Sei sulla pagina 1di 4

LA SPINTA!

nasce dall’esigenza di un gruppo di lavoratori e lavoratrici del territorio come strumento di


contro-informazione e collegamento tra lavoratori,precari e studenti.

Foglio di controinformazione e collegamento

Tra lavoratori,precari e studenti del nord-ovest milanese

Continua la lotta nelle cooperative della logistica!


La repressione di padroni e polizia
non fermeranno la lotta!

Venerdì 12 Febbraio, durante il picchetto, conse- zia ne vogliano fermare la sua diffusione.
guente allo sciopero da parte degli operai della co- Il messaggio delle forze repressive dello Stato e dei
operativa Papavero, che ha in appalto i servizi di padroni è chiaro: in un momento di forte crisi, come
logistica all’interno della GLS di Cerro al Lambro, si quello attuale, non è possibile tollerare lotte di que-
sono verificate dure cariche contro i lavoratori da sto tipo, perché sono scomode e potrebbero turba-
parte di un’ingente plotone di polizia e carabinieri in re la pace sociale necessaria per governare facen-
assetto antisommossa. Questa vertenza si inseri- do i loro interessi.
sce nel percorso di lotta nato all’interno delle coo- L’azione repressiva, messa in campo alla GLS di
perative della logistica lombarda, più di un anno fa. Cerro al Lambro, aveva lo scopo di lasciare su di
Un movimento che si sta allargando e rafforzando. noi qualche livido come promemoria al desistere. I
Ha riportato diverse vittorie nella lotta per il miglio- lividi ci sono, ma sono poca cosa di fronte alla con-
ramento delle condizioni di lavoro degli operai all’in- seguenza a cui ci hanno portato a suon di botte:
terno di queste cooperative. Un movimento appog- cresce sempre più la nostra determinazione. Riven-
giato e sostenuto da un comitato di lotta nel quale dichiamo il diritto a una vita dignitosa. Continuere-
sono presenti centri sociali, comitati e lavoratori di mo a perseguire il nostro obbiettivo: il superamento
altri settori. di questa società, impregnata di violenza e ingiusti-
Un movimento reale nel quale emerge il protagoni- zia sociale.
smo dei lavoratori immigrati. Un movimento che è Chiudiamo con le parole esemplificative di un lavo-
capace di innescare un meccanismo di solidarietà ratore dello Sri Lanka subito dopo le cariche: “Non
di classe concreto, che da molto tempo non vede- ci fanno paura i manganelli. Nella nostra vita abbia-
vamo più: infatti ai picchetti di una cooperativa par- mo affrontato cose peggiori di queste e anche a-
tecipano anche i lavoratori delle altre. desso andremo avanti, andremo avanti fino alla
Le violente cariche di venerdì non ci stupiscono. VITTORIA”
Sapevamo che sarebbero arrivate. Questo movi-
mento è per tutti un esempio di come agire ed es- A pagina 4 riportiamo parte della piattaforma
sere vincenti. E’ perciò scontato che padroni e poli- rivendicativa.
Pagina 2 OSPEDALE DI RHO E PASSIRANA FEBBRAIO 2010 N° 14

Riportiamo il comunicato stampa dei delegati RSU dello Slai - cobas dell’azienda ospedaliera Salvini, in
risposta alla proposta a fini elettoralistici del consigliere regionale leghista Cecchetti e di altri politici locali
che vorrebbe rendere autonomi gli ospedali di Rho e Passirana.

I “FURBETTI” NASCENTI DEL QUARTIERINO SANITARIO.


Il settimanale locale, Settegiorni, ha dato risalto ad ai comitati dei cittadini e alle altre forze sociali pre-
una proposta del consigliere regionale leghista, un senti sul territorio, denunciano la continua decaden-
tal Cecchetti, che mira a creare un’ azienda ospe- za dei presidi ospedalieri (di tutta l’ azienda Salvini)
daliera autonoma dividen- dovuto a scelte politi-
do l’ attuale azienda Sal- che precise.
vini. Oggi, Cecchetti, il nuo-
Ciclicamente,in questi ulti- vo furbetto, se ne esce
mi anni, si sono sentite o candidamente dicendo
fatte proposte che anda- che vuole rilanciarli,
vano in questa direzione criticando le scelte della
e che puntualmente pas- direzione aziendale e
sate le elezioni,regionali o smentendo il suo as-
politiche a cui miravano, è sessore , ma verso do-
stato gabbato lo santo, ve?
nel senso che della nuova Verso una nuova priva-
azienda si sono perse le tizzazione targata lega?
tracce. Con altri parassiti da
In questo momento non ci mantenere? Milano la-
interessa valutare se la drona?
proposta può essere van- Quello di cui hanno bi-
taggiosa per i cittadini del sogno tutti i presidi o-
comprensorio Rhodense, quello che è importante è spedalieri, quindi anche Rho e Passirana:
smentire le fesserie dette dal consigliere, al solo è di assumere infermieri e di stabilizzare tutti
scopo di prendere voti alle prossime regionali come gli OSS precari per garantire l’ assistenza.
tutti quelli prima di lui. Di mettere in sicurezza il pronto soccorso di
Dice Cecchetti: “ di una cosa sono sicuro: “ dobbia- Rho e i dipendenti che vi operano.
mo rilanciare i nostri ospedali”. Di avere una mensa decente e non quella schifez-
Il consigliere fa il finto tonto? O soffre di amne- za su cui tutti chiudono gli occhi.
sia? Solo due mesi fa ( novembre 2009) lui, insie- Abbiamo bisogno di mettere in sicurezza e di far
me all’ assessore regionale alla sanità della Lom- funzionare gli ascensori sempre rotti oltre alle porte
bardia, (che ricordiamo agli eventuali smemorati che non si aprono.
che è il medico personale del sciur Bossi, quindi Abbiamo bisogno di mantenere aperta la fisiotera-
leghista anche lui, alla faccia di Roma ladrona), do- pia di Bollate senza trasferire il personale a Garba-
po l’ ennesima denuncia politica dei delegati dei gnate.
cobas, incontrò sia il direttore generale, che una Ricordiamo al consigliere che nelle ultime due set-
delegazione della RSU dell’azienda Salvini nella timane abbiamo inviato una nota al suo assessore
quale l’ assessore leghista riconobbe che il diretto- dove gli abbiamo fatto presente che nella chirurgia
re generale stava agendo bene e che la politica di Rho non si è rispettato il servizio minimo( lo
della regione sul ridimensionamento degli ospedali sa,consigliere, cosa significa questo? Che non si è
era una necessità politica ed economica e che se garantito l’assistenza) e nella ostetricia di Garba-
c’era qualche responsabilità era solo di Roma. gnate il personale non ha ricevuto il cambio alla
In quella occasione l’assessore ribadì che avrebbe fine del turno.
mantenuto solo l’ esistente: e Cecchetti restò muto. Come si vede cose semplici di cui i cittadini e i la-
E poi dov’era la lega quando una parte delle forze voratori hanno necessità.
sociali e sindacali insieme ai cittadini si sono battu- Quello di cui non abbiamo bisogno è di nuovi fur-
ti per avere l’ autonomia dei due presidi? Ve lo di- betti per far carriera politica e populismo illusioni-
ciamo noi dov’era: era a firmare la legge 31 che sta.
sanciva quella decadenza a cui siamo arrivati oggi Siamo sicuri che i lavoratori e i cittadini non si fa-
che andava sotto il nome di “libera scelta” per i cit- ranno ingannare dall’ ennesima fregatura.
tadini che si devono pagare sempre di più le pre-
stazioni.
E’ da anni che i delegati dello slai-cobas, insieme DELEGATI RSU SLAI-COBAS A.O.SALVINI!
Numero 14 Febbraio collettivo oltre il ponte Pagina 3

SOSTENIAMO L’OCCUPAZIONE DEL COLLETTIVO OLTRE IL PONTE!


DIFENDIAMO LA CORTE POPOLARE AUTOGESTITA!
Venerdì 29-01-20010 il collettivo oltre il ponte ha tagliano salari,pensioni e riducono i diritti primari) ,
occupato uno stabile dismesso (ex ip sistem) da 30 noi Sosteniamo in maniera attiva questa iniziativa
anni in via Pogliano a Nerviano. di lotta portata avanti dal collettivo oltre il ponte,
Il collettivo, da anni presente a Nerviano, ha portato perché crediamo che la richiesta di spazi sociali nel
avanti inziative politico - culturali rivolte al territorio: quale discutere,divertirsi, offrire servizi ai lavoratori
corsi gratuiti, concerti e dibatti. Inoltre si è speso e ai cittadini e fare politica,rientra in quei diritti
per il sostegno e la solidarietà ai lavoratori in lotta, (scuola,lavoro,sanità) che da anni governi e istitu-
per la salvaguardia e la difesa del territorio e per la zioni ci stanno togliendo.
richiesta di spazi sociali per i giovani. La nascita della cpo lancia un segnale di opposizio-
Dopo anni in cui l’amministrazione comunale Ner- ne alla repressione esercitata in maniera sempre
vianese ( centro-sinistra) si rifiuta di riconoscere il più forte nei confronti delle classi sociali più deboli
lavoro svolto da questo collettivo, non concedendo- e alla devastazione del territorio a causa dellle spe-
gli per mancanza di coraggio politico una sede nel culazioni edilizie sempre più frequenti e che si ac-
quale svolgere la propria attività rivolta in maniera centueranno con l’arrivo di expo 2015.
gratuita a tutta la cittadinanza, il collettivo oltre il Invitiamo i lavoratori,i disoccupati,gli studenti e i
ponte ha deciso di prendersi una sede occupando cittadini del territorio a sostenere la nascita di que-
uno stabile che da 30 anni vive in uno stato di de- sto spazio sociale, al pari della difesa del posto di
grado e abbandono. lavoro o del salario, perché questo spazio sociale
Nella situazione attuale in cui il capitalismo vive rafforza tutte le vertenze sul territorio e nei posti di
una situazione di forte crisi (dove i governi per sal- lavoro.
vaguardare i profitti delle imprese e delle banche

SGOMBERATA LA CORTE POPOLARE!


IL COLLETTIVO OLTRE IL PONTE NON CAMMINA DA SOLO!
Il 10/02/2010 alle 7,30 un plotone della polizia, in- termini di voti in meno e di una propaganda sfega-
sieme alla digos, ha sgomberato il capanno dell’ex tata contro il partito del sindaco, alle prossime ele-
ip system dismesso da trent’ anni,occupato dai gio- zioni regionali.
vani del collettivo oltre il ponte per avere uno spa- La lega si è, come al solito, contraddistinta nel suo
zio sociale dove svolgere le attività ricreative e so- ruolo fascista nel difendere i padroni e la proprietà
ciali. privata contro altri lumbard di Nervian e non contro
Le responsabilità maggiori di quanto avvenuto sono i soliti zingari; e questo dovrebbe far ragionare la
senz’altro da addebitare al sindaco di Nerviano che popolazione Nervianese, e non solo, sul ruolo che
non ha avuto il coraggio, di passare alla storia di svolgono questi “signori” contro i lavoratori e i gio-
questo paesino, mettendosi in gioco in prima perso- vani.
na, per garantire una possibile agibilità al collettivo. Non tutto è finito. Per il momento il collettivo è fuori;
Anzi passerà, sicuramente, alla storia come il co- ma saprà sicuramente trovare, insieme alle altre
dardo di turno che ha ceduto ai poteri forti. forze che l’ hanno sostenuto, una via d’ uscita fa-
Di questo lo giudicherà il futuro, perché, il sciur sin- cendo pagare il più alto prezzo politico ai veri re-
dic, è troppo intriso, permeato, di una ideologia bor- sponsabili dello sgombero.
ghese che mette la proprietà privata al primo posto Questo modello sociale è in crisi irreversibile. Le
contro il diritto sociale agli spazi giovanili. istituzioni conoscono un unico metodo di controllo
Alle sue promesse non crede più nessuno e per delle masse : la repressione .
questo gli verrà il naso lungo. Contro questa, la lotta dei lavoratori e le occupazio-
L’ occupazione è stata comunque positiva perché ni degli stabili in disuso per fini speculativi, rappre-
ha fatto nascere,nel collettivo e in un settore di cit- sentano una prima risposta,da dare unitariamente,
tadini, una maggiore coscienza sull’attuale sistema per rafforzare quel movimento generale di classe
sociale e una serie di contraddizioni politiche che contro i fascisti,i padroni e i loro ruffiani politici di
verranno pagate, almeno noi ce lo auguriamo, in tutte le tendenze.
Pagina 4 notizie dal lavoro FEBBRAIO

MINACCIARE I LAVORATORI DI LICENZIAMENTO E’ REATO !


Premettendo che pur avendo poca fiducia nella ma- re condizioni peggiori che provocano per il padrone
gistratura borghese, che sempre più si dimostra un profitto e per le lavoratrici un danno.
contro i lavoratori, altro che giudici comunisti come
va sbraitando sciur Berlusconi, ogni tanto i giudici Questo padrone è stato condannato a due anni e
emanano delle sentenze che pos- quattro mesi di reclusione e al pagamento di una
sono interessare la lotta dei lavo- multa di un milione di euro.
ratori che rimane lo strumento Dice la corte, che tale atteggia-
principale per la difesa dei diritti. mento del padrone poteva trova-
La sentenza di cui parliamo è sta- re una giustificazione, in linea teo-
ta emessa dalla corte di cassazio- rica, se l’ azienda era in una grave
ne( che conferma sia quella di ap- crisi economica, ma siccome non
pello che di merito) di Cagliari che era così è stata condannata per-
ritiene reato di ESTORSIONE ché ha perseguito un ingiusto pro-
ridurre lo stipendio ai lavoratori fitto a danno delle dipendenti che
sotto la minaccia del licenziamen- non hanno potuto difendere i pro-
to. pri interessi economici.
Nel caso in esame questo padro- In tal senso c’era già stata un'altra
ne aveva minacciato alcune dipendenti ad accetta- sentenza della cassazione la n° 36642 del 2007
re una busta paga inferiore a quella contrattuale che aveva già sancito questo principio.
obbligandole a firmare la busta paga per quietanza. Quanti sono i lavoratori che potranno utilizzare que-
In sostanza la busta paga risultava giusta ma alle sta sentenza per vedersi riconosciuti i propri diritti?
lavoratrici andavano meno soldi di quelli scritti in Non lo sappiamo. Così come non sappiamo se
questo datore è finito in galera, noi non crediamo
busta. Que-
proprio, ma la lezione da prendere è che i ricchi in
sto per la cassazione corrisponde ad un reato di
questo sistema se la cavano sempre e che a noi
estorsione applicando L’ art. 629 del codice penale,
lavoratori la difesa del salario e del posto di lavoro
che prevede che il reato è tale quando si costringe passa sempre attraverso la lotta diretta autorganiz-
qualcuno, con la minaccia o la violenza, ad accetta- zata

Alcuni punti della piattaforma rivendicativa


della lotta delle cooperative della logistica
Le rivendicazioni dal punto di vista sindacale sono portate avanti dallo SLAI-COBAS.

- Il reintegro di un lavoratore licenziato perché attivo nell’organizzazione degli scioperi.


- Pagamento del salario al 100% come previsto dal contratto nazionale .
- Il pagamento totale degli straordinari ( capita spesso che ai lavoratori vengono detratte ore di straordina-
rio regolarmente lavorate).
- La messa a disposizione da parte dell’azienda di un locale mensa e di un’infermeria.
- La fine delle minacce e delle umiliazioni rivolte ai lavoratori che non seguono il diktat dell’azienda da
parte dei capetti.

Denunciamo inoltre il ruolo di cani da guardia del padrone che svolgono la CGIL e la CISL nel firmare
contratti a perdere per i lavoratori e nel terrorizzare attraverso le assemblee chi partecipa agli scioperi.

Che cos’è LA SPINTA! ? Lo SLAI-COBAS RHO


LA SPINTA! è un foglio di contro-informazione e collegamento fatto da un offre assistenza
collettivo di lavoratori e lavoratrici del territorio della provincia nord- sindacale il Mercoledì
ovest , ha l’obbiettivo di creare una rete di solidarietà e di lotta per soste- dalle 20 alle 21
nere e costruire vertenze nei posti di lavoro e nel territorio. in via dante 5 a Rho
Offriamo assistenza sindacale gratuita attraverso lo Slai-cobas di Rho. SLAI COBAS RHO
Invitiamo chi è interessato a contattarci o a mandare la propria opinione
Ci troviamo a Rho tutti i Mercoledì dalle 19.30 in via dante 5. Www.slaicobasmilano.org
PER INFO E CONTATTI: Www.slai-cobas.org
E-MAlL: laspinta@yahoo.it
Www.infolaspinta.blogspot.com FIP. Rho Gennaio 2010