Sei sulla pagina 1di 3

7/31/2018 QUAL E' LA RESA TERMICA DI UN METRO CUBO DI METANO?

L'ENERGIA TERMICA FORNITA DA 1 MC DI GAS METAN…

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Maggiori Informazioni OK

IL TUO CONSULENTE PERSONALE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

QUAL È LA RESA TERMICA DI UN METRO CUBO DI METANO?

1) L'ENERGIA TERMICA FORNITA DA 1 MC DI GAS METANO

Risulta spesso utile conoscere quale sia l'energia termica fornita da 1 metro cubo (mc) di metano, anche se come
vedremo il gas domestico - o comunque fornito dalla rete gas a clienti grandi e piccoli - differisce leggermente dal
metano puro. Ebbene, il potere calorifico superiore (PCS) per il metano è di 9530 kcal/mc, che equivale (dato che 1 kcal
= 0,00116 kWh termici) a 11,05 kWh/mc. Il potere calorifico inferiore (PCI) per il metano è invece di 8570 kcal/mc, pari
a 9,94 kWh/mc. Quindi la differenza tra PCS e PCI per il metano è di circa il 10%. Il potere calorifico inferiore del
metano è dato dal potere calorifico superiore diminuito del calore di condensazione del vapore acqueo durante la
combustione. Poichè il vapore acqueo non viene condensato nei processi di combustione in caldaia, è al potere calorifico
inferiore che si fa normalmente riferimento in termotecnica, come ad esempio nelle caldaie a gas normali (cioè quelle
non a condensazione) che abbiamo nelle nostre case.

2) QUANTI KWH FORNISCE IL GAS NATURALE DOMESTICO?

Il metano è il principale - ma non l'unico! - componente del gas naturale usato per cucinare, per riscaldare l'acqua calda
sanitaria e per il riscaldamento degli edifici. In Italia, il gas naturale che ci arriva nelle case è composto da metano per
una percentuale compresa all'incirca fra l'83 e il 99%, mentre la parte restante è composta in prevalenza da altri
idrocarburi (etano, propano, butano). Pertanto, la combustione di un metro cubo del gas naturale che arriva nelle nostre

http://www.consulente-energia.com/ar-qual-e-la-resa-termica-di-un-metro-cubo-mc-di-gas-metano-rete-domestico-industriale-… 1/14
7/31/2018 QUAL E' LA RESA TERMICA DI UN METRO CUBO DI METANO? L'ENERGIA TERMICA FORNITA DA 1 MC DI GAS METAN…

case produce in Questo


teoria 10,6 kWh - l'energia
sito utilizza termica
i cookie per prodotta
migliorare dalla
la tua combustione
esperienza. del metano
Maggiori - ma in realtà
Informazioni OK il valore
preciso della resa energetica varia da distributore a distributore, in quanto dipende dalla composizione chimica del gas
fornito. Si noti che sono sufficienti piccole percentuali di etano (p.c. 15.380 kcal/mc), propano (22.370 kcal/mc) o
butano (29.530 kcal/mc) per elevare notevolmente il potere calorifico del gas naturale che utilizziamo. Quindi, nota la
composizione del gas, per sapere i kWh/mc forniti basta fare un po' di calcoli.

Mi piace Piace a 134 persone. Iscriviti per vedere cosa piace ai tuoi Condividi Tweet
amici.

3) COME CONFRONTARE LE VARIE OFFERTE PER IL GAS NATURALE

Per confrontare le offerte di gas naturale per uso domestico, non basta confrontare il prezzo a metro cubo (mc)
proposto dai vari fornitori, poiché il calore che è in grado di sviluppare un mc di gas naturale dipende dalla miscela di
idrocarburi contenuta nel gas fornito da ciascun fornitore, che in generale è leggermente diversa da caso caso e può
influire quindi sul potere calorifico della miscela in questione. Sulla vostra bolletta del gas è riportato il potere calorifico
superiore (PCS) del gas che vi viene fornito, che è appunto il parametro - insieme al prezzo al mc - che ci serve per
confrontare le offerte dei diversi fornitori. Per agevolare il confronto tra le diverse offerte commerciali, l'Autorità per
l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha stabilito che i fornitori devono sempre riferire le loro offerte a un PCS
convenzionale di 38 MJ/mc, cioè a un gas naturale di una qualità media predefinita. Quindi, se poi il fornitore eroga un
gas di qualità inferiore a tale riferimento, in bolletta pagheremo di meno.

http://www.consulente-energia.com/ar-qual-e-la-resa-termica-di-un-metro-cubo-mc-di-gas-metano-rete-domestico-industriale-… 2/14
7/31/2018 QUAL E' LA RESA TERMICA DI UN METRO CUBO DI METANO? L'ENERGIA TERMICA FORNITA DA 1 MC DI GAS METAN…

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Maggiori Informazioni OK

4) COME DETERMINARE IL POTERE CALORIFICO DEL GAS PER USO DOMESTICO

Per determinare il potere calorifico della miscela di gas erogata dal fornitore, si può analizzarne la relativa composizione
in termini quantitativi, essendo noto dalla letteratura il potere calorifico dei componenti. Per farlo, si ricorre alla
cosiddetta gascromatografia, effettuata con una sofisticata apparecchiatura collegata a un PC, la quale crea dei grafici
dai quali è possibile ottenere la tipologia e la quantità di gas presenti nella miscela, compreso il gas odorizzante, che è
presente in piccole quantità (dell'ordine di 15-30 mg/mc). Ovviamente, l'attrezzatura in questione deve essere stata
preventivamente tarata, nel qual caso le analisi stampate e rilasciate al cliente permettono una verifica indipendente di
ciò che paghiamo. Inoltre, con la gascromatografia si può analizzare la qualità del gas, che non deve contenere acqua e
idrocarburi in forma liquida, e neppure particolato solido o altri gas che potrebbero avere effetti sulla sicurezza e
sull'integrità della rete di trasporto e distribuzione.

Mi piace Piace a 134 persone. Iscriviti per vedere cosa piace ai tuoi Tweet
amici.

5) QUANTO OSSIGENO OCCORRE PER UNA COMBUSTIONE EFFICIENTE DEL METANO?

Ogni combustibile riesce a produrre la massima energia durante la combustione se il suo rapporto con l'ossigeno - che
funge da comburente - è corretto. Ricordiamo che l'aria è composta per il 21% (in volume) da ossigeno, per l'88% da
azoto e soltanto per l'1% da altri gas. Per esempio, nel caso del metano, l'equazione chimica per la combustione di
questo combustibile (CH4 + 2 O2 -> CO2 + 2 H20) mostra che abbiamo bisogno di 2 volumi di ossigeno per ogni volume
di metano. Poiché l'ossigeno è presente nell'aria solo al 21%, avremo bisogno che nella camera di combustione con
l'aria vi sia un (1/2 *21%) = 10,5% di volume di metano, ovvero la proporzione corretta per una combustione efficiente
è 1 mc di metano ogni 9 mc di aria. Inoltre, la maggior parte dei combustibili bruciano solo in un ristretto intervallo di
concentrazione nell'aria. Per il metano, ad esempio, l'intervallo in questione va dal 5% al 15% di metano nell'aria: a
concentrazioni inferiori al 5% o superiori al 15%, il metano non brucia.

http://www.consulente-energia.com/ar-qual-e-la-resa-termica-di-un-metro-cubo-mc-di-gas-metano-rete-domestico-industriale-… 3/14