PPO1
Type 2 Comunicazione PROFIBUS abilitata con messaggio di tipo PPO2
Type 3 Comunicazione PROFIBUS abilitata con messaggio di tipo PPO3
Type 4 Comunicazione PROFIBUS abilitata con messaggio di tipo PPO4
Type 5 Comunicazione PROFIBUS abilitata con messaggio di tipo PPO5

Una volta selezionato il tipo di messaggio, è necessario assegnare a ciascun inverter un numero seriale che lo identifichi univocamente come
nodo della rete PROFIBUS, tale numero seriale è assegnato mediante il parametro Profibus ID [06.13] appartenente alla Famiglia Drive data
[06.00]. Tale parametro é mostrato quando la scheda profibus viene seleziuonata con il parametro Com Card Select [13.03]

Mediante il parametro PFB connection [85.01], si seleziona il tipo di comunicazione tra Scheda Microprocessore ed espansione SUPRB:
Serial Ä comunicazione tramite porta seriale
Parallel Ä comunicazione tramite porta parallela

Le modifiche apportate ai parametri PPO[85.02], CMWt[85.03], TMOut[85.05], a tutti i parametri IPZDx [da
AVVERTENZA
85.09 a 85.16] e Profibus ID[06.13] resettano il controllo.

1.6.2 Selezione struttura Command Word

Mediante il parametro CMWt [85.03] è possibile selezionare la struttura della Command Word, utilizzata dal master della rete PROFIBUS per
l’invio di comandi al controllo dell’inverter; le possibili impostazioni sono:
ASI
Standard
in pratica le due strutture differiscono nel significato e nella funzione associata a ciascun bit (vedi paragrafo “1.7.1” ).

1.6.3 Impostazione Word per configurare il messaggio ricevuto

I parametri IPZD3 [85.09], IPZD4 [85.10], IPZD5 [85.11], IPZD6 [85.12], IPZD7 [85.13], IPZD8 [85.14], IPZD9 [85.15], IPZD0 [85.16], sono
utilizzati per assegnare il significato delle word configurabili del messaggio ricevuto (vedi paragrafo 1.5.1); tali word in pratica si possono utilizzare
per:
- ricevere riferimenti;
- ricevere comandi per le uscite digitali della scheda a Microprocessore o delle espansioni DI/DO ;
- ricevere valori da inviare sulle uscite analogiche della scheda a Microprocessore .

IMGT30005IT 9
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

I valori impostabili per tali parametri sono riportati nella tabella seguente unitamente al relativo significato e la conseguente tipologia del dato
ricevuto:

IMPOSTAZIONI PARAMETRI IPZDx


Impostazione Significato Tipo di dato Valore nominale
0 Dato non utilizzato
1 Limite superiore di coppia Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
2 Limite inferiore di coppia Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
3 Riferimento di coppia in somma Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
4 Riferimento di velocità in somma Analogico ±26214 @ ±Max_Ref 7
5 Command word ausiliaria (AuxCommWord) Bit significant 8
6 Riferimento di tiro Analogico 26214 @ 100%
7 Riferimento per regolatore esterno Analogico 26214 @ 100%
8 Retroazione per regolatore esterno Analogico 26214 @ 100%
9 Comando uscite digitali scheda DI/DO Espansione (SIOVAOutComm) Bit significant
10 Riferimento di coppia Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
11 % Cedevolezza Analogico 13107 @ 50%
12-14 Non usato
15 Valore da inviare su uscita analogica 9 AO1 Analogico ±26214 @ ±10 V
16 Valore da inviare su uscita analogica 7 AO2 Analogico ±26214 @ ±10 V
17 Limite 1 esterno al riferimento di velocità Analogico ±26214 @ ±10 V
18 Limite 2 esterno al riferimento di velocità Analogico ±26214 @ ±10 V
19 Value to be sent on analog output AO37 Analogico ±26214 @ ±10 V
20 Value to be sent on analog output AO47 Analogico ±26214 @ ±10 V

Sono vietate configurazioni multiple dei parametri IPZD3 [8509], IPZD4 [8510], IPZD5 [8511], IPZD6 [8512], IPZD7
[8513], IPZD8 [8514], IPZD9 [8515], IPZD0 [8516] con lo stesso numero IPZD; nel caso il controllo genera un
NOTA errore di configurazione visualizzando il messaggio:
tastierino BF F0203
tastierino IF/AF e interfaccia PC,con le variabili monitor Sw Faults e Config Err (famglia Monitor):
Sw Faults = Conf Err
Config error = NET Cfg Err

1.6.4 Impostazione Word per configurare il messaggio inviato

I parametri OPZD3 [85.17], OPZD4 [85.18], OPZD5 [85.19], OPZD6 [85.20], OPZD7 [85.21], OPZD8 [85.22], OPZD9 [85.23], OPZD0 [85.24],
sono utilizzati per assegnare il significato delle word configurabili del messaggio inviato (vedi paragrafo “1.5.1”); tali word in pratica si possono
utilizzare per:
- inviare i segnali normalmente visualizzabili mediante le uscite analogiche;
- inviare informazioni bit significant per l’identificazione delle protezioni hardware e/o software eventualmente intervenute;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato degli allarmi e dei comandi;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato degli ingressi e delle uscite digitali della scheda Microprocessore;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato degli ingressi digitali delle espansioni DI/DO Expansione;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato dei regolatori utilizzati con controllo FOC/SLS.
I valori impostabili per tali parametri sono riportati nella tabella seguente unitamente al relativo significato, alla tipologia del dato invitato ed alla
disponibilità dell’informazione secondo la modalità di controllo utilizzata.

7 Il dato ±Max_Ref vale ± Motor Max Oper Freq [02.11], dato di velocità massima del motore della Famiglia Motor data (02.00).
8 Il significato di ogni bit delle word bit significant è riportato al paragrafo “1.7”.
9 Vedi Manuale avanzato paragrafo “9B”. Configurazione uscite analogiche”.

10 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

IMPOSTAZIONI PARAMETRI OPZD


Impost Tipo di GT_Motor GT_AFE
azione dato Funzione Valore nominale Funzione Valore nominale

Vector
Scalar
V/Hz
FOC
SLS
Analogico Velocità rotore (V/Hz solo ±26214 @ ± Motor Max 26214 @ Max Ac Line
0 √ √ √ Ac Line Current (IsNet)
encoder) Oper Freq [02.11] current10
Analogico Active Converter Current (Isd) 26214 @ Max Ac Line
1 Corrente di flusso (Isd) 26214 @ Max motor current8 √ √
current
Analogico Reactive Converter Current (Isq) 26214 @ Max Ac Line
2 Corrente di coppia (Isq) 26214 @ Max motor current8 √ √
current
Analogico Reactive Ac Line Current (IsqNet) 26214 @ Max Ac Line
3 Corrente motore (Is) 26214 @ Max motor current8 √ √ √
current
Analogico 26214 @ Motor Voltage AC Line Power Factor (Cosfi)
4 Tensione motore (Us) √ √ √ 32767 @ 12,5V
[02.05]
5 Analogico Tensione bus DC (Vdc) 32767 @ VdcMax9 √ √ √ DC bus Voltage (Vdc) 32767 @ VdcMax9
Analogico 26214 @ Motor Power UE Ac Line Voltage (Mod_Vnet) 26214 @ Ac Line
6 Potenza √ √
[02.01] Rated Volt [02.01]
Analogico 26214 @ Motor Frequency Ac Line Frequency 26214 @ AcLine
7 Frequenza motore √ √ √
[02.08] Rated Freq [02.08]
Analogico Riferimento di velocità ±26214 @ ± Motor Max Converter Voltage (Mod_VInv) 26214 @ Ac Line
8 √ √ √
principale Oper Freq [02.11] Rated Volt [02.01]
Analogico Riferimento di velocità ±26214 @ ± Motor Max Converter Current (IsInv) 26214 @ Max Ac Line
9 √ √ √
ausiliario Oper Freq [02.11] current
Analogico Riferimento di velocità ±26214 @ ± Motor Max Active Ac Line Power (P_Power)
10 √ √ √ 32767 @ 12,5V
addizionale Oper Freq [02.11]
Analogico Riferimento di velocità (monte ±26214 @ ± Motor Max Reactive Ac Line Power
11 √ √ √ 32767 @ 12,5V
rampa) Oper Freq [02.11] (Q_Power)
Analogico Riferimento di velocità (valle ±26214 @ ± Motor Max Phase sequence (0 = UVW; 1 =
12 √ √ √ 0@1
rampa attuato dal DSP) Oper Freq [02.11] UWV)
Analogico Tensione sull’ ingresso Voltage on analog input 1 :
13 ±26214 @ ±10V √ √ √ ±26214 @ ±10V
analogico AI1 VsyncUV
Tensione sull’ ingresso Voltage on analog input 2 :
14 Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √ ±26214 @ ±10V
analogico AI2 VsyncWU
Valore impostato sull’uscita
Analog output command echo
15 Analogico analogica AO1 tramite network ±26214 @ ±10V √ √ √ ±26214 @ ±10V
(IPZ15) back AO1 from network
(IPZ15)
Valore impostato sull’uscita
Analog output command echo
16 Analogico analogica AO2 tramite network ±26214 @ ±10V √ √ √ ±26214 @ ±10V
(IPZ16) back AO2 from network
(IPZ16)
Valore impostato sull’uscita Analog output command echo
17 Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √ ±26214 @ ±10V
analogica AO3 tramite network (IPZ15) back AO3 from network
Valore impostato sull’uscita Analog output command echo
18 Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √ ±26214 @ ±10V
analogica AO4 tramite network (IPZ16) back AO4 from network
19 Analogico Riferimento per PID esterno ±26214 @ ±10V √ √ √ Scorta
20 Analogico Retroazione per PID esterno ±26214 @ ±10V √ √ √ Scorta
21 Analogico Uscita del PID esterno ±26214 @ ±10V √ √ √ Scorta
22 Analogico Non utilizzato ±26214 @ ±10V √ √ √ Scorta
23 Analogico Non utilizzato ±26214 @ ±10V √ √ √ Scorta
Stato abilitazione impulsi Non 16384 Ä pulses
24 Analogico 16384 Ä impulsi abilitati √ √ √ Pulses enabling status
utilizzato enabled
25÷48 Analogico Non utilizzato 16384 Ä impulsi abilitati √ √ √ Scorta
49 Non usato
50 Analogico Riferimento di coppia limitato ±26214 @ ±Coppia massima √ √ √
Riferimento di coppia non
51 Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √ √
limitato
Riferimento di coppia totale
52 Analogico (uscita regolatore di velocità + ±26214 @ ±Coppia massima √ √ √
addizionale)
53 Analogico Coppia stimata ±26214 @ ±Coppia massima √ √ √
±26214 @ ±Max motor
54 Analogico Riferimento Isd (Isd_Ref) √ √ √
current
±26214 @ ±Max motor
55 Analogico Riferimento Isq (Isq_Ref) √ √ √
current
56 Analogico Non utilizzato √ √ √
Uscita regolatore di Isd 26214 @ Motor Voltage
57 Analogico √ √ √
(MonUsd_Ref) [02.05]

10 Max Ac Line current = AcLine Rated Curr [02.03] * Current Overload [02.05]
9 The data element VdcMax is the tripping threshold of the inverter maximum DC bus voltage protection. This data element depends on the voltage class of the inverter and is

quoted on the related Hardware & Software Manual.


9 The data element VdcMax is the tripping threshold of the inverter maximum DC bus voltage protection. This data element depends on the voltage class of the inverter and is
quoted on the Hardware & Software MANUAL.

IMGT30005IT 11
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

IMPOSTAZIONI PARAMETRI OPZD


Impostaz Tipo di GT_Motor GT_AFE
ione dato Funzione Valore nominale Funzione Valore

Vector
Scalar
V/Hz
FOC
SLS
nominale

Uscita regolatore di Isq 26214 @ Motor Voltage


58 Analogico √ √ √
(MonUsq_Ref) [02.05]
Velocità rotore non filtrata (V/Hz ±26214 @ ± Motor Max
59 Analogico √ √ √
solo con encoder) Oper Freq [02.11]
Limite superiore di coppia (uscita
26214 @ Coppia
60 Analogico regolatore di velocità = √ √ √
massima
TorqueMax)
Limite inferiore di coppia (uscita
-26214 @ -Coppia
61 Analogico regolatore di velocità = √ √ √
massima
TorqueMin)
Limite superiore di coppia (Rif. ±26214 @ ±Coppia
62 Analogico √ √ √
Ext. da funzione speciale) massima
Limite inferiore di coppia (Rif. Ext. ±26214 @ ±Coppia
63 Analogico √ √ √
Da funzione speciale) massima
26214 @ Flusso
64 Analogico Riferimento di flusso √ √ √
nominale
26214 @ Flusso
65 Analogico Flusso stimato di statore (MonFis) 
nominale
Flusso stimato di rotore 26214 @ Flusso
66 Analogico 
(MonPsimr) nominale
67 Analogico Regolatore di tiro: Riferimento ±26214 @ ±100% √ √
68 Analogico Regolatore di tiro: Retroazione ±26214 @ ±100% √ √
69 Analogico Regolatore di tiro: Errore ±26214 @ ±100% √ √
70 Analogico Regolatore di tiro: Uscita ±26214 @ ±100% √ √
Cedevolezza interna: correzione ±26214 @ ± Motor Max
71 Analogico √ √
del riferimento di velocità Oper Freq [02.11]
72-73-74 Analogico Non utilizzato
75÷100 Analogico Disponibile
101 Analogico Rotazione Encoder ±26214 @ ±100% √ √
102-103 Analogico Disponibile
104 Analogico Posizione Rotore ±26214 @ ±100% √ √
105÷120 Disponibili ±26214 @ ±100% √ √
Bit FieldNet Bitword: Last FieldNet Bitword: Last protection/alarm
121 √ √
significant protection/alarm encoding encoding
Bit FieldNet Bitword: Trip hardware
122 √ √ FieldNet Bitword: Trip hardware (TripsHW)
significant (TripsHW)
Bit FieldNet Bitword: Trip software 1 FieldNet Bitword: Trip software 1 (TripsSW
123 √ √
significant (TripsSW 1) 1)
Bit
124 FieldNet Bitword: Allarmi (Alarms) √ √ FieldNet Bitword: Alarms (Alarms)
significant
Bit FieldNet Bitword: Stato FieldNet Bitword: Terminal boards status
125 √ √ √
significant morsettiera (TBStatus) (TBStatus)
Bit FieldNet Bitword: Word ausiliaria FieldNet Bitword: Protections auxiliary Word
126 √ √ √
significant protezioni (AuxTrip) (AuxTrip)
Bit FieldNet Bitword: Stato input FieldNet Bitword: Digital inputs expansion
127 √ √ √
significant digitali SIOVA (SIOVAInputStatus) board status (SIOVAInputStatus)
FieldNet Bitword: Stato
Bit FieldNet Bitword: Regulator Saturazione
128 saturazione dei regolatori √ √ √
significant status (SatRegWord)
(SatRegWord)
Bit FieldNet Bitword: Echo back FieldNet Bitword: Echo back Command
129 √ √ √
significant Command Word (ExecCommand) Word (ExecCommand)
Bit FieldNet Bitword: Drive Status FieldNet Bitword: Drive Status Word (Status
130 √ √ √
significant Word (Status Word) Word)
Bit FieldNet Bitword: Trip software 2 FieldNet Bitword: Trip software 2 (TripSW
131 √ √ √
significant (TripSW 2) 2)
Bit
132÷140 Scorta Scorta
significant

12 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

1.6.5 Modifica normalizzazione valori nominali per riferimenti e retroazioni via PROFIBUS
Agendo sul parametro GainI [85.08], è possibile modificare la normalizzazione dei valori nominali per le grandezze di tipo analogico trasmesse o
ricevute via PROFIBUS.
Tra le grandezze trasmesse, subiscono la modifica del valore nominale solo quelle grandezze il cui valore di nominale è uguale o inferiore a
26214.
La modifica attuata mediante tale parametro agisce contemporaneamente su riferimenti e retroazioni, non è quindi possibile effettuare una
modifica valida solo per i riferimenti o per le retroazioni.
L’impostazione: GainI = 0 % equivale a mantenere la normalizzazione di default dei valori nominali, riportata nelle tabelle dei
paragrafi “1.6.3 Impostazione word per impostare il messaggio ricevuto” e “1.6.4 Impostazione word per impostare il messaggio inviato” , alla
voce Valore nominale.
L’impostazione di un valore diverso da zero, comporta la modifica del valore di normalizzazione dei valori nominali; se ad esempio si volesse
utilizzare il valore 16383 per la normalizzazione dei valori nominali, occorre impostare :
GainI = (16383 / 26214) * 100 = 62.5 %
1.6.6 Gestione perdita comunicazione con master PROFIBUS
In caso di perdita della comunicazione con il master PROFIBUS, il controllo del convertitore, può agire con modalità differenti stabilite mediante i
parametri TMOut [85.05], FltCf [85.04] e FrzCr [85.06].
Il parametro TMOut [85.05] è utilizzato per impostare il tempo d’attesa sul ripristino della comunicazione con il master; è possibile impostare un
valore compreso tra 0,1 sec e 10 sec, il default è 0,1 sec.
Il parametro FltCf [85.04],è utilizzato per stabilire l’azione del controllo in corrispondenza allo scadere del tempo d’attesa sul ripristino della
comunicazione. Di seguito sono indicate le possibili impostazioni ed i relativi significati:
Trip Allo scadere del tempo d’attesa, il controllo manda in blocco l’inverter con segnalazione F0205 sul Keypad basic e
segnalazione Net Fail sul Keypad intermediate, advanced e sull’interfaccia PC.
Alarm Allo scadere del tempo d’attesa, il controllo genera un allarme e l’inverter non va in protezione; l’allarme è segnalato da F0311
sul Keypad basic e da NetLink sul Keypad intermediate, advanced e sull’interfaccia PC.
AutoAlrm Questa impostazione è utilizzata quando si ha la possibilità di generare i comandi per l’inverter ed il riferimento di velocità sia da
morsettiera XM1, che via PROFIBUS. Con quest’impostazione, allo scadere del tempo d’attesa, il controllo genera un allarme e
commuta automaticamente comandi e riferimento di velocità da PROFIBUS a morsettiera. L’allarme visualizzato sull’interfaccia
utente “PC” è NetLink . Per utilizzare correttamente questa funzione è necessario utilizzare il riferimento di velocità via
PROFIBUS coma riferimento ausiliario ed il riferimento da morsettiera XM1 come riferimento principale. È inoltre necessario
configurare un’ingresso digitale della Microprocessor Board per comandare la commutazione dei comandi e del riferimento da
PROFIBUS a morsettiera XM1 e viceversa, a tale scopo occorre utilizzare il parametro DI – Chg CW and Ref [85.07]; la logica
di valutazione dello stato dell’ingresso è:
Off comandi e riferimento da morsettiera XM1;
On comandi e riferimento via PROFIBUS
L’ingresso digitale selezionato ha la funzione consentire il forzamento della commutazione PROFIBUS, morsettiera XM1, in
assenza di perdite di comunicazione con la rete PROFIBUS. Qualora l’ingresso digitale non venga configurato come descritto,
entro trenta secondi dalll’impostazione FltCF = AutoAlrm, il controllo genererà una protezione di errore configurazione
segnalandola sul Keypad basic con la sequenza di caratteri: F0203
e sul tastierino IF e H e sull’interfaccia PC mediante le variabili Sw Faults e Config Err della categoria Monitor i seguenti
messaggi : Sw Faults = Conf Err
Config error = PFB Cfg Err
Nel caso in cui la protezione sia scattata mentre si sta assegnando l’ingresso digitale al parametro DI – Chg CW and Ref di
configurazione in quanto scaduti i 30 sec, terminare l’operazione e resettare il controllo.
Utilizzando l’impostazione FltCf = Trip, durante il periodo d’attesa per il ripristino della comunicazione, è possibile congelare i riferimenti e la
Command Word ricevuti via PROFIBUS utilizzando i valori ricevuti prima della perdita della comunicazione; ciò si ottiene mediante il parametro
FrzCr [85.06], impostando:
FrzCr = Enable
La segnalazione di allarme perdita connessione con rete PROFIBUS, oltre che sul terminale interfaccia utente, può essere anche portata su
un’uscita digitale della scheda Microprocessor Board o delle schede di espansione utilizzando l’impostazione NetLnkOk per il relativo parametro di
configurazione (vedi Manuale avanzato capitolo 9B CONFIGURAZIONE INGRESSI / USCITE).
1.6.7 Funzione per ritardo aggiornamento comandi/riferimenti via PROFIBUS in caso di strappo seriale
L’utilizzo di tale funzione è possibile solo se è abilitato il congelamento dei comandi e riferimenti via PROFIBUS (parametro FrzCR = Enable); per
abilitarla occorre impostare DelUp = Enable. In caso di strappo seriale, con questa funzione abilitata, se la comunicazione è ristabilita entro il
tempo fissato dal parametro TMOut, l’aggiornamento dei riferimenti e dei comandi via PROFIBUS avviene solo dopo un tempo pari alla durata
dello strappo seriale.
Qualora la funzione sia abilitata senza abilitare il congelamento dei comandi e riferimenti via PROFIBUS, il controllo va’ in protezione segnalando
un errore di configurazione con i seguenti messaggi:
F0203 sul tastierino base
Sw Faults = Conf Err sul tastierino HF e sull’interfaccia PC mediante le variabili Sw Faults e Config Err della categoria Monitor
Config error = PFB Cfg

IMGT30005IT 13
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.6.8 Funzione per scarto Command Word PROFIBUS in caso di bit tutti a zero
L’utilizzo di tale funzione è possibile solo se è abilitato il congelamento dei comandi e riferimenti via PROFIBUS (parametro FrzCR = Enable,); per
abilitarla occorre impostare TstCW = Enable.
Per il corretto utilizzo della funzione è necessario che il master PROFIBUS mantenga settato uno dei bit non utilizzati della Command Word; in
questo modo non è possibile che la Command Word ricevuta dall’azionamento abbia tutti i bit a zero. In quest’eventualità, il controllo
dell’azionamento scarta la Command Word ricevuta ed attiva il contatore utilizzato per il controllo della permanenza di uno strappo seriale; se la
Command Word è scartata per un tempo superiore al valore impostato mediante il parametro TMOut, l’azionamento va’ in protezione segnalando
F0205 sul Tastierino BF, Net Fail sul Tastierino IF/AF e sull’interfaccia PC.
Qualora la funzione sia abilitata senza abilitare il congelamento dei comandi e riferimenti via PROFIBUS, il controllo va’ in protezione segnalando
un errore di configurazione con i seguenti messaggi:
F0203 sul tastierino base
Sw Faults = Conf Err sul tastierino HF e sull’interfaccia PC mediante le variabili Sw Faults e Config Err della categoria Monitor
Config error = PFB Cfg
1.7 Descrizione delle Word Bit Significant
1.7.1 Command Word
È utilizzata per inviare tramite rete PROFIBUS i comandi che il GT3000 riceve normalmente tramite gli ingressi digitali della morsettiera XM1. La
funzione di ciascun bit della Command Word, cambia secondo l’impostazione utilizzata per il parametro CMWt; le tabelle seguenti indicano per
ciascuna impostazione del precedente parametro, le funzioni associate ai bit ed il significato dei relativi stati logici:
Command Word per CMW_t = ASI
Bit Funzione Bit = 0 Bit = 1
0 Comando di start-stop del VFD VFD in stop VFD in start
1 Input digitale configurabile CW-Bit1

2 Drive enable Comando precarica ed abilitazione hardware impulsi


Comando precarica ed abilitazione hardware impulsi assenti
presenti
3 Reset Richiesta reset non presente Richiesta reset presente
4 Input digitale configurabile CW-Bit4 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
5 Input digitale configurabile CW-Bit5 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
6 Input digitale configurabile CW-Bit6 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
7 Input digitale configurabile CW-Bit7 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
8 Input digitale configurabile CW-Bit8 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
9 Input digitale configurabile CW-Bit9 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
10 Input digitale configurabile CW-Bit10 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
11 Input digitale configurabile CW-Bit11 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
12 Input digitale configurabile CW-Bit12 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
13 Input digitale configurabile CW-Bit13 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
14 Input digitale configurabile CW-Bit14 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
15 Input digitale configurabile CW-Bit15 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
Command Word per CMW_t = Standard
Comando precarica ed abilitazione hardware impulsi
0 Drive enable Comando precarica ed abilitazione hardware impulsi assenti
presenti
1 Input digitale configurabile–CW-Bit1
2 Bit non disponibile Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
3 Comando di start-stop del VFD Inverter in stop Inverter in start
4 Input digitale configurabile–CW-Bit4 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
5 Input digitale configurabile–CW-Bit5 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
6 Input digitale configurabile–CW-Bit6 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
7 Reset Richiesta Reset non presente Richiesta Reset presente
8 Input digitale configurabile –CW-Bit8 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
9 Input digitale configurabile –CW-Bit9 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
10 Riferimenti via PROFIBUS congelati Riferimenti non congelati Riferimenti congelati
11 Input digitale configurabile–CW-Bit11 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
12 Input digitale configurabile–CW-Bit12 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
13 Input digitale configurabile–CW-Bit13 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
14 Input digitale configurabile–CW-Bit14 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
15 Input digitale configurabile–CW-Bit15 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo

Per le funzioni assegnabili agli ingressi configurabili e per il significato dei relativi stati logici, consultare il Manuale avanzato capitolo 9B
(Configurazione ingressi e uscite).
Affinché l’inverter interpreti i bit della Command Word le funzioni di start/stop e Drive enable, è necessario agire sul parametro Command TB/Net
Sel [06.10] (Famiglia Drive Data [06.00]) impostando: Network
Le suddette funzioni saranno sempre attuate mediante un and logico con lo stato dei relativi ingressi da morsettiera.
Le tabelle seguenti riassumono le modalità con cui il controllo eseguirà le funzioni legate ai bit della Command Word:

14 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

MODALITA’ CON Command TB/Net Sel = Network e CMWt = ASI


Funzione Morsetto XM1 Bit Command Word Controllo per esecuzione funzione
Comando di start-stop del VFD DI1 Bit 0 DI1 and Bit 0
Drive enable DI8 Bit 2 DI8 and Bit 2
MODALITA’ CON Command TB/Net Sel = Network e CMWt = Standard
Funzione Morsetto XM1 Bit Command Word Controllo per esecuzione funzione
Drive enable DI1 Bit 0 DI1 and Bit 0
Comando di start-stop del VFD DI8 Bit 3 DI8 and Bit 1

1.7.2 Command Word ausiliaria ( AuxCommWord )


La Command Word ausiliaria, è utilizzata per comandare direttamente via PROFIBUS le uscite digitali configurabili della scheda di controllo. Tali
uscite devono essere precedentemente configurate nel menù Digital output cfg (10.00) 11
per la scheda Basic: per la scheda Plus:
RO2 – XM1.1/2[08.01] = FromNet RO2 – XM1.1/2/43[08.01] = FromNet
DO4 – XM1.27/11[08.03] = FromNet RO3 – XM1.45/46[08.02] = FromNet
DO5 – XM1.28/11[08.04] = FromNet DO4 – XM1.21/25[08.03] = FromNet
DO5 – XM1.22/25[08.04] = FromNet
DO6 – XM1.23/25[08.05] = FromNet
Command Word ausiliaria
Bit Funzione Bit = 0 Bit = 1 Bit Funzione Bit = 0 Bit = 1
0 Scorta 4 Comando uscita digitale DO6 DO6 = 0 DO6 = 1
1 Comando relè uscita RO2 RO2 = 0 RO2 = 1 5 Comando relè uscita RO3 RO3 = 0 RO3 = 1
2 Comando uscita digitale DO4 DO4 = 0 DO4 = 1 6-15 Scorta
3 Comando uscita digitale DO5 DO5 = 0 DO5 = 1

1.7.3 Status Word


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato dell’inverter; le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed il significato
dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Structure Status Word
GT_Motor GT_AFE
Bit Meaning Bit = 0 Bit = 1 Meaning Bit = 0 Bit = 1
Intervento protezioni Intervento protezioni
0 Inverter non in protezione Inverter in protezione Inverter non in protezione Inverter in protezione
inverter inverter
1 Inverter in marcia Impulsi disabilitati Impulsi abilitati Inverter in marcia Impulsi disabilitati Impulsi abilitati
2 Tuning Tuning disattivati Tuning in corso Tuning Tuning disattivati Tuning in corso
3 Segnalazione Funzione non configurata Funzione configurata Scorta
abilitazione funzione
12
Inverter precaricato (in Inverter precaricato (in
4 Precarica inverter Inverter non precaricato Precarica inverter Inverter non precaricato
“ready”) “ready”)
5 Fast-stop Fast-stop disattivato Fast-stop attivato WaitFarSincro
Stato Connessione
6 PFB non OK PFB OK Stato Connessione PFB PFB non OK PFB OK
PFB
Motore in rotazione Motore non in rotazione Motore in rotazione
7 Parall-Island
avanti 13 avanti avanti
Motore in rotazione Motore non in rotazione Motore in rotazione
8 IacLimActive
indietro indietro indietro

Abilitazione comandi Comandi da interfaccia Comandi da interfaccia Abilitazione comandi da Comandi da interfaccia Comandi da interfaccia
9
da interfaccia utente utente non abilitati utente abilitati interfaccia utente utente non abilitati utente abilitati

Blocco rampa per Blocco rampa non


10 Intervento blocco rampa
limite di corrente 14 intervenuto
Blocco rampa per Blocco rampa non
11 Intervento blocco rampa
limite di tensione intervenuto
Reset da terminale
12 Reset non in corso Reset in corso
interfaccia utente
Reset da terminale
13 Velocità zero Velocità diversa da zero Velocità uguale a zero Reset non in corso Reset in corso
interfaccia utente
14 Velocità raggiunta Velocità raggiunta Velocità non raggiunta Scorta
15 Stato HW PFB HW OK HW non OK Stato HW PFB HW OK HW non OK

11 Vedi Manuale avanzato capitolo “9B” Configurazione uscite digitali”.


12 Tali funzioni sono selezionabili col parametro Macro Vector Sel [12.01] per il controllo FOC, Macro V/Hz Sel [12.02] per quello V/Hz.
13 Rotazione avanti significa retroazione di velocità positiva, rotazione indietro significa retroazione negativa; queste segnalazioni, nel caso di controllo vettoriale o

V/Hz con retroazione da encoder o segnale analogico vengono fornite anche con inverter non in marcia e motore in rotazione.
14 Questa informazione è valida solo per la modalità di controllo V/Hz.

IMGT30005IT 15
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.7.4 Word saturazione regolatori FOC ( SatRegWord )


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti l’eventuale stato di saturazione dei regolatori utilizzati nella modalità di controllo
FOC/SLS. Le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed i significati dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Structure SatReg Word
GT_Motor GT_AFE
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1 Significato Bit = 0 Bit = 1
0,5-7 Scorta Scorta
1 Scorta Saturazione regulatore Iac
2 Scorta Saturazione regulatore Vdc
3 Scorta Saturazione regulatore Mod_Iq
4 Scorta Saturazione regulatore Mod_Vdc Regolatore
Regolatore non in
8 Saturazione regolatore di mod_ratio Saturazione regolatore di mod_ratio in
saturazione
9 Saturazione regolatore di flusso Regolatore Saturazione regulator of Vac saturazione
Regolatore non
10 Saturazione regolatore di velocità in Saturazione regulator of Rho
in saturazione
11 Saturazionee regolatore di corrente Isq saturazione Saturazioner regolatore di corrente Isq
12 Saturazione regolatore di corrente Isd Saturazione regolatore di corrente Isd
Modulo non in Modulo in Modulo non in Modulo in
13 Saturazione modulo tensione Us Saturazione modulo tensione Us
saturazione saturazione saturazione saturazione
14-15 Scorta Scorta

1.7.5 Word stato allarmi (Alarms)


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato degli allarmi da esso gestiti, le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed
il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word Alarms
GT_Motor GT_AFE
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1 Significato Bit = 0 Bit = 1
Velocità motore < Velocità motore >
0 Superamento soglia velocità 15 Scorta
soglia soglia
Corrente motore < Corrente motore > Corrente motore < Corrente motore >
1 Superamento soglia corrente 16 Superamento soglia corrente 18
soglia soglia soglia soglia
Funzione “AND” non Funzione “AND” in Funzione “AND” Funzione “AND” in
2 Funzione “AND” base 17 Funzione “AND” base 19
in allarme allarme non in allarme allarme
3 Guasto a terra Non presente Attivo Guasto a terra Non presente Attivo
Salvataggio dati su EEPROM Salvataggio dati su EEPROM Errore su
4 Salvataggio Ok Errore su salvataggio Salvataggio Ok
interna interna salvataggio
Salvataggio dati su EEPROM Salvataggio dati su EEPROM Errore su
5 Salvataggio Ok Errore su salvataggio Salvataggio Ok
esterna esterna salvataggio
Input non in
6 Ingresso digitale espansione 18 Input non in allarme Input in allarme Ingresso digitale espansione20 Input in allarme
allarme
Funzione “OR” non in Funzione “OR” in Funzione “OR” non Funzione “OR” in
7 Ffunzione “OR” base 19 Funzione “OR” base21
allarme allarme in allarme allarme
Temperatura motore Temperatura motore Ok Inverter High Inverter
8 Immagine termica motore 20 Ac Line thermal image 21
Ok elevata temperature temperature
9 Stallo motorel 22 Motore non in stallo Motore in stallo Spare
Perdita Perdita
10 Net link Fault Rete OK Net link Fault Rete OK
comunicazione comunicazione
Perdita riferimento analogico di
11 Riferimento presente Perdita riferimento Spare
velocità 23
Segnale ingressi Segnale ingressi Analog inputs Analog inputs
12 Segnale ingressi analogici Analog Over Range
analogici Ok analogici fuori scala signal Ok signal out of range
Perdita fase in
13 Fasi d’ingresso Fasi d’ingresso Ok Spare
ingresso
14 Temperatura Temperatura OK Sovratemperatura Temperatura Temperatura OK Sovratemperatura
Lettura da EEPROM Errore lettura Lettura da Errore lettura
15 Lettura EEPROM interna Lettura EEPROM interna
Ok EEPROM interna EEPROM Ok EEPROM interna

15 Per abilitare l’allarme sul superamento di una soglia di velocità e per impostare il valore della relativa soglia si utilizzano i parametri Overseepd Alarm Setpoint
[6705] ed Overspeed Alarm Enable [6704] .
16 Per abilitare l’allarme sul superamento di una soglia di corrente motore e per impostare il valore della relativa soglia si utilizzano i parametri Overcurr Alarm

Enable [6801] ed Overcurr Alarm Setpoint [6802].


17 Le funzioni “AND” base sono utilizzabili solo in presenza delle schede DI/DO Expansion Board (vedi Manuale avanzato capitolo 8B)
18 Tale segnalazione è legata alla programmazione di uno o più ingressi digitali delle schede DI/DO Expansion Board (vedi Manuale Hardware e Software cap.9B).
19 Le funzioni “OR” base sono utilizzabili solo in presenza delle schede DI/DO Expansion Board
20 Vedi funzione descritta nel paragrafo 7B ”Immagine termica del motore”.
21 Vedi funzione descritta nel paragrafo 7B. ”Drive thermal image”.
22 Vedi funzione descritta nel paragrafo 8B ” Motor stall ”.
23 Vedi funzione descritta nel paragrafo 7B ” Perdita riferimento analogico di velocità (Speed Command Loss)”.

16 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

1.7.6 Word stato protezioni hardware ( TripsHW )


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato delle protezioni hardware dell’inverter, le informazioni trasmesse tramite i
suoi bit ed i significati dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TripsHW
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Massima corrente Corr. istantanea < Iac max_tot 24 Intervento protezione
1 Massima tensione bus DC Tensione bus DC < VdcMax 25 Intervento protezione
2 User trip da input digitale configurabile 26 Protezione non intervenuta Intervento protezione
3 Desaturazionee Fasi inverter OK Malfunzionamento fasi inverter
4 Sorveglianza alimentazione 220 Vac Alimentazione 220 Vac presente Alimentazione 220 Vac assente
5 Reset Fault
6 Scorta
7 Test RAM DSP fallito RAM DSP OK Errore test RAM DSP
9 Watch-dog hardware Funzionamento Scada Ok Intervento watch-dog
10 Sorveglianza alimentazione ±15 Vcc Alimentazione ±15 Vcc presente Guasto alimentazione ±15 Vcc
11 Protezione paralleli Nessun guasto paralleli Intervento protezione paralleli
12 Pastiglie termiche (solo per taglie ≥30F) Temperatura fasi inverter Ok Temperatura fasi > Tmax
13 Stato contattore principale Stato contattore Ok Stato contattore non Ok
GT_Motor 14 P24 Sorveglianza P24 fino a 29F Alimentaz. ausuliarie 24Vdc OK Alim. 24Vdc fuori tolleranza
GT_AFE 14 Scorta
15 NTC Error (Sovratemperatura NTC solo per ≤ 28F) Temperatura OK Sovratemperatura

1.7.7 Word stato protezioni software ( TripsSW 1)


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato delle protezioni SW dell’inverter, le informazioni trasmesse tramite i suoi
bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TripsSW 1
GT_Motor GT_AFE
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1 Significato Bit = 0 Bit = 1
Precarica Ok o non
0 Precarica Precarica Ok o non effettuata Precarica fallita Precarica Precarica fallita
effettuata
Velocità motore
1 Sovravelocità 27 Velocità motore <SpeedMax Spare
>SpeedMax
Parametri di Errore di Errore di
2 Impostazione Ok Parametri di configurazione. Impostazione Ok
configurazione. configurazione configurazione
Mancanza interrupt da Programma DSP in Programma DSP Programma DSP in Programma DSP
3 Mancanza interrupt da DSP
DSP esecuzione bloccato esecuzione bloccato
4 PROFIBUS 27 Connessione Ok Perdita connessione PROFIBUS 27 Connessione Ok Perdita connessione
5 “AND” o “OR” base 28 Non in protezione In protezione “AND” o “OR” base 33 Non in protezione In protezione
Velocità motore ≠ Corrente Iac < Iac Corrente Iac > Iac
6 Stallo motore 29 Velocità motore = riferimento Iac Lim
riferimento corrente_max corrente_max
Protezione fast-stop
7 Arresto emergenza)30 Fast-stop non intervenuto Spare
attiva
Tensione bus DC Tensione bus DC Tensione bus DC
8 Minima tensione 31 Tensione bus DC >VdcMin Minima tensione 32
<VdcMin >VdcMin <VdcMin
9 Taglia inverter Taglia corretta Taglia non corretta o Taglia inverter Taglia corretta Taglia non corretta o
non selezionata non selezionata
Protezione
10 Guasto a terra Guasto a terra OK Protezione intervenuta Guasto a terra Guasto a terra OK
intervenuta
Comunicazione con Comunicazione con schede
11 Comunicazione OK Comunicazione persa Comunicazione OK Comunicazione persa
schede espansione espansione
12 I2t motore 33 Temperatura Ok Temperatura elevata I2t Ac Line34 Temperatura Ok Temperatura elevata
13 Speed Deviation 35 Velocità motore Ok Speed Deviation Scorta
14 Input Phase Loss 36 Fasi ingresso Ok Mancanza fase Scorta
Impostazione registri Impostazione registri PWM
15 Impostazione OK Impostazione errata Impostazione OK Impostazione errata
PWM DSP DSP

24 Il dato Imax_inv é la soglia di intervento della protezione hardware di massima corrente dell’inverter (vedasi Manuale Hardware e Software).
25 VdcMax è la soglia di intervento della protezione di massima tensione bus DC: dipende dalla classe di tensione del GT3000 (vedi Manuale Hardware e Software).
26 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software paragrafo 8B per schede DI/DO Expansion Board.
27 La protezione di sovravelocità è sempre abilitata; per impostare il valore della soglia di velocità SpeedMax in corrispondenza della quale si ha l’intervento della protezione, si

utilizza il parametro Overspeed Flt Setpoint[6706] .


28 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 9B per schede DI/DO Expansion Board.
29 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 8B”Protezione di Stallo”.
30 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 8B ”Arresto in emergenza”.
31 La protezione di minima tensione è abilitata a partire dallo stato di “ready”; per impostare il valore VdcMin della soglia di tensione del bus DC, si utilizza il parametro Vdc

Setpoint (vedasi il manuale.avanzato capitolo 7B)


32 La protezione di minima tensione è abilitata a partire dallo stato di “ready”; per impostare il valore VdcMin della soglia di tensione del bus DC, si utilizza il parametro Vdc

Setpoint (vedasi il manuale.avanzato capitolo 7B)


33 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 7B ”Immagine termica del motore”.
34 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 7B.
35 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 8B ” Protezione di Stallo”.
36 Vedi funzione descritta nel Manuale Hardware e Software capitolo 7B ” Mancanza fase di ingresso”.

IMGT30005IT 17
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.7.8 Word stato protezioni software ( TripsSW 2)


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato delle protezioni SW dell’inverter, le informazioni trasmesse tramite i suoi
bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TripsSW 2
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Sovracorrezione offset lettura TA Assenza sovracorrezione Presenza sovracorrezione
1 Errore su scrittura RAM DSP RAM DSP ok Errore su scrittura RAM DSP
2-15 Scorta

1.7.9 Word stato ingressi ed uscite digitali scheda Microprocessore ( TBStatus )


È utilizzata dal controllo per fornire informazioni riguardanti lo stato degli ingressi e delle uscite digitali della scheda di controllo, le informazioni
trasmesse tramite i suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TBStatus
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Stato input DI1 Start- Stop Ingresso a livello logico 0 Ingresso a livello logico 24 V
1 Stato input DI7 Prog “ “
2 Stato input DI6 Prog “ “
3 Stato input DI5 Prog “ “
4 Stato input DI3 Prog (Solo per Microprocessor Plus) “ “
5 Stato input DI4 Prog (Solo per Microprocessor Plus) “ “
6 Stato input DI2 Prog “ “
7 Stato input DI8 Drive Enable “ “
8 Stato comando di Reset da ingresso configurabile Nessun comando di Reset Comando di Reset Attuato
9 Output Relay RO2 Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
10 Stato output RO1 Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
11 Stato input/output DO4 / DI9 Ingresso/uscita a livello logico 0 Ingresso/uscita a livello logico 24 V
12 Stato input/output DO5 / DI10 Ingresso/uscita a livello logico 0 Ingresso/uscita a livello logico 24 V
13 Stato output DO6 Uscita a livello logico 0 Uscita a livello logico 24 V
14 Output Status RO3 (Solo per Microprocessore Plus) Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
15 Scorta

1.7.10 Word stato comandi ( ExecComm )


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato dei comandi in esecuzione, indipendentemente dalla modalità
d’esecuzione selezionata; le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word ExecComm
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Comando di start-stop dell’inverter Comando di stop in esecuzione Comando di start in esecuzione
GT_Mot 1 Attivazione fast-stop Fas-stop non in esecuzione Fast-stop in esecuzione
GT_AFE 1 Scorta
2 Drive enable Drive-enable non in esecuzione Drive-enable in esecuzione
3 Reset No Reset Reset in esecuzione
4 Ingresso digitale configurabile DI5 o CW_B4 Comando non attivo Comando attivo
5 Ingresso digitale configurabile DI6 o CW_B5 “ “
6 Ingresso digitale configurabile DI7 o CW_B6 “ “
Ingresso digitale configurabile DI3 (Solo per Microprocessore Plus) o
7 “ “
CW_B7
Ingresso digitale configurabile DI4 (Solo per Microprocessore Plus) o
8 “ “
CW_B8
9 Ingresso digitale configurabile CW_B9 “ “
10 Ingresso digitale configurabile CW_B10 “ “
11 Ingresso digitale configurabile CW_B11 “ “
12 Ingresso digitale configurabile CW_B12 “ “
13 Ingresso digitale configurabile CW_B13 “ “
14 Ingresso digitale configurabile CW_B14 “ “
15 Ingresso digitale configurabile CW_B15 “ “

18 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

1.7.11 Word ausiliaria segnalazioni protezioni ( AuxTrip )


È utilizzata dal controllo per fornire con un’unica word delle informazioni riguardanti lo stato di alcune protezioni HW e SW, le informazioni
trasmesse tramite i suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word AuxTrip
GT_Motor GT_AFE
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1 Significato Bit = 0 Bit = 1
Protezione di massima Intervento Protezione di massima
0 Corrente < Imax Corrente < Imax Intervento protezione
corrente protezione corrente
Protezione di massima Tensione bus DC < Intervento Protezione di massima Tensione bus DC <
1 Intervento protezione
tensione bus DC VdcMax protezione tensione bus DC VdcMax
User trip da ingresso Protezione non Intervento User trip da ingresso Protezione non
2 Intervento protezione
digitale configurabile intervenuta protezione digitale configurabile intervenuta
Protezione di Malfunzionamento Protezione di Malfunzionamento fasi
3 Fasi inverter OK Fasi inverter OK
deSaturazionee fasi inverter deSaturazionee inverter
Funzionamento Intervento watch- Funzionamento
5 Watch dog esterno Watch dog esterno Intervento watch-dog
Scada Ok dog Scada Ok
Nessun guasto Intervento Nessun guasto
6 Protezione paralleli Protezione paralleli Intervento protezione paralleli
paralleli protezione paralleli paralleli
Temperatura fasi Temperatura fasi > Temperatura fasi
7 Pastiglie termiche Pastiglie termiche Temperatura fasi > Tmax
inverter Ok Tmax inverter Ok
Precarica Ok o non Precarica Ok o non
8 Precarica inverter Precarica fallita Precarica inverter Precarica fallita
effettuata effettuata
Velocità motore < Velocità motore >
9 Sovravelocità Spare
SpeedMax SpeedMax
Velocità motore = Velocità motore ≠
11 Stallo motore Spare
riferimento riferimento
Fast- coast (arresto di Fast- coast non Intervento fast-
12 Spare
emergenza) intervenuto coast
Tensione bus DC > Tensione bus DC < Tensione bus DC >
13 Minima tensione Minima tensione Tensione bus DC < VdcMin
VdcMin VdcMin VdcMin
Temperatura Temperatura Temperatura Ac
14 Immagine termica motore Immagine termica Ac Line Temperatura Ac Line elevata
motore Ok motore elevata Line Ok
4-10-15 Scorta Scorta

1.7.12 Word comando uscite digitali scheda Exp. DI/DO ( DO Exp. Board )
Può essere utilizzata per comandare direttamente via rete le uscite digitali a relè delle schede d’espansione DI/DO (vedi paragrafo configurazione
output digitali); i comandi trasmessi mediante ogni bit ed i relativi stati delle uscite digitali sono riportati nella seguente tabella:
Struttura word DO Exp. Board
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1 Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Comando uscita digitale RO7 DI/DO Exp1 8 Comando uscita digitale RO15 DI/DO Exp2
1 Comando uscita digitale RO8 DI/DO Exp1 9 Comando uscita digitale RO16 DI/DO Exp2
disalimentata

disalimentata
2 Comando uscita digitale RO9 DI/DO Exp1 10 Comando uscita digitale RO17 DI/DO Exp2
Bobina relè

Bobina relè
3 Comando uscita digitale RO10 DI/DO Exp1 11 Comando uscita digitale RO18 DI/DO Exp2
Bobina relè

Bobina relè
4 Comando uscita digitale RO11 DI/DO Exp1 12 Comando uscita digitale RO19 DI/DO Exp2
alimentata

alimentata
5 Comando uscita digitale RO12 DI/DO Exp1 13 Comando uscita digitale RO20 DI/DO Exp2
6 Comando uscita digitale RO13 DI/DO Exp1 14 Comando uscita digitale RO21 DI/DO Exp2
7 Comando uscita digitale RO14 DI/DO Exp1 15 Comando uscita digitale RO22 DI/DO Exp2

1.7.13 Word stato ingressi digitali schede Exp. DI/DO ( DI Exp. Board )
Può essere utilizzata per rilevare via rete lo stato degli input digitali delle schede d’espansione SIOVA (vedi paragrafo configurazione Input
digitali); gli stati trasmessi mediante ogni bit ed i relativi significati sono riportati nella seguente tabella:
Structure word DI Exp. Board
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1 Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Stato ingresso digitale DI11 DI/DO Exp1 8 Stato ingresso digitale DI19 DI/DO Exp2
1 Stato ingresso digitale DI12 DI/DO Exp1 9 Stato ingresso digitale DI20 DI/DO Exp2
2 Stato ingresso digitale DI13 DI/DO Exp1 10 Stato ingresso digitale DI21 DI/DO Exp2
3 Stato ingresso digitale DI14 DI/DO Exp1 Ingresso Ingresso a 11 Stato ingresso digitale DI22 DI/DO Exp2 Ingresso
Ingresso a 24V
4 Stato ingresso digitale DI15 DI/DO Exp1 a 0V 24V 12 Stato ingresso digitale DI23 DI/DO Exp2 a 0V
5 Stato ingresso digitale DI16 DI/DO Exp1 13 Stato ingresso digitale DI24 DI/DO Exp2
6 Stato ingresso digitale DI17 DI/DO Exp1 14 Stato ingresso digitale DI25 DI/DO Exp2
7 Stato ingresso digitale DI18 DI/DO Exp1 15 Stato ingresso digitale DI26 DI/DO Exp2

IMGT30005IT 19
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.8 Codifica ultima protezione ed ultimo allarme

Utilizzando tale codifica è possibile fornire al master l’informazione relativa all’ultima protezione o allarme intervenuto mediante il byte basso ed il
byte alto di un’unica word. Tale word è selezionata impostando 121 su uno dei parametri OPZDx. Il byte basso contiene il codice dell’ultimo
allarme, mentre il byte alto contiene il codice dell’ultima protezione intervenuta. La tabella seguente riporta la codifica in esadecimale degli allarmi
e delle protezioni:
GT_Motor
OPZDx = 121
Byte alto Byte basso
Protezione Codice protezione Codice allarme Allarme
Massima corrente HW 0x0100 0x0001 Superamento soglia velocità
Massima tensione bus DC 0x0200 0x0002 Superamento soglia corrente motore
Intervento protezione esterna 0x0300 0x0003 Allarme da funzione “and” base
Intervento protezione di deSaturazionee 0x0400 0x0004 Errore su salvataggio dati su EEPROM interna
Mancanza alimentazione 220 V 0x0500 0x0005 Errore su salvataggio dati su EEPROM esterna
Mancanza alimentazione ±15 Vcc 0x0600 0x0006 Input digitale espansione in allarme
Intervento protezione guasto paralleli 0x0700 0x0007 Allarme da funzione “or” base
Intervento pastiglie termiche fasi inverter 0x0800 0x0008 Allarme da immagine termica motore
Mancata chiusura contattore principale 0x0900 0x0009 Allarme da speed deviation
Precarica fallita 0x0A00 0x000A Allarme perdita comunicazione NETWORK36
Sovravelocità 0x0B00 0x000B Perita riferimento di velocità
Errore su impostazione parametri configurazione 0x0C00 0x000C Segnale ingressi logici fuori scala
Programma DSP bloccato 0x0D00 0x000D Perdita Fase in ingresso
Perdita connessione NETWORK 0x0E00 0x000E Allarme termico
Intervento protezione da funzione “and” od “or” base 0x0F00 0x000F Errore lettura EEPROM interna
Intervento protezione di stallo 0x1000 0x0010 Non usato
Intervento protezione da fast-stop 0x1100 0x0011 “
Intervento protezione di minima tensione 0x1200 0x0012 “
Errore su taglia inverter 0x1300 0x0013 “
Intervento ground fault 0x1400 0x0014 “
Intervento protezione immagine termica motore 0x1500 0x0015 “
Intervento protezione di speed deviation 0x1600 0x0016 “
Intervento protezione mancanza fase in ingresso 0x1700 0x0017 “
Errore aggiornamento registri PWM 0x1800 0x0018 “
Perdita comunicazione con schede espansione DI/DO 0x1900 0x0019 “
Expansion Board
Errore scrittura Dual Port Ram 0x1A00 0x001A “
Intervento protezione HW di minima tensione 0x1B00 0x001B “
Offset misura correnti 0x1C00 0x001C “
Errore scrittura Ram DSP 0x1D00 0x001D “
Perdita tensione principale 0x1E00 0x001E “
Loss Speed Reference (analog input) Ox1F00 Ox1F00
Loss of Output Phase 0X2000 0X2000
Underload 0x2100 0x2100
Switching Frequency Error 0x2200 0x2200
Floating Point Error 0x2300 0x2300
Operating System Error 0x2400 0x2400
Reset Fault 0x2500 0x2500
NTC 0x2600 0x2600

Il rientro della condizione d’allarme o il reset delle protezioni comporta la perdita dell’informazione codificata.

20 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Profibus

GT_AFE
OPZDx = 121
Byte alto Byte basso
Protezione Codice protezione Codice allarme Allarme
Massima corrente HW 0x0100 0x0001 Superamento soglia velocità
Massima tensione bus DC 0x0200 0x0002 Superamento soglia corrente motore
Intervento protezione esterna 0x0300 0x0003 Allarme da funzione “and” base
Intervento protezione di desaturazionee 0x0400 0x0004 Errore su salvataggio dati su EEPROM interna
Mancanza alimentazione 220 V 0x0500 0x0005 Errore su salvataggio dati su EEPROM esterna
Mancanza alimentazione ±15 Vcc 0x0600 0x0006 Input digitale espansione in allarme
Intervento protezione guasto paralleli 0x0700 0x0007 Allarme da funzione “or” base
Intervento pastiglie termiche fasi inverter 0x0800 0x0008 Allarme da immagine termica motore
Mancata chiusura contattore principale 0x0900 0x0009 Allarme da speed deviation
Precarica fallita 0x0A00 0x000A Allarme perdita comunicazione NETWORK36
Scorta 0x0B00 0x000B
Errore su impostazione parametri configurazione 0x0C00 0x000C Segnale ingressi logici fuori scala
Programma DSP bloccato 0x0D00 0x000D Perdita Fase in ingresso
Perdita connessione NETWORK 0x0E00 0x000E Allarme termico
Intervento protezione da funzione “AND” o “OR” base 0x0F00 0x000F Errore lettura EEPROM interna
Intervento protezione di stallo 0x1000 0x0010 Non usato
Scorta 0x1100 0x0011 “
Intervento protezione di minima tensione 0x1200 0x0012 “
Errore su taglia inverter 0x1300 0x0013 “
Intervento ground fault 0x1400 0x0014 “
Intervento protezione immagine termica Ac Line 0x1500 0x0015 “
Errore aggiornamento registri PWM 0x1800 0x0018 “
Perdita comunicazione con schede espansione DI/DO 0x1900 0x0019 “
Errore scrittura Dual Port Ram 0x1A00 0x001A “
Protezione HW di minima tensione 0x1B00 0x001B “
Offset trasduttori di tensione 0x1C00 0x001C “
Errore scrittura DSP Ram 0x1D00 0x001D “
Mancanza tensione principale 0x1E00 0x001E “
Il rientro della condizione d’allarme o il reset delle protezioni comporta la perdita dell’informazione codificata.

IMGT30005IT 21
Rete Profibus GT3000 Manuale di Comunicazione

1.9 Parametrizzazione Controllo via Profibus

L’impostazione dei parametri di configurazione dell’inverter, può essere effettuata via PROFIBUS utilizzando i dati di parametrizzazione PKW dei
messaggi scambiati tra master e slave (inverter). Tali dati sono utilizzati dal master PROFIBUS per trasmettere o ricevere i valori dei parametri di
configurazione dello slave; attraverso i dati PKW è automaticamente effettuata la memorizzazione in EEPROM della parametrizzazione scelta.
I dati di parametrizzazione PKW sono supportati solo con i messaggi di tipo PPO1, PPO2 e PPO5; in ciascuno di essi si hanno a disposizione 4
dati PKW sia nel messaggio inviato dal master allo slave, sia nel messaggio inviato dallo slave al master.
Mediante i dati di parametrizzazione PKW, non è possibile impostare gli eventuali decimali dei parametri di configurazione.

1.9.1 Messaggio di parametrizzazione inviato dal master allo slave

Come detto prima, tale messaggio è composto da 4 word.


1a word (PKW1) Viene utilizzata per indicare allo slave il codice relativo al tipo nessuna operazione PKW1 = 0
di operazione che si desidera effettuare : lettura parametro PKW1 = 1
modifica parametro PKW1 = 2
2a word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del dato di configurazione su cui effettuare l’operazione definita dalla word PKW1.
Gli indirizzi seriali dei parametri di configurazione sono riportati nelle Appendici B1 – B4
3a word (PKW3) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro, in questa word è posto il valore del parametro oggetto della
modifica.
4a word (PKW4) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro ed il dato da modificare è di tipo esponenziale, in questa word è
posto il valore dell’esponente da assegnare al parametro oggetto della modifica. In caso contrario il valore di questa word è
posto eguale a zero.
Per un corretto funzionamento del protocollo di parametrizzazione dell’inverter, è consigliabile mantenere fisso il messaggio inviato dal master fino
alla ricezione della risposta dallo slave. Dopo la ricezione di tale risposta, il master può non inviare più il messaggio di parametrizzazione.

1.9.2 Messaggio di parametrizzazione inviato dallo slave al master

Anche tale messaggio è composto da 4 word.


1a word (PKW1) Sui bit 0÷1, è riportato il codice dell’operazione richiesta dal master. Qualora bit 8 -> Motor Parameter
l’operazione richiesta dal master non sia ammissibile è settato il bit 2 e sulla word bit 9 -> Drive Parameter
#3 (PKW3) è riportato il corrispondente codice di errore. bit 10 -> Regulator Parameter
Se il messaggio di parametrizzazione inviato dal master è una scrittura di bit 11 -> General Parameter
parametri e se tale scrittura in Eprom non è andata a buon fine verranno settati, a
secondo del tipo di parametro la cui scrittura è fallita, i seguenti bit :
Il tipo di errore può essere identificato mediante la variabile di monitor Cpu sw Alarms [78.10].
In caso di errore lo stato del drive è “Alarm”. Per effettuare una nuova scrittura di parametro è necessario agire sul reset
dell’inverter.
I bit da 3 a 7 non sono utilizzati.
2a word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del parametro oggetto dell’operazione specificata con la word PKW1.
3a word (PKW3) Se l’operazione richiesta è una lettura, in questa PKW3 = 0 ËErrore sconosciuto
word è riportato il valore del parametro letto; PKW3 = 1 ËParametro fuori limite
qualora l’operazione richiesta non sia ammissibile PKW3 = 2 ËIndirizzo seriale parametro non riconosciuto
(word PKW1, bit 2 = 1), in questa word è riportato PKW3 = 3 ËParametro non modificabile con inverter in marcia
uno dei seguenti codici di errore: PKW3 = 5 ËComando speciale non permesso
PKW3 = 6 ËParametro non scrivibile

Qualora si presenti una condizione di errore, la situazione rimane congelata sul codice di errore finché non viene corretto
l’errore o si cambia parametro.
4a word (PKW4) Se il dato da leggere o modificare è di tipo esponenziale in questa word è riportato il valore dell’esponente letto o impostato.

22 IMGT30005IT
2 RETE MODBUS
2.1 Introduzione

Modbus è un protocollo di comunicazione seriale usato per una vasta gamma di applicazioni industriali ed in automazione.
L’Inverter GT3000 può essere considerato dalla comunicazione Modbus come uno slave. Partecipa ad operazioni di scambio dati. Lo scambio dei dati
può essere attuato tramite Modicom Modbus Reference Guide (PI-MBUS-300 Rev.J Questo protocollo definisce cosa viene in modo seriale
trasmesso nel processo di comunicazione. L’interfaccia fisica è un RS485 half-duplex
L’Inverter GT3000 supporta il protocollo Modbus RTU.
L’Inverter GTP3000 lavora come uno Slave Modbus.

2.1.1 GT3000 Caratteristiche Modbus


Il controllo dell’inverter GT3000 comunica usando una tecnica master-slave in cui solamente il master può iniziare la transazione (chiamando ‘queries’).
Lo slave risponde o fornendo il dato richiesto dal master, oppure eseguendo il comando richiesto. Tipicamente un dispositivo master comprende un
host processors e un pannello di programmazione. Uno slave comprende un programmable controllers & driver.
I’Inverter GT3000 può essere collegato al MODBUS usando un fieldbus board; il convertitore può allora essere controllato, testato e programmato dall’
Host system
La scheda “SUPRB” Modbus può esser applicata sulla scheda microprocessore . Vedere le Fig. 2.4 - 2.4.6 .

MASTER

SLAVE SLAVE

SLAVE

32 stazioni / segmenti

Figura 2.1 Cablaggio e terminazione

Termination

Tra il Modbus per GT3000 AFE e per controllo motore ci sono alcune differenze.
ATTENZIONE Nel manuale tale differenze sono evidenziate con
GT_MOT = Firmware controllo motore
GT_AFE = Firmware controllo AFE
Il GT3000 con controllo AFE prevede solo la scheda Microprocessor Plus.

IMGT30005IT 23
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2.2 Dati tecnici della scheda di comunicazione Modbus


2.2.1 Generalità
Table 2.2.1. Dati tecnici Modbus
Collegamenti Interfaccia SUPRB: connettore SUB D 9-pin (femmina)
Modbus Codice scheda 1000073143
Metodo trasferimento dati RS-485, half-duplex
Cavo Doppino schermato (STP)
Isolamento 500 VDC
Comunicazione ModbusRTU Come descritto nel documento “ Modbus Reference Guide (PI-MBUS-300 Rev.J)
Baud rate 300 baud to 38.000 baud
Addresses 1 to 247
Condizioni Temperatura di lavoro -10°C - 55°C
ambientali Temperatura di immagazinamento -10°C - 60°C
Umidità relativa <95%, no condensation allowed
Altitudine Max. 1000 m
Vibrazioni 0.5 G at 9 - 200 Hz
Sicurezza Fulfils

2.2.2 Cavo Modbus


I dispositivi Modbus sono connessi con una struttura a rete. In un segmento di linea possono essere connesse fino a 32 stazioni/nodi(master o slaves).
La rete richiede terminazione alle estremità di ogni segmento (vedi fig. 2.3.1). To ensure error-free operation, both bus terminations must always be
powered. La massima lunghezza della linea dipende dalla velocità di trasmissione e del tipo di cavo (Tabella 2.3)
Tabella 2.2.2.
Parametro Linea A Linea B

Impedenza 135 ... 165 (3 to 20 Mhz) 100 ... 130 ( f > 100kHz)
Capacità < 30 pF/m < 60 pF/m
Resistenza < 110 / km -
Diametro conduttore > 0,64 mm > 0,53 mm
Sezione conduttore > 0,34 mm2 > 0,22 mm2

Cavo e connettore per connessione MODBUS


TIPO CODICE DI ORDINAZIONE
CONNETTORE 9P ELC226056
CAVO ELC226058 o 229306
E.g. Possono essere usati i seguenti cavi: Belden Profibus Data Cable 3079A

WARNING Usare tassativamente il connettore sopra indicato (vedere anche la figura nella pagina seguente)

2.3 Collegamenti e Layout scheda Modbus


2.3.1 Collegamenti
Tabella 2.3 Segnali connettore seriale
La scheda Modbus è connessa al bus attraverso Segnale Connettore X1 (pin) Descrizione
un connettore femmina sub D a 9 pin (X1). Schermo 1 Schermo cavo
Il collegamento alla scheda microcontrollore VP 6 Tensione di alimentazione (+5V)
viene realizzato con il connettore standard K4 del
GT3000 RxD/TxD-P 3 Receive/Transmit data - plus (B)

RxD/TxD-N 8 Receive/ Transmit data - minus (A)


DGND 5 Data Ground (reference potential for VP)

Nella figura che segue è riportato il connettore per rete Modbus evidenziando lo switch che inserisce il resistore di terminazione per l’ultimo Slave della
linea. La continuità degli schermi si ottiene posando la calza del cavo a nudo sul connettore metallico ( rif. 2 della figura). Il cavo di connessione dello
Slave deve essere collegato sempre a sinistra rispettando la sequenza dei colori nel collegamento della morsettiera a vite all’interno del connettore.

24 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2.3.1 Connettore per scheda Modbus

2.3.2 Layout scheda e LED


I tre LED indicano lo stato della scheda per comunicazione Modbus Vedere per questo la sottostante tabella.
SJ1 Aperto
“SUPRB” Code 1000073143
SJ2 Aperto
SJ3 Posizione 2-3
SJ4 Posizione 2-3 per collegamento MODBUS RTU
K1 Connettore per collegamento a scheda microprocessore
X1 Connettore per rete Modbus
X2 Non usato
X3 Riservato
X4 Non usato
X7 Non usato
Stato della scheda SUPRB per Modbus
LED: STATO: SIGNIFICATO:

HL3 Verde acceso Scheda Modbus alimentata


spento Scheda Modbus non alimentata
HL2 Rosso Sempre spento ( non usato )
HL4 Giallo acceso LISTEN MODE ONLY
E’ stata attivata la funzione di diagnostica 0x08-subfunction 0x04
spento RESET: Il drive ha iniziato una procedura di reset
Lampeggiante Modo operativo
Figura 2.3.2 LED della scheda Modbus
Inizializzazione Modbus OK e abilitato a ricevere comunicazioni

IMGT30005IT 25
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2.4 Installazione scheda di comunicazione Modbus


La scheda opzionale per la comunicazione può essere installata sopra alla scheda principale di controllo dopo avere rimosso la copertura frontale
dell’inverter.

Installazione su scheda Microprocessore Basic

Fig. 2.4. Parti necessarie per l’installazione della scheda di comunicazione sulla scheda Microprocessore Base.

Figure 2.4.1 Installare isolatore. Figure 2.4.2 Installare il connettore sulla scheda di
comunicazione ( Questo connettore collega la scheda di
comunicazione alla scheda di controllo)

26 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

Figure 2.4.3 Mettere la scheda di comunicazione sulla scheda di Figure 2.4.4 Stringere le viti.
controllo ed inserire il connettore nella posizione corretta..

Figure 2.4.5 Dopo avere fissato la scheda di comunicazione sulla scheda di controllo, si può riposizionare la copertura frontale.

IMGT30005IT 27
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

Installazione su scheda Microprocessore Plus

Cod. 400726
Cod. 408115

Cod. 20186614

Cod. 20565801

Cod. 409064

Cod. 20627705

Cod. 409100
Cod. 20627703

Cod. 20627701

Fig. 2.4.6 Parti necessarie per l’installazione della scheda di comunicazione sulla scheda Microprocessore Plus.

Figure 2.4.7 Installare isolatore Figure 2.4. Installare il connettore sulla scheda di comunicazione (
Questo connettore collega la scheda di comunicazione alla scheda di
controllo)

28 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

Figure 2.4.9 Mettere la scheda di


comunicazione sulla scheda di controllo ed
inserire il connettore nella posizione corretta..

Figure 2.4.10 Dopo avere fissato la scheda di


comunicazione sulla scheda di controllo, si
può riposizionare la copertura frontale.

IMGT30005IT 29
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2.5 Presentazione Protocollo Modbus

Transazioni su reti Modbus


Il GT3000 deve essere considerato come uno slave dal punto di vista della comunicazione Modbus. Esso è implicato esclusivamente nelle operazioni
di scambio dati che può essere eseguito in base alla Modicom Modbus Reference Guide (PI-MBUS-300 Rev.J). Questo protocollo definisce cosa
viene trasmesso di serie sul link di comunicazione. L'interfaccia fisica è RS485 half-duplex.
I controllers e gli azionamenti comunicano usando una tecnica master–slave, in cui solo un dispositivo (il master) può iniziare delle transazioni
(chiamate ‘queries’-domande). Gli altri dispositivi (gli slave) rispondono fornendo i dati richiesti al master, o realizzando l'azione richiesta nella
domanda. I tipici dispositivi master includono dei processori host e dei pannelli di programmazione. I tipici slave includono controllers programmabili e
azionamenti.
Il master può indirizzare slave individuali, o può iniziare un messaggio esteso a tutti gli slave. Gli slave rispediscono un messaggio (chiamato ‘risposta’)
alle queries che sono indirizzate individualmente. Le risposte non vengono rispedite alle domande estese, da parte del master.
Il protocollo Modbus stabilisce il formato per la domanda del master, ponendola nell'indirizzo del dispositivo (o broadcast), un codice di funzione che
definisce l'azione richiesta, qualsiasi dato che si deve spedire ed un campo di controllo errore. Anche il messaggio di risposta dello slave viene costruito
usando il protocollo Modbus. Esso contiene dei campi che confermano l'azione intrapresa, qualsiasi dato anche deve essere rispedito ed un campo di
controllo errore. Se avviene un errore nella ricezione del messaggio, o se lo slave non riesce a realizzare l'azione richiesta, lo slave realizzerà un
messaggio di errore e lo spedirà come sua risposta.

Il ciclo Domanda - Risposta

Messaggio domanda dal Master

Indirizzo Dispositivo Indirizzo Dispositivo

Codice Funzione Codice Funzione

Eight-Bit
Eight-Bit
Data Bytes Data Bytes

Error Check Error Check

Messaggio risposta dallo Slave

La Domanda: il codice funzione nella domanda dice al dispositivo slave indirizzato che tipo di azione deve realizzare. I byte di dati contengono
ogni informazione aggiuntiva che lo slave necessiterà per eseguire la funzione. Per esempio, il codice funzione 03 chiederà allo
slave di leggere i registri di memoria e di rispondere con il loro contenuto. Il campo dati deve contenere le informazioni che
dicano allo slave quale registro avviare e quanti registri leggere. Il campo di controllo errore fornisce un metodo per lo slave, per
convalidare l'integrità dei contenuti del messaggio.
La Risposta: Se lo slave fornisce una risposta normale, il codice funzione nella risposta è un eco del codice funzione nella domanda. I byte di
dati contengono i dati raccolti dallo slave, quali valori di registro o stato. Se si verifica un errore, il codice funzione è modificato
per indicare che la risposta è una risposta di errore, e i byte di dati contengono un codice che descrive l'errore. Il campo di
controllo errore permette al master di confermare che i contenuti del messaggio sono validi.

L'inverter è regolato per comunicare su una rete standard Modbus usando la modalita’ di trasmissione RTU (Remote Terminal Unit): ciascun byte di 8
bit in un messaggio contiene due caratteri esadecimali a 4 bit. Ogni messaggio deve essere trasmesso in un flusso continuo.
Il formato per ogni byte in modo RTU è:
Sistema di codifica: 8–bit binario, esadecimale 0–9, A–F
Due caratteri esadecimali contenuti in ogni campo a 8–bit del messaggio
Bits per Byte: 1 start bit
8 dati bits, il bit meno significativo viene spedito per primo
1 bit per parità pari/dispari; nessun bit per nessuna parità
1 stop bit se si usa la parità; 2 bits se non si usa alcuna parità
Campo controllo errore: Controllo Ridondanza ciclica (CRC)
L’installazione della scheda modbus è uguale a quella della scheda profibus (vedi capitolo 1).
NOTA

30 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2.5.1 Struttura Messaggio Modbus


Il messaggio Modbus viene piazzato dal dispositivo di trasmissione in una struttura che abbia un punto di inizio e di fine conosciuto. Ciò permette ai
dispositivi in ricezione di iniziare, alla partenza del messaggio, a leggere la porzione di indirizzo e determinare quale dispositivo è indirizzato (o tutti i
dispositivi, se il messaggio è broadcast), e di sapere quando il messaggio è completato. I messaggi parziali possono essere rilevati e si possono
stabilire gli errori come un risultato.
In modo RTU, i messaggi iniziano con un periodo di silenzio (pausa) pari ad almeno 3.5 volte il tempo di carattere. Ciò viene più facilmente
implementato come multiplo del tempo di carattere relativo al baud rate usato sulla rete seriale (indicato come T1–T2–T3–T4 nella figura seguente).
Il primo campo trasmesso è quindi l'indirizzo del dispositivo.
I caratteri accettabili trasmessi per tutti i campi sono gli esadecimali 0–9, A–F.
I dispositivi inseriti sulla rete seriale monitorizzano il bus di rete continuamente, anche durante gli intervalli "di pausa". Quando il primo campo (il campo
di indirizzo) viene ricevuto, ogni dispositivo lo decodifica per verificare se esso è il dispositivo indirizzato.
In base all'ultimo carattere trasmesso, un intervallo simile di almeno 3.5 volte il tempo di carattere segna la fine del messaggio. Un nuovo messaggio
può iniziare dopo questo intervallo. L'intera struttura del messaggio deve essere trasmessa come un flusso continuo. Se un intervallo di pausa dura più
di 1.5 volte il tempo del carattere prima del completamento della struttura, il dispositivo ricevente recepisce il messaggio incompleto.
Allo stesso modo, se un nuovo messaggio inizia prima di 3.5 volte il tempo del carattere dopo un precedente messaggio, il dispositivo ricevente lo
considererà come una continuazione del precedente messaggio e ciò provocherà un errore, poiché il valore nel campo CRC finale non sarà valido per i
messaggi combinati.
Una tipica struttura di messaggio viene indicata qui di seguito.
START INDIRIZZO FUNZIONE DATI CRC CHECK FINE
T1–T2–T3–T4 8 BITS n x 8 BITS 16 BITS T1–T2–T3–T4 8 BITS

START: T1–T2–T3–T4
INDIRIZZO:
Gli indirizzi validi di slave sono nella gamma da 1 - 247 decimale.
Ai dispositivi slave individuali viene assegnato un indirizzo nella gamma di 1 – 247.
Un master indirizza uno slave ponendo l'indirizzo di slave nel campo di indirizzo del messaggio. Quando lo slave manda la sua risposta, pone il proprio
indirizzo in questo campo indirizzi della risposta per informare il master quale slave sta rispondendo.
L'indirizzo 0 viene usato per l'indirizzo broadcast, che tutti i dispositivi slave riconoscono.
Quando il protocollo Modbus viene usato su reti di livello più alto, i broadcast possono non essere permessi o essere sostituiti da altri metodi.
FUNZIONE:
I codici validi sono nella gamma 1 - 255 decimale. Quando un messaggio viene spedito da un dispositivo master ad uno slave il campo del codice
funzione dice allo slave che tipo di azione deve eseguire. Il GTPLUS300 supporta solo i codici:
01 Read Coil Status
03 Read Holding Registers
05 Force Single Coil
06 Preset Single Register
08 Diagnostics
15 Force Multiple Coils
16 Preset Multiple Registers
Esempi sono per leggere gli stati ON/OFF di un gruppo di distinte bobine o ingressi; per leggere i contenuti di dati di un gruppo di registri; per leggere lo
stato diagnostico dello slave; per scrivere su bobine o registri designati, per permettere il caricamento, registrazione o verificare il programma dentro lo
slave.
Quando lo slave risponde al master, esso usa la funzione codice campo per indicare sia una risposta normale (error–free) o che è avvenuto qualche
tipo di errore (chiamato risposta di eccezione). Per una risposta normale, lo slave semplicemente fa da eco al codice funzione originale. Per una
risposta di eccezione, lo slave ritorna un codice che è equivalente al codice funzione originale con il suo bit più significativo impostato a 1.
Master Domanda al codice Slave: 0000 0011 (Esadecimale 03)
Risposta Slave al codice Master: 1000 0011 (Esadecimale 83)
Oltre alla modifica del codice funzione per una risposta di eccezione, lo slave pone un codice unico nel campo dati del messaggio di risposta. Questo
dice al master che tipo di errore è avvenuto, o la ragione di questa eccezione.
Il programma di applicazione del dispositivo master ha la responsabilità di gestire la risposta di eccezione. I tipici processi sono quelli di
spedire i successivi tentativi del messaggio, per provare i messaggi di diagnostica sullo slave e per informare gli operatori.

NOTA Risposta di eccezione e subfunzioni diagnostica.

DATI
Il campo dati è costruito usando gruppi di due cifre esadecimali, nella gamma da 00 a FF esadecimale. Essi possono essere ottenuti da un carattere
RTU.
Il campo dati di messaggi spediti da un master agli slave contiene ulteriori informazioni che lo slave deve usare per prendere l'azione definita dal codice
funzione. Ciò può includere articoli come gli indirizzi discreti e di registro, la quantità di articoli che si deve gestire ed il conteggio degli effettivi byte di
dati nel campo.
Per esempio, se il master richiede che uno slave legga un gruppo di registri di mantenimento (codice funzione 03), il campo dati specifica il
registro iniziale e quanti registri si devono leggere. Se il master scrive ad un gruppo di registri nello slave (codice funzione 10 esadecimale), il
campo dati specifica il registro di partenza, quanti registri scrivere, il conteggio di byte di dati da seguire nel campo dati, ed i dati che devono
essere scritti nei registri.

IMGT30005IT 31
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

Se non avviene alcun errore, il campo dati di una risposta da uno slave ad un master contiene i dati richiesti. Se si verifica un errore, il campo contiene
un codice eccezione che l'applicazione master può usare per determinare la successiva azione che deve essere intrapresa.
Il campo dati può essere non esistente (di lunghezza zero) in certi tipi di messaggi. Per esempio, in una richiesta da un dispositivo master per
uno slave, affinché risponda con il suo storico di evento comunicazioni (codice funzione 0B esadecimale), lo slave non richiede nessuna
informazione aggiuntiva. Il codice funzione da solo specifica l'azione.
CRC
Il campo controllo errore contiene un valore 16–bit implementato come due byte a 8–bit. Il valore di controllo errore è il risultato di un Controllo Ciclico
Di Ridondanza eseguito sui contenuti del messaggio. Il campo CRC è collegato al messaggio come ultimo campo nel messaggio.
Quando ciò è fatto, il byte di basso ordine del campo è collegato per primo, seguito dal byte di alto ordine. Il byte di alto ordine CRC è l'ultimo byte che
viene spedito nel messaggio.
FINE T1–T2–T3–T4

Quando i messaggi sono trasmessi su reti seriali Modbus standard, ogni carattere o byte viene spedito in questo ordine (da sinistra a destra):
Bit Meno significativo (LSB) . . . Bit Più significativo (MSB)
La sequenza è:
Con controllo parità
START 1 2 3 4 5 6 7 8 PAR STOP
Senza controllo parità
START 1 2 3 4 5 6 7 8 STOP STOP
2.5.2 Metodi di controllo errore
Le reti seriali Modbus standard usano due tipi di controllo errore. Il controllo di parità (pari o dispari) può essere opzionalmente applicato ad ogni
carattere. Il controllo di struttura (CRC) viene applicato all'intero messaggio. Sia il controllo di carattere ed il controllo di struttura messaggio sono
generati nel dispositivo master ed applicati i contenuti al messaggio prima della trasmissione. Il dispositivo slave controlla ogni carattere e l'intera
struttura del messaggio durante la ricezione. Il master è configurato dall'utente per attendere un intervallo di timeout predeterminato prima di abortire la
transazione. Questo intervallo è impostato per essere sufficientemente lungo perché qualsiasi slave risponda normalmente. Se lo slave rileva un errore
di trasmissione, il messaggio non riceverà un'azione. Lo slave non costituirà una risposta al master. Quindi il timeout scade e permette al programma
master di gestire l'errore. Notare che anche un messaggio indirizzato ad un dispositivo slave non esistente provocherà un timeout.
• Controllo di parità
Gli utenti possono configurare dei controller per il Controllo di parità Pari o Dispari, o per nessun controllo di parità. Ciò determinerà in che modo il bit di
parità sarà impostato in ogni carattere. Gli otto bit di dati sono contenuti in una struttura a carattere RTU. Tutti i dispositivi della rete Modbus devono
essere configurati per usare lo stesso metodo di controllo di parità.
• Controllo CRC
In modalità RTU, i messaggi includono un campo di controllo errore che si basa sul metodo Controllo Ciclico di Ridondanza (CRC). Il campo CRC
controlla i contenuti dell'intero messaggio ed è applicato indipendentemente dal metodo di controllo di parità usato per i caratteri individuali del
messaggio. Il campo CRC è a due bytes, che contengono un valore binario a 16–bit. Il valore CRC è calcolato dal dispositivo di trasmissione, che
collega il CRC al messaggio. Il dispositivo ricevente ricalcola un CRC durante la ricezione del messaggio, e compara il valore calcolato al valore
effettivo che ha ricevuto nel campo CRC. Se i due valori non sono uguali, ne risulta un errore.
Il CRC viene avviato dapprima precaricando un registro a 16 bit tutti a 1. Quindi inizia un processo, applicando i successivi byte a 8 bit del messaggio
ai contenuti correnti del registro; solo gli 8-bit di dati in ogni carattere sono usati per generare il CRC. I bit di Start e Stop e quelli di parità, non si
applicano al CRC. Durante la generazione del CRC, ogni carattere a 8–bit è in OR esclusivo con i contenuti del registro. Quindi il risultato viene
spostato nella direzione del bit meno significativo (LSB), con uno zero collocato nella posizione del bit più significativo (MSB). L'LSB viene estratto ed
esaminato; se era un 1, il registro è quindi in OR esclusivo con un valore preimpostato, fisso.
Se l' LSB era uno 0, non ha luogo alcuno OR esclusivo. Questo processo viene ripetuto fino a quando sono realizzati 8 turni. Dopo l'ultimo turno
(ottavo) il successivo byte a 8 bit è in OR esclusivo col valore corrente del registro, ed il processo si ripete per ulteriori 8 turni, come descritto sopra. I
contenuti finali del registro, dopo che tutti i bytes del messaggio sono stati applicati, è il valore di CRC. Quando il CRC è collegato al messaggio, il byte
di ordine basso viene collegato per primo, seguito dal byte di ordine alto.
2.5.3 Formati Funzione Modbus
A meno che non sia specificato diversamente, i valori numerici (come indirizzi, codici, o dati) sono espressi come valori decimali nel testo di questa
sezione. Essi sono espressi come valori esadecimali nei campi messaggio delle figure.
Tutti gli indirizzi nei messaggi Modbus sono referenziati a zero. Il primo evento di un articolo di dati è indirizzato come articolo numero zero.
• Codice funzioni
La lista qui sotto mostra il codice funzioni supportate dal GTPLUS3000.
I codici sono elencati in decimali. 01 Read Coil Status
03 Read Holding Registers
05 Force Single Coil
06 Preset Single Register
08 Diagnostics
15 Force Multiple Coils
16 Preset Multiple Registers

32 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2.5.3.1 - 01 Read Coil Status

Legge lo stato di ON/OFF di singole uscite (riferimenti 0X, bobine) nello slave. Il messaggio broadcast non è supportato.
Domanda Il messaggio domanda specifica la bobina di partenza e la quantità di bobine da leggere. Le bobine sono indirizzate partendo da 501:
le bobine 501-516 sono indirizzate come500-515.
Ecco un esempio di una richiesta di leggere la word Nome campo (Hex)
di Stato dell'inverter: Indirizzo slave 01
Funzione 01
Indirizzo iniziale Hi 01
Indirizzo iniziale Lo F4
N. Punti Hi 00
N. Punti Lo 10
Controllo errore (CRC)
Risposta Lo stato bobina nel messaggio di risposta è raggruppato come una bobina per il bit del campo dati. Lo stato è indicato come: 1 = ON;
0 = OFF. L'LSB dei primi byte di dati contiene la bobina indirizzata nella domanda. Le altre bobine seguono verso la fine dell'ordine
alto di questo byte, e dal ‘ordine basso verso alto’ nei successivi bytes. Se la quantità di bobina ritornata non è un multiplo di otto, i
rimanenti bit nel byte finale di dati sarà raggruppato con zero (verso la fine dell'ordine alto del byte). Il campo del Conteggio Byte
specifica la quantità di bytes complete di dati.
Ecco un esempio di una risposta alla domanda Nome campo (Hex)
sull'altra pagina: Indirizzo slave 01
Funzione 01
Conteggio byte 02
Dati (Bobine 8–1) 50
Dati (Bobine 16–9) 01
Controllo errore (CRC) ––

Lo stato di bobine 8–1 è indicato come il valore di byte 50 hex, o binario 0101 0000. La bobina 8 è la MSB di questo byte, e la bobina 1 è la LSB. Da
sinistra a destra, lo stato delle bobine da 8 a 1 è:
OFF–ON–OFF–ON–OFF–OFF–OFF–OFF.
Per convenzione, i bits all'interno di un byte sono indicati con MSB sulla sinistra e LSB a destra. Perciò le bobine nel primo byte vanno da ‘8 a 1’, da
sinistra a destra.
Il successivo byte ha bobine da ‘16 a 9’, sinistra a destra. Poiché i bit sono trasmessi serialmente, essi fluiscono da LSB a MSB: 1 . . . 8, 9 . . . 16, e
così via.
2.5.3.2 - 03 Lettura Registri di mantenimento
Legge i contenuti binari dei registri di mantenimento (riferimenti 4X) nello slave. Il messaggio broadcast non è supportato.
Domanda Il messaggio Domanda specifica il registro di partenza e la quantità di registri da leggere. I registri sono indirizzati partendo
da201: i registri 201-216 sono indirizzati come200-215.
Ecco un esempio di una richiesta di leggere i registri 40010– Nome campo (Hex)
40013 (corrente motore, tensione motore, tensione DC bus) Indirizzo slave 01
dal dispositivo slave 1: Funzione 03
Indirizzo iniziale Hi 00
Indirizzo iniziale Lo 09
N. Punti Hi 00
N. Punti Lo 03
Controllo errore (CRC) ––
Risposta I dati di registro nel messaggio di risposta sono raggruppati come due bytes per registro, con i contenuti binari a destra giustificati
entro ogni byte. Per ogni registro, il primo byte contiene i bit di ordine alto ed il secondo contiene i bit di basso ordine
Ecco un esempio di una risposta al messaggio Domanda: Nome campo (Hex)
Indirizzo slave 01
Funzione 03
Conteggio byte 06
Dati Hi (Registro 40010) 00
Dati Lo (Registro 40010) 00
Dati Hi (Registro 40011) 00
Dati Lo (Registro 40011) 00
Dati Hi (Registro 40012) 66
Dati Lo (Registro 40012) 66
Controllo errore (CRC) ––
I contenuti di registri 40010–40011 sono 00 00 hex, o 0 decimali. I contenuti del registro 40012 sono indicati come valori a due byte di 66 66 hex, o
26214 decimali.

IMGT30005IT 33
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2.5.3.3 - 05 Force Single Coil


Forza una singola bobina (riferimento 0X) o sull'ON o sull'OFF. Con il messaggio broadcast, la funzione forza lo stesso riferimento di bobina a tutti gli
slave collegati.
Domanda Il messaggio domanda specifica il riferimento di bobina che si deve forzare. Le bobine sono indirizzate a partire da zero: la bobina
1 è indirizzata come 0. Lo stato richiesto di ON/OFF viene specificato da una costante nel campo dati della domanda. Un valore di
FF 00 hex richiede che la bobina sia ON. Un valore di 00 00 richiede che sia OFF. Tutti gli altri valori non sono ammessi e non
condizionano la bobina.
Ecco un esempio di una richiesta di forzare la bobina 24 ON : Nome campo (Hex)
Indirizzo slave 01
Funzione 05
Bobina Indirizzo Hi 00
Bobina Indirizzo Lo 17
Force Dati Hi FF
Force Dati Lo 00
Controllo errore (CRC) ––
Risposta La normale risposta è un eco della domanda, rispedito dopo che lo stato della bobina è stato forzato.
Ecco un esempio di una risposta alla domanda sulla pagina Nome campo (Hex)
opposta: Indirizzo slave 01
Funzione 05
Bobina Indirizzo Hi 00
Bobina Indirizzo Lo 17
Dati Forza Hi FF
Dati Forza Lo 00
Controllo errore (CRC) ––

2.5.3.4 - 06 Preset registro singolo


Preimposta un valore in un registro singolo di mantenimento (riferimento 4X). Con il messaggio broadcast, la funzione preimposta lo stesso riferimento
di registro in tutti gli slave collegati.
Domanda Il messaggio domanda specifica il riferimento registro che si deve preimpostare. I registri sono indirizzati a partire da zero: il
registro 1 è indirizzato come 0. Il valore preimpostato richiesto è specificato del campo dati della Domanda. tutti gli altri controllori
usano valori a 16 bit.
Ecco un esempio di una richiesta di preimpostare il registro Nome campo (Hex)
40006 (ovvero Riferimento Velocità da Rete) a 6666 hex: Indirizzo slave 01
Funzione 06
Registro Indirizzo Hi 00
Registro Indirizzo Lo 05
Dati preset Hi 66
Dati preset Lo 66
Controllo errore (CRC) ––
Risposta La risposta normale è un echo della domanda, ritornato dopo che i contenuti registro sono stati preimpostati.
Ecco un esempio di risposta al messaggio domanda: Nome campo (Hex)
Indirizzo slave 11
Funzione 06
Registro Indirizzo Hi 00
Registro Indirizzo Lo 00
Dati preset Hi 66
Dati preset Lo 66
Controllo errore (CRC) ––

2.5.3.5 - 15 (0F Hex) Force Multiple Coils


Forza ogni bobina (riferimento 0X) in una sequenza di bobine o su ON o su OFF. Con il messaggio broadcast, la funzione forza gli stessi riferimenti
bobina in tutti gli slave collegati.
Domanda Il messaggio domanda specifica i riferimenti bobina da forzare. Le bobine sono indirizzate a partire da zero: la bobina 1 è
indirizzata come 0. Gli stati richiesti di ON/OFF sono specificati con contenuti del campo dati della domanda. Un ‘1’ logico in una
posizione bit del campo richiede che la corrispondente bobina sia ON. Uno ‘0’ logico richiede che sia OFF.
L'esempio qui sotto mostra una richiesta di forzare 2 bobine (Enable e Start Nome campo (Hex)
bits da ASI Command Word). Indirizzo slave 01
I contenuti dati della Domanda sono un byte: 05 hex ( 0000 0101 binario). Funzione 0F
Bobina Indirizzo Hi 00
I bit binari corrispondono alle bobine nel modo seguente:
Bobina Indirizzo Lo 00
Bit: 0 0 0 0 0 1 0 1 Quantità di Bobine Hi 00
Bobina: 8 7 6 5 4 3 2 1 Quantità di Bobine Lo 03
Il byte trasmesso (05 hex) indirizza le bobine 8-1, con il meno significativo Conteggio byte 02
bit indirizzando la bobina più bassa (1) in questo gruppo. I bit non usati Forza Dati Hi (Bobine 3-1) 05
nell'ultimo byte di dati dovrebbero essere completati con zero. Controllo errore (CRC) ––

34 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

Risposta La normale risposta ritorna l'indirizzo slave, codice funzione, indirizzo iniziale, e quantità di bobine forzate.
Ecco un esempio di una risposta alla Domanda indicata sopra. Nome campo (Hex)
Indirizzo slave 01
Funzione 0F
Bobina Indirizzo Hi 00
Bobina Indirizzo Lo 00
Quantità di Bobine Hi 00
Quantità di Bobine Lo 03
Controllo errore (CRC) ––

2.5.3.6 - 16 (10 Hex) Preset Registri Multipli

Preimposta valori in una sequenza di registri di mantenimento (riferimenti 4X). Con il messaggio broadcast, la funzione preimposta gli stessi registri di
riferimento in tutti gli slave collegati.
Domanda l messaggio domanda specifica i riferimenti registro che si Nome campo (Hex)
devono preimpostare. I registri sono indirizzati partendo da zero: Indirizzo slave 11
il registro 1 è indirizzato come 0. Funzione 10
Indirizzo iniziale Hi 00
Ecco un esempio di una richiesta di preimpostare due registri
Indirizzo iniziale Lo 0F
partendo da 40016 a 33 44 e 55 66 hex, in dispositivo 17 slave: No. di Registri Hi 00
No. di Registri Lo 02
Conteggio byte 04
Dati Hi 33
Dati Lo 44
Dati Hi 55
Dati Lo 66
Controllo errore (CRC) -
Risposta La risposta normale ritorna l'indirizzo slave, codice funzione, Nome campo (Hex)
indirizzo iniziale, e quantità di registri preimpostati. Indirizzo slave 11
Ecco un esempio di una risposta alla domanda indicata sopra. Funzione 10
Indirizzo iniziale Hi 00
Indirizzo iniziale Lo 0F
No. di Registri Hi 00
No. di Registri Lo 02
Controllo errore (CRC) -

2.5.3.7 - 08 Diagnostica

La funzione Modbus 08 fornisce una serie di test per controllare il sistema di comunicazione tra master e slave, o per controllare le varie condizioni
interne di errore dentro lo slave. Il broadcast non è supportato.
La funzione usa un campo di codice subfunzione a due–byte nella domanda per definire il tipo di test che si deve realizzare. Lo slave fa da eco sia
nella funzione codice che subfunzione in una risposta normale. La maggior parte delle queries diagnostiche usa un campo dati a due–byte per spedire
dati diagnostici o informazioni di controllo allo slave. Alcune delle diagnostiche fanno sì che i dati siano rispediti dallo slave al campo dati di una
normale risposta.
• Effetti diagnostici sullo Slave
In generale, il fatto di emettere una funzione diagnostica ad un dispositivo slave non condiziona il funzionamento del programma utente nello slave. La logica
utente, come insiemi discreti e registri, non è accessibile dalla diagnostica. Certe funzioni possono opzionalmente resettare i contatori errori nello slave. Un
dispositivo slave può, tuttavia, essere forzato in ‘Modalità solo ascolto’ in cui esso monitorizza i messaggi sul sistema di comunicazione ma non risponde ad
essi. Ciò può condizionare la fuoriuscita del vostro programma applicativo: dipende da qualsiasi altro scambio dati con il dispositivo slave. Generalmente, il
modo è forzato a rimuovere il dispositivo slave malfunzionante dal sistema di comunicazione.

Domanda Ecco un esempio di una richiesta al dispositivo slave 17 per Nome campo (Hex)
Ritorno Dati richiesti. Esso usa un codice subfunzione di zero (00 Indirizzo slave 11
00 hex nel campo a due byte). I dati che devono essere ritornati Funzione 08
Subfunzione Hi 00
sono spediti nel campo dati a due byte (A5 37 hex).
Subfunzione Lo 00
Dati Hi A5
Dati Lo 37
Controllo errore (CRC) -
Risposta La risposta normale alla richiesta di Ritorno Dati richiesti è di Nome campo (Hex)
eseguire un loopback degli stessi. Anche il codice funzione e Indirizzo slave 11
codice subfunzione sono in eco. Funzione 08
Subfunzione Hi 00
Ecco un esempio di una risposta alla domanda indicata sopra.
Subfunzione Lo 00
Dati Hi A5
Dati Lo 37
Controllo errore (CRC) -
I campi dati in risposta ad altri tipi di queries potrebbero contenere conteggi di errore od altre informazioni richieste dal the codice subfunzione.

IMGT30005IT 35
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

La lista qui sotto mostra i codici subfunzione supportati dal GT3000. I codici sono elencati in decimale.

Diagnostic
Code Name
0x00 RETURN QUERY
0x01 RESTART COMMUNICATION
0x04 FORCE LISTEN ONLY
0x0A CLEAR
0x0B RETURN BUS MESSAGE
0x0C RETURN BUS COMMUNICATION ERROR
0x0D RETURN BUS EXCEPTION ERROR
0x0E RETURN SLAVE MESSAGE
0x0F RETURN SLAVE NO RESPONSE
0x10 RETURN SLAVE NAK
00 Return Query Data
I dati passati nel campo domanda sono quelli che devono essere ritornati (looped back) nella risposta. L'intero messaggio di risposta dovrebbe essere
identico alla domanda.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 00 Any Echo Dati Domanda
01 Restart Communications Option
La porta periferica dello slave deve essere inizializzata e riavviata, e tutti i suoi contatori di evento devono essere azzerati. Se la porta è attualmente in
Listen Only Mode, non viene ritornata alcuna risposta. Questa funzione e il reset da command word sono le uniche che portano la porta fuori dal Listen
Only Mode. Se la porta non è attualmente in Listen Only Mode, viene ritornata una risposta normale. Ciò avviene prima che il riavvio venga eseguito.
Quando lo slave riceve la domanda, esso tenta di riavviare ed esegue i suoi consueti test di accensione. Il completamento positivo dei test mette on
line la porta.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 01 00 00 Echo Dati Domanda
00 01 FF 00 Echo Dati Domanda
04 Force Listen Only Mode
Forza lo slave indirizzato al suo Listen Only Mode per le comunicazioni Modbus.
Ciò lo isola dagli altri dispositivi nella rete, permettendo ad essi di continuare a comunicare senza interruzione dalla slave indirizzata. Non viene
rispedita alcuna risposta. Quando lo slave entra nel suo Listen Only Mode, tutti i controlli di comunicazione attivi sono spenti. Il timer watchdog "Pronto"
scade, bloccando i controlli in off. Mentre si trova in questa modalità, qualsiasi messaggio Modbus indirizzato allo slave o broadcast viene monitorato,
ma non vengono intraprese azioni e non vengono spedite risposte. Le sole funzioni che sono elaborate dopo che si entra in questa modalità sono
l'opzione di riavvio comunicazioni (codice funzione 8, subfunzione 1) ed il reset da Command Word. In questo stato il Led Giallo è sempre acceso.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 04 00 00 Nessuna risposta ritornata
10 (0A Hex) Clear Counters and Diagnostic Register
Azzera tutti i contatori. I contatori si azzerano anche all'avvio.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 0A 00 00 Eco Dati Domanda
11 (0B Hex) Return Bus Message Count
Il campo dati risposta ritorna la quantità di messaggi che lo slave ha rilevato nel sistema di comunicazione fin dal suo ultimo riavvio, funzionamento
chiaro dei contatori o avviamento.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 0B 00 00 Total Messaggio Count
12 (0C Hex) Return Bus Communications Error Count
Il campo dati risposta ritorna la quantità di errori CRC incontrati dallo slave fin dal suo ultimo riavvio, funzionamento chiaro dei contatori o avviamento.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 0C 00 00 CRC Error Count
13 (0D Hex) Return Bus Exception Error Count
Il campo dati risposta ritorna la quantità di risposte di eccezione Modbus ritornate dallo slave fin dal suo ultimo riavvio, funzionamento chiaro dei
contatori od avviamento. Le risposte di eccezione sono descritte ed elencate nella tabella Codici di Eccezione.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 0D 00 00 Eccezione Error Count
14 (0E Hex) Return Slave Message Count - Conteggio messaggi ritorno slave
Il campo dati risposta ritorna la quantità di messaggi indirizzata allo slave, o broadcast, che lo slave ha elaborato fin dal suo ultimo riavvio,
funzionamento chiaro dei contatori od avviamento.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 0E 00 00 Slave Messaggio Count

36 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

15 (0F Hex) Ritornare Slave No Response Count - Conteggio nessuna risposta ritorno slave
Il campo dati risposta ritorna la quantità di messaggi indirizzata allo slave che ha ritornato senza risposta (né una normale risposta, né una risposta di
eccezione), fin dal suo ultimo riavvio, funzionamento chiaro dei contatori od avviamento.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 0F 00 00 Slave Nessuna risposta Count
16 (10 Hex) Return Slave NAK Count - Conteggio NAK ritorno slave
Il campo dati risposta ritorna la quantità di messaggi indirizzata allo slave per i quali esso ritorna una risposta NAK - Negative Acknowledge
(riconoscimento negativo) (NAK), fin dal suo ultimo riavvio, funzionamento chiaro dei contatori od avviamento. Le risposte di eccezione sono descritte
ed elencate nella Tabella Codici di Eccezione.
Subfunzione Campo dati (Domanda) Campo dati (Risposta)
00 10 00 00 Slave NAK Count
2.5.4 Risposte di eccezione
Tranne che per i messaggi broadcast, quando un dispositivo master manda una Domanda ad un dispositivo slave, esso si aspetta una normale
risposta. Uno dei quattro possibili eventi può avvenire dal Domanda master:
• Se il dispositivo slave riceve la domanda senza un errore di comunicazione, e può gestire la Domanda normalmente, esso ritorna ad una
normale risposta.
• Se lo slave non riceve la domanda a causa di un errore di comunicazione, nessuna risposta viene rispedita. Il programma master elaborerà
una condizione di timeout per la Domanda.
• Se lo slave riceve la domanda, ma rileva un errore di comunicazione (parità, o CRC), non viene rispedita nessuna. Il programma master
elaborerà una condizione di timeout per la Domanda.
• Se lo slave riceve la domanda senza un errore di comunicazione, ma non può gestirla (per esempio, se la richiesta è di leggere una bobina
o registro nonesistente), lo slave ritorna una risposta di eccezione che informa il master sulla natura dell'errore.
La risposta di eccezione messaggio ha due campi che lo differenziano da una normale risposta:
Campo codice funzione: In una normale risposta, lo slave fa da eco al codice funzione della domanda originale nel campo codice funzione della
risposta. Tutti i codici funzioni hanno un bit significativo (MSB) di 0 (i loro valori sono tutti sotto all'80 esadecimale). In una risposta di eccezione, lo
slave imposta il MSB del codice funzione su 1. Ciò rende il valore del codice funzione in una risposta di eccezione esattamente 80 esadecimale
maggiore di quanto sarebbe il valore per una risposta normale. Con l'impostazione del MSB codice funzione, il programma dell'applicazione master può
riconoscere la risposta di eccezione e può esaminare il campo dati per il codice eccezione.
Campo dati: In una normale risposta, lo slave può ritornare dati o statistiche nel campo dati (qualsiasi informazione che sia richiesta nella domanda).
In una risposta di eccezione, lo slave ritorna un codice eccezione nel campo dati. Ciò definisce la condizione slave che ha causato l'eccezione.
• Tabella Codici Eccezione
Una lista di codici eccezione inizia nella seguente tavola:
Codice Nome Significato
01 ILLEGAL FUNCTION Il codice funzione ricevuto nella domanda non è un'azione permessa per lo slave. Se è stato
emesso un comando Poll Program Complete, questo codice indica che nessuna funzione
programma l'ha preceduto.
02 ILLEGAL DATA ADDRESS L'indirizzo dati ricevuto nella domanda non è un indirizzo accettabile per lo slave.
03 ILLEGAL DATA VALUE Un valore contenuto nel campo dati domanda non è un valore accettabile per lo slave.
04 SLAVE DEVICE FAILURE Si è verificato un errore irreversibile mentre lo slave stava tentando di eseguire l'azione richiesta.

• Led stato Modbus (Giallo)


Stato Significato Descrizione
ON LISTEN MODE SOLO Si è attivata la funzione diagnostica 0x08-subfunzione 0x04
OFF RESET L'inverter è in reset-time
BLINKING FAST OPERATING MODE L'inizializzazione modbus è stata OK e l'inverter è in grado di ricevere messaggi

IMGT30005IT 37
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

GT_MOT
MODBUS per GT3000 con firmware sviluppato per controllo motore

38 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2A. 6 Parametri per configurazione Modbus RTU


La configurazione può essere eseguita settando i parametri presenti nella categoria MODBUS settings (86.Mdb) del menù tastierino. La famiglia
MODBUS settings può essere abilitata regolando il parametro Comm Card Select [1303] su SUPRB Mod.

Da qui, i parametri che si devono impostare per poter configurare la rete di comunicazione Modbus RTU.
Impostazione Modbus
Nome Parametro Default Set Valore Descrizione
Indirizzo Slave 3 3-128 Numero Identificazione Slave
0 Nessuno Nessuno
Comm Card Select 0 1 SUPRB SUPRB Board For Profibus
2 SUPRB Mod SUPRB Board For Modbus
0 ASI
Type 0 1 Standard Selezione Word di comando
0 Trip
1 Alarm Selezione Fault Configuration
Fault Configuration Trip
2 Auto alarm
0,1-249 100-250ms
Time Out Connection 0 250 disable time out Max Wait Time Between Two Master Query
DI-Chg CW & Ref 0 0-37 Non usato Selezione Ingresso Digitale per forzare la word di comando ed il riferimento da
morsettiera
Gain 0% 0-32767 0-125% Guadagno sul Riferimento e reazione da seriale
1 300 baud
2 600 baud Velocità Comunicazione Modbus

Baudrate 9600 3 1200 baud


4 2400 baud
5 4800 baud
6 9600 baud
7 19200 baud
8 28800 baud
9 38400 baud
0 None + 2 stop bit
1 Odd parity Formato Comunicazione Modbus
Parity Type 0
2 None + 1 stop bit
3

2A.6.1 Procedura abilitazione Comunicazione MODBUS


La Rete Comunicazione Modbus RTU può essere stabilita impostando Com Card Select [13.03] come mostrato nella seguente finestra:

È necessario impostare il parametro ModbusID [06.14] che appartiene alla famiglia Drive Data (02.dri) per identificare il numero di serie dell'inverter.

IMGT30005IT 39
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

I seguenti parametri che appartengono alla famiglia MODBUS settings (86.Mdb) permettono di completare le impostazioni Modbus RTU:

I cambiamenti fatti al Com Card Select [13.03], Baudrate [86.06], ParityType [86.07] ModbusID [06.14] e Time out
ATTENZIONE! connection [86.03] provocano un reset automatico.

2A.6.2 Selezione struttura Word di comando


Il parametro Command Word Type [86.01] permette di selezionare la struttura desiderata della Command Word usata dal master Modbus RTU per
spedire i comandi agli inverter.
Ci sono due opzioni: ASI Standard dove le due strutture differiscono in termini di significato e funzione di ogni bit.
2A.6.3 Write Single/Multiple Holding Register - Funzione 0x06 / 0x10 - 4xxxx
La funzione Write Holding Register si usa per scrivere i word bit significativi e la domanda di riferimento ricevuta dall'Inverter; queste word possono
essere usate dal controllo Master per ottenere: riferimenti; comandi che devono essere spediti alle uscite digitali sia della Scheda Microprocessore che
Scheda espansione DI/DO; valori che devono essere spediti alle uscite analogiche della Scheda Microprocessore.
La seguente tabella elenca le word “di sola scrittura” da parte del Master Modbus RTU:
Write Holding Register
Modbus Par. Significato Tipologia Valore nominale
40001 PKW1 BitWord -
40002 PKW2 Word -
40003 PKW3 Word -
40004 PKW4 Word -
40005 Command Word BitWord -
40006 Riferimento velocità Da Rete seriale1 Analogico ±26214 @ ±Velocità nominale
40007 Limite superiore coppia Analogico 26214 @ ± Coppia nominale
40008 Limite inferiore coppia Analogico 26214 @ ± Coppia nominale
40009 Riferimento coppia in aggiunta Analogico 26214 @ ± Coppia nominale
40010 Riferimento velocità in aggiunta Analogico 26214 @±Max_Ref2
40011 Command Word ausiliaria (AuxCommWord) Bit significativo3
40012 Riferimento di tiro Analogico 26214 @ 100%
40013 Riferimento Pid Analogico 26214 @ 100%
40014 Retroazione Pid Analogico 26214 @ 100%
40015 Comando uscita digitale: Scheda microprocessore, DI/DO Exp Board Bit significativo3
40016 Riferimento coppia Analogico ±26214 @ ± Coppia nominale
40017 % Controllo scorrimento Analogico 13107 @ 50%
40018-4019
40020 Valore da inviare su uscita analogica4 AO1 Analogico ±26214 @ ±10 V
40021 Valore da inviare su uscita analogica4 AO2 Analogico ±26214 @ ±10 V
40022 Valore da inviare su uscita analogica4 AO3 Analogico ±26214 @ ±10 V
40023 Valore da inviare su uscita analogica4 AO4 Analogico ±26214 @ ±10 V
40024 Primo Limite esterno sul riferimento velocità Analogico ±26214 @ ±10 V
40025 Secondo Limite esterno sul Riferimento velocità Analogico ±26214 @ ±10 V

2A.6.4 Read Holding Register - Funzione 0x03 - 4xxxx


La funzione Read Holding Register è usata per leggere le variabili da Inverter; questa word può essere usata dall'inverter per:
• spedire valori di uscite analogiche;
• spedire la struttura di bit significativo di scatti Hardware/Software;
• spedire la struttura di bit significativo della Scheda microprocessore Digital Input Output
• spedire la struttura di bit significativo di allarmi e comandi;
• spedire il bit significativo di stato degli ingressi digitali sulla Scheda di Espansione DI/DO.

1 Il riferimento velocità deve essere normalizzato come ±26214 @ Motor Max Oper Freq [02.11]
2 I dati ± Max_Ref sono uguali a ± Motor Max Oper Freq [02.11], valore di massima velocità del motore che appartiene al gruppo dati motore (02).
3 Il significato di ogni bit di bit words significative è descritto nel paragrafo “2.3”
4 Vedere manuale avanzato capitolo 9B Configurazione I/O”

40 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

La seguente tabella indica i valori che questi parametri possono assumere. Read Holding Registro
Modbus Par. Funzione Tipo di dato Valore nominale FOC SLS V/Hz
40201 PKW1 BitWord - √ √ √
40202 PKW2 Word - √ √ √
40203 PKW3 Word - √ √ √
40204 PKW4 Word - √ √ √
40205 Parola di Stato BitWord - √ √ √
40206 Retroazione di velocità Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40207 Velocità motore (solo encoder V/Hz) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40208 Corrente di flusso (Isd) Analogico 26214 @ Max corrente motore5 √ √
40209 Corrente di coppia (Isq) Analogico 26214 @ Max corrente motore5 √ √
40210 Corrente motore (Is) Analogico 26214 @ Max corrente motore5 √ √ √
40211 Tensione motore (Us) Analogico 26214 @ Motor Voltage [0205] √ √ √
40212 Tensione bus DC (Vdc) Analogico 32767 @ VdcMax6 √ √ √
40213 Potenza motore Analogico 26214 @ Power motor [02.01] √ √ √
40214 Frequenza motore Analogico 26214 @ Motor Frequency [02.08] √ √ √
40215 Riferimento principale velocità Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40216 Riferimento ausiliario velocità Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40217 Riferimento aggiuntivo velocità Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40218 Riferimento velocità (monte rampa) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40219 Riferimento velocità (valle rampa attuata da DSP) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40220 Tensione ingresso analogica 1 (AI 1) Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40221 Tensione ingresso analogica 2 (AI 2) Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40222 Uscita analogica (AO 1) comando da rete seriale Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40223 Uscita analogica (AO 2) comando da rete seriale Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40224 Uscita analogica (AO 3) comando da rete seriale Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40225 Uscita analogica (AO 4) comando da rete seriale Analogico 16384 Ä firing pulse enable √ √ √
40226 Riferimento per PID Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40227 Feedback per PID Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40228 Uscita di PID Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
40231 Stato abilitazione impulsi accensione Analogico 16384 Ä firing pulse enable √ √ √
40232-40255 Non usato
40256 Stato comunicazione Modbus
40257 Riferimento coppia limitato Analogico ±26214 @ ± Max motor torque7 √ √
40258 Riferimento coppia non limitato Analogico ±26214 @ ± Max motor torque7 √ √
40259 Totale riferimento coppia (regolatore velocità uscita + aggiuntivo) Analogico ±26214 @ ± Max motor torque7 √ √
40260 Coppia stimata Analogico ±26214 @ ± Max motor torque7 √ √
40261 Riferimento Isd (Isd_Ref) Analogico ±26214 @ ±Max corrente motore √ √
40262 Riferimento Isq (Isq_Ref) Analogico ±26214 @ ±Max corrente motore √ √
40263 Non usato
40264 Uscita regolatore Isd (MonUsd_Ref) Analogico 26214 @ Motor Voltage [02.05] √ √
40265 Uscita regolatore Isq (MonUsq_Ref) Analogico 26214 @ Motor Voltage [02.05] √ √
40266 Velocità motore non filtrata (encoder solo per V/Hz) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
40267 Limite superiore coppia (uscita regolatore velocità = TorqueMax) Analogico 26214 @ Max motor torque7 √ √
40268 Limite inferiore coppia (uscita regolatore velocità = TorqueMin) Analogico -26214 @ - Max motor torque7 √ √
40269 Limite superiore coppia (Rif. Ext. Da funzione speciale) Analogico ±26214 @ ± Max motor torque7 √ √
40270 Limite inferiore coppia (Rif. Ext. Da funzione speciale) Analogico ±26214 @ ± Max motor torque7 √ √
40271 Riferimento flusso Analogico 26214 @ Flusso nominale √ √
40272 Flusso stimato Statore (MonFis) Analogico 26214 @ Flusso nominale √
40273 Flusso stimato Rotore (MonPsimr) Analogico 26214 @ Flusso nominale √
40274 Riferimento Regolatore Tiro Analogico ±26214 @ ±100% √ √
40275 Retroazione Regolatore Tiro Analogico ±26214 @ ±100% √ √
40276 Errore Regolatore Tiro Analogico ±26214 @ ±100% √ √
40277 Uscita Regolatore Tiro Analogico ±26214 @ ±100% √ √
40278 Cross rollback (cedevolezza incrociata): Correzione Rif. velocità Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √
40279-40307 Non usato
40308 Giri encoder Analogico ±26214 @ ±100% √ √
40309-40310 Non usato
40311 Posizione rotore Analogico ±26214 @ ±100% √ √
40312-40327 Non usato

5 Max corrente motore = Motor Full Load Curr [02.06] * Motor Overload Lim [02.12]
6 VdcMax è la soglia massima di scatto tensione c.c.; questo valore dipende dalla classe di tensione dell'inverter. Questo dato è indicato nel Manuale avanzato.
7 Max Motor Torque = Coppia nominale motore * Motor overload Lim [02.12]
8 Il significato di ogni bit di bit words significative è descritto al paragrafo “2.1.3.1"

IMGT30005IT 41
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

La seguente tabella indica i valori che questi parametri possono assumere. Read Holding Registro
Modbus Par. Funzione Tipo di dato Valore nominale FOC SLS V/Hz
40328 FieldNet Bitword: Ultima protezione/codifica allarme Bit significativo8 √ √ √
40329 FieldNet Bitword: Scatto Hardware (TripsHW) Bit significativo √ √ √
40330 FieldNet Bitword: Scatto Software 1 (TripsSW 1) Bit significativo √ √ √
40331 FieldNet Bitword: Allarmi (Allarme) Bit significativo √ √ √
40332 FieldNet Bitword: Stato Morsettiera (TBStatus) Bit significativo √ √ √
40333 FieldNet Bitword: Word protezione ausiliaria (AuxTrip) Bit significativo √ √ √
40334 FieldNet Bitword: stato scheda espansione (SIOVA InputStatus) Bit significativo √ √ √
40335 FieldNet Bitword: Word Saturazione regolatore (SatRegWord) Bit significativo √ √ √
40336 FieldNet Bitword: Echo back Command Word (ExecCommand) Bit significativo √ √ √
40337 FieldNet Bitword: Stato Word Inverter (Stato Word) Bit significativo √ √ √
40338 FieldNet Bitword: Scatto software 2 (TripSW 2) Bit significativo √ √ √
40339-40432 Non usato
40433 PKW1 monitor Bit significativo √ √ √
40434 PKW2 monitor Bit significativo √ √ √
40435 PKW3 monitor Bit significativo √ √ √
40436 PKW4 monitor Bit significativo √ √ √
40437-40500 Non usato

2A.6.5 Normalizzazione valori nominali per riferimenti e feedback provenienti da rete MODBUS
Il parametro GainI permette di cambiare la normalizzazione dei valori nominali per le variabile analogiche scambiate attraverso il MODBUS. Il cambio
ha luogo solo per le variabili il cui valore nominale è uguale o inferiore a 26214. Il cambio condiziona sia i riferimenti che i feedback.
L'impostazione: GainI = 0 % mantiene la normalizzazione di default dei valori nominali
Per selezionare un diverso valore per la normalizzazione, il parametro Gainl deve essere impostato conformemente. Per esempio, se 16383 è il valore
desiderato, allora GainI = (16383 / 26214) * 100 = 62.5 %
2A.2.6 Perdita comunicazione master MODBUS
Se la comunicazione MODBUS è persa, il controllo può reagire in modi diversi, selezionati attraverso i parametri TimeOut Connection[86.03],
FaultConfiguration[86.02] e DriveTimeOutEnable[86.08]
TimeOut Connection[86.03]
si usa per impostare un tempo di attesa sulla perdita comunicazione da master; un valore tra 1 sec e 250 sec può essere selezionato (1 sec è il
default). Se è stato selezionato un valore di 250 sec, allora l'inverter non riconosce una perdita di comunicazione da master.
FaultConfiguration[86.02]
si usa per definire l'azione di controllo dopo che il tempo di attesa è trascorso. Possibili settaggi:
= Trip
l'inverter scatta ed il messaggio Network Fail è visualizzato sull'interfaccia PC, i tastierini intermedio e avanzato, mentre il codice F0205 viene
visualizzato sul tastierino standard.
= Allarme
si verifica un allarme, ma l'inverter continua a funzionare; il messaggio NetLink viene visualizzato sull'interfaccia PC interface, tastierino intermedio ed
avanzato, mentre il codice F0311 code viene visualizzato nel tastierino standard.
= AutoAlrm
questa impostazione si usa quando comandi e riferimenti possono provenire sia da morsettiera XM1 che attraverso MODBUS. Dopo che il tempo di
attesa è trascorso, si verifica un allarme e la fonte di riferimenti e comandi passa automaticamente da MODBUS a morsettiera. Si visualizza il
messaggio NetLink. Per usare questa funzione, il Riferimento velocità da MODBUS deve essere impostato come riferimento ausiliario, mentre il
riferimento principale proverrà da morsettiera (Aux Ref Source Sel[22.02] = Network, Speed Ref Source Sel[22.01] = Terminal Block or Speed Ref
Source Sel[22.01] = AI1, Speed Demand Setup menu).
Per poter comandare la commutazione da MODBUS a morsettiera XM1 e viceversa, è necessario configurare un ingresso digitale attraverso il
parametro DI-Chg CW e Ref; la logica di ingresso digitale è la seguente:
Off  comandi e riferimenti \da morsettiera XM1;
On  comandi e riferimenti da MODBUS
L'ingresso digitale DI-ChgCWandRef permette di passare da MODBUS a morsettiera perfino quando non è presente una perdita di comunicazione.
Qualore l’ingresso digitale non viene configurato come descritto, entro 30 sec. dall’impostazione del parametro Flt=AutoAlarm, il controllo attiverà una
protezione di errore di configurazione segnalata dal tastierino base con il messaggio : F0203 e segnalata dal tastierino IF/AF e dall’interfaccia PC per
mezzo delle variabili monitor Sw Faults e Config Err della categoria Monitor:
Sw Faults = Conf Err
Config error = NET Cfg Err
Nel caso in cui la protezione sia scattata mentre si sta impostando l’ingresso digitale al parametro DI-Chg CW and Ref perché scaduti i 30 sec,
terminare l’operazione e resettare il controllo.
DriveTimeOutEnable [86.08].
Se abilitato, il drive deve essere interrogato dal Master in un tempo che deve essere inferiore a quanto previsto dal parametro TimeOutConnection
[86.03]. In caso contrario il drive effetuerà l’azione impostata dal parametro Fault Configuration [86.02].

42 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2A.7 WRITE SINGLE/MULTIPLE COIL STATUS - FUNZIONE 0X05 / 0X0F - 0XXXX


2A.7.1 Word di Comando
Si usa per spedire i comandi all'inverter via MODBUS. Il significato di ogni singolo bit cambia in conformità con l'impostazione di parametro Command
Word Type [86.01]: ASI e Standard. Essi sono descritti nella seguente tavola:
Command Word for Command Word Type = ASI
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
1 Comando Start-Stop Inverter arrestato Inverter in funzione
2 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit1 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
3 Comando abilitazione inverter Comando precarica ed abilitazione non presente Comando precarica ed abilitazione presente
4 Reset protezione Reset non attivo Reset attivo
5 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit4 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
6 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit5 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
7 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit6 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
8 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit7 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
9 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit8 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
10 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit9 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
11 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit10 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
12 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit11 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
13 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit12 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
14 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit13 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
15 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit14 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
16 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit15 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
Command Word for Command Word Type = Standard
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
17 Abilitazione inverter Comando precarica ed abilitazione assenti Comando precarica ed abilitazione presente
18 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit1 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
19 Non disponibile
20 Comando inverter start-stop Inverter fermo Inverter in funzione
21 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit4 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
22 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit5 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
23 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit6 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
24 Reset protezione Reset non attivo Reset attivo
25 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit8 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
26 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit9 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
27 Riferimenti via Modbus Congelati Riferimenti non congelati Riferimenti congelati
28 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit11 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
29 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit12 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
30 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit13 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
31 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit14 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
32 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit15 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo

Il significato degli ingressi digitali configurabili si riferisce al capitolo (Digital input configuration – Macro Functions).
Per poter abilitare l'inverter a ricevere i comandi da rete, il parametro Command TB/Rete Sel [06.10] belonging to Drive Data dovrebbe essere
impostato su: Network
Alcuni comandi sono direttamente attuati “così come sono ”, mentre alcuni altri sono comparati con i corrispondenti segnali digitali collegati alla
morsettiera.
La seguente tavola spiega la logica in base alla quale il controllo esegue ogni comando:

Command TB/Network Sel = Network and CMWt = Ansaldo Sistemi Industriali


Significato Morsettiera XM1 Word Bit Comando Comandi necessari
Comando Start-stop DI 1 Bit 0 DI 1 e Bit 0
Abilita inverter DI 8 Bit 2 DI 8 e Bit 2
Command TB/Rete Sel = Rete e CMWt = Standard
Significato Morsettiera XM1 Word Bit Comando Comandi necessari
Abilita inverter DI 1 Bit 0 DI 1 e Bit 0
Start-stop command DI 8 Bit 3 DI 8 e Bit 3

IMGT30005IT 43
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2A.7.2 Word di Comando Ausiliaria ( AuxCommWord )


Le word di comando ausiliarie si usano per spedire l'Ingresso digitale configurabile sulla Scheda microprocessore via MODBUS. Il significato di ogni bit
ed il loro stato logico è descritto nella seguente tavola:

Microprocessor Basic Microprocessor Plus


RO2 – XM1.1/2[08.01] = FromNet RO2 – XM1.1/2/43[08.01] = FromNet
DO4 – XM1.27/11[08.03] = FromNet RO3 – XM1.45/46[08.02] = FromNet
DO5 – XM1.28/11[08.04] = FromNet DO4 – XM1.21/25[08.03] = FromNet
DO5 – XM1.22/25[08.04] = FromNet
DO6 – XM1.23/25[08.05] = FromNet

Word di comando ausiliaria


Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
33 Scorta
34 Comando uscita relè RO2 RO2 = 0 RO2 = 1
35 Uscita digitale DO4 DO4 = 0 DO4 = 1
36 Uscita digitale DO5 DO5 = 0 DO5 = 1
37 Uscita digitale DO6 DO6 = 0 DO6 = 1
38 RO3 (Solo per Microprocessore Plus) RO3 = 0 RO3 = 1
39÷48 Scorta

2A.7.3 Word di comando di uscita digitale su scheda espansione DI/DO (DO Exp Board)
Si usa per azionare direttamente dalla rete l'uscita digitale della scheda di espansione DI/DO, fare riferimento al Manuale avanzato capitolo 9
Configurazione Uscita digitale
Il significato di ogni bit e loro stato logico è descritto nella seguente tavola:
Struttura word DO Exp Board
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
49 Comando per uscita digitale RO7 DI/DO EXP 1 Bobina relè non eccitata Bobina relè eccitata
50 Comando per uscita digitale RO8 DI/DO EXP 1 “ “
51 Comando per uscita digitale RO9 DI/DO EXP 1 “ “
52 Comando per uscita digitale RO10 DI/DO EXP 1 “ “
53 Comando per uscita digitale RO11 DI/DO EXP 1 “ “
54 Comando per uscita digitale RO12 DI/DO EXP 1 “ “
55 Comando per uscita digitale RO13 DI/DO EXP 1 “ “
56 Comando per uscita digitale RO14 DI/DO EXP 1 “ “
57 Comando per uscita digitale RO15 DI/DO EXP 2 “ “
58 Comando per uscita digitale RO16 DI/DO EXP 2 “ “
59 Comando per uscita digitale RO17 DI/DO EXP 2 “ “
60 Comando per uscita digitale RO18 DI/DO EXP 2 “ “
61 Comando per uscita digitale RO19DI/DO EXP 2 “ “
62 Comando per uscita digitale RO20 DI/DO EXP 2 “ “
63 Comando per uscita digitale RO21 DI/DO EXP 2 “ “
64 Comando per uscita digitale RO22 DI/DO EXP 2 “ “

44 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2A.8 READ COIL STATUS - FUNZIONE 0X01 - 0XXXX

2A.8.1 Word di Stato

Le word di Stato sono usate per fornire informazioni sullo stato dell'inverter; queste informazioni sono:
Word stato Struttura
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
401 Inverter in blocco Inverter OK Inverter in blocco
402 Inverter in funzione Disabilita Gating Abilita Gating (Funzionamento attivo)
403 Regolazione Regolazione non attiva Regolazione attiva
404 Configurazione funzione speciale NOTA Funzione speciale non configurata Funzione speciale configurata
405 Precarica inverter Inverter non eseguito Precarica finita (“pronta”)
406 Arresto rapido Arresto rapido non attivo Arresto rapido attivo
407 Stato connessione RETE Rete off Rete ON
408 Motore gira in avanti 9 Motore non gira in avanti Motore gira in avanti
409 Motore gira indietro Motore non gira indietro Motore gira indietro
410 Abilitazione Comandi da User Interface Command from terminal block or network Command from user interface
411 Mantenim. rif. vel, dovuto a limite corr.10 Riferimento velocità non mant. Riferimento velocità mant.
412 Mantenim. rif. vel, dovuto a limite tensione Riferimento velocità non mant. Riferimento velocità mant.
413 Reset da tastierino Reset non attivo Reset attivo
414 Velocità zero Velocità diversa da zero Velocità uguale a zero
415 Velocità raggiunta Velocità non aggiunta Velocità raggiunta
416 Non usato

Tali funzioni sono tutte quelle selezionabili tramite i parametri:


NOTA Macro V/Hz Sel [12.02] solo V/Hz
Macro Vector Sel [12.01] Sls, Foc

2A.8.2 Word Saturazione Regolatore per controllo FOC ( SatRegWord )

Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato di saturazione dei regolatori.
Il significato di ogni bit ed il loro stato logico sono descritti nella seguente tavola:
SatReg Word
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
417-424 Non usato
425 Stato regolatore Mod_ratio Regolatore non saturato Regolatore saturato
426 Stato regolatore di Flusso Regolatore non saturato Regolatore saturato
427 Stato regolatore Velocità Regolatore non saturato Regolatore saturato
428 Stato regolatore Corrente Isq Regolatore non saturato Regolatore saturato
429 Stato regolatore Corrente Isd Regolatore non saturato Regolatore saturato
430 Stato regolatore Tensione Us Regolatore non saturato Regolatore saturato
431-432 Non usato

9 Motore gira in avanti significa retroazione velocità positiva, motore gira indietro significa retroazione velocità negativa. Questi due bit di stato da “word di stato” in caso di

controllo vettoriale o controllo V/Hz control con retroazione di encoder o segnale analogico sono presenti anche con impulso di accensione e funzionamento motore.
10 Questa informazione è presente solo per il controllo V/Hz

IMGT30005IT 45
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2A.8.3 Word di Allarmi (Allarmi)

Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato degli allarmi.


Il significato di ogni bit e il loro stato logico sono descritti nella seguente tabella:
Allarme Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
433 Allarme sovravelocità11 Veloc. motore < soglia Velocità motore > soglia
434 Allarme sovracorrente12 Corrente motore < soglia Corrente motore > soglia
435 Allarme da funzione “AND” base (DI/DOEXP)13 Funzione “e”OK Funzione allarme “and”
436 Guasto di terra Guasto di terra attivo Guasto di terra non presente
437 Risultato salvataggio dati su EEPROM Dati salvati Errore: Dati non salvati
438 Risultato salvataggio dati su EEPROM esterna Dati salvati Errore: Dati non salvati
439 Allarme da ingresso digitale DI/DOEXP14 Ingresso OK Allarme ingresso
440 Allarme da funzione “OR” base15 “or” funzione OK funzione allarme “or”
441 Allarme immagine termica motore16 Temperatura motore OK Sovratemperatura motore
442 Allarme stallo motore17 Nessun stallo motore Motore in Stallo
443 Guasto seriale Rete Ok Comunicazione persa
444 Perdita comando riferimento analogico velocità18 Riferimento presente Perdita Riferimento velocita’
445 Over range ingresso analogico Range ingresso analogico ok Ingresso analogico fuori gamma
446 Allarme ingresso monofase Fasi di ingresso ok Ingresso monofase
447 Allarme termico Temperatura ok Sovratemperatura
48 Errore lettura EEPROM interna Lettura EEPROM ok Lettura errore EEPROM interna

2A.8.4 Hardware Trip Word Status ( TripsHW )


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato di protezione HW.
Il significato di ogni bit ed il loro stato di logica è descritto nella seguente tavola:
TripsHW Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
449 Blocco massima corrente Corrente < Iac_max_inv 19 Blocco realizzato
450 Blocco massimo tensione DC Tensione Bus DC < VdcMax20 Blocco realizzato
451 Blocco (utente) da Ingresso digitale configurabile21 Blocco non attivo Blocco realizzato
452 Guasto scheda pilotaggi Blocco non attivo Blocco realizzato
453 Monitor alimewntazione 220 Vac 220 Vac presente 220 Vac non presente
454 Reset del Guasto
455 Non usato
456 Guasto Test RAM DP RAM DSP OK Errore test RAM DSP
457 Watch-dog hardware Scatto non attivo Scatto realizzato
458 Monitor alimentazione ±15 Vcc ±15 Vcc presente ±15 Vcc non presente
459 Funzionamento paralleli inverter Funzionamento Parallelo Ok Guasto funzionamento parallelo
460 Temperatura Inverter (GT3000≥ 33F) Temperatura Inverter Ok Temperatura Inverter > Tmax
461 Stato frenatura o contattore principale Funz,. frenat. o contattore OK Funz. fren. o guasto contatore
462 Guasto 24V aux. (GT3000 ≤ 29F) Vdc 24V ausiliario ok Scatto realizzato
463 Rete Tensione principale Ok Mancanza rete
464 Errore NTC (GT3000≤ 29F) Temperatura Inverter Ok Temperatura Inverter > Tmax

11Per abilitare l'allarme sul superamento di una soglia di velocità e per impostare il valore di soglia si usano i seguenti parametri: Overspeed Alarm Setpoint [6705] e

Overspeed Alarm Enable [6704].


12 Per abilitare l'allarme sul superamento di una soglia di corrente motore e per impostare il valore di soglia sono usati i seguenti parametri: Overcurr Alarm Enable [6801]

e Overcurr Alarm Setpoint [6802].


13 Le funzioni base “And” sono disponibili solo in presenza della scheda di espansione DI/DO (vedere Manuale avanzato capitolo 9).
14 Questo segnale è collegato alla programmazione di uno o più ingressi digitali della scheda di espansione DI/DO o scheda di interfaccia PLC (vedere Manuale

Hardware e Software capitolo 9).


15 Le funzioni base “OR” sono disponibili solo in presenza della scheda di espansione DI/DO.
16 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Immagine Termica motore”
17 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 8B “Stallo Motore”
18 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Perdita Comando Velocità”
19 Imax_inv è la massima soglia di scatto hardware di corrente dell' inverter. Questi dati sono indicati nel Manuale avanzato.
20 VdcMax è la massima soglia di blocco tensione DC. Questo valore dipende dalla classe di tensione dell'inverter. Questi dati sono indicati nel Manuale avanzato.
21 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 9B.

46 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2A.8.5 Software Trip Word Status (TripsSW 1)


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato protezione SW.♦ Il significato di ogni bit e il loro stato logico è descritto nella seguente tavola:
TripsSW Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
465 Precarica Inverter Precarica non avviata Precarica fallita
466 Sovravelocità Velocità motore < SpeedMax Velocità motore > SpeedMax
467 Parametri configurazione Configurazione Ok Errore Configurazione
468 Stato processore segnale digitale SW Programma DSP funziona correttamente Programma DSP fallito
469 Stato connessione RETE Connessione Ok Perdita connessione
470 Blocco da funzione “AND” o “OR” base23 Funzioni Ok Funzioni scattate
471 Stallo motore24 Velocità motore = riferimento Velocità motore ≠ riferimento
472 Fast-coast (stop emergenza)25 Arresto rapido non attivo Arresto rapido attivo
473 Minima tensione DC 26 Tensione DC > VdcMin Tensione DC < VdcMin
474 Errore selezione taglia Inverter 27 Taglia inverter Ok Taglia Inverter non selezionata
475 Errore terra Errore terra non presente Blocco errore terra
476 Stato comunicazione con scheda esp.DI/DO Comunicazione Ok Comunicazione persa
477 Immagine termica motore28 Temperatura motore Ok Sovratemper. motore
478 Stallo Motore29 Velocità motore Ok Blocco deviazione velocità
479 Ingresso monofase30 Magnetiz, motore Ok Magnetiz. motore non Ok
480 Errore Registro PWM DSP Nessun errore Errore

2A.8.6 Software Trip Word Status ( TripsSW 2)


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato di protezione SW. Il significato di ogni bit e il loro stato logico è descritto nella seguente tavola:
Word Structure TripsSW 2
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
545 Sovracorrente da Offset TA Offset ok Errore Offset TA
546 RAM DSP Errore scritturar RAM DSP ok Errore RAM DSP
547-560 Non usato

2A.8.7 Stato Word di ingresso ed uscita digitale su scheda Microprocessore ( TBStatus )


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato del ingresso ed uscita digitale proveniente da morsettiera. Il significato di ogni bit ed il loro stato
logico è descritto nella tavola seguente:
TBStatus Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
481 Stato Ingresso DI1 Start-Stop Ingresso su Livello logico 0V Ingresso su Livello logico 24V
482 Stato Ingresso DI 7 Prog “ “
483 Stato Ingresso DI 6 Prog “ “
484 Stato Ingresso DI 5 Prog “ “
485 Stato Ingresso DI 3 Prog “ “
486 Stato Ingresso DI 4 Prog “ “
487 Stato Ingresso DI 2 Prog “ “
488 Stato Ingresso DI 8 Abilitazione inverter “ “
489 Stato comando reset da ingresso configurabile Nessun comando reset Comando reset command attivato
490 Relè Uscita RO2 Uscita relè non impegnata Uscita relè impegnata
491 Stato Output CPI RO1 Uscita relè non impegnata Uscita relè impegnata
492 Stato ingresso/uscita DO4 DI 9 Ingresso/Uscita a Livello logico Ingresso/Uscita a Livello logico 24V
493 Stato ingresso/uscita DO5 DI 10 “ “
494 Uscita digitale DO6 Uscita a Livello logico 0V Uscita a Livello logico 0V
495 Stato uscita RO3 Uscita relè non impegnata Uscita relè impegnata
496 Non usato

♦ 22
Il blocco sovravelocità è sempre abilitato. Per pianificare il valore di soglia velocità, “SpeedMax” usare il parametro Overspeed Flt Setpoint [6706].
23 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B .
24 Vedere la funzione descritta nel paragrafo 7B “Stallo motore Trip”.
25 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Fast-coast”.
26 Questo blocco è abilitato dopo che la precarica del condensatore filtro DC è finita. Per pianificare la soglia di tensione si usa il parametro “Vdc Setpoint”.

Per maggiori informazioni vedere IL Manuale avanzato.


27 Parametro taglia inverter erratA [06.01].
28 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Immagine termica motore”.
29 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 8B “Stallo motore”.
30 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Imput Phase Loss”.

IMGT30005IT 47
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2A.8.8 Esecuzione Commands Word ( ExecComm )


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato dei comandi esecuzione; essa è indipendente dal modo esecuzione selezionato (Command
TB/Rete Sel impostazione parametro del menù Drive Data). Il significato di ogni bit ed il loro stato logico è descritto nella tavola seguente:
ExecComm Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
497 Comando inverter start-stop Comando Stop attivo Comando start attivo
498 Comando Arresto rapido Comando Arresto rapido non attivo Comand Arresto rapido attivo
499 Abilita inverter Comando abilita azion. non attivo Comando abil. azionam.attivo
500 Reset Reset non in esecuzione Reset in esecuzione
501 Ingresso digitale configurabile Com1 non attivo Com1 attivo
502 Ingresso digitale configurabile Com2 non attivo Com2 attivo
503 Ingresso digitale configurabile Com3 non attivo Com3 attivo
504 Ingresso digitale configurabile DI3 o CW_B7 Comando non attivo Comando attivo
505 Ingresso digitale configurabile DI4 o CW_B8 Comando non attivo Comando attivo
506 Ingresso digitale configurabile CW_B9 Comando non attivo Comando attivo
507 Ingresso digitale configurabile CW_B10 Comando non attivo Comando attivo
508 Ingresso digitale configurabile CW_B11 Comando non attivo Comando attivo
509 Ingresso digitale configurabile CW_B12 Comando non attivo Comando attivo
510 Ingresso digitale configurabile CW_B13 Comando non attivo Comando attivo
511 Ingresso digitale configurabile CW_B14 Comando non attivo Comando attivo
512 Ingresso digitale configurabile CW_B15 Comando non attivo Comando attivo

2A.8.9 Trip Word Ausiliaria ( AuxTrip )


Fornisce informazioni relative allo stato di alcuni scatti HW e SW. Il significato di ogni bit ed il loro stato logico è descritto nella tavola seguente:
AuxTrip Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
513 Scatto Massima corrente Corrente < Imax Blocco realizzato
514 Scatto Massima tensione DC Tensione Bus DC < VdcMax Blocco realizzato
515 Blocco utente da Ingresso digitale configurabile Blocco non attivo Blocco realizzato
516 Blocco scheda pilotaggi Blocco non attivo Blocco realizzato
518 Watch dog esterno Scheda controllo funziona Ok Watch dog avvenuto
519 Funzionamento inverter Parallelo Funzionam. parallelo Ok Guasto funzionam .Parallelo
520 Temperatura inverter Temperatura inverter Ok Temperatura inverter > Tmax
521 Precarica Inverter Precarica completa o non iniziata Precarica fallita
522 Sovravelocità Velocità motore < SpeedMax Velocità motore > SpeedMax
524 Stallo motore Velocità motore = riferimento Velocità motore ≠ riferimento
525 Arresto rapido (stop emergenza) Arresto rapido non attivo Arresto rapido attivo
526 Minima tensione DC Tensione DC > VdcMin Tensione Bus DC < VdcMin
527 Immagine termica Motore Temperatura Motore Ok Sovratemperatura Motore
517,523, 528 Non usata

2A.8.10 Word di stato degli ingressi digitali su scheda di espansione DI/DO (DI Exp Board)
Fornisce informazioni relative allo stato di ingressi digitali della scheda SIOVA. La tabella seguente descrive il significato e lo stato logico di ogni bit:
DI Exp Board Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
529 Stato di ingresso digitale DI11 DI/DO EXP 1 0V input 24V input
530 Stato di ingresso digitale DI12 DI/DO EXP 1 “ “
531 Stato di ingresso digitale DI13 DI/DO EXP 1 “ “
532 Stato di ingresso digitale DI14 DI/DO EXP 1 “ “
533 Stato di ingresso digitale DI15 DI/DO EXP 1 “ “
534 Stato di ingresso digitale DI16 DI/DO EXP 1 “ “
535 Stato di ingresso digitale DI17 DI/DO EXP 1 “ “
536 Stato di ingresso digitale DI18 DI/DO EXP 1 “ “
537 Stato di ingresso digitale DI19 DI/DO EXP 2 “ “
538 Stato di ingresso digitale DI20 DI/DO EXP 2 “ “
539 Stato di ingresso digitale DI21 DI/DO EXP 2 “ “
540 Stato di ingresso digitale DI22 DI/DO EXP 2 “ “
541 Stato di ingresso digitale DI23 DI/DO EXP 2 “ “
542 Stato di ingresso digitale DI24 DI/DO EXP 2 “ “
543 Stato di ingresso digitale DI25 DI/DO EXP 2 “ “
544 Stato di ingresso digitale DI26 DI/DO EXP 2 “ “

48 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2A.9 Ultima protezione / codifica allarme

È possibile spedire informazioni al master MODBUS sull'ultima protezione e/o allarme avvenuti attraverso una delle variabili Read Holding Register
impostando a 40433 il valore.
Il significato di questa word è il risultato diviso in due parte:
• Il codice esadecimale del byte più significativo (MSB), che corrisponde alla protezioni avvenute;
• Il codice esadecimale del byte meno significativo (LSB), che corrisponde all'allarme avvenuto.
La seguente tavola mostra la codificazione protezione / allarme:
40433
MSB LSB
Blocco Codice Blocco Codice Allarme Allarme
Massima corrente uscita 0x0100 0x0001 Velocità motore > Ovrspd alrm setpoint [67.05]
Massima tensione uscita 0x0200 0x0002 Corrente motore > Ovrcurr alm setpoint [68.02]
Blocco esterno 0x0300 0x0003 Funzioni di base “AND”
Guasto scheda pilotaggi 0x0400 0x0004 Salvatag. parametri su errore EEPROM interna
Perdita alimentazione controllo (220V) 0x0500 0x0005 Salvatag. parametri su errore EEPROM esterna
Perdita alimentazione circuiti analogici (+/-15V) 0x0600 0x0006 Ingresso digitale scheda espansione
Guasto Parallelo 0x0700 0x0007 Funzioni di base “OR”
Protettori termici 0x0800 0x0008 Immagine termica motore
Guasto contattore principale 0x0900 0x0009 Deviazione velocità
Guasto Precarica 0x0A00 0x000A Comunicazione RETE persa
Massima velocità 0x0B00 0x000B Allarme termico
Errore parametri configurazione 0x0C00 0x000C Segnali ingressi analogici fuori scala
Guasto processore DSP 0x0D00 0x000D Perdita fase in ingresso
Connessione MODBUS persa 0x0E00 0x000E Sovratemperatura
Scatto funzioni base AND/ OR 0x0F00 0x000F Errore lettura EEPROM interna
Stallo motore 0x1000 0x0010 Non usato
Arresto rapido 0x1100 0x0011
Minima tensione (VDC min) 0x1200 0x0012 “
Errore dimensioni Inverter 0x1300 0x0013 “
Guasto terra 0x1400 0x0014 “
Immagine termica motore 0x1500 0x0015 “
Deviazione velocità 0x1600 0x0016 “
Fase singolo ingresso 0x1700 0x0017 “
Errore aggiornam. registri PWM 0x1800 0x0018 “
Connessione persa con schede espansione digitali DI/DO 0x1900 0x0019 “
Errore DualPort Ram 0x1A00 0x001A “
HW Sottotensione 0x1B00 0x001B “
Offset su misurazioni corrente 0x1C00 0x001C “
DSP Ram Error 0x1D00 0x001D “
Rete 0x1E00 0x001E “
Perita riferimento analogico di velocità 0x1F00
Perita fase di uscita Ox2000
Underload 0x2100
Switching Frequency Error 0x2200
Floating Point Error 0x2300
Operating System Error 0x2400
ResetFault 0x2500
Temperatura inverter > Tmax 0x2600

La condizione di reset provoca la cancellazione di questa word.

IMGT30005IT 49
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2A.10 Parametrizzazione Controllo via Profibus


L’impostazione dei parametri di configurazione dell’inverter, può essere effettuata via MODBUS utilizzando i dati di parametrizzazione PKW dei
messaggi scambiati tra master e slave (inverter). Tali dati sono utilizzati dal master MODBUS per trasmettere o ricevere i valori dei parametri di
configurazione dello slave.
Quattro dati PKW sono a disposizione sia nel messaggio inviato dal master allo slave, sia nel messaggio inviato dallo slave al master.
Mediante i dati di parametrizzazione PKW, non è possibile impostare gli eventuali decimali dei parametri di configurazione.
2A.10.1 Messaggio di parametrizzazione inviato dal master allo slave
Tale messaggio è composto da 4 word. (Registri 40001 – 40004)
1a word (PKW1) Viene utilizzata per indicare allo slave il codice relativo al tipo di operazione che si desidera effettuare :
• nessuna operazione PKW1 = 0
• lettura parametro PKW1 = 1
• modifica parametro PKW1 = 2
2a word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del dato di configurazione su cui effettuare l’operazione definita dalla word PKW1.
Gli indirizzi seriali dei parametri di configurazione sono riportati nelle Appendici B1 – B4
3a word (PKW3) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro, in questa word è posto il valore del parametro oggetto della modifica.
4a word (PKW4) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro ed il dato da modificare è di tipo esponenziale, in questa word è
posto il valore dell’esponente da assegnare al parametro oggetto della modifica. In caso contrario il valore di questa word è
posto eguale a zero.

2A.10.2 Messaggio di parametrizzazione inviato dallo slave al master

Anche tale messaggio è composto da 4 word. (Registri 40201 - 40204)

1st word (PKW1) Sui bit 0÷1, è riportato il codice dell’operazione richiesta dal master. Qualora l’operazione richiesta dal master non sia
ammissibile è settato il bit 2 e sulla word #3 (PKW3) è riportato il corrispondente codice di errore.
Se il messaggio di parametrizzazione inviato dal master è una scrittura di parametri e se tale scrittura in Eprom non è andata
a buon fine verranno settati, a secondo del tipo di parametro la cui scrittura è fallita, i seguenti bit :

bit 8 -> Parametri motore


bit 9 -> Parametri Inverter
bit 10 -> Parametri Regolatore
bit 11 -> Parametri Generali
Il tipo di errore può essere identificato mediante la variabile di monitor Cpu sw Alarms [78.10].
In caso di errore lo stato del drive è “Alarm”.
I bit da 3 a 7 non sono utilizzati
2nd word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del parametro oggetto dell’operazione specificata con la word PKW1.
3rd word (PKW3) Se l’operazione richiesta è una lettura, in questa word è riportato il valore del parametro letto. Qualora l’operazione richiesta
non sia ammissibile (word PKW1, bit 2 = 1), in questa word è riportato uno dei seguenti codici di errore:
PKW3 = 0 Ë Errore sconosciuto
PKW3 = 1 Ë Parametro fuori gamma
PKW3 = 2 Ë Parametro indirizzo seriale non riconosciuto
PKW3 = 3 Ë Parametro non modificabile mentre l’inverter è in funzione
PKW3 = 5 Ë Non usato
PKW3 = 6 Ë Parametro sola lettura
Qualora si presenti una condizione di errore, la situazione rimane congelata sul codice di errore finché non viene corretto l’errore o si cambia
parametro.
4th word (PKW4) Se il dato da leggere o modificare è di tipo esponenziale in questa word è riportato il valore dell’esponente letto o impostato.

50 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

Esempio 1:
Se si volesse per esempio scrivere il parametro “Acceleration time” [22.12] , il master deve inviare la seguente interrogazione:
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x08 -> Numero di byte
0x00 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura )
0x02 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura )
0x08 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xA4 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xGG -> valore PKW3 (nuovo valore per il parametro #2212 = 0xGGHH)
0xHH -> valore PKW3 (nuovo valore per il parametro#2212 = 0xGGHH)
0x00 -> valore PKW4 (usato solo per i parametri con dati di tipo esponenziale)
0x00 -> valore PKW4 (usato solo per i parametri con dati di tipo esponenziale)
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

Effettuata correttamente l’operazione di scrittura, la risposta dello slave sarà del tipo:

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro scritto
0x04 -> Numero del registro scritto
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

oppure con una eccezione nel caso in cui l’istruzione di scrittura non fosse stata effettuata correttamente (per esempio):

0x03 -> indirizzo slave


0x90 -> segnalazione tipo di risposta non corretta
0x03 -> valore del dato non corretto
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

In questo caso il master può domandare al PKWx ( istruzione di lettura ) il tipo di errore intervenuto.
Per la lettura del procedimento, vedere sotto.

Esempio 2:

Se si volesse per esempio leggere il parametro “Acceleration time” [22.12] , il master deve inviare le seguenti due interrogazioni:

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x08 -> Numero di byte
0x00 -> valore PKW1 (istruzione di lettura)
0x01 -> valore PKW1 (istruzione di lettura)
0x08 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xA4 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

Effettuata correttamente l’operazione di scrittura, la risposta dello slave sarà del tipo

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro scritto
0x04 -> Numero del registro scritto
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

IMGT30005IT 51
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

oppure con una eccezione nel caso in cui l’istruzione di scrittura non fosse stata effettuata correttamente (per esempio):

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x90 -> segnalazione tipo di risposta non corretta
0x02 -> indirizzo non corretto del parametro
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

In entrambe gli esempi, il master interrogherà il PWKx ( istruzione di lettura ) per conoiscere la risposta all’istruzione di scrittura e
quindi avere il valore del parametro:

Il master ha inviato la seguente interrogazione:

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x03 -> read multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

Lo slave deve rispondere con questa risposta se nell’istruzione di lettura non sono presenti eeroei:
valore PKW4 (usato solo per i parametric con dati di tipo esponenziale)

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x03 -> read multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x08 -> Numero di byte
0x00 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura confermata )
0x01 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura confermata )
0x08 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xA4 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xYY -> valore PKW3 ( valore del parametro #2212 = 0xYYZZ)
0xZZ -> valore PKW3 ( valore del parametro #2212 = 0xYYZZ)
0xNN -> valore PKW4 (usato solo per i parametric con dati di tipo esponenziale)
0xMM -> valore PKW5 (usato solo per i parametric con dati di tipo esponenziale)
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

oppure con una eccezione nel caso in cui l’istruzione di lettura non fosse stata effettuata correttamente (per esempio):

0x03 -> indirizzo slave (esempio)


0x90 -> segnalazione tipo di risposta non corretta
0x02 -> indirizzo non corretto del parametro
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

52 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2A.11 Parametro configurazione controllo via Modbus MULTIPLE


E’ inoltre possible leggere/scrivere più parametri ( fino a 5 per interrogazione ).
L’invio dei parametri di configurazione dell’inverter può, con la rete Modbus, essere realizzato applicando il metodo già indicato.
Segue una sintesi di tutti I parametri per le operazioni di lettura o di scrittura via MODBUS
Standard Modbus Parameter Serial Address Calculations: Sommare 40512 al Serial Parameter Identifier (Param #) indicato nelle tabelle di Appendice
B1-B2-B3.
Esempio: il Modbus Parameter Serial Address corrispondente al parametro EU-NEMA Select (Param # 101) è ottenuto: Modbus ID = 40.512 + 101 =
40613
Modbus Serial Address Parameter Name - Param# Parameter Type Modbus Function
40513 – 40612 Nu
40613 EU-NEMA Select [01.01] – Word - Double Word
first parameter -
40614 – 40730 : 0x03 - Read Holding Register
40731 NRG Saver Min Flux [02.19] 0x06 Write Holding Register
40813 – 40817 NOT ALLOWED 0x10 Write Multiple Holding Register
40818 Set Mag Curve V1 [03.06]
40819 – 49614 :
49615 Reset CPU [91.03] - last parameter -
49616 - 49984 Nu
49985 Rotor Resistance [03.01]- base -
49986 Rotor Resistance [03.01] - exp -
49987 Stator Resistance [03.02] - base - 0x03 - Read Holding Register
49988 Stator Resistance [03.02] - exp - Exponential 0x10 Write Multiple Holding Register
49989 Rotor Leakage Induct [03.03] - base -
49990 Rotor Leakage Induct [03.03] - exp -
49991 Stat Leakage Induct [03.04] - base -
49992 Stat Leakage Induct [03.04] - exp -
49993 Magnetizing Induct [03.05] - base -
49994 Magnetizing Induct [03.05] - exp -

2A.11.1 Messaggio spedito da Master a slave


Si deve usare la funzione 0x03 per le operazioni di lettura e le funzioni
0x06 o 0x10 per le operazioni di scrittura singola/multipla.
2A.11.2 Messaggio spedito da slave a Master
Per ogni comando di lettura o scrittura da master, l'inverter imposta alcune word (ex PKW nel Read Holding Register) dove il master è in grado si
sapere se l'operazione di lettura o scrittura è stata eseguita dall'inverter o se è avvenuto un errore.
Se un'operazione di lettura o scrittura non è stata eseguita, l'inverter spedisce una risposta di eccezione 0x03. Se questa condizione è verificata, il
master può leggere le word PKW variabili MONITOR ( registri 40433 – 40436 ) tra Read Holding Register per poter sapere qual è il tipo di errore.
Il significato di ogni word è il seguente:
1a word (PKW1) Sono permesse le seguenti impostazioni:
bit da 0 to 1 Ë nessun effetto PKW1 = 0
lettura parametro PKW1 = 1
modifica parametro PKW1 = 2
bit 2 Ë operazione richiesta non permessa (vedere significato PKW3)
bit da 3 a 7 Ë non usato
bit 8 Ë Parametri motore
bit 9 Ë Parametri Inverter
bit 10 Ë Parametri Regolatore
bit 11 Ë Parametri Generali
bit da 12 a 25 Ë non usato
2a word (PKW2) contiene l'ultimo indirizzo seriale MODBUS di configurazione parametro che devono essere letti o modificati in base a PKW1.
3a word (PKW3) Valore del parametro di configurazione che deve essere letto; se l'operazione richiesta non è permessa (PKW1, bit 2=1), questa
word contiene uno dei seguenti codici di errore:
PKW3 = 0 Ë Errore sconosciuto
PKW3 = 1 Ë Parametro fuori gamma
PKW3 = 2 Ë Parametro indirizzo serial non riconosciuto
PKW3 = 3 Ë Parametro non modificabile mentre l'inverter è in funzione
PKW3 = 5 Ë Non usato
PKW3 = 6 Ë Parametro sola lettura
I parametri di sola lettura appartengono alle seguenti categorie: Monitor, Historical Alarm, Profibus, Drive Parameter, Modbus,.
4a word (PKW4) Se PKW3 è un valore esponenziale, questa parola contiene il valore esponente letto/impostato.

IMGT30005IT 53
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2A.12 Diagnostica Scheda Modbus

Led stato Modbus (Giallo)

Stato Significato Descrizione


ON Modo solo ascolto È stata attivata la funzione diagnostica 0x08-subfunzione 0x04
OFF Reset L'inverter è in reset-time
LAMPEGGIO VELOCE Modo funzionamento L'inizializzazione Modbus è stata OK e il GT3000 è in grado di ricevere messaggi

2A.13 Annuncio di stato Modbus su interfaccia PC

Lo stato di connessione MODBUS e relativi problemi può essere visualizzato sulla interfaccia PC Iper mezzo dello stato di Rete Comm (Menù
Misuratrice - Inverter).

Le seguenti tavole mostrano il significato di ogni bit:

StatoComModbus
Bit Name Description
0 OVER TIME OUT Nessuna query master rilevata da Modbus Port prima del time out
1 ILLEGAL FUNCTION Errata funz. Codice da query master
2 ILLEGAL STARTING ADDRESS Errato indirizzo inizi.da query master
3 ILLEGAL NUMBER REGISTER Errato registro numero da query master
4 ILLEGAL CRC VALUE Errato valore CRC V da query master
5 SLAVE DEVICE FAILURE Slave NAK
6 QUERY NON COMPLETED Query da Master ha meno bytes di quelli specific..
7 TIME OUT FAULT ACTIVE Guasto Time Out fault e Rete S4 attivo
8 INITIALIZATION FAULT Guasto Inizializ.
9 FAULT WATCHDOG Riservato
10 FAULT MODBUS INTERFACE Riservato
11 ILLEGAL SLAVE ADDRESS Errato indir. Slave da query master
12 PARAMETRIZATION ERROR Errato messagio Parametrizazzione da Master
13 PARITY ERROR query master RTU Errore parità carattere
14 FRAMING ERROR query master RTU Errore struttura caratt.
15 OVERRUN ERROR query master RTU Errore Overrun Carattere

2A.14 Lettura/Scrittura Dati Massimi

Nella tabella seguente è possibile vedere i massimi limiti di word per lettura o scrittura:

Modbus Function Modbus Function Code Max Read/Write Word Number


Write Multiple Holding Register 0x10 16
Write Multiple Parameter 0x10 5
Write Multiple Exponential Parameter 0x10 10
Read Holding Parameter 0x03 20
Read Parameter 0x03 5
Read Multiple Exponential Parameter 0x03 10

54 IMGT30005IT
GT_AFE
MODBUS per GT3000 con firmware AFE

IMGT30005IT 55
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2B. 6 Parametri per configurazione Modbus RTU


La configurazione può essere eseguita settando i parametri presenti nella categoria MODBUS settings (86.Mdb) del menù tastierino. La famiglia
MODBUS settings può essere abilitata regolando il parametro Comm Card Select [1303] su SUPRB Mod.

Da qui, i parametri che si devono impostare per poter configurare la rete di comunicazione Modbus RTU.
Impostazione Modbus
Nome Parametro Default Set Valore Descrizione
Indirizzo Slave 3 3-128 Numero Identificazione Slave
0 Nessuno Nessuno
Comm Card Select 0 1 SUPRB SUPRB Board For Profibus
2 SUPRB Mod SUPRB Board For Modbus
0 ASI
Type 0 1 Standard Selezione Word di comando
0 Trip
1 Alarm Selezione Fault Configuration
Fault Configuration Trip
2 Auto alarm
0,1-249 100-250ms
Time Out Connection 0 250 disable time out Max Wait Time Between Two Master Query
DI-Chg CW & Ref 0 0-37 Non usato Selezione Ingresso Digitale per forzare la word di comando riferimento da morsettiera
Gain 0% 0-32767 0-125% Guadagno sul Riferimento e reazione da seriale
1 300 baud
2 600 baud Velocità Comunicazione Modbus

Baudrate 9600 3 1200 baud


4 2400 baud
5 4800 baud
6 9600 baud
7 19200 baud
8 28800 baud
9 38400 baud
0 None + 2 stop bit
1 Odd parity Formato Comunicazione Modbus
Parity Type 0
2 None + 1 stop bit
3

2B.6.1 Procedura abilitazione Comunicazione MODBUS


La Rete Comunicazione Modbus RTU può essere stabilita impostando Com Card Select [13.03] come mostrato nella seguente finestra:

È necessario impostare il parametro ModbusID [06.14] che appartiene alla famiglia Drive Data (02.dri) per identificare il numero di serie dell'inverter.

56 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

I seguenti parametri che appartengono alla famiglia MODBUS settings (86.Mdb) permettono di completare le impostazioni Modbus RTU:

I cambiamenti fatti al Com Card Select [13.03], Baudrate [86.06], ParityType [86.07] ModbusID
ATTENZIONE! [06.14] e Time out connection [86.03] provocano un reset automatico.

2B.6.2 Selezione struttura Word di comando


Il parametro Command Word Type [86.01] permette di selezionare la struttura desiderata della Command Word usata dal master Modbus RTU per
spedire i comandi agli inverter.
Ci sono due opzioni: ASI Standard dove le due strutture differiscono in termini di significato e funzione di ogni bit.
2B.6.3 Write Single/Multiple Holding Register - Funzione 0x06 / 0x10 - 4xxxx
La funzione Write Holding Register si usa per scrivere i word bit significativi e la domanda di riferimento ricevuta dall'Inverter; queste word possono
essere usate dal controllo Master per:
• ottenere riferimenti;
• ottenere comandi che devono essere spediti alle uscite digitali sia della Scheda Microprocessore che Scheda espansione DI/DO;
• ottenere valori che devono essere spediti alle uscite analogiche della Scheda Microprocessore.
La seguente tabella elenca le word “di sola scrittura” da parte del Master Modbus RTU:
Write Holding Register
Modbus Par. Significato Tipologia Valore nominale
40001 Riferimento di velocità Da Rete seriale3 Analogico ±26214 @ ±Rated Speed
40002 Analogico ±26214 @ ± Rated torque
40003 Analogico ±26214 @ ± Rated torque
40004 Analogico ±26214 @ ± Rated torque
40005 Riferimento velocità in aggiunta Analogico ±26214 @ ±Max_Ref
40006 Command Word ausiliaria (AuxCommWord) Bit significativo4
40007 Riferimento di tiro Analogico 26214 @ 100%
40008 Analogico 26214 @ 100%
40009 Analogico 26214 @ 100%
40010 Comando uscita digitale: Scheda microprocessore, DI/DO Exp Board Bit significant3
40011 Analogico ±26214 @ ± Rated torque
40012 Analogico 13107 @ 50%
40013 Command Word (ASI o Standard)5 Bit significativo3
40014 Spare
40015 Spare
40016 Valore da inviare su uscita analogica AO16 Analogico ±26214 @ ±10 V
40017 Valore da inviare su uscita analogica AO26 Analogico ±26214 @ ±10 V
40018 Valore da inviare su uscita analogica AO36 Analogico ±26214 @ ±10 V
40019 Valore da inviare su uscita analogica AO46 Analogico ±26214 @ ±10 V
40020
40021

2B.6.4 Read Holding Register - Funzione 0x03 - 4xxxx


La funzione Read Holding Register è usata per leggere le variabili da Inverter; questa word può essere usata dall'inverter per:
• spedire valori di uscite analogiche;
• spedire la struttura di bit significativo di scatti Hardware/Software;
• spedire la struttura di bit significativo della Scheda microprocessore Digital Input Output
• spedire la struttura di bit significativo di allarmi e comandi;
• spedire il bit significativo di stato degli ingressi digitali sulla Scheda di Espansione DI/DO.

3 Il riferimento velocità deve essere normalizzato come ±26214 @ Motor Max Oper Freq [02.11]
4
Il significato di ogni singolo bit della significant bit words è descritto al paragrafo “2.3 Write single/multiple coil status”
5 Il significato di ogni singolo bit varia in base al parametro Command Word Type [86.01] settato: ASI o Standard.
6 Vedere il Manuale Hardware e Software capitolo “9B Configurazione I/O”

IMGT30005IT 57
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

La seguente tabella indica i valori che questi parametri possono assumere. . Read Holding Register
Modbus Par. Funzione Tipo di dato Valore nominale

Vector

Scalar
40001 Analogico Velocità Motore (V/Hz solo con encoder) ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40002 Analogico Corrente di flusso (Isd) 26214 @ Max motor current 3
40003 Analogico Corrente di coppia (Isq) 26214 @ Max motor current 3
40004 Analogico Corrente Motore (Is) 26214 @ Max motor current 3 3
40005 Analogico Tensione Motore (Us) 26214 @ Motor voltage [02.05] 3 3
40006 Analogico Tensione Bus DC (Vdc) 32767 @ VdcMax 3 3
40007 Analogico Potenza Motore 26214 @ Motor power [02.01] 3
40008 Analogico Frequenza Motore 26214 @ Motor frequency [02.08] 3 3
40009 Analogico Riferimento principale velocità ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40010 Analogico Riferimento ausiliario velocità ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40011 Analogico Riferimento aggiuntivo velocità ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40012 Analogico Riferimento velocità (monte rampa) ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40013 Analogico Riferimento velocità (valle rampa attuata da DSP) ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40014 Analogico Tensione ingresso analogica 1 (AI 1) ±26214 @ ±10V 3 3
40015 Analogico Tensione ingresso analogica 2 (AI 2) ±26214 @ ±10V 3 3
40016 Analogico Uscita analogica (AO 1) comando da rete seriale ±26214 @ ±10V 3 3
40017 Analogico Uscita analogica (AO 2) comando da rete seriale ±26214 @ ±10V 3 3
40018 Analogico Uscita analogica (AO 3) comando da rete seriale ±26214 @ ±10V 3 3
40019 Analogico Uscita analogica (AO 4) comando da rete seriale ±26214 @ ±10V 3 3
40020 Analogico ±26214 @ ±100% 3 3
40021 Analogico ±26214 @ ±100% 3 3
40022 Analogico ±26214 @ ±100% 3 3
40023 -40024 Scorta
40025 Analogico Stato abilitazione impulsi accensione 16384 Ä firing pulse enable
40026-40049 Scorta
40050 Stato comunicazione Modbus
40051 Analogico Riferimento coppia limitato ±26214 @ ± Max motor torque7 3
40052 Analogico Riferimento coppia non limitato ±26214 @ ± Max motor torque7 3
40053 Analogico Totale riferimento coppia (regolatore velocità uscita + aggiuntivo) ±26214 @ ± Max motor torque7 3
40054 Analogico Coppia stimata ±26214 @ ± Max motor torque7 3
40055 Analogico Riferimento Isd (Isd_Ref) ±26214 @ ±Max motor current 3
40056 Analogico Riferimento Isq (Isq_Ref) ±26214 @ ±Max motor current 3
40057 Non usato
40058 Analogico Uscita regolatore Isd (MonUsd_Ref) 26214 @ Motor Voltage [02.05] 3
40059 Analogico Uscita regolatore Isq (MonUsq_Ref) 26214 @ Motor Voltage [02.05] 3
40060 Analogico Velocità motore non filtrata (encoder solo per V/Hz) ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3 3
40061 Analogico Limite superiore coppia (uscita regolatore velocità = TorqueMax) 26214 @ Max motor torque7 3
40062 Analogico Limite inferiore coppia (uscita regolatore velocità = TorqueMin) -26214 @ - Max motor torque7 3
40063 Analogico Limite superiore coppia (Rif. Ext. Da funzione speciale) ±26214 @ ± Max motor torque7 3
40064 Analogico Limite inferiore coppia (Rif. Ext. Da funzione speciale) ±26214 @ ± Max motor torque7 3
40065 Analogico Riferimento flusso 26214 @ Flusso nominale 3
40066 Analogico Flusso stimato Statore (MonFis) 26214 @ Flusso nominale
40067 Analogico Flusso stimato Rotore (MonPsimr) 26214 @ Flusso nominale 3
40068 3
40069 3
40070 3
40071 3
40072 Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] 3
40073 -101 Scorta
40102 Analogico Giri encoder ±26214 @ ±100% 3
40103-401043 Scorta
40105 Analogico Posizione rotore ±26214 @ ±100% 3
40106 -121 Scorta
40122 Bit significativo7 FieldNet Bitword: Ultima protezione/codifica allarme 3 3
40123 Bit significativo FieldNet Bitword: Scatto Hardware (TripsHW) 3 3
40124 Bit significativo FieldNet Bitword: Scatto Software 1 (TripsSW 1) 3 3
40125 Bit significativo FieldNet Bitword: Allarmi (Allarme) 3 3
40126 Bit significativo FieldNet Bitword: Stato Morsettiera (TBStatus) 3 3
40127 Bit significativo FieldNet Bitword: Word protezione ausiliaria (AuxTrip) 3 3
40128 Bit significativo FieldNet Bitword: stato scheda espansione (SIOVA InputStatus) 3 3
40129 Bit significativo FieldNet Bitword: Word Saturazione regolatore (SatRegWord) 3 3
40130 Bit significativo FieldNet Bitword: Echo back Command Word (ExecCommand) 3 3
40131 Bit significativo FieldNet Bitword: Stato Word Inverter (Stato Word) 3 3
40132 Bit significativo FieldNet Bitword: Scatto software 2 (TripSW 2) 3 3
40133 -40158 Spare
40159 Bit significativo PKW1

58 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

La seguente tabella indica i valori che questi parametri possono assumere. . Read Holding Register
Modbus Par. Funzione Tipo di dato Valore nominale

Vector

Scalar
40160 Bit significativo PKW2 3 3
40161 Bit significativo PKW3 3 3
40162 Bit significativo PKW4 3 3

2B.6.5 Normalizzazione valori nominali per riferimenti e feedback provenienti da rete MODBUS
Il parametro GainI permette di cambiare la normalizzazione dei valori nominali per le variabile analogiche scambiate attraverso il MODBUS. Il cambio
ha luogo solo per le variabili il cui valore nominale è uguale o inferiore a 26214. Il cambio condiziona sia i riferimenti che i feedback.
L'impostazione: GainI = 0 % mantiene la normalizzazione di default dei valori nominali
Per selezionare un diverso valore per la normalizzazione, il parametro Gainl deve essere impostato conformemente. Per esempio, se 16383 è il valore
desiderato, allora GainI = (16383 / 26214) * 100 = 62.5 %
2B.2.6 Perdita comunicazione master MODBUS
Se la comunicazione MODBUS è persa, il controllo può reagire in modi diversi, selezionati attraverso i parametri TimeOut Connection[86.03],
FaultConfiguration[86.02] e DriveTimeOutEnable[86.08]
TimeOut Connection[86.03]
si usa per impostare un tempo di attesa sulla perdita comunicazione da master; un valore tra 1 sec e 250 sec può essere selezionato (1 sec è il
default). Se è stato selezionato un valore di 250 sec, allora l'inverter non riconosce una perdita di comunicazione da master.
FaultConfiguration[86.02]
si usa per definire l'azione di controllo dopo che il tempo di attesa è trascorso. Possibili settaggi:
= Trip
l'inverter scatta ed il messaggio Network Fail è visualizzato sull'interfaccia PC, i tastierini intermedio e avanzato, mentre il codice F0205 viene
visualizzato sul tastierino standard.
= Allarme
si verifica un allarme, ma l'inverter continua a funzionare; il messaggio NetLink viene visualizzato sull'interfaccia PC interface, tastierino intermedio ed
avanzato, mentre il codice F0311 code viene visualizzato nel tastierino standard.
= AutoAlrm
questa impostazione si usa quando comandi e riferimenti possono provenire sia da morsettiera XM1 che attraverso MODBUS. Dopo che il tempo di
attesa è trascorso, si verifica un allarme e la fonte di riferimenti e comandi passa automaticamente da MODBUS a morsettiera. Si visualizza il
messaggio NetLink. Per usare questa funzione, il Riferimento velocità da MODBUS deve essere impostato come riferimento ausiliario, mentre il
riferimento principale proverrà da morsettiera (Aux Ref Source Sel[22.02] = Network, Speed Ref Source Sel[22.01] = Terminal Block or Speed Ref
Source Sel[22.01] = AI1, Speed Demand Setup menu).
Per poter comandare la commutazione da MODBUS a morsettiera XM1 e viceversa, è necessario configurare un ingresso digitale attraverso il
parametro DI-Chg CW e Ref; la logica di ingresso digitale è la seguente:
Off  comandi e riferimenti \da morsettiera XM1;
On  comandi e riferimenti da MODBUS
L'ingresso digitale DI-ChgCWandRef permette di passare da MODBUS a morsettiera perfino quando non è presente una perdita di comunicazione.
Qualore l’ingresso digitale non viene configurato come descritto, entro 30 sec. dall’impostazione del parametro Flt=AutoAlarm, il controllo attiverà una
protezione di errore di configurazione segnalata dal tastierino base con il messaggio : F0203 e segnalata dal tastierino IF/AF e dall’interfaccia PC per
mezzo delle variabili monitor Sw Faults e Config Err della categoria Monitor:
Sw Faults = Conf Err
Config error = NET Cfg Err
Nel caso in cui la protezione sia scattata mentre si sta impostando l’ingresso digitale al parametro DI-Chg CW and Ref perché scaduti i 30 sec,
terminare l’operazione e resettare il controllo.
DriveTimeOutEnable [86.08].
Se abilitato, il drive deve essere interrogato dal Master in un tempo che deve essere inferiore a quanto previsto dal parametro TimeOutConnection
[86.03. In caso contrario il drive effetuerà l’azione impostata dal parametro Fault Configuration [86.02].

IMGT30005IT 59
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2B.7 WRITE SINGLE/MULTIPLE COIL STATUS - FUNZIONE 0X05 / 0X0F - 0XXXX


2B.7.1 Word di Comando
Si usa per spedire i comandi all'inverter via MODBUS. Il significato di ogni singolo bit cambia in conformità con l'impostazione di parametro Command
Word Type [86.01]: ASI e Standard. Essi sono descritti nella seguente tavola:
Command Word for Command Word Type = ASI
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
1 Comando Start-Stop Inverter arrestato Inverter in funzione
2 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit1 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
3 Comando abilitazione inverter Comando precarica ed abilitazione non presente Comando precarica ed abilitazione presente
4 Reset protezione Reset non attivo Reset attivo
5 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit4 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
6 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit5 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
7 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit6 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
8 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit7 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
9 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit8 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
10 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit9 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
11 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit10 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
12 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit11 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
13 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit12 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
14 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit13 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
15 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit14 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
16 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit15 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
Command Word for Command Word Type = Standard
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
17 Abilitazione inverter Comando precarica ed abilitazione assenti Comando precarica ed abilitazione presente
18 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit1 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
19 Non disponibile
20 Comando inverter start-stop Inverter fermo Inverter in funzione
21 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit4 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
22 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit5 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
23 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit6 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
24 Reset protezione Reset non attivo Reset attivo
25 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit8 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
26 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit9 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
27 Riferimenti via Modbus Congelati Riferimenti non congelati Riferimenti congelati
28 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit11 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
29 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit12 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
30 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit13 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
31 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit14 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo
32 Ingresso digitale configurabile–CW-Bit15 Comando ingresso non attivo Comando ingresso attivo

Il significato degli ingressi digitali configurabili si riferisce al capitolo (Digital input configuration – Macro Functions).
Per poter abilitare l'inverter a ricevere i comandi da rete, il parametro Command TB/Rete Sel [06.10] belonging to Drive Data dovrebbe essere
impostato su: Network
Alcuni comandi sono direttamente attuati “così come sono ”, mentre alcuni altri sono comparati con i corrispondenti segnali digitali collegati alla
morsettiera.
La seguente tavola spiega la logica in base alla quale il controllo esegue ogni comando:

Command TB/Network Sel = Network and CMWt = Ansaldo Sistemi Industriali


Significato Morsettiera XM1 Word Bit Comando Comandi necessari
Comando Start-stop DI 1 Bit 0 DI 1 e Bit 0
Abilita inverter DI 8 Bit 2 DI 8 e Bit 2
Command TB/Rete Sel = Rete e CMWt = Standard
Significato Morsettiera XM1 Word Bit Comando Comandi necessari
Abilita inverter DI 1 Bit 0 DI 1 e Bit 0
Start-stop command DI 8 Bit 3 DI 8 e Bit 3

60 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2B.7.2 Word di Comando Ausiliaria ( AuxCommWord )


Le word di comando ausiliarie si usano per spedire l'Ingresso digitale configurabile sulla Scheda microprocessore via MODBUS. Il significato di ogni bit
ed il loro stato logico è descritto nella seguente tavola:

Microprocessor Basic Microprocessor Plus


RO2 – XM1.1/2[08.01] = FromNet RO2 – XM1.1/2/43[08.01] = FromNet
DO4 – XM1.27/11[08.03] = FromNet RO3 – XM1.45/46[08.02] = FromNet
DO5 – XM1.28/11[08.04] = FromNet DO4 – XM1.21/25[08.03] = FromNet
DO5 – XM1.22/25[08.04] = FromNet
DO6 – XM1.23/25[08.05] = FromNet

Word di comando ausiliaria


Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
33 Scorta
34 Comando uscita relè RO2 RO2 = 0 RO2 = 1
35 Uscita digitale DO4 DO4 = 0 DO4 = 1
36 Uscita digitale DO5 DO5 = 0 DO5 = 1
37 Uscita digitale DO6 DO6 = 0 DO6 = 1
38 RO3 (Solo per Microprocessore Plus) RO3 = 0 RO3 = 1
39÷48 Scorta

2B.7.3 Word di comando di uscita digitale su scheda espansione DI/DO (DO Exp Board)
Si usa per azionare direttamente dalla rete l'uscita digitale della scheda di espansione DI/DO, fare riferimento al Manuale avanzato capitolo 9
Configurazione Uscita digitale
Il significato di ogni bit e loro stato logico è descritto nella seguente tavola:
Struttura word DO Exp Board
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
49 Comando per uscita digitale RO7 DI/DO EXP 1 Bobina relè non eccitata Bobina relè eccitata
50 Comando per uscita digitale RO8 DI/DO EXP 1 “ “
51 Comando per uscita digitale RO9 DI/DO EXP 1 “ “
52 Comando per uscita digitale RO10 DI/DO EXP 1 “ “
53 Comando per uscita digitale RO11 DI/DO EXP 1 “ “
54 Comando per uscita digitale RO12 DI/DO EXP 1 “ “
55 Comando per uscita digitale RO13 DI/DO EXP 1 “ “
56 Comando per uscita digitale RO14 DI/DO EXP 1 “ “
57 Comando per uscita digitale RO15 DI/DO EXP 2 “ “
58 Comando per uscita digitale RO16 DI/DO EXP 2 “ “
59 Comando per uscita digitale RO17 DI/DO EXP 2 “ “
60 Comando per uscita digitale RO18 DI/DO EXP 2 “ “
61 Comando per uscita digitale RO19DI/DO EXP 2 “ “
62 Comando per uscita digitale RO20 DI/DO EXP 2 “ “
63 Comando per uscita digitale RO21 DI/DO EXP 2 “ “
64 Comando per uscita digitale RO22 DI/DO EXP 2 “ “

IMGT30005IT 61
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2B.8 READ COIL STATUS - FUNZIONE 0X01 - 0XXXX

2B.8.1 Word di Stato

Le word di Stato sono usate per fornire informazioni sullo stato dell'inverter; queste informazioni sono:

Word stato Struttura


Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
1 Inverter in blocco Inverter OK Inverter in blocco
2 Inverter in funzione Pilotaggi Disabilitati Pilotaggi Abilitati (Funzionamento attivo)
3 Regolazione Regolazione non attiva Regolazione attiva
5 Precarica inverter Inverter non eseguito Precarica finita (“pronta”)
7 Stato connessione RETE Rete off Rete ON
13 Reset da tastierino Reset non attivo Reset attivo
4,6,8-12,14-16 Scorta

Tali funzioni sono tutte quelle selezionabili tramite i parametri:


NOTA Macro V/Hz Sel [12.02] solo V/Hz
Macro Vector Sel [12.01] Sls, Foc

2B.8.2 Word Saturazione Regolatore per controllo FOC ( SatRegWord )

Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato di saturazione dei regolatori.
Il significato di ogni bit ed il loro stato logico sono descritti nella seguente tavola:
SatReg Word
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
17 Stato regolatore di Iac Regolatore non saturato Regolatore saturato
18 Stato regolatore di Vdc Regolatore non saturato Regolatore saturato
19 Stato regolatore di Mod_Iq Regolatore non saturato Regolatore saturato
20 Stato regolatore di Mod_Vdc Regolatore non saturato Regolatore saturato
24 Stato regolatore di mod_ratio Regolatore non saturato Regolatore saturato
25 Stato regolatore di Vac Regolatore non saturato Regolatore saturato
26 Stato regolatore di Rho Regolatore non saturato Regolatore saturato
27 Stato regolatore Corrente Isq Regolatore non saturato Regolatore saturato
28 Stato regolatore Corrente Isd Regolatore non saturato Regolatore saturato
29 Stato regolatore Tensione Us Regolatore non saturato Regolatore saturato
21-23,30,31 Scorta
32 Stato regolatore di Iac Regolatore non saturato Regolatore saturato

2B.8.3 Word di Allarmi (Allarmi)


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato degli allarmi.
Il significato di ogni bit e il loro stato logico sono descritti nella seguente tabella:
Alarm Word Structure
Modbus Par. Meaning Bit = 0 Bit = 1
33, 42,44, 46 Scorta
34 Allarme sovracorrente12 Corrente < soglia Corrente > soglia
35 Allarme da funzione “AND” base (DI/DOEXP)13 Funzione “AND”OK Funzione allarme “AND”
36 Guasto di terra Guasto di terra attivo Guasto di terra non presente
37 Risultato salvataggio dati su EEPROM Dati salvati Errore: Dati non salvati
38 Risultato salvataggio dati su EEPROM esterna Dati salvati Errore: Dati non salvati
39 Allarme da ingresso digitale DI/DOEXP14 Ingresso OK Allarme ingresso
40 Allarme da funzione “OR” base15 “or” funzione OK funzione allarme “or”
41 Allarme immagine termica Ac Line7 Temperatura OK Sovratemperatura
43 Guasto seriale Rete Ok Comunicazione persa
45 Over range ingresso analogico Range ingresso analogico ok Ingresso analogico fuori gamma
47 Allarme termico Temperatura ok Sovratemperatura
48 Errore lettura EEPROM interna Lettura EEPROM ok Lettura errore EEPROM interna

7 Vedere funczione descritta nel paragrafo 8

62 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2B.8.4 Hardware Trip Word Status ( TripsHW )


Fornisce informazioni che riguardano lo stato di protezione HW. Il significato di ogni bit ed il loro stato di logica è descritto nella seguente tavola:
Strutture Word Protezioni HW
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
49 Blocco massima corrente Corrente < Iac_max_inv 19 Blocco realizzato
50 Blocco massimo tensione DC Tensione Bus DC < VdcMax20 Blocco realizzato
51 Blocco (utente) da Ingresso digitale configurabile21 Blocco non attivo Blocco realizzato
52 Guasto scheda pilotaggi Blocco non attivo Blocco realizzato
53 Monitor alimewntazione 220 Vac 220 Vac presente 220 Vac non presente
54 Reset del Guasto
55 Non usato
56 Guasto Test RAM DP RAM DSP OK Errore test RAM DSP
57 Watch-dog hardware Scatto non attivo Scatto realizzato
58 Monitor alimentazione ±15 Vcc ±15 Vcc presente ±15 Vcc non presente
59 Funzionamento paralleli inverter Funzionamento Parallelo Ok Guasto funzionamento parallelo
60 Temperatura Inverter (GT3000≥ 30F) Temperatura Inverter Ok Temperatura Inverter > Tmax
61 Stato frenatura o contattore principale Funz,. frenat. o contattore OK Funz. fren. o guasto contatore
62 Guasto 24V aux. (GT3000 ≤ 28F) Vdc 24V ausiliario ok Scatto realizzato
63 Rete Tensione principale Ok Mancanza rete
64 Errore NTC (GT3000≤ 29F) Temperatura Inverter Ok Temperatura Inverter > Tmax

2B.8.5 Software Trip Word Status (TripsSW 1)


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato protezione SW.♦ Il significato di ogni bit e il loro stato logico è descritto nella seguente tavola:
TripsSW Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
65 Precarica Inverter Precarica non avviata Precarica fallita
66,72,78,79 Scorta
67 Parametri configurazione Configurazione Ok Errore Configurazione
68 Stato processore segnale digitale SW Programma DSP funziona correttamente Programma DSP fallito
69 Stato connessione RETE seriale Connessione Ok Perdita connessione
70 Blocco da funzione “AND” o “OR” base23 Funzioni Ok Funzioni scattate
71 Iac Lim Error
73 Minima tensione DC 26 Tensione DC > VdcMin Tensione DC < VdcMin
74 Errore selezione taglia Inverter 27 Taglia inverter Ok Taglia Inverter non selezionata
75 Guasto a terra Guasto a terra non presente Guasto a terra presente
76 Stato comunicazione con scheda esp.DI/DO Comunicazione Ok Comunicazione persa
77 Immagine termica Ac Line8 Temperatura Ok Sovratempera
80 Errore Registro PWM DSP Nessun errore Errore

2B.8.6 Software Trip Word Status ( TripsSW 2)


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato di protezione SW. Il significato di ogni bit e il loro stato logico è descritto nella seguente tavola:
Word Structure TripsSW 2
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
145 Sovracorrente da Offset TA Offset ok Errore Offset TA
146 RAM DSP Errore scritturar RAM DSP ok Errore RAM DSP
147-160 Non usato

19 Imax_inv è la massima soglia di scatto hardware di corrente dell' inverter. Questi dati sono indicati nel Manuale avanzato.
20 VdcMax è la massima soglia di blocco tensione DC. Questo valore dipende dalla classe di tensione dell'inverter. Questi dati sono indicati nel Manuale avanzato.
21 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 9B.
♦ 22
Il blocco sovravelocità è sempre abilitato. Per pianificare il valore di soglia velocità, “SpeedMax” usare il parametro Overspeed Flt Setpoint [6706].
23 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B .
24 Vedere la funzione descritta nel paragrafo 7B “Stallo motore Trip”.
25 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Fast-coast”.
26 Questo blocco è abilitato dopo che la precarica del condensatore filtro DC è finita. Per pianificare la soglia di tensione si usa il parametro “Vdc Setpoint”.

Per maggiori informazioni vedere IL Manuale avanzato.


27 Parametro taglia inverter erratA [06.01].
28 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Immagine termica motore”.
29 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 8B “Stallo motore”.
30 Vedere la funzione descritta nel Manuale avanzato capitolo 7B “Imput Phase Loss”.
8 Vedere la funzione descritta nel paragraf0 7.2 “Ac Line Thermal Image”

IMGT30005IT 63
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2B.8.7 Stato Word di ingresso ed uscita digitale su scheda Microprocessore ( TBStatus )


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato del ingresso ed uscita digitale proveniente da morsettiera. Il significato di ogni bit ed il loro stato
logico è descritto nella tavola seguente:
TBStatus Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
81 Stato Ingresso DI1 Start-Stop Ingresso su Livello logico 0V Ingresso su Livello logico 24V
82 Stato Ingresso DI 7 Prog “ “
83 Stato Ingresso DI 6 Prog “ “
84 Stato Ingresso DI 5 Prog “ “
85 Stato Ingresso DI 3 Prog “ “
86 Stato Ingresso DI 4 Prog “ “
87 Stato Ingresso DI 2 Prog “ “
88 Stato Ingresso DI 8 Abilitazione inverter “ “
89 Stato comando reset da ingresso configurabile Nessun comando reset Comando reset command attivato
90 Relè Uscita RO2 Uscita relè non impegnata Uscita relè impegnata
91 Stato Output CPI RO1 Uscita relè non impegnata Uscita relè impegnata
92 Stato ingresso/uscita DO4 DI 9 Ingresso/Uscita a Livello logico 0V Ingresso/Uscita a Livello logico 24V
93 Stato ingresso/uscita DO5 DI 10 “ “
94 Uscita digitale DO6 Uscita a Livello logico 0V Uscita a Livello logico 0V
95 Stato uscita RO3 Uscita relè non impegnata Uscita relè impegnata
96 Non usato

2B.8.8 Esecuzione Commands Word ( ExecComm )


Si usa per fornire informazioni che riguardano lo stato dei comandi esecuzione; essa è indipendente dal modo esecuzione selezionato (Command
TB/Rete Sel impostazione parametro del menù Drive Data). Il significato di ogni bit ed il loro stato logico è descritto nella tavola seguente:
ExecComm Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
97 Comando inverter start-stop Comando Stop attivo Comando start attivo
98 Comando Arresto rapido Comando Arresto rapido non attivo Comand Arresto rapido attivo
99 Abilita inverter Comando abilita azion. non attivo Comando abil. azionam.attivo
100 Reset Reset non in esecuzione Reset in esecuzione
101 Ingresso digitale configurabile Com1 non attivo Com1 attivo
102 Ingresso digitale configurabile Com2 non attivo Com2 attivo
103 Ingresso digitale configurabile Com3 non attivo Com3 attivo
104 Ingresso digitale configurabile DI3 (Solo Microprocessore Plus) o CW_B7 Comando non attivo Comando attivo
105 Ingresso digitale configurabile DI4 (Solo Microprocessore Plus) o CW_B8 Comando non attivo Comando attivo
106 Ingresso digitale configurabile CW_B9 Comando non attivo Comando attivo
107 Ingresso digitale configurabile CW_B10 Comando non attivo Comando attivo
108 Ingresso digitale configurabile CW_B11 Comando non attivo Comando attivo
109 Ingresso digitale configurabile CW_B12 Comando non attivo Comando attivo
110 Ingresso digitale configurabile CW_B13 Comando non attivo Comando attivo
111 Ingresso digitale configurabile CW_B14 Comando non attivo Comando attivo
112 Ingresso digitale configurabile CW_B15 Comando non attivo Comando attivo

64 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2B.8.9 Trip Word Ausiliaria ( AuxTrip )


Fornisce informazioni relative allo stato di alcuni scatti HW e SW. Il significato di ogni bit ed il loro stato logico è descritto nella tavola seguente:
AuxTrip Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
113 Scatto Massima corrente Corrente < Imax Blocco realizzato
114 Scatto Massima tensione DC Tensione Bus DC < VdcMax Blocco realizzato
115 Blocco utente da Ingresso digitale configurabile Blocco non attivo Blocco realizzato
116 Blocco scheda pilotaggi Blocco non attivo Blocco realizzato
118 Watch dog esterno Scheda controllo funziona Ok Watch dog avvenuto
119 Funzionamento inverter Parallelo Funzionam. parallelo Ok Guasto funzionam .Parallelo
120 Temperatura inverter Temperatura inverter Ok Temperatura inverter > Tmax
121 Precarica Inverter Precarica completa o non iniziata Precarica fallita
122 Sovravelocità Velocità motore < SpeedMax Velocità motore > SpeedMax
124 Stallo motore Velocità motore = riferimento Velocità motore ≠ riferimento
125 Arresto rapido (stop emergenza) Arresto rapido non attivo Arresto rapido attivo
126 Minima tensione DC Tensione DC > VdcMin Tensione Bus DC < VdcMin
127 Immagine termica Ac Line Temperatura Ok Sovratemperatura
117,123, 128 Non usata

2B.8.10 Word di stato degli ingressi digitali su scheda di espansione DI/DO (DI Exp Board)
Fornisce informazioni relative allo stato di ingressi digitali della scheda SIOVA. La tabella seguente descrive il significato e lo stato logico di ogni bit:
DI Exp Board Word Structure
Modbus Par. Significato Bit = 0 Bit = 1
129 Stato di ingresso digitale DI11 DI/DO EXP 1 0V input 24V input
130 Stato di ingresso digitale DI12 DI/DO EXP 1 “ “
131 Stato di ingresso digitale DI13 DI/DO EXP 1 “ “
132 Stato di ingresso digitale DI14 DI/DO EXP 1 “ “
133 Stato di ingresso digitale DI15 DI/DO EXP 1 “ “
134 Stato di ingresso digitale DI16 DI/DO EXP 1 “ “
135 Stato di ingresso digitale DI17 DI/DO EXP 1 “ “
136 Stato di ingresso digitale DI18 DI/DO EXP 1 “ “
137 Stato di ingresso digitale DI19 DI/DO EXP 2 “ “
138 Stato di ingresso digitale DI20 DI/DO EXP 2 “ “
139 Stato di ingresso digitale DI21 DI/DO EXP 2 “ “
140 Stato di ingresso digitale DI22 DI/DO EXP 2 “ “
141 Stato di ingresso digitale DI23 DI/DO EXP 2 “ “
142 Stato di ingresso digitale DI24 DI/DO EXP 2 “ “
143 Stato di ingresso digitale DI25 DI/DO EXP 2 “ “
144 Stato di ingresso digitale DI26 DI/DO EXP 2 “ “

IMGT30005IT 65
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2B.9 Ultima protezione / codifica allarme


È possibile spedire informazioni al master MODBUS sull'ultima protezione e/o allarme avvenuti attraverso una delle variabili Read Holding Register
impostando a 40433 il valore.
Il significato di questa word è il risultato diviso in due parte:
• Il codice esadecimale del byte più significativo (MSB), che corrisponde alla protezioni avvenute;
• Il codice esadecimale del byte meno significativo (LSB), che corrisponde all'allarme avvenuto.
La seguente tavola mostra la codificazione protezione / allarme:
40122
MSB LSB
Blocco Codice Blocco Codice Allarme Allarme
Massima corrente uscita 0x0100 0x0001
Massima tensione uscita 0x0200 0x0002 Corrente > Ovrcurr alm setpoint [68.02]
Blocco esterno 0x0300 0x0003 Funzioni di base “AND”
Guasto scheda pilotaggi 0x0400 0x0004 Salvatag. parametri su errore EEPROM interna
Perdita alimentazione controllo (220V) 0x0500 0x0005 Salvatag. parametri su errore EEPROM esterna
Perdita alimentazione circuiti analogici (+/-15V) 0x0600 0x0006 Ingresso digitale scheda espansione
Guasto Parallelo 0x0700 0x0007 Funzioni di base “OR”
Protettori termici 0x0800 0x0008 Immagine termica Ac Line
Guasto contattore principale 0x0900 0x0009 Scorta
Guasto Precarica 0x0A00 0x000A Comunicazione RETE persa
Scorta 0x0B00 0x000B Non Usato
Errore parametri configurazione 0x0C00 0x000C “
Guasto processore DSP 0x0D00 0x000D “
Connessione MODBUS persa 0x0E00 0x000E “
Scatto funzioni base AND/ OR 0x0F00 0x000F “
Errore Iac Lim 0x1000 0x0010 “
Minima tensione (VDC min) 0x1200 0x0012 “
Errore taglia Inverter 0x1300 0x0013 “
Guasto terra 0x1400 0x0014 “
Errore Immagine termica Ac Lim 0x1500 0x0015 “
Errore aggiornam. registri PWM 0x1800 0x0018 “
Connessione persa con schede espansione digitali DI/DO 0x1900 0x0019 “
Errore DualPort Ram 0x1A00 0x001A “
HW Sottotensione 0x1B00 0x001B “
Offset su misurazioni corrente 0x1C00 0x001C “
DSP Ram Error 0x1D00 0x001D “
No Mains 0x1E00 0x001E “

La condizione di reset provoca la cancellazione di questa word.


2B.10 Parametrizzazione Controllo via Profibus
L’impostazione dei parametri di configurazione dell’inverter, può essere effettuata via MODBUS utilizzando i dati di parametrizzazione PKW dei
messaggi scambiati tra master e slave (inverter). Tali dati sono utilizzati dal master MODBUS per trasmettere o ricevere i valori dei parametri di
configurazione dello slave.
Quattro dati PKW sono a disposizione sia nel messaggio inviato dal master allo slave, sia nel messaggio inviato dallo slave al master.
Mediante i dati di parametrizzazione PKW, non è possibile impostare gli eventuali decimali dei parametri di configurazione.
2B.10.1 Messaggio di parametrizzazione inviato dal master allo slave
Tale messaggio è composto da 4 word. (Registri 40001 – 40004)
1a word (PKW1) Viene utilizzata per indicare allo slave il codice relativo al tipo di operazione che si desidera effettuare :
• nessuna operazione PKW1 = 0
• lettura parametro PKW1 = 1
• modifica parametro PKW1 = 2
2a word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del dato di configurazione su cui effettuare l’operazione definita dalla word PKW1.
Gli indirizzi seriali dei parametri di configurazione sono riportati nelle Appendici B1 – B4
3a word (PKW3) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro, in questa word è posto il valore del parametro oggetto della modifica.
4a word (PKW4) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro ed il dato da modificare è di tipo esponenziale, in questa word è
posto il valore dell’esponente da assegnare al parametro oggetto della modifica. In caso contrario il valore di questa word è
posto eguale a zero.

66 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2B.10.2 Messaggio di parametrizzazione inviato dallo slave al master


Anche tale messaggio è composto da 4 word. (Registri 40201 - 40204)
1st word (PKW1) Sui bit 0÷1, è riportato il codice dell’operazione richiesta dal master. Qualora l’operazione richiesta dal master non sia
ammissibile è settato il bit 2 e sulla word #3 (PKW3) è riportato il corrispondente codice di errore.
Se il messaggio di parametrizzazione inviato dal master è una scrittura di parametri e se tale scrittura in Eprom non è andata
a buon fine verranno settati, a secondo del tipo di parametro la cui scrittura è fallita, i seguenti bit :

bit 8 -> Parametri motore


bit 9 -> Parametri Inverter
bit 10 -> Parametri Regolatore
bit 11 -> Parametri Generali
Il tipo di errore può essere identificato mediante la variabile di monitor Cpu sw Alarms [78.10].
In caso di errore lo stato del drive è “Alarm”.
I bit da 3 a 7 non sono utilizzati
2nd word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del parametro oggetto dell’operazione specificata con la word PKW1.
3rd word (PKW3) Se l’operazione richiesta è una lettura, in questa word è riportato il valore del parametro letto. Qualora l’operazione richiesta
non sia ammissibile (word PKW1, bit 2 = 1), in questa word è riportato uno dei seguenti codici di errore:
PKW3 = 0 Ë Errore sconosciuto
PKW3 = 1 Ë Parametro fuori gamma
PKW3 = 2 Ë Parametro indirizzo seriale non riconosciuto
PKW3 = 3 Ë Parametro non modificabile mentre l’inverter è in funzione
PKW3 = 5 Ë Non usato
PKW3 = 6 Ë Parametro sola lettura
Qualora si presenti una condizione di errore, la situazione rimane congelata sul codice di errore finché non viene corretto l’errore o si cambia
parametro.
4th word (PKW4) Se il dato da leggere o modificare è di tipo esponenziale in questa word è riportato il valore dell’esponente letto o impostato.
Esempio 1:
Se si volesse per esempio scrivere il parametro “Acceleration time” [22.12] , il master deve inviare la seguente interrogazione:
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x08 -> Numero di byte
0x00 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura )
0x02 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura )
0x08 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xA4 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xGG -> valore PKW3 (nuovo valore per il parametro #2212 = 0xGGHH)
0xHH -> valore PKW3 (nuovo valore per il parametro#2212 = 0xGGHH)
0x00 -> valore PKW4 (usato solo per i parametri con dati di tipo esponenziale)
0x00 -> valore PKW4 (usato solo per i parametri con dati di tipo esponenziale)
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
Effettuata correttamente l’operazione di scrittura, la risposta dello slave sarà del tipo:
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro scritto
0x04 -> Numero del registro scritto
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
oppure con una eccezione nel caso in cui l’istruzione di scrittura non fosse stata effettuata correttamente (per esempio):
0x03 -> indirizzo slave
0x90 -> segnalazione tipo di risposta non corretta
0x03 -> valore del dato non corretto
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
In questo caso il master può domandare al PKWx ( istruzione di lettura ) il tipo di errore intervenuto.
Per la lettura del procedimento, vedere sotto.

IMGT30005IT 67
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

Esempio 2:
Se si volesse per esempio leggere il parametro “Acceleration time” [22.12] , il master deve inviare le seguenti due interrogazioni:
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x08 -> Numero di byte
0x00 -> valore PKW1 (istruzione di lettura)
0x01 -> valore PKW1 (istruzione di lettura)
0x08 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xA4 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x00 -> valore PKW3 (non usato)
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
Effettuata correttamente l’operazione di scrittura, la risposta dello slave sarà del tipo
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x10 -> write multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro scritto
0x04 -> Numero del registro scritto
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
oppure con una eccezione nel caso in cui l’istruzione di scrittura non fosse stata effettuata correttamente (per esempio):
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x90 -> segnalazione tipo di risposta non corretta
0x02 -> indirizzo non corretto del parametro
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
In entrambe gli esempi, il master interrogherà il PWKx ( istruzione di lettura ) per conoiscere la risposta all’istruzione di scrittura e quindi
avere il valore del parametro:
Il master ha inviato la seguente interrogazione:
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x03 -> read multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
Lo slave deve rispondere con questa risposta se nell’istruzione di lettura non sono presenti eeroei:
valore PKW4 (usato solo per i parametric con dati di tipo esponenziale)
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x03 -> read multiple holding registers
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Indirizzo di partenza per PKW1
0x00 -> Numero del registro da scrivere
0x04 -> Numero del registro da scrivere
0x08 -> Numero di byte
0x00 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura confermata )
0x01 -> valore PKW1 (istruzione di scrittura confermata )
0x08 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xA4 -> valore PKW2 (indirizzo seriale #2212)
0xYY -> valore PKW3 ( valore del parametro #2212 = 0xYYZZ)
0xZZ -> valore PKW3 ( valore del parametro #2212 = 0xYYZZ)
0xNN -> valore PKW4 (usato solo per i parametric con dati di tipo esponenziale)
0xMM -> valore PKW5 (usato solo per i parametric con dati di tipo esponenziale)
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16
oppure con una eccezione nel caso in cui l’istruzione di lettura non fosse stata effettuata correttamente (per esempio):
0x03 -> indirizzo slave (esempio)
0x90 -> segnalazione tipo di risposta non corretta
0x02 -> indirizzo non corretto del parametro
0x.. -> CRC16
0x.. -> CRC16

68 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione Rete Modbus

2B.11 Parametro configurazione controllo via Modbus MULTIPLE


E’ inoltre possible leggere/scrivere più parametri ( fino a 5 per interrogazione ).
L’invio dei parametri di configurazione dell’inverter può, con la rete Modbus, essere realizzato applicando il metodo già indicato.
Segue una sintesi di tutti I parametri per le operazioni di lettura o di scrittura via MODBUS
Standard Modbus Parameter Serial Address Calculations: Sommare 40512 al Serial Parameter Identifier (Param #) indicato nelle tabelle di Appendice
B1-B2-B3.
Esempio: il Modbus Parameter Serial Address corrispondente al parametro EU-NEMA Select (Param # 101) è ottenuto: Modbus ID = 40.512 + 101 =
40613
Indirizzo seriale Modbus Nome Parametro- Param# Tipo Parameter Funzione Modbus
40513 – 40612 Nu
Not Used
40613
- first parameter -:
40614 Converter Ctrl Mode [01,02] Word - Double Word 0x03 - Read Holding Register
40614 – 40720 : 0x06 Write Holding Register
40721 DC Prech OK Voltage [02.09] 0x10 Write Multiple Holding Register
40813 – 40817 Not Allowed
40818 Not Used [03.06]
40819 – 49614 :
49615 Reset CPU [91.03]
- last parameter -
49616 - 49984 Nu
49985 Sinus filter induct [03.01]- base - Exponential 0x03 - Read Holding Register
49986 Sinus filter induct [03.01] - exp - 0x10 Write Multiple Holding Register
49987 Sinus filter Cap [03.02] - base -
49988 Sinus filter Cap [03.02] - exp -
49989 Not Used [03.03]- base -
49990 Not Used [03.03] - exp -
49991 Not Used [03.04]- base -
49992 Not Used [03.04] - exp -
49993 Not Used [03.05]- base -
49994 Not Used [03.05] - exp -

2B.11.1 Messaggio spedito da Master a slave


Si deve usare la funzione 0x03 per le operazioni di lettura e le funzioni
0x06 o 0x10 per le operazioni di scrittura singola/multipla.
2B.11.2 Messaggio spedito da slave a Master
Per ogni comando di lettura o scrittura da master, l'inverter imposta alcune word (ex PKW nel Read Holding Register) dove il master è in grado si
sapere se l'operazione di lettura o scrittura è stata eseguita dall'inverter o se è avvenuto un errore.
Se un'operazione di lettura o scrittura non è stata eseguita, l'inverter spedisce una risposta di eccezione 0x03. Se questa condizione è verificata, il
master può leggere le word PKW variabili MONITOR ( registri 40433 – 40436 ) tra Read Holding Register per poter sapere qual è il tipo di errore.
Il significato di ogni word è il seguente:
1a word (PKW1) Sono permesse le seguenti impostazioni:
bit da 0 to 1 Ë nessun effetto PKW1 = 0
lettura parametro PKW1 = 1
modifica parametro PKW1 = 2
bit 2 Ë operazione richiesta non permessa (vedere significato PKW3)
bit da 3 a 7 Ë non usato
bit 8 Ë Parametri motore
bit 9 Ë Parametri Inverter
bit 10 Ë Parametri Regolatore
bit 11 Ë Parametri Generali
bit da 12 a 25 Ë non usato
2a word (PKW2) contiene l'ultimo indirizzo seriale MODBUS di configurazione parametro che devono essere letti o modificati in base a PKW1.
3a word (PKW3) Valore del parametro di configurazione che deve essere letto; se l'operazione richiesta non è permessa (PKW1, bit 2=1), questa
word contiene uno dei seguenti codici di errore:
PKW3 = 0 Ë Errore sconosciuto
PKW3 = 1 Ë Parametro fuori gamma
PKW3 = 2 Ë Parametro indirizzo serial non riconosciuto
PKW3 = 3 Ë Parametro non modificabile mentre l'inverter è in funzione
PKW3 = 5 Ë Non usato
PKW3 = 6 Ë Parametro sola lettura
I parametri di sola lettura appartengono alle seguenti categorie: Monitor, Historical Alarm, Profibus, Drive Parameter, Modbus,.
4a word (PKW4) Se PKW3 è un valore esponenziale, questa parola contiene il valore esponente letto/impostato.

IMGT30005IT 69
Rete Modbus GT3000 Manuale di Comunicazione

2B.12 Diagnostica Scheda Modbus

Led stato Modbus (Giallo)

Stato Significato Descrizione


ON Modo solo ascolto È stata attivata la funzione diagnostica 0x08-subfunzione 0x04
OFF Reset L'inverter è in reset-time
LAMPEGGIO VELOCE Modo funzionamento L'inizializzazione Modbus è stata OK e il GT3000 è in grado di ricevere messaggi

2B.13 Annuncio di stato Modbus su interfaccia PC

Lo stato di connessione MODBUS e relativi problemi può essere visualizzato sulla interfaccia PC Iper mezzo dello stato di Rete Comm (Menù
Misuratrice - Inverter).

Le seguenti tavole mostrano il significato di ogni bit:

StatoComModbus
Bit Name Description
0 OVER TIME OUT Nessuna query master rilevata da Modbus Port prima del time out
1 ILLEGAL FUNCTION Errata funz. Codice da query master
2 ILLEGAL STARTING ADDRESS Errato indirizzo inizi.da query master
3 ILLEGAL NUMBER REGISTER Errato registro numero da query master
4 ILLEGAL CRC VALUE Errato valore CRC V da query master
5 SLAVE DEVICE FAILURE Slave NAK
6 QUERY NON COMPLETED Query da Master ha meno bytes di quelli specific..
7 TIME OUT FAULT ACTIVE Guasto Time Out fault e Rete S4 attivo
8 INITIALIZATION FAULT Guasto Inizializ.
9 FAULT WATCHDOG Riservato
10 FAULT MODBUS INTERFACE Riservato
11 ILLEGAL SLAVE ADDRESS Errato indir. Slave da query master
12 PARAMETRIZATION ERROR Errato messagio Parametrizazzione da Master
13 PARITY ERROR query master RTU Errore parità carattere
14 FRAMING ERROR query master RTU Errore struttura caratt.
15 OVERRUN ERROR query master RTU Errore Overrun Carattere

2B.14 Lettura/Scrittura Dati Massimi

Nella tabella seguente è possibile vedere i massimi limiti di word per lettura o scrittura:

Modbus Function Modbus Function Code Max Read/Write Word Number


Write Multiple Holding Register 0x10 16
Write Multiple Parameter 0x10 5
Write Multiple Exponential Parameter 0x10 10
Read Holding Parameter 0x03 20
Read Parameter 0x03 5
Read Multiple Exponential Parameter 0x03 10

70 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

CHAPTER 3: DeviceNet Profile 12

DeviceNet è un bus di campo standard promosso da Open DeviceNet Vendor Association (O.D.V.A.). DeviceNet è basato su un link di
comunicazione CAN (Controller Area Network). DeviceNet è stato standardizzato dal CENELEC ( EN 50325).
L’inverter rispetto alla rete DeviceNet si comporta come un puro slave abilitato soltanto a funzioni di scambio dati.

3.1 Topologia della rete DeviceNet

DeviceNet utilizza una tipologia di bus lineare. Questa topologia è configurata come una serie di clusters (segmenti). Un cluster è costituito da
una serie di nodi logicamente connessi. Un nodo può appartenere ad uno o più clusters. La topologia lineare del bus è illustrata nella Figura
3.1.1 nella quale sono rappresentati tre clusters nella configurazione Master/Slave o Peer-to-Peer (punto a punto)
= Master (Active) Station
S = Slave (Passive) Station
P = Peer

CLUSTER A CLUSTER B CLUSTER C

M M P

S S S S S S S S P P P P

SUBNET

Cluster A: Master/Slave Point-to-Point Communication (i.e., Poll/Cyclic/Change of State(COS))


Cluster B: Multicast Master/Slave Communication (i.e., Strobe)
Cluster C: Peer-to-Peer Communication (Point-to-Point or Multicast)
Nodes participating in a particular peer-to-peer relationship are a cluster
Figure 3.1.1. Topologia della Rete DeviceNet

Nella serie di inverter GT3000. il bus di campo DeviceNet è implementato secondo la specifica ODVA per
un communication adapter (profilo n. 12 ) ed agisce come “group two only server” (connessione
Master/Slave predefinita) nella rete DeviceNet.
AVVERTENZA

Il protocollo DeviceNet Profilo 12 definisce come devono essere trasmessi i dati dell’utilizzatore sul bus. Il significato è specificato nel profilo;
inoltre il profilo specifica come il DeviceNet deve essere utilizzato nell’area applicativa
A ciascun GT3000 inserito in una rete DeviceNet è associato un file EDS che contiene tutte le informazioni necessarie. Questo file è utilizzato
dal tool di configurazione della rete durante la configurazione della rete stessa. La versione più recente del file EDS può essere ricevuta
contattando Ansaldo Sistemi Industriali

I convertitori di frequenza GT3000 possono essere connessi alla rete DeviceNet utilizzando una opportuna scheda di campo costituita da una
CAB board (Communications Adapter Board) con inserita una ABS board (DeviceNet AnyBus – S); questa scheda deve essere montata sulla
scheda microprocessore dell’inverter. Vedere Figure 3.4 e 3.4.6.

A questo punto l’inverter può essere controllato, monitorato e programmato dal sistema Host.

IMGT30005IT 71
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.2 Schede Interfaccia

In questo paragrafo sono definite le Scheda ABS


caratteristiche della comunicazione seriale
fornite dalla scheda di interfaccia
Communications Adapter (CAB) per l’uso con
una rete DeviceNet.
La scheda CAB costituisce una interfaccia CAB
elettrica e meccanica fra la scheda
microprocessore dell’inverter e la scheda
HMS- DeviceNet AnyBus - S (ABS) che si
Collegamento
connette direttamente alla rete.
DeviceNet
La figura seguente mostra il layout della
interfaccia CAB/ABS :

SchedaMicroprocessore

Figura 3.2.1 Layout della interfaccia CAB/ABS

La scheda ABS si comporta come un


communicator adapter (group two only server
– profile n12). La scheda DeviceNet ABS
opera soltanto come dispositivo slave e non
può iiniziare una comunicazione (può soltatnto
rispondere ad interrogazioni).

Figura 3.2.2 Scheda ABS

Figura 3.2.3 Scheda CAB

72 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3.3 Dati tecnici della scheda di comunicazione AnyBus – S


3.3.1 Generalità
Table 3.3.1. DatI tecnici DeviceNet
DeviceNet Interfaccia Connettore ABS: 5-pin pluggable (femmina)
connections Metodo trasferimento dati CAN
Cavo Vedi Paragrafo. 3.3.2 “Dispositivo connettore / cavo”
Isolamento 500 VDC
Communications Baud rate 125 kbaud to 500 Kbaud
Indirizzamenti 0 ÷ 63
Environment Temperatura di lavoro 0°C + 55°C - Test eseguito secondo IEC-68-2-1 and IEC 68-2-2.
Temperatura di immagazzinamento -15°C to +85°C - Test eseguito secondo IEC-68-2-1 and IEC 68-2-2.
Umidità <95%, no condensation allowed - Test eseguito secondo IEC 68-2-30.
Altitudine Max. 1000 m slm
3.3.2 Dispositivo connettore / cavo
I dispositivi DeviceNet sono collegati al bus comune; in ciascun segmento si possono collegare fino a 63 stazioni (master o slave); il bus è
terminato mediante un resistore da 121 ohm, inserito sulla linea dati (CAN_L – CAN_H) all’inizio ed alla fine di ogni tronco (vedere le
specifiche DeviceNet); le caratteristiche del resistore sono : 121 ohm, 1% Metal Film, ¼ Watt.
Il pin out per la connessione sono mostrati nella figura seguente :

DeviceNet
Color Code
1 V- (power conductor) Black
2 CANL (signal conductor) Blue
3 SHIELD Bare
4 CANH (signal conductor) White
5 V+ (power conductor) Red

La massima lunghezza del cavo dipende dalla velocità di trasmissione e dal tipo di cavo. I valori massimi della lunghezza del cavo e del
Baud/Rate sono riportati nella tabella seguente :
Baud Rate Trunk Distance (Thick Cable)
125 K 500 m (1640 Feet)
250 K 250 m (820 Feet)
500 K 100 m (328 Feet)
Messa a terra (Grounding)
In accordo alla specifica del DeviceNet le regole di messa a terra sono :

- “il bus DevieceNet deve essere messo a terra in un solo punto.La messa a terra in più di un punto può produrre loop di terra mentre
se non si mette a terra nessun punto viene peggiorata la sensibilità alle scariche elettrostatiche (ESD) ed a sorgenti esterne di
rumore elettrico. Il punto unico di messa a terra deve essere deve essere il dispositivo “Power Tap”
- Il cavo drain/shield deve essere collegato alla terra del “Power Supply” o al V- con un conduttore di rame solido o intrecciato. Si
utilizzi un cavo di rame da 1” intrecciato o un AWG 8 di lunghezza inferiore a 3 metri/10piedi. Tale cavo deve essere collegato ad un
buon punto di terra o ad una terra della costruzione (come un dispersore di 8 piedi fissato nel terreno e collegato alla struttura in
ferro della costruzione o alle tubazioni dell’acqua)
- Se la rete Devicenet è già collegata a terra, non connettere il terminale di ground del power tap e non connettere a ground il power
supply. Se più di un Power Supply è connesso alla rete devicenet, si colleghi il drain/shield solamente ad un power supply,
preferibilmente vicino al centro fisico della rete devicenet.
DeviceNet Power Supply and Power Tap
L’alimentazione della rete DeviceNet è descritta nella Specifica DeviceNet emessa dalla ODVA.Si utilizza un alimentatore standard ed un
dispositivo standard “Power Tap” (con dispositivi di protezione della linea).
Le specifiche dell’alimentatore sono :
+24 V DC
Possibilità di utilizzare sia limentatori lineari che switching. Ability to support linear and switching regulators
Tolleranza del 24 V DC : 1% -- Corrente ammissibile : 0-16 A (applicazioni con alimentatore singolo o alimentatori multipli)
Le uscite dell’alimentatore devono essere isolate dalla linea AC e dallo chassis.

IMGT30005IT 73
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.3.3 Layout scheda AnyBus – S e indicazione LED

I due LED danno indicazione dello stato del Network (2) , del Modulo (3):

# Descrizione
1 Connettore applicativo
2 Connettore DeviceNet
3 Switches di configurazione
4 Indicatore di Stato

Switches di Configuratione
MAC ID VALORE SW.3(MSB) SW.4 SW.5 SW.6 SW.7 SW.8(LSB)
0 OFF OFF OFF OFF OFF OFF
1 OFF OFF OFF OFF OFF ON
2 OFF OFF OFF OFF ON OFF
3 OFF OFF OFF OFF ON ON
… … …. … … …. ….
62 ON ON ON ON ON OFF
63 ON ON ON ON ON ON
BAUD RATE VALORE SW.1 SW.2
125k OFF OFF
250k OFF ON
500k ON OFF
reserved ON ON
Se tutti gli switches sono settati su ON, MAC ID e BAUD RATE sono abilitati via SW. Questa è l’impostazione
ATTENZIONE di fabbrica.
Per impostare tali parametri vedere paragrafo “1.6.1 DeviceNet abilitazione comunicazione”.

Indicazioni di stato
LED: STATO: SIGNIFICATO:
1 - Riservato
2 – Network Off Non alimentato/Collegamento alla scheda microprocessore non corretto
Status Verde, fisso Link OK, On line, Connesso
Verde, lampeggiante On line, Non connesso
Rosso, fisso Critical link failure
Rosso, lampeggiante Intervento timeout connessione
3 – Module Status Off Mancanza alimentazione
Verde, fisso Device operational
Verde, lampeggiante Dimensione dati maggiore della configurazione
Rosso, fisso Protezione non ripristinabile
Rosso, lampeggiante Protezione minore
4 - Riservato

74 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3.4 Boards installation

La scheda opzionale di comunicazione può essere installata sulla scheda di controllo, dopo avere rimosso la copertura frontale dell’inverter

Installazione sulla scheda Microprocessore Base

Fig. 3.4- Parti richieste per l’installazione della scheda di comunicazione a bordo della scheda microprocessor base.

IMGT30005IT 75
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

Installazione sulla scheda Microprocessor Plus

Fig. 3.5- Parti richieste per l’installazione della scheda di comunicazione a bordo della scheda microprocessor plus.

76 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3.5 Generalità
DeviceNet è un bus di campo standard promosso da Open DeviceNet Vendor Association (O.D.V.A.); DeviceNet è basato su un link di
comunicazione CAN (Controller Area Network); DeviceNet è stato standardizzato dal CENELEC ( EN 50325); l’inverter rispetto alla rete
DeviceNet si comporta come un puro slave abilitato soltanto a funzioni di scambio dati.
Il protocollo utilizzato è lo standard DeveiceNet Profilo 12; il messaggio scambiato fra Master e Slave può avere cinque tipi di struttura
identificati dalle abbreviazioni : TYPE 1, TYPE 2, TYPE 3, TYPE 4, TYPE 5.
Le suddette sigle, definiscono in modo univoco, per i messaggi ricevuti ed inviati dal controllo dell’inverter, sia la grandezza del messaggio
(numero di word), sia la posizione sia la tipologia di ogni dato presente nel messaggio. Le tipologie di dati presenti nei messaggi, sono
suddivise in due categorie: - dati di parametrizzazione (PKW)
- dati di processo (PZD)
Il controllo del convertitore è in grado di gestire sia i dati di parametrizzazione PKW che i dati di processo PZD (InputWord x & OutputWord x).

3.5.1 Struttura messaggi inviati e ricevuti tramite rete DEVICENET

Le tabelle seguenti riportano la struttura di ciascun messaggio ricevuto o inviato dal controllo del GT3000 secondo il PPO utilizzato, la tipologia
ed il significato di ogni word:
STRUTTURA MESSAGGIO RICEVUTO
Word Mnemonico Tipologia e significato TYPE 1 TYPE 2 TYPE 3 TYPE 4 TYPE 5
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#5 Command Word 1 PZD – Bitword per comandi da rete • • • • •
#6 Speed Reference 2 PZD – Riferimento di velocità • • • • •
#7 InputWord3 PZD – Significato configurabile • • •
#8 InputWord4 PZD – Significato configurabile • • •
#9 InputWord5 PZD – Significato configurabile • • •
#10 InputWord6 PZD – Significato configurabile • • •
#11 InputWord7 PZD – Significato configurabile •
#12 InputWord8 8Inputord9 PZD – Significato configurabile •
#13 InputWord9 PZD – Significato configurabile •
#14 InputWord10 PZD – Significato configurabile •
STRUTTURA MESSAGGIO INVIATO
Word Mnemonico Tipologia e significato TYPE 1 TYPE 2 TYPE 3 TYPE 4 TYPE 5
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione • • •
#5 Status Word 3 PZD – Bitword di stato inverter • • • • •
#6 Shaft speed 4 PZD – Retroazione di velocità • • • • •
#7 OutputWord3 PZD – Significato configurabile • • •
#8 OutputWord4 PZD – Significato configurabile • • •
#9 OutputWord5 PZD – Significato configurabile • • •
#10 OutputWord6 PZD – Significato configurabile • • •
#11 OutputWord7 PZD – Significato configurabile •
#12 OutputWord8 PZD – Significato configurabile •
#13 OutputWord9 PZD – Significato configurabile •
#14 OutputWord10 PZD – Significato configurabile •

Il significato delle word configurabili, presenti in entrambe i messaggi, è selezionato con i parametri descritti al paragrafo successivo.

1 Il significato di ogni bit è riportato al paragrafo “3.7.1 Descrizione delle word bit significant” .
2 Il riferimento di velocità deve essere normalizzato come ±26214 @ Motor Max Oper Freq [02.11] , và quindi normalizzato sul dato di velocità massima del motore
3 Il significato di ogni bit è riportato al paragrafo “3.7.1 Descrizione delle word bit significant
4 La retroazione di velocità viene normalizzata come ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] , è quindi normalizzata sul dato di velocità massima del motore.

IMGT30005IT 77
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.6 Parametri di configurazione DeviceNet

I parametri per la configurazione della comunicazione con la rete DEVICENET, appartengono alla Famiglia DeviceNet settings (87.00); la
visualizzazione di tale famiglia è abilitata utilizzando l’impostazione DeviceNetper il parametro Com Card Select [13.03] appartenente alla
famiglia Expansion Board [13.00].
Di seguito è fornita una descrizione per il loro utilizzo.

3.6.1 Abilitazione comunicazione DEVICENET

L’abilitazione della comunicazione su rete DEVICENET e la selezione della struttura del messaggio che si desidera adottare è effettuata
mediante il parametro Message Type [87.03]; le possibili impostazioni ed i relativi significati sono riportati nella seguente tabella:

Impostazione PPO Significato


Off Comunicazione disabilitata
Type 1 Comunicazione abilitata con messaggio di tipo TYPE 1
Type 2 Comunicazione abilitata con messaggio di tipo TYPE 2
Type 3 Comunicazione abilitata con messaggio di tipo TYPE 3
Type 4 Comunicazione abilitata con messaggio di tipo TYPE 4
Type 5 Comunicazione abilitata con messaggio di tipo TYPE 5

Una volta selezionato il tipo di messaggio, è necessario assegnare a ciascun inverter un numero seriale che lo identifichi univocamente come
nodo della rete DEVICENET, tale numero seriale è assegnato mediante il parametro MAC ID [87.01]. E’ necessario settare il baud rate della
comunicazione con il parametro BaudRate [87.02]; 125kBaud; 250kBaud; 500kBaud (il valore di default è uguale a 125kBaud).

Le modifiche apportate ai parametri MAC ID [87.01], BaudRate [87.02], MessageType [87.03], CMWt
AVVERTENZA [87.04], TMOut [87.06] e a tutti i parametri InputWord [da 87.10 a 87.17] causano automaticamente il
reset del controllo.

3.6.2 Selezione struttura Command Word

Mediante il parametro CMWt [87.04] è possibile selezionare la struttura della Command Word, utilizzata dal master della rete DEVICENET per
l’invio di comandi al controllo dell’inverter; le possibili impostazioni sono:
ASI
Standard
in pratica le due strutture differiscono nel significato e nella funzione associata a ciascun bit (vedi paragrafo “3.7.1” ).

3.6.3 Impostazione Word per configurare il messaggio ricevuto

I parametri InputWord3 [87.09], InputWord4 [87.10], InputWord5 [87.11], InputWord6 [87.12], InputWord7 [87.13], InputWord8 [87.14],
InputWord9 [87.15], InputWord10 [87.16],, sono utilizzati per assegnare il significato delle word configurabili del messaggio ricevuto (vedi
paragrafo 1.5.1); tali word in pratica si possono utilizzare per:
- ricevere riferimenti;
- ricevere comandi per le uscite digitali della scheda a Microprocessore o delle espansioni DI/DO Expansioni ;
- ricevere valori da inviare sulle uscite analogiche della scheda a Microprocessore .
- HeartBeat is

78 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

I valori impostabili per tali parametri sono riportati nella tabella seguente unitamente al relativo significato e la conseguente tipologia del dato
ricevuto:

IMPOSTAZIONI PARAMETRI InputWord X


Impostazione Significato Tipo di dato Valore nominale
0 Dato non utilizzato
1 Limite superiore di coppia Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
2 Limite inferiore di coppia Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
3 Riferimento di coppia in somma Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
4 Riferimento di velocità in somma Analogico ±26214 @ ±Max_Ref 5
5 Command word ausiliaria (AuxCommWord) Bit significant 6
6 Riferimento di tiro Analogico 26214 @ 100%
7 Riferimento per regolatore esterno Analogico 26214 @ 100%
8 Retroazione per regolatore esterno Analogico 26214 @ 100%
9 Comando uscite digitali scheda DI/DO Espansione (SIOVAOutComm) Bit significant
10 Riferimento di coppia Analogico ±26214 @ ±Coppia massima
11 % Cedevolezza Analogico 13107 @ 50%
12 Non usato
13 Non usato
14 Non usato
15 Valore da inviare su uscita analogica AO17 Analogico ±26214 @ ±10 V
16 Valore da inviare su uscita analogica AO27 Analogico ±26214 @ ±10 V
17 Limite 1 esterno al riferimento di velocità Analogico ±26214 @ ±10 V
18 Limite 2 esterno al riferimento di velocità Analogico ±26214 @ ±10 V
19 Value to be sent on analog output AO37 Analogico ±26214 @ ±10 V
20 Value to be sent on analog output AO47 Analogico ±26214 @ ±10 V
21 Heart Beat register Analog

Sono vietate configurazioni multiple dei parametri InputWord 3 [87.10], InputWord 4 [87.11], InputWord 5
NOTA [87.12], InputWord 6 [87.13], InputWord 7 [87.14], InputWord 8 [87.15], InputWord 9 [87.16], InputWord 10
[87.17] ,con lo stesso numeroInputWord; nel caso il controllo genera un errore di configurazione visualizzando il
messaggio:
tastierino BF F0203
tastierino AF e interfaccia PC,con le variabili monitor Sw Faults e Config Err (famglia Monitor):
Sw Faults = Conf Err
Config error = NET Cfg Err

3.6.4 Impostazione Word per configurare il messaggio inviato

I parametri OutputWord 3 [87.18], OutputWord 4 [87.19], OutputWord 5 [87.20], OutputWord 6 [87.21], OutputWord 7 [87.22],
OutputWord 8 [87.23], OutputWord 9 [87.24], OutputWord [87.] OutputWord 10 [87.25] ], sono utilizzati per assegnare il significato delle
word configurabili del messaggio inviato (vedi paragrafo “3.5.1”); tali word in pratica si possono utilizzare per:
- inviare i segnali normalmente visualizzabili mediante le uscite analogiche;
- inviare informazioni bit significant per l’identificazione delle protezioni hardware e/o software eventualmente intervenute;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato degli allarmi e dei comandi;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato degli ingressi e delle uscite digitali della scheda Microprocessore;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato degli ingressi digitali delle espansioni DI/DO Expansione;
- inviare informazioni bit significant riguardanti lo stato dei regolatori utilizzati con controllo FOC/SLS.
I valori impostabili per tali parametri sono riportati nella tabella seguente unitamente al relativo significato, alla tipologia del dato invitato ed alla
disponibilità dell’informazione secondo la modalità di controllo utilizzata.

5 Il dato ±Max_Ref vale ± Motor Max Oper Freq [02.11], dato di velocità massima del motore della Famiglia Motor data (02.00).
6 Il significato di ogni bit delle word bit significant è riportato al paragrafo “3.7”.
7 See HARDWARE & SOFTWARE Manual chapter “9B Analog outputs configuration”.

IMGT30005IT 79
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

IMPOSTAZIONI PARAMETRI OutputWord X


Impostazione Funzione Tipo di dato Valore nominale

V/Hz
FOC
SLS
0 Velocità rotore (V/Hz solo encoder) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
1 Corrente di flusso (Isd) Analogico 26214 @ Max motor current7 √ √
2 Corrente di coppia (Isq) Analogico 26214 @ Max motor current8 √ √
3 Corrente motore (Is) Analogico 26214 @ Max motor current8 √ √ √
4 Tensione motore (Us) Analogico 26214 @ Motor Voltage [02.05] √ √ √
5 Tensione bus DC (Vdc) Analogico 32767 @ VdcMax9 √ √ √
6 Potenza Analogico 26214 @ Motor Power UE [02.01] √ √
7 Frequenza motore Analogico 26214 @ Motor Frequency [02.08] √ √ √
8 Riferimento di velocità principale Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
9 Riferimento di velocità ausiliario Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
10 Riferimento di velocità addizionale Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
11 Riferimento di velocità (monte rampa) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
12 Riferimento di velocità (valle rampa attuato dal DSP) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
13 Tensione sull’ ingresso analogico AI1 Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √
14 Tensione sull’ ingresso analogico AI2 Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √
15 Valore impostato sull’uscita analogica AO1 tramite network Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √
16 Valore impostato sull’uscita analogica AO2 tramite network Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √
17 Valore impostato sull’uscita analogica AO3 tramite network Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √
18 Valore impostato sull’uscita analogica AO4 tramite network Analogico ±26214 @ ±10V √ √ √
19 Riferimento per PID esterno Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
20 Retroazione per PID esterno Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
21 Uscita del PID esterno Analogico ±26214 @ ±100% √ √ √
22 Non utilizzato
23 Non utilizzato
24 Stato abilitazione impulsi Analogico 16384 Ä impulsi abilitati √ √ √
25 ÷ 48 Spare
49 Non utilizzato
50 Riferimento di coppia limitato Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √
51 Riferimento di coppia non limitato Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √
52 Riferimento di coppia totale (uscita regolatore di velocità + Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √
ddi i l )
53 Coppia stimata Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √
54 Riferimento Isd (Isd_Ref) Analogico ±26214 @ ±Max motor current √ √
55 Riferimento Isq (Isq_Ref) Analogico ±26214 @ ±Max motor current √ √
56 Non utilizzato
57 Uscita regolatore di Isd (MonUsd_Ref) Analogico 26214 @ Motor Voltage [02.05] √ √
58 Uscita regolatore di Isq (MonUsq_Ref) Analogico 26214 @ Motor Voltage [02.05] √ √
59 Velocità rotore non filtrata (V/Hz solo con encoder) Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √ √
60 Limite superiore di coppia (uscita regolatore velocità = TorqueMax) Analogico 26214 @ Coppia massima √ √
61 Limite inferiore di coppia (uscita regolatore di velocità = TorqueMin) Analogico -26214 @ -Coppia massima √ √
62 Limite superiore di coppia (Rif. Ext. da funzione speciale) Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √
63 Limite inferiore di coppia (Rif. Ext. Da funzione speciale) Analogico ±26214 @ ±Coppia massima √ √
64 Riferimento di flusso Analogico 26214 @ Flusso nominale √ √
65 Flusso stimato di statore (MonFis) Analogico 26214 @ Flusso nominale √
66 Flusso stimato di rotore (MonPsimr) Analogico 26214 @ Flusso nominale √
67 Regolatore di tiro: Riferimento Analogico ±26214 @ ±100% √ √
68 Regolatore di tiro: Retroazione Analogico ±26214 @ ±100% √ √
69 Regolatore di tiro: Errore Analogico ±26214 @ ±100% √ √
70 Regolatore di tiro: Uscita Analogico ±26214 @ ±100% √ √
71 Cedevolezza interna: correzione del riferimento di velocità Analogico ±26214 @ ± Motor Max Oper Freq [02.11] √ √
72-73-74 Non utilizzato
75 ÷ 100 Disponibile
101 Rotazione Encoder Analogico ±26214 @ ±100% √ √
102 - 103 Disponibile
104 Posizione rotore Analogico ±26214 @ ±100% √ √
105 ÷ 120 Disponibili ±26214 @ ±100% √ √

7 Max motor current = Motor Full Load Curr [02.06] * Motor Overload Lim [02.12]
9 Il dato VdcMax è la soglia di intervento della protezione di massima tensione bus DC dell’inverter, tale dato dipende dalla classe di tensione dell'inverter ed è riportato sul
Manuale Hardware e Software.

80 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

IMPOSTAZIONI PARAMETRI OutputWord X


Impostazione Funzione Tipo di dato Valore nominale FOC SLS V/Hz
121 FieldNet Bitword: Last protection/alarm encoding Bit significant 8 √ √ √
122 FieldNet Bitword: Trip hardware (TripsHW) Bit significant √ √ √
123 FieldNet Bitword: Trip software 1 (TripsSW 1) Bit significant √ √ √
124 FieldNet Bitword: Allarmi (Alarms) Bit significant √ √ √
125 FieldNet Bitword: Stato morsettiera (TBStatus) Bit significant √ √ √
126 FieldNet Bitword: Word ausiliaria protezioni (AuxTrip) Bit significant √ √ √
127 FieldNet Bitword: Stato input digitali SIOVA (SIOVAInputStatus) Bit significant √ √ √
128 FieldNet Bitword: Stato saturazione dei regolatori (SatRegWord) Bit significant √ √ √
129 FieldNet Bitword: Echo back Command Word (ExecCommand) Bit significant √ √ √
130 FieldNet Bitword: Drive Status Word (Status Word) Bit significant √ √ √
131 FieldNet Bitword: Trip software 2 (TripSW 2) Bit significant √ √ √
132 ÷ 140 Spare

3.6.5 Modifica normalizzazione valori nominali per riferimenti e retroazioni via DEVICENET
Agendo sul parametro GainI [87.09], è possibile modificare la normalizzazione dei valori nominali per le grandezze di tipo analogico
trasmesse o ricevute via DEVICENET. Tra le grandezze trasmesse, subiscono la modifica del valore nominale solo quelle grandezze il cui
valore di nominale è uguale o inferiore a 26214. La modifica attuata mediante tale parametro agisce contemporaneamente su riferimenti e
retroazioni, non è quindi possibile effettuare una modifica valida solo per i riferimenti o per le retroazioni.
L’impostazione: GainI = 0 % equivale a mantenere la normalizzazione di default dei valori nominali, riportata nelle tabelle dei
paragrafi “3..6.3 Impostazione word per impostare il messaggio ricevuto” e “3.6.4 Impostazione word per impostare il messaggio inviato” , alla
voce Valore nominale.
L’impostazione di un valore diverso da zero, comporta la modifica del valore di normalizzazione dei valori nominali; se ad esempio si volesse
utilizzare il valore 16383 per la normalizzazione dei valori nominali, occorre impostare : GainI = (16383 / 26214) * 100 = 62.5 %

3.6.6 Gestione perdita comunicazione con master DEVICENET

In caso di perdita della comunicazione con il master DEVICENET, il controllo del convertitore, può agire con modalità differenti stabilite
mediante i parametri TMOut [87.06], FltCf [87.05] e FrzCr [87.07].
Il parametro TMOut [87.06] è utilizzato per impostare il tempo d’attesa sul ripristino della comunicazione con il master; è possibile impostare
un valore compreso tra 0,1 sec e 10 sec, il default è 0,1 sec.
Il parametro FltCf [87.05],è utilizzato per stabilire l’azione del controllo in corrispondenza allo scadere del tempo d’attesa sul ripristino della
comunicazione. Di seguito sono indicate le possibili impostazioni ed i relativi significati:
Trip
Allo scadere del tempo d’attesa, il controllo manda in blocco l’inverter con segnalazione F0205 sul Keypad basic e segnalazione Net Fail sul
Keypad intermediate, advanced e sull’interfaccia PC.
Alarm
Allo scadere del tempo d’attesa, il controllo genera un allarme e l’inverter non va in protezione; l’allarme è segnalato da F0311 sul Keypad
basic e da NetLink sul Keypad intermediate, advanced e sull’interfaccia PC.
AutoAlrm
Questa impostazione è utilizzata quando si ha la possibilità di generare i comandi per l’inverter ed il riferimento di velocità sia da morsettiera
XM1, che via DEVICENET. Con quest’impostazione, allo scadere del tempo d’attesa, il controllo genera un allarme e commuta
automaticamente comandi e riferimento di velocità da DEVICENET a morsettiera. L’allarme visualizzato sull’interfaccia utente “PC” è NetLink .
Per utilizzare correttamente questa funzione è necessario utilizzare il riferimento di velocità via DEVICENET coma riferimento ausiliario ed il
riferimento da morsettiera XM1 come riferimento principale. È inoltre necessario configurare un’ingresso digitale della Microprocessor Board
per comandare la commutazione dei comandi e del riferimento da DEVICENET a morsettiera XM1 e viceversa, a tale scopo occorre utilizzare il
parametro DI – Chg CW and Ref [87.08]; la logica di valutazione dello stato dell’ingresso è:
Off comandi e riferimento da morsettiera XM1;
On comandi e riferimento via DEVICENET
L’ingresso digitale selezionato ha la funzione consentire il forzamento della commutazione DEVICENET, morsettiera XM1, in assenza di
perdite di comunicazione con la rete DEVICENET. Qualora l’ingresso digitale non venga configurato come descritto, entro trenta secondi
dalll’impostazione FltCF = AutoAlrm, il controllo genererà una protezione di errore configurazione segnalandola sul Keypad basic con la
sequenza di caratteri: F0203
e sul tastierino IF/AF e sull’interfaccia PC mediante le variabili Sw Faults e Config Err della categoria Monitor i seguenti messaggi :
Sw Faults = Conf Err
Config error = NETCfg Err
Nel caso in cui la protezione sia scattata mentre si sta assegnando l’ingresso digitale al parametro DI – Chg CW and Ref di configurazione in
quanto scaduti i 30 sec, terminare l’operazione e resettare il controllo.
Utilizzando l’impostazione FltCf = Trip, durante il periodo d’attesa per il ripristino della comunicazione, è possibile congelare i riferimenti e la
Command Word ricevuti via DEVICENET utilizzando i valori ricevuti prima della perdita della comunicazione; ciò si ottiene mediante il
parametro FrzCr [87.07], impostando:
FrzCr = Enable
La segnalazione di allarme perdita connessione con rete DEVICENET, oltre che sul terminale interfaccia utente, può essere anche portata su
un’uscita digitale della scheda Microprocessor Board o delle schede di espansione utilizzando l’impostazione NetLnkOk per il relativo
parametro di configurazione (vedi Manuale avanzato capitolo 9B CONFIGURAZIONE INGRESSI / USCITE).

8 Il significato di ciascun bit delle word bit significant è riportato al paragrafo “3.7” .

IMGT30005IT 81
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

HeartBeat
Se necessario per applicazioni speciali, è possibile essere sicuri che il Master interroghi continuamente il Drive entro il tempo specificato dal
parametro TMOut [87.06]. Per fare questo, il parametro Drive Timeout En [87.42] deve essere settato su ENABLE . L’ Heart Beat funziona,
rispetto al Drive, come un watchdog inserito sulla comunicazione con il Master; a questo scopo il Master deve cambiare il valore dell’EartBeat
entro TMOutciò può avvenire in due modi :
1)per una delle Word di input da 3 a 10, deve essere settata a #21 (HeartBeat register), poi il Master deve scrivere la Input Word scelta.
2) per I tipi 1-3, l’Heart Beat register può essere scritto mediante un Explicit Message (vedere Appendice 3A).
3.6.7 Funzione per ritardo aggiornamento comandi/riferimenti via DEVICENET in caso di strappo seriale
L’utilizzo di tale funzione è possibile solo se è abilitato il congelamento dei comandi e riferimenti via DEVICENET (parametro FrzCR = Enable);
per abilitarla occorre impostare DelUp = Enable. In caso di strappo seriale, con questa funzione abilitata, se la comunicazione è ristabilita
entro il tempo fissato dal parametro TMOut, l’aggiornamento dei riferimenti e dei comandi via DEVICENET avviene solo dopo un tempo
programmato attraverso il parametro DUTim[87.28].
Qualora la funzione sia abilitata senza abilitare il congelamento dei comandi e riferimenti via DEVICENET, il controllo va’ in protezione
segnalando un errore di configurazione con i seguenti messaggi:
F0203 sul tastierino base
Sw Faults = Conf Err sul tastierino HF e sull’interfaccia PC mediante le variabili Sw Faults e Config Err della categoria
Config error = PFB Cfg Monitor
3.6.8 Funzione per scarto Command Word DEVICENET in caso di bit tutti a zero
L’utilizzo di tale funzione è possibile solo se è abilitato il congelamento dei comandi e riferimenti via DEVICENET (parametro FrzCR =
Enable,); per abilitarla occorre impostare TstCW = Enable.
Per il corretto utilizzo della funzione è necessario che il master DEVICENET mantenga settato uno dei bit non utilizzati della Command Word;
in questo modo non è possibile che la Command Word ricevuta dall’azionamento abbia tutti i bit a zero. In quest’eventualità, il controllo
dell’azionamento scarta la Command Word ricevuta ed attiva il contatore utilizzato per il controllo della permanenza di uno strappo seriale; se
la Command Word è scartata per un tempo superiore al valore impostato mediante il parametro TMOut, l’azionamento va’ in protezione
segnalando F0205 sul Tastierino BF, Net Fail sul Tastierino IF/AF e sull’interfaccia PC.
Qualora la funzione sia abilitata senza abilitare il congelamento dei comandi e riferimenti via DEVICENET, il controllo va’ in protezione
segnalando un errore di configurazione con i seguenti messaggi:

F0203 sul tastierino base


Sw Faults = Conf Err sul tastierino IF e HF e sull’interfaccia PC mediante le variabili Sw Faults e Config Err della categoria
Config error = PFB Cfg Monitor

3.7 Descrizione delle Word Bit Significant


3.7.1 Command Word
È utilizzata per inviare tramite rete DEVICENET i comandi che il GT3000 riceve normalmente tramite gli ingressi digitali della morsettiera XM1.
La funzione di ciascun bit della Command Word, cambia secondo l’impostazione utilizzata per il parametro CMWt; le tabelle seguenti indicano
per ciascuna impostazione del precedente parametro, le funzioni associate ai bit ed il significato dei relativi stati logici:

Command Word per CMW_t = ASI


Bit Funzione Bit = 0 Bit = 1
0 Comando di start-stop dell’inverter Inverter in stop Inverter in start
1 Input digitale configurabile CW-Bit1 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
2 Drive enable Comando precarica ed abilitazione HW impulsi assenti Comando precarica ed abilitazione HW impulsi presenti
3 Reset Richiesta reset non presente Richiesta reset presente
4 Input digitale configurabile CW-Bit4 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
5 Input digitale configurabile CW-Bit5 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
6 Input digitale configurabile CW-Bit6 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
7 Input digitale configurabile CW-Bit7 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
8 Input digitale configurabile CW-Bit8 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
9 Input digitale configurabile CW-Bit9 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
10 Input digitale configurabile CW-Bit10 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
11 Input digitale configurabile CW-Bit11 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
12 Input digitale configurabile CW-Bit12 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
13 Input digitale configurabile CW-Bit13 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
14 Input digitale configurabile CW-Bit14 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
15 Input digitale configurabile CW-Bit15 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo

82 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

Command Word per CMW_t = Standard


Bit Funzione Bit = 0 Bit = 1
0 Drive enable Comando precarica ed abilitazione HW impulsi assenti Comando precarica ed abilitazione HWimpulsi presenti
1 Input digitale configurabile–CW-Bit1 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
2 Bit non disponibile Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
3 Comando di start-stop dell’inverter Inverter in stop Inverter in start
4 Input digitale configurabile–CW-Bit4 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
5 Input digitale configurabile–CW-Bit5 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
6 Input digitale configurabile–CW-Bit6 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
7 Reset Richiesta Reset non presente Richiesta Reset presente
8 Input digitale configurabile –CW-Bit8 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
9 Input digitale configurabile –CW-Bit9 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
10 Riferimenti via DEVICENET congelati Riferimenti non congelati Riferimenti congelati
11 Input digitale configurabile–CW-Bit11 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
12 Input digitale configurabile–CW-Bit12 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
13 Input digitale configurabile–CW-Bit13 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
14 Input digitale configurabile–CW-Bit14 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo
15 Input digitale configurabile–CW-Bit15 Ingresso digitale non attivo Ingresso digitale attivo

Per le funzioni assegnabili agli ingressi configurabili e per il significato dei relativi stati logici, consultare il Manuale avanzato capitolo 9B
(Configurazione ingressi e uscite).
Affinché l’inverter interpreti i bit della Command Word le funzioni di start/stop e Drive enable, è necessario agire sul parametro Command
TB/Net Sel [06.10] (Famiglia Drive Data [06.00]) impostando: Network
Le suddette funzioni saranno sempre attuate mediante un and logico con lo stato dei relativi ingressi da morsettiera.
Le tabelle seguenti riassumono le modalità con cui il controllo eseguirà le funzioni legate ai bit della Command Word:
Command mode= Network e CMWt = ASI
Funzione Morsetto XM1 Bit Command Word Controllo per esecuzione funzione
Comando di start-stop del VFD DI1 Bit 0 DI1 and Bit 0
Drive enable DI8 Bit 2 DI8 and Bit 2
Command mode = Network e CMWt = Standard
Funzione Morsetto XM1 Bit Command Word Controllo per esecuzione funzione
Drive enable DI1 Bit 0 DI1 and Bit 0
Comando di start-stop del VFD DI8 Bit 3 DI8 and Bit 1

3.7.2 Command Word ausiliaria ( AuxCommWord )


La Command Word ausiliaria, è utilizzata per comandare direttamente via DEVICENET le uscite digitali configurabili della scheda di controllo.
Tali uscite devono essere precedentemente configurate nel menù Digital output cfg (10.00) 9
per la scheda Basic: per la scheda Plus:
RO2 – XM1.1/2[08.01] = FromNet RO2 – XM1.1/2/43[08.01] = FromNet
DO4 – XM1.27/11[08.03] = FromNet RO3 – XM1.45/46[08.02] = FromNet
DO5 – XM1.28/11[08.04] = FromNet DO4 – XM1.21/25[08.03] = FromNet
DO5 – XM1.22/25[08.04] = FromNet
DO6 – XM1.23/25[08.05] = FromNet
La tabella seguente indica la corrispondenza tra bit ed uscite digitali:
Command Word ausiliaria
Bit Funzione Bit = 0 Bit = 1
1 Comando uscita relay RO2 RO2 = 0 RO2 = 1
2 Comando uscita digitale DO4 DO4 = 0 DO4 = 1
3 Comando uscita digitale DO5 DO5 = 0 DO5 = 1
4 Comando uscita digitale DO6 DO6 = 0 DO6 = 1
5 Comando uscita relay RO3 RO3 = 0 RO3 = 1
0-6-15 Spare

9 Vedi Manuale avanzato capitolo “9B” Configurazione uscite digitali”.

IMGT30005IT 83
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.7.3 Status Word

È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato dell’inverter; le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed il significato
dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura Status Word
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Intervento protezioni inverter Inverter non in protezione Inverter in protezione
1 Inverter in marcia Impulsi disabilitati Impulsi abilitati
2 Tuning Tuning disattivati Tuning in corso
3 Segnalazione abilitazione funzione di applicazioni Funzione non configurata Funzione configurata
10
4 Precarica inverter Inverter non precaricato Inverter precaricato (in “ready”)
5 Fast-stop Fast-stop disattivato Fast-stop attivato
6 Stato Connessione PFB PFB not OK PFB OK
7 Motore in rotazione avanti 11 Motore non in rotazione avanti Motore in rotazione avanti
8 Motore in rotazione indietro Motore non in rotazione indietro Motore in rotazione indietro
9 Abilitazione comandi da interfaccia utente Comandi da interfaccia utente non abilitati Comandi da interfaccia utente abilitati
10 Blocco rampa per limite di corrente 12 Blocco rampa non intervenuto Intervento blocco rampa
11 Blocco rampa per limite di tensione Blocco rampa non intervenuto Intervento blocco rampa
12 Reset da terminale interfaccia utente Reset non in corso Reset in corso
13 Velocità zero Velocità motore diversa da zero Motore a velocità zero
14 Velocità raggiunta Velocità non raggiunta Velocità raggiunta
15 HW DeviceNet HW OK HW non OK

3.7.4 Word saturazione regolatori FOC ( SatRegWord )

È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti l’eventuale stato di saturazione dei regolatori utilizzati nella modalità di
controllo FOC/SLS. Le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed i significati dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:

Struttura SatReg Word


Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0-7 Scorta
8 Saturazione regolatore di mod_ratio Regolatore non in saturazione Regolatore in saturazione
9 Saturazione regolatore di flusso Regolatore non in saturazione Regolatore in saturazione
10 Saturazione regolatore di velocità Regolatore non in saturazione Regolatore in saturazione
11 Saturazione regolatore di corrente Isq Regolatore non in saturazione Regolatore in saturazione
12 Saturazione regolatore di corrente Isd Regolatore non in saturazione Regolatore in saturazione
13 Saturazione modulo tensione Us Modulo non in saturazione Modulo in saturazione
14-15 Disponibile

10 Tali funzioni sono selezionabili col parametro Macro Vector Sel [12.01] per il controllo FOC, Macro V/Hz Sel [12.02] per quello V/Hz.
11 Rotazione avanti significa retroazione di velocità positiva, rotazione indietro significa retroazione negativa; queste segnalazioni, nel caso di controllo vettoriale
o V/Hz con retroazione da encoder o segnale analogico vengono fornite anche con inverter non in marcia e motore in rotazione.
12 Questa informazione è valida solo per la modalità di controllo V/Hz.

84 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3.7.5 Word stato allarmi (Alarms)

È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato degli allarmi da esso gestiti, le informazioni trasmesse tramite i suoi bit
ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:

Struttura word Alarms


Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Allarme superamento soglia velocità 13 Velocità motore < soglia Velocità motore > soglia
1 Allarme superamento soglia corrente 14 Corrente motore < soglia Corrente motore > soglia
2 Allarme da funzione “and” base 15 Funzione “and” non in allarme Funzione “and” in allarme
3 Ground Fault Ground Fault non presente Ground Fault attivo
4 Esito salvataggio dati su EEPROM interna Salvataggio Ok Errore su salvataggio
5 Esito salvataggio dati su EEPROM esterna Salvataggio Ok Errore su salvataggio
6 Allarme da input digitale espansione 16 Input non in allarme Input in allarme
7 Allarme da funzione “or” base 17 Funzione “or” non in allarme Funzione “or” in allarme
8 Allarme da immagine termica motore 18 Temperatura motore Ok Temperatura motore elevata
9 Allarme da motor stall 19 No motor stall Motor stall
10 Net link Fault Rete OK Perdita comunicazione
11 Perdita riferimento analogico di velocità 20 Riferimento presente Perdita riferimento
12 Ingressi analogici fuori scala Segnale ingressi analogici Ok Segnale ingressi analogici fuori scala
13 Allarme fase in ingresso Fasi d’ingresso Ok Perdita fase in ingresso
14 Allarme di sovratemperatura Temperatura OK Sovratemperatura
15 Errore lettura EEPROM interna Lettura da EEPROM Ok Errore lettura EEPROM interna

3.7.6 Word stato protezioni hardware ( TripsHW )

È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato delle protezioni hardware dell’inverter, le informazioni trasmesse
tramite i suoi bit ed i significati dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:

Struttura word TripsHW


Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Protezione di massima corrente Corr. istantanea < Iac max_tot 21 Intervento protezione
1 Protezione di massima tensione bus DC Tensione bus DC < VdcMax 22 Intervento protezione
2 User trip da input digitale configurabile 23 Protezione non intervenuta Intervento protezione
3 Protezione di desaturazione Fasi inverter OK Malfunzionamento fasi inverter
4 Sorveglianza alimentazione 220 Vac Alimentazione 220 Vac presente Alimentazione 220 Vac assente
5 Reset Fault
6 Spare
7 Test RAM DSP fallito RAM DSP OK Errore test RAM DSP
8 Watch-dog hardware Funzionamento Scada Ok Intervento watch-dog
9 Sorveglianza alimentazione ±15 Vcc Alimentazione ±15 Vcc presente Guasto alimentazione ±15 Vcc
10 Protezione paralleli Nessun guasto paralleli Intervento protezione paralleli
11 Pastiglie termiche (solo per taglie ≥33F) Temperatura fasi inverter Ok Temperatura fasi > Tmax
12 Stato contattore principale Stato contattore Ok Stato contattore non Ok
13 P24 Sorveglianza P24 fino a 29F Alimentaz. ausuliarie 24Vdc OK Alim. 24Vdc fuori tolleranza
14 No Grid (Mancanza rete) Rete ok Mancanza rete
15 NTC Error (Sovratemperatura NTC solo per ≤ 29F) Temperatura OK Sovratemperatura

13 Per abilitare l’allarme sul superamento di una soglia di velocità e per impostare il valore della relativa soglia si utilizzano i parametri Overseepd Alarm
Setpoint [6705] ed Overspeed Alarm Enable [6704] .
14 Per abilitare l’allarme sul superamento di una soglia di corrente motore e per impostare il valore della relativa soglia si utilizzano i parametri Overcurr Alarm

Enable [6801] ed Overcurr Alarm Setpoint [6802].


15 Le funzioni “AND” base sono utilizzabili solo in presenza delle schede DI/DO Expansion Board (vedi Manuale avanzato capitolo 8B)
16 Questa segnalazione è legata alla programmazione di uno o più ingressi digitali delle schede DI/DO Expansion Board o PLC Interface Board (vedi Manuale

avanzato capitolo 9B: Configurazione ingressi e uscite ).


17 Le funzioni “OR” base sono utilizzabili solo in presenza delle schede DI/DO Expansion Board
18 Vedi funzione descritta nel paragrafo 7B ”Immagine termica del motore”.
19 Vedi funzione descritta nel paragrafo 8B ” Motor stall ”.
20 Vedi funzione descritta nel paragrafo 7B ” Perdita riferimento analogico di velocità (Speed Command Loss)”.
21 Il dato Imax_inv é la soglia di intervento della protezione hardware di massima corrente dell’inverter (vedasi manuale avanzato).
22 VdcMax è la soglia di intervento della protezione di massima tensione bus DC: dipende dalla classe di tensione del GT3000 (vedi manuale avanzato).
23 Vedi funzione descritta nel Manuale avanzato paragrafo 8B per schede DI/DO Expansion Board.

IMGT30005IT 85
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.7.7 Word stato protezioni software ( TripsSW 1)


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato delle protezioni SW dell’inverter, le informazioni trasmesse tramite i
suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TripsSW 1
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Precarica inverter Precarica Ok o non effettuata Precarica fallita
1 Sovravelocità 24 Velocità motore < SpeedMax Velocità motore > SpeedMax
2 Errore impostazione parametri di configurazione. Impostazione parametri Ok Errore di configurazione
3 Mancanza interrupt da DSP Programma DSP in esecuzione Programma DSP bloccato
4 Stato connessione DEVICENET 27 Connessione Ok Perdita connessione
5 Protezione da funzione “AND” od “OR” base 25 Funzioni non in protezione Funzioni in protezione
6 Stallo motore 26 Velocità motore = riferimento Velocità motore ≠ riferimento
7 Fast-stop (arresto di emergenza) 27 Fast-stop non intervenuto Intervento protezione fast-stop
8 Minima tensione 28 Tensione bus DC > VdcMin Tensione bus DC < VdcMin
9 Errore su taglia inverter Impostazione taglia corretta Taglia non corretta o non selezionata
10 Ground fault Ground fault non intervenuta Protezione intervenuta
11 Stato comunicazione con schede espansione Comunicazione OK Comunicazione persa
12 Immagine termica motore 29 Temperatura motore Ok Temperatura motore elevata
13 Speed Deviation 30 Velocità motore Ok Speed Deviation
14 Input Phase Loss 31 Flussaggio motore Ok Flussaggio motore non corretto
15 Errore su impostazione registri PWM DSP Impostazione registri OK Impostazione registri errata

3.7.8 Word stato protezioni software ( TripsSW 2)


È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato delle protezioni SW dell’inverter, le informazioni trasmesse tramite i
suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TripsSW 2
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Sovracorrezione offset lettura TA Assenza sovracorrezione Presenza sovracorrezione
1 Errore su scrittura RAM DSP RAM DSP ok Errore su scrittura RAM DSP
2-15 Spare

3.7.9 Word stato ingressi ed uscite digitali scheda Microprocessore ( TBStatus )


È utilizzata dal controllo per fornire informazioni riguardanti lo stato degli ingressi e delle uscite digitali della scheda di controllo, le informazioni
trasmesse tramite i suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:
Struttura word TBStatus
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Stato input DI1 Start- Stop Ingresso a livello logico 0 Ingresso a livello logico 24 V
1 Stato input DI7 Prog “ “
2 Stato input DI6 Prog “ “
3 Stato input DI5 Prog “ “
4 Stato input DI3 Prog (Solo per Microprocessor Plus) “ “
5 Stato input DI4 Prog (Solo per Microprocessor Plus) “ “
6 Stato input DI2 Prog “ “
7 Stato input DI8 Drive Enable “ “
8 Stato comando di Reset da ingresso configurabile Nessun comando di Reset Comando di Reset Attuato
9 Output Relay RO2 Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
10 Stato output RO1 Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
11 Stato input/output DO4 / DI9 Ingresso/uscita a livello logico 0 Ingresso/uscita a livello logico 24 V
12 Stato input/output DO5 / DI10 Ingresso/uscita a livello logico 0 Ingresso/uscita a livello logico 24 V
13 Stato output DO6 Uscita a livello logico 0 Uscita a livello logico 24 V
14 Output Status RO3 (Solo per Microprocessor Plus) Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
15 Spare

24 La protezione di sovravelocità è sempre abilitata; per impostare il valore della soglia di velocità SpeedMax in corrispondenza della quale si ha l’intervento della
protezione, si utilizza il parametro Overspeed Flt Setpoint[6706] .
25 Vedi funzione descritta nel manuale avanzato capitolo 9B per schede DI/DO Expansion Board.
26 Vedi funzione descritta nel manuale avanzato capitolo 8B”Protezione di Stallo”.
27 Vedi funzione descritta nel manuale avanzato capitolo 8B ”Arresto in emergenza”.
28 La protezione di minima tensione è abilitata a partire dallo stato di “ready”; per impostare il valore VdcMin della soglia di tensione del bus DC, si utilizza il parametro Vdc

Setpoint (vedasi il manuale.avanzato capitolo 7B)


29 Vedi funzione descritta nel manuale avanzato capitolo 7B ”Immagine termica del motore”.
30 Vedi funzione descritta nel manuale avanzato capitolo 8B ” Protezione di Stallo”.
31 Vedi funzione descritta nel manuale avanzato capitolo 7B ” Mancanza fase di ingresso”.

86 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3.7.10 Word stato comandi ( ExecComm )

È utilizzata dal controllo per fornire delle informazioni riguardanti lo stato dei comandi in esecuzione, indipendentemente dalla modalità
d’esecuzione selezionata; le informazioni trasmesse tramite i suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente
tabella:

Struttura word ExecComm


Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Comando di start-stop dell’inverter Comando di stop in esecuzione Comando di start in esecuzione
1 Attivazione fast-stop Fas-stop non in esecuzione Fast-stop in esecuzione
2 Drive enable Drive-enable non in esecuzione Drive-enable in esecuzione
3 Reset No Reset Reset in esecuzione
4 Ingresso digitale configurabile DI5 o CW_B4 Comando non attivo Comando attivo
5 Ingresso digitale configurabile DI6 o CW_B5 “ “
6 Ingresso digitale configurabile DI7 o CW_B6 “ “
7 Ingresso digitale configurabile DI3 (Solo per Microprocessor Plus) o CW_B7 “ “
8 Ingresso digitale configurabile DI4 (Solo per Microprocessor Plus) o CW_B8 “ “
9 Ingresso digitale configurabile CW_B9 “ “
10 Ingresso digitale configurabile CW_B10 “ “
11 Ingresso digitale configurabile CW_B11 “ “
12 Ingresso digitale configurabile CW_B12 “ “
13 Ingresso digitale configurabile CW_B13 “ “
14 Ingresso digitale configurabile CW_B14 “ “
15 Ingresso digitale configurabile CW_B15 “ “

3.7.11 Word ausiliaria segnalazioni protezioni ( AuxTrip )

È utilizzata dal controllo per fornire con un’unica word delle informazioni riguardanti lo stato di alcune protezioni HW e SW, le informazioni
trasmesse tramite i suoi bit ed il significato dei relativi stati logici, sono riassunti nella seguente tabella:

Struttura word AuxTrip


Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Protezione di massima corrente Corrente < Imax Intervento protezione
1 Protezione di massima tensione bus DC Tensione bus DC < VdcMax Intervento protezione
2 User trip da ingresso digitale configurabile Protezione non intervenuta Intervento protezione
3 Protezione di desaturazione Fasi inverter OK Malfunzionamento fasi inverter
4 Scorta
5 Watch dog esterno Funzionamento Scada Ok Intervento watch-dog
6 Protezione paralleli Nessun guasto paralleli Intervento protezione paralleli
7 Pastiglie termiche Temperatura fasi inverter Ok Temperatura fasi > Tmax
8 Precarica inverter Precarica Ok o non effettuata Precarica fallita
9 Sovravelocità Velocità motore < SpeedMax Velocità motore > SpeedMax
10 Spare
11 Stallo motore Velocità motore = riferimento Velocità motore ≠ riferimento
12 Fast- coast (arresto di emergenza) Fast- coast non intervenuto Intervento fast- coast
13 Minima tensione Tensione bus DC > VdcMin Tensione bus DC < VdcMin
14 Immagine termica motore Temperatura motore Ok Temperatura motore elevata
15 Scorta

IMGT30005IT 87
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.7.12 Word comando uscite digitali scheda Exp. DI/DO ( DO Exp. Board )

Può essere utilizzata per comandare direttamente via rete le uscite digitali a relè delle schede d’espansione DI/DO Expansion Board (vedi
paragrafo configurazione output digitali); i comandi trasmessi mediante ogni bit ed i relativi stati delle uscite digitali sono riportati nella seguente
tabella:
Struttura word DO Exp. Board
Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Comando uscita digitale RO7 DI/DO Exp1 Bobina relè disalimentata Bobina relè alimentata
1 Comando uscita digitale RO8 DI/DO Exp1 “ “
2 Comando uscita digitale RO9 DI/DO Exp1 “ “
3 Comando uscita digitale RO10 DI/DO Exp1 “ “
4 Comando uscita digitale RO11 DI/DO Exp1 “ “
5 Comando uscita digitale RO12 DI/DO Exp1 “ “
6 Comando uscita digitale RO13 DI/DO Exp1 “ “
7 Comando uscita digitale RO14 DI/DO Exp1 “ “
8 Comando uscita digitale RO15 DI/DO Exp2 “ “
9 Comando uscita digitale RO16 DI/DO Exp2 “ “
10 Comando uscita digitale RO17 DI/DO Exp2 “ “
11 Comando uscita digitale RO18 DI/DO Exp2 “ “
12 Comando uscita digitale RO19 DI/DO Exp2 “ “
13 Comando uscita digitale RO20 DI/DO Exp2 “ “
14 Comando uscita digitale RO21 DI/DO Exp2 “ “
15 Comando uscita digitale RO22 DI/DO Exp2 “ “

3.7.13 Word stato ingressi digitali schede Exp. DI/DO ( DI Exp. Board )

Può essere utilizzata per rilevare via rete lo stato degli input digitali delle schede d’espansione SIOVA (vedi paragrafo configurazione Input
digitali); gli stati trasmessi mediante ogni bit ed i relativi significati sono riportati nella seguente tabella:

Struttura word DI Exp. Board


Bit Significato Bit = 0 Bit = 1
0 Stato ingresso digitale DI11 DI/DO Exp1 Ingresso a 0V Ingresso a 24V
1 Stato ingresso digitale DI12 DI/DO Exp1 “ “
2 Stato ingresso digitale DI13 DI/DO Exp1 “ “
3 Stato ingresso digitale DI14 DI/DO Exp1 “ “
4 Stato ingresso digitale DI15 DI/DO Exp1 “ “
5 Stato ingresso digitale DI16 DI/DO Exp1 “ “
6 Stato ingresso digitale DI17 DI/DO Exp1 “ “
7 Stato ingresso digitale DI18 I/DO Exp1 “ “
8 Stato ingresso digitale DI19 DI/DO Exp2 “ “
9 Stato ingresso digitale DI20 DI/DO Exp2 “ “
10 Stato ingresso digitale DI21 DI/DO Exp2 “ “
11 Stato ingresso digitale DI22 DI/DO Exp2 “ “
12 Stato ingresso digitale DI23 DI/DO Exp2 “ “
13 Stato ingresso digitale DI24 DI/DO Exp2 “ “
14 Stato ingresso digitale DI25 DI/DO Exp2 “ “
15 Stato ingresso digitale DI26 DI/DO Exp2 “ “

88 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3.8 Codifica ultima protezione ed ultimo allarme

Utilizzando tale codifica è possibile fornire al master l’informazione relativa all’ultima protezione o allarme intervenuto mediante il byte basso ed
il byte alto di un’unica word. Tale word è selezionata impostando 121 su uno dei parametriOutputWord. Il byte basso contiene il codice
dell’ultimo allarme, mentre il byte alto contiene il codice dell’ultima protezione intervenuta. La tabella seguente riporta la codifica in
esadecimale degli allarmi e delle protezioni:

OutputWord = 121
Byte alto Byte basso
Protezione Codice protezione Codice allarme Allarme
Massima corrente HW 0x0100 0x0001 Superamento soglia velocità
Massima tensione bus DC 0x0200 0x0002 Superamento soglia corrente motore
Intervento protezione esterna 0x0300 0x0003 Allarme da funzione “and” base
Intervento protezione di desaturazione 0x0400 0x0004 Errore su salvataggio dati su EEPROM interna
Mancanza alimentazione 220 V 0x0500 0x0005 Errore su salvataggio dati su EEPROM esterna
Mancanza alimentazione ±15 Vcc 0x0600 0x0006 Input digitale espansione in allarme
Intervento protezione guasto paralleli 0x0700 0x0007 Allarme da funzione “or” base
Intervento pastiglie termiche fasi inverter 0x0800 0x0008 Allarme da immagine termica motore
Mancata chiusura contattore principale 0x0900 0x0009 Allarme da speed deviation
Precarica fallita 0x0A00 0x000A Allarme perdita comunicazione NETWORK36
Sovravelocità 0x0B00 0x000B Perdita riferimento di velocità
Errore su impostazione parametri configurazione 0x0C00 0x000C Segnale ingressi analogici fuori scala
Programma DSP bloccato 0x0D00 0x000D Perita fase in uscita
Perdita connessione NETWORK 0x0E00 0x000E Allarme termico
Intervento protezione da funzione “and” od “or” base 0x0F00 0x000F Errore letture EEPROM interna
Intervento protezione di stallo 0x1000 0x0010 Non usato
Intervento protezione da fast-stop 0x1100 0x0011 “
Intervento protezione di minima tensione 0x1200 0x0012 “
Errore su taglia inverter 0x1300 0x0013 “
Intervento ground fault 0x1400 0x0014 “
Intervento protezione immagine termica motore 0x1500 0x0015 “
Intervento protezione di speed deviation 0x1600 0x0016 “
Intervento protezione mancanza fase in ingresso 0x1700 0x0017 “
Errore aggiornamento registri PWM 0x1800 0x0018 “
Perdita comunicazione con schede espansione DI/DO 0x1900 0x0019 “
Expansion Board
Errore scrittura Dual Port Ram 0x1A00 0x001A “
Intervento protezione HW di minima tensione 0x1B00 0x001B “
Offset misura correnti 0x1C00 0x001C “
Errore scrittura Ram DSP 0x1D00 0x001D “
Perdita tensione principale 0x1E00 0x001E “
Perdita riferimento di velocità Ox1F00 Ox1F00 “
Perita fase in uscita 0X2000 0X2000 “
Underload 0x2100 0x2100 “
Errore Frequenza di Switching 0x2200 0x2200 “
Errore di Floating Point 0x2300 0x2300 “
Operating System Error 0x2400 0x2400 “
Reset Fault 0x2500 0x2500 “
NTC (Sovratemperatura) 0x2600 0x2600 “
Il rientro della condizione d’allarme o il reset delle protezioni comporta la perdita dell’informazione codificata.

IMGT30005IT 89
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3.9 Parametrizzazione Controllo via DeviceNet

L’impostazione dei parametri di configurazione dell’inverter, può essere effettuata via DEVICENET utilizzando i dati di parametrizzazione PKW
dei messaggi scambiati tra master e slave (inverter). Tali dati sono utilizzati dal master DEVICENET per trasmettere o ricevere i valori dei
parametri di configurazione dello slave; attraverso i dati PKW è automaticamente effettuata la memorizzazione in EEPROM della
parametrizzazione scelta.
I dati di parametrizzazione PKW sono supportati solo con i messaggi di tipo PPO1, PPO2 e PPO5; in ciascuno di essi si hanno a disposizione
4 dati PKW sia nel messaggio inviato dal master allo slave, sia nel messaggio inviato dallo slave al master.
Mediante i dati di parametrizzazione PKW, non è possibile impostare gli eventuali decimali dei parametri di configurazione.

3.9.1 Messaggio di parametrizzazione inviato dal master allo slave

Come detto prima, tale messaggio è composto da 4 word.


1a word (PKW1) Viene utilizzata per indicare allo slave il codice relativo al tipo nessuna operazione PKW1 = 0
di operazione che si desidera effettuare : lettura parametro PKW1 = 1
modifica parametro PKW1 = 2
2a word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del dato di configurazione su cui effettuare l’operazione definita dalla word PKW1.
Gli indirizzi seriali dei parametri di configurazione sono riportati nelle Appendici B1 – B4
3a word (PKW3) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro, in questa word è posto il valore del parametro oggetto della
modifica.
4a word (PKW4) Qualora l’operazione richiesta sia una modifica parametro ed il dato da modificare è di tipo esponenziale, in questa word
è posto il valore dell’esponente da assegnare al parametro oggetto della modifica. In caso contrario il valore di questa
word è posto eguale a zero.
Per un corretto funzionamento del protocollo di parametrizzazione dell’inverter, è consigliabile mantenere fisso il messaggio inviato dal master
fino alla ricezione della risposta dallo slave. Dopo la ricezione di tale risposta, il master può non inviare più il messaggio di parametrizzazione.

3.9.2 Messaggio di parametrizzazione inviato dallo slave al master

Anche tale messaggio è composto da 4 word.


1a word (PKW1) Sui bit 0÷1, è riportato il codice dell’operazione richiesta dal master. Qualora bit 8 -> Motor Parameter
l’operazione richiesta dal master non sia ammissibile è settato il bit 2 e sulla word bit 9 -> Drive Parameter
#3 (PKW3) è riportato il corrispondente codice di errore. bit 10 -> Regulator Parameter
bit 11 -> General Parameter

Il tipo di errore può essere identificato mediante la variabile di monitor Cpu sw Alarms [78.10].
In caso di errore lo stato del drive è “Alarm”. Per effettuare una nuova scrittura di parametro è necessario agire sul reset
dell’inverter. bit da 3 a 7 non sono utilizzati.

2a word (PKW2) Contiene l’indirizzo seriale del parametro oggetto dell’operazione specificata con la word PKW1.
3a word (PKW3) Se l’operazione richiesta è una lettura, in questa PKW3 = 0 ËErrore sconosciuto
word è riportato il valore del parametro letto; PKW3 = 1 ËParametro fuori limite
qualora l’operazione richiesta non sia ammissibile PKW3 = 2 ËIndirizzo seriale parametro non riconosciuto
(word PKW1, bit 2 = 1), in questa word è riportato PKW3 = 3 ËParametro non modificabile con inverter in marcia
uno dei seguenti codici di errore: PKW3 = 5 ËComando speciale non permesso
PKW3 = 6 ËParametro non scrivibile

Qualora si presenti una condizione di errore, la situazione rimane congelata sul codice di errore finché non viene corretto
l’errore o si cambia parametro.
4a word (PKW4) Se il dato da leggere o modificare è di tipo esponenziale in questa word è riportato il valore dell’esponente letto o impostato.

90 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

APPENDIX 3A:
Generalità
L’interfaccia fieldbus fornita dal drive è basata sugli standard DeviceNet objects e su cinque vendor specific objects. I vendor specific objects
possono essere usati per accedere a particolari aree di memoria e per la diagnostica. Tuttavia, per la maggior parte delle applicazioni è
sufficiente l’utilizzo dei soli standard object. ( Si veda 3A.3 )

Organizzazione memoria tra la scheda Microprocessore e la scheda ABS


3A.1 Aree Dati Ingresso e Uscita
Il dato I/O di ingresso/uscita è letto/scritto attraverso connessioni o messaggi Explicit.

3A.2 Area Dati Parametri Ingresso e Uscita


E’ possible accedere al parametro di ingresso/uscita attraverso messaggi via Explicit
3A.3 Oggetti implementati
I seguenti oggetti sono implementati:
DeviceNet Objects
Object Class Class
Identity Object 01h
Message Router Object 02h
DeviceNet Object 03h
Assembly Object 04h
Connection Object 05h
Acknowledge Handler Object 2Bh

IMGT30005IT 91
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

Vendor Specific Objects


Object Class Class
I/O data Input Mapping Object A0h
I/O data Output Mapping Object A1h
Diagnostic Object AAh
Parameter data Input Mapping Object B0h
Parameter data Output Mapping Object B1h

3A.3.1 Identify Object, Class 01h


Class Attributes
Default Data
# Attribute Services Description Semantics Min Type
Name Max
01h Revision Get_Attribute_Single Revision of the Identify Object The Revision attribute, which consists of Major and Minor 1,1,1 UNIT

92 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

3A.3.2 Message Router, Class 02h


Class Attributes
Default Data
# Attribute Services Description Semantics Min Type
Name Max
01h Revision Get_Attribute_Single Revision of the Identify Object The Revision attribute, which consists of Major and 1,1,1 UNIT
Minor

3A.3.3 DeviceNet Object, Class 03h


Class Attributes
Default Data
# Attribute Name Services Description Semantics Min Type
Max
The current value assigned to this attribute is two 2,
01h Revision Get_Attribute_Single Revision of the DeviceNet Object UNIT
(2). If updates which require an increase in this 2,
Class. Definition upon which the
value are made, then the value will be increased. 2
implementation is based
Support of this attribute is required.

3A.3.4 Assembly Object, Class 04h


Class Attributes
Default Data
ID# Attribute Name Services Description Semantics Min Type
Max
The revision attribute, which contains the object 1,
01h Revision Get_Attribute_All Revision of the Assembly Object. UNIT
revision. 1
,1

IMGT30005IT 93
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

Esempio 0x9A (0x01)


Esempio 0x96 (0x01)

Esempio 0x97 (0x01)

Esempio 0x98 (0x01)

Instance 0x96 (0x01)


Attributo 0x03 (0x01)

Attributo 0x03 (0x02)

Attributo 0x03 (0x03)

Attributo 0x03 (0x05)


Attribute 0x03 (0x01)
(Array of USINT)
(Array di USINT)

(Array di USINT)

(Array di USINT)

(Array di USINT
Esempio 0x96 (0x01) Attributo 0x03 (0x01) (Array di
Word Mnemonico
USINT)

Explicit Message Data Connection for Received Message Type 1


Assembly Object, Class 0x04 (0xA1) - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#5 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#6 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
Explicit Message Data Connection for Received Message Type 2
Assembly Object, Class 0x04 (0xA1) - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#5 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#6 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
#7 InputWord3 Significato configurabile · ·
#8 InputWord4 Significato configurabile · ·
#9 InputWord5 Significato configurabile · ·
#10 InputWord6 Significato configurabile · ·
Explicit Message Data Connection for Received Message Type 3
Assembly Object, Class 0x04 (0xA1) - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single
#1 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#2 Speed Reference Riferimento di velocità · ·

Explicit Message Data Connection for Received Message Type 4


Assembly Object, Class 0x04 (0xA1) - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single)
#1 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#2 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
#3 InputWord3 Significato configurabile · ·
#4 InputWord4 Significato configurabile · ·
#5 InputWord5 Significato configurabile · ·
#6 InputWord6 Significato configurabile · ·
Explicit Message Data Connection for Received Message Type 5
Assembly Object, Class 0x04 (0xA1) - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single)
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#5 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#6 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
#7 InputWord3 Significato configurabile · ·
#8 InputWord4 Significato configurabile · ·
#9 InputWord5 Significato configurabile · ·
#10 InputWord6 Significato configurabile · ·
#11 InputWord7 Significato configurabile · ·
#12 InputWord8 Significato configurabile · ·
#13 InputWord9 Significato configurabile · ·

#14 InputWord10 Significato configurabile · ·

94 IMGT30005IT
GT3000 Manuale di Comunicazione DeviceNet

Esempio 0x67 (0x01)


Attributo 0x03 (0x01)
Esempio 0x64 (0x01)

Esempio 0x65 (0x01)

Esempio 0x66 (0x01)

Esempio 0x68 (0x01)


Attributo 0x03 (0x02)

Attributo 0x03 (0x03)

Attributo 0x03 (0x04)

Attributo 0x03 (0x05)


(Array di USINT))

(Array di USINT)

(Array di USINT)

(Array di USINT)

(Array di USINT)
Word Mnemonico Tipologia e significato

Explicit Message Data Connection for Sent Message Type 1 Assembly Object, Class 0x04 (0xA0) - Get_Attribute_Single
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#5 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#6 Speed Reference Riferimento di velocità · ·

Explicit Message Data Connection for Sent Message Type 2 - Assembly Object, Class 0x04 (0xA0) - Get_Attribute_Single
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#5 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#6 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
#7 OutputWord3 Significato configurabile · ·
#8 OutputWord4 Significato configurabile · ·
#9 OutputWord5 Significato configurabile · ·
#10 OutputWord6 Significato configurabile · ·

Explicit Message Data Connection for Sent Message Type 3 - Assembly Object, Class 0x04 (0xA0) - Get_Attribute_Single)
#1 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#2 Speed Reference Riferimento di velocità · ·

Explicit Message Data Connection for Sent Message Type 4 - Assembly Object, Class 0x04 (0xA0) - Get_Attribute_Single )
#1 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#2 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
#3 OutputWord3 Significato configurabile · ·
#4 OutputWord4 Significato configurabile · ·
#5 OutputWord5 Significato configurabile · ·
#6 OutputWord6 Significato configurabile · ·
Explicit Message Data Connection for Sent Message Type 5 - Assembly Object, Class 0x04 (0xA0) - Get_Attribute_Single
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione · ·
#5 Command Word Bitword per comandi da rete · ·
#6 Speed Reference Riferimento di velocità · ·
#7 OutputWord3 Significato configurabile · ·
#8 OutputWord4 Significato configurabile · ·
#9 OutputWord5 Significato configurabile · ·
#10 OutputWord6 Significato configurabile · ·
#11 OutputWord7 Significato configurabile · ·
#12 OutputWord8 Significato configurabile · ·
#13 OutputWord9 Significato configurabile · ·
#14 OutputWord10 Significato configurabile · ·

IMGT30005EN 95
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3A.3.5 DeviceNet Connection Object, Class 05h

Class Attributes (0)


Default Data
# Attribute Name Services Description Semantics Min Type
Max
2,
01h Revision Get_Attribute_Single Revision of the DeviceNet Object UNIT
2,
2

IMGT30005IT 96
GT3000 Communication Manual DeviceNet

3A.3.6 Acknowledge Handler Object, Class 2Bh


Class Attributes (0)
Default Data
# Attribute Name Services Description Semantics Min Type
Max
The current value assigned to this attribute is two (2). 1,
01h Revision Get_Attribute_Single Revision of the DeviceNet Object UNIT
If updates which require an increase in this value are 1,
Class. Definition upon which the
made, then the value will be increased. Support of 1
implementation is based
this attribute is required.
The largest instance number of a created object at
02h Max Instance Get_Attribute_Single Maximum instance number of an UNIT
this class hierarchy level
object currently created in this class
level of the device

IMGT30005IT 97
DeviceNet GT3000 Communication Manual

Instance Attributes (1)


Default Data
# Attribute Name Services Description Semantics Min Type
Max
Get_Attribute_Single Range 1-65535 ms (0 invalid) 16,
01h Acknowledge Timer Time to wait for acknowledge before resending UNIT
Set_Attribute_Single default=16 1,
65535
Get_Attribute_Single Range 1-255 default 1,
02h Retry Limit Number of Ack Timeouts to wait before informing USINT
Set_Attribute_Single 0,
the producing application of a Retry-Limit_Reached
255
event
Get_Attribute_Single Connection Instance Id N/A
03h COS Producing Connection Instance which contains the path of the UNIT
Set_Attribute_Single
Connection producing I/O application object a which will be
Instance notified of Ack Handler events
Get_Attribute_Single 0=Dynamic
04h Ack List Size Maximum number of member in Ack List
Get_Attribute_Single Number of members followed by list of: N/A
05h Ack List List of active connection instances, which are BYTE
Connection Instance ID
receiving Acks. Array of
USINT
Get_Attribute_Single 0=Dynamic
06h Data with Ack Path Maximum number of member in Data with Ack
List Size Path List
Get_Attribute_Single List of connection instance/consuming N/A
07h Data with Ack Path List of connection instance/consuming application BYTE
application object pairs. This attribute is
List object pairs. This attribute is used to forward data Array of
used to forward data received with
received with acknowledgment. UNIT
acknowledgments.
USINT
Array of
USINT

3A.3.7 I/O data Input Mapping Object, Class A0h


Vedere la tabella in Explicit Message Data Connection for Sent Message Type 1 to Type5 nel paragrafo 3.3.4 Assembly Object, Class 04h.

3A.3.8 I/O data Output Mapping Object, Class A1h


Vedere la tabella in Explicit Message Data Connection for Received Message Type 1 to Type5 nel paragrafo 3.3.4 Assembly Object, Class 04h.

98 IMGT30005IT
GT3000 Communication Manual DeviceNet

3A.3.9 Diagnostic Object, Class Aah

Class Attributes
Default Data
# Attribute Name Services Description Semantics Min Type
Max
The revision attribute, which contains the object 1,
01h Revision Get_Attribute_All Revision of the Diagnostic Object UNIT
revision. 1,
1

IMGT30005IT 99
DeviceNet GT3000 Manuale di Comunicazione

3A3.10 Parameter data Input Mapping Object, Class B0h

Explicit Message Data Connection for Sent Parameterization (PKWx) - Message Type 3, Type 4
Assembly Object, Class 0xB0 - Get_Attribute_Single

Esempio 0x01
Attributo 0x01

Attributo 0x02
Esempio 0x01

Esempio 0x01

Esempio 0x01

Esempio 0x01
Attributo 0x03

Attributo 0x04

Attributo 0x05
(Array di

(Array di

(Array di

(Array di

(Array di
USINT)

USINT)

USINT)
USINT)

USINT)
Word Mnemonico Tipologia e significato

#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione ·


#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione ·
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione ·

3A.3.11 Parameter data Output Mapping Object, Class B1h

Explicit Message Data Connection for Received Parameterization (PKWx) or HeartBeat - Message Type 1, Type 2, Type 5
Assembly Object, Class 0xB1 - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single

(Array of USINT)

(Array of USINT)

(Array of USINT)

(Array of USINT)

(Array of USINT)
Attribute 0x01
Instance 0x01

Instance 0x01

Instance 0x01

Instance 0x01

Instance 0x01
Attribute 0x02

Attribute 0x03

Attribute 0x04

Attribute 0x05
Word Mnemonic Type and meaning

#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione


#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione
#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione
#5 HeartBeat Word - HeartBeat register ·
Explicit Message Data Connection for Received Parameterization (PKWx) or HeartBeat - Message Type 3, Type 4
- Assembly Object, Class 0xB1 - Get_Attribute_Single & Set_Attribute_Single
#1 PKW1 PKW – Dato di parametrizzazione ·

#2 PKW2 PKW – Dato di parametrizzazione ·


#3 PKW3 PKW – Dato di parametrizzazione ·
#4 PKW4 PKW – Dato di parametrizzazione ·
#5 HeartBeat Word - HeartBeat register ·

IMGT30005IT 100
Answer Drives S.r.l.
Head Office:
Viale Sarca, 336 – 20126 Milano - Italia
Operation Site:
S.S 11 Cà Sordis, 4 I-36054 Montebello Vicentino (VI) - Italia
Ph. +39 0444 449268
Fax +39 0444 449276 1000004551

www. answerdrives.com