Sei sulla pagina 1di 317

Modello K-C3

Codice Macchina:
(B245/B276/B277/B268/B269)

MANUALE DI ASSISTENZA

©Ricoh Company, Ltd.


17 gennaio 2006
Soggetto a modifiche
Leggere subito 2006-01-017

Leggere subito
Note Relative alla Sicurezza

Note Importanti Relative alla Sicurezza

Prevenzione degli Infortuni

1. Prima di smontare o assemblare parti della copiatrice e/o delle periferiche, accertarsi
che il cavo di alimentazione sia scollegato.
2. La presa di alimentazione utilizzata deve trovarsi in prossimità della copiatrice ed
essere facilmente accessibile.
3. Notare che alcuni componenti della copiatrice e il gruppo cassetti carta rimangono sotto
tensione anche se l'interruttore principale è in posizione OFF.
4. Se viene avviato un lavoro di stampa prima che la copiatrice abbia concluso il periodo
di riscaldamento o di inizializzazione, non toccare alcun componente elettrico o
meccanico, dal momento che la copiatrice inizierà ad eseguire le copie non appena
terminato il periodo di riscaldamento.
5. L'interno e le parti metalliche del gruppo fusore raggiungono temperature molto elevate
durante il funzionamento della copiatrice. Prestare attenzione a non toccare tali
componenti senza adeguate protezioni.

Condizioni per la Salvaguardia della Salute

Il toner e il developer non sono tossici, tuttavia se uno qualsiasi di questi componenti entra
accidentalmente in contatto con gli occhi può provocare irritazioni temporanee. In questi
casi, come primo intervento di soccorso tentare di rimuovere i residui con collirio oppure
risciacquando con acqua. Se l'irritazione persiste, richiedere assistenza medica.

Rispetto delle Normative sulla Sicurezza Elettrica

La copiatrice e le sue periferiche devono essere installate e mantenute da un Tecnico


addetto all'assistenza Clienti che abbia frequentato il corso di addestramento sui modelli in
oggetto.

Avvertenze per uno Smaltimento Sicuro ed Ecologico

1. Non incenerire i flaconi di toner o il toner usato. La polvere di toner potrebbe


incendiarsi improvvisamente se esposta a fiamme libere.
2. Smaltire i flaconi di toner usato, il developer e i fotoconduttori organici rispettando le
normative vigenti. (Si tratta in ogni caso di elementi non tossici).
3. Smaltire le parti sostituite rispettando le normative vigenti.

i
Leggere subito 2006-01-017

Sicurezza del Laser

Il “Center for Devices and Radiological Health” (CDRH) proibisce la riparazione in loco di
unità ottiche basate sulla tecnologia laser. L'unità di alloggiamento dell'ottica può essere
riparata esclusivamente presso il costruttore oppure in centri equipaggiati con l'attrezzatura
necessaria. Il sottosistema laser è sostituibile in loco da un Tecnico Qualificato. Lo chassis
laser non è riparabile sul campo. Qualora si renda necessaria la sostituzione del
sottosistema ottico, i Tecnici sono quindi pregati di inviare al costruttore o ad un centro di
assistenza autorizzato l'intero gruppo chassis - sottosistema laser interessato.

ƒ L'uso di comandi e l'esecuzione di regolazioni o procedure diverse da quelle


indicate nel presente manuale potrebbero provocare l'esposizione a
radiazioni nocive.

AVVERTENZE RELATIVE AL GRUPPO LASER

ATTENZIONE: Commutare l'interruttore principale in posizione OFF prima di


eseguire una qualsiasi delle procedure riportate nella sezione dedicata al Gruppo
Laser. I raggi laser possono danneggiare seriamente la vista:
TARGHETTA DI SEGNALAZIONE:

Simboli e Abbreviazioni Usati


Questo manuale usa alcuni simboli e abbreviazioni specifici. Il significato di questi simboli e
abbreviazioni è il seguente:
Vedere o fare riferimento a:

Anello a scatto

Vite

Connettore

SEF Alimentazione bordo corto (Short Edge Feed)

LEF Alimentazione bordo lungo (Long Edge Feed)

ii
Indice 2006-01-017

Indice
Leggere subito ....................................................................................................................... i
Note Relative alla Sicurezza .............................................................................................. i
Note Importanti Relative alla Sicurezza ...................................................................... i
Simboli e Abbreviazioni Usati ............................................................................................ ii
Indice ....................................................................................................................................iii
Installazione.......................................................................................................................... 1
Requisiti per l’Installazione................................................................................................ 1
Condizioni Ambientali .................................................................................................... 1
Livellamento della Macchina.......................................................................................... 2
Requisiti Minimi di Spazio .............................................................................................. 2
Requisiti di Alimentazione Elettrica ................................................................................ 3
Installazione della Copiatrice............................................................................................. 4
Prese di Alimentazione per le Periferiche ...................................................................... 4
Verifica Accessori .......................................................................................................... 4
Procedura di Installazione ............................................................................................. 5
Installazione del Coprioriginale ......................................................................................... 9
Verifica Accessori .......................................................................................................... 9
Procedura di Installazione ............................................................................................. 9
Installazione Alimentatore ARDF ..................................................................................... 10
Verifica Accessori ........................................................................................................ 10
Procedura di Installazione ........................................................................................... 11
Installazione dell’Alimentatore ADF ................................................................................. 14
Verifica Accessori ........................................................................................................ 14
Procedura di Installazione ........................................................................................... 15
Installazione Gruppo Cassetti Carta (2 Cassetti) ............................................................ 18
Verifica Accessori ........................................................................................................ 18
Procedura di Installazione ........................................................................................... 18
Installazione Gruppo Cassetto Carta (1 Cassetto) .......................................................... 23
Verifica Accessori ........................................................................................................ 23
Procedura di Installazione ........................................................................................... 23
Installazione Fascicolatore a Scomparto Singolo ............................................................ 27
Verifica Accessori ........................................................................................................ 27
Procedura di Installazione ........................................................................................... 27
Installazione del Riscaldatore Anti-condensa .................................................................. 30

iii
Indice 2006-01-017

Riscaldatori dei Cassetti.................................................................................................. 31


Riscaldatore del Cassetto Superiore ........................................................................... 31
Riscaldatore del Cassetto Inferiore (Solo Modello a Due Cassetti) ............................. 33
Riscaldatori per i Gruppi Cassetti Carta Opzionali....................................................... 34
Installazione del Contatore a Chiave............................................................................... 38
Espansione GDI .............................................................................................................. 41
Verifica Accessori ........................................................................................................ 41
Installazione dei Componenti di Espansione ............................................................... 41
Installazione Pannelli e Tasti ........................................................................................... 43
Manutenzione Preventiva ................................................................................................... 44
Tabelle di Manutenzione Preventiva................................................................................ 44
Come Azzerare il Contatore PM...................................................................................... 47
Interventi di Sostituzione e Regolazione............................................................................. 49
Avvertenze Generali........................................................................................................ 49
PCU (Gruppo Fotoconduttore)..................................................................................... 49
Rullo di Trasferimento.................................................................................................. 49
Gruppo di Scansione ................................................................................................... 49
Gruppo Laser............................................................................................................... 50
Gruppo Fusore ............................................................................................................ 50
Alimentazione Carta .................................................................................................... 50
Attrezzi Speciali e Lubrificanti.......................................................................................... 51
Coperchi Esterni e Pannello di Comando ....................................................................... 52
Coperchio Posteriore ................................................................................................... 52
Coperchio Posteriore Inferiore (Solo sui Modelli a Due Cassetti) ................................ 52
Vassoio di Ricezione Copie ......................................................................................... 53
Coperchi Superiori ....................................................................................................... 53
Coperchio Sinistro ....................................................................................................... 54
Coperchio Anteriore ..................................................................................................... 54
Coperchio Anteriore Destro ......................................................................................... 55
Coperchio Posteriore Destro ....................................................................................... 55
Sportello Destro (Gruppo Fronte-Retro (B269/B277)) ................................................. 56
Ripiano di By-pass....................................................................................................... 56
Coperchio Inferiore Sinistro (Solo sui Modelli a Due Cassetti) .................................... 57
Coperchio Inferiore Destro (Solo sui Modelli a Due Cassetti)...................................... 57
Sensore Coprioriginali ................................................................................................. 58
Gruppo Scanner.............................................................................................................. 59

iv
Indice 2006-01-017

Vetro di Esposizione/Vetro di Esposizione DF ............................................................. 59


Blocco Lente................................................................................................................ 60
Scheda Stabilizzatore Lampada e Lampada di Esposizione ....................................... 61
Sensore di Larghezza/Lunghezza Originali ................................................................. 61
Motore dello Scanner .................................................................................................. 63
Sensore Posizione di Partenza dello Scanner............................................................. 64
Regolazione delle Posizioni dello Scanner .................................................................. 65
Gruppo Laser .................................................................................................................. 69
Posizione della Decalcomania di Avvertenza .............................................................. 69
Vetro di Protezione Toner ............................................................................................ 69
Gruppo Laser............................................................................................................... 70
Gruppo Diodo Laser .................................................................................................... 71
Motore dello Specchio Poligonale................................................................................ 72
Regolazione Allineamento Gruppo Laser .................................................................... 73
Sezione Fotoconduttore (PCU) ....................................................................................... 75
PCU ............................................................................................................................. 75
Nottolini di Separazione e Sensore di Densità Toner................................................... 76
Tamburo OPC.............................................................................................................. 77
Rullo di Carica e Spazzola di Pulizia ........................................................................... 78
Lama di Pulizia ............................................................................................................ 78
Developer .................................................................................................................... 79
Dopo una Sostituzione o Regolazione......................................................................... 81
Motore di Alimentazione Toner ........................................................................................ 82
Sezione di Alimentazione Carta ...................................................................................... 83
Rullo di Alimentazione Carta........................................................................................ 83
Feltrino di Frizione ....................................................................................................... 84
Sensore di Fine Carta.................................................................................................. 84
Sensore di Uscita ........................................................................................................ 85
Rullo di Alimentazione e Sensore di Fine Carta nel By-Pass....................................... 86
Rullo di Registrazione.................................................................................................. 87
Sensore del Formato Carta nel By-pass...................................................................... 88
Frizione di Registrazione ............................................................................................. 89
Sensore di Registrazione............................................................................................. 89
Frizione di Alimentazione Carta Superiore e Frizione di Alimentazione del By-pass ... 90
Frizione di Rinvio ......................................................................................................... 90
Sensore di Rinvio ........................................................................................................ 91

v
Indice 2006-01-017

Frizione di Alimentazione Carta Inferiore (Solo per i Modelli con 2 Cassetti)............... 91


Sensore di Trasporto Verticale (Solo per i Modelli con 2 Cassetti) .............................. 92
Interruttori del Formato Carta ...................................................................................... 92
Trasferimento dell'Immagine ........................................................................................... 93
Rullo di Trasferimento Immagine ................................................................................. 93
Sensore di Densità dell’Immagine ............................................................................... 94
Fusione ........................................................................................................................... 95
Gruppo Fusore ............................................................................................................ 95
Termistori ..................................................................................................................... 95
Lampade di Fusione .................................................................................................... 96
Nottolini di Separazione del Rullo Fusore.................................................................... 97
Rullo Fusore ................................................................................................................ 97
Termostato................................................................................................................... 98
Rullo di Pressione e Boccole ....................................................................................... 98
Regolazione Larghezza della Striscia di Contatto........................................................ 99
Rullo di Pulizia ........................................................................................................... 100
Gruppo Fronte-Retro (Solo Modelli con Fronte-Retro B269/B277) ............................... 101
Sensore di Uscita Fronte-retro................................................................................... 101
Sensore di Ingresso Fronte-retro............................................................................... 101
Sensore di Inversione Fronte-retro ............................................................................ 102
Motore di Trasporto Fronte-retro................................................................................ 103
Motore di Inversione Fronte-retro .............................................................................. 103
Scheda di Controllo Fronte-retro ............................................................................... 104
Altre Sostituzioni ........................................................................................................... 105
Lampada di Smagnetizzazione.................................................................................. 105
Scheda Alimentazione Alta Tensione ......................................................................... 105
BICU (Unità di Controllo Immagine sulla Macchina Base)......................................... 106
Motore Principale....................................................................................................... 106
Ventola di Estrazione Posteriore (Solo B269/B277) .................................................. 107
Ventola di Estrazione Sinistra .................................................................................... 108
PSU (Unità di Alimentazione) .................................................................................... 108
Scatola degli Ingranaggi ............................................................................................ 109
Regolazioni di Copia: Stampa/Scansione...................................................................... 112
Stampa ...................................................................................................................... 112
Scansione.................................................................................................................. 114
Regolazione Immagine ADF ...................................................................................... 116

vi
Indice 2006-01-017

Ricerca Guasti .................................................................................................................. 118


Condizioni di Chiamata Assistenza ............................................................................... 118
Riepilogo.................................................................................................................... 118
Descrizione dei Codici di Chiamata Assistenza (SC)................................................. 118
Anomalie dei Componenti Elettrici ................................................................................ 133
Sensori ...................................................................................................................... 133
Interruttori .................................................................................................................. 135
Condizioni di Intervento Fusibili..................................................................................... 136
Led di Segnalazione...................................................................................................... 136
BICU .......................................................................................................................... 136
Tabelle di Manutenzione ................................................................................................... 137
Modalità di Programmazione per la Manutenzione ....................................................... 137
Uso della Modalità SP ............................................................................................... 137
Tabelle della Modalità SP .............................................................................................. 139
SP1-XXX (Feed) (Alimentazione) .............................................................................. 139
SP2-XXX (Drum) (Tamburo) ...................................................................................... 142
SP4-XXX (Scanner)................................................................................................... 148
SP5-XXX (Mode) (Modalità) ...................................................................................... 154
SP6-XXX (Peripherals) (Periferiche) ......................................................................... 157
SP7-XXX (Data Log) (Registro Dati).......................................................................... 158
SP8-XXX (History) (Registro Storico) ........................................................................ 163
SP9-XXX (Ecc.) ......................................................................................................... 168
Uso delle Modalità SP................................................................................................... 169
Regolazione della Registrazione e dell’Ingrandimento .............................................. 169
Analisi degli Errori Imputabili al Sensore ID (SP 2221).............................................. 170
Visualizzazione Dati APS (SP 4301 1)....................................................................... 170
Azzeramento della Memoria ...................................................................................... 171
Controllo Ingressi (SP 5803)...................................................................................... 174
Controllo Uscite (SP 5804) ........................................................................................ 177
Inserimento Numero di Serie (SP 5811) .................................................................... 179
Caricamento/Scaricamento Dati NVRAM (SP 5824/5825) ........................................ 179
Procedura di Aggiornamento del Firmware................................................................ 181
Stampa dei Modelli di Prova (SP 5902 1) .................................................................. 185
Contatori Inceppamento Carta (SP 7504).................................................................. 187
Stampa SMC (SP 5990) ............................................................................................ 188
Visualizzazione Registro Inceppamento Originali (SP 7508) ..................................... 189

vii
Indice 2006-01-017

Visualizzazione Uscita Sensore APS ADF (SP 6901)................................................ 190


Descrizioni Dettagliate ...................................................................................................... 191
Generalità...................................................................................................................... 191
Disposizione dei Componenti .................................................................................... 191
Percorso Carta .......................................................................................................... 192
Schema della Trasmissione....................................................................................... 193
Struttura delle Schede................................................................................................... 194
Diagramma a Blocchi ................................................................................................ 194
BICU (Unità di Controllo Macchina Base e Elaborazione Immagine) ........................ 195
SBU (Unità Schede Sensori) ..................................................................................... 195
Generalità sul Processo di Copia .................................................................................. 196
Scansione ..................................................................................................................... 198
Generalità .................................................................................................................. 198
Azionamento Scanner ............................................................................................... 199
Rilevamento del Formato dell'Originale in Modalità Vetro di Esposizione ................. 200
Elaborazione dell'Immagine .......................................................................................... 203
Generalità .................................................................................................................. 203
SBU (Unità Schede Sensori) ..................................................................................... 204
IPU (Unità Di Elaborazione Immagine) ...................................................................... 205
Unità di Controllo Video (VCU) .................................................................................. 216
Esposizione Laser......................................................................................................... 217
Generalità .................................................................................................................. 217
Controllo Automatico della Potenza (APC) ................................................................ 218
Interruttori di Sicurezza Diodo Laser (LD).................................................................. 219
Gruppo Fotoconduttore (PCU) ...................................................................................... 220
Generalità .................................................................................................................. 220
Azionamento.............................................................................................................. 221
Carica del Tamburo ....................................................................................................... 222
Generalità .................................................................................................................. 222
Correzione della Tensione sul Rullo di Carica ........................................................... 223
Temporizzazione di Generazione del Modello di Rilevamento Sensore ID................ 224
Pulizia del Rullo di Carica del Tamburo ..................................................................... 224
Sviluppo ........................................................................................................................ 225
Generalità .................................................................................................................. 225
Azionamento.............................................................................................................. 226
Miscelazione del Developer....................................................................................... 226

viii
Indice 2006-01-017

Polarizzazione di Sviluppo......................................................................................... 227


Alimentazione Toner .................................................................................................. 228
Meccanismo di Alimentazione Toner.......................................................................... 229
Controllo della Densità Toner..................................................................................... 229
Alimentazione del Toner in Condizioni Anomale dei Sensori ..................................... 234
Rilevamento e Ripristino delle Condizioni di Prossimo Esaurimento Toner/Fine Toner
.................................................................................................................................. 234
Pulizia del Tamburo e Riciclo Toner............................................................................... 236
Pulizia del Tamburo ................................................................................................... 236
Riciclo Toner .............................................................................................................. 237
Alimentazione Carta ...................................................................................................... 238
Generalità .................................................................................................................. 238
Meccanismo di Azionamento Alimentazione Carta .................................................... 239
Meccanismo di Alimentazione e Separazione Carta.................................................. 239
Meccanismo di Sollevamento Carta .......................................................................... 240
Rilevamento Fine Carta ............................................................................................. 240
Rilevamento del Formato Carta ................................................................................. 241
Guide di Appoggio Laterali......................................................................................... 243
Registrazione Carta ................................................................................................... 243
Trasferimento Immagine e Separazione della Carta ..................................................... 245
Generalità .................................................................................................................. 245
Temporizzazione della Corrente di Trasferimento Immagine ..................................... 246
Pulizia del Rullo di Trasferimento .............................................................................. 247
Meccanismo di Separazione della Carta ................................................................... 248
Fusione dell’Immagine e Uscita Carta........................................................................... 249
Generalità .................................................................................................................. 249
Azionamento del Gruppo Fusore e Meccanismo di Rilascio...................................... 250
Spostamento della Guida di Ingresso Gruppo Fusore ............................................... 252
Rullo di Pressione...................................................................................................... 252
Controllo della Temperatura di Fusione ..................................................................... 253
Protezione Contro il Surriscaldamento ...................................................................... 256
Gruppo Fronte-Retro ..................................................................................................... 257
Generalità .................................................................................................................. 257
Meccanismo di Azionamento ..................................................................................... 258
Funzionamento Base................................................................................................. 258
Alimentazione e Meccanismo di Uscita ..................................................................... 261

ix
Indice 2006-01-017

Modalità Risparmio Energia – Macchine Base.............................................................. 262


Generalità .................................................................................................................. 262
AOF (Funzione di Spegnimento Automatico)............................................................. 263
Temporizzatori ........................................................................................................... 263
Ripristino.................................................................................................................... 263
Modalità Risparmio Energia – Macchine GDI................................................................ 264
Generalità .................................................................................................................. 264
AOF (Funzione di Spegnimento Automatico)............................................................. 265
Temporizzatori ........................................................................................................... 265
Ripristino.................................................................................................................... 265
Specifiche Tecniche .......................................................................................................... 266
Specifiche Tecniche Generali ........................................................................................ 266
Formati Carta Supportati ............................................................................................... 270
Rilevamento Formato dell’Originale........................................................................... 270
Alimentazione ed Uscita Carta................................................................................... 273
Configurazione della Macchina ..................................................................................... 275
Equipaggiamento Opzionale ......................................................................................... 277
ARDF (Alimentatore Documenti Automatico con Fronte-retro) .................................. 277
ADF (Alimentatore Documenti Automatico) ............................................................... 277
Gruppo Cassetti Carta – 1 Cassetto .......................................................................... 278
Gruppo Cassetti Carta – 2 Cassetti ........................................................................... 279
Fascicolatore a Scomparto Singolo ........................................................................... 279

x
Installazione 2006-01-017

Installazione
Requisiti per l’Installazione

ƒ Prima di installare le unità opzionali, eseguire le seguenti operazioni:


ƒ Se la macchina è equipaggiata con l’opzione stampante, stampare tutti i dati
presenti nel buffer della stampante.
ƒ Commutare l’interruttore principale in posizione OFF e scollegare il cavo di
alimentazione, la linea telefonica e il cavo di connessione in rete.

Condizioni Ambientali

–Grafico Temperatura e Umidità–

ƒ Campo di Temperatura: da 10°C a 32°C


ƒ Campo di Umidità: dal 15% all’80% di umidità relativa (RH)
ƒ Illuminazione Ambiente: Inferiore a 1500 lux (non esporre alla luce solare diretta)
ƒ Ventilazione: 3 m3/ora/persona o superiore
ƒ Polvere Ambiente: Inferiore a 0,075 mg/m3
ƒ Evitare l’installazione in aree esposte a sbalzi repentini di temperatura:
1) Esposizione diretta al flusso di aria fredda emesso da condizionatori
2) Esposizione diretta al calore emesso da radiatori.
ƒ Non installare la macchina in aree esposte a gas corrosivi.
ƒ Non installare la macchina in luoghi la cui altezza rispetto al livello del mare sia
superiore a 2000 m.
ƒ Posizionare la copiatrice su un piano di supporto livellato e robusto (l’inclinazione in
qualsiasi direzione non deve superare i 5 mm).
ƒ Non posizionare la macchina in aree soggette a forti vibrazioni.

1
Installazione 2006-01-017

Livellamento della Macchina

Da fronte a retro: Entro 5 mm rispetto al piano

Da destra a sinistra: Entro 5 mm rispetto al piano

Requisiti Minimi di Spazio

Posizionare la copiatrice in prossimità della sorgente di alimentazione, accertandosi di


lasciare i seguenti spazi liberi attorno alla macchina:

A: (Anteriore) 750 mm
B: (Sinistra) 150 mm
C: (Posteriore) 50 mm
D: (Destra) 250 mm

I 750 mm di spazio che si raccomanda di lasciare nella parte anteriore sono unicamente
per poter estrarre il cassetto. In caso di stazionamento dell’operatore di fronte alla
macchina è chiaramente necessario aumentare tale spazio.

2
Installazione 2006-01-017

Requisiti di Alimentazione Elettrica

ƒ Accertarsi che la presa di alimentazione sia situata vicino alla copiatrice,


in posizione facilmente accessibile. Dopo aver completato l’installazione,
accertarsi di innestare completamente la spina nella relativa presa.
ƒ Evitare connessioni multiple.
ƒ Accertarsi di collegare correttamente a terra la macchina.
Tensione in ingresso:
Nord e Sud America, Taiwan 110 – 120 V, 60 Hz, 12 A

Europa, Asia: 220 – 240 V, 50/60 Hz, 7 A

3
Installazione 2006-01-017

Installazione della Copiatrice


Prese di Alimentazione per le Periferiche

ƒ Accertarsi di innestare i cavi nei connettori corretti.

[A]: Connettore per ADF/ARDF (tensione nominale di uscita 24 VCC Max)


[B]: Connettore per gruppo cassetti carta (tensione nominale di uscita 24 VCC Max)

Verifica Accessori

Verificare che siano disponibili i seguenti accessori:


Macchine Base
N° Descrizione Q.ta’

Stampa Condizioni Nuova Attrezzatura - Inglese /


1 1
Multi-lingua (-17, -27,-19, -29)

2 Informazioni sulla Sicurezza per UE (-27, -22,-24, -26) 1

3 Decalcomania Laser (-27, -22,-24, -26, -19, -28, -29) 1

4 Targhetta Modello (-22,-29) 1

4
Installazione 2006-01-017

Macchine GDI
N° Descrizione Q.ta’

Stampa Condizioni Nuova Attrezzatura - Inglese /


1 1
Multi-lingua (-19, -29)

2 Decalcomania Laser (-19, -29) 1

3 Targhetta Modello (-19, -29) 1

4 Istruzioni per l’Uso (-19, -29) 1

5 Guida Generale alla Configurazione (-19, -29) 1

6 Manuale di Riferimento Copia (-19, -29) 1

7 Manuale di Riferimento Stampante/Scanner (-19, -29) 1

8 Manuale di Riferimento Rete (-19, -29) 1

9 Guida Rapida Copia (-19, -29) 1

10 Guida Rapida Stampante/Scanner (-19, -29) 1

11 Manuale della Macchina (-19, -29) 1

12 Informazioni sulla Sicurezza (-19, -29) 1

Procedura di Installazione

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere le strisce di nastro e gli altri materiali di imballaggio.

5
Installazione 2006-01-017

2. Aprire lo sportello anteriore e rimuovere il supporto del flacone toner [A]

3. Aprire lo sportello destro [B] e rimuovere il gruppo PCU (Fotoconduttore) [C].

4. Separare la parte inferiore e quella superiore del gruppo PCU ( x 5).


5. Porre un foglio di carta su una superficie piana ed appoggiarvi la parte superiore
del gruppo.

ƒ Questo evita che corpi estranei possano entrare nei rulli del manicotto.

6
Installazione 2006-01-017

6. Distribuire in modo omogeneo una confezione di developer [D] attraverso le


apposite aperture.

ƒ Non versare il developer sugli ingranaggi [B]. In caso contrario, rimuovere il


developer versato usando una calamita o un cacciavite calamitato.
ƒ Non ruotare eccessivamente l’ingranaggio [B]: si potrebbero provocare
fuoriuscite di developer.

7. Riassemblare il gruppo PCU e reinstallarlo.


8. Scuotere ripetutamente il flacone di toner [F]. (Non rimuovere il tappo [G] prima
di scuotere il flacone).
9. Rimuovere il tappo [G] ed installare il flacone nel relativo supporto. (Non toccare
il tappo interno [H]).
10. Reinserire il supporto (completo di flacone) nella macchina.

7
Installazione 2006-01-017

11. Estrarre il cassetto carta [A] e regolare il selettore del formato carta sul formato
appropriato. Regolare le guide finali e laterali in base al formato carta utilizzato.

ƒ Per spostare le guide laterali, è necessario rilasciare prima il blocco verde


nella parte posteriore della guida.
12. Installare i gruppi opzionali ARDF, ADF o il coprioriginale.
13. Collegare il cavo di alimentazione ed accendere la macchina.
14. Attivare la modalità SP ed eseguire la funzione "Devlpr Initialize" (Inizializza
Developer) (SP 2214 1).
15. Attendere (circa 45 secondi) finché non viene visualizzato il messaggio
"Completed" (Completata).
16. Attivare le Funzioni Utente e selezionare il menu "Language" (Lingua).
17. Selezionare la lingua desiderata. Quest’ultima verrà utilizzata per il messaggi
visualizzati sul pannello di controllo.
18. Inserire la carta nel cassetto, eseguire una copia 1:1 e verificare che le
registrazioni da lato a lato e del bordo anteriore siano corrette. In caso contrario,
effettuare le registrazioni necessarie

8
Installazione 2006-01-017

Installazione del Coprioriginale


Verifica Accessori

Verificare che siano disponibili i seguenti accessori.

N° Descrizione Q.tà

1 Vite e Gradini 2

Procedura di Installazione

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.
Installare il coprioriginale ( x 2).

9
Installazione 2006-01-017

Installazione Alimentatore ARDF


Verifica Accessori

Verificare il numero e le condizioni dei vari accessori, in base al seguente elenco.

N° Descrizione Q.tà

1 Righello Graduato 1

Vetro di Esposizione
2 1
Alimentatore Originali (DF)

3 Vite Prigioniera 2

4 Vite a Manopola 2

Decalcomania Formato degli


5 2
Originali

6 Cacciavite Speciale 1

Decalcomania di Avvertenza—
7 1
Coperchio Superiore

8 Cartuccia Timbro 1

9 Procedura di Installazione 1

10
Installazione 2006-01-017

Procedura di Installazione

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere le strisce di nastro.

2. Rimuovere il righello sinistro [A] ( x 2).


3. Posizionare il vetro di esposizione [B] dell’alimentatore originali (DF)
sull’apposito supporto. Accertarsi che il riferimento bianco [C] sia rivolto verso il
basso e orientato verso la parte frontale.
4. Rimuovere la pellicola protettiva [D] del nastro biadesivo presente sul retro del
righello graduato [E] quindi installare quest’ultimo ( x 2 [rimosse al punto 2]).
5. Installare le due viti prigioniere [F].
6. Installare l’alimentatore automatico documenti con fronte-retro (ARDF) sulla
copiatrice, quindi farlo scorrere verso la parte anteriore.

11
Installazione 2006-01-017

7. Fissare l’alimentatore degli originali con le viti a manopola [G].


8. Collegare il cavo [H] alla copiatrice.

9. Applicare la decalcomania [I] come illustrato in figura.


10. Applicare la decalcomania di avvertenza al coperchio superiore.

ƒ Le decalcomanie di avvertenza incluse nella fornitura sono scritte in varie


lingue.

12
Installazione 2006-01-017

1. Aprire l’alimentatore ARDF [J].


2. Installare la cartuccia timbro [K] sull’ARDF.
3. Eseguire una copia in scala 1:1 e verificare che le registrazioni da lato a lato e
bordo anteriore siano corrette. In caso contrario, effettuare le registrazioni
necessarie. ( Regolazione Immagine ADF)

13
Installazione 2006-01-017

Installazione dell’Alimentatore ADF


Verifica Accessori

Verificare il numero e le condizioni dei vari accessori, in base al seguente elenco.

N° Descrizione Q.tà

1 Righello Graduato 1

Vetro di Esposizione Alimentatore


2 1
Originali (DF)

3 Vite Prigioniera 2

4 Vite di Fissaggio 2

Decalcomania Formato degli


5 2
Originali

6 Cacciavite 1

Decalcomania di Avvertenza—
7 1
Coperchio Superiore

8 Cartuccia Timbro 1

9 Procedura di Installazione 1

14
Installazione 2006-01-017

Procedura di Installazione

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere le strisce di nastro.

2. Rimuovere il righello sinistro [A] ( x 2).


3. Posizionare il vetro di esposizione [B] . Accertarsi che il riferimento bianco [C]
sia rivolto verso il basso e orientato verso la parte frontale.
4. Rimuovere la pellicola protettiva [D] del nastro biadesivo presente sul retro del
righello graduato [E] quindi installare quest’ultimo ( x 2 [rimosse al punto 2]).
5. Installare le due viti prigioniere [F].
6. Installare l’alimentatore automatico documenti (ADF) originali sulla copiatrice,
quindi farlo scorrere verso la parte anteriore

15
Installazione 2006-01-017

7. Fissare l’alimentatore degli originali con le due viti [G].


8. Collegare il cavo [H] alla copiatrice.
9. Applicare la decalcomania [I] come illustrato in figura.

10. Applicare la decalcomania di avvertenza [A] al coperchio superiore.

ƒ Le decalcomanie di avvertenza incluse nella fornitura sono scritte in varie


lingue.

16
Installazione 2006-01-017

1. Aprire l’alimentatore ADF [J].


2. Installare la cartuccia timbro [K] sull’ADF
3. Accendere la macchina agendo sull’interruttore principale. Quindi verificare che
l’alimentatore degli originali funzioni correttamente.
4. Eseguire una copia in scala 1:1 e verificare che le registrazioni da lato a lato e
bordo anteriore siano corrette. In caso contrario, effettuare le registrazioni
necessarie. ( Regolazione Immagine ADF).

17
Installazione 2006-01-017

Installazione Gruppo Cassetti Carta (2 Cassetti)


Verifica Accessori

Verificare il numero e le condizioni dei vari accessori, in base al seguente elenco.

N° Descrizione Q.tà

1 Vite – M4x10 10

2 Staffe di Supporto 2 x 2 pezzi

3 Rotella di Regolazione 1

4 Staffe di Supporto 2

Procedura di Installazione

ƒ Se è installata la stampante opzionale:


ƒ Stampare tutti i dati presenti nel buffer della stampante.
ƒ Scollegare il cavo di rete.
ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione
della copiatrice.

1. Rimuovere le strisce di nastro. Prestare attenzione a rimuovere tutte le strisce di


nastro e tutte le parti in cartone.

18
Installazione 2006-01-017

ƒ Dopo aver rimosso le strisce di nastro che bloccano i componenti periferici e le


parti in cartone inserite nel cassetto carta, accertarsi che non siano rimasti
residui di nastro e/o di cartone nel cassetto stesso.

2. Avvitare la rotella di regolazione [A] al basamento del gruppo, come illustrato in


figura.

ƒ Nel caso in cui la macchina sia installata su un mobiletto di supporto, questo


passo non è necessario.

3. Rimuovere la protezione [B] (1 rivetto).

19
Installazione 2006-01-017

4. Posizionare la copiatrice sopra il gruppo cassetti carta.

ƒ Prima di posizionare la copiatrice sul gruppo cassetti carta, accertarsi che il


cavo [C] non possa subire danni. In caso contrario, il gruppo cassetti carta
potrebbe non funzionare correttamente.

5. Modello di copiatrice a cassetto singolo (B268/B276): Rimuovere il cassetto [D].


Modelli di copiatrice a 2 cassetti (B269/B277): Rimuovere il 2° cassetto [D].
6. Installare le due viti [B].
7. Reinserire il cassetto.

20
Installazione 2006-01-017

8. Installare le due staffe [F] (1 ciascuna).


9. Collegare il cavo [G] alla copiatrice.

ƒ Su entrambi i lati del connettore vi sono delle scanalature. Il lato sinistro ha


una sola scanalatura, il lato destro due.
10. Reinstallare la protezione rimossa al punto 3 (1 rivetto).

11. Installare le quattro staffe con supporti lunghi [H] e le protezioni [I]
(2 ciascuna).

ƒ Questi supporti lunghi impediscono il ribaltamento del gruppo cassetti.

21
Installazione 2006-01-017

12. Ruotare la rotella di regolazione (installata al passo 2) per fissare la macchina in


posizione

ƒ Nel caso in cui la macchina sia installata su un mobiletto di supporto, questo


passo non è necessario.
13. Inserire la carta nei cassetti ed eseguire delle copie 1:1 da ciascun cassetto.
Verificare che le registrazioni da lato a lato e bordo anteriore siano corrette. In
caso contrario effettuare le registrazioni necessarie ( Regolazioni di Copia:
Stampa/Scansione)

22
Installazione 2006-01-017

Installazione Gruppo Cassetto Carta (1 Cassetto)


Verifica Accessori

Verificare il numero e le condizioni dei vari accessori, in base al seguente elenco.

N° Descrizione Q.tà

1 Vite – M4 x 10 2

2 Vite a gradini – M4 x 10 2

3 Staffa di Supporto 2

Procedura di Installazione

ƒ Se è installata la stampante opzionale:


ƒ Stampare tutti i dati presenti nel buffer della stampante.
ƒ Scollegare il cavo di rete.
ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione
della copiatrice.

1. Rimuovere le strisce di nastro. Prestare attenzione a rimuovere tutte le strisce di


nastro e tutte le parti in cartone.

23
Installazione 2006-01-017

2. Rimuovere la protezione [A] (1 rivetto).

ƒ Prima di posizionare la copiatrice sul gruppo cassetto carta, accertarsi che il


cavo [B] non possa subire danni. In caso contrario, il gruppo cassetti carta
potrebbe non funzionare correttamente.

3. Posizionare la copiatrice sopra il gruppo cassetto carta.

24
Installazione 2006-01-017

4. Modello di copiatrice a cassetto singolo (B268/B276): Rimuovere il cassetto [C].


Modelli di copiatrice a 2 cassetti (B269/B277): Rimuovere il 2° cassetto [C].

5. Installare le due viti [D].


6. Reinserire il cassetto.

25
Installazione 2006-01-017

7. Installare le due staffe [E]. (1 vite a gradini ciascuna).


8. Collegare il cavo [F] alla copiatrice.

ƒ Su entrambi i lati del connettore vi sono delle scanalature. Il lato sinistro ha


una sola scanalatura, il lato destro due.
9. Reinstallare la protezione rimossa al punto 2.
10. Inserire la carta nel cassetto ed eseguire delle copie 1:1 da quest’ultimo.
Verificare che le registrazioni da lato a lato e bordo anteriore siano corrette. In
caso contrario effettuare le registrazioni necessarie ( Regolazioni di Copia:
Stampa/Scansione).

26
Installazione 2006-01-017

Installazione Fascicolatore a Scomparto Singolo


Verifica Accessori

Verificare il numero e le condizioni degli accessori.

N° Descrizione Q.tà

1 Procedura di installazione 1

2 Fascicolatore a scomparto singolo 1

3 Vassoio di uscita 1

4 Vite autofilettante M3 x 6 1

Procedura di Installazione

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere il ripiano del capovolgitore [A].


2. Rimuovere la guida di scorrimento [B] (2 viti a manopola).
3. Rimuovere il coperchio [C] (1 rivetto).

27
Installazione 2006-01-017

4. Aprire lo sportello anteriore [D].


5. Rimuovere il coperchio anteriore destro [E] ( x 1).
6. Scollegare il connettore [F].
7. Tagliare il coperchio anteriore come indicato, al fine di realizzare l’apertura [G]
per consentire l’installazione del fascicolatore a scomparto singolo.

8. Installare il fascicolatore a scomparto singolo [H].


9. Accertarsi che i connettori [I] siano innestati a fondo.
10. Serrare la vite di fissaggio.
11. Innestare il connettore [J] rimosso al passo 6.

ƒ Accertarsi di innestare a fondo il connettore.

28
Installazione 2006-01-017

12. Riposizionare il coperchio anteriore destro [K].


13. Chiudere lo sportello anteriore [L].
14. Installare il vassoio di uscita [M] operando nel modo seguente:
ƒ Inclinare il vassoio verso il basso (bordo anteriore in posizione più alta rispetto a
quello posteriore).
ƒ Spingere il gancio sinistro all’interno dell’apposita apertura presente sulla
copiatrice.
ƒ Spingere il gancio destro all’interno dell’apposita apertura presente sulla copiatrice.
15. Estrarre il supporto [N] presente nella parte sinistra del vassoio di uscita.
16. Inserire il supporto nella predisposizione presente sul lato sinistro del vassoio di
uscita carta [O] (della copiatrice).
17. Accendere la macchina.
18. Verificare il funzionamento.

29
Installazione 2006-01-017

Installazione del Riscaldatore Anti-condensa

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere il vetro di esposizione.


2. Rimuovere il coperchio sinistro.
3. Far passare il connettore [A] attraverso l’apertura [B].
4. Installare il riscaldatore anti-condensa [C] come indicato in figura.
5. Collegare i connettori [A, D].
6. Fissare il cablaggio con il morsetto [E].
7. Reinstallare il coperchio sinistro e il vetro di esposizione.

30
Installazione 2006-01-017

Riscaldatori dei Cassetti

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

Riscaldatore del Cassetto Superiore

1. Rimuovere il 1° cassetto [A].


2. Rimuovere il coperchio posteriore.

3. Fare passare il connettore [B] attraverso l’apertura [C] ed installare il riscaldatore


del cassetto [D] ( x 1).

31
Installazione 2006-01-017

4. Installare il cavo di rinvio [E].


5. Fissare il cavo con il morsetto [F].
6. Reinstallare il 1° cassetto ed il coperchio posteriore.

32
Installazione 2006-01-017

Riscaldatore del Cassetto Inferiore (Solo Modello a Due Cassetti)

1. Rimuovere il 2° cassetto [A].


2. Rimuovere il coperchio posteriore inferiore.
3. Solo per i modelli B277/B269: Rimuovere la scheda DCB [B] con il relativo
supporto ( x 4, x 3).
4. Far passare il connettore [C] attraverso l’apertura [D] ed installare il riscaldatore
del cassetto [E] ( x 1).
5. Collegare i connettori [F].
6. Reinstallare il 2° cassetto, la scheda DCB ed il coperchio posteriore inferiore.

33
Installazione 2006-01-017

Riscaldatori per i Gruppi Cassetti Carta Opzionali

1. Rimuovere il coperchio posteriore del gruppo cassetti carta [A]

Gruppo a 1
cassetto:

Gruppo a 2
cassetti:

2. Solo per il gruppo a due cassetti: Rimuovere la guida del cavo [B]
3. Installare i morsetti [C].

34
Installazione 2006-01-017

Gruppo a 1
cassetto:

Gruppo a 2
cassetti:

4. Far passare il connettore [D] attraverso l’apertura [E].


5. Installare il riscaldatore del cassetto [F] ( x 1)

35
Installazione 2006-01-017

Gruppo a 1
cassetto:

Gruppo a 2
cassetti:

6. Fissare i cavi [G], come indicato in figura.


7. Collegare i connettori [H].
8. Solo per il gruppo a due cassetti: Reinstallare la guida del cavo.
9. Modello di copiatrice con 1 solo cassetto (B268/B276): Rimuovere il 1° cassetto
Modelli di copiatrice con 2 cassetti (B269/B277): Rimuovere il 2° cassetto

36
Installazione 2006-01-017

10. Rimuovere le due viti [I] ed installare le due viti a testa esagonale [J].
11. Reinstallare il 1° cassetto, il 2° cassetto ed il coperchio posteriore.

37
Installazione 2006-01-017

Installazione del Contatore a Chiave

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere il coperchio sinistro.


2. Rimuovere il coperchio posteriore.
3. Rimuovere il tappo [A] con l’ausilio di una tronchesina.
4. Aprire il foro [B] con l’ausilio di un cacciavite.
5. Posizionare le due piastrine [C] nella parte interna della staffa [D] ed inserire il
supporto del contatore a chiave [E].
6. Fissare il supporto del contatore a chiave alla staffa ( x 2).
7. Installare il supporto del contatore a chiave [F] ( x 2).

38
Installazione 2006-01-017

8. Collegare il connettore [G] al connettore CN126 della scheda BICU.


9. Fissare il cablaggio con i morsetti [H][I][J].

ƒ Il cavo di rinvio non è incluso negli accessori del contatore a chiave.


10. Collegare il cavo di rinvio [K] al connettore [L]
11. Reinstallare il coperchio posteriore.

39
Installazione 2006-01-017

12. Far passare il cavo di rinvio attraverso l’apertura [M] e reinstallare il coperchio
sinistro.
13. Installare la vite a gradini [N].
14. Collegare i connettori [O].
15. Far passare i connettori collegati attraverso l’apertura del gruppo di supporto del
contatore a chiave [P] e porre i connettori all’interno del gruppo stesso.
16. Agganciare il gruppo di supporto del contatore a chiave alla vite a gradini [N].
Verificare che il cavo non sia pizzicato tra il coperchio sinistro e il gruppo di
supporto del contatore a chiave.
17. Fissare il gruppo di supporto del contatore a chiave con la vite [Q].

40
Installazione 2006-01-017

Espansione GDI
Verifica Accessori

N° Descrizione Q.tà

1 Coperchio CPS NA 1

2 Coperchio CPS EU 1

3 Nucleo di Ferrite (solo B866) 1

4 Vite Autofilettante M3X6 6

5 Foglio EULA 1

6 Sigillo Avvertenza 1

7 Procedura di installazione 1

Installazione dei Componenti di Espansione

ƒ Prima di iniziare la seguente procedura, scollegare il cavo di alimentazione della


copiatrice.

1. Rimuovere il coperchio posteriore [A] ( x 6).


2. Rimuovere una vite [B] dalla scheda BICU.

41
Installazione 2006-01-017

3. Collegare il box controller [D] alla scheda BICU. Accertarsi di non danneggiare i
componenti della scheda BICU [E] e che le tre alette [F][G][H] del box controller
siano allineate ai fori di fissaggio.
4. Avvitare le viti di fissaggio ( x 7).

5. Applicare il nucleo di ferrite [I] al cavo di rete [J]. Il nucleo di ferrite deve essere
posizionato a circa 10 cm dall’estremità del cavo [K].

ƒ Questa procedura riguarda esclusivamente le macchine con opzione B866.


6. Rimontare il coperchio posteriore [A] ( x 6).

42
Installazione 2006-01-017

Installazione Pannelli e Tasti

1. Rimuovere i copritasti [A] dal pannello di comando

2. Installare il pannello stampante/scanner [B] sul pannello di comando.

43
Manutenzione Preventiva 2006-01-017

Manutenzione Preventiva
Tabelle di Manutenzione Preventiva

ƒ Al termine dell’intervento di manutenzione, azzerare il contatore della


manutenzione preventiva PM (SP 7804 1).
ƒ Gli intervalli di manutenzione (60k, 80k e 120K) indicano il n° di stampe.
Simbologia: EM: 1° Intervento SN: Se necessario P: Pulizia S: Sostituzione
L: Lubrificazione I: Ispezione
Gruppo Ottico
EM 60k 120k SN NOTE

Riflettore P Panno per dispositivi ottici

1° specchio P P Panno per dispositivi ottici

2° specchio P P Panno per dispositivi ottici

3° specchio P P Panno per dispositivi ottici

Guide dello scanner P Non usare alcool.

Coprioriginale I P Se necessario, sostituire il


foglio del coprioriginale.
Spazzola a soffietto o alcool

Vetro di esposizione P P Spazzola a soffietto o alcool

Vetro protezione toner P Spazzola a soffietto

Sensori APS P Spazzola a soffietto


Zona Tamburo
EM 60k 120k SN NOTE

PCU I

Tamburo S

Developer S

Rullo di carica S

Spazzola di pulizia (rullo di carica) S

Lama di pulizia (tamburo OPC) S

Unghiette di separazione (tamburo S


OPC)

Rullo di trasferimento S

44
Manutenzione Preventiva 2006-01-017

EM 60k 120k SN NOTE

Sensore ID Spazzola a
P P
soffietto
Alimentazione Carta
EM 60k 120k SN NOTE

Rullo di alimentazione carta P S P Pulire con acqua o


(in ogni cassetto) alcool.

Feltrino di frizione P S P Pulire con acqua o


(in ogni cassetto) alcool.

Feltrino piastra inferiore P P Pulire con acqua o


(in ogni cassetto) alcool.

Rullo di alimentazione carta P P Pulire con acqua o


(ripiano di bypass) alcool.

Feltrino di frizione P P Pulire con acqua o


(ripiano di bypass) alcool.

Feltrino piastra inferiore P P Pulire con acqua o


(ripiano di by-pass) alcool.

Rulli di registrazione P P Pulire con acqua o


alcool.

Rulli di rinvio P P Pulire con acqua o


alcool.

Guide alimentazione carta P P Pulire con acqua o


alcool.

Mylar per polvere carta P P Pulire con acqua o


alcool.

Gruppo Fusore
EM 60k 120k SN NOTE

Rullo fusore S

Rullo di pressione S

Rullo di pulizia rullo di S


separazione

Boccole rullo fusore I

Boccola rullo di pressione S

Nottolini di separazione rullo S P Panno asciutto


fusore

45
Manutenzione Preventiva 2006-01-017

Termistore P P Panno asciutto

Boccola Rullo di Pulizia P P Panno asciutto

ADF/ARDF
80k SN NOTE

Cinghia di alimentazione S P Pulire con acqua o alcool.

Rullo di separazione S P Pulire con acqua o alcool.

Rullo di presa S P Pulire con acqua o alcool.

Timbro S Sostituire se necessario.

Piastra bianca P Pulire con acqua o alcool.

Vetro di esposizione DF P Pulire con acqua o alcool.

Coprioriginali P Pulire con acqua o alcool.

Gruppo Cassetti Carta


60k 120k SN NOTE

Rulli di alimentazione carta S P Panno asciutto o umido

Feltrini piastra inferiore P P Panno asciutto

Guide di alimentazione carta P P Pulire con acqua o alcool.

Feltrini di frizione S P Panno asciutto o umido

Frizione di rinvio (solo B384) I

Frizioni di alimentazione (solo I


B384)

Rullo di rinvio (solo B384) P P Panno asciutto

46
Manutenzione Preventiva 2006-01-017

Come Azzerare il Contatore PM


Al termine dell’intervento di manutenzione, azzerare il contatore di manutenzione
preventiva PM (SP 7804 1) operando nel modo seguente.

1. Attivare la modalità SP ( Modalità di Programmazione per la Manutenzione).


2. Selezionare SP 7804 1 ("Reset–PM Counter" – Azzeram. Contatore PM).
3. Premere il tasto OK [A]. Verrà visualizzato il messaggio "Execute" (Esegui).

4. Premere il tasto [B] posto sotto la scritta "Execute" (Esegui).


5. Verranno visualizzati i messaggi "Execute?" (Eseguire?) seguito da "Cancel" (Annulla)
e "Execute" (Esegui)

47
Manutenzione Preventiva 2006-01-017

6. Per azzerare il contatore PM, premere il tasto [C] posto sotto la scritta "Execute"
(Esegui).

7. Attendere finché non viene visualizzato il messaggio "Completed" (Completato).


8. Uscire dalla modalità SP.

48
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Interventi di Sostituzione e Regolazione


Avvertenze Generali
Non spegnere la macchina quando vi sono dei componenti elettrici in funzione. Questa
manovra potrebbe infatti danneggiare dei gruppi macchina (ad esempio il gruppo
fotoconduttore) nelle fasi di rimozione o reinstallazione.

PCU (Gruppo Fotoconduttore)

Il gruppo PCU comprende il tamburo OPC, il rullo di carica, il gruppo di sviluppo e i


componenti di pulizia. Nel manipolare il gruppo PCU, osservare le seguenti precauzioni:
1. Non toccare mai la superficie del tamburo a mani nude. Nel caso in cui la superficie del
tamburo sia sporca o sia stata toccata accidentalmente, pulirla con un panno asciutto
oppure con un panno di cotone inumidito, asciugando quindi accuratamente con un
panno asciutto.
2. Non usare mai alcool per pulire il tamburo. L’alcool danneggia la superficie del tamburo.
3. Immagazzinare il gruppo PCU in un luogo fresco e asciutto.
4. Non esporre il tamburo a gas corrosivi (ammoniaca, ecc.).
5. Non scuotere un gruppo PCU usato, per evitare fuoriuscite di toner e developer.
6. Provvedere allo smaltimento dei componenti PCU in conformità alle normative vigenti.

Rullo di Trasferimento

1. Non toccare mai la superficie del rullo di trasferimento a mani nude.


2. Prestare attenzione a non rigare il rullo di trasferimento, in quanto la sua superficie è
facilmente danneggiabile.

Gruppo di Scansione

1. Per pulire il vetro di esposizione e scansione utilizzare alcool o detergente per vetri. In
questo modo si riducono le cariche elettrostatiche sul vetro stesso.
2. Utilizzare una spazzola a soffietto o un panno di cotone inumidito con acqua per pulire
gli specchi e le lenti.
3. Prestare attenzione a non piegare o danneggiare il cavo piatto della lampada di
esposizione.
4. Non disassemblare il gruppo ottico per non compromettere la messa a fuoco della
lente e dell’immagine sulla copia.
5. Non intervenire sulle viti di posizionamento del dispositivo CCD per non modificarne la
posizione.

49
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Gruppo Laser

1. Non allentare o tentare di regolare le viti che fissano la scheda di azionamento Diodo
Laser sul gruppo Diodo Laser. In caso contrario il gruppo potrebbe andare fuori
regolazione.
2. Non tentare di regolare le resistenze variabili sul gruppo Diodo Laser. Queste sono
regolate in fabbrica e non devono essere modificate.
3. Lo specchio poligonale e la lente F-teta sono estremamente sensibili alla polvere.
4. Non toccare il vetro di protezione toner o la superficie dello specchio poligonale a mani
nude.

Gruppo Fusore

1. Dopo aver installato il termistore di fusione, accertarsi che operi a contatto con il rullo
fusore e che il rullo stesso possa ruotare liberamente.
2. Prestare attenzione a non danneggiare le unghiette di separazione del rullo fusore e le
relative molle di tensione.
3. Non toccare la lampada di fusione e i rulli a mani nude.
4. Accertarsi che la lampada di fusione sia posizionata correttamente e che non tocchi la
superficie interna del rullo fusore

Alimentazione Carta

1. Non toccare la superficie dei rulli di alimentazione carta.


2. Per evitare inceppamenti, le guide di appoggio laterale e finale in ciascun cassetto
carta devono essere posizionate correttamente, in modo da risultare allineate con il
formato carta effettivamente utilizzato.

ƒ Dopo aver installato un nuovo gruppo PCU, è necessario eseguire il comando SP


2214 per inizializzare il sensore TD. Dopo aver avviato l’inizializzazione, attendere
il completamento dell’operazione (arresto del motore) prima di riaprire il coperchio
anteriore o prima di spegnere la macchina.
ƒ Nel caso in cui siano stati installati i riscaldatori opzionali dei cassetti o il riscaldatore anti-
condensa sul gruppo ottico, tenere il cavo di alimentazione collegato anche a macchina
spenta, in modo da mantenere alimentati i riscaldatori.

50
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Attrezzi Speciali e Lubrificanti

Codice Descrizione Q.tà

A0069104 Perni di Posizionamento Scanner (4 perni/set) 1 set

A2929500 Grafico di Prova S5S (10 pezzi/set) 1 set

VSSM9000 Multimetro Digitale FLUKE 87 1

N8036701 Scheda di Memoria Flash da 4MB 1

A2579300 Grasso Barrierta S552R 1

52039502 Grasso G-501 1

51
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Coperchi Esterni e Pannello di Comando


Coperchio Posteriore

1. Scollegare il cavo DF [A] (se installato)


2. Coperchio posteriore [B] ( x 6)

Coperchio Posteriore Inferiore (Solo sui Modelli a Due Cassetti)

1. Coperchio posteriore (vedere sopra) o protezione del cablaggio cassetto [A]


(1 rivetto).
2. Coperchio posteriore inferiore [B] ( x 2)

52
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Vassoio di Ricezione Copie

1. Vassoio di ricezione copie [A] ( x 2)

Coperchi Superiori

1. Coprioriginale, ARDF o ADF (se installato)


2. Coperchio posteriore
3. Coperchio superiore sinistro [A] ( x 2)
4. Coperchio superiore anteriore sinistro [B] ( x 3)
5. Pannello di comando [C] ( x 4, x 1)
6. Coperchio superiore destro [D] ( x 1, 3 ganci)
7. Spingere il coperchio verso la parte posteriore per liberare i ganci.
8. Coperchio superiore posteriore [E] ( x 1)

53
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Coperchio Sinistro

1. Coperchio sinistro [A] ( x 3)

Coperchio Anteriore

1. Estrarre il cassetto carta (superiore).


2. Aprire lo sportello anteriore [A].
3. Coperchio anteriore [B] ( x 4)

54
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Coperchio Anteriore Destro

1. Aprire lo sportello anteriore [A].


2. Coperchio anteriore destro [B] ( x 1)

Coperchio Posteriore Destro

1. Coperchio superiore destro ( Coperchi superiori)


2. Aprire il gruppo fronte – retro (solo sui modelli B269/B277).
3. Coperchio posteriore destro [A] ( x 1)

55
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sportello Destro (Gruppo Fronte-Retro (B269/B277))

1. Coperchio posteriore destro (vedere sopra)


2. Aprire lo sportello destro [A].
3. Aprire i morsetti [B] e scollegare i due connettori [C] oppure i tre connettori
(B269/B277).
4. Rimuovere lo sportello destro

Ripiano di By-pass

1. Coperchio posteriore destro (vedere sopra)


2. Aprire lo sportello destro.
3. Liberare il cavo del ripiano di bypass dai morsetti (riferimento [B] nella pagina

56
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

precedente) e scollegare il connettore (connettore a 5 pin con fili colorati).


4. Fascetta ferma-cavo [A] (solo B269/B277)
5. Anello a scatto anteriore-laterale [B]
6. Perno anteriore-laterale [C]. E’ possibile spingere il perno agendo da dietro lo
sportello destro.
7. Braccetto anteriore-laterale di supporto ripiano [D]
8. Rimuovere l’anello a scatto, il perno e il braccetto di supporto ripiano posteriori-
laterali, operando allo stesso modo.
9. Rimuovere il ripiano di by-pass [E]

Coperchio Inferiore Sinistro (Solo sui Modelli a Due Cassetti)

1. Coperchio inferiore sinistro [A] ( x 2)

Coperchio Inferiore Destro (Solo sui Modelli a Due Cassetti)

1. Aprire il coperchio inferiore destro [A] (1 perno)

57
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore Coprioriginali

1. Coperchio superiore posteriore


2. Sensore coprioriginali [A] ( x 1)

58
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Gruppo Scanner
Vetro di Esposizione/Vetro di Esposizione DF

- Vetro di esposizione -
1. Coperchio superiore anteriore sinistro ( Coperchi superiori)
2. Righello graduato di sinistra [A] ( x 2)
3. Righello graduato posteriore [B] ( x 3)
4. Vetro di esposizione [C]

ƒ Durante la reinstallazione, accertarsi che la tacca di riferimento si trovi


nell’angolo posteriore sinistro e che il bordo sinistro sia allineato al supporto
presente sulla struttura principale della macchina.
- Vetro di esposizione DF -
1. Coperchio superiore anteriore sinistro ( Coperchi superiori)
2. Righello graduato di sinistra [A]
3. Vetro di esposizione DF [D]

ƒ Durante la reinstallazione, accertarsi che il riferimento [E] si trovi rivolto verso il


basso.

59
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Blocco Lente

ƒ Non allentare le viti bloccate con una goccia di vernice che fissano il blocco lente.
La posizione del gruppo lente (parte di colore nero) viene regolata prima della
spedizione.
ƒ Durante la manipolazione del blocco lente non afferrare la scheda o il gruppo lente
per evitare che quest’ultimo possa spostarsi.

1. Vetro di esposizione ( Gruppo Scanner)


2. Copri-lente [A] ( x 5)
3. Scollegare il cavo piatto [B].
4. Blocco lente [C] ( x 4).

ƒ Dopo aver installato il nuovo gruppo lente, regolare la qualità dell’immagine


( Regolazioni di Copia: Stampa/Scansione).

60
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Scheda Stabilizzatore Lampada e Lampada di Esposizione

1. Pannello di comando ( Coperchi Superiori)


2. Vetro di esposizione ( Vetro di esposizione/Vetro di esposizione DF)
3. Far scorrere il 1° scanner fino a raggiungere una posizione che permetta di
vedere il terminale anteriore della lampada.
4. Inserire una mano sotto la scheda dello stabilizzatore lampada [A] e sganciare il
gancio [B].
5. Scheda dello stabilizzatore lampada ( x 2)
6. Premere il fermo in plastica [C] e spingere il terminale anteriore della lampada
verso la parte posteriore.
7. Lampada [D] (completa di cavo)

Sensore di Larghezza/Lunghezza Originali

1. Vetro di esposizione ( Gruppo Scanner)


2. Sensore di larghezza originali [A] ( x 1, x 1)

61
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

3. Blocco lente ( Gruppo Scanner)


4. Sensore di lunghezza originali [B] ( x 1, x 1)
- Posizioni del Sensore -
Le posizioni del sensore variano in base all’area geografica, nel modo seguente.
Asia (incluso Taiwan; escluso Cina), Europa America

Cina (Posizioni del Sensore per Modelli Destinati al Mercato Cinese (8K/16K)

- Posizioni del Sensore per Modelli Destinati al Mercato Cinese (8K/16K) -


Questa procedura riguarda solo i modelli per la Cina. Riposizionare i sensori di larghezza e
lunghezza degli originali per abilitare la copiatrice al rilevamento dei seguenti formati:
ƒ 8K SEF (270 x 390 mm)
ƒ 16K SEF (195 x 270 mm)
ƒ 16K LEF (270 x 195 mm)
Dopo il riposizionamento, i sensori opereranno come indicato in tabella. Procedere al
riposizionamento agendo come di seguito indicato:
Formato originali Sensori di lunghezza Sensori di larghezza

8K-SEF L1 L2 W1 W2

16K-SEF X X X O

16K-LEF X O O O

16K-SEF O O X O

62
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

1. Procedere alle impostazioni della modalità SP:


Selezionare SP 4305 1 e specificare 2 (=Si). La macchina rileverà i formati 8K/16K
anziché A3/A4/B4/B5 (A3-SEF/B4-SEF 8K-SEF; B5-SEF/A4-SEF 16K-SEF; B5-
LEF/A4-LEF 16K-LEF).
2. Spegnere la macchina.
3. Rimuovere il vetro di esposizione ( Gruppo Scanner).
4. Sensori di larghezza/lunghezza degli originali [A] [B]
5. Variare la posizione dei sensori [C] [D].
6. Accendere la macchina e verificarne il corretto funzionamento.

Motore dello Scanner

1. Coperchio superiore sinistro, coperchio anteriore superiore sinistro, pannello


operatore, coperchio superiore posteriore ( Vetro di Esposizione/Vetro di
Esposizione DF)
2. Vetro di esposizione ( Vetro di Esposizione/Vetro di Esposizione DF)
3. Ventola di estrazione posteriore per il raffreddamento [A] (solo B269/B277)
4. Motore dello scanner [B] ( x 3, x 1, 1 molla, 1 cinghia)

ƒ Durante il riassemblaggio, installare prima la cinghia e successivamente la molla.


Serrare la vite più a sinistra (visibile dal retro) quindi serrare le altre due viti.
ƒ Dopo aver installato il motore, regolare la qualità dell’immagine.

63
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore Posizione di Partenza dello Scanner

1. Coperchio superiore sinistro, coperchio posteriore superiore ( Sensori di


Larghezza/Lunghezza degli Originali)
2. Vetro di esposizione standard, vetro di esposizione DF (se installato) ( Vetro
di Esposizione/Vetro di Esposizione DF)
3. Scollegare il connettore [A].
4. Coperchio sinistro dello scanner [B] ( x 7)
5. Nastro del sensore [C].
6. Sensore posizione di partenza dello scanner [D]

64
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Regolazione delle Posizioni dello Scanner

ƒ Durante la movimentazione manuale del 1° scanner, afferrarne i terminali


anteriore e posteriore (non la parte centrale). Il 1° scanner potrebbe danneg-
giarsi se viene premuto, spinto o tirato agendo sulla sua parte centrale.
- Generalità -
Regolare la posizione dello scanner quando il 1° scanner [C] e il 2° scanner [B] non sono
paralleli ai telaietti laterali [A], oppure dopo aver sostituito una o più cinghie dello scanner.

Per regolare la posizione dello scanner, eseguire una delle seguenti procedure:
ƒ Regolare i punti di contatto della cinghia del 1° scanner (Vedere “Regolazione Punti di
Contatto del 1° Scanner”)
ƒ Regolare i punti di contatto della cinghia sulla staffa dello scanner (Vedere
“Regolazione Punti di Contatto del 2° Scanner”)

Entrambe le procedure sopra indicate hanno lo stesso scopo: allineare i seguenti fori e
riferimenti:
ƒ Fori di regolazione [H] [J] del 1° scanner
ƒ Fori di regolazione [H] [J] del 2° scanner

65
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

ƒ Riferimenti per l’allineamento [G] [I] sui telaietti


Le posizioni dello scanner risultano corrette quando i suddetti fori e riferimenti sono allineati.
- Regolazione Punti di Contatto del 1° Scanner -

1. A(R)DF o coprioriginali
2. Pannello di comando, coperchio posteriore superiore ( Coperchi superiori).
3. Vetro di esposizione ( Vetro di Esposizione/Vetro di Esposizione DF)
4. Allentare le 2 viti [A] [F].
5. Far scorrere il 1° e/o il 2° scanner, fino ad allineare i seguenti fori e riferimenti
6. Fori di regolazione del 1° scanner
7. Fori di regolazione del 2° scanner
8. Riferimenti per l’allineamento presenti sui telaietti
9. Inserire i perni di posizionamento [D] [E] all’interno dei fori e dei rispettivi
riferimenti.
10. Accertarsi che le cinghie dello scanner [B] [C] [G] [H] siano correttamente
posizionate tra la staffa ed il 1° scanner.
11. Serrare le viti [A] [F].
12. Rimuovere i perni di posizionamento.
13. Riassemblare la macchina e verificarne il funzionamento

66
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

- Regolazione dei Punti di Contatto del 2° Scanner -

1. A(R)DF o coprioriginali
2. Pannello di comando, coperchio posteriore superiore ( Coperchi Superiori).
3. Vetro di esposizione ( Vetro di Esposizione/Vetro di Esposizione DF)
4. Ventola di estrazione posteriore [A] ( x 2)
5. Staffa del controller [B] ( x 3)
6. Scollegare il connettore del sensore del coprioriginali [C].
7. Telaio posteriore [D] ( x 7)
8. Staffa del righello graduato [E] ( x 2)

9. Allentare le 2 viti [F].


10. Far scorrere il 2° scanner fino ad allineare i seguenti fori e riferimenti

67
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

11. Fori di regolazione del 1° scanner


12. Fori di regolazione del 2° scanner
13. Riferimenti per l’allineamento presenti sui telaietti
14. Inserire i perni di posizionamento [G] [H] all’interno dei fori e dei rispettivi
riferimenti.
15. Accertarsi che le cinghie dello scanner siano correttamente posizionate tra le
staffe.
16. Rimuovere i perni di posizionamento.
17. Riassemblare la macchina e verificarne il funzionamento.

68
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Gruppo Laser

ƒ I raggi laser possono danneggiare seriamente la vista. Prima di accedere al


gruppo laser è necessario essere assolutamente certi che la macchina sia
spenta e scollegata dalla linea di alimentazione.

Posizione della Decalcomania di Avvertenza

Vetro di Protezione Toner

1. Aprire lo sportello anteriore.


2. Sollevare il nottolino della cartuccia toner [A].
3. Spingere verso sinistra la copertura del vetro di protezione toner [B] ed estrarla.
4. Estrarre il vetro di protezione toner [C].

69
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Gruppo Laser

1. Vetro di protezione toner.


2. Vassoio di ricezione copie.
3. Estrarre il cassetto carta (superiore).
4. Coperchio anteriore
5. Gruppo laser [A] ( x 2, x 4)

ƒ La vite nella posizione anteriore sinistra [B] è più lunga delle altre tre.

70
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Gruppo Diodo Laser

ƒ Non allentare la vite [A] bloccata con una goccia di vernice. La posizione del
gruppo diodo laser viene regolata prima della spedizione.

1. Gruppo laser
2. Gruppo diodo laser [B] ( x 1)

ƒ In fase di installazione non stringere eccessivamente la vite di fissaggio del gruppo


Diodo Laser.

71
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Motore dello Specchio Poligonale

1. Gruppo laser
2. Due boccole di gomma [A]
3. Coperchio del gruppo laser [B] ( x 1)
4. Motore dello specchio poligonale [C] ( x 4)
5. Dopo il riassemblaggio, regolare la qualità dell’immagine ( Regolazioni di
Copia: Stampa/Scansione).

72
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Regolazione Allineamento Gruppo Laser

ƒ Prima di alimentare la macchina, reinstallare il vassoio di ricezione copie.


Quando il vassoio di ricezione copie non è installato, il gruppo laser
potrebbe uscire dalla copiatrice. I raggi laser possono danneggiare
seriamente la vista.

1. Attivare la modalità SP.


2. Selezionare SP 5902-1 e stampare il modello “Trimming Area” (Zona di
Allineamento – modello 10).
3. Verificare che i quattro spigoli del modello formino degli angoli retti:
ƒ Se gli spigoli formano degli angoli retti non è necessario regolare l’allineamento del
gruppo laser.
ƒ Se gli spigoli non formano degli angoli retti, eseguire il passo successivo.
4. Verificare la posizione della vite sulla leva [B].
ƒ Se la vite è all’interno del foro [C], eseguire il passo successivo.
ƒ Se la vite è all’interno dell’asola [D], allentare la vite sulla leva, allentare le quattro
viti del gruppo laser ed eseguire il passo 9.

ƒ La posizione iniziale (di fabbrica) della vite è all’interno del foro [C].
5. Quattro viti del gruppo laser ( Gruppo Laser)
6. Rimuovere la leva ( x 1), verificare che il foro si trovi sotto l’asola [D], quindi
reinstallare al leva.
7. Inserire (attraverso l’asola [D]) la vite all’interno del foro posto sotto l’asola ed
avvitarla leggermente (senza serrarla).

73
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

8. Inserire ed avvitare leggermente le quattro viti del gruppo laser (senza serrarle).
9. Ruotando la leva di una tacca in senso orario o antiorario, gli spigoli del modello
si spostano di ±0,4 mm (rispetto ai bordi anteriore e posteriore del foglio).
Controllare il modello di allineamento realizzato al passo 2 e stabilire l’entità
dello spostamento degli spigoli.

10. Serrare la vite [A].


11. Serrare le viti del gruppo laser.
12. Reinstallare il vassoio di ricezione copie.
13. Stampare un nuovo modello di allineamento e verificare i risultati. Se è richiesta
un’ulteriore regolazione, ripetere questa procedura.

74
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sezione Fotoconduttore (PCU)


PCU

1. Supporto del flacone toner [A]


2. Aprire lo sportello destro.

3. Premere il dispositivo di sblocco [B] ed estrarre il gruppo PCU [C].

ƒ Non toccare il tamburo OPC a mani nude.


4. Caricare una nuova confezione di developer ( Developer).
5. Dopo la reinstallazione, eseguire il comando SP 2214 per reinizializzare il
sensore TD.

75
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Nottolini di Separazione e Sensore di Densità Toner

ƒ Non capovolgere il gruppo PCU, per evitare fuoriuscite di toner e di developer.

1. PCU ( Procedura precedente)


2. Nottolino [A]

ƒ Spingere in basso il nottolino e liberare l’estremità inferiore.


3. Sensore di densità toner [B] ( x 1)

ƒ Il sensore di densità toner è fissato alla parte inferiore del gruppo PCU.
Rimuoverlo servendosi di un normale cacciavite.
4. Dopo la reinstallazione dei nottolini di separazione o del sensore di densità toner,
regolare la qualità dell’immagine ( Dopo una Sostituzione o Regolazione).

76
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Tamburo OPC

1. PCU ( PCU)
2. Piastrina anteriore [A] ( x 1)
3. Piastrina posteriore [B] ( x 2, 1 accoppiamento)
4. Separare la sezione tamburo [C] dalla sezione developer [D].

ƒ Per garantire l’allineamento degli ingranaggi di sinistra, mantenere chiusa la


copertura del tamburo [E] quando si reinserisce la piastrina anteriore.
5. Estrarre la molletta che trattiene il tamburo [F].

ƒ Durante il riassemblaggio, accertarsi di installare la molletta con lo stesso


orientamento (aletta rivolta verso la parte esterna dell’albero del tamburo).
6. Tamburo OPC [G]
7. Al termine del riassemblaggio, regolare la qualità dell’immagine ( Dopo una
Sostituzione o Regolazione).

77
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Rullo di Carica e Spazzola di Pulizia

1. Tamburo OPC ( Procedura precedente)


2. Perno di supporto [A]
3. Vite a gradini [B]
4. Rullo di carica [C] e spazzola di pulizia [D] (completi di supporti e molle)

ƒ Ruotare l’ingranaggio [E] (quanto basta) per poter estrarre il supporto


posteriore [F].
5. Al termine del riassemblaggio, regolare la qualità dell’immagine ( Dopo una
Sostituzione o Regolazione).

Lama di Pulizia

1. Rullo di carica del tamburo ( Rullo di Carica e Spazzola di Pulizia)


2. Lama di pulizia [B] ( x 2)
3. Al termine del riassemblaggio, regolare la qualità dell’immagine ( Dopo una
Sostituzione o Regolazione).

78
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Riassemblaggio
Dopo la sostituzione della lama di pulizia, cospargere di toner il bordo della nuova lama
di pulizia. Questo evita il possibile danneggiamento del tamburo OPC e della lama
stessa.
1. Dopo l’installazione della lama di pulizia, rimuovere con un dito il toner dalla
vecchia lama.
2. Distribuire il toner sul bordo [A] della nuova lama di pulizia. Accertarsi di
distribuire il toner in modo uniforme sull’intera lunghezza della nuova lama di
pulizia.

Developer

1. Gruppo PCU ( PCU)


2. Far cadere il toner all’interno della sezione di sviluppo, battendo leggermente
con un cacciavite in corrispondenza di circa otto punti sulla parte superiore del
gruppo PCU. Ciascun punto deve trovarsi approssimativamente alla stessa
distanza da quello successivo (punti equidistanti).
3. Reinstallare il gruppo PCU all’interno della copiatrice.
4. Accendere la macchina.
5. Aprire e richiudere lo sportello anteriore e attendere la rotazione del rullo di
sviluppo per circa 10 secondi.
6. Ripetere il passo precedente duo o più volte.
7. Gruppo PCU ( PCU)

79
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

8. Separare la sezione di sviluppo dalla sezione del tamburo OPC ( Tamburo


OPC)
9. Rimuovere la parte superiore [A] del gruppo di sviluppo ( x 5)

ƒ Liberare il gancio [B].


10. Reinserire l’accoppiamento [C] sull’albero.
11. Ruotare l’accoppiamento nella direzione della freccia [D] in modo da rimuovere il
developer dal rullo.
12. Capovolgere la parte inferiore [E] e ruotare gli ingranaggi in modo da far uscire il
developer.
13. Caricare una nuova confezione di developer.
14. Terminata la fase di reinstallazione, eseguire il comando SP 2214 per reinizializzare
il sensore TD.

ƒ Accertarsi che non vi siano residui di toner o developer sugli ingranaggi. Se


necessario, pulire gli ingranaggi con una spazzola a soffietto, ecc.
ƒ Accertarsi di rimontare in posizione corretta la striscia di Mylar in
corrispondenza della parte posteriore (la striscia di Mylar protegge gli
ingranaggi posteriori della caduta di toner).

80
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Dopo una Sostituzione o Regolazione

ƒ Dopo aver sostituito o regolato un qualsiasi componente del gruppo PCU, eseguire
la seguente procedura. Quest’ultima non è richiesta qualora si sostituisca l’intero
gruppo PCU con un nuovo gruppo.
1. Eseguire 5 copie campione.
2. Se compaiono dei punti neri sulle copie (macchie di toner), proseguire con i
passi successivi. (Se tutte le copie sono pulite, non è necessario eseguire i passi
successivi).
3. Rimuovere il gruppo PCU dalla macchina.
4. Battere con un cacciavite sulla parte superiore del gruppo PCU in
corrispondenza di otto punti equidistanti (2 o 3 colpi di cacciavite su ogni punto)
in modo da far ricadere il toner riciclato nella sezione di sviluppo.
5. Reinserire il gruppo PCU nella macchina.
6. Accendere la macchina. Quindi aprire e richiudere lo sportello ed attendere la
rotazione del rullo di sviluppo per 10 secondi. Aprire e richiudere lo sportello
altre 2 o più volte, in modo da ottenere un tempo totale di rotazione di 30 secondi.
7. Eseguire alcune copie con il coprioriginale sollevato (oppure eseguire delle
stampe di un’immagine nera piena).
ƒ Se si utilizza carta di formato A4/8 ½" x 11", eseguire 4 copie/stampe.
ƒ Se si utilizza carta di formato A3/11" x 17", eseguire 2 copie/stampe.
ƒ Per eseguire le stampe di un’immagine nera piena, utilizzare la modalità SP 5902,
modello 8.

ƒ Il passo 7 deve essere eseguito solo dopo la sostituzione o la regolazione di


componenti meccanici. Non è necessario eseguire delle copie con
coprioriginale sollevato (o delle stampe con immagini nere piene) dopo la
sostituzione del developer.

81
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Motore di Alimentazione Toner

1. Vassoio di ricezione copie ( Coperchi Superiori)


2. Aprire lo sportello anteriore.
3. Supporto del flacone di toner ( PCU)
4. Motore di alimentazione toner [A] ( x 1)

82
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sezione di Alimentazione Carta


Rullo di Alimentazione Carta

1. Estrarre il cassetto carta


2. Anello a scatto [A]
3. Spingere l’albero indietro attraverso l’apertura ed inclinarlo verso l’alto.

ƒ Se la boccola di plastica nera [B] fuoriesce dalla sua sede, accertarsi di


reinserirla prima di reinstallare l’albero.
4. Rullo di alimentazione carta [C]

83
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Feltrino di Frizione

1. Estrarre il cassetto carta


2. Anello a scatto [A]
3. Spingere l’albero indietro attraverso l’apertura, in modo da allontanare il rullo dal
feltrino di frizione
4. Feltrino di frizione [B]

Sensore di Fine Carta

1. Estrarre il cassetto carta


2. Sensore di fine carta [A] ( x 1)

84
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore di Uscita

- Modelli senza Fronte-Retro -

1. Aprire lo sportello destro.


2. Coperchio anteriore destro
3. Guida [A] ( x 2)
4. Staffa del sensore di uscita [B] ( x 1)
5. Sensore di uscita [C] ( x 1)

- Modelli con Fronte-Retro -

1. Aprire lo sportello destro.


2. Coperchio anteriore destro
3. Guida superiore [D] ( x 2)

85
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

4. Staffa del sensore di uscita [E] ( x 1)


5. Sensore di uscita [F] ( x 1)

Rullo di Alimentazione e Sensore di Fine Carta nel By-Pass

1. Ripiano di by-pass

ƒ Se è disponibile un supporto su cui poggiare il ripiano di by-pass raggiungibile


senza tirare eccessivamente il cavo, non è necessario scollegare il connettore.
In questi casi, accertarsi di non esercitare un carico eccessivo sul cavo.
2. Supporto sensore [A]
3. Sensore di fine carta nel by-pass [B] ( x 1)
4. Rullo di alimentazione by-pass [C]

86
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Rullo di Registrazione

1. Gruppo PCU
2. Sportello anteriore
3. Coperchio destro
4. Coperchio posteriore
5. Alimentatore alta tensione
6. Frizione di registrazione
7. Sganciare le molle [A] e [B] nelle parti anteriore e posteriore.
8. Supporto guida [C] e guida [D] ( x 1, x 1)
9. Boccola [E] ( x 1)
10. Ingranaggio [F] e boccola [G] ( x 1)
11. Rullo di registrazione [H] con gruppo di trasferimento immagine [I]

87
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore del Formato Carta nel By-pass

1. Ripiano di by-pass
2. Leva del vassoio [A] ( x 1, 1 perno)
3. Sollevare il vassoio superiore [B]
4. Sensore del formato carta nel by-pass [C] ( x 1)

ƒ Durante la reinstallazione del sensore: Portare le guide carta in posizione


intermedia (a circa metà strada tra le posizioni di apertura completa e chiusura
completa), e installare l’ingranaggio tondo in modo che il foro nell’ingranaggio
[D] risulti allineato con il piolino [E] dell’ingranaggio scorrevole.

88
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Frizione di Registrazione

1. Coperchio posteriore
2. Scheda di alimentazione alta tensione (completa di staffa) [A] ( x 4, tutti i
connettori)
3. Frizione di registrazione [B] ( x 1, x 1)

Sensore di Registrazione

1. Aprire lo sportello destro.


2. Sensore di registrazione [A] ( x 1)

89
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Frizione di Alimentazione Carta Superiore e Frizione di Alimentazione del By-pass

1. Coperchio posteriore
2. Scheda di alimentazione alta tensione
3. Copertura della frizione [A] ( x 2, 2 boccole, x2)
4. Frizione di alimentazione carta [B] ( x 1)
5. Frizione di alimentazione del by-pass [C] ( x 1)

ƒ In fase di reinstallazione, accertarsi che le alette anti-rotazione [D] sulle frizioni


si inseriscano correttamente nelle corrispondenti aperture sulla copertura di
protezione frizione.

Frizione di Rinvio

1. Coperchio posteriore
2. Frizione di rinvio [A] ( x 1)

90
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore di Rinvio

1. Frizione di rinvio ( Procedura precedente)


2. Staffa del sensore [A] ( x 1)
3. Sensore di rinvio [B] ( x 1)

Frizione di Alimentazione Carta Inferiore (Solo per i Modelli con 2 Cassetti)

1. Coperchio posteriore inferiore ( Coperchio Posteriore Inferiore (Solo per i


Modelli con 2 Cassetti))
2. Staffa della frizione [A] ( x 2)
3. Frizione di alimentazione carta inferiore [B] ( x 2, 1 boccola, x 1)

91
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore di Trasporto Verticale (Solo per i Modelli con 2 Cassetti)

1. Coperchio inferiore destro ( Coperchio Posteriore Inferiore (Solo per i


Modelli con 2 Cassetti))
2. Piastrina metallica [A] ( x 3)
3. Sensore di trasporto verticale [B] ( x 1)

Interruttori del Formato Carta

1. Cassetto carta
2. Copertura di protezione interruttori [A] ( x 1)
3. Interruttori del formato carta [B] ( x 1)

92
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Trasferimento dell'Immagine
Rullo di Trasferimento Immagine

ƒ Non toccare la superficie del rullo di trasferimento a mani nude.

1. Aprire lo sportello destro.


2. Aprire i supporti in plastica [A] ed estrarre il rullo di trasferimento immagine [B].

ƒ Lasciare le molle sotto i supporti. Durante il riassemblaggio, accertarsi che i


piolini [C] dei supporti terminali [D] si innestino nelle molle.

93
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore di Densità dell’Immagine

1. Aprire lo sportello destro.


2. Coperchio in plastica [A]
3. Rullo di trasferimento immagine ( Procedura precedente)
4. Premere sull’aletta [B] per liberare il sensore.
5. Sensore di densità dell’immagine [C] ( x 1)

94
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Fusione
Gruppo Fusore

ƒ Il gruppo fusore può raggiungere temperature molto elevate. Prima di


procedere alla sua manipolazione, accertarsi che si sia raffreddato
sufficientemente.

1. Spegnere la macchina e scollegare il cavo di alimentazione.


2. Coperchio anteriore destro
3. Aprire lo sportello destro.
4. Gruppo fusore [A] ( x 2, x 4)

Termistori

1. Gruppo fusore (vedere sopra)


2. Termistori [A] ( x 1, x 1)

95
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Lampade di Fusione

1. Gruppo fusore
2. Separare la sezione rullo fusore [A] dalla sezione rullo di pressione [B] ( x 4).
3. Piastrina di supporto anteriore [C] ( x 1)
4. Piastrina di supporto posteriore [D] ( x 1)
5. Lampada di fusione con connettore (600W) [E] ( x 2)
6. Lampada di fusione con connettore (550W) [F] ( x 2)

ƒ Durante il riassemblaggio, accertarsi che i terminali anteriori della due


lampade si innestino nella piastrina di supporto anteriore. Se non si innestano
significa che le due lampade sono state installate in modo non corretto.

96
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Nottolini di Separazione del Rullo Fusore

1. Rullo fusore (Vedere sopra)


2. Protezione rullo [A] ( x 3)
3. Supporti metallici [B] (1 supporto per ogni nottolino)
4. Nottolini di separazione del rullo fusore [C] (1 molla per ogni nottolino)

Rullo Fusore

1. Nottolini di separazione del rullo fusore (Vedere sopra)


2. Rullo fusore [A] (2 anelli a C, 1 ingranaggio, 2 cuscinetti)

97
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Termostato

1. Rullo fusore (Vedere sopra)


2. Termostati [A] ( x 2 per ciascun termostato)

Rullo di Pressione e Boccole

1. Separare la sezione rullo fusore dalla sezione rullo di pressione ( Lampade di


Fusione).
2. Guida di ingresso gruppo fusore [A] ( x 2)
3. 2 molle [B]
4. 2 bracci di pressione [C]
5. 2 boccole [D]
6. Rullo di pressione [E]

98
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Regolazione Larghezza della Striscia di Contatto

Eseguire questa regolazione quando il gruppo fusore ha raggiunto la temperatura di


funzionamento. Il formato del foglio trasparente usato deve essere A4/LT LEF. l’utilizzo di
formati diversi può provocare un inceppamento.

1. Rullo di pressione
2. Rullo fusore
1. Inserire un foglio trasparente sul ripiano di alimentazione by-pass.
2. Entrare nella modalità SP, ed eseguire SP 1109.
3. Premere il tasto "Execute" (Esegui).
4. Premere . La macchina alimenta il foglio trasparente nella sezione di fusione,
mantiene il foglio fermo per 20 secondi, quindi lo espelle sul vassoio di ricezione
copie.
5. Premere il tasto .
6. Uscire dalla modalità SP.
7. Controllare che la striscia di contatto (striscia opaca) sul foglio trasparente espulso
sia simmetrica, con le due estremità leggermente più spesse della parte centrale.

ƒ Su questa macchina non esiste alcun valore standard per la striscia di contatto.
Eseguire la regolazione basandosi semplicemente sull’aspetto della striscia.
8. Se la striscia non presenta le caratteristiche descritte al punto precedente,
cambiare la posizione di aggancio delle molle [C] (una per ogni lato) e
ricontrollare la striscia.

ƒ Una posizione di aggancio più alta produce una tensione maggiore.

99
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Rullo di Pulizia

1. Rullo di pressione e boccole ( Rullo di Pressione e Boccole)


2. Rullo di pulizia [A]

100
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Gruppo Fronte-Retro (Solo Modelli con Fronte-Retro


B269/B277)
Sensore di Uscita Fronte-retro

1. Aprire lo sportello destro.


2. Staffa del sensore [A] ( x 1)

ƒ Assieme alla staffa del sensore si rimuove una seconda staffa [B].
3. Sensore di uscita fronte-retro [C] ( x 1)

Sensore di Ingresso Fronte-retro

1. Aprire lo sportello destro.


2. Sollevare la guida del gruppo fronte-retro [A].
3. Staffa del sensore di ingresso [B] e coperchio della staffa [C] ( x 2)
4. Sensore di ingresso fronte-retro [D]

101
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Sensore di Inversione Fronte-retro

1. Vassoio di ricezione copie [A] ( x 2)


2. Coperchio di uscita [B] ( x 1)
3. Staffa del sensore [C] ( x 1, x 1)
4. Sensore di inversione fronte-retro [D] ( x 1)

102
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Motore di Trasporto Fronte-retro

1. Aprire lo sportello destro.


2. Scollegare la catenella e la molla dal telaio ed abbassare lo sportello destro.
3. Copertura [A] ( x 1)
4. Staffa del motore [B] ( x 4, x 1).
5. Motore di trasporto fronte-retro [C] ( x 2)

Motore di Inversione Fronte-retro

1. Coperchio posteriore
2. Ventola di estrazione ( Ventola di Estrazione Posteriore (Solo B269/277))
3. Motore di inversione fronte-retro [A] ( x 2, x 1)

103
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Scheda di Controllo Fronte-retro

1. Coperchio posteriore inferiore ( Coperchio Posteriore Inferiore (Solo per i


Modelli con 2 Cassetti))
2. Scheda di controllo fronte-retro [A] ( x 4 , tutti i connettori)

104
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Altre Sostituzioni
Lampada di Smagnetizzazione

1. Gruppo PCU
2. Lampada di smagnetizzazione [A] ( x 1)

Scheda Alimentazione Alta Tensione

1. Coperchio posteriore
2. Scheda alimentazione alta tensione [A] ( x 2, 3 supporti, tutti i connettori)

105
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

BICU (Unità di Controllo Immagine sulla Macchina Base)

1. Coperchio posteriore
2. BICU [A] ( x 7, tutti i connettori, 2 cavi piatti)

ƒ Durante la sostituzione della BICU, rimuovere la NVRAM [B] dalla vecchia


scheda e installarla sulla nuova BICU. La NVRAM contiene i dati specifici della
macchina.

Motore Principale

1. Coperchio posteriore
2. Motore principale [A] ( x 4,  x 1)

106
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Ventola di Estrazione Posteriore (Solo B269/B277)

1. Coperchio posteriore
2. Ventola di estrazione posteriore [A] ( x 2, x 1)

Riassemblaggio -
ƒ Durante il riassemblaggio, accertarsi che la freccia [B] presente sulla ventola sia
rivolta verso l’esterno della macchina. Questa freccia indica la direzione del flusso
di aria.

107
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Ventola di Estrazione Sinistra

1. Coperchio posteriore
2. Coperchio sinistro
3. Copertura della ventola [A] ( x 3)
4. Ventola [B] ( x 3, x 1)

Riassemblaggio -
ƒ Durante il riassemblaggio, accertarsi che la freccia [C] presente sulla ventola sia
rivolta verso l’esterno della macchina. Questa freccia indica la direzione del flusso
di aria.

PSU (Unità di Alimentazione)

1. Coperchio sinistro
2. PSU [A] (tutti i connettori, x 6)

108
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Scatola degli Ingranaggi

- Procedura di Sostituzione -
1. Vassoio di inversione [A]
2. Due viti [B] dal coperchio posteriore centrale

ƒ Questa azione libera la parte superiore della staffa di supporto BICU.


3. Scheda di alimentazione alta tensione (completa di staffa) ( Frizione di
Registrazione)
4. BICU (completa di staffa) [C] ( x 6)

ƒ Se si incontra difficoltà a rimuovere la staffa, rimuovere la vite centrale della


traversa (vedere passo 6).
5. Motore principale
6. Traversa [D] ( x 3)
7. Frizione di registrazione

109
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

8. Rimuovere il gruppo PCU

ƒ Questa azione libera l’ingranaggio (presente sulla scatola ingranaggi) che


aziona il gruppo PCU.
9. Piastrina di messa a terra [E] ( x 2)
10. Scatola degli ingranaggi [F] ( x 5, 1 cinghia)
Durante il riassemblaggio, non variare la posizione della molla [G] e verificare che la
boccola [H] sull’albero di azionamento del gruppo PCU sia nella posizione corretta. E’
possibile regolare tale posizione ruotando l’ingranaggio [I] visibile attraverso l’apertura
ricavata sulla scatola degli ingranaggi.

110
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

- Disposizione degli Ingranaggi all’interno della scatola -

Gli ingranaggi sono numerati da 1 a 12 in base all’ordine con cui gli stessi devono essere
installati nella scatola degli ingranaggi. I suddetti numeri sono riportati sia sulla scatola che
sulla superficie anteriore (esposta) di ciascun ingranaggio. In caso di fuoriuscita degli
ingranaggi, iniziare installando l’ingranaggio numero 1 nella posizione numero 1
(orientandolo in modo che il lato con il numero stampato risulti visibile). Quindi installare i
restanti ingranaggi (da 2 a 12) operando nello stesso modo.

111
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Regolazioni di Copia: Stampa/Scansione

ƒ E' necessario eseguire queste regolazioni dopo aver eseguito l’Azzeramento


Generale della Memoria, e dopo la sostituzione o la regolazione di una qualsiasi
delle seguenti parti.
ƒ Primo o secondo scanner
ƒ Blocco Lente
ƒ Motore dello Scanner
ƒ Motore dello Specchio Poligonale
ƒ Cassetto Carta
ƒ Guida d'Appoggio Laterale
ƒ Per maggiori dettagli sull'attivazione e sull’utilizzo delle modalità SP, fare
riferimento alla sezione 5.

Stampa

ƒ Prima di iniziare la regolazione, accertarsi che in ciascun cassetto sia stata inserita
correttamente della carta.
ƒ Usare la funzione Modello Zona di Allineamento (SP 5902, N° 10) per stampare il
modello di prova relativo alle regolazioni di stampa seguenti.
ƒ Impostare nuovamente a 0 la modalità SP 5902 dopo aver completato le
regolazioni per la stampa.
- Registrazione - Bordo Anteriore/Da Lato a Lato -
1. Verificare la registrazione del bordo anteriore per ogni cassetto carta, e regolarla
utilizzando la modalità SP 1001.
2. Verificare la registrazione da lato a lato per ciascun cassetto carta e regolarla
utilizzando la modalità SP 1002. (Regolare i cassetti nel seguente ordine: cassetto 1,
cassetto 2, ecc.).
Cassetto Modalità SP Valore Nominale

Qualsiasi cassetto carta SP 1001 1 2 ± 1,5 mm


Ripiano di By-pass SP 1001 2

Fronte-retro SP 1001 3

1° cassetto SP 1002 1

2° cassetto SP 1002 2

112
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

Cassetto Modalità SP Valore Nominale

3° cassetto
SP 1002 3
(Cassetto 1 Gruppo Opzionale)

Ripiano di By-pass SP 1002 4

Fronte-retro SP 1002 5

A: Registrazione bordo anteriore

B: Registrazione da lato a lato

- Margine Bianco -

ƒ Se la registrazione del bordo anteriore o la registrazione da lato a lato non può


essere regolata entro i valori nominali, regolare il margine bianco per il bordo
anteriore e per il bordo sinistro.
1. Verificare i margini bianchi del bordo anteriore e del bordo destro e regolarli utilizzando
le seguenti modalità SP.
Modalità SP Valore Nominale

Bordo Posteriore SP 2101 2


2 +2,5/–1,5 mm
Bordo Destro SP 2101 4

Bordo Anteriore SP 2101 1 2 ± 1,5 mm


Bordo Sinistro SP 2101 3

113
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

A: Margine bianco per il bordo posteriore


B: Margine bianco per il bordo destro
C: Margine bianco per il bordo anteriore
D: Margine bianco per il bordo sinistro

- Ingrandimento nella Direzione di Scansione Principale -

1. Stampare il Modello Griglia a punto singolo (SP 5902 1).

2. Verificare l'ingrandimento (la dimensione della griglia deve essere 2,7 x 2,7 mm) e, se
necessario, regolare l'ingrandimento utilizzando la modalità SP 2998. Il valore
nominale è 100 ± 1%.

Scansione

ƒ Prima di procedere alle seguenti regolazioni dello scanner, verificare e, se


necessario regolare, i valori di registrazione del bordo anteriore e da lato a lato
oltre ai margini bianchi in stampa (come descritto in precedenza).
ƒ Usare un grafico di prova A3 per eseguire le seguenti regolazioni.
- Registrazione: Modalità Vetro di Esposizione -
1. Posizionare il grafico di prova sul vetro di esposizione ed eseguire una copia da uno
qualsiasi dei cassetti carta.
2. Verificare le registrazioni del bordo anteriore e da lato a lato e, se necessario, regolarle
utilizzando le seguenti modalità SP.
Modo SP Valore Nominale

Bordo anteriore SP 4010


2 ± 1,5 mm
Da lato a lato SP 4011

114
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

A: Registrazione bordo anteriore


B: Registrazione da lato a lato
- Ingrandimento -

A: Ingrandimento nella direzione di scansione principale


B: Ingrandimento nella direzione di scansione secondaria
- Ingrandimento nella direzione di Scansione Principale -
1. Posizionare il grafico di prova A3 sul vetro di esposizione ed eseguire una copia da
uno qualsiasi dei cassetti carta.
2. Verificare il rapporto di ingrandimento e, se necessario, regolarlo utilizzando la
seguente modalità SP.
Modo SP Valore Nominale

Ingrandimento Scansione SP 4009


± 1,0%
Principale

- Ingrandimento nella direzione di Scansione Secondaria -


1. Posizionare il grafico di prova OS-A3 sul vetro di esposizione ed eseguire una copia da
uno qualsiasi dei cassetti carta.
2. Verificare il rapporto di ingrandimento e, se necessario, regolarlo utilizzando la
seguente modalità SP.
Modo SP Valore Nominale

Ingrandimento Scansione SP 4008


± 1,0%
Secondaria

115
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

- Regolazione della Densità Standard del Bianco -


Questa procedura regola il livello di densità standard del bianco. La regolazione deve
essere eseguita a seguito delle seguenti operazioni:
ƒ Dopo la sostituzione della piastra bianca standard.
ƒ Dopo la sostituzione della NVRAM sulla scheda BICU. (Non è tuttavia necessario
eseguire la regolazione nel caso in cui si sia sostituita la scheda BICU, ma sia stata
mantenuta la NVRAM precedente [trasferendola dalla vecchia alla nuova BICU]).
ƒ Dopo aver eseguito un azzeramento generale della memoria (SP 5801 2).
Procedura:
1. Inserire 10 fogli A4/LTR nuovi (di lato, LEF) oppure A3/DLT sul vetro di
esposizione, e chiudere il coprioriginale o l’ADF.
2. Entrare nella modalità SP 4428 1 e selezionare “1: SI”. La macchina regola
automaticamente la densità standard del bianco.

Regolazione Immagine ADF

A: Registrazione bordo anteriore


B: Registrazione da lato a lato

ƒ Creare un grafico di prova temporaneo come quello sopra illustrato utilizzando un


foglio A3/11" x 17".
1. Inserire il grafico di prova temporaneo sull'ADF ed eseguire una copia da uno
qualsiasi dei cassetti carta.
2. Verificare la registrazione e, se necessario, regolarla utilizzando le seguenti
modalità SP.
Modalità SP

Registrazione da lato a lato SP 6006 1

Registrazione bordo anteriore SP 6006 2

Margine bianco per il bordo posteriore SP 6006 3

Registrazione da lato a lato (fronte-retro: posteriore) SP 6006 4

116
Interventi di Sostituzione e Regolazione 2006-01-017

- Ingrandimento nella Direzione di Scansione Secondaria -

A: Ingrandimento nella Direzione di Scansione Secondaria

ƒ Creare un grafico di prova temporaneo come quello sopra illustrato utilizzando un


foglio A3/11" x 17".
1. Inserire il grafico di prova temporaneo sull'ADF ed eseguire una copia da uno
qualsiasi dei cassetti carta.
2. Verificare la registrazione e, se necessario, regolarla utilizzando la modalità SP
6006 5. Il valore nominale è 1,%.

117
Ricerca Guasti 2006-01-017

Ricerca Guasti
Condizioni di Chiamata Assistenza
Riepilogo

Vi sono 4 livelli di condizioni di chiamata assistenza.


Livello Definizione Procedura di Azzeramento

Per evitare danni, la macchina base non può Attivare la modalità SP quindi
essere utilizzata finché la condizione di spegnere e riaccendere la
A
chiamata assistenza (SC) non viene azzerata macchina.
da un tecnico dell'assistenza.

Se la condizione di chiamata assistenza (SC) Spegnere e riaccendere la


è stata generata dall’errata rilevazione da macchina
B
parte di un sensore, essa può essere azzerata
spegnendo e riaccendendo la macchina.

La macchina base può essere utilizzata Spegnere e riaccendere la


C normalmente, ad eccezione dell’unità che ha macchina.
generato la chiamata assistenza.

Aggiornamento dello storico delle chiamate Non verrà visualizzata alcuna


assistenza (SC). La macchina può essere chiamata assistenza. Viene
D
utilizzata normalmente. aggiornato solo il registro
storico delle chiamate.

ƒ Se il problema riguarda schede elettroniche, prima di sostituire le schede


interessate provare e scollegare e ricollegare i connettori.
ƒ Se il problema riguarda il blocco di un motore, verificare il carico meccanico prima
di sostituire motori o sensori.

Descrizione dei Codici di Chiamata Assistenza (SC)

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

Errore Lampada di Esposizione

ƒ Lampada di esposizione difettosa


ƒ Stabilizzatore della lampada di
esposizione difettoso
ƒ Connettore della lampada di
101 B Durante la scansione della
esposizione difettoso
piastra bianca non è stato
ƒ Specchio dello scanner sporco o
rilevato correttamente il
non correttamente posizionato
livello standard di bianco.
ƒ Scheda SBU difettosa
ƒ Connettore SBU difettoso
ƒ Blocco lenti non correttamente
posizionato

118
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

ƒ Posizione o larghezza di
scansione piastra bianca errate
(SP4015)

Errore 1 - Posizione di Partenza dello Scanner

ƒ Sensore di rilevamento posizione


di partenza scanner difettoso
ƒ Motore di azionamento scanner
Il sensore di rilevamento
120 B difettoso
della posizione di partenza
ƒ Connettore del sensore di
dello scanner non ha rilevato
rilevamento posizione di partenza
la condizione OFF durante
scanner difettoso
l'inizializzazione o la copia.
ƒ Connettore del motore di
azionamento scanner difettoso
ƒ Scheda BICU difettosa

Errore 2 - Posizione di Partenza dello Scanner

ƒ Sensore di rilevamento posizione


di partenza scanner difettoso
ƒ Motore di azionamento scanner
Il sensore di rilevamento
121 B difettoso
della posizione di partenza
ƒ Connettore del sensore di
dello scanner non ha rilevato
rilevamento posizione di partenza
la condizione ON durante
scanner difettoso
l'inizializzazione o la copia.
ƒ Connettore del motore di
azionamento scanner difettoso
ƒ Scheda BICU difettosa

Errore SBU durante la correzione del livello di bianco/nero

La regolazione automatica
SBU ha dato esito negativo ƒ Lampada di esposizione difettosa
durante la correzione del ƒ Piastra bianca sporca
143 D livello di nero. ƒ Posizione o larghezza di
La regolazione automatica scansione piastra bianca errate
SBU ha dato esito negativo (SP4015)
per 20 volte consecutive ƒ Scheda BICU difettosa
durante la correzione del ƒ Scheda SBU difettosa
livello di bianco.

Errore di comunicazione tra BICU e SBU

ƒ Falso contatto nel cavo piatto che


La scheda BICU non è in collega le schede BICU e SBU
144 B
grado di rilevare il segnale di ƒ Cavo piatto che collega le
connessione SBU. schede BICU e SBU difettoso
ƒ Scheda BICU difettosa
ƒ Scheda SBU difettosa

Errore di Regolazione Automatica SBU


145 D
Durante la regolazione ƒ Lampada di esposizione difettosa

119
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

automatica SBU, la ƒ Piastra bianca sporca


macchina rileva che il livello ƒ Posizione o larghezza di
di bianco letto dalla piastra scansione piastra bianca errate
bianca o dalla carta è fuori (SP4015)
tolleranza. (SP4015) ƒ Scheda BICU difettosa
ƒ Scheda SBU difettosa

Errore nel trasferimento dell’immagine

193 B Le immagini acquisite via


scanner non sono state ƒ Scheda BICU difettosa
trasferite alla memoria del ƒ Scheda Controller difettosa
controller entro 1 minuto.

Errore di indirizzamento della memoria

198 B ƒ Le versioni firmware dell’engine e


La scheda BICU non riceve
del controller non corrispondono.
gli indirizzi di memoria dalla
ƒ Scheda BICU difettosa
scheda Controller.
ƒ Scheda Controller difettosa

Dispersione di Corrente sul Rullo di Carica

E' stata rilevata una ƒ Rullo di carica danneggiato


302 B dispersione della corrente ƒ Scheda di alimentazione alta
fornita al rullo di carica. tensione difettosa
ƒ Collegamento difettoso della
PCU.

Errore Motore dello Specchio Poligonale

Il motore dello specchio ƒ Motore specchio poligonale


poligonale non raggiunge la difettoso
velocità operativa entro 10 ƒ Collegamento difettoso tra il
secondi dall’invio del segnale circuito di comando del motore
320 B di attivazione motore, oppure dello specchio poligonale e la
non si attiva entro uno degli scheda BICU
intervalli di controllo di 200 ƒ Collegamento difettoso tra le
ms durante il funzionamento schede BICU/IOB e il circuito di
comando del motore dello
specchio poligonale
ƒ Scheda BICU difettosa

Errore di Mancanza Segnale di Scrittura Laser (F-GATE)

Il segnale di scrittura laser ƒ Scheda BICU difettosa


(F-GATE) non ritorna al ƒ Collegamento difettoso del
321 C livello Basso dopo che il controller fax o del controller
raggio laser ha percorso 5 stampante
mm sulla superficie del ƒ Controller fax o controller
tamburo, a partire dalla stampante difettoso
posizione di inizio scrittura.

322 B Errore di Sincronizzazione Laser

120
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

La scheda che rileva la ƒ Collegamento difettoso tra


sincronizzazione della gruppo Diodo Laser (LD) e
scansione principale non è in scheda BICU
grado di rilevare il segnale di ƒ Collegamento difettoso tra
sincronizzazione laser per scheda BICU e gruppo Diodo
più di 5 intervalli consecutivi Laser (LD)
di 100 ms. ƒ Gruppo Diodo Laser fuori
posizione
ƒ Gruppo diodo laser (LD) difettoso
ƒ Scheda BICU difettosa

Errore nel sensore TD

L’uscita del sensore TD è ƒ Sensore TD difettoso


390 B inferiore a 0,2 V o superiore ƒ Collegamento difettoso della
a 4,0 V per 10 volte conse- PCU
cutive durante l’esecuzione
della copia.

Dispersione della Tensione di Polarizzazione di Sviluppo

391 B E' stata rilevata una ƒ Collegamento difettoso della


dispersione della tensione di PCU
polarizzazione di sviluppo. ƒ Scheda di alimentazione alta
tensione difettosa

Errore nella configurazione iniziale del sensore TD

La configurazione iniziale del ƒ Sensore TD difettoso


sensore TD non viene ƒ Mancanza di developer
392 B eseguita correttamente. ƒ Il tamburo non ruota
ƒ Il rullo di sviluppo non ruota
ƒ Collegamento difettoso della
PCU
ƒ Non viene applicata tensione al
rullo di carica

Errore 1 di dispersione sul rullo di trasferimento

E' stata rilevata una ƒ Scheda di alimentazione alta


dispersione della corrente tensione difettosa
fornita al rullo di ƒ Collegamento difettoso della
401 B trasferimento. Non è stato PCU
rilevato il segnale di risposta ƒ Gruppo di
(feedback) alla corrente trasferimento/separazione non
fornita al rullo di correttamente installato
trasferimento. ƒ Rullo di trasferimento
danneggiato

Errore 2 di dispersione sul rullo di trasferimento


402 B E' stata rilevata una ƒ Scheda di alimentazione alta
dispersione della corrente tensione difettosa
fornita al rullo di ƒ Collegamento difettoso della

121
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

trasferimento. Non è stato PCU


rilevato il segnale di risposta ƒ Gruppo di
(feedback) alla corrente trasferimento/separazione non
fornita al rullo di correttamente installato
trasferimento. ƒ Rullo di trasferimento
danneggiato

Motore principale bloccato

Non viene rilevato un ƒ Meccanismo di azionamento


segnale di blocco motore sovraccarico
principale per più di 7 ƒ Motore principale difettoso
controlli consecutivi (700 ms)
500 B dopo l’avvio del motore
oppure il segnale di blocco
non viene rilevato per più di
7 controlli consecutivi
durante la rotazione del
motore dopo l’ultimo
segnale.

Malfunzionamento motore di sollevamento cassetto 2 (Gruppo


Cassetti Carta opzionale)

Il sensore di rilevazione ƒ Sensore sollevamento carta


sollevamento carta non viene difettoso
502 C attivato per due volte ƒ Motore di sollevamento cassetto
consecutive, 18 secondi difettoso
dopo l’attivazione del motore ƒ Meccanismo di azionamento
sollevamento cassetto. sovraccarico
ƒ Collegamento difettoso del
motore di sollevamento cassetto

Malfunzionamento motore di sollevamento cassetto 3 (Gruppo


Cassetti Carta opzionale)

Il sensore di rilevazione ƒ Sensore sollevamento carta


sollevamento carta non viene difettoso
503 C attivato per due volte ƒ Motore di sollevamento cassetto
consecutive, 18 secondi difettoso
dopo l’attivazione del motore ƒ Meccanismo di azionamento
sollevamento cassetto. sovraccarico
ƒ Collegamento difettoso del
motore di sollevamento cassetto

Malfunzionamento motore di sollevamento cassetto 4 (Gruppo a 2


Cassetti Carta opzionale)

504 C Il sensore di rilevazione ƒ Sensore sollevamento carta


sollevamento carta non viene difettoso
attivato per due volte ƒ Motore di sollevamento cassetto
consecutive, 18 secondi difettoso
dopo l’attivazione del motore ƒ Meccanismo di azionamento

122
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

sollevamento cassetto. sovraccarico


ƒ Collegamento difettoso del
motore di sollevamento cassetto.

Motore di alimentazione carta bloccato (gruppo cassetti carta


opzionale)

Non è stato rilevato il ƒ Motore di alimentazione carta


506 C segnale di blocco motore difettoso
entro 1,5 s oppure il segnale ƒ Meccanismo di azionamento
di blocco non è stato rilevato sovraccarico
entro 1,0 s durante la
rotazione.

Termistore di fusione aperto (centrale)

La temperatura di fusione ƒ Termistore di fusione difettoso o


541 A
rilevata dal termistore è non correttamente installato
inferiore a 71°C e non viene ƒ Scheda alimentatore difettosa
corretta dopo l’accensione. ƒ Collegamenti difettosi

Temperatura di fusione errata durante il riscaldamento (centrale)

La temperatura di fusione ƒ Termistore di fusione difettoso o


non aumenta di più di 7 gradi non correttamente installato
542 A in 2 secondi e questa ƒ Lampada di fusione aperta
condizione viene rilevata per ƒ Scheda alimentatore difettosa
5 volte consecutive.
La temperatura di fusione
non viene rilevata entro 25 o
35 secondi

Errore sovratemperatura di fusione (centrale)


543 A La temperatura di fusione è ƒ Termistore di fusione difettoso
superiore a 230°C per 1 sec. ƒ Scheda alimentatore difettosa
(rilevata dal termistore)

Errore 2 sovratemperatura di fusione (centrale)

La temperatura di fusione è ƒ Termistore di fusione difettoso


544 A superiore a 250°C per 1 sec. ƒ Scheda alimentatore difettosa
(rilevata dal circuito di
controllo della temperatura di
fusione)

Errore di surriscaldamento lampada di fusione (centrale)

Dopo che la temperatura di ƒ Termistore di fusione difettoso o


545 A fusione ha raggiunto il livello non correttamente installato
desiderato, la lampada di ƒ Scheda alimentatore difettosa
fusione non si disattiva entro
12 secondi.

123
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

Temperatura di fusione instabile (centrale)

La temperatura di fusione ƒ Termistore di fusione difettoso o


546 A varia di 50 °C o più in 1 non correttamente installato
secondo e questa condizione ƒ Scheda alimentatore difettosa
viene rilevata per 2 volte
consecutive.

Malfunzionamento Segnale Incrociato Zero

I segnali incrociati zero non ƒ Scheda alimentatore difettosa


vengono rilevati entro 5 ƒ Scheda BICU difettosa
547 B secondi dopo l’accensione
della macchina, oppure non
vengono rilevati entro 1
secondi dopo l’inizio del
normale funzionamento.

Termistore di fusione aperto (posteriore)

La temperatura di fusione ƒ Termistore di fusione difettoso o


551 A
rilevata dal termistore è non correttamente installato
inferiore a 71°C e non viene ƒ Scheda alimentatore difettosa
corretta dopo l’accensione ƒ Collegamenti difettosi

Temperatura di fusione errata durante il riscaldamento (posteriore)

La temperatura di fusione ƒ Termistore di fusione difettoso o


non aumenta di più di 7 gradi non correttamente installato
552 A in 2 secondi e questa ƒ Lampada di fusione aperta
condizione viene rilevata per ƒ Scheda alimentatore difettosa
5 volte consecutive.
La temperatura di fusione
non viene rilevata entro 25 o
35 secondi

Errore di sovratemperatura di fusione (posteriore)


553 A La temperatura di fusione è ƒ Termistore di fusione difettoso
superiore a 230°C per 1 sec. ƒ Scheda alimentatore difettosa
(rilevata dal termistore)

Errore di surriscaldamento lampada di fusione (posteriore)

Dopo che la temperatura di ƒ Termistore di fusione difettoso o


555 A fusione ha raggiunto il livello non correttamente installato
desiderato, la lampada di ƒ Scheda alimentatore difettosa
fusione non si disattiva entro
20 sec.

Temperatura di fusione instabile (posteriore)


556 A
La temperatura di fusione ƒ Termistore di fusione difettoso o
varia di 50 °C o più in 1 non correttamente installato

124
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

secondo e questa condizione ƒ Scheda alimentatore difettosa


viene rilevata per 2 volte
consecutive.

Errore di inceppamento rilevato per 3 volte consecutive

ƒ Il sensore di uscita e il
sensore fronte-retro
Gli inceppamenti carta si possono
rilevano un
verificare per i seguenti motivi.
559 inceppamento carta per
ƒ Umidità
3 volte consecutive
ƒ Arricciamento carta
ƒ Questa condizione si
ƒ Carta mal inserita nel cassetto
può verificare quando
ƒ Unghiette di separazione
SP 1159 1 è impostata a
staccate
‘on’. L’impostazione di
default è ‘off’.

Errore motore ventola di estrazione sinistra

La CPU ha rilevato il segnale ƒ Collegamento difettoso del


590 B di ventola di estrazione motore della ventola di
bloccata per più di 5 secondi. estrazione
ƒ Meccanismo di azionamento
sovraccarico

Errore motore ventola di estrazione posteriore

La CPU ha rilevato il segnale ƒ Collegamento difettoso del


591 B di ventola di estrazione motore della ventola di
bloccata per più di 5 secondi. estrazione
ƒ Meccanismo di azionamento
sovraccarico

Errore di Comunicazione tra BICU e ADF

La scheda BICU non riceve ƒ Collegamento difettoso tra la


alcuna risposta dalla scheda scheda BICU e la scheda
620 B principale dell'ADF per 4 o principale ADF (connettore DF)
più secondi. La scheda BICU ƒ Scheda principale ADF difettosa
ha ricevuto un segnale di ƒ Scheda BICU difettosa
interruzione (break) dalla
scheda principale dell'ADF.

Errore di collegamento ADF

ƒ Tipo di ADF errato (ADF per


E’ stato rilevato un tipo di
modelli B039/B040/B043 o
ADF errato (ADF per altri
B121/B122/B123 installato su
621 B modelli di copiatrici – per
una macchina modello
macchine Base e MFP).
B245/B268/B269/B276/B277.)
E’ stato installato l’ADF
ƒ E’ stato rimosso il connettore
(incluso un ADF di tipo
dell’ADF mentre la macchina si
corretto) mentre la copiatrice
trovava in modalità risparmio
si trovava in modalità
energetico.

125
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

risparmio energetico (solo


per macchine MFP)

Errore 1 di conteggio

632 C E’ stato rilevato un errore ƒ Dispositivo di conteggio difettoso


durante la comunicazione ƒ Collegamento difettoso
con il dispositivo di conteggio
MF.

Errore 2 di conteggio

Dopo aver stabilito la ƒ Dispositivo di conteggio difettoso


633 C comunicazione con il ƒ Collegamento difettoso
dispositivo di conteggio MF,
è stato generato un segnale
di interruzione.

Errore RAM del dispositivo di conteggio

634 C E’ stato rilevato un errore ƒ Dispositivo di conteggio difettoso


nella RAM del dispositivo di
conteggio MF in cui sono
salvate le informazioni.

Errore batteria del dispositivo di conteggio

635 B E’ stato rilevato un errore ƒ Dispositivo di conteggio difettoso


relativo alla batteria integrata
nel dispositivo di conteggio
MF.

Errore di avviamento Engine


670 C Il segnale di engine pronta ƒ Scheda engine difettosa
non viene generato entro 70 ƒ Controller difettoso
secondi dall’accensione. ƒ Collegamento difettoso

Errore di comunicazione sulla scheda controller


692 B Errore di comunicazione tra
ƒ Collegamento anomalo tra
la parte stampante della
scheda controller e scheda BICU.
scheda controller e la BICU.

Errore di comunicazione sulla scheda controller


694 Errore di comunicazione tra ƒ Collegamento anomalo tra
la parte scanner della scheda scheda controller e scheda BICU.
controller e la BICU.

ADF Gate Anomala – 1


760 B La linea ADF Gate di ƒ Scheda principale ADF difettosa
trasmissione segnali tra la ƒ Scheda ingressi/uscite difettosa
scheda principale ADF e la ƒ Collegamento (linea ADF Gate)

126
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

scheda BICU è interrotta. difettoso tra scheda principale


ADF e scheda BICU

ADF Gate Anomala – 2

761 B L’ADF non genera il segnale ƒ Collegamento ADF difettoso


FGATE entro 30 secondi ƒ Scheda SBU difettosa
dall’avvio dell’alimentazione
da parte dell’ADF.

ADF Gate Anomala – 3

L’ADF non interrompe l’invio ƒ Collegamento ADF difettoso


762 B del segnale FGATE entro 60 ƒ Scheda SBU difettosa
secondi dall’inizio
dell’alimentazione da parte
dell’ADF.

Mancato fine trasferimento del segnale video in uscita all’avvio

Il trasferimento del segnale ƒ Scheda controller difettosa


800 B video all’engine è iniziato,
ma l’engine non ha inviato un
comando di fine trasmissione
segnale video entro il tempo
previsto.

Mancato fine trasferimento del segnale video in ingresso all’avvio

Lo scanner ha richiesto la ƒ Scheda controller difettosa


804 B trasmissione del segnale
video, ma lo scanner non ha
inviato un comando di fine
trasmissione segnale video
entro il tempo previsto.

Errore di watchdog

818 B La CPU non accede al ƒ Scheda controller difettosa


registro di watchdog entro il ƒ Anomalia software – Rieseguire il
tempo previsto. download del firmware del
controller

Errore di mancata corrispondenza kernel


819 B
“Baco” software ƒ Rieseguire il download del
firmware del controller

Errore di auto-diagnostica: CPU


820 B La CPU ha restituito un ƒ Scheda controller difettosa
errore durante il test di ƒ Rieseguire il download del
autodiagnostica. firmware del controller

127
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

Errore di auto-diagnostica: ASIC

L’ASIC ha restituito un errore ƒ Scheda controller difettosa


durante il test di auto-
821 B diagnostica: gli interrupt di
temporizzazione ASIC e
CPU sono stati confrontati e
risultano al di fuori dei valori
previsti.

Errore di auto-diagnostica: Interfaccia di rete


823 C La scheda di rete ha ƒ Scheda di rete difettosa
restituito un errore durante il ƒ Scheda controller difettosa
test di auto-diagnostica.

Errore di auto-diagnostica: NVRAM

824 B La memoria RAM residente e ƒ Sostituire la NVRAM sulla


non-volatile ha restituito un scheda controller
errore durante il test di auto- ƒ Sostituire la scheda controller
diagnostica.

Errore di auto-diagnostica: NVRAM/ NVRAM Opzionale

826 B La NVRAM o la NVRAM ƒ Sostituire la NVRAM sulla


opzionale ha restituito un scheda controller
errore durante il test di auto-
diagnostica.

Errore di auto-diagnostica: RAM

827 B La RAM residente ha ƒ Rieseguire il download del


restituito un errore di verifica firmware del controller
durante il test di auto-
diagnostica.

Errore di auto-diagnostica: ROM

828 B La memoria a sola lettura ƒ Scheda controller difettosa


(ROM) residente ha restituito ƒ Rieseguire il download del
un errore durante il test di firmware del controller
auto-diagnostica.

Errore di auto-diagnostica: RAM Opzionale


829 C La RAM opzionale ha ƒ Sostituire la scheda di memoria
restituito un errore durante il opzionale
test di auto-diagnostica. ƒ Scheda controller difettosa

Errore di auto-diagnostica: Generatore di Clock


838 B
Si è verificato un errore di ƒ Sostituire la scheda controller
verifica durante la lettura,

128
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

attraverso il bus I2C, dei dati


di impostazione dal
generatore di clock

Interfaccia di rete anomala


850 C
Errore nell’interfaccia di rete. ƒ Scheda di rete (NIB) difettosa
ƒ Scheda controller difettosa

Errore nell’interfaccia USB


857 C
E’ stato rilevato un errore ƒ Controller difettoso
sull’interfaccia USB.

Errore nel totalizzatore elettrico


900 B
Il totalizzatore elettrico non ƒ NVRAM sulla scheda controller
funziona correttamente. GW difettosa

Errore nel totalizzatore meccanico

901 B Il totalizzatore meccanico ƒ Totalizzatore meccanico difettoso


non funziona correttamente. ƒ Scheda BICU difettosa
ƒ Totalizzatore meccanico
scollegato

Errore nel totalizzatore engine


903 B
Il “checksum” del ƒ NVRAM sulla scheda BICU
totalizzatore risulta errato. difettosa

Errore stampante

920 C Si è verificato un errore ƒ Programma applicativo della


fatale nel programma stampante difettoso
applicativo della stampante ƒ Errata configurazione hardware
(inclusa memoria insufficiente)

Errore relativo ai font (caratteri) per la stampante


921 C
Non sono stati trovati i file ƒ File dei font non installati
dei font necessari.

Errore di memoria

La macchina ha rilevato una ƒ Memoria difettosa


discrepanza nei dati ƒ Scheda BICU difettosa
928 B scritti/letti durante il test di ƒ Collegamento difettoso tra la
scrittura/lettura (eseguito scheda BICU e la memoria
all’accensione/spegnimento
e al rientro dalla modalità
“assorbimento ridotto” o
“Spegnimento Notturno”).

954 B Errore nel programma applicativo della stampante

129
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

Lo stato della stampante non ƒ Programma applicativo difettoso


passa a “Pronto” (ready)
quando è richiesto il
programma applicativo della
stampante per l’elaborazione
dell’immagine.

Errore di trasferimento immagine


955 B Il controller non è in grado di ƒ Programma applicativo difettoso
trasferire le immagini quando
richiesto dall’engine.

Errore di stato (alloggiamento gruppo ottico laser)

964 B L’alloggiamento del gruppo ƒ Software difettoso


ottico non passa allo stato di
“Pronto” (ready) entro 17
secondi dalla richiesta.

Errore NVRAM

La macchina rileva una ƒ NVRAM difettosa


981 B discrepanza nei dati di ƒ Collegamento difettoso tra BICU
scrittura/lettura NVRAM e NVRAM
quando tenta di salvare i dati ƒ NVRAM non collegata
reali nella NVRAM (cioè ƒ BICU difettosa
durante l’uso vero e proprio).

Errore di localizzazione

Le impostazioni relative alla ƒ Primo avvio della macchina dopo


982 B localizzazione presenti nella la sostituzione dell’NVRAM
ROM non volatile e nella ƒ Impostazioni di localizzazione
RAM sono differenti errate
(SP5807). ƒ NVRAM difettosa

Errore di trasferimento immagini di stampa

984 B Le immagini di stampa non ƒ Controller difettoso


vengono trasferite. ƒ Scheda BICU difettosa
ƒ Collegamento difettoso tra
controller e BICU

Errore di prestazione software

Il software ha tentato di ƒ Software difettoso


eseguire un’operazione ƒ Parametro interno errato
990 B inaspettata. ƒ Memoria di lavoro insufficiente
ƒ Quando si verifica questa SC, il
nome file, l’indirizzo ed i dati
verranno memorizzati nella
NVRAM. Queste informazioni
possono essere controllate

130
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

usando SP7-403. Annotare i


suddetti dati e le condizioni in cui
si è verificata questa SC quindi
comunicarle al centro di
assistenza.

Errore di continuità software

Il software ha tentato di ƒ Non è richiesto alcun intervento.


991 D eseguire un’operazione Questo codice SC non viene
inaspettata. Tuttavia, a visualizzato sul pannello, ma
differenza del codice SC990, sono registrato nello storico
l’oggetto dell’errore è la dedicato.
continuità del software.

Errore software inaspettato

992 B Il software ha registrato ƒ Software difettoso


un’operazione inaspettata, ƒ Si è verificato un errore non
non definita da alcun codice rilevabile da alcun altro codice
SC. SC

Errore di selezione funzione applicativa

ƒ Eseguire il download del


L’applicazione selezionata
997 B firmware per l’applicazione
premendo un tasto del
interessata
pannello di comando non si
ƒ Un’opzione richiesta
avvia o termina in modo
dall’applicazione (RAM, DIMM,
anormale.
scheda) non è installata

Errore di avvio applicazione

ƒ Eseguire il download del


Dopo l’accensione,
998 B firmware del controller
l’applicazione non si avvia
ƒ Sostituire la scheda controller
entro 60 sec. (tutte le
ƒ Un’opzione richiesta
applicazioni non si avviano o
dall’applicazione (RAM, DIMM,
terminano normalmente).
scheda) non è installata

Errore di download programma

ƒ Scheda non correttamente


installata
ƒ Scheda BICU difettosa
ƒ Scheda controller difettosa
999 B Il download (programma, dati ƒ Scheda IC difettosa
di stampa, dati relativi alla ƒ NVRAM difettosa
lingua) dalla scheda IC non ƒ Caduta di tensione durante il
viene eseguito normalmente. download
Note Importanti sulla SC999
ƒ Essendo destinata
principalmente alla modalità
download, la chiamata

131
Ricerca Guasti 2006-01-017

N° Definizione Sintomo Possibile Causa

assistenza SC999 non viene


memorizzata nel registro storico
ƒ In caso di cadute di tensione o se
per qualche altra ragione il
download non viene terminato
normalmente, potrebbero
danneggiarsi la scheda controller
o la scheda di destinazione del
download, impedendo pertanto
successivi download. In questo
caso, è necessario sostituire la
scheda danneggiata.

132
Ricerca Guasti 2006-01-017

Anomalie dei Componenti Elettrici


Sensori

Componente CN Condizione Sintomo

Registrazione 111-2 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


(BICU) ogni qualvolta si esegue una copia (la carta non
raggiunge il sensore).

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

Rinvio 111-5 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


(BICU) ogni qualvolta viene eseguita una copia, eccetto
i casi in cui la carta viene alimentata dal 1°
cassetto e dal ripiano di by-pass.

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

Fine Carta 114-2 Aperto Si accende l’indicatore di Fine Carta quando


Superiore (BICU) viene selezionato il 1° cassetto carta, anche se
il cassetto contiene dei fogli.

Cortocirc. L’indicatore di Fine Carta non si accende


quando viene selezionato il 1° cassetto carta,
anche se il cassetto è vuoto. Comparirà il
messaggio di Inceppamento Carta non appena
si tenterà di eseguire una copia dal 1° cassetto.

Trasporto 110-2 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


Verticale (BICU) ogni qualvolta si esegue una copia da un
gruppo cassetti carta opzionale.

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

Fine Carta 113-6 Aperto Si accende l’indicatore di Fine Carta quando


Inferiore (BICU) viene selezionato il 2° cassetto carta, anche se
il cas-setto contiene dei fogli. (Solo modelli
B276/B277/B268/B269).

Cortocirc. L’indicatore di Fine Carta non si accende


quando viene selezionato il 2° cassetto carta,
anche se il cassetto è vuoto. Comparirà il
messaggio di Inceppamento Carta non appena
si tenterà di eseguire una copia dal 2° cassetto.
(Solo modelli B276/B277/B268/B269).

Fine Carta 136-7 Aperto Si accende l’indicatore di Fine Carta quando


By-pass (BICU) viene selezionato il ripiano di by-pass, anche se
il ripiano contiene dei fogli.

Cortocirc. L’indicatore di Fine Carta non si accende


quando viene selezionato il ripiano di by-pass,

133
Ricerca Guasti 2006-01-017

anche se il ripiano è vuoto. Comparirà il


messaggio di Inceppamento Carta non appena
si tenterà di eseguire una copia dal ripiano di
by-pass.

Uscita 124-2 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


(BICU) ogni qualvolta si esegue una copia (la carta non
raggiunge il sensore)

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

Densità Toner 125-3 Aperto Viene visualizzato il codice SC390.


(BICU)
Cortocirc.

Densità 123-2 Aperto Il processo di controllo della densità toner è


Immagine (BICU) cambiato. (Vedere nota al termine della tabella)
Cortocirc.

Posizione di 102-2 Aperto Viene visualizzato il codice SC120.


Partenza (BICU)
Scanner Cortocirc.

Coprioriginale 102-5 Aperto Le funzioni APS e Riduzione/Ingrandimento


(BICU) Automatico non operano correttamente.

Cortocirc. Premendo il pulsante Start con coprioriginale o


A(R)DF chiusi, viene visualizzato il messaggio
“Impossibile rilevare il formato dell’originale”.

Larghezza 103-3,4 Aperto La CPU non può rilevare il corretto formato


Originale (BICU) dell’originale. Le funzioni APS e Riduzione /
Cortocirc. Ingrandimento Automatico non operano
correttamente.

Lunghezza 103-8,9 Aperto La CPU non può rilevare il corretto formato


Originale (BICU) dell’originale. Le funzioni APS e Riduzione /
Cortocirc. Ingrandimento Automatico non operano
correttamente.

Ingresso 222-2 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


fronte-retro (DCB) ogni qualvolta si esegue una copia in fronte-
retro (la carta non raggiunge il sensore).

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

Uscita 222-5 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


fronte-retro (DCB) ogni qualvolta si esegue una copia in fronte-
retro (la carta non raggiunge il sensore).

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

Inversione 220-6 Aperto Compare il messaggio di Inceppamento Carta


fronte-retro (DCB) ogni qualvolta si esegue una copia in fronte-

134
Ricerca Guasti 2006-01-017

retro (la carta non raggiunge il sensore).

Cortocirc. Compare il messaggio di Inceppamento Carta


anche se non vi sono fogli di carta sul sensore.

ƒ Quando la CPU rileva un errore nel sensore ID durante l’inizializzazione del


developer (SP 2214), attiva una segnalazione SC392. Tuttavia, la segnalazione
SC392 non viene visualizzata sul display LCD, ma semplicemente memorizzata
nel registro SC (Stampa SMC), a meno che il tecnico non esca dalla modalità SP
non appena compare il messaggio di errore.

Interruttori

Componente CN Condiz. Sintomo

Formato Carta 115 Aperto La CPU non può rilevare il corretto formato
Superiore 1,2,4 carta, e si potrebbero verificare degli
(BICU) Cortocirc. inceppamenti quando si esegue una copia dal
1° cassetto carta.

Sportello Trasporto 110-5 Aperto L’indicatore Sportello Aperto è acceso anche


Verticale (BICU) se lo sportello di trasporto verticale è chiuso.

Cortocirc. L’indicatore Sportello Aperto non è acceso


anche se lo sportello di trasporto verticale è
aperto.

Formato Carta 113- Aperto La CPU non può rilevare il corretto formato
Inferiore 1,2,4 carta, e si potrebbero verificare degli
(BICU) Cortocirc. inceppamenti quando si esegue una copia dal
2° cassetto carta.

Formato Carta su 136- Aperto La CPU rileva in modo errato o non è in grado
Ripiano By-pass 1,2,4,5 di rilevare il formato carta inserito nel ripiano
(IOB) di by-pass, determinando possibili
inceppamenti in caso di alimentazione da by-
pass.

Sportello Destro 124-5 Aperto L’indicatore Sportello Aperto è acceso anche


(BICU) se lo sportello destro è chiuso.

Cortocirc. L’indicatore Sportello Aperto non è acceso


anche se lo sportello destro è aperto..

Sportello 130-1 Aperto L’indicatore Sportello Aperto è acceso anche


Anteriore/Destro (BICU) se gli sportelli sono chiusi.

Cortocirc. L’indicatore Sportello Aperto non è acceso


anche se gli sportelli sono aperti.

Principale 281-3,4 Aperto La macchina non si accende.


(PSU)
Cortocirc. La macchina non si spegne.

135
Ricerca Guasti 2006-01-017

Condizioni di Intervento Fusibili


Tutti i fusibili indicati nella tabella seguente, si trovano sulla scheda di alimentazione.

Potenza nominale
Fusibili
120 V 220 – 240 V

FU1 15A/125V 8A/250V

FU2 5A/125V 2.5A/250V

FU3 1A/250V 1A/250V

FU4 4A/250V 4A/250V

FU5 4A/250V 4A/250V

FU6 4A/250V 4A/250V

FU7 4A/250V 4A/250V

Led di Segnalazione
BICU

Numero Funzione

LED 1 Controlla la linea +5 V per la CPU e i circuiti circostanti.


Normalmente, questo LED lampeggia.

136
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Tabelle di Manutenzione
Modalità di Programmazione per la Manutenzione

ƒ Non permettere all’utente di accedere alla modalità di programmazione per la


manutenzione (SP). Solo al personale del servizio di assistenza e a nessun altro è
consentito accedere alla modalità SP. La qualità o il corretto funzionamento della
macchina NON sono garantiti in caso di accesso alla modalità SP da parte di
persone non appartenenti al Servizio Assistenza Tecnica.

Uso della Modalità SP

Sono disponibili le seguenti due modalità:


ƒ Modalità SP (Modalità di Programmazione per la Manutenzione): La modalità SP
comprende i vari programmi richiesti per gli interventi di manutenzione ordinaria.
ƒ Modalità SSP (Modalità SP Speciale): La modalità SSP include i programmi della
Modalità SP più alcuni programmi speciali. Per utilizzare questi programmi speciali
sono richieste conoscenze specifiche supplementari. Per maggiori dettagli , consultarsi
con il proprio supervisore.

Avvio della Modalità SP


1. Digitare la sequenza di tasti: [Clear Modes] > [1] > [0] > [7]
2. Premere e mantenere premuto il tasto [Clear/Stop] finché non viene visualizzato il
menu della modalità SP (attendere circa 3 secondi).
Avvio della Modalità SSP
Per la macchina base (macchina priva di box controller opzionale), eseguire i passi da 1 a
4 sotto indicati. Per macchine MFP (equipaggiate con il box controller opzionale) eseguire i
passi da 1 a 5.
1. Digitare la sequenza di tasti: [Clear Modes] > [1] > [0] > [7]
2. Premere e mantenere premuto il tasto finché non viene visualizzato il menu della
modalità SP (attendere circa 3 secondi).

137
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

3. Premere e mantenere premuto il tasto [Enter].


4. Tenendo premuto il tasto [Enter], premere il tasto [1] (sulla tastierina numerica).
5. Tenendo premuto il tasto [Enter], premere il tasto "OK".
Selezione dei Programmi
ƒ Quando compare un trattino di sottolineatura (underscore) lampeggiante (o diversi
trattini di sottolineatura lampeggianti) è possibile digitare il numero di identificazione
programma servendosi della tastierina numerica [D].
ƒ Quando nell’angolo superiore destro viene visualizzato il simbolo " /OK" [A], è
possibile scorrere il menu programmi agendo sul tasto freccia sinistra [B] o destra [C].
Per selezionare un programma, premere il tasto "OK" [F].
Inserimento Valori
1. Dopo aver selezionato il programma desiderato, premere il tasto "OK". un trattino di
sottolineatura (underscore) lampeggiante (o diversi trattini di sottolineatura
lampeggianti) indicano il valore che è possibile modificare. Il valore riportato tra
parentesi indica l’impostazione di default.
2. Digitare il valore desiderato usando la tastierina numerica. Per commutare da valori
positivi (più) a valori negativi (meno) e viceversa, premere il tasto [./*] (punto/asterisco).
3. Per confermare il valore inserito premere il tasto "OK". Per annullare la modifica,
premere il tasto Cancel (Annulla) [E].
Attivazione della Modalità Copiatura
Mentre si sta operando in modalità SP, è possibile attivare la modalità copiatura. Questo
permette alla copiatrice di stampare immagini o modelli utilizzabili come ausilio durante gli
interventi di regolazione mediante i programmi della modalità SP.
1. Premere il tasto . Questa azione attiva la modalità copiatura.
2. Specificare le impostazioni relative alla copia e premere il tasto "OK".
3. Per ritornare alla modalità SP, premere il tasto .

ƒ Non si può uscire dalla modalità SP quando è attiva la modalità copiatura.


Uscita dai Programmi/Modalità (S)SP
Premere il tasto o il tasto Cancel (Annulla) per uscire dal programma. Premere diverse
volte uno dei suddetti tasti per uscire dalla modalità SP.

138
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Tabelle della Modalità SP


All’interno della tabelle sono utilizzati i seguenti simboli:
ƒ Asterisco (*): Le impostazioni corrispondenti sono memorizzate nella NVRAM. La
maggior parte di tali impostazioni viene riportata al valore di default quando si esegue il
comando SP 5801 2.
ƒ DFU: L’utilizzo del menu corrispondente è riservato al personale di fabbrica. Le relative
impostazioni non devono essere modificate.
ƒ Parentesi ([ ]): I valori racchiusi tra parentesi indicano il campo di impostazione, il
valore di default e l’incremento minimo (comprensivo di unità di misura) come qui
indicato: [Valore Minimo ∼ Valore Massimo / Valore di Default / Incremento].
ƒ SSP: Il programma è disponibile solo in modalità SSP. Consultare il proprio supervisore
prima di utilizzare tali programmi.

SP1-XXX (Feed) (Alimentazione)

Registrazione Bordo Anteriore


1001*
Permette la registrazione del bordo anteriore per l’alimentazione da ogni
cassetto carta.

1001 1 Tutti i cassetti


[–9.0 ~ 9.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.] (
1001 2 By-pass Regolazioni Copia: Stampa/Scansione)
1001 3 Fronte-retro

Registrazione da Lato a Lato

Permette la registrazione da lato a lato da ogni stazione di alimentazione carta,


usando il Modello Zona di Allineamento (SP 5902, Nr.10). Le regolazioni
1002* possono essere effettuate per tutti i 4 possibili cassetti carta (inclusi i cassetti
opzionali).
L’impostazione SP 1002 1 vale per tutti i cassetti, non solo per il 1° cassetto. Le im-
postazioni per i cassetti da 2 a 4 fanno riferimento al valore impostato in SP 1002 1
Per le copie in fronte-retro, il valore per il lato fronte è determinato da SP 1002 1
a 4, mentre il valore per il lato retro è determinato da SP 1002 6.

1002 1 1° cassetto

1002 2 2° cassetto

1002 3 3° cassetto [–9.0 ~ 9.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]


( Regolazioni Copia: Stampa/Scansione)
1002 4 4° cassetto

1002 5 By-pass

1002 6 Fronte-retro

139
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Temporizzazione Alimentazione Carta


1003* Regola la quantità di rigonfiamento prodotta sul foglio dalla frizione di
alimentazione carta dopo l’attivazione del sensore di registrazione. Aumentando
il valore si produce un rigonfiamento maggiore

1003 1 1° cassetto [0 ~ 10 / 5 / 1 mm/increm.]

1003 2 2° cassetto (solo B276/B277) [0 ~ 10 / 5 / 1 mm/increm.]

1003 3 Cassetto opzionale [0 ~ 10 / 5 / 1 mm/increm.]

1003 4 Alimentazione da By-pass [0 ~ 10 / 6 / 1 mm/increm.]

1003 5 Fronte-retro [0 ~ 20 / 6 / 1 mm/increm.]

1007 Visualizza Formato Carta By-pass

Visualizza Formato Carta By-pass Visualizza l'uscita del sensore di larghezza


1007 1
carta sul by-pass

Fusione a Vuoto

Questo programma permette di stabilire il funzionamento del Meccanismo di


1103* Rilascio dell’Azionamento del Gruppo Fusore. Selezionando "1," si disabilita la
funzione di “innesto/rilascio del moto” e il moto viene sempre trasmesso al
gruppo fusore. Di conseguenza, la macchina impiega più tempo per riscaldare il
gruppo fusore. Usare il comando SP 1103 1 quando la qualità della fusione è
scadente anche se la temperatura ambiente non è molto bassa.

1103 1 Fusione a Vuoto [0 = No / 1 = Sì]

Regolazione Temperatura di Fusione


1105*
Permette di regolare la temperatura di fusione da raggiungere. "Centrale" indica
la parte centrale del rullo, "Laterale" indica i terminali anteriore e posteriore.

1105 1 In Riscaldamento-Centrale
[140 ~ 180 / 160 / 1°C/increm.]
1105 2 In Riscaldamento-Laterale

1105 3 In Attesa-Centrale [140 ~ 170 / 155 / 1°C/increm.]

1105 4 In Attesa-Laterale [140 ~ 165 / 150 / 1°C/increm.]

1105 5 In Copiatura-Centrale
[140 ~ 185 / 160 / 1°C/increm.]
1105 6 In Copiatura-Laterale

1105 7 Livello Basso 2-Centrale


[0 ~ 80 / 60 / 1°C/increm.]
1105 8 Livello Basso 2-Laterale

140
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

1105 9 Per Carta Spessa-Centrale


[140 ~ 185 / 175 / 1°C/increm.]
1105 10 Per Carta Spessa-Laterale

In Riscaldamento Ridotto-
1105 11
Centrale
[140 ~ 180 / 170 / 1°C/increm.]
In Riscaldamento Ridotto-
1105 12
Laterale

1106 Visualizza Temperatura di Fusione

1106 1 Visualizza Temperatura di Fusione (centrale)

1106 2 Visualizza Temperatura di Fusione (laterale)

Avvio Fusione Graduale (Soft Start)

Definisce il n° di cicli incrociati zero in fase di alimentazione CA della lampada di


1107* fusione necessari per portare al 100% la potenza fornita alla lampada durante il
riscaldamento richiesto per raggiungere la temperatura di attesa o durante la
fase di copia. Impostare un valore più alto in caso di sbalzi di tensione (
Controllo Temperatura di Fusione).

1107 1 Avvio Riscaldamento Graduale [0 = 10 cicli / 1 = 20 cicli / 2 = 50 cicli]

1107 2 Altro “Soft Start” [0 = 5 cicli / 1 = 10 cicli / 2 = 20 cicli]

1108* Impostazione Inizio Fusione [0 = 1s / 1 = 1.5s / 2 = 2s]

Permette di definire l’intervallo tra i cicli di controllo della temperatura di fusione


1108 1
( Controllo Temperatura di Fusione).

1109 Controllo Striscia di Contatto

1109 1 Controlla la striscia di contatto fusione ( Regolazione Larghezza della


Striscia di Contatto).

1110* Temporizzatore Controllo Ventola

[30 ~ 60 / 30 / 1 s/increm.]
Permette di specificare l’intervallo di controllo della ventola. La ventola opera
1110 1 alla velocità normale per il tempo indicato dopo il verificarsi di una condizione di
chiamata assistenza SC o dopo il passaggio alla modalità “Riscaldamento”,
“Assorbimento Ridotto” o “Spegnimento Notturno”.

Impostazione codice SC per


1159* 0=No 1=Sì
Inceppamento nel Gruppo Fusore

141
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Questa modalità SP rileva la condizione SC559. Impostare “Sì” quando la


1159 1
macchina presenta continui problemi di inceppamento carta.

1902 Visualizzazione Frequenza CA.

Visualizza la frequenza di controllo dell’alimentazione della lampada di fusione


1902 1 (rilevata dal generatore del segnale incrociato zero). Il valore visualizzato è pari
a 1/5 della frequenza attuale: 10 = 50 Hz, 12 = 60 Hz.

Spinta Aggiuntiva sulla Frizione di Alimentazione

Regola la quantità di spinta aggiuntiva applicata al foglio dalla frizione di alimentazione


1903* dopo una correzione del disallineamento in fase di registrazione. Questa funzione
aiuta il rullo di registrazione ad alimentare determinati tipi di carta (ad esempio Carta
Spessa). Incrementare questo valore nel caso in cui si verifichino frequenti
inceppamenti della carta spessa dopo l’alimentazione dal rullo di registrazione.

1903 1 Ripiano di By-pass [A]: [0 ~ 10 / 6 / 1 mm/increm.]


1903 2 2°, 3°, 4° cassetto [B]: [0 ~ 10 / 3 / 1 mm/increm.]

Regolazione Cassetto Carta Opzionale


1908*
Regola il tempo di inversione per i motori di sollevamento carta superiore e inferiore.

1908 1 1° cassetto opzionale


[–2 ~ +2 / 0 / 1/increm.]
1908 2 2° cassetto opzionale

1911* Alimentazione Buste da By-pass

[0 = Disabilitata / 1= Abilitata]
Il programma dedicato alla stampa buste viene eseguito quando si abilita la
funzione tramite questo programma (SP 1911 1) e si seleziona "Carta Spessa"
1911 1
come tipo di carta per il ripiano di by-pass (System Settings (Configurazione
Sistema) > Tray Paper Settings (Impostazioni Cassetti Carta) > Paper Type:
Bypass Tray (Tipo di Carta: Ripiano di Bypass)).

SP2-XXX (Drum) (Tamburo)

2001* Regolazione Polarizzazione Rullo di Carica

Stampa [–2100 ~ –1500 / –1700 / 1 V/increm.]

2001 1 Regola la tensione applicata al rullo di carica durante la stampa. La tensione


effettivamente applicata cambia automaticamente quando viene eseguita una
correzione della tensione applicata al rullo di carica. Il valore impostato diventa il
valore in base al quale verrà effettuata la correzione.

142
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Modello di rilevamento ID [0 ~ 400 / 300 / 1 V/increm.]

2001 2 Regola la tensione applicata al rullo di carica durante la generazione del modello
di rilevamento ID Vspd (nell’ambito della correzione apportata alla tensione del
rullo di carica). La tensione effettivamente applicata al rullo di carica si ottiene
aggiungendo questo valore al valore definito da SP 2001 1.

2101* Regolazione Margine di Cancellazione

[0.0 ~ 9.0 / 2.0 / 0.1 mm/increm.] ( Regolazioni


Bordo Anteriore Copia: Stampa/Scansione)
2101 1 Valore nominale: 2 ± 1,5 mm

Regola il margine di cancellazione del bordo anteriore.

[0.0 ~ 9.0 / 3.0 / 0.1 mm/increm.] ( Regolazioni


Bordo Posteriore Copia: Stampa/Scansione)
2101 2 Valore nominale: 2 +2,5/–1,5 mm

Regola il margine di cancellazione del bordo posteriore. Il bordo posteriore


effettivo equivale a questo valore più 1,2 mm.

[0.0 ~ 9.0 / 2.0 / 0.1 mm/increm.] ( Regolazioni


Bordo Sinistro Copia: Stampa/Scansione)
2101 3 Valore nominale: 2 ± 1,5 mm

Regola il margine di cancellazione del bordo sinistro. Il bordo sinistro effettivo


equivale a questo valore più 0,3 mm.

[0.0 ~ 9.0 / 2.0 / 0.1 mm/increm.] ( Regolazioni


Bordo Destro Copia: Stampa/Scansione)
2101 4 Valore nominale: 2 +2,5/–1,5 mm

Regola il margine di cancellazione del bordo destro. Il bordo destro effettivo


equivale a questo valore più 0,3 mm.

2201* Regolazione Polarizzazione di Sviluppo

Stampa [–1500 ~ –200 / –650 / 1 V/increm.]


2201 1 Regola la tensione applicata al rullo di sviluppo in fase di stampa. Valore
regolabile come soluzione temporanea in caso di copie sbiadite causate da
tamburo esaurito.

[–2 = LL (220 V) / -1 = L (260 V) / 0 = N (300 V) / 1


Modello di rilevamento ID
= H (340 V) / 2 = HH (380 V)]

2201 2 Regola la tensione applicata al rullo di sviluppo in fase di generazione del


modello di rilevamento ID. La tensione effettivamente applicata corrisponde al
valore definito da questo parametro più il valore definito in SP2-201-1. Questa
impostazione modifica la densità del modello di rilevamento ID, che a sua volta
modifica l’alimentazione del toner.

143
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

2213* Copie dopo Rilevamento Prossimo Esaurimento Toner

[0 = 50 pagine / 1 = 20 pagine]
Imposta il numero di copie/stampe/fax eseguibili dopo il rilevamento della
2213 1
condizione di prossimo esaurimento toner. Ridurre il numero di pagine se
l’utente fa normalmente uso di immagini con elevato rapporto di copertura.

2214 Inizializzazione Developer

Inizializza sia la tensione nominale di alimentazione toner del sensore TD che il


2214 1 guadagno. Eseguire questa inizializzazione dopo la sostituzione del developer o
del sensore TD.

2220 Visualizzazione Valore di Uscita del Sensore TD

Visualizza:
1) Vt: il valore attuale di uscita del sensore TD e
2) Vref: il valore previsto di uscita del sensore TD Vts (SP 2926) + la
2220 1
correzione per l’uscita del sensore TD.
Il valore di uscita del sensore TD cambia ad ogni copia. Se 1 > 2, viene
alimentato del toner nel gruppo di sviluppo.

2221 Analisi degli Errori Sensore ID

2221 1 Vsg Visualizza il valore di Vsg

2221 2 Vsp Visualizza il valore di Vsp.

2221 3 PWM Visualizza il valore di PWM.

2221 4 Vsdp Visualizza il valore di Vsdp.

2221 5 Vt Visualizza il valore di Vt.

2221 6 Vts Visualizza il valore di Vts.

2301* Regolazione Corrente di Trasferimento

Carta normale [–2 = –4 mA / –1 = –2 mA / 0 = 0 mA / 1 = 2 mA / 2 = +4 mA]

Regola la corrente applicata al rullo di trasferimento durante l’alimentazione da


2301 1 un cassetto carta. Impostare un valore alto se l’utente utilizza un tipo di carta
relativamente spessa (comunque nell’ambito delle specifiche), con
alimentazione da cassetto carta ( Temporizzazione della Corrente di
Trasferimento Immagine).

[–2 = –4 mA / –1 = –2 mA / 0 = 0 mA / 1 = 2 mA / 2 =
Carta Spessa/Speciale
+4 mA]
2301 2
Regola la corrente applicata al rullo di trasferimento durante l’alimentazione dal
by-pass. Impostare un valore alto (a) se l’utente utilizza un tipo di carta
relativamente spessa con alimentazione da by-pass, oppure (b) se il toner usato

144
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

viene riattratto dal tamburo (situazione riscontrabile quando si usano fogli


trasparenti) ( Temporizzazione della Corrente di Trasferimento Immagine)

Fronte-retro [–2 = –4 mA / –1 = –2 mA / 0 = 0 mA / 1 = 2 mA / 2 = +4 mA]

2301 3 Regola la corrente applicata al rullo di trasferimento quando si esegue un lavoro


in fronte-retro. Usare questa modalità SP quando la qualità di trasferimento
immagine sul lato posteriore delle copie in fronte-retro è scadente
( Temporizzazione della Corrente di Trasferimento Immagine).

Pulizia [–10 ~ 0 / –1 / 1 mA/increm.]

2301 4 Regola la corrente applicata al rullo di trasferimento durante la pulizia rullo.


Aumentare la corrente se, dopo la pulizia, rimane del toner sul tamburo (i residui
di toner possono causare una condizione di sfondo sporco sul retro del foglio)
( Temporizzazione della Corrente di Trasferimento Immagine)

2802 Agitazione Forzata Developer

Inizializza il developer e controlla l’uscita del sensore TD (Vt). La macchina


mescola il developer per 2 minuti mentre legge e visualizza il valore Vt. La
macchina non inizializza l’uscita del sensore TD. Se la macchina è rimasta
2802 1 inutilizzata per un lungo periodo di tempo, le stampe possono presentare uno
sfondo sporco. In questo caso, utilizzare questa modalità SP per mescolare il
developer. Quando il processo termina normalmente, viene visualizzato il
messaggio "Completed" (Terminato).

2906* Correzione Residua

Valore di spostamento [0.0 ~ 1.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]

Sposta la posizione di scrittura dell’immagine secondo gli intervalli specificati da SP


2906 1 2906 2. Quando si eseguono molte copie di un originale che contiene delle righe
verticali (ad es. una tabella), la carta potrebbe non separarsi correttamente. Questo
potrebbe causare la comparsa di immagini residue (prolungamento delle linee
verticali oltre il fondo della tabella). Questa modalità SP può essere usata per evitare
questo effetto.

Intervallo [1 ~ 10 / 1 / 1 page/increm.]
2906 2
Cambia l’intervallo per lo spostamento dell’immagine specificato da SP 2906 1.

2908 Alimentazione Forzata Toner

Esegue un’alimentazione forzata di toner dal flacone al gruppo di alimentazione.


Premere “1” per iniziare. La macchina continua ad alimentare toner finché la
2908 1
concentrazione di toner nel developer non raggiunge il livello standard, oppure
per 2 minuti (a seconda di quale dei due eventi si verifica per primo).

2915* Periodo di Rotazione a Vuoto del Motore dello Specchio Poligonale

2915 1 [0 = Nessuno / 1 = 15 s / 2 = 25 s]

145
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Definisce il periodo di rotazione a vuoto del motore dello specchio poligonale.


Per diminuire il tempo di esecuzione della 1ª copia, il motore dello specchio
poligonale inizia una rotazione a vuoto se l’utente imposta un originale, preme
un tasto o solleva il coprioriginale/alimentatore (DF). Con l’impostazione di
default (15 s), il motore si arresta se non si esegue alcuna operazione per 15 s.
Se impostato a “0”, il motore dello specchio poligonale non si disattiva durante il
modo attesa (tuttavia, quando la macchina entra in modo risparmio energetico, il
motore si arresta, indipendentemente dall’impostazione di questo timer).

2921* Modalità Alimentazione Toner

[0 = Sensore 1 / 1 = Sensore 2 (DFU) / 2 = Fisso 1 (DFU) / 3 = Fisso 2]


Seleziona la modalità di alimentazione toner. In condizioni normali, dovrebbe
2921 1 essere impostato a “0”. Si può cambiare temporaneamente questo valore a “3”
in caso di sensore TD difettoso. Non impostare i valori “1” o “2”, in quanto
riservati ai progettisti ( Controllo della Densità Toner).

2922* Tempo di Alimentazione Toner

[0.1 ~ 5.0 / 0.4 / 0.1 s/increm.]


Regola la temporizzazione di Attivazione del motore di alimentazione toner per la
modalità di Alimentazione toner “Sensore 1” e “2”. Questa impostazione ha effetto
2922 1 solo se SP2-921 è impostata a “0” o “1”. Aumentando questo valore aumenta il
tempo di attivazione del motore di alimentazione toner. Impostare un valore alto se
l’utente tende a effettuare molte copie con percentuale elevata di immagini nere
piene ( Controllo della Densità Toner).

2923* Tempo di Ripristino Toner

[3 ~ 60 / 30 / 1 s/increm.]
Regola la temporizzazione di Attivazione del motore di alimentazione toner
utilizzata durante la fase di ripristino toner da una condizione di Prossimo
2923 1 Esaurimento Toner o Fine Toner. Questa impostazione ha effetto solo se SP2-
921 è impostata a “0”. Dal momento che il ripristino toner viene eseguito in cicli
di 3 secondi, il valore dovrebbe essere un multiplo di 3 (3, 6, 9...) ( Controllo
della Densità Toner)

2925* Quantità di Alimentazione Toner

Regola la temporizzazione di alimentazione toner per la modalità di


alimentazione fissa. Questa impostazione ha effetto solo se SP 2921 è
impostata a “2” o “3”. [0 ~ 7 / 0] t = 200ms, e le impostazioni sono le seguenti
0 = t , 1 = 2t, 2 = 4t, 3 = 8t, 4 = 12t, 5 = 16t,
2925 1 6 = continuamente attivo, 7 = 0 s
Aumentando questo valore aumenta il tempo di attivazione del motore di
alimentazione toner. Impostare un valore alto se l’utente tende ad effettuare
molte copie con percentuale elevata di immagini nere piene ( Controllo della
Densità Toner).

146
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

2926* Vt Standard

[0.00 ~ 5.00 / 2.50 / 0.01 V/increm.] DFU


Regola il valore Vts (valore Vt per il nuovo developer). L’uscita del sensore TD
2926 1 viene regolata a questo valore durante il processo di configurazione iniziale del
sensore TD. Questa impostazione ha effetto solo se SP2-921 è impostata a “0”,
“1”, o “2”.

2927* Controllo Sensore ID

[0 = No / 1 = Sì]
Permette di specificare se il sensore ID deve essere usato o meno per il
2927 1 controllo della densità toner. Questo valore dovrebbe normalmente essere
lasciato a “1”. Il valore “0”, potrebbe comportare la comparsa di sfondo sporco
dopo lunghi periodi di inattività.

2928 Cancellazione Fine Toner

Cancella la condizione di fine toner senza aggiungere nuovo toner. Verranno


cancellati:
ƒ Indicatore di fine toner (spegnimento)
ƒ Contatore di prossimo esaurimento toner
ƒ Livello di prossimo esaurimento toner
2928 1
Questa funzione non dovrebbe generalmente essere utilizzata. Se si cancella la
condizione di fine toner senza aggiungere nuovo toner, esiste il rischio che,
dopo molte copie eseguite in condizione di toner esaurito, il tamburo inizi ad
attrarre le particelle di trasporto. Queste particelle potrebbero danneggiare il
tamburo.

Limiti Vref
2929*
Regola il limite superiore o inferiore di Vref.

2929 1 Superiore [0.50 ~ 3.50 / 3.20 / 0.01V/increm.] DFU

2929 2 Inferiore [0.50 ~ 3.50 / 0.70 / 0.01V/increm.] DFU

2994* Temperatura di Rilev. Sensore ID [30 ~ 90 / 30 / 1 °C/increm.]

Durante la fase di rientro dalla modalità risparmio energetico o durante l’avvio


2994 1 della macchina, il controller ignora i segnali inviati dal sensore ID se la
temperatura di fusione si trova ad un livello pari al valore specificato o superiore.

2996* Pulizia del Rullo di Trasferimento

Permette di stabilire se deve essere pulito o meno il rullo di trasferimento prima


di ogni lavoro di copia. Impostare “1” in caso di sfondo sporco sul retro della
2996 1 prima pagina dei lavori di copia. Notare che questa impostazione aumenta il
tempo necessario per generare la prima copia. Se si imposta 0, il rullo di
trasferimento non viene mai pulito ( Pulizia del Rullo di Trasferimento).

147
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Tensione Standard sul Sensore di


2997* [0 / 2.5 / 5/ 0.01V/increm.] DFU
Densità Toner

2998* Ingrandimento Scansione Principale [–0.5 ~ +0.5 / 0.0 / 0.1%/increm.]

Regola l’ingrandimento nella direzione di scansione principale per tutte le


2998 1 modalità di stampa (copia, fax, stampa. Il valore nominale è 100 ± 1.0% (
Regolazioni Copia: Stampa/Scansione).

SP4-XXX (Scanner)

4008* Ingrandimento Scans. Sec. (Scanner) [-0.9 ~ +0.9 / 0.0 / 0.1%/increm.]

Regola l’ingrandimento nella direzione di scansione secondaria per la fase di


4008 1
scansione. Più alto è il valore, più bassa sarà la velocità del motore scanner.

4009* Ingrandimento Scans. Princ. (Scanner) [–0.9 ~ +0.9 / 0.0 / 0.1%/increm.]

Regola l’ingrandimento nella direzione di scansione principale.


Il valore nominale è100 ± 1.0%
4009 1 L’ingrandimento nella direzione di scansione principale è implementato con
incrementi di 0,5. Di conseguenza, il valore deve essere un multiplo di 0,5
(–1.0, –0.5, 0, +0.5, or +1.0)

4010* Registraz. Bordo Anteriore (Scanner) [–5.0 ~ +5.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]

Regola la registrazione del bordo anteriore per la scansione in modalità vetro di


esposizione ( Regolazioni Copia: Stampa/Scansione).
4010 1 (–):L’immagine si sposta nella direzione del bordo anteriore.
(+): L’immagine si sposta nella direzione del bordo posteriore
Il valore nominale è 2 ± 1.5 mm.

4011* Registraz. da Lato a Lato (Scanner) [–4.2 ~ +4.2 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]

Regola la registrazione da lato a lato per la scansione in modalità vetro di


esposizione ( Regolazioni Copia: Stampa/Scansione).
4011 1
Aumentando il valore si sposta verso destra l’immagine
Il valore nominale è 2 ± 1.5 mm.

Margine di Cancellazione per la Scansione


4012* Regola il margine per la scansione per ciascuno dei quattro bordi. In generale è
preferibile regolare il margine di scansione al minimo valore possibile, e
utilizzare il margine di stampa per regolare l’immagine.

4012 1 Bordo Anteriore [0 ~ 9.0 / 1.0 / 0.1 mm/increm.]

148
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

4012 2 Bordo Posteriore

4012 3 Bordo Sinistro

4012 4 Bordo Destro

4013 Corsa Libera Scanner

Comanda l’esecuzione di una corsa libera dello scanner all’attivazione della


4013 1
lampada di esposizione. Premere ON per avviare e OFF per interrompere.

4015* Scansione Piastra Bianca

Posizione di Partenza [–3.0 ~ +6.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]

Regola la posizione di partenza della scansione della piastra bianca per la


4015 1 funzione di ombreggiatura automatica. Il valore base memorizzato nella
macchina è 15.2 mm verso la piastra bianca, rispetto alla posizione di partenza
dello scanner. Questa impostazione SP specifica lo scostamento rispetto al
valore base.

Lunghezza della Scansione [–3.0 ~ +6.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]

Regola la lunghezza di scansione della piastra bianca, nella direzione di scansione


4015 2 principale. La scansione inizia alla posizione di partenza indicata sopra [in SP4-015-
1] e prosegue per la lunghezza qui specificata. Il valore base memorizzato in
macchina è 4.76 mm. Questa impostazione SP specifica lo scostamento rispetto al
valore base.

4301 Visualizzazione Dati APS

Visualizza lo stato dei sensori APS e del sensore coprioriginale/coperchio DF


4301 1
( Visualizzazione Uscita Sensore APS ADF (SP 6901)).

4303* Originale APS di Formato Ridotto [0 = No (non rilevato) / 1 = Sì (A5/HLT LEF)]

Definisce se la copiatrice assume che l’originale è in formato A5 LEF quando i


sensori APS non sono in grado di rilevare il formato usato. Se si seleziona “Si”, i
4303 1 formati carta che non possono essere rilevati dai sensori APS vengono
considerati A5 LEF. Se si seleziona “No”, verrà visualizzato il messaggio
“Impossibile rilevare il formato dell’originale.

4305* Priorità APS [0 = Normale / 1 = A4/LT / 2 = 8K/16K]

1. A4/LT
ƒ Modello Nord America: Quando l’ASP rileva il formato LT, il controller lo
interpreta come formato A4.
4305 1
ƒ Altri modelli: Quando ASP rileva il formato A4, il controller lo interpreta come
formato LT. 2. 8K/16K (solo il modello Cina)
ƒ Quando l’ASP rileva il formato A3/B4 SEF, il controller lo interpreta come 8K SEF.

149
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

ƒ Quando l’ASP rileva il formato B5/A4 SEF, il controller lo interpreta come 16K SEF.
ƒ Quando l’ASP rileva il formato B5/A4 LEF, il controller lo interpreta come 16K LEF.
Il modello Europa interpreta i formati degli originali non rilevati come A5 LEF
nelle seguenti condizioni:
1. SP 4303 1 è impostato su “Sì” e
2. SP 4305 1 è impostato su "Normale"
Il modello Europa interpreta i formati degli originali non rilevati come LT SEF
nelle seguenti condizioni:
1. SP 4303 1 è impostato su “Sì” e
2. SP 4305 1 è impostato su "A4/LT"

4428 Regolazione Automatica Scansione

Esegue una regolazione automatica dello scanner. Usare questo modo SP dopo
4428 1
la sostituzione della piastra bianca.

4901 Regolazione Livello di Bianco SBU

Vis. Codice/Errore - Nero [0 = Normale / 1 = Errore]


4901 1
Visualizza il codice restituito al termine della regolazione del livello di nero. In
caso di rilevazione di un errore viene generato il codice SC143 o SC145.

Risposta del Nero-PARI [0 ∼ 8191]


4901 2 Visualizza il valore di risposta dei canali pari fornito dalla SBU. Generalmente, il
valore è 1, 2, 3, ..., 8188, 8189 o 8190. Tuttavia, la macchina può operare
normalmente anche quando il valore è 0 o 8191.

Risposta del Nero-DISPARI [0 ∼ 8191]


4901 3 Visualizza il valore di risposta dei canali dispari fornito dalla SBU.
Generalmente, il valore è 1, 2, 3, ..., 8188, 8189 o 8190. Tuttavia, la macchina
può operare normalmente anche quando il valore è 0 o 8191.

Vis. Livello Previsto-Nero [0 ∼ 63 / 10 /increm.]


4901 4 Visualizza il valore di riferimento (previsto) per la regolazione del livello di nero
eseguita durante l’inizializzazione della macchina. Normalmente il valore è 10.
Altri valori indicano che la regolazione non è stata eseguita correttamente.

Livello Previsto-Bianco [0 ∼ 511 / 511 / 1/increm.]


4901 5*
Visualizza il valore di riferimento (previsto) per la regolazione del livello di
bianco.

Risultato Regolaz.-Bianco [0 ∼ 511 / 0 / 1/increm.]


4901 6
Visualizza il risultato della regolazione del livello del bianco.

Vis. Codice/Errore - Bianco [0 = Normale / 1 = Errore]


4901 8
Visualizza il codice restituito al temine della regolazione del livello di bianco. In
caso di rilevazione di un errore viene generato il codice SC143.

4901 9 Vis. Saturazione - Bianco [0 = Normale / 1 = Errore]

150
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Visualizza il codice restituito al temine della regolazione del livello di bianco. Il


codice "1" (errore) viene riportato quando il risultato della regolazione non rientra
nella gamma di valori definita da SP 4901 6.

N° Tentativi – Liv. Bianco [0 ∼ 20 / 0 / 1/increm.]

Visualizza il numero di volte che è stata ritentata la regolazione del livello di


bianco. Il valore riportato non include la prima esecuzione. Per esempio, se il
valore indicato è “2”, significa che la regolazione del livello di bianco è stata
4901 10 eseguita 3 volte. La regolazione del livello del bianco può essere eseguita per un
massimo di 20 volte. Quindi, se il valore restituito è “20”, significa che la
regolazione del livello di bianco è terminata in modo anormale (come già detto, il
valore “20” non include la prima esecuzione). Se la regolazione del livello di
bianco non viene eseguita correttamente, la macchina adotta i risultati dell’ultima
regolazione eseguita con successo.

Impostaz. Reg. Automatica [222 ∼ 281 / 256 / 1/increm.]


4901 11
Visualizza il parametro relativo alla regolazione del livello di bianco. Il valore fa
riferimento al risultato fornito da SP 4901 12.

Risultato Reg. Automatica [0 ∼ 600 / 0 / 1/increm.]


4901 12 Visualizza il risultato della regolazione del livello di bianco. Normalmente, il
valore è compreso tra 228 e 281 (inclusi). Quando il valore rientra nel normale
campo di impostazione, esso viene memorizzato come valore di SP 4901 11.

Errore Reg. Automatica [0 = Normale / 1 = Errore]


4901 14 Visualizza il codice restituito al temine della regolazione del livello di bianco. Il
codice "1" (errore) viene riportato se il risultato della regolazione è inferiore a
228 o superiore a 281 (Vedere 4901 12.)

4902* Lampada di Esposizione ON

Permette di attivare (ON) o disattivare (OFF) la lampada di esposizione. Per


4902 1 disattivare la lampada di esposizione, selezionare “OFF” (la lampada di
esposizione si spegne automaticamente dopo 180 secondi.)

4903* Livello ADS [0 ∼ 255 / 252 / 1/increm.]

4903 1 Permette di regolare il livello per l’ADS (Densità Automatica dell’Immagine).

4904* Limite Inferiore ADS [0 ∼ 255 / 80 / 1/increm.]

4904 1 Permette di regolare il limite inferiore per l’ADS (Densità Automatica dell’Immagine).

4905* Livello ADS [0 = All / 1 = One]

Permette di selezionare l’intera area (0 = Tutto) o l’area compresa tra 15 mm e


4905 1
90 mm dal bordo sinistro (1 = Uno) per regolare il livello ADS.

151
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

4921* Selezione Regolazione Immagine

Selez. Reg. Immagine (Copia) [0 ~ 10 / 0 / 1]


4921 1 Seleziona la modalità da applicare per le impostazioni da SP 4922 a SP 4932.
0 = Nessuna, 1 = Testo 1, 2 =Testo 2, 3= Foto 1, 4 = Foto 2, 5 = Foto 3, 6 =
Speciale 1, 7 = Speciale 2, 8 = Speciale 3, 9 = Speciale 4, 10 = Speciale 5

Gamma di Scansione
4922*
Permette di selezionare “testo” o “foto” come priorità di uscita. Questa impostazione
viene applicata a tutte le modalità di elaborazione immagine di SP 4921

4922 1 Gamma Scansione (Copia) [0=default di sistema/1=Testo/2=Foto]

4922 3

Selezione Tacca

Seleziona il valore della tacca di regolazione centrale ID per i LED di


regolazione ID.
4923* Normalmente la tacca centrale è 3 (intervallo 1-5). Se si seleziona –1, ogni
tacca corrisponde ad uno schiarimento. Se si seleziona +1, ogni tacca
corrisponde ad uno scurimento
Questa impostazione viene applicata a tutte le modalità di elaborazione
immagine di SP 4921.

4923 1 Selezione Tacca (Copia) [–1 = Luminoso / 0 = Normale / +1 = Scuro]

Rimozione Trama

Regola il livello di rimozione trama usato con la diffusione errore. 0: Viene usato
il valore di default per ciascun modo. Per i modi Testo 1, Foto 2, Speciale 2 e
Speciale 5 il valore di default è “3” mentre i modi Foto 1-3 hanno un valore di
4926* default pari a “1”.
1: Non viene applicata alcuna rimozione.
2 – 5: Viene applicata una rimozione trama al livello qui specificato. Più si
aumenta il valore (livello) più l’immagine diventa meno nitida (maggiore
rimozione trama). Questa regolazione è usata solo per gli originali definiti con
SP 4921.

4926 1 Rimozione Trama (Copia) [0 ~ 6 / 1/increm.]

4926 3 Rimozione Trama (Scanner) [0 ~ 6 / 1/increm.]

Correzione Larghezza Linea


4927* Regola l’algoritmo di correzione della larghezza linee. I valori positivi producono
linee più spesse: i valori negativi producono linee più sottili. Regolazione usata
solo per gli originali definiti con SP 4921

4927 1 Correzione Largh. Linea (Copia) [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]

152
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Correzione Largh. Linea


4927 3 [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]
(Scanner)

Cancellazione Punti Indipendenti


4928*
Definisce il livello di cancellazione dei punti. Più alto è i l valore più aumenta la
cancellazione. Regolazione usata solo per gli originali definiti con SP 4921

4928 1 Canc. Punti Indipendenti (Copia) [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]

4928 3 Canc. Punti Indipendenti (Scanner) [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]

Positivo/Negativo [0 = No, 1 = Sì]


4929*
Permette di invertire il bianco con il nero. Regolazione usata solo per gli originali
definiti con SP 4921

4929 1 Positivo/Negativo (Copia)

Nitidezza-Bordo [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]


4930*
Regola la nitidezza. Regolazione usata solo per gli originali definiti con SP 4921.

4930 1 Nitidezza-Bordo (Copia)

4930 3 Nitidezza-Bordo (Scanner)

Nitidezza-Immagini Piene [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]


4931*
Regola la nitidezza. Regolazione usata solo per gli originali definiti con SP 4921

4931 1 Nitidezza-Immagini Piene (Copia)

4931 3 Nitidezza-Immagini Piene (Scanner)

Nitidezza-Linee a Bassa Dens. [–2 ~ 2 / 0 / 1/increm.]


4932*
Regola la nitidezza. Regolazione usata solo per gli originali definiti con SP 4921

4932 1 Nitidezza-Linee a Bassa Densità (Copia)

4941* Cancellazione Linee Bianche [0 ~ 2 / 1 / 1/increm.]

Definisce il livello di cancellazione linee bianche.


0: Nessuno, 1: Debole, 2: Intenso
Questa regolazione è valida solo per la modalità Foto 1, Foto 3, Speciale 3 o Speciale.
4941 1 0: La cancellazione delle linee bianche non viene usata; al suo posto viene
usata la correzione del livello di bianco
Questa impostazione viene applicata indipendentemente dalla modalità
selezionata in SP 4921.

153
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

4942* Cancellazione Linee Nere [0 ~ 3 / 2 / 1/increm.]

Definisce il livello di cancellazione linee nere. Questa impostazione ha effetto


solo quando gli originali sono letti da A(R)DF.
4942 1 [0 = No / 1 = Molto Debole / 2 = Debole / 3 = Intenso
Questa impostazione viene applicata indipendentemente dalla modalità
selezionata in SP 4921.

SP5-XXX (Mode) (Modalità)

5001 Accensione Indicatori

Accende tutti gli indicatori del pannello operatore. Il display LCD si accende o si
5001 1
spegne ogni 3 secondi. Per terminare questo programma premere il tasto Reset.

[0 ~ 1 / 1 / -]
5045* [Metodo di Conteggio]
0: Sviluppi, 1: Pagine

5045 1 Seleziona il metodo di conteggio in termini di sviluppi o stampe.

[0 = Abilitato / 1 = Disabilitato /
5104* Conteggio Doppio A3/DLT
2 = Disabilitato se il formato non è rilevabile]

Specifica se il contatore deve eseguire un conteggio doppio per i formati A3/11" x 17”.
5104 1 Se abilitato, il totalizzatore (contatore meccanico) e il contatore codice utente corrente
eseguono un conteggio doppio quando si usano fogli in formato A3/11" x 17".

0: Nessuno
5113* Tipo di Contatore Opzionale 11: Key card MF (A Salire)
12: Key card MF (A Scendere)

Permette di selezionare il codice corrispondente al dispositivo installato, quale il


5113 1
blocco a gettone.

Reset per Rimozione


5120* [0=Si / 1=Solo in modalità Attesa / 2=No]
Contatore a Chiave

Determina le condizioni in cui le impostazioni dei lavori di copia vengono


azzerate quando si rimuove il contatore a chiave. Con 0, le impostazioni
vengono cancellate se si rimuove il contatore al termine o durante un lavoro.
5120 1 Con 1, vengono cancellate solo se si rimuove il contatore al termine del lavoro.
Con 2, non vengono mai cancellate. In caso di copia in fronte-retro, le
impostazioni dei lavori vengono sempre mantenute, indipendentemente
dall’impostazione di questa modalità SP.

5121* Temporizzazione [0 = Alimentazione / 1 = Uscita]

154
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Conteggio

Stabilisce se il contatore a chiave si deve incrementare all’atto dell’alimentazione


5121 1
o dell’uscita del foglio.

5127* Modo APS [0 = Alimentazione / 1 = Uscita]

5127 1 Abilita o disabilita il modo APS (selezione automatica della carta)

5501* Interv. Allarme PM (Stampa) [0 ~ 9999 / 0 / 0K copie/increm.]

5501 1 Specifica quando deve essere generato l’allarme PM.

5801 Azzeramento Memoria

5801 2 Engine ( Azzeramento Memoria)

5802 Corsa Libera Macchina

Esegue una corsa libera di scanner e stampante. Premere "ON" per avviare e
5802 1
"OFF" per interrompere.

Controllo Ingressi
5803
( Controllo Ingressi (SP 5803))

Controllo Uscite
5804
( Controllo Uscite (SP 5804))

5807* Selezione Area Geografica

Seleziona il gruppo di lingue di visualizzazione


1 = Giappone, 2 = Nord America, 3 = Europa, 4 = Taiwan, 5 = Asia,
5807 1 6 = Cina, 7 = Corea
SP 5807 1 non viene azzerato eseguendo l’SP 5801 2 ( Azzeramento della
Memoria).

5810* Reset Codice SC

Azzera tutte le condizioni di chiamata assistenza (SC) di Livello A, ad es. gli


errori di fusione. Se l’azzeramento viene eseguito con successo, sul display
5810 1
viene visualizzato il messaggio “Terminato”. In caso contrario, viene visualizzato
un messaggio di errore.

155
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

5811* Inserimento Numero di Serie

5811 1 Impostazione Imposta il numero di serie della macchina. FA

5811 3 Visualizzazione Codice ID 2 Visualizza il codice ID 2 (usato per NRS)

5812* Numero Assistenza

Numero Assistenza (Telefono)

5812 1 Da usare per inserire il numero di telefono del centro di assistenza (visualizzato
in caso si verifichi una condizione di chiamata assistenza). Per inserire un
trattino premere . Per cancellare il numero di telefono corrente, premere .

Numero Assistenza (Facsimile)

5812 2 Da usare per inserire il numero di fax stampato sui rapporti contatore utente. Per
inserire un trattino premere . To cancellare il numero di fax corrente, premere
.

5824 Caricamento Dati NVRAM (Upload)

5824 1 ( Caricamento/Scaricamento Dati NVRAM (SP 5824/5825))

5825 Scaricamento Dati NVRAM (Download)

5825 1 ( Caricamento/Scaricamento Dati NVRAM (SP 5824/5825))

5827 Scaricamento Programma

5827 1 Scarica i programmi in macchina.

5901 Corsa Libera Stampante

Esegue una corsa libera della stampante. Premere "ON" per avviare e "OFF"
5901 1
per interrompere.

5902 Stampa Modelli di Prova

5902 1 ( Stampa Modelli di Prova (SP 5902 1))

5907* Impostazione Plug & Play

Stabilisce il nome del costruttore e il nome del prodotto per la funzione Plug &
Play. Questi dati sono registrati nella NVRAM. Se questa è difettosa, è
5907 1
necessario reinserire i suddetti identificatori. Usare il tasto Freccia Destro o
Sinistro per scorrere l’elenco dei marchi. Per selezionare uno di questi nomi,

156
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

premere il tasto OK. Un asterisco (*) indica il prodotto attualmente selezionato.


( Azzeramento della Memoria)

5918* Visualizza Contatore A3/DLT [0 = Off / 1 = On]

Abilita o meno la visualizzazione del contatore. Questa impostazione non ha


5918 1
alcuna relazione con (SSP) SP 5104 Conteggio Doppio A3/DLT.

5990 Stampa Elenchi Messaggi di Manutenzione e Macchina

5990 1 Tutti

5990 2 SP
( Stampa Elenchi Messaggi di Manutenzione e
5990 3 Programma Utente Macchina (SP 5990))
5990 4 Dati Registro

5990 5 Font grande

5993 DFU

5993 1

5998 Azzeramento della Memoria

5998 1 Azzeramento della Memoria

SP6-XXX (Peripherals) (Periferiche)

Regolazione ADF ( Regolazione ADF)


6006* NOTA: I menu disponibili dipendono dal modello e dalla configurazione della
macchina.

Reg. ADF (Registrazione da Lato a


[–5.0 ~ +5.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]
Lato/Fronte)
6006 1
Regola la registrazione da lato a lato per il lato fronte dell’originale per il modo
ADF. Usare il tasto per selezionare “+” o “–” prima di inserire il valore

Reg. ADF (Registr. Bordo Anteriore) [–5.0 ~ +5.0 / 0.0 / 0.1 mm/increm.]
6006 2
Regola la registrazione del bordo anteriore per il modo ADF. Usare il tasto
per selezionare “+” o “–” prima di inserire il valore.

Reg. ADF (Cancellaz. Bordo Poster.) [–3.0 ~ +3.0 / –1.0 / 0.1 mm/increm.]
6006 3
Regola il margine di cancellazione del bordo posteriore per il modo ADF. Usare il
tasto per selezionare “+” o “–” prima di inserire il valore.

157
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Reg. ADF (Registrazione da Lato a


[–5.0 ~ +5.0 / 0.0 / 0.5 mm/increm.]
Lato/Retro)
6006 4
Regola la registrazione da lato a lato per il lato retro dell’originale in fronte-retro
per il modo ADF. Usare il tasto per selezionare “+” o “–” prima di inserire il
valore.

Reg. ADF (Ingrandimento


[–0.9 ~ +0.9 / 0.0 / 0.1 %/increm.]
6006 5 Scansione Secondaria)
Regola l’ingrandimento nella direzione di scansione secondaria per il modo ADF.

Reg. ADF (Correz. Disallineamento) [0 = No / 1 = Sì]


6006 6 Abilita/disabilita l’uso della correzione disallineamento per il lato retro degli
originali. Quando si abilita l’SP 6006 6, regolare la distanza per la correzione
disallineamento (SP 6006 7).

Reg. ADF (Correz. Disallineamento) [–20 ~ +20 / 0 / 1 mm/increm.]


6006 7
Specifica la distanza per la correzione del disallineamento. SP 6006 7 viene
considerato quando si abilita l’SP 60066 (Reg. ADF [Correz. Disallineamento]).

6009 Corsa Libera ADF

Esegue una corsa libera dell’ADF. Premere "ON" per avviare e "OFF" per
6009 1
interrompere.

6010 Regolazione Posizione Timbro [–10 ~ +10 / 0 / 1 mm/increm.]

Regola la posizione del timbro nella direzione di scansione secondaria, per la


6010 1
modalità fax.

6901 Visualizzazione ADF–APS

6901 1 Visualizza lo stato dei sensori rilevamento originale dell’ADF (


Visualizzazione Uscita Sensore APS ADF (SP 6901)).

Intervallo per
6910* [0 ~ 60 / 10 / 1 s/increm.]
Ombreggiatura ADF

Regola l’intervallo usato per l’elaborazione dell’ombreggiatura per il modo ADF.


La luce ed il calore dell’ambiente possono influenzare la risposta dello scanner.
6910 1
Ridurre questo valore se dalla qualità delle copie si rileva una deriva del livello di
bianco durante lavori di copiatura in modo ADF.

SP7-XXX (Data Log) (Registro Dati)

7001* Periodo di Funzionamento Totale

7001 1 Visualizza il periodo di funzionamento totale (periodo di rotazione del tamburo).

158
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Contatore– Totale Chiamate


7401* [0 ~ 9999 / 0 / 1/increm.]
Assistenza (SC)

7401 1 Visualizza il numero totale di codici SC generati.

7403* Registro (storico) SC

7403 1 Visualizza lo storico relativo alle ultime 10 chiamate assistenza (SC) verificatesi

7502* Contatore–Incepp. Copie [0 ~ 9999 / 0 / 1/increm.]

7502 1 Visualizza il numero totale di inceppamenti delle copie.

7503* Contatore–Incepp. Originali [0 ~ 9999 / 0 / 1/increm.]

7503 1 Visualizza il numero totale di inceppamenti degli originali.

Contatore- Tipo di Inceppamento


[0 ~ 9999 / 0 / 1/increm.]
Copia
7504*
Visualizza il numero totale di inceppamenti copia classificati in base alla
temporizzazione ed alla localizzazione.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (All’Accensione)


7504 1
Inceppamento all’accensione.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off-Registraz. Mancata Alimentazione)


7504 10
Il foglio non ha raggiunto il sensore di registrazione (da un cassetto carta).

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off- Sensore Verticale 1)


7504 11
Il foglio non ha raggiunto il sensore di rinvio.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On- Sensore Verticale 1)


7504 12
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di rinvio.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off- Sensore Verticale 2)


7504 21
Il foglio non ha raggiunto il sensore di trasporto verticale.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On- Sensore Verticale 2)


7504 22
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di trasporto verticale.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off- Sensore Verticale 3)


7504 31
Il foglio non ha raggiunto il sensore di trasporto verticale del gruppo di
alimentazione carta opzionale.

159
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On- Sensore Verticale 3)


7504 32
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di trasporto verticale del gruppo di
alimentazione carta opzionale.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off-Registraz. Bypass)


7504 50
Il foglio non ha raggiunto il sensore di registrazione (dal ripiano di by-pass).

Contatore
7504 60
Il foglio non ha raggiunto il sensore di registrazione durante la stampa del
retro (per stampa in fronte retro)

Contatore
7504 70
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di registrazione.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On-Sensore di Uscita)


7504 120
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita (pagina precedente).

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off-Sensore di Uscita)


7504 121
Il foglio non ha raggiunto il sensore di uscita.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On-Sensore di Uscita)


7504 122
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off-Sens. Inversione Fronte-retro)


7504 123
Il foglio non ha raggiunto il sensore di inversione fronte-retro (dal rullo di
registrazione).

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On- Sens. Inversione Fronte-retro)


7504 125
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di inversione fronte-retro.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off-Sens. Ingresso Fronte-retro)


7504 126
Il foglio non ha raggiunto il sensore di ingresso fronte-retro.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off- Sens. Ingresso Fronte-retro)


7504 127
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di ingresso fronte-retro.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off- Sens. Uscita Fronte-retro)


7504 128
Il foglio non ha raggiunto il sensore di uscita fronte-retro.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On- Sens. Uscita Fronte-retro)


7504 129
Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita fronte-retro.

Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (Off- Sens. Uscita Scomparto Singolo)


7504 130
Il foglio non ha raggiunto lo scomparto singolo.

7504 131 Contatore- Tipo di Inceppamento Copia (On- Sens. Uscita Scomparto Singolo)

160
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Il foglio è inceppato nella zona dello scomparto singolo

Contatore- Tipo di Incepp.


[0 ~ 9999 / 0 / 1/increm.]
Originale
7505*
Visualizza il numero totale di inceppamenti dell’originale inserito nell’ADF
classificati in base alla temporizzazione ed alla localizzazione

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (Off-Sensore di Registrazione)


7505 210
L’originale non ha raggiunto il sensore di registrazione.

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (On-Sensore di Registrazione)


7505 211
L’originale è inceppato nella zona del sensore di registrazione.

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (Off-Sensore di Rinvio)


7505 212
L’originale non ha raggiunto il sensore di uscita.

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (On-Sensore di Rinvio)


7505 213
L’originale è inceppato nella zona del sensore di uscita.

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (Off-Sensore di Inversione)


7505 214
L’originale non ha raggiunto il sensore di inversione.

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (On-Sens. Inversione 2)


7505 215
L’originale è inceppato nella zona del sensore di inversione.

Contatore- Tipo di Incepp. Originale (Distanza Insufficiente)


7505 216
La distanza tra gli originali no è sufficiente. Questo tipo di inceppamento può
verificarsi quando gli originali non sono di formato standard.

7507* Visualizzazione- Registro Inceppamenti Copia

Visualizza il registro relativo agli ultimi 10 inceppamenti della copia. Il seguente


elenco illustra i possibili 22 codici restituiti:
1, 10, 11, 12, 21, 22, 31, 32, 50, 60, 70, 120, 121, 122, 123, 125, 126, 127, 128,
7507 1
129, 130, 131
Questi codici corrispondono ai menu dell’SP7-504. Per esempio, il codice 1
corrisponde a SP 7504 1 mentre il codice 10 a SP 7504 10.

7508* Visualizzazione- Registro Inceppamenti Originale

Visualizza il registro relativo al numero totale di inceppamenti dell’originale. Il


seguente elenco illustra i possibili sette codici restituiti:
7508 1 210, 211, 212, 213, 214, 215, 216
Questi codici corrispondono ai menu dell’SP7-505. Per esempio, il codice 210
corrisponde a SP 7505 210 mentre il codice 211 a SP 7505 211.

161
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

7801 Memoria/Versione/Codice

Memoria/Versione (BICU)
7801 2
Visualizza la versione della scheda BICU

Memoria/Versione (ADF)
7801 5
Visualizza il codice e il suffisso della ROM ADF.

Memoria/Versione (Stampante/Scanner)
7801 15
Visualizza il codice e il suffisso della Stampante/Scanner ROM.

7803* Visualizzazione – Contatore PM

7803 1 Visualizza il valore del contatore PM.

7804 Reset–Contatore PM

Azzera il contatore PM (SP 7803 1). Quando il programma termina


7804 1
normalmente, viene visualizzato il messaggio "Terminato".

7807 Reset Contatori SC/Inceppamenti

Azzera i valori dei contatori di chiamate all’assistenza (SC), del n° di


inceppamenti copia, del n° inceppamenti originale e del n° totale di
inceppamenti. Quando il programma termina normalmente, viene visualizzato il
7807 1
messaggio "Terminato". L’SP 7807 1 non azzera i seguenti registri: SP 7507
(Visualizzazione- Registro Inceppamenti Copia) ed SP 7508 (Visualizzazione-
Registro Inceppamenti Originale).

7808 Reset–Contatori

Azzera tutti i contatori ad eccezione dei contatori legati alla gestione. Questi
ultimi sono i contatori che non vengono modificati eseguendo uno Scaricamento
7808 1
Dati NVRAM (Download) (SP 5825 1). Quando il programma termina
normalmente, viene visualizzato il messaggio "Terminato".

7810 Reset Codice Operatore Principale

Azzera il codice operatore principale. Usare SP 7810 1 se il Cliente ha scordato


il codice operatore principale. Quando il programma termina normalmente, viene
visualizzato il messaggio "Terminato"; se il programma termina in modo
anormale, viene invece visualizzato un messaggio di errore. Per specificare un
7810 1
nuovo codice operatore principale, usare Gli Strumenti Utente: System Settings
(Impostazioni Sistema) Key Operator Tools (Strumenti Operatore Principale)
Key Operator Code (Codice Operatore Principale) On Enter Key
Operator Code (Inserimento Codice Operatore Principale).

162
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

7832* Visualizzazione- Autodiagnostica

Visualizza i vari codici SC (chiamata assistenza) ed il corrispondente numero di


7832 1 volte che si sono verificati. Ciascun numero ha una valore compreso tra 0 e
9999.

Visualizzazione- Info Conteggio


7991*
Visualizza il tempo totale di funzionamento o il numero totale di operazioni. Il
tempo è visualizzato nel seguente formato: giorni:ore:minuti:secondi.

Visualizzazione- Info Conteggio (Visualizzazione- Conteggio Tempo ON)

7991 1 Visualizza il tempo totale durante il quale l’interruttore principale è stato


mantenuto in posizione ON (escluso il tempo in cui l’interruttore di sicurezza si
trovava nella posizione OFF ( Interruttori di Sicurezza Diodo Laser).

Visualizzazione- Info Conteggio (Visualizzazione- Tempo di Funzionamento


7991 2 APS)
Visualizza il tempo totale di funzionamento dell’APS.

Visualizzazione- Info Conteggio (Visualizzazione- Tempo di Funz. Sensore ID)


7991 3
Visualizza il tempo totale di funzionamento del sensore ID.

Visualizzazione- Info Conteggio (Visualizzazione- Contatore Sviluppi)


7991 4
Visualizza il numero totale di stampe effettuate.

Visualizzazione- Info Conteggio (Visualizzazione- Conteggio Errori Sensore ID)


7991 5
Visualizza il numero totale di errori Sensore ID.

7992* Reset– Info Conteggio

Reset– Info Conteggio (Reset- Conteggio Tempo ON)


7992 1
Azzera il contatore SP 7991 1.

Reset– Info Conteggio (Reset- Conteggio Errori Sensore ID)


7992 5
Azzera il contatore SP 7991 5.

SP8-XXX (History) (Registro Storico)

T: Totale Pagine Lette da


8191* [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Scanner

Visualizza il numero totale di originali acquisiti via scanner. Il conteggio di


8191 1 entrambi i lati viene considerato quando si acquisiscono via scanner sia il fronte
che il retro di un originale (alimentato dall’ADF).

163
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

C: Totale Pagine Lette da


8192* [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Scanner

Visualizza il numero totale di copie acquisite via scanner. Il conteggio di


8192 1 entrambi i lati viene considerato quando si acquisiscono via scanner sia il fronte
che il retro di un originale (alimentato dall’ADF).

S: Totale Pagine Lette da


8195* [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Scanner

Visualizza il numero totale di originali acquisiti via scanner. Il conteggio di


8195 1 entrambi i lati viene considerato quando si acquisiscono via scanner sia il fronte
che il retro di un originale (alimentato dall’ADF).

T: Pagine Lette da Scanner


8201 [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Formato L

Visualizza il numero totale di originali acquisiti via scanner (per i lavori di copia e
8201 1 scansione) classificati in base al formato carta. Vengono conteggiati i formati:
A3/DLT e maggiori.

S: Pagine Lette da Scanner


8205 [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Formato L (A3/DLT, Maggiori)

Visualizza il numero totale di originali acquisiti via scanner (per i lavori di


8205 1 scansione) classificati in base al formato carta. Vengono conteggiati i formati:
A3/DLT e maggiori.

8221* Originali Alimentati dall’ADF [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

Originali Alimentati dall’ADF (Fronte)


8221 1
Visualizza il numero totale di lati fronte di originali alimentati dall’ADF e acquisiti
via scanner.

Originali Alimentati dall’ADF (Retro)


8221 2
Visualizza il numero totale di lati retro di originali alimentati dall’ADF e acquisiti
via scanner.

8291* T: Pagine Lette da Scanner/TWAIN [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

8291 1 Visualizza il numero totale di fogli timbrati dall’ADF nei lavori di scansione.

8293* F: Pagine Lette da Scanner/TWAIN [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

8293 1 Visualizza il numero totale di fogli timbrati dall’ADF nei lavori fax.

164
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

8381* T: Totale Pagine Stampate [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate da tutte le


8381 1
applicazioni.

8382* C: Totale Pagine Stampate [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 sheet/increm.]

Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate dall’applicazione


8382 1
copiatrice.

8383* F: Totale Pagine Stampate [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

8383 1 Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate dall’applicazione fax.

8384* P: Totale Pagine Stampate [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

8384 1 Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate dall’applicazione stampante.

8385* S: Totale Pagine Stampate [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

8385 1 Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate dall’applicazione scanner.

8387* O: Totale Pagine Stampate [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate da tutte le applicazioni


8387 1
diverse da copiatrice, stampante o scanner (ad es. applicazioni esterne).

Pagine Stampate su Formati


8391* [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Grandi (A3/DLT, Superiore)

Visualizza il conteggio relativo al numero di pagine stampate su fogli in formato


8391 1
A3/DLT o superiore.

8411* Stampe/Fronte-retro [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

8411 1 Visualizza il conteggio relativo al numero totale di stampe in fronte-retro.

C: Pag.Stampate /
[0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
Combinaz. Fronte-retro
8422*
Visualizza il numero totale di pagine stampate dalla copiatrice, classificate in
base al tipo di combinazione / fronte-retro.

C: Pag.Stampate / Combinaz. Fronte-


8422 1 Originale Stampa
retro (Solo Fronte > Fronte-retro)

165
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

C: Pag.Stampate / Combinaz. Fronte Originale Stampa


8422 2

C: Pag.Stampate / Combinaz. Fronte Originale Stampa


8422 4

C: Pag.Stampate / Combinaz. Fronte Originale Stampa


8422 5

C: Pag.Stampate / Combinaz. Fronte Originale Stampa


8422 6

C: Pag.Stampate / Combinaz. Fronte Originale Stampa


8422 7

T: Pagine Stampate/Formato Carta [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]


8441*
Visualizza il conteggio totale delle pagine stampate, classificate in base al
formato carta. conteggio totale per tutte le applicazioni.

8441 1 (A3)

8441 2 (A4)

8441 3 (A5)

8441 4 (B4)

8441 5 (B5)

8441 6 (DLT)

8441 7 (LG)

8441 8 (LT)

8441 9 (HLT)

8441 254 Altro (Standard)

8441 255 Altro (Personalizzato)

8442* C: Pag. Stampate/Formato [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]

166
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Visualizza il numero totale di pagine stampate, classificate in base al formato.

8442 1 (A3)

8442 2 (A4)

8442 3 (A5)

8442 4 (B4)

8442 5 (B5)

8442 6 (DLT)

8442 7 (LG)

8442 8 (LT)

8442 9 (HLT)

8442 254 Altro (Standard)

8442 255 Altro (Personalizzato)

P: Pag. Stampate/Formato [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]


8445*
Visualizza il numero totale di pagine stampate, classificate in base al formato.

8445 1 (A3)

8445 2 (A4)

8445 3 (A5)

8445 4 (B4)

8445 5 (B5)

8445 6 (DLT)

8445 7 (LG)

8445 8 (LT)

8445 9 HLT

8445 254 Altro (Standard)

8445 255 Altro (Personalizzato)

C: Pag.
[0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
8451* Stampate/Cassetto

Visualizza il numero totale di pagine stampate, classificate in base alla sorgente.

8451 1 Ripiano di Bypass

8451 2 Cassetto 1

167
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

8451 3 Cassetto 2

8451 4 Cassetto 3

8451 5 Cassetto 4

T: Pag. Stampate/Tipo [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]


8461*
Visualizza il numero totale di pagine stampate, classificate in base al tipo di
carta. Conteggio totale per tutte le applicazioni.

8461 1 Carta Normale

8461 4 Carta Spessa

8461 7 Trasparente – Lucidi

8461 8 Altro

C: Pag. Stampate/Tipo [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]


8462*
Visualizza il numero totale di pagine stampate classificate in base al tipo di
carta.

8462 1 Carta Normale

8462 4 Carta Spessa

8462 7 Trasparente – Lucidi

8462 8 Altro

P: Pag. Stampate/Tipo [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]


8464*
Visualizza il numero totale di pagine stampate classificate in base al tipo di
carta. Conteggio totale per tutte le applicazioni.

8464 1 Carta Normale

8464 4 Carta Spessa

8464 7 Trasparente – Lucidi

8464 8 Altro

C: Pag. Stampate/Finisher
8522* [0 ∼ 9999999 / 0 / 1 foglio/increm.]
(fascicolazione)

8522 1 Visualizza il numero totale di stampe inviate al finisher (fascicolate).

SP9-XXX (Ecc.)

Non utilizzate su questa macchina.

168
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Uso delle Modalità SP


Regolazione della Registrazione e dell’Ingrandimento

Per effettuare la regolazione della registrazione e dell’ingrandimento, è necessario usare


diversi programmi SP. Il flusso seguente riporta un esempio della procedura da seguire per
regolare una macchina in configurazione base.

169
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Analisi degli Errori Imputabili al Sensore ID (SP 2221)

La qualità dell’immagine può peggiorare notevolmente se il sensore ID non funziona


correttamente. Tuttavia, non esiste alcun codice SC che indichi una condizione di sensore
ID difettoso. La modalità SP 2221 fornisce tuttavia alcune informazioni sul sensore ID.
Verificare tali informazioni quando la qualità dell’immagine non è soddisfacente.
La seguente tabella elenca le informazioni visualizzate eseguendo SP 2221 (Analisi degli
Errori Sensore ID).
SP Condizione di errore Cause possibili Note

SP2-221-1 Vsg Vsg < 2,5V o ƒ Sensore ID difettoso


(VG su display) (Vsg – Vsp) < 1,00V ƒ Sensore ID sporco
ƒ Tamburo non
caricato

SP2-221-2 Vsp Vsp > 2,5V o ƒ Densità toner troppo


(VP su display) (Vsg – Vsp) < 1,00V bassa
ƒ Non viene creato il
modello per il
sensore ID

SP2-221-3 Power Vsg < 3,5V ƒ Sensore ID difettoso Potenza della


(PW su display) quando è applicata la ƒ Sensore ID sporco sorgente
potenza massima (979) ƒ Il tamburo non si luminosa del
carica sensore ID

SP2-221-4 Vsdp Nessuna condizione di


errore

SP2-221-5 Vt Vt > 4,5V o ƒ Sensore TD difettoso


Vt < 0,2V

SP2-221-6 Vts

Visualizzazione Dati APS (SP 4301 1)

- Posizione dei Sensori -


I sensori per la funzione APS (Selezione Automatica della Carta) sono disposti come
indicato in figura.

170
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

- Lettura dei Dati -

Esempio 1 Esempio 2
ƒ Formato: 11000000 81/2x13  ƒ Formato: 00110000 A4 
ƒ DF Aperto: 1 ƒ DF Aperto: 0

L’Esempio 1 indica che il formato carta ed il relativo orientamento è "8½ x 13 SEF," e che
l’alimentatore documenti (o il coprioriginale) è aperto. L’Esempio 2 indica che il formato
carta ed il relativo orientamento è "A4 LEF," e che l’alimentatore documenti (o il
coprioriginale) è chiuso.
I dati "Formato Carta" iniziano con otto cifre. La prima cifra indica l’uscita di L2; la seconda
quella di L1; la terza quella di W2 e la quarta cifra quella di W1. Le altre quattro cifre (dalla
quinta all’ottava) sono sempre "0000." Nell’esempio 1, il foglio è rilevato dai sensori APS L2
e L1 (non da W2 e W1). Nell’Esempio 2, sono invece i sensori APS W2 e W1 a rilevare il
foglio (e non L2 e L1). Il formato carta e l’orientamento sono determinati in base alle uscite
di questi quattro sensori APS.
Il dato "DF Aperto" può essere "1" o "0," e indica rispettivamente se l’alimentatore
documenti (o il coprioriginali) è aperto o chiuso. Questo dato si basa sull’uscita fornita dal
sensore coprioriginali [A].

Azzeramento della Memoria

La macchina base (non equipaggiata con box controller opzionale) memorizza tutti i dati
nella NVRAM presente sulla scheda BICU. Questi dati possono essere azzerati usando SP
5801 2 (vedere il paragrafo "Eccezioni")
002 Inversione Motore Principale

003 Lampada di Smagnetizzazione

171
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

La macchina GDI (equipaggiata con box controller opzionale) memorizza i dati relativi
all’engine nella NVRAM presente sulla scheda BICU e gli altri dati nella NVRAM del
controller opzionale. Per distinguere tra i dati engine e gli altri dati, vedere i codici SP da
SP 5801 3 a 15. Questo programma per la manutenzione (SP 5801) gestisce i dati del
controller. Qualsiasi dato non gestito da SP 5801 è un dato relativo all’engine. I dati
memorizzati nella NVRAM BICU (dati engine) sono azzerabili usando SP 5998 1 mentre i
dati nella NVRAM Controller sono azzerabili usando SP 5801-xxx (vedere il paragrafo
"Eccezioni").
002 Inversione Motore Principale

003 Lampada di Smagnetizzazione

Macchina Dati NVRAM Azzerabile con Note

Base Tutti i dati BICU SP 5801 2

Qualsiasi dato non


Dati Engine BICU SP 5998 1
relativo al Controller

SCS, IMH, MCS,


Applicazione Copiatrice,
GDI Applicazione Fax,
Applicazione
Dati Controller Controller SP 5801-xxx Stampante,
Applicazione Scanner,
Applicazione Servizio
Web/Rete, NCS, R-Fax,
DCS, UCS

- Eccezioni -
SP 5801 2 (macchina base) e SP 5998 1 (macchina MFP) azzerano la maggior parte delle
impostazioni e dei contatori memorizzati nella NVRAM presente sulla scheda BICU
(vengono ripristinati i valori di default). Tuttavia, non vengono azzerate le seguenti
impostazioni:
ƒ SP 5807 (Selezione Area Geografica)
ƒ SP 5811 1 (Inserimento Numero di Serie [Impostazione Codice])
ƒ SP 5811 3 (Inserimento Numero di Serie [Visualizzazione Codice ID2]])
ƒ SP 5812 1 (Numero Assistenza [Telefono])
ƒ SP 5812 2 (Numero Assistenza [Fax])
ƒ SP 5907 (Plug & Play)
ƒ SP 7 (Registro Dati)
ƒ SP 8 (Registro Storico)

172
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Usare SP 5802 2 (macchina base) o SP 5998 1 (macchina GDI) dopo la sostituzione della
NVRAM BICU o quando i dati memorizzati in tale NVRAM risultano alterati. Quando il
programma termina normalmente, viene visualizzato il messaggio "Terminato”. Usare invece
SP 5801 1 quando si sostituisce la NVRAM Controller o i dati presenti su tale NVRAM
risultano alterati. Il messaggio visualizzato è identico a quello riportato per la macchina base.
- Con Scheda di Memoria Flash
1. Caricare i dati NVRAM su una scheda di memoria flash (
Caricamento/Scaricamento Dati NVRAM (SP 5824/5825)).
2. Stampare tutti gli elenchi messaggi manutenzione e macchina ( Stampa SMC
(SP 5990)).

ƒ Accertarsi di stampare tutti gli elenchi. Se il caricamento dei dati NVRAM non
viene eseguito correttamente, è necessario modificare manualmente le varie
impostazioni dei modi SP.
3. Selezionare SP 5801 2.
4. Premere il tasto OK.
5. Selezionare "Execute" (Esegui). Verrà visualizzato il messaggio "Execute?"
(Eseguire?) seguito da "Cancel" (Annulla) e "Execute" (Esegui).
6. Selezionare "Execute" (Esegui).
7. Quando il programma viene eseguito normalmente, viene visualizzato il
messaggio "Terminato". Se il programma termina in modo anormale, viene
invece visualizzato un messaggio di errore.
8. Premere il tasto Annulla.
9. Spegnere e riaccendere la macchina.
10. Scaricare i dati NVRAM dalla scheda di memoria flash (
Caricamento/Scaricamento Dati NVRAM (SP 5824/5825))

- Senza Scheda di Memoria Flash -


1. Stampare tutti gli elenchi messaggi manutenzione e macchina ( Stampa SMC
(SP 5990)).
2. Selezionare SP 5801 2 (macchina base) o SP 5998 1.
3. Premere il tasto OK.
4. Selezionare "Execute" (Esegui). Verrà visualizzato il messaggio "Execute?"
(Eseguire?) seguito da "Cancel" (Annulla) e "Execute" (Esegui).
5. Selezionare "Execute" (Esegui).
6. Quando il programma viene seguito normalmente, viene visualizzato il
messaggio "Terminato". Se il programma termina in modo anormale, viene

173
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

invece visualizzato un messaggio di errore.


7. Spegnere e riaccendere la macchina.
8. Regolare la registrazione e l’ingrandimento per stampante e scanner (
Regolazioni di Copia: Stampa/Scansione).
9. Facendo riferimento agli elenchi dei messaggi di manutenzione e macchina
stampati, inserire tutti i valori che differiscono dalle impostazioni di fabbrica.
Eseguire un doppio controllo sulle impostazioni di SP 4901.
10. Eseguire la regolazione del livello di bianco standard (SP 4428).
11. Inizializzare il sensore TD (SP 2214).
12. Controllare la qualità delle copie ed il percorso carta.

Controllo Ingressi (SP 5803)

- Come Eseguire il Controllo Ingressi -


1. Selezionare SP 5803.
2. Selezionare il numero corrispondente al componente desiderato (vedere la
tabella seguente).
3. Selezionare "Execute" (Esegui). Viene attivata la Modalità Copia.
4. Viene visualizzato il codice "01H" o "00H" (vedere la tabella seguente).

- Tabella per il Controllo Ingressi –


Num. Sensore/Interruttore 01H 00H

001 Interruttore di Sicurezza Aperto Chiuso

002 Interruttore di Sicurezza- 5V Diodo laser Aperto Chiuso

003 Interruttore Coperchio Destro Aperto Chiuso

004 Interruttore Coperchio Destro Inferiore Aperto Chiuso

005 Interruttore Coperchio Cassetto Aperto Chiuso

006 Sensore di Rinvio Superiore Foglio Rilevato Non Rilevato

007 Sensore di Rinvio Inferiore Foglio Rilevato Non Rilevato

008 Sensore di Trasporto Verticale Foglio Rilevato Non Rilevato

009 Sensore di Registrazione Foglio Rilevato Non Rilevato

010 Sensore di Uscita Foglio Rilevato Non Rilevato

011 Sensore di Inversione Fronte-retro Foglio Rilevato Non Rilevato

012 Sensore di Ingresso Fronte-retro Foglio Rilevato Non Rilevato

013 Sensore di Uscita Fronte-retro Foglio Rilevato Non Rilevato

174
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

014 Sensore Fine Carta By-pass Foglio Rilevato Non Rilevato

015 Sensore Formato Carta By-pass *1

016 Sensore Fine Carta Superiore Foglio Rilevato Non Rilevato

017 Sensore Fine Carta Inferiore Foglio Rilevato Non Rilevato

018 Interruttore Formato Carta Superiore *1

019 Interruttore Formato Carta Inferiore *1

020 Gruppo Cass.Opz-Sens.Fine Carta Sup. Foglio Rilevato Non Rilevato

021 Gruppo Cass.Opz-Sens.Fine Carta Inf. Foglio Rilevato Non Rilevato

022 Gruppo Cass.Opz-Int.Formato Carta Sup. *1

023 Gruppo Cass.Opz-Int.Formato Carta Inf. *1

024 Gruppo Cass.Opz-Sens.Altez. Carta Sup. *2

025 Gruppo Cass.Opz-Sens.Altez. Carta Inf. *2

026 Gruppo Cass.Opz-Sens. Sollev. Sup. Al Limite Superiore Non al Limite Super.

028 Tipo Gruppo Cassetti Carta Opzionale *3

030 Fronte-retro installato Installato Non Installato

031 Sensore di Sollevamento Inferiore Al Limite Superiore Non al Limite Super.

032 Blocco Motore Principale Bloccato Non Bloccato

033 Blocco Motore Specchio Poligonale Bloccato Non Bloccato

034 Blocco Mot. Sollev.- Gruppo Cass. Opz Bloccato Non Bloccato

035 Totalizzatore installato Installato Non Installato

036 Contatore a Chiave installato Installato Non Installato

037 Sincronizzazione Laser Rilevato Non Rilevato

038 DF-Sensore Posizionamento Rilevato Non Rilevato

039 DF-Sensore Apertura Coperchio Rilevato Non Rilevato

040 DF-Sensore Presenza Originale Rilevato Non Rilevato

041 DF-Sensore di Registrazione Rilevato Non Rilevato

042 DF-Sensore di Uscita Rilevato Non Rilevato

043 DF-Sensore Bordo Anteriore Rilevato Non Rilevato

044 DF-Sensore di Inversione Rilevato Non Rilevato

045 Sensore Coprioriginale Aperto Chiuso

175
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

046 Fascic. a Scomparto Singolo Installato Installato Non Installato

047 Sensore di Uscita Fasc. Scomp. Singolo Foglio Rilevato Non Rilevato

048 Sensore Carta Fasc. Scomp. Singolo Foglio Rilevato Non Rilevato

049 Sensore Ripiano Fasc. Scomp. Singolo Aperto Chiuso

050 Blocco Motore Ventola Alta Velocità Non ad Alta Velocità

051 Gruppo Cass. Carta a 2 Cassetti Opz. Installato Non Installato

053 Sensore Posizione di Partenza Rilevato Non Rilevato

054 Blocco Motore Ventola Fronte-retro Bloccato Non Bloccato

ƒ *1 Formato Carta
Copiatrice 00 01 02 03 04 05 06 07

Europa Non 8Hx13 A3


A4 LEF A4 SEF A5 LEF LT LEF --
impos. SEF SEF

Nord Non 8Hx13 LG DLT


A4 LEF LT SEF LT LEF --
America impos. SEF SEF SEF

Cina Non A3
A4 LEF B5 LEF A4 SEF A5 LEF B4 SEF --
impos. SEF

Gruppo
00 01 03 04 05 0A 0C 0E 0F
Cass. Carta

Europa Non LT LG A4 DLT A4 LT A3


--
impos. SEF SEF LEF SEF SEF LEF SEF

Nord Non LT LG A4 DLT A4 LT A3


--
America impos. SEF SEF LEF SEF SEF LEF SEF

Cina Non LT LG A4 DLT A4 LT A3


--
impos. SEF SEF LEF SEF SEF LEF SEF

Ripiano di
04 0C 08 00 01 03 02 06
By-pass

Europa A5 A5 A5 A5 8x13 A4 A3 A3
SEF SEF SEF SEF SEF SEF SEF SEF

Nord HLT HLT HLT HLT HLT LG DLT DLT


America SEF SEF SEF SEF SEF SEF SEF SEF

Cina B6 B6 A5 A5 B5 A4 B4 A3
SEF SEF SEF SEF SEF SEF SEF SEF

176
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

- *2 Quantità di Carta -
10 Prossima ad Esaurimento

11 Circa 25%

00 Circa 75%

00 Circa 100%

- *3 Gruppo Cassetti Carta Disponibili -


00 Nessuno

20 Gruppo cassetti carta a 2 cassetti

30 Gruppo cassetti carta a 1 cassetto

Controllo Uscite (SP 5804)

- Come Eseguire il Controllo Uscite –

ƒ Per evitare danni elettrici o meccanici, non lasciare i dispositivi elettrici attivati per
lungo tempo.
1. Selezionare SP 5804.
2. Selezionare il numero corrispondente al componente desiderato (vedere la
tabella seguente).
3. Selezionare "ON."
4. Per arrestare il funzionamento, selezionare "OFF."

- Tabella per il Controllo Uscite -


I componenti numero 005, 006, 040 e 041 potrebbero non rispondere ai comandi nel caso
in cui la temperatura di fusione sia alta.
Num. Componente

001 Motore Principale Avanti

002 Motore Principale Indietro

003 Lampada di Smagnetizzazione

004 Motore di Alimentazione Toner Avanti

005 Motore Ventola – Alta Velocità

006 Motore Ventola – Bassa Velocità

177
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

007 Frizione di Registrazione

008 Frizione di Alimentazione By-pass

009 Frizione di Alimentazione Superiore

010 Frizione di Alimentazione Inferiore

011 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Motore Inferiore di Sollevamento SU

012 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Motore Inferiore di Sollevamento GIU

013 Frizione di Rinvio

014 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Frizione di Rinvio

015 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Frizione di Alimentazione Superiore

016 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Frizione di Alimentazione Inferiore

017 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Motore di Sollevamento

018 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Motore Superiore di Sollevamento SU

019 Gruppo Cassetti Carta Opzionale- Motore Superiore di Sollevamento GIU

020 Motore di Inversione Fronte-retro Avanti

021 Motore di Inversione Fronte-retro Indietro

022 Motore di Trasporto Fronte-retro

023 Solenoide Porta di Inversione Fronte-retro

024 Motore di Inversione Fronte-retro (Hold)

025 Motore di Trasporto Fronte-retro (Hold)

026 Motore Specchio Poligonale

027 Motore Specchio Poligonale/Diodo Laser

028 Diodo Laser

029 DF-Motore di Trasporto

030 DF-Motore di Alimentazione

031 DF-Frizione di Alimentazione

032 DF-Solenoide di Presa

033 DF-Solenoide Timbro

034 DF-Solenoide del Selettore di Uscita

035 Selettore di Uscita Fascicolatore a Scomparto Singolo

178
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

036 Motore Fascicolatore a Scomparto Singolo

037 Motore Fascicolatore a Scomparto Singolo (Hold)

038 Solenoide di Fusione

040 Motore Ventola Fronte-retro – Alta Velocità

041 Motore Ventola Fronte-retro – Bassa Velocità

Inserimento Numero di Serie (SP 5811)

- Inserimento Caratteri -
SP5-811-001 permette di specificare il numero di serie. Per la macchina base (senza
controller opzionale) usare la tastierina numerica. Per macchine GDI (con controller
opzionale) usare la tastierina numerica e il pannello di comando opzionale.
Il numero di serie è composto da 11 caratteri. E’ possibile modificare ogni singolo carattere
premendo uno dei primi 11 tasti della tastierina numerica ( , , , ... , , ).
Per esempio, quando si preme il tasto il primo carattere del numero di serie varia come
qui indicato:
0 1 2 ... 8 9 A B ... X Y Z.
Quando si preme il tasto il secondo carattere varia in modo analogo.
Per i primi quattro caratteri del numero di serie è possibile specificare un numero (da "0" a
"9") o una lettera maiuscola (da "A" a "Z") mentre per i restanti caratteri solo dei numeri (e
non delle lettere maiuscole).

Caricamento/Scaricamento Dati NVRAM (SP 5824/5825)

Questa procedura è valida solo per la macchina base.

ƒ Accertarsi di spegnere la macchina prima di inserire o rimuovere una scheda di


memoria Flash. In caso contrario si potrebbe danneggiare la BICU o la Memoria.
- Generalità -
E’ possibile copiare i dati dalla NVRAM su una scheda di memoria flash (caricamento
(Upload) NVRAM), oppure da una scheda di memoria flash alla NVRAM (scaricamento
(download) NVRAM).
SP5-824-1 Dalla BICU ad una scheda di
(Caricamento Dati NVRAM (Upload)) memoria flash

SP5-825-1
Da una scheda di memoria flash
(Scaricamento Dati NVRAM
alla BICU
(Download))

179
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

E’ necessario effettuare un caricamento (Upload) NVRAM prima di procedere alla


sostituzione di quest’ultima o prima di eseguire SP 5801 2 ( Azzeramento Memoria). In
questo modo, è possibile poi ricopiare i dati dalla scheda di memoria flash alla NVRAM.
- Caricamento Dati NVRAM (Upload) (SP 5824 1) -

1. Spegnere la macchina.
2. Rimuovere il coperchio scheda [B] (1 rivetto).
3. Orientare il lato [A] della scheda di memoria flash (su cui è stampata una "A")
verso sinistra ed inserire la scheda nell’apposito slot.
4. Accendere la macchina.
5. Attivare la modalità SP e selezionare SP 5824 1.
6. La macchina cancella il software attualmente installato quindi carica il nuovo
software sulla scheda di memoria flash. Questa operazione richiede circa 20
secondi. Se il trasferimento fallisce, viene visualizzato un messaggio di errore. In
questo caso, ripetere la procedura di caricamento.
7. Spegnere la macchina.
8. Rimuovere la scheda di memoria flash.

- Scaricamento Dati NVRAM (Download) (SP 5825 1) -


Il comando SP 5825 1 permette di copiare i dati dalla scheda di memoria flash alla NVRAM.
I seguenti dati tuttavia NON vengono copiati (i dati presenti sulla NVRAM restano invariati).
ƒ SP 8221 1 (Originali Alimentati dall’ADF [Fronte])
ƒ SP 8221 2 (Originali Alimentati dall’ADF [Retro])

180
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

ƒ SP 8381 1 (Totale: Totale Pagine Stampate)


ƒ SP 8382 1 (Applicazione Copiatrice: Totale Pagine Stampate)
ƒ SP 8391 1 (Pagine Stampate su Formati Grandi [A3/DLT, Superiore])
ƒ SP 8411 1 (Stampe/Fronte-retro)
1. Spegnere la macchina.
2. Rimuovere il coperchio scheda [B] (1 rivetto).
3. Orientare il lato [A] della scheda di memoria flash (su cui è stampata una "A")
verso sinistra ed inserire la scheda nell’apposito slot.
4. Accendere la macchina.
5. Attivare la modalità SP e selezionare SP 5825 1.
6. La macchina cancella le impostazioni correnti quindi scrive le nuove
impostazioni sulla NVRAM della scheda BICU. Questo richiede circa 1 secondo.
Se il trasferimento fallisce, viene visualizzato un messaggio di errore. In questo
caso, ripetere la procedura di scaricamento.
7. Spegnere la macchina.
8. Rimuovere la scheda di memoria flash.

Procedura di Aggiornamento del Firmware

Questa sezione illustra come procedere all’aggiornamento del firmware.


La macchina utilizza i seguenti programmi firmware.

Tipo di Firmware Modalità SP Versione

Engine (BICU) 7801 2 B2435581 Ver 0.04 EXP

GDI (Stampante/Scanner) 7801 15 A.001

181
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

- Procedura di Aggiornamento Firmware Engine (BICU) -

1. Spegnere la macchina.
2. Rimuovere il coperchio scheda [B] (1 rivetto).
3. Inserire la scheda di memoria flash [A].

4. Premere e tenere premuto il tasto di accensione presente sul pannello di


comando quindi portare l’interruttore principale in posizione ON.
5. Selezionare "Execute" (Esegui) [C].

6. Non premere alcun tasto mentre è visualizzato il messaggio "Load Status..."


(Stato Caricamento …). Questo messaggio indica che il programma è in corso di
esecuzione.

182
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

7. Verificare la visualizzazione del messaggio "End Sum..." (Cheksum Finale).


Questo messaggio indica che il programma è stato terminato correttamente.
8. Spegnere la macchina mediante l’interruttore generale.
9. Rimuovere la scheda di memoria flash.
10. Rimontare il coperchio scheda [B] (1 rivetto).
11. Accendere la macchina.
12. Verificare il corretto funzionamento.

- Procedura di Aggiornamento Firmware GDI (Stampante/Scanner) -

1. Spegnere la macchina.
2. Rimuovere il coperchio scheda [A] (1 x )

183
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

3. Inserire la scheda di memoria flash [B] come illustrato sopra

4. Accendere la macchina.
5. Premere il tasto dell’applicazione stampante [C]

6. Premere il tasto OK [D], quindi premere Execute.

184
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

ƒ Non spegnere la macchina quando è visualizzato il messaggio “Now Writing”


(Scrittura in Corso). Questo messaggio indica che il programma è ancora in
esecuzione.
ƒ Accertarsi che venga visualizzato il messaggio “Completed” (Terminato).
Questo messaggio indica che il programma si è concluso correttamente.
7. Spegnere la macchina
8. Rimuovere la scheda di memoria flash
9. Rimontare il coperchio scheda [A] (1 x )

Stampa dei Modelli di Prova (SP 5902 1)

- Esecuzione della Stampa dei Modelli di Prova -


1. Specificare il numero di identificazione del modello e premere il tasto OK.
2. Premere il tasto di Avvio Copia. Viene attivata la Modalità Copia
3. Specificare le impostazioni per la copia quindi premere il tasto .
4. Per ritornare alla modalità SP, premere il tasto .

- Modelli di Prova -
Modelli di Prova usando VCU

N° Modello

0 Nessuno

1 Linee Verticali (Punto Singolo)

2 Linee Orizzontali (Punto Singolo)

3 Linee Verticali (Punto Doppio)

4 Linee Orizzontali (Punto Doppio)

5 Modello a Griglia (Punto Singolo)

6 Modello a Griglia (Punto Doppio)

7 Modello a Punti Alternati

185
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Modelli di Prova usando VCU

8 Punto Singolo Isolato

9 Banda Nera (Orizzontale)

10 Zona di Allineamento

11 Motivo Scozzese (Punto Singolo)

12 Scale di grigio (Orizzontale)

13 Scale di grigio (Verticale)

14 Scale di grigio (Verticale/Orizzontale)

15 Scale di grigio (Verticale/Orizzontale Sovrapposto)

16 Scale di grigio con linee bianche (Orizzontale)

17 Scale di grigio con linee bianche (Verticale)

18 Scale di grigio con linee bianche (Verticale/Orizzontale)

Modelli di Prova usando IPU

N° Modello

30 Linee Verticali (Punto Singolo)

31 Linee Orizzontali (Punto Singolo)

32 Linee Verticali (Punto Doppio)

33 Linee Orizzontali (Punto Doppio)

34 Quattro Punti Isolati

35 Modello a Griglia (Punto Doppio)

36 Banda Nera (Verticale, 1024 Punti)

37 Scale di grigio (Orizzontale, 512 Punti)

38 Scale di grigio (Verticale, 256 Punti)

39 Tassello ID

40 Croce

41 Motivo Scozzese (Passo 128 Punti)

42 Quadrati a Gradazione (64 Gradazioni)

43 Quadrati a Gradazione (256 Gradazioni)

44 Scale di grigio (Orizz., largh. 32-Punti)

186
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Modelli di Prova usando IPU

45 Scale di grigio (Verticale, larghezza 32-Punti)

46 Zona di Allineamento (A3)

47 Tasselli a Gradazione 1 - A4 (128 Gradazioni)

48 Tasselli a Gradazione 2 - A4 (128 Gradazioni)

49 Zona di Allineamento (A4)

Modelli di Prova usando SBU

N° Modello

51 Modello a Griglia (Punto Doppio)

52 Scale di grigio 1 (256 Gradazioni)

53 Scale di grigio 2 (256 Gradazioni)

Contatori Inceppamento Carta (SP 7504)

La seguente tabella elenca i numeri di menu (ultime tre cifre del codice SP 7504 XXX) e le
temporizzazioni/localizzazioni degli inceppamenti copia.
Codice

001 Inceppamento all’accensione.

010 Il foglio non ha raggiunto il sensore di registrazione (da un cassetto carta).

011 Il foglio non ha raggiunto il sensore di rinvio.

012 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di rinvio.

021 Il foglio non ha raggiunto il sensore di trasporto verticale.

022 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di trasporto verticale.

Il foglio non ha raggiunto il sensore di trasporto verticale del gruppo di


031
alimentazione carta opzionale.

Il foglio è inceppato nella zona del sensore di trasporto verticale del gruppo
032
di alimentazione carta opzionale.

050 Il foglio non ha raggiunto il sensore di registrazione (dal ripiano di by-pass).

Il foglio non ha raggiunto il sensore di registrazione durante la stampa del


060
retro (per stampa in fronte-retro).

070 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di registrazione.

187
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Codice

120 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita (pagina precedente).

121 Il foglio non ha raggiunto il sensore di uscita.

122 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita.

Il foglio non ha raggiunto il sensore di inversione fronte-retro (dal rullo di


123
registrazione).

125 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di inversione fronte-retro.

126 Il foglio non ha raggiunto il sensore di ingresso fronte-retro.

127 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di ingresso fronte-retro.

128 Il foglio non ha raggiunto il sensore di uscita fronte-retro.

129 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita fronte-retro.

130 Il foglio non ha raggiunto il fascicolatore a scomparto singolo.

131 Il foglio è inceppato nel fascicolatore a scomparto singolo.

Stampa SMC (SP 5990)

SP 5990 permette di effettuare la stampa degli elenchi messaggi manutenzione e


macchina.
1. Selezionare SP 5990.
2. Selezionare un menu:
ƒ Macchina Base: 001 Tutti, 002 SP, 003 UP, 004 Dati Registro o 005 Font Grandi
ƒ Macchina MFP: 001 Tutti (Elenco Dati), 002 SP (Elenco Dati Modalità), 003
Programma Utente, 004 Dati Registro, 005 Rapporto di Diagnostica, 006 Non-
Default, 007 Sommario NIB, 008 Registro Net File, 021 Programma Utente
Copiatrice, 022 SP Scanner, 023 Programma Utente Scanner, 040 Stampa
Contatore Allarme Parti, 064 Stampa Conteggio Normale, 065 Contatore Codice
Utente, 066 Contatore Operatore Principale, 067 Stampa Elenco Contatti, 069
Stampa Intestazione1, 071 Stampa Intestazione3, 072 Stampa Elenco Gruppi, 128
Modello ACC, 129 Modello Colori Utente o 160 Acquisizione Modello ACC

ƒ La stampa effettuata mediante il menu "Font Grande" è adatta per la


trasmissione via fax.
3. Premere il tasto "Execute" (Esegui).
ƒ Macchina Base: Viene attivata la Modalità Copia

188
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

ƒ Specificare le impostazioni per la copia quindi premere il tasto . Viene stampato


l’elenco degli stati macchina.
ƒ Macchina GDI: Viene stampato l’elenco degli stati macchina.
4. Per ritornare alla modalità SP, premere il tasto .

Visualizzazione Registro Inceppamento Originali (SP 7508)

- Visualizzazione del Registro Inceppamenti -


E’ possibile visualizzare le informazioni relative ai 10 inceppamenti più recenti. Le
informazioni relative a eventi precedenti vengono automaticamente cancellate.

ƒ Le informazioni relative al registro inceppamenti sono salvate nella NVRAM.


1. Selezionare SP 7508.
2. Selezionare una delle voci di menu (da "Ultimo 1" a “Ultimi 10").
3. Premere il tasto OK. Verrà visualizzato un sommario del registro inceppamento.
4. Per visualizzare ulteriori informazioni, selezionare "Detail" (Dettagli).

Codici Registro Inceppamenti

Codice Significato

210 L’originale non ha raggiunto il sensore di registrazione.

211 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di registrazione.

212 L’originale non ha raggiunto il sensore di uscita originale.

213 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di uscita originale.

214 L’originale non ha raggiunto il sensore di inversione originale.

215 Il foglio è inceppato nella zona del sensore di inversione originale.

189
Tabelle di Manutenzione 2006-01-017

Visualizzazione Uscita Sensore APS ADF (SP 6901)

- Posizioni del Sensore -

Da Largo a Piccolo

W1 1 0 0 1

W2 0 0 1 1

- Lettura dei Dati -

Formato Carta
W1 W2 L1 L2
NA EU/AA

0 0 0 0 — B5 LEF

0 0 1 1 11" x 17" B4

0 1 0 0 81/2" x 51/2" LEF A5 LEF

0 1 1 0 81/2" x 11" SEF A4 SEF

1 1 1 1 81/2" x 14" 81/2" x 13"

1 0 0 0 11" x 81/2" LEF A4 LEF

1 0 1 1 11" x 17" A3

1 1 0 0 51/2" X 81/2" SEF A5 SEF

1 1 1 0 — B5 SEF
1: Foglio Rilevato

190
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Descrizioni Dettagliate
Generalità
Disposizione dei Componenti

ƒ La figura si riferisce al modello B269/B277.


ƒ B245/B268/B276: Assenza del gruppo fronte-retro, un solo cassetto carta

1. 2° Specchio 21. Rullo di Registrazione


2. Lampada di Esposizione 22. Sensore di Registrazione
3. 1° Specchio 23. Ripiano di By-pass
4. Vetro di Esposizione 24. Rullo di Trasporto Inferiore
5. Sensore Larghezza Originale 25. Rullo di Rinvio Superiore
6. Sensore Lunghezza Originale 26. Sensore di Rinvio
7. Blocco Lenti 27. Rullo di Rinvio Inferiore
8. SBU 28. Sensore di Trasporto Verticale
9. Sensore di Uscita 29. Rullo di Alimentazione Carta
10. Motore dello Scanner 30. Sensore di Fine Carta
11. Rullo di Inversione 31. Piastra Inferiore
12. Sensore di Inversione Fronte-retro 32. PCU
13. Sensore di Ingresso Fronte-retro 33. Rullo di Sviluppo
14. Rullo Fusore 34. WTL
15. Rullo di Trasporto Superiore 35. Motore dello Specchio Poligonale

191
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

16. Rullo di Pressione 36. Gruppo Laser


17. Tamburo OPC 37. Supporto Flacone di Alimentazione Toner
18. Rullo di Trasporto Intermedio 38. Rullo di Uscita
19. Sensore di Uscita Fronte-retro 39. 3° Specchio
20. Sensore di Densità Immagine 40. Sensore Posizione di Partenza dello
Scanner

Percorso Carta

I modelli B269/B277 hanno un gruppo fronte-retro montato nella parte destra della
macchina.
Tutti i modelli hanno un ripiano di by-pass

192
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Schema della Trasmissione

1. Motore dello Scanner 6. Frizione di Rinvio


2. Motore Principale 7. Frizione Inferiore di Alimentazione Carta
3. Rullo Fusore 8. Frizione di Alimentazione By-pass
4. Tamburo OPC 9. Frizione Superiore di Alimentazione Carta
5. Rullo di Sviluppo 10. Frizione di Registrazione

193
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Struttura delle Schede


Diagramma a Blocchi

Solo i modelli B269/B277 integrano il gruppo fronte-retro.


Il fascicolatore a scomparto singolo è destinato ai modelli B268/B269 (equipaggiati con
box controller opzionale).

194
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

BICU (Unità di Controllo Macchina Base e Elaborazione Immagine)

La piastra madre controlla le seguenti funzioni:


ƒ Sequenze operative della macchina base
ƒ Temporizzazione di controllo periferiche
ƒ Elaborazione immagine, controllo video
ƒ Controllo funzionamento, controllo del sistema (solo Macchina Base)
ƒ Controllo della macchina
ƒ Controllo dei sensori, dei motori e delle frizioni della stampante e dello scanner
ƒ Controllo scheda di alimentazione alta tensione
ƒ Interfacce seriali verso le periferiche
ƒ Controllo fusione

SBU (Unità Schede Sensori)

La scheda SBU gestisce i segnali analogici provenienti dal dispositivo CCD e li converte in
segnali digitali.

195
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Generalità sul Processo di Copia

1. Esposizione
Una lampada allo Xeno effettua l’esposizione dell’originale. La luce riflessa dall’originale
giunge al dispositivo CCD, dove viene convertita in un segnale dati analogico. Questi dati
vengono convertiti in segnale digitale, elaborati e caricati in memoria. In fase di stampa, i
dati vengono letti dalla memoria ed inviati al diodo laser.
2. Caricamento del Tamburo
In condizioni di oscurità, il rullo di carica fornisce una carica negativa al tamburo foto-
conduttore organico (OPC). La carica rimane sulla superficie del tamburo in quanto lo
strato OPC possiede una elevata resistenza elettrica in condizioni di oscurità.
3. Esposizione Laser
I dati elaborati dopo la scansione dell’originale vengono letti dalla memoria e trasferiti
sul tamburo per mezzo di un raggio laser che forma un’immagine elettrica latente sulla
superficie del tamburo stesso. La quantità di carica rimanente come immagine latente
sul tamburo dipende dall’intensità del raggio laser, che è controllata dalla scheda BICU.

196
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

4. Sviluppo
La spazzola magnetica del developer sul rullo di sviluppo viene a contatto con
l’immagine latente sulla superficie del tamburo. Le particelle di toner si attaccano, per
effetto elettrostatico, alla superficie del tamburo nelle aree in cui il raggio laser ha
prodotto una riduzione delle cariche negative.
5. Sensore ID
Il laser forma un modello di rilevamento sulla superficie del tamburo. Il sensore ID
misura la riflettenza del modello. Il segnale di uscita è uno dei fattori usati dal controllo
di alimentazione toner. Inoltre, il sensore ID misura la riflettenza della superficie del
tamburo. Il segnale di uscita del sensore viene usato in questo caso per controllare la
tensione del gruppo di carica.
6. Trasferimento Immagine
La carta viene alimentata nell’area compresa tra la superficie del tamburo e il rullo di
trasferimento con una sincronizzazione che permette di allineare il foglio di carta e
l’immagine sviluppata sulla superficie del tamburo. Quindi, il rullo di trasferimento
applica una elevata carica positiva al retro del foglio. Questa carica positiva attira sulla
carta le particelle di toner presenti sulla superficie del tamburo. Contemporaneamente,
la carta viene attratta per effetto elettrostatico dal rullo di trasferimento.
7. Separazione Carta
La carta viene separata dal tamburo per effetto dell’attrazione elettrostatica che si crea
tra la carta stessa e il rullo di trasferimento. La piastra antistatica (collegata a terra)
contribuisce a separare la carta dal tamburo.
8. Pulizia
La lama di pulizia rimuove gli eventuali residui di toner sulla superficie del tamburo,
dopo il trasferimento dell’immagine sulla carta.
9. Smagnetizzazione
La luce generata dalla lampada di smagnetizzazione neutralizza le cariche sulla
superficie del tamburo.

197
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Scansione
Generalità

1. Lampada di Esposizione 5. Motore dello Scanner


2. 1° Scanner 6. Sensore Lunghezza Originali
3. Vetro di Esposizione 7. Sensori Larghezza Originali
4. Blocco Lente 8. Sensore Posizione di Partenza dello Scanner

La lampada di esposizione (lampada allo xeno) illumina il documento originale. L’immagine


viene riflessa sul dispositivo CCD (dispositivo ad accoppiamento di carica) sul blocco lente
attraverso il 1°, il 2° e il 3° specchio e attraverso la lente presente nel blocco lente.
Il 1° scanner comprende la lampada di esposizione, un riflettore ed il 1° specchio.
La lampada di esposizione è alimentata da uno stabilizzatore. La luce riflessa dal riflettore
è di intensità praticamente uguale a quella emessa dalla lampada di esposizione, per
ridurre le ombre sugli originali incollati.
Come dispositivo opzionale è disponibile un riscaldatore anticondensa per il gruppo ottico,
installabile sul lato sinistro dell'unità scanner. Questo dispositivo si attiva quando il cavo di
alimentazione è innestato.
Fusibile Stabilizzatore Lampada

Caratteristiche Produttore N. Tipo

ICP1 DC50 V/1.5 A ROHM CO.,LTD ICP–N38

198
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Azionamento Scanner

Il 1° e il 2° scanner [A, B] sono azionati da un motore passo-passo. In particolare il primo


scanner è azionato dal motore [C], attraverso la cinghia dentata [D], la puleggia [E], l’albero
[F] e le due cinghie dentate [G]. Il 2° scanner è invece azionato attraverso il 1° scanner e
due cinghie dentate [H].
- Modalità Libro -
La scheda BICU controlla e comanda il motore di azionamento dello scanner. In modalità 1:1
(formato originale) la velocità di scansione del 1° scanner è di 100 mm/s. La velocità del
secondo scanner è invece pari alla metà di quella del 1° scanner.
In modalità riduzione o ingrandimento, la velocità di scansione dipende dal rapporto di
ingrandimento. La velocità di ritorno è sempre la stessa, sia in modalità 1:1 che in modalità
ingrandimento. La modifica della lunghezza dell’immagine nella direzione di scansione
secondaria viene effettuata variando la velocità del motore di azionamento scanner, mentre
nella direzione di scansione primaria viene effettuata attraverso un’elaborazione eseguita dalla
scheda BICU. L’ingrandimento nella direzione di scansione secondaria può essere regolato
variando la velocità del motore di azionamento scanner tramite SP 4008. L’ingrandimento nella
direzione di scansione primaria può invece essere regolato tramite SP 4009.
- Modalità ADF -
Per eseguire la scansione del documento originale, gli scanner restano sempre nella
rispettiva posizione di partenza (il sensore "posizione di partenza scanner" [I] rileva il
posizionamento del 1° scanner). Il motore dell’ADF alimenta gli originali all’interno dell’ADF
stesso. In modalità riduzione/ingrandimento, la modifica della lunghezza dell’immagine
nella direzione secondaria viene effettuata variando la velocità del motore ADF.
L’ingrandimento nella direzione di scansione principale viene effettuato dalla scheda BICU,
come per la modalità libro.

199
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

L’ingrandimento nella direzione di scansione secondaria può essere regolato variando la


velocità del motore ADF tramite SP 6006 5. Nella direzione di scansione primaria, può essere
regolata tramite SP 4009, come per la modalità libro.

Rilevamento del Formato dell'Originale in Modalità Vetro di Esposizione

All'interno della cavità del gruppo ottico per il rilevamento del formato dell’originale, sono
presenti quattro sensori riflettenti. I sensori di larghezza originale [A] rilevano la larghezza
del documento originale, mentre i sensori di lunghezza originale [B] rilevano la lunghezza
dei documento originale. Tali dispositivi sono denominati sensori APS (Selezione
automatica della carta). Ciascun sensore APS è costituito da un foto sensore riflettente.

Quando la macchina è accesa, questi sensori sono attivi e comunicano sempre alla CPU i
dati relativi al formato del documento originale. La CPU, tuttavia, controlla tali dati solo
quando il sensore del coprioriginali [C] è attivato. Questo accade quando il coprioriginali si
trova circa 15 cm sopra il vetro di esposizione, ad esempio mentre viene chiuso. La CPU
può quindi determinare il formato dell'originale tramite la combinazione dei segnali ON/OFF
inviati dai sensori APS.

Se la copia viene realizzata con coprioriginali completamente aperto, la CPU determina il


formato dell'originale attraverso il segnale inviato dai sensori alla pressione del tasto
"Avvio".

200
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Formato dell’Originale Sensori Sensori


Lunghezza Larghezza Visualizzazione
SP 4301
Versione Versione
L2 L1 W2 W1
A4/A3 LT/DLT

A3 11" x 17" 1 1 1 1 11110000

B4 8.5" x 14" 1 1 0 1 11010000

8.5" x 13" — 1 1 0 0 11000000

A4-SEF 8.5" x 13" 0 1 0 0 01000000

A4-LEF 11" x 8.5" 0 0 1 1 00110000

B5-LEF 8.5" x 11" 0 0 0 1 00010000

A5-LEF 8.5" x 5.5" 0 0 0 0 00000000

— 8.5" x 13" 0 1 0 1 01010000

ƒ Alto, (foglio non presente) 1: Basso (foglio presente)

La tabella sopra riportata indica l'uscita dei sensori per i vari formati di originale. Questo
metodo di rilevamento del formato degli originali evita la necessità di eseguire una
scansione preliminare ed aumenta la produttività della macchina.

Per altre combinazioni (formati) sul pannello operatore verrà visualizzato il mes-saggio
“Form. Orig. Non Rilev.” (se SP 4303 viene mantenuto al valore di default).

201
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

In caso di utilizzo del ripiano di by-pass, tuttavia, la macchina presume che la carta sia
disposta per lungo. Per esempio, se si posiziona un foglio A4 di lato sul ripiano di by-pass,
la macchina rileva un formato A3 ed esegue la scansione completa di un'area A3,
ignorando i sensori di rilevamento formato originale. Tuttavia, per ciascuna pagina, il
segnale dati inviato al diodo laser viene interrotto al raggiungimento della lunghezza del
foglio rilevata dal sensore di registrazione. Questo significa che il tempo di copia della
prima pagina potrebbe essere più lungo (a causa del maggior tempo richiesto per la
scansione), ma ritornerà ai livelli normali per il resto del lavoro.

Il rilevamento del formato degli originali utilizzando l’ADF, è descritto nel manuale dell’ADF.

202
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Elaborazione dell'Immagine
Generalità

Il dispositivo CCD genera un segnale video analogico. La scheda SBU (Unità schede
sensori) converte il segnale analogico in un segnale digitale a 6-bit e lo invia alla scheda
BICU.
La scheda BICU è suddivisa in tre blocchi di elaborazione dell'immagine: IPU (Unità di
Elaborazione Immagine), FCI (Funzione di Rifinitura del Carattere) e VCU (Unità di
Controllo Video).
ƒ IPU: Ombreggiatura automatica, filtraggio, ingrandimento, correzione gamma (γ) di
scansione e correzione densità dell’immagine.
ƒ VCU: Correzione gamma (γ) di stampa, Controllo temporizzazione di stampa diodo
laser (LD) e controllo modulazione PWM del segnale laser.
ƒ FCI (all’interno del modulo VCU): Livellamento

ƒ I moduli IPU e VCU sono contenuti nello stesso circuito integrato, denominato
SCRATCH, montato sulla scheda BICU.

203
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

SBU (Unità Schede Sensori)

Il dispositivo CCD converte la luce riflessa dal documento originale in un segnale analogico.
La riga CCD comprende 7400 pixel per una risoluzione di 600 dpi (23,6 linee/mm).
Il dispositivo CCD ha due linee di uscita verso il circuito di elaborazione analogica: una per
i pixel pari e una per quelli dispari. Il circuito di elaborazione analogica esegue le seguenti
operazioni sui segnali inviati dal CCD:
1. Z/C (Fissaggio Zero):
Regola il riferimento per il livello di nero per i pixel pari per eguagliare i pixel dispari.
2. Amplificazione del Segnale:
Il segnale analogico viene amplificato per mezzo di amplificatori operazionali.
Al termine dell'elaborazione sopra descritta, il convertitore A/D converte i segnali analogici
in segnali a 8-bit. A ciascun pixel viene assegnato un valore rispetto ad una scala di 256
gradazioni. A questo punto, i dati dell'immagine digitalizzata vengono inviati alla scheda
BICU.

204
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

IPU (Unità Di Elaborazione Immagine)

Generalità

I dati dell'immagine inviati dall'unità SBU raggiungono il circuito dell'Unità di Elaborazione


dell'Immagine (IPU), presente sulla scheda BICU, che provvede ad eseguire i seguenti
processi di elaborazione dei dati immagine ricevuti:
1. Ombreggiatura automatica
2. Correzione linee bianche/nere
3. ADS
4. Correzione gamma di scansione
5. Ingrandimento (scansione principale)
6. Filtraggio (MTF e livellamento)
7. Correzione gamma della densità dell'immagine
8. Elaborazione immagine binaria
9. Diffusione errore
10. Dithering (simulazione digitale di toni)
11. Controllo circuiti video
12. Generazione modello di prova
I dati dell’immagine vengono quindi passati alla VCU (su macchine base) o al Controller
GDI (macchine GDI).

ƒ I moduli IPU e VCU sono contenuti nello stesso circuito integrato (denominato
SCRATCH) montato sulla scheda BICU.

Modalità di Elaborazione dell’Immagine

L'utente può scegliere tra i tipi di originale Testo, Foto e Speciale. Inoltre, ognuno di questi
tipi di originali possiede una ulteriore gamma di scelte (es. “accentuata”, “fotografica”, ecc.),

205
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

elencate nella tabella seguente.


ƒ Tutte le scelte sono personalizzabili con varie modalità SP che possono essere
regolate per soddisfare le esigenze dell’utente.
ƒ L'utente può selezionare la modalità che più si adatta agli originali utilizzati servendosi
del seguente programma utente: Tipo di Originale: Programma Utente – Funzioni
Copiatrice – Regolazione Immagine

Tipo di Modalità Tipo di Originali Previsti


Originale

Testo Normale Originali con testo normale.

Accentuata Giornali, originali con retro leggermente visibile


come testo sbiadito.

Foto Priorità Foto Testo/Immagini fotografiche con prevalenza di


foto.

Priorità Testo Testo/Immagini fotografiche con prevalenza di


testo.

Fotografica Fotografie vere e proprie.

Speciale Sfondo non Originali con retro molto evidente (o con sfondo
necessario colorato) e con testo sbiadito. Vale anche per gli
originali con sfondo molto granulato (alcuni tipi di
giornali) e testo sbiadito.

Testo a colori Originali con testo e linee colorati.

Foto con Pixel Immagini fotografiche retinate (punti di retinatura


Normali visibili), come le fotografie dei giornali –
risoluzione normale.

Foto con Pixel Immagini fotografiche retinate (punti di retinatura


Grossolani visibili), come le fotografie dei giornali –
risoluzione grossolana.

Sfondo Mantenuto Usare questa modalità al posto del modo Testo


(Testo Normale) Normale quando, ad esempio, un’area bianca
inglobata nell’immagine potrebbe causare una
rimozione dello sfondo circostante (più scuro) da
parte della funzione Densità Automatica
dell'immagine, lasciando inalterato il resto
dell’immagine. Usare questa modalità anche
quando il Cliente vuole mantenere lo sfondo.

Percorso per l’Elaborazione Immagini

Il diagramma di flusso seguente illustra i vari passi del processo di elaborazione


dell’immagine e i punti in cui gli stessi vengono eseguiti.

206
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

207
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Modalità Originali

La macchina ha 10 Modalità Originali. Due modalità Testo, tre modalità Fotografia e cinque
modalità “Speciali”. Il tasto Modalità Originali sul pannello di comando ha due possibilità di
impostazione: Testo e Foto. Con le impostazioni di default, la macchina utilizza “Testo
Normale (Testo 1)” quando è acceso l’indicatore Testo, e utilizza “Priorità Foto (Foto 1)”
quando è acceso l’indicatore Foto. Il cliente può attribuire modalità differenti agli indicatori
Testo e Foto, utilizzando i Programmi Utente – Funzione fotocopiatrice – Regolazione
Immagine. Notare che l’indicatore Testo non deve necessariamente essere attribuito ad una
modalità Testo e che il tasto Foto non deve necessariamente essere attribuito ad una
modalità Foto. Ad esempio, l’indicatore Testo può essere attribuito alla modalità Foto 3, e
l'indicatore Foto può essere attribuito alla modalità Speciale 4. Se l’utente desidera
personalizzare una delle modalità originali, il tecnico può cambiare le impostazioni utilizzando
SP 4922 ÷ SP 4942. Fare riferimento al paragrafo seguente “Modalità SP per ogni Passo di
Elaborazione Immagine”. Tuttavia, è possibile personalizzare solo una delle modalità originali.

Modalità SP per ogni Passo di Elaborazione Immagine

La tabella riportata nella pagina seguente illustra le modalità SP utilizzata per ciascun
passo di elaborazione immagine.
ƒ 4921: Seleziona a quale modalità originale verranno applicate le impostazioni da SP
4922 a SP 4928.
ƒ 4922: Seleziona la curva γ dello scanner. Si può selezionare una curva per gli originali
con prevalenza di testo (mettere in evidenza il testo) oppure una curva per gli originali
con prevalenza di fotografie (miglior distribuzione tra le sfumature dei colori scuri).
ƒ 4923: Seleziona la posizione della tacca centrale per i LED di regolazione della
Densità Immagine.
ƒ 4926: Regola il livello di rimozione trama (usato con la Diffusione Errore).
ƒ 4927: Regola la larghezza delle linee.
ƒ 4928: Seleziona il livello di cancellazione punti.
ƒ 4929: Converte il bianco in nero ed il nero in bianco
ƒ 4930: Regola la nitidezza delle immagini composte da linee e i bordi delle immagini piene.
ƒ 4931: Regola la nitidezza delle aree di immagine piene.
ƒ 4932: Regola la nitidezza delle linee a bassa densità.
ƒ 4941: Seleziona il livello di cancellazione righe bianche.
ƒ 4942: Seleziona il livello di cancellazione righe nere.
Se è installata l’unità fax e/o la stampante/scanner opzionali, è possibile, usando questi SP,
effettuare regolazioni separate le modalità Copiatrice, Fax e Stampante/Scanner.

208
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

209
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Ombreggiatura Automatica

Generalità
Esistono due metodi di ombreggiatura automatica: correzione del livello di nero e
correzione del livello di bianco. L’ombreggiatura automatica corregge gli errori nel livello di
segnale per ciascun pixel. La correzione del livello di nero viene sempre eseguita.
Correzione del Livello di Nero
La IPU rileva i dati fittizi relativi al nero da una sezione del segnale CCD (i 32 pixel finali
sono "oscurati") e calcola la media di tali dati. A questo punto, viene rimosso il valore del
livello di nero da ciascun pixel dell’immagine.
Correzione del Livello di Bianco
Le macchine precedenti utilizzavano un formato dati a 8-bit (256 gradazioni), mentre
questa macchina utilizza dati a 6-bit (64 gradazioni). Quando si applica la correzione del
livello di bianco a dati a 8-bit, vengono generate con maggior facilità le righe bianche. Ciò è
dovuto al fatto che le variazioni normali nella risposta in termini di pixel al segnale CCD
(estremamente contenute), quando vengono arrotondate per effetto della correzione del
livello di bianco, risulteranno molto più evidenti sulla copia, se i dati sono suddivisi in 256
gradazioni. Prima di eseguire la scansione dell'originale, la macchina legge una forma
d'onda di riferimento dalla piastra bianca. La media del livello di bianco relativo a ciascun
pixel viene memorizzata sotto forma di dati di ombreggiatura del bianco nella memoria
FIFO del circuito integrato IPU (SCRATCH). Le informazioni del segnale video per ciascun
pixel ottenute durante la scansione dell'immagine vengono corrette dal circuito integrato
IPU (SCRATCH). Se il valore massimo del livello video è 64 o inferiore, viene generato il
codice SC101 (errore lampada di esposizione). L'ombreggiatura automatica relativa al
primo originale viene eseguita prima della scansione. Dopo la scansione dell'intera pagina,
viene eseguita l'ombreggiatura automatica per predisporre la scansione della pagina
seguente. Se durante l'esecuzione della copia viene variata la densità dell'immagine o il
tipo di originale, l'ombreggiatura automatica per la scansione successiva viene eseguita
prima della scansione stessa.

Cancellazione delle Linee Bianche

La funzione di cancellazione delle linee bianche viene attivata (default) quando si specifica un
valore diverso da "0" per il modo SP 4941 1. Questa funzione opera come di seguito indicato:
1. La copiatrice esegue la scansione dell’originale.
2. Viene confrontato il livello di densità di ciascun pixel con quello dei pixel adiacenti.
3. Se il livello di densità di un pixel è notevolmente inferiore a quello dei pixel adiacenti,
allora viene applicata la correzione, considerando il livello di densità dei pixel adiacenti.

210
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Quando abilitata, la cancellazione linee bianche viene applicata a tutti gli originali. Questa
funzione è in grado di cancellare linee bianche aventi una larghezza compresa tra 1 e 6
pixel (ovvero fino a una larghezza di circa 0,25 mm). Le linee bianche di larghezza
superiore non vengono cancellate. Impostando il modo SP 4941 1 a "2" anziché a "1" la
funzione provvede alla cancellazione delle linee bianche più scure (ovvero quelle meno
bianche). Questo modo SP non influenza la larghezza delle linee bianche da cancellare.

Cancellazione delle Linee Nere

Questa funzione provvede alla cancellazione delle linee nere generate dalla presenza di
polvere o sporcizia sul vetro di esposizione. Tale funzione viene attivata (default) quando si
specifica un valore diverso da "0" per il modo SP 4942 1.
Aumentando il valore impostato per il modo SP in oggetto, si ottiene la cancellazione delle
linee nere meno intense (ovvero quelle meno nere). Questo modo SP influenza anche la
larghezza delle linee nere da cancellare. Impostando il valore "1" o "2", la funzione
provvede alla cancellazione delle linee nere aventi una larghezza compresa tra 1 e 4 pixel
(ovvero fino a una larghezza di circa 0,17 mm); impostando il valore "3", è possibile
ottenere la cancellazione di linee nere con larghezza compresa tra 1 e 6 pixel (ovvero fino
a una larghezza di circa 0,25 mm). Alcune linee nere presenti sull’originale possono essere
cancellate impostando un valore maggiore per il suddetto modo SP.

Densità Automatica dell’Immagine (ADS)

Nella SBU
La funzione ADS evita che lo sfondo di un documento originale appaia sulle copie. Durante
la scansione della pagina, il modulo IPU della scheda BICU rileva il livello di picco del
bianco per ciascun riga acquisita. L’IPU determina quindi il valore di riferimento per la
conversione A/D di una data riga acquisita usando il livello di picco del bianco associato
alla riga stessa. A questo punto, l’IPU invia il valore di riferimento al controller presente
sulla SBU. Quando si esegue la scansione di un originale avente sfondo grigio, la densità
dell’area grigia rappresenta la densità del livello di picco del bianco. Pertanto, lo sfondo
dell’originale non apparirà sulle copie. Dal momento che i dati relativi al livello di picco
vengono rilevati per ciascuna riga acquisita, la funzione ADS applica una correzione per
ciascuna variazione della densità dello sfondo presente lungo la pagina.
Come per i precedenti modelli di copiatrici digitali, l’utente può stabilire manualmente la
densità dell’immagine quando seleziona la funzione ADS; durante l’elaborazione del
documento originale, la macchina utilizzerà entrambe le impostazioni.
In Base al Tipo di Originale
La funzione ADS è abilitata solo quando l’utente ha selezionato le seguenti modalità:

211
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

ƒ Modo Testo 1 o 2 (Normale o Nitido), Modo Foto 2 (Priorità/Testo) o Modo Speciale 1 o


2 (Sfondo non Necessario o Testo a Colori).
Questa selezione può essere effettuata usando la funzione Regolazione Modalità Originale
(3) dei Programmi Utente (Funzioni Copiatrice).

Correzione Gamma (γ) di Scansione

L'uscita fornita dal dispositivo CCD non è proporzionale alla quantità di luce ricevuta. La
funzione di correzione gamma (γ) di scansione corregge l'uscita del CCD per rendere i dati
relativi alla scala di grigio proporzionali alla quantità di luce ricevuta.
La macchina ha due possibili curve di correzione della gamma di scansione: Testo e Foto.
Selezionando Testo, la macchina non utilizza la correzione gamma di scansione. Come
risultato, l’uscita fornita corrisponde ad un livello più scuro rispetto alla densità
dell’immagine sull’originale. Il vantaggio risultante è che la macchina può evidenziare
anche le aree di nero con densità più bassa. Lo svantaggio è invece dato dal fatto che la
macchina non può differenziare le gradazioni nelle aree più scure e, quindi, le sfumature
dei colori scuri non sono facilmente distinguibili.
Selezionando Foto, la macchina usa la correzione gamma (γ) di scansione. Il vantaggio di
questa scelta è dato dal fatto che la macchina può evidenziare le gradazioni nelle aree
scure degli originali con immagini fotografiche. Lo svantaggio è invece dato dal fatto che in
alcuni casi le immagini risultano più chiare di quanto il Cliente si aspetta.

Ingrandimento nella Direzione di Scansione Principale

Variando la velocità dello scanner si abilita l'ingrandimento o la riduzione dell'immagine


nella direzione di scansione secondaria. L'ingrandimento e la riduzione nella direzione di
scansione principale sono invece gestiti dal circuito integrato IPU (SCRATCH). Il processo
di elaborazione per l'ingrandimento/ riduzione scansione principale è identico a quello delle
precedenti copiatrici digitali.

212
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Immagine Speculare per la Modalità ADF

Quando si realizzano copie utilizzando l'ADF, il circuito di ingrandimento genera un'immagine


speculare. Questo è dovuto al fatto che la posizione di partenza della scansione lungo la
direzione di scansione principale in modalità ADF si trova nella posizione opposta a quella
della modalità vetro di esposizione. In modalità vetro di esposizione, il documento originale
viene posizionato a faccia in giù sul vetro di esposizione stesso. La posizione di partenza
della scansione principale si trova in corrispondenza dell’angolo A e lo scanner si sposta
verso la parte bassa della pagina. In modalità ADF, invece, l'alimentatore inserisce il bordo
anteriore del documento originale sul vetro di esposizione dell'alimentatore originali (DF).
Quindi, come accennato in precedenza, la posizione di partenza della scansione principale
sarà sull’angolo opposto. Per creare l'immagine speculare, la IPU memorizza ogni singola
riga nella memoria LIFO (Last In First Out).

Filtraggio

Generalità
Esistono alcuni filtri software che permettono di incrementare la qualità dell'immagine per il
tipo di originale selezionato. Vi sono tre filtri MTF, un filtro di livellamento e le funzioni di
cancellazione punti indipendenti e correzione larghezza linee. Ognuno di questi filtri può
essere utilizzato solo quando sono selezionate determinate modalità (spiegate in dettaglio
più avanti), e vengono applicati automaticamente. I livelli di intensità per i filtri MTF e di
livellamento sono controllati per mezzo della modalità SP 4932. I livelli per la correzione
larghezza linee e per la cancellazione punti indipendenti sono controllati rispettivamente
dalle modalità SP 4927 e 4928.

213
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

I filtri MTF mettono in evidenza la nitidezza. I tre filtri MTF sono: Bordi, Area Piena e Linee a
Bassa Densità. La correzione della larghezza linee regola lo spessore delle linee. La
cancellazione punti indipendenti permette invece di rimuovere punti indesiderati dall’immagine.
Regolazione Filtro MTF – Bordi
Per stabilire se un dato punto fa parte o meno di un bordo, la IPU controlla tutti i punti
circostanti (in verticale, orizzontale e diagonale). Se la IPU stabilisce che il punto fa parte di
un bordo, la macchina applica il filtro MTF per i bordi, utilizzando il valore impostato in SP4-
930. Più alto è il valore impostato, più nitida risulterà l’immagine. Tuttavia, questo vale solo se
l’utente utilizza le modalità Testo 1, Testo 2, Foto 1-3, Speciale 1, Speciale 2 o Speciale 5.

Il valore di default è “0” per ogni modalità. In ogni caso, l’intensità effettiva corrispondente
al valore “0”, varia da modalità a modalità.
Regolazione Filtro MTF – Aree Piene
Se la IPU rileva che il punto non fa parte di un bordo, la macchina applica il filtro MTF per
le aree piene utilizzando il valore impostato in SP4-931. Più alto è il valore impostato, più
nitida risulterà l’immagine. Tuttavia questo vale solo se l’utente utilizza la modalità Testo 2.
Il valore di default è “0” per ogni modalità. In ogni caso, l’intensità effettiva corrispondente
al valore “0”, varia da modalità a modalità.
Regolazione Filtro MTF – Linee con Bassa Densità di Immagine
La IPU controlla anche la densità dell’immagine di tutti i punti. Se viene rilevata una
successione di punti a Bassa Densità, la macchina interpreta questa condizione come una
linea a bassa densità ed applica il filtro MTF per le linee a Bassa Densità utilizzando il
valore impostato in SP 4932. Più alto è il valore impostato, più nitida risulterà l’immagine.
Tuttavia questo vale solo se l’utente utilizza le modalità Testo 1, Testo 2, Foto 2, Speciale 1,
Speciale 2 o Speciale 5. Il valore di default è “0” per ogni modalità. In ogni caso, l’intensità
effettiva corrispondente al valore “0”, varia da modalità a modalità.
Cancellazione Punti Indipendenti
Quando l’utente seleziona la modalità Testo 1 e 2, Foto 2, e Speciale 1, 2 e 5, i punti
indipendenti vengono rilevati utilizzando una particolare matrice e cancellati dall’immagine.
Il livello di rilevamento può essere regolato con SP 4928. Più alto è il valore impostato,
maggiore è il numero di punti cancellati dalla macchina. La macchina cancella i punti
indipendentemente dalla loro densità di immagine. Occorre tuttavia notare che i punti in
immagini di tipo reticolare potrebbero essere considerati per errore dei punti indipendenti.
Correzione della Larghezza Linee
Quando l’utente seleziona le modalità Testo 1 e 2, Foto 2, Speciale 1, 2 e 5, lo spessore
delle linee viene regolato utilizzando il valore impostato in SP 4927. Notare che il valore di
default per tutte le modalità è OFF (disattivato) ad eccezione della modalità Speciale 2.

214
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

La correzione della Larghezza Linee è effettuata dal circuito integrato IPU (SCRATCH).

Correzione Gamma (γ) ID

La macchina seleziona automaticamente la correzione gamma ID più appropriata in


funzione del tipo di originale selezionato e delle impostazioni definite via pannello di
comando. In tutte le modalità, la correzione Gamma ID può essere regolata con SP 4923.

Elaborazione della Gradazione

Generalità
Esistono tre tipi di elaborazione della gradazione (elencati di seguito). Per ulteriori dettagli
sui processi utilizzati per ciascuna modalità originale, fare riferimento al paragrafo “Modalità
Elaborazione Immagine di Default per ciascun Tipo di Originale”.
ƒ Elaborazione dell’immagine binaria
ƒ Diffusione errore
ƒ Dithering (simulazione digitale di toni)
Elaborazione dell’immagine binaria
I dati dell’immagine a 8 bit vengono convertiti in dati a 1 bit (dati immagine in bianco / nero).
Questo avviene quando l’utente seleziona le modalità Testo 2 o Speciale 1. La soglia per
decidere se un pixel è bianco oppure nero non può essere regolata.
Diffusione errore
La diffusione errore riduce la differenza di contrasto tra le aree chiare e scure di
un’immagine a mezzi toni. Ogni pixel viene corretto utilizzando la differenza tra il pixel
stesso e quelli circostanti. I pixel corretti vengono confrontati con una matrice di diffusione
errore. La diffusione errore viene applicata quando l’utente seleziona la modalità Testo 1,
Foto 1-3 e Speciale 2 e 5. Come ultimo passo nel processo di diffusione errore, viene
applicato per default un processo denominato Rimozione Trama alle modalità Testo 1, Foto
2, Speciale 2 e Speciale 5; tale processo può anche essere applicato alle modalità Foto 1 e
3, cambiando il valore impostato in SP 4926. La Rimozione Trama utilizza 256 valori di
soglia in una matrice 8 x 8. Il valore di SP 4926 controlla l’applicazione della Rimozione
Trama per ognuna delle 6 modalità sopra elencate. Le impostazioni sono le seguenti:
0: Viene usato il valore di default per ogni modalità. Testo 1, Foto 2, Speciale 2 e Speciale 5
hanno un valore di default = 3 (vedere oltre) mentre Foto 1 e 3 hanno un valore di default = 1.
1: Non viene applicata alcuna rimozione.
2 – 6: Rimozione applicata al livello specificato da questa impostazione. Più alto è il valore
impostato (livello) meno chiara risulterà l’immagine (maggior quantità di trama rimossa).
Dithering (simulazione digitale di toni)
Ciascun pixel viene confrontato con la soglia di una matrice di simulazione toni. Sono disponibili

215
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

diverse matrici per evidenziare le aree con mezzi toni nelle immagini quali ad esempio le
fotografie sui giornali. Il Dithering viene usato solo per le modalità Speciale 3 e Speciale 4.

Unità di Controllo Video (VCU)

Funzione di Rifinitura del Carattere e dell’Immagine (FCI)

La funzione FCI esegue il livellamento dell’immagine. Questo processo influenza solo le


immagini che hanno subito l’elaborazione binaria per determinate modalità di originali.

Normalmente, l’elaborazione dell’immagine binaria genera caratteri con bordi dentellati,


come illustrato nella figura precedente. Tale dentellatura può essere ridotta usando il
livellamento (smoothing) dei bordi. La funzione FCI varia la durata e la posizione degli
impulsi laser per alcuni pixel. La Fig. A illustra le quattro durate possibili degli impulsi
mentre la Fig. B illustra come l’impulso laser può essere generato in una delle tre posizioni
all’interno del pixel. La Fig. C illustra un esempio di come viene gestito il livellamento bordi.
Il livellamento FCI ha effetto solo quando si selezionano le modalità Testo 2 o Speciale 1.
Non esiste alcuna regolazione SP per questa funzione.

Correzione Gamma di Stampa

La correzione gamma di stampa corregge i dati in uscita dall’unità IPU e inviati al diodo laser
per adattarli alle caratteristiche dei componenti utilizzati sulla macchina base (ad esempio, le
caratteristiche del tamburo, del diodo laser e delle lenti).
La macchina seleziona la curva di gamma più adatta in funzione del tipo di originale
selezionato dall’utente. Non vi sono modalità di regolazione SP per questa funzione.

216
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Esposizione Laser
Generalità

1. Gruppo diodo laser 7. 2° specchio


2. Lente di rilevamento sincronizzazione 8. Lente F-teta
3. Lente toroidale doppia 9. Specchio poligonale
4. Vetro di protezione toner 10. Lente cilindrica
5. Tamburo OPC 11. Specchio di rilevamento sincronizzazione
6. 1° specchio

ƒ La scheda di azionamento Diodo Laser controlla sia l’uscita laser che il meccanismo di
sincronizzazione laser.
ƒ La macchina interrompe l’alimentazione alla scheda di azionamento Diodo Laser
quando si apre lo sportello anteriore o lo sportello destro.

217
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Controllo Automatico della Potenza (APC)

Il Diodo Laser è comandato da uno Circuito Integrato dedicato. Per evitare variazioni
dell’intensità del raggio laser determinate dalla temperatura, la macchina controlla la
corrente che passa attraverso il Diodo Laser (LD). La macchina regola la corrente inviata al
Diodo Laser confrontandola con un livello di riferimento fornito da un apposito circuito.
Questo controllo automatico della potenza viene effettuato subito dopo l’accensione della
macchina e durante la stampa.
Il livello di potenza del diodo laser viene regolato all’atto dell’assemblaggio della macchina.

ƒ Non intervenire in loco sulle resistenze variabili dell’unità diodo laser.

218
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Interruttori di Sicurezza Diodo Laser (LD)

Per garantire la sicurezza del Tecnico e dell’Utente e per impedire che venga
inavvertitamente attivato il raggio laser durante le attività di manutenzione, sono stati
utilizzati degli interruttori di sicurezza nei coperchi Anteriore e Destro.
Quando si apre il coperchio anteriore o il coperchio destro, viene interrotta l’alimentazione
al Diodo Laser.
Gli interruttori sono installati sulla linea +24V proveniente dall’alimentatore: la tensione
+5VLD viene pertanto generata dalla linea +24V controllata dagli interruttori di interblocco.

219
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Gruppo Fotoconduttore (PCU)


Generalità

Il gruppo Fotoconduttore comprende i componenti illustrati in figura. Su questa macchina


viene utilizzato un tamburo fotoconduttore organico (diametro: 30 mm).

1. Lama di Pulizia 6. Rullo di Sviluppo


2. Coclea di Raccolta Toner 7. Gruppo di Sviluppo
3. Unghietta di Stacco 8. Rullo di Carica
4. Tamburo OPC 9. Spazzola di Pulizia Rullo di Carica
5. Sensore ID (vedere nota) 10. Lampada di Smagnetizzazione (vedere nota)

ƒ Il sensore ID e la lampada di smagnetizzazione non sono inclusi nel gruppo PCU.

220
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Azionamento

Il motore principale [A] aziona il tamburo [B] attraverso una serie di ingranaggi e l’albero di
azionamento tamburo [C]. Il gruppo del motore principale integra anche un dispositivo di
controllo che genera un segnale di blocco motore quando la velocità di rotazione supera il
campo specificato.

221
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Carica del Tamburo


Generalità

Per caricare il tamburo, questa copiatrice utilizza un rullo di carica. Il rullo di carica [A]
opera permanentemente a contatto con la superficie del tamburo [B], per fornire a
quest’ultima una carica negativa di –950 V.
La scheda di alimentazione alta tensione fornisce una carica negativa di –1700 V al rullo di
carica, attraverso la vite [C] e la piastrina terminale [D]. Tale tensione può essere modificata
utilizzando la modalità SP 2001 1.

222
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Correzione della Tensione sul Rullo di Carica

Correzione dovuta alle Condizioni Ambientali

Con il sistema di carica del tamburo mediante rullo di carica, la tensione trasferita al
tamburo varia in funzione della temperatura e dell’umidità esistenti attorno al rullo di carica
tamburo. Più alta è la temperatura o l’umidità, maggiore è la tensione che deve essere
applicata. Per compensare queste condizioni, la macchina utilizza il sensore ID per
misurare gli effetti delle condizioni ambientali correnti. Per eseguire questa misurazione, i
parametri di controllo processo vengono bilanciati in modo che qualsiasi piccola variazione
nel potenziale del tamburo, causata da effetti ambientali, comporti una variazione nella
quantità di toner trasferita sul tamburo. Questa misurazione viene effettuata
immediatamente dopo la generazione del modello di rilevamento ID per il controllo della
densità toner. Subito dopo la generazione del modello di rilevamento ID [A], la tensione del
rullo di carica rimane invariata, ma la polarizzazione di sviluppo risale fino a –600 V; di
conseguenza, il potenziale del tamburo viene ridotto a –650 V. Il Diodo Laser non viene
attivato, e il potenziale del tamburo è a questo punto leggermente più alto della
polarizzazione di sviluppo, per cui viene trasferita sul tamburo una quantità estremamente
ridotta di toner. Il sensore ID misura la densità di questo modello [B] e la tensione di uscita
risultante è conosciuta come Vsdp. Questa tensione viene confrontata con la tensione Vsg
(letta nello stesso momento sul tamburo). Se l’umidità scende bruscamente, il potenziale

223
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

del tamburo aumenta (ad una tensione negativa più elevata) anche se la tensione sul rullo
di carica rimane invariata (l’efficienza del trasferimento di tensione cresce con il diminuire
della temperatura). Di conseguenza, viene trasferita una quantità minore di toner sul
modello di rilevamento sensore ID [B]. Quando l’uscita del sensore raggiunge un
determinato valore, la tensione di carica del tamburo viene ridotta.
Per stabilire se è necessario variare la tensione applicata al rullo di carica del tamburo, la
macchina confronta i valori di Vsdp e Vsg.
ƒ Vsdp/Vsg > 0.95 = Riduce la tensione di carica del tamburo di 50V
ƒ Vsdp/Vsg < 0.90 = Aumenta la tensione di carica del tamburo di 50V

Temporizzazione di Generazione del Modello di Rilevamento Sensore ID

Il modello di rilevamento sensore ID non viene generato per tutte le pagine o per tutti i
lavori. Il modello viene generato solo nelle seguenti condizioni:
ƒ Durante il riscaldamento, dopo l’accensione
ƒ Quando la macchina inizia la fase di riscaldamento dopo il rientro dalla modalità di
risparmio energetico e la temperatura è inferiore al valore previsto, impostato con la
relativa modalità SP.
ƒ Quando la macchina inizia la fase di riscaldamento dopo il rientro dalla modalità di
risparmio energetico ed esegue più di 100 stampe dopo la generazione del modello p.

Pulizia del Rullo di Carica del Tamburo

Il rullo di carica del tamburo [A] tende a sporcarsi facilmente dal momento che opera
costantemente a contatto del tamburo. Per tale motivo, a contatto dal rullo di carica agisce
permanentemente la spazzola di pulizia [B] che provvede a pulirne opportunamente la
superficie.

224
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Sviluppo
Generalità

Il gruppo di sviluppo è costituito dai seguenti componenti.


1. Rullo di Sviluppo
2. Paletta di miscelazione 2
3. Sensore TD
4. Paletta di miscelazione 1
5. Lama dosatrice
Questa macchina utilizza un sistema di sviluppo a rullo singolo. Due palette di miscelazione
provvedono a miscelare il developer. Il sensore di densità toner (TD) e il sensore di densità
Immagine (ID) (vedere la figura riportata nella sezione dedicata al gruppo Fotoconduttore –
PCU) sono utilizzati per controllare la densità dell’immagine sulla copia.

225
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Azionamento

Il motore principale [A] aziona il rullo di sviluppo [B] e le palette di miscelazione [C]
attraverso un treno di ingranaggi e l’albero di azionamento sviluppo [D]. Quando si
inserisce il gruppo PCU, l’albero di azionamento sviluppo si innesta nell’ingranaggio del
rullo di sviluppo.
Gli ingranaggi di azionamento sviluppo (ad eccezione di quelli integrati nel gruppo di
sviluppo) sono di tipo elicoidale. Questo li rende più silenziosi degli ingranaggi normali.

Miscelazione del Developer

Le due palette di miscelazione [E, F] mantengono costantemente miscelato il developer. La

226
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

paletta di miscelazione 2 [E] trasporta il developer in eccesso, rimosso dalla superficie del
rullo di sviluppo [G] dalla lama dosatrice [H], verso la parte anteriore della macchina. La
paletta di miscelazione 1 [F] riporta il developer in eccesso, insieme al nuovo toner, verso la
parte posteriore del gruppo di miscelazione. Qui il developer viene nuovamente applicato al
rullo di sviluppo.

Polarizzazione di Sviluppo

Questa macchina utilizza un sistema di sviluppo negativo-positivo, in cui le aree nere


dell’immagine latente assumono una bassa carica negativa (circa –154 ± 50V) mentre le
aree bianche assumono una elevata carica negativa (circa –950 V).
Per poter attrarre il toner caricato negativamente verso le aree nere dell’immagine latente
generata sul tamburo, la scheda di alimentazione alta tensione applica una polarizzazione
di –650 ai rulli di sviluppo attraverso il processo di sviluppo dell’immagine. La
polarizzazione viene applicata all’albero del rullo di sviluppo [A], tramite l’albero di
azionamento [B].
La tensione di polarizzazione sviluppo (–650 V) può essere regolata tramite SP 2201 1.

227
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Alimentazione Toner

Meccanismo di Ricarica del Flacone di Toner

Quando si inserisce un flacone di toner nel relativo supporto [A] e questo viene inserito
completamente all’interno della macchina, l’otturatore del toner [B] si sposta contro la parte
laterale [C] del gruppo PCU. Quando la leva del supporto flacone di toner [D] viene
riportata nella sua posizione originale, il tappo [E] sul flacone di toner viene estratto e
mantenuto in posizione dal mandrino [F].
Il meccanismo di alimentazione toner trasporta il toner dal flacone al gruppo di sviluppo. Il
flacone di toner ha una scanalatura a spirale [G] che favorisce il trasferimento del toner
verso il gruppo di sviluppo.
Per installare un nuovo flacone di toner, sollevare innanzitutto la leva del supporto flacone.
Questa azione comanda il movimento del mandrino, riportando il tappo del flacone di toner
nella posizione originale per impedire fuoriuscite di toner.
Quando il supporto del flacone viene estratto per poter inserire un nuovo flacone,
l’otturatore chiude l’apertura, comandato dalla pressione di una molla.

228
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Meccanismo di Alimentazione Toner

Il motore di alimentazione toner [A] mette in rotazione il flacone del toner [B] e le lame in
mylar [C]. Inizialmente, il toner cade all’interno del supporto flacone. Le lame di
alimentazione toner in mylar trasferiscono il toner verso la fessura [D]. Quando si installa il
gruppo PCU nella macchina, l’otturatore [E] al di sopra del gruppo PCU stesso, viene
aperto dal supporto del flacone toner. A questo punto il toner cade nel gruppo di sviluppo
attraverso la fessura e l’otturatore

Controllo della Densità Toner

Generalità

Esistono quattro modalità per controllare l’alimentazione del toner, come indicato nella
tabelle della pagina seguente, modificabili tramite SP 2921. L’impostazione di fabbrica è la
modalità di controllo sensore 1. Normalmente, la concentrazione di toner nel developer
viene controllata utilizzando la tensione standard del sensore TD (Vts), la tensione di
riferimento per l’alimentazione toner (Vref), la tensione di uscita effettiva del sensore TD
(Vt) e i dati di uscita del sensore ID (Vsp/Vsg).

229
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Le quattro modalità di controllo della densità toner sono.


Controllo Sensore 1
Modalità Controllo Sensore 1 (SP 2921, “0”): Normalmente usare solo
questa impostazione

Decisione di Confronto tra Vt e una tensione di riferimento (Vts o Vref)


alimentazione toner

Processo di controllo Il toner viene alimentato nel gruppo di sviluppo quando il valore
toner di Vt è maggiore della tensione di riferimento (Vts o Vref). Con
questa modalità, il valore di Vref viene conservato per utilizzarlo
durante il successivo controllo della densità toner.

Il valore di riferimento Vts viene usato per il primo controllo della


Densità Toner, dopo l’installazione di un nuovo gruppo PCU,
finché ad esso non viene applicata la correzione in base
all’uscita del sensore ID. Il valore di riferimento Vref viene usato
dopo la correzione del valore di Vts con la tensione di uscita del
sensore ID (correzione effettuata durante il primo controllo della
densità toner, dopo l’installazione di un nuovo gruppo PCU).

Q.tà toner alimentata Variabile

Rilevamento fine Eseguito


toner

Controllo Sensore 2
Modalità Controllo Sensore 2 (SP 2921, “1”): Riservato ai progettisti, non
utilizzare questa modalità in loco.

Decis. aliment. toner Confronto tra Vt e tensione di riferimento (Vts)

230
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Processo di controllo Questa tipologia di controllo toner equivale alla modalità controllo
toner sensore 1. Tuttavia, la tensione di riferimento utilizzata è sempre
Vts.

Q.tà toner alimentata Variabile

Rilevamento fine Eseguito


toner

Controllo Fisso 1
Modalità Controllo Fisso 1 (SP 2921, “2”): Riservato ai progettisti, non
utilizzare questa modalità in loco.

Decis. aliment. toner Confronto tra Vt e una tensione di riferimento (Vts o Vref)

Processo di controllo Questa tipologia di controllo toner equivale alla modalità controllo
toner sensore 1.

Q.tà toner alimentata Fissa (SP 2925)

Rilevamento fine Eseguito


toner

Controllo Fisso 2
Modalità Controllo Fisso 2 (SP 2921, “3”): Da utilizzare temporaneamente
quando è necessario sostituire il sensore TD.

Decis. aliment. toner Confronto tra Vt e una tensione di riferimento (Vts o Vref)

Processo di controllo Questa tipologia di controllo toner equivale alla modalità controllo
toner sensore 1.

Q.tà toner alimentata Fissa (SP 2925)

Rilevamento fine Eseguito


toner

Impostazione Iniziale del Sensore Densità Toner

La procedura di impostazione iniziale del sensore TD (SP 2214: Inizializzazione Developer)


deve essere eseguita dopo la sostituzione del developer. Durante l’impostazione iniziale del
sensore TD, quest’ultimo viene configurato in modo da ottenere in uscita dal sensore TD un
valore uguale a quello definito in SP 2926 (default: 2.4 V). Questo valore verrà usato come
tensione di riferimento standard (Vts) del sensore TD

Misura della Concentrazione di Toner

La concentrazione di toner nel developer viene rilevata una volta per ogni ciclo di copia. La

231
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

tensione di uscita del sensore (Vt) durante il ciclo di rilevamento viene confrontata con la
tensione di riferimento standard (Vts) oppure con la tensione di riferimento per
l’alimentazione toner (Vref).

Rilevamento Vsp/Vsg

Il sensore ID rileva le seguenti tensioni.


ƒ Vsg: Uscita del sensore ID durante il controllo della superficie tamburo
ƒ Vsp: Uscita del sensore ID durante il controllo del modello di rilevamento sensore ID
In questo modo vengono controllate sia la riflettenza della superficie tamburo che quella del
modello generato sul tamburo, compensando le eventuali variazioni nella riflettenza del
modello tamburo o della superficie del tamburo. Il modello di rilevamento sensore ID viene
generato sul tamburo dal rullo di carica e dal Diodo Laser. Il valore di Vsp/Vsg non viene
rilevato per ogni pagina o lavoro ma solo nelle seguenti circostanze, al fine di determinare il
valore da assegnare a Vref.
ƒ Durante il riscaldamento, dopo l’accensione
Se la macchina, dopo il passaggio alla modalità “Spegnimento notturno” o “Assorbimento
ridotto”, avvia la fase di riscaldamento quando la temperatura di fusione è 30°C o inferiore
(default) (SP 2994 permette di specificare la temperatura desiderata).

Determinazione della Tensione di Riferimento per l’Alimentazione Toner (Vref)

La tensione di riferimento per l’alimentazione del toner (Vref) viene utilizzata per stabilire se
avviare il ciclo di alimentazione del toner (vedere punto successivo). Vref viene determinata
in base ai seguenti dati:
ƒ Uscita del sensore ID (Vsp/Vsg)
ƒ (Vts o Vref corrente) - Vt

Determinazione dell’Alimentazione Toner

La tensione di riferimento (Vts o Vref) è la tensione di soglia utilizzata per stabilire se deve
essere eseguito o meno un ciclo di alimentazione toner. Se la tensione Vt diventa maggiore
della tensione di riferimento, la macchina provvede ad alimentare toner aggiuntivo. Il valore
corrente può essere controllato utilizzando SP 2220.

Determinazione del Tempo di Attivazione del Motore di Alimentazione Toner

Per la modalità di controllo fissa, la temporizzazione di attivazione del motore di


alimentazione toner è quella specificata dal valore impostato in SP 2925 e non varia.
L’impostazione di default è 200 ms per ogni copia. La temporizzazione di attivazione del
motore di alimentazione toner corrispondente a ciascun valore assegnato a SP 2925 è la
seguente.

232
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Valore di SP2-925 Tempo di attivazione del motore (t = 200 ms)

0 T

1 2t

2 4t

3 8t

4 12t

5 16t

6 Continuamente attivo

7 Toner non alimentato


Per le modalità di controllo sensore 1 e 2, la temporizzazione di attivazione del motore di
alimentazione toner viene stabilita dai seguenti fattori.
ƒ Vt
ƒ Vref o Vts
ƒ Sensibilità del sensore TD (coefficiente: S, valore 0,4)
Esistono sette livelli per la temporizzazione di attivazione del motore di alimentazione toner,
riportati nella tabella seguente:
Livello Decisione Tempo di attivazione del
motore (secondi)

1 (Vts o Vref) < Vt ≤ (Vts o Vref) + S/16 t (0,4)

2 (Vts o Vref) < Vt ≤ (Vts o Vref) + S/8 t x 2 (0,8)

3 (Vts o Vref) < Vt ≤ (Vts o Vref) + S/4 t x 4 (1,6)

4 (Vts o Vref) < Vt ≤ (Vts o Vref) + S/2 t x 8 (3,2)

5 (Vts o Vref) < Vt ≤ (Vts o Vref) + 4S/5 t x 16 (6,4)

6 Vt ≥ (Vts o Vref) + 4S/16 (prossimo T (30); vedere nota 3


esaurimento toner)

7 Vt ≥ (Vts o Vref) + S (fine toner) T (30); vedere nota 3

ƒ Il valore “t” può essere variato usando la modalità SP2-922 (default: 0.4 secondi)
ƒ Il valore “T” può essere variato usando la modalità SP2-923 (default: 30 secondi)
ƒ T (30) significa che il toner viene alimentato in modo intermittente con rapporto 1/3
(1 s attivato, 2 s disattivato) per 30 secondi.

233
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Alimentazione del Toner in Condizioni Anomale dei Sensori

Sensore ID

Le letture sono considerate anomale quando si verificano le seguenti condizioni:


ƒ Vsg ≤ 2,5V
ƒ Vsg < 3,5V quando viene applicata la potenza massima (979)
ƒ Vsp ≥ 2,5V
ƒ (Vsg – Vsp) < 1,0V
ƒ Vt ≥ 4.,5V o Vt ≤ 0.,2V
I suddetti valori in uscita dal sensore ID possono essere controllati utilizzando la modalità
SP 2221.
Quando viene rilevata una di queste condizioni, la macchina commuta il valore di Vref a 2,5
V, quindi esegue il processo di controllo della densità toner (analogamente a quanto
avviene per la modalità di controllo sensore 2).
Nel caso in cui il sensore ID sia difettoso, non viene generato alcun codice SC.

Sensore TD

L’uscita del sensore TD viene controllata ad ogni copia. Se le letture del sensore TD
risultano anomale, la macchina commuta la modalità di controllo della densità toner,
passando alla modalità di alimentazione fissa 2, e la quantità di toner alimentato per ogni
copia (temporizzazione di attivazione del motore di alimentazione) corrisponde sempre a
200 ms, indipendentemente dal valore di SP 2925. Se la macchina rileva per 10 volte
consecutive una condizione di errore sul sensore TD, viene generato un codice SC
(SC390), ed è necessario procedere alla riparazione della macchina.

Rilevamento e Ripristino delle Condizioni di Prossimo Esaurimento Toner/Fine Toner

Le condizioni di Prossimo Esaurimento Toner e Fine Toner vengono rilevate utilizzando i


valori di Vt e Vref, analogamente a quanto avviene per il controllo della densità toner.
Questo avviene in tutte le modalità di alimentazione toner ad eccezione della modalità fissa
2, che non prevede il rilevamento della condizione di Fine Toner.

Rilevamento della Condizione di Prossimo Esaurimento Toner

Se la tensione Vt raggiunge il livello 6 (vedere la tabella riportata nella pagina precedente)


per 5 volte consecutive, la macchina entra nella condizione di Prossimo Esaurimento Toner
e l’indicatore di fine toner inizia a lampeggiare. A questo punto, la macchina continuerà ad
alimentare il toner per un certo periodo, dipendente dal valore impostato in SP 2923
(vedere la pagina precedente).

234
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Ripristino della Condizione di Prossimo Esaurimento Toner

Se la macchina rileva per 2 volte consecutive, in una qualsiasi delle seguenti situazioni, la
condizione “Vt < (Vref o Vts) + 4S/5”, viene cancellata la condizione di Prossimo
Esaurimento Toner.
ƒ Durante il ciclo di ripristino toner (alimentazione toner attivata e disattivata per 30s –
vedere la pagina precedente) dopo il rilevamento di una condizione di Prossimo
Esaurimento Toner.
ƒ Durante una operazione di copia in condizione di Prossimo Esaurimento Toner.
ƒ Quando viene aperto lo sportello anteriore e questo viene richiuso dopo oltre 10
secondi in presenza di una condizione di Prossimo Esaurimento Toner.

Rilevamento della Condizione di Fine Toner

Vi sono due situazioni che determinano la condizione di Fine Toner.


ƒ Quando la tensione Vt raggiunge il livello 7 per 3 volte consecutive, la macchina attiva
la condizione di Fine Toner.
ƒ Dopo aver eseguito 50 copie dall’attivazione della condizione di Prossimo Esaurimento
Toner. Il numero di copie effettuabili tra la condizione di Prossimo Esaurimento Toner e
quella di Fine Toner può essere modificato utilizzando la modalità SP 2213.

Ripristino della Condizione di Fine Toner

All’accensione, se lo sportello anteriore viene aperto e richiuso dopo 10 o più secondi in


presenza di una condizione di Fine Toner (dopo la sostituzione del flacone toner), la
macchina cancella la condizione di Fine Toner. La procedura di ripristino è uguale a quella
relativa alla condizione di Prossimo Esaurimento Toner. Il ripristino richiede circa 2 minuti.

235
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Pulizia del Tamburo e Riciclo Toner


Pulizia del Tamburo

La lama di pulizia [A] rimuove i residui di toner rimasti sulla superficie del tamburo dopo il
trasferimento dell’immagine sul foglio di carta. Questo modello utilizza un sistema a contro-
lama.
La lama di pulizia raschia il toner rimasto sulla superficie del tamburo. Quando il toner si
accumula nel gruppo di pulizia, il toner in eccesso viene rimosso dalla coclea di raccolta
toner [B].
Per rimuovere il toner e le altre particelle che si sono accumulate sul filo della lama di
pulizia, il tamburo viene fatto ruotare in senso inverso per circa 5 mm al termine di ciascun
lavoro di copia.

236
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Riciclo Toner

Il toner raccolto dalla coclea di raccolta [A] viene trasportato verso l’apertura [B] a lato del
gruppo PCU. Questo toner cade quindi all’interno del gruppo di sviluppo insieme al nuovo
toner proveniente dal flacone e il tutto viene mescolato dalla paletta di miscelazione 1 [C] in
modo da poter essere riutilizzato.

237
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Alimentazione Carta
Generalità

Sono presenti uno o due cassetti carta, ciascuno in grado di contenere 250 fogli.
Le stazioni di alimentazione carta utilizzano un sistema basato sul feltrino di frizione. Per
impedire che la carta rimanga impigliata all’interno della macchina quando si estrae il
cassetto, il rullo di alimentazione carta e l’albero non vengono separati dal cassetto all’atto
dell’estrazione.
I due sensori di rinvio sono utilizzati per rilevare gli inceppamenti carta. Il sensore inferiore
rileva gli inceppamenti quando la carta viene alimentata dal gruppo cassetti carta opzionale.
I componenti della stazione di alimentazione carta sono i seguenti.

1. Sensore di Fine carta 5. Rullo di Rinvio Superiore


2. Rullo di Alimentazione Carta 6. Sensore di Rinvio Superiore
3. Rullo di Registrazione 7. Sensore di Rinvio Inferiore
4. Interruttore del Formato Carta 8. Feltrino di Frizione

238
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Meccanismo di Azionamento Alimentazione Carta

Il motore principale [A] aziona il meccanismo di presa e alimentazione sia del primo che del
secondo cassetto carta. Le frizioni di alimentazione carta [B] trasferiscono il moto da questo
motore ai rulli di alimentazione carta [C].
Quando viene attivata la frizione di alimentazione, il rullo di alimentazione inizia ad
alimentare la carta. La frizione di alimentazione rimane attivata per alcuni istanti dopo
l’attivazione del sensore di registrazione.

Meccanismo di Alimentazione e Separazione Carta

Il rullo di alimentazione carta [A] preleva il foglio superiore dal cassetto carta e lo trasferisce
all’interno della copiatrice. Il feltrino di frizione [B] permette di alimentare un solo foglio alla
volta. Il feltrino di frizione applica una pressione al rullo di alimentazione per mezzo della
molla [C].
La pressione del feltrino di frizione non può essere regolata.

239
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Meccanismo di Sollevamento Carta

Quando si chiude il cassetto carta [A], la sporgenza [B] sulla struttura della copiatrice
spinge la piastrina scorrevole [C] (posta nella parte inferiore del cassetto carta) oltre il
gancio della piastra inferiore [D]. A questo punto, la piastra inferiore del cassetto si solleva
spinta dalle molle di compressione.

Rilevamento Fine Carta

Se il cassetto carta contiene dei fogli, la pila di fogli mantiene sollevata la sonda ed il
sensore di fine carta [A] risulta disattivato.
Quando la carta nel cassetto si esaurisce, la sonda del sensore cade all’interno dell’intaglio
[B] nella piastra inferiore del cassetto, attivando il sensore di fine carta.
Quando viene estratto il cassetto carta vuoto, la sonda del sensore di fine carta si solleva
per effetto della sua forma.

240
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Rilevamento del Formato Carta

Cassetto Standard

SW
1 2 3
Formato

A3, 11" x 17" Off Off Off

A4 LEF On On Off

A4 SEF, 81/2" x 11" On Off Off

A5 LEF, 81/2" x 14" Off On On

81/2" x 13" On Off On

11" x 81/2" Off On Off

* (Asterisco) Off Off On

Sulla piastra anteriore del gruppo cassetti carta sono presenti tre microinterruttori di
rilevamento formato carta [A]. Tali interruttori sono comandati da un attuatore [B] posto
dietro l’indicatore del formato carta, nella parte anteriore destra del cassetto.
Ad ogni formato carta è dedicato un attuatore, caratterizzato da una combinazione univoca
di tacche. Per individuare quale formato carta è installato, la CPU legge quali sono i
microinterruttori disattivati (Off).
La CPU disabilita l’alimentazione carta da un cassetto se non è in grado di rilevare il
formato carta contenuto. Nel caso in cui l’attuatore del formato carta sia rotto oppure non vi
siano cassetti carta installati, si accende l’indicatore “Aggiungere Carta”.
Quando l’attuatore del formato carta è posizionato sul simbolo “*”, il cassetto carta può

241
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

essere configurato per contenere un formato carta scelto nell’ambito di una vasta gamma di
formati, utilizzando i Programmi Utente. Se si varia il formato carta corrispondente a tale
posizione dell’attuatore senza modificare l’impostazione tramite i Programmi Utente, si
genererà un inceppamento.

Ripiano di By-pass

Il sensore di formato carta [A] controlla la larghezza della carta inserita nel ripiano di by-
pass. La guida di appoggio laterale è collegata all’ingranaggio della piastra terminale.
Quando si muovono le guide di appoggio laterali per adattarle al formato carta, la piastra
circolare ruota sopra il modello di cablaggio nella zona rettangolare del sensore di formato
carta. I modelli per ogni larghezza carta sul sensore di rilevamento sono univoci.
Nord America
CN N° (BICU) 11" x 17" 81/2" x 14" 51/2" x 81/2"

CN136-1 ON/OFF OFF OFF OFF OFF

CN136-2 OFF OFF OFF ON OFF

CN136-3 (GND) OFF OFF OFF OFF OFF

CN136-4 OFF ON OFF OFF ON

CN136-5 ON ON OFF OFF OFF

Europa/Asia
CN N° (BICU) A3 A4 SEF 8" x 13" A5 SEF

CN136-1 ON/OFF OFF OFF OFF

CN136-2 OFF OFF OFF ON/OFF

CN136-3 (GND) OFF OFF OFF OFF

CN136-4 OFF ON ON OFF

CN136-5 ON ON OFF OFF

242
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Guide di Appoggio Laterali

Se il ripiano è pieno di fogli e viene spinto con forza, le guide laterali si possono deformare
o piegare. Questo può provocare problemi di disallineamento della carta o di errata
registrazione da lato a lato. Per evitare questo inconveniente, ogni guida di appoggio ha un
arresto [A] fissato sulla guida stessa. Le guide di appoggio laterali possono essere bloccate
con una vite, nel caso in cui il cliente non desideri cambiare il formato carta.

Registrazione Carta

Il moto prodotto dal motore principale [A] viene trasmesso al rullo di registrazione
attraverso l’ingranaggio della frizione di registrazione [B].
Il sensore di registrazione [C] è utilizzato per correggere il disallineamento della carta e per
rilevare gli inceppamenti.
Il mylar di pulizia [D] è a contatto del rullo di registrazione. La sua funzione è quella di
rimuovere la polvere dal rullo di registrazione, in modo che questa non entri nel gruppo di

243
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

sviluppo attraverso il gruppo di pulizia tamburo.


La quantità di rigonfiamento carta in corrispondenza del rullo di registrazione, usata per
correggere il disallineamento, può essere regolata tramite SP 1003.
Se si verificano frequenti inceppamenti dopo la registrazione, si può utilizzare SP 1903 per
attivare la frizione di rinvio, in modo che il rullo di rinvio possa coadiuvare il rullo di
registrazione nell’alimentazione della carta. Quando l’alimentazione avviene dal ripiano di
by-pass, viene attivata la frizione di alimentazione by-pass, che mette in rotazione il rullo di
alimentazione by-pass. Questa funzionalità potrebbe essere necessaria quando si utilizza
carta spessa, e non può essere utilizzata per il primo cassetto carta.

244
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Trasferimento Immagine e Separazione della Carta


Generalità

Il rullo di trasferimento [A] entra a contatto con la superficie del tamburo [B]. La scheda di
alimentazione alta tensione applica al rullo di trasferimento una carica positiva che attrae il
toner presente sul tamburo verso il foglio di carta. L’intensità di corrente dipende dallo
spessore della carta, dal tipo di carta e dal cassetto.
La curvatura del tamburo e la piastra antistatica [C] contribuiscono a separare la carta dal
tamburo. La piastra antistatica è connessa a terra.

Il rullo di trasferimento è posto in rotazione da un ingranaggio [D] che preleva il moto dal
sistema di azionamento del tamburo.

245
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Temporizzazione della Corrente di Trasferimento Immagine

Per la corrente di trasferimento sono previsti due livelli: alto e basso. La procedura di
trasferimento immagine è la seguente:
1. Quando la CPU riceve il segnale di inizio scrittura immagine, richiede alla scheda di
alimentazione alta tensione di fornire una corrente di +10 µA (corrente di trasferimento
a basso livello) al rullo. Questo impedisce al toner caricato positivamente presente
sulla superficie del tamburo di trasferirsi sul rullo di trasferimento.
2. Dopo aver fornito al rullo, per un certo periodo di tempo, la corrente di trasferimento a
basso livello, viene applicata al rullo stesso una corrente di trasferimento ad alto livello,
in modo da trasferire il toner sulla carta (vedere la tabella seguente).
3. La corrente di trasferimento viene disattivata quando il bordo posteriore del foglio è
passato attraverso il rullo. In modalità multicopia, la corrente di trasferimento ritorna
nuovamente al livello basso.
Le correnti di trasferimento ad alto livello (default), sono riportate nella tabella seguente.
Queste correnti, utilizzate per i cassetti carta, per il cassetto fronte-retro per il ripiano di by-
pass e per la pulizia, possono essere regolate tramite SP 2301.

Cassetto
Ripiano di
Ripiano di Carta/
By-pass
By-pass Ripiano di Fronte-retro Fronte-retro
(Carta
(Carta Spessa/ By-pass (1° Lato) (2° Lato)
Speciale/
Trasparenti) (Carta
Buste)
Normale)

A3/A4 LEF 11 µA 12 µA 13 µA 12 µA 17 µA

DLT 12 µA 18 µA 15 µA 18 µA 17 µA

B4 SEF 12 µA 12 µA 15 µA 12 µA 18 µA

LT SEF 17 µA 17 µA 15 µA 17 µA 24 µA

A4 SEF 21 µA 15 µA 28 µA 15 µA 24 µA

B5 SEF 22 µA 19 µA 28 µA 19 µA 22 µA

A5 SEF 22 µA 19 µA 28 µA 19 µA 28 µA

HLT SEF 22 µA 19 µA 28 µA — —

B6 SEF 22 µA 19 µA 28 µA — —

A6 SEF 22 µA 19 µA 34 µA — —

Cartoline/
22 µA 19 µA 34 µA — —
Buste

246
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Prestare attenzione in caso si desideri aumentare la corrente di trasferimento. Si potrebbe


infatti generare un effetto “fantasma” in cui una parte dell’immagine presente nella parte
superiore della pagina viene ripetuta, con densità minore, nella parte inferiore. Nel caso
peggiore, si potrebbe anche danneggiare il tamburo OPC.

Pulizia del Rullo di Trasferimento

Se il formato della carta è inferiore alla dimensione dell’immagine, oppure se si verifica un


inceppamento durante la stampa, il toner potrebbe depositarsi sulla superficie del rullo. Per
evitare che il toner possa essere trasferito sul retro delle stampe, è necessario pulire il rullo
di trasferimento prima della successiva sessione di stampa. Durante la pulizia del rullo di
trasferimento, l’unità di alimentazione ad alta tensione applica al rullo di trasferimento
stesso una tensione negativa “di pulizia” (circa –1 kV). Tutte le particelle di toner aventi
carica negativa presenti sul rullo di trasferimento verranno quindi ritrasferite al tamburo. A
questo punto, viene applicata al rullo di trasferimento una tensione “di pulizia” positiva (+10
µA) per trasferire nuovamente al tamburo qualsiasi particella di toner con carica positiva
ancora presente sul rullo di trasferimento.
La macchina attiva la modalità di pulizia nelle seguenti condizioni:
ƒ Prima di iniziare un lavoro di stampa (solo se tale funzione è abilitata con SP2-996;
notare che l’impostazione di default è OFF (disattivata)).
ƒ Subito dopo l’accensione.
ƒ Dopo la rimozione di un inceppamento carta.
ƒ Dopo la copia di 10 o più fogli ed al termine della sessione di copia in corso.
La corrente di pulizia del rullo di trasferimento può essere regolata con SP 2301 4.

247
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Meccanismo di Separazione della Carta

La piastra antistatica [A] e la curvatura del tamburo contribuiscono a separare la carta del
tamburo. La piastra antistatica è connessa a terra.

248
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Fusione dell’Immagine e Uscita Carta


Generalità

1. Rullo di uscita carta 7. Lampada di fusione


2. Sensore di uscita gruppo fusore 8. Termistore
3. Separatori gruppo fusore 9. Termostato
4. Rullo di pressione 10. Rullo fusore
5. Rullo di pulizia 11. Termostato
6. Molla di pressione

249
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Azionamento del Gruppo Fusore e Meccanismo di Rilascio

Azionamento del Gruppo Fusore

Il motore principale [C] aziona il gruppo fusore attraverso una serie di ingranaggi ed aziona
i rulli di uscita carta [A] tramite la cinghia dentata [B].

Meccanismo di Rilascio Azionamento

Quando lo sportello destro [I] è aperto, la molla [G] spinge verso destra la parte superiore
del supporto ingranaggio [F], determinando il disinnesto dell’ingranaggio di presa moto
dall’ingranaggio di azionamento del gruppo fusore [J]. Alla chiusura dello sportello destro, il
leveraggio [H] spinge la molla [G]. Il supporto ingranaggio ruota in senso antiorario grazie
all’azione esercitata dalla molla supplementare [D], determinando l’innesto dell’ingranaggio
di azionamento del gruppo fusore.

250
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Controllo Innesto/Rilascio del Moto

Durante il riscaldamento, finché la temperatura di fusione (rilevata all’avvio) è pari o


superiore a 18 °C, al gruppo fusore non viene trasmesso il moto. Il moto al suddetto gruppo
viene trasmesso solo quando la temperatura di fusione è inferiore a 18°C. Questa modalità
di controllo innesto/ rilascio del moto si basa sul seguente fattore.

Temp. di Fusione Innesto/Rilascio

18°C o superiore Rilascio

Inferiore a 18°C Innesto

Il rullo fusore [L] impiega meno tempo a riscaldarsi se non viene messo in rotazione
durante il riscaldamento. Tuttavia, quando la temperatura (rilevata all’avvio) è bassa, il rullo
fusore potrebbe non riscaldarsi uniformemente.
Questa modalità di controllo può essere disattivata (SP1103 1).

Solenoide di Rilascio Azionamento

Ingranaggio di
Solenoide
azionamento

Off Innestato

On Rilasciato

Il solenoide di rilascio azionamento del gruppo fusore [E] è posto sul terminale posteriore
del supporto ingranaggio. Quando il solenoide è disattivato (OFF), la molla [D] spinge il
supporto ingranaggio e l’ingranaggio di presa moto risulta innestato nell’ingranaggio di
azionamento del gruppo fusore. Quando il solenoide è attivo (ON) esso spinge verso
destra la parte superiore del supporto ingranaggio, determinandone la rotazione in senso
antiorario. Questa azione determina il disinnesto dell’ingranaggio di presa moto
dall’ingranaggio di azionamento del gruppo fusore.
Il solenoide di rilascio viene attivato quando si accende la macchina con temperatura di
fusione pari a 18 °C o superiore. Il solenoide determina quindi il disinnesto dell’ingranaggio
di presa moto dall’ingranaggio di azionamento del gruppo fusore. In questo modo, la
lampada di fusione riscalda il rullo fusore [L] in modo più efficiente dal momento che il
calore non viene trasmesso anche al rullo di pressione [K]. Quando il rullo fusore raggiunge
una temperatura sufficiente, il solenoide di rilascio viene disattivato, permettendo l’innesto
tra l’ingranaggio di presa moto e l’ingranaggio di azionamento del rullo fusore.

251
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Spostamento della Guida di Ingresso Gruppo Fusore

La guida di ingresso [A] è regolabile in base allo spessore della carta per impedire
arricciamenti. I fori esterni delle viti [B] alle due estremità rappresentano l’impostazione di
default.
Se si verificano frequentemente degli arricciamenti carta nel gruppo fusore, si può regolare
la guida di ingresso spostandola verso destra e fissandola usando i fori interni [C]. Questo
permette di accedere in modo più diretto allo spazio tra il rullo fusore e il rullo di pressione.

Rullo di Pressione

Le molle di pressione [A] applicano costantemente una pressione tra il rullo fusore [B] e il
rullo di pressione [C].
La pressione applicata può essere variata regolando la posizione delle molle di pressione.
Il posizionamento di default della molla è quello più in basso [D].

252
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Controllo della Temperatura di Fusione

Generalità

Sono presenti due lampade di fusione (non uguali), due termistori e quattro termostati.
La temperatura di fusione viene controllata attraverso i termistori [A].
La CPU controlla l’uscita del termistore di fusione una volta ogni 1,5 secondi. La CPU
confronta quindi la temperatura corrente e quella precedentemente rilevata e stabilisce per
quanto tempo attivare la lampada di fusione durante i successivi 1,5 secondi confrontando
le seguenti temperature:
ƒ Temperatura del termistore centrale e della temperatura prevista al centro
ƒ Temperatura del termistore laterale e della temperatura prevista laterale
La lampada di fusione ha lo scopo di mantenere la temperatura di fusione al livello
predefinito di 160°C durante la copiatura.

253
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Controllo della Temperatura

La temperatura di fusione viene controllata in funzione della modalità operativa. Il diagramma


seguente illustra la transizione della temperatura di fusione. All’accensio-ne, la temperatura di
fusione aumenta, passando dalla temperatura ambiente (t0) ad una delle temperature
specificate. Alcune temperature sono regolabili.

A1: Modo di Avvio Normale /A2 Modo di Avvio “Soft Start” (SP 1107 1-2)
L’attivazione e disattivazione della lampada di fusione può influenzare la sorgente di
alimentazione elettrica dell’ambiente, provocando il tremolio delle luci fluorescenti presenti.
Per ridurre tale inconveniente, è possibile ridurre la ripetizione del controllo a 20 volte
(Avvio a Freddo). Al termine dell’inizializzazione della macchina, la temperatura di fusione è
pari a uno dei seguenti valori:
ƒ Temperatura di Attesa (T2: SP 1105 3-4), quando non è stata richiesta l’esecuzione di
alcun lavoro di stampa.
ƒ Temperatura per la Prima Copia, quando la copiatrice ha ricevuto una richiesta di
stampa durante l’inizializzazione.
Non è possibile regolare direttamente la Temperatura per la Prima Copia. Questa
temperatura è superiore di 10 °C (fino a un massimo di 185 °C) rispetto alla Temperatura di
Copiatura ( Regolazioni Copia: Stampa/Scansione).
C: Modo Copiatura
Durante l’esecuzione di copie, la temperatura di fusione è pari ad uno dei seguenti valori:
ƒ Temperatura di Riscaldamento (SP 1105 1-2) per stampare la 1ª copia dopo il rientro dalla
modalità ad Assorbimento Ridotto ( Regolazioni Copia: Stampa/Scansione)
ƒ Temperatura di Copiatura (T4: SP 1105 5-6) per stampare la 2ª copia (e quelle
successive)
Per migliorare la qualità della fusione per la prima copia è possibile aumentare la Temperatura
di Riscaldamento. Mentre la copiatrice sta regolando la temperatura di fusione per raggiungere

254
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

la Temperatura di Riscaldamento predefinita, viene visualizzato il messaggio "La Stampa


Inizierà dopo il Riscaldamento".
c : Modo Carta Spessa
Quando la macchina realizza copie su carta spessa, la temperatura di fusione viene portata
al valore predefinito per la Temperatura per Carta Spessa (SP 1105 9-10). Quando il foglio
di carta spessa raggiunge il sensore di registrazione, la copiatrice controlla la temperatura
di fusione ed esegue una delle seguenti azioni:
ƒ Arresta l’alimentazione della carta spessa (mantenendo il foglio nei pressi del sensore
di registrazione) ed attende che la temperatura di fusione raggiunga il valore
predefinito – ovvero una temperatura di 5 °C inferiore al valore specificato per la
Temperatura per Carta Spessa (durante il trasferimento del foglio di carta spessa dal
sensore di registrazione al gruppo fusore, la temperatura di fusione continua infatti ad
aumentare fino a raggiungere la Temperatura per Carta Spessa).
ƒ Se la temperatura di fusione è sufficientemente elevata, viene proseguita
l’alimentazione del foglio di carta spessa ed eseguita la stampa.
b1/b2: Modo Attesa
Quando la copiatrice non sta realizzando alcuna copia, la temperatura di fusione viene
portata al valore predefinito per la Temperatura di Attesa (T5: SP 1105 3-4). Questa
temperatura può essere regolata in base alle esigenze. Tuttavia, se si aumenta tale
temperatura, la scheda BICU potrebbe non essere in grado di generare un codice SC in
caso di errore relativo lampada di fusione.
Quando si trova in Modo Attesa, la copiatrice controlla la temperatura di fusione ogni 1,5
secondi (G: SP 1108 1). L’attivazione e disattivazione della lampada di fusione può
influenzare la sorgente di alimentazione elettrica dell’ambiente, provocando il tremolio delle
luci fluorescenti presenti. Per ridurre tale inconveniente, è possibile regolare il periodo di
controllo. Tuttavia, se si allunga il suddetto periodo (portandolo a due o più secondi) la
scheda BICU potrebbe non essere in grado di generare un codice SC in caso di errore
relativo lampada di fusione.
e: Modo Assorbimento Ridotto
Allo scadere dell’intervallo predefinito per il Temporizzatore per Risparmio Energetico (
System Settings (Impostazione Sistema) > Timer Settings (Impostazione Temporizzatori) >
Energy Saver Timer (Temporizzatore per Risparmio Energetico), la temperatura di fusione
viene portata ad un valore pari a quello predefinito per la Temperatura per Assorbimento
Ridotto (T1: SP 1105 7-8).

255
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Protezione Contro il Surriscaldamento

Questa macchina protegge i propri componenti contro il surriscaldamento mediante tre


funzioni dedicate. Normalmente, la prima funzione è in grado di garantire una completa
protezione dei componenti. La seconda funzione opera come funzione di sicurezza in caso
di mancato intervento della prima funzione. La terza funzione opera infine come funzione di
sicurezza in caso di mancato intervento della seconda funzione.
Prima Funzione:
Se la temperatura di fusione raggiunge i 230°C (o superiore) e rimane a tale livello per un
secondo, il controller disattiva le lampade di fusione. In questi casi, viene generato un
codice di chiamata assistenza SC543 o SC553.
Seconda Funzione:
Se la temperatura di fusione raggiunge i 250°C, il controller seziona la linea di
alimentazione a 24V (le lampade di fusione derivano infatti la propria alimentazione dalla
linea a 24V).
Terza Funzione:
A ciascuna linea di alimentazione delle due lampade di fusione sono collegati due
termostati (per un totale di quattro termostati). Uno dei due termostati interrompe
l’alimentazione della lampada di fusione al raggiungimento di una temperatura di 179°C
mentre il restante termostato quando la temperatura raggiunge i 180°C (notare che la
temperatura del termostato è inferiore alla temperatura di fusione)

256
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Gruppo Fronte-Retro
Generalità

La pagina stampata proveniente dal gruppo fusore esce direttamente sul vassoio di uscita,
oppure viene dirottata verso l’alto, verso la sezione di inversione, in base alla posizione del
selettore di uscita.
Se l’utente seleziona la modalità fronte-retro, la pagina viene inviata nel cassetto di
inversione, quindi viene invertita attraverso il gruppo fronte-retro e reinviata nuovamente
all’interno della macchina per la stampa del secondo lato.

1. Rullo di Inversione Fronte-retro 5. Sensore di Uscita Fronte-retro


2. Sensore di Ingresso Fronte-retro 6. Rullo di Trasporto Inferiore
3. Rullo di Trasporto Superiore 7. Selettore di Uscita
4. Rullo di Trasporto Centrale 8. Sensore di Inversione Fronte-retro

257
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Meccanismo di Azionamento

1. Rullo di Inversione Fronte-Retro 4. Motore di Trasporto Fronte-Retro


2. Motore di Inversione Fronte-retro 5. Rullo di Trasporto Inferiore
3. Rullo di Trasporto Superiore 6. Rullo di Trasporto Centrale

Funzionamento Base

Per aumentare la produttività del gruppo fronte-retro, le copie vengono stampate nel
seguente ordine.

258
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

- Formato Maggiore di A4 Lato Corto/LT Lato Corto -


Il percorso di alimentazione carta può contenere un solo foglio di carta alla volta.
Esempio: 8 pagine. Il numero grande nella figura indica l’ordine delle pagine. Il numero
cerchiato indica l’ordine dei fogli (lo sfondo nero indica il secondo lato).

259
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

- Fino al Formato A4 Lato Corto / LT Lato Corto -


Il percorso di alimentazione carta può contenere due fogli di carta.
Esempio: 8 pagine. Il numero grande nella figura indica l’ordine delle pagine. Il numero
cerchiato indica l’ordine dei fogli (lo sfondo nero indica il secondo lato)

260
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Alimentazione e Meccanismo di Uscita

Durante la copiatura in fronte-retro, il solenoide del selettore di uscita [A] si attiva e il


selettore di uscita [B] commuta in modo da dirigere la copia verso la sezione di inversione.
Quando il bordo posteriore del foglio raggiunge il sensore di inversione fronte-retro [C], il
rullo di inversione [D] inverte la rotazione e il foglio entra nel gruppo fronte-retro. Il foglio
viene quindi inviato verso i rulli di registrazione della macchina base, per poter stampare il
lato opposto.
Se si devono eseguire due o più copie in formato A4/81/2" x 11" SEF (o più piccolo), il foglio
successivo rimane in attesa sul sensore di registrazione, finché il foglio corrente non esce
dalla sezione di inversione.

261
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Modalità Risparmio Energia – Macchine Base


Questa sezione descrive le modalità di risparmio energetico previste per le macchine in
versione base (ovvero quelle non equipaggiate con il controller opzionale). Per le modalità
di risparmio energetico previste per le macchine GDI (ovvero quelle equipaggiate con il
controller opzionale), consultare la sezione "Modalità di Risparmio Energia – Macchine
GDI".

Generalità

Per la macchina sono previste due modalità di risparmio energetico: la Modalità


Assorbimento Ridotto e la Modalità Spegnimento Notturno. La seguente tabella illustra lo
stato dei vari componenti per le diverse modalità. Per dettagli circa la temperatura di
fusione, vedere la sezione "Controllo della Temperatura di Fusione".

Pannello di Comando Engine Ventola di Estrazione

Modo Operativo* On On On

Assorbimento Ridotto Off On Off

Spegnimento Notturno Off Off** Off

*
Il "Modo Operativo" qui citato indica tutte le modalità (e gli stati) della macchina diversi
dalla modalità Assorbimento Ridotto e Spegnimento Notturno. L’assorbimento attuale
(durante il Modo Operativo) dipende dal tipo di lavoro e dalle condizioni ambientali.
** La SRAM è attiva e funge da back-up del controller dell’engine.

262
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

AOF (Funzione di Spegnimento Automatico)

Quando la funzione AOF è disattivata (OFF), il controller dell’engine non è in grado di


attivare la Modalità Spegnimento Notturno. E’ pertanto necessario che l’utente attivi la
funzione ( > System Settings (Impostazione Sistema) > Key Operator Tools (Strumenti
Operatore Principale) > AOF).

Temporizzatori

Il controller dell’engine fa riferimento al Temporizzatore Risparmio Energetico per attivare la


Modalità Assorbimento Ridotto e al Temporizzatore Spegnimento Automatico per attivare la
Modalità Spegnimento Notturno. Questi temporizzatori possono essere configurati
dall’utente ( > System Settings (Impostazione Sistema) > Timer Settings (Impostazione
Temporizzatori)).
Il Temporizzatore Risparmio Energetico e il Temporizzatore Spegnimento Automatico
vengono avviati allo stesso istante (t0) quando la macchina termina tutti i lavori in corso
oppure quando l’utente comanda manualmente la fine di tutte le operazioni. Notare che il
Temporizzatore Spegnimento Automatico non attende lo scadere dell’intervallo predefinito
per il Temporizzatore Risparmio Energetico. Per questo motivo, se l’utente imposta il
Temporizzatore Risparmio Energetico ad un valore inferiore, il Temporizzatore
Spegnimento Automatico interverrà prima. In questo caso, la Modalità Assorbimento
Ridotto non viene attivata ma il controller dell’engine attiverà solo la Modalità Spegnimento
Notturno allo scadere del Temporizzatore Spegnimento Automatico.
Valore Impostato Modalità Modalità
Assorbimento Ridotto Spegnimento
Notturno

Tempor. Risp. Energ. > Tempor. Speg. Aut. Può essere avviata Può essere avviata

Tempor. Risp. Energ. = Tempor. Speg. Aut Non può essere Può essere avviata
avviata

Tempor. Risp. Energ. < Tempor. Speg. Aut Non può essere Può essere avviata
avviata

Ripristino

Ciascuna delle seguenti azioni riporta la macchina nella Modalità Operativa:


ƒ Pressione del tasto di alimentazione.
ƒ Inserimento di un originale nell’alimentatore documenti.
ƒ Apertura del coprioriginali (o dell’alimentatore documenti).

263
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

Modalità Risparmio Energia – Macchine GDI


Questa sezione (6.16) descrive le modalità di risparmio energetico previste per le macchine
GDI (ovvero quelle equipaggiate con il controller opzionale). Per le modalità di risparmio
energetico previste per le macchine in versione base (ovvero quelle non equipaggiate con il
controller opzionale), consultare la sezione "Modalità di Risparmio Energia – Macchine
Base".

Generalità

Per la macchina sono previste tre modalità di risparmio energetico: la Modalità


Assorbimento Ridotto, la Modalità Transitoria e la Modalità Spegnimento Notturno. La
Modalità Transitoria ha una durata di circa due secondi (probabilmente l’utente non si
accorge del passaggio a tale modalità). La seguente tabella illustra lo stato dei vari
componenti per le diverse modalità. Per dettagli relativi alla temperatura di fusione, vedere
la sezione Controllo della Temperatura di Fusione

Pannello di Comando Engine Ventola di Estrazione

Modo Operativo* On On On

Assorbimento Ridotto Off On Off

Modo Transitorio Off On Off

Spegnimento Notturno Off Off** Off

264
Descrizioni Dettagliate 2006-01-017

*
Il "Modo Operativo" qui citato indica tutte le modalità (e gli stati) della macchina diversi
dalla modalità Assorbimento Ridotto e Spegnimento Notturno. L’assorbimento attuale
(durante il Modo Operativo) dipende dal tipo di lavoro e dalle condizioni ambientali.
** La SRAM è attiva e funge da back-up del controller dell’engine.

AOF (Funzione di Spegnimento Automatico)

Consultare il paragrafo "AOF" della sezione "Modalità di Risparmio Energia – Macchine


Base".

Temporizzatori

Il Temporizzatore Risparmio Energetico e il Temporizzatore Spegnimento Automatico


vengono avviati allo stesso istante (t0) quando la macchina termina tutti i lavori in corso,
quando l’utente comanda manualmente la fine di tutte le operazioni oppure quando il
controller avvia il programma applicativo di default (ovvero il programma specificato
dall’utente [ > System Settings (Impostazione Sistema) > General Features
(Caratteristiche Generali) > Function Priority (Priorità Funzioni)]). Il programma applicativo
di default viene avviato allo scadere del Temporizzatore Reset Automatico Sistema ( >
System Settings (Impostazione Sistema) > Timer Settings (Impostazione Temporizzatori) >
System Auto Reset Timer (Temporizzatore Reset Automatico Sistema)).
Per maggiori dettagli, consultare il paragrafo “Temporizzatori” della sezione "Modalità di
Risparmio Energia – Macchine Base".

Ripristino

Ciascuna delle seguenti azioni riporta la macchina nella Modalità Operativa:


ƒ Pressione del tasto di alimentazione.
ƒ Inserimento di un originale nell’alimentatore documenti.
ƒ Apertura del coprioriginali (o dell’alimentatore documenti).
ƒ Ricezione da parte del controller di un lavoro attraverso la rete o la linea telefonica.
ƒ Generazione di un codice SC.

265
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Specifiche Tecniche
Specifiche Tecniche Generali

Configurazione: da Scrivania

Processo di Copia: Sistema di trasferimento elettrostatico a secco

Originali: Foglio/Libro/Oggetto

Dimensione Originali: Massimo A3/11" x 17"

Massimo: A3/11" x 17"

A5 LEF/81/2" x 51/2" (Cassetto standard),


Minimo:
A6 SEF/51/2" x 81/2" (Bypass)

Formati speciali
Larghezza: 90 – 297 mm (3.55" – 11.69"),
Dimensione Copie: nel ripiano di
Lunghezza: 148 – 600 mm (5.83" – 23.62")
by-pass:

NOTA: Fisicamente, il ripiano di by-pass può gestire il


seguente formato massimo (tuttavia non riconosciuto dal
software applicativo):
Larghezza: 305 mm
Lunghezza: 1.260 mm

Cassetto standard: 60 – 90 g/m2, 16 – 24 lb.


Grammatura della Carta:
Bypass: 52 – 162 g/m2, 14 – 43 lb.

Rapporti di 3 Ingrandimenti e 4 Riduzioni


Riproduzione:

Versione A4/A3 Versione LT/DLT

200% 155%
Ingrandimento 141% 129%
122% 121%
- Formato
100% 100%
originale (1:1)

93% 93%
82% 78%
Riduzione
71% 65%
50% 50%

Zoom: dal 50% al 200%, con incrementi dell’1%

Alimentazione: Taiwan: 110 V, 60 Hz, 12 A

Corea: 220 V, 60 Hz, 7 A

Nord e Sud America: 120 V, 60 Hz, 12 A

266
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Europa, Asia: 220 – 240 V, 50/60 Hz, 7 A

Sistema Completo ed Non superiore a 1,28 kW


Operativo

In modo Spegnimento Auto Non superiore a 10 W


(GDI)

Assorbimento: In modo Spegnimento Auto Non superiore a 1 W


(Base).

ƒ Sistema Completo – Massimo assorbimento possibile


(qualsiasi combinazione di unità principale e opzioni)
ad esclusione di riscaldatori opzionali, contatore a
chiave, unità fax e controller stampante

In Attesa (Unità Non superiore a 40 dB(A)


principale/Sistema completo):

In Funzionamento (solo Unità Non superiore a 62 dB(A)


Principale):
Livello di Rumore In Funzionamento (Sistema Non superiore a 66 dB(A)
Emesso: completo):

ƒ Le suddette rilevazioni sono state eseguite in


conformità con la norma ISO 7779. Le misurazioni
sono state effettuate nella normale posizione
dell’operatore.

B245/B276/B268: 550 x 568 x 420 mm (21.7" x 22.4" x 16.5")


B269/B277: 587 x 568 x 558 mm (23.1" x 22.4" x 23.0")
Dimensioni (L x P x H): Condizioni di Rilevazione Dati
1) Con ripiano di by-pass chiuso
2) Senza A(R)DF

B245: 35 kg (78 lb.)


B268/B276: 44 kg (96 lb.)
Peso:
B269/B277: 47 kg (103 lb.)
(Esclusi A(R)DF, coprioriginali, toner e developer)

Velocità di Copiatura in Modo Multicopia (copie/minuto):


Modo B245 B276 B277

1 lato Copia da A3 SEF/11" × 17" 9 10 11


↓ Memoria
1 lato A4 LEF/11" x 81/2" 15 16 20

A3 SEF/11" × 17" 8 8 8
- DF 1-a-1
A4 LEF/11" x 81/2" 15 16 18

267
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Modo B245 B276 B277

1 lato Copia da A3 SEF/11" × 17" — — 5


↓ Memoria
2 lati A4 LEF/11" x 81/2" — — 20

ƒ Condizioni di Rilevazione Dati:


ƒ I dati, se non diversamente specificato, si riferiscono a copie da un solo lato di
originali a un solo lato
ƒ Modalità APS disattivata
ƒ Ingrandimento 100%

Modello Base: inferiore a 10 secondi (a 20°C)


Tempo di Riscaldamento:
Modello GDI: inferiore a 10 secondi (a 20°C)

Non superiore a 6,5 secondi


Condizioni di Rilevazione Dati
1. Dallo stato di “pronto” (ready) con motore dello
Tempo di Stampa della specchio poligonale in funzione.
Prima Copia: 2. Copia formato A4/LT
3. Modalità APS disattivata
4. Ingrandimento 100%
5. Carta alimentata dal cassetto superiore

Inserimento Numero di Tastierina numerica, da 1 a 99 (incremento, decremento)


Copie:

Regol. Manuale Densità 5 passi


Immagine:

Reset Automatico: Il default è 60 secondi. Può essere impostato da 10 a 999


secondi con i Programmi Utente.

Spegnimento Automatico: Il default è 1 minuto. Può essere impostato da 1 a 240


minuti con i Programmi Utente.

Cassetto Standard:
ƒ 250 fogli (B245/B276/B268)
ƒ 250 fogli x 2 (B277/B269)
Gruppo Cassetti Carta Opzionale:
ƒ 500 fogli x 1, o 500 fogli x 2
Capacità Carta:
Ripiano di Bypass:
ƒ 100 fogli (con lunghezza fino a 432 mm [17"])
ƒ 40 cartoline
ƒ 10 buste
Grammatura Carta: 80 g/m2 (20 lb.)

Ricarica Toner: Mediante sostituzione flacone (260 g/flacone)

Equipaggiamento ƒ Coprioriginale
Opzionale: ƒ Alimentatore documento automatico

268
Specifiche Tecniche 2006-01-017

ƒ Alimentatore documento automatico con fronte-retro


(solo B269/B277)
ƒ Gruppo Cassetti Carta (1 cassetto)
ƒ Gruppo Cassetti Carta (2 cassetti)
ƒ Fascicolatore a Scomparto Singolo (solo B269/B277)
ƒ Riscaldatore Cassetto (solo B269/B277)
ƒ Riscaldatore Anti-Condensa per Gruppo Ottico
ƒ Scheda di controllo GDI

Durata Toner: 9k copie (A4 LEF, 6% di copertura nero, copia da 1 a 2,


modalità Testo Normale)

Capacità Cassetto Carta: 250 fogli

Modello Base: 16 MB (BICU)


Memoria Modello GDI: 16 MB (BICU) + 32 MB Controller
Modello GDI + NIC: 16 MB (BICU) + 64 MB Controller

Gruppo Fronte-retro (solo B269/B277)

Formato delle Copie: Massimo: A3/11" x 17"


Minimo: A5/81/2" x 11"

Grammatura Carta: 64 – 90 g/m2 (20 – 24 lb.)

269
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Formati Carta Supportati


Rilevamento Formato dell’Originale

Nord America, Europa, Asia, Taiwan

Formato Dim. (L x H) Nord America Europa/Asia/Taiwan

Modalità Modalità Modalità Modalità


Vetro di ADF Vetro di ADF
Esposizione Esposizione

A3 SEF 297 x 420 mm O O X X

B4 SEF 257 x 364 mm O O X X

A4 SEF 210 x 297 mm A4/LT A4/LT X X

A4 LEF 297 x 210 mm A4/LT A4/LT X X

B5 SEF 182 x 257 mm O O O X

B5 LEF 257 x 182 mm O O X X

A5 SEF 148 x 210 mm O O O X

A5 LEF 210 x 148 mm O O Sa X

B6 SEF 128 x 182 mm O O O O

B6 LEF 182 x 128 mm O O O O

8K SEF 267 x 390 mm O O O O

16K SEF 195 x 267 mm O O O O

16K LEF 267 x 195 mm O O O O

DLT SEF 11" x 17" X X O O

SEF 11" x 15" O O O O

LG SEF 81/2" x 14" X X O O

LT SEF 81/2" x 11" X X A4/LT A4/LT

LT LEF 11" x 81/2" X X A4/LT A4/LT

HLT SEF 51/2" x 81/2" O X O O

HLT LEF 81/2" x 51/2" S X O O

F/GL (F4) SEF 8" x 13" F O F F

Foolscap SEF 81/2" x 13" F O F F

Folio SEF 81/4" x 13" F O F F

270
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Formato Dim. (L x H) Nord America Europa/Asia/Taiwan

Modalità Modalità Modalità Modalità


Vetro di ADF Vetro di ADF
Esposizione Esposizione

USB4 SEF 10" x 14" O O O O

Eng Quarto SEF 8" x 10" O O O O

Eng Quarto LEF 10" x 8" O O O O


Simboli:
X: Rilevato

O: Non Rilevato

F: Rilevato come formato F (81/2" x 13")

S: Rilevato come formato specificato

A4/LT: Rilevato come formato A4 o LT (come specificato)

a
ƒ Quando SP 4305 1 è impostato a "1: A4/LT," viene invalidata l’impostazione di
SP4-303 (non viene rilevato il formato A5 LEF).

Cina, Corea

Formato Dim. (L x H) Cina/Corea Cina/Corea (localizz.)

Modalità Modalità Modalità Modalità


Vetro di ADF Vetro di ADFc
Esposizione Esposizioneb

A3 SEF 297 x 420 mm X X X O

B4 SEF 257 x 364 mm X X O O

A4 SEF 210 x 297 mm X X X O

A4 LEF 297 x 210 mm X X X O

B5 SEF 182 x 257 mm X X O O

B5 LEF 257 x 182 mm X X O O

A5 SEF 148 x 210 mm O X O X

A5 LEF 210 x 148 mm S X S X

B6 SEF 128 x 182 mm O O O O

B6 LEF 182 x 128 mm O O O O

8K SEF 267 x 390 mm O O X X

271
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Formato Dim. (L x H) Cina/Corea Cina/Corea (localizz.)

Modalità Modalità Modalità Modalità


Vetro di ADF Vetro di ADFc
Esposizione Esposizioneb

16K SEF 195 x 267 mm O O X X

16K LEF 267 x 195 mm O O X X

DLT SEF 11" x 17" O O O O

SEF 11" x 15" O O O O

LG SEF 81/2" x 14" O O O O

LT SEF 81/2" x 11" A4/LT A4/LT O O

LT LEF 11" x 81/2" A4/LT A4/LT O O

HLT SEF 51/2" x 81/2" O O O O

HLT LEF 81/2" x 51/2" O O O O

F/GL (F4) SEF 8" x 13" O F O F

Foolscap SEF 81/2" x 13" O F O F

Folio SEF 81/4" x 13" O F O F

USB4 SEF 10" x 14" O O O O

Eng Quarto SEF 8" x 10" O O O O

Eng Quarto LEF 10" x 8" O O O O


Simboli:
X: Rilevato

O: Non Rilevato

F: Rilevato come formato F (81/2" x 13")

S: Rilevato come formato specificato

A4/LT: Rilevato come formato A4 o LT (come specificato)

b
ƒ Modificare le impostazioni di SP 4305 1. Regolare la posizione dei sensori APS.
c
ƒ Modificare le impostazioni di SP 4305 1.

272
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Alimentazione ed Uscita Carta

Unità Principale, Fronte-retro

Formato Dim. (L x H) Vassoio Unità Principale


Fronte-
Cina/ Nord Asia/ retro
Europa
Corea America Taiwan

A3 SEF 297 x 420 mm X M X X X

A3 LEF 420 x 297 mm O O O O O

B4 SEF 257 x 364 mm X M M M X

B4 LEF 364 x 257 mm O O O O O

A4 SEF 210 x 297 mm X M X X X

A4 LEF 297 x 210 mm X X X X X

B5 SEF 182 x 257 mm M M M M X

B5 LEF 257 x 182 mm X M M M X

A5 SEF 148 x 210 mm O O O O X

A5 LEF 210 x 148 mm X M X X X

B6 SEF 128 x 182 mm O O O O O

B6 LEF 182 x 128 mm O O O O O

A6 SEF 105 x 148 mm O O O O O

A6 LEF 148 x 105 mm O O O O O

DLT SEF 11" x 17" M X M M X

DLT LEF 17" x 11" O O O O O

LG SEF 81/2" x 14" M X M M X

LG LEF 14" x 81/2" O O O O O

Gov. LG SEF 81/4" x 14" M M M M X

Gov. LG LEF 14" x 81/4" O O O O O

LT SEF 81/2" x 11" M X M M X

LT LEF 11" x 81/2" M X X X X

HLT SEF 51/2" x 81/2" O O O O O

HLT LEF 81/2" x 51/2" M M M M O

Executive SEF 71/4" x 101/2" M M M M X

273
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Formato Dim. (L x H) Vassoio Unità Principale


Fronte-
Cina/ Nord Asia/ retro
Europa
Corea America Taiwan

Executive LEF 101/2" x 71/4" M M M M X

F SEF 8" x 13" M M M M X

F LEF 13" x 8" O O O O O

Foolscap SEF 81/2" x 13" M X X X X

Foolscap LEF 13" x 81/2" O O O O O

Folio SEF 81/4" x 13" M M M M X

Folio LEF 13" x 81/4" O O O O O

8K SEF 267 x 390 mm M M M M X

8K LEF 390 x 267 mm O O O O O

16K SEF 195 x 267 mm M M M M X

16K LEF 267 x 195 mm M M M M X

C5 Env. SEF 162 x 229 mm O O O O O

C6 Env. SEF 114 x 162 mm O O O O O

DL Env. SEF 110 x 220 mm O O O O O

Com10 SEF 41/8" x 91/2" O O O O O

Monarch SEF 37/8" x 71/2" O O O O O

Custom O O O O O
Simboli:
X: Rilevato (Vassoio Unità principale)/Elaborato (Fronte-retro)

Non Rilevato (Vassoio Unità principale)/Non Elaborato


O:
(Fronte-retro)

M: Selezionato manualmente

K: Specificato via tastierina numerica

ƒ Personalizzato L: da 90 a 297 mm H: da 148 a 600 mm

274
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Configurazione della Macchina

275
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Unità/Componente Codice Macchina Rif.


Schema

Copiatrice (modello a 1 cassetto senza


B245/B268/B276 [D]
fronte-retro)

Copiatrice (modello a 2 cassetti con fronte-


B269/B277 [C] + [G]
retro)

Coprioriginali (opzionale) B406 [B]

ADF (opzionale) B813 [A]


Copiatrice
ARDF (opzionale) B814 [A]

Gruppo Cassetti Carta –1 cassetto


B385 [F]
(opzionale)

Gruppo Cassetti Carta –2 cassetti


B384 [E]
(opzionale)

Fascicolatore a Scomparto Singolo


B621 [H]
(opzionale)

GDI Controller GDI (opzionale) B865/B866 [I]

ƒ Il Controller GDI viene fornito assieme al box controller ed al pannello di comando


della stampante/scanner.

276
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Equipaggiamento Opzionale
ARDF (Alimentatore Documenti Automatico con Fronte-retro)

Formati Standard
ƒ Modalità solo fronte: da A3 a A5, da 11" x 17" a
51/2" x 81/2"
ƒ Modalità fronte-retro: da A3 a A5, da 11" x 17" a
51/2" x 81/2"
Formato degli Originali:
Formati Non Standard (Modalità Solo Fronte)
ƒ Larghezza Max. 297 mm
ƒ Larghezza Min. 105 mm
ƒ Lunghezza Max. 1260 mm
ƒ Lunghezza Min. 128 mm

Grammatura degli Originali: Modalità Solo Fronte: 40 – 128 g/m2.


Modalità Fronte-retro: 52 – 105 g/m2.

Capacità del Ripiano: 50 fogli (80 g/m2, 70 kg)

Posizione Standard degli Centrata


Originali:

Separazione: Sistema FRR

Trasporto degli Originali: Mediante Rullo di trasporto

Ordine di Alimentazione degli Dal primo documento della pila (dall’alto)


Originali:

Gamma di Riproduzione: dal 50 al 200% (solo nella direzione di scansione


secondaria)

Alimentazione: 24 e 5 Vcc derivata dalla copiatrice

Assorbimento: 50 W

Dimensioni (L x P x H): 550 x 470 x 130 mm

Peso: 10 kg

ADF (Alimentatore Documenti Automatico)

Formati Standard (Modalità Solo Fronte):


ƒ da A3 a A5, da 11" x 17" a 51/2" x 81/2"
Formati Non Standard (Modalità Solo Fronte):
Formato degli Originali: ƒ Larghezza Max. 297 mm
ƒ Larghezza Min. 105 mm
ƒ Lunghezza Max. 1260 mm
ƒ Lunghezza Min. 128 mm

Grammatura degli Originali: 52 – 105 g/m2

277
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Capacità del Ripiano: 30 fogli (80 g/m2, 22 lb.)

Posizione Standard degli Centrata


Originali:

Separazione: Sistema FRR

Trasporto degli Originali: Mediante Rullo di Trasporto

Ordine di Alimentazione degli Dal primo documento della pila (dall’alto)


Originali:

Gamma di Riproduzione: 50 – 200%

Alimentazione: 24 e 5 Vcc (derivata dall’unità principale)

Assorbimento: 25 W

Dimensioni (L x P x H): 550 mm x 470 mm x 90 mm

Peso: Non superiore a 7 kg

Gruppo Cassetti Carta – 1 Cassetto

1 1
Formato Carta: da A5 a A3, da 5 /2" x 8 /2" SEF a 11" x 17"

Grammatura della Carta: 60 – 105 g/m2.

Capacità del Cassetto: 500 fogli (80 g/m2) x 1 cassetto

Sistema di Alimentazione Mediante Rullo di alimentazione e Feltrino di frizione


Carta:

Rilevazione Altezza Pila 4 passi (100%, 70%, 30%, Prossimo Esaurimento)


di Carta:

Alimentazione: ƒ 24 Vcc e 5Vcc (dalla copiatrice/stampante)


ƒ 120 Vca: versione a 120 V: dalla copiatrice/stampante
quando è installato il riscaldatore cassetto opzionale
ƒ 220 – 240 Vac:
versione a 230 V: dalla copiatrice/stampante quando è
installato il riscaldatore cassetto opzionale

20 W (durante la Copia/Stampa)
Max:
23 W (con Riscaldatore Cassetto Opzion. acceso)
Power Consumption:
13 W (durante la Copia/Stampa)
Media:
15 W (con Riscaldatore Cassetto opzion. acceso)

Peso: 12 kg

278
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Dimensioni (L x P x H): 550 mm x 520 mm x 134 mm

Gruppo Cassetti Carta – 2 Cassetti

Formato Carta: da A5 a A3
1 1
da 5 /2" x 8 /2" SEF a 11" x 17"

Grammatura della Carta: 60 – 105 g/m2.

Capacità del Cassetto: 500 fogli (80 g/m2) x 2 cassetti

Sistema di Alimentazione Mediante Rullo di alimentazione e Feltrino di frizione.


Carta:

Rilevazione Altezza Pila 4 passi (100%, 70%, 30%, Prossimo Esaurimento)


di Carta:

Alimentazioe: ƒ 24 Vcc e 5Vcc (dalla copiatrice/stampante)


ƒ 120 Vca: versione a 120 V: dalla copiatrice/stampante
quando è installato il riscaldatore cassetto opzionale
ƒ 220 – 240 Vac: versione a 230 V: dalla
copiatrice/stampante quando è installato il riscaldatore
cassetto opzionale.

30 W (durante la Copia/Stampa)
Max:
33 W (con Riscaldatore Cassetto Opzion. acceso)
Power Consumption:
17 W (durante la Copia/Stampa)
Media:
15 W (con Riscaldatore Cassetto Opzion. acceso)

Peso: 25 kg

Dimensioni (L x P x H): 550 mm x 520 mm x 271 mm

Fascicolatore a Scomparto Singolo

Formato della Carta: Larghezza: 140 ~ 297 mm


Lunghezza: 140 ~ 432 mm

Posizione Standard di Uscita Centrata


della Carta:

Grammatura della Carta: 60 ~ 105 g/m².

Capacità del Ripiano: 100 fogli (A4 LEF 80 g/m2)

Alimentazione: 5 VCC, 24 VCC (derivata dalla copiatrice)

279
Specifiche Tecniche 2006-01-017

Assorbimento: Max. 20 W

Peso: 1.55 kg (Unità base: 1.1 kg, Ripiano: 0.45 kg)

Dimensioni (L x P x H): 461 mm x 478 mm x 104 mm

280
ALIMENTATORE AUTOMATICO
DOCUMENTI (ADF)/
ALIMENTATORE AUTOMATICO
DOCUMENTI CON FRONTE-RETRO
(ARDF)

(Codice macchina: B813, B814)


16 Gennaio, 2006 ADF B813 E ARDF B814

ADF B813 E ARDF B814


L’alimentatore automatico documenti (ADF) B813 e l’alimentatore automatico
documenti in fronte-retro (ARDF) B814 sono entrambi installabili su macchine
modello K-C3 (B813, B814) e modello PG-C1 (B229). All’avvio della copiatrice (K-
C3 o PG-C1), il controller dell’alimentatore documenti comunica con il controller
della copiatrice ospite. Il controller dell’alimentatore documento verifica la velocità
di alimentazione della copiatrice e stabilisce la velocità di alimentazione
dell’alimentatore stesso. La seguente tabella riporta le velocità di alimentazione
dell’ADF B813 e dell’ARDF B814.
Se installato su macchine K-C3 Se installato su macchine PG-C1
100 mm/sec
ADF B813 100 mm/sec
(Modalità colore: 66,7 mm/sec)
100 mm/sec
ARDF B814 100 mm/sec
(Modalità colore: 66,7 mm/sec)

NOTA: La velocità di alimentazione delle macchine modello K-C3 è di 100


mm/sec; quella delle macchine modello PG-C1 è di 100 mm/sec (Modalità
colore: 66,7 mm/sec).

Periferiche

K-C3 PG-C1

B616D901.WMF

B813-1
Modello K-C3
UNITA’ DDST TIPO A/B
(Codice Macchina: B865/B866)

MANUALE DI ASSISTENZA

16 Gennaio 2006
Soggetto a variazioni
Marchi
Microsoft ®, Windows ® e MS-DOS ® sono marchi registrati della Microsoft
Corporation negli Stati Uniti e/o in altre nazioni.
PCL ® è un marchio registrato della Hewlett-Packard Company.
Ethernet ® è un marchio registrato della Xerox Corporation.
Eventuali altri nomi di prodotti citati all'interno della presente pubblicazione sono
utilizzati a puro scopo identificativo e possono essere marchi delle aziende di
appartenenza. Si rinuncia espressamente a far valere qualsiasi diritto su questi
marchi.
INDICE

1. INSTALLAZIONE ......................................................................... 1-1

2. RICERCA GUASTI ....................................................................... 2-1


2.1 ERRORI DEL CONTROLLER ...................................................................2-1
2.2 INDICAZIONE DEI LED ............................................................................2-1
2.1.1 ERRORE FATALE............................................................................2-1

3. TABELLE DI ASSISTENZA TECNICA ........................................ 3-1


3.1 MODALITÀ DI PROGRAMMAZIONE PER LA MANUTENZIONE.............3-1
3.1.1 ABILITAZIONE E DISABILITAZIONE DELLA MODALITA’ SP.........3-1
Ingresso nella Modalità SP ...................................................................3-1
Uscita dalla Modalità SP .......................................................................3-1
3.2 MODALITÀ DI MANUTENZIONE STAMPANTE .......................................3-2
3.2.1 TABELLE DELLA MODALITÀ DI MANUTENZIONE ........................3-2
3.2.2 MODALITÀ SP RELATIVE AL CONTROLLER DELLA STAMPANTE 3-2
3.3 MODALITÀ DI MANUTENZIONE SCANNER............................................3-3
3.3.1 TABELLA DELLE MODALITÀ DI MANUTENZIONE SCANNER......3-3
3.4 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO FIRMWARE .................................3-4
3.5 MODALITA’ PROGRAMMI UTENTE (UP) ................................................3-4

4. DESCRIZIONI DETTAGLIATE..................................................... 4-1


4.1 GENERALITA’ ...........................................................................................4-1
4.2 FUNZIONI DEL CONTROLLER ................................................................4-2
4.2.1 SELEZIONE DELLA SORGENTE DI ALIMENTAZIONE CARTA.....4-2
Priorità dei Cassetti (Selezione Cassetto Automatica)..........................4-2
Blocco Cassetto ....................................................................................4-2
Selezione Cassetto Manuale ................................................................4-2
4.2.2 CONTINUAZIONE AUTOMATICA....................................................4-3
4.2.3 VASSOIO DI CONSEGNA DEI FOGLI (SOLO QUANDO E’
INSTALLATO IL VASSOIO A SCOMPARTO SINGOLO) .......................4-4
Vassoio di Consegna Selezionato ........................................................4-4
4.2.4 STAMPA IN FRONTE-RETRO .........................................................4-4
4.3 FUNZIONI SCANNER ...............................................................................4-4
4.3.1 ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI IN MODALITÀ SCANNER .....4-4
Percorso dei Dati Immagine..................................................................4-4
4.4 INTERFACCIA DI RETE (SOLO B866) .....................................................4-6
4.4.1 INDICATORI LED .............................................................................4-6
4.5 USB ...........................................................................................................4-7
4.5.1 SPECIFICHE ....................................................................................4-7
4.5.2 USB 1.1/2.0 ......................................................................................4-7
4.5.3 CONNETTORI USB..........................................................................4-8
4.5.4 ASSEGNAZIONE PIN ......................................................................4-8
4.5.5 NOTE RELATIVE ALL’INTERFACCIA USB .....................................4-9
Modalità Relative a SP..........................................................................4-9
4.6 NVRAM SUL CONTROLLER GDI.............................................................4-9

i
SPECIFICHE
1. SPECIFICHE GENERALI
1.1 STAMPANTE............................................................................... SPEC-1
1.2 SCANNER ................................................................................... SPEC-1
2. ACCESSORI SOFTWARE
2.1 STAMPANTE............................................................................... SPEC-2
Driver della Stampante ................................................................. SPEC-2
Software di Utilità .......................................................................... SPEC-2
2.2 SCANNER ................................................................................... SPEC-3
Driver dello Scanner ..................................................................... SPEC-3
Programmi di Utilità per lo Scanner .............................................. SPEC-3
3. CONFIGURAZIONE MACCHINA
3.1 COMPONENTI DEL SISTEMA ................................................. SPEC-4

ii
16 Gennaio 2006 INSTALLAZIONE

1. INSTALLAZIONE

Installazione
Fare riferimento alla Sezione 1 del Manuale di Assistenza Tecnica relativo all’unità
principale.

1-1
16 Gennaio 2006 ERRORI DEL CONTROLLER

2. RICERCA GUASTI
2.1 ERRORI DEL CONTROLLER
INDICAZIONE SUL PANNELLO DI
CODICI DI ERRORE
CONTROLLO
Errore ROM di programma Errore ROM
Errore RAM residente Errore memoria a bordo

Ricerca
Guasti
Errore RAM opzionale Problema DIMM
Errore CPU Errore CPU
Errore NVRAM Errore NV-RAM
Errore Interfaccia NIB Errore scheda Ethernet
Errore USB Errore USB

Per la descrizione dei codici SC, fare riferimento al Manuale di Assistenza


dell’unità principale.

NOTA: I seguenti messaggi di errore vengono visualizzati solo quando si preme il


pulsante di stampa.

2.2 INDICAZIONE DEI LED


Il controller utilizza due LED per indicare lo stato di errore anche quando il
messaggio LED non è attivo.
Per rendere visibili questi LED, è necessario rimuovere il coperchio posteriore della
macchina e il coperchio del controller.

2.2.1 ERRORE FATALE


Se il controller rileva un errore fatale durante l’autodiagnosi eseguita all’accensione,
utilizza 2 LED per indicare la causa dell’errore.
Quando si verifica uno dei seguenti errori fatali, lo stato dei LED cambia come
indicato di seguito
(la numerazione dei LED nella rappresentazione grafica va da sinistra a destra).

LED1=LED5 sulla scheda (Rosso)


LED2=LED6 sulla scheda (Giallo)

Errore ROM di Programma

B865T901.WMF

2-1
INDICAZIONE DEI LED 16 Gennaio 2006

Error RAM Residente

B865T902.WMF

Errore CPU

B865T903.WMF

Stato di Attesa

B865T904.WMF

Durante lo Scaricamento (Download) ROM

B865T905.WMF

Scaricamento (Download) ROM Completato

B865T906.WMF

Spegnere e riaccendere la macchina. Se il controller continua a rilevare lo stesso


errore, sostituire il controller.

2-2
16 Gennaio 2006 MODALITÀ DI PROGRAMMAZIONE PER LA MANUTENZIONE

3. TABELLE DI ASSISTENZA TECNICA


3.1 MODALITÀ DI PROGRAMMAZIONE PER LA
MANUTENZIONE
ATTENZIONE
Prima di accedere al menu assistenza:
Accertarsi che non vi siano dati di stampa all’interno del buffer della
stampante (il LED “Data In” (Ricezione Dati) non deve essere acceso o
lampeggiante).

Manutenzione
In caso vi siano ancora dei dati all’interno del buffer, attendere che venga

Tabelle di
ultimata la stampa di tutti i dati

ATTENZIONE
Non spegnere mai la macchina utilizzando l’interruttore principale quando
il LED di alimentazione è acceso o lampeggiante. Per evitare di
danneggiare l’Hard Disk o la memoria, utilizzare l’interruttore di
funzionamento, attendere lo spegnimento del LED di alimentazione, e
quindi spegnere la macchina utilizzando l’interruttore principale.

Il LED di alimentazione ( ) si accende o lampeggia quando si apre il


coprioriginale o l’alimentatore ADF/ARDF, quando la macchina sta
comunicando con il server di rete (solo B866), oppure quando la macchina
sta eseguendo un accesso alla memoria per leggere o scrivere dati.

3.1.1 ABILITAZIONE E DISABILITAZIONE DELLA MODALITA’ SP


Ingresso nella Modalità SP
 1. Premere il tasto Clear Mode
 2. Utilizzare la tastiera numerica e digitare “107”.
 3. Tenere premuto il tasto Clear/Stop per ameno 3 secondi
4. Entrare nella Modalità di Manutenzione
SP di Stampante Selezionare “Printer SP” per entrare nella modalità SP di
stampa.
SP di Scanner Selezionare “Scanner SP” per entrare nella modalità SP
di scanner.

Uscita dalla Modalità SP


Per uscire dalla modalità SP, premere il tasto Cancel.

3-1
MODALITÀ DI MANUTENZIONE STAMPANTE 16 Gennaio 2006

3.2 MODALITÀ DI MANUTENZIONE STAMPANTE


3.2.1 TABELLE DELLA MODALITÀ DI MANUTENZIONE
SP N° Descrizione Funzione e Impostazione
1003 Annulla Annulla inizializzazione di sistema
Impostazione
1005 Visualizza versione Visualizza la versione firmware del controller.

3.2.2 MODALITÀ SP RELATIVE AL CONTROLLER DELLA


STAMPANTE
Le seguenti modalità SP sono incluse nelle modalità SP della fotocopiatrice.
Consultare il manuale di assistenza dell'unità principale.

SP N° Descrizione Funzione e Impostazione


5104 Conteggio Doppio Specifica se il contatore deve contare doppio per i formati
A3/DLT A3/DLT.
0: No, 1: Si
Se si seleziona , il totalizzatore e il contatore del codice
utente attuale eseguendo un conteggio doppio quando si
utilizza carta A3 o DTL.
5801 Azzeramento Resetta i dati per il controllo di processo e tutti i contatori
Generale delle software e riporta tutte le modalità e le regolazioni ai
Memoria rispettivi valori di default.
per ulteriori dettagli, consultare il manuale dell'unità
principale.
5907 Plug & Play Seleziona la casa produttrice e il nome del prodotto per
Plug & Play di Windows. Questa informazione è
memorizzata nella NVRAM.
7832 Visualizzazione Visualizza il risultato dell'autodiagnosi del controller.
dettagliata dell'Auto- per ulteriori dettagli, consultare questo manuale.
diagnosi.

3-2
16 Gennaio 2006 MODALITÀ DI MANUTENZIONE SCANNER

3.3 MODALITÀ DI MANUTENZIONE SCANNER


3.3.1 TABELLA DELLE MODALITÀ DI MANUTENZIONE SCANNER
Simboli usati nelle Tabelle di Manutenzione
Nota Significato
[campo / default / Esempio: [-9 ~ +9 / +3.0 / 0.1 mm incremento]. L'impostazione
incremento]: può essere regolata in un campo di ±9, il valore riportato a +3,0
dopo il reset della NVRAM, e cambiato con incrementi di 0,1 mm
ad ogni pressione sul tasto.
Corsivo: Commenti aggiunti come riferimento.

Manutenzione
*: Questo valore è memorizzato nella NVRAM. Dopo un reset della

Tabelle di
RAM, viene ripristinato il valore di default (impostazione di
fabbrica).

SP N° Numero Modalità Funzione e [Impostazione]


1005* 1 Cancella Margine Crea un margine di cancellazione per tutti i bordi
dell'immagine digitalizzata.
Se la macchina ha eseguito la scansione del
bordo dell'originale, crea un margine.
[0 – 5 / 0mm / 1mm incr.]

Per le impostazioni della qualità dell’immagine, fare riferimento alla tabella delle
modalità SP di copiatrice.

3-3
PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO FIRMWARE 16 Gennaio 2006

3.4 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO FIRMWARE


La procedura di aggiornamento firmware è descritta nel manuale di assistenza
tecnica della copiatrice.

3.5 MODALITA’ PROGRAMMI UTENTE (UP)


Fare riferimento alle Istruzioni per l’Uso della copiatrice.

3-4
16 Gennaio 2006 GENERALITA’

4. DESCRIZIONI DETTAGLIATE
4.1 GENERALITA’
B865 (Senza Scheda di Interfaccia Rete)

Descrizione
Dettagliata
B866 (Con Scheda di Interfaccia Rete)

Questa macchina utilizza il controller GDI per abilitare le funzioni stampante.


Componenti principali:
• CPU: D8701
• ROM Flash: 1MB/4MB
• SDRAM: 32MB/64MB 96MHz
• NVRAM(8KB): memorizza le impostazioni del controller
• NVRAM(128MB): memorizza l’indirizzo MAC
• USB: NET2282
Componenti opzionali:
• Scheda PCL

4-1
FUNZIONI DEL CONTROLLER 16 Gennaio 2006

4.2 FUNZIONI DEL CONTROLLER


4.2.1 SELEZIONE DELLA SORGENTE DI ALIMENTAZIONE CARTA
Priorità dei Cassetti (Selezione Cassetto Automatica)
L'impostazione della Priorità Cassetti
definisce il cassetto da cui deve iniziare la
ricerca quando l'utente sceglie l'opzione
"Selezione Cassetto Automatica" a livello
driver. La macchina utilizzerà il primo
cassetto carta contenente il formato e il
tipo di carta specificati.
Se non esiste alcun cassetto contenente il
formato e il tipo di carta specificati dal
driver, il controller arresta la stampa finché
l'utente non carica il formato carta corretto.
L'impostazione Priorità Cassetti può
essere specificata utilizzando
l’Impostazione Formato Carta i di Sistema
nelle funzioni utente. B865D902.WMF

(Funzioni Utente/ Impostazioni di Sistema/ Impostazioni Formato Carta)

Il ripiano di by-pass non è incluso nella ricerca cassetto.

Blocco Cassetto
Se per un determinato cassetto viene abilitata la funzione Blocco Cassetto, il
controller salta il cassetto "bloccato" nel processo di ricerca cassetto.
L'impostazione “Blocco Cassetto” può essere specificata selezionando “No” per
l’impostazione “Applica Selezione Automatica Carta” nella schermata di
Impostazione Formato Carta delle funzioni utente.
(Funzioni Utente/ Impostazioni di Sistema/ Impostazioni Formato Carta)
Il ripiano di by-pass non può essere bloccato.

Selezione Cassetto Manuale


Se il cassetto selezionato non contiene il formato e il tipo di carta selezionati a
livello driver, il controller arresta la stampa finché l'utente non inserisce la carta
corretta.

4-2
16 Gennaio 2006 FUNZIONI DEL CONTROLLER

4.2.2 CONTINUAZIONE AUTOMATICA


Quando questa funzione è abilitata, la macchina interrompe la stampa e cancella il
lavoro di stampa se non trova alcun cassetto con il formato e il tipo di carta
specificati a livello driver.
Se la funzione Continuazione Automatica è abilitata, la macchina attende per un
periodo di tempo specificato (0, 1, 5, 10, 15 minuti) l’inserimento del corretto tipo di
carta nel cassetto, quindi cancella il lavoro di stampa allo scadere di tale periodo.
• L’intervallo può essere impostato tramite le Impostazioni di Stampante nelle
funzioni utente. (Funzioni Utente/ Impostazioni di Stampante/ Sistema/
Continuazione Automatica)
Se la Continuazione Automatica è disabilitata, la macchina non stampa il lavoro,
ma non lo cancella, lasciandolo quindi nella coda di stampa.

Descrizione
Dettagliata
B865D903.WMF

L’impostazione di default per questa funzione è “Off”.

4-3
FUNZIONI SCANNER 16 Gennaio 2006

4.2.3 VASSOIO DI CONSEGNA DEI FOGLI (SOLO QUANDO E’


INSTALLATO IL VASSOIO A SCOMPARTO SINGOLO)
Il vassoio di consegna carta di default per ciascuna applicazione (copia/stampante)
può essere selezionato utilizzando il menu Impostazioni di Sistema nelle funzioni
utente.
(Funzioni Utente/ Impostazioni di Sistema/ Caratteristiche Generali)
Se un lavoro di stampa non specifica il vassoio di consegna oppure il driver
specifica il vassoio di default, verrà utilizzato il vassoio di consegna carta di default.
Vassoio di Consegna Selezionato
• Se il driver specifica il vassoio di consegna, questo prevale sull’impostazione di
default delle funzioni utente.
• Se la macchina non può depositare le stampe nel vassoio selezionato, le
deposita nel vassoio standard.

4.2.4 STAMPA IN FRONTE-RETRO


La stampa in fronte-retro è disponibile per tutte le opzioni di consegna, ma non per
tutti i formati carta. Se un determinato lavoro specifica la stampa in fronte-retro, ma
il formato carta richiesto non può essere utilizzato dal gruppo fronte-retro, il lavoro
verrà stampato solo in fronte.
• Quando si seleziona il ripiano di bypass come sorgente di alimentazione carta, la
stampa in fronte-retro viene automaticamente disabilitata.

4.3 FUNZIONI SCANNER


4.3.1 ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI IN MODALITÀ SCANNER
L’elaborazione dell’immagine in modalità scanner viene effettuata nel componente
IPU della scheda BICU. Il componente IPU sceglie il miglior metodo di
elaborazione dell’immagine (tabella gamma, modello a retinatura, ecc) in base alle
impostazioni effettuate nel dispositivo.
Il metodo di compressione dell’immagine può essere selezionato con la modalità
SP(MR/MH/MMR per l’elaborazione binaria delle immagini).
Percorso dei Dati Immagine
1. Modalità Archiviazione Immagine/Consegna Immagine

B865D904.WMF

4-4
16 Gennaio 2006 FUNZIONI SCANNER

L’utente può selezionare le seguenti modalità da pannello LCD.


1) Solo Consegna
Dopo l’elaborazione e la compressione delle immagini, tutti i dati relativi
vengono archiviati nella RAM del controller della stampante utilizzando il
formato TIFF o il formato PDF (elaborazione immagine binaria). Il tipo di formato
TIFF o PDF utilizzato dipende dalle impostazioni utente dello scanner.
Quando si seleziona la modalità consegna il controller crea un file che contiene
la destinazione e le informazioni della pagina, in seguito il controller invia il file al
server.
2. Modalità Twain

B865D905.WMF

Dopo l’elaborazione e la compressione delle immagini, i dati (TIFF e PDF)

Descrizione
Dettagliata
vengono inviati nella cartella del driver Twain dello scanner sul computer.

4-5
INTERFACCIA DI RETE (SOLO B866) 16 Gennaio 2006

4.4 INTERFACCIA DI RETE (SOLO B866)


4.4.1 INDICATORI LED
I LED indicati si trovano sul box controller opzionale.

B865D906.WMF

Descrizione Acceso Spento


LED1 (Verde): Stato del Collegamento Collegamento
collegamento riuscito non riuscito
LED2 (Giallo): Velocità di 100 Mbps 10 Mbps
trasmissione dati

4-6
16 Gennaio 2006 USB

4.5 USB
4.5.1 SPECIFICHE
Su questa macchina la connessione USB è disponibile come opzione.
Interfaccia: USB 1.1, USB 2.0
Velocità dati: 480 Mbps (alta velocità), 12 Mbps (velocità massima), 1.5 Mbps (bassa
velocità)
La modalità ad alta velocità è supportata solo da USB 2.0.

4.5.2 USB 1.1/2.0


USB (Universal Serial Bus) offre una semplice connettibilità per computer,
stampanti, tastiere e altre periferiche. In un ambiente USB non sono necessarie
impostazioni di terminatori, ID dei dispositivi (quali SCSI) e DIP switch.
USB 1.1 prevede le seguenti caratteristiche:

Descrizione
Dettagliata
• Plug & Play. Quando viene collegato un nuovo dispositivo sull’interfaccia USB, il
sistema operativo lo riconosce e installa automaticamente il driver appropriato,
se disponibile. Se il driver non è disponibile, l’operatore viene invitato ad inserire
il disco contenente il driver, per una immediata installazione.
• Sostituzione a caldo (i cavi possono essere collegati e scollegati mentre il
computer e gli altri dispositivi sono accesi)
• Nessun terminatore o ID dei dispositivi
• Velocità dei dati di 12 Mbps (velocità massima) e 1,5 Mbps (bassa velocità)
• Connettori comuni per dispositivi diversi
• Comunicazione dati bi-direzionale tra dispositivo e Computer Host tramite
intestazione di 4 byte e DEVICE ID.
USB 2.0 è un'evoluzione della specifica USB 1.1. Utilizza gli stessi cavi, connettori
e interfacce software e quindi l'utilizzatore non noterà alcun cambiamento.
Prevede un collegamento di facile uso e una vasta gamma di prodotti con una
velocità massima dei dati di 480 Mbps (alta velocità).
Possono essere collegati fino a 127 dispositivi e sono possibili sei collegamenti in
cascata. L'alimentazione è fornita dal computer e la lunghezza massima dei cavi è
di 5 m.

4-7
USB 16 Gennaio 2006

4.5.3 CONNETTORI USB


L'USB è un protocollo seriale e un collegamento fisico che trasmette tutti i dati su
una singola coppia di fili. Un'altra coppia fornisce alimentazione alle periferiche a
valle.
Lo standard USB prevede due tipi di connettori, i connettori di tipo “A” per il
collegamento a monte del sistema host e di tipo “B” per il collegamento a valle al
dispositivo USB.

Connettore di Tipo “A” Connettore di Tipo “B”

B865D908.WMF B865D907.WMF

4.5.4 ASSEGNAZIONE PIN


Il controller contiene una presa di tipo “B”.

No. Pin Descrizione segnale Assegnazione Fili 2 1


1 Alimentazione Rosso
2 Dati – Bianco
3 Dati + Verde
4 GND alimentazione Bianco
3 4
B865D909.WMF

4-8
16 Gennaio 2006 NVRAM SUL CONTROLLER GDI

4.5.5 NOTE RELATIVE ALL’INTERFACCIA USB


• La macchina non stampa rapporti specifici per l'USB.
• È possibile collegare all'USB un solo computer host.
• Dopo aver iniziato un lavoro di stampa usando l'USB, non spegnere la
stampante fino a quando il lavoro non è stato completato.
Quando un utilizzatore annulla un lavoro di stampa, se i dati trasmessi alla
stampante non sono stati ancora stampati al momento dell'annullamento, il
lavoro di stampa continuerà fino alla pagina in cui il lavoro è stato annullato.
• In caso di sostituzione della scheda controller, il computer host riconoscerà la
macchina come un dispositivo diverso.

Modalità Relative a SP
“Impostazioni USB” nella modalità di assistenza dell'engine della stampante. Le
velocità dei dati possono essere regolate su una velocità massima fissa (12 Mbps).
Questo switch può essere usato per la ricerca guasti nel caso in cui durante l'uso
della modalità ad alta velocità (480 Mbps) vi sia un errore nel trasferimento dei dati.

Descrizione
Le velocità dei dati possono anche essere regolate usando la modalità UP

Dettagliata
“Impostazioni USB” nell'interfaccia Host del menu Sistema. Questa modalità può
essere accettata solo quando si premono i tasti “Enter”, “Escape” e quindi “Menu”
per entrare nella modalità UP.

4.6 NVRAM SUL CONTROLLER GDI


• Tipo intercambiabile (montato su zoccolo)
• Quando si sostituisce il controller GDI, rimuovere la NVRAM dal vecchio
controller GDI ed installarla sul nuovo controller. La NVRAM contiene i dati
specifici della macchina (indirizzo IP e impostazioni del controller).

4-9
16 Gennaio 2006 SPECIFICHE

SPECIFICHE
1. SPECIFICHE GENERALI
1.1 STAMPANTE
Velocità di stampa: Massimo 20 ppm (A4/LT LEF): modello B269/B277
Massimo 16 ppm (A4/LT LEF): modello B268/B276
Linguaggi di DDST
Stampante: PCL6/PCL5e (opzione)
Risoluzione: 600 dpi (DDST/PCL 6/PCL5e)
300 dpi (PCL 6/PCL5e)
Font Residenti: PCL:
35 Intellifonts
10 Font True Type
Interfacce Host: Ethernet (100 Base-TX/10 Base-T) (solo B866)
USB2.0
Protocolli di Rete: TCP/IP
Memoria: 32/64 MB
Formati Carta Fare riferimento al manuale di assistenza della copiatrice.
Supportati

Spec.
1.2 SCANNER
Risoluzione Scansione Principale/Scansione Secondaria
Standard dello 600 dpi
Scanner:
Campo di Modalità Twain:
Risoluzione 100 ~ 600 dpi
Disponibile per la
Scansione:
Scansione 25 fogli al minuto per TWAIN
Interfaccia: Ethernet (100 Base-TX/10 Base-T per TCP/IP) (solo B866)
USB2.0

SPEC-1
SPECIFICHE 16 Gennaio 2006

2. ACCESSORI SOFTWARE
2.1 STAMPANTE
I driver della stampante e il software di utilità sono forniti su CD-ROM. Un
programma di installazione automatico permette di selezionare i componenti
desiderati.

Driver della Stampante


Linguaggio Windows
Windows NT4.0 Windows 2000 Macintosh
Stampante 98SE/ME
DDST Sì Sì Sì No
PCL 6 (opzione) Sì Sì Sì No
PCL 5e (opzione) Sì Sì Sì No

NOTE: 1) I driver della stampante per Windows NT 4.0 sono solo per la
piattaforma Intel x86. Non sono disponibili driver Windows NT 4.0 per le
piattaforme PowerPC, Alpha, o MIPS.

Software di Utilità
Software Descrizione
Agfa Font Manager Utility di gestione font con font video per la stampante.
(Win 98SE/ME, NT4, 2000)
Smart DeviceMonitor for Utility di gestione stampante per gli amministratori di rete.
Admin Sono disponibili anche le utility per la configurazione della
(Win 98SE/ME, NT4, 2000) scheda di rete (NIB).
DeskTopBinder Utility di gestione stampante per gli utenti Client.
(Win 98SE/ME, NT4, 2000) Comprende un’utility di stampa Peer-to-peer e le funzioni di
stampa parallela/recovery.
DeskTopBinder Lite Utility per la gestione dei documenti
(Win 98SE/ME, NT4, 2000)
Printer Utility for Mac Questo software fornisce diverse utili funzioni per la stampa
da client Macintosh.

SPEC-2
16 Gennaio 2006 SPECIFICHE

2.2 SCANNER
Il driver ed il software di utilità dello scanner, sono forniti sullo stesso CD-ROM.
Driver dello Scanner
• Driver Twain per funzionamento in rete per Win98SE/ME/NT3.51/NT4.0/2000

Programmi di Utilità per lo Scanner


• Scan Router V2 Lite (Cherry-Lite) per Win98SE/ME/NT4.0/2000
• Desk Top Binder V2 Lite (Plumeria-Lite) per Win98SE/ME/NT4.0/2000

Spec.

SPEC-3
SPECIFICHE 16 Gennaio 2006

3. CONFIGURAZIONE MACCHINA
3.1 COMPONENTI DEL SISTEMA

[A]

[B]

B866V901.WMF

Codice
Elemento Note
Macchina
Richiesto per installare l’unità
Box Controller B865/866 [A]
stampante/scanner
Opzione PCL - [B] Solo installando il driver PCL

SPEC-4