Sei sulla pagina 1di 25

CENTRALINA DOC.

: 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 2
R

SOMMARIO

1. DESCRIZIONE ..........................................................................................................................................................3
1.1 CAMPO DI IMPIEGO ...................................................................................................................................................3
1.2 CARATTERISTICHE OLIO IDRAULICO ..........................................................................................................................4
1.3 COMPONENTI PRINCIPALI..........................................................................................................................................5
2. DIMENSIONI DELLA CENTRALINA........................................................................................................................6
2.1 INGOMBRO SERBATOIO.............................................................................................................................................6
3. VISTA ESTERNA ......................................................................................................................................................8

4. CIRCUITO IDRAULICO ............................................................................................................................................9

5. SCHEMA DI FUNZIONAMENTO ...........................................................................................................................10

6. SEQUENZE DI FUNZIONAMENTO .......................................................................................................................12

7. DISPOSITIVI STANDARD .....................................................................................................................................13


7.1 LUCE ALL'INTERNO DEL VANO BLOCCO VALVOLE .....................................................................................................13
7.2 ASTA LIVELLO OLIO ................................................................................................................................................13
8. DISPOSITIVI OPZIONALI.......................................................................................................................................13
8.1 DOPPIA VELOCITÀ IN SALITA E DISCESA (MINILIFT 2V) .............................................................................................13
8.2 INSONORIZZAZIONE VANO BLOCCO VALVOLE ...........................................................................................................13
9. INSTALLAZIONE DELLA CENTRALINA ..............................................................................................................14
9.1 INGRESSO TUBAZIONI POSTERIORE.........................................................................................................................14
9.2 INGRESSO TUBAZIONI LATERALE (SINISTRA O DESTRA)............................................................................................15
10. SCHEMA ELETTRICO E LAYOUT CABLAGGI ...................................................................................................16

11. RICERCA GUASTI ..................................................................................................................................................17


11.1 IL MOTORE NON PARTE ..................................................................................................................................17
11.2 IL MOTORE PARTE MA LA CABINA NON SI MUOVE IN SALITA ..................................................................17
11.3 L'IMPIANTO PARTE BRUSCAMENTE IN SALITA............................................................................................17
11.4 L'IMPIANTO NON RAGGIUNGE LA ALTA VELOCITÀ IN SALITA ..................................................................18
11.5 L'IMPIANTO NON DECELERA IN SALITA OPPURE OLTREPASSA IL PIANO .............................................19
11.6 LA CABINA SI ABBASSA AL PIANO (RIPESCAGGI FREQUENTI).................................................................20
11.7 L'IMPIANTO NON SCENDE ...............................................................................................................................20
11.8 L'IMPIANTO SCENDE IN BASSA VELOCITÀ ...................................................................................................21
11.9 LA CABINA OSCILLA DURANTE LA DISCESA ................................................................................................21
11.10 L’IMPIANTO NON DECELERA IN DISCESA.................................................................................................22
11.11 L'IMPIANTO NON RAGGIUNGE LA MASSIMA VELOCITA' IN DISCESA ..................................................23
11.12 VELOCITÀ TROPPO ALTA IN DISCESA ......................................................................................................23
11.13 L'IMPIANTO SCIVOLA ALL'ARRIVO IN DISCESA .......................................................................................23
11.14 LA CABINA IN DISCESA SI FERMA QUANDO INCONTRA LA LAMA DI RALLENTAMENTO ................24
12. IMBALLAGGIO E TRASPORTO............................................................................................................................25
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 3
R

1. DESCRIZIONE
La centralina oleodinamica CEAM tipo MINILIFT è nata per essere installata in edifici privi di locale
macchine, pertanto presenta caratteristiche di integrabilità con edifici esistenti di qualsiasi tipo, di
silenziosità, pulizia e permette di essere ispezionata intervenendo soltanto dalla facciata anteriore.
Essa è costituita da una unità che contiene un serbatoio al cui interno è montata una pompa in bagno
d’olio; fissato sopra al serbatoio è presente un Vano Blocco Valvole che contiene un motore in aria
collegato alla pompa, un gruppo valvole, una luce e vari accessori. Sopra al vano blocco valvole è
fissato il quadro di manovra.
A richiesta, il vano blocco valvole può essere rivestito internamente con pannelli in materiale
fonoassorbente, allo scopo di rendere ancora più silenzioso il funzionamento della centralina.
La centralina Minilift può essere fornita solo con avviamento diretto; il blocco valvole è disponibile in 2
versioni: a singola velocità (identificata come Minilift 1V) e a doppia velocità (disponibile su richiesta e
identificata come Minilift 2V).
Tutte le centraline sono collaudate su torri di prova che simulano le reali condizione di lavoro in termini
di pressione e portata della pompa. Questo per assicurare che il prodotto sia perfettamente
funzionante e pronto per l'installazione finale.

Le normative di riferimento a cui rispondono le centraline MINILIFT sono le seguenti:


• 95/16/CEE - Direttiva ascensori
• EMC 89/336/CEE - Compatibilità elettromagnetica
• EN81/2 armonizzata
• direttiva macchine 89/392/CE e successive modifiche ed integrazioni (DPR 459/96)
• legge N.13 (DM 236 del 14/6/99)
• “Power-operated lifting platform for persons with impaired mobility” ISO 9386-1
• Gli impianti con corse maggiori di metri 4, che quindi eccedono i limiti previsti da ISO 9386-1,
saranno progettati sulla base di una analisi dei rischi (vedi note del meeting EFLA/EPSO 20 Nov.
2000 e 11 Dic. 2000).
• Norme interne OTIS WWJSSS

1.1 Campo di impiego


Portata pompa 15 l/min
Potenza motore 1.5 kW
Pressione minima (statica) 12 bar
Pressione massima (statica) 45 bar
Massima ∆P 20 bar
Temperatura minima olio 20 °C
Temperatura massima olio 70 °C
Tensione 230 V
Frequenza di rete 50 Hz, 60 Hz
Corsa massima 15 m
Distanza minima tra i piani 2,3 m in linea; 0,4 m con doppio accesso
Tensione bobine DC: 24V – 1,3A
Max. velocità commerciale (ISO 4290-1) 0,15 m/s
Rumorosità massima: 60 dB(A) (misurata a 1 m dalla centralina) - 50 dB(A) con
insonorizzazione del Vano Blocco Valvole
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 4
R

1.2 Caratteristiche olio idraulico

Caratteristiche chimiche

- Olio a base: Paraffinica

- Additivi raccomandati: Anti schiuma


Anti usura
Anti ruggine
Anti ossidanti
Anti emulsionanti

Caratteristiche fisiche
3
- Peso specifico 0.88 kg/dm
- Viscosità a 40°C 46 centistokes (cSt)
- Indice di viscosità > 150
- Punto di scorrimento - 35 °C
- Infiammabilità C.O.C. > 190 °C
- Rilascio di aria a 50°C DIN 51.381 <6 minuti

Olio consigliato

AGIP HLIFT 46
AGIP ARNICA 46

Nota:
La massima viscosità ammessa è 150 cSt che corrisponde ad una temperatura dell'olio di circa 20°C.
Se la viscosità eccede questo valore occorre riscaldare l'olio.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 5
R

1.3 Componenti principali


I componenti base della centralina sono i seguenti:
• SERBATOIO
• Motore
• Pompa
• VANO BLOCCO VALVOLE montato sul serbatoio
• Blocco valvole tipo MINILIFT (simile a quello della centralina HEIC Solenoid DN32, ma modificato
per essere più silenzioso e permettere il montaggio sul serbatoio piatto)
• QUADRO DI MANOVRA montato direttamente sopra al vano che contiene il blocco valvole
• Accessori standard
• Accessori opzionali
Fig. 1

QUADRO DI
MANOVRA

Luce

VANO BLOCCO
VALVOLE
Prolunga
pompa a mano
Maniglie
rimovibili
Etichette salita
e discesa di
emergenza

Etichetta dati Traghetta pompa


centralina

SERBATOIO
N.impianto
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 6
R

2. DIMENSIONI DELLA CENTRALINA

2.1 Ingombro serbatoio


Fig. 2

Nota: l'ingresso della tubazione può essere nelle posizioni A, B o C

Massa totale senza olio e quadro di manovra (kg): 80

Volume olio ( l ): minimo 12 Raccordi e tubi


massimo 41 Diametro ingresso tubi ( r ) = 1”
in circolo 29 Diametro tubi flex = ¾”
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 7
R
Tabella scelta pompe

Pompa 12 L 15 L 23 L
Q eff (l/min) 13 17 25
pistone (mm)

pistone (m/s)
Diametro

Velocità
70 0.06 0,07 0.11

80 0.04 0.06. 0.08

Tabella scelta motore

Tubo ¾“
Pompa 12 L 15 L 23 L
Q nom (l/min) 12 15 23
Pressione statica massima (bar)

Potenza motore (kW)


fino a 45 1,5 1,5 1,5

Non disponibile
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 8
R

3. VISTA ESTERNA

Singola velocità (1V) - Fig. 3 Doppia velocità (2V) - Fig. 4

N. Descrizione N. Descrizione
1 Vite regolazione valvola di massima pressione 12 Rubinetto esclusione manometro
2 Fine corsa valvola di avviamento 13 Vite regolazione piccola velocità
3 Vite regolazione accelerazione in salita 14 Vite regolazione della decelerazione
4 Vite per prova valvola di blocco sul pistone 15 Attacco manometro (EN 81/2; TRA200)
5 Vite regolazione velocità di discesa 16 Elettrovalvola del rallentamento
6 Elettrovalvola di discesa 17 Manometro
7 Saracinesca esterna 18 Valvola idraulica accelerazione di salita
8 Rubinetto discesa manuale 39 Vite regolazione velocità di salita
9 Vite regolazione max pressione pompa manuale 47 Vite spurgo aria per pompa manuale
10 Pompa manuale 50 Fine corsa posteriore VA
11 Attacco ¼ " gas per pressostati
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 9
R

4. CIRCUITO IDRAULICO
Singola velocità (1V) - Fig. 5

Doppia velocità (2V) - Fig. 6

N. Descrizione N. Descrizione N. Descrizione


1 Vite regolazione valvola massima pressione 14 Vite regolazione della decelerazione 26 Valvola di blocco sul pistone
2 Fine corsa valvola di avviamento 15 Attacco manometro (EN 81/2; TRA200) 27 Pressostati
3 Vite regolazione accelerazione in salita 16 Elettrovalvola del rallentamento 28 Contatto termico olio
4 Vite per prova valvola di blocco sul pistone 17 Manometro 30 Filtro
5 Vite regolazione velocità di discesa 18 Valvola idraulica di accel. in salita 31 Pompa
6 Elettrovalvola di discesa 20 Valvola di flusso 32 Motore
7 Saracinesca esterna 21 Valvola di avviamento 33 Riduttore di pressione
8 Rubinetto discesa manuale 22 Valvola di rallentamento 34÷38 Strozzatori fissi
9 Vite regolazione max press. pompa manuale 23 Valvola di non ritorno 39 Vite regolazione velocità di salita
10 Pompa manuale 24 Tendifune 47 Vite spurgo aria per pompa manuale
11 Attacco ¼ " gas per pressostati 25 Pistone 50 Fine corsa posteriore VA
12 Rubinetto esclusione manometro 24 Tendifune
13 Vite regolazione piccola velocità 25 Pistone
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 10
R

5. SCHEMA DI FUNZIONAMENTO
Singola velocità (1V) - Fig. 7

N. Descrizione N. Descrizione N. Descrizione


1 Vite regolazione valvola massima pressione 12 Rubinetto esclusione manometro 26 Valvola di blocco sul pistone
2 Fine corsa valvola di avviamento 15 Attacco manometro (EN 81/2; TRA200) 27 Pressostati
3 Vite regolazione accelerazione in salita 17 Manometro 28 Contatto termico olio
4 Vite per prova valvola di blocco sul pistone 18 Valvola idraulica di accel. in salita 30 Filtro
5 Vite regolazione velocità di discesa 20 Valvola di flusso 31 Pompa
6 Elettrovalvola di discesa 21 Valvola di avviamento 32 Motore
7 Saracinesca esterna 23 Valvola di non ritorno 33 Riduttore di pressione
8 Rubinetto discesa manuale 24 Tendifune 34÷38 Strozzatori fissi
9 Vite regolaz. max pressione pompa manuale 25 Pistone 47 Vite spurgo aria per pompa manuale
10 Pompa manuale 24 Tendifune 50 Fine corsa posteriore VA
11 Attacco ¼ " gas per pressostati 25 Pistone
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 11
R
Doppia velocità (2V) - Fig. 8

N. Descrizione N. Descrizione N. Descrizione


1 Vite regolazione valvola massima pressione 14 Vite regolazione della decelerazione 26 Valvola di blocco sul pistone
2 Fine corsa valvola di avviamento 15 Attacco manometro (EN 81/2; TRA200) 27 Pressostati
3 Vite regolazione accelerazione in salita 16 Elettrovalvola del rallentamento 28 Contatto termico olio
4 Vite per prova valvola di blocco sul pistone 17 Manometro 30 Filtro
5 Vite regolazione velocità di discesa 18 Valvola idraulica di accel. in salita 31 Pompa
6 Elettrovalvola di discesa 20 Valvola di flusso 32 Motore
7 Saracinesca esterna 21 Valvola di avviamento 33 Riduttore di pressione
8 Rubinetto discesa manuale 22 Valvola di rallentamento 34÷38 Strozzatori fissi
9 Vite regolazione max press. pompa manuale 23 Valvola di non ritorno 39 Vite regolazione velocità di salita
10 Pompa manuale 24 Tendifune 47 Vite spurgo aria per pompa manuale
11 Attacco ¼ " gas per pressostati 25 Pistone 50 Fine corsa posteriore VA
12 Rubinetto esclusione manometro 24 Tendifune
13 Vite regolazione piccola velocità 25 Pistone
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 12
R

6. SEQUENZE DI FUNZIONAMENTO

Per informazioni sulla sequenza di funzionamento, per centraline Minilift sia 1V che 2V, riferirsi alla
centralina HEIC Solenoid nelle rispettive sezioni sul manuale N.16080.

Per centraline Minilift 1V (Singola velocità) ci sono tuttavia le seguenti differenze:


• le valvole VML e VMP non sono disponibili;
• le fasi di decelerazione e velocità di livellamento sia in salita che in discesa non sono presenti.

Lo schema riassuntivo salita/discesa per Minilift 1V è il seguente:

Fig. 9

N. Descrizione N. Descrizione
3 Vite regolazione accelerazione in salita: 34 Strozzatore fisso:
svitare per aumentare la accelerazione. Diminuire il diametro per aumentare il ritardo.
5 Vite regolazione velocità di discesa: 35 Strozzatore fisso: sostituirlo solo se strettamente
avvitare per aumentare la velocità. necessario !
aumentare il diametro per aumentare
l'accelerazione in discesa
6 Elettrovalvola di discesa. 36 Strozzatore fisso:
Diminuire il diametro per aumentare il ritardo per
diminuire la decelerazione in discesa
32 Motore 50 Fine corsa posteriore VA: regolare solo se
strettamente necessario !
Avvitare per diminuire la velocità di discesa.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 13
R

7. DISPOSITIVI STANDARD

• Valvola di massima pressione VS • Pompa manuale di emergenza PEM


• Rubinetto per la discesa manuale RBM e valvola tendifune • Tamponi antivibranti in gomma
• Saracinesca interna • Precablaggio
• Contatto termico olio • Targa centralina
• Protezione termica del motore

7.1 Luce all'interno del vano blocco valvole


La luce all'interno del vano blocco valvole si accende automaticamente, per mezzo di un micro
interruttore, quando viene aperto lo sportello del vano.

7.2 Asta livello olio


Fig. 10

8. DISPOSITIVI OPZIONALI
• Dispositivo per riscaldamento olio 230V - 500W

8.1 Doppia velocità in salita e discesa (Minilift 2V)


Il dispositivo doppia velocità prevede il montaggio sul blocco valvole di una elettrovalvola aggiuntiva
(VML) tramite la quale si ottiene un rallentamento in fase di arrivo al piano: questo comporta un maggiore
comfort . La centralina con questo dispositivo viene identificata come Minilift 2V.

8.2 Insonorizzazione vano blocco valvole


L’insonorizzazione del vano blocco valvole prevede il rivestimento delle pareti di questo con materiale
fonoassorbente, in modo da ridurre ulteriormente l’emissione di rumore della centralina.

Le caratteristiche elencate ma non descritte dei dispositivi standard e opzionali sono le stesse di quelli
montati sulla centralina HEIC Solenoid DN32. Per saperne di più riferirsi al manuale N.16080 - par.12 e
par.13.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 14
R

9. INSTALLAZIONE DELLA CENTRALINA


La centralina MINILIFT può essere montata in varie configurazioni. Di seguito ne vengono indicate alcune:

9.1 Ingresso tubazioni posteriore


Fig. 11
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 15
R

9.2 Ingresso tubazioni laterale (sinistra o destra)


Fig. 12
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 16
R

10. Schema elettrico e layout cablaggi


CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 17
R

11. Ricerca guasti

GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA


CABLAGGIO Errato o mancato collegamento dei fili della alimentazione del
11.1 IL MOTORE CONNESSIONI motore: ispezionare il quadro di manovra e la morsettiera e
NON PARTE MOTORE verificare il corretto collegamento come previsto dallo schema
elettrico.
Errato o mancato collegamento dei fili dei termistori, del motore
o del termocontatto olio.
VP (18) Verificare che gli strozzatori (3) e (34) non siano ostruiti da
11.2 IL MOTORE scorie e che VP stessa non sia bloccata o che la molla non sia
PARTE MA LA rotta.
CABINA NON SI Verificare che non vi siano trafilamenti dallo scarico della VP; in
MUOVE IN SALITA tal caso smontare il blocchetto, controllare la molla, pulire il
cursore ed eventualmente sostituirlo.
VS (1) La valvola di massima pressione dell'impianto VS rimane aperta
per la presenza di scorie: smontare VS e rimuovere le scorie,
rimontare e ritarare come indicato dal manuale di regolazione.
POMPA (31) Malfunzionamento della pompa: controllare che la carcassa
TUBO della pompa, e il tubo flessibile non presentino rotture o cricche
FLESSIBILE e che l'albero della pompa non sia rotto.

VALVOLA DI Controllare che la valvola non sia completamente chiusa: in


BLOCCO SUL caso sia chiusa, provvedere ad aprirla.
PISTONE (26)
VP (18) Se il malfunzionamento avviene solo saltuariamente e solo
11.3 L'IMPIANTO dopo una precedente corsa in salita il difetto é dovuto ad un
PARTE malfunzionamento del cursore di VP che rimane inceppato.
BRUSCAMENTE IN Occorre pertanto smontare il blocchetto, pulire il cursore ed
SALITA eventualmente, sostituire le parti.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 18
R
GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA
VP (18) Verificare che gli strozzatori (3) e (34) non siano ostruiti da
11.4 L'IMPIANTO scorie e che VP stessa non sia bloccata o che la molla non sia
NON RAGGIUNGE rotta.
LA ALTA Verificare che non vi siano trafilamenti dallo scarico della VP; in
VELOCITÀ IN tal caso smontare il blocchetto, controllare la molla, pulire il
cursore ed eventualmente sostituirlo.
SALITA
VB (21) Errata taratura del registro (2) del cursore VB: svitare di uno o
due giri, al termine serrare bene il dado M12 con guarnizione.
POMPA (31) Malfunzionamento della pompa: controllare che la carcassa
TUBO della pompa, e il tubo flessibile non presentino rotture o cricche
FLESSIBILE e che l'albero della pompa non sia rotto.
È possibile che, specialmente per impianti situati in nuove
costruzioni, la tensione fornita al motore-pompa sia
insufficiente.
VS (1) Errata taratura o presenza di scorie sulla sfera della valvola di
massima pressione VS: smontare e pulire, controllando anche
che la molla non sia snervata o rotta. Rimontare e ritarare la VS
(vedi manuale di funzionamento e di regolazione).
VALVOLA DI Valvola paracadute del pistone bloccata in posizione di parziale
BLOCCO SUL chiusura: provvedere alla registrazione svitando la apposita vite.
PISTONE (26)
PATTINI Attriti anormali lungo la via di corsa (guide e pistone): nella
GUIDE ricerca di questo particolare tipo di disfunzione può essere di
aiuto il manometro, montato di serie sul gruppo: la pressione
dell'impianto in salita non deve superare del 15 % la pressione
misurata col medesimo carico con cabina ferma. Quando la
differenza è troppo alta significa che gli attriti dovuti al moto
della cabina sono eccessivi: controllare il corretto montaggio dei
pattini, delle guide e del pistone.
VML (22) Malfunzionamento della elettrovalvola VML: può essere rotta o
impossibilitata a funzionare per insufficiente corrente o incerto
collegamento: accertarsi che l'elettrovalvola riceva tensione e
che funzioni regolarmente.
Blocco della spola di VML dovuto alla presenza di depositi che
ne impediscono lo scorrimento: smontare e pulire la spola.
Il canotto della VML rimane in posizione leggermente sollevata
a causa di scorie presenti fra canotto e blocchetto: smontare il
canotto e pulire le parti a contatto.
Presenza di sporco all'interno del canotto: rimuovere il tappo
inferiore del canotto e pulire.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 19
R
GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA
VML (22)
11.5 L'IMPIANTO
NON DECELERA
IN SALITA
OPPURE
OLTREPASSA IL
PIANO

4 + 0.15
Alberino dell'elettromagnete VML fuori tolleranza: smontare
l'elettromagnete e controllare che col nucleo mobile appoggiato
contro il nucleo fisso (posizione di magnete attratto), la spilla
sporga di 4 ± 0.15 mm dal fondo della sede OR come indicato
nel disegno. Qualora, nella posizione di riposo, la spilla non
rientri completamente all'interno del nucleo provvedere alla
sostituzione (eventualmente é possibile utilizzare
l'elettromagnete VMD dal momento che per la elettrovalvola di
discesa non é importante una tolleranza così stretta).
Ritardo nel movimento del nucleo della elettrovalvola VML
dovuto ad incollaggio elettromagnetico o idraulico: smontare il
canotto e verificare che tra la parte mobile e la fissa sia
presente una rondella in ottone dello spessore di 0.5 mm. In
caso negativo inserirne una con le medesime caratteristiche.
Ritardo nel movimento del nucleo della elettrovalvola VML
dovuto ad attriti anormali tra il cursore ed il canotto:
eventualmente sostituire.
Temperatura dell'olio inferiore a 16° C: provvedere
all'installazione di un dispositivo per il riscaldamento dell'olio.

Blocco del cursore di VML a causa della presenza di depositi:


smontarlo e ripulirlo.
Insufficiente pilotaggio della valvola di rallentamento VRF
dovuto allo strozzatore (14) parzialmente otturato o regolato
male: smontare il blocchetto e pulire il condotto e lo strozzatore.
Se erroneamente è stato invertito il montaggio sul blocco del
blocchetto VML, smontarlo e posizionarlo correttamente
facendo riferimento alla vista dall'alto del gruppo valvole (vedi
targhetta sul gruppo valvole).
VITE 13 Valore della bassa velocità troppo elevato: allentare il dado che
blocca la vite 13, svitare di circa 1 giro la vite 13 e serrare il
dado.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 20
R
GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA
RACCORDI DEI Avviene per perdite o trafilamenti dell'olio del circuito in
11.6 LA CABINA TUBI E DEL pressione e causa la frequente inserzione del dispositivo di
SI ABBASSA AL FILTRO IN ripescaggio per la salita. Per ricercare le cause dell'anomalia
PIANO LINEA occorre anzitutto separare il gruppo valvole dal circuito del
(RIPESCAGGI VALVOLA DI pistone con la saracinesca: se la cabina tende ancora ad
FREQUENTI) BLOCCO SUL abbassarsi dal livello del piano significa che la causa è
PISTONE (26) localizzata nel circuito del pistone altrimenti la causa va
GUARNIZIONI ricercata nel gruppo valvole.
DEL PISTONE
BLOCCO Superfici a contatto: controllare a vista che non ci siano
VALVOLE trafilamenti tra le superfici a contatto del blocco principale, le
piastre e i blocchetti.
Tappi di chiusura.
Manometro di rilevamento per la pressione di impianto.
VSMA (8) Controllare che non scarichi olio attraverso il relativo condotto di
scarico secondario; in caso di perdita smontare il componente e
ripulirlo da scorie e bave eventualmente presenti.
VRP (23) Smontare la valvola e controllare l'OR; eventualmente sostituirlo.
Durante il montaggio dell'OR, quando si serra la vite, evitare che vi
sia rotazione relativa tra il cursore della valvola e il bicchiere della
molla per evitare che l'OR venga strappato.
VMD (6) Controllare che non scarichi olio attraverso il relativo condotto di
scarico secondario; in caso di perdita smontare il componente e
ripulirlo da scorie e bave eventualmente presenti.
RIPESCAGGIO Dispositivo del ripescaggio non montato correttamente:
verificare che le plastoferriti siano montate conformemente a
quanto indicato nel manuale “piattaforma elevatrice Minilift”
sezione 1B: disposizione plastoferriti di piano.

VMD (6) Guasto elettrico o meccanico della elettrovalvola di discesa


11.7 L'IMPIANTO VMD. Bisogna anzitutto accertarsi che la bobina riceva tensione
NON SCENDE e che funzioni regolarmente; nell'eventualità che il guasto sia
meccanico bisogna smontare e pulire accuratamente il
blocchetto in tutti i suoi componenti.
VRP (23) Pilotaggio del pistone di sblocco della VRP otturato: controllare
e pulire gli strozzatori (35) e (37).
Blocco meccanico del pistone di sblocco di VRP dovuto a
presenza di scorie: smontare e pulire il pistone.
VRFP (5) Il pistoncino rimane inceppato in posizione sollevata. Smontare
l'esagono che contiene la molla, verificare che la molla non sia
rotta e che il pistoncino scorra nella sede senza inceppamenti.
Eventualmente pulire o sostituire la molla ed il pistoncino
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 21
R
GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA
…continua VALVOLA DI Se, dopo una partenza in discesa l'impianto si blocca, la causa
BLOCCO SUL potrebbe essere l'intervento della valvola di blocco sul pistone
PISTONE (26) dovuto alla velocità di discesa troppo elevata o a una non
corretta taratura della valvola stessa.
Nel primo caso si riduce la velocità di discesa, nel secondo è
opportuno agire sulla vite di taratura della valvola di blocco per
adeguarla alla velocità dell'impianto.
VMD (6) Guasto elettrico o meccanico della elettrovalvola di discesa
11.8 L'IMPIANTO VMD. Bisogna anzitutto accertarsi che la bobina riceva tensione
SCENDE IN e che funzioni regolarmente; nell'eventualità che il guasto sia
BASSA VELOCITÀ meccanico bisogna smontare e pulire accuratamente il
blocchetto in tutti i suoi componenti, ispezionare ed
eventualmente sostituire i componenti difettosi.
Pilotaggio del pistone di sblocco della VRP otturato: controllare
e pulire gli strozzatori (35) e (37).
Se erroneamente è stato invertito il montaggio sul blocco
valvole del blocchetto VMD, smontarlo e posizionarlo
correttamente controllando che i fori sul fondo del blocchetto
corrispondano a quelli sulla base del blocco valvole.
VRFP (5) Rimane inceppata in posizione sollevata. Smontare l'esagono
che contiene la molla, verificare che la molla non sia rotta e che
il pistoncino scorra nella sede senza inceppamenti.
Eventualmente pulire o sostituire la molla ed il pistoncino
VP (18) Il cursore di VP che rimane inceppato in posizione abbassata.
Occorre pertanto smontare il blocchetto, pulire il cursore
controllare la molla ed, eventualmente, sostituire le parti.
VP Se erroneamente è stato invertito il montaggio sul blocco dei
blocchetti VP, smontarli e posizionarli correttamente facendo
riferimento alla vista dall'alto del gruppo valvole (vedi targhetta
sul gruppo valvole).
VML (22) Malfunzionamento della elettrovalvola VML: può essere rotta o
impossibilitata a funzionare per insufficiente corrente o incerto
collegamento: accertarsi che l'elettrovalvola riceva tensione e
che funzioni regolarmente.
Blocco della spola di VML dovuto alla presenza di depositi che
ne impediscono lo scorrimento: smontare e pulire la spola.
VRFP (5) Scarsa alimentazione al pistoncino riduttore di pressione:
11.9 LA CABINA controllare che il filtro dello strozzatore (35) non sia intasato,
OSCILLA che non sia intasato lo strozzatore (38) ed eventualmente
DURANTE LA sostituire lo strozzatore (35) con uno strozzatore di diametro
DISCESA superiore.
Al termine dell'operazione controllare che la velocità di discesa
non sia aumentata ed eventualmente regolarla al valore
nominale agendo sulla vite (5).
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 22
R

GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA


VML (22)
11.10 L’IMPIANTO
NON DECELERA
IN DISCESA

4 + 0.15
Alberino dell'elettromagnete VML fuori tolleranza: smontare
l'elettromagnete e controllare che col nucleo mobile appoggiato
contro il nucleo fisso (posizione di magnete attratto), la spilla
sporga di 4 ± 0.15 mm dal fondo della sede OR come indicato
nel disegno. Qualora, nella posizione di riposo, la spilla non
rientri completamente all'interno del nucleo provvedere alla
sostituzione
Ritardo nel movimento del nucleo della elettrovalvola VML
dovuto ad incollaggio elettromagnetico o idraulico: smontare il
canotto e verificare che tra la parte mobile e la fissa sia
presente una rondella in ottone dello spessore di 0.5 mm. In
caso negativo inserirne una con le medesime caratteristiche.
Ritardo nel movimento del nucleo della elettrovalvola VML
dovuto ad attriti anormali tra il cursore ed il canotto:
eventualmente sostituire.
Temperatura dell'olio inferiore a 16° C: provvedere
all'installazione di un dispositivo per il riscaldamento dell'olio.
Blocco del cursore di VML a causa della presenza di depositi:
smontarlo e ripulirlo.
Insufficiente pilotaggio della valvola di rallentamento VRF
dovuto allo strozzatore (14) parzialmente otturato o regolato
male: smontare il blocchetto e pulire il condotto e lo strozzatore.
Se erroneamente è stato invertito il montaggio sul blocco del
blocchetto VML, smontarlo e posizionarlo correttamente
facendo riferimento alla vista dall'alto del gruppo valvole (vedi
targhetta sul gruppo valvole).
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 23
R
GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA
PATTINI Attriti anormali lungo la via di corsa (guide e pistone): nella
11.11 L'IMPIANTO ricerca di questo particolare tipo di disfunzione può essere di
NON RAGGIUNGE GUIDE aiuto il manometro: la pressione dell'impianto in discesa non
LA MASSIMA deve essere inferiore di 4-5 bar alla pressione misurata col
VELOCITA' IN medesimo carico con cabina ferma. Quando la differenza e'
DISCESA troppo alta significa che gli attriti dovuti al moto della cabina
sono eccessivi: controllare il corretto montaggio dei pattini, delle
guide e del pistone.
PRESSIONE Il carico in cabina non è sufficiente per garantire la pressione
SCARSA dinamica minima in discesa (8 bar rilevati con manometro).
VALVOLA DI Valvola paracadute del pistone bloccata in posizione di parziale
BLOCCO SUL chiusura: provvedere alla registrazione svitando la apposita vite.
PISTONE (26)
VRFP (5) Rimane inceppata in posizione sollevata. Smontare l'esagono
che contiene la molla, verificare che la molla non sia rotta e che
il pistoncino scorra nella sede senza inceppamenti.
Eventualmente pulire o sostituire la molla ed il pistoncino
VML (22) Il canotto della VML rimane in posizione leggermente sollevata
a causa di scorie presenti fra canotto e blocchetto: smontare il
canotto e pulire le parti a contatto.
Presenza di sporco all'interno del canotto: rimuovere il tappo
inferiore del canotto e pulire.
VRFP (5) Errata taratura della velocità di discesa, svitare il registro (5).
11.12 VELOCITÀ
TROPPO ALTA IN Il pistoncino rimane inceppato in posizione abbassata.
DISCESA Smontare l'esagono che contiene la molla, verificare che la
molla non sia rotta e che il pistoncino scorra nella sede senza
inceppamenti. Eventualmente pulire o sostituire la molla ed il
pistoncino.
Strozzatore (38) Strozzatore otturato, smontare la piastra e ripulirlo
Vite (4) Controllare che la vite per la prova della valvola di blocco sia
completamente aperta
VRFP (5) Errata taratura della velocità di discesa, svitare il registro (5).
11.13 L'IMPIANTO
SCIVOLA Il pistoncino rimane inceppato in posizione abbassata.
ALL'ARRIVO IN Smontare l'esagono che contiene la molla, verificare che la
DISCESA molla non sia rotta e che il pistoncino scorra nella sede senza
inceppamenti. Eventualmente pulire o sostituire la molla ed il
pistoncino.
Strozzatore (38) Strozzatore otturato, smontare la piastra e ripulirlo
Strozzatore (36) Strozzatore otturato, smontare la piastra e ripulirlo
Vite (13) Valore della bassa velocità troppo elevato: allentare il dado che
blocca la vite 13, svitare di circa 1 giro la vite 13 e serrare il
dado.
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 24
R
GUASTO COMPONENTE VERIFICA E PROCEDURA
VML (22) Il comando elettrico delle elettrovalvole VMD e VML è invertito.
11.14 LA CABINA
IN DISCESA SI VMD (6)
FERMA QUANDO
INCONTRA LA
LAMA DI
RALLENTAMENTO
CENTRALINA DOC. : 16196
DATA : 09/06/2003
MINILIFT REV. : 0
Funzionamento e regolazione PAG. : 25
R

12. Imballaggio e trasporto


La centralina viene imballata con una copertura in nylon fissata con reggette in plastica.
All'interno del Vano Blocco Valvole vengono forniti:
• un scatola con dentro 4 buffer paracolpi completi di dadi e una tanica per lo spurgo del pistone;
• la prolunga per la leva della pompa a mano fissata nella sua sede;
• la leva per pompa di a mano è montata sul rubinetto della saracinesca.

Fig. 13

Per sollevare la centralina con le imbracature o con le forche (muletto o altro), seguire le indicazioni degli
schemi seguenti:

Fig. 14