Sei sulla pagina 1di 6

Video Matdid IL LINGUAGGIO DEI GESTI - piano lezione

moryama

Livello: da elementare in su
Tempo: 1 ora circa, dipende dal
numero di studenti
Obiettivi: approfondire alcuni gesti
italiani comuni (colloquiali)
Cosa serve: video Il linguaggio dei
gesti di Scudit; fogli di lavoro
allegati qui
Contenuti del dialogo: cose
quotidiane. tardi, ho fame, vado via,
vieni con me, aspetta un momento,
faccio una telefonata, sbrigati, non
farmi arrabbiare, vaff**, non ho soldi.

In questa scenetta, registrata ad hoc, due persone dialogano


per 2 minuti usando solo i gesti.
Non consiglierei questo video per presentare i gesti italiani a
chi non ne sa niente: la quantit di gesti che si susseguono
enorme .
In pi non sono introdotti in contesto, perci azzardato
chiedere di dedurne il significato.
Per tutti gli studenti ne saranno affascinati ed un buon
modo di confrontarsi con la gestualit italiana divertendosi.
Il video creato da Scudit Roma e si trova a questo indirizzo:
http://www.scudit.net/mdgesti.htm
Nel sito sono incluse anche due trascrizioni del dialogo:
una in italiano colloquiale e una in italiano forbito.
Non le ho usate per lattivit: ho creato una trascrizione pi
adatta al livello dei miei studenti.

Ho ancora un dubbio su questo piano di lezione con il video Il linguaggio dei gesti.
Nella parte B) si guarda il filmato e si prova a scrivere il dialogo basandosi sui gesti e un po sulla fantasia.
In classe andata bene ed piaciuto tanto, ma potrebbe rischiare di allungarsi troppo.
Ecco la mia proposta.
A) VEDERE IL VIDEO
1. Di agli studenti che vedrete un dialogo di 2 minuti su un tema quotidiano. Devono solo guardarlo e
poi dire cosa hanno capito.
2. Guardate il video una volta. Chiedi agli studenti cosa hanno capito. Qualcuno risponder
assolutamente niente, altri avranno delle ipotesi, altri avranno pronta unintera storia (che non
centra niente con loriginale). Lascia esprimere tutti senza intervenire.
3. Precisa che questi sono normali gesti che usiamo tutti i giorni. Riguardate subito il video.
4. Lascia qualche momento per aggiornare le ipotesi. Se necessario riguardatelo.
B) SCRIVERE LE BATTUTE DEL DIALOGO
1. Chiedi agli studenti se possono scrivere un dialogo basato sul filmato. Qualcuno dir impossibile,
altri saranno entusiasti. Dividi a coppie gli studenti, potendo metti insieme chi ha lo stesso
atteggiamento verso il filmato.

2. Distribuisci un foglio di lavoro 1 per ogni studente. Rassicurali: non necessario scrivere in tutti gli
spazi frase per frase/gesto per gesto. Questa solo una guida. Per devono decidere in coppia
cosa scrivere e avere la stessa frase, ognuno sul proprio foglio.
3. Riguardate il video mettendo in pausa ogni due/tre gesti (sar facile per te: il ritmo del dialogo
lento). Ad ogni pausa, le coppie scrivono le frasi sui loro fogli. Intervieni solo per incoraggiare la
fantasia e ripetere i gesti che hanno visto nel video: dal vivo rendono meglio.
4. Ora, se la classe non troppo numerosa, potete procedere ad una lettura pubblica dei vari dialoghi
per confrontarli e fare due risate.
C) SCOPRIRE IL VERO SIGNIFICATO DEI GESTI
1. Dai ad ogni studente il foglio di lavoro 2, oppure la trascrizione in italiano colloquiale che trovi sul
sito Scudit http://www.scudit.net/mdgesti2.htm . Lascia il tempo di leggere, confrontare e poi
vedete insieme eventuali frasi che vi interessano(Che barba! Taglia! ecc.)
2. Se hai usato la trascrizione in italiano colloquiale di Scudit, potete anche rivedere il video in
versione con i sottotitoli. Se no, riguardatelo mentre tu reciti le battute.
D) RIPETERE I GESTI
1. Fai un gesto e gli studenti devono dire la frase associata. Rifai il gesto e gli studenti lo ripetono.
2. Finita la pratica, cambia le coppie. Chiedi ad ogni coppia di scegliere 4 o 5 gesti che sono
piaciuti e provare a creare un mini-dialogo di 3 o 4 battute. Possono usare altri gesti (ciao,)
3. Durante lattivit aiuta tutti, specialmente per lesecuzione del gesto.
4. Ogni coppia rappresenta il proprio dialogo, mentre la classe fa ipotesi sul significato.

I miei studenti erano entusiasti sia del video che delle attivit (adulti russi di livello elementare, vivaci).
Alcuni hanno frainteso fin dallinizio il gesto spaghetti, interpretandolo come chiudere a chiave la porta.
Perci il loro dialogo, molto ben fatto, era basato su un mazzo di chiavi dimenticato in ufficio .
A parte questo, hanno interpretato bene molti gesti che non conoscevano : taglia, stringi, andiamo insieme.
Come ho detto, per, la fase di scrittura del dialogo potrebbe risultare lunga soprattutto se il livello degli
studenti basso e se mostrano un atteggiamento insicuro e apprensivo.

Cosa ne pensi? Se provi questo piano di lezione dicci com andata.


Se hai usato questo video in un altro modo, parlane su Stranit. Puoi:
pubblicare in Stranit > Materiali
commentare nella pagina dove hai scaricato questa attivit

Foglio di lavoro 1
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Daniela comincia la telefonata
Roberto
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela ha finito la telefonata
Daniela
Roberto

Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Daniela
Roberto
Roberto

Foglio di lavoro 2
Roberto

un po' tardi, io vado.

Daniela

E dove vai?

Roberto

Ho fame: vado a mangiare qualcosa, due spaghetti

Daniela

Spaghetti? Mmm buoni, che bella idea!

Roberto

Buonissimi. In questo ristorante cucinano bene!

Daniela

Mi viene l'acquolina in bocca... (ho fame, voglio mangiare questa cosa buona)

Roberto

Andiamo insieme?

Daniela

S?

Roberto

Ma s, andiamo!

Daniela

S, che bello!

Roberto

Allora vieni?

Daniela

Solo un momento: devo fare una telefonata.

Roberto

Ma... una cosa veloce?

Daniela

S s, solo un momento

Daniela comincia la telefonata


Roberto

Stringi, dai! (Veloce!)

Roberto

Taglia, dai! (Veloce!)

Daniela

Un momento solo.

Roberto

Taglia, dai! (Veloce!)

Daniela

Un momento!! Non farmi arrabbiare!

Roberto

Che barba! (Che noia!)

Roberto

Che palle! (Che noia!)

Daniela

Ma aspetta un momento... vaffanculo...

Roberto

Vaffanculo a me? Oh, ma sei matta? Mamma mia questa matta...

Daniela ha finito la telefonata


Daniela

Ecco. Finito. Uff....

Roberto

Oh, finalmente. Tutto bene, s?

Daniela

Be', veramente... cos cos...

Roberto

Che c'?

Daniela

Cio... io ecco non ho soldi!

Roberto

Non hai soldi? Aaah, ho capito, sei furba tu! Molto!

Daniela

Io? Ma no, sono carina e buona: un angelo!

Roberto

S s, vabbe'... andiamo dai!

Daniela

S? Io e te andiamo a mangiare questi spaghetti?

Roberto

Io e te a mangiare gli spaghetti? No guarda

Roberto

Io mangio gli spaghetti. Tu guardi!