Sei sulla pagina 1di 22

Tecnologia Meccanica

Rettificatura

• Lavorazioni di rettificatura
• La rettificatrice
• Energia specifica, forza di taglio

A.A. 2015/2016

Eleonora Atzeni
La rettificatura

Rettificatura
Piana

Rettificatura Rettificatura
Cilindrica Interna Cilindrica Esterna

2
La mola: modello fisico

3
La mola

MOLA

PEZZO

Grano Grano
Spoglia Spoglia
negativa positiva

4
La mola
l = passo circonferenziale
vm

l
Pezzo

Passo tra i grani

5
L’abrasivo

6
Abrasivo comune

Esempi tipici di mole con


abrasivi convenzionali
(ossido di alluminio e
carburo di silicio).
Ciascuna mola ha superfici
funzionali specifiche per la
rettifica; l’utilizzo di altre
superfici è improprio e
pericoloso.

7
Identificazione della mola
Abrasivo comune
Varietà Varietà
di abrasivo Granulometria Struttura di legante
Abrasivo Durezza Legante

XX - A - 46 - L - 5 - V - ZZ
•8…120 1…21
Porosità

A…..Z
Durezza V: vetrificato
•A: Allumina (Al2O3) S: silicato
•C: Carburo di Silicio (SiC) B: Bachelite
R: Gomma
8
Identificazione della mola
la struttura

Struttura stretta 100  Va  Vl  V per cui :


 a Va   l Vl
Struttura aperta 
100
1………21
9
Abrasivo nobile

Esempi di mole con superabrasivi. Il bordo è rivestito con superabrasivi mentre


il corpo centrale è solitamente di metallo o composito.
I leganti sono: (a), (d) ed (e) resinoide, metallico o ceramico; (b) metallico, (c)
ceramico ed (f) resinoide.

10
Identificazione della mola
Abrasivo nobile
Concentrazione
Granulometria

Abrasivo Durezza Legante

- B - 100 - N - 100 - K -
•8…120 •C25…C150
oppure
•V120,180,240

J,N,R,T
Durezza •K: resinoide
•D: Diamante •V: vetrificato
•B: Nitruro di boro cubico (CBN) •M: Metallico
11 •G: Galvanico
Mola in CBN
Mola
Legante resinoide/ceramico G
Abrasivo Legante
Corpo metallico Al2O3 Ceramico 0…250
CBN Resinoide 250…1000
Mola diamantabile (dressabile) CBN Ceramico 1000…1300
CBN Metallico …100.000

Corpo metallico

Mola monostrato

12
La rettificatrice

13
La rettificatrice

14
I parametri di processo

Volume di materiale asportato


G
Volume d' usura della mola

15
La formazione del truciolo

16
La formazione del truciolo

Grano
Truciolo
Bava

I. Zona di deformazione elastica


II. Zona di deformazione plastica
III. Zona di taglio
17
La formazione del truciolo

10 mm
18
Energia specifica

19
La forza di taglio

1 z
Ft  K  ng  hmedio  ks 0  b

1 '
hmedio   hmax
20 2
L’usura delle mole
L’usura della mola è un fenomeno molto complesso, risultato di numerosi eventi
che si verificano quando i grani interagiscono con il pezzo.
In generale si riconoscono 3 principali meccanismi di usura: l’usura per attrito, la
frattura dei grani e la frattura del legante.

La frattura del legante


comporta l’espulsione
del grano abrasivo dalla
superficie della mola La frattura del grano
L’usura per attrito
(autoravvivatura). comporta la rimozione
causa la perdita di
spigoli taglienti e la di frammenti del grano
generazione di abrasivo.
superfici piane, dovuti
allo strisciamento sul
pezzo.

21
La ravvivatura della mola
(a) Metodi di ravvivatura
della mola e (b)
sagomatura della
superficie di rettifica di
una mola mediante
ravvivatura a controllo
numerico. Si noti che
l’utensile ravvivatore
diamantato è
perpendicolare alla
superficie della mola nel
punto di contatto. Fonte:
OKUMA America
Corporation

22