Sei sulla pagina 1di 2

LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

La respirazione diaframmatica è un tipo di respirazione che aiuta a rinforzare il


diaframma, ed è anche conosciuta coi nomi di respirazione ventrale o addominale.
Questa particolare forma di respiro è alla base di quasi tutte le tecniche di meditazione
e rilassamento, in quanto aiuta a ridurre i livelli di stress, abbassare la pressione
sanguigna e regolare altri importanti processi del corpo. Il modo in cui respiriamo ha
infatti un’influenza incredibile sull’equilibrio fisiologico del nostro organismo, oltre
ad avere un impatto notevole anche sul sonno, la memoria e la concentrazione.

Come funziona la respirazione diaframmatica.


Il diaframma è il muscolo principale utilizzato nella respirazione e si espande per tutta
la cavità toracica. Ha la forma di una doppia cupola leggermente appiattita e si trova
appena sotto i polmoni e il cuore. Si abbassa durante l’inspirazione, spingendo l’aria
nei polmoni, mentre torna a riposo alzandosi durante l’espirazione, forzando
l’espulsione dell’anidride carbonica dai polmoni. Il diaframma svolge la maggior
parte del lavoro durante la parte di inspirazione, contraendosi in modo che i polmoni
possano espandersi e incamerare tutta l’aria necessaria. I muscoli tra le costole,
conosciuti come muscoli intercostali, sollevano la gabbia toracica per aiutare il
diaframma a lasciare entrare sufficiente aria nei polmoni. La respirazione
diaframmatica come appena descritta è lo stato naturale e spontaneo della
respirazione, ma molte persone sviluppano nel corso della loro vita una respirazione
toracica, molto meno profonda di quella diaframmatica, non fisiologica e di
conseguenza limitante per il corretto funzionamento dei nostri organi. La causa di
questa respirazione alterata è spesso lo stile di vita stressante a cui siamo sottoposti,
che va a influenzare il nostro respiro portandoci letteralmente a trattenere il fiato e
bloccare il diaframma nella porzione inferiore del torace, non permettendo mai all’aria
di fluire liberamente e provocando una naturale retrazione del diaframma che
influenza anche gli altri muscoli coinvolti nel processo respiratorio.

Conseguenze di una respirazione scorretta.


Respirando con il torace e limitando quindi lo spazio di movimento del diaframma, si
può andare incontro a conseguenze molto serie che coinvolgono muscoli e organi che
interagiscono (direttamente o indirettamente) con il diaframma.

Alcune tra le problematiche legate alla respirazione toracica sono:

● problemi di respirazione (ad esempio asma);


● problemi alla circolazione;
● dolori lombari;
● postura scorretta;
● problemi digestivi;
● accumulo di dolori nel collo, nelle spalle e nella parte superiore della schiena;
● tensione dei muscoli facciali;
● benefici della respirazione diaframmatica.

Oltre ad eliminare gli effetti dannosi della respirazione toracica, la respirazione
diaframmatica porta con sé numerosi benefici. Essendo alla base della meditazione,
esercita un’influenza indiretta su tutti i benefici ad essa legati, ma anche se praticata al
di fuori delle discipline meditative ha un impatto incredibile su corpo e mente.

Tra i suoi benefici:

● aiuta a rilassarsi, riducendo gli effetti nocivi del cortisolo (l’ormone dello
stress) sul proprio corpo;
● rallenta la frequenza cardiaca, ed è quindi utilissima per chi soffre di
tachicardia;
● aiuta ad abbassare la pressione sanguigna;
● aiuta a far fronte ai sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD);
● migliora la stabilità muscolare;
● migliora la resistenza all’esercizio fisico intenso, ed è quindi ideale per gli
atleti;
● riduce il rischio di lesioni e stiramenti muscolari;
● rallenta la velocità di respirazione e di conseguenza aiuta a risparmiare energia.

La respirazione stimola tutto il corpo a lavorare meglio, per questo esercita un effetto
così profondo sul nostro benessere generale. Il diaframma è un organo che gioca un
ruolo fondamentale nel processo di respirazione e, quando è libero da costrizioni e
alterazioni, può generare un’espansione che stimola e inonda di sangue e ossigeno
tutti gli organi e i tessuti circostanti. Per questo praticare la respirazione
diaframmatica è la base per una vita migliore a partire da una funzione basilare come
il respiro.