Sei sulla pagina 1di 56

GIOVED 21 APRILE 2011 ANNO 136 - N.

94

In Italia con "Sette" EURO

1,50

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339 Servizio Clienti - Tel. 02 63797510

Fondato nel 1876


La trimestrale Auto Fiat in utile Balzo in Borsa
di R. Polato e B. Carretto a pagina 30

www.corriere.it
Fotografia Capolavori del Louvre reinventati da Jodice
di Vincenzo Trione a pagina 38

Roma, Piazza Venezia 5 Tel. 06 688281

Coppa Italia Il Palermo ferma un Milan non al top


Servizi, pagelle e analisi alle pagine 48 e 49

PROPOSTE INUTILI E PERICOLOSE

LA PLASTICA ISTITUZIONALE
di MICHELE AINIS

Il conflitto

Muoiono due celebri inviati, feriti altri due. Lultimo messaggio: le forze di Gheddafi bombardano, la Nato non c

Fuoco sui reporter occidentali in Libia Consiglieri militari italiani a Bengasi


Fuoco sui giornalisti occidentali in Libia. Uccisi a Misurata due celebri fotoreporter: Tim Hetherington, 41 anni, inglese, nominato allOscar per il suo film Restrepo e Chris Hondros, 41 anni, dellagenzia Getty. Feriti altri due colleghi. Lultimo messaggio delle vittime: le forze di Gheddafi bombardano, la Nato non c. Intanto a Bengasi arrivano i consiglieri militari italiani per aiutare i ribelli. Sul campo anche inglesi e francesi. Dagli Usa forniture tattiche.
ALLE PAGINE 2 E 3 L. Cremonesi

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

otremmo iscrivere alla fiera dellovvio la proposta dellonorevole Ceroni, bench il Palazzo labbia salutata con fragore. Potremmo gettare nel cestino dei farmaci scaduti questultima iniezione ri-costituente. A che serve infatti dichiarare gi nel primo articolo della nostra Carta che il Parlamento lorgano centrale del sistema, che per suo tramite sesprime la volont del popolo, che il popolo a sua volta designa deputati e senatori attraverso un rito elettorale? Magari pu servire a ricordarci che in quel posto l ci si va per elezione, non per cooptazione, non per nomina dun signorotto di partito, come c scritto nel Porcellum. Ma tutto il resto gi nero su bianco nella Costituzione: articoli 55 e seguenti. Basta sfogliarne qualche pagina, dopotutto non una gran fatica. Le leggi inutili, diceva Montesquieu, indeboliscono quelle necessarie. E infatti almeno un quarto del tempo speso dai costituenti nel 1947 fu dedicato a interrogarsi su quanto avesse titolo per entrare nella Carta, allo scopo di non sottrarle dignit e prestigio. Scrupoli daltri tempi, diremmo col senno di poi. Daltronde, proprio larticolo 1, con questa folla di chirurghi plastici che sgomita attorno al suo capezzale, ne la prova pi eloquente. C per esempio la proposta avanzata a turno da Segni e da Brunetta, dai radicali, dallo stesso Berlusconi despellere il lavoro dai fondamenti della nostra convivenza. Parola comunista, dicono: meglio libert. Anche se la libert gi alberga, come noce nel mallo, nella democrazia evocata dallarticolo 1.

Non importa, costruiremo una democrazia al quadrato. E poi, libert di chi? Del popolo, ovviamente. Sicch potremmo scrivere cos: LItalia una Repubblica democratica, fondata sul Popolo della libert. Il guaio che proprio questa parrebbe lintenzione di Ceroni, nonch dei molti che annuiscono in silenzio. Se non il testo, stavolta fa fede il contesto. Ossia la relazione che accompagna la proposta, dove salza il tiro contro gli organi di garanzia costituzionale, a partire dal capo dello Stato. Dove si denunciano abusi e prepotenze a scapito della centralit parlamentare (a proposito, ma non fu uno slogan degli anni Settanta, i nostri anni pi rossi? Si vede che i politici sono diventati un po daltonici). Dove infine si disegna un modello di democrazia plebiscitaria. Conviene allora dirlo con chiarezza: cos usciremmo fuori dalla Costituzione. Non solo da quella italiana, ma da qualunque altra. Come scrissero i rivoluzionari del 1789, se una societ non regola la separazione dei poteri, non ha una Costituzione. Eppure esattamente questo che ci sta succedendo. La proposta Ceroni figlia dun clima che nega il valore stesso delle regole, perch lunica regola vigente quella che ciascuno sagoma attorno al suo pancione, come una cintura. Non a caso la parola pi abusata eversione, e infatti ieri risuonata mille volte. Nel frattempo sulla Consulta piovono conflitti come rane (lultimo sempre di ieri). Servirebbe una tregua, una vacanza, un giorno di riposo. Ma intanto ci servir lombrello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

UNA GUERRA OSCURA E QUASI DIMENTICATA


di ANTONIO FERRARI

I fotografi uccisi ieri a Misurata: sopra, Tim Hetherington e, qui accanto, Chris Hondros. A destra, Michael Christopher Brown, ferito

un abbraccio ai colleghi che non hanno temuto di rischiare la vita per il dovere di testimoniare. Sono stati colpititi perch volevano raccontare che cosa succede sul fronte e nelle retrovie di un conflitto sporco, dove non esistono pi regole, se non quella dei mercenari pagati dal tiranno che ammazzano senza provare alcun senso di colpa.
CONTINUA A PAGINA 2

Frattini, Offeddu, Olimpio

La proposta di Ceroni per ristabilire la centralit del Parlamento. Protestano Pd e Idv

Il caso Craxi

Costituzione, si riapre lo scontro


Deputato pdl attacca Consulta e Quirinale: cambiare larticolo 1
Giannelli
Il deputato del Pdl Remigio Ceroni propone di riscrivere larticolo 1 della Costituzione perch ci sono troppe ingerenze sullattivit legislativa e quindi occorre restituire centralit al Parlamento rispetto a magistratura, Consulta e presidenza della Repubblica. scontro con lopposizione: Pd e Idv gridano al golpe. Dal Quirinale nessuna reazione ufficiale.
ALLE PAGINE 5 E 6

LA FIGURA (AMBIGUA) DELLINGRATO


di PIERLUIGI BATTISTA

Il governo e le inchieste

Riforma della giustizia: ora spunta la trattativa


di MARCO GALLUZZO
A PAGINA 8

e parole amare di Stefania Craxi sullimmagine miserabile dellItalia guidata da Berlusconi sono state criticate come segno di ingratitudine. La gratitudine, in politica, ha un valore ambiguo.
ALLE PAGINE 10 E 11

Tremonti agli imprenditori: basta con loppressione fiscale


Basta con loppressione dei controlli fiscali sulle imprese, bisogna concentrarli. Lo ha sostenuto il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, durante unaudizione sulle norme anti-scalata alla Camera. La burocrazia amministrativa costa alle imprese italiane 21,5 miliardi di euro lanno, allincirca un punto e mezzo di Pil. Anche le societ pi grandi non se la cavano meglio: secondo Tremonti, per quotare in Borsa unazienda da 80 milioni di capitalizzazione, i costi sono dell8 per cento.
ALLE PAGINE 14 E 15

Modelli sbagliati

Scenari dopo lo stop

SENZA NUCLEARE PI GAS E CARBONE


di MARZIO GALEOTTI

NOI EUROPEI FANATICI DI WAL-MART


di MASSIMO MUCCHETTI

I nuovi timori del Cavaliere per i sondaggi su Milano


di FRANCESCO VERDERAMI
A PAGINA 9

emendamento presentato dal governo che blocca e rimanda al futuro pi o meno remoto la rinascita nucleare italiana figlio di molti padri.
CONTINUA A PAGINA 42 - servizi ALLE PAGINE 18 E 19

n nuovo spettro si aggira per lEuropa: il populismo nazionalista, generato dalla frattura tra classi dirigenti e masse popolari. Non una bella notizia.
CONTINUA A PAGINA 42

Baccaro, Basso, R. Bagnoli, Sensini

Una donna di 29 anni era scomparsa durante una gita con la famiglia ad Ascoli

Uccisa, il mistero della svastica sul corpo


di FRANCESCO ALBERTI

9 771120 498008

a cercavano da due giorni tra i boschi che circondano Ascoli. Lhanno ritrovata ieri pomeriggio tra i colli del Teramano. Carmela Rea, 29 anni, madre di una bimba di 18 mesi, stata uccisa: ferite da arma da taglio ovunque. E, sulla schiena, impresso a sangue, un simbolo che assomiglia a una croce uncinata.
ALLE PAGINE 22 E 23

Settimana Santa

Le prove Invalsi

I riti nei giorni della Passione: precetti e letture dei non praticanti
di ARMANDO TORNO
A PAGINA 27

Pi matematica argomentativa: la novit dei test nelle scuole


di LORENZO SALVIA
A PAGINA 28

10 4 2 1>

2
#

Primo Piano

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Libia Il conflitto

Sono molto ottimista, vinceremo noi. La situazione evolve ogni giorno a nostro favore Saif Al Islam, secondogenito del leader libico

Ultimi scatti dallinferno di Misurata


Uccisi un regista inglese e un fotografo Usa, gravi due colleghi: colpiti da razzi anti-carro
Il commento
DAL NOSTRO INVIATO

UNA GUERRA OSCURA


SEGUE DALLA PRIMA

La guerra di Libia sta diventando, giorno dopo giorno, una consuetudine, quasi fastidiosa, anche se il teatro dello scontro a poche miglia dalle nostra coste. C persino il rischio che tra poco questa guerra non far pi notizia, e che si trasformer in uno dei tanti conflitti a bassa intensit, quindi destinato ad essere quasi dimenticato. gi accaduto in Libano, in Somalia, in Iraq, in Afghanistan. Per questo ci colpisce con la violenza di una frustata la notizia che altri due giornalisti, un inglese e un americano, siano caduti sul campo dellonore professionale a Misurata. Tim Hetherington e Chris Hondros erano coraggiosi testimoni, e qui va detto chiaro e forte che i fotoreporter come anche gli operatori televisivi rischiano molto pi dei giornalisti della carta stampata come noi. Perch noi possiamo talvolta non essere sul posto, o arrivare in ritardo (e nessuno se ne accorger), mentre lobiettivo della macchina fotografica e della mega o micro-telecamera deve essere sempre presente. Non si fanno sconti ai ritardatari. pur vero che la guerra di Libia, ammorbata da odi tribali e dalla ferocia del dittatore Gheddafi, pu continuare, perch le battaglie nel deserto sono imprevedibili, come la storia ci ha dimostrato. Per questo motivo ancora pi nobile il sacrificio dei due colleghi. Il nostro premio Pulitzer gli gi stato assegnato.

BENGASI Ci vuole poco per morire a Misurata. Ieri toccato a un celebre fotoreporter e regista inglese, Tim Hetherington, 41 anni, nominato all' Oscar per il suo film Restrepo, ma soprattutto noto come fotografo di guerra. Con lui sono rimasti feriti altri tre colleghi. L'inglese Guy Martin e l'americano Chris Hondros: questultimo, apparso subito in gravissime condizioni, spirato dopo ore di coma a causa delle schegge penetrate nel cervello. Il quarto, Michael Christopher Brown, sembra invece meno grave. Le notizie arrivano confuse dalla citt assediata. La ventina di giornalisti stranieri che vi si trova in questo momento segnala che i quattro sarebbero stati investiti dalle esplosioni di proiettili di Rpg, le armi anticarro, nella zona che da almeno tre settimane al centro dei combattimenti tra via Tripoli e via Bengasi. Un incrocio fatto di palazzi semidistrutti, carcasse di carri armati e cingolati bruciati, asfalto fuso dagli incendi, rottami e immondizie dovunque. Con i colleghi della Bbc e della Tv italiana ci eravamo arrivati gioved scorso per

una breve visita sul campo. Avvicinandosi si resta impressionati dalle distruzioni. Una terra di nessuno, dove i combattenti riconoscono dal sibilo delle pallottole se il nemico vicino, se il colpo un pericolo o andr a cadere nei quartieri vicini. Qui centuplicata la caratteristica centrale che impera sull'intera area urbana: non esiste un luogo veramente sicuro. Bombe e

Terra di nessuno Nel centro citt non c un solo luogo sicuro per chi cerca di documentare le distruzioni e i massacri
proiettili possono arrivare dovunque e in ogni momento. Era probabilmente inevitabile che qualche giornalista rimanesse colpito. nella logica delle cose. Da met marzo, con l'inizio dell'intervento militare Nato in Libia, sono aumentate le navi umanitarie e i pescherecci della resistenza libica che da Bengasi si recano a Misurata. I ribelli sono ben contenti che i giornalisti raccontino della barbarie dell'assedio. Sbarcati al porto (sembra domenica sulla nave organizzata dalla In-

ternational Organization for Migration per evacuare circa 1.000 lavoratori immigrati soprattutto da Egitto e Sudan), i quattro foto-giornalisti hanno raggiunto la clinica Al Hekma, dove da oltre una settimana operano 7 volontari di Emergency. Qui possibile dormire nei sotterranei, avere qualche cosa da mangiare, trovare informazioni, parlare con i medici e con i guerriglieri che accompagnano i compagni feriti. Il passo successivo cercare di raggiungere le zone dei combattimenti pi intensi. Per i foto-reporter via Tripoli ormai una tappa quasi obbligata. I pochi abitanti rimasti operano come guide improvvisate tra le macerie, i guerriglieri fanno di tutto per spingerti nei punti pi esposti. Negli ultimi giorni sono riusciti a trasportare grandi container pieni di sabbia e piazzarli come barricate per cercare di bloccare i carri armati nemici. Se vi un attimo di tregua anche possibile cercare di fotografare gli edifici della Facolt di Scienze, dove sono appostati i cecchini nemici. La testimonianza importantissima. Ma il rischio enorme.

Lorenzo Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA

In prima linea Iraq, Liberia, Israele: Hetherington e Hondros, una stessa missione

DallAfghanistan allOscar Il film-testamento di Tim


DAL NOSTRO INVIATO

Antonio Ferrari
RIPRODUZIONE RISERVATA

Caduto Tim Hetherington (Liverpool, 1970): a sinistra la locandina del documentario del 2010 candidato allOscar, in cui raccontava la vita dei soldati nellavamposto afghano Restrepo (dal nome di un commilitone caduto)

GERUSALEMME Negli ultimi giorni dellOperazione Valanga di Pietra mi sono ritrovato con una gamba rotta e trenta chili di zaino da trasportare. Quando siamo arrivati gi, verso lavamposto, potevo sentire i talebani parlarsi con le radio e preparare il piano di attacco contro la base americana. Io sto l con losso spezzato e mi dico: non sono in una bella situazione. Sono i momenti di questo lavoro che ti lasciano con qualche dubbio (Tim Hetherington di ritorno da Korengal, la valle della morte, Afghanistan).

Listinto per decidere tra pericolo e sicurezza quasi impercettibile. Ci sono stati molti casi in cui mi sono tirato fuori, allontanato, perch dentro di me ho sentito una vocina sottile. Qualche volta il segnale non cos leggero: la prima pietra o il primo proiettile che ti vola vicino alla tempia. Le battaglie che ho fotografato in piazza Tahrir erano tribali, del passato: pietre e bastoni in prima linea. Sembrava di assistere a una rivolta degli schiavi contro il faraone (Chris Hondros di ritorno dallEgitto, i diciotto giorni della rivolta contro Hosni Mubarak). Tim e Chris hanno pedinato la

violenza che non finisce. A piedi assieme alle pattuglie americane in Iraq e Afghanistan, tra i disperati della Liberia, sulle barricate dellintifada mediorientale. Hetherington era mite, per niente spavaldo. Non cercava il rischio, ricorda Roberto Koch, fondatore dellagenzia Contrasto. Il fotografo britannico passa cinque mesi tra il 2007 e il 2008 con una compagnia della 173a Brigata Aviotrasportata arroccata in un avamposto nellEst afghano, verso il confine con il Pakistan. Tim e il giornalista americano Sebastian Junger riprendono con la videocamera le giornate di noia e sparatorie. Le pietre dure da spaccare come la riservatezza dei vecchi nei villaggi, le pareti delle montagne che si richiudono sugli elmetti. Nelle prime scene del documentario, che stato candidato allOscar, i soldati martellano la roccia con i picconi e riempiono i sacchi con i frammenti: la natura (e gli

Il trattato Allo studio nuove regole per migliorare i controlli ai confini e fronteggiare lemergenza clandestini. A maggio la decisione

Via libera della Commissione Ue: Schengen va rivisto


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

BRUXELLES Il grande tab non pi un tab: la Commissione europea ha dato ieri il suo via libera alle proposte sulla revisione di Schengen, cio delle norme che regolano la libera circolazione delle persone allinterno della Ue. Schengen funziona, ma bisogna trovare dei controlli migliori per verificarne lapplicazione, le regole di "governance", spiegano diplomaticamente le fonti di Bruxelles. Se ne discuter, insomma, mentre fino a ieri questo era quasi un territorio proibito: e lo si far nel giro di settimane, non pi di mesi (tempi gi fulminei, per lusuale passo delle istituzioni europee che devono mettere daccordo fra loro 27 Stati). Per il 4 maggio, la Commissione

presenter la sua proposta formale al Consiglio dei ministri e allEuroparlamento. Ci sono gi opzioni messe nero su bianco, bisogna scegliere: interventi di emergenza sulle frontiere esterne quando lo Stato che responsabile di quelle stesse frontiere lItalia a Lampedusa? non riesca a reggere una pressione eccezionale di migranti (si parla di una possibile frontiera esterna flessibile, che cio indietreggi quando lo Stato responsabile sia al collasso); e ristabilimento

Laltro versante LUngheria, presidente di turno dellUnione, preme per aprire le frontiere anche con la Romania e la Bulgaria

dei vecchi controlli su alcune frontiere interne fra Stato e Stato (Italia e Francia, a Ventimiglia?). Ancora: potenziamento di Frontex, la polizia di frontiera europea, con navi, aerei, fondi; incoraggiamento pi o meno pressante alla solidariet fra Stati, perch accettino di redistribuire i migranti fra loro (ma questo non potr mai essere obbligatorio, spiegano ancora le fonti Ue). Ora c urgenza, nelle mosse dellEuropa e in ci che rivela la cronaca: nuove ondate migratorie, segnalano fonti vicino a Catherine Ashton che il ministro degli Esteri Ue, sono in partenza dal Ciad, dalla Nigeria, dal Niger verso la Libia, e sono possenti come quelle sollevatesi allinizio della crisi. La data del 4 maggio, fissata per la presentazione della proposta firmata dal-

la Commissione europea, non certo scelta a caso: viene subito dopo il vertice Italia-Francia del 26 aprile e prima del vertice straordinario Ue del 12 maggio sullimmigrazione, il luogo politico in cui i capi

di Stato e di governo potranno dare oppure no unapprovazione decisiva. Ma il passo pi importante resta quello fatto ieri, con il riconoscimento che esiste un problema die-

Le misure

Aiuti agli Stati sotto pressione

Vecchi controlli frontalieri

Potenziamento di Frontex

Interventi demergenza alle frontiere esterne degli Stati sottoposti a forti pressioni migratorie

Ristabilimento dei vecchi controlli su alcune frontiere interne fra Stato e Stato

Potenziamento con navi, aerei e fondi di Frontex, la polizia di frontiera europea

tro la parola Schengen. Il dibattito nella Commissione stato lungo e, come si dice, franco. Esistono posizioni diverse, naturalmente. E non riguardano solo lemergenza alla frontiera Sud dellEuropa, il problema del Nordafrica. Non un mistero, per esempio, che lUngheria presidente di turno della Ue fino al 30 giugno stia premendo con forza perch anche Romania e Bulgaria siano accolte nello spazio Schengen, appunto entro il 30 giugno: mentre Francia e Germania frenano, e considerano questipotesi come un rischio per la sicurezza dellEuropa. Niente di pi difficile che costruire la solidariet, specie se non obbligatoria.

Luigi Offeddu
loffeddu@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano

3
#

2 mesi
la ribellione di Misurata dura dal 18 febbraio, Tripoli ha iniziato lassedio il 24

Il processo di liberazione lento ma i successi della coalizione sono cruciali per noi Mustafa Abdel Jalil, capo del Governo provvisorio

Intensificheremo i raid aerei, aiuteremo gli insorti


Nicolas Sarkozy, presidente francese

Pressing Sul campo anche inglesi e francesi. Dagli Usa forniture tattiche

Istruttori militari italiani per aiutare i ribelli libici


E gli insorti aprono allipotesi di truppe di terra
Rinforzi
WASHINGTON Nessuno vuol mandare truppe combattenti in Libia ma intanto ci si pensa comunque e, nellattesa, si amplia laiuto ai ribelli. Italia e Francia invieranno ognuna 10 addestratori che su uniranno ad altrettanti inglesi. Washington ha invece varato un pacchetto di aiuti che prevede la fornitura di camion, apparati radio, giubbotti anti-proiettile e ambulanze. Lassistenza alla rivoluzione libica coincisa con il viaggio in Europa di Mustafa Abdel Jalil, leader del Consiglio nazionale di transizione. Reduce dallimportante tappa romana, lemissario arrivato a Parigi. Il presidente Sarkozy ha assicurato che la Francia aumenter il ritmo dei raid, far il possibile per sostenere lopposizione e si recher presto a Bengasi con una visita dal forte impatto politico. LEliseo ha poi confermato linvio degli istruttori che affiancheranno un team di ufficiali francesi e britannici che gi operano a Bengasi. Lidea degli addestratori stato subito oggetto di analisi e commenti. Chi si oppone sostiene che cos che iniziato il coinvolgimento americano in Vietnam. I tecnici ribattono che si tratta di unassistenza ridotta ai ribelli che, da qualche giorno, ricevono armi comprate con soldi libici e fornite da paesi amici. Sulla possibilit di schierare forze terrestri i governi Nato appaiono contrari. Un no attenuato da distinguo formali e temporali. Londra sottolinea che non si possono escludere azioni temporanee e a questo proposito da Cipro segnalano larrivo di circa 800 marines inglesi. Fonti francesi sostengono che la questione dovr essere discussa in sede Onu. Il ministro della Difesa italiano La Russa ha detto che per ora non se parla anche perch ha aggiunto i ribelli non lo chiedono. Affermazione corretta ieri da un portavoce di Bengasi: Le truppe occidentali sono bene accette se vengono a proteggere la popolazione. Gli Stati Maggiori sono consapevoli dei rischi ma temono che il conflitto si trascini allinfinito. Con la sola aviazione chiaro non si sconfigge Gheddafi. Una finestra potrebbe essere aperta da quanto avviene a Misurata, citt bombardata dai governativi con perdite rilevanti tra i civili. LUnione Europea ha proposto la creazione di un corridoio umanitario protetto da soldati ma lOnu ha ribadito che non ve ne bisogno in quanto gli aiuti riescono ad arrivare. Ma anche qui c la solita precisazione. Per ora. Tripoli , ovviamente, contraria: se mandate i soldati sar linferno. Parole minacciose accompagnate da unaltra offerta del ministro degli Esteri Al Obeidi. Una proposta che prevede cessate il fuoco, elezioni in 6 mesi e disponibilit a discutere del futuro di Gheddafi.
Gran Bretagna Marted Londra ha annunciato che invier in Libia 10 esperti militari per addestrare gli insorti di Bengasi Francia Ieri Parigi ha deciso di fare altrettanto Italia Sempre ieri anche Roma si detta intenzionata a inviare 10 addestratori Gli Usa Washington invier ai ribelli aiuti militari per 25 milioni di dollari

Testimone Lamericano Chris Hondros, 41 anni, tra i pi noti fotografi di guerra al mondo. A sinistra e in alto, foto scattate ieri a Misurata da Hondros prima di essere ucciso (Hondros/Getty)

Guido Olimpio
RIPRODUZIONE RISERVATA

Da Gaza
rabrezza. Dopo la raffica resta il pianto dei bambini. I genitori sono morti, i cinque figli stanno seduti sul sedile di dietro, coperti dal loro sangue e da quello del padre e della madre. Tanti benintenzionati hanno riempito la sequenza di aspettative difficili da realizzare: riportare la pace, adottare gli orfani ha commentato Hondros, anche lui nato nel 1970, per questi scatti ha vinto il premio Robert Capa . E vero che il ragazzo pi grande, dodici anni, stato curato negli Stati Uniti, ma qualche anno dopo gli insorti lo hanno ammazzato in un agguato, io credo proprio perch era venuto in America. Non mi aspetto che le mie foto fermino le guerre. Offrono a chi resta a casa uno sguardo sulle brutalit che diventano routine.

In Italia la salma di Arrigoni


La salma di Vittorio Arrigoni arrivata ieri sera a Fiumicino avvolta in bandiere palestinesi. Ad accogliere lattivista assassinato a Gaza da un gruppo estremista salafita, circa 300 pacifisti oltre a una delegazione inviata da Abu Mazen (Autorit Palestinese) e a quella di Bulciago, il comune del Lecchese dove domenica 24 aprile alle 16.30 si svolgeranno i funerali.

afghani) sono ostili, non c neppure la sabbia per costruire le protezioni. Vogliono difendere lavamposto che porta il nome di un commilitone ammazzato allinizio della campagna: Restrepo. Per noi era importante mostrare come i ragazzi passano attraverso queste esperienze ha raccontato il regista, nato a Liverpool nel

Lontano da Hollywood Il documentario girato al confine con il Pakistan alternava sparatorie e giornate di noia: la guerra, cos com

1970 pi del bang bang o dellazione. La gente che non ha provato la guerra basa il suo giudizio sulle versioni mediate da Hollywood o dai telegiornali. Queste rappresentazioni non possono rivelare lumorismo sarcastico, la confusione e la monotonia che fanno parte di qualunque combattimento. Chris Hondros sta camminando con una pattuglia americana verso il fondo dei vicoli di Tal Afar, Nord dellIraq. E il 18 gennaio del 2005 e nessuno pu vedere la fine della guerra nel buio di quella notte. Unauto corre verso i soldati, gli spari di avvertimento non la fermano, i proiettili centrano il pa-

Davide Frattini
meridiano.corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano

5
#

Le riforme La polemica

La Costituzione
Nella foto sotto, la seduta inaugurale dellAssemblea costituente, il 25 giugno 1946. A presiederla, in qualit di decano, Vittorio Emanuele Orlando La Carta entr in vigore il primo gennaio 1948

La proposta un diversivo. Scrivano direttamente che la Repubblica italiana fondata su Scilipoti Pier Luigi Bersani, Pd

Modifica alla Carta, un caso la proposta pdl


Un deputato: cambiare lart. 1 e dare centralit al Parlamento. Gelo dal partito, lopposizione insorge
ROMA Un solo articolo, ma capace di scatenare un putiferio: LItalia una Repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralit del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volont popolare espressa mediante procedimento elettorale. Lunga frase che andrebbe a sostituire i due commi della precedente formulazione dellarticolo 1 della Costituzione. LItalia una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranit appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Unico firmatario, il deputato pdl Remigio Ceroni. Si solleva il centrosinistra, piovono accuse di attentato alla Costituzione. Ceroni parte da unidea di fondo: Ristabilire la gerarchia tra i poteri dello Stato: governo e Parlamento sono tenuti sotto scacco dai giudici e dalla Corte costituzionale, cio da organi senza rappresentanza politica. Una proposta nata per evitare uneversione dellordine democratico. Ceroni non risparmia critiche al capo dello Stato, colpevole di ingerenze. Il deputato giura di aver fatto tutto da solo, senza consultarsi con nessuno. Nel Pdl le reazioni sono tiepide. Maurizio Sacconi cade dalle nuvole: Non ne so nulla. Fabrizio Cicchitto pure: una proposta personale. Ma non cos grave. Maurizio Lupi pi velenoso: Dovremmo discutere di cose pi serie. Osvaldo Napoli non capisce il motivo di tanto clamore: Linformazione ormai un grande Truman show. E Beppe Pisanu, cofirmatario con Walter Veltroni di una lettera che chiede un governo di decantazione: una proposta stravagante che scardina un pilastro della democrazia rappresentativa. Tutto il potere ai Soviet. una gara a chi la spara pi grossa. Il senatore pdl sostiene anche che a volte Berlusconi va sopra le righe, ma che se vince le elezioni sar il candidato naturale per il Quirinale. Lopposizione oscilla tra toni durissimi su Ceroni e il sospetto, come dice Pier Luigi Bersani, che si tratti di un diversivo. Il segretario del Pd suggerisce ironicamente: Scrivano direttamente che la Repubblica italiana fondata su Scilipoti. Antonio De Poli, Udc, e Antonio Di Pietro, Idv, sono sulla stessa linea: Attentato alla Costituzione. Stefano Ceccanti: Ceroni si rif alla costituzione staliniana del 1936. Il presidente emerito della Corte costituzionale Antonio Baldassarre indignato: una vergogna, una barbarie.

Il giurista Barbera

Non ha senso un concetto superato


ROMA Non ha senso. Non possibile mettere insieme nella prima parte della Costituzione valori e meccanismi istituzionali. E mi meraviglia che una proposta sulla centralit del Parlamento, concetto consociativo giustamente archiviato e nato ai tempi del compromesso storico ma irragionevole in epoca di maggioritario, arrivi proprio da una parte politica che lamenta lo scarso peso del governo. Augusto Barbera, costituzionalista, respinge sia nella forma che nel merito lidea del deputato pdl Remigio Ceroni. E aggiunge: Per capisco la sua intenzione. Crede che Ceroni volesse dire qualcosa di diverso? Ha scritto una norma polemica contro la pretesa invadenza della Corte costituzionale rispetto al potere politico. un tema che Berlusconi esaspera. Ma un tema che sta percorrendo tutto il mondo occidentale. Negli Stati Uniti, in Germania, ci si interroga sul ruolo delle corti supreme. Si dibatte e si confrontano sistemi basati su quelli che vengono definiti legal constitutionalism e political constitutionalism. Cio come organizzare il necessario controllo fra poteri. Qualcuno per legge il testo Ceroni come una sorta di avvertimento al presidente della Repubblica Napolitano. Qualcuno lo vede come una pressione per evitare ostacoli alla legge sulla prescrizione breve. Ma non si possono fare processi alle intenzioni. Ritiene che Ceroni abbia voluto dare un apporto al dibattito internazionale al quale accennava, o piuttosto lanciare una provocazione tutta nazionale? Mi sembra una provocazione. O uniniziativa, diciamo, un po estemporanea....

Al. T.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La scelta
La prima formulazione dellart. 1 non prevedeva riferimenti al lavoro. Il segretario pci Palmiro Togliatti (a destra) propose Repubblica democratica di lavoratori. Ma la versione definitiva, appoggiata da comunisti e socialisti, si deve ad Amintore Fanfani (a sinistra)

Il personaggio Sindaco di Rapagnano

Chi

Basta oclocrazia Il prof di meccanica debutta nello scontro


Ceroni: alla Camera sto in piccionaia
ROMA Vi salvo dalloclocrazia. Cosa sia, la temibile oclocrazia, Remigio Ceroni lo ha scoperto per caso: Mi piaciuta la parola e ho cercato nel dizionario: governo tirannico delle masse popolari. Fa una certa impressione letta cos. Ma il rischio c, assicura. E non si obietti che a correggere i Padri costituenti gente come De Gasperi e Togliatti, Calamandrei e Dossetti ci provi un ex insegnante di Meccanica in un istituto tecnico, con laurea in sociologia, attuale sindaco di Rapagnano: Mi sono inventato un altro mestiere, mi piace imparare. E ho parlato con dei costituzionalisti per vedere se stavano in piedi le mie idee. Responso positivo. E cos ecco larticolo 1 della Carta, nuovo di zecca. Ceroni si dice sorpreso

Remigio Ceroni (oggi compie 56 anni) un deputato del Popolo della libert eletto nelle Marche. Laureato in sociologia, insegnante di Meccanica in un istituto tecnico e sindaco di Rapagnano (2 mila abitanti, in provincia di Fermo)

dal polverone: Ho detto unovviet, ribadendo la centralit del Parlamento. E attaccando capo dello Stato, magistrati e Consulta. Montesquieu voleva lequilibrio dei poteri, ma qui uno ha preso il sopravvento. La magistratura? Esatto. scesa pesantemente in campo per rovesciare lordine democratico. Ceroni non si cura dellopposizione: Ma chi li sente quelli, sono ridotti male, alla ricerca maniacale di una frase a effetto. E comunque non se ne far nulla. Della proposta? E perch lha presentata allora? Modestamente ho detto la mia. Le stanze del potere sono piene di progetti che fanno la muffa, chi vuole che si occupi del mio?. Magari a Berlusconi piace. Non dite cose molto diverse, no? Magari invece mi chiede di ritirare il progetto. E io lo ritiro subito. Ceroni pessimista, ma anche ottimista: Il mio progetto piace quasi a tutti, mi scrivono di nascosto, anche da sinistra. Sa cosa le dico? Se la mettessimo al voto segreto la mia proposta, passerebbe subito.

Ceroni umile, disilluso e combattivo: Sono un deputato qualunque, sto in piccionaia e osservo. E cosa vede? Francamente chiacchiere. Sono disgustato dal tempo che si perde, dallirresponsabilit di tutti. In passato stato nella Dc: Cristiano, democristiano e peccatore. Come Berlusconi? Come tutti. Poi stato folgorato: Mi so-

Il voto segreto Mi sono inventato un mestiere Con il voto segreto la mia idea passerebbe. Se il premier mi chiede di ritirarla, la ritiro subito
no innamorato delle idee di Berlusconi. E un po anche di lui: Napolitano lho votato, ma mi ha deluso. Troppe ingerenze. Berlusconi s che sarebbe un bel capo dello Stato. Lui un fuoriclasse. Pu fare il portiere e il centravanti. Anche contemporaneamente.

Alessandro Trocino
R PRODUZIONE RISERVATA

Daria Gorodisky
RIPRODUZIONE RISERVATA

VOLI A PREZZI STRACCIATI DA

MILANO
(ORIO AL SERIO)

PLOVDIV SALONICCO TANGERI VOLOS


OPERATIVO DAL 07 MAGGIO

(BULGARIA)

OPERATIVO DAL 04 MAGGIO

SOLO ANDATA DA

VIAGGIA A MAGGIO E GIUGNO


Prenota entro la mezzanotte del 21.04.11. Tasse e spese incluse. Offerta valida per viaggiare nei seguenti giorni: Luned-Gioved. Per ulteriori informazioni e per conoscere i giorni in cui i voli sono operativi visita Ryanair.com. Soggetto a disponibilit, termini e condizioni. Spese opzionali escluse.

6
#

Primo Piano

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Le riforme Il Quirinale

I principi

Il Colle e una mossa che fa risalire la tensione istituzionale


Il silenzio ufficiale di fronte alla sortita
ROMA Carneade! Chi era costui? Non citano la frase manzoniana usata per indicare un illustre sconosciuto, ma poco ci manca. Cos, se il non proprio famoso Remigio Ceroni da Monterubbiano (coordinatore per le Marche del Pdl dopo un passato nella Dc) si guadagnato ieri un posto nelle rassegne stampa del Quirinale, non ha per conquistato lonore di un intervento di Napolitano sulla sua proposta per cambiare larticolo 1 della Costituzione. Intento dichiarato: declassare e mortificare le prerogative di alcuni poteri come magistratura, Consulta e presidenza della Repubblica per riaffermare la superiorit gerarchica delle Camere, visto che al momento non possibile fare una riforma in senso presidenziale come vorrebbe Berlusconi. Unidea che il suo autore definisce frutto di riflessioni personali e che dal Colle dunque possibile liquidare come liniziativa di un singolo parlamentare, tra le molte. In quanto tale, non suscettibile di analisi interpretative n, tantomeno, meritevole di commenti o repliche pubbliche. Capitolo aperto e subito chiuso, quindi, per il capo dello Stato. Se non che, sommandosi a certi strattonamenti pi o meno garbati o maliziosi (un esempio lha dato Giuliano Ferrara, laltra sera in tv) o ai gesti eclatanti degli ultimi giorni (su tutti, la faccenda dei manifesti milanesi "Via le Br dalle Procure"), la sortita di Ceroni ha il sapore di una nuova provocazione. Lennesima trovata di una rincorsa polemica che di fatto sembra quasi programmata per rinfocolare tensioni sul sistema di equilibri democratici dei quali il capo dello Stato garante. Non a caso si dice che egli viva vox Costitutionis, con un ruolo di garanzia che lo obbliga anche a proteggere dal conflitto estremo. Ma c di pi. Lipotesi di riscrivere larticolo 1 una sfida che nessuno si era mai azzardato a lanciare. la rottura di un tab: quello dellintoccabilit della prima parte della nostra

Custode Il presidente Giorgio Napolitano pochi istanti prima di registrare un suo messaggio televisivo. Sulla scrivania, la Costituzione

Equilibrio Il presidente Giorgio Napolitano, a pi riprese, ha parlato dellequilibrio a cui improntata la Costituzione repubblicana. Lultima, soltanto pochi giorni fa. Il 13 aprile, in un messaggio alla manifestazione Biennale democrazia di Torino, il capo dello Stato ha scritto: La grande attenzione posta dalla nostra Carta al bilanciamento dei poteri e alla presenza nel corpo sociale e istituzionale di formazioni intermedie costituisce uneredit preziosa, frutto di lungimiranza politica.

Magna Charta, in cui sono delineati i principi generali che si considerano intangibili perch fondativi della stessa struttura della nostra democrazia. Insomma, la pretesa di manomettere la grammatica dei doveri e dei diritti equivale a togliere un pilastro portante del patto che ci lega, come demolire lintero edificio. Questo dice la dottrina. Anche se vero che in linea teorica, ma appunto contro ogni elaborazione dottrinale una sola revisione sarebbe espressamente proibita (articolo 139) dalla Costituzione: quella tesa a modificare la forma repubblicana dello Stato, divieto fissato per evitare un ritorno della monarchia. Ora, il silenzio del Quirinale sul sasso in piccionaia lanciato ieri da Ceroni lascia pensare che sul testo di riferimento della nostra vita pubblica si pu certo discutere, pensando anche a correzioni e aggiornamenti in chiave modernizzatrice, come avviene per lapplicazione di un federalismo sollecitato proprio da Napolitano. Ma giocarci sopra, no.

Marzio Breda
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista Calderoli: certi atteggiamenti dannosi per il cammino delle riforme

Chi governa non deve buttarla in caciara


MILANO Di solito lopposizione che tende a buttarla in caciara. Chi governa non dovrebbe farlo. Roberto Calderoli non nasconde il disagio del Carroccio per i toni del capo della coalizione. N il fatto che il clima da scontro frontale rischi di compromettere la fisionomia di legislazione delle riforme a cui punta la Lega. E cos, prendendo le parti di Napolitano, avete avvisato Berlusconi... Attenzione. Noi non che ci schieriamo da una parte o dallaltra. Ma evidente che i manifesti sulle Br in procura sono stati un "farla fuori dal vaso". Di qui, il sostegno a Napolitano. Solo per i manifesti? Oppure la strategia dattacco del premier sulla giustizia che non condividete? Noi siamo convinti che certi atteggiamenti rappresentino un danno anche dal punto di vista elettorale. Non si capisce il vantaggio di dare delle armi alle opposizioni. Per, i provvedimenti sulla giustizia alla fine li approvate sempre. Noi partiamo da un punto di vista: questo provvedimento utile? Se s, non ci scandalizza il fatto che possa anche essere utile a Berlusconi. Ma con queste tensioni

Con Napolitano Un errore i manifesti anti magistrati. Da qui il sostegno al presidente della Repubblica

pensabile fare le riforme? proprio questo il punto. Le riforme non si possono fare in un clima di scontro. Se io avessi dovuto fare il federalismo aizzando la polemica tra destra e sinistra o, peggio, tra Nord e Sud, che cosa sarebbe successo?. Calderoli, diciamolo: il feeling con gli alleati non al suo massimo storico. Capiamoci. Da un lato, se io guardo ai freddi numeri, vedo una maggioranza che tiene e anzi si allarga. Dallaltro, noi conti-

nuiamo a lavorare e portiamo a casa i risultati. Suggeriamo al Pdl di fare altrettanto, senza esagerare con le forzature. Detto questo, superate le amministrative e alcuni passaggi giudiziari, la legislatura potr concludersi felicemente. Le amministrative: anche l, la concordia non sembra regnare sovrana. E perch? La nostra posizione lineare: nei piccoli comuni, si sceglie sulla base della possibilit concreta di lavorare insieme. Nei capoluoghi e nelle

Province, sempre insieme tranne dove il Pdl si alleato con Udc e Fli. A Milano, Letizia Moratti non ancora riuscita a vedere Bossi al suo fianco. Io penso che ci sar per la chiusura della campagna elettorale. un problema che non esiste. Se si perde a Milano, salta tutto. una considerazione attribuita al Carroccio. una considerazione da perdenti. Noi non pensiamo mai "se perdiamo". Certo che i poteri forti non vinceranno pi.

Marco Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA

La polemica a Milano

Moratti: chiuso il caso manifesti Ma Lassini: chieder cosa devo fare


Ritiro Roberto Lassini. A fianco, il suo santino elettorale, preparato prima che le polemiche lo spingessero a dichiarare la sua intenzione di ritirarsi

MILANO Se ci sar bisogno di formalizzare nuovamente le mie dimissioni lo far. Roberto Lassini, patrocinatore dei manifesti anti pm ribadisce che pronto a ripresentare le sue dimissioni per farsi cancellare dalle liste elettorali del Pdl. Ma i dubbi restano tutti. Il pi importante: che far lex sindaco di Turbigo se il suo nome non fosse cancellato dalle liste e lui venisse comunque eletto a furor di popolo? Non posso fare ipotesi. Oggi mi presenter in Comune da semplice cittadino e chieder cosa devo fare. Il day after di Lassini copre un ampio arco di sfumature e inaugura una nuova battaglia nel centrodestra, con Daniela Santanch che attacca il sindaco Letizia Moratti. Partiamo dal primo cittadino: dichiara chiuso il caso. Ha vinto il buon senso. E dopo il durissimo confronto telefonico dellaltro giorno, ringrazia Silvio Berlusconi per il suo impegno nelle comunali milanesi: Il presidente una risorsa per Milano, lo ringrazio tantissimo. La

Santanch punta dritto contro la Moratti: Ha sbagliato a fare i diktat, a fare i ricatti. E lancia il suo endorsement sul candidato dimissionario: Lassini lo voterei perch sono contro lingiustizia, perch sono stufa di questi magistrati, pubblici ministeri, procure. Lopposizione del centrosinistra grida invece alla truffa con il portavoce di Giuliano Pisapia, Maurizio Baruffi: una commedia ridicola. Alla fine Lassini resta nelle liste del Pdl e la Moratti candidata sindaco. finito tutto a tarallucci e vino. Lassini tranquillo. La telefonata con Berlusconi? No comment. Per mi fa piacere aver detto cose gradite al premier. C un coinvolgimento dei vertici del Pdl? Assolutamente no. Magari qualche giovane che vuole fare carriera. Chi lautore? Non io, ho fatto solo lavvocato difensore di un cliente. Andr a Roma in Parlamento? Non lo dica, che porta sfiga.

Maurizio Giannattasio
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

8
#

Primo Piano

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Il governo Le scelte

Giustizia, il premier insiste Ma spunta lipotesi trattativa


Nella maggioranza voci di nuove inchieste sul mondo berlusconiano
ROMA Quando immagina il tabellone elettronico di Montecitorio che certifica il primo voto sulla riforma costituzionale della giustizia gli si accendono gli occhi. Se poi immagina il presidente della Camera che legge lesito del voto gli si dipinge sul volto un sorriso di compiacimento quasi estatico. Ormai Berlusconi sembra avere un solo obiettivo primario: poter dire agli italiani, e al mondo intero, che ha riformato lordinamento giudiziario italiano, che ne ha cambiato i tratti ormai obsoleti decisi dai padri costituenti, che riuscito a fare dei pm dei pubblici funzionari come gli altri. Nel vertice di maggioranza ieri il Cavaliere poneva la riforma costituzionale della giustizia un gradino sopra tutti gli altri obiettivi, dal cambiamento del fisco al voto amministrativo sino alle altre riforme che la maggioranza insegue. E per farlo distribuiva ai capigruppo e ai coordinatori del partito dati statistici sui suoi processi, le sue assoluzioni, la sua storia di guerra permanente con le toghe, in veste di vittima e perseguitato. Se per qualcuno unossessione legittima, giustificata dalla sua storia, c per nel Pdl chi racconta una storia diversa e ovvero che la riforma tanto promessa alla fine potrebbe servire, come in altri casi, oltre che per fare campagna elettorale, solo per trattare qualcosa. Si fa riferimento alle parole del capo del governo, cos come a quelle del Guardasigilli, che in alcuni casi sembrano convinti di unapprovazione definitiva (con doppia lettura) in questa legislatura e in altri sembrano pi indecisi, preferendo ragionare sugli effetti deterrenti del tema, e spendendo il verbo incardinare, in Parlamento, piuttosto che altri. Ieri nel governo si discuteva sottovoce e senza indicazioni precise di altre inchieste in arrivo, pronte a colpire il mondo berlusconiano. E si discuteva del fatto che il processo Mills tenuto in vita dai magistrati solo per rincorrere una sentenza di primo grado, pur sapendo tutti, in Procura, a Milano, che si tratta comunque di un binario morto, causa prescrizione. In questa cornice alcune letture della riforma della giustizia, pur senza unapprovazione definitiva, servirebbero come deterrente di velocit. Nel vertice di ieri sembra non ci sia stato alcun accenno

A Milano Il premier Berlusconi allincontro elettorale per la ricandidatura a sindaco di Letizia Moratti

Le vie della riforma Sia il premier sia Alfano parlano a volte di approvazione definitiva, altre di semplice avvio

La campagna Per le amministrative il leader del Pdl assicura la sua presenza a Milano e a Napoli

alla proposta di legge per riformare larticolo uno della Costituzione. Ci occupavamo di cose pi serie, ha chiosato Maurizio Lupi. Fra queste cerano lallargamento del governo, i temi della campagna elettorale, che vedranno il premier impegnato

sia a Milano che a Napoli e infine ovviamente la giustizia. Abbiamo il dovere di fare la riforma, visto che la maggioranza compatta e deve dimostrare di poter cambiare le cose, il primo voto dovr essere entro lestate, avrebbe ribadito il pre-

mier. Mentre qualcuno nel governo rinveniva un parallelo amaro: I pm inseguono condanne di primo grado e il nostro insegue una riforma da far passare in prima lettura.

Marco Galluzzo
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Nota
di Massimo Franco

Lincognita di Milano in un Pdl percorso da spinte centrifughe

l fatto che una proposta estemporanea di riforma costituzionale avanzata da un deputato del Pdl diventi un caso, sintomo di un nervosismo crescente. Dipende dalla tensione che affiora nel centrodestra in vista delle amministrative di met maggio; dal timore di entrare in conflitto con Giorgio Napolitano, e insieme dallirritazione per i paletti istituzionali che il capo dello Stato non rinuncia a mettere; e ancora, dalla sensazione che Silvio Berlusconi e la Lega guardino alle elezioni per il sindaco di Milano come ad un possibile spartiacque per il governo. Di qui la voglia di presentarsi subito dopo Pasqua con una coalizione rimpolpata da nuovi sottosegretari. Ma non unoperazione facile. Alcune dinamiche centrifughe che si sono messe in moto sono difficili da fermare. Cos, dopo i manifesti del candidato Lassini che equiparavano la Procura di Milano alle Brigate rosse, adesso arriva la proposta del deputato Remigio Ceroni per cambiare larticolo 1 della Costituzione. Scopo ufficiale: dare centralit al Parlamento. Scopo politico: fare in modo che il centrodestra non subisca quelle che definisce ingerenze da parte della magistratura o del Quirinale. Il Pdl si affretta a precisare che una posizione personale. Eppure certe prese di posizione sembrano riflettere malumori diffusi nei dintorni di Palazzo Chigi. Quando il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Daniela Santanch, sostiene che il sindaco Letizia MoDopo il caso ratti sbaglia a porre un aut aut su Lassini, riapre una questione in appaLassini un renza chiusa dopo la sua rinuncia irredeputato vuole vocabile alla candidatura. E dimostra che nel Pdl lisolamento dellaspirante cambiare la consigliere comunale assai controverCostituzione so. Un altro sottosegretario, il leghista Roberto Castelli, accusa direttamente Napolitano di non avere bacchettato lAnm per alcune critiche al Parlamento. una situazione in bilico, con effetti elettorali ipotizzati dal ministro Roberto Calderoli. Il centrodestra vincer a Milano, assicura Calderoli. Il problema, aggiunge, solo di vedere se al primo o al secondo turno. Eppure non si tratta di una differenza da poco. Passare al ballottaggio, per il governo sarebbe uno schiaffo. Il capoluogo lombardo la capitale dellalleanza fra berlusconismo e Lega. E dunque pu diventare il riflesso di una maggioranza in affanno su pi fronti: giustizia, immigrazione, crisi economica. Lidea del premier di rimettere in sesto il governo tra fine aprile e inizio maggio, e di parlare in piazza il 7, mira a sventare il pericolo e a perpetuare una sorta di magia elettorale. Con la sua presenza, Berlusconi tuttora convinto di spostare voti decisivi a favore della Moratti. Per questo far un comizio prima a Milano, poi, in chiusura, a Napoli: due citt-chiave per dare significato politico allelezione del 15 e 16 maggio. Battere in modo netto il centrosinistra significherebbe consentire al governo di insistere su una riforma contestata della giustizia; smentire lopposizione che considera in parte evaporati i consensi del centrodestra; e affrontare da posizioni di forza uno scontro con la magistratura destinato a non fermarsi. Ma per riuscirci, il premier ha bisogno di una compattezza che il Pdl mostra di non possedere pi come in passato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano

9
#

Abbiamo parlato di una cosa di cui mi ha incaricato a suo tempo Berlusconi, cio la necessit sollecitata da molti ministri di completare la squadra di governo in futuro con un ddl Ignazio La Russa, ministro della Difesa

Il rimpasto Il vertice del Pdl affida le scelte a Verdini: in corsa Pionati, Polidori, Calearo, Cesario, Misiti e Belcastro

Responsabili nellesecutivo dopo Pasqua


Pronte 4 o 5 poltrone. La prossima settimana la proposta di modifica della legge elettorale
ROMA Dopo Pasqua ma prima delle Amministrative, il governo completer la squadra di ministri, vice e sottosegretari. Lannuncio giunge al termine del vertice del Pdl a Palazzo Grazioli, residenza privata di Silvio Berlusconi nel corso del quale si discusso anche del voto comunale. Berlusconi, secondo quanto trapelato, ha detto che ci metter la faccia, cio si impegner in prima persona andando a Milano il 7 maggio ai milanesi invier una lettera a sostegno del candidato sindaco Letizia Moratti e chiuder la campagna elettorale venerd 13 a Napoli. Si deciso inoltre di presentare la prossima po avere abbandonato il Terzo polo. Nella riunione cos passata la proposta di Altero Matteoli, e cio di dare mandato a Berlusconi e a Denis Verdini di chiudere la questione degli incarichi governativi. In pratica Verdini che si allontanato da Palazzo Grazioli in auto assieme a Sardelli raccoglier i desiderata degli alleati e poi riferir al Cavaliere. Berlusconi, prima di convocare il Consiglio dei ministri che potrebbe tenersi gi nella prossima settimana, salir al Quirinale per sottoporre al Capo dello Stato la lista dei nomi e il testo del disegno di legge con il quale procedere allampliamento del governo, quello che in gergo si definisce lo spacchettamento dei ministeri. Il completamento della squadra infatti procede su due piani. Il primo, il pi rapido, la nomina dei sottosegretari e di un viceministro. In questa fase, per, sarebbero lasciati vacanti gli incarichi al dicastero delle Politiche comunitarie e di vice allo Sviluppo economico nella speranza di un eventuale rientro nella maggioranza dei due finiani freddi, Andrea Ronchi e Adolfo Urso. Il secondo piano riguarda la modifica della struttura del governo, fissata dalla legge Bassanini. Per farla occorre un disegno di legge e i tempi si allungano. quindi probabile, come evidenzia La Russa, che nel prossimo Consiglio si approvino il rimpastino e la riforma della Bassanini.

Il caso di omonimia

La scheda

Il Cavaliere: a Torino una lista di disturbo La candidata Udc-Fli: in campo da un anno


MILANO Tra esposti e ricorsi, a Torino sono indaffaratissimi. lantica frontiera della campagna elettorale, con candidati scalpitanti al varco della presentazione di liste impertinenti, scadute, civetta. Dopo le notti di Arcore accostate al credo di Cetto La Qualunque nella lista Bunga bunga - Pi pilo per tutti, dopo i moduli del 2006 usati da Pdl e Lega per gli elenchi del 2011, adesso il turno dellinfida guerra del cognome. Coppola. Michele Coppola il candidato sindaco del Pdl: 37 anni, ex consigliere comunale, oggi assessore regionale alla Cultura. Cosima Coppola, invece, guida la lista Per Torino pi rosa che porta il suo nome ed apparentata ad Alberto Musy, candidato del Nuovo polo (Fli, Api, Udc): 47 anni, specializzata in psico-oncologia, moglie delloncologo ed ex europarlamentare centrista Antonio Mussa. In difesa di Michele, ieri intervenuto Berlusconi: singolare che il cosiddetto Terzo polo, sempre pronto a fare la morale su come ci si debba comportare e sulla diversit della politica, utilizzi liste patacca per ingannare i cittadini.

La Giustizia Ieri, nel vertice di maggioranza a Palazzo Grazioli, il presidente del Consiglio Berlusconi ha posto la riforma costituzionale della giustizia come priorit assoluta dellesecutivo. Per il premier questo obiettivo supera in necessit e urgenza tutti gli altri, dal cambiamento del fisco al voto amministrativo Il rimpasto Tra gli ultimi ritocchi allesecutivo, il 15 aprile una nota di Palazzo Chigi ha ufficializzato la nomina di Nello Musumeci, esponente della Destra di Storace, a nuovo sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali. A reclamare posti di governo anche i Responsabili, nati con il voto di fiducia al governo del 14 dicembre: dopo la nomina di Saverio Romano allAgricoltura, dopo Pasqua per loro ci sarebbero quattro o cinque poltrone

Lobiettivo del Pdl I posti alle Politiche comunitarie e allo Sviluppo restano vuoti: si spera di far rientrare Ronchi e Urso
settimana la modifica della legge elettorale, in modo da rendere omogenei i sistemi di Camera e Senato, introducendo per questultimo il premio di maggioranza su base nazionale e la riduzione dei collegi. Una cosa che fa storcere il naso a Pier Ferdinando Casini, che liquida il tutto con un sono ossessionati dal Terzo Polo e vogliono penalizzarci. Al vertice partecipa anche il capogruppo dei Responsabili alla Camera, Luciano Sardelli. Una presenza simbolica, la sua, che costituisce il riconoscimento di terza componente del centrodestra alla pattuglia che ha consentito alla maggioranza di superare la prova della sfiducia del 14 di-

cembre e i successivi appuntamenti parlamentari. Ed appunto a questo arcipelago di sigle che verr riservata una fetta significativa di posti in quello che il coordinatore e ministro Ignazio La Russa definisce un allargamento della squadra di governo e non un rimpasto. In ballo ci sono una decina di poltrone.

Ai Responsabili potrebbero spettare 4 o 5 posti. I nomi che circolano sono quelli di Francesco Pionati, Catia Polidori, Massimo Calearo, Bruno Cesario, Aurelio Misiti e Elio Vittorio Belcastro. Una collocazione potrebbe esserci anche per i Liberaldemocratici Daniela Melchiorre e Italo Tanoni, confluiti nella maggioranza do-

Terza gamba Il gruppo dei Responsabili alla Camera

Lorenzo Fuccaro
R PRODUZIONE RISERVATA

Il retroscena Limpegno diretto avrebbe portato un beneficio calcolato in 2-3 punti

Berlusconi preoccupato dai sondaggi Timori che la Moratti non passi al primo turno
Il presidente del Consiglio scende in campo per far risalire i consensi
ROMA No che Berlusconi non contento dei sondaggi, sebbene dal vertice di ieri abbia fatto trapelare il proprio ottimismo sul risultato delle Amministrative, annunciando che a Milano vinceremo. Ci mancherebbe altro. Uneventuale sconfitta nel capoluogo lombardo provocherebbe serie ripercussioni su scala nazionale, mettendo a repentaglio la fragile stabilit su cui si regge il suo governo. Cos stanno le cose, altrimenti il premier non si sarebbe affrettato a sostenere pubblicamente che la sfida allombra della Madonnina ha un valore politico. E c un motivo se il Cavaliere si spinto fino a questo punto, sono i numeri dei rilevamenti milanesi a preoccuparlo, perch vanno male, come ha confidato dopo aver analizzato i report sulla sua citt. I dati parlano chiaro: le liste di centrodestra sono quotate al 52,8%, mentre la Moratti non va oltre il 50,6%. vero che il candidato del centrosinistra, Pisapia, staccato di oltre dieci punti, ed altrettanto vero che pesa lassenza nella coalizione dellUdc e di quel pezzo di Pdl confluito nel Fli. Ma sono proprio i numeri della Moratti a renderlo inquieto. A parte il margine di errore nei sondaggi, che non pu quindi escludere un valore reale nelle urne sotto la soglia del 50%, di solito il candidato a sindaco a sopravanzare le liste nelle percentuali, specie se si propone al secondo mandato. Stavolta non cos, e lanomalia ha indotto Berlusconi a dire che la Moratti non tira. La lettera ai milanesi e il comizio di chiusura saranno un additivo che il Cavaliere user per tentare di chiudere la sfida gi al primo turno, evitando in questo modo la lotteria del ballottaggio e lonta politica di non essere riuscito a sconfiggere subito il centrosinistra (e il terzo Polo) nella propria enclave: si tratterebbe di un segnale preoccupante, se proiettato sulle Politiche. Gi la sua presenza in lista e il primo assaggio di campagna elettorale hanno prodotto dei risultati, se vero che il candidato al comune Berlusconi Silvio ha portato un beneficio calcolato in 2-3

Investimento Il capo del governo ha pi volte ribadito che la vittoria a Milano ha un forte valore politico e che a essa legata la stabilit del governo

punti per il Pdl, risalito dopo tanto tempo nei sondaggi a Milano sopra quota 30%. Ma non basta. Il premier deve tenere Palazzo Marino e strappare al Pd la roccaforte di Napoli (dove terr laltro comizio di chiusura) per poter cantare vittoria alle Amministrative e blindarsi definitivamente a Palazzo Chigi. La strategia elettorale, gi dispiegata, la riproposizione del solito, vecchio schema: scontro frontale con la magistratura e referendum sulla propria persona. Ecco cosa vuol dire Berlusconi quando spiega che io ci metto la faccia, ecco il motivo per cui entrato in rotta di collisione con la Moratti sullincredibile vicenda dei manifesti di Lassini contro la Procura di Milano. Il premier certo che anche stavolta

Lesposto

Par condicio, lopposizione si appella allAgcom


MILANO Abbiamo presentato un ricorso allAutorit garante per le comunicazioni (nella foto il presidente Calabr) contro linvadenza di Berlusconi nellinformazione pubblica e privata. Lo ha detto Roberto Zaccaria (Pd) annunciando liniziativa delle opposizioni: tra i firmatari anche lUdc Rao, gli Idv Di Pietro e Orlando, i Fli Perina e Della Vedova, lApi Tabacci. Denunciate le edizioni serali di Tg1, Tg2 e Tg5 il 16 il 17 aprile: I principi di parit di trattamento e imparzialit non sono stati rispettati. LAgcom intervenga per il rispetto del pluralismo.

avr ragione, confortato nella sua tesi dal coordinatore del Pdl, Verdini: Scommettiamo che Lassini prender pi voti di tutti?. evidente lambiguit del Cavaliere sui cartelloni che hanno provocato la dura reazione di Napolitano, cos com evidente che loperazione rischia di avere un costo pesante sul tavolo nazionale. Si tratta di un pericoloso gioco dazzardo, ma sintuisce il timing nellagenda politica del premier: prima vengono i successi a Milano e Napoli, poi il redde rationem a Roma. Ecco perch lesame al Senato del processo breve che gli eviterebbe la sentenza sul caso Mills stato spostato dopo le Amministrative: non tanto per calcolo elettorale, bens per evitare di guerreggiare su due fronti. Di emergenza in emergenza, cos Berlusconi cerca di andare avanti. Una mossa alla volta, nel tentativo di comporre un puzzle complicato dalle troppe promesse fatte prima (e dopo) il 14 dicembre, quando la sopravvivenza del governo era appesa ai voti della Camera: La lista dei sottosegretari in pectore cos lunga racconta un autorevole ministro che non basterebbero un centinaio di posti. Per ora ha garantito ai Responsabili che ne sistemer qualcuno. Dopo si vedr. Nel frattempo gli serve vincere a Milano e Napoli, e per riuscirci cercher attraverso il Parlamento di riconquistarsi le simpatie dei cattolici con la legge sulla bioetica, e quelle degli industriali con un intervento legislativo da varare prima delle assise di Confindustria a Bergamo del 7 maggio. Un provvedimento a costo zero, ovviamente, per non urtare Tremonti. Fosse lunico problema...

Spero che i maggiori esponenti dellUdc intervengano per impedire questo risibile stratagemma. In caso contrario il 16 maggio Musy oltre alle elezioni avr perso anche la faccia. Il premier arrabbiato perch in risposta alla scelta del Pdl di schierare Coppola il Terzo polo ha scovato una sconosciuta signora Mina Coppola e le ha intestato una lista a sostegno del suo candidato per indurre in errore gli elettori torinesi e racimolare qualche voto in pi con la furbizia e linganno. Al Cavaliere rispondono i diretti interessati. Per Musy sorprendente che Berlusconi si occupi di Torino invece che del Paese. Sar perch i sondaggi su Michele Coppola non sono buoni e ha provato a dargli una mano. Questa lista composta da donne serie ed era pronta gi prima che il Pdl scegliesse il suo candidato. Cosima, detta Mina, poi, si proprio offesa: Sconosciuta a chi? Qui sono notissima. Il progetto nato pi di un anno fa dallesperienza del comitato "Per Torino pi rosa", composto da professioniste esperte che mi hanno spinto a presentarmi. Il premier offende lintelligenza dei torinesi dicendo che non sanno distinguere un colore dallaltro. Forse non gradisce una lista rosa che rappresenta le donne in maniera diversa da come fa lui. La commissione elettorale aggiunge il coordinatore regionale dellUdc Alberto Goffi ha gi ammesso la lista: Nessuna confondibilit con la lista di Michele, che "Pdl Berlusconi". Mina ha dovuto solo aggiungere il nome di battesimo per differenziarsi dalla lista di Domenico Coppola (eccone un altro). Il Pdl, spiega il coordinatore regionale Enzo Ghigo, ha gi fatto ricorso al Tar. Preoccupati? No, indignati dice Michele Coppola : se alla lista ci lavoravano da mesi perch sul sito di Musy quel logo lunico che non compare? grave esordire in politica con questi mezzucci. Ormai il cognome pi ambito il mio. Si sono inventati persino una lista CoPoLa, Comitato Polo Latinoamerica. Vi pare normale?.

Francesco Verderami
RIPRODUZIONE RISERVATA

Elsa Muschella
RIPRODUZIONE RISERVATA

10 Primo Piano
#

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Politica e giustizia

Processo Mediaset Il governo solleva un nuovo conflitto


Contestata unudienza del marzo 2010: limpedimento del premier non fu accolto
La laurea negata
Davanti al Tribunale La manifestazione a favore di Berlusconi a Milano il 6 aprile, per la prima udienza sul caso Ruby

Alla Consulta anche lo scontro con Di Pietro


MILANO Di Pietro ha fatto causa a Berlusconi. Nel 2008 a Porta a Porta il premier disse che lex pm non aveva neppure una laurea valida. Ieri la Consulta ha dichiarato ammissibile il conflitto di attribuzione sollevato dal gup di Bergamo per chiedere lannullamento della delibera di insindacabilit della Camera su quei giudizi espressi dal Cavaliere. un via libera preliminare: solo tra qualche mese si decider se Berlusconi vada processato o se le sue parole siano coperte da immunit.

MILANO Delle eccezioni coltivate dagli avvocati-parlamentari del presidente del Consiglio non si butta via niente: se non diventano leggi, o se diventano leggi fatte per poi a pezzi dalla Corte Costituzionale, son sempre buone per montarci un conflitto di attribuzione. Anche a scoppio ritardato, anche pi di un anno dopo. Il primo marzo 2010, ad esempio, i legali del premier avevano protestato perch la prima sezione penale del Tribunale non aveva riconosciuto, come legittimo impedimento dellimputato-premier Berlusconi a una udienza del processo per frode fiscale sui diritti tv Mediaset, una seduta del Consiglio dei ministri convocata dal premier dopo la concordata fissazione in gennaio di un calendario di udienze e senza alcuna indicazione di ragioni che motivassero lurgente e non evitabile sovrapposizione. Poi, per, i bellicosi propositi difensivi di sollevare davanti alla Corte Costituzionale un

conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato erano subito rientrati perch la maggioranza parlamentare di Berlusconi aveva di l a poco risolto direttamente il problema, votando una legge (promossa dal ministro della Giustizia Alfano) che garantiva al premier la certezza di poter restare lontano dai tribunali per almeno 18 mesi grazie ad un meccanismo di autocertificazione del legittimo impedimento.

Ma lo scorso gennaio la Consulta ha bocciato come incostituzionale gran parte di questa legge, e cos ora la Pasqua berlusconiana fa resuscitare liniziale idea di sollevare davanti alla Consulta un conflitto di attribuzione contro il Tribunale di Milano: la Presidenza del Consiglio ha infatti conferito allAvvocatura dello Stato il mandato di preparare il testo nei prossimi giorni. il secondo conflitto di attri-

buzione nel giro di 15 giorni, dopo quello votato dalla Camera sul processo Berlusconi-Ruby: due iniziative da collegare alla messa in cantiere di unaltra legge, con la quale la maggioranza di Berlusconi intende prevedere che la pendenza di un conflitto di attribuzione sospenda obbligatoriamente i processi. In prospettiva, dunque, i sollevati conflitti di attribuzione dovrebbero fermare i processi Ruby (concussione e

prostituzione minorile) e diritti tv Mediaset (frode fiscale), mentre la legge sulla prescrizione breve estinguer il processo Mills (corruzione di testimone), lasciando per ora in piedi solo ludienza preliminare Mediatrade (frode fiscale), che per allinizio. Ludienza del 1 marzo 2010 faceva seguito ad altre tre che, pur concordate, erano gi state soppresse da legittimi impedimenti del premier nemmeno

La vicenda

Processo Mesiaset sui diritti tv

Dai legali del premier Dopo un anno, nessun passo ufficiale si solleva il conflitto

Due ricorsi in due settimane

Il primo marzo 2010, i magistrati non riconoscono il legittimo impedimento del premier: la data era fuori dal calendario concordato

I legali del premier protestano, ma lasciano correre: il Parlamento ha approvato lautocertificazione dellimpedimento

Lo scorso gennaio la Consulta boccia gran parte dellautocertificazione. Ecco che allora rispunta lidea di sollevare il conflitto di attribuzione

Dopo quello votato dalla Camera sul processo Ruby, quello che sta per partire il secondo conflitto di attribuzione in pochi giorni

specificati ma accettati senza discutere dal Tribunale. Il 1 marzo, concordato sulla base delle indicazioni del 20 gennaio di Berlusconi, limputato aveva dedotto come legittimo impedimento la fissazione da parte dello stesso imputato (nella veste di premier) di un Consiglio dei ministri convocato il 24 febbraio, quindi successivamente alla predisposizione del calendario concordato. I giudici DAvossa-Guadagnino-Lupo avevano specificato che certamente il Consiglio dei ministri pu essere legittimo impedimento. Ma avevano aggiunto che limpedimento per una udienza gi concordata non pu prescindere quantomeno dallallegazione della specifica inderogabile necessit della sovrapposizione dei due impegni, altrimenti la funzione giudiziaria verrebbe ad essere svilita dal dare esclusiva rilevanza allesercizio di funzioni governative.

Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it

Il 3 maggio la richiesta di rinvio a giudizio

I legali di Fede: non port Ruby ad Arcore


MILANO Emilio Fede non accompagn mai Ruby ad Arcore. quanto sostengono gli avvocati del direttore del Tg4, Nadia Alecci e Gaetano Pecorella, difensori di Emilio Fede: Tale circostanza falsa e priva di qualsivoglia fondamento, come emerge chiaramente dagli atti processuali e come pi volte precisato anche dai legali del presidente Berlusconi e dalle indagini difensive svolte e depositate dalla stessa difesa. Una precisazione che nasce anche dalle ire del giornalista per il fatto che sulla stampa il suo ruolo di accompagnatore viene spesso dato per scontato. Nel frattempo, appare ormai certo che il rinvio a giudizio del direttore del Tg4, dellagente Lele Mora e della consigliera comunale Nicole Minetti sar chiesto il prossimo 3 maggio. Per quanto riguarda il premier, la sua posizione stata stralciata e il processo si aperto lo scorso 6 aprile. La pubblica accusa avrebbe lintenzione di depositare anche le trascrizioni delle quattro intercettazioni indirette del premier Berlusconi.

Se la gratitudine in politica diventa un potente ricatto morale

Dai pidocchi del Pci alla figura (ambigua) dellingrato che dissente
di PIERLUIGI BATTISTA

servizio clienti 055696276 www.annamariacammilli.com

Barbara Palombelli sul Foglio e Filippo Facci su Libero hanno criticato come segno di ingratitudine le parole amare di Stefania Craxi, consegnate in unintervista ad A, sullimmagine miserabile dellItalia guidata da Silvio Berlusconi. Ma la gratitudine, ammirevole e nobile sentimento che ingentilisce e civilizza le relazioni tra gli esseri umani, pu davvero essere lunico criterio di valutazione politica di un legittimo dissenso? E se il dissenso da ingrati, la gratitudine rende forse obbligatorio il consenso eterno, o anche solo il silenzio, lobbedienza assoluta, lomert vita natural durante? La gratitudine, in politica, ha un valore ambiguo. Spesso la si confonde con la lealt, che unaltra cosa e che non esclude il dissenso e la critica. Dissentire apertamente non slealt. Anzi, la slealt il consenso for-

male accompagnato dal lavoro nellombra. Slealt la doppiezza, il tradimento nascosto, la partecipazione occulta a congiure finalizzate allabbattimento del leader di cui si tessono pubblicamente le lodi, persino in modo servile e adulatorio. Ma Stefania Craxi non stata sleale: ha lealmente detto che le barzellette compulsivamente recitate dal premier sono talvolta oscene. Che le spensierate serate di Arcore non sono un reato ma nemmeno un luminoso esempio di cene eleganti. E che il Pdl deve attrezzarsi per sopravvivere anche dopo una decorosa uscita di scena del leader. Manifestazioni di dissenso: discutibili, ma da non soffocare nel silenzio in nome di una sconfinata gratitudine. Il bollare come ingrato chi dissente rimanda invece allidea malata che la politica sia lemanazione di una persona, di un sovrano, di un Capo indiscusso e indiscutibile. Lidea

Il destino come se il destino pubblico di persone come Casini e Fini fosse una magnanima concessione del Capo

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano 11
#

In Italia c un bipolarismo spento, quella di Pennacchi invece una grande provocazione futurista Fabio Granata, Fli
Il Tribunale
Senta, per una domanda se la faccia fare: lei ha anche detto di voler riportare i fascisti a sinistra. cos che nasce la sua alleanza con i finiani? Senti: erano i fascisti che toglievano ai ricchi per dare ai poveri. Qui, nellAgro Pontino, era tutto del principe Caetani. Fosse dipeso da Berlusconi, bello mio, stavamo ancora con le zanzare e il fango. per questo che voglio battere il candidato del Pdl. E voglio batterlo alleando me e i finiani con il Pd. So stato chiaro?. Il candidato del Pdl (lacerato dallo scontro che ha abbattuto lultima giunta: con il sindaco Zaccheo, ex An, contro il forzista Fassone, a sua volta assai chiacchierato per lappoggio alla giunta di Fondi, sospettata di collusioni con la camorra) un avvocato quarantenne, Giovanni Di Giorgi. Laltro giorno sceso Maurizio Gasparri a fargli un po di campagna elettorale: Batteremo i signorotti che vogliono trasformare Latina in uno snobbissimo e inutile salotto. Quelli del Pd fanno la loro partita, candidano Claudio Moscardelli (presentazione della lista laggi, nella piazza, in contemporanea a questa seconda conferenza stampa di Pennacchi) e turandosi il naso ammettono desser pronti ad accettare laiuto dello scrittore e dei finiani. Pennacchi si volta: Notizie degli ultimi fascisti viventi?. Non una battuta. Francesco Storace sta presentando in un salone dellhotel Europa il listone con cui appogger il candidato sindaco del Pdl. Piccola folla di camerati. Qualche saluto romano. C donna Assunta Almirante e poi, soprattutto, c lui, Ajmone Finestra detto il comandante, 90 anni portati sempre in camicia nera, ex senatore, ex sindaco (nel 93 e nel 97), ex federale di Antonio Pennacchi negli anni Sessanta, quando Pennacchi era ancora fascista e Ajmone poteva raccontargli di quella volta che, da ufficiale repubblichino, attacc la Val dOssola.

Il caso Lo scrittore alleato di Futuro e libert pronto a sostenere il candidato pd

Pennacchi guida la strana alleanza Noi fasciocomunisti prenderemo Latina


Paragonare Berlusconi a Mussolini? Unoffesa al Duce
DAL NOSTRO INVIATO

Il Riesame: domiciliari per il senatore Tedesco


ROMA Il Tribunale del riesame di Bari ha accolto parzialmente il ricorso del senatore Alberto Tedesco, concedendogli gli arresti domiciliari. La decisone di ieri: i giudici escludono per il parlamentare, che si autosospeso dal Partito democratico, il pericolo di fuga e linquinamento delle prove, ma non la possibilit di reiterare il reato. Di qui il provvedimento che prevede gli arresti domiciliari e non larresto in carcere. Ma questa decisione potrebbe far cambiare latteggiamento del Pd, spingendo il partito di Bersani a palesare i dubbi dei suoi senatori, che sono molti, ma che finora sono stati sussurrati sottovoce ed esplicitati solo da pochi? E presto per dirlo: ci vuole ancora tempo prima che lassemblea di Palazzo Madama conceda lautorizzazione per il senatore coinvolto nella vicenda delle tangenti sulla sanit pugliese. Infatti al momento la data del voto ancora incerta. Potrebbe addirittura slittare a dopo il primo turno delle elezioni amministrative. E nel frattempo sulla sua pagina Facebook il senatore Stefano Ceccanti, veltroniano e garantista doc, ammonisce i colleghi del Partito democratico a stare attenti ad avere eccessive certezze e tesse lelogio dei dubbiosi, cio di tutti quei parlamentari del partito che avevano sollevato perplessit sullarresto di Tedesco.

LATINA Scherzi?, sera scandalizzato uno dei suoi, un ragazzo dellAnonima Scrittori. Alla Camera, durante la conferenza stampa, Pennacchi non ha assolutamente forzato i toni. Guarda che Pennacchi un tipo tosto per davvero. Lo aspettiamo in piazza del Popolo, mentre il sole va gi dietro il colonnato razionalista, tutto marmo e angoli retti, queste citt costruite dal Duce hanno sempre unarchitettura di grande impatto. Pennacchi arriva puntuale, vestito da perfetto fasciocomunista, con il cappello leninista e la sciarpa rossa, con labito che nero, con i suoi modi imprevedibili, curioso miscuglio di istinto e diffidenza, tracce di un carattere forgiato da una vita complessa e avventurosa, perch il Pennacchi stato fascista, comunista, operaio, sindacalista, scrittore di nicchia e infine di reale successo, con il premio Strega, formidabile motore di notoriet, vinto a sorpresa lanno scorso grazie a unopera convincente come Canale Mussolini (anche se poi il suo capolavoro era e resta Il fasciocomunista, un libro autobiografico dal titolo geniale, che gli consente adesso di muoversi come un nuovo, indecifrabile leader politico in questa sua citt, ex Littoria, che diventa improvvisamente laboratorio: il Pdl e la Destra di Storace da una parte; dallaltra, Pennacchi e quelli di Futuro e libert, in una inedita alleanza pronta a sostenere nientemeno che il Pd). Entra nel bar Poeta. Ora deve spiegarla qui, agli amici e ai concittadini, la sua lista Pennacchi per Latina, che ha come candidato sindaco Filippo Cosignani, un altro fa-

In campo A sinistra lo scrittore Antonio Pennacchi con Italo Bocchino e (dietro) Fabio Granata: entrambi esponenti di Fli

La vicenda

Lautore Lo scrittore Antonio Pennacchi, 61 anni, ex Msi, ex Pci, autore nel 2003 del libro Il fasciocomunista (sotto la copertina) per le amministrative che coinvolgeranno anche il Comune della sua Latina aveva deciso di appoggiare la lista locale di Fli ponendo come

scista rosso. Non c Italo Bocchino, per venuto Fabio Granata, che s messo addirittura capolista, e poi, dietro, ci sono anche un intellettuale come lex direttore editoriale del Secolo dItalia Luciano Lanna, Filippo Rossi del Futurista online, e poi ancora, siccome questo un listone di ex compagni ed ex camerati, c pure il Massimiliano Lanzidei, noto rifondarolo militante.

Look Pennacchi si presentato in abito nero, cappello leninista e sciarpa rossa Il candidato Lautore di Canale Mussolini sostiene la candidatura di Filippo Cosignani

Pennacchi, che significa essere un fasciocomunista? Io parto da un concetto: i recinti del 900 sono saltati e superati. E, in questa fase, il problema del Paese non il conflitto tra destra e sinistra, ma tra Stato e anti-Stato, tra noi perbene e i satrapi nati sulle carogne in putrefazione della Prima Repubblica.... Lei quindi sostiene che... Aho! A giornalista! Voi sape che penso? Famme di. Per cominciare, penso che un paragone tra Mussolini e Berlusconi sia impossibile, nel senso che sarebbe offensivo nei confronti di Mussolini... anche perch dico, oh! pure Mussolini andava con le prostitute, ma poi mica le nominava deputate! Detto questo, ti aggiungo che il Duce avrebbe gi mandato il Cavaliere al confino da tempo... altro che tre televisioni, quello gli avrebbe fatto dare tante legnate qui, sul collo....

condizione il sostegno dei futuristi al candidato del centrosinistra: superiamo la tradizionale divisione fra destra e sinistra per salvare lo Stato dalla deriva berlusconiana Le reazioni La proposta provoca dure polemiche e lo stop dei vertici del partito di Fini. Alla fine Pennacchi concede il suo nome alla lista (Penacchi per Latina - Fli) che corre da sola alle urne e non si candida n come sindaco n come consigliere

R.R.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabrizio Roncone
RIPRODUZIONE RISERVATA

La lettera

che un leader di partito sia il signore che elargisce favori, distribuisce posti, assicura protezione chiedendo in cambio ai seguaci fedelt assoluta e gratitudine perinde ac cadaver, come insegnava alcuni secoli fa Ignazio da Loyola, che per si riferiva non al signore ma al Signore. La gratitudine il sentimento che cementa una comunit nello stadio della personalizzazione estrema della leadership. Nellra dei partiti ideologici antidemocratici il dissenso era piuttosto equiparato al tradimento e all'apostasia: roba da rinnegati, non da ingrati. Nei partiti comunisti il valore supremo era lunit mistica del Partito: extra ecclesiam, nulla salus. In Italia, il Pci considerava pidocchi i dissidenti, e il Msi neo-fascista bollava come Badoglio chiunque fosse in sospetto di tradimento. Nei pur vituperatissimi partiti democratici della Prima Repubblica, il dissenso era fisiologico. Nei partiti carismatici della Seconda, il tradimento si trasforma, ineluttabilmente, in ingratitudine. Ingrati sono stati i leghisti che hanno osato contraddire Bossi. Ingrati, nellottica berlusconiana, sono stati Casini e Fini: come se il loro destino pubblico fosse il frutto di una magnanima concessione del Capo e dissentire fosse la rottura di un patto di fedelt, una pugnalata alla schiena. Quella di Stefania Craxi una sto-

ria a parte, e laccostamento con quelle di Fini e Casini eccessivo e improprio, e non nemmeno allorizzonte una rottura con Berlusconi. Eppure anche lei stata sfiorata dal dubbio che un soffio di meschina ingratitudine ne abbia animato le parole. Stefania Craxi, peraltro, non ha nemmeno preso le distanze dal leader nella sua guerra totale contro la Procura di

Sotto accusa Gianfranco Fini e Pier Ferdinando Casini, accusati di tradimento nel Pdl. A fianco, Chiara Moroni, figlia di Sergio, socialista morto suicida

Milano, come invece ha fatto Chiara Moroni, la figlia del dirigente socialista che si suicid allepoca di Mani Pulite oggi liquidata come ingrata per la sua adesione al partito finiano. Ma affiora come un dogma lidea che i socialisti, vittime della rivoluzione giudiziaria, e la figlia di Bettino Craxi in particolare, debbano a Berlusconi eterna riconoscenza e gratitudine per aver salvato nel 94 l'Italia dalla vittoria considerata certa della gioiosa macchina da guerra post-comunista: dei carnefici politici del Psi craxiano. Unidea fondata su una realt storica incontestabile, sebbene nel 1992 le reti Fininvest non si fossero tirate indietro nel sostegno entusiastico allazione di Mani Pulite. Ma lra della gratitudine pu avere una fine? Dopo diciassette anni esige ancora una coazione al silenzio, al ringraziamento tacito e acritico? E soprattutto, la gratitudine richiede che per sempre e su qualunque argomento occorra essere daccordo con il Capo? Se la gratitudine diventa un potente ricatto morale, unintimazione perenne al silenzio, la dialettica democratica normale in una formazione politica ne viene svilita, annullata, screditata. I signori delle tessere si trasformano cos in signori delle anime, dove dire grazie equivale sempre allumiliante sissignore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefania Craxi: al Cavaliere una prova di lealt Non sto in silenzio se un mio amico sbaglia

Caro direttore, ho atteso alcuni giorni prima di riprendere la parola. Ho aspettato che la mia intervista fosse in edicola, in modo che tutti avessero la possibilit di leggerla nella sua interezza. E francamente, mi sarebbe piaciuto che almeno qualche esponente del Pdl si esprimesse nel merito senza basarsi solo sui titoli dei giornali. In questi giorni mi capitato di leggere e sentire di tutto e di pi: che la mia intenzione fosse quella di smarcarmi da Berlusconi; che cercassi di accreditarmi verso nuovi soggetti politici; che volessi lanciare un segnale alla diaspora socialista. Ma l'unico segnale che ho lanciato quello a Berlusconi, e credo sia evidente a tutti che se avessi avuto intenzione di smarcarmi, o peggio di accreditarmi presso non si sa chi, non avrei dovuto far altro che quello che gi stanno facendo taluni, usi a disobbedir tacendo. Io preferisco esser leale parlando. Ho constatato insomma che difficile esprimere le proprie opinioni in assoluta franchezza senza essere aggrediti e tacciati di tradimento,

magari da chi vuole spiegarmi cos'avrebbe fatto Bettino Craxi al mio posto e crede che io mi sia dimenticata cos'ha fatto lui a Bettino Craxi. La battaglia di Berlusconi per la modernizzazione del Paese la mia battaglia: al suo fianco la combatter fino in fondo, ad iniziare dalla giustizia. Ma il mio affetto e la mia solidariet non potranno mai diventare cortigianeria. Se a mio avviso uno dei miei pi cari amici talvolta sbaglia, il vero affetto non silenzio.

Stefania Craxi
Sottosegretario agli Esteri

12

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

shop tommy.com

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano 13
Il critico darte Vittorio Sgarbi e il ministro Giancarlo Galan (Ansa)

Politica e cultura Le scelte

La Biennale perduta dal critico darte con troppi incarichi


Le dimissioni di Sgarbi e lattacco a Galan
La vicenda
Gli incarichi Vittorio Sgarbi direttore (dimissionario) del Padiglione Italia per limminente Biennale darte di Venezia. Alto commissario della Regione autonoma Sicilia per larea archeologica di Piazza Armerina, consulente per gli acquisti del Maxxi, sindaco autosospeso di Salemi, responsabile delle mostre di scultura del Festival dei due mondi di Spoleto, curatore di mostre e membro del Consiglio direttivo di Palazzo Te a Mantova Il rifiuto di Galan Il ministro Galan non ha nominato Sgarbi sovrintendente a Venezia dopo che la Corte dei Conti aveva annullato lultima sua nomina ROMA Elenco (certamente lacunoso) degli attuali incarichi di Vittorio Sgarbi. Direttore (dimissionario, e vedremo perch) del Padiglione Italia, designato dal ministero dei Beni culturali, per limminente Biennale darte di Venezia. Alto commissario della Regione autonoma Sicilia per larea archeologica di Piazza Armerina (con ricorso presentato per il riconoscimento di Dirigente generale). Consulente per gli acquisti del Maxxi, il nuovo museo nazionale delle arti del XXI secolo, sempre di nomina ministeriale. Sindaco di Salemi, autosospeso e prossimo alle (annunciate) dimissioni. Perch? Per poter partecipare come conduttore/autore su Raiuno a Il mio canto libero dal 2 maggio (o sar il 18 maggio? Le date sono incerte) in prima serata, contenitore-risposta a Vieni via con me di Saviano e Fazio. Se non si dimettesse, incapperebbe nellincompatibilit e nella par condicio. Ancora. Responsabile delle mostre di scultura del prossimo Festival dei due mondi di Spoleto. Curatore di numerose mostre tra cui Gli occhi di Caravaggio, ora al Diocesano di Milano. Membro del Consiglio direttivo di Palazzo Te a Mantova. Ce n per dodici manager culturali. Manca un pezzo importante. Da marted sera Vittorio Sgarbi non pi candidato alla Sovrintendenza speciale di Venezia. La decisione del neoministro Giancarlo Galan inappellabile e si basa su un solidissimo pilone: una sentenza della Corte dei Conti che ha annullato la precedente nomina di Sgarbi da parte di Sandro Bondi, che lo aveva designato di fatto per chiara fama, scavalcando i candidati interni allamministrazione. Ora Galan ha deciso di ascoltare la macchina interna del ministero, di evitare futuri nuovi contenziosi con la Corte dei Conti e di annunciare a Sgarbi che non sar lui il nuovo sovrintendente di Venezia. Semplicemente perch non pu. Reazione violenta di Sgarbi: Mi dimetto da curatore del

Padiglione Italia e mi dedico solo al Festival di Spoleto. Rinuncio alla Biennale, perch sono stato cacciato da Venezia. Galan non un ministro, ma un uomo che non sa quello che fa. Ed ecco il punto.

Sgarbi: rinuncio, mi
hanno cacciato Galan: non c nesso con la nomina a sovrintendente

Sgarbi-uno (direttore del Padiglione Italia) afferma di non poter sostenere il suo ruolo senza il sostegno di Sgarbi-due, fino a met marzo sovrintendente a Venezia. Il doppio Sgarbi aveva immaginato un dialogo tra larte contemporanea e gli spazi museali come le gallerie dellAccademia (con linserimento di Lucian Freud, Fausto Pirandello, le foto di Elton John e David Hockney) o la Ca dOro (Gino de Dominicis e la Collezione Koelliker) o palazzo Marcello (il Museo della Follia). Tesi sgarbiana: Il mio un progetto unitario, la carica di sovrintendente e

quella di curatore alla Biennale vanno di pari passo. Infatti il curatore non pu muoversi senza i permessi del sovrintendente perch il secondo autorizza gli spazi al primo. Galan non sente ragioni (nemmeno certe telefonate di Berlusconi, per smentite da chi gli vicino) e procede per la sua strada, sostenuto dalla macchina ministeriale: Non c alcun nesso tra lincarico di Sgarbi alla Biennale e la mancata nomina a sovrintendente del polo museale veneto. Spero che Sgarbi lo capisca e si convinca a ritirare le dimissioni. Nella sua decisione non c

logica. Mi auguro di parlargli, anche se non sar facile. Latmosfera tra i due tesissima. Proprio ieri si sono ritrovati alla presentazione del programma del Festival di Spoleto. Sgarbi: Non vogliono farmi parlare. Vogliono farmi stare zitto perch hanno paura di quello che potrei dire, ma tanto parlo lo stesso. Galan con un cenno fa capire che non c problema. Segue lunghissimo intervento di Sgarbi in cui, appunto, rende pubbliche le dimissioni da Venezia (ma ieri sera al ministero non risultavano ancora formalizzate). A Venezia, citt chiave della nostra cultura nazionale, aspettano un sovrintendente che resti al suo tavolo di lavoro dalla mattina presto alla sera tardi. Le pratiche aumentano ogni giorno. Dal maggio 2010, cio da quando Bondi nomin Sgarbi scavalcando le regole del concorso, la sovrintendenza vive in uno stato di fibrillazione, tra i mille impegni dellormai ex titolare. Il quale tra un mese e mezzo sapr se la Cassazione confermer o annuller la condanna a 6 mesi e 10 giorni per falso e truffa aggravata per i certificati medici per malattia ritenuti falsi, prodotti nel 1989-90 quando era funzionario proprio alla sovrintendenza di Venezia. Periodo in cui appariva quasi ogni giorno al Costanzo show.

Paolo Conti
RIPRODUZIONE RISERVATA

14 Primo Piano

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Ripresa Le riforme

Giulio Tremonti, ministro dellEconomia

Tremonti: basta oppressione fiscale Semplifichiamo la vita alle imprese


A maggio il decreto sul piano per la crescita. Priorit a casa, grandi opere e ricerca

Figi, il sogno del diplomatico Ue

di LUIGI OFFEDDU

Unione Europea ha 130 delegazioni, cio ambasciate, nel mondo. Le due forse pi ambite: isole Barbados, nei Caraibi, e isole Figi. Ma non hanno unimportanza geostrategica prioritaria, dice l'eurodeputato leghista Lorenzo Fontana in uninterrogazione, e perci chiede chiarezza sui costi. Non per che l si stia in vacanza: la delegazione delle Figi si occupata per esempio di un appalto per la fornitura di 24 mucche da latte e un toro frisone a un college nelle isole Tonga, nel quadro di un progetto Ue; e si felicitata con lonorevole Tuilaepa Sailele Malielegaoi, rieletto premier delle isole Samoa dopo essere stato premier per 13 anni di fila.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA - Entro la fine di maggio arriver il decreto del governo con lattuazione delle prime riforme previste dal Piano Nazionale per la crescita sottoposto a Bruxelles. Le prime misure, ha detto ieri il ministro dellEconomia Giulio Tremonti ascoltato in Senato, riguarderanno il nuovo Piano Casa, con la possibilit di demolire e ricostruire gli edifici con un premio volumetrico, laccelerazione delle grandi opere pubbliche, il credito dimposta al 90% per le imprese che affidano la ricerca alle Universit o agli istituti pubblici, listituzione dei distretti turistici balneari. Nel frattempo il governo tenter di concentrare e operare una regia sullinvestimento dei fondi euro-

pei per il Sud, che non necessariamente devono essere amministrati dalle Regioni, ha detto Tremonti. E per venire incontro alle imprese, il governo promette una nuova semplificazione dei controlli, anche fiscali. Abbiamo un quantum di controlli assolutamente incredibile ed eccessivo con costi come tempo perso, stress e occasioni di corruzione. un tipo di meccanismo non di pressione, ma di oppressione fiscale che dobbiamo interrompere ha detto il ministro dellEconomia, sollecitando proposte al Parlamento. Potremmo trovare un criterio che, fatte salve le esigenze erariali, e fermo il discorso sulla sicurezza del lavoro, riduca il conti-

nuo meccanismo di frequentazione delle imprese, per cui vanno via i Vigili urbani e la settimana dopo arrivano gli Ispettori del ministero. Se in Parlamento emergono idee sono benvenute ha detto il ministro. Tremonti ha sottolineato anche lesigenza di ridurre i costi per la quotazione in Borsa delle imprese, che in alcuni casi rasentano la follia. Per quotare unazienda da 80 milioni di capitalizzazione i costi sono dell8% ha sottolineato il ministro, osservando che ci sono chance elevate di portare in Italia i capitali, ma devi offrire dei regimi legali e dei livelli di burocrazia assolutamente competitivi. Tremonti si poi soffermato sul Mezzogiorno.

I fondi Ue devono andare alle Regioni, ma non scritto che debbono essere amministrati dalle Regioni. Devono essere sentite e coinvolte, ma quello il luogo di arrivo dei fondi ha spiegato il ministro. Le idee da riprendere sono quelle della regia nazionale e della concentrazione delle risorse sulle grandi opere ha aggiunto Tremonti, invitando lopposizione e le parti sociali a non fare proteste, ma proposte. Anche se quelle di riforma del Pd, ha osservato il ministro, non durerebbero dieci minuti allesame di Eurostat, lorganismo che dovr valutare limpatto delle riforme sui conti pubblici.

Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le audizioni parlamentari

Manovra, Bankitalia spinge A settembre le misure Corte dei conti: 40 miliardi


MILANO Contenere la spesa decisivo per lItalia e le misure dovranno essere note gi a settembre. Le sfumature sono diverse ma le posizioni di Banca dItalia e Corte dei Conti sul Documento di economia e finanza 2011 sono accomunate da alcune perplessit, come emerso ieri nelle audizioni alle commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato. Sulle cifre, per Bankitalia la stima della manovra correttiva di 35 miliardi di euro, mentre per la Corte dei Conti di 40 miliardi. Due giorni fa il ministro dellEconomia Giulio Tremonti aveva parlato per il biennio 2013-2014 di almeno 15 miliardi, lo 0,5% del Pil ciascun anno. Il vicedirettore generale di Via Nazionale, Ignazio Visco, ha fatto presente che le stime sono prudenti e non inventate dalla Banca dItalia. Si trovano nel documento del governo che fa riferimento al 2,3% del Pil. Laggiustamento strutturale richiesto dallEuropa, ha spiegato Visco, almeno dello 0,5% per questanno e sale allo 0,8% per i due successivi poich lItalia ha un debito alto. Insomma, il piano di consolidamento delle finanze pubbliche presentato nel Def e che dovr essere vistato da Bruxelles per Bankitalia ambizioso, tanto pi che le misure concrete da attuare nel biennio 2013-2014 per conseguire il pareggio di bilancio ha ricordato Visco devono essere definite gi a settembre, come prevedono le nuove regole europee. Servono per le riforme strutturali per il rilanCala il risparmio cio della crescita, determinante per contenere i costi sociali e Giovannini (Istat): limpatto sul sistema produttidiminuisce la vo dellaggiustamento di bilanpropensione al risparmio cio. Un rafforzamento della lotdelle famiglie ta allevasione fiscale potrebbe poi aprire spazi per una riduzione delle aliquote fiscali. Il nodo riforme quello da Obiettivo 2% sciogliere anche per la Corte dei Conti. Il percorso finora Ignazio Visco e Luigi compiuto si dimostrato per il Giampaolino: va alzato presidente Luigi Giampaolino il potenziale di crescita non sufficiente a condurre i vadel Pil almeno al 2% lori di crescita in prossimit di quel 2% che rappresenterebbe il valore in grado di conciliare lobiettivo di riduzione congiunta dellindebitamento e del debito pubblico, come richiesto dalle nuove regole. Sullipotesi di una manovra correttiva la Corte dei Conti, anche se valuta positivamente il Def, mostra qualche perplessit. Pesano gli andamenti della finanza pubblica, influenzati dal persistere della crescita lenta, che riduce la dinamica del gettito ragiona Giampaolino e rende pi difficile i costi di un programma di riduzione della spesa statale. La crescita che viaggia a una velocit troppo bassa per contribuire significativamente al riassorbimento dellofferta di lavoro inutilizzata e al consolidamento della finanza pubblica anche la posizione espressa dal presidente dellIstat Enrico Giovannini, che esorta a fare di pi e che solleva il rischio di uninflazione pi elevata rispetto alle stime indicate dal governo nel Documento di economia e finanza: Il tasso tendenziale dellindice armonizzato dei prezzi al consumo stato del 2,8% ha spiegato portando all1,8% linflazione gi acquisita per il 2011: la previsione, contenuta nel Def, di una crescita del 2,2% in media danno, quindi, pu essere raggiunta solo con una forte attenuazione nei prossimi mesi delle tendenze allaccelerazione emerse nei mesi passati.

cartier.com - 02 30 26 748

Nella pi grande tradizione gioielliera, Cartier vi offre un servizio a misura dei vostri sogni. Riunendo indici di rarit tra i pi elevati, un diamante Cartier diverso da ogni altro. Scegliete il vostro diamante, sar montato per voi sul modello di vostra scelta. Un servizio esclusivo per unemozione unica.

Francesca Basso
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano 15

Il dossier Le misure promesse su lavoro, previdenza, ambiente e imposte comporteranno per le piccole e medie aziende un risparmio di 6,9 miliardi

Burocrazia e balzelli costano 21 miliardi


In Italia 122 adempimenti fiscali, 12 in Gran Bretagna. Per pagare le tasse 285 ore lanno
ROMA La burocrazia amministrativa costa alle imprese italiane 21,5 miliardi di euro lanno. A occhio e croce un punto e mezzo di Pil. Nel programma di governo c lobiettivo di dimezzare il salasso entro il 2012. A queste cifre guardava probabilmente il ministro del Tesoro Giulio Tremonti nel denunciare la sindrome da carte e documenti che asfissia il mondo delle imprese. E infatti quellonere improprio di 21,5 miliardi scritto a pagina 107 del programma nazionale di riforma (Pnr) approvato dal governo settimana scorsa. A quella cifra gli economisti di via Venti Settembre sono arrivati misurando le 71 procedure a pi alto impatto secondo gli obiettivi fissati da Europa 2020. Sempre secondo il Pnr sono gi state definite misure di semplificazione in materia di lavoro, previdenza, ambiente e fisco che comporteranno soprattutto per le piccole e medie imprese un risparmio stimato in 6,9 miliardi lanno a cui vanno aggiunti altri 900 milioni da minori spese sul fronte della privacy e degli appalti di cui si sta occupando la Camera in questi giorni. Altri 3,8 miliardi si risparmierebbero, secondo il Tesoro, decentrando alcune funzioni col federalismo, arrivando cos alla fatidica cifra complessiva di 11,6 miliardi di euro che il valore della semplificazione normativa cui sta lavorando lo staff di Tremonti. Per arrivare a questi giganteschi volumi di spesa il Tesoro ha fatto riferimento a un rapporto della Commissione europea del 2005 che ha valutato in 70 miliardi i costi totali amministrativi per lItalia (imprese, cittadini e istituzioni) dei quali 12,8 riferibili a Bruxelles, 36,4 a livello statale e 21 a livello locale. Proprio nel merito della valutazione di quanti euro si potrebbero risparmiare evitando lungaggini burocratiche (gli adempimenti fiscali in Italia sono 122 contro i 12 del Regno Unito, per esempio) ieri gli uffici studi delle varie associazioni imprenditoriali si sono sbizzarriti. Secondo i calcoli degli attivissimi artigiani di Mestre (Cgia), una Pmi si vede gravare la cifra di 1.200 euro allanno su ogni addetto. Quasi una mensilit, un vero salasso ha commentato il segretario Giuseppe Bortolussi che, pur essendo di centrosinistra, ha ammesso che Tremonti ha ragione, basta col fisco opprimente e la burocrazia ottusa. Facendo i paragoni con lestero, la Cgia ha scoperto che in Italia so-

I temi sul tavolo


Fisco In Italia per pagare il fisco le aziende impiegano 285 ore lanno contro le 215 della Germania e le 197 della Spagna Aziende Definite misure di semplificazione in materia di lavoro, previdenza e fisco con un risparmio di 6,9 miliardi lanno per le piccole e medie imprese Burocrazia amministrativa Costa alle imprese italiane 21,5 miliardi di euro lanno. Lobiettivo dimezzare la cifra entro il 2012

Gli oneri amministrativi Lo studio europeo che valuta i costi amministrativi in Italia per imprese, cittadini e istituzioni, molti dovuti allo Stato centrale

lo per pagare il fisco le aziende impiegano 285 ore lanno contro le 215 della Germania e le 197 della Spagna. Anche Rete Imprese Italia, il nuovo network associativo che raggruppa commercianti e artigiani, ha preso la calcolatrice arrivando a stimare in 2,7 miliardi lanno il costo delle imprese italiane solo per espletare quattro adempimenti fiscali come il 770, la dichiarazione Iva, la comunicazione annuale e i rimborsi Iva. Per Giorgio Guerrini, presidente di turno della Rete, il ministro dellEconomia ha recepito quanto le organizzazioni imprenditoriali denunciano da sempre. Pi guardinga la Confindustria, dopo che nei giorni scorsi il presidente Emma Marcegaglia aveva giudicato deludente la politica economica del governo troppo sbilanciata sul rigore e con poche iniziative per stimolare la crescita. Per il vicepresidente Alberto Bombassei

senzaltro positivo lallentamento della pressione fiscale e dei controlli anche perch levasione non tanto nelle grandi imprese ma dappertutto. Cos un altro vicepresidente confindustriale, Diana Bracco, ha detto che non possiamo che essere daccordo con Tremonti anche se ora si tratta di vedere i fatti. Sulla stessa linea il numero uno di Bnl e Assonime Luigi Abete che avanza tuttavia il sospetto che Tremonti si concentri sul fare comunicazione anzich sulle azioni. Per la Confindustria del resto la lotta alla burocrazia e agli sprechi della pubblica amministrazione un vecchio cavallo di battaglia. Gi al convegno della piccola e media impresa tenuto a Palermo due anni fa, un corposo studio del centro studi denunciava aggiungendo al rapporto 2005 di Bruxelles quello della World Bank del 2008, Doing Business come leccesso di vincoli amministrativi fosse unancora alle attivit delle imprese per circa 4 punti di Pil, circa 63 miliardi di euro. Sempre allanno.

Roberto Bagnoli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mediobanca-Unioncamere Il rapporto sullindustria italiana

Investimenti, export e fatturato Pi fiducia fra gli industriali


ROMA Medie imprese alla riscossa nel 2011. Secondo il rapporto Mediobanca-Unioncamere, presentato ieri, le 4.030 aziende industriali italiane che hanno tra i 50 e i 499 dipendenti, prevedono per questanno un ulteriore miglioramento di tutti gli indicatori economici rispetto a un 2010 in cui avevano gi ripreso fiato. In particolare il 63,7% di queste imprese prevede un aumento di fatturato (61,7% nel 2010), e il 55,9% un aumento di produzione. Intanto aumenta la quota di imprese esportatrici, passando dall83% del 2009 al 94% attuale. La crisi ha spinto a ampliare i mercati di sbocco includendo Brasile, India, Cina e Paesi arabi, anche se su questi ultimi grava ora lo spettro dellinstabilit politica e della guerra civile. Anche gli investimenti si preannunciano in espansione con un ricorso per il 48,6% allautofinanziamento e per il 43,6% ai prestiti bancari, che ora appaiono pi facili da ottenere. Crescono invece da 30 a 60 giorni i tempi di pagamento dei fornitori. Loccupazione attesa complessivamente in calo dello 0,7%, dato che va per messo in relazione con la permanenza di molti lavoratori in cassintegrazione, anche se le imprese che ricorreranno agli ammortizzatori sociali passer dal 58% del 2009 al 28% del 2011. In crescita la domanda di operai specializzati, conduttori di impianti e assemblatori. Rispetto alla domanda, appaiono introvabili figure pi qualificate come i tecnici delle scienze ingegneristiche e gli ingegneri, ma anche meccanici, montatori e manutentori. Alla ricerca di un maggior efficientamento, le aziende medie stanno investendo in tecnologie e il 27% sta riportando al proprio interno una serie di processi che aveva precedentemente esternalizzato. Rilevante la riconversione verso leconomia verde da parte del 68% delle aziende. Queste imprese ha detto il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello devono pagare quasi il doppio delle tasse rispetto alle loro concorrenti tedesche o spagnole. A proposito del fisco, il presidente di Mediobanca, Renato Pagliaro, ha speso alcune parole sull'Irap che certamente un' imposta non equa ed stata introdotta perch la precedente dava un gettito sostanzialmente trascurabile. D'altronde, ha rimarcato, noi italiani per anni siamo stati campioni in evasione ed elusione fiscale.

Bilancio 2010

Cdp, utile in crescita del 59% Nuove risorse per 11 miliardi


MILANO Cassa depositi e prestiti chiude il 2010 con un utile netto di 2.743 milioni di euro, in crescita del 59% sul 2009. Lutile, spiega la nota, influenzato da una plusvalenza di circa un miliardo ottenuta dalloperazione di permuta azionaria con il ministero dellEconomia: al netto di questo e altri fattori, lincremento dellutile pari all8%. Nel corso del 2010 Cdp ha mobilitato nuove risorse per quasi 11,7 miliardi (+2%). La Cdp d alleconomia pi di 100 miliardi, tra prestiti privati e prestiti pubblici. Crescendo, e senza nessun rischio, si sposter verso leconomia privata ha detto il ministro Giulio Tremonti.

Antonella Baccaro
R PRODUZIONE RISERVATA

16

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano 17
#

Ripresa Il dibattito
Laudizione Nel programma nazionale di riforme misure eterogenee. Nel metodo mancata una seria riflessione sul futuro, impostazione dellultimora
sing sulla Commissione lo fa un governo, gli altri si chiedono perch quel governo non interviene in Consiglio per frenare la produzione normativa. O perch non faccia altrettanto in casa sua ha sottolineato il professore. Sottolineando con evidente perplessit la volont del governo di modificare larticolo 41 della Costituzione perch altrimenti non si pu ridurre la burocrazia, quando addirittura esiste gi un ministero della Semplificazione. Ci sarebbe voluta un po pi di coerenza e meno estemporaneit anche per affrontare la politica industriale e quella della concorrenza. Quel Piano, secondo Monti, sarebbe stata la sede giusta per ragionare sullitalianit delle imprese, sullenergia nucleare (Un mese fa chi si opponeva era oscurantista, e oggi, mentre la Ue affronta la questione pragmaticamente, da noi prevale il tuziorismo), sulla spinta da dare alla concorrenza (La legge annuale sul tema era un buono strumento, ma se ne sono perse le tracce). Qualche perplessit, infine, c anche sulla riforma fiscale, perch alleggerire limposizione sul lavoro non significa spostare il peso dalle imposte dirette a quelle indirette, che semmai hanno un connotato di regressivit. E sulla regia delle riforme da presentare alla Ue. Che per funzionare, secondo Monti, deve vedere in prima fila direttamente il premier.

Monti: sui piani per la crescita il governo colmi il ritardo


Tremonti efficace sui conti, ora pi coerenza nelle riforme
ROMA Per adesso unoccasione persa. Nel merito, perch le riforme contenute nel Piano nazionale varato dal governo sono eterogenee, poco coerenti e slegate da una visione dinsieme. Nel metodo, perch la preparazione del piano da sottoporre al giudizio e al monitoraggio di Bruxelles avrebbe dato finalmente alle parti sociali e alla classe dirigente del Paese la possibilit di una seria riflessione sul futuro. Invece si perso tempo e cos, secondo Mario Monti, venuto fuori un Piano nazionale poco ambizioso, un po confuso e con una scarsa articolazione operativa. Limpostazione quella del piano dellultima ora, sottolinea il presidente della Bocconi ed ex commissario europeo, davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato che lo ascoltano sul Programma di stabilit ed il Piano di riforme. Sui conti pubblici il ministro Tremonti riuscito con unazione attenta, vigile e ritengo anche politicamente costosa, a tenere la barra dritta. Ma con altrettanta franchezza devo dire che la politica per favorire la crescita delleconomia stata carente ha detto Monti. C sollievo, ma se nel Paese prevale il convincimento di aver attraversato la crisi meglio degli altri il tutto diventa preoccupante. I problemi della crescita in Italia ha detto lex commissario Ue sono molto seri e non possono essere trascurati. Invece, dopo il 97, la stagione delle riforme si fermata: Nei governi di centrosinistra e di centrodestra non c stata la necessaria coesione sullobiettivo di fare dellItalia una grande economia di mercato, anche se regolata da un potere pubblico forte. Lo sforzo in atto per riprendere il filo apprezzabile. Ma, avverte Monti, serve anche coerenza. Una certa parte della maggioranza, fino a pochi anni fa, si scagliava contro gli eccessi di regolamentazione della Ue. Se questo pres-

Il testo e lEuropa

Def, presentazione entro fine mese

1 2

Il Documento di economia e finanza per il 2011 va presentato a Bruxelles entro la fine del mese: un piano che devono fornire tutti i Paesi europei, secondo lAgenda 2020

Programma di stabilit e Pnr


Il corposo documento si articola in due sezioni: la prima il Programma di stabilit (aggiornamento del quadro di finanza pubblica varato alla fine del 2010); la seconda il Piano nazionale di riforma (Pnr) per lo sviluppo

The Wall Street Journal sulla Bce

Schuble sceglie Draghi


Il Wall Street Journal rilancia le indiscrezioni pubblicate dal quotidiano tedesco Handelsblatt secondo cui il ministro delle Finanze di Berlino, Wolfgang Schuble, appoggerebbe la candidatura di Mario Draghi come nuovo presidente della Bce al posto di Jean-Claude Trichet. Una scelta italiana alla Bce guadagna sostegno a Berlino. Cos titola lapertura del quotidiano statunitense che dedica un ampio articolo in prima pagina al governatore. Il Wsj sottolinea come il parere della Germania sia cruciale nella scelta del successore di Trichet e riporta altre indiscrezioni secondo cui Schuble giudica gli altri candidati non sufficientemente forti da conquistare il sostegno necessario dei principali Paesi europei.

Il documento negli accordi Ue

Intervento Mario Monti, presidente dellUniversit Bocconi

Il Pnr la novit prevista dagli ultimi accordi europei: un documento dallorizzonte triennale, che indica le riforme strutturali per ridurre deficit e debito pubblico e per rilanciare la crescita

Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA

18 Primo Piano
#

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Energia Gli scenari

Paolo Romani ministro per lo Sviluppo economico

Il Senato vota lo stop al nucleare Romani: cos il referendum inutile


Il Pd insorge: falsa la rinuncia, vogliono solo guadagnare tempo dopo Fukushima
ROMA Il Senato ieri ha detto s. E adesso tocca alla Camera trasformare in legge (entro il 30 maggio) il cosidetto decreto Omnibus che con un emendamento ha cancellato le centrali nucleari dalla geografia dellItalia. Sono state cos abrogate tutte le norme oggetto del quesito referendario, ha spiegato in aula Paolo Romani, ministro per lo Sviluppo Economico. E lopposizione insorta. Gi marted i promotori del referendum sul nucleare, lItalia dei Valori, avevano pi che insinuato il dubbio: il governo ha voluto cancellare un quesito che avrebbe trascinato ben oltre il quorum anche gli altri referendum, il legittimo impedimento prima di tutti. Ieri per le opposizioni il dubbio diventato una certezza che in Aula stata trasformata nel voto contrario allemendamento. Di unopposizione del genere non sai che cosa fartene: se dici rosso vogliono nero, se dici nero vogliono giallo, ha ironizzato il ministro leghista Roberto Calderoli nei corridoi di Palazzo Madama. Fra i banchi dellAula, per, lopposizione aveva motivato a gran voce quel suo no compatto (si astenuta lApi) allabolizione del nucleare. Il senatore ecologista del Pd Roberto Della Seta lo aveva fatto con il tono pi deciso: Le dichiarazioni del ministro Romani confermano il sospetto che le modifiche proposte dal governo al decreto sul nucleare non significano la rinuncia ad un progetto ormai palesemente insensato, ma servono soltanto a guadagnare tempo, evitando il referendum di giugno. Il ministro Romani aveva parlato della necessit di aspettare un chiarimento europeo per una decisione cos importante come quella sul nucleare e aveva espresso preoccupazione perch tra poche settimane gli italiani sarebbero stati chiamati a scegliere sullonda dellemozione, assolutamente legittima, dopo lincidente di Fukushima. Da Bruxelles stato Gunther ttinger, il commissario europeo dellenergia, che ha voluto puntualizzare: Il mix energetico una competenza nazionale e sta ai singoli stati decidere se avere il nucleare o meno. Le parole di Romani, tuttavia, avevano fatto tuonare nellaltra Camera il segretario del Pd Pierluigi Bersani: Hanno paura del referendum e scappano dalle scelte fatte. Bisogna tenere alta la guardia perch ancora non si capito che scelte vogliono fare per affrontare la questione energetica. La guardia rimane alta. LItalia dei Valori annuncia di voler continuare la campagna per il referendum sul nucleare perch quellemendamento del governo soltanto una truffa ha detto felice Belisario presidente del gruppo. Dai Verdi invece il presidente Angelo Bonelli a lanciare una proposta: Allestiamo 58 mila seggi dove i cittadini possano andare a votare comunque, qualora la Suprema corte do-

Il ministro Serve un chiarimento europeo per una decisione cos importante come quella sulle centrali

I tempi Il decreto passa ora alla Camera, poi la Corte di Cassazione si pronuncer sulla consultazione

vesse decidere che il quesito referendario venuto meno. La Suprema Corte, cui spetta la scelta definitiva se cancellare o meno il referendum, per pronunciarsi dovr aspettare che il decreto Omnibus venga pubblicato sulla gazzetta ufficiale. E prima di essere pubblicato il decreto deve, ovviamente, essere approvato dalla Camera. Licenziato ieri da Palazzo Madama, questo decreto non ha ancora avuto alcuna ipotesi di calendarizzazione a Montecitorio. La prossima settimana la Camera avrebbe dovuto discutere il documento finanziario, anche se con molta probabilit verr votata uninversione dellordine del giorno cos da poter mettere in calendario subito la discussione del testamento biologico e, dopo, il documento finanziario. Prima del decreto Omnibus dovrebbe esserci anche una conversione in legge in materia di forze dellordine.

Alessandra Arachi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Umberto Veronesi

Scelta in controtendenza con il resto del mondo La ricerca non si ferma


ROMA Si preparava a organizzare un viaggio in Giappone, per vedere con i suoi occhi il disastro di Fukushima e attingere informazioni dirette sui danni generati dal terremoto. Il programma sospeso dopo la decisione del Consiglio dei ministri di tagliare dal decreto Omnibus le norme per le nuove centrali nucleari. amareggiato Umberto Veronesi, ma con la consueta pacatezza esprime il suo rammarico in una breve nota rilasciata ieri mattina alle agenzie di stampa: Liniziativa del governo comprensibile anche se in controtendenza rispetto alla preponderante strategia mondiale. Il presidente dellAgenzia per la sicurezza nucleare ribadisce poi il suo atteggiamento pienamente favorevole alla politica dellatomo: Alla luce dellincidente giapponese la scienza sta studiando nuovi elementi di sicurezza e nuove soluzioni come i reattori di quarta generazione, autofertilizzanti, quindi senza scorie. O le reti di minireattori, pi flessibili e sicuri. Le preoccupazioni dellex senatore riguardano il futuro della ricerca e, come chiarisce, non sono alimentate da emotivit indotta dalla paura ma da razionalit e obiettivit proprie dello scienziato. Auspico che la ricerca italiana non si fermi aggiunge e che non rimanga cos esclusa dallevoluzione scientifica del mondo civile. Lesperienza di Veronesi come responsabile dellAgenzia non stata facile, fin dagli esordi. Prima le polemiche sulla sua nomina, avvenuta a novembre dello scorso anno su proposta del ministro per lAmbiente, Stefania Prestigiacomo. Poi i contrasti col suo partito, il Pd (di cui in ogni caso non possie- Dipendenza de la tessera), che rilev le profonde differenze tra la posizione di evidente apertura delloncologo e la linea antinuclearista dei democratici. Lo hanno di- La dipendenza pinto come un voltagabbana, lo hanno accusato di tradimento arrivando a energetica chiedere le sue dimissioni da senatore. sinonimo di Lui a fine novembre le ha presentate quella economica perch il nuovo incarico incompatibi- e politica le con lattivit di parlamentare. Sono state votate e accettate il 22 febbraio di E lItalia rimane questanno, al suo posto subentrato il Paese Franco Monaco, primo dei non eletti pi vulnerabile del Pd. Daltra parte Veronesi non aveva mai perso occasione per motivare i suoi s al nucleare: La dipendenza energetica sinonimo di dipendenza economica e politica. Buona parte degli Stati civilmente avanzati si sono cautelati contro questa minaccia assicurandosi un approvvigionamento energetico attraverso il nucleare. LItalia rimane il Paese pi vulnerabile. Si era messo a lavorare con entusiasmo per lAgenzia. Una settimana fa lultima riunione, nella sede romana finalmente assegnata dopo alcuni incontri in location provvisorie. Il contrordine del governo tuttavia non ha generato in lui pensieri di dimissioni. Il suo ruolo non stato sminuito dal cambiamento di rotta: Io mi occupo di ricerca. Che deve andare avanti al di l delle scelte sul nucleare. Mi auguro non venga penalizzata. Siamo gi ultimi in Europa e rischiamo di allontanarci ancora.

Margherita De Bac
mdebac@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Primo Piano 19
#

Lautonomia degli Stati Quella del mix energetico una competenza nazionale e per questo sta ai singoli Stati decidere se avere il nucleare o meno Gunther ttinger, commissario europeo dellEnergia

ddio al tanto sbandierato programma nucleare italiano. Che cosa accadr? Gli ambientalisti naf si preparino a una cocente delusione, perch la lotta alla successione vede in prima fila le vecchie e tradizionali fonti fossili: gas, carbone e persino petrolio. Per sole, vento e biomasse la sparizione dellatomo dal panorama energetico nazionale (o meglio: la sua mancata comparsa) non comporter guadagni supplementari di posizione. Discontinue per definizione, le energie rinnovabili paiono ancora troppo costose e dipendenti dai sussidi pubblici per ambire alla sostituzione di una fonte, come quella nucleare, che nei manuali di economia costituisce la base di un sistema elettrico, ovvero energia disponibile a costi contenuti per ventiquattro ore al giorno. Proiezioni aggiornate sul futuro energetico italiano per il momento non ce ne sono. Troppo improvviso il blitz del governo e troppo fresche le promesse di un piano strategico nazionale. Ma non impossibile farsi unidea su ci che accadr. Gli scenari senza latomo Non molto tempo fa lRse (lex Cesi Ricerca) si interrogava sugli scenari nazionali con o senza energia dallatomo. Su quanto sarebbe accaduto dopo il 2020, lanno del primo chilowattora nucleare made in Italy, fino alla soglia del 2030, quando tutte le centrali del programma governativo sarebbero entrate in funzione. Ebbene, a quella data il cocktail elettrico italiano sarebbe stato composto da un 25% per ciascuno di nucleare, gas e rinnovabili, con il carbone poco lontano a quota 17%. Nella versione senza, quella a cui guardiamo oggi, il primato spetter senza ombra di dubbio al gas, con il 38%. A seguire le fonti rinnovabili (29% della produzione di elettricit) e, soprattutto, il carbone, accreditato del 23%. A riprova che lenergia nucleare, una volta introdotta in un sistema energetico, non taglia lerba sotto i piedi alle fonti verdi, ma limita piuttosto lutilizzo degli idrocarburi e soprattutto del carbone. La lezione giapponese A dimostrarlo una volta di pi proprio la lezione del disastro giapponese. Laver inondato di acqua di mare i reattori di Fukushima, e in generale leffetto del terremoto e dello tsunami, ha levato di mezzo circa l8% della produzione elettrica giapponese. Un po come se tutta lelettricit prodotta dal Belgio sparisse da un giorno allaltro. Come pensano di sostituirla a Tokyo? Con fonti che devono essere giocoforza versatili. Cio abbondanti, immediatamente disponibili e trasportabili come gas, carbone e petrolio, in una proporzione che stata stimata in un 40-40-20%. Il Giappone, che ha sempre avuto tra le sue fobie storiche quella della sicurezza degli approvvigionamenti e delle rotte del trasporto, non ha per solo sviluppato lenergia nucleare. Negli anni dopo la crisi del Kippur ha dato vita a unindustria del

Che cosa accadr in Italia


gas liquefatto che ne fa il primo importatore al mondo. Tanto che se la met di quanto gli venuto a mancare oggi dovesse essere soddisfatta dal gas bisognerebbe dirottare verso il Sol Levante qualcosa come 12 navi metaniere ogni mese. Il gas e il carbone, insomma, torneranno ad essere centrali per chi vorr (o dovr) rinunciare alla fissione atomica? Pi il primo che il secondo, per la verit. Senza lapplicazione di costose tecnologie per la sua ripulitura il chilowattora elettrico da carbone produce quasi il doppio della CO2 del chilowattora da gas naturale. Sarebbe logico,

Sbaglia chi pensa a unescalation delle fonti pulite Laddio allatomo rilancer ancora gas e carbone
quindi, preferire questultimo anche se pi costoso. Impianti ormai vecchi Ancora: secondo unaltra stima (di fonte Eni) il 60% dellenergia elettrica europea viene da centrali nucleari e a carbone che in molti casi sono cos anziane che dovrebbero gi essere fuori servizio. E se solo met di esse dovesse passare al gas la domanda europea salirebbe di 200 miliardi di metri cubi, circa il 40% in pi rispetto ad oggi. legittimo aspettarsi qualcosa del genere dopo che la Merkel ha fermato sette vecchi impianti nucleari tedeschi, Bru-

Il progetto Per non gravare sulle importazioni, si punterebbe sul rigassificatore di Porto Empedocle, fermato dai ricorsi Il carbone LEnel potrebbe rispolverare i progetti degli impianti di Porto Tolle (Rovigo) e di Rossano Calabro (Catanzaro)

xelles ha avviato degli stress test generalizzati e le opinioni pubbliche dellintero continente sono in preda a un nuovo effetto Chernobyl (meglio sarebbe dire: un effetto Fukushima) un quarto di secolo dopo? Probabilmente s. La sicurezza e i timori Sul piano della sicurezza qualche timore non sembra infondato se la prospettiva italiana quella di dover dipendere ancora di pi dai soliti fornitori, che per una ragione o per laltra un motivo di grattacapi lhanno dato, o lo danno tuttora. Come la Russia, nel recente passato protagonista di diverse crisi ucraine; o lAlgeria, che non pu essere considerata immune dal contagio delle rivolte nordafricane; oppure la Libia, il cui gasdotto verso la Sicilia stato fermato a tempo indeterminato. Poi bisogna anche metterci gli imprevisti: il tubo dalla Norvegia e dallOlanda stato chiuso lo scorso anno per mesi a causa di una frana in territorio svizzero. E pochi si ricordano che nel dicembre 2008 lancora di una nave strapp nello Stretto di Messina una delle cinque condotte dallAlgeria. La riparazione and avanti per settimane. A livello internazionale non consola affatto pensare che il primo Paese al mondo per riserve di gas dopo la Russia lIran, e che le migliori prospettive per lEuropa si trovino nellarea del Caspio e in Iraq. Le opportunit del gas Gli strascichi della Grande Crisi, che ha abbattuto a livelli mai visti i consumi e i prezzi spot del gas, fanno s che per ora le preoccupazioni rientrino velocemente. Ma se la corsa al gas dovesse ripartire, come si chiede anche lAgenzia internazionale dellenergia, si ritornerebbe alle domande di qualche anno fa: ci si dovrebbe chiedere come mai lItalia non ha nuovi rigassificatori come il Giappone (oltre a quello di Panigaglia e Rovigo) che le permetterebbero tra laltro di sfruttare le opportunit del mercato libero e le conseguenze del fenomeno del gas non convenzionale. Sul fronte dei gasdotti di importazione, invece, lEni preme per il South Stream in societ con i russi di Gazprom, unopera finora osteggiata dalla diplomazia americana. LEdison italo-francese sta spingendo sullItgi, proveniente dallAzerbaigian attraverso la Turchia. Entrambi in competizione con il progetto europeo Nabucco, che ha difficolt a trovare chi gli fornisca la materia prima. In ogni caso almeno fino al 2015 si tratter di aspettare. LEnel, da parte sua, cercher di portare a casa il rigassificatore di Porto Empedocle, bloccato dai mille ricorsi. E soprattutto rispolverer i suoi primitivi progetti a carbone, accelerando sulla centrale di Porto Tolle (Rovigo) e puntando a un altro impianto al Sud, quello di Rossano Calabro (Catanzaro). La fine un po ingloriosa del Rinascimento nucleare, insomma, mette a nudo le debolezze del sistema. Ma anche senza referendum non esimer da nuove e dolorose scelte.

Stefano Agnoli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sottosegretario allo Sviluppo Stefano Saglia: bloccando il nucleare il nostro Paese avr il mix energetico pi caro del mondo

E adesso pronti a fermare il referendum sullacqua


MILANO Vorrebbe pensare al dopo e a rilanciare in positivo la decisione di abrogare le norme sul nucleare: La buona notizia dice Stefano Saglia, sottosegretario allo Sviluppo e plenipotenziario per lenergia del governo che ora bisogna ripensare a una politica energetica seria per il Paese. Perch con il gas che torner centrale e il peso del solare nelle rinnovabili lItalia avr il mix energetico pi caro del mondo, malgrado gli sforzi del ministro Romani. Di fatto, per, modi e conseguenze dellemendamento della rinuncia allenergia dallatomo a Saglia non sono proprio andati gi: Mi adeguo, ci mancherebbe, ma penso che sia stato un errore non approfondire una tale decisione nel governo e nella maggioranza. In che senso? Perch non questo il modo di procedere nellenergia, e perch cos non diamo dimostrazione di grande stabilit. Anche in sede internazionale: sul nucleare eravamo stati noi a fare dei passi verso Francia e Stati Uniti, e ora i rapporti saranno pi difficili, soprattutto con la prima. Penso poi alle 400 aziende che si sono mosse per qualificarsi come fornitori e che ora rischiano di rimanere fuori, perch poco credibili, anche dal mercato del decommissioning che si aprir. Esauriti i mal di pancia, la proposta che ora Saglia avanza quella di tornare a ragionare delle cose vere. Anche con lopposizione: Mi auguro - aggiunge - che il sacrificio del programma nucleare serva ad aprire una discussione bipartisan sulla politica energetica del Paese. Intanto per, il governo pensa anche a un decreto per far saltare il referendum sullacqua, e Saglia lo conferma: Nella vulgata, forse anche per colpa nostra, passata lidea che qualcuno voglia assetare gli italiani, che le sette sorelle gestiranno lacqua. Non cos, solo una questione di servizio idrico, e la faccenda non dovrebbe essere materia di referendum. So che nel Pd ci sono persone che leggono questa vicenda come noi. Nei fatti la manovra che lesecutivo cercherebbe di portare a compimento riguarderebbe il passaggio della responsabilit delle tariffe dellacqua allAutorit dellenergia, atto che dovrebbe determi-

Al governo Stefano Saglia sottosegretario allo Sviluppo

Falsa lidea delle sette


sorelle che si spartiranno il servizio idrico

nare la decadenza del referendum, o al Conviri, la commissione sulle risorse idriche del ministero dellAmbiente. Sulla scelta tra i due il governo si sarebbe diviso, con lAmbiente che spingerebbe verso il secondo. Ma circolano anche altre indiscrezioni, secondo le quali con il passaggio delle competenze sulle tariffe dellacqua allAutorit si coglierebbe loccasione di portare al 51% (dal 75%) la soglia di nomina in Commissione parlamentare dei suoi componenti, che sarebbero portati da cinque a nove. Un provvedimento che potrebbe anche comportare la decadenza dellattuale collegio appena nominato per instaurarlo secondo le nuove regole.

S. Agn.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Buona Pasqua ai nostri amici a quattro zampe, a chi li nutre e a tutti quelli che li amano.
Dalla Famiglia Monge Auguri a tutti gli italiani per un futuro ricco di sorprese.

Dal 1963 la storia ITALIANA del pet food

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

21
#

Esteri
Matrimonio reale

29

Aprile La data del matrimonio tra il principe William


e Catherine Middleton: 1.900 gli invitati

Voleva il vestito scuro per tenere un profilo basso. Ma ha cambiato idea: sar in tight

In chiesa con le code o senza: il dilemma nuziale di Cameron


Un caso politico labito del premier, perseguitato dalla fama di snob

In tight D durante avid Cameron n gli studi e allunive gli anni Ottanta con i com rsit di O p a g n i d xford foto ellesclu per anda siv gra re sta cerca incontro ai gus o Bullingdon Clu fato ti dei nuo ndo di lib b. Oggi p v erarsi de remier, i lletichett conservatori a di ricco damerin o

Per le donne pi libert (di sbagliare)

di DANIELA MONTI

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

LONDRA Il tight o labito scuro? Bel dilemma per gli inquilini di Downing Street. Labito non fa il monaco ma di questi tempi occorre rifletterci sopra. E allora se presentarsi al royal wedding di William e Catherine con il morning coat, ovvero la giacca attillata nera o grigia impreziosita dalle due morbide code, accompagnata dal gilet (grigio chiaro o di colore fra il giallo e il beige) e dai pantaloni a righe, oppure se farsi immortalare dietro alla famiglia reale con un tradizionalissimo completo, ma di pi semplice fattura, diventa per David Cameron e per il suo vice liberaldemocratico Nick Clegg una questione quasi di Stato tanto da mettersi al tavolo e discuterne insieme. Gi, perch i due si trovano nella medesima condizione: n luno n laltro possono deludere i rispettivi supporter-elettori che sono l col fucile puntato in attesa di pronunciarsi sul referendum elettorale e soprattutto sul rinnovo delle amministrazioni locali. David Cameron si porta dietro letichetta di toff, il riccone oxfordiano con la puzza sotto il naso che magari piace allold English gentleman ma che i tory di nuova generazione, pi anticonformisti dei laburisti, mal sopportano. Non parliamo poi di Nick Clegg che si ritrova con la sua base, radical-pacifista-libertaria, irrequieta e nervosa. Possono permettersi di accomodarsi nellabbazia di Westminster col tight classista e aristocratico? O meglio il low profile, il basso profilo? Un abito scuro e via andare? Le loro altezze reali, molto democraticamente, hanno lasciato libert di scelta e negli inviti diramati dal Lord Ciambellano su ordine di Elisabetta, per il dress code hanno offerto una triplice opzione: lalta uniforme (obbligatoria per i militari e per William in primis, futuro capo supremo della forze armate ma oggi elicotterista della Raf), il morning coat (il tight appunto) e il lounge suit (giacca e pantaloni blu o grigio scuri). In fin dei conti spetta ai Windsor stabilire le regole del galateo matrimoniale. Ma William e Catherine (il protocollo ufficiale sconsiglia ed esclude il diminutivo Kate) hanno sforbiciato la pomposit di Buckingham Palace e, alla fine, hanno pensato che leleganza non ha unetichetta unica ed esclusiva. Quindi gli invitati decidano come credono fra tight e completo.

Buon per Cameron e Clegg. E pure per il neoleader laburista Ed Miliband che non mancher. Ognuno lha pensata a suo modo. Il premier pare che se ne sia infischiato di passare per il toff oxfordiano. Che dicano quello che vogliono ma la storia consegna una certezza: mai un primo ministro si consentito di abdicare alla tradizione del morning coat in simili occasioni. Dunque, per quale motivo dovrebbe essere proprio lui a infrangere le consuetudini? Non che ci sia da metterci la mano sul fuoco: un giorno da Downing Street esce la soffiata che Cameron indosser labito scuro e il giorno dopo lesatto contrario. Comunque pare che il dado sia tratto: tight. Ed Miliband invece non ha dubbi: per lui il lounge suit stile labour. Resta Nick Clegg, che per non scivolare troppo nel gradimento dei suoi affezio-

Lalternativa Di diverso avviso il liberaldemocratico Nick Clegg e il laburista Ed Miliband: entrambi vestiranno un sobrio lounge suit

nati militanti ha promesso di tenere il suo tight incellofanato nellarmadio. Il royal wedding un evento pi mediatico che altro, anzi levento mediatico per eccellenza, del decennio (cos alcuni sostengono): gli inglesi sono curiosi, si preparano alla festa e confidano di trovare una principessa da stimare e amare quanto Lady D. (non lo sanno ancora se il fattore K, da Kate, emuler il fattore D, da Diana, e cercano di scoprirlo) ma osservano con un sano equilibrio i preparativi, come se fosse la vigilia di una finale al campionato mondiale di calcio. Ci scherzano su. Li fa sorridere la domanda leziosa che alcuni quotidiani si sono posti: ma Cameron con il tight porter (lo suggerirebbe il codice del morning dress) anche il cilindro grigio e il plastron, il fazzoletto da collo, con buona pace di chi storce la bocca di fronte allo sfoggio dellelitismo? Lo scopriremo il 29. In fin dei conti questo royal wedding anche un bel giochino di societ, un diversivo per i mass media, per i turisti, per il popolo televisivo del mondo intero. Per Downing Street. Per tutti.

he labbigliamento maschile sia pi monotono, meccanico, manchi cio, assai spesso, del brivido di pericoloso funambolismo (fra perfetta eleganza personale e cattivo gusto) che caratterizza quello femminile ne nuova dimostrazione il cartoncino dinvito alle imminenti nozze reali. Il quale, sotto la voce dress code ha, come da tradizione, solo sommarie quanto precise indicazioni per labito di lui, lasciando a lei la libert di traduzione, la licenza cio di scegliere ci che meglio potr abbinarsi al completo delluomo a cui camminare a fianco. Per lui dunque: uniforme, tight (che gli inglesi chiamano morning coat) o completo scuro. Scelta non di poco conto, se vero, com vero, che da sempre labito lo specchio di se stessi, dellatteggiamento psicologico, dellindirizzo politico anche, del gusto, dello status ottenuto o a cui ancora si punta. Per lei, invece, licenza di uccidere (la propria reputazione, innanzitutto, se si sbaglia il vestito). vera libert? Chi ha le mani in pasta, e di questi preparativi matrimoniali non sta perdendo nulla, smentisce. Libert, al pi, solo di sbagliare. Questa la traduzione per lei che sta andando per la maggiore: fatto salvo per gli uomini in uniforme, che ammettono accanto una donna in lungo, le altre soluzioni prevedono il corto femminile di rigore, ma un corto giusto, non pi su n pi gi del ginocchio. Quanto ai colori, bisogner stare alla larga da tutto quello che somiglia troppo al bianco ed un peccato, il colore di tendenza di questa stagione dobbligo il cappello, che le donne maritate possono portare anche in chiesa, altrimenti solo piume. Quello a tese troppo larghe, per, sconsigliato (Debretts, lautorit britannica in fatto di galateo, recita che notorio quanto sia difficile baciare in societ una donna con cappello a tese molto larghe. Due donne che si ritrovino con le stesse dimensioni di cappello dovrebbero evitare il gesto). Sulle scarpe poche certezze, ma eccedere in altezza non sta bene: un tacco sui 7 centimetri dovrebbe accontentare tutte. Abito, si detto, ma difficilmente da solo: ci sar anche una giacca o un soprabito in tinta. Sulle calze nulla di pervenuto, sulla borsa vincer, come al solito, la pochette.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Cavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

22

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Cronache
Ascoli Aveva 29 anni, era scomparsa luned. A gennaio nella zona un altro delitto

Donna sgozzata durante una gita Una svastica incisa sulla schiena
Trovata Carmela Rea. Mistero sui segni lasciati dallassassino
DAL NOSTRO INVIATO

A gennaio

Le vittime
A sinistra Rossella Goffo, la funzionaria della Prefettura di Ancona trovata morta sul Colle San Marco il 5 gennaio. A destra Carmela Rea: il cadavere sfigurato stato trovato a Ripe di Civitella (Teramo) (Desta e Arcieri)

Ieri

ASCOLI Nuda. Sgozzata. Il volto sfigurato. Una siringa conficcata nel collo. Ferite da arma da taglio ovunque. E, sulla schiena, impresso a sangue, un simbolo che assomiglia terribilmente a una croce uncinata, una sorta di svastica. Chi pu avere ridotto cos Carmela Rea, che tutti chiamavano Melania, giovane e avvenente mamma di 29 anni, alta e snella, il viso incorniciato da lunghi capelli scuri? In quali mani disumane finita questa donna, madre di una bimba di 18 mesi e sposata con Salvatore Parolisi, militare in carriera, caporal maggiore nellesercito? La cercavano da due giorni tra i boschi che circondano Ascoli. Lhanno ritrovata ieri pomeriggio, a una ventina di chilometri di distanza in linea daria, tra i colli del Teramano. I carabinieri sono stati portati l da una telefonata anonima dopo che nelle ultime 48 ore avevano setacciato con cani ed elicotteri lintera valle. Un delitto dai contorni oscuri, inquietanti. Tutto da

decifrare. La donna pare non abbia subito violenza sessuale, anche se solo oggi se ne potr avere conferma. Su di lei, lassassino o gli assassini hanno infierito con una tale furia da far pensare che laggressore conoscesse la vittima e che, per motivi ancora sconosciuti, volesse punirla o vendicarsi di qualcosa. Ancora pi enigmatico il particolare della croce uncinata incisa nella schiena. Gli inquirenti (i carabinieri del reparto operativo di Teramo assieme al sostituto procuratore Greta Aloisi) per ora tengono aperta qualsiasi ipotesi, compresa quella del depi-

staggio: non viene, cio, escluso che la croce uncinata possa nascondere il tentativo da parte dellassassino di indirizzare le indagini verso scenari che in realt nulla centrano con questa storia. Una storia ancora pi atroce se si pensa che era iniziata luned scorso come una spensierata gita fuori porta. Carme-

La telefonata Dopo 48 ore di ricerche una telefonata anonima ha indirizzato gli investigatori sul luogo del ritrovamento

la detta Melania, il marito Salvatore (in servizio presso il 235 Reggimento Piceno) e la piccola Silvia sono saliti tra i boschi di Colle San Marco: un angolo di verde incastonato tra costruzioni in legno, campi da tennis, un parco giochi e mille sentieri dove passeggiare. La presenza della famiglia, che abita a Folignano, nellAscolano, stata confermata dai gestori di un piccolo bar. La situazione precipitata allimprovviso. La donna, che stava seguendo la figlia sullaltalena, ha detto al marito che sarebbe andata in bagno: Pensa tu alla piccola, torno subito. Quindi si diretta

verso uno dei pochi chalet aperti in questa stagione. Un percorso breve, di una decina di minuti. I titolari del locale sostengono di non averla vista entrare in bagno, circostanza tra laltro confermata dalle telecamere installate allesterno della struttura. Scomparsa. Volatilizzata. Dopo una ventina di minuti,

Le indagini Delitto commesso con rabbia: per gli investigatori forse lomicida voleva punire la vittima

non vedendola tornare, il marito ha dato lallarme, ma le ricerche, condotte con un largo utilizzo di uomini e mezzi, non hanno dato alcun risultato. Fino a ieri. Quello che resta del corpo di Carmela stato trovato a Ripe di Civitella, zona di boschi e di poche case, a non molta distanza da unarea militare usata per le esercitazioni di tiro. Una strada stretta e piena curve unisce questa zona con Colle San Marco, il luogo della scomparsa. inspiegabile, non riusciamo a trovare una ragione...: Michele, fratello di Carmela, non si d pace, e nemmeno risposte. Prima

che venisse ritrovato il cadavere, erano state prese in considerazione anche ipotesi autolesionistiche: la donna aveva infatti sofferto di depressione al momento del parto e, stando a quanto affermato da un parente stretto, sembrava preoccupata per lesito di una recente visita medica. Il marito aveva lanciato un appello al tg delle Marche: Melania ti aspettiamo, hai una bambina che ti cerca.... Ma poi lo scenario tragicamente cambiato. Ora c da capire se la donna conosceva il suo assassino, se lo ha seguito volontariamente o se invece stata costretta con la forza. Al momen-

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Cronache 23 Catanzaro Il furto di una merendina potrebbe aver provocato il pestaggio

La vicenda

In gita con la famiglia La scomparsa

Carmela Rea, 29 anni, era in gita con il marito, Salvatore Parolisi, e la loro figlia di 18 mesi a Colle San Marco, Ascoli. La donna, che in passato aveva sofferto di crisi depressive, era scomparsa luned: si era allontanata dal parco giochi dove avevano accompagnato la figlioletta

A sei anni picchiato in classe da due coetanei rom Nessuno lo ha aiutato


E in prognosi riservata. Il padre: cambier scuola
CATANZARO Titino ha 6 anni e ora dorme nel suo letto, allospedale di Catanzaro. La prognosi riservata e suo padre, Giuseppe, lo veglia da giorni: Appena si riprende, per, gli faccio cambiare scuola, promette rabbioso il genitore. Quei due che lhanno picchiato erano bestie e nessuno in classe intervenuto per salvarlo, si sfoga il pap, 35 anni, gestore di un autolavaggio. Il pestaggio di Christian (tifosissimo del Milan, che suo padre dolcemente chiama Titino) avvenuto una settimana fa, gioved scorso, nella scuola elementare del Corvo, toponimo di una zona problematica, vicinissima alle case popolari di Aranceto e Pistoia, dove vivono tante famiglie Rom con tanti precedenti penali: furti e spaccio i reati pi frequenti. Rom di terza generazione, ormai catanzaresi a tutti gli effetti, spiega Manuela Marchio, responsabile della struttura per minori a rischio devianza della comunit San Domenico, molto attiva in quei quartieri degradati. Anche i due piccoli coetanei che hanno picchiato Christian (non imputabili per ragioni di et) sono

Era nel bosco Il volto sfigurato

2
to della scomparsa, tra i boschi che circondano il pianoro, cerano molti pastori con le loro pecore. Alcuni di loro, gi sentiti due giorni fa, saranno riascoltati dagli inquirenti. La zona di Colle San Marco non nuova ai film dellorrore. Il 5 gennaio scorso qui venne trovato il cadavere mutilato di Rossella Goffo, la funzionaria della prefettura di Ancona scomparsa nel maggio del 2010. Vicino al corpo della donna cerano tre bossoli. Lunico indagato, Alvaro Binni, 41 anni, si dichiara innocente.

Il cadavere della donna stato trovato ieri in un bosco vicino a Civitella del Tronto (Teramo), a 20 km da Ascoli. Era senza abiti, con il volto sfigurato, segni di percosse e di arma da taglio su tutto il corpo. Inoltre la donna aveva una svastica incisa sulla schiena e una siringa infilzata nel collo

Il legale Lavvocato della famiglia: la classe non era sorvegliata quando il piccolo stato colpito. Uno lo teneva fermo, laltro gli dava dei calci al ventre

di etnia rom e i loro genitori sono pregiudicati. Ma ancora non chiara la dinamica del fatto. Il capo della squadra mobile di Catanzaro, Rodolfo Ruperti, continua ad interrogare maestre e genitori mentre il pm Simona Rossi ha gi aperto un fascicolo ipotizzando il reato di omessa vigilanza. Lavvocato della famiglia, Piero Mellea, non ha dubbi: La classe non era sorvegliata quando Christian stato colpito. Uno dei due rom lo teneva fermo, mentre laltro gli da-

va dei calci al ventre. Tutto ci avvenuto davanti ai compagni eppure il personale non se ne accorto. Pare che il bimbo alluscita avesse raccontato tutto al nonno Alfredo, ma poi lepisodio sembrava superato. Il giorno dopo Christian era regolarmente in classe, finch sabato pomeriggio s sentito male, gli venuta la febbre a 40, accusava un mal di stomaco fortissimo, cos i genitori lhanno portato di corsa in ospedale. E l cominciato il dramma. I medici

Due casi vicini Le indagini

Lappalto per il teatro

Il luogo della scomparsa di Carmela Rea vicino al Bosco dell'Impero, dove il 5 gennaio stato trovato il cadavere di Rossella Goffo, la funzionaria della Prefettura di Ancona: per questo delitto indagato Alvaro Binni che si dichiara innocente

Lavori al San Carlo, Roma archivia


NAPOLI Archiviata in meno di un mese lindagine avviata dalla procura di Napoli sulla ristrutturazione del teatro San Carlo (foto a sinistra), inserito nellelenco dei Grandi Eventi per le celebrazioni dellUnit dItalia. Sono stati i magistrati di Roma a sollecitare la chiusura dellindagine e il giudice delle indagini preliminari ha accolto listanza ritenendo che non ci fossero i presupposti per ipotizzare irregolarit nella decisione presa dalla commissione aggiudicatrice dellappalto. La decisione delle toghe capitoline provoca disappunto negli uffici giudiziari partenopei dove erano stati svolti approfonditi accertamenti sia sulla scelta dellimpresa aggiudicatrice, sia sulla lievitazione dei costi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

hanno scoperto unemorragia interna. Titino rimasto per giorni appeso a un filo, fino a ieri quando le sue condizioni per fortuna sono apparse migliorate. La preside della scuola Casalinuovo, Concetta Carrozza, mortificatissima, intanto si chiusa nel silenzio. Uno degli insegnanti pi anziani, Dino Russo, professore delle medie, dice per di aver saputo dai colleghi che in classe cera una maestra che subito intervenuta per dividere i ragazzini. Insomma, lomessa vigilanza non starebbe in piedi. Ignote restano le cause del diverbio: Il furto di una merendina o di un giocattolo? Mah, di sicuro quei ragazzini hanno pessimi esempi in famiglia, commenta con amarezza Manuela Marchio, della comunit San Domenico. Allelementare Casalinuovo del Corvo sono iscritti 150 bambini di cui almeno un terzo sono rom, ma di questi solo pochissimi frequentano le lezioni, tutti gli altri sono pressoch fantasmi. La verit dice Elisabetta Celia Magno, fiduciaria della scuola che ci vorrebbero pi ore di recupero per tutti questi bambini disagiati e invece la riforma ha tagliato noi insegnanti. Il governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti, andr a trovare Titino nei prossimi giorni. Ma poich a Catanzaro il mese prossimo si voter, ieri in ospedale si sono presentati gi diversi candidati a sindaco. La campagna elettorale in pieno svolgimento e il sindacato autonomo di polizia Coisp, paragonando i voti dei rom a quelli della ndrangheta, ha chiesto alla politica di rinunciarvi.

Francesco Alberti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabrizio Caccia Carlo Macr


RIPRODUZIONE RISERVATA

24

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Cronache 25

Mafia

Le rivelazioni di Tranchina, arrestato per il delitto Borsellino. Incontra la moglie, poi tace
Giuseppe Graviano. Lui e il fratello Filippo erano la stessa cosa... Allinizio del 1994 furono arrestati. In quei tre anni accaddero tante cose. Per esempio, una settimana prima della strage di Capaci Giuseppe Graviano mi disse di non passare dallautostrada, compresi lavvertimento dopo che avvenne lattentato. Lo stesso per la morte del dottor Borsellino. Prima dellattentato pi volte mi fece passare da via DAmelio riaccompagnandolo, e io non capivo cosa dovesse vedere. Poi mi chiese di trovargli un appartamento in via DAmelio, e visto che non lavevo trovato ebbe a dirmi che allora si sarebbe messo comodo nel giardino. Dov avvenuta la strage in effetti cera un muro e un giardino. La mattina della strage lo consegnai ad altra persona, e poi seppi che era avvenuto lattentato. Lex autista di Graviano ha parlato anche dellordine ricevuto dal boss di acquistare due radiocomandi, ma non sa dire se prima o subito dopo la strage di via DAmelio, mi Nel 1995 Fabio Tranchina fu arrestato nellambito delloperazione Spartacus (Ansa/Lannino) sembra dopo. Ha spiegato di essere andato in Piemato dalla Direzione investigativa antiEvidentemente bastato un contatto monte per organizzare un attentato al mafia per ordine dalla Procura di Calta- con la moglie per cambiare idea al pun- pentito Giovanni Drago, e di aver portanissetta, che lo accusa di concorso nella to che laltra sera, nel primo contatto to a un parente di Cesare Lupo dieci o strage di via DAmelio. Poi un altro fer- coi magistrati di Caltanissetta e Paler- venti milioni di lire per conto di Giusepmo arrivato dalla Procura di Palermo. mo, Tranchina ha scelto di rimanere in pe Graviano; era un riciclatore, mise su A carico del pentito per una sera ci silenzio. Al suo fianco non cera pi lav- una gelateria con la novit dellepoca sono alcune dichiarazioni del collabora- vocato dufficio che laveva assistito nel- del gelato allo yogurt. Ha ricordato tore Gaspare Spatuzza e le sue stesse linterrogatorio di Firenze, ma un legale che due condannati per le stragi del 93 ammissioni ai pm di Firenze. A loro, ri- di fiducia. Il quale ieri ha sostenuto che in continente, Giorgio Pizzo e Cosimo cordando di aver scontato una pena per il suo cliente avrebbe subito non me- Lo Nigro, avevano una villa in Versiassociazione mafiosa fra il 1995 e il glio precisate pressioni psicologiche lia, bellissima; era in affitto, e dicevano 1999, aveva detto: Dopo il contatto per collaborare, dopo che gli uomini che precedentemente era stata di un imavuto con gli ufficiali della Dia ho deci- della Dia lo avevano sorpreso in compa- portante calciatore. so di venire a parlare con voi, volonta- gnia di una donna che non era sua moSui rapporti con la politica ha riferito riamente. Ho deciso di collaborare per glie. di un incontro tra Graviano e il senatotutto quello che so e che vi pu servire. Il pentimento di Tranchina s dun- re Vincenzo Inzerillo, in carcere da genPenso sia normale avere paura. Io sono que esaurito almeno per ora con naio dove sta scontando una condanna qui, ma la mia famiglia a Palermo. la richiesta di scuse alla consorte, ma le definitiva per concorso in associazione sue dichiarazioni audioregistrate di sa- mafiosa. Poi la frase su DellUtri, con bato sera sono comunque entrate nelle laggiunta che negli anni Novanta mio Le elezioni nuove inchieste sulle stragi. In quel ver- cognato mi fece capire di non parlarne, Cerano indicazioni di voto per bale il condannato per mafia ha raccon- facendo un gesto eloquente davanti altato che i suoi rapporti con i Graviano la bocca. Stavolta aveva anticipato che Forza Italia. Il boss ripeteva: risalgono al 1991, quando lui aveva ap- la collaborazione sarebbe stata totale, o fanno come vogliamo pena ventanni e suo cognato Cesare Lu- ma dopo il primo verbale s bloccato. o gli rompiamo le corna Giovanni Bianconi po gli chiese se voleva assistere un suo amico latitante: Accettai e conobbi R PRODUZIONE RISERVATA

La verit sulle stragi del pentito per una sera


ROMA I Graviano dopo larresto di Riina hanno portato avanti le stragi per trovare una trattativa con lo Stato. Giuseppe Graviano adorava Riina, ebbe a dirmi che eravamo tutti figli suoi. E ancora: Il giorno dellarresto di Riina Graviano mi disse che ci sarebbe stata una guerra, nel senso che come fare le leggi glielo dovevano fare capire loro, anche se avevano le loro assicurazioni. Ricordo che alle elezioni venivano indicazioni di voto per Forza Italia. Graviano non mi ha mai fatto il nome di DellUtri, per con frasi del tipo "noialtri le persone le abbiamo, o fanno quello che gli diciamo o gli rompiamo le corna", mi faceva comprendere. S pentito per una sera, il condannato per mafia Fabio Tranchina, gi autista del boss stragista Giuseppe Graviano. Per tre ore, dalle 20.15 di sabato 16 aprile, davanti ai pubblici ministeri di Firenze che indagano sulle bombe del 1993 ha parlato di quegli attentati, dei rapporti politici dei fratelli Giuseppe e Filippo Graviano, delleccidio di via DAmelio in cui mor Paolo Borsellino e quello di Capaci che elimin Giovanni Falcone, di altri agguati eseguiti, falliti o solo progettati. Linterrogatorio stato chiuso alle 23.30 e aggiornato alle 9.30 dellindomani, domenica. Ma al secondo appuntamento Tranchina ha detto di essere confuso. Poi ha parlato con sua moglie che lo aveva raggiunto da Palermo, e dopo il colloquio ha spiegato che non aveva altro da aggiungere. La donna la sorella di Cesare Lupo, gi arrestato e inquisito per i suoi rapporti coi fratelli Graviano, di cui il cognato aveva appena detto che curava molti affari dei Graviano e ora gestisce in un triunvirato il mandamento mafioso palermitano di Brancaccio. Interrotta la collaborazione Tranchina tornato a Palermo, dove stato fer-

Graviano disse: faremo la guerra per trattare con lo Stato

Il processo

Brescia

La scalata Unipol-Bnl I pm: condannate lex governatore Fazio Consorte e Ricucci


MILANO Si pu mai pensare che il ministro dellInterno mandi i poliziotti ad assaltare per strada i portavalori?: il pm Luigi Orsi lancia un paradosso forte chiedendo con il collega Gaetano Ruta 3 anni e mezzo di carcere e 600 mila euro di multa per lex governatore della Banca dItalia Antonio Fazio accusato di essere stato regista e non arbitro nella tentata scalata di Bnl da parte della Unipol di Giovanni Consorte, per il quale la richiesta di 4 anni e 7 mesi e Ivano Sacchetti e il direttore generale Carlo Cimbri meritano 4 anni 4 mesi e 1,1 milioni, mentre devono essere assolti il presidente di Unipol Pierluigi Stefanini, il finanziere Emilio Gnutti e due dirigenti di Deutsche Bank, Filippo De Nicolais e Gil Alberdi. Richiesta di condanna a tre anni e 600 mila euro per i banchieri Giovanni Zonin e Divo Gronchi di Popolare Vicenza, Guido Leoni Popolare Emilia Romagna e Giovanni Berneschi di Carige. Al finanziare Francesco Gaetano Caltagirone dovrebbero andare 4 anni e un milione come leader dei contropattisti che avrebbero dovuto fermare linteresse del Banco di Bilbao, e cio Ettore e Tiberio Lonati, Danilo Coppola, Giuseppe Statuto, leuroparlamentare Pdl Vito Bonsignore e Stefano Ricucci, ai quali nella sentenza prevista per giugno i pm chiedono siano inflitti 3 anni e 600 mila euro, ridotti per Giulio Grazioli a 28 mesi e 400 mila con le attenuanti. Ricucci compare con altri 19 anche nellinchiesta, chiusa dai pm romani Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli, per bancarotta fraudolenta. Per laccusa dalle casse della Magiste spa e di altre societ collegate sarebbero stati distratti soldi anche per acquistare imbarcazioni, orologi, soggiorni in alberghi e crociere.

Due assessori leghisti finiscono in carcere Soldi per costruire un supermercato


DAL NOSTRO INVIATO

BRESCIA Un incendio nella notte illumina, a distanza di tre mesi, uno spaccato di tangenti nel profondo Nord, e la Lega padrona incontrastata di questa terra si trova allimprovviso nella bufera. Due assessori del Carroccio finiscono in galera per una tangente da 22 mila euro partita da un imprenditore (pure arrestato) che voleva costruire un supermercato su unarea con vincolo

Laccusa Per lex presidente della compagnia assicurativa chiesti 4 anni e 7 mesi
un milione e 200 mila euro. Fazio aggiunge riaffermando una visione medioevale della vigilanza, ha voluto farci partecipare al testamento della sua gestione, per fortuna passata. Nel processo, che riguarda una manipolazione del mercato mai vista prima al mondo, tre anni e 4 mesi e mezzo milione devono essere inflitti a Francesco Frasca, ex capo della vigilanza di Bankitalia e rifinitissimo tecnico che, in una sinergia letale, ha razionalizzato le pulsioni autocratiche di Fazio. Il braccio destro di Consorte

Sospesi Galeazzi di Castel Mella e Rigosa di Rodengo Saiano sono stati sospesi
paesaggistico-ambientale. Accade a Castel Mella, comune leghista di 10 mila abitanti, dove il mese prossimo si rinnova il consiglio comunale. I carabinieri hanno arrestato per corruzione lassessore allUrbanistica, Mauro Galeazzi, 48 anni (che anche portaborse dellassessore provinciale leghista Giorgio Prandelli), il tecnico comunale Marco Rigosa, 45 anni (che anche assessore leghista ai Lavori pubblici nel comune di Rodengo Saiano), Andrea Piva, 36 anni, un geometra che avrebbe fatto da

mediatore, e limprenditore Antonio Tassone, 68 anni. Tutto inizia il 26 gennaio scorso, con un incendio doloso nel magazzino della Tassone costruzioni, a Lumezzane. Gli inquirenti, indagando sul rogo, avviano alcune intercettazioni telefoniche dalle quali, in tre mesi, emerge a sorpresa la trama delle tangenti. Tassone, stando allaccusa, avrebbe sborsato 22 mila euro per sbloccare quel terreno su cui voleva costruire un supermercato. A Piva avrebbe dato un assegno di 12 mila euro, regolarmente fatturato come collaborazione, pi 10 mila euro in contanti che il geometra ha girato a Rigosa, il quale a sua volta li avrebbe dovuti dividere a met con Galeazzi. Agli inquirenti non sfuggito che questultimo (ricandidato alle prossime elezioni) usava il cellulare intestato alla Provincia per centinaia di chiamate private. Di qui laccusa aggiuntiva di peculato. Lassessore chiamava anche per organizzare festini, invitando ragazze brasiliane a cui diceva trova qualcosa e poi vieni a casa mia che ti d i soldi. I due assessori sono stati sospesi dalla Lega. Chi sbaglia paga ha detto il presidente del consiglio regionale Davide Boni e lamministratore leghista deve avere pi paura del movimento che della magistratura.

Giuseppe Guastella
RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Corvi
RIPRODUZIONE RISERVATA

26 Cronache
#

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

La capitale Oltre alle cerimonie religiose, la visita di Sarkozy e il concertone

Dalla Via Crucis al Papa beato Roma blindata per dieci giorni
Rafforzate le misure di sicurezza. Il Primo maggio attesi in 2 milioni
ROMA Dieci giorni di massima vigilanza. Una serie di appuntamenti che scatteranno domani sera con la Via Crucis del Venerd Santo ai Fori Imperiali e si concluderanno fra due domeniche, il Primo maggio, con il doppio evento: beatificazione di Papa Wojtyla in piazza San Pietro e concerto in piazza San Giovanni. Roma si prepara a un tour de force al quale, secondo le ultime stime, dovrebbero partecipare non meno di due milioni di persone, quasi tutte concentrate alla cerimonia ufficiale per Giovanni Paolo II. Ma il rafforzamento delle misure di sicurezza comprende anche altre giornate: fra tre giorni c la Messa di Pasqua in Vaticano, poi a Pasquetta le celebrazioni del 25 Aprile e marted la visita del presidente francese Nicolas Sarkozy. Da settimane si susseguono riunioni in Prefettura e in Questura, lultima proprio ieri pomeriggio, per mettere a punto la strategia dellordine pubblico. Ma due giorni fa lAisi, lex Sisde, ha trasmesso al Viminale una segnalazione generica su possibili azioni terroristiche di matrice islamica proprio in occasione della Via Crucis di domani. Lintelligence non avrebbe fornito altri particolari, ma bastato questo perch sia stato rinforzato il dispo-

sitivo di sorveglianza prima, durante e dopo la cerimonia, presieduta da Papa Benedetto XVI, attorno al Colosseo e nelle zone vicine: strade bonificate, auto e cassonetti rimossi, sottosuolo ispezionato. Una prova generale di quello che accadr anche nei prossimi giorni. Proprio dei servizi di vigilanza per la beatificazione di Giovanni Paolo II si discusso nel Comitato provinciale per lordine e la sicurezza in prefettura. Per loccasione la sala operativa

della Questura e la Sala sistema Roma (il centro di monitoraggio interforze, coordinato dalla polizia municipale, che gestisce 5.400 telecamere sparse in citt) lavoreranno in sinergia, ha sottolineato il sindaco Gianni Alemanno. Per la cerimonia di beatificazione sono attesi almeno 51 capi di Stato, che saranno scortati dalle forze dellordine. Su di loro vigileranno 750 agenti di polizia, dei quali un centinaio dellIspettorato Vaticano e gli

altri provenienti dalle questure di tutta Italia. Larea del Vaticano sar chiusa al traffico fin dalla sera precedente, con posti di blocco ed elicotteri dotati di telecamere a infrarossi. I pellegrini saranno incanalati in piazza San Pietro da via della Conciliazione sotto una stretta sorveglianza. Ma conclusa la cerimonia sar il concerto per la Festa dei Lavoratori a San Giovanni a concentrare lattenzione delle forze dellordine fino a tarda sera. Alta anche in

Capi di Stato Alla cerimonia di beatificazione parteciperanno almeno 51 capi di Stato

questo caso laffluenza prevista: circa 500 mila giovani. Misure di sicurezza analoghe a previste per domenica prossima, mentre la moratoria dei cortei fino al 4 maggio, decisa laltro ieri dopo un vertice tra il sindaco Alemanno e il prefetto Giuseppe Pecoraro, potrebbe alleggerire la tensione sulle iniziative per il 25 Aprile, a Porta San Paolo e allOstiense, dove in passato centri sociali e gruppi di estrema destra si sono fronteggiati, e sullarrivo il

giorno successivo del presidente Sarkozy. Una visita che avr come tema centrale la crisi libica e lafflusso di profughi dal Nordafrica. Temi che non vengono sottovalutati nella gestione della sicurezza in citt delle prossime due settimane. Ma proprio ieri la Consap, uno dei maggiori sindacati dei poliziotti, ha lanciato lallarme sulla chiusura dei punti di rifornimento di carburante nella Capitale per le auto della polizia. Avrebbero potuto scegliere

Lintervista Il direttore dellOsservatore e il suo libro

Vian: Benedetto XVI e levento per Wojtyla Segno di rinnovamento


CITT DEL VATICANO La copertina della Chiesa di Roma, che venera come santi unimmagine di Giovanni Paolo II aggrappato al- quasi solo i Papi dellet pi antica, non a caso la Croce del pastorale, stato detto che bran- si modificata negli ultimi trentanni dellOttodisse la Croce come una spada, e invece no: lui cento: una risposta evidente, di carattere spirilha mostrata, la Croce. Vede? In questa foto il tuale, alla perdita del potere temporale. Proprio suo sguardo va al di l del visibile. Giovanni come accadde nel secolo XI, quando il papato Maria Vian, direttore dellOsservatore Romano, rinasce riformato, un segno di rinnovamento: sfoglia le cento pagine del numero speciale a co- santit significa riforma spirituale. lori che il quotidiano della Santa Sede ha prepaUn segnale? rato in sette lingue (italiano, nelle edicole il 27 S, al quale si aggiunge il "gioco" della Provaprile, e polacco, inglese, spagnolo, tedesco, videnza, per dirla con Papa Montini, che ha dafrancese, portoghese) e 400 mila copie in vista to alla Chiesa figure cos grandi: Pio X, lultimo della beatificazione del 1 maggio. Il testamen- Papa santo, riformatore di origini umilissime, to e tre testi rari di Wojtyla, le era ritenuto santo dai fedeli gi in omelie a lui dedicate da Benedetvita, proprio come Giovanni Paoto XVI, lintervento del Segretario lo II. Agli altari la figura del cridi Stato Tarcisio Bertone, le interstiano esemplare, del Papa come viste a cardinali come Leonardo servus servorum Dei, il "servo dei Sandri, voce di Giovanni Paolo servi di Dio". la linea che ci ha II nei giorni in cui non poteva pi guidato nella scelta dei testi. parlare (quando impartivo la beQuelli di Wojtyla, a parte il tenedizione a nome del Santo Padre stamento, sono quasi sconoscorgevo il Pontefice tracciare su sciuti... di s a fatica il segno di croce), C un suo intervento del 69, insomma uniniziativa straordinasullenciclica Humanae vitae di ria per un evento, fa notare Vian, Paolo VI, nel quale cita a sostegno che di fatto non ha precedenti Gandhi, e due omelie a Cracovia e nella storia bimillenaria della Philadelphia del 76. Vennero pubLa copertina Chiesa: Per essere prudenti, si blicati sullOsservatore e anticipaIl libro pu dire che da almeno dieci secono temi fondanti del pontificato: dellOsservatore li non accadeva che un Papa innalla difesa della persona umana, la zasse agli onori degli altari il suo ricerca di Dio con gli uomini immediato predecessore. paragonati ai Re Magi e la libert dei popoli. Da almeno dieci secoli? C chi pensa che Wojtyla abbia in qualche Nel secolo XI era stata subito riconosciuta la modo indicato nel cardinale decano il suo santit di Leone IX e di Gregorio VII, e comun- successore. vero? que erano contesti diversi, ancora non si distinDifficile dirlo. Di certo Wojtyla lo stimava gueva tra beatificazione e canonizzazione, di cer- enormemente. Il padre gesuita Andrzej Koto una proclamazione formale come quella di prowski racconta delle riunioni con i piu stretti Benedetto XVI nei confronti del pontefice che lo collaboratori sulle bozze dei documenti ufficiaha preceduto non c mai stata. li, quando Giovanni Paolo II diceva: "Dobbiamo Non c il rischio che la proclamazione di ritornare sul tema ancora una volta. DallespresPapi beati e santi sia vista come una celebra- sione che aveva si capisce che il cardinale Ratzione che il papato fa di se stesso? zinger non pienamente convinto...". Gian Guido Vecchi Ma no, anche storicamente sarebbe infondato, semmai lopposto. La sobriet agiografica RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Cronache 27
#

La famiglia La storia di Francesco Grillo, 40 anni, in stato vegetativo

Santo Padre, dov lanima di mio figlio in coma?


Una mamma rivolger la domanda al Pontefice in tv
ROMA Era da un po di tempo che quella domanda le frullava per la testa. Un quesito semplice allapparenza ma cos urgente per una mamma cattolica che da due anni sta accanto ad un figlio in stato vegetativo. Lanima di Francesco ancora con lui o ha abbandonato il suo corpo?, si chiedeva Maria quando andava a trovarlo nellospedale della Fondazione Raimondi di Gorla Minore, dove ricoverato, e lo vestiva, lo baciava sulla guancia, gli accarezzava la mano. Francesco Grillo ha 40 anni, da due non pi cosciente, nel 93 si era ammalato di sclerosi multipla. Ce laveva ancora nella testa quella domanda la signora Maria, di Busto Arsizio, quando sul giornalino diocesano ha letto del programma televisivo A sua immagine, quello durante il quale il Papa avrebbe risposto alle domande della gente il venerd santo. Ho aperto il sito, tante persone avevano gi inviato la loro domanda, lho mandata anchio ma non credevo di ricevere risposta. Invece stata chiamata dagli autori della trasmissione. In un primo momento le domande dovevano essere solo tre, poi gli autori hanno chiesto al Pontefice di aggiungerne altre, fino a sei. Maria riceve una telefonata, le chiedono di Francesco, le chiedono di porre la domanda

5.400 telecamere Lavoro in sinergia tra la questura e la struttura municipale che gestisce 5.400 telecamere

un altro periodo per avviare questa sperimentazione spiega il segretario generale Giorgio Innocenzi cos la citt sar a rischio proprio in questi giorni pieni di appuntamenti importanti. Agli agenti, come scritto in una circolare della Questura, saranno consegnati due buoni benzina da 20 euro ciascuno che dovranno bastare per restare in servizio, aggiunge Innocenzi.

Rinaldo Frignani
R PRODUZIONE RISERVATA

Malato Sopra, Francesco Grillo in divisa da carabiniere prima di ammalarsi; pi in alto, oggi assistito in ospedale e, a destra, i genitori (Crespi)

al Santo Padre. No, fatela voi per me, gli ho detto, io mi vergogno ma il Papa attraverso il suo segretario aveva espresso il desiderio di vedere mio figlio. La troupe arriva alla Fondazione Raimondi e registra per pochi minuti. Maria sta accanto a Francesco, che non a letto, non intubato, mio figlio sta cinque ore al giorno su una sedia studiata appositamente per lui, in stato vegetativo ma respira da solo e si nutre con un sondino. La risposta del Papa non la conosce ancora. Aspetto domani pomeriggio, quando la ascolter direttamente dalla sua voce, non ho fretta. So che le risposte sono gi state regi-

strate, avrei potuto chiedere ma preferisco aspettare. Penso che il Santo Padre mi dir che s, lanima di Francesco ancora con lui. E successo due anni fa, a Pasqua: Francesco stava mangiando un boccone quando ha avuto unanossia, entrato in coma e non si pi risvegliato. Faceva gi fatica a deglutire. Aveva 22 anni quando abbiamo

La trasmissione Ho aperto il sito, ho mandato la domanda, non credevo di ricevere risposta

saputo che aveva la sclerosi multipla ma ha continuato a fare una vita normale, lavorava, aveva un sacco di amici e una grande voglia di vivere. Succede sa? Nelle persone malate la malattia porta a questo, loro vogliono vivere fino in fondo. Lui diceva sempre: "Mamma, io sono fortunato", e mi ricordo che non dicevo nulla per mi arrabbiavo tanto per quelle parole. Ma Francesco continuava: "Io sono come un treno accelerato, vado lento, vedo la vita al rallentatore e riesco a cogliere i dettagli. Gli altri vanno di corsa e si perdono tante cose". Non aveva una ragazza, Francesco, non s mai sposato. Questo era il suo cruccio pi grande. Diceva: "Un uomo senza figli non un uomo completo". Maria ha unaltra figlia, sposata e con tre bambine, di quattro, sei e otto anni. Neppure per un istante hanno pensato che sarebbe stato meglio per Francesco abbreviare le sue sofferenze. Lo vediamo sereno, a noi sembra che lui senta il nostro calore e il nostro affetto. La risposta attesa la emoziona profondamente. A volte mi dico: sono entrata nel pensiero del Papa. Ecco, la mia domanda importante. Per penso che sarebbe importante anche aiutare quelle famiglie che non hanno i soldi per pagare le rette degli ospedali come il Raimondi. Noi siamo fortunati, siamo entrati in un Progetto della Regione Lombardia, non paghiamo nulla, con le nostre due pensioni come avremmo fatto?.

Mariolina Iossa
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Settimana Santa Da Bach a Haydn, la musica pu aiutare ad avvicinarsi alla Pasqua

Digiuno e confessione. I riti nei giorni della Passione


I precetti e le celebrazioni liturgiche unoccasione anche per i non praticanti
di ARMANDO TORNO

Quanti sono i cattolici non praticanti? Coloro che vivono la loro fede lontano dalle celebrazioni liturgiche delle chiese? Oggi gioved santo e vorremmo invitarli ad alcune riflessioni per la Pasqua, giorno che per i cristiani rappresenta la risurrezione di Cristo. Diremo loro innanzitutto che, anche se hanno deciso di non prendere parte ai diversi momenti della liturgia, potrebbero rileggere i precetti generali della Chiesa (sono cinque e vennero definiti un secolo fa, al tempo di papa Pio X). Tra essi, due invitano a confessare i propri peccati una volta lanno oggi tale sacramento detto della riconciliazio-

La messa crismale Il gioved il via con la messa crismale. La tradizione della Via Crucis, pratica di piet popolare
ne e a ricevere lEucarestia almeno a Pasqua. Si troverebbero poi dinanzi unaltra richiesta: un giorno di magro e digiuno il venerd santo, il che equivale a consumare un solo pasto completo. Certo, detto in un periodo come il nostro che ha idolatrato le diete e coloro che dimagriscono ricevono i complimenti dal prossimo, non sembrerebbe un grande sacrifico. Ma questa astensione dalla carne ha valore simbolico. Poi il credente lontano dalle pratiche potrebbe scegliere di ritornare con le proprie emozioni in una delle liturgie che preparano alla morte e alla risurrezione di Cristo. Magari anche riascoltare la Passione secondo Matteo di Johann Sebastian Bach, per rendersi conto attraverso armo-

nie immortali di quanto avvenuto in queste ore (la musica pi straziante, per, a nostro giudizio, Bach la scrisse per la Passione secondo Giovanni). O forse riuscir a seguire semplicemente con il pensiero le diverse celebrazioni e, in tal modo, ricostruir momento dopo momento gli avvenimenti che colpiscono Ges. La prima di esse qualcosa che lo rimanda alla Chiesa, ad antiche tradizioni: proprio questa mattina siamo nel giorno di gioved santo nelle chiese cattedrali si celebra con il vescovo la messa crismale. cos detta perch in essa vengono consacrati tutti gli olii che saranno poi utilizzati per i sacramenti lungo lanno. Dallolio dei catecumeni a quello degli infermi, dallolio per la confermazione a quello per le ordinazioni. momento carico di significati, che si consuma diverse ore prima delladdio di Ges nel Cenacolo. Questa sera, invece, una messa ricorda appunto la cena del Signore con i discepoli. Leonardo la dipinse con mille accorgimenti e ogni gesto

delle figure trabocca di significati. il momento in cui Ges spezza il pane dicendo che il suo corpo e invita a bere il calice del suo sangue. Nel rito ambrosiano si legge il profeta Giona, mentre in quello romano si sceglie la legislazione pasquale (dal libro dellEsodo, 12). La lavanda dei piedi, che richiama il racconto di Giovanni (13, 1-15), inserita nella liturgia di rito romano e, dopo il vangelo, si evoca il fatto con i chierichetti o con altri scelti per la bisogna; nel rito ambrosiano, invece, il gesto con lacqua solitamente si svolge a parte, a volte prima della messa. Anche i non credenti restano colpiti da quanto avviene il venerd santo. Forse perch hanno ascoltato Le sette ultime parole di Cristo sulla Croce di Haydn, o magari perch hanno pensato intensamente a Dio che tocca il nulla. Alle 15 nelle chiese si ricorda la morte sulla croce di Ges (o alla sera, per ragioni pastorali). una liturgia della parola con testi di Isaia e con il racconto di quanto avvenne sul Golgota

tratto dai vangeli. A questo segue ladorazione della croce e la grande preghiera di intercessione (si prega anche per i non cristiani). Alla sera in molte chiese si pu partecipare a una via crucis, che pratica di piet popolare, e questo pu avvenire anche per le vie di un borgo o di una citt. Il papa tradizionalmente partecipa a quella che si svolge al Colosseo. E altra usanza popolare, soprattutto vissuta come itinerario di meditazione, resta la visita ai sepolcri. Per la sera di venerd il rito ambrosiano suggerisce una celebrazione nella deposizione del Signore, con letture dal libro di Daniele e la memoria dellavvenimento tratta dal vangelo di Matteo ( quanto ha fatto Giu-

Sepolcri Letture bibliche e la visita dei sepolcri, vissuta come itinerario di meditazione
seppe dArimatea). Questo momento un ossequio alla tradizione dei primi secoli della Chiesa di Gerusalemme. Sabato santo, mattina. Il rito ambrosiano prevede una celebrazione (senza eucarestia) che prepara alle prossime ore con la lettura del diluvio e il brano evangelico dellinvio delle guardie al sepolcro. Alla sera, sconfinando nella notte, inizia la grande veglia in cui si celebra lintera storia della salvezza e si annuncia la risurrezione. La liturgia osserva un grande silenzio tra la morte del Signore e la sua resurrezione. Leucarestia viene celebrata lultima volta il gioved sera e poi, appunto, nella veglia di Pasqua.

Al Colosseo Fedeli partecipano alla Via Crucis a Roma

RIPRODUZIONE RISERVATA

28 Cronache Scuola Le prove nazionali per 3 milioni di studenti

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Nei test dellInvalsi la matematica sar argomentativa


Non solo risposte, ma ragionamenti
ROMA Gli studenti italiani faticano in matematica. Vero, ma dipende da quale matematica. Il problema venuto fuori studiando i test internazionali fatti dallOcse in pi di 60 Paesi. Se la domanda vecchio stampo, barrare la risposta giusta e nel dubbio tentare la fortuna, siamo sullo stesso livello degli altri Paesi. Se invece non basta scegliere la casella giusta ma bisogna re il livello di preparazione dei ragazzi in modo oggettivo e cio a prescindere dal metro di giudizio del singolo insegnante. Perch tanta attenzione a questa benedetta matematica argomentativa? Se i ragazzi conoscono le proporzioni ed i teoremi ma poi non li sanno usare per risolvere un quesito il problema non riguarda solo il professore di algebra o di geometria. Dice Rossella Garuti, consulente dellInvalsi per la matematica: Saper argomentare, cio giustificare una scelta e sostenere un punto di vista sulla base dei fatti, un attrezzo logico indispensabile nella vita di tutti i giorni, qualsiasi lavoro si faccia. Sembra un ragionamento pi adatto allitaliano o alla storia ma che nella matematica, senza artifici retorici e con il solo aiuto dei fatti, trova la sua essenza. Perch i ragazzi italiani faticano di pi davanti a queste domande? Nonostante da anni si spinga in questa direzione dice la consulente dellInvalsi la matematica argomentativa ancora poco praticata nella scuole. Troppo spesso siamo ancora allesercizio, se chai preso sei bravo, se non chai preso buonanotte. Senza confrontare gli errori, senza lavorare in piccoli gruppi. vero che pi difficile ma vero pure che funziona meglio. Anche per i test ditaliano ci sar una novit: pi domande con tabelle e grafici in aggiunta ai soliti (e necessari) brani di lettura. un altro punto debole degli studenti italiani, questo: si potrebbe pensare che grazie ad Internet i ragazzi abbiano pi familiarit con i cosiddetti testi non continui rispetto alla classica pagina del libro. E invece dice Daniela Bertocchi, consulente dellInvalsi per litaliano almeno per il momento lesatto contrario. I ragazzi dividono nettamente quello che fanno a scuola da quello che fanno fuori. E allora possono essere bravissimi a leggere una tabella con le statistiche del fantacalcio ma si bloccano se una tabella simile diventa un esercizio da fare a scuola. Al loro debut-

Cambio di metodo I ragazzi italiani sono troppo abituati a individuare la soluzione giusta tra quelle gi date
spiegare il percorso logico seguito per arrivare alla soluzione molti studenti italiani si arrendono e non rispondono affatto. Su alcune domande di questo tipo le mancate risposte dei ragazzi italiani superano il 50%, contro una media Ocse del 30%. Gli esperti la chiamano matematica argomentativa ed questo il vero guaio dei nostri studenti. Proprio su domande del genere si concentrer il prossimo ciclo di test nazionali che dal 10 maggio coinvolger tre milioni di studenti e 14 mila scuole fra elementari, medie e per la prima volta anche superiori. Sono quelli preparati dallInvalsi, lIstituto nazionale di valutazione, per misura-

La consulente Giustificare una scelta indispensabile nella vita di tutti i giorni, qualsiasi lavoro si faccia

to, nel 2008, i test Invalsi erano stati accolti con freddezza da alcuni insegnanti, ma poi sono stati accettati e apprezzati da quasi tutti i docenti. Questanno latmosfera diversa. I Cobas invitano a boicottarli perch trasformano

linsegnamento in addestramento a domande e risposte inutili e perch li considerano uno strumento per premiare o punire docenti e scuole. Il ministro dellIstruzione Mariastella Gelmini risponde che i test non servono per

punire ma per valutare e per questo rifiutare le prove sbagliato. Anzi, pensa di estenderli ad altre classi a partire dallultimo anno delle superiori.

Lorenzo Salvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

La forma pi della Dieta Zona.

Lintervista su La7

Amato e le quote rosa La politica vola basso Meglio le quote colte


MILANO Meglio le quote colte delle quote rosa. uno dei passaggi dellintervista di Giuliano Amato, presidente dellEnciclopedia italiana Treccani, rilasciata a Myrta Merlino per Effetto Domino che andr in onda stasera a mezzanotte su La7. Posso dire una cattiveria? dice lex ministro: Fino a quando il ceto politico faceva parte del ceto culturale era diverso, ora che il ceto politico legge solo le note di agenzia e non legge pi Goethe o Thomas Mann o va raramente ai concerti perch va a cene di partito, si creata una certa distanza dalla cultura, quindi servirebbero non le quota rosa, ma le quote colte. Amato parla anche di una democrazia malata, che non guarda al futuro, priva di leader: Non abbiamo leader, solo follower. I leader dovrebbero guidare gli altri verso il futuro, invece quelli che abbiamo seguono gli altri nelle paure del presente, le amplificano, danno ragione e rimangono paralizzati. I politici? Meglio Muti. stato bravissimo, pi lui di molti politici. Quando ha parlato alla Camera di fronte ai parlamentari tutti lo invidiavano e pensavano: Professore "Se sapessi parlare io come lui Giuliano Amato pensa quanti voti prenderei", perch Muti ha fatto un discorso bellissimo. Insomma ha spinto Tremonti a restituire al mondo della cultura una parte dei soldi. Sul referendum non si sbilancia: Pu essere che la decisione del governo abbia a che fare con il legittimo sospetto... Ciascuno nella vita ha i suoi motivi per fare le cose, non tutti si sposano per amore. Infine, a proposito dellItalia: Ha tutti gli elementi per diventare di nuovo una grande potenza. Non tanto una grande potenza romana poi ora Roma non vince pi neanche allOlimpico ma come ai tempi delle Repubbliche Marinare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Linus - DJ, conduttore telev s vo.

ph. Av Meroz

EnerZona MiniRock 40-30-30 Scopri il piacere di uno snack che non croccanti fiocchi di soia ricoperti di ci delle calorie provenienti da carboidrati, proteine e grass , Dieta Zona. Il basso indice glicemico e il significativo apporto di proteine un piacevole senso di saziet. Fatti sedurre dalla croccante bont di EnerZona MiniRock: scoprirai che restare in forma non mai stato cos rock. Nei golosi gusti Noir cioccolato fondente, Cioccolato al latte e Lemon. Lo trovi in farmacia.

EnerZona. La nuova alimentazione.


Scopri su
App Store
Available on the

Dieta Zona e La mia Dieta Zona.

www.enerzona.com
La ricerca Enervit sostiene principi di alimentazione coerenti con la Dieta Zona.
Science in Nutrition

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Cronache 29
I precedenti
ro gi costruzioni. Il problema che non si vede lombra di un mattone allorizzonte. Dunque, la signora Sorbino potr solo arrivare nella sua nuova residenza estiva per fare un bagno, perch almeno lapprodo non vietato come in altre isole, come per esempio la proibitissima Montecristo nellarcipelago toscano, da anni riserva biogenetica. C poi un altro ostacolo per i nuovi proprietari: lo Stato potrebbe esercitare il diritto di prelazione tramite lEnte Parco, cosa gi accaduta nel 2004 per unaltra isola, quella di Santa Maria. Quella volta fu una societ di Treviso ad acquistare cento ettari, poi nuovamente ceduti al Parco. Comunque sia, Sara Sorbino non sar lunica proprietaria nellisola. Da tempo Spargi appartiene a privati, come le famiglie Martini di Olbia e Ferrigno della Maddalena che pare abbiamo centinaia di ettari. Qualche anno fa ci fu anche il tentativo, naufragato, dellunico abitante dellisola di diventare proprietario e sovrano legittimo di Spargi. Si chiamava Giovannino Catuogno, soprannominato il conte di Spargi, e abitava in un antico fortilizio: cerc senza successo per vie legali di ottenere la propriet dellisola tramite usucapione. Insomma, lirresistibile pulsione allacquisto di unisola non una novit. E non c bi-

Bellezze dItalia Nureyev acquist larcipelago Li Galli, la Swarovski proprietaria di Santa Cristina

Dalla Maddalena alla laguna veneta Avere unisola non (solo) un sogno
Con 127 mila euro unimprenditrice si compra Spargi in Sardegna
Paradiso A destra unimmagine dellacqua cristallina di Spargi, lisoletta della Maddalena, in Sardegna, appena acquistata a unasta giudiziaria da una imprenditrice senese per 127 mila euro. A sinistra tre scogli originali del piccolo paradiso: dallalto, il profilo del Bulldog, poi il profilo della Strega, e infine lo Zoccolo olandese (o corno di rinoceronte)

Larcipelago Nel 1989 il ballerino russo Rudolf Nureyev acquist larcipelago Li Galli, di fronte a Positano, gi appartenuto al suo collega e connazionale Leonide Massine

Otto ettari, i pi suggestivi dellisola, con panorami mozzafiato, spiagge cristalline di sabbia e scoglio, profumi di mirto e salmastro, natura selvaggia e incontaminata. Da marted questo piccolo paradiso terrestre di Spargi, arcipelago della Maddalena, di propriet privata. Se lo aggiudi-

cato a unasta giudiziaria del tribunale di Tempio Pausania unatipica acquirente: Sara Sorbino, 32 anni, originaria di Chiusi (Siena), una vita tranquilla da impiegata di banca a Roma e, pare, piccola imprenditrice a Citt della Pieve, 7 mila abitanti in provincia di Perugia. stata lunica a presenta-

re unofferta: 127 mila euro per un tratto che si snoda da Punta Banditi, una collina che domina il mare, a cala Bonifazinca, scogliere di granito, sabbia color argento e mare cos trasparente da sembrare etereo. Il nome della cala deriva dai contrabbandieri corsi che da Bonifacio arrivavano in Gal-

lura e nellarcipelago e c chi giura che da qualche parte si nascondano tesori inestimabili. Dunque un affarone? Certamente non da un punto di vista del business turistico. Spargi, inserita nel Parco, infatti una delle isole pi tutelate, con norme severissime. Il Par-

co lha classificata come zona a protezione integrale. Vietato costruire qualsiasi manufatto, issare anche minuscole baracche, piazzare tensostrutture, far funzionare gruppi elettrogeni per avere un po di energia elettrica. Qualche cosuccia si potrebbe fare, come ristrutturazione, se sul luogo ci fosse-

Vincoli ambientali La nuova proprietaria non potr costruire nulla e nemmeno portare lenergia elettrica
sogno di citare sempre vip e ricconi a caccia di atolli del Pacifico o paradisi dei mari del Sud. In Italia, nel 1989, il ballerino russo Rudolf Nureyev acquist larcipelago Li Galli, che si trova di fronte a Positano, gi appartenuto negli anni Venti al suo collega e connazionale Leonide Massine. Nella laguna veneta, la stilista Fiona Swarovski si comprata Santa Cristina, unisola di 300 mila metri quadri. E Giovanna Stefanel nel 2007 diventata proprietaria di unisoletta che guarda la Giudecca. Sempre in Laguna, lisola di Tessera aveva affascinato i pensieri del filosofo maltese Edward De Bono che poi aveva deciso di venderla nel 2007. In Toscana, Franco Giusti, imprenditore di Pistoia, nel 2001 si comprato lisolotto di Cerboli, davanti allElba, una volta appartenuto allo scrittore Cassola. Poi ci sono isole invendute. Come la Pianosa delle Tremiti che il sindaco aveva messo in vendita provocatoriamente per problemi di bilancio. Poca fortuna anche per lisolotto di Serpentara, 4 chilometri sud est della Sardegna: lasta andata deserta per ben tre volte.

San Marco Da negozio a museo

In Laguna Lisola di Tessera, nella Laguna di Venezia, era stata acquistata dal filosofo maltese Edward De Bono che poi ha deciso di venderla nel 2007. Sempre in laguna la stilista Fiona Swarovski si comprata Santa Cristina

Venezia, il Fai riapre lOlivetti di Scarpa


blioteche del Rinascimento. E anticipa di trentanni varie decoVENEZIA Lex negozio struzioni superandole nella cuOlivetti in piazza San Marco, ra del particolare. Rilevanti anprogettato dallarchitetto vene- che il pavimento a mosaico, ispiziano (lui si definiva bizanti- rato a un quadro di Paul Klee, le no) Carlo Scarpa nel 1958, scelte cromatiche e il culto del stato riaperto ieri come museo particolare che si ritrova anche di se stesso. Un grazie va alle As- nei pi minuti dettagli, sino alsicurazioni Generali, che ne so- linclinazione dei tavoli sui quano il proprietario, e al Fai, che li sono ora appoggiate macchilo ha preso in gestione e ne ha ne da scrivere e calcolatori fornicurato il restauro conservativo ti dallarchivio Olivetti (che socon larchitetto Gretchen no opere di design esposte al Alexander Gusalli Beretta insie- Moma). Dallarchivio di Scarpa, me alla sovrintendente Renata ha assicurato invece il presidenCodello. te del Comitato per il centenario di Scarpa, Pio Baldi, potranno essere forniti i disegni digitalizzati e altro materiale da consultazione. Nel negozio, infatti, sono stati ricavate anche due postazioni studio. Il sindaco Orsoni ha parlato di ferita risanata e per il Fai, come hanno ricordato la presidente regionale MaInaugurazione Lex negozio di Scarpa ria Camilla Bianchini e quella nazionale, Ilaria la prima volta che un ne- Buitoni Borletti, stato un mogozio diventa una cappella lai- do proprio per essere presenti a ca da visitare (5 euro, 2 per i ve- Venezia. Un omaggio a un parneziani, ingresso libero per gli ticolare di questo scrigno comstudenti di architettura); ma merciale, ovvero il suo ingegnoqui siamo di fronte a un costoso so cancello, era avvenuta anche e fragile gioiello realizzato per due anni fa, quando Tadao Anuna committenza assai diversa do lo copi nel restauro di Pun nel gusto da quella degli ta della Dogana come esplicito attuali proprietari di flag-store. omaggio al maestro veneziano. La scala costata molti soldi La gestione non sar facile, per ammetteva lo stesso Scarpa lacqua alta e per la diffidenza ma per il re (Adriano Olivet- con la quale il turismo dei pop ti, ndr) si pu fare una scala rea- corn guarda al moderno. Ma le. E in effetti, la scala di Scar- qui si opera anche per leducapa sta ai negozi del dopoguerra zione estetica. Pierluigi Panza come quella Mediceo-Laurenziana di Michelangelo alle bi RIPRODUZIONE RISERVATA
DAL NOSTRO INVIATO

Davanti allElba Lo scrittore Carlo Cassola era stato proprietario dellisolotto di Cerboli, di fronte allisola dElba, poi passata agli eredi. Nel 2001 stato acquistato da un imprenditore di Pistoia, Franco Giusti

Marco Gasperetti
mgasperetti@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Capri

Critiche sul ticket di 1 euro per i giardini di Augusto


Da ieri la visita ai Giardini di Augusto a Capri, da dove si possono ammirare i Faraglioni, costa un euro. Alle 8.30 in punto stato staccato il primo biglietto e poco dopo le 14 erano gi 500 senza alcuna protesta dei turisti. I pi critici della novit sono i vacanzieri del mordi e fuggi che hanno preferito continuare la loro passeggiata lungo via Krupp da dove, senza pagare nulla, si possono ammirare ugualmente i Faraglioni. Lex sindaco Costantino Federico definisce sgangherata liniziativa del suo successore Ciro Lembo: Il ticket va contro la volont di Friederik Alfred Krupp che don al Comune di Capri il fondo dove ora sorgono i giardini e la strada con la raccomandazione di utilizzarlo per fini pubblici.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Economia
Indici delle Borse
FTSE MIB 21.502,45 1,19% 1,18% 0,97% 1,52% 2,10% 1,35%

FTSE MIB
Londra Francoforte Parigi (Cac40) Hong Kong Tokio (Nikkei) Madrid 6.022,26 2,13% 7.249,19 2,98% 4.004,62 2,46% 23.896,10 1,60% 9.606,82 1,76% 10.535,40 1,53%

La settimana

Cambi
1 euro 1 euro 1 euro 1 euro 1 euro 1,4515 dollari 0,8867 sterline 1,2944 fr. sv. 1,48% 1,60% 0,99% 0,79% 1 euro 120,1300 yen

A2A

La settimana

Titoli di Stato
Titolo Ced. Quot. Rend. eff. 20-04 netto % Titolo Ced. Quot. Rend. eff. 20-04 netto %

Btp 99-01/11/10

0,75 1,63 2,17 3,19 3,10 3,54 3,80 4,63

Btp 04-01/02/20 4,500% Btp 07-15/09/23 2,600% Btp 98-01/11/29 5,250%

99,99 98,34 99,60

3,97 5,07 4,67 4,81 4,82 1,82 2,31 -

FTSE It.All Share 22.248,24 FTSE It.Star Dow Jones Nasdaq S&P 500 12.202,32 12.453,54 2.802,51 1.330,36

Btp 01-01/08/11 5,250% 101,02 Btp 07-15/04/12 4,000% 101,78 Btp 02-01/02/13 4,750% 103,43 Btp 04-15/09/14 2,150% 103,44 Btp 04-01/02/15 4,250% 102,23 Btp 02-01/08/17 5,250% 105,99 Btp 08-01/08/18 4,500% 101,04 Btp 08-15/09/19 2,350% 100,40

Btp 02-01/02/33 5,750% 103,72 Btp 03-01/08/34 5,000% 94,48 Cct 04-01/05/11 0,750% 99,99 Cct 05-01/11/12 0,750% Cct 07-01/12/14 0,890% Ctz 09-31/03/11 99,73 97,74 -

8,9011 cor.sve. -0,22% 1,3808 dol.can. 0,83%

La lente LATTRAZIONE
(SMENTITA) DI DASSAULT PER MEDIOBANCA
aruffe tutte francesi intorno a Mediobanca. Ieri Les Echos ha definito Dassault il candidato ideale per rilevare la quota di Groupama in Piazzetta Cuccia, pari al 3% nel patto e all1,8% fuori. Il quotidiano descrive Laurent Dassault pronto alloperazione a sostegno di Vincent Bollor, come aveva gi fatto rilevando lo 0,6% sulla scia dellimprenditore bretone, azioni poi rivendute. La notizia stata stoppata subito da Groupama: Non sul tavolo alcuna

Il Lingotto Profitti a 37 milioni nel primo trimestre dopo lo spin off. Maranello sul listino? Non ci serve liquidit

Lauto Fiat in utile, balzo in Borsa


La spinta di Brasile, Ferrari e Marelli. Marchionne: ci basta il 51% di Chrysler
MILANO Il lusso Ferrari. I veicoli commerciali. Il Brasile. La componentistica. Se lauto del Lingotto in Europa perde quote, ci sono altri brand, altri mercati, altre attivit a consentire a Sergio Marchionne di centrare gli obiettivi promessi. E di superarli, in qualche caso. il primo trimestre di Fiat Spa autonoma, senza pi camion e macchine agricole a bilanciare i violenti cicli negativi delle quattro ruote, e sono i conti a spiegare perch John Elkann abbia definito semplicemente perfette le ragioni e la scelta dei tempi per lo spin off. Lauto che adesso corre da sola continua a pagare pesantemente ( il calo delle consegne tra gennaio e marzo dell11,2%) la fine degli incentivi europei e lassenza di nuovi modelli. Ma il mercato ora va verso la normalizzazione, e le novit frutto (anche) dellintegrazione con Chrysler cominciano ad arrivare nelle concessionarie. Nel frattempo, il bilancio tiene botta. La trimestrale approvata ieri dal consiglio si chiude con ricavi per 9,2 miliardi (+7,1%), un utile della gestione ordinaria di 251 milioni contro i 230 di un anno fa, un risultato netto che sale da 13 a 37. Soprattutto, si rafforza ancora la situazione finanziaria: liquidit dai 12,3 miliardi di fine 2010 ai 13,1 di fine marzo, indebitamento netto industriale tagliato da 542 a 489 milioni. Sono numeri di cui Marchionne, visto il contesto europeo, si dice totalmente soddisfatto. Insieme alla conferma di tutti i target 2011 spingono
Sergio Marchionne

a un netto recupero anche il titolo in Borsa: +4,6%, a 6,57 euro. E indicano come il Lingotto non abbia alcun bisogno di operazioni straordinarie per pagare il prossimo 16% di Chrysler, con lesercizio anticipato della relativa opzione (obiettivo finale il 51%: potremmo acquisire un altro 6% dal Tesoro Usa, ma al 51% sarei pi che contento, il livello che definisce la nostra soddisfazione).

Lo ribadisce lo stesso amministratore delegato nella conference call con gli analisti. Gli chiedono, per lennesima volta, della quotazione Ferrari.

Fabbrica Italia Dopo i ricorsi Fiom avanti con Pomigliano e Mirafiori. Il resto a rischio

Lazienda guidata da Luca Cordero di Montezemolo si presenta anche in questo trimestre con numeri record: il suo contributo allutile della gestione ordinaria di 53 milioni, a fianco dei 130 di Fiat Group Automobiles, i 61 della componentistica (essenzialmente Magneti Marelli), i 9 di Maserati. Chi preme per Maranello in Borsa ottiene per sempre la stessa risposta: Resta unopzione cui po-

tremmo ricorrere, ma non c nessuna garanzia che possa realmente accadere: la Fiat nella sua posizione attuale non ha bisogno della liquidit di una quotazione Ferrari. N per Chrysler. N per gli altri investimenti, per i quali il Lingotto promette una crescita sostanziale. E, sebbene il comunicato del board non ne faccia cenno, chiaro che accanto a Brasile o Serbia o Russia (limpegno a implementare la strategia di alleanze mirate si riferisce in particolare a Mosca), il ruolo clou spetta (o dovrebbe spettare) a Fabbrica Italia. Nessun problema per Pomigliano e Mirafiori: La macchina ormai partita, assicura in serata Marchionne, non ci sono ritardi, tra ottobre e novembre inizier la produzione della Nuova Panda. Per, in pri-

La strategia in Cina I programmi per colmare il ritardo in Asia

ipotesi sulla quota in Mediobanca, n su una possibile cessione n sulluscita dal patto. Una sfida francese su Piazzetta Cuccia? No. Serge Dassault, cio il padre che comanda nel gruppo, ha smentito formalmente che il gruppo Dassault abbia intenzione di entrare in Mediobanca. Laurent Dassault si espresso a titolo strettamente personale e non ha la responsabilit della diversificazione. Scene di capitalismo familiare.

La Nuova 500 sbarca a Shanghai Parte lalleanza con Guanzhou


SHANGHAI Quasi sottovoce, al Salone di Shanghai stata presentata la Fiat 500. Lorenzo Sistino, vicepresidente per gli affari internazionali del gruppo Fiat, ha sottolineato che questo vuole essere il primo posizionamento del brand Fiat in Cina, lo facciamo con licona delle nostre vetture. La 500 sembrata a tutti gli effetti lambasciatrice del marchio e di quello stile italiano particolarmente gradito dagli asiatici. Per siglare questo ingresso nel primo mercato auto mondiale la 500 stata esposta con lespressione pi fashion della gamma, quella griffata Gucci, dotata di motore 1.4 MultiAir da 102 cavalli e cambio automatico a sei marce, il modo migliore per conquistare una parte di quei 200 milioni di ricchi cinesi pronti, secondo le statistiche, ad acquistare una macchina. Verr venduta dal prossimo settembre, arriva dal Messico, dallo stabilimento di Toluca, ne sono previste per questanno circa 7 mila. Fiat ha attivi in questo paese 34 dealer che dovrebbero triplicarsi nel 2012 quando sar pronto lo stabilimento nello Hunan, in partnership paritetica con Guanzhou Automobile Group, capace di sfornare 300 mila pezzi lanno. In questo sito verr prodotta per Fiat, una berlina compatta, a quattro porte, del segmento C, sviluppata sulla piattaforma della Giulietta. Potr essere seguita, nel 2013, da unaltra berlina che utilizzer la piattaforma del Dodge Avenger (commercializzata anche negli Stati Uniti) e da due suv Jeep. Per superare il ritardo accumulato in Asia - lo ha ammesso di recente lo stesso Marchionne - si punter anche sui modelli della Chrysler.

Le cifre Il contributo del Cavallino rampante allutile della gestione ordinaria di 53 milioni, 9 quello di Maserati
mo piano e non pi sullo sfondo, ci sono i ricorsi della Fiom. Sono quelli, ripete il giorno dopo il vertice con i sindacati, a mettere a rischio i prossimi step: lex Bertone ora, Melfi e Cassino fra un po. Perch una delle cose che non posso fare controllare una sfilza di querele per i prossimi ventanni. Ho intenzione di far lavorare la gente, di creare posti di lavoro e sicurezza. Noi vogliamo produrre auto. Se qualcuno ha altri obiettivi....

S. Bo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bianca Carretto
RIPRODUZIONE RISERVATA

Raffaella Polato
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Economia 31
#

La storia

La fabbrica chiusa e il rischio che linvestimento finisca allestero


Limpianto Lo stabilimento Bertone nellarea di Grugliasco nel 1989

Generali

Maserati o labbandono Lex Bertone va al voto


Il referendum sullo stabilimento e il no della Fiom
DAL NOSTRO INVIATO

Perissinotto: cresceremo nel risparmio


Con Unicredit non abbiamo avuto contatti: il problema Antitrust in Italia sarebbe un fattore importante. Giovanni Perissinotto, group ceo di Generali, ha cos commentato lapertura alla collaborazione industriale di Federico Ghizzoni, consigliere delegato di Piazza Cordusio. Crediamo in una diversit di canali: agenzie, promotori, diretti e bancassurance, piuttosto marginale per come apporto al conto economico. Comunque siamo sempre pronti a guardare a opportunit e discuterle. Perissinotto ha poi detto che lasset management una diversificazione di assoluto interesse. Rispetto ai concorrenti il Leone ha speso meno per il settore ma gli acquisti fatti e lo sviluppo per lAsia e con Banca Generali ci portano a una realt di grande rilievo. Il top manager ha quindi ricordato che laumento dei tassi da un punto di vista reddituale ha un saldo positivo per la compagnia. Perissinotto ha ribadito che la partecipazione allaumento di Intesa Sanpaolo ha carattere finanziario ed alla valutazione degli esperti dellasset management.

TORINO Le carrozzerie ex Bertone sono centomila metri quadrati di desolazione. Al cambio turno delle 13 la fabbrica deserta. Lattesa ai tornelli delluscita di corso Allamano risulta vana. Non passa nessuno. Ogni tanto la sconfinata distesa di capannoni ai bordi di Grugliasco viene visitata da pochi impiegati e da addetti alla manutenzione chiamati a combattere i segni lasciati dal tempo su macchinari che da anni si accendono solo per dare prova di esistenza in vita. Le fabbriche vuote mettono tristezza, non c bisogno di essere Karl Marx per dirlo. Sei anni di cassa integrazione hanno creato un velo opaco su stabilimenti che fino a poco fa rappresentavano una bella storia dellindustria italiana. Eppure lultimo duello tra lamericano Sergio Marchionne e la Fiom va in scena qui, al termine di un rettilineo che da Mirafiori conduce oltre la cinta daziaria di Torino. Proprio a ridosso del centro commerciale Le Gru dove nellottobre 1993 Silvio Berlusconi cominci la sua discesa in campo. Ci sar un refe-

La maggioranza Alle urne il 2 maggio: le tute blu Cgil sono maggioranza. Rischiano di vincere, prendendosi la responsabilit
rendum, un altro. Una versione in minore dello scontro andato in scena lo scorso gennaio a pochi chilometri da qui, ma con un maggior retrogusto di disperazione. Perch a decidere della propria sorte saranno chiamati lavoratori senza pi lavoro dal 2005. La Fiat, nuova proprietaria, ha destinato alle Officine automobilistiche Grugliasco, questa la nuova sigla sociale, un investimento di 500 milioni di Euro per la produzione della Maserati, subordinandola a una vittoria del s alla consultazione sullaccordo firmato a Pomigliano dArco nel 2009 che regola tempi, ritmi delle produzioni e delle sue pause. Il copione non necessita alcuna riscrittura, lo stesso del referendum su Pomigliano e Mirafiori. Basta guardare le ultime dichiarazioni. Marchionne: Il rischio che linvestimento venga fatto allestero concreto. I sindacati favorevoli al s: Occorre tutelare il lavoro. La politica locale, per bocca di Cesare Damiano, ex ministro del Lavoro, si muove con la consueta cautela tendenza Fiat: Inutile andare avanti a colpi di forzature, ma inaccetta-

bile il rischio di una produzione fuori dallItalia. La Fiom non d indicazione di voto e cerca di inventarsi una mossa a sorpresa, da qui al 2 maggio, giorno del nuovo referendum. Alla ex Bertone i numeri giocano contro il sindacato dei metalmeccanici proprio perch sono favorevoli. Alle ultime votazioni per le Rsu ha avuto il 64%. Questa volta potrebbero esserci problemi a cavalcare il concetto dellonorevole sconfitta. Si rischia di vincere, assumendosi una responsabilit tremenda. E cos, da un paio di mesi almeno, la dizione ex Bertone entrata nel circolo dei notiziari, sigla oscura che sembra mettere in liquidazione una storia esemplare, nel bene e nel male. Ci sentivamo diversi dalla Fiat. Con lazienda c sempre stato dialogo. Abbiamo trovato buoni accordi. E poi cera lorgoglio. Facevamo macchine stupende. La malinconia di Pino Viola, con i suoi 55 anni il pi anziano rappresentante sindacale della Bertone, data dalla consapevolezza che il meglio passato. Giovanni Bertone era un battilastra che non si rassegnava allidea di una vita tutta incudine e martello. Nel 1912 scese dalla sua Mondov per aprire una carrozzeria a Torino. La bottega diventa fabbrica a partire dal 1944, quando in azienda arriva Nuccio, suo figlio. Negli anni della ricostruzione il Bertone di seconda generazione coglie al volo la voglia di riscatto che si respira nellaria. La Giulietta Sprint Alfa Romeo da lui disegnata diventa la vettura sportiva dellItalia del boom; poi il

Scheda

Fondata nel 1912 da Giovanni Bertone, lazienda torinese ha avuto il suo maggior sviluppo sotto la

sarto delle macchine disegna la Ferrari Dino 308 GT4, ancora oggi la rossa costruita nel maggior numero di esemplari. Quando lautomobile cessa di essere un lusso, si inventa la Fiat 850 Spider. Arriveranno poi la Lamborghini Miura, la Lancia Stratos e altri modelli innovativi. Nuccio muore nel 1997, a 83 anni. Lascia unazienda in salute. In quei giorni la Bertone ha in tasca le commesse di Fiat e Opel per Punto e Astra Cabrio. Nel 2001, in un mercato gi ristretto per tutti, lazienda di Grugliasco fattura 640 milioni di Euro e tocca il picco

Per Nuvolari La Nivola Bertone del 1990, la coup dedicata al leggendario Tazio Nuvolari, soprannominato Nivola

di occupazione con 2.450 dipendenti. Poi viene gi tutto. Il declino rapido, inesorabile. La Opel manda la disdetta, non le servono pi gli impianti e il design Bertone, la Fiat si riprende i suoi marchi. La lotta per la sopravvivenza si sovrappone a un esempio di mancato passaggio generazionale, specchio del capitalismo familiare dItalia. Lilli, vedova di Nuccio, si mette contro le figlie Barbara e Marie Jeanne, veti reciproci e divieti di accesso a uno stabilimento che porta il loro nome. La fine nota. Amministrazione controllata, nel 2009 vendita alla Fiat, da sempre interessata a quegli stabilimenti cos moderni. Restano 1.092 lavoratori, 300 dei quali collocati in aziende satelliti. Pino Viola allarga le braccia quando gli chiedono di fare una previsione. Il referendum? Nessuno sa come andr. C tanta gente che non vediamo da un sacco di tempo, quasi non ci conosciamo pi. Forse la logica conclusione di uno scontro frontale, forse lennesimo paradosso dellindustria italiana. Dal 2 maggio torneremo tutti a intervistare operai, a chiedere come voteranno. Ai cancelli di una fabbrica chiusa da sei anni.

Marco Imarisio
RIPRODUZIONE RISERVATA

S. Bo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

guida del figlio Giuseppe Nuccio (foto) che scopre talenti del design, come Giorgetto Giugiaro, e avvia una lunga collaborazione con la Fiat e lAlfa Romeo. Alla morte di Bertone, nel 1997, lazienda di Grugliasco entra in una lunga crisi

Lassemblea Mediaset

Ad aprile forte ripresa della pubblicit S al dividendo da 0,35 euro ad azione


(g. str.) Ricavi pubblicitari verso la svolta per Mediaset. Il primo trimestre leggermente negativo, con un marzo pesante. Ma da aprile c una forte ripresa, ha spiegato lamministratore delegato Giuliano Adreani ieri allassemblea che ha approvato il bilancio 2010 con un utile di 352,2 milioni e un dividendo di 0,35 euro per azione. In attesa di consolidare la ripresa degli investimenti pubblicitari (di un +2-3% secondo le prime stime sul secondo trimestre) il presidente Fedele Confalonieri (foto) ha osservato che analisti e giornali finanziari esprimono giudizi troppo prudenti sullazienda. Quindi una stoccata ai rivali della carta stampata, giudicati colpevoli di obsolete prediche anti-tv, soprattutto anti-Mediaset, gruppo Espresso Repubblica in testa. Confalonieri ha anche criticato la gara per la banda da 800 megahertz per nuove frequenze tv che lEuropa prescrive di assegnare agli operatori di telefonia mobile: siamo di fronte a una incomprensibile politica di favore verso il mondo delle tlc e a scapito del mondo di noi televisivi. Mediaset, ha aggiunto, parteciper al beauty contest per lassegnazione delle frequenze per uno dei sei multiplex per la trasmissione di canali digitali. Il gruppo potrebbe poi candidarsi a trasmettere le gare degli Europei 2012. Tra le altre indicazioni, le sinergie in Spagna tra Telecinco e Cuatro e lacquisizione di Dmt che il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi ha definito strategica. Durante lincontro anche un discorso sullinchiesta Mediatrade di un socio, cui Confalonieri ha fatto spegnere il microfono dopo molti minuti di intervento. Si segnala anche un botta e risposta con Google su una causa promossa contro YouTube e un riferimento di Confalonieri al caso Mentana: nessun contenzioso aperto, e la sua liquidazione stata in linea con il mercato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

32
Credem Pri va te Equity SGR SpA - Gruppo Bancario Credito Em liano - Credem Priva vate Societ soggetta ad attivit di direzione e coordinamento (ex art. 2497 bis c.c.) da parte di Credito Em liano SpA - Capitale Sociale euro 2.400.000 i.v. - Iscri ta allAlbo delle SGR al N.158 Reg. Imprese C.F.e P .IVA 02008670354 - Sede sociale e direzione Via E. Che Guevara 4 - 42123 Reggio Emi ia (RE) - Tel +39 0522 582203 - Fax +39 0522 582742

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

MODIFICHE APPORTATE AL REGOLAMENTO DEL FONDO E VENTURE N R CAPITAL AP T CREDEM GESTITO DA E PRIVA E EQUITY I G SPA CREDEM ATE SGR DATA DI EFFICACIA DELLE MODIFICHE . 01.04.2011 Adeguamento del Regolamento del Fondo alle disposizioni del D.M. 197/2010 che eliminano lobbligo di richiedere a Banca dItalia la proroga del fondo chiuso alla sua scadenza al fine di completare lo smobilizzo degli investimenti. ora prevista la possibilit di richiedere una proroga del termine di durata del fondo non superiore a tre anni per il completamento dello smobilizzo degli investimenti attraverso la delibera motivata del Consiglio di Amministrazione della Sgr.

ANAS S.p.A.
Direzione Regionale per la Sicilia

Si comunica che sulla G.U.R.I. n 47 del 20.04.2011 pubblicato il bando di gara integrale relativo al sotto elencato Servizio: BANDO DI GARA PALAV27-11; Cod. Gara 27-11; CUP: F79J10000860001; CIG: 1480185F49; CODICE APPALTO: PAB31083CMB; COMMESSA: PAMO00001.MV; CPV: 98390000-3; PROVINCE: Palermo, Trapani, Agrigento, Enna, Messina; Servizi di O.M. per lo sfalcio dellerba lungo le Strade Statali nn624, 113, 120, 186, 643, 286, 117 Centro B Esercizio 2011-2013; Importo totale lordo delle prestazioni di servizi a corpo 2.964.600,00. Importo soggetto a ribasso: 2.890.000,00. Oneri sicurezza: 74.600,00. Categoria Servizi: Categoria 12. Perizia: n 74017 del 06.12.2010. Pagamenti: I pagamenti in acconto saranno erogati secondo le modalit di cui allart.14 del Capitolato Speciale dAppalto (Norme Generali); Il termine per lesecuzione, di 1095 (millenovantacinque) giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale di consegna; Determina a Contrarre n CPA-0006432-I del 31.01.2011; Responsabile del Procedimento: Ing. Umberto RIERA; Termine per il ricevimento delle offerte: Il plico con la documentazione richiesta dovr pervenire, a mezzo del servizio postale, ovvero mediante agenzie di recapito autorizzate, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 10.06.2011 e dovr essere indirizzato a: ANAS S.p.A. Direzione Regionale per la Sicilia, Via A. De Gasperi 247, Palermo. U.O. Gare; Modalit di apertura della documentazione: la prima seduta pubblica si terr il giorno 14.06.2011 alle ore 9.00 nella sala gare di questa Direzione Regionale, allindirizzo di cui sopra. Modalit di apertura delle offerte: si terr in seduta pubblica il giorno 27.06.2011 alle ore 9.00. IL DIRETTORE REGIONALE Dott. Ing. Ugo DIBENNARDO Palermo, l 21.04.2011
VIA A. DE GASPERI, 247 - 90146 PALERMO Tel. 091/379111 - Fax 091/6703090 - 091/521722 sito internet www.stradeanas.it

ANAS S.p.A.
Direzione Regionale per la Sicilia

Si comunica che sulla G.U.R.I. n 47 del 20.04.2011 pubblicato il bando di gara integrale relativo al sotto elencato Servizio: BANDO DI GARA PALAV28-11; Cod. Gara 28-11; CUP: F79J10000850001; CIG: 154485135F; CODICE APPALTO: PAB31081CMA; COMMESSA: PAMO00001.MV; CPV: 98390000-3; PROVINCE: Palermo, Agrigento, Caltanissetta; OGGETTO DEI SERVIZI: Servizio di O.M. delle opere in verde e pulizia pertinenze lungo le Strade Statali nn 118, 121, 122/bis, 188, 188/C, 189 e 285 di competenza del Centro di Manutenzione A - Esercizio 2011-2013; Importo totale lordo delle prestazioni di servizi a corpo 2.515.000,00. Importo soggetto a ribasso: 2.440.000,00. Oneri sicurezza: 75.000,00. Categoria Servizi: Categoria 12. Perizia: n 74013 del 06.12.2010. Cauzione provvisoria 2%: 50.300,00. Pagamenti: I pagamenti in acconto saranno erogati secondo le modalit di cui allart.14 del Capitolato Speciale dAppalto (Norme Generali); Determina a Contrarre n CPA-0017573-I del 21.03.2011; Responsabile del Procedimento: Ing. Umberto RIERA; Termine per il ricevimento delle offerte: Il plico con la documentazione richiesta dovr pervenire, a mezzo del servizio postale, ovvero mediante agenzie di recapito autorizzate, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 13.06.2011 e dovr essere indirizzato a: ANAS S.p.A. Direzione Regionale per la Sicilia, Via A. De Gasperi 247, Palermo. U.O. Gare; Modalit di apertura della documentazione: la prima seduta pubblica si terr il giorno 15.06.2011 alle ore 9.00 nella sala gare di questa Direzione Regionale, allindirizzo di cui sopra. Modalit di apertura delle offerte: si terr in seduta pubblica il giorno 28.06.2011 alle ore 9.00. IL DIRETTORE REGIONALE Palermo, l 21.04.2011 Dott. Ing. Ugo DIBENNARDO
VIA A. DE GASPERI, 247 - 90146 PALERMO Tel. 091/379111 - Fax 091/6703090 - 091/521722 sito internet www.stradeanas.it

REGIONE BASILICATA AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO Ai sensi dellart. 65 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i., si rende noto che lAzienda Sanitaria Locale di Potenza con sede in Potenza alla Via Torraca, 2, (tel. 0971-310111 fax 0971-310527, sito web www.aspbasilicata.net), ha aggiudicato la fornitura di dispositivi medici da somministrazione, prelievo ed ausili per incontinenza, occorrenti per i Presidi e Strutture Sanitarie Aziendali. Importo complessivo di aggiudicazione 380.853,30, Iva esclusa. Durata contrattuale anni tre. Procedura di aggiudicazione: procedura aperta, con aggiudicazione ai sensi dellart. 82 del D.Lgs 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i., a favore prezzo pi basso per singolo lotto, previa verifica alla rispodenza dei prodotti proposti alle caratteristiche tecnico-qualitative minime indicate nel capitolato tecnico. Il dettaglio delle singole aggiudicazioni consultabile nel sito web aziendale allindirizzo www.aspbasilicata.net sezione atti amministrativi - bandi di gara - avvisi. Data di trasmissione dellavviso alla G.U.C.E. IL DIRETTORE GENERALE DR. PASQUALE FRANCESCO AMENDOLA

MINISTERO DELLA DIFESA AERONAUTICA MILITARE


COMANDO LOGISTICO SERVIZIO DI COMMISSARIATO ED AMMINISTRAZIONE REPARTO COMMISSARIATO DIREZIONE DI COMMISSARIATO MILANO ESTRATTO AVVISO DI GARA Presso la Direzione di Commissariato di Milano - P.zza E. Novelli, n. 1, 20129 MILANO, sar esperita una procedura ristretta accelerata in ambito comunitario, per lapprovvigionamento di n. 4.750 sopravestiti policromi di tipo vegetato mod. 2008, e n. 13.000 uniformi da combattimento e servizio di tipo vegetato complete della serie di copricapo mod. 2004 per il personale dellA.M.. Limporto complessivo presunto posto a base di gara di euro 1.396.000,00 (euro unmilionetrecentonovantaseimila/00) I.V.A. esclusa. Laggiudicazione avverr ai sensi dellart. 82 co. 2 lett. a), D.lgs. 163/2006 anche in presenza di una sola offerta valida. Come disposto nel bando di gara pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Comunit Europea (G.U.C.E.) n. S 73 del 14/4/2011 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U.R.I.) n. 46 del 18/04/2011 - V serie speciale, le domande di partecipazione alla gara dovranno pervenire entro il 28/04/2011, nel caso in cui la richiesta di partecipazione venga manifestata esclusivamente mediante lettera, o essere spedite sempre entro la predetta data, qualora lintenzione di partecipare sia stata anticipata a mezzo fax. Alla gara stato assegnato il seguente CIG 194772732A. Ulteriori informazioni potranno essere richieste alla sopracitata Direzione - tel. 02/73902830, 02/73902833 - fax 02/73903284, 02/73903250 o mediante e-mail: contratti.dtcmilano@tiscali.it. Bando integrale e Documenti complementari saranno pubblicati sul sito: www.aeronautica.difesa.it alla sezione Gare Appalto. IL DIRETTORE Col. C.C.r.n. Giovanni BOCCI

ColombiC&E

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Economia 33
#

Lintervista

Lamministratore delegato della banca emiliana: Samor non pu imporre le sue strategie

MILANO No, non si poteva evitare. Il parapiglia scoppiato sabato a Modena allassemblea della Banca Popolare dellEmilia Romagna, con tanto di intervento dei Carabinieri, secondo Fabrizio Viola era ben organizzato. E con un mandante certo: Lavvocato Giampiero Samor. Aveva detto pubblicamente che avrebbe fatto ostruzione spiega lamministratore delegato della Bper e quando ha visto che non cera spazio per la sua manovra ha scatenato il putiferio. Per la cronaca, il caos scoppiato al momento in cui sono state chiuse le prenotazioni per gli interventi in assemblea. Erano stati concessi 10 minuti ma molti soci, inclusi alcuni sostenitori di Samor, non ce lhanno fatta e hanno forzato la file. scoppiato il finimondo. Poi di nuovo, quando dopo 55 interventi il presidente Ettore Caselli ha chiuso la discussione nonostante ci fossero altre 270 persone iscritte a parlare. Certo non in quel modo, ma se un socio si regolarmente prenotato e poi non viene fatto parlare normale che protesti. Il presidente ha esercitato i poteri ordinatori previsti dal Codice Civile e ha consentito a chi era l per votare di farlo, in seguito alla mozione di un socio e dopo aver constatato che gli altri interventi non avrebbero modificato la discussione o aggiunto elementi nuovi. Interventi che apparivano costruiti ad hoc per ritardare lassemblea e alterare cos lesito delle votazioni. Quello che non si detto, per, che anche lamministratore delegato della Bper non ha potuto rispondere alle domande, alle falsit che sono state dette, e questo molto grave. Che obiettivi ha Samor? Dalle sue dichiarazioni mi sembra di capire che ne abbia due: entrare in

Bper pronta a rafforzarsi al servizio delle imprese Per ora niente aumento
Viola: le baruffe in assemblea? Tutto chiarito

consiglio per rappresentare le istanze dei soci di minoranza, e c uno Statuto che dice come fare, poi diventare amministratore delegato e varare un aumento di capitale da 2,5 miliardi per fare una doppia Opa su Bpm e Veneto Banca. Mi sembrano posizioni in conflitto: come pu chiedere di rappresentare le minoranze e di decidere anche la strategia della banca?. Consob ha chiesto chiarimenti sui

Nuova governance per


le Popolari: si potrebbe alzare il tetto al possesso azionario per le Fondazioni

legami tra la lista di maggioranza e quella a cui andato il posto in consiglio riservato alle minoranze. Tutto chiarito? Caselli e il presidente del collegio sindacale hanno spiegato in assemblea. La presenza di Domenico Livio Trombone (firmatario della lista di minoranza, ndr) come sindaco in alcune controllate Bper non rilevante. Non pensa che ci sia un problema di governance nelle Popolari? Non credo serva una radicale riforma. Qualche aggiustamento s. Per esempio? Si pu alzare il limite di possesso per le Fondazioni fino al 2-2,5%. Capisco che il principio del voto capitario in una quotata possa creare problemi ma non un ostacolo. In Bper la quota di capitale in mano ai "cassettisti istituzionali" raddoppiata. Parliamo dei programmi futuri.

Fabrizio Viola, amministratore delegato della Bper

Aumento di capitale in vista? Non in agenda. Siamo gi in grado di portare il Core Tier 1 al 7,70% in linea con Basilea 2. Per Basilea 3 attraverso lautofinanziamento possiamo rispettare i parametri e comunque valuteremo da qui ai prossimi mesi l'adeguatezza dei requisiti patrimoniali. In caso di aggregazione non crede che aver aumentato il capitale possa rappresentare un vantaggio? Bper non ha carenza di capitale, il rapporto tra capitalizzazione e mezzi propri tra i pi alti del sistema, unitamente a un livello di redditivit che il mercato sta apprezzando. Il lavoro che stiamo facendo di rafforzamento della banca, perch pi ci rafforziamo pi saremo ben posizionati quando il tema delle fusioni si riaprir. Intesa e Unicredit stanno puntando sul modello di banca del territorio. Teme la concorrenza? Non la temiamo, la consideriamo una regola del gioco. Il fatto di aver difeso questo modello quando non era pi di moda ci consente di partire con un vantaggio perch la presenza sul territorio si misura in termini di conoscenza, soprattutto del mondo delle imprese locali, e questo doppiamente importante quando si va a considerare il merito del credito, soprattutto laspetto qualitativo. vero anche che oggi le medie imprese hanno bisogno di servizi evoluti che una banca tradizionale fatica a dargli. Per, parlo per Bper, con Meliorbanca lo stiamo facendo: abbiamo trasformato un problema in opportunit. La controllata Carispaq stata coinvolta nella truffa di Gianfranco Lande, il Madoff dei Parioli. Cosa successo? Abbiamo attivato controlli e ispezioni per capire, stiamo collaborando con la magistratura e confidiamo nel loro lavoro. Sono il primo a voler sapere come andata.

Dossier Bankitalia al board Unicredit di fine mese


(pa.pic.) C anche la relazione della Banca dItalia allordine del giorno del consiglio di Unicredit convocato a Roma il 28 aprile, alla vigilia dellassemblea, la prima con gli azionisti per il neo amministratore delegato Federico Ghizzoni. Il diritto di voto dei soci libici una quota complessiva del 7,5% distribuita tra il fondo Lybian Investment Authority e la Central Bank of Lybia congelato, ma Tripoli un tema che dovrebbe restare fuori dal board che affronter invece lesito dellispezione della Vigilanza. Iniziativa che via Nazionale ha svolto a tappeto nelle banche italiane e che si sta traducendo nel confronto con i consigli di amministrazione proprio in avvio della stagione assembleare e in tempi di gran fermento in tema di ricapitalizzazioni. Unicredit ha gi varato due ricapitalizzazioni per oltre 10 miliardi negli ultimi tre anni tanto che, ha scritto ieri il Financial Times, il governatore Mario Draghi e il ministro dellEconomia Giulio Tremonti avrebbero concesso tempo fino a fine anno per valutare il rafforzamento dei ratio patrimoniali e allinearli ai livelli attesi. Lo stesso Ghizzoni prevede di fare nuove valutazioni a fine anno quando sar pronto anche il piano industriale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Federico De Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il riassetto Ponzellini: con Dalu situazione ottima. Il titolo gi dell8,5%

Popolare Milano cade in Borsa Ricapitalizzazione necessaria


MILANO Abbiamo fatto ci che giusto per la banca. Il presidente di Bpm Massimo Ponzellini commenta cos a margine dellesecutivo Abi laumento di capitale fino a 1,2 miliardi annunciato marted dalla banca. Abbiamo il bambino, ha aggiunto, ora bisogna allevarlo e farlo crescere bene. Ponzellini ha poi detto che la situazione del direttore generale Fiorenzo Dalu, dato fino a qualche tempo fa in uscita in relazione al progetto di banca unica, ottima. E proprio sul piano di accorpamento in Bpm di Legnano, Alessandria e Mantova, si limitato a dire che listituto sta facendo il piano industriale, dove ci saranno le indicazioni necessarie. Piano che ora Dalu e il condirettore Enzo Chiesa stanno perfezionando e che comprende, oltre allaumento e allaccorpamento, lincremento delle deleghe a 5 per ciascun socio, razionalizzazioni di costo, cessioni. Il documento sar approfondito prima in un board il 3 maggio, quindi messo in approvazione il 12 maggio. Sar infine lassemblea straordinaria del 25 giugno a dare mandato al consiglio di procedere con loperazione, con ogni probabilit in settembre. Dopo lannuncio sullaumento Bpm ieri in Borsa ha accusato una caduta dell8,55%. Una batosta in parte prevedibile per lammontare delloperazione, doppia rispetto a quella gi bocciata in marzo dal board, ma anche per leffetto diluitivo connesso.

cresce la nuova economia.

Vertici
A sinistra il presidente di Bpm, Massimo Ponzellini, a destra il direttore generale Fiorenzo Dalu

S. Bo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

www.solarexpo.com

Possibile incremento di prezzo di Repubblica, non nel 2011

LEspresso, ricavi e utile in crescita nel trimestre


MILANO Il gruppo Espresso chiude il primo trimestre dell'anno con utile netto di 13,1 milioni, in crescita dell8,1% rispetto al primo trimestre 2010, risultato operativo di 27,6 milioni (+30%) e ricavi consolidati a quota 222,2 milioni (+4%). Il margine operativo lordo cresciuto del 20,9%, a 36,98 milioni. L'indebitamento netto si ridotto, al 31 marzo, a 108,4 milioni dai 135 milioni di fine 2010. E per lesercizio in corso previsto un miglioramento dei conti rispetto allanno passato, chiuso un utile netto di 50,1 milioni (5,8 milioni nel 2009) e un fatturato di 885 milioni. In assemblea il presidente Carlo De Benedetti e l'amministratore delegato Monica Mondardini hanno confermato la distribuzione del dividendo di 0,074 euro per azione, precisando tuttavia che l'attuale policy di un payout al 50% non sar necessariamente la stessa nei prossimi anni. Come risposta all'apprezzamento delle commodity e della carta in particolare, intanto si profila il rincaro di Repubblica. chiaro - ha anticipato De Benedetti - che gli aumenti dei costi delle materie prime ci porteranno, anche se non nel 2011, a riconsiderare la nostra politica di aver tenuto fermo il prezzo del quotidiano.
in contemporanea

mostra e convegno internazionale su energie rinnovabili e generazione distribuita


12a edizione
70.000 visitatori professionali incontrano 1.400 aziende leader, provenienti da 40 Paesi in una esposizione eristica di 130.000 mq. Uno dei primi tre eventi business specializzati al mondo.

mostra e convegno internazionale su efcienza energetica e architettura sostenibile

R.F.
RIPRODUZIONE RISERVATA

mostra e convegno internazionale su biomasse, biogas e biocarburanti

Fiera di Verona 4-6 maggio 2011

34
Citt di Alessandria
PROCEDURA RISTRETTA ACCELERATA Appalto integrato per la Realizzazione Nuovo Ponte Cittadella ESITO DI GARA Procedura ristretta art. 3, comma 38 e art. 55, comma 6, D.lgs. n. 163/2006 e s.i.m. criterio: offerta di ribasso sullimporto a corpo posto a base di gara, ai sensi dellart. 82, comma 2, lettera b) D.lgs. n. 163/2006 e s.i.m.. Importo complessivo posto a base di gara: euro 15.235.634,25. Amministrazione aggiudicatrice: Comune di Alessandria, P.zza della Libert n. 1, 15121 Alessandria. Offerte pervenute: 19. Ribasso totale offerto dallaggiudicatario: 28,179%. Importo del contratto. Euro 11.109.028,51. Nominativo e indirizzo dellaggiudicatario: R.T.I. Argo Costruzioni Infrastrutture S.C.P.A. Consorzio stabile (capogruppo ) Cimolai S.p.A. - Regione Ratto - Tortona (AL). Data di aggiudicazione definitiva: 12.04.2011. Responsabile Unico del Procedimento: Ing. Nicola Sirchia. Organismo responsabile delle procedure di ricorso: T.A.R. Piemonte. Recapiti Stazione Appaltante: Citt di Alessandria Tel. 0131.515111 Fax 0131.515417. e-mail: nicola.sirchia@comune.alessandria.it. L, 13 aprile 2011. Il Direttore della Direzione Lavori e Opere Pubbliche Ing. Nicola Sirchia

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE


SOGEI - Societ Generale dInformatica S.p.A.
Via M. Carucci, 99 - 00143 ROMA Telefono +3906/50252828 - Fax +3906/50298429 Societ del Ministero delleconomia e delle finanze AVVISO APPALTI AGGIUDICATI Con riferimento alla procedura aperta, indetta con bando di gara pubblicato sulla G.U.U.E. del giorno 8 ottobre 2010 serie s n. 196 - 299317 e sulla G.U.R.I. V Serie speciale, del giorno 13 ottobre 2010 n. 119 si informa che la fornitura di strumentazione topografica per lAgenzia del Territorio stata aggiudicata alla Societ Leica Geosystems S.p.A. al corrispettivo globale pari a 311.575,40 oltre lIVA. Roma l, 21 aprile 2011 SOGEI - Societ Generale dInformatica S.p.A. LAmministratore Delegato - Marco Bonamico
CASA S.p.A.
Via Fiesolana n. 5 - 50122 Firenze tel. 055/226241 - fax 055/22624278 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE GARA DAPPALTO CIG 0563716926 Gara a procedura aperta per lappalto della fornitura e posa in opera di impianti fotovoltaici, in Comune di Firenze, via Canova e via della Casella. Criterio di aggiudicazione: prezzo pi basso; Date gara: 10.12.2010 e 22.12.10; data di aggiudicazione: 26.01.11; Ditte che hanno ritirato la documentazione di gara: 24; Offerte valide ricevute: 14; Impresa Aggiudicataria: AETISOL S.A.S. di Milano; Ribasso offerto: 20,38 % sul prezzo base unitario di 4.000,00 a Kw di picco installato. IL DIRETTORE GENERALE - arch. Vincenzo Esposito

I.V.G. di MONZA S.r.l.

TRIBUNALE CIVILE DI CHIETI


Sezione Fallimentare
Fallimento Maristella s.r.l. n. 24/2010 in esercizio provvisorio Giudice Delegato: Dott. Adolfo Ceccarini Curatore: Avv. Giuseppina Ivone AVVISO DI VENDITA DI COMPLESSO AZIENDALE Il Fallimento di Maristella s.r.l. avvisa che, nel quadro delle attivit finalizzate al realizzo dellattivo, intende procedere alla vendita di un complesso aziendale (il Complesso Aziendale) cos composto: - autorizzazioni allesercizio dellattivit sanitaria ed accreditamenti predefinitivi con la Regione Abruzzo per prestazioni di riabilitazione di tipo estensivo, ex art. 26 L. 833/78, in convenzione con il SSN ed a pagamento, in regime di internato estensivo, seminternato, ambulatoriale di gruppo ed individuale, domiciliare ed extramurale; - beni mobili ed attrezzature varie; - rapporti di lavoro pendenti; - altri rapporti contrattuali; il tutto, comunque, come meglio descritto e specificato nel Disciplinare per la vendita del complesso aziendale della societ Maristella s.r.l. in fallimento in esercizio provvisorio e nella ulteriore documentazione inerente la procedura di vendita, costituente la data room virtuale, consultabile (dal giorno 20 aprile 2011) sul sito internet: www.fallcoweb.it/villapini. La procedura di vendita si espleter mediante unasta, che si terr avanti il notaio dottor Alfredo Pretaroli, con studio in Chieti, 66100, via Arniense, 55, tel.: 0871.348180, 0871.348270, fax: 0871.320944, il giorno 6 giugno 2011, alle ore 11,30. Termine perentorio di presentazione delle offerte: giorno 6 giugno 2011, alle ore 11,00. Ai fini della presentazione delle offerte di acquisto, il prezzo base dasta deI Complesso Aziendale stabilito nella misura di euro 1.311.440,60 (euro unmilionetrecentoundicimilaquattrocentoquaranta/60). Il Complesso Aziendale potr essere visionato previa richiesta da inviare in forma scritta, via fax, al numero 06.37500515. La visita sar confermata in forma scritta dalla Procedura e potr avere luogo alla presenza di un delegato del Curatore, nel periodo dal giorno 20 aprile 2011 al 27 maggio 2011 (nei giorni dal luned al venerd, dalle ore 9,00 alle ore 17,00). Il presente avviso, in ogni caso, non costituisce proposta irrevocabile n offerta al pubblico, n sollecitazione al pubblico risparmio, n impegna in alcun modo il Curatore Fallimentare a contrarre con gli offerenti. Chieti, 21 aprile 2011 Il Curatore Fallimentare - Avv. Giuseppina Ivone

20052 - MONZA - via Aspromonte, 15 Tel. 039-2842611 Fax 039-2842927 www.ivgmonza.it - www.astagiudiziaria.com R.G.E. 677/10 - LOTTO 190/10
SABATO 30 APRILE 2011 ALLE ORE 16:00 IN MONZA (MB) VIA ASPROMONTE N. 15

IMPORTANTE VENDITA DI CONDIZIONATORI DARIA NUOVI MARCA HITACHI


BASE DASTA: 275.470,00 (Oltre ad IVA) LA VENDITA COMPRENDE CIRCA 2.000 CONDIZIONATORI DARIA MONO E DUAL SPLIT NUOVI ED IMBALLATI, TUTTI MARCATI HITACHI. NELLIPOTESI IN CUI NON DOVESSE PERVENIRE UNOFFERTA PER LINTERO LOTTO, I BENI VERRANNO VENDUTI PER SINGOLI BENI O PICCOLI LOTTI. VISIONE DEI BENI A PARTIRE DA MERCOLEDI 27 APRILE 2011 PER INFORMAZIONI CIRCA LE MODALITA DI VENDITA TELEFONARE ALLO 039/2842611.
CONSIP S.p.A. a socio unico
Via Isonzo, n. 19/E 00198 - Roma

AUTORITA PORTUALE DI CATANIA


Ufficio Gare e Contratti Avviso di esito di gara La gara a procedura aperta effettuata il 18.11.2010, riguardante laffidamento in concessione della gestione del servizio di stazione marittima e di accoglienza di passeggeri in imbarco/sbarco e transito relativamente al traffico crocieristico e delle attivit ad essa correlate della durata di anni quindici a far tempo dallo 01.01.2011, in data 14/12/10 stata provvisoriamente aggiudicata alla RTI - VENEZIA TERMINAL PASSEGGERI S.P.A. - ALOSCHI & BASSANI S.R.L. ROYAL CARIBBEAN CRUISES LTD - unica partecipante, con un punteggio complessivo finale di 59,305/100. Il suddetto esito stato pubblicato sulla GURI n. 38 del 30.03.2011 e contestualmente sui siti e con le modalit di cui allart. 66, commi 7 e 15 del decreto legislativo 163/06 e s.m.i.. Catania, 19.04.2011 Il Dirigente DArea (Dott. Davide Romano)

CASA S.p.A.
Via Fiesolana n. 5 - 50122 Firenze tel. 055/226241 - fax 055/22624278 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE GARA DAPPALTO CIG 0516169421 Procedura aperta per lappalto dei dei lavori di realizzazione delle strutture portanti e de le tamponature di un edificio per n. 94 a loggi ed attrezzature accessorie nel Comune di Firenze, via Toscanini - PRU ex SIME. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa; Date gara: 14.09.10-01.10.10-18.10.10-13.12.10; Data di aggiudicazione: 20.01.11; Ditte che hanno ritirato la documentazione di gara: 32; Offerte valide ricevute: 17; Impresa Aggiudicataria: SUDEDIL S.R.L. di Prato; Ribasso offerto: 10,51%. Importo di aggiudicazione: 2.882.598,00. IL DIRETTORE GENERALE - arch. Vincenzo Esposito

ANCONA
Molo S. Maria - Porto 60121 Ancona Tel. 071 207891 - Fax 071 2078940 e-mail: servizio.tecnico@autoritaportuale.ancona.it ESTRATTO BANDO DI GARA Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 47 del 20/04/2011 - Serie Speciale Contratti pubblici - pubblicato il bando di gara per pubblico incanto volto allaffidamento dei servizi di ingegneria inerenti alla progettazione definitiva ed esecutiva, ai rilievi plano-altimetrici, alla direzione dei lavori, alla misura e contabilit, nellambito dei lavori denominati di realizzazione del Terminal per il trasporto combinato non accompagnato (TCNA) ex Scalo ferroviario Marotti. Importo complessivo dei servizi posto a base di gara: euro 324.864,12. Termine presentazione offerte: 31 maggio 2011 - ore 13:00. Il Bando ed il relativo disciplinare di gara sono reperibili sul sito internet www.autoritaportuale.ancona.it nella sezione Gare, aggiudicazioni e consulenze. Tutte le informazioni concernenti la gara di cui al presente avviso possono essere richieste all'indirizzo dell'Autorit Portuale di Ancona - Direzione Tecnica - sopra indicato. Responsabile del Procedimento: Dott. Ing. Tullio Niccolini Dirigente Tecnico dellAutorit Portuale di Ancona (tel. 0712078920) Il Responsabile unico del Procedimento Dott. Ing. Tullio Niccolini

Avviso esito di gara Con il presente avviso, si comunica che Consip S p A ha defi nitivamente aggiudicato la gara comunitaria a procedura aper ta ai sensi del D Lgs 163/2006 e s m i , suddivisa in n 6 (se ) lotti, per la fornitura in noleggio di fotocopiatrici e mult funzione di fascia media e dei servizi connessi per le Pubb iche Amministrazioni, ai sensi dellart 26, Legge n 488/99 e s m i e dellart 58, Legge n 388/00 Il criterio di scelta usato ai fini dellaggiudicazione stato quel lo dellofferta economicamente pi vantaggiosa Per il lotto n 1, sono state presentate n 2 (due) offerte e la gara stata definitivamente aggiudicata al R T I Xerox Italia Rental Services S r l e Xerox S p A in data 18 gennaio 2011, per un valore complessivo di Euro 3 970 407,00 (IVA esclusa), con uno sconto rispetto ai prezzi a base dasta pari al 18,35% Per il lotto n 2, sono state presentate n 3 (tre) offerte e la gara stata definitivamente aggiudicata alla societ Kyocera Mita Italia S p A in data 18 gennaio 2011, per un valore complessi vo di Euro 6 303 304,00 (IVA esclusa), con uno sconto rispet to ai prezzi a base dasta pari al 36,66% Per il lotto n 3, sono state presentate n 3 (tre) offerte e la gara stata definitivamente aggiudicata alla societ Kyocera Mita Italia S p A in data 18 gennaio 2011, per un valore complessi vo di Euro 4 256 204,00 (IVA esclusa), con uno sconto rispet to ai prezzi a base dasta pari al 39,45% Per il lotto n 4, sono state presentate n 3 (tre) offerte e la gara stata definitivamente aggiudicata al R T I Zucchetti Informatica S p A e Ricoh Italia S r l in data 18 gennaio 2011, per un valore complessivo di Euro 8 580 880,00 (IVA esclusa), con uno sconto rispetto ai prezzi a base dasta pari al 36,68% Per il lotto n 5, sono state presentate n 4 (quattro) offerte e la gara stata definitivamente aggiudicata al R T I Xerox Italia Rental Services S r l e Xerox S p A in data 18 gennaio 2011, per un valore complessivo di Euro 4 933 212,80 (IVA esclusa), con uno sconto rispetto ai prezzi a base dasta pari al 39,95% Per il lotto n 6, sono state presentate n 2 (due) offerte e la gara stata definitivamente aggiudicata alla societ Kyocera Mita Italia S p A in data 18 gennaio 2011, per un valore com plessivo di Euro 1 426 469,00 (IVA esclusa), con uno sconto rispetto ai prezzi a base dasta pari al 58,75% Dott. Danilo Oreste Broggi (LAmministratore Delegato)

S.A.P.NA. S.p.A. - Napoli


AVVISO PER ESTRATTO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE La S.A.P.NA. Sistema Ambiente Provin cia di Napoli per azioni a socio unico S.p.A. - societ a totale partecipazione della Provincia di Napoli - intende proce dere alla individuazione di operato ri eco nomici - in forma singola o asso ciata ed aventi idonei requisiti - interessati a fornire il servizio di solo trasporto, solo trattamen to e/o recupero e/o smaltimento, o traspor to con trattamento e/o recupero e/o smal timento in ambito nazionale di frazione umida - Codice CER 191212 (rifiuto organico proveniente da selezione e trat tamento dei rifiuti urbani) - frazione secca Codice CER 191212 (rifiuto secco trito vagliato prove niente da selezione e trat tamento dei rifiuti urbani) e frazione umida Codice CER 190501 (frazione umida biostabilizzata proveniente dallimpianto STIR di Tufino) stoccata presso gli impianti STIR localizzati in Provincia di Napoli - comuni di Giugliano in Campania e di Tufino. Gli operatori interessati potranno far pervenire le loro manifesta zioni di interesse secondo quanto riporta to sul sito della Provincia di Napoli www.pr ovincia.napoli.it - Albo Pretorio, Sezione Avvisi Pubblici. Ulteriori informazioni po tranno essere re perite presso S.A.P.NA. S.p.A. - Via Ferrante Imparato, 198 80146 - Napoli, Italia Tel. 0039 081 5655001 Fax 0039 081 5655091 e-mail info@sapnapoli.it; S.A.P.NA. SpA
COMUNE DI BASTIA UMBRA - Provincia di Perugia AVVISO ESITO DI GARA - (CIG 0427144A5E) Ai sensi delle vigenti disposizioni si rende noto lesito della gara esperita attraverso procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 164/00, per laffidamento del servizio pubblico di distribuzione del gas metano nel territorio comunale. Imprese partecipanti n. 5. Aggiudicataria ENEL RETE GAS S.p.A. - sede legale Via San Giovanni sul Muro 9 - 20121 Milano. Sito internet http://www.comune.bastia.pg.it. Avviso inviato alla G.U.C.E. in data 13/04/2011. Il Responsabile del Procedimento Dott. Ing. Vincenzo Tintori

COMUNE DI SALERNO
Avviso esito di gara - CIG: 05385780A0 I.1) COMUNE DI SALERNO - Servizio Appalti, Contratti, Assicurazioni, Demanio e Patrimonio - VIA IRNO, 63 - SALERNO - 84135 - Italia - Punti di contatto: SERVIZIUO APPALTI E CONTRATTI Telefono: 089/667431 - 089/667426; Allattenzione di: AVV. ANIELLO DI MAURO; a.dimauro@comune.salerno.it; Fax: 089/667418-667451; (URL): www.comune.salerno.it; II. 1.1) OGGETTO: INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI SALVEI E DEI MARGINI DEI FIUMI E DEI TORRENTI CITTADINI. (espurgo e disostruzione si tratti coperti terminali). IV Procedura aperta. IV.2.23) Avviso nella G.U. 2010/S 180-274937 del 16/09/2010. VI) La procedura di aggiudicazione stata dichiarata infruttuosa. VI.5) INVIO ALLUPUUE: 05/04/2011. Il Dirigente del Servizio Appalti Avv. Aniello Di Mauro

Ditta Miranda Natale di Trani


Avviso deposito Studio Impatto Ambientale. Ai sensi art. 11 c. 2 della L.R. Puglia 11/01 e s.s.m.m. la Ditta Miranda Natale con sede in Trani al C.so Manzoni n 17 informa che ha presentato al Comune di Trani lo Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) relativo al prosieguo dei lavori nella cava di pietra calcarea da taglio ne lagro di Trani (BT) sita in localit Ponte Lama o Carrara delle Monache, in esercizio ai sensi Art 35 - Art. 14 della L.R. n 37/85 e art. 22 de le NTA del PRAE Puglia. Larea distinta nel N.C.T. al Foglio di mappa n. 44 alle particelle 122-123-125-192-193-194-224. La supe rficie interessata dallintervento sar di circa 13.000 mq. Lo studio dellimpatto ambientale (S.I.A.) disponibile c/o lUff. Tecnico del Comune di Trani. Dr. Giulio Suzzi

Segretariato Generale Servizio 3 Gare e Contratti AVVISO BANDO DI GARA SERVIZIO DI AFFIDAMENTO TRIENNALE DI ATTIVITA STRUMENTALI NEI 5 LABORATORI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE (LEA), NELLAMBITO DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI ROMA. IMPORTO COMPLESSIVO TRIENNALE POSTO A BASE DI GARA A 1.950.000,00 IVA ESCLUSA. D.D. R.U. 1656/2011 CODICE CIG [1421262E7D]. AVVISO DI INTEGRAZIONE. Si comunica che stata pubblicata sul sito internet dellente una integrazione al Disciplinare di Gara. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO Dott. Paolo Berno
CONSIP S.p.A. a socio unico
Via Isonzo, n. 19/E 00198 - Roma Avviso esito di gara Si comunica che Consip S.p.A. ha definitivamente aggiudicato la Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lg. 163/2006 e s.m.i per lacquisizione di servizi di gestione documentale per la classificazione, lordinamento e larchiviazione digitale dei fascico i dei dipendenti del Dipartimento delle Finanze e della Raccolta Decreti del Ministero dellEconomia e delle Finanze ID 634, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della UE serie S 146 del 30.07.2010 e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 88 del 28.07.2010. Il cr terio di scelta utilizzato ai fini dellaggiudicazione stato que lo de lofferta economicamente pi vantaggiosa. Sono state presentate n. 3 (tre) offerte. La gara stata definitivamente aggiudicata al RTI Sediin S.p.A. - Siav S.p.A in data 25.01.2011, che ha presentato offerta per un prezzo (al netto dellIVA) pari ad Euro 1.191.078,00 = (unmilionecentonovantunomilasettantotto/00). Dott. Danilo Oreste Broggi (LAmministratore Delegato)

Presidenza del Consiglio dei Ministri


Dipartimento per le Pari Opportunit Avviso di appalto aggiudicato Si rende noto che in data 07/04/2011 stato pubblicato sulla GUUE GU/S S247 - 3775982010-IT lavviso di aggiudicazione del bando di gara con procedura aperta per laffidamento del Servizio di Assistenza Tecnica per il supporto specialistico alle attivit di programmazione, gestione, monitoraggio e rendicontazione degli interventi promossi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le pari opportunit - POAT - (CUP J89H08000120006) nellambito del PON GAT 2007-2013 Obiettivo Convergenza, Ob. Operativo II.4, codice identificativo gara (CIG) 062336838B, con cui stato aggiudicato alla Societ ISRI SCARL per un importo di Euro 173.000,00 + Iva. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa. Ulteriori informazioni sono disponibili sui siti www.pariopportunita.gov.it e www.retepariopportunita.it. Lavviso di aggiudicazione del bando di gara stato trasmesso per la pubblicazione alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Responsabile del procedimento Serenella Martini

AZIENDA MULTISERVIZI IGIENE AMBIENTALE TORINO


AVVISO DI ESITO GARA LAMIAT S.p.A. con socio unico via Giordano Bruno n. 25, Torino. Tel. 0112223111. Fax. 0112223254, informa che la gara pubblica relativa al servizio di assicurazione a tutela del patrimonio aziendale consistente nella copertura dei rischi incendio ed altri eventi, furto e rapina, elettronica all risks, danni indiretti per il periodo 30/06/2011 - 31/12/2013 con opzione per gli anni 2014 - 2015 [PA 26/10] stata dichiarata deserta per mancanza di offerte. Altre informazioni: E possibile prendere visione degli atti dei procedimenti presso lAMIAT S.p.A. con socio unico - Ufficio Appalti e Contratti. LAMMINISTRATORE DELEGATO Dott. Maurizio MAGNABOSCO

COMANDO GENERALE DELLARMA DEI CARABINIERI


Reparto Autonomo Servizio Amministrativo AVVISO DI GARA Presso questo Comando sar esperita una gara, con procedura ristretta, per la fornitura di veicoli da ordine pubblico non protetti. Il bando di gara, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 46 del 18/04/2011 - 5 Serie Speciale Contratti Pubblici, pu essere visionato, altres, presso questo Comando Generale - Ufficio Relazioni con il Pubblico, Piazza Bligny, n. 2 Roma, ovvero sui siti internet www.carabinieri.it sez. Le gare dappalto e www.serviziocontrattipubblici.it. dordine Il Capo del Servizio Amministrativo

AVVISO ESTRATTO DI GARA LAzienda Ospedaliera SantAndrea di Roma indice una gara comunitaria a procedura negoziata, ai sensi del D.lgs. n. 163/2006 e s.i.m. per lAffidamento del servizio della fornitura in noleggio di dispositivi di lettura di campo magnetico statico del personale sanitario dellAzienda Ospedaliera SantAndrea esposto a radiazioni non ionizzanti prodotte da tomografo a risonanza magnetica per un periodo di 36 mesi a decorrere dalla data di effettivo avvio del servizio. Limporto presunto del servizio per 36 mesi pari ad 36.000,00 + Iva. Il bando stato pubblicato in data 20/04/2011 sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e recapito telematico www.regione.lazio.it - e-mail ufficiogare1@ospedalesantandrea.it. Codice identificativo gara: CIG 2001755678. Il Responsabile del Procedimento (Dott.ssa Patrizia Bravi)

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Economia 35
#

In assemblea

Verso lExpo 2015 Quota pubblica anche sotto il 50% con la Borsa

Panorama
molto politico ma tra i molti soggetti interessati qualche carteggio gi circolato. E da qui filtra lo schema della fase tre: apertura del capitale di Autonord a nuovi investitori, anche stranieri, i fondi sovrani per esempio, che vogliano scommettere sulle infrastrutture di unarea tra le pi ricche dEuropa. La partecipazione pubblica potrebbe essere ridotta sotto il 50% ma con patti parasociali che garantiscano il controllo sulle opere infrastrutturali. Il nodo dei patti parasociali, che essenzialmente dovrebbe riguardare Provincia Milano e Intesa, un tema allo studio. Una volta riunite le partecipazioni in Autonord e raccolto denaro con lingresso di nuovo soci, scatta la fase quattro, fondamentale: portare a compimento le principali opere infrastrutturali avviate. A quel punto non pi solo una questione dinteresse pubblico ma anche privato, cio degli investitori che pretendono un ritorno (e che magari hanno in mano unopzione put da far valere). evidente che il progetto concepito soprattutto per attirare nuove risorse, al di fuori del canale bancario, essenziali ai lavori infrastrutturali. Risorse che la Provincia dai bilanci asfittici non ha. La fase quattro si dovrebbe concludere con lExpo del 2015, tempo limite per chiudere i lavori dei collegamenti stradali e autostradali gi progettati per levento. Poi la fase cinque: la quotazione in Borsa di Autonord. un progetto, si vedr se e quanto realizzabile.

Della Valle: Tods il mio mestiere


Diego Della Valle non ha nessuna intenzione di defilarsi dalla guida di Tods. Il patron del gruppo marchigiano chiarisce, dopo unintervista a El Pas, che qualcuno ha frainteso le sue parole su un impegno crescente del fratello Andrea, vicepresidente, e del ceo Stefano Sincini: saremo tre piloti con la stessa energia che andranno nella stessa direzione. E Mediobanca? Leggo tanta dietrologia sulle cose fatte e molta fantasia, sulle cose che qualcuno dice dovranno

Il piano Milano Serravalle per il polo delle autostrade


Allo studio una holding tra la Provincia e Intesa
allo studio un progetto per creare il terzo polo autostradale italiano con una forte connotazione lombarda e, nella prima fase, pubblica. Nascerebbe intorno a una holding da creare ex novo. Battezziamola Autonord. un piano in cinque fasi. In Autonord confluirebbero, in una prima fase, le partecipazioni degli enti pubblici, a partire dal 52% della Provincia di Milano e il 18% del Comune meneghino, nella Milano Serravalle, pezzo forte del nuovo polo. Ma gli apporti riguarderebbero anche le altre partecipazioni della Provincia (Pedemontana, Tangenziali Esterne, ecc.) oltre a uno stock di debiti compreso fra 150 e 200 milioni. In una seconda fase sarebbe coinvolto il gruppo Intesa Sanpaolo. E su questo vi sarebbero stati gi contatti ai massimi livelli tra i soggetti coinvolti nel progetto, in particolare il presidente della Provincia, Guido Podest, e lamministratore delegato di Intesa, Corrado Passera. Intesa ha infatti svariati interessi nel sistema autostradale, sia con partecipazioni azionarie dirette (lAutostrada Brescia-Padova di cui da poco azionista di riferimento, la Pedemontana, Autostrade Lombarde) sia come finanziatrice dei lavori. Gli incroci sono innumerevoli, un guazzabuglio di partecipazioni che la nuova holding potrebbe razionalizzare (il grafico in pagina illustra solo i principali colle-

Parmalat corre con le ipotesi di Opa Lactalis


Lactalis starebbe valutando la possibilit di lanciare un'Opa su Parmalat e salire cos dal 29 al 100% del gruppo di Collecchio. Lindiscrezione, pubblicata dal giornale online Linkiesta, in coincidenza con lannuncio di incontri nel quartier generale del gruppo a Parigi con le banche, ha fatto correre il titolo in Borsa, dove ha chiuso a 2,3 euro (+1,86%). Quanto alla cordata italiana, se la barese Divella fosse invitata a partecipare, valuterebbe un ingresso nei limiti delle nostre capacit di partecipazione, ha dichiarato ieri Francesco Divella. La nuova stagione dei fondi che alzano la voce al centro dell'inchiesta di copertina del numero de Il Mondo in edicola domani con il Corriere della Sera. Tra le 20 principali societ quotate i fondi rappresentano oggi dal 10% al 40% del capitale. Lolandese Flint International, primo azionista di Prysmian, ha ceduto la sua quota del 7,4%, attraverso un collocamento curato da Unicredit, per un controvalore complessivo di 233,7 milioni. Carisbo ha dato lok alla partecipazione all'aumento di capitale di Intesa Sanpaolo per la totalit della quota di sua competenza, riservandosi anche di valutare la sottoscrizione dell'inoptato.

gamenti). E i soggetti coinvolti potrebbero essere anche altri, come la banca Ubi o il gruppo autostradale Gavio, anchessi incastonati nel labirinto di partecipazioni, o altre banche finanziatrici del sistema.

Dunque Autonord funzionerebbe da polo aggregante con due soci forti come Provincia di Milano e Intesa (per via dei loro apporti). In sostanza su questasse che si decide la fattibilit del piano. Per ora il livello della discussione

La privatizzazione

essere fatte. Rcs? Abbiamo un patto di sindacato e un vincolo che non mi permette di comprare azioni. Un patto che rispetto. Ma unazienda eccellente, con potenzialit di crescita enormi. Ben gestita, e unazienda meglio gestita pi indipendente. Del Corriere dovrebbe parlare chi ne capisce, il commento al recente invito rivoltogli da Tarak Ben Ammar a comprare il Corriere.

Tirrenia apre le cessioni con Toremar


(m.sid.) Sar la Toremar la prima delle societ dell'ex gruppo Tirrenia a essere privatizzata al 100%. La compagnia Toscana di Navigazione, partecipata da Walter Arbib, titolare della compagnia aerea Skylink, ha vinto la gara per l'acquisizione della Toremar. A riferirlo sono fonti industriali, al termine della riunione della Commissione aggiudicatrice che ieri mattina alle 9.30 ha aperto le buste delle offerte. Al traguardo finale sono arrivate due compagnie, la Toscana di Navigazione, la newco costituita da Lauro Shipping e da operatori toscani tra cui Massimo Ciano, e la Moby Spa. Ma quest'ultima ha presentato delle osservazioni che la Commissione esaminer prima di procedere all'aggiudicazione finale entro pochi giorni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Gerevini
mgerevini@corriere.it

36

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Nome

Data Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Nome
Azimut Trend America Azimut Trend Europa Azimut Trend Italia Azimut Trend Pacifico Azimut Trend Tassi Azimut Trend

Data Valuta
18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 31/03 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

Quota/od.
9,739 12,156 15,255 6,343 8,832 20,300 4,942 4,905 5,100 4,497 3,646 2,512 5,285 5,102 4,993 5,100 5,333 5,184 5,165 5,612 5,013 5,146 6,150 4,604 6,759 4,728 3,013 4,785 5,337 4,458 4,744 5,467 5,547 5,028 3,136 4,511 3,721 4,980 4,787 5,229 6,081 5,341 4,815 4,496 5,587

Quota/pre.
9,720 12,395 15,566 6,262 8,845 20,440 4,967 4,903 5,099 4,516 3,666 2,506 5,282 5,107 4,959 5,088 5,337 5,189 5,180 5,607 4,996 5,175 6,113 4,679 6,760 4,768 3,079 4,797 5,329 4,475 4,745 5,455 5,551 5,024 3,220 4,547 3,669 5,001 4,790 5,330 6,087 5,347 4,837 4,535 5,501

Nome

Data Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Nome
EuroMTS Cash 3 Months FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap FTSE RAFI Dev. 1000 Fund FTSE RAFI Dev. Europe Mid-Sm FTSE RAFI Emerging Mkts FTSE RAFI Emerging Mkts FTSE RAFI Europe FTSE RAFI Hong Kong China FTSE RAFI Italy 30 FTSE RAFI Switzerland FTSE RAFI US 1000 FTSE RAFI US 1000 Global Agriculture NASDAQ OMX Global Agriculture NASDAQ OMX Global Clean Energy Global Listed Private Eq. MENA NASDAQ OMX MENA NASDAQ OMX Palisades Global Water

Data Valuta
19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 EUR EUR USD EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR USD EUR EUR EUR USD EUR

Quota/od.
101,603 5,525 7,908 8,976 9,443 7,369 10,547 7,520 14,831 5,590 7,385 6,787 9,715 9,117 13,049 4,921 6,279 8,474 12,129 7,776

Quota/pre.
101,607 5,620 7,983 8,992 9,378 7,371 10,470 7,492 15,094 5,584 7,349 6,802 9,663 9,054 12,861 4,972 6,277 8,501 12,076 7,787

Nome
Asia Opportunities EUR2 Asia Opportunities USD2 Credit Opportunities EUR2 Diversified EUR Emerg. Mkts Dynamic EUR2 Emerg. Mkts Dynamic USD2 Euro Liquidity European Corporate Bonds European Fixed Income European Opportunit EUR European Opportunit EUR2 European Small Cap EUR ForExtra Yield EUR Global Convertibles EUR Global Convertibles USD Italian Opportunities EUR Italian Value EUR Japan Opportunities EUR Japan Opportunities JPY Latam Opportunities EUR2 Latam Opportunities USD2 Market Neutral EUR US Dollar Bonds US Dynamic EUR US Dynamic USD US Small Cap USD US Value EUR US Value USD World Opportunities EUR World Opportunities USD 3A Dynamic UCITS Fund EUR

Data Valuta
18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 14/04 EUR USD EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR JPY EUR USD EUR USD EUR USD USD EUR USD EUR USD EUR

Quota/od.
175,630 178,680 164,450 229,370 119,980 127,290 150,911 202,340 189,780 291,190 163,670 282,110 160,220 201,560 199,570 29,820 215,380 117,790 11421,000 170,520 172,960 150,970 311,410 106,090 110,380 196,500 146,910 148,090 141,360 292,610 1009,610

Quota/pre.
176,610 179,800 164,580 230,000 122,160 129,620 150,908 201,870 189,190 296,220 166,500 287,530 160,220 202,530 200,720 30,500 217,330 118,430 11487,000 174,720 177,280 150,970 310,880 107,460 111,880 199,130 148,310 149,800 141,980 294,300 1009,610

Nome
US All Cap A US Dollar Bond A hdg US Dollar Bond A US Dollar Liquidity A US Large Cap A US Large Cap A US Large Cap EUR hedged A US Small & Mid-Cap Equ A US Small & Mid-Cap Equ A US Smaller Companies A

Data Valuta
19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 USD EUR USD USD EUR USD EUR EUR USD USD

Quota/od.
106,780 127,150 18,690 105,200 49,820 71,290 94,730 112,200 161,200 80,540

Quota/pre.
107,330 127,020 18,670 105,200 50,100 71,620 95,180 112,980 162,190 81,120

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89 info@acomea.it AcomeA America AcomeA Bilanciato AcomeA Eurobbligazionario AcomeA Europa AcomeA FdF Pacifico AcomeA FdF Paesi Emergenti AcomeA Globale AcomeA Italia AcomeA Liquidit AcomeA Multi Fd Linea Aggressiva AcomeA Multi Fd Linea Dinamica AcomeA Multi Fd Linea Prudente AcomeA Obbligazionario Corporate AcomeA Obbligaz. Internazionale AcomeA Performance 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 11,890 3,667 12,659 10,569 3,335 6,453 8,457 17,507 11,606 3,623 4,506 5,012 6,615 7,900 17,491 11,870 3,668 12,670 10,531 3,343 6,462 8,443 17,417 11,609 3,626 4,513 5,021 6,633 7,914 17,506

AZ FUND MANAGEMENT SA
AZ F. Active Selection AZ F. Active Strategy AZ F. Alpha Man. Credit AZ F. Alpha Man. Equity AZ F. Alpha Man. Them. AZ F. American Trend AZ F. Asset Plus AZ F. Asset Power AZ F. Best Bond AZ F. Best Equity AZ F. Bond Trend AZ F. Bot Plus AZ F. Commodity Trading AZ F. Conservative AZ F. Corporate Premium AZ F. Dividend Premium AZ F. Emer. Mkt Asia AZ F. Emer. Mkt Europe AZ F. Emer. Mkt Lat. Am. AZ F. European Dynamic AZ F. European Trend AZ F. Formula 1 Absolute AZ F. Formula 1 Alpha Plus AZ F. Formula 1 Alpha Plus 20 AZ F. Formula 1 Conserv. AZ F. Formula 1 Dynamic Trading AZ F. Income AZ F. Institutional Target AZ F. Italian Trend AZ F. Opportunities AZ F. Pacific Trend AZ F. Qbond AZ F. QProtection AZ F. Qtrend AZ F. Reserve Short Term AZ F. Solidity AZ F. Strategic Trend AZ F. Trend AZ F. US Income

www.eurizoncapital.it tel. 02 88101 Eurizon Az Alto Divid Eur Eurizon Az Asia Nuove Econom. Eurizon Az Energie Mat Pr Eurizon Az Europa Multiman Eurizon Az Italia 130/30 Eurizon Az Mondo Multiman Eurizon Az Salute E Amb Eurizon Az Teconol Avanz Eurizon Azioni Finanza Eurizon Azioni PMI America Eurizon Azioni PMI Italia Eurizon Azioni PMI Europa Eurizon Bilanc Euro Multiman Eurizon Diversificato Etico Eurizon Focus Az America Eurizon Focus Az Europa Eurizon Focus Az Internaz Eurizon Focus Az Italia Eurizon Focus Az Paesi Em Eurizon Focus Azioni Euro Eurizon Focus Azioni Pacifico Eurizon Focus Cap Protetto 12/2014 Eurizon Focus Far I T 07 Eurizon Focus Gar 06/2012 Eurizon Focus Gar 09/2012 Eurizon Focus Gar 12/2012 Eurizon Focus Gar 03/2013 Eurizon Focus Gar I Sem 06 Eurizon Focus Gar II Sem 06 Eurizon Focus Gar II T 07 Eurizon Focus Gar III T 07 Eurizon Focus Gar IV T 07 Eurizon Focus Ob Eur Corp Eurizon Focus Obbl Cedola Eurizon Focus Obbl Emerg Eurizon Focus Obbl Euro Eurizon Focus Obbl Euro BT Eurizon Focus Obbl Euro HY Eurizon Focus Pr Dinamico Eurizon Focus Pr Moderato Eurizon Focus Pr Prudente Eurizon Focus Rend As 2 A Eurizon Focus Rend As 3 A Eurizon Focus Tesoreria Dollar Eurizon Focus Tesoreria Dollar Eurizon Focus Tesoreria Euro A Eurizon Focus Tesoreria Euro B Eurizon Liquidita' A Eurizon Liquidita' B Eurizon Obbl Etico Eurizon Obbl Euro Corp BT Eurizon Obbl Internazionali Eurizon Obiettivo Rendimento Eurizon Rendita Eurizon Soluzione 10 Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Eurizon Team 1 Eurizon Team 2 Eurizon Team 3 Eurizon Team 4 Eurizon Team 5 Intesa Cass Centro Prot Din Passadore Monetario Teodorico Monetario Unibanca Azionario Europa Unibanca Monetario Unibanca Obbligaz Euro 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 25,821 11,363 9,841 5,860 17,157 3,464 15,050 3,985 17,431 23,020 4,774 9,220 36,138 7,952 9,148 8,557 7,507 12,266 9,589 13,631 4,034 4,939 5,151 5,102 5,071 5,076 5,098 5,253 5,236 5,116 4,939 5,179 5,690 6,085 11,769 14,026 15,065 7,695 5,426 5,423 5,498 5,273 5,518 11,724 16,655 7,687 7,747 7,292 7,485 5,326 7,627 8,411 8,156 5,983 6,866 6,173 24,298 5,991 5,703 4,806 4,105 3,995 5,748 7,123 7,470 6,306 5,734 5,750 26,382 11,261 9,891 5,900 17,508 3,460 15,051 3,971 17,525 23,034 4,854 9,331 36,267 7,951 9,140 8,685 7,521 12,512 9,603 13,890 3,981 4,946 5,156 5,113 5,083 5,091 5,116 5,256 5,239 5,120 4,940 5,185 5,681 6,085 11,782 14,013 15,071 7,701 5,438 5,432 5,503 5,278 5,525 11,572 16,685 7,693 7,753 7,298 7,491 5,314 7,623 8,323 8,156 6,000 6,874 6,167 24,273 5,996 5,711 4,818 4,114 4,014 5,752 7,126 7,474 6,388 5,736 5,748

*I LIVELLI DI PROTEZIONE RELATIVI AI FONDI DEFENSIVE SONO CONSULTABILI SUL SITO INTERNET WWW.SCHRODERS.IT

www.sorgentegroup.com Fondo Donatello-Michelangelo Due Fondo Donatello-Tulipano Fondo Donatello-Margherita Fondo Donatello-David Fondo Donatello-Puglia Uno Caravaggio di Sorgente SGR 30/06 30/06 30/06 30/06 30/06 EUR EUR EUR EUR EUR EUR 56242,509 50282,489 27332,950 57301,183 3083,178 53356,770 49261,948 26502,119 55927,623 3175,541

Tel: 02 77718.1 www.kairospartners.com

Si tratta di Fondi Immobiliari chiusi

AKROS ABSOLUTE RETURN AKROS DYNAMIC AKROS MARKET NEUTRAL AKROS LONG/SHORT EQUITY

28/02 28/02 28/02 31/03

EUR EUR EUR EUR

507343,447 491404,844 499512,222 505332,415

503543,224 487969,545 496645,495 508337,101

KAIROS PARTNERS SGR


Kairos Div. + I Kairos Div. + P Kairos Equity A Kairos Fix. Inc. A Kairos Fix. Inc. I Kairos Italia A Kairos Low Vol. A Kairos Low Vol. B Kairos Low Vol. I Kairos Medium Term A Kairos Medium Term B Kairos Multi-Str. A Kairos Multi-Str. B Kairos Multi-Str. I Kairos Global Kairos Income Kairos Small Cap KIS - Ambiente A KIS - Ambiente I KIS - America A KIS - Asia A KIS - Bond A KIS - Bond I KIS - Dynamic A KIS - Dynamic D KIS - Dynamic I KIS - Dynamic X KIS - Global A KIS - Global D KIS - Global I KIS - Global X KIS - Income A KIS - Income D KIS - Income I KIS - Income X KIS - Long - Short A KIS - Long - Short D KIS - Long - Short I KIS - Long - Short X KIS - Sm. Cap A KIS - Sm. Cap D KIS - Sm. Cap I KIS - Sm. Cap X KIS - Target 2014 X KIS - Trading A KIS - Trading D KIS - Trading I KIS - Trading X KIS - Trend I 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 31/03 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 15/04 15/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 21/06 15/04 15/04 15/04 15/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 15/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 543822,945 539116,180 761906,760 579494,235 515342,703 560573,950 744521,566 510476,274 518262,542 559839,201 801616,101 574415,422 533350,880 5,885 6,737 9,705 103,890 103,920 150,980 131,860 107,670 107,880 115,640 114,590 115,800 116,470 81,640 79,190 81,680 82,550 106,310 104,480 107,140 107,500 110,690 109,670 110,760 111,510 91,860 91,240 92,050 93,010 106,560 105,300 104,120 105,500 106,090 99,560 535292,148 539844,374 756200,137 574363,786 510793,739 557600,477 740399,229 507811,244 515396,939 555610,485 794638,735 569677,411 528601,575 5,859 6,736 9,652 103,540 103,570 152,130 131,930 107,690 107,900 115,710 114,670 115,870 116,540 81,240 78,810 81,280 82,150 106,250 104,420 107,080 107,500 110,780 109,770 110,850 111,590 91,290 90,680 91,480 92,430 106,730 104,830 103,660 105,020 105,610 100,700

www.albertinisyz.it Tel 02 30306.1 Albertini Syz Multistrategy Cl.A Albertini Syz Multistrategy Cl.B Albertini Syz Innovation Cl.A Albertini Syz Innovation Cl.B 28/02 28/02 28/02 28/02 EUR EUR EUR EUR 653260,860 468353,331 644377,364 488153,470 648256,215 464538,843 639692,295 484360,137

Tel: 0041916403780 www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com PS - Absolute Return PS - Absolute Return B PS - Aliseo A PS - Best Global Managers A PS - Best Global Managers B PS - Bond Opportunities PS - Bond Opportunities B PS - Inter. Equity Quant A PS - Inter. Equity Quant B PS - Liquidity PS - Market Neutral PS - Market Neutral B PS - Opportunistic Growth PS - Podium Flex A PS - Podium Flex C PS - Soprarno Global Macro A PS - Soprarno Global Macro B PS - Soprarno Relative Value A PS - Soprarno Relative Value B PS - Strategic Colibr PS - Titan Aggressive PS - Titan Conservative PS - Valeur Income PS - Value PS - Value B 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 19/04 31/12 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 19/04 19/04 20/04 19/04 19/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 97,590 102,610 98,610 102,390 103,330 141,330 104,500 117,540 117,630 118,480 90,750 86,090 96,510 97,940 100,000 99,010 99,220 99,060 98,900 86,130 103,570 98,630 101,480 97,240 98,580 97,530 102,550 99,460 102,610 103,520 141,410 104,570 116,250 116,370 118,460 90,740 86,080 96,480 98,880 98,720 98,940 98,890 98,720 87,010 104,960 98,710 101,480 97,860 99,200

KAIROS INTERNATIONAL SICAV

Amundi Absolute Amundi Azioni QEuro Amundi Breve Termine Amundi Corporate 3 anni Amundi Corporate Giugno 2012 Amundi Dynamic Allocation Amundi EONIA Amundi Equipe 1 Amundi Equipe 2 Amundi Equipe 3 Amundi Equipe 4 Amundi Eureka BRIC Ripresa 2014 Amundi Eureka China Double Win Amundi Eureka Cina Ripresa 2015 Amundi Eureka Doppia Opp 2014 Amundi Eureka Double Call Amundi Eureka Double Win Amundi Eureka Double Win 2013 Amundi Eureka Dragon Amundi Eureka Oriente 2015 Amundi Eureka Ripresa 2014 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 Amundi Eureka Settori 2016 Amundi Eureka USA 2015 Amundi Europe Equity Amundi For. E. Eq. Op. 2013 Amundi For. E. Eq. Op. Due 2013 Amundi For. Em.MktEq.R.2014 Amundi For. Gar. Hi. Div. 2014 Amundi Form Gar.E.Mk.Eq.R 2013 Amundi Form Gar.Eq.R.DUE 2013 Amundi Form Gar.Eq.Recall 2013 Amundi Form Gar.Mer.Emergenti Amundi Form Garantita 2012 Amundi Form Garantita 2013 Amundi Form Garantita Due 2013 Amundi Form Priv.Div.Opportunity Amundi Global Emerging Equity Amundi Global Equity Amundi Liquidit Amundi Obbligazionario Euro Amundi Pacific Equity Amundi Pi Amundi Premium Power Amundi Private Alfa 2007 Amundi QBalanced Amundi QReturn Amundi USA Equity Unibanca Plus

12/04 18/04 18/04 12/04 12/04 18/04 25/02 18/04 18/04 18/04 18/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 18/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 12/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 12/04 18/04 18/04 18/04 18/04

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

5,336 12,974 7,404 97,168 4,951 5,343 101,967 5,263 5,217 5,216 4,916 5,504 5,834 5,184 5,248 5,317 5,766 5,065 6,290 4,960 5,394 5,105 4,734 5,052 4,485 4,588 4,594 5,101 4,749 5,012 4,783 4,750 5,689 5,020 4,888 4,850 4,940 5,303 4,553 8,983 5,394 4,713 5,665 5,269 4,904 8,505 5,703 4,833 5,295

5,349 13,243 7,407 97,279 4,952 5,379 101,970 5,260 5,213 5,209 4,917 5,529 5,862 5,225 5,324 5,342 5,786 5,072 6,276 4,981 5,409 5,129 4,734 5,083 4,513 4,600 4,609 5,127 4,759 5,015 4,785 4,754 5,689 5,022 4,889 4,853 4,941 5,279 4,529 8,988 5,387 4,674 5,664 5,272 4,913 8,561 5,737 4,854 5,293

Carige Azionario Europa Carige Azionario Internazionale Carige Azionario Italia Carige Bilanciato 10 Carige Bilanciato 30 Carige Bilanciato 50 Carige Corporate Euro Carige Total Return 1 Carige Total Return 2 Carige Liquidita Euro Carige Monetario Euro Carige Obblig Euro Carige Obblig Euro Lungo Termine Carige Obblig Globale Difesa Classe A Difesa Obiettivo TFR Classe A Obiettivo TFR Rivalutazione Classe A Rivalutazione Valorizzazione Classe A Valorizzazione

18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 31/03 31/03 31/03 31/03 31/03 31/03 31/03 31/03

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

5,616 6,880 5,242 5,563 5,323 6,045 6,679 5,194 4,446 6,383 11,758 10,833 5,580 6,075 13,517 13,342 11,109 10,980 10,603 10,291 12,589 12,343

5,690 6,872 5,348 5,577 5,354 6,100 6,664 5,199 4,456 6,383 11,756 10,809 5,557 6,069 13,552 13,380 11,125 10,999 10,760 10,451 12,706 12,463

Fondo Pensione Aperto Carige

Strategic Trend Inst. C Strategic Trend Retail C

15/04 EUR 15/04 EUR

103,840 103,550

104,060 103,790

Bim Az. Small Cap Italia Bim Azionario Europa Bim Azionario Globale Bim Azionario Italia Bim Azionario USA Bim Bilanciato Bim Corporate Mix Bim Flessibile Bim Obblig. Breve Term. Bim Obblig. Globale Bim Obbligazionario Euro Sicav Asia Flessibile Sicav Azionario Euro Sicav Azionario Italia Sicav Bil.Equ. Italia Sicav Fortissimo Sicav Europa Flessibile Sicav Monetario Sicav Obblig. Area Europa Sicav Patrimonio Globale Sicav Patrimonio G. Reddito Synergia Azionario Europa Synergia Azionario Globale Synergia Azionario Italia Synergia Az. Small Cap Italia Synergia Azionario USA Synergia Bilanciato 15 Synergia Bilanciato 30 Synergia Bilanciato 50 Synergia Monetaria Synergia Obbl. Corporate Synergia Obbl. Euro B.T. Synergia Obbl. Euro M.T. Synergia Tesoreria Synergia Total Return Symphonia MS Adagio Symphonia MS America Symphonia MS Asia Symphonia MS Europa Symphonia MS Largo Symphonia MS P. Emer. Symphonia MS Vivace

Tel: 800/614614 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR

7,314 10,056 4,077 7,048 6,340 22,491 5,581 3,863 6,551 5,835 6,875 6,253 5,829 10,781 5,423 2,831 5,124 7,472 9,519 5,217 7,142 6,280 6,341 5,872 5,782 6,597 5,280 5,468 5,678 5,029 5,454 5,067 5,166 5,065 5,293 5,897 4,062 5,340 5,707 5,759 13,674 5,391

7,263 10,001 4,071 7,031 6,351 22,475 5,588 3,859 6,550 5,837 6,878 6,229 5,808 10,754 5,416 2,817 5,114 7,471 9,527 5,210 7,143 6,249 6,331 5,859 5,743 6,604 5,278 5,463 5,668 5,028 5,459 5,067 5,168 5,065 5,288 5,906 4,074 5,353 5,723 5,769 13,707 5,405

Numero Verde 800-533377 - www.schroders.it Schroder International Selection Fund SICAV EQUITY- I ABS- I Num tel: 178 311 01 00 www.compamfund.com - info@compamfund.com Bluesky Global Strategy A Bond Euro A Bond Euro B Bond Risk A Bond Risk B CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. A CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. B European Equity A European Equity B Multiman. Bal. A Multiman. Bal. M Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M Multiman.Target Alpha A 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 15/04 15/04 13/04 13/04 13/04 USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 1323,135 1158,358 1132,238 1244,733 1211,049 1417,800 1381,765 1213,831 1167,954 110,784 112,166 78,599 80,109 109,476 1327,097 1156,681 1130,636 1251,259 1217,471 1418,641 1382,660 1230,274 1184,026 110,668 112,052 78,844 80,347 109,121 31/03 EUR 553088,382 560460,701 28/02 EUR 7324,832 7037,408 ASIAN OPP CAP RET EUR DYNAMIC GROWTH RET EUR EUROPEAN BOND CAP INST FLEX DUR CAP RET EUR A FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR FLEX STRATEGY RET EUR HIGH GRWTH CAP RET EUR ITALY CAP RET A EUR 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 8,244 820,597 902,794 1115,301 98,646 102,907 79,526 21,684 8,317 815,601 902,819 1115,184 99,071 102,889 79,068 21,619 Asia Pacific Property Sec. A Asian Bond Abs.Re. A Asian Convertible Bd A Asian Convertible Bd A Hd Asian Equity Yield A Asian Smaller Companies A BRIC (BR,RU,IN,CH) A BRIC (BR,RU,IN,CH) A China Opportunities A Em. Eur. Dbt Abs. Ret. A Em. Mkts Dbt Ab.Ret.EUR Hdg A Emerging Asia A Emerging Asia A Emerging Europe A Emerging Markets A Emerging Markets A Emerging Mkts Dbt Abs Ret A EURO Active Value A EURO Bond A EURO Corporate Bond A EURO Dynamic Growth A EURO Equity A EURO Government Bond A EURO Liquidity A EURO Short Term Bond A European Allocation A European Defensive A* European Dividend Max. A European Dividend Max. A European Equity Alpha A European Equity Yield A European Large Cap A European Smaller Comp A European Special Sit A Glb Emer Mkt Opps A Glb Emer Mkt Opps EUR A Global Bond A Global Convertible Bd A Global Convertible Bd A Hd Global Corp B Eur Hedge A Global Clim.ChgeEq.A hdg Global Clim.ChgeEq.A Global Corporate A Global Credit Duration A Global Div.Maximiser A Global Div.Maximiser A Global Energy A Global Equity A Global Equity Alpha A Global Equity Alpha A Global Equity Yield A Global Equity Yield A Global High Yield A Global HYield EUR Hedge A Global Infl L B USD Hed A Global Infl Linked Bond A Global Prop Securities A Global Prop. Sec. EUR Hdgd A Global Smal Companies A Greater China A Indian Equity A Italian Equity A Japanese Equity A Japanese Equity EUR Hdgd A Japanese Large Cap A Japanese Smal Companies A Latin American Fund A Latin American Fund A Middle East A Pacific Equity A Pacific Equity A QEP Global Quant Act Val A QEP Global Quant Act Val A Strategic B Euro Hedged A Strategic Bond A Swiss Equity A Swiss Equity Opps A Swiss Small & Mid Cap A UK Equity A 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 USD USD USD EUR USD USD EUR USD USD EUR EUR EUR USD EUR EUR USD USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR USD USD EUR EUR EUR USD USD EUR USD USD USD USD EUR USD EUR USD USD EUR USD EUR USD EUR USD USD USD EUR JPY EUR JPY JPY EUR USD USD EUR USD EUR USD EUR USD CHF CHF CHF GBP 121,970 12,190 112,620 113,090 20,680 185,150 151,080 215,780 257,030 17,850 28,400 17,530 25,050 23,950 9,740 13,950 26,390 27,730 15,400 16,330 3,110 21,060 8,460 121,570 6,680 18,560 9,780 74,480 56,090 40,160 11,590 160,880 21,700 104,260 15,620 14,130 11,050 110,410 108,990 128,610 8,630 9,430 8,700 109,590 7,650 5,660 42,570 15,690 91,980 131,540 80,410 114,870 32,140 30,590 25,880 25,360 118,640 112,140 129,050 38,920 133,240 22,800 531,660 54,520 727,570 49,980 38,560 55,420 8,930 7,960 11,390 102,360 147,470 129,120 135,460 28,290 121,030 24,490 3,140 122,340 12,190 112,940 113,410 20,850 186,010 153,160 218,590 259,470 17,850 28,400 17,630 25,170 24,290 9,850 14,100 26,390 27,750 15,370 16,330 3,110 21,070 8,440 121,580 6,680 18,590 9,800 74,810 56,340 40,250 11,620 160,930 21,780 104,190 15,760 14,270 11,020 110,870 109,440 128,460 8,690 9,490 8,690 109,550 7,700 5,700 42,910 15,740 92,390 132,030 81,080 115,740 32,160 30,620 25,890 25,370 119,490 112,950 129,690 39,230 133,050 22,820 537,000 55,070 734,060 50,460 39,150 56,210 8,980 8,030 11,480 102,810 147,990 128,880 135,210 28,250 121,760 24,710 3,160

Tel: 848 58 58 20 Sito web: www.ingdirect.it Dividendo Arancio Convertibile Arancio Euro Arancio Bilancio Arancio Borsa Protetta Agosto Borsa Protetta Febbraio Borsa Protetta Maggio Borsa Protetta Novembre Inflazione Pi Arancio Mattone Arancio Profilo Dinamico Arancio Profilo Equilibrato Arancio Profilo Moderato Arancio Top Italia Arancio 19/04 19/04 19/04 01/03 13/04 13/04 13/04 13/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 38,950 51,140 53,500 48,380 54,090 52,210 55,530 53,740 49,850 38,120 55,530 53,520 51,170 48,660 39,130 51,390 53,540 48,320 54,080 52,250 55,540 53,780 49,870 38,060 56,050 53,820 51,230 48,520

www.newmillenniumsicav.com Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475 NM Augustum Beatrice Eq Fd A NM Augustum Corp Bd A NM Augustum High Qual Bd A NM Augustum Pan European Eq A NM Euro Bonds Short Term A NM Euro Equities A NM Global Equities A NM Inflation Linked Bond Europe A NM Large Europe Corp A NM Previra World Cons A NM Q7 Active Eq. Int. A NM Q7 Alpha Balanced A NM Q7 Globalflex A NM Total Return Flexible A 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 15/04 15/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 121,500 164,980 132,870 85,670 129,910 39,720 55,720 104,240 115,870 122,500 79,130 96,530 107,340 115,120 121,160 165,110 132,830 85,220 129,780 39,530 55,440 104,190 115,980 122,480 79,170 96,710 107,380 115,280

Numero Verde 800 255783 info@animasgr.it - www.animasgr.it Anima America Anima Asia Anima Convertibile Anima Emerging Markets Anima Europa Anima Fondattivo Anima Fondimpiego Anima Fondo Trading Anima Liquidit Anima Obbligaz Euro Anima Obiettivo Rend. Americhe Corporate Bd Emerging Markets Bd Emerging Markets Eq Europa Iniziativa Europa Italia Monetario Pacifico Pianeta Risparmio Sforzesco Tesoreria Valore Globale Visconteo Capitale Piu' C.Azionario Capitale Piu' C.Bilanc. 15 Capitale Piu' C.Bilanc. 30 Capitale Piu' C.Obbligaz. 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 4,410 6,166 6,332 10,667 4,369 14,403 19,427 13,586 6,691 7,175 5,939 9,215 7,526 6,416 7,422 13,474 7,459 15,668 12,195 4,859 9,650 7,544 10,175 6,944 20,418 35,408 4,856 5,351 5,165 5,483 4,403 6,217 6,338 10,694 4,342 14,415 19,445 13,572 6,690 7,171 5,943 9,232 7,528 6,420 7,448 13,423 7,414 15,611 12,191 4,927 9,690 7,542 10,177 6,943 20,509 35,397 4,858 5,344 5,165 5,482

DB Platinum
Agriculture Euro R1C A Comm Euro R1C A Comm Harvest R3C E Croci Germany R1C A Currency Returns Plus R1C Dyn Aktien Pl R1C A Liq Alpha Euro4TotRet R1C A 18/04 19/04 18/04 19/04 18/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 18/04 18/04 18/04 15/04 19/04 13/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR JPY USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 90,290 173,110 99,130 986,290 118,220 91,400 92,950 6266,000 114,110 95,560 101,110 98,730 85,870 103,050 106,000 10037,510 89,500 170,730 98,960 983,570 119,890 91,260 92,800 6342,270 113,540 95,420 101,110 98,870 86,400 102,910 105,930 10068,160

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia disponibile sul sito www.invesco.it

Invesco Funds
Asia Balanced Fund Asia Consumer Demand Asia Consumer Demand E Asia Infrastructure Asia Infrastructure E Balanced-Risk Allocation Balanced-Risk Allocation E Em. Local Cur. Debt Em. Local Cur. Debt E Em. Local Cur. Debt A-Distr.M Energy Fund Euro Corp. Bond Euro Corp. Bond Euro Corp. Bond E Euro Corp. Bond A-Distr. M Euro Inflation-Linked Bond Global Total Return (EUR) Bond Gold & Precious Metals Gold & Precious Metals E Greater China Eq. Greater China Eq. E Pan European Eq. Pan European Eq. E Pan European Structured Eq. Pan European Structured Eq. E 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 USD USD EUR USD EUR EUR EUR USD EUR USD USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR USD USD JPY JPY USD USD 10,110 10,090 8,840 10,070 10,920 10,070 12,040 10,127 10,277 11,399 9,500 10,048 10,048 13,247 11,205 9,987 10,027 9,780 8,560 9,950 24,530 9,940 11,360 10,090 8,820 36,700 36,100 1635,000 635,000 40,520 19,240 1,121 1,665 1,000 9,950 9,830 8,760 9,870 10,880 10,000 11,960 10,012 10,322 11,270 9,360 10,047 10,047 13,246 11,204 9,994 10,026 9,630 8,570 9,830 24,620 9,820 11,230 9,990 8,730 36,040 35,390 1620,000 624,000 39,910 18,890 1,121 1,665 1,000

DB Platinum IV
Croci Euro R1C B Croci Japan R1C B Croci US R1C B Dyn. Bd Stabilitt Plus R1C A Dyn. Cash R1C A Dyn. ETF Selector 3 R1C A Dyn. ETF Selector 6 R1C A Dyn. ETF Selector 8 R1C A Sovereign Plus R1C A Systematic Alpha Index R1C A

UBI Pr. Active Beta UBI Pr. Active Duration UBI Pr. Alpha Equity UBI Pr. Azionario Etico UBI Pr. Azioni Euro UBI Pr. Azioni Europa UBI Pr. Azioni Globali UBI Pr. Azioni Italia UBI Pr. Azioni Mercati Emerg. UBI Pr. Azioni Pacifico UBI Pr. Azioni USA UBI Pr. Bilanc. Euro Rischio Cont. UBI Pr. Euro B.T. UBI Pr. Euro Cash UBI Pr. Euro Corporate UBI Pr. Euro Medio/Lungo Ter. UBI Pr. Obblig. Dollari UBI Pr. Obblig. Glob. Alto Rend. UBI Pr. Obblig. Globali UBI Pr. Obblig. Globali Corp. UBI Pr. Portafoglio Aggressivo UBI Pr. Portafoglio Dinamico UBI Pr. Portafoglio Moderato UBI Pr. Portafoglio Prudente UBI Pr. Privilege 1 UBI Pr. Privilege 2 UBI Pr. Privilege 3 UBI Pr. Privilege 4 UBI Pr. Privilege 5 UBI Pr. Tot. Ret. Mod. A UBI Pr. Tot. Ret. Mod. B UBI Pr. Tot.Ret. Dinamico UBI Pr. Total Return Prudente

Tel. 02 - 430241 www.ubipramerica.it 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR 18/04 EUR

4,693 5,662 5,046 5,052 5,792 5,974 4,571 5,039 11,435 6,652 4,180 5,889 6,788 7,319 7,912 6,933 4,933 9,529 5,698 7,015 5,316 5,589 5,897 6,079 5,592 5,634 5,561 5,355 5,154 5,097 5,122 4,964 10,532

4,705 5,657 5,055 5,153 5,900 6,062 4,577 5,130 11,418 6,569 4,165 5,927 6,791 7,324 7,891 6,920 4,864 9,531 5,636 6,996 5,351 5,596 5,887 6,066 5,593 5,638 5,568 5,374 5,180 5,093 5,118 4,975 10,523

Numero verde 800 124811 www.nextampartners.com-info@nextampartners.com Nextam Bilanciato Nextam Flessibile Nextam Obblig. Misto AAM Pro Select A AAM Pro Select I BInver International A BInver International I Citic Securities China A Citic Securities China I Fidela A Fidela I Income A Income I International Equity A International Equity I Italian Selection A Italian Selection I Liquidity A Liquidity I Multimanager American Eq.A Multimanager American Eq.I Multimanager Asia Pacific Eq.A Multimanager Asia Pacific Eq.I Multimanager Emerg.Mkts Eq.A Multimanager Emerg.Mkts Eq.I Multimanager European Eq.A Multimanager European Eq.I Strategic A Strategic I 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 20/04 20/04 25/11 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 20/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 6,180 4,800 6,047 4,827 4,873 5,016 4,931 5,253 5,375 5,385 5,407 5,408 5,590 5,628 5,291 5,331 3,597 3,710 4,421 4,541 4,521 4,617 3,727 3,828 4,942 5,064 6,171 4,790 6,041 4,823 4,869 4,941 5,263 5,378 5,387 5,399 5,401 5,564 5,601 5,290 5,330 3,628 3,743 4,452 4,573 4,557 4,653 3,752 3,853 4,941 5,063

NEXTAM PARTNERS SICAV

Tel. 02/88219.1 - direzione@gruppoesperia.com www.gruppoesperia.com

Duemme Sicav
Asian Equities C Bond Euro Area C Bond Inflation Linked C Corporate Bond Euro C Dynamic Allocation Efficient Equity Opportunity C Euro Equities C Euro Investments C Flexible Strategies C Global Allocation C Global Convertible Plus Gov Bond Euro Medium Term C Italian Stocks Money Market C Private Equity Strategies C Revenues C Sector Investments Strategic Portfolio C Trading US Equities C Usa Short Term C 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 19/04 JPY EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD USD 6096,000 138,250 100,280 120,660 92,150 100,530 114,010 95,540 104,740 94,150 99,780 99,540 115,930 72,900 105,700 90,720 100,170 94,480 99,770 110,230 111,460 111,960 6161,000 138,170 100,170 120,320 94,190 100,520 114,400 98,020 104,530 94,000 100,330 99,740 115,960 74,280 105,800 91,060 100,640 94,370 102,210 110,680 112,170 111,970

Invesco Funds II
Global Small Cap Value R Global Value Eq. R Japanese Eq. Advantage R Japanese Value Eq. R US Small Cap Growth R US Value Eq. R

AZIMUT SGR - tel.02.88981 www.azimut.it - info@azimut.it Azimut Bilanciato Azimut Formula 1 Alp +20 Azimut Formula 1 Conserv Azimut Formula 1 Hi. Risk Azimut Formula 1 Low Risk Azimut Formula 1 Risk Azimut Garanzia Azimut Prev. Com. Crescita Azimut Prev. Com. Equilibrato Azimut Prev. Com. Garantito Azimut Prev. Com. Protetto Azimut Scudo Azimut Reddito Euro Azimut Reddito Usa Azimut Solidity Azimut Strategic Trend 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 18/04 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 23,944 6,307 6,379 6,896 6,610 6,589 12,330 9,695 10,867 9,805 11,457 7,593 15,509 5,628 7,862 5,261 24,151 6,317 6,383 6,910 6,616 6,605 12,345 9,727 10,901 9,821 11,472 7,588 15,528 5,547 7,868 5,277

Asian Equity B Asian Equity B Capital Opportunities Capital Opportunities Hdg Emerg Mkts Equity Emerg Mkts Equity Hdg European Equity Greater China Equity Greater China Equity Growth Opportunities Growth Opportunities Hdg Italian Equity Japanese Equity Japanese Equity Hdg Reserve Liquidity Swiss Equity Swiss Equity Hdg US Equity US Equity Hdg

www.vitruviussicav.com 19/04 EUR 19/04 USD 19/04 USD 19/04 EUR 19/04 USD 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 USD 19/04 USD 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 JPY 19/04 EUR 19/04 EUR 19/04 CHF 19/04 EUR 19/04 USD 19/04 EUR

77,580 107,660 97,290 91,280 476,040 471,090 221,420 89,930 127,740 54,870 61,050 89,370 90,730 119,440 118,130 112,430 85,110 116,520 130,730

78,440 108,830 96,540 90,600 476,350 471,450 219,900 90,730 128,820 54,790 60,970 88,790 91,560 120,510 118,130 111,460 84,410 115,540 129,640

Invesco Stic
Euro Liquidity US Dollar Liquidity US Dollar Treasury 20/04 EUR 19/04 USD 19/04 USD

Duemme Sgr
Duemme Hedge Dynamic Duemme Hedge Performance Duemme Hedge Protection 28/02 EUR 422409,666 419442,360 28/02 EUR 573785,185 571185,351 28/02 EUR 571669,214 566276,292

Dynamic US Market Dynamic US Market EQQQ EQQQ

Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.invescopowershares.net 19/04 EUR 6,253 19/04 USD 8,950 19/04 EUR 39,602 19/04 USD 56,684

6,261 8,894 39,655 56,330

8a+ Eiger 8a+ Gran Paradiso 8a+ Latemar 8a+ Matterhorn 8a+ Monviso

Tel 0332 251411 www.ottoapiu.it 19/04 EUR 4,934 4,923 19/04 EUR 5,433 5,432 19/04 EUR 5,229 5,227 08/04 EUR 640438,425 628879,409 19/04 EUR 5,158 5,172
Quota/od. = Quota odierna
132DC54B

www.oysterfunds.com Absolute Return EUR2 Absolute Return Italy 18/04 EUR 18/04 EUR 149,140 160,940 149,370 162,650

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Economia/Mercati Finanziari 37

Piazza Affari STMICRO GUIDA I RIALZI AI MASSIMI POLTRONA FRAU


di GIACOMO FERRARI

Sussurri & Grida

Reply sulla nuvola con Google e Amazon


(a.jac.) Reply ha deciso di salire sulla nuvola del Cloud computing, lultima rivoluzione dellIct, che d la possibilit di gestire in remoto (su una nuvola, la metafora cara agli esperti Ict) tutti i dati, privati e di lavoro. La societ, controllata dalla famiglia Rizzante, stringe una partnership con Google e Amazon e costituisce Storm Reply con lobiettivo di offrire le soluzioni di infrastruttura pi adatte alle esigenze delle aziende sia in termini di modello sia di tecnologia da adottare. Il Cloud computing un business in forte crescita: secondo gli analisti, i ricavi mondiali dovrebbero correre a un ritmo del 25% allanno per raggiungere i 15,4 miliardi di euro nel 2014. In Italia il mercato della nuvola dovrebbe passare dai 300 milioni attuali a oltre 700 milioni nel 2014, con un aumento superiore al 30% annuo. Ogni giorno, pi di 50 mila nuove macchine virtuali sono create su Amazon Web Services con un trend di crescita esponenziale negli ultimi tre anni. Unoccasione di sviluppo che il gruppo Reply (384,2 milioni il fatturato 2010, +12,9%), ha colto al volo da aggiungere al proprio business di accesso alla rete con cui accompagna i principali gruppi industriali europei (dalle telecomunicazioni allindustria, dai servizi finanziari alla pubblica amministrazione). Quotato dal 2000 a Piazza Affari, il gruppo ha un vertice in famiglia: il padre Mario, ex operaio Fiat, presidente; la figlia Tatiana, amministratore delegato; responsabile di Storm Reply laltro figlio Filippo Rizzante.
RIPRODUZIONE RISERVATA

risultati trimestrali di importanti societ americane ed europee, migliori delle attese, hanno messo le ali ai listini azionari, facendo dimenticare per un giorno i timori relativi ai debiti sovrani. Soltanto il comparto bancario rimasto al palo e questo spiega perch l'indice Ftse-Mib di Piazza Affari cresciuto un po meno della media, mettendo comunque a segno un rialzo dell'1,19%. Ha pesato innanzi tutto il tonfo di Popolare Milano (-8,55%) alla notizia che sar convocata unassemblea per aumentare il capitale di 1,2 miliardi di euro. Forte calo anche per il Banco Popolare (-4,86%), mentre Ubi Banca, Unicredit e Intesa-Sanpaolo hanno limitato le perdite. Tuttaltra musica se si guarda al settore tecnologico e a quello industriale. A correre di pi stata StMicroelectronics (+4,81%) sulla scia dei conti in miglioramento di Intel e Ibm, ma subito dopo si colloca Fiat (+4,61%) spinta anch'essa dai risultati del primo trimestre (oggi tocca a Fiat Industrial comunicare i dati). La lista dei rialzi, nellambito dei 40 titoli principali, si completa poi con Buzzi-Unicem (+4,07%), Azimut (+3,71%) e Lottomatica (+3,49%). Ancora in tensione, infine, Poltrona Frau (+4,66% e nuovo massimo annuale).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Carife cerca soci. Il passo indietro della Fondazione


(m. ger.) Un aumento di capitale che segna la svolta. La Cassa di Risparmio di Ferrara, 24 mila azionisti, vuole chiudere definitivamente con un passato che ancora produce effetti deleteri nei bilanci e apre il capitale a nuovi soci. una scelta obbligata perch la Fondazione non ha i soldi per sottoscrivere la sua parte dei 150 milioni di ricapitalizzazione. Cio 100 milioni pari al 66% del capitale. Dunque lente si diluir di poco sopra il 50% ma quei 100 milioni dovranno essere collocati. Ne ha bisogno la banca guidata dal presidente Sergio Lenzi, perch a rallentare il rilancio c sempre la zavorra ereditata dalla passata gestione, interrotta a settembre 2009: il carico di sofferenze del gruppo Siano (109 milioni) e i problemi sui alcuni fondi immobiliari della partecipata Vegagest sgr. Tant che il bilancio 2010 si chiuso in miglioramento rispetto al 2009 ma pur sempre con una perdita consolidata di 58 milioni. Lasciamoci dietro il passato: la banca ha gestito un business che non era il suo ha detto Lenzi . Adesso stiamo cercando di costruire un futuro diverso. Il piano industriale 2011-2014 avviato, il direttore generale in carica da sette mesi, Daniele Forin, ex Deutsche Bank, ha il compito di realizzarlo e nel frattempo la banca ha ingaggiato la societ di advisory finanziaria Osculati & Partner per la consulenza sul piano industriale e lau-

mento di capitale. Per fare il pieno di benzina bisogna aspettare lassemblea straordinaria del 6 maggio. Ma soprattutto, con la Fondazione in bolletta, bisogna trovare chi sottoscrive 150 milioni. Le nuove azioni vengono offerte a 21 euro contro 29,9 euro dellultima transazione. A Ferrara, per, sono tranquilli. Dicono che le richieste non mancano. E per collocare linoptato c sempre la rete della banca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mazzucchelli lascia Royal Bank of Scotland


(f.d.r.) Marco Mazzucchelli divorzia da Royal Bank of Scotland dopo appena due anni. La banca scozzese ha deciso di riorganizzare le sue attivit di corporate e investment banking. E Mazzucchelli rimasto fuori. A dir la verit il banker era gi fuori da Rbs, ma per un motivo personale: a Natale ha avuto un incidente mentre scendeva con lo skeleton, lo slittino da competizione, sulla pista di Sankt Moritz. E si fatto male al punto di non poter svolgere la sua attivit. Fare linvestment banker senza avere la possibilit di muoversi impossibile. Rbs gli ha affidato per il momento un incarico pi leggero ma a Londra da tempo si vocifera di una possibile uscita del numero due della banca. Non solo a causa dellincidente ma anche, ha scritto ieri il Financial Times, per contrasti sorti allinterno di Rbs.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Borsa Italiana
Nome Titolo Tel.
A A.S. Roma .....................(ASR) A2A .......................................(A2A) Acea......................................(ACE) Acegas-Aps...........................(AEG) Acotel Group * ......................(ACO) Acque Potabili .......................(ACP) Acsm ....................................(ACS) AdF-Aerop.Firenze ..................(AFI) Aedes * ...................................(AE) Aedes 14w *.....................(WAE14) Aeffe *...................................(AEF) Aicon * ...................................(AIC) Alerion ..................................(ARN) Amplifon...............................(AMP) Ansaldo Sts *.........................(STS) Antichi Pell ..............................(AP) Apulia Pront...........................(APP) Arena ....................................(ARE) Arkimedica ...........................(AKM) Ascopiave *...........................(ASC) Astaldi * ................................(AST) Atlantia ..................................(ATL) Autogrill ................................(AGL) Autostrada To-Mi .....................(AT) Autostrade Mer. ................(AUTME) Azimut..................................(AZM) B B&C Speakers ...............(BEC) Banca Generali .....................(BGN) Banca Ifis *...............................(IF) Banca Pop. Emilia R. .............(BPE) Banca Pop. Sondrio.............(BPSO) Banco Popolare .......................(BP) Banco Popolare w10.........(WBP10) Basicnet................................(BAN) Bastogi......................................(B) BB Biotech *............................(BB) Bca Carige ............................(CRG) Bca Carige r........................(CRGR) Bca Finnat * ..........................(BFE) Bca Intermobiliare .................(BIM) Bca Pop.Etruria e Lazio * .......(PEL) Bca Pop.Milano......................(PMI) Bca Pop.Milano 13w .......(WPMI13) Bca Pop.Spoleto ....................(SPO) Bca Profilo ............................(PRO) Bco Desio-Brianza ................(BDB) Bco Desio-Brianza rnc ........(BDBR) Bco Santander ....................(SANT) Bco Sardegna rnc ...............(BSRP) Bee Team ..............................(BET) Beghelli...................................(BE) Benetton Group .....................(BEN) Beni Stabili ...........................(BNS) Best Union Co......................(BEST) Bialetti Industrie *...................(BIA) Biancamano *.......................(BCM) Biesse * ................................(BSS) Bioera.....................................(BIE) Boero Bart.............................(BOE) Bolzoni *................................(BLZ) Bon.Ferraresi...........................(BF) Borgosesia..............................(BO) Borgosesia rnc......................(BOR) Brembo * ..............................(BRE) Brioschi..................................(BRI) Bulgari ..................................(BUL) Buone Societ .......................(LBS) Buongiorno *.........................(BNG) Buzzi Unicem ........................(BZU) Buzzi Unicem rnc ................(BZUR) C Cad It *..........................(CAD) Cairo Comm. *........................(CAI) Caleffi....................................(CLF) Caltagirone ..........................(CALT) Caltagirone Ed.......................(CED) Camfin .................................(CMF) Camfin 09-11 w ............(WCMF11) Campari ................................(CPR) Cape Live ................................(CL) Carraro ...............................(CARR) Cattolica As.........................(CASS) CDC ......................................(CDC) Cell Therap...........................(CTIC) Cembre * .............................(CMB) Cementir *............................(CEM) Cent. Latte Torino * ................(CLT) Ceram. Ricchetti.....................(RIC) CHL.......................................(CHL) CIA .........................................(CIA) Ciccolella ................................(CC) Cir..........................................(CIR) Class Editori ..........................(CLE) Cobra * .................................(COB) Cofide ...................................(COF) Cogeme Set ..........................(COG) Conafi Prestito' .....................(CNP) Cred. Artigiano ......................(CRA) Cred. Bergamasco...................(CB) Cred. Emiliano .........................(CE)
0,733 1,166 8,610 4,078 38,900 1,428 1,130 12,220 0,179 0,037 0,829 0,202 0,569 4,110 10,240 0,561 0,306 0,025 0,301 1,683 5,625 16,040 9,590 11,220 22,390 8,385 3,772 11,020 5,250 8,240 5,730 1,880 2,780 1,531 49,010 1,590 2,670 0,478 4,238 2,860 2,310 0,620 3,098 0,361 3,740 3,650 8,250 9,255 0,440 0,683 5,210 0,722 1,410 0,395 1,951 7,780 2,160 28,500 1,245 9,180 0,152 12,270 0,355 1,434 9,850 5,580 3,850 3,200 1,217 2,050 1,725 0,375 0,066 4,768 0,235 3,890 18,440 1,637 0,266 7,460 2,172 2,968 0,267 0,122 0,270 0,681 1,688 0,434 1,223 0,748 0,263 1,019 1,434 23,060 4,470 -10,29 +1,30 +1,47 +0,39 -0,21 -0,28 -0,26 +1,41 -0,44 -2,86 +1,28 +1,15 +1,34 -0,05 +1,19 -0,62 +1,19 -1,20 +0,13 +0,36 +1,08 +1,45 +1,05 +3,71 -1,92 +0,92 +0,10 -3,23 -1,72 -4,86 +3,50 +0,53 -1,85 +0,43 -8,55 -6,06 -0,06 +0,28 +0,70 -1,30 +1,79 -1,54 -1,08 +1,49 +1,66 -1,16 +1,52 +7,73 +1,83 +0,19 +0,35 +1,83 +0,60 +7,13 +2,58 +4,07 +2,86 +0,79 -1,11 +0,33 +0,49 +2,68 +0,05 +1,69 -0,04 -5,62 +2,64 +0,33 -1,21 -3,55 +1,29 +1,02 +3,70 -1,04 +1,16 +0,48 +1,49 +2,68 -1,41 +0,25 +2,47 +0,92 -0,78 -0,21 -0,82 -1,72 -30,57 +11,26 -1,60 +12,42 -11,57 -0,49 +4,34 +12,83 -6,95 -10,74 +63,19 +14,02 +7,57 +8,73 -4,39 +18,98 -13,26 -3,52 -33,57 +6,45 +13,52 +3,62 -9,95 +9,89 -1,80 +21,70 +0,32 +20,31 -0,76 -13,26 -7,58 -23,73 -0,71 -0,26 +0,84 +1,27 -3,78 -3,63 +1,39 -6,23 -13,32 -48,33 -10,07 -17,95 -7,65 -1,68 +4,70 -2,06 +9,64 -0,58 +4,20 +12,56 +2,17 +11,61 +47,80 +44,61 +1,29 -3,16 -3,56 +17,02 +9,05 +50,18 -9,08 +23,20 +13,41 +2,39 -5,98 +17,97 +5,19 +15,88 +0,35 +0,46 -2,19 -6,56 +0,06 -3,71 -0,24 -2,71 +20,13 +2,82 +21,14 +5,78 -7,83 -8,82 +4,61 +22,94 -3,81 -7,84 +11,06 -28,83 +2,10 +10,48 +12,05 -4,33 0,733 1,001 7,770 3,628 38,200 1,350 1,040 10,830 0,178 0,036 0,477 0,158 0,478 3,598 9,700 0,472 0,296 0,025 0,295 1,527 4,670 15,270 9,255 9,600 21,750 6,745 3,710 8,955 4,940 8,240 5,730 1,880 2,478 1,480 47,680 1,470 2,590 0,470 4,175 2,860 2,310 0,653 3,082 0,360 3,700 3,562 7,400 8,710 0,380 0,653 4,600 0,633 1,330 0,351 1,286 5,010 2,100 28,340 1,237 7,725 0,135 7,280 0,331 1,053 7,960 4,902 3,780 2,685 1,120 1,749 1,655 0,329 0,056 4,438 0,232 3,723 17,760 1,450 0,157 5,965 2,030 2,400 0,253 0,121 0,261 0,651 1,337 0,425 1,194 0,647 0,248 0,949 1,279 20,300 4,263

Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
3,284 0,229 0,079 1,249 0,917 3,820 0,985 21,480 12,150 5,875 8,150 1,564 32,060 1,186 2,686 21,500 0,770 1,097 1,354 14,360 1,606 4,260 4,618 1,994 1,340 24,200 17,250 9,775 0,967 0,442 0,024 0,120 5,755 2,270 -0,55 +0,84 -1,37 +1,54 -0,65 +4,95 +1,03 +3,07 +3,67 -0,25 -0,18 +2,22 +0,19 +9,72 +0,84 +1,85 -1,17 +2,19 +1,41 +2,03 +2,57 +2,29 +1,26 +2,43 +0,67 -0,21 +0,80 +11,57 +7,14 -0,78 +1,70 -0,86 +1,33 -17,89 +16,08 -7,24 -21,88 +17,26 -11,24 -7,74 -3,13 +39,55 +36,00 +1,62 -22,48 -7,86 +39,79 -11,04 -10,16 +2,73 +13,43 +11,53 -3,51 +22,33 +26,84 +7,72 +12,61 +5,05 -5,56 +0,52 -9,26 -18,31 -9,77 +1,68 +21,39 3,063 0,223 0,079 1,052 0,906 3,640 0,819 20,240 10,990 5,705 5,820 1,125 30,170 1,150 2,442 15,040 0,736 1,097 1,285 12,410 1,435 4,220 3,692 1,563 1,217 21,140 16,340 9,620 0,960 0,432 0,021 0,112 5,390 1,860 3,695 781,9 0,281 0,161 12,5 1,295 41,6 1,000 138,3 5,020 59,9 1,111 81,6 24,580 876,6 13,690 486,1 6,540 343,5 8,165 1228,8 1,600 478,0 36,090 1790,8 1,573 16,5 3,265 19,9 22,380 242,6 0,907 3957,8 1,287 121,2 1,539 59,4 15,140 68,8 1,768 102,5 4,515 117,9 4,640 43271,4 2,048 9993,0 1,377 24,0 24,200 302,9 18,420 68774,4 10,440 1473,4 0,973 91,8 0,498 43,6 0,029 0,143 6,275 303,7 2,400 81,8

Borse Estere
indici

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
1,249 1,181 8,750 4,138 44,140 1,477 1,133 12,500 0,231 0,049 0,980 0,281 0,582 4,372 11,200 0,596 0,384 0,029 0,453 1,685 5,960 16,900 10,970 11,220 24,380 8,475 4,080 11,490 5,585 9,895 6,600 2,753 3,100 1,660 50,850 1,812 2,780 0,522 4,250 3,210 3,163 1,254 3,455 0,440 4,120 3,750 9,300 9,950 0,505 0,732 5,350 0,754 1,450 0,425 1,951 7,810 2,280 31,430 1,349 9,180 0,173 12,270 0,409 1,434 10,760 6,090 4,447 3,250 1,399 2,118 1,945 0,390 0,070 4,945 0,411 4,468 20,310 1,750 0,322 7,460 2,340 4,100 0,305 0,150 0,296 0,777 1,688 0,520 1,440 0,748 0,371 1,069 1,461 23,940 5,505 102,4 3649,2 1832,7 222,5 161,7 51,5 86,2 109,3 131,0 89,9 21,8 252,4 910,8 1231,2 25,3 71,3 31,6 26,0 393,6 554,2 9612,0 2442,4 985,8 97,5 1192,7 41,8 1232,6 282,0 2173,0 1786,1 3364,7 167,3 27,2 2610,5 465,4 171,9 661,7 214,8 979,5 91,7 245,0 437,9 48,5 61,3 30,5 136,6 949,7 1397,9 12,9 29,6 64,8 212,7 56,5 160,2 55,1 611,7 119,0 3710,3 3,7 152,1 1615,1 224,7 34,3 252,1 15,2 244,5 213,4 253,8 2778,4 12,3 179,5 1002,9 20,2 126,5 345,5 29,2 21,9 19,1 24,4 123,2 1334,4 45,6 25,9 530,2 16,3 47,0 407,8 1426,3 1507,6

Nome Titolo

Tel.

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)

Nome Titolo

Tel.

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz A New York valori espressi in dollari, a Londra Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni in pence, a Zurigo in franchi svizzeri (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
2,304 1,260 2,600 3,024 5,240 2,724 6,595 6,000 9,000 0,436 1,279 1,128 0,514 0,610 0,730 8,895 2,458 15,670 0,232 0,047 0,010 0,172 0,825 1,304 0,818 1,700 2,660 7,055 20,430 0,499 0,090 0,242 1,276 22,560 0,391 7,950 5,455 13,010 37,630 39,190 1,648 10,250 7,970 0,572 0,080 1,029 7,005 8,670 2,422 4,176 2,840 5,675 0,075 1,945 0,509 8,285 1,475 0,226 0,528 0,988 0,201 0,393 0,846 17,070 3,344 3,648 0,619 0,078 0,002 87,500 1,496 10,370 8,750 5,700 0,001 1,619 2,066 0,513 0,021 0,391 0,021 4,588 1,385 4,398 3,980 11,970 3,120 5,230 0,773 0,703 +1,86 +11,30 +3,36 +19,21 +0,93 +7,33 -1,18 -8,85 +2,34 +36,10 +5,99 +41,14 +0,76 +7,50 +0,42 +5,26 +1,58 -0,94 -0,91 -10,93 +4,66 +32,06 +4,74 +8,46 -0,87 +12,73 +7,77 -20,26 +1,96 -2,99 +4,16 +22,69 +3,36 +55,67 +2,22 +21,47 +3,11 -2,15 -1,46 +3,28 -9,09 -25,93 +0,06 -7,88 -2,94 -2,54 -3,69 +24,43 +2,44 +12,60 +0,35 -16,26 +0,99 +10,14 +1,15 -0,49 +0,44 +3,34 -1,38 +40,56 -2,17+104,55 -0,62 +9,41 -0,78 -8,33 -0,18 -10,79 -2,38 +18,15 +2,78 +16,91 +1,11 +10,20 +2,68 -5,17 +2,09 -0,13 -0,15 +7,37 -0,06 +3,00 +3,74 +2,30 +3,17 +5,28 +1,42 -10,13 -2,20 -1,72 +3,21 +25,49 -0,50 +17,73 +2,06 +19,42 -0,33 -8,43 +1,26 +12,33 +0,07 +13,37 -0,09 +14,65 -2,09 -1,83 +0,36 +13,41 -0,29 +3,88 +4,81 +3,05 +0,07 +5,06 +2,68 +2,03 -22,71 +1,59 +0,71 +1,31 -15,96 -1,73 +21,86 +0,24 +2,98 +0,77 -7,73 +0,30 +4,83 +2,24 -0,05 -0,32 -4,40 -0,89 -2,87 -8,70 +1,74 +18,45 +0,07 +4,18 +0,39 -4,51 +0,06 +62,04 -1,55 -14,16 -83,87 -0,92 +2,21 +0,39 +7,89 +0,59 +9,50 +2,50 -13,14 +1,01 +7,98 +0,96 -8,70 +0,26 +9,83 -1,00 +5,40 +2,28 +9,95 +0,25 +11,02 +4,45 +20,79 +1,30 -41,68 +0,58 +8,11 -1,65 +67,39 -0,99 +38,66 2,035 1,035 2,260 3,024 3,538 1,878 5,580 5,250 8,565 0,433 0,892 0,967 0,429 0,527 0,677 6,965 1,200 12,750 0,221 0,044 0,010 0,162 0,824 1,017 0,717 1,685 2,300 6,605 19,100 0,344 0,031 0,211 1,080 21,420 0,313 6,795 4,925 11,600 33,560 35,010 1,575 9,750 7,210 0,499 0,069 0,725 5,750 7,060 2,378 3,668 2,263 4,930 0,071 1,675 0,468 7,865 1,400 0,195 0,493 0,967 0,179 0,280 0,812 15,700 3,100 3,490 0,614 0,071 0,002 71,950 1,436 8,710 5,360 5,700 0,000 1,474 1,790 0,458 0,019 0,354 0,020 4,140 1,281 3,980 3,513 8,150 2,830 4,780 0,445 0,469 2,600 1,554 2,686 3,813 7,100 2,724 6,650 6,050 10,110 0,490 1,279 1,205 0,593 0,792 0,766 9,400 2,957 15,950 0,248 0,058 0,019 0,188 0,887 1,354 0,880 2,078 2,758 7,240 21,490 0,607 0,183 0,293 1,392 25,300 0,400 8,500 6,180 13,720 38,520 39,250 2,022 10,700 7,970 0,640 0,095 1,029 7,340 8,670 2,773 4,176 2,950 5,770 0,096 2,016 0,573 9,645 1,590 0,473 0,720 1,144 0,239 0,400 1,025 18,510 3,418 3,780 0,712 0,090 0,003 87,500 1,496 11,340 9,395 7,875 0,003 1,997 2,150 0,543 0,024 0,412 0,025 4,756 1,520 4,498 4,064 11,970 5,350 5,360 0,831 0,785 3989,9 965,3 45,7 158,4 137,9 3141,6 73,4 10,6 56,6 177,3 34,5 435,9 242,2 134,8 76,1 3289,6 86,9 21,9 46,9 26,8 981,3 23,9 76,5 62,3 1467,7 188,4 79,1 198,5 14,7 258,0 37,2 115,5 40,2 737,5 16550,3 5,5 1580,7 98,1 441,3 78,4 159,6 0,7 113,9 1967,9 283,5 14829,6 331,7 508,7 32,1 914,0 43,7 198,4 21,7 13074,1 286,9 2,2 5086,0 6708,5 102,6 66,7 145,6 2677,5 45,8 663,3 23,1 3675,5 31478,7 50,5 1091,8 509,7 47,9 41,3 190,1 267,3 625,4 3,1 418,0 19,1 2,4
MERCATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20-04 Amsterdam (Aex) . . . . . . . . . . . . . 359,87 Brent Index . . . . . . . . . . . . . . . . . 125,16 Bruxelles-Bel 20 . . . . . . . . . . . . 2725,31 DJ Stoxx Euro . . . . . . . . . . . . . . . 285,56 DJ Stoxx Euro50 . . . . . . . . . . . . 2921,43 DJ Stoxx UE . . . . . . . . . . . . . . . . 279,06 DJ Stoxx UE50. . . . . . . . . . . . . . 2613,36 FTSE Eurotr.100. . . . . . . . . . . . . 2356,41 Hong Kong HS . . . . . . . . . . . . . 23896,10 Johannesburg . . . . . . . . . . . . . 27589,45 Londra(FTSE100) . . . . . . . . . . . . 6022,26 Madrid Ibex35 . . . . . . . . . . . . . 10535,40 Oslo Top 25. . . . . . . . . . . . . . . . . 407,49 Singapore ST. . . . . . . . . . . . . . . 3165,80 Sydney (All Ords) . . . . . . . . . . . . 4940,19 Toronto(300Comp) . . . . . . . . . . 13897,48 Vienna (Atx). . . . . . . . . . . . . . . . 2850,38 Zurigo (SMI) . . . . . . . . . . . . . . . 6444,81 selezione FRANCOFORTE. . . . . . . . . . . . . . . 20-04 Allianz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 101,20 Bayer Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56,36 Beiersdorf . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,84 Bmw . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60,53 Commerzbank Ag . . . . . . . . . . . . . . 4,37 Deutsche Bank n . . . . . . . . . . . . . . 40,40 Deutsche Post . . . . . . . . . . . . . . . . 12,91 Deutsche Telekom n . . . . . . . . . . . 11,23 Dt Lufthansa Ag. . . . . . . . . . . . . . . 14,96 Hugo Boss Ag . . . . . . . . . . . . . . . . 59,00 Metro Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47,74 Porsche Vz . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,06 Siemens n . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95,46 Volkswagen Ag . . . . . . . . . . . . . . 109,95 PARIGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20-04 Air France . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11,43 Air Liquide . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96,78 Alstom . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43,73 Axa SA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14,93 Bnp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50,54 Cap Gemini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41,34 Carrefour . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,93 Casino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68,48 Ciments Francais. . . . . . . . . . . . . . 72,89 Crdit Agricole. . . . . . . . . . . . . . . . 10,81 Danone. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49,05 France Tlcom. . . . . . . . . . . . . . . 15,63 Havas . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3,82 L'Oral . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85,88 Michelin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63,65 Peugeot S.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . 28,45 Renault. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37,89 Saint-Gobain . . . . . . . . . . . . . . . . . 45,67 Sanofi-Synthelab . . . . . . . . . . . . . . 52,50 Socit Gnrale . . . . . . . . . . . . . . 43,70 Sodexho Alliance . . . . . . . . . . . . . . 52,86 Total . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41,88 NEW YORK. . . . . . . . . . . . . . . . . . 20-04 Amazon Com. . . . . . . . . . . . . . . . 183,87 American Express . . . . . . . . . . . . . 47,00 Apple Comp Inc . . . . . . . . . . . . . . 342,41 At&T. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,13 Bank of America . . . . . . . . . . . . . . 12,27 Boeing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75,07 Carnival . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37,55 Caterpillar Inc . . . . . . . . . . . . . . . 108,28 Cisco Systems. . . . . . . . . . . . . . . . 16,93 Citigroup Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4,56 Coca-Cola Co . . . . . . . . . . . . . . . . 67,85 Colgate Palmolive . . . . . . . . . . . . . 81,27 Dow Chemical. . . . . . . . . . . . . . . . 38,23 DuPont . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55,37 Exxon Mobil . . . . . . . . . . . . . . . . . 85,65 Ford Motor . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15,09 General Electric . . . . . . . . . . . . . . . 20,40 General Motors . . . . . . . . . . . . . . . 29,93 Goldman Sachs . . . . . . . . . . . . . . 152,70 Hewlett-Packard . . . . . . . . . . . . . . 40,90 Honeywell . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58,74 Ibm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 164,75 Industrie Natuzzi Sp. . . . . . . . . . . . . 4,38 Intel Corp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21,41 Johnson & Johnson . . . . . . . . . . . . 64,39 JP Morgan . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,56 Lockheed Martin . . . . . . . . . . . . . . 77,88 Luxottica Grp Spa . . . . . . . . . . . . . 33,27 McDonald's. . . . . . . . . . . . . . . . . . 78,40 Merck & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . 34,04 Microsoft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25,76 Monsanto Co. . . . . . . . . . . . . . . . . 67,53 Morgan Stanley . . . . . . . . . . . . . . . 26,04 Nike Inc. Cl. B . . . . . . . . . . . . . . . . 80,07 Occidental Pet . . . . . . . . . . . . . . . 100,86 Pfizer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20,41 Procter & Gamble . . . . . . . . . . . . . 63,72 Texas Instruments . . . . . . . . . . . . . 35,13 Unilever NV . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,98 Us Steel Corp. . . . . . . . . . . . . . . . . 52,75 Walt Disney. . . . . . . . . . . . . . . . . . 42,04 Whirlpool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 86,24 Xerox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,85 Yahoo Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16,87 LONDRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20-04 3i Group . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 264,99 Anglo American . . . . . . . . . . . . . 3162,84 AstraZeneca . . . . . . . . . . . . . . . 3035,67 B Sky B . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 836,25 Barclays Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 293,42 BP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 465,48 British Airways . . . . . . . . . . . . . . 276,46 British Telecom . . . . . . . . . . . . . . 192,61 Burberry Group . . . . . . . . . . . . . 1245,00 Glaxosmithkline . . . . . . . . . . . . . 1262,94 Marks & Spencer. . . . . . . . . . . . . 382,65 Pearson Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 1128,45 Prudential . . . . . . . . . . . . . . . . . . 738,64 Rolls Royce . . . . . . . . . . . . . . . . . 634,16 Royal & Sun All . . . . . . . . . . . . . . 133,66 Royal Bk of Scot . . . . . . . . . . . . . . 41,23 Schroders Plc . . . . . . . . . . . . . . 1828,14 Unilever Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 1973,30 Vodafone Group. . . . . . . . . . . . . . 176,99 ZURIGO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20-04 Nestl. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53,70 Novartis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51,65 Ubs . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16,42 var.% +2,30 +4,33 +2,11 +2,96 +2,75 +0,99 +2,70 +2,14 +1,80 +3,84 +1,82 +3,26 +3,37 +5,06 var.% +1,78 +3,36 +4,02 +2,09 +0,82 +2,47 +3,08 +1,59 +2,37 +1,50 +0,96 +2,02 +1,86 +3,22 +4,55 +4,69 +4,32 +3,60 +2,56 -0,03 +1,91 +3,29 var.% +2,82 +0,77 +1,35 -0,59 -0,57 +2,62 -1,21 +2,05 +1,93 +0,66 +1,16 -0,18 +1,41 +1,28 +2,21 +2,93 +0,69 +1,15 +0,53 +2,28 +2,23 -0,39 +4,04 +7,80 +2,71 -0,22 +1,13 +3,39 +2,35 +0,83 +2,43 +1,02 -0,23 +1,70 +2,18 -0,58 -0,22 +1,71 +1,35 +0,02 +1,67 +0,16 +2,84 +4,66 var.% +0,60 +3,60 +2,18 +0,63 +0,99 +2,87 -2,14 +2,07 +2,47 +1,81 +1,63 +2,03 +2,23 +0,98 +1,88 -0,06 +2,07 +0,99 +1,37 var.% +1,03 +2,68 +1,36 var.% +1,90 +3,00 +1,22 +2,05 +2,23 +1,69 +1,67 +1,85 +1,60 +1,86 +2,13 +1,53 +2,33 +1,29 +1,35 +1,17 +2,04 +1,87

Cred. Valtellinese .................(CVAL) Cred. Valtellinese 10w ....(WCVA10) Cred. Valtellinese 14w ....(WCVA14) Crespi ...................................(CRE) Csp .......................................(CSP) D D'Amico *........................(DIS) Dada * ....................................(DA) Damiani *.............................(DMN) Danieli ..................................(DAN) Danieli rnc ..........................(DANR) Datalogic * ............................(DAL) De'Longhi .............................(DLG) Dea Capital *.........................(DEA) Diasorin *...............................(DIA) Digital Bros *..........................(DIB) Dmail Group * ......................(DMA) DMT * ..................................(DMT) E Edison ............................(EDN) Edison r ..............................(EDNR) EEMS * ...............................(EEMS) El.En. * ..................................(ELN) Elica * ...................................(ELC) Emak * ...................................(EM) Enel.....................................(ENEL) Enel Green Pw....................(EGPW) Enervit ..................................(ENV) Engineering * ........................(ENG) Eni .........................................(ENI) Erg........................................(ERG) Erg Renew ............................(EGR) Ergy Capital...........................(ECA) Ergy Capital 11w ................(WECA) Ergy Capital 16w ............(WECA16) Esprinet * ..............................(PRT) Eurotech * .............................(ETH) Eutelia ...................................(EUT)

Il Sole 24 Ore ........................(S24) 1,362 +1,64 -2,37 1,300 1,510 58,9 Ima * .....................................(IMA) 14,340 -1,17 -4,21 13,850 15,200 529,0 Immsi ....................................(IMS) 0,870 +0,93 +4,82 0,780 0,910 298,2 Impregilo................................(IPG) 2,252 +1,26 +4,99 2,047 2,462 903,6 Impregilo rnc........................(IPGR) 8,020 -2,20 +3,48 7,355 8,200 13,0 Indesit....................................(IND) 8,455 +1,38 +3,17 7,700 8,720 958,2 Indesit rnc ...........................(INDR) 6,910 +0,36 6,640 7,220 3,6 Intek.......................................(ITK) 0,495 -0,42 +25,77 0,394 0,520 64,9 Intek 11w ..........................(WIT11) 0,024 -4,00 0,022 0,029 Intek r ................................(ITKRP) 0,753 +0,60 +9,85 0,660 0,815 4,3 Interpump * ..............................(IP) 5,960 +0,76 +3,92 5,360 6,175 582,5 Interpump 12 w * ..............(WIP12) 0,790 +2,13 +18,44 0,630 0,874 Intesa Sanpaolo......................(ISP) 2,084 -0,38 +1,41 1,891 2,590 24870,6 Intesa Sanpaolo rnc..............(ISPR) 1,819 -0,22 +0,83 1,695 2,245 1702,5 Invest e Sviluppo ....................(IES) 0,014 -1,45 +9,68 0,012 0,019 17,4 Invest e Sviluppo 09w......(WIES12) 0,005 -5,45 +79,31 0,002 0,007 Irce *......................................(IRC) 2,216 +3,55 +39,46 1,528 2,216 63,3 Iren ........................................(IRE) 1,388 +2,81 +10,51 1,184 1,391 1629,4 Isagro * ..................................(ISG) 3,572 +0,62 +2,72 3,368 3,853 63,3 IT WAY * ................................(ITW) 1,920 -0,10 -25,41 1,824 2,764 8,4 Italcementi................................(IT) 7,105 +2,45 +7,65 5,895 7,650 1254,1 Italcementi rnc .......................(ITR) 3,640 +2,82 -0,21 3,350 3,886 383,5 Italmobiliare...........................(ITM) 29,220 +0,55 +13,52 25,100 29,230 646,4 Italmobiliare rnc...................(ITMR) 18,100 -1,04 +1,17 17,290 19,730 296,7 Italy 1 Invest w ...................(WIT1) Italy 1 Invest...........................(IT1) 9,510 -0,42 8,768 9,950 142,7 J Juventus FC * ...............(JUVE) 0,830 -0,72 -13,04 0,780 0,986 166,5 61,0 K K.R.Energy......................(KRE) 0,061 +1,50 -11,87 0,058 0,074 K.R.Energy 12w..............(WKRE12) 0,019 -2,60 -8,78 0,016 0,024 Kerself ..................................(KRS) 2,902 +8,36 -16,55 2,660 3,700 50,7 Kinexia..................................(KNX) 1,890 +0,48 -11,48 1,800 2,135 40,5 KME Group ...........................(KME) 0,365 +0,55 +10,44 0,325 0,391 162,9 KME Group 09w.............(WKME09) 0,010 -45,76 0,010 0,021 KME Group 11w.............(WKME11) 0,010 -28,17 0,008 0,017 KME Group rnc ...................(KMER) 0,710 +22,10 0,576 0,724 31,0 60,4 L La Doria *..........................(LD) 1,952 +1,67 +4,27 1,849 2,068

Exor ......................................(EXO) Exor prv.................................(EXP) Exor risp................................(EXR) Exprivia *...............................(XPR) F Falck Renewables * ........(FKR) Fiat............................................(F) Fiat Ind. priv............................(FIP) Fiat Ind. risp ...........................(FIR) Fiat Industr................................(FI) Fiat prv....................................(FP) Fiat rnc....................................(FR) Fidia * ...................................(FDA) Fiera Milano * .........................(FM) Finarte C.Aste .......................(FCD) Finmeccanica........................(FNC) FNM .....................................(FNM) Fondiaria-Sai .........................(FSA) Fondiaria-Sai rnc.................(FSAR) Fullsix....................................(FUL) G Gabetti Pro.S. .................(GAB) Gabetti Pro.S. 13w .........(WGAB13) Gas Plus................................(GSP) Gefran * ..................................(GE) Gemina ................................(GEM) Gemina rnc ........................(GEMR) Generali ....................................(G) Geox .....................................(GEO) Gewiss .................................(GEW) Greenvision ............................(VIS) Gruppo Coin..........................(GCN) Gruppo Edit. L'Espresso...........(ES) Gruppo Minerali M...............(GMM) H Hera...............................(HER) I I Grandi Viaggi .................(IGV) IGD *......................................(IGD)

22,640 18,870 17,480 1,030 1,545 6,575 6,050 6,160 10,150 5,200 5,145 3,770 4,296 9,030 0,475 6,100 3,632 2,700 0,128 3,782 4,710 0,705 1,038 15,250 4,726 5,065 4,378 6,615 2,088 4,090 1,671 0,980 1,574

+1,84 -9,19 +1,13 +0,37 +1,10 -6,52 +1,48 +8,02 +1,64 -7,76 +4,61 -6,41 -3,20 +0,65 -0,32 +1,55 +12,78 +2,16 -1,70 +2,39 -2,65 +1,34 +2,24 +1,51 -1,24 +2,85 +4,88 -1,00 -5,94 +0,16 -3,63 +0,28 -9,09 +12,50+145,45 -1,54 -42,04 -1,56 -4,25 -0,72 +5,13 +2,10 +30,46 +0,58 +9,26 +1,33 +5,90 +5,63 +37,28 +25,84 +0,46 -6,80 -0,23 -14,97 +5,45 +22,03 +4,07 -8,50 +0,78 +7,81 +0,05 +19,59 +1,61 +7,07

19,060 15,390 13,880 0,948 1,200 5,870 5,750 5,745 8,685 4,720 4,710 3,495 4,100 8,500 0,470 5,805 3,466 1,071 0,128 3,782 4,230 0,532 0,925 13,810 3,377 3,940 4,340 6,615 1,615 3,930 1,528 0,776 1,445

25,760 3622,0 19,870 1447,3 18,940 159,6 1,155 53,4 1,758 456,2 8,050 7087,2 7,415 628,1 7,395 493,8 10,660 11069,6 6,385 537,2 6,375 413,2 4,140 19,2 4,500 179,8 9,865 5186,2 0,515 118,3 7,565 759,1 4,560 156,9 2,700 29,0 0,245 32,5 4,160 170,5 5,250 67,9 0,706 1037,3 1,170 3,9 16,990 23769,4 4,726 1204,1 5,065 608,0 4,835 25,3 7,870 923,9 2,088 843,2 4,490 23,9 1,702 1867,5 0,980 43,7 1,575 484,3

Landi Renzo *..........................(LR) 2,440 +1,24 -18,19 2,112 3,015 275,1 Lazio .....................................(SSL) 0,581 -0,60 -23,65 0,459 0,761 39,5 Lottomatica ...........................(LTO) 14,520 +3,49 +54,30 8,925 14,520 2478,1 Luxottica ...............................(LUX) 22,900 +2,23 -0,04 21,310 23,490 10645,9 M Maire Tecnimont ..............(MT) 2,860 +1,42 -15,07 2,650 3,638 922,1 Management e C. .................(MEC) 0,215 +0,89 +0,33 0,208 0,221 101,5 Marcolin ...............................(MCL) 4,478 +3,51 -1,96 4,084 4,795 275,7 MARR * ..............................(MARR) 8,830 +0,34 +1,03 8,080 8,930 588,7 Mediacontech ......................(MCH) 2,150 -0,28 -8,51 2,150 2,470 40,1 Mediaset ................................(MS) 4,364 +1,58 -3,98 4,280 4,923 5143,1 Mediobanca............................(MB) 7,440 +0,74 +10,06 6,555 8,010 6418,3 Mediolanum .........................(MED) 3,830 +2,13 +22,46 3,092 4,084 2788,8 Meridiana Fly........................(MEF) 0,076 +0,53 +68,14 0,043 0,092 105,4 Meridie ...................................(ME) 0,260 -0,50 -24,01 0,260 0,358 13,2 Meridie 11w ....................(WME11) 0,011 -38,55 0,009 0,018 Mid Industry Cap ...................(MIC) 10,450 +4,50 9,365 10,450 39,5 Milano Ass...............................(MI) 0,942 +0,43 -21,11 0,902 1,405 527,7 Milano Ass. rnc......................(MIR) 1,095 -1,08 -18,04 1,075 1,487 33,6 Mirato * ................................(MRT) Mittel.....................................(MIT) 2,720 +0,74 -11,40 2,530 3,197 191,0 MolMed ...............................(MLM) 0,587 -0,42 +43,35 0,381 0,623 125,8 Mondadori..............................(MN) 2,770 +0,51 +2,78 2,376 2,862 718,8 Mondo HE.............................(MHE) 0,685 +331,59 0,157 0,720 14,3 Mondo Tv * ...........................(MTV) 6,470 -1,07 +37,00 4,690 7,200 28,3 Monrif..................................(MON) 0,425 +0,24 +5,80 0,399 0,460 64,4 Monte Paschi Si. ................(BMPS) 0,880 -0,17 +2,45 0,794 1,016 4850,9 Montefibre ..............................(MF) 0,138 +2,15 -8,55 0,135 0,170 17,9 Montefibre rnc....................(MFNC) 0,293 +0,86 -0,81 0,279 0,321 7,6 Monti Ascensori....................(MSA) 0,666 +0,68 -21,52 0,660 0,848 8,9 Mutuionline *........................(MOL) 5,550 -0,72 +12,35 4,806 5,590 219,4 N Nice *............................(NICE) 2,890 +1,05 -5,01 2,860 3,400 335,2 Noemalife .............................(NOE) 5,900 -2,64 -7,67 5,890 6,390 25,6 Novare ....................................(NR) 19,0 O Olidata ............................(OLI) 0,557 +1,27 -7,93 0,530 0,670 64,7 P Panariagroup * ...............(PAN) 1,426 +0,28 -7,10 1,420 1,622

Parmalat ................................(PLT) Parmalat 15w ................(WPLT15) Piaggio ...................................(PIA) Pierrel ...................................(PRL) Pierrel 12w.....................(WPRL12) Pininfarina ............................(PINF) Piquadro .................................(PQ) Pirelli & C. ...............................(PC) Pirelli & C. rnc .......................(PCP) Poligr. S.Faustino *.................(PSF) Poligrafici Editoriale...............(POL) Poltrona Frau.........................(PFG) Pop Emilia 01/07.............(BPER15) Pramac .................................(PRA) Prelios...................................(PRS) Premafin Finanziaria ................(PF) Premuda .................................(PR) Prima Industrie * ....................(PRI) Prima Industrie 13w *......(WPRI13) Prysmian ...............................(PRY) R R. De Medici * .................(RM) R. Ginori 1735.........................(RG) R. Ginori 1735 11w ..........(WRG11) Ratti ......................................(RAT) RCF .......................................(RCF) RCS Mediagroup ...................(RCS) RCS Mediagroup risp ..........(RCSR) RDB * ...................................(RDB) Realty Vailog............................(IIN) Recordati *............................(REC) Reply * ..................................(REY) Retelit.....................................(LIT) Retelit 11w ......................(WLIT11) Risanamento...........................(RN) Rosss....................................(ROS) S Sabaf S.p.a. * .................(SAB) Sadi .......................................(SSI) Saes *.....................................(SG) Saes rnc *.............................(SGR) Safilo Group...........................(SFL) Saipem.................................(SPM) Saipem risp........................(SPMR) Saras ....................................(SRS) Sat ........................................(SAT) Save....................................(SAVE) Screen Service......................(SSB) Seat PG...................................(PG) Seat PG r ..............................(PGR) Servizi Italia * .........................(SRI) Seteco International * ............(STC) SIAS .......................................(SIS) Snai ......................................(SNA) Snam Gas .............................(SRG) Socotherm.............................(SCT) Sogefi *...................................(SO) Sol ........................................(SOL) Sopaf.....................................(SPF) Sorin.....................................(SRN) Stefanel * ............................(STEF) Stefanel risp * ...................(STEFR) STMicroelectr. ......................(STM) T Tamburi ...........................(TIP) Tamburi 13w ...................(WTIP13) TAS .......................................(TAS) Telecom IT ..............................(TIT) Telecom IT Media .................(TME) Telecom IT Media rnc .........(TMER) Telecom IT rnc......................(TITR) Tenaris ..................................(TEN) Terna ....................................(TRN) TerniEnergia *........................(TER) Tesmec * ...............................(TES) Tiscali.....................................(TIS) Tiscali 14w ......................(WTIS14) Tod's.....................................(TOD) Toscana Fin .............................(TF) Trevi Fin.Ind. ...........................(TFI) TXT e-solution *.....................(TXT) U UBI Banca .......................(UBI) UBI Banca 11w................(WUBI11) Uni Land ...............................(UNL) Unicredit ...............................(UCG) Unicredit risp ......................(UCGR) Unipol ....................................(UNI) Unipol 13w......................(WUNI13) Unipol prv ............................(UNIP) Unipol prv 13w...............(WUNP13) V Valsoia............................(VLS) Viaggi Ventaglio .....................(VVE) Vianini Industria......................(VIN) Vianini Lavori.........................(VLA) Vittoria Ass. *.........................(VAS) Y Yoox *...........................(YOOX) Yorkville Bhn ...........................(BY) Z Zignago Vetro *.................(ZV) Zucchi...................................(ZUC) Zucchi rnc...........................(ZUCR)

Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano

* Titolo appartenente al segmento Star.

B.O.T.
Scadenza Giorni Pr.Netto
15.03.11 15.04.11 16.05.11 15.06.11 15.07.11 15.08.11 24 54 84 115 99,938 99,850 99,735 99,602

Valuta al 22-04-11

Euribor
Periodo
1 sett. 1 mese 2 mesi 3 mesi 4 mesi 5 mesi 6 mesi

Monete auree
T. 365
1,192 1,199 1,242 1,368 1,471 1,568 1,672

Oro
20 apr
Oro Milano (Euro/gr.)

Tassi
Mattino Sera
33,96 33,54

Rend.
0,93 1,04 1,13

Scadenza Giorni Pr.Netto


15.09.11 14.10.11 15.11.11 15.12.11 16.01.12 15.02.12 146 175 207 237 269 299 99,458 99,289 99,123 98,956 98,691 98,445

Rend.
1,22 1,35 1,37 1,40 1,56 1,72

T. 360
1,176 1,183 1,225 1,349 1,451 1,547 1,649

Periodo
7 mesi 8 mesi 9 mesi 10 mesi 11 mesi 12 mesi

T.360
1,726 1,801 1,891 1,965 2,034 2,118

T.365
1,750 1,826 1,917 1,992 2,062 2,147

20 apr

Denaro Lettera
230,34 251 230,34 251 230,34 251 960,61 1.053,57 180,40 203,48 180,30 202,97 180,30 202,97

Sconto

Interv

Sconto

Interv

Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano Marengo Svizzero Marengo Francese

Oro Londra (usd/oncia) 1.505,00 1.501,00 Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) 1.044,95 42,09

Palladio Milano (Euro/gr.)

17,71

Italia Area Euro Canada Danimarca Finlandia

1,25 1,25 0,99 1,00 1,25

1,25 1,25 0,00 1,00 1,25

Francia Giappone G.B. USA Svezia

1,25 0,30 0,00 0,75 1,50

1,25 0,10 0,50 0,25 1,50

38
NUOVI MEDIA

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Tra fede e Web: se i gesuiti rivalutano le idee di McLuhan

Lattuale atteggiamento della Chiesa verso la Rete spesso simile a quello adottato in passato per giornali, radio e televisione: i media sono canali sostanzialmente neutri, buoni o cattivi a seconda di chi li utilizza e dei contenuti che veicolano. Da qualche tempo, tuttavia, il livello del dibattito sul tema si elevato, ospitando analisi suggestive e stimolanti anche per gli studiosi non credenti. il caso, fra gli altri, di un articolo dal titolo

Verso una Cyberteologia? pubblicato dal padre gesuita Antonio Spadaro su La Civilt Cattolica (Spadaro amministra anche il sito Cyberteologia). Applicando la lezione di McLuhan (nella foto) il medium il messaggio ai new media, Spadaro prende atto del fatto che le tecnologie di comunicazione stanno trasformando in profondit la psiche, la cultura e il vissuto quotidiano degli esseri umani, per cui obbligano la Chiesa e i credenti

a rimeditare limmagine stessa se non la sostanza del divino e della fede; nonch a riscoprire, oltre a McLuhan, le provocazioni intellettuali di Teilhard de Chardin, teologo gesuita e studioso dellevoluzione, le cui anticipatorie visioni furono accolte con sospetto dalle gerarchie negli anni Cinquanta del secolo scorso. Carlo Formenti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cultura

Vickrey, maestro del realismo Usa


Robert Vickrey (foto), caposcuola del realismo magico americano, scomparso a Naples in Florida. Aveva 84 anni. Vickrey (celebre per le sue opere a tempera raffiguranti scene e personaggi di vita quotidiana) era famoso anche per alcune copertine realizzate per Time: come quella con Martin Luther King del 1964 quando il reverendo fu proclamato Uomo dellanno.

Visioni Le fotografie del maestro napoletano in mostra a Parigi. Un mosaico in bianco e nero che annulla i confini tra le tecniche

Louvre, il custode diventa opera darte


Mimmo Jodice reinterpreta i capolavori con i volti di funzionari, impiegati e maestranze
Metodo

Ho trascorso settimane prima di scegliere di soffermarmi solo sui ritratti, accostando volti di figure storiche e volti di persone che lavorano oggi in questo museo. Mi sono servito di un piccolo specchio che, colpito da una pila, produce una intensa luminosit negli occhi
Mimmo Jodice

di VINCENZO TRIONE
l protagonista di Antichi Maestri lultimo, apocalittico, romanzo di Thomas Bernhard un vecchio signore che trascorre intere giornate in una sala del Kunsthisorisches Museum di Vienna a contemplare un solo quadro, il Ritratto di uomo dalla barba bianca di Tintoretto. Questo aristocratico personaggio prova fastidio, addirittura orrore, per le folle distratte e maleducate che spesso invadono i musei, trasformandoli in caotici grandi magazzini. Non tollera i riti di individui storditi dal bisogno di vedere tutto: Camminano e camminano, guardano e guardano e poi, allimprovviso, crollano, semplicemente perch hanno fatto indigestione di opere darte. Nella maggior parte dei casi, si tratta di masse incolte, che vorrebbero trangugiare tutto con indifferenza, magari tutta la pittura occidentale in una mattinata. Eppure, nonostante questo rischio di imbarbarimento, i musei restano luoghi seduttivi, che custodiscono prodigi, visioni, fantasticherie. Attraversandoli, ci si pu abbandonare a una sorta di sortilegio: come per incanto, dal presente transitiamo verso et lontane, tra simbologie e segni difficili da de-

Racconti
La sua installazione vuole essere il racconto di uno stato danimo: passione, ansia, nobilt, arroganza, stupore, ironia, amore, timidezza, ansia. E recuperare la ricca tradizione storico artistica di Leonardo e Boccioni

codificare. Vittima di questo sortilegio Mimmo Jo- museo. Un mosaico composto da circa sessanta tasdice. Come rivelano i suoi cicli sullarcheologia (si selli in bianco e nero, con misure variabili (50 x 100 pensi a Mediterraneo). E la nuova avventura in cui e 60 x 100 cm), ordinati in maniera rigorosa. Ogni ora impegnato: la mostra, curata da Marie-Laure episodio accompagnato da didascalie descrittiBernadac, che aprir tra qualche settimana al Lou- ve, nelle quali non vi alcun riferimento agli autori vre di Parigi (dal 20 maggio al 15 agosto). Si tratta di delle opere citate: si dichiarano solo le identit proun evento, che rientra nella serie di esposizioni pro- fessionali delle figure immortalate (ad esempio, dimosse dalla prestigiosa istituzione francese, tese a segnatore, condottiero, giovane uomo). Lesito: un valorizzare il patrimonio storico-artistico esistente audace pareggiamento. Talvolta, non riusciamo nein una prospettiva contemporanea: significative per- anche a individuare con precisione lepoca cui apsonalit come Anish Kapoor, Joseph Kosuth, partengono i vari attori di questa messa in scena. Louise Bourgeois, Lucian Fabro, Nan Goldin e Tony Antichit e modernit sono collocate sul medesimo Cragg sono state invitate a rileggere quadri e piano. Il fanciullo di Perugino, il combattente di Ansculture del passato, suggerendo sofisticati giochi tonello da Messina, la belle ferronnire di Leonardi corrispondenze, di rinvii, di dissonanze. do, il Baldassare Castiglione di Raffaello, la veneziaJodice ha accettato questa sfida con entusiasmo: na di Veronese, il disegnatore di Pontormo, gli eroi ma non senza timori. Ha intrapreso una strada im- minori di Delacroix, di Goya e di Ingres sono posti prevista. Diversamente da quanto ci si sarebbe atte- accanto a tanti operatori del Louvre: il direttore gesi, non ha ripercorso rovine e reperti. Ha elabora- nerale e una conservatrice, un funzionario delluffito un intervento concettuale, che abbiamo visto in cio di comunicazione e un decoratore, un custode e anteprima nel suo studio napoletano. Tante le incer- un guardiano. tezze iniziali. Cosa fare? Da dove cominciare? Jodice Assistiamo a uninattesa cancellazione della stotrascorre molte giornate in silenzio, in compagnia ria: si eliminano le differenze tra le varie epoche. E, della moglie Angela, tra le stanze del Louvre, senza insieme, ci si porta al di l della specificit dei genetrovare unipotesi convincente. Infine, la decisione ri artistici: sfumano i confini tra pittura e fotografia. di soffermarsi solo su alcuni tra i ritratti pi espres- Questi annullamenti vengono sapientemente mosivi. Iniziano i sopralluoghi. Tandulati da Jodice, il quale si pone te le difficolt organizzative: per su una sottile soglia: tra oggettiviLevento evitare disturbi e fastidi, il set t e poesia. Per un verso, in sintostato allestito per vari mesi ogni nia con le scelte dei protagonisti marted (nel giorno di chiusura della fotografia oggettiva tedesca del museo). (come Bernd & Hilla Becher), si I volti, una magia. Jodice sceaffida a riprese essenziali, asciutglie dipinti di Perugino e Leonarte. Sembra scolpire con la luce: do, di Raffaello e Antonello da immobilizza, sospende, fissa. DoMessina, di Dosso Dossi e Veronena solennit e fermezza alle facse, di Pontormo e Bronzino, di Le ce. Per un altro verso, richiamanBrun e Delacroix, di David e Godosi a un artificio gi sperimentaya. E, tuttavia, si sottrae a ogni to nei suoi scatti analitici degli antentazione documentaristica. ni Sessanta, decostruisce le fonti Non si limita a replicare fedelacquisite. Ritaglia solo un dettamente i capolavori rinascimentaglio dallinsieme delle rappresenli, romantici e neoclassici. Esita tazioni: il volto. Da un lato, d visui primi piani, escludendo ci ta a un'iconografia monumentale ] Mimmo Jodice (nella foto) che intorno: azzera ogni rimane classica. Dallaltro lato, ricorre a nato a Napoli nel 1934. Il fotografo, do paesaggistico o ambientale. montaggi sfalsati e anti-classici, a cui lo scorso anno era stata Esibisce i soggetti in s, nella loche trasmettono in chi osserva la dedicata unantologica al Palazzo ro assolutezza. Distante da ogni sensazione dellinstabilit. delle Esposizioni di Roma, lautore anacronismo, inoltre, decide di Il centro di questopera costidelle opere della mostra Mimmo affiancare a questi i ritratti di cotuito dagli occhi dei personaggi: Jodice. Les yeux du Louvre in loro che, oggi, lavorano al Loututti posti sullo stesso asse, sulla programma al Louvre di Parigi, dal vre. medesima linea, irradiati da una 20 maggio al 15 agosto. La mostra Il risultato: uninstallazione, in intensa luminosit interna. Di(realizzata in collaborazione con cui si ridefiniscono radicalmente nanzi a noi, un lungo e ossessivo lIstituto italiano di cultura di Parigi) rapporti, relazioni. Ciascuna impiano-sequenza, con carrellate di curata da Marie-Laure Bernadac magine come la tessera di un pupille che ci invadono e spiano. (info: www.louvre.fr). ampio mosaico che occuper per Il titolo della mostra Les intero unala dei sotterranei del yeux du Louvre ci consente di

Rinvii
Jodice (sopra una delle opere per il Louvre) stato invitato a rileggere quadri e sculture del passato. Prima di lui era toccato a Anish Kapoor, Joseph Kosuth, Louise Bourgeois, Lucian Fabro e Tony Cragg

cogliere il senso della ricerca di Jodice. Il quale si concentrato solo sugli sguardi, intesi, potremmo dire con Jean-Luc Nancy, come la cosa in s di unuscita da s, con la quale un soggetto diventa soggetto. Sorretto soprattutto dal bisogno di avviare uninvestigazione sulle geografie del profondo, egli concepisce ogni momento della sua installazione come il racconto di uno stato danimo: passione, ansia, nobilt, arroganza, stupore, ironia, amore, timidezza, ansia. Recuperando una ricca tradizione storico-artistica (da Leonardo a Boccioni), Jodice pensa la fotografia come strumento investigativo. Sonda per scendere nel cuore delluomo, per portare in evidenza tormenti e slanci. Strumento per scandagliare le pulsioni segrete, per svelare caratteri, passioni, dolori. Mezzo per trasformare i visi in mappe segnate da storie e da misteri. Filtro per portare in superficie quel che nascosto. Per rendere visibile ci che celato e invisibile dentro di noi. Perch, in fondo, cos' il ritratto? Un modo, ha scritto ancora Nancy, per conservare limmagine in assenza della persona. la presenza dellassente, una presenza in absentia (...). Fa ritornare dallassenza e rammemora nellassenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Terza Pagina 39 Miti Nella biografia di Ernesto Ferrero la storia dellinventore di Sandokan e della Torino dei suoi tempi

Elzeviro
Ugo Dotti e la cultura dellUmanesimo

LITALIA INCOMPIUTA: UN PAESE DI OPPOSTI


di NUCCIO ORDINE
n che maniera si legano letteratura e vita civile tra Duecento e Cinquecento? E come mai lItalia, allavanguardia in Europa nel campo artistico ed intellettuale, non riuscita a costituirsi in uno di quegli Stati assoluti (Francia, Spagna, Inghilterra) che avrebbero dominato e governato il mondo? A questi interrogativi Ugo Dotti cerca di dare una risposta nel suo ultimo volume La rivoluzione incompiuta. Societ politica e cultura in Italia da Dante a Machiavelli (pp. 337, 20), pubblicato da Aragno, editore che vanta nel suo catalogo preziose opere sul Rinascimento. Esperto di Petrarca (di cui ha curato le Familiares e le Seni-

Salgari, il bestseller in miseria


Una vita segnata dalla follia della moglie e dalla mancanza di soldi
di CESARE SEGRE
uasi tutti, da bambini, abbiamo vissuto grazie ad Emilio Salgari le avventure pi eroiche ed esotiche. Sandokan, il Corsaro Nero, Yanez, Tremal-Naik, le Tigri di Mompracem, nomi risonanti, paesi affascinanti, imprese ed emozioni. Si sa che lautore, veronese ma vissuto negli anni pi fecondi a Torino, fece un solo viaggio per mare, nellAdriatico, come mozzo; ma dai suoi libri risulterebbe una grande familiarit con le rotte verso lOriente, e in particolare con i mari del Sud e con i pirati che vi allignavano. Era una cultura libresca, che si strutturava secondo le spinte di una fantasia inesauribile, e assumeva i tratti della realt. Salgari era cittadino di quella realt. Ernesto Ferrero, con il bellissimo titolo Disegnare il vento, ci racconta (sottotitolo) lultimo viaggio del capitano Salgari (Einaudi, pp. 188, e 19,50). Necessariamente Ferrero, forte di tutta la bibliografia sullautore, esplora lo spazio che si estende tra una vita borghese, modesta (moglie, quattro figli), movimentata da qualche partita a bocce, e gli spazi dellavventura e delleroismo. Ma tiene anche presente il mondo esterno che si muoveva intorno a Salgari, proprio a Torino: lo sviluppo dellindustria automobilistica (lautomobile era stata ideata di recente), il cinematografo (Torino ne era allora, in Italia, la capitale), e poi i voli in pallone e i primi in aereo (Chvez, Santos Dumont, Blriot, Saglietti, Leblon); intanto gli edifici per lEsposizione Universale, che celebrava i cinquantanni dellUnit, stavano cambiando il volto di Torino, abbozzando la citt del futuro. A queste novit Salgari opponeva la sua diffidenza: si sentiva molto pi avanti, dato che la sua fantasia poteva muoversi sovrana, senza ostacoli. Ferrero evoca il contrasto tra la cerchia modesta delle frequentazioni di Salgari e le novit che gli maturavano attorno. D la parola, in unabile costruzione polifonica, a un giornalista, a una vicina di casa, ai medici, ai figli, soprattutto a una ragazza, Angelina, felice invenzione di Ferrero, che simpone presto come amanuense e discepola dello scrittore, e gli fa

Vita letteraria
e civile da Dante a Machiavelli
les per Les Belles Lettres di Parigi e per lo stesso Aragno) e dellUmanesimo, Dotti rielabora in questo nuovo libro una serie di riflessioni sul rapporto tra alcuni grandi autori (Dante, Petrarca, Boccaccio, Alberti, Castiglione, Machiavelli) e le trasformazioni (civili, religiose, politiche) che hanno caratterizzato lItalia dal tredicesimo al sedicesimo secolo. La rivoluzione incompiuta, per litalianista, da addebitarsi soprattutto alla cecit dei conservatori e dei moderati di allora e alla responsabilit della Chiesa cattolica. Nelle pagine machiavelliane, in maniera particolare, il critico si sofferma sulla lucida analisi dedicata dal Segretario fiorentino al ruolo negativo del cristianesimo:

la devalorizzazione della vita terrena ha, infatti, frenato la crescita civile della nazione. Dal dibattito sulla lingua (sempre connesso, come suggeriva Gramsci, a questioni di natura politica) alla trasformazione dellumanista in cortigiano, dal rapporto principe-popolo alla dicotomia ricchi-poveri, dallapologia dellimpegno civile al rifugio nel privato, Dotti passa in rassegna diversi classici della nostra storia letteraria, senza perdere mai di vista lorizzonte sociale e politico. E cos, percorrendo i dieci capitoli che compongono il volume, il lettore potr ritrovare una serie di citazioni che inevitabilmente si pongono come stimolo a riconsiderare non solo i momenti di crisi del passato ma anche del nostro presente. Il prevalere degli interessi privati su quelli pubblici (ciascuno pensa allutile suo), la dilagante corruzione, lasservimento degli scrittori al potere, la mondanit cortigiana (fatta di feste e festini, giochi e lussuosi sfarzi) hanno ostacolato in Italia la nascita e lo sviluppo dello Stato. Ma non sono mancate voci anche se isolate che hanno fatto appello, come il mago Ismeno nella Gerusalemme liberata, alla necessit di reagire: Ciascun quaggi le forze e l senno impieghi / per avanzar fra le sciagure e i mali, / ch sovente adivien che l saggio e l forte / fabro a se stesso di beata sorte. Del resto, lo stesso Castiglione si ero reso conto, dopo il sacco di Roma nel 1527, che ormai l nome italiano ridutto in obrobrio. Si pu assistere in silenzio allassalto dei Lanzichenecchi che depredano lo Stato e il patrimonio artistico, fomentando odio e caos nella societ civile?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sandokan in una tavola di Hugo Pratt. Sotto: Emilio Salgari (Verona, 21 agosto 1862 Torino, 25 aprile 1911) e Ernesto Ferrero

da interprete. quasi il suo unico interlocutore; non essendo interlocutori la moglie, con la sua sensualit frustrata, n i figli, ancora immaturi; anche se ad Omar si attribuiscono sorridenti osservazioni sullattitudine del padre a trasformare i cespugli in piante esotiche e gli animali da cortile in bestie feroci, e sulla sua gioia infantile quando il piccolo aerostato da lui costruito prende il vento e sale, sale. Angelina, alla fine, sidentifica con Salgari, e ha limpressione

di esserne quasi il burattinaio: mentre lui guarda, sfiduciato e scoraggiato, al mondo fantastico che ha messo in movimento, Angelina lo rivive sempre meglio con il suo entusiasmo di ragazza. Angelina ha colto nei discorsi e negli scritti di Salgari la disperazione, e ha assistito (altro motivo di disperazione) allo scivolare della moglie Aida verso la pazzia: ormai ricoverata al manicomio, perch lui non in grado di mantenerla in un istituto

Anniversario

In arrivo libri, dvd e un suppliziario


Il 25 aprile cade il centenario della morte di Emilio Salgari, nato nel 1862. Studiosi e appassionati si danno appuntamento oggi sulla sua tomba al Monumentale di Verona (ore 9.30) per la commemorazione solenne, mentre un francobollo sar emesso il 23 aprile. Molti i libri in uscita, tra cui lo sceneggiato televisivo interpretato da Kabir Bedi riproposto dalla Bur (libro e dvd). Sandokan protagonista anche di un volume per ragazzi di Fabian Negrin (Salani), mentre per Il Battello a vapore lo reinterpreta Geronimo Stilton e Newton Compton pubblica Tutte le avventure di Sandokan. Dalla Bur esce una biografia di Claudio Gallo e Giuseppe Bonomi (La macchina dei sogni), mentre torna La tempestosa vita di Capitan Salgari (Neri Pozza) di Silvino Gonzato. Marco Serrecchia cura per Minimum fax Capitan Salgari (libro e dvd). In arrivo anche un Suppliziario salgariano a cura di Santi Urso per Zandonai.

pi accogliente. Il 13 aprile del 1911 un grande amico di Salgari, Augusto Franzoj, si uccide: vero esploratore, specie nel Ghera e nel Sidama, aveva avuto avventure come Salgari aveva solo immaginato. A quel punto, lo scrittore pensa di non avere pi motivo di vivere. Il 25 del mese (proprio un secolo fa) si reca in tram, poi a piedi in un angolo verde che prediligeva per le sue meditazioni, e si uccide nel modo pi crudele, con un harakiri da samurai, e con rasoiate al collo. L lo trova Angelina, troppo tardi. Erano appena iniziati i festeggiamenti per lEsposizione Universale. Come Ferrero ci ricorda, gi il padre di Salgari sera ammazzato, e cos fecero due dei suoi figli, Romero e Omar; presto finirono, essi pure tragicamente, gli altri due. Pare una maledizione. Ma com che un autore popolarissimo e fecondo (unottantina di romanzi, e molti volumi di racconti) continu a vivere in miseria? De Amicis, che Salgari considerava con invidia, ebbe una sorte ben diversa. Qui occorrerebbe forse qualche approfondimento sullindustria editoriale del tempo. Limmagine che ci fornita di solito quella di uno scrittore sfruttato dagli editori e angosciato dalle scadenze, magari anche incapace di farsi valere. Forse ci sfugge qualcosa?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso Una causa civile in Svizzera permette di fare luce su un mistero decennale

Il giallo dei Diari di Mussolini Svelato il nome del possessore


di ANTONIO CARIOTI e ENRICO MANNUCCI

inalmente Mister X ha un nome. Nella saga dei presunti Diari di Mussolini mancava un tassello importante, che ora lo studioso Mimmo Franzinelli ritiene di aver scovato: lidentit della persona che conservava le agende di cui poi venuto in possesso Marcello DellUtri. Un personaggio che pochi hanno incontrato e che di recente si sempre servito di intermediari per trattare la vendita degli scritti di asserita paternit mussoliniana. Adesso, la svolta: La pubblicazione presso Bollati Boringhieri del mio libro sui Diari del Duce Autopsia di un falso dichiara Franzinelli ha smosso le acque. Sono stato contattato da testimoni e protagonisti della vicenda, che mi hanno fornito notizie e documenti inediti. Ora il mistero di chi aveva le agende dissolto: si tratta di un anziano commerciante di Domodossola, Aldo Pianta. Sarebbe lui il misterioso detentore dei Diari, finora designato come Mister X, con cui ebbero contatti a suo tempo varie personalit anglosassoni, dallex produttore cinematografico Anthony Havelock-Allan agli storici Denis Mack Smith e Brian Sullivan. E ci avvalora la tesi che le agende siano contraffatte, sostenuta da Franzinelli nel suo saggio: Havelock-Allan rifer che Mister X aveva ere-

ditato le agende di Mussolini dal padre partigiano, che le aveva prelevate a Dongo a fine aprile 1945. E infatti per qualche tempo si accredit come possessore dei Diari Maurizio Bianchi, figlio del garibaldino Lorenzo, che in effetti aveva partecipato alla cattura del Duce sul lago di Como. Ma ormai quella copertura saltata. In effetti Bianchi stato tagliato fuori dalla trattativa che ha portato i Diari nelle mani di DellUtri. Interpellato dal Corriere, ha ammesso di aver fatto per qualche anno da specchietto per le allodole: a suo dire, il padre aveva avuto a che fare con carte di Mussolini, dopo la cattura del Duce, ma non si trattava di diari. Anche Pianta per aveva un padre partigiano. Grazie a Mauro Begozzi, direttore dellIstituto per la storia della Resistenza di Novara racconta Franzinelli ho scoperto il fascicolo di Guido Pianta, padre di Aldo. In un primo tempo aveva aderito alla Rsi, per disertare a met settembre 1944, dopo la costituzione della Repubblica dellOssola, e arruolarsi nella divisione partigiana Valdossola. Un passaggio di fronte non infrequente, in quel tormentato periodo. Quando, un mese dopo, i nazifascisti travolsero la zona libera, Guido Pianta ripar in Svizzera con i nuovi compagni. Per via dei suoi trascorsi con Sal, gli venne negato lo status di partigiano e concessa la qualifica meno significativa di patriota. Ma il punto pi importante un altro:

Dalla scheda relativa allattivit di Guido Pianta nella Resistenza (riprodotta in questa pagina, ndr) risulta che si trasfer in Svizzera dallOssola il 18 ottobre 1944 e rimase in terra elvetica fino al 28 giugno 1945. Perci non poteva essere a Dongo nellaprile del 1945. Appaiono dunque poco credibili sia la versione del reperimento dei Diari sul lago di Como sia il racconto della loro trasmissione ereditaria. Il padre di Mister X non incontr mai Mussolini e nemmeno ne vide le agende. E allora da dove arrivano i Diari? La mia tesi che vennero compilati da Rosetta e Amalia Panvini Rosati, madre e figlia di Vercelli, gi autrici di altri falsi mussoliniani diffusi dagli anni Cinquanta in poi, per i quali furono anche arrestate e processate. A mettere in circolazione gli apocrifi delle due signo-

re provvedeva un avvocato vercellese di loro fiducia, Eusebio Giuseppe Ferraris, tramite altri personaggi, come Oscar Ronza ed Ettore Fumagalli. Dopo il fallimento di vari tentativi, che lo avevano ormai bruciato, presumibile che Ferraris, assiduo frequentatore di Domodossola, dove possedeva diverse case, si sia rivolto a Pianta, che da allora ha gestito la faccenda con laccortezza di tenersi nellombra. Questa lipotesi di Franzinelli, che spiegherebbe come le carte mussoliniane, apparse negli anni Cinquanta da un filone neofascista, siano divenute presunte prede di guerra dei partigiani. Ma il passaggio tra le due fasi, con un intervallo di circa dieci anni, necessita ancora di essere chiarito a fondo. Ferraris scomparso il 21 dicembre del 2008, ma loperazione che Franzinelli gli at-

tribuisce, dopo molti sforzi vani, si conclusa con lacquisto dei Diari e linizio della loro pubblicazione, inaugurata dallannata 1939 edita da Bompiani. Pare tuttavia che qualcosa sia andato storto, tant vero che laltro protagonista della vicenda stato infine costretto a venire allo scoperto: Alla vigilia degli ottantanni osserva Franzinelli Aldo Pianta ha concluso con successo la vendita delle agende 1935-39. Ma la soddisfazione dellaffare gli stata rovinata dal meccanismo di intermediazione da lui stesso creato. Pianta crede infatti che lavvocato elvetico cui egli commission la vendita delle agende lo abbia raggirato, consegnandogli soltanto una piccola parte (meno della met) della somma sborsata dal finanziatore di DellUtri, limprenditore toscano Stefano Biagini. Perci Pianta ha avviato unazione risarcitoria presso la pretura di Mendrisio, in Svizzera, che speriamo arrivi a dipanare presto tutto il giallo. Interpellato dal Corriere, Pianta dichiara di non sapere nulla della vicenda e di non leggere i giornali. Minaccia inoltre di citare in giudizio chiunque faccia il suo nome in relazione ai Diari. Ma un settimanale ticinese, Il Caff, ha rivelato gi alla fine dello scorso anno lesistenza di unazione risarcitoria presentata a Mendrisio da un commerciante italiano contro lavvocato Massimiliano Schiavi e un altro mediatore che lo avevano rappresentato nelle trattative per la vendita delle agende, pagate un milione e 300 mila euro. Le udienze della causa civile sono gi cominciate e la prossima prevista nel mese di giugno. Daltronde anche le controparti stanno valutando lipotesi di azioni giudiziarie contro Pianta. Forse la soluzione definitiva dellannoso enigma dei Diari arriver un giorno in pretura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

40

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Eventi

IL NUOVO VOLTO DELLA GAM

Lesperimento Cominciato nel 2009 La collaborazione Dipinti e sculture sostituisce i tradizionali criteri cronologici pi fruibili grazie ai consigli del pubblico

Il museo a combinazione
Quattro sezioni per quattro tematiche Torino chiama gli intellettuali per valorizzare un tesoro di 45 mila opere
N
ella Citt dellauto, un museo a trazione integrale non ci stava davvero male. La formula 4x4 (commentare con le opere a disposizione quattro temi scelti da quattro intellettuali) se l inventata Danilo Eccher, direttore dal 2009 della Gam, la Galleria Civica dArte Moderna e Contemporanea di Torino che, sulle orme della Tate Modern di Londra, ha deciso di rivoluzionare il concetto tradizionale di museo: non pi la classica esposizione delle opere secondo criteri cronologici, ma tematici. Quello che mi interessava era rivedere il progetto museografico della Gam, valorizzando la sua collezione permanente, una delle maggiori collezioni darte moderna e contemporanea in Italia che conta ben 45 mila pezzi spiega Eccher . E per farlo abbiamo forzato le regole, portando un po di scompiglio, di stimoli, di "complessit" nella fruizione e nella rilettura dellarte contemporanea. Loperazione prevedeva (e prevede) tre fasi: 1) si comincia chiedendo a quattro intellettuali di scegliere un tema in quel momento al centro delle rispettive discipline e scriverne un saggio. 2) Quindi si dedica a ognuno dei quattro temi una parte del museo dove vengono allestite sale con opere di natura e di epoche diverse, ma in stretta relazione con il tema affrontato e dialoganti tra loro. In questa fase il museo recupera tutta la sua centralit fatta di competenza e di conoscenza dellarchivio, tornando a reggere integralmente le redini del gioco. 3) Infine, dopo linaugurazione, si invitano quattro storici dellarte a visionare i vari allestimenti e a commentarli in altrettanti saggi da inserire nel catalogo. Nel biennio 2009-2011 i termini scelti sono stati Veduta, Genere, Infanzia e Specularit. Per la seconda edizione, inaugurata il 3 marzo, sono stati interpellati il teologo Vito Mancuso, lo psichiatra Eugenio Borgna, il filosofo politico Sebastiano Maffettone e il fisico teorico Mario Rasetti, che come argomenti hanno scelto rispettivamente Anima, Malinconia (intesa come disagio psichico), Linguaggio e Informazione come origine della vita, nel senso della capacit delle molecole di essere portatrici di simboli, codici e segnali. Con questa operazione ci siamo posti due obiettivi dice Eccher : confrontarci in quanto istituzione darte con saperi, procedure e temi diversi, ed evitare il classico rischio di ridurre larte a unillustra-

La guida

Lallestimento Proseguendo lesperimento dellordine tematico iniziato nel 2009, alla Gam di Torino (via Magenta, 31) va in scena un mix di 300 opere (sotto, Ritratto di signora di Massimo Campigli, 1924) che

zione del tema, perch a noi interessa interpretare, utilizzare la poetica artistica per affrontare conoscenze diverse dal nostro ambito abituale. Come si vede, si tratta di unoperazione decisamente complessa, che per essere portata a pieno compimento, richiede un anno di lavoro intenso da parte di tutte le componenti del museo: anno durante il quale al team incaricato di scegliere le opere (direttore, vicedirettore e due conservatori) capita anche di riesumare quadri che sono in archivio da anni e che per le loro condizioni si giudica necessario sottoporre a restauro o pulitura. Lincognita maggiore era per unaltra: come avrebbe reagito il pubblico di fronte a una tipologia di

Il direttore Eccher: A noi interessa utilizzare la poetica artistica per affrontare conoscenze diverse dal nostro ambito

allestimento che lavrebbe costretto a un lavoro supplementare di approfondimento, con opere apparentemente distanti la cui relazione era tutta da scoprire? Per fortuna tutto andato per il meglio dice Eccher il pubblico aumentato e ha espresso il suo gradimento, aiutandoci anche a correggere quello che poteva essere perfezionato, come le didascalie delle opere, che in questa seconda edizione sono molto pi estese e dettagliate. A tutti viene poi distribuita una guida che spiega il significato simbolico di ogni sala, ma anche il dipartimento didattico del museo a disposizione per approfondimenti e perfino il personale di sala stato addestrato a fornire quello che abbiamo chiamato "pronto soccorso informativo". Ciononostante, visitare un museo organizzato tematicamente richiede pi tempo e molti tornano per approfondire. Il progetto dovrebbe durare cinque anni con tre-quattro allestimenti diversi, poi si far un bilancio: In questo modo sottolinea Eccher contiamo di mostrare al nostro pubblico buona parte delle opere della Gam. In questa edizione ne esponiamo circa 300, 160 delle quali non sono state mai viste. Ma naturalmente ci sar sempre spazio per i pezzi pregiati della nostra collezione, come il "Bianco" di Burri o la "Saffo" del Canova.

Marcello Parilli
RIPRODUZIONE RISERVATA

A tu per tu Due visitatrici della sezione Anima della Galleria dArte Modena davanti a una recente acquisizione, Einschsse (2010), dipinto a olio, emulsioni, acrilico e tecnica mista su tela del tedesco Anselm Kiefer, che oggi si divide tra Germania, Francia e Israele

Emozione e significato Un filosofo si interroga sul valore (difficile da definire) delle opere contemporanee
commenta attraverso associazioni e rimandi i nuovi quattro temi: Anima, Informazione, Malinconia e Linguaggio. Il catalogo Collezioni (Allemandi, 130 euro) suddiviso in due volumi che riportano le schede delle opere, le immagini degli allestimenti e i saggi. Info: tel. 011/4429.518 o www.gamtorino.it. La mostra Il 19 maggio sar invece inaugurata Eroi, la nuova esposizione della Gam che fino al 9 ottobre indagher il lavoro di quegli artisti (come Nitsch, Boltanski, Kiefer e Abramovic) che hanno il coraggio di operare una scelta fino a farsi portatori, con la loro arte, di nuovi valori sociali.

Lopera darte: non conta lestetica ma la forza simbolica che esprime


di SEBASTIANO MAFFETTONE

materiali e forme artistiche). Non ci sono nellarte sentimenti da contrapporre a fatti, intuizioni a concetti, sensazioni a riflessioni, bellezza a verit. In questo senso, ha ragione Hegel: larte una forma di conoscenza. Questo si pu dire sostenendo che il linguaggio dellarte esibisce una forte

i sono musei, gallerie, libri, sale da concerto, frequentati quotidianamente da milioni di persone. Eppure non manca mai qualcuno che solennemente dichiari la morte dellarte. Spesso sono filosofi come Platone e Hegel. Altre volte invece sono artisti come i dadaisti nella prima parte del secolo scorso e pi recentemente Enrico Baj. Lultimo che ha speculato con qualche successo sulla morte dellarte stato Arthur Danto, un noto filosofo ed estetologo americano. Personalmente non sono daccordo con queste fenomenologie da camposanto. Mi guardo attorno nel mondo e lo trovo felicemente pieno di vivissima arte. Tuttavia si pu prendere il discorso rituale sulla morte dellarte come una metafora per indicare che larte attuale sta subendo un processo di trasformazione. Questa trasformazione coincide con un atteggiamento assai riduttivo nei confronti del sentimento estetico tradizionale. Questo atteggiamento tende a ridimensionare il valore del gesto tecnico e della capacit di creare autonomamente bellezza estetica, in nome dellidea e dello spiazzamen-

to che ne segue (guardando Duchamp non conta chi ha fatto lorinatoio, ma chi ha deciso di leggerlo come opera darte). Artisti visuali che hanno fatto molto per creare dibattito contemporaneo sullarte come Josef Beuys, Andy Wahrol, Sol Le Witt, Joseph Kosuth hanno tutti sostenuto qualcosa del genere. I materiali comuni di Beuys (come il feltro e il grasso animale), le scatole di detersivo di Wahrol (Brillo box), le strutture di Le Witt, le scritte al neon di Kosuth vanno tutti in direzione di una cancellazione del significato estetico dellarte, se per significato estetico sintende qualcosa legato necessariamente allintuizione del bello. La visione lirica e romantica dellarte appare definitivamente tramontata nellet dellarte contemporanea. Una tesi del genere pu essere pi evidente se si guarda luniverso dellarte concettuale, del minimalismo di Frank Stella o Richard Serra, dellarte povera in Mario Merz, oppure allimpiego di beni di consumo alla maniera di Jeff Koons. Ma, a mio parere, ha una portata e un significato pi generali. Esiste una linea analitica dellarte moderna (lespressione di Filiberto Menna) che porta pi o meno ine-

Materia e intelletto Concetto spaziale di Lucio Fontana (1952): otto elementi in ferro

vitabilmente qui. Piuttosto che partire dal bello, conviene pensare che larte innanzitutto simbolica. Possiamo concepire linsieme dei simboli che chiamiamo arte in termini linguistici, come voleva tra gli altri un artista come Alighiero Boetti. Larte si legge. Come un saggio. Larte non fatta per locchio innocente. Non esprime nulla in quanto tale, non mostra direttamente, non racconta lineffabile. Al contrario, presuppone un reticolo di significati riccamente articolato (si pensi ad Alberto Burri e alla connessione tra

densit sintattica, che riguarda la grammatica del linguaggio in questione, e semantica, che concerne il significato dei termini adoperati. In fondo questa densit che fa della poesia, dellarte visuale e della danza aspetti diversi di quello che si chiama sistema dellarte. Non esiste cos il puro valore estetico. Il valore di unopera darte quello di ogni sistema simbolico. Cio il suo valore conoscitivo. Noi ci rendiamo conto del mondo attraverso un insieme di sistemi simbolici. Nessuno di questi sistemi simbolici consente

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Eventi 41

ANIMA

INFORMAZIONE

MALINCONIA

LINGUAGGIO

Lidentit spirituale in crisi profonda tra scienza e filosofia


Il percorso si sviluppa dalla proposta tematica presentata da Vito Mancuso (nel tondo), Professore Ordinario di Teologia Moderna e Contemporanea presso lUniversit San Raffaele di Milano: le difficolt contemporanee nel riconoscere lanima come entit perfino allinterno degli organi ecclesiastici e la necessit quindi di rielaborarne il senso sulla scorta del nuovo contesto scientifico e filosofico. Tra le opere quelle di Gastaldi, Spinazzi, Fontanesi, De Dominicis, Nitsch e Kiefer. Nella foto, Le lagrime (Targa funeraria per Camillo Gramorio), (1902-1905 ca.), gesso di Leonardo Bistolfi

La materia vivente ci parla attraverso codici e simboli


Il tema stato scelto da Mario Rasetti (nella foto), Professore ordinario di Fisica teorica, modelli e metodi matematici al Politecnico di Torino. In fisica teorica informazione definisce una grandezza al pari di massa, energia, velocit. Con questo termine si indica la possibilit di ogni elemento della natura, vivo o inerte, di farsi portatore di messaggi simbolici, che permettono linterazione e la cooperazione in organismi complessi. La trasmissione di informazioni quindi interpretata come chiave della nascita e dellevoluzione del mondo e della vita, attraverso opere di Reviglio, Anselmo, Zorio, Accardi e Dadamaino. Nella foto, Circuito (1964), carboncino, gessi e tempera su tela di Mario Merz

Il tempo stregato e immobile del disagio mentale


Eugenio Borgna, Primario Emerito di Psichiatria dellOspedale Maggiore di Novara e libero docente in Clinica delle malattie nervose e mentali allUniversit di Milano ha scelto come tema la malinconia, che stato danimo e malattia. Esperienza della condizione umana, si presenta attraverso sintomi disperazione, angoscia, noia e tristezza che si uniscono alla percezione di un tempo che diventa sospeso, talvolta immobile e stregato. Tra le altre, le opere di De Chirico, Carr, De Pisis, Morbelli, Mayer, Woodman. Nella foto, Le tre finestre (La pianura dalla torre) (1924), olio su tela applicata su cartone di Jessie Boswell

Da Canova a Warhol quando larte si fa letteratura


dovuta a Sebastiano Maffettone (nella foto), Professore Ordinario di Filosofia Politica presso la Facolt di Scienze politiche della Luiss Guido Carli, la scelta del tema per lultimo percorso espositivo. In campo storico-artistico il linguaggio diviene essenziale per la lettura dellarte a partire dalle avanguardie storiche di inizio 900, alle quali seguir una inesausta sequenza di innovazioni linguistiche tese a rivoluzionare significati, struttura compositiva ed elementi costitutivi delle opere. Tra gli artisti esposti, Canova, Balla, Schifano, Fontana, Warhol. Nella foto, Diario paesano (Senza titolo) (1961), tempera e collage su tela, di Tancredi (Tancredi Parmeggiani)

2.500
le opere custodite nella riserva degli Uffizi a Firenze. Dipinti che arricchiscono gli allargamenti del museo o vengono utilizzati per mostre itineranti.

Svolte Le avanguardie lo definivano il cimitero dei capolavori. Poi arrivata la stagione dei cambiamenti

La rinascita di un luogo dato per spacciato


Orari prolungati, bookstore, allestimenti sorprendenti: il riscatto dei musei
di FRANCESCA BONAZZOLI

1.932
le opere nei depositi della Pinacoteca di Brera a Milano: 1.225 esposte in chiese e uffici pubblici, 697 custodite internamente e utili a rimpiazzare dipinti prestati.

41.000
i pezzi posseduti dal Museo di Capodimonte di Napoli (di cui 25 mila disegni e stampe che vengono esposti a rotazione). Mediamente ogni anno ne vanno in prestito 250.

un accesso privilegiato alla realt. Anzi, a priori sono tutti equivalenti. Non esistono, di conseguenza, confini determinati e precisi tra ci che arte e ci che invece non lo . Tutte le teorie emotivistiche ed emozionalistiche, come quella di Croce, dellarte sono quindi destinate al fallimento. Tuttal pi ci sono sintomi quali la densit sintattica e semantica dellopera darte. Proprio lequivalenza reciproca dei sistemi simbolici conduce alla necessit di una lettura situazionale e storicizzata dellopera darte, come voleva Heidegger. Se il sistema simbolico cio lessenziale non discrimina a sufficienza (sono tutti equivalenti), la nostra scelta di un oggetto come opera darte deve dipendere da qualcosaltro. Questo altro la contestualit dellopera. Si pu apprezzare Duchamp senza bisogno di dire che il suo ready made sia bello. Gradevolezza e piacere non sono il centro dellesperienza artistica e non ne determinano lefficacia cognitiva. Lidea di uninsularit dellarte, di un suo racchiudersi in una provincia estetica autonoma, fuorviante. Ciononostante, la rappresentazione artistica non una mera forma di denotazione (come in logica e matematica). In un certo senso, proprio per questo che i tentativi di definire larte con precisione sono destinati al fallimento. Limitano il campo interpretativo in maniera impropria: sarebbe come classificare una pinacoteca nei termini in cui presenteremmo un catalogo di un colorificio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

useo parola spesso associata a qualcosa che congela il nostro passato, a un luogo il cui motivo di esistenza mantenere limmobilit del tempo. Invece il museo uno spazio in continuo mutamento, fisico e concettuale. Nonostante nella prima met del Novecento furono le avanguardie artistiche stesse a definirlo cimitero dei capolavori, il museo non morto e ha anzi visto unimpennata del suo successo negli anni Ottanta/Novanta del Novecento quando solo in Germania ne furono costruiti oltre cento e in Francia, solo per citarne due, il Grand Louvre e il dOrsay. Dai solenni palazzi ottocenteschi si passati ai white cube le grandi stanze bianche, minimaliste e asettiche agli ex spazi industriali; ci si spostati dal centro alle periferie delle citt, con lobiettivo di rianimarle. E non tutto perch ai cambiamenti architettonici sono seguiti di pari passo quelli riguardanti la funzione. Negli anni Settanta del Novecento, per esempio, imperava lequazione bene culturale uguale bene pubblico uguale funzione educativa. Intorno al museo si intendeva costruire un progetto quasi utopico che trascinasse il cambiamento della societ (per agevolare i lavoratori, negli anni Sessanta, lo Stedelijk Museum di Amsterdam inaugur, per esempio, le aperture serali). I musei di arte moderna aprivano alle sperimentazioni giovanili e a tutte le arti dal teatro alla performance, ai video alla musica al cinema perch il museo doveva essere il laboratorio della creativit sociale e popolare. E alla fine di questo percorso, nel 1977, venne inaugurato a Parigi il Beaubourg. Il museo doveva diventare uno spazio accessibile e attraversabile e in questottica rientra anche la progettazione della nuova entra-

Lesempio
La Tate Modern di Londra ha lanciato limpostazione tematica dei musei. In dieci anni stato visitato da 45 milioni di persone. Nel 2012 verr completato lampliamento (una costruzione a piramide asimmetrica firmata dagli architetti Herzog e De Meuron) con un aumento della capienza del 60%.

ta del Louvre, nella piazza, sotto la piramide, con le scale mobili, come la hall di una stazione o un aeroporto. Negli anni Novanta la parola dordine cambi ancora e divent: bene culturale uguale bene economico, idea che ha introdotto anche in Italia (artefice il ministro Ronchey) i bookshop, le caffetterie e i cosiddetti servizi aggiuntivi. In tutta Europa si imponeva il modello americano ma con molte varianti applicative che, soprattutto in Italia, sono state necessarie perch la rete museale italiana capillare (non come i musei americani, mausolei nel deserto fra luno e laltro) e civica, legata cio alla storia delle piccole municipalit e non alle grandi collezioni di mecenati. Negli ultimi anni la mobilit del museo si manifestata

soprattutto attraverso le modifiche approntate ad arredi, illuminazione, allestimento delle opere. Si capito infatti che anche i capolavori e i grandi musei, per esempio lo Sposalizio della Vergine di Raffaello a Brera o la Piet Rondanini al Castello Sforzesco di Milano, possono morire se la citt li dimentica e non li sente pi suoi. Lallestimento non , dunque, un mezzuccio per sopravvivere ma una cura di giovinezza per continuare a comunicare col pubblico. Lidea, oggi, consi-

Riscoprire i tesori Fiorisce lidea del deposito di emozioni che reinterpreta le opere in modo che la societ si ritrovi in esse

derare il museo come deposito di emozioni, ha scritto Alessandra Mottola Molfino nel suo Letica dei musei. Vale a dire reinterpretare le opere facendo in modo che la societ si ritrovi in esse. A questo scopo alcuni musei si sono affidati agli artisti (in Italia larmeria del Poldi Pezzoli stata riallestita magnificamente da Arnaldo Pomodoro); altri hanno cambiato il bianco delle sale per tornare ai colori, come nei musei dellOttocento; altri ancora hanno abbandonato la disposizione cronologica per offrire percorsi tematici. La Tate Modern, nel 2001, ha aperto le sue sale proprio con questa soluzione allora molto criticata e considerata rivoluzionaria ma che in realt abbandonava il concetto hegeliano di progresso per tornare a quel-

lo settecentesco voluto dallabate Lanzi per gli Uffizi. Meno didattica, pi emozioni. Lattuale iniziativa della Gam di Torino ancora pi audace perch dietro il nuovo allestimento tematico non c una riflessione solo estetica, ma addirittura sui grandi temi delluomo. unidea del museo come conoscenza del mondo ma non pi solo come classificazione e ordine del suo contenuto. Riuscir dunque il museo a sopravvivere continuando a cambiare o, come ha scritto con disgustato pessimismo Jean Clair nel suo recente pamphlet, il museo sta vivendo il suo inverno di luogo di culto di una noia senza fine? una sfida che sta durando da almeno quattro secoli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Muro dautore La tappezzeria firmata Warhol alla Tate Modern nel 2002 (Reuters)

Tre modi per rinnovarsi


Stedelijk Museum, Amsterdam Gi negli anni Sessanta per agevolare la visita dei lavoratori inaugur le aperture serali Centre Pompidou, Parigi Simbolo del museolaboratorio delle sperimentazioni giovanili, luogo attraversabile anche da non visitatori Poldi Pezzoli, Milano Si affidato allartista Arnaldo Pomodoro per riallestire in modo suggestivo la preziosa armeria

42

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Idee&opinioni
DOPO LEDITORIALE DI GALLI DELLA LOGGIA

Corriere della Sera SMS


Le news pi importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984 Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it

UNA CULTURA INDUSTRIALE DELLE RETI PER RISOLVERE IL REBUS PARMALAT

Europa, il populismo nazionalista e leconomia modello Wal-Mart


di MASSIMO MUCCHETTI
SEGUE DALLA PRIMA

Al di l delle polemiche sulla creazione di un fondo sovrano italiano e sulla decisione di farlo debuttare in Emilia, le difficolt che il progetto di cordata nazionale per la Parmalat sta incontrando sono indicative di una fase di spiazzamento che attraversa la cultura industriale italiana, incapace di evolversi lungo le discontinuit del mercato. La prima impostazione, molto classica e fordista, quella che punta a realizzare una sorta di campione nazionale del latte, accorpando le produzioni di Parmalat e di Granarolo e cercando in questo modo di proteggere la filiera a monte rappresentata dagli allevatori e dalle loro organizzazioni. chiaro che per questa via sembra che ci si muova pi per salvare Granarolo che per rilanciare Parmalat. Che invece di guardare alleconomia globale si voglia tutelare un piccolo mondo antico. In pi sicuramente Granarolo non ha le physique du rle del principe azzurro che salva Cenerentola. Ma lerrore sta proprio qui: Parmalat non una ragazza povera e senza marito, una straordinaria azienda che opportunamente guidata pu giocare da player del mercato globale. La seconda impostazione di scuola prettamente finanziaria, ha le sue radici

nelle tradizioni della piazza milanese ed capace di esercitarsi nelle combinazioni pi varie. In questa visione del tutto secondario che Granarolo possa essere il soggetto aggregante o al contrario la preda consenziente. Per il merchant banking pi aggressivo si tratta di un dettaglio. Anche in questo caso levoluzione del business alimentare nel mondo una variabile che conta poco, la si pu ignorare. Le cronache per ci dicono che sia la cultura fordista classica sia quella finanziaria non stanno riuscendo a cavare un ragno dal buco. Allora il consiglio pi saggio non pu essere che quello di rimettere gli obiettivi industriali al centro della simulazione e considerare Parmalat innanzitutto una rete. vero che la cultura del capitalismo delle reti ancora largamente minoritaria in Italia ma il caso di Collecchio ci pu aiutare tutti a fare un passo in avanti. con locchio rivolto allexport che si pu trovare la soluzione, non certo con lidea di salvare i padani. E se si guarda pi lontano possibile anche trovare per strada quei partner industriali necessari a far vivere un esperimento.

Dario Di Vico
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quello dellinformazione online un classico problema economico: i dati di lettura ci dicono che la sete di news non mai stata cos insaziabile. Eppure lutente-lettore, male abituato alla navigazione free, non vuole pagare per laccesso. Gli economisti direbbero che le notizie hanno un valore duso molto alto ma un valore di scambio basso. Da questo punto di vista la sfida di giornali e magazine sul web tutta in un gesto: convincere il lettore ad aprire il borsellino elettronico proprio come ci rechiamo nelle edicole per acquistare il quotidiano cartaceo con moneta sonante. Arriva adesso dalla Slovacchia un esperimento che potrebbe essere esportato: i principali quotidiani e siti di tv, a partire dalla storica Pravda, hanno aderito a una piattaforma nella sostanza un paywall che funziona come il casello di unautostrada che permetter agli utenti di avere accesso a tutti i contenuti delle varie testate pagando un unico abbonamento mensile di 2,54 sterline (circa 4 euro). Il modello di business quello della condivisione dei ricavi: il 30% rester al-

la piattaforma, mentre il 70% andr agli editori sulla base dei tempi di lettura e delle scelte degli utenti. Insomma, tutti insieme, ma tutti concorrenti. Quello della Slovacchia anche il tentativo di ribellarsi ai nuovi monopolisti della distribuzione dei contenuti digitali, a partire dalla Apple che ha gi annunciato unedicola digitale negli Usa che funzioner in modo simile: si entra da iTunes e il 30% resta a loro. Google stato pi innovativo con News-Pass: la tassa crolla al 10% ed possibile avere accesso ai dati sui lettori, informazioni che valgono oro per lindustria del web. Ma dietro questi tentativi c il dilemma della Emi: gli iPod hanno salvato la musica che sembrava ormai morta, ma i ricavi sono stati drenati pi dalla Apple che dalle major. Questo perch il prodotto cd stato smembrato con la vendita delle singole canzoni. Per gli editori vale la stessa regola: dietro una testata c una storia, una linea editoriale e un giornale da preservare. E laccesso alle singole news potrebbe non avere senso soprattutto per il lettore.

po grande per essere chiamata in giudizio. Una posizione che riunisce quella delle grandi banche (Too big to fail, troppo grandi per fallire) e della Federal Reserve (Too sovereign to be sued, troppo sovrana per essere chiamata in giudizio) in un trionfo di arroganza, se vero che centinaia di migliaia di sue dipendenti sono ormai working poor, lavoratrici sotto la soglia della povert, mentre i quattro eredi Walton figurano tutti entro i primi 10 Paperoni della classifica di Fortune. Se dar ragione alle lavoratrici, la sentenza segner una svolta profonda. Verrebbe infatti fermata la trentennale deriva alla prevalenza del contratto privato sul diritto pubblico, dellatomizzazione neoliberista dei deboli sulla loro iniziativa associata. La politica, sia pure intermediata dalla magistratura, riavrebbe primazia sul mercato. Ma non ci dovrebbe essere bisogno dei giudici americani per ragionare di questo nellEuropa della Grande Crisi.

CONC

I GIORNALI ONLINE DELLA SLOVENIA E LA LEZIONE DEGLI IPOD SALVAMUSICA

E perci ci si chiede come lo si possa esorcizzare. Ernesto Galli della Loggia ha ieri individuato le origini di questo dilagante fenomeno politico nei principi guida delle lite intellettuali ed economiche del Vecchio continente: linternazionalismo, lespansione illimitata dellindividualismo e dei suoi diritti, lidolatria del proceduralismo consensualistico, leconomia quale supremo regolatore delle attivit umane. La maggioranza della popolazione europea, privata dalla storia dellopzione socialista e comunista, sta perdendo nello stesso tempo sia il Welfare, che protegge dallatavica paura del domani, sia la Nazione, la famiglia allargata che aiuta a sopravvivere nel vasto mondo. Perci i ceti pi deboli si sentono isolati e ascoltano chi gli parla al cuore e al portafoglio anzich chi gli fa prediche illuministiche, ancorch il messaggio sia classificabile come di destra dagli analisti politici. gi accaduto tra le due guerre mondiali. Eppure... Eppure, in questi stessi giorni nei quali i miti fascisti dellammiraglio Horty rifioriscono nellUngheria cui spetta la presidenza di turno dellUnione europea, davanti alla Corte Suprema degli Stati Uniti in corso una class action promossa da sei lavoratrici contro le discriminazioni salariali sessiste di Wal-Mart, la pi grande multinazionale del mondo, con 2,1 milioni di addetti in 15 Paesi, 403 miliardi di dollari di fatturato e 14 di utile dai suoi oltre 9 mila supermercati. Negli ultimi ventanni, questa sterminata catena distributiva, fondata nel 1962 da Sam Walton nellArkansas, stata larchitrave esemplare delleconomia globalizzata che pone al centro il consumatore. In effetti, lofferta di Wal-Mart davvero a buon mercato. Gli eredi Walton riforniscono i loro negozi da ogni dove, sfruttando i bassi prezzi del Terzo mondo, che ancora non rispetta n lambiente n il lavoro, e pagando salari assai bassi ai propri dipendenti e in ogni modo ostacolandone ladesione ai sindacati. Wal-Mart ha aiutato a tenere bassa linflazione assicurando i consumi di base alla classe media americana a reddito stagnante dopo gli anni doro post roosveltiani, non insidiati dalla concorrenza dei Paesi poveri. E dunque, indirettamente ma non troppo, Wal-Mart ha fatto da sponda allarricchimento senza precedenti dei ristretti ceti privilegiati capaci di cavalcare Wall Street. Nel 2006, il fondo sovrano della Norvegia ha venduto tutte le azioni Wal-Mart che aveva in portafoglio perch aveva riscontrato comporta-

menti lesivi della dignit dei lavoratori, ne aveva chiesto conto alla direzione e non ne aveva avuto risposta. Allepoca latto venne declassato a bizzarria politicamente corretta di un piccolo regno scandinavo. La pensiamo ancora cos? Adesso, Wal-Mart deve rispondere davanti alla Corte Suprema. Aveva cercato di sottrarsi al giudizio spiegando che una multinazionale di tal fatta non pu allineare dalla sera alla mattina le paghe dei due sessi, anche a parit di mansioni. Too big to be sued, stato detto: trop-

Proviamo dunque a ridefinire nel linguaggio delleconomia i principi guida delle lite europee elencati da Galli della Loggia. Internazionalismo sta per globalizzazione, libera circolazione dei capitali soprattutto, un po meno delle merci, e ancora meno delle persone. Individualismo senza limiti significa prevalenza del rapporto di forza tra le persone senza curarsi delle disparit. Proceduralismo consensualistico ovvero regole sedicenti neutrali invece delle politiche economiche e industriali di merito. Con simili premesse, leconomia come regolatore supremo porta al centro il capitale e la sua valorizzazione rispetto al lavoro, la concorrenza rispetto alla collaborazione, il successo rispetto alla solidariet. LEuropa della moneta e del mercato unico stata la risposta ambiziosa e realistica alla grande paura che potessero ripetersi i conflitti bellici della prima met del Novecento. Ma quella paura, com fatale che sia, viene sempre meno avvertita dalle nuove generazioni. E ora lascia emergere il sospetto che questa sia lEuropa delle City e delle burocrazie, non lEuropa dei popoli. Mentre ormai evidente lillusione (o linteressata astuzia) di chi pretendeva di estendere leconomia di mercato allintera economia. LEuropa della concorrenza, buona per smantellare lancien regime dei privilegi, non si accorta che, sposando il modello Wal-Mart, ne stava costruendo di nuovi, lontani dalla storia dei suoi cittadini. Anzich coltivare le sue radici politiche, che sono liberali, cristiane e socialiste, lEuropa dei mercati ha creduto di potersi americanizzare eliminando laggettivo sociale dalla sua economia. E ora traballa minando la prospettiva dellunit politica: il sogno impossibile dei padri fondatori che, nella competizione gi in atto tra gli Stati a dimensione continentale, Usa, Cina, India, Russia e Brasile, sta diventando la pi alta forma di realismo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PASSO INDIETRO DEL GOVERNO SUL NUCLEARE

Costi e scelte energetiche di domani


di MARZIO GALEOTTI
SEGUE DALLA PRIMA

Massimo Sideri
RIPRODUZIONE RISERVATA

NESSUNO MI PU GIUDICARE LA RIVOLTA DEI PROF AI TEST INVALSI


Un insulto alla scuola pubblica, unoffesa della professionalit della scuola pubblica e, addirittura, la schedatura a vita degli studenti. Slogan drammatici quelli usati dal sindacato Cobas per cercare di impedire che unimprovvisa catastrofe si abbatta sulla nostra scuola. Ma quale sarebbe questa catastrofe? Sarebbe la decisione presa dal ministro dellIstruzione Mariastella Gelmini di estendere da questanno anche alle scuole superiori (si inizia dalle seconde classi) i test invalsi, test uguali per tutte le scuole che consentono un raffronto oggettivo sulla preparazione degli studenti, a prescindere dal metro di giudizio dei singoli insegnanti. Nulla di rivoluzionario, visto che gi da alcuni anni (furono introdotti dallallora ministro Giuseppe Fioroni) i test si fanno nelle elementari e nelle medie italiane e che sistemi simili sono in funzione, senza polemiche, in molti Paesi europei e negli Stati Uniti. Ma questo allargamento sta provocando le proteste dei Cobas e il boicottaggio pi o meno palese di singoli professori e scuole, con motivazioni spesso pretestuo-

se. In verit non c nulla di nuovo in queste proteste. Si tratta semplicemente dellultima battaglia di una lunga guerra contro chi vuole inserire nella scuola un sistema di valutazione oggettiva, un sistema che aiuti a migliorare la qualit dellistruzione e, magari in minima parte, preveda dei vantaggi per chi merita di pi. Una guerra che ha gi fatto vittime in viale Trastevere come, ad esempio, Luigi Berlinguer che nel 2000 propose il famoso concorsone, un test volontario per dare agli insegnanti di scuola un piccolo aumento. Una proposta che gli fece perdere la poltrona di ministro, con laccusa di aver fatto perdere al centrosinistra voti fra gli insegnanti. La stessa Gelmini lo scorso anno ha avviato con enormi difficolt (quasi tutte le scuole coinvolte si sono dichiarate indisponibili) una sperimentazione per dare aumenti di merito agli insegnanti. Difficolt che dimostrano sempre pi come merito e scuola sono due parole destinate, forse, a non incontrarsi mai.

Andrea Balzanetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il primo e principale elemento lintenzione di depotenziare un referendum il cui esito, nel caso di quorum raggiunto, appare scontato non solo riguardo al tema del nucleare, ma anche a quello del temuto legittimo impedimento. Un disinnesco finalizzato anche ad eliminare uno scivoloso motivo di contrapposizione con il centrosinistra nelle incombenti elezioni amministrative. Non v dubbio che, come in quello del 1987, un pronunciamento popolare metterebbe una pietra quasi tombale sul nucleare in Italia. In questo modo, invece, il governo tiene in mano una carta che forse in futuro potr ancora giocare. Nonostante questo grado di libert che ha mantenuto, esso ha compreso che comunque il clima generale dopo Fukushima radicalmente cambiato. E ci avrebbe reso ancora pi aspra la battaglia sulla localizzazione delle centrali che sarebbe stato necessario combattere contro le amministrazioni locali, spesso dello stesso colore politico, ma invariabilmente soggette alla sindrome Nimby (non nel mio cortile). Da tutto questo di-

scende lopinione, alquanto diffusa tra gli esperti, che nel nostro Paese il nucleare non si far in ogni caso mai. Ma Fukushima avr anche un effetto economico importante che probabilmente i nostri ministri hanno considerato. E cio che i costi delle nuove centrali atomiche inevitabilmente cresceranno ancora per laggiunta di nuovi e complessi sistemi di sicurezza. Oggi il costo di partenza di un reattore di tipo Epr francese di 6 miliardi di euro, somma che poi quasi invariabilmente aumenta per ragioni varie prima di giungere al completamento dei lavori. In questo quadro si inseriscono poi altri elementi che presumibilmente hanno influito sulla decisione governativa. Un primo fattore il raffreddamento nei rapporti politico-diplomatici con i francesi, per la contesa sugli immigrati muniti di permesso temporaneo di soggiorno, per le incursioni di Lactalis in Parmalat, per le contestazioni al bilancio delle Assicurazioni Generali, per la conseguente instabilit nellazionariato di Mediobanca. Un secondo elemento riguarda il quadro energetico internazionale, dove la mina libica o

pi in generale nordafricana sembra temporaneamente disinnescata, il prezzo del petrolio che se non flette resta stabile al punto che lOpec si interroga se non ridurre la produzione ed infine lAgenzia internazionale dellenergia che preannuncia per giugno la pubblicazione di un rapporto dal significativo titolo Let delloro del gas naturale. Anche grazie alle recenti scoperte di abbondanti riserve di gas non convenzionale che far degli Stati Uniti un esportatore, e non pi un importatore netto, cos da prevedere nei prossimi anni unespansione dellofferta tale da accomodare consumi in crescita a prezzi probabilmente stabili. Il futuro energetico prossimo venturo del nostro Paese verr delineato nella Strategia energetica nazionale, da tempo annunciata, e che ora lemendamento governativo promette entro 12 mesi. Essa ci dir che lItalia continuer a fare ricorso al gas per produrre elettricit, ma rinnover la promozione delle fonti rinnovabili, questa volta si spera senza tentennanti ed improvvisate politiche stop-and-go. Intanto c da aspettarsi che il nostro maggiore produttore, lEnel, e forse altri grandi produtto-

ri, vista la sorte segnata del nucleare, si riposizioneranno verso leconomico ma altamente inquinante carbone. Nel contempo un grande sforzo andr fatto sul fronte dellefficienza energetica dove misure come la detrazione fiscale del 55% per la riqualificazione energetica degli immobili ha prodotto importanti risultati. Fortunatamente, dopo averla abolita e reintrodotta, questa misura compare nel Piano nazionale delle riforme appena licenziato dal ministro Tremonti. Un documento che, va detto, riserva poche novit allenergia e allambiente. Manca per esempio il riferimento al Piano straordinario per lefficienza e il risparmio energetico che doveva uscire nel 2009, cos come manca la previsione di quello ordinario che le direttive europee ci richiedono per il 2011. Un piano che per esempio prevedesse un grande intervento di efficienza energetica sugli immobili della pubblica amministrazione scuole, ospedali, uffici, ministeri , un piano che lEnea due anni fa ha mostrato essere economicamente vantaggioso. Questa s che sarebbe una vera riforma per la nostra economia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

43
Le lettere, firmate con nome, cognome e citt, vanno inviate a: Lettere al Corriere Corriere della Sera via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79

Lettere al Corriere
Risponde Sergio Romano
Si ricorda in questi giorni il cinquantesimo anniversario del tentativo americano di rovesciare il regime di Fidel Castro, noto come operazione Baia dei Porci. Stranamente tutti i principali protagonisti ne uscirono rafforzati nel prestigio (i Castro sono ancora oggi al potere). Ma come andarono realmente gli avvenimenti? Oscar Magrassi oscarale@tiscali.it Caro Magrassi, ulla spedizione, sul suo fallimento e sul riscatto dei dissidenti cubani caduti nelle mani dellesercito di Castro, stato detto e scritto tutto. Restano qualche dubbio e qualche interrogativo, invece, sulle ragioni per cui John F. Kennedy, eletto alla Casa Bianca nel novembre del 1960, abbia accettato di dare il via a un progetto che era stato approvato dal suo predecessore, il generale Eisenhower, e di cui aveva avuto notizia soltanto dopo la sua elezione. La ricostruzione pi efficace e credibile della fase che precedette limpresa probabilmente quella di Arthur Schlesinger jr, consigliere di Kennedy e autore di un libro sulla sua presidenza intitolato Mille giorni. Schlesinger scrive che il piano fu esposto a Kennedy da Allen Dulles, direttore della Cia, il 29 novembre, quando il presidente eletto non si era ancora installato alla Casa Bianca. Kennedy stette ad ascoltare, autorizz la continuazione del lavoro preparatorio, ma lasci chiaramente intendere che la decisione definitiva sarebbe stata presa soltanto dopo una pi approfondita riflessione. Nei mesi seguenti vi furono riunioni

E-mail: lettere@corriere.it oppure: www.corriere.it oppure: sromano@rcs.it

LA BAIA DEI PORCI LE RAGIONI DI UN ERRORE


durante le quali il piano prese forma. Il piccolo esercito cubano che la Cia stava addestrando in Guatemala sarebbe stato sbarcato nella Baia dei porci, in una zona chiamata Trinidad. I fautori dellimpresa davano per scontato che lavvenimento avrebbe avuto leffetto di scatenare nellisola una rivolta anti-castrista e che buona parte dellesercito cubano avrebbe fatto causa comune con gli esuli. Sapevano che Kennedy era contrario allintervento dellaviazione, ma pensavano che il presidente, se gli esuli si fossero scontrati con una maggiore resistenza, avrebbe cambiato parere e ordinato allaeronautica militare degli Stati Uniti di bombardare le postazioni militari cubane. Vi furono quindi, in tutte quelle riunioni, alcuni potenziali malintesi che si prefer non dissipare. La carta decisiva a favore dellintervento fu giocata da Dulles quando il direttore della Cia disse che lannullamento delloperazione avrebbe creato un problema: che cosa fare dei cubani (circa 700) che la Cia stava addestrando in Guatemala? Non era possibile portarli negli Stati Uniti e permettere che andassero in giro per le Americhe raccontando tutto ci che era accaduto in Guatemala nei mesi precedenti. Fu questo, probabilmente, largomento che convinse Kennedy. Dopo tutto erano cubani e volevano tornare nella loro patria. Perch impedirglielo? Fu una decisione cinica e ipocrita, ma dovette essere quella che parsono una espressione di dignit. difficile chiedere scusa ed difficilissimo farlo in pubblico. Mi piacerebbe che tutti i politici, delluna e dellaltra sponda, avessero altrettanta dignit e domandassero scusa anche per una sola delle innumerevoli bestialit di cui ognuno di loro si macchia periodicamente.
Alberto Fumagalli albfum@yahoo.it

Italians
di Beppe Severgnini

ve a Kennedy, in quel momento, la sola possibile. Il presidente continuava ad avere molti dubbi sullesito delloperazione, ma non voleva cominciare la sua presidenza respingendo un progetto che era stato concepito dal suo predecessore ed era approvato sia dalla Cia che dai capi di Stato maggiore. Su un punto, tuttavia, fu straordinariamente fermo. Quando le cose volsero al peggio, Kennedy rifiut di utilizzare laviazione americana e di trasformare la spedizione in una guerra degli Stati Uniti. Prefer accettare la responsabilit dellintera vicenda, ma chiudere rapidamente il brutto capitolo di unavventura sbagliata. Il modo in cui seppe affrontare, un anno dopo, la crisi dei missili cubani, contribu ad appannare nella memoria del mondo il ricordo della Baia dei porci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ma quanti onorevoli taffaruglioni


n pasticcio risibile e turpe, unipoteca moralista, un vulnus epocale, una criticit destinata a far male. Una scusa randomica, poco strategica: tanta roba, considerate le attuali tempistiche. Ma non nel nostro dna, ovvero non si trova sul territorio. Per fare sistema occorre un importante sforzo bipartisan? Anche no. Non uno stralcio dei discorsi ascoltati ieri, dopo la proposta di cambiare la Carta (non stiamo giocando a burraco, onorevole Ceroni). Lagghiacciante primo paragrafo contiene i vocaboli dissezionati in questi primi mesi di 3 minuti 1 parola, la nuova rubrica di Corriere TV. Lo spirito del tempo soffia nel vocabolario. E lalito, diciamolo, non dei migliori. Il merito della videorubrica va agli Impermeabili (tre individui buzzatiani e sfuggenti che si occupano dellanimazione grafica). E, naturalmente, agli Imperdonabili: i tanti italiani importanti che parlano come si comportano. Maluccio. C il gusto perverso della ripetizione, rassegnazione alle mode. Lo stupore e lammirazione, negli anni Duemila, sono rimasti congelati nellaggettivo straordinario; da qualche tempo tutto epocale. Enfasi e pigrizia producono mosci risultati; mentre la lingua italiana offre delizie. Esistono parole dimenticate, fascinose e potenti, capaci di descrivere questi tempi sciatti e sbilenchi. Le ha raccolte Sabrina DAlessandro nel suo Libro delle parole smarrite (Rizzoli): brava. Taffaruglione un pasticOvvero cione con predisposizione alle pasticcioni risse. Sbucciafatiche chi tenta di risparmiare ogni pi piccocon sforzo. Trasdispregevole predisposizione lo un traditore spregevole. Mettibocca un ficcanaso. Mozzoalle risse... recchi un avvocatucolo. Salapzio un uomo di bassa statura e alta considerazione di s. Ogni riferimento allattualit politica puramente casuale. Ma diciamolo: che bellezza. Le parole non muoiono mai, scrive Stefano Bartezzaghi nellintroduzione. Se qualcuno ne ha tenuto debita registrazione sono sempre l, a disposizione. Prendiamo scopamestieri. Sostantivo: Che appena cominciato a imparare unarte o un mestiere se ne stanca e dassi ad altro, e cos via via. Lippi non lallenatore Marcello (1948), bens il pittore-poeta Lorenzo (1606-1665), altrettanto immodesto scrisse nel poema eroicomico Malmantile: Fu scopamestieri: fu pollaio, sensale, attor di lite... prese lappalto al fin dellacquavite. Chi, nella vita privata, non conosce uno scopamestieri? Chi non avrebbe voglia, davanti allo spettacolo della vita pubblica nazionale, di inveire contro i magnolni che ridono delle nostre sofferenze, gli schiribillsi incuranti del futuro, i perditempo del tarabaralla legislativo, gli incantanbbia della sovvenzione, i cischeri della diatriba televisiva, il navalstro, preso della sue ravirsse, che mai ci conduce sullaltra riva? Ometto le definizioni. E ometto un vocativo, signori.

EFFETTI IMPREVEDIBILI

NUCLEARE ITALIANO

Tutti in piazza
Caro Romano, vorrei chiederle se in Italia non sia ora che il popolo e, comunque, tutta la gente perbene si sveglino e con azioni forti di piazza (senza imitare lEgitto, la Tunisia, la Siria e tantomeno, ovviamente, la Libia) mandino i disonesti in esilio anche senza condanne perch si possa pensare a restaurare questa povera Italia. Cos facendo potremmo percorrere una nuova strada dove la maggioranza silenziosa, laboriosa e giusta, potrebbe far nascere un nuovo Rinascimento. Sar possibile? Non ai posteri lardua sentenza: a lei un pensiero!
Ettore Cervetti e.cervetti@alice.it

Costi delle alternative


Ancora una volta il nucleare italiano torna al palo: dopo aver disperso anni di formazione e di investimento costruiti in maniera non proprio lineare, stando a quanto scriveva Mario Silvestri nel libro Il costo della menzogna, Italia nucleare 1945-1968, si decide di non decidere. Vorrei che il potere politico, attraverso un suo qualificato e autorevole esponente, ci spiegasse quali saranno le conseguenze della non-scelta per il Paese non per il breve periodo (3-5 anni), ma nel lungo (15-20 anni), quando la possibile carenza di energia spinger ad alti costi quelle alternative e forse porr limiti allo sviluppo economico dellItalia. Ammesso che questo oggi sia argomento di qualche interesse.
Massimo Lucchini Gilera mlucchini@fastwebnet.it

ROBERTO LASSINI

Le scuse per i manifesti


Roberto Lassini ci ha dato una lezione, anzi due. La prima, di bestialit: i manifesti sulle Br in procura. La seconda, di dignit. Le sue scuse in tv

SEMPRE PI SGOMENTA

confronti di un assessore a cui viene ricordato la fine del giuslavorista Marco Biagi ucciso dalle BR. Sembra non ci sia neanche pi la capacit di valutare i limiti di ci che si pu dire e ci che si pu fare, cos le pi banali e irritanti giustificazioni tipo: Non ho detto questo, Sono stato frainteso, Si estrapolata una parola dal contesto, piovono su una opinione pubblica sempre pi incredula e sgomenta. Giorgio Tescari, Milano

Opinione pubblica
Non passa giorno che non si vedano o sentano cose da pazzi. Dopo i manifesti dei giorni scorsi, ci mancava un volantino di minaccia nei

LIBERT DI ESPRESSIONE

LEuropa e lUngheria
Non pensabile che si ripeta il vergognoso vuoto di iniziative a livello politico europeo sulla crisi libica e l'immigrazione: nei momenti di crisi che gli organismi sovranazionali dovrebbero farsi sentire. Perch ora non impediscono leggi contro la libert di stampa ed espressione come quelle varate in Ungheria?
Angelo Ventura angeloventura@iol.it

La tua opinione su corriere.it/opinioni/


Tremonti: un grande progetto europeo per le fonti rinnovabili e la ricerca di energie alternative. Ha ragione?

SUL WEB Risposte alle 19 di ieri

La domanda di oggi
Anche lItalia (come Francia e Gran Bretagna) mander 10 istruttori militari a Bengasi. Sei daccordo?

Capisco. Ma sicuro che la piazza, una volta riempita, si limiterebbe a comportarsi secondo i suoi desideri e che tutto, il giorno dopo, rientrerebbe nellordine?

R
79,8

No 20,2

RIPRODUZIONE RISERVATA

Interventi & Repliche


Il permesso premio a Jucker
Non intendo entrare nel merito della vicenda del detenuto Ruggero Jucker che, al pari di molti altri che si trovano nella sua stessa situazione, ha iniziato, decorsi i termini di legge, un percorso extra-murario che previsto dallOrdinamento penitenziario (Corriere, 19 aprile). La nostra legislazione fortemente ispirata alla Costituzione, e in particolare allarticolo 27 che prevede che le pene debbano tendere alla rieducazione del condannato. Ed in tal senso, e in vista di tale irrinunciabile obiettivo, sono previste attivit e percorsi di graduale riavvicinamento alla societ, che iniziano proprio con i permessi premio e si concludono con le misure alternative pi ampie. Il permesso premio stato concesso semplicemente in applicazione della nostra normativa, dopo accurate indagini e valutazioni da parte degli esperti e dei magistrati. Forse sarebbe opportuno, talvolta, parlare della Magistratura di Sorveglianza di Milano non solo per alcuni provvedimenti che apparentemente fanno notizia, e che risultano impopolari, ma anche per il lavoro che svolge quotidianamente in applicazione di quei buoni principi costituzionali cui si ispira il nostro ordinamento penitenziario e che, di fatto, hanno, a dispetto di quella che si pensi, il pregio di garantire molto di pi del carcere la sicurezza sociale. Forse pochi sanno che allultimo convegno nazionale di Sarzana (Sp) sul tema Carcere e Costituzione organizzato dallUcpi (Unione Camere penali italiane) sono presentati i dati nazionali dai quali emerge che la Magistratura di Sorveglianza di Milano ha concesso negli ultimi 2 anni una percentuale molto pi elevata di tutti gli altri Tribunali di Sorveglianza di misure alternative alla pena e che dette misure vengono concesse all'esito di un percorso che passa attraverso i permessi premi. E sono ancora meno le persone che sanno che la ricaduta nel reato dopo il passaggio attraverso le misure alternative alla pena pari al 19 per cento a fronte dell80 per cento di chi invece espia la sua pena interamente in galera.
Antonella Calcaterra

Vauro
Lunit (ferroviaria) del Paese
Mi permetto di dissentire da quanto affermato dal responsabile delle relazioni con i media di Fs (Corriere, 10 aprile) circa il contributo civile ed economico delle Ferrovie dello Stato nello sviluppo del Paese. Poich ha asserito che il Gruppo Fs unisce il Paese da Nord a Sud, vorrei chiedergli: ha mai provato a raggiungere il Salento (Lecce) da Torino o da Milano usando la direttiva naturale, lAdriatica (Bo-An-Ps-Fg-Ba-Le)? Soltanto dove c parit di prezzo, servizio, pulizia e condizioni c Unit. E infine: perch le tariffe ER city (Freccia Bianca) sono uguali a quelle di Freccia Argento e di Freccia Rossa?
Giuseppe Molli

Avvocato e consigliere della Camera penale di Milano

pino.molli@libero.it

2011 RCS QUOTIDIANI S P.A.

4
FONDATO NEL 1876
DIRETTORE RESPONSABILE

Ferruccio de Bortoli
CONDIRETTORE

S.p.A. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE


PRESIDENTE

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948 Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205 8011
COPYR GHT RCS QUOTIDIANI S P.A.

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Piergaetano Marchetti
CONSIGLIERI

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digi ali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge. DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-6339 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582 1 - Fax 02-2582.5306 PUBBLICIT RCS Pubblicit Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-50956543 - www.rcspubblici a.it

Antonio Macaluso Daniele Manca Giangiacomo Schiavi Barbara Stefanelli

Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Cesare Geronzi, Antonello Perricone, Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera
DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA

Giulio Lattanzi

EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia RCS Quotidiani S.p.A. 20060 Pessano con Bornago Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Granarolo dellEmilia (Bo) - Via Don G. Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Ca ania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800 Mechelen, Belgium S Sports Publications Production 1300 Metropoli an Ave. Brooklyn, NY 11237 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. A ber o Jackson Byington N1808 - Osasco - So Paulo - Brasile S Miller Distributor Limited Miller House, Ai port Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Mal a PREZZI: * Non acquis abili separati, il gioved (nella regione Sardegna la domenica) Corriere della Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Set e e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e 1,50 (Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d Corse a + Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Set e + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. Corsera + IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov., non acquis abi-

li separati: lun. Corse a + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e 0,40; m/m/v/d Corse a + CorMez. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Set e + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorVen. e 0,80 + e 0,40; gio. Corse a + Set e + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Set e + CorT ent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAl oAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A Bologna e prov. non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Set e + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A Firenze e prov. non acquis abili separati: l/m/m/v/d Corse a + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Set e + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7100 del 21-12-2010

La tiratura di mercoled 20 aprile stata di 618.133 copie

PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 6,50 (recargo envio al interior $ 0,50); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,30 (con Sette); Cipro e 2,70; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 61; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 2,10; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20;

Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia SeK 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 550; U.S.A. USD 3,00. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero verde 0800-558503 solo per San Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre localit). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con "Io Donna" e 3,00; con "Style Magazine" e 3,50; con "Corriere Enigmistica" e 2,80; con "Economia&Famiglia" e 2,30; con "Storia dItalia" e 9,40; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,40; con "I Classici dellArte" e 8,40; con "LEuropeo" e 9,40; con "La storia universale Disney" e 9,49; con "Guidare sicuri" e 2,50; con "Capolavori delle grandi Civilt" e 11,49; con "LAccademia" e 11,49; con "Roma e Grecia" e 11,49; con "Paolo Conte" e 5,40; con "Venditti Remastered" e 11,49; con "Tutto Dante" e 11,40; con "Dentro Faber" e 12,40; con "Io Scrivo" e 14,40; con "Bob Dylan" e 14,40; con "Il Mondo" e 4,30

44

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

www.subaru.it

Nuova Subaru Trezia. Da oggi, guida lei.

Design allavanguardia e un cambio innovativo, per unestetica del movimento.


Sono solo alcune delle caratteristiche della nuova Subaru Trezia. E poi, una posizione di guida rialzata, interni pi spaziosi e ridotte emissioni di CO2: la prima Subaru pensata per le donne che amano stare alla guida. Della propria vita e della propria auto. Senza rinunciare alla tecnologia e alla sicurezza di sempre. Consumo medio l/100 km da 4,3 a 5,5; CO2 medio gr/km da 113 a 127. Scoprila in tutti gli showroom.

Oggi tua anche in 48 mesi (tan 3,5% - taeg 4,89%)*


*Importo massimo nanziabile 15.000,00 in 48 rate da 357,65. Assicurazione Credit Life, polizza vita + perdita impiego, di 747,25 inclusa. Spese di istruttoria 250,00 incluse. TAN 3,5%, TAEG 4,89%. Offerta valida no al 30/04/11. Salvo approvazione istituto erogante. Fogli informativi e Nota informativa della polizza obbligatoria disponibili presso le concessionarie aderenti.

Subaru consiglia:

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

45

Spettacoli
Il personaggio Dopo oltre 70 film (anche in Cina e in Brasile) la diva di Il postino cambia ruolo e dirige una storia per la televisione
Sguardo Maria Grazia Cucinotta nata a Messina il 27 luglio del 1968; a sinistra sul set nel suo debutto come regista

Cucinotta alla regia: debutto mettendomi dalla parte degli attori


LItalia? Un bel Paese per vecchi
MILANO Dal 1994, anno in cui il suo volto (assieme al suo corpo) ha fatto sospirare gli spettatori del Postino , Maria Grazia Cucinotta stata davanti alla cinepresa in oltre settanta film, con incursioni hollywoodiane (Agente 007 - Il mondo non basta) fino ai sempre pi recenti e numerosi ruoli nel cinema cinese (s) e brasiliano. Ora lattrice innamorata delle sfide, dopo aver intrapreso anche la via della produzione, ha fatto un ulteriore passo nel cinema, firmando la sua prima regia. Un corto. Per non esagerare. Ma non per questo ci si dedicata con minor passione. Si chiama Alfredo Baccarini, andr in onda in anteprima in televisione, su Diva Universal (canale 128 di Sky) e racconta la vita di un insegnante che dopo una vita dedicata al lavoro, una volta in pensione si ritrova solo.

tare. Per questo diffido quando dicono: quellattrice o quellattore un cane. Bisognerebbe dire in realt che il regista un cane. Cosa significa allora curare la regia di un film? Riuscire a trasmettere la propria visione. Mostrare le cose come le hai in mente, come le vedi. E questo sugli anziani era un tema a lei caro? S. Non voglio fare la maestrina ma credo sia giusto essere grati ai nostri anziani: grazie a loro se noi siamo quelli che siamo. Beh, non che sia necessariamente un complimento vista la situazione dellItalia oggi. opinione diffusa che non ci abbiano lasciato una grande eredit... A chi la pensa cos dico che lItalia dovrebbe vederla dallestero. un paese meraviglioso, unico. C larte, la cultura.... Ma non sono meriti generazionali... Va bene, per c anche la capacit di sapersi arrangiare. Labilit di togliersi da qualsiasi impiccio e sempre con una certa eleganza. cos ottimista anche sulla politica? Non amo il modo di comunicare della politica. Usano i media per farsi la guerra. Cos passa il mes-

saggio che lItalia sia tutta cos, invece si tratta solo di una minoranza. Non negher per che, per certi versi, il nostro decisamente un Paese per vecchi... In effetti se ci rifacciamo allestero, le aziende sono quasi tutte dirette da 30enni. Da noi andrebbe trovato un equilibrio tra lesperienza e chi ha 3 lauree, 4 master e competenze nuove ma non riesce a trovare sbocchi. Non solo i giovani, anche le donne rivendicano da tempo qualche difficolt... Formalmente ci dicono che ci stiamo avvicinando alla parit di diritti ma in realt la situazione assolutamente peggiorata: ora la donna deve essere mamma, moglie, manager. E la maternit ancora un problema. Una donna che fa un figlio troppe volte percepita come unopportunista sanguisuga che succhia soldi allazienda per cui lavora. Per affrontare il tema in concreto, lattrice aiuta da diverso tempo lassociazione fondata da Giulia Bongiorno. E non lunico progetto per le donne in cui impegnata. Sempre in col-

Ci dicono che ci
stiamo avvicinando alla parit ma per le donne la situazione peggiorata
laborazione con Diva Universal, stata realizzata una campagna per la prevenzione del cancro al seno: La rete fantastica, ci supportano moltissimo in tutte queste iniziative. Pur essendo lei una diva, sembra di capire che non ha snobismi nei confronti della tv: un mezzo di comunicazione. Sono dellidea che conti il prodotto. vero che stata tentata di partecipare a Ballando con le stelle? Me lo chiedono ogni anno. Lunica remora che non posso prendere impegni che si prolungano nel tempo, sono sempre in viaggio. Ma condurrebbe un programma in tv? Solo se fosse qualcosa che aiuta le persone. Oppure puro intrattenimento. Ma non facile farmi seguire delle regole.

Chi

Voglio anche
lanciare un monito a una societ che spesso dimentica gli anziani
Abbandonato. Ho voluto lanciare un monito a una societ che spesso si dimentica degli anziani, dice la neo-regista, svelando che la trama nasce da un racconto intimo, di sua sorella, scritto pensando al nonno: Mio nonno era un contadino a cui dopo anni hanno tolto la terra per costruire una strada. Lui, nonostante tutto, ogni giorno tornava in quel posto. Anche Alfredo torna ogni giorno a scuola, perch gli anziani non smettono di essere ci che erano fino a prima di diventarlo. Hanno gli stessi interessi e passioni. la societ che smette di considerarli. Protagonista, Renato Scarpa, amico dai tempi di quel mitico

Maria Grazia Cucinotta, 42 anni, partecipa a Miss Italia 87 e inizia la carriera tv. Esordisce al cinema nel 90 in Vacanze di Natale 90 ma la fama arriva nel 94 con Il postino con Troisi (foto) Il corto Ora debutta alla regia con il corto Alfredo Baccarini, ispirato alla storia del nonno: parla di un insegnante che una volta andato in pensione si sente solo

set con Troisi: Ci siamo conosciuti girando il Postino. Lo ringrazio perch ha accettato, con una disponibilit incredibile, di farsi guidare da me. Nel corto ci sar anche la classe di mia figlia. Quindi stata ripresa anche sua figlia? S, ma non si nota perch stata trattata esattamente come gli altri. Perch ha deciso di debuttare alla regia? Perch secondo me rappresenta una crescita. Inoltre io per natura sono una irrequieta: sento sempre il bisogno di mettermi alla prova con nuove sfide. Che regista ? Piuttosto rompiscatole. Mi piace la verit e, gi in questo primo progetto, volevo riuscire a trasmetterla. Nella mia carriera ho lavorato con De Sica, Antonioni: mi rendo conto del potere della regia. Loro sceglievano gente comune, i volti che erano a loro funzionali e poi sapevano farli reci-

Chiara Maffioletti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Londra

Al Fayed verso lacquisto degli studi di James Bond


LONDRA Mohammed Al Fayed il padre delluomo che fu lultimo fidanzato di Lady Diana, Dodi Al Fayed, oltre che lex proprietario dei grandi magazzini Harrods ha fatto un passo verso lacquisto dei Pinewood Studios, i leggendari studi cinematografici a 30 chilometri da Londra dove negli anni Sessanta e Settanta sono stati girati i film di James Bond. Fayed ha venduto Harrods al fondo sovrano degli emiri del Qatar per 1,5 miliardi di sterline. I Pinewood Studios, danneggiati da due incendi cinque e sei anni fa, avevano lanciato di recente un ambizioso piano di espansione bocciato lanno scorso dalle autorit addette ai piani regolatori perch nel progetto presentato che comprendeva la costruzione di una mini-Venezia e di un mini-Como erano comprese abitazioni. Il magnate egiziano avrebbe confessato ad amici che gli studi cinematografici rappresentano un grande monumento britannico che ha bisogno di un rilancio.

46 Spettacoli Appuntamenti Il direttore Ferrara: rassegna della memoria

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Da due anni

Spoleto, da Moreau alla Guerritore-Fallaci festival di primedonne


Tra le star anche Anouk Aime su Moravia

La denuncia di Starsky: perseguitato da una stalker


LOS ANGELES Paul Michael Glaser, lindimenticabile riccioluto Starsky del telefilm Starsky&Hutch (nella foto lattore nella serie tv), vittima di una stalker che lo perseguita da ormai due anni. quanto riporta il sito Telefilm Cult, che rivela

Moreau Jeanne Moreau ed Etienne Daho che ha arrangiato Le Condamn Mort

Santamaria Claudio Santamaria al Festival porta in scena la poesia di Pasolini

Volto Monica Guerritore sar a Spoleto con Mi chiedete di parlare omaggio a Oriana Fallaci

ROMA Il Festival di Spoleto recupera la brillantezza dei bei tempi offrendo, sulla carta, quelli che si definiscono appuntamenti da non perdere; spettacoli che solo l, in quelle valli scure e fra i tramonti unici di piazza Duomo, si possono vedere o hanno il loro battesimo. E dunque la 54ma edizione (24 giugno-10 luglio), la quarta firmata da Giorgio Ferrara, ha questa griglia di partenza: Monica Guerritore in Mi chiedete di parlare si confronta con gli impeti, la solitudine, le battaglie di Oriana Fallaci; allo spettacolo, ideato da Emilia Costantini e prodotto dalla Fondazione Corriere della Sera, si affiancher un convegno sulla grande giornalista. Ferrara parla di festival della memoria, lo ha

disegnato esaltando le sue radici culturali, la prosa e la Francia, creando un grande cartellone di teatro con molte primattrici, e appendici di musica e danza. Alla presentazione, caccia alle sedie occupate da sponsor invasivi, altro che lantico glamour. Poi intellettuali, portaborse e una certa Roma che non muore mai, pi Vittorio Sgarbi responsabile delle mostre che protesta: Non voglio-

Per il fondatore Amelia al Ballo sar il tributo al fondatore del festival Gian Carlo Menotti nel centenario della nascita

no farmi parlare ma tanto parlo lo stesso. Si riferiva al ministro Galan che lo ha bocciato come possibile sovrintendente al Polo museale di Venezia. Dopo Fanny Ardant, altre due attrici monumentali francesi a Spoleto, fra teatro e letteratura: Anouk Aime con la sua voce arrochita inseguir le confidenze e le provocazioni delle donne di Alberto Moravia; Jeanne Moreau in Le Condamn Mort, opera prima di Jean Genet. Sono tocchi svolazzanti, assoli dAttore quelli di talenti come Massimo Popolizio nel reading-concerto da Le citt invisibili di Calvino; Filippo Timi in volgare perugino ripropone Romeo e Giulietta; Massimo Ghini garibaldino in Cannibardo e

la Sicilia di Camilleri; Claudio Santamaria incontra la poesia di Pasolini. Luca Ronconi mette in scena La modestia di Spregelburd, immaginandola come uno degli odierni peccati capitali; Anna Maria Guarnieri in Eleonora ultima notte a Pittsburgh di Ghigo De Chiara, regia di Maurizio Scaparro; Adriana Asti racconta la sua Milano che non c pi; Carlo Cecchi in Prodotto di Ravenhill; Giorgio Barberio Corsetti regista di Il castello da Kafka; Michela Cescon porta in scena Nilde Iotti in Il tredicesimo punto di Perroni con regia di Roberto And. Ugo Gregoretti con Renato Nicolini attore in Patria e mito. Poi c il cabaret ludico e le forme generose del New Burlesque con le stesse attrici, capeg-

Protagonisti

Al Festival di Spoleto (24 giugno-10 luglio) Luca Ronconi (foto) dirige La modestia di Spregelburd. Monica Guerritore nellomaggio a Oriana Fallaci. Poi: Anouk Aime, Jeane Moreau, Annamaria Guarnieri, Adriana Asti.

giate da Dirty Martini, del film Tourne. La musica ha tre focus: Amelia al Ballo, omaggio al fondatore del festival Gian Carlo Menotti nel centenario della nascita, direttore dellOrchestra Verdi Johannes Debus, regista Giorgio Ferrara. Julia Migenes (fu protagonista al cinema nella lontana Carmen di Francesco Rosi) in un recital dedicato a Bernstein; James Conlon nel concerto in Piazza intitolato Viva lItalia! con lOrchestra del San Carlo di Napoli in tutto Verdi. Infine il flauto di Andrea Griminelli. La danza: la coreografa danese Aszure Barton e la compagnia della nuova star spagnola Angel Corella.

Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

anche che lattore, oggi 68enne, ha denunciato la donna alla Corte suprema di Los Angeles. La stalker, che in precedenza gestiva il sito ufficiale di Glaser, si sarebbe appostata sistematicamente di fronte alla casa dellattore, lo avrebbe seguito ovunque (anche in Inghilterra, quando Glaser and a recitare per tre mesi a teatro) e gli avrebbe intasato la casella mail con messaggi deliranti (nellesposto si fa cenno a 500 email in due anni). Ho paura per la mia salute ha confessato lattore per questo ho chiesto al giudice di imporre alla donna di starmi lontano.

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Spettacoli 47
#

Successione Il responsabile della Cultura: non aveva respiro europeo, al suo posto Bondy
li, sia pure su proposta del ministro della Cultura. Nel momento in cui Mitterrand ha reso pubblica la sua scelta, Sarkozy si sentito obbligato a ratificare una decisione gi presa. Quanto alla sostanza, il presidente ha grande stima di Py, e fa parte di quanti non hanno bene capito il perch della mancata riconferma. Mitterrand ha provato ancora a spiegarsi, dicendo che pur avendo la massima stima di Py non era riuscito a sviluppare con lui una visione comune del teatro europeo. Un problema caratteriale insomma, per niente legato - assicura il ministro - alla pice Adagio sugli ultimi mesi di vita dello zio, il grande presidente Franois Mitterrand, la cui appassionata celebrazione sembrata a qualcuno una critica indiretta al diversissimo Sarkozy. In ogni caso, a marzo dell' anno prossimo Olivier Py lascer l'Odon-thtre de l'Europe a Luc Bondy, diverso per nascita ( di Zurigo, Py di Grasse in Provenza), generazione (ha quasi 63 anni) e - almeno secondo Mitterrand - afflato europeo. Il coro di proteste ha per fruttato a Py un prestigioso premio di consolazione, la direzione del Festival di Avignone a partire dal 2013. Sono passato dalla collera all' abbattimento alla soddisfazione, sono nato spiritualmente ad Avignone - dice Py -. E' l che sono salito per la prima volta sul palco, nel 1985. Precipitosamente licenziato dall' Odon, affannosamente nominato ad Avignone. Non tutti i capricci del principe vengono per nuocere.

Rassegna al Beaubourg

Riscoperto Hurwitz il genio comunista Usa dei grandi documentari


DAL NOSTRO INVIATO

Testo discusso Una scena della pice Adagio sugli ultimi mesi di vita del presidente Franois Mitterrand ( 1916 1996)

Il caso Py scuote Parigi: via dallOdon avr Avignone


Il ministro Mitterrand trasferisce il direttore. Sinistra critica
me Giorgio Agamben, Peter Sloterdijk, George Steiner, PARIGI Penso che sia Mahmoud Darwich, Hanif Kunecessario incarnare l'idea di reishi, e che hanno fatto regiEuropa. Come quando a dirige- strare regolarmente il tutto re l'Odon era Giorgio Streh- esaurito con settimane di antiler. Non dico che Olivier Py cipo. Ho cercato di fare un tenon fosse all'altezza, ma Luc atro popolare - sostiene Py Bondy riuscir a dare al teatro portando un pubblico largo e il respiro europeo che meri- di strati sociali diversi di fronta. Dopo giorni di polemiche te a opere non facili. Abbiamo e incomprensioni il ministro molto lavorato per attrarre i della Cultura, Frdric Mitter- giovani, creato ogni sorta di rand, ha finalmente offerto un collaborazioni, e per la prima volta sono riuscito a fare ottenere al teatro dell' Europa i finanziamenti dell'Europa!. Non bastato. L'anti-elitismo non ha pagato, anzi. Nella prassi francese, dopo i primi cinque anni il direttore di un teatro nazioSilurato Olivier Py, 46 anni, non ha nale pu attenricevuto un nuovo mandato dopo il dersi la riconferquinquennio a dirigere il Thtre de l'Europe ma per almeno altri tre anni, a meno che non barlume di spiegazione alla sorprendente - mancata con- abbia notoriamente demeritaferma di Py alla direzione to (e non questo certo il caso dell'Odon-thtre de l'Euro- di Py). A sorpresa, invece, dopo molte voci nell'ambiente pe. Olivier Py, 46 anni a luglio, parigino riprese da alcuni siti, regista, drammaturgo e attore giorni fa il ministro Mittere, secondo la sua definizione, rand ha annunciato che non omosessuale, cristiano e uo- avrebbe riconfermato Py (in mo di teatro, era stato nomi- scadenza nel 2012), proponennato alla direzione dell'Odon do invece alla presidenza della nel 2007. Anni di lavoro eccel- Repubblica la nomina di Luc lente, che hanno aperto il tea- Bondy. Nessuno ha gradito. Non tro parigino a incontri e colloqui con personaggi eclettici co- Py, che si detto sconvolto
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

PARIGI Shoot Film not People si legge su un cartello che giocava sul doppiosenso del verbo inglese: sparare e anche riprendere. Ma la frase, che il grande documentarista Leo Hurwitz ha messo nel suo film Dialogue With a Woman Departed, potrebbe servire pure da introduzione a tutta la sua opera. Per ricordare che anche il cinema ha questa doppia valenza: di testimone della realt (quando la riprende) e insieme di strumento dattacco (quando spara su un mondo che non condivide). Lo si visto durante lomaggio che ledizione 2011 del festival parigino Cinma du rel gli ha dedicato, recuperando dal dimenticatoio (anche per merito dello studioso italiano che ha curato le retrospettiva, Federico Rossin) un grande maestro de documentario che questi tempi troppo politically correct rischiavano di rinchiudere in qualche casella pi o meno offensiva: ideologico, settario, estremista, comunista. Non perch non lo sia stato (ha sempre rivendicato con orgoglio le proprie idee), ma perch queste categorie rischiano di appiattire un lavoro che ha diritto anche a molti altri aggettivi: emozionante, impegnato, poetico, coinvolgente. Nato nel 1909 a Brooklyn da genitori russi (la madre faceva Tolstoy di cognome), laureato ad Harward ma appassionato di fotografia e di cinema, dichiaratamente schierato a sinistra, Hurwitz partecipa attivamente al lavoro dei primi documentaristi, quelli che dovevano affrontare le cariche della polizia e dellesercito per filmare gli scioperi dei disoccupati della Depressione. Poi sotto

da un licenziamento affrettato e incomprensibile, visti gli indubbi successi della sua gestione. Non l'opposizione di sinistra, che tramite la segretaria Martine Aubry ha protestato per un tipico capriccio del potente: il benservito di Py mostra perfettamente con quale disprezzo e arbitrio questo governo tratta coloro che non hanno la fortuna di piacergli. Non i tanti amici ed estimatori

di Py, da Patrice Chereau a Isabelle Huppert, da Daniel Auteuil a Pierre Boulez, che hanno firmato un appello in difesa del teatro della democrazia di Py. Infine, il siluramento di Py non piaciuto neppure all'Eliseo, che ha trovato inopportune sia la forma sia la sostanza della decisione di Mitterrand. Spetta al presidente Sarkozy, infatti, nominare i direttori dei sei teatri naziona-

Stefano Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

Native Land Uno dei film pi famosi di Leo Hurwitz

letichetta rivoluzionaria della Frontier Film, insieme al fotografo Paul Strand, allattore nero Paul Robeson, al musicista Marc Blitzstein produce e dirige alcuni dei capisaldi del cinema impegnato americano: Heart of Spain (sulla guerra di Spagna), Native Land (sulla storia del sindacalismo negli Usa), Strange Victory (sulla sopravvivenza del nazifascismo dopo la sconfitta militare, soprattutto nellodio verso i neri, gli ebrei, i cattolici), The Young Fighter (sullo sport come mezzo di elevazione sociale), An Essay on Death (sulla morte di John Kennedy) e molto altro ancora, compreso la documentazione del processo contro Eichmann a Gerusalemme, nel 1961. Rivedere tutti insieme questi film al Beaubourg, insieme ai cinegiornali che si sforzavano di mostrare, a dispetto dellottimismo di facciata del New Deal, la reale condizione di povert e di sfruttamento delle classi pi povere negli anni Trenta, non stata solo una straordinaria lezione di storia. Ha aiutato a esplorare le tante potenzialit del cinema perch Hurwitz (che scomparso nel 1991 a New York) pi che alla parola sempre a rischio retorica ha basato il suo lavoro soprattutto sul montaggio e sulla forza emotiva del confronto tra le immagini. Anticipando nei fatti la riflessione teorica di Godard ma soprattutto aprendo la strada a quei giovani cineasti di oggi che anche sul suo esempio hanno cancellato le distinzioni tra finzione, documentario, pamphlet e film-saggio per mescolare le carte e inseguire solo lefficacia e la forza poetica del cinema.

Paolo Mereghetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nelle sale Faccio un salto allAvana

In una puntata

Brignano e Pannofino fratelli diversi a Cuba


ROMA Enrico Brignano e Francesco Pannofino sono due fratelli romani, davvero molto diversi, che si ritrovano a Cuba dopo sei anni non a caso. quello che succede nella commedia romantica Faccio un salto allAvana a firma di Dario Baldi che uscir nelle sale domani in 370 copie distribuite da Medusa. Protagonisti appunto Fedele (Brignano) e Vittorio (Pannofino) che si rincontrano dopo anni allAvana, quando la famiglia di Vittorio scopre, per puro caso, che luomo non affatto morto come si credeva, ma solo sparito per andare nellisola caraibica dove vive di espedienti per niente leciti. insomma Fedele, uomo pi che corretto come indica anche il suo nome, ad andare a cercare il fratello pi che sbandato che consuma adulteri e debiti col gioco e che ha lasciato a Roma, oltre allamante di turno, moglie e due figlie gemelle che neppure conosce.

Bellucci ospite speciale di Ris Roma 2


ROMA Monica Bellucci ha girato una puntata di Ris Roma 2 (foto sul set). Lattrice arrivata ieri a Cinecitt per le riprese della serie in onda il marted in prima serata su Canale 5. I telespettatori vedranno la scena in una della prossime puntate: lattrice apparir nei panni di se stessa. Nella fiction la Bellucci il sogno proibito del tenente Daniele Ghirelli, interpretato da Fabio Troiano, ma anche lamica del sottotenente Proietti (Lucia Rossi), anche lei di Citt di Castello, come in realt Monica Bellucci.

48
#

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Sport
Brividi Il vantaggio rossonero con Ibrahimovic poi i siciliani replicano con Pastore ed Hernandez Il pareggio di Emanuelson

Strappo
Ibrahimovic a terra con la maglietta strappata. Ieri tornato al gol, ma secondo il Milan gli stato negato un rigore (Bozzani)

Una coppa indigesta


Il Milan padrone del campionato fermato sul 2-2 da un bel Palermo
MILANO Non un paese per le doppiette. In senso calcistico, naturalmente. Il Milan ci tiene, per il Palermo mette le mani, ma soprattutto il risultato avanti, confermandosi squadra indigesta per la capolista qui in versione cacciatrice di Coppa Italia. Prima del derby allora ancora nella breve e dimenticata gestione Cosmi la sconfitta rossonera in Sicilia aveva avvantaggiato lidea che lo scudetto potesse andare perduto. Poi era venuto lo sfolgorante derby del 3-0. In questo caso, regnante di nuovo Delio Rossi, con una partita accorta difensivamente e brillante nel contropiede, il Palermo pone le basi per impedire il doppio logo sulla maglietta milanista dellanno sociale 2011-2012. Il Milan comincia con Ibrahimovic e finisce con Ibrahimovic: imprendibile la prima deviazione che vale il vantaggio, inascoltata (da De Marco) la lamentela per un contrasto che dovrebbe portare al rigore. In mezzo ricchi premi e cotillon. Per essere la bistrattata (malgrado la banda e linno) Coppa Italia, una bella partita, frizzante come questa sera daprile e sia la squadra di Massimiliano Allegri che quella di Delio Rossi la onorano, sferrandosi lun laltra fendenti a colpi di gioco e di gol. Il 2-2 conclusivo, pur penalizzando il Milan, appare punteggio equo e, da parte rossonera, ancora ribaltabile. Alla rete dello straniero di Coppa rossonero risponde Pastore. Due gol allo specchio, con due pregevoli lanci di prima intenzione (Oddo e Pinilla), due conclusioni potenti, due difese imbarazzate, con errori da una parte di Cassani, dallaltra di Papastathopoulos: quello del greco pi grave, come non perfetta la posizione di Amelia sul primo palo. Senza desiderio di maramaldeggiare, ma il povero Sokratis, da qui in poi, si infiler in uno sprofondo di nequizie. In generale il Milan a fare landatura, ma il Palermo, pur partendo da posizione arretrata, con rapide ripartenze guidate dal suo talento Flaco, insidioso. Le manovre pi pericolose della formazione rossonera, invece, transitano sullasse Oddo-Boateng-Ibrahimovic, con il Prince che si avvicina alla porta con un paio di tentativi da fuori. Per, rete in avvio a parte, c qualcosa nel gruppo restituito a Delio Rossi dallinquieto (eufemismo!) Zamparini, che mette i brividi. Sar labilit di palleggio, sar lorganizzazione specialmente a centrocampo (aumentata nel secondo tempo con lingresso di Ilicic), comunque il Palermo appare sempre pronto ad affondare il colpo, come puntualmente succede quando Pastore lancia Hernandez, in posizione legale, verso Amelia. Il sinistro del gioiellino uruguaiano violento, il tentativo di opposizione del portiere inadeguato. A questo punto la concitazione si impadronisce del Milan mentre diminuiscono le forze. Eppure proprio con una spallata che arriva il definitivo pareggio. Ibrahimovic va avanti come una ruspa, il pallone arriva a Emanuelson, che ha rilevato uno svagato (e visibilmente scocciato per la sostituzione) Seedorf, e fa 2-2. Un contropiede di Pastore (avviato da un liscio di Papastathopoulos, ahilui, e stoppato da Amelia, bravo in questo caso) e la protesta di Ibra chiudono la contesa. Lultimo tentativo di Pirlo con Sirigu vigile. Il resto verr regolato a Palermo.

Assemblea Tra bilancio e nomine

Galliani accoglie Barbara: il segno di una continuit


MILANO In futuro probabilmente raccoglier leredit del padre e diventer il numero uno del Milan. Per il momento Barbara Berlusconi, dopo mesi di frequentazione degli uffici di via Turati, diventata il tredicesimo consigliere di amministrazione del club rossonero. La decisione stata ufficializzata ieri pomeriggio nella sede di Fininvest in via Paleocapa, dove lassemblea degli azionisti ha approvato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2010 del gruppo Milan e ha votato lingresso nel cda della terzogenita di Silvio Berlusconi. Sono contento se Barbara ha trovato un lavoro che le piace e la appassiona: una ragazza che mette impegno in tutto quello che fa ha commentato il fratello Piersilvio, vicepresidente di Mediaset. Io non sono dispiaciuto: sono quasi stato tirato dentro il Milan ma bisogna fare una cosa per volta e ora, pur rimanendo un grandissimo tifoso, penso completamente a Mediaset. Barbara, tailleur grigio e capelli raccolti, ha scelto ancora una volta la strada del basso profilo, preferendo non rilasciare dichiarazioni. Lingresso di Barbara significa un rinnovato impegno della famiglia Berlusconi ha commentato raggiante Adriano Galliani. Che poi per ha esibito molti meno sorrisi nellannunciare il rosso del club rossonero. Il bilancio consolidato relativo allanno 2010 si chiuso con perdite pari a 69,7 milioni di euro, un passivo di proporzioni ben differenti rispetto a quello registrato lo scorso anno (9,8 milioni). In calo i ricavi che passano dai 307 milioni del 2009 ai 253 attuali. Inoltre, come si legge nella relazione del cda, fra gennaio e marzo di

Roberto Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Milan Palermo

2 Protesta rossonera 2 Respinto il ricorso,

Barbara Berlusconi (Ansa)

Frenata
Allegri deluso dopo il pareggio in casa contro il Palermo (Ansa)

Marcatori: Ibrahimovic 4, Pastore 14 p.t., Hernandez 7, Emanuelson 31 s.t. MILAN (4-3-1-2): Amelia 5,5; Oddo 6,5, Papastathopoulos 4, Thiago Silva 6,5, Antonini 6; Flamini 5,5, Pirlo 6, Seedorf 5,5 (Emanuelson 6,5 12 s.t.); Boateng 6 (Gattuso s.v. 36 s.t.); Ibrahimovic 7, Cassano 5,5 (Robinho 6 18 s.t.). All. Allegri 6 PALERMO (4-3-1-2): Sirigu 6; Cassani 6, Goian 6, Bovo 6,5, Balzaretti 5,5; Migliaccio 6, Acquah 5,5, Nocerino 6,5; Pastore 7 (Miccoli s.v. 41 s.t.); Pinilla 6 (Ilicic 7 nel s.t.), Hernandez 7. All. D. Rossi 6,5 Arbitro: De Marco 5,5 Ammoniti: Papastathopoulos, Gattuso Recuperi: 0 pi 3

negato un rigore Zlatan penalizzato


MILANO Quando ha sbloccato la gara (con Marco Van Basten in tribuna, in Italia per un torneo di golf) dopo solo 3 minuti con un gol meraviglioso dei suoi, non ha nemmeno festeggiato. Probabilmente la delusione riservatagli nel pomeriggio dalla Corte di giustizia federale, che ha respinto il ricorso contro la squalifica di 3 giornate per le frasi ingiuriose rivolte al guardalinee durante Fiorentina-Milan, ha avuto il sopravvento. Zlatan Ibrahimovic, in campionato, torner a disposizione di Allegri la sera del 7 maggio allOlimpico per la sfida con la Roma. La squalifica resta confermata: il centravanti svedese sar perci costretto a saltare sia la trasferta di Brescia della vigilia di Pasqua sia la successiva sfida (interna) con il Bologna. inutile che dica quello che penso, non serve a nulla ha dichiarato ieri Adriano Galliani a margine dellassemblea dei soci, prima ancora di conoscere il verdetto della Corte di giustizia federale. Prenderemo atto della decisione. Comunque continuo a vedere comportamenti di giocatori pi meritevoli di una sanzione di quanto non fosse Ibrahimovic, ma trattati diversamente. Massimiliano Allegri che accetta il risultato: Era importante non andare incontro a una sconfitta cos da poterci giocare a Palermo laccesso alla finale si lamenta per il comportamento dei fischietti con il suo attaccante. Cerano gli estremi per un rigore su di lui. Capisco che essendo forte fisicamente difficile

fischiargli un fallo a favore. Ma qualche volta potrebbero concederglielo... Questanno gli avranno fischiato due o tre falli a favore in tutta la stagione. Ci sono circostanze in cui stato penalizzato, anche se in altre occasioni lui ha sbagliato. Eppure quando in campo sta zitto, non rompe le scatole a nessuno. Da oggi si ripensa alloperazione scudetto. Nulla viene lasciato al caso. Per evitare di restare incastrati nel traffico del venerd santo in autostrada, ho deciso di affittare un treno charter che parte da Gallarate e arriva a Brescia ha raccontato lad rossonero. Non possiamo sbagliare la partita ha concluso il tecnico.

Adriano Galliani (Reuters)

m.col.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Sport 49
#

LInter a Londra ha ridato a Platini la Champions


Le pagelle Milan

MILANO LInter ha restituito la Champions League a Michel Platini, ieri a Londra, che il 28 maggio ospiter la finale per la sesta volta a Wembley. Ieri mattina alla Guildhall, il palazzo delle cerimonie della City, alla presenza dei vertici Uefa, del c.t.

inglese Fabio Capello e dei dirigenti dellInter (Bedy Moratti, Paolillo, Figo e Toldo), il presidente Platini lha poi consegnata nelle mani del sindaco di Londra, Boris Johnson, e di David Bernstein, presidente della Federcalcio inglese. Per lInter

la vita continua. Ieri la squadra ha cominciato a preparare la partita di sabato contro la Lazio, decisiva per arrivare in Champions: lobiettivo quello di recuperare Etoo, che ha saltato la Roma per una distorsione alla caviglia. Migliora Thiago Motta.

Coppa del Re Cristiano in gol ai supplementari. Primo titolo per Jos con il Real

Seedorf Cavaliere infastidito


5,5 AMELIA Sorpreso sia da Pastore che da Hernandez: soprattutto sul 2-1 delluruguaiano sembra impreparato. Si riscatta nel finale con una respinta su Pastore. 6,5 ODDO Gran lavoro sulla fascia, che si traduce in cross preziosi: per il gol a freddo di Ibra e per altre occasioni sciupate. 4 PAPASTATHOPOULOS Parte male, su Pinilla e poi su Pastore che segna l1-1. Preso in mezzo anche da Hernandez e nel finale ancora da Pastore. Tremebondo. 6,5 THIAGO SILVA Strappa applausi per una chiusura su Hernandez. Impeccabile. 6 ANTONINI Si fa vedere in avanti con un tiro interessante. Dietro tiene gli occhi aperti. 5,5 FLAMINI Non d lintensit e soprattutto la continuit necessarie. 6 PIRLO Torna titolare dopo tre mesi e un po si vede. Gestisce comunque con mestiere e nel finale sfiora il gol con un tiro teso da fuori. 5,5 SEEDORF Oggi diventa Cavaliere dellOrdine di Orange e Nassau: al Palermo dedica solo unazione (con cross) dopo mezzora. Lascia infastidito per il cambio. 6 BOATENG Moto perpetuo su tutto il fronte dattacco. Nella ripresa cala, imbrigliato dal Palermo. 7 IBRAHIMOVIC Non segnava su azione dal 29 gennaio. Si sblocca con un destro al volo. Al 28 pecca di generosit in area. Ci riprova con una girata al 45, ma Sirigu para. Il 2-2 nasce da una respinta su di lui. Presente. 5,5 CASSANO D segnali importanti mettendo a disposizione due buone idee a Boateng e Ibra. Poi basta. 6,5 EMANUELSON Si presenta con due cross fuori misura. Si fa perdonare col tiro teso del 2-2. 6 ROBINHO Fa volume, ma stavolta non ha nemmeno occasioni da sprecare. 6 ALLEGRI Sofferente in difesa, veloce solo a tratti in avanti: il Milan tiene almeno la qualificazione aperta. E non poco.

Mou&Ronaldo, uno sberleffo alle certezze del Barcellona


Corsa e coraggio, Messi frenato. I nerazzurri saranno felici
DAL NOSTRO INVIATO

Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

questanno Fininvest a richiesta della societ ha provveduto a effettuare versamenti in conto capitale e/o copertura perdite per complessivi 38,1 milioni di euro. Ci pensa Galliani a spiegare i numeri: Si sono incrementati i ricavi da stadio e commerciali, mentre si sono ridotte le plusvalenze (non avendo effettuato cessioni eccellenti) e i ricavi da diritti tv dopo la centralizzazione della vendita di essi. I piccoli azionisti, battaglieri e ambiziosi, nonostante il primato hanno chiesto allad rossonero di non arrestare gli investimenti. Anche se vinciamo lo scudetto non dobbiamo fermarci ha dichiarato un azionista . Di certo dovremo ridurre il monte spese, in previsione del fair play finanziario che en-

Le pagelle Palermo

Ilicic puntella e d velocit


6 SIRIGU Salva prima dellintervallo su una girata di Ibra. E nel finale su Pirlo. Efficace. 6 CASSANI Il cross di Oddo dopo 3 ha leffetto di una pugnalata alla schiena: Ibra sbuca da dietro e non perdona. Sempre sotto pressione, si risolleva comunque bene. 6 GOIAN Statuario ma non statico, fa sentire a Ibra la sua presenza. 6,5 BOVO Attento, con le cattive maniere quando serve. 5,5 BALZARETTI Il duello con Oddo non pende dalla sua parte. 6 MIGLIACCIO Sofferenza e sacrificio sono il suo mestiere. Lo fa con applicazione. 5,5 ACQUAH Occupa il centrocampo con personalit, ma commette due errori gravi. Da rivedere. 6,5 NOCERINO Difensore aggiunto nel primo tempo, d pi respiro al gioco nella ripresa. 7 PASTORE Il gol, ma tanto altro: al 45 Amelia devia con la punta delle dita unaltra conclusione pericolosa. Sveglio negli inserimenti, suoi e dei compagni, sfiora anche il 3-2 rimanendo in partita fino allultimo. 6 PINILLA Da applausi lassist per il gol di Pastore. Poi scivola in area al momento del tiro e si mangia le mani. Esce nellintervallo. 7 HERNANDEZ Nel primo tempo si fa vedere poco, poi entra nel vivo del gioco e inventa un gol bellissimo, misto di tecnica e pura incoscienza. 7 ILICIC Nella ripresa puntella il centrocampo, dando un grande contributo nel velocizzare i cambi di fronte. 6,5 ROSSI Il Palermo bravo a riprendersi subito da una partenza choc, con la qualit dei suoi attaccanti ma anche con un assetto intelligente. Nella ripresa lui ha il coraggio di cambiare e linserimento di Ilicic mette in ulteriore difficolt il Milan. La finale alla portata.

VALENCIA Ride Madrid, in fondo a 120 minuti di football vero, non bellissimo ma teso, corso, giocato, picchiato e sudato da due grandi squadre. Ride Ronaldo, che decide al 103 con il suo 42 gol stagionale, uno stacco di testa fenomenale su splendido cross di Di Maria. E ride Mourinho, che vince la sua 13 finale (su 18), conquista il suo primo titolo con il Real ma soprattutto dimostra ancora una volta la possibilit dellimpossibile, sconfiggendo i Maestri riconosciuti da tutti ma non da lui. Jos lo fa alla sua maniera, con una mossa che uno sberleffo sia al Bara che agli ortodossi madridisti: c uno stopper a centrocampo, daccordo, ma dov la vergogna se poi trionfi con merito, riporti a casa una Coppa che il Real non vedeva da 18 anni e, dopo l1-1 di sabato nella Liga, incrini definitivamente le certezze di Guardiola e soci alla vigilia della grande semifinale di Champions? Lo 0-5 di novembre al Camp Nou lontano e al Mestalla ieri nessuno dei 25mila in maglia bianca si vergognato di invocare Mou mentre i giocatori in campo lo lanciavano in aria. Forse, come accadde con lInter (I tifosi nerazzurri saranno felici per me, dir Jos alla fine), sar dalla Coppa nazionale che le Merengues prenderanno lo slancio per traguardi pi grandi. Di certo ieri qualcosa di nuovo e grande apparso nel calcio dEuropa, e c da pensare che non si fermer. La vittoria del Real figlia di un copione previsto. Mourinho, supremo guastatore dei sogni altrui, incarica i suoi di smontare la Filarmonica blaugrana pezzo per pezzo: scordare i violini, distruggere i violoncelli, rubare la bacchetta al direttore dorchestra, trasformare la sinfonia catalana in

una cacofonia punk che faccia perdere la cabeza ai Maestri e ribalti la Storia. Per questo Jos esclude i tre centravanti della rosa (Higuain, Benzema e Adebayor), schiera Ronaldo punta e piazza ancora Pepe in mediana a ringhiare su persone, fili derba, malleoli, tutto. Guardiola non fa un pliss e forse questa scarsa flessibilit a punirlo. Ma il 4-3-3 una fede che non ammette deroghe, e se poi Puyol non al meglio ecco che il suo posto in difesa lo prende Mascherano, un centrocampista. Lo scontro di calcio, filosofia e politica (i catalani fischiano linno spagnolo, i madridisti lo cantano sventolando la bandiera nazionale) inizia presto. E, tra falli e fallacci che aizzano unarena-bolgia e che larbitro Undiano Mallenco faticher a gestire fino alla fine, il Real entra meglio in partita. Si

gioca a strappi, stacchi isterici da videoclip in cui il Bara, scollegato e nervoso, gioca contronatura, persino col lancio lungo. Mentre Villa e Arbeloa quasi fanno a pugni, il Real punge (due chance per Ronaldo) e il Bara resta incartato come il pesce al mercato: Messi ha una folla intorno, le fasce sono blindate da Ozil, Di Maria e raddoppianti vari, Iniesta e Xavi devono telefonarsi per trovarsi. Trova invece il palo

Pepe (44), straripante di testa su cross ancora di Ozil. Un tempo del Bara senza tiri non si era mai visto e allora nella ripresa i blaugrana cambiano faccia, favoriti anche dal fatto fisiologico che pure i pitbull prima o poi rifiatano. Iniesta e Alves spingono, Messi mette la modalit videogame e al 24 manda in gol Pedro: giustamente annullato per offside. Mou toglie Ozil per Adebayor, ma i protagonisti diven-

Barcellona Real Madrid

0 1
tano i portieri: Casillas ferma Messi, Pedro e Iniesta; Pinto, portiere di Coppa, dimostra che a 35 anni si pu ancora volare, stoppa Di Maria e manda il match ai supplementari. Il Real, senza braccino al momento del dunque, li affronta con pi lucidit e coraggio, segnando, respingendo gli ultimi scoordinati attacchi blaugrana (Piqu allarrembaggio come con lInter), sfiorando il raddoppio (Adebayor e Ronaldo) e poi trionfando, dimostrando alla fine che il sangue di Mou si gi fuso con quello blanco.

Marcatore: C. Ronaldo 13 p.t.s. BARCELLONA (4-3-3): Pinto 6,5; D.Alves 6, Mascherano 6,5, Piqu 6, Adriano 5,5 (Maxwell s.v. 14 s.t.s.); Xavi 6, Busquets 6 (Keita s.v. 3 s.t.s.), Iniesta 6,5; Pedro 6,5, Messi 6,5, Villa 5,5 (Afellay s.v. 1 s.t.s.). All.: Guardiola 5,5 REAL MADRID (4-1-4-1): Casillas 6,5; Arbeloa 6, S.Ramos 6,5, Carvalho 7 (Garay s.v. 15 s.t.s.), Marcelo 6,5; Xabi Alonso 7; Ozil 6,5 (Adebayor 6 25 s.t.), Khedira 6,5 (Granero s.v. 14 p.t.s.), Pepe 7, Di Maria 7, 5; C.Ronaldo 8. All.: Mourinho 8 Arbitro: Undiano Mallenco 5,5 Espulso: Di Maria 15 s.t.s. Ammoniti: Pepe, Pedro, Xabi Alonso, Messi, Adebayor, Adriano Recuperi: 1 pi 2

Il matador
In alto, Sergio Ramos, del Real, imita il torero con la muleta: il Bara matato. Sopra, il trionfo di Jos Mourinho (Afp)

Alessandro Pasini
RIPRODUZIONE RISERVATA

I conti Nel 2010 il club ha chiuso con 69,7 milioni di rosso Lad: Non cederemo giocatori importanti
trer in vigore nel 2012. I giocatori in scadenza di contratto ne sono consapevoli. Ma ora sono tutti concentrati sul finale di stagione ha replicato il vicepresidente. Di certo la cessione di Ronaldinho avvenuta in unottica di risparmio. Pur essendo stato venduto a gennaio stato spesato nel 2010, mentre i benefici si vedranno nel prossimo bilancio ha spiegato lad milanista . Abbiamo risparmiato 12-13 milioni fra ingaggio e commissioni al procuratore. Per il futuro Galliani non si sbilancia: C un gentlemens agreement con Preziosi per Boateng: ritengo che nella finestra di mercato di giugno il centrocampista verr riscattato. Non ci saranno cessioni eccellenti.

Elogi dalla stampa inglese

Balotelli bravo ragazzo Mille sterline a un senzatetto


LONDRA Per un giorno good boy, bravo ragazzo. Mario Balotelli regala mille sterline a un senzatetto, dopo averne vinte 28mila in un casin di Manchester, e la stampa inglese scopre lanima generosa del talento italiano, finora noto per risse e bravate. SuperMario, in compagnia della stella del Blackburn Rovers Chris Samba, aveva trascorso una serata fortunata in un casin: al momento delluscita si imbattuto in un homeless gi incontrato altre volte e ha deciso di condividere con lui parte della vincita. Quel ragazzo non poteva credere ai suoi occhi racconta un amico al Sun, Nuova immagine finora tra i giornali pi critici con Balotelli, Mario Balotelli, che ora ha avviato la rivalutazione , con protagonista quei soldi camper per mesi. Mario di risse e bravate, davvero generoso. D sempre 20 sterline ai stato elogiato ragazzi che distribuiscono "Big Issue", il per la sua generosit magazine dei senzatetto.
(Ansa)
RIPRODUZIONE RISERVATA

p.tom.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA

50 Sport
Lintervista Il figlio di Glenn Hysen, ex Fiorentina, uscito allo scoperto

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Pass invalidi

Anton, calciatore e gay In Italia non lavrei detto


Anche in Svezia mi insultano, ma non volevo pi nascondermi
DAL NOSTRO INVIATO

Nessun giocatore indagato a Bologna


BOLOGNA Una mattinata in Procura per il portiere della nazionale Emiliano Viviano (foto) e per il capitano rossobl Marco Di Vaio. Il bomber e il numero 1 del Bologna sono stati sentiti dal pm Valter Giovannini come persone informate sui fatti nellambito dellinchiesta sui pass invalidi. Le targhe delle auto di 8 giocatori del Bologna, nessuno indagato, sono associate ai permessi regolari rilasciati dal Comune a Marilena Molinari (i giocatori mi aiutano, tutto qui) e sua madre. La Molinari unamica di lunga data del club rossobl che precisa la totale estraneit ai fatti. Grazie alla smarcatura della targa i calciatori

Louting

GTEBORG Qui, nella bionda, civile, laica e tenacemente monarchica Svezia, il peggio che ogni weekend gli pu capitare qualche finocchio! che piove gi dagli spalti del campetto dellUtsiktens Bk, berciato da uno dei duecento biondi, civili, laici e forse tenacemente monarchici tifosi avversari saliti fino a Gteborg per insultare lui, il primo calciatore professionista dichiaratamente gay dai tempi della favola nera di Justin Fashanu: coming out nel 90 e un suicidio per impiccagione otto anni dopo essere stato rigettato dal mondo del calcio come un organo trapiantato male. Anton Hysen, 20 anni, figlio orgoglioso di uno degli atleti che negli anni 80 contribuirono ad alimentare il mito del calciatore-macho, Glenn Hysen (difensore di Fiorentina e Liverpool, un indimenticato tackle sulle caviglie di Gary Lineker a Wembley che ancora tra i ricordi pi cari della Kop), due orecchini, un piercing sulla lingua, otto tatuaggi destinati a crescere (Ynwa sul braccio: sta per Youll never walk alone, il coro-totem della curva del Liverpool, citt dove nato), uno zio omosessuale, una cugina lesbica, terza stagione nella divisione 2 svedese (pi di una Lega dilettanti, meno di una serie C italiana), il ragazzo finito in copertina sul Guardian e, a cascata, su tutti i quotidiani. Sei la quinta giornalista che viene a intervistarmi. Ma la prima non inglese dice, tirandosela un po, davanti a una carbonara fumante . E perch, poi? Perch sono gay. Ma cosa avr di cos speciale...?. Niente, in effetti. Pi aderente alla delicata iconografia dei personaggi di E.M. Forster che a un certo burlesque da Gay Pride (Oh, quelle forme di esibizionismo della propria omosessualit non fanno per me, cos come non sono attratto dai gay effemminati, che pure mi corteggiano), Anton pur essendo ingenuo e a digiuno di cose della vita sa benissimo che una storia come la sua in Italia non avrebbe diritto di cittadinanza. Non ho niente da nascondere, ho fatto coming out per poter vivere me stesso alla luce del sole. Certo vivo in Svezia, un Paese ateo

Chi Anton Hysen, 20 anni, un calciatore svedese della divisione 2 di Svezia. il figlio di Glenn Hysen (difensore di Fiorentina e Liverpool), che attualmente e anche il suo allenatore allUtsiktens Bk. Anton gay e, a marzo, lo ha rivelato al magazine svedese Offside Nel calcio Anton il primo calciatore del suo Paese a essersi dichiarato. Prima di lui cera stato il caso di Justin Fashanu, in Inghilterra: coming out nel 90 e un suicidio per impiccagione otto anni dopo Negli altri sport Martina Navratilova dest scandalo nel tennis; Gareth Thomas un rugbista gallese (vanta il record di presenze nella sua nazionale) e nel dicembre 2009 ha rivelato di essere gay; sempre nel rugby coming out anche dellarbitro Nigel Owens; Greg Louganis stato uno dei pi grandi tuffatori di tutti i tempi (4 ori olimpici): nel 94 dichiar di essere gay, un anno dopo ammise di essere sieropositivo

tra A suo padre nton Hysen, 20 ann i, G Liverpool lenn, difensore ne in campo e, sopra , (All over p g ress/Almg li anni 80 di Fioren con ren) tina e

Controco rrente A sinis

e liberale, una scelta del genere in una nazione cattolica come lItalia sarebbe stata pi difficile. Ai tifosi dovrebbe interessare che sono un giocatore tecnico e non velocissimo, se mi schierano in difesa o esterno di centrocampo, e non con chi vado a letto. Ti insultano? Certo che mi insultano. E cosa dicono? Finocchio! Giochi come una femminuccia! Cose cos.... E tu come reagisci? Sento i cori, penso che provengono da gente ignorante e immatura, torno a concentrarmi sulla partita. E i tuoi compagni di squadra come hanno reagito? Bene. Sono persone gentili e rispettose. Tuo padre Glenn il coach dellUtsiktens Bk. S, ma non centra. Lui

non viene sotto la doccia con noi. E sotto la doccia cosa succede? Ma niente. I soliti scherzi, le solite battute... . Tipo? Tipo: c Anton, non lasciate cadere il sapone ragazzi!. avvilente o divertente? Non mimporta, a volte ci scherzo su anchio, normale. Io non sono religio-

I compagni hanno reagito bene


Temevo il giudizio di mio padre. Mi ha ascoltato e mi ha detto: ti sosterrei anche se volessi fare la ballerina classica

so. Credo in me stesso, nella mia famiglia e nei miei amici. Vivo giorno per giorno. Il resto non mi preoccupa. Tutto qui? Tutto qui. il perimetro di questo playground, campo di Vastra Frolunda, verde periferia di Gteborg, paesone socialdemocratico e liberale, mezzo milione di abitanti pi interessati allafflusso di immigrati dalla Danimarca che allomosessualit di Anton, a definirne portata e dimensioni. Martina Navratilova, che con il suo coraggio incosciente perse fior di contratti, sfid il mondo. Gareth Thomas si lanci a mani nude dentro la mischia pi furibonda dello sport, il rugby. Greg Louganis perse sangue dentro una piscina olimpica, non nella vasca da bagno di casa sua. E Nigel Owens, arbitro della palla ovale, disse la verit che Anton inghiotte insieme a un sorso di sidro, protagonista di una bega di condominio e, certo, non di una guerra mondiale come gli altri: Se fossi un arbitro di calcio non avrei mai ammesso di essere gay. La sua vita, fin qui, sembra un reality di Mtv. Avevo una fidanzata bellissima quando, due anni fa, mi resi conto di essere attratto dai ragazzi. Mi sono confidato con mia cugina, la lesbica. Poi lho detto a mia madre Helena. Infine a mio padre Glenn, la persona di cui pi temevo il giudizio. Pap mi ha ascoltato e poi ha detto: non potrei essere pi fiero di te, ti sosterrei anche se volessi fare la ballerina classica. La scelta di Anton stata raccontata da Offside , magazine svedese di calcio. Da l partito il traversone per lEuropa: Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Italia, le terre proibite dove questa mentalit, tra la gramigna del calcio omofobo e continentale, avrebbe attecchito meno. Siamo nel 2011, basta ipocri-

sie, qualcuno doveva rompere il ghiaccio e io lho fatto sorride Anton baldanzoso di giovinezza e inesperienza, senza sapere che una curva di San Siro o una frangia dellOlimpico capace di fermare un derby sarebbero una psicoterapia sconsigliata da chiunque. Mamma Helena teme che, se in futuro passasse a una squadra pi forte (Certo che giocherei in Italia, ma il sogno proibito il Liverpool di Gerrard, il mio eroe), con una tifoseria pi ampia e agguerrita, Anton possa finire nei guai. E, magari, pentirsi dellonest di cui ha vestito questa piccola notoriet che in fondo lo lusinga (I miei parenti gi lo sapevano: non ho fatto coming out per pubblicit, non me n venuto niente in tasca...), anche se chiaro che i fragili parastinchi dellUtsiktens poco possono contro i tackle violenti dellesistenza. Ma Anton si fa forte dei valori che sente di rappresentare (Lealt, verit, umilt: non arrivi da nessuna parte con gli atteggiamenti di Balotelli, che pure un attaccante straordinario...), delle decisioni che ne stanno indirizzando le giornate, della vita che si scelto. Lavora part time alla catena di montaggio della Volvo locale. Non fidanzato. Se uscirei con un calciatore? Se fosse carino, perch no? ride, inconsciamente fedele allo stereotipo pi duro da sradicare. Desidera uno stipendio migliore, un futuro luminoso, un amore vero. Come tutti, uomini e donne, gay e etero. Ecco perch alla fine, quando larbitro fischia il novantesimo e sotto la doccia ricominciano quegli scherzi infantili, la storia di Anton Hysen uguale a quella degli altri dieci uomini in campo. Compresi quelli che fanno i disinvolti, e poi tengono davvero stretto in mano il sapone.

potevano accedere al centro senza incorrere in multe. Di Vaio, che proprio due giorni fa aveva ricevuto dal commissario straordinario Anna Maria Cancellieri, il Nettuno dOro riconoscimento che premia i personaggi che hanno dato lustro alla citt ha spiegato: Ci siamo fidati di questa signora. Se abbiamo sbagliato, peraltro in buona fede, ne pagheremo le conseguenze, noi e lei. Ora, dopo il Nettuno dOro aspetto il Tapiro doro. Puntualmente arrivato ieri pomeriggio. La Procura aveva gi sottolineato che nessun calciatore ha il permesso handicap: Precisiamo ha detto Giovannini che nessun giocatore risulta titolare di permessi. Vogliamo solo capire perch le loro targhe sono associate al pass. Duro il vicepresidente rossobl Maurizio Setti: Mi pare che la Procura stia ingigantendo tutto.

Isabella Lami
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gaia Piccardi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

Sport 51 Fotofinish
CALCIO

Ciclismo Nella classica belga con il traguardo in salita battuti gli spagnoli Rodriguez, Sanchez e Contador

Gilbert doma il Muro, flop azzurro


Il vallone trionfa anche nella Freccia, Nocentini (31) miglior italiano
Le Fiandre ai fiamminghi, la Vallonia ai valloni. Il Belgio si divide anche le classiche pi amate e prende atto della scomparsa dellenclave azzurra tra le Ardenne: nella Freccia Vallone, una classica vinta ben 18 volte dagli italiani (con 40 podi complessivi), non c traccia di nostri corridori tra i primi trenta dellordine darrivo. Il migliore, trentunesimo, Rinaldo Nocentini, con il binocolo al collo per guardare il vincitore: Philippe Gilbert, dopo le ctes olandesi dellAmstel Gold Race di domenica scorsa, doma anche il muro di Huy e sul traguardo pi difficile (per le sue pendenze elevate) si toglie anche lo sfizio di festeggiare prima dello striscione a braccia alzate. Una prova di forza per certi versi inaspettata, perch sugli ultimi 900 metri con pendenze al 12% cerano corridori pi leggeri (come Rodriguez e Contador) che partivano favoriti. Ma la condizione di forma del 28enne di Liegi, terzo anche alla Milano-Sanremo il 19 marzo, debordante: Contador, ancora a caccia della prima grande classica, si deve accontentare dellundicesimo posto, mentre Rodriguez chiude secondo come domenica scorsa e a questo punto tra i favoriti anche della Liegi-Bastogne-Liegi di domenica prossima. Naturalmente dietro a Gilbert che sogna di rompere lincantesimo nella corsa che passa per casa sua, dopo aver vinto due Giri di Lombardia e due Amstel. La tripletta nelle Ardenne riuscita a un solo corridore, Davide Rebellin, nel 2004. Il veronese ha

Oggi due anticipi di B Derby Padova-Vicenza


Oggi (20.45) due anticipi di B: Padova-Vicenza e PescaraFrosinone. Classifica: Siena 72; Atalanta 70; Novara 60; Varese 59; Torino 51; Reggina 50; Vicenza 49; Empoli e Pescara 48; Padova, Livorno, Crotone, Modena 46; Grosseto 44; Sassuolo, Piacenza e AlbinoL. 42; Cittadella 40; Ascoli 39; Portog. 37; Frosinone e Triestina 34

Ora la Liegi
Al traguardo 1. Gilbert (Bel) 201 km in 4.5457 2. Rodriguez (Spa) 3 3. Sanchez (Spa) 5 4. Vinokourov (Kaz) 6 11. Contador (Spa) 15 31. Nocentini 36 45. Bellotti 49 50. Basso 54 61. Cunego 119 80. Di Luca 144 Pasqua a Liegi Domenica si corre la Liegi-Bastogne-Liegi vinta lanno scorso dal kazako Vinokourov.

spettare o come minimo portare sfortuna al buon Gilbert. Non questa lintenzione, anche perch Gilbert, cresciuto in una squadra francese, non mai stato un corridore chiacchierato. Ma bisogna pure considerare che il paesaggio del ciclismo viene ridisegnato ogni anno da tribunali e laboratori, quindi ci sta che il belga, nel pieno della sua maturit, anche tattica, corra di fatto contro avversari molto inferiori: lo stesso Contador ha nel mirino il Giro, non certo la Freccia. Sono molto sorpreso anchio dice non a caso Gilbert perch sulle pendenze del Muro non mi sono mai trovato troppo a mio agio. stata una vittoria fenomenale: mi sembrava di essere in

BASKET

Recupero 9 di ritorno Siena travolge Brindisi


La Montepaschi Siena ha battuto lEnel Brindisi 100-73 nel recupero della nona giornata di ritorno di serie A. Classifica: Siena 46; Cant 40; Milano 36; Bologna, Avellino, Varese, Treviso 26; Caserta, Roma, Sassari, Pesaro 24; Cremona 22; Montegranaro 20; Biella 18; Brindisi e Teramo Teramo 16.

Re delle classiche
Philippe Gilbert taglia il traguardo del muro di Huy celebrando la vittoria alla Freccia Vallone dopo la seconda Amstel vinta domenica (Ap)

vinto a Huy anche nel 2009 e pochi giorni dopo ha appreso della sua positivit allEpo-Cera allOlimpiade di Pechino. Anche Danilo Di Luca le ha vinte tutte e tre, ma non di fila: la doppietta Amstel-Freccia gli era riuscita nel

2005. Ieri labruzzese tornava a certi livelli dopo lo stop per doping (Cera pure lui). Sottolineare che anche lo spagnolo Alejandro Valverde ha vinto di fila Freccia e Liegi e in seguito stato appiedato dallantidoping vorrebbe dire so-

Scarponi leader Al Giro del Trentino vittoria della 2 tappa al francese Voeckler, il leader Scarponi.

Fenomenale una vittoria fenomenale, sono sorpreso anchio


uno stadio di calcio, con un tifo pazzesco. Ho attaccato da lontano, forse troppo, ma grazie alla mia esplosivit ho preso un bel vantaggio e questo ha demoralizzato i miei avversari. La Liegi? Non cambia nulla: ero il favorito e lo sono a maggior ragione. A Pasqua ci sarebbero anche Basso (che non sta bene), Cunego (che ieri caduto) e Di Luca: battere un colpo, nella nostra Liegi sarebbe gi qualcosa.

VOLLEY

Modena in semifinale Oggi Macerata-Treviso


Modena vince gara 5 sul campo del Monza e si qualifica per le semifinali scudetto. Gli emiliani si sono imposti 3-0 (parziali 25-23, 26-24, 25-20 e in semifinale affronteranno Trento. Oggi si chiude laltro quarto di finale con gara5 tra Macerata e Treviso (ore 20.30, diretta Rai Sport 1). La vincente se la vedr in semifinale con Cuneo.

La smentita di Ecclestone

Formula 1 a Murdoch? Spazzatura

MILANO La Formula 1 non in vendita. Bernie Ecclestone, responsabile dei diritti commerciali del Circus, non d peso alle voci secondo cui News Corporation, la compagnia che fa capo a Rupert Murdoch, starebbe formando un consorzio

con il miliardario messicano Carlos Slim, in grado di acquisire il controllo della F1. solo spazzatura. La F1 non in vendita e in ogni caso non la venderemmo mai a una societ di media perch restringerebbe la capacit di negoziare con gli altri

produttori tv, commenta Ecclestone. Bernie, 80 anni, impegnato nelle negoziazioni con team e Federazione per il rinnovo del Patto della Concordia che definisce la spartizione dei soldi e il futuro del Circus.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

COLLABORATORI FAMILIARI
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 allindirizzo internet:

1.6

RICHIESTA

6.2

DOMESTICO srilankese decennale esperienza. Stiro, patente, cameriere, cucina di base, anziani. 329.40.64.188.

www.piccoliannunci.rcs.it

oppure tutti i giorni feriali a: MILANO : tel.02/6282.7555 02/6282.7422, fax 02/6552.436. BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028. FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34. BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126. NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712. BERGAMO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 035/35.87.77, fax 035/35.88.77. COMO : tel. 031/24.34.64, fax 031/30.33.26. CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610. LECCO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0341/357400 fax 0341/364339 MONZA : Pubblicit Battistoni tel. 039/32.21.40 039/38.07.32, fax 039/32.19.75. OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084. PADOVA : tel. 049/69.96.311, fax 049/78.11.380. PALERMO : tel. 091/30.67.56, fax 091/34.27.63. PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72. RIMINI : Adrias Pubblicit di Rimini tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003. ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98184896 fax 06/92911648 SONDRIO : SPM Essepiemme s.r.l. tel 0342/200380 fax 0342/573063 TORINO : telefono 011/50.21.16, fax 011/50.36.09. VARESE : SPM Essepiemme s.r.l. tel 0332/239855 fax 0332/836683 VERONA : telefono 045/80.11.449, fax 045/80.10.375. Per la piccola pubblicit allestero telefono 02/72.25.11 Le richieste di pubblicazione possono essere inoltrate da fuori Milano anche per telefax e corrispondenza a Rcs Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra riportati. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

2
IMPIEGATI

RICERCHE DI COLLABORATORI
2.1

BANCHE multinazionali necessitano di appartamenti o uffici. Milano e provincia 02.29.52.99.43. MULTINAZIONALE cerca per dipendente bilocale/trilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25.

ATTENZIONE Toscana nel cuore della Maremma favolosa dimora in casale completamente restaurato in puro stile toscano, giardino, parco, patio, piscina. 79.000 euro. 035.41.23.029. COSTA AZZURRA da Mentone a Cannes tutti gli appartamenti nuovi, da 100.000 a euro 8.500.000 italgestgroup.com 0184.44.90.72. FORTE DEI MARMI elegante villa mq. 300 giardino mq. 1500, piscina. Oggiano 347.27.80.687. FORTE DEI MARMI magnifica villa, 260 mt abitabili, 900 mt giardino, zona centrale. Proprietario +39.334.18.82.435.

8
OFFERTA

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI


8.1

VITTOR PISANI negozi, magazzini varie metrature carico/scarico. Liberi o occupati. 02.67.07.53.08.

10

ANTIFIRE company in Milan seeking sales account, techinal knowledge, availability business travel abroad, max 35 year old. c.v. at bonolor@virgilio.it

IMMOBILI TURISTICI

AGENTI RAPPRESENTANTI

2.2

ELIANA MONTI club Milano seleziona venditrice/ore per lavoro in sede. Richiedesi: et 30-50 anni, ottima presenza, forte personalit, disponibilit full time/ p.time. Inviare curriculum a info.milano@elianamonti.it o al fax 02.66.70.33.05.

Golf & Country Village Stintino VILLE ESCLUSIVE da euro 170.000,00 anzich euro
250.000,00. Possibilit piscina. 335.21.85.03 - 030.22.40.90 gruppor.it

LAGO DORTA un angolo di paradiso adun ora da Milano, proponiamo diverse soluzioni immobiliari: villette nuove, bilocali con giardino, rustici e case storiche. www.crespirealestate.com Tel. 334.19.83.293 - 0323.86.69.64. LANGHE Valle Uzzone Cortemilia, casale ristrutturato, quattro unit abitative arredate mq. 500, autorimessa, mq. 72.000 terreni. Euro 595.000,00. Privato vende 0363.90.31.66. LIGURIA a 5 m. (metri capito!) mare magica Bordighera ultime per chiusura cantiere arredate giardino piscina spiaggia privata solo euro 159.000 costava euro 199.000. Pazzesco! Vieni a vederla con lassegno. Tel. 035.47.20.050. NOLI (Sv) Nellantica Repubblica Marinara, opportunit unica: direttamente da impresa proponiamo ultimi bilocali - trilocali con box; centralissimi, vicino mare. Tel 019.67.76.99 - 339.18.95.414. PRIVATO vende due appartamenti otto minuti Portovenere / Cinque Terre. Panorama incomparabile. 331.85.89.857. SARDEGNA Baia Caddinas, direttamente sul mare villino con vista panoramica. 0789.66.575 www.euroinvest-immobiliare.com SARDEGNA Stintino 49.000 climatizzata 300 mt. mare caraibico favolosa nuovissima suite su un piano giardino esclusivo rendita 4%. Pazzesco prezzo imbattibile! No mediazione. Tel. 035.47.20.050.

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA


5.1

VENDITA MILANO CITTA'

VALGARDENA ORTISEI

CASSIODORO 24 fronte parco CityLife ristrutturati a nuovo prestigiosi appartamenti varie metrature 02.48.01.18.83 www.granvela.it MANSARDA Cenisio adiacenze ampio salone, due letto, cucina abitabile, tripli servizi, terrazzi, possibilit box doppio. Tel. 02.66.98.38.87 - 349.84.01.532. MM MACIACHINI trilocali nuova costruzione. Piani alti. Possibilit box. 02.69.90.15.65 - http://murat.filcasa.it MM ZARA nuova costruzione splendido attico 3 locali con riservati terrazzi. Box. 02.88.08.31. PAOLO LOMAZZO 52 direttamente il costruttore propone edificio prestigioso nuova realizzazione varie metrature, terrazzi, box. 02.34.59.29.72 www.52greenway.it PIAZZA NIZZA attici panoramici, due livelli, ampi terrazzi, soggiorno, cucina, tre camere, triservizi. Pronta consegna. 02.69.90.15.65 - 02.88.08.31. SARPI adiacenze MM Moscova palazzina depoca vendiamo loft personalizzabili contesto signorile. 02.34.93.07.53 02.88.08.31. TACCIOLI adiacenze stazione Affori, nord Affori in splendida corte, bilocale nuovo Euro 195.000. Box. 02.66.20.76.46. VIA BUSSETO contesto depoca ristrutturato bilocali nuovi mansardati, terrazzo. Pronta consegna. 02.88.08.31.

VENDESI APPARTAMENTI LIBERI mono-bilo-trilocali in complesso residenziale alta qualit. Posizione prestigiosa. HABIT SRL: 335.67.58.813. www.habitimmobilien.it

COMPRAVENDITA

7.1

ALASSIO Santa Croce, infinita vista golfo, stupenda villa mq. 200, giardino, boxes. Mugnai 340.00.40.575. ALASSIO vendiamo lussuosa villa 220 mq., giardino piscina. Vista incantevole sul mare. Occasione unica. 335.64.49.807. ANDORA affare 540.000,00, villetta splendida vista mare, sei vani, due bagni, tel. 335.26.61.14. ASSOLUTAMENTE irripetibile. Lago Garda, vista mozzafiato. Da 109.000,00 villini, giardino, piscina. 035.56.58.50.

ACCURSIO adiacenze vendiamo loft/ufficio di 194 mq, accesso anche carrabile. Possibile frazionamento. Posto auto e box. 02.88.08.31. BAIAMONTI epoca nuovo contesto signorile loft trilivello varie metrature da personalizzare. 02.34.93.07.53 02.88.08.31. CENTRO Bonaparte prestigioso negozio nove vetrine. Personalizzabile, ristrutturato. Soppalchi, sottonegozio. 02.89.09.36.75. CENTRO STORICO affittiamo prestigiosi appartamenti ristrutturati, elegantemente arredati. Monolocali, bilocali, trilocali, quattro locali. 02.88.08.31. GENOVA centro piazza Corvetto vendiamo ufficio mq 400 libero, piano alto. Altro piazza Dante mq 300. Immobiliare AIMI 349.46.38.446. LONATE POZZOLO (Va) Via Magenta, 29 nuovo capannone vendesi/affittasi, 2.680 mq. + 450 mq. uffici arredati, 2 campate h. 12 mt, 1 campata h. 8.50 mt, completo di tutti gli impianti tecnici e cabina 630 Kw. Tel. 02.86.45.21.28. MM ROVERETO vendiamo laboratorio con permanenza di persone 78 mq. 85.800,00 Euro. 02.88.08.31. MM TURRO per investimento negozio 21 mq. da ristrutturare libero subito. 02.88.08.31. MM2 ROMOLO affittiamo a professionisti locali arredati, informatizzati in palazzo signorile. 335.61.41.073. PIAZZA GIOVINE ITALIA vendiamo negozio 70 mq. due vetrine, soppalco, cantina. 02.88.08.31. PIAZZA VETRA adiacenze ottimo investimento 600 mq., negozio affittato 13 vetrine. Alta redditivit. 02.88.08.31. PIAZZALE LODI adiacenze (via Tito Livio) vendiamo / affittiamo comodo box doppio. 02.88.08.31. QUADRONNO prestigioso contesto vendiamo nuovo splendido ufficio 100 mq. Possibilit box. 02.88.08.31.

VACANZE E TURISMO
10.1

SOLDI? ESTERI acquistano la INVESTITORI tua attivit. Pagamento immediato! TEL: 800.47.22.66 - 02.29.41.40.44.
ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali/industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14. LECCO vendesi attivit bar/tabacchi in centro, con spazio esterno fronte lago per info 331.32.14.725.

ALBERGHI-STAZ. CLIMATICHE

al mare Abruzzo Roseto Roses Hotel quattro stelle. 2 bambini gratis, direttamente sulla spiaggia, parco giochi, animazione, mini fattoria, piscine. Tel. 085.89.36.203 www.roseshotel.it PASQUA al mare. Rimini Hotel Villa del Prato Tel. 0541.37.26.29. Vicinissimo mare. Tranquillo, cucina curata dai proprietari. Scelta men , pranzo pasquale. 3 giorni pensione completa Euro 130,00. Giugno Euro 33,00 giornaliere. Sconto bambini. all inclusive Gabicce mare Hotel Nobel Tre Stelle tel. 0541.95.06.40. Sulla spiaggia, camere climatizzate e parcheggio. Ristorante panoramico.Pensione completa bevande ai pasti, aperitivo, pranzo pasquale da Euro 60,00 . Pasqua in bicicletta: guida percorsi, mezza pensione da Euro 58,00.

PASQUA

18

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

PASQUA

ACQUISTIAMO Brillanti, Oro, Monete, pagamento SUPERVALUTAZIONE, contanti. Gioielleria Curtini, via
Unione 6. - 02.72.02.27.36 335.64.82.765.

GIOIELLI ORO ARGENTO

18.2

Cattolica Hotel Madison quattro stelle 0541.96.83.06. Caldo , elegante, piscina idromassaggio riscaldati. Garage, sauna, palestra, gita fuori porta. Intrattenimenti serali, animazione bimbi, cucina curatissima, scelta men, pranzo pasquale. 4 giorni 3 notti Euro 225,00 - 3 giorni 2 notti 165,00. Sconto famiglia. www.hotelmadisoncattolica.com

PASQUA

PUNTO DORO compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Milano. 02.58.30.40.26.

19
AUTOVETTURE

AUTOVEICOLI
19.2

in Abruzzo, fronte mare - Villarosa Hotel Corallo Tre Stelle. Tel. 0861.71.41.26 Fax 0861.71.40.67 Climatizzato, piscina, parcheggio, scelta men. Pensione completa 3 giorni 190,00 bevande incluse. www.hotelcoralloabruzzo.it

PASQUA

CQUISTANSI automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.

21

PALESTRE SAUNE MASSAGGI

VENDITA MILANO HINTERLAND

5.2

1
IMPIEGATI

OFFERTE DI COLLABORAZIONE
1.1

ACQUISTI

BASIGLIO bilocale 51 mq ingresso, soggiorno, angolo cottura, camera, bagno, loggia. Possibilit box/posti auto. 02.90.75.16.88 - http://milano3.filcasa.it CORSICO centro - palazzina di nuova costruzione, appartamenti, terrazzi, balconate, cantine, box. 02.45.11.91.66. LIMITO PIOLTELLO nuova realizzazione ultimi piani appartamenti con ampi sottotetti 224.000,00 euro. 02.92.67.654.

5.4

ABILE impiegato commerciale, pluriesperienza ordini, offerte, bolle, inglese buono, francese ottimo, Office. 339.48.09.594. CONTABILE in mobilit ragioniera ultraventennale esperienza, gestione completa piccole-medie aziende anche bilancio, ricerca part-time mattino zona Milano nord e limitrofe. 389.88.78.602. DISEGNATORE progettista esecutivo carpenterie metalliche, lunga esperienza offresi anche tempo determinato 338.84.33.920 - 02.25.62.541. RESPONSABILE amministrativo finanziario ventennale esperienza nella funzione aziende multisettore, attivit riorganizzative, rilancio aziendale. 347.63.67.628.

MILANO zone centrali acquisto palazzi residenziali cielo/terra preferibilmente affittati. Geometra Mugnai 02.55.19.17.01. SOCIET dinvestimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

da MAGGIO ad AGOSTO 2011 blicare il tuo annuncio ancora pubb pi conve eniente!
Per informazioni chiamaci allo 02.6282.7555 / 7422 agenzia.solferino@rcs.it
e

Rimini Miramare Hotel Aurora Mare tre stelle. Tel. 0541.37.23.20 - Pochi passi mare. Inaugurato Maggio 2010. Ottima cucina. Tutto compreso 3 gg. Euro 150,00. RIMINI Hotel Leoni Tre Stelle tel. 0541.38.06.43. Direttamente mare, climatizzato. Gratis spiaggia, biciclette, parcheggio, palestra, idromassaggio, sauna. Cucina romagnola, pranzo pasquale, colazione contorni buffet, bevande ai pasti 3 giorni tutto compreso Euro 147,00 giorno supplementare Euro 39,00. www.hotelleoni.it RIMINI Hotel Torretta Bramante Tre Stelle. Tel. 0541.38.07.96. Fronte mare. Climatizzato. Gratis spiaggia, uso palestra, biciclette, sauna, idromassaggio. Scelta men, pranzo pasquale, colazione contorni buffet. Bevande ai pasti. Parcheggio. 3 giorni tutto compreso Euro 147,00 giorno supplementare Euro 39,00 www.hoteltorrettabramante.it

PASQUA

ABBANDONA ansia e fatica attraverso il rilassante piacere dei nostri massaggi olistici. Relax totale. 02.29.40.17.01 366.33.93.110. ABBANDONA ansia e fatica con il benessere dei nostri trattamenti. Promozioni. 02.29.52.60.35. ABBANDONATI nellatmosfera e nel benessere dei nostri massaggi olistici. Tel . 02.26.80.94.30. ABBINA mente e corpo attraverso il rilassante piacere dei nostri massaggi olistici. Milano. 02.39.40.00.18. AMBIENTE rinnovato: massaggi olistici per rilassare mente e corpo. Tel. 02.66.98.13.15. CINQUE GIORNATE nuovo, percorsi benessere, massaggi olistici. Classe prestigio. Professionalit. Promozioni. 02.54.01.92.59. PROMOZIONE pasquale su massaggi rilassanti, antistress, idrorelax, anche domenica. Zona Fiera. 02.33.49.79.25. SAN BABILA ambiente classe, centro rinnovato, massaggi olistici ayurvedici. Totale benessere. 02.39.68.01.02.

6
OFFERTA

IMMOBILI RESIDENZIALI AFFITTI


6.1

12

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

24

CLUBS E ASSOCIAZIONI

WASHINGTON / Foppa. Ampio bilocale mq. 75 privato affitta in nuova costruzione, ottime finiture, arredo elegante. Stabile esclusivo, palestra, lavanderia centralizzata. Classe B .Possibilit box. Referenziati. Tel. 335.14.56.908.

SIAE SRL GRUPPI acquirenti inteABBIAMO ressati ad investire tutti i settori


ovunque. Telefono 02.89.28.06.00.

A MILANO distinta agenzia presenta eleganti accompagnatrici, affascinanti modelle ed interessanti hostess. In tutta Italia. 335.17.63.121. CASALINGHE intriganti 899.89.79.72. Esibizionista 899.00.41.85. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo.

52
"Beati i puri di cuore perch vedranno Dio".

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Giannino Elli
marito, padre e nonno dolcissimo ci ha lasciati.Con immensa tristezza lo annunciano Lorenza, moglie teneramente e profondamente amata, i figli Marco con Alessandra e Maria Elena con Alberto, i nipoti Lorenza, Francesca, Silvia, Luca e la piccola Giulia.- Grazie di cuore al dottor Maruzzi e a tutto il personale medico e paramedico del reparto di pneumologia dell'Ospedale Sacco per la professionale e affettuosa assistenza.- Per il giorno e l'ora delle esequie si prega di chiamare il n. 0232867. - Milano, 21 aprile 2011. Partecipano al lutto: I nipoti Luigi, Federica ed Alberto con le rispettive famiglie. Silvia con Paolo e la piccola Giulia con tanta malinconia piange la scomparsa del dolcissimo

Mario Pussy Cristina Silvia si stringono affettuosamente a Mariaelena e famiglia per la perdita del pap

venuta a mancare all'affetto dei suoi cari

Lilia Da Torre ved. Del Debbio


Ne danno l'annuncio i figli Roberto, Roberta e Paolo con le loro famiglie.- Hai dato sempre tutto quello che hai avuto e potuto.- Te ne sia restituito in abbondanza in pace e serenit. - Lucca, 20 aprile 2011. Niccol Querci si unisce al dolore di Paolo Del Debbio per la scomparsa della cara mamma

Siria Magri e Giovanni Toti abbracciano l'amico Paolo in questo momento di dolore per la perdita della mamma

Enrico Cervellera partecipa commosso al grande dolore della famiglia per la tragica scomparsa del caro

Gianni Elli
- Milano, 20 aprile 2011. Mario con Elisabetta, Michele con Benedetta, Marta, partecipano con affetto al grande dolore di Marco, Lorenza e Francesca e di tutta la famiglia Elli per la scomparsa del loro caro

Lilia
- Milano, 20 aprile 2011. La Redazione di Studio Aperto vicina a Paolo Del Debbio per la scomparsa di sua mamma

Pietro Ferrero
- Milano, 20 aprile 2011. Ancora incredulo Luciano Bet piange la improvvisa e prematura scomparsa di

La Direzione, il Consiglio di Amministrazione, i dirigenti ed il personale tutto di Italcanditi SpA porgono le pi sentite condoglianze a tutta la famiglia Ferrero per l'improvvisa scomparsa del

Il 19 aprile mancato all'affetto dei suoi cari

Giancarlo Fabj
lo piangono la moglie Olga, le figlie Valeria e Claudia, il genero Thomas e gli adorati nipoti Stephanie, Michael e Gaia.- Le esequie oggi a Bologna, alle ore 16 nella Chiesa di S. Maria della Piet in Via S. Vitale, 112. - Bologna, 21 aprile 2011. Sandro e Minni, con la cognata Lina e le rispettive famiglie, annunciano la morte della sorella

Dott. Pietro Ferrero


- Bergamo, 20 aprile 2011. Massimo e Milly sono vicini con affetto a Ernesto Paolillo e alla sua famiglia per la scomparsa della cara

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. I colleghi della Direzione Generale Informazione di Mediaset partecipano al dolore di Paolo Del Debbio per la scomparsa della mamma

Pietro Ferrero
e si unisce nel suo ricordo all'infinito dolore dei familiari. - Milano, 20 aprile 2011. Cara amica ti abbraccio, ti sono vicina e che voi possiate ricevere forza dal mondo spirituale in ricordo di tuo figlio

Gianni
uniti a loro nella preghiera. - Milano, 20 aprile 2011. Giordano e Margherita Caprara, con le figlie Elena e Donatella e le nipoti partecipano, profondamente commossi, al lutto per la scomparsa dell'amico carissimo

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Andrea Delogu partecipa con affetto al dolore di Paolo Del Debbio e della sua famiglia per la scomparsa della mamma

Alessandra Taveggia Vigo


- Milano, 20 aprile 2011. Ciao dolcissima

Anna Radice
Suora Marcellina, gi Superiora delle Case di Foggia e di Bolzano.- A coloro che l'hanno conosciuta e voluto bene, chiedono una preghiera. - Milano, 20 aprile 2011. Il Direttore di Oggi Umberto Brindani e tutta la Redazione si stringono al collega Massimo Barbieri per la scomparsa del suo caro pap

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Mauro Crippa si unisce con affetto al dolore di Paolo Del Debbio per la perdita della mamma

Dott. Gianni Elli


e sono vicini alla moglie Lorenza, ai figli Marco e Maria Elena e ai parenti tutti. - Milano, 20 aprile 2011. I colleghi e il personale della Chirurgia I dell'Ospedale Luigi Sacco sono vicini al Professor Marco Elli per la perdita del padre

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Paolo Liguori e Grazia Volo abbracciano forte l'amico Paolo Del Debbio in questo momento di dolore per la perdita della madre

Pietro
Giulia Maria Crespi. - Milano, 20 aprile 2011. Silvio Garzelli partecipa con profonda tristezza al grande dolore della famiglia per l'improvvisa perdita del

Ale
amica di una vita.- Arturo e Stefy. - Lanzano, 21 aprile 2011. Partecipa al lutto: La famiglia Castoldi. Laura e Giorgio Squinzi con le rispettive famiglie partecipano commossi al lutto dell'amico Alberto Vigo per la scomparsa della moglie

nonno Gianni
La rasserena il pensiero di avergli donato con la nascita di Giulia un'ultima inaspettata grande gioia. - Milano, 21 aprile 2011. Luca non potr mai dimenticare la tenerezza del

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Matteo Novello, Direttore Generale RCS Periodici, i Dirigenti e i colleghi tutti della Societ, con affettuoso ricordo e profonda stima per la sua tenacia e forza di volont, si uniscono al dolore della famiglia per la prematura perdita della collega e amica

Lilia Da Torre
- Cologno Monzese, 20 aprile 2011. Mario Giordano si unisce al dolore di Paolo Del Debbio per la scomparsa della madre

Dott. Pietro Ferrero


e ne ricorda la gentilezza, l'intelligenza e le capacit imprenditoriali dei lunghi anni di lavoro trascorsi insieme. - Roma, 20 aprile 2011. Livio Garavaglia insieme a Break Design partecipa al dolore della famiglia Ferrero per l'improvvisa e tragica scomparsa del

Ignazio Barbieri
- Milano, 19 aprile 2011. Giusi con Massimo e Giovanna si stringe affettuosamente ad Anna e Alberto per la perdita del carissimo

Alessandra Taveggia Vigo


- Milano, 20 aprile 2011. Il Presidente Massimo Moratti, il Consiglio d'Amministrazione, il Collegio Sindacale, lo staff tecnico e la squadra, tutta F.C. Internazionale si stringono con tanto affetto a Ernesto Paolillo e a tutta la sua famiglia, nel grande dolore che li ha colpiti per la scomparsa della nipote

nonno Gianni
e conserver come dono prezioso il suo esempio di umilt, rettitudine, sensibilit, attenzione per gli altri e l'insegnamento che nella vita l'unica desiderabile ricchezza sono gli affetti. - Milano, 21 aprile 2011. Lorenza con Gi, Francesca con Giorgio ricorderanno sempre con immenso affetto il loro

Giannino Elli
- Milano, 20 aprile 2011. Partecipano al lutto: Piergiorgio Danelli. Dario Ballarin. Cinzia Baratti. Andrea Bondurri. Roberto Codemo. Giuseppe Colombi. Maurizio Giacomelli. Gloria Goi. Rosella Gornati. Angelo Pelucchi. Massimo Pisacreta. Tiziano Porretta. Paolo Previde. Jean Spiropoulos. Massimo Tos.

Lilia Da Torre
- Milano, 21 aprile 2011. Il presidente Marina Berlusconi, l'amministratore delegato Pasquale Cannatelli, il direttore generale Danilo Pellegrino, i dipendenti e i collaboratori di Fininvest partecipano al lutto del professor Del Debbio per la scomparsa della madre

Chiara Zerbato
- Milano, 20 aprile 2011. La Direzione e la Redazione de Il Mondo si stringono con affetto alla famiglia di

Gabriele Sacchetti
- Milano, 20 aprile 2011. Il giorno 19 aprile 2011 venuta a mancare

Dott. Pietro Ferrero


- Milano, 20 aprile 2011. I dipendenti di Protiviti partecipano al dolore dei familiari per la tragica scomparsa del

Chiara Zerbato
nel ricordo dei tanti anni passati a lavorare insieme e nel rimpianto della sua grande professionalit, umanit e determinazione.- Chiara, ci mancherai. - Milano, 20 aprile 2011. Giorgio Rivieccio e la Redazione di Domenica Quiz si stringono nel dolore alla famiglia per l'improvvisa scomparsa di

Alessandra Taveggia Vigo


- Milano, 20 aprile 2011. Dopo una lunga vita felice e serena venuta a mancare

Isabella Rizzitelli
Un bacio alla mia Ieia.- Ti voglio tanto bene, il tuo Michele. - Milano, 20 aprile 2011. 21 aprile 2006 - 21 aprile 2011

nonno Gianni
sicuri che la sua bont, rettitudine, generosit e onest saranno loro di esempio e guida nella vita. - Milano, 21 aprile 2011. Con affetto filiale Irene, affezionata presenza di una vita, si unisce al dolore dei familiari per la morte del caro

Dott. Pietro Ferrero


- Milano, 20 aprile 2011. La Alsco Italia Srl esprime le pi sentite condoglianze per la prematura scomparsa di

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Marina Berlusconi si unisce con grande commozione al dolore di Paolo e dei suoi cari per la scomparsa della mamma

Pietro Ferrero
- Milano, 20 aprile 2011. Amministratori e collaboratori della societ Print and Packaging Srl, profondamente colpiti, partecipano al lutto della famiglia Ferrero e del Gruppo Ferrero per la scomparsa dell'Amministratore Delegato

Concetta Marcozzi ved. Moscarini


Ne danno il triste annuncio i figli Erminia, Massimo con Paola, Filippo con Nicoletta.- I funerali avranno luogo il giorno 21 aprile 2011 alle ore 11 nella parrocchia di Sant'Agnese (via Sant'Agnese 3). - Roma, 20 aprile 2011. Sarai sempre con noi, ciao

Maria Cecchetto
Cara Maria, tu sei e sarai sempre con noi, nei nostri cuori nei nostri pensieri e nelle nostre giornate.- Con infinito amore.- Palmira e Mario. - Milano, 21 aprile 2011. 21 aprile 2003 - 21 aprile 2011 "Ogni giorno come il primo giorno". Stefania ricorda

Chiara Zerbato
- Milano, 20 aprile 2011. Andrea Rossi con tutta la Redazione di Max vicino alla famiglia di

dott. Giannino Elli


- Milano, 21 aprile 2011. Livio ed Elena con Andrea e Martina sono vicini ed abbracciano con affetto Lorenza, Marco e Maria Elena nel ricordo del caro

Elvira Ardemani Rapelli


La nostra cara mamma ci ha lasciato, non ti dimenticheremo mai, continuando ad amarti teneramente come tu hai amato noi.- Silvana e Tullia con Paolo e Amedeo.- I funerali si terranno gioved 21 aprile nella chiesa di Santa Maria Segreta alle 14,45. - Milano, 19 aprile 2011. E' mancata all'affetto dei suoi adorati nipoti

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Franco Curr vicino all'amico Paolo nel dolore per la perdita della mamma

Chiara Zerbato
- Milano, 21 aprile 2011. La Redazione de L Europeo con Mauro Arborio si stringe con affetto e commozione alla famiglia di

nonna Tina
I nipoti Raffaele con Roberta, Anna con Davide, Flaviano, Valerio con Giulia, Costanza con Gabriele e i pronipoti Marcello, Michele, Pierfrancesco. - Roma, 20 aprile 2011. Lucilla, Cesare e Livia, Livia e Gianni, si stringono commossi con il cuore pieno di ricordi in un forte abbraccio a Massimo, Minnie, Filippo, in questo triste momento per la scomparsa della loro adorata

Gianni
- Milano, 20 aprile 2011. Partecipano al lutto: Alberto e Anna Rosa Cossutti. Anna vicina con affetto a Lorenza Marco e Maria Elena nel ricordo di

Lilia Da Torre
- Milano, 20 aprile 2011. Il presidente Fedele Confalonieri, il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi, l'amministratore delegato Giuliano Adreani, i consiglieri d'amministrazione, i dirigenti e tutti i dipendenti del gruppo Mediaset partecipano al lutto di Paolo Del Debbio per la scomparsa della madre

Pietro Ferrero
- Marano Ticino, 20 aprile 2011. Il presidente Alfredo Campanini Bonomi, l'Amministratore delegato Giuseppe Costa, il Consiglio di Amministrazione, i Sindaci, la Direzione e tutti i dipendenti della SAAR Depositi Portuali partecipano al dolore della famiglia Ferrero per l'improvvisa scomparsa del

Patrizio Fiore
a quanti gli hanno voluto bene. - Roma, 21 aprile 2011. 1983 - 2011 Se il ricordo vita tu vivi sempre con noi

nonna Eli
la ricorderanno sempre con tanto amore Caterina con Franco, Federica e Francesco. - Milano, 19 aprile 2011. Gianna e Mario Franchini piangono la scomparsa della cara

Chiara Zerbato
Cara Chiara, continuerai a far parte della nostra squadra. - Milano, 20 aprile 2011. Ciao

Gianni
- Roma, 20 aprile 2011. Alessandro, Vibeke Viti e figli sono vicini a Lorenza, Marco e Maria Elena per la perdita del carissimo consuocero

Eli Ardemani Rapelli


e abbracciano con tanto amore Silvana e Tullia. - Milano, 19 aprile 2011. Pasquale e Anna D'Apolito si uniscono al dolore per la scomparsa della carissima

Lilia Da Torre Del Debbio


- Cologno Monzese, 21 aprile 2011. Fedele e Annick Confalonieri sono vicini all'amico Paolo nel dolore per la perdita della mamma

Dott. Pietro Ferrero Chiara


- Genova, 20 aprile 2011. Colpiti per la prematura scomparsa di

mamma Tina
- Roma, 20 aprile 2011. La nostra cara mamma

Ing. Giorgio Ancarani


La tua Zita con Ornella, Sergio e Paola e nipoti. - Milano, 21 aprile 2011. Un pensiero profondo e grato a

Dott. Giannino Elli


- Mazzolla, 20 aprile 2011. Annamaria, Rita e Mario ricordando la sua generosa disponibilit annunciano commossi la morte del carissimo cognato

Eli Ardemani Rapelli


e si stringono con affetto a Tullia e Silvana. - Milano, 19 aprile 2011. Alberto e Maria, Alfredo e Anna, Claudio, Daniele e Lella, Fabio e Francesca, Fabrizio e Lorena, Fabrizio e Nelly, Flavio e Alessandra, Gianfranco e Simonetta, Giorgio e Cristiana, Giorgio ed Elena, Gualtiero e Antonella, Lucio e Paola, Marco e Sandra, Maurizio e Cristina, Paolo e Marianne, Rodolfo e Francesca, Valentino e Patrizia sono vicini con affetto a Tullia in questo momento di dolore per la scomparsa della mamma

Lilia Da Torre Del Debbio


- Milano, 21 aprile 2011. Pier Silvio Berlusconi abbraccia il caro Paolo per la scomparsa della mamma

il tuo sorriso e la tua voglia di vivere ci accompagneranno per sempre.- I tuoi colleghi del marketing del Corriere della Sera: Luca, Luisa, Davide, Alessandra, Alessandro, Barbara, Barbara, Camilla, Claudia, Federica, Francesca, Francesco, Giovanna, Ivana, Marco, Martina, Massimo, Pier Luigi, Valerio. - Milano, 20 aprile 2011. Ciao

Pietro Ferrero
siamo vicini alla famiglia e all'azienda in questo doloroso momento con sincero cordoglio.- Doxa. - Milano, 20 aprile 2011. Il gruppo SIT partecipa con profonda commozione al dolore della famiglia Ferrero per la grave perdita dell'indimenticabile

Olga Danieli Fava


ci ha lasciato.- Lo annunciano i figli Elisabetta, Giovanni e Maurizio, con i nipoti Tommaso e Giovanni, le nuore Nicoletta e Stefania, e i parenti tutti.- La famiglia riconoscente al Dottor Giancarlo Eifu per la grande professionalit ed umanit, al dottor Eugenio Castegnaro e il suo reparto dell'Ospedale di Padova per le cure prestate nell'ultimo mese, e a Valentyna e Cesarina per l'amorevole assistenza.- I funerali avranno luogo nella chiesa di San Gaetano a Valdagno (VI), sabato 23 aprile alle ore 10.30. - Padova, 20 aprile 2011. Avrei voluto averti con me ancora per tanto tempo.- Di te gi mi mancano i piccoli e grandi segni della tua presenza: la voce, i gesti, il conforto, la forza, i consigli e il tuo amore smisurato per me.- Continuer a volerti un bene immenso ovunque tu sia adesso.- Tua figlia Gianclaudia.I funerali di

Emilio Pozzi
amico e autorevole punto di riferimento della mia vita professionale.- Vicina a Luciana e famiglia Ivana Monti Barbato. - Roma, 21 aprile 2011. 21 aprile 2009 - 21 aprile 2011

Chiara
ti ricorderemo sempre.- I tuoi colleghi della Pubblicit: Andrea, Laura, Sara, Anna, Olga, Francesco, Giuseppe, Luca, Biagio. - Milano, 20 aprile 2011. Tutti i colleghi del Marketing Periodici Familiari si stringono con affetto e partecipazione al dolore della famiglia per la prematura perdita di

Gianni
- Milano, 20 aprile 2011. Paola con Guido, Silvia con Franco ed Enrico con Elena si stringono affettuosamente alla zia Lorenza e ai cugini nel ricordo del caro

Lilia Da Torre Del Debbio


- Cologno Monzese, 21 aprile 2011. Paolo Calvani e la Direzione Comunicazione Mediaset si stringono con affetto a Paolo per la scomparsa della madre

Pietro
- San Marino, 20 aprile 2011. Brioni partecipa al dolore della famiglia per la perdita del

Edda Barbolini in Coppo


Ti ricordiamo sempre con amore e nostalgia.- I tuoi cari. - Milano, 21 aprile 2011.

zio Gianni
- Milano, 20 aprile 2011. Aldo e Paola Levi con i figli partecipano al grande dolore di Lorenza, Maria Elena e Marco per la scomparsa dell'amato

Elvira
- Milano, 20 aprile 2011. Ci ha lasciato la nostra amata

Lilia Da Torre Del Debbio


- Cologno Monzese, 21 aprile 2011 Rossana Camana e Marco Parodi si stringono con affetto a Paolo Del Debbio per la scomparsa della mamma

Dott. Pietro Ferrero


- Roma, 20 aprile 2011. I colleghi e gli amici di Accenture partecipano commossi al dolore della famiglia per la perdita del caro

Chiara Zerbato
Preserviamo con affetto e nostalgia il ricordo del suo dolce sorriso e del suo sereno coraggio, preziosi insegnamenti di Vita e di Fede.- Ciao Chiara, da tutti noi... Alessandro, Daniela, Dario, Elisa, Filomena, Gabriella, Giusy, Laura, Laura, Laura, Lucilla, Nicola, Paolo, Riccardo, Rosangela, Rossella. - Milano, 20 aprile 2011.

21 aprile 2007 - 21 aprile 2011 Le figlie, i generi, i nipoti, i pronipotini ricordano il babbo e nonno affettuoso

FULVIO BRACCO
Cavaliere del Lavoro Ha lasciato forte memoria di uomo generoso e aperto, di imprenditore illuminato e coraggioso, che molto ha amato la famiglia, lazienda, lIstria natia. Milano, 21 aprile 2011
21 aprile 2007 - 21 aprile 2011 Il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale, i dipendenti e i collaboratori del Gruppo Bracco nellanniversario della scomparsa rinnovano il ricordo del Presidente

Eli
Partecipano al dolore con tutto il loro affetto Francesca Luca Alberto e Andrea. - Milano, 20 aprile 2011. I collaboratori della societ Adf Sistemi partecipano commossi al dolore della signora Tullia Rapelli, del marito, dei figli e parenti tutti per la scomparsa della cara mamma

Gianni
- Milano, 20 aprile 2011. Partecipa al lutto: Rosy Vacis. Iduccia Canclini con Simone e Jacopo partecipa al lutto di Lorenza, Marco e Maria Elena per la perdita del caro

Lilia Da Torre Del Debbio


- Milano, 21 aprile 2011. Il presidente di Publitalia, Giuliano Adreani, il vicepresidente, i consiglieri di amministrazione, i dirigenti e tutti i collaboratori della societ partecipano al grande dolore di Paolo Del Debbio per la perdita della sua amatissima mamma

Pietro
- Milano, 21 aprile 2011. La societ Gianazza Engineering Srl di Canegrate (Mi) partecipa, con tutte le sue maestranze, al grave lutto che ha colpito la famiglia e la societ Ferrero per la prematura scomparsa del loro caro

Mariuccia Cavalieri Villa


si terranno oggi alle 10.30 nella chiesa Santa Teresa del Bambino Ges. - Legnano, 21 aprile 2011. L'incontro avvenuto pi di venti anni fa a Niguarda.- Da allora a oggi l'eccelsa professionalit, la dolcezza e l'amicizia che nel tempo abbiamo costruito, ha riempito la mia vita.- Un saluto indimenticabile, magnifica

Chiara
Hai riempito di allegria e di gioia le nostre vite, grazie per la tua positivit, per la tua dolcezza e per quella risata che riempiva i nostri cuori.- Non dimenticheremo mai l'amica che sei stata.- Alessandro, Barbara, Carlo, Catia, Daniela, Daniela, Dario, Domenico, Elisa, Filomena, Francesca, Giorgia, Laura, Laura, Linda, Lorenza, Luisa, Michela, Monica, Nicola, Pamela, Rossella, Simona, Susanna, Vera. - Milano, 20 aprile 2011. mancato all'affetto dei suoi cari

Elvira Ardemani Rapelli


- Milano, 20 aprile 2011. Dirigenti e collaboratori del gruppo Bracco partecipano sentitamente al dolore della collega Letizia Vitali e della sua famiglia per la perdita della madre

Pietro Ferrero
- Canegrate, 20 aprile 2011. Angelo Goffi, Presidente di Italcanditi S.p.A.e i figli Maurizio e Patrizia, profondamente colpiti partecipano con estremo cordoglio al grave lutto che ha colpito la famiglia Ferrero per l'improvvisa scomparsa del

Lilia Da Torre Del Debbio


- Milano, 20 aprile 2011. Giuliano e Cicci Adreani sono vicini al caro amico Paolo Del Debbio per la scomparsa della sua amatissima mamma

Ancilla Nicolini
Stringo in un forte abbraccio tutta la famiglia.Paola Mazzoglia con Matteo e Silvia. - Milano, 20 aprile 2011. Le amiche di sempre Elena e Antonella si stringono in un commosso abbraccio a Lavinia e alla sua famiglia per la perdita dell'amato pap

Gianni
- Milano, 20 aprile 2011.

Dott. FULVIO BRACCO


Cavaliere del Lavoro sempre memori del grande esempio di uomo e di imprenditore coraggioso, espressione di illuminata cultura dimpresa, anche nellappassionato impegno associativo. Milano, 21 aprile 2011

Giannino Elli
mancato un uomo buono.- Un abbraccio a tutta la famiglia.- Elisa. - Milano, 20 aprile 2011.

sig.ra Antonia Bonaiti


- Milano, 21 aprile 2011.

Lilia Da Torre Del Debbio


- Milano, 20 aprile 2011.

Erio Iacci
Ne danno il triste annuncio i figli ed il nipote. - Milano, 19 aprile 2011.

Dott. Pietro Ferrero


- Bergamo, 20 aprile 2011.

Cesare Antico
- Milano, 21 aprile 2011.

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

53
Ogni giorno le PREVISIONI della tua citt sempre con te Digita: mobile.corriere.it nel browser del telefonino
Il servizio gratuito salvo i costi di connessione internet previsti dal piano tariffario del proprio operatore Maggiori informazioni su www.corriere.it/mobile

Il Tempo
OGGI
LE PREVISIONI
a cura del Centro Epson Meteo
Trento Trieste Aosta Milano Torino Bologna Venezia

IL SOLE

Bari
Sorge alle Tramonta alle
6.06 19.39

Palermo Bologna Firenze


6.24 19.48 6.22 20.06 6.24 20.05

Torino
6.36 20.23

Napoli
6.16 19.48

Roma
6.22 19.57

Milano
6.29 20.16

Genova
6.33 20.16

Venezia
6.16 20.04

LA LUNA

Nuova
3 Maggio

Primo quarto
10 Maggio

Piena
17 Maggio

Ultimo quarto
25 Aprile

DOMANI

SABATO

DOMENICA

LUNED

Genova

Firenze

Ancona

Perugia LAquila ROMA Campobasso

Condizioni di generale stabilit atmosferica anche oggi in Italia, grazie alla persistenza di una vasta area anticiclonica che garantir un clima primaverile. Da domani un suo parziale cedimento favorir lafusso di aria pi umida dal Mediterraneo Occidentale. Bel tempo ovunque, con temporanei annuvolamenti pomeridiani attorno ai rilievi; in Sardegna tendenza a peggioramento, con le prime deboli piogge in serata nel settore meridionale. Temperature massime tra 19 e 24 gradi.

IN EUROPA
Bari

Napoli

Potenza

Catanzaro Cagliari

LE TEMPERATURE DI OGGI
23 Aosta 23 Torino 23 24 22 21
Milano Trento Venezia Trieste

20 Genova 23 Bologna 24 24 19 20
Firenze Perugia Ancona LAquila

22 Roma 19 Campobasso 22 20 20 20
Napoli Bari Potenza Catanzaro

20 R. Calabria 21 Catania 22 24 19 19
Palermo Alghero Cagliari Olbia

Palermo

Ancora tempo stabile e soleggiato grazie allalta pressione su gran parte dellEuropa Centrale e Orientale, con temperature massime oltre 20 gradi in molte localit. Ulteriore peggioramento sulla Penisola Iberica, con piogge e temporali sparsi, in estensione alle Baleari, localmente anche di forte intensit. Deboli precipitazioni tra Norvegia e Svezia centro-settentrionali.
MARE

<-10
Oslo Helsinki
Alta Pressione

15
Edimburgo

12
Stoccolma 14

-10-5 -5-0 0-5


Bassa Pressione

17
Dublino

Copenaghen

20 22
Amsterdam Berlino Varsavia

19 24 Londra 24
Parigi

23
Praga

21
Vienna

Kiev

14

5-10 10-15 15-20


Fronte Caldo

23 23
Milano

24
Belgrado

23
Barcellona Madrid Lisbona Roma

24
Tirana

18
Bucarest

20-25
Ankara

18 22
Algeri Tunisi

17

22
Atene

25-30 30-35 >35

Fronte Freddo

14 17

17

22

24
Fronte Occluso

VENTO

Sole

Nuvolo

Coperto

Pioggia

Rovesci Temporali

Neve

Nebbia

Debole

Moderato

Forte

Molto forte

Calmo

Mosso

Agitato

LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA


min
Ancona Aosta Bari Bologna Bolzano Brescia Cagliari S = Sereno

ASIA AUSTRALIA
max min
S N S S S S S

NORD AMERICA
16
Seul Tokyo

SUD AMERICA
Bogot Caracas

AFRICA
Casablanca

max

min
S S S S S S N

max

min
S S N S S S S

max

min
S S S S S N S

22
max
Pechino
S S S S S S S

28

+5 +7 +8 +8 +8 +8 +13

+17 +22 +17 +22 +25 +22 +20

Campobasso Catania Crotone Cuneo Firenze Genova Imperia

+8 +7 +9 +8 +5 +13 +14

+15 +18 +19 +20 +24 +20 +20

LAquila Lecce Messina Milano Napoli Olbia Palermo

+2 +6 +11 +10 +10 +4 +11

+21 +20 +20 +23 +22 +19 +19

Parma +6 Perugia +4 Pescara +6 Pisa +6 Potenza +7 R. Calabria +10 Rimini +6 R = Rovesci

+22 +22 +18 +21 +18 +19 +18

Roma Torino Trento Trieste Udine Venezia Verona

+10 +7 +10 +10 +8 +9 +8

+21 +22 +22 +21 +23 +21 +22

20
Lima

26

Il Cairo

28 33 28 23
Rio de Janeiro Lagos Luanda Nairobi

33

Delhi Shanghai

15 19

10
Vancouver

23 9
Chicago Santiago New York

Bangkok

29

Giacarta

32 24 Sydney

San Francisco 18 Los Angeles

Buenos Aires

27 33

20

27
Citt del Messico

19

24

P = Pioggia

N = Nuvoloso

T = Temporale

C = Coperto

V = Neve

B = Nebbia

23 Citt del Capo

Sudoku Diabolico
7 2 1 5
5 Puzzles by Pappocom

4 5 3 8 4 3 1 3 6

Come si gioca Bisogna riempire la griglia in modo che ogni riga, colonna e riquadro contengano una sola volta i numeri da 1 a 9
LA SOLUZIONE DI IERI

Domani con il Corriere Paolo Conte il secondo cd: Concerti


Domani con il Corriere il secondo cd di uninedita collezione delle pi belle interpretazioni di Paolo Conte. Con lalbum Concerti il cofanetto raccoglitore in omaggio.

Oggi su www.corriere.it
Videorubrica / 1 Fotogallery

CorrierEconomia
Tutte le novit del supplemento settimanale.
Videorubrica / 2

Kate fa shopping
Le ultime spese in giro per Londra prima delle nozze.
Il film

Video

Jersey Shore
Il messaggio degli 8 ragazzi che gireranno a Firenze la quarta serie del reality americano trasmesso da Mtv. Anteprima dei Trl Awards in onda sullemittente musicale.

Corriere.Hit
Le canzoni e gli album pi venduti della settimana.
Videorubrica / 3

Sex and Zen


Le prime immagini del soft-porn0 cinese che ha battuto Avatar.
Documentario

9 6 7 1 2 7 6 4 9 8 6 4 1
Altri giochi su www.corriere.it

9 6 8 7 1 3 4 5 2

5 1 7 9 4 2 8 6 3

3 4 2 8 6 5 9 1 7

7 9 4 5 8 1 3 2 6

1 2 3 6 9 4 5 7 8

8 5 6 3 2 7 1 4 9

2 8 9 1 5 6 7 3 4

4 7 1 2 3 8 6 9 5

6 3 5 4 7 9 2 8 1

a 9,90 euro pi il prezzo del quotidiano

Il sorpasso
A cura di Pierluigi Battista.

Lo tsunami
In un video la riproduzione dellonda.

LA TUA VACANZA, ANIMA E CORPO.


UN PAESE, UN ALTRO MONDO.

LA GERUSALEMME SENZA TEMPO, LA TEL AVIV SENZA ORARI.

www.goisrael.it

570

A partire da

54

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera

Programmi Tv
Teleraccomando
di Maria Volpe
PER DISTRARSI PER RIFLETTERE

Rai1
rai.it 6.30 TG 1. Nel programma: Previsioni sulla viabilit - Cciss Viaggiare informati 6.45 UNOMATTINA. Attualit. Con Michele Cucuzza, Eleonora Daniele. Nel programma: Che tempo fa; Tg 1 (7.00, 8.00, 9.00); Tg 1 L.I.S.; Tg Parlamento; Tg1 Focus; Tg 1 Flash 10.00 VERDETTO FINALE. Attualit 10.50 APPUNTAMENTO AL CINEMA. Attualit CHE TEMPO FA. 11.00 TG 1. 11.05 OCCHIO ALLA SPESA. Attualit 12.00 LA PROVA DEL CUOCO. Variet 13.30 TELEGIORNALE. 14.00 TG 1 ECONOMIA. Attualit TG1 FOCUS. Attualit 14.10 SE... A CASA DI PAOLA. Talk show 16.10 LA VITA IN DIRETTA. Attualit. Nel progr.: Tg Parlamento; Tg 1; Che tempo fa 18.50 LEREDIT. Quiz SERA 20.00 TELEGIORNALE. 20.30 QUI RADIO LONDRA. Attualit 20.35 AFFARI TUOI. Variet 21.10 UN MEDICO IN FAMIGLIA 7. Serie. Con Giulio Scarpati, Margot Sikabonyi, Paolo Conticini TG1 60 SECONDI. 23.25 PORTA A PORTA. Att. 1.00 TG 1 - NOTTE. TG1 FOCUS. Attualit 1.30 CHE TEMPO FA. 1.35 QUI RADIO LONDRA. Attualit

Rai2
rai.it 7.00 CARTOON FLAKES. Ragazzi 9.45 CANTIERI DITALIA. Attualit METEO 2. 10.00 TG2PUNTO.IT. Attualit 11.00 I FATTI VOSTRI. Attualit 13.00 TG 2 GIORNO. 13.30 TG2 COSTUME E SOCIET. Attualit 13.50 MEDICINA 33. Rubrica di attualit medica 14.00 POMERIGGIO SUL 2. Attualit 16.10 LA SIGNORA IN GIALLO. Telefilm. Con Angela Lansbury 17.00 TOP SECRET. Telefilm. Con Kate Jackson, Bruce Boxleinter, Beverly Garland 17.45 TG 2 FLASH L.I.S. METEO 2. 17.50 RAI TG SPORT. 18.15 TG 2. 18.45 MAURIZIO COSTANZO TALK. Talk show. Con Maurizio Costanzo 19.40 LISOLA DEI FAMOSI. Reality 20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO. Variet 20.30 TG 2 20.30. 21.05 SPAZIO SANTORO ANNOZERO. Attualit. 23.10 TG 2. TG 2 PUNTO DI VISTA. Attualit 23.25 RAI 150 ANNI. LA STORIA SIAMO NOI. Attualit 0.25 BASE LUNA. Variet. Con G-Max 1.05 TG PARLAMENTO. Attualit 1.15 LISOLA DEI FAMOSI. Reality

Rai3
rai.it 7.00 TGR BUONGIORNO ITALIA. Attualit 7.30 TGR BUONGIORNO REGIONE. Attualit 8.00 RAI 150 ANNI. LA STORIA SIAMO NOI. Attualit 9.00 DIECI MINUTI DI... PROGRAMMI DELLACCESSO. Att. 9.10 AGOR. Attualit 11.00 APPRESCINDERE. Talk show. Nel progr.: Tg 3 Minuti 12.00 TG 3. RAI SPORT NOTIZIE. METEO 3. 12.25 TG 3 FUORI TG. Att. 12.45 LE STORIE - DIARIO ITALIANO. Attualit 13.10 LA STRADA PER LA FELICIT. Telefilm 14.00 TGR. TGR METEO. 14.20 TG 3. METEO 3. 14.50 TGR LEONARDO. Att. 15.00 TG 3 L.I.S. 15.05 WIND AT MY BACK. Telefilm 15.50 GT RAGAZZI. 16.00 COSE DELLALTRO GEO. Variet 17.40 GEO & GEO. Documenti. Nel progr.: Meteo 3 19.00 TG 3. 19.30 TG REGIONE. TG REGIONE METEO. 20.00 BLOB. Attualit 20.10 COTTI E MANGIATI. Serie 20.35 UN POSTO AL SOLE. Soap 21.05 DESPERATE HOUSEWIVES. Tf 23.25 PARLA CON ME. Talk 24.00 TG3 LINEA NOTTE.: TG R; Meteo 3 1.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA. Attualit 1.10 MAGAZZINI EINSTEIN. Attualit 1.40 LA MUSICA DI RAITRE. Musica

Rete4
mediaset.it/rete4 8.50 THE SENTINEL. Telefilm 10.15 CARABINIERI. Telefilm 11.25 ANTEPRIMA TG 4. 11.30 TG 4 - METEO 12.00 WOLFF - UN POLIZIOTTO A BERLINO. Telefilm 12.50 DISTRETTO DI POLIZIA. Telefilm 13.50 IL TRIBUNALE DI FORUM ANTEPRIMA. Attualit 14.05 IL TRIBUNALE DI FORUM. Attualit 15.10 FLIKKEN COPPIA IN GIALLO. Telefilm 16.15 SENTIERI. Soap 16.50 FILM MARCELLINO, PANE E VINO. (Drammatico, Italia/spagna, 1955). Regia di Ladislao Vajda. Con Pablito Calvo, Rafael Rivelles, Antonio Vico. Nel programma: Tgcom; Vie dItalia 18.50 ANTEPRIMA TG 4. 18.55 TG 4 - METEO 19.35 TEMPESTA DAMORE. Soap Opera 20.30 WALKER TEXAS RANGER. Telefilm 21.10 FILM ENTRAPMENT. (Thrill., Gb/Ger./Usa, 1999). Di Jon Amiel. Con S. Connery, C. Zeta-Jones.: Tgcom; Meteo 23.40 CINEMA FESTIVAL. Variet 23.45 FILM LA LEGGENDA DEL PIANISTA SULLOCEANO. (Dramm., Italia, 1998). Regia di Giuseppe Tornatore

Canale5
mediaset.it/canale5 6.00 TG 5 PRIMA PAGINA. Attualit. Nel programma: Traffico; Meteo 5; Borse e Monete 8.00 TG 5 MATTINA. 8.40 MATTINO CINQUE. Variet. Con Federica Panicucci, Paolo Del Debbio. Nel programma: Tg 5 Ore 10 11.00 FORUM. Attualit. Con Rita Dalla Chiesa 13.00 TG 5. Nel programma: Meteo 5 13.40 BEAUTIFUL. Soap Opera 14.10 CENTOVETRINE. Soap 14.45 UOMINI E DONNE. Talk show. Con Maria De Filippi 16.15 POMERIGGIO CINQUE. Variet. Con Barbara DUrso. Nel programma: Tg 5 minuti 18.50 CHI VUOL ESSERE MILIONARIO. Quiz. Con Gerry Scotti. Nel programma: Tg 5 - Anticipazione 20.00 TG 5. Nel progr.: Meteo 5 20.30 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLIMPROVVIDENZA. Tg Satirico 21.10 LO SHOW DEI RECORD. Variet. Con Gerry Scotti 23.30 MATRIX. Attualit 1.30 TG 5 NOTTE. Nel progr.: Meteo 5 2.00 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLIMPROVVIDENZA. Tg Satirico

Italia1
mediaset.it/italia1 8.55 LE IENE. Variet 12.15 COTTO E MANGIATO IL MEN DEL GIORNO. 12.25 STUDIO APERTO. Nel programma: Meteo 13.00 STUDIO SPORT. 13.40 I SIMPSON. Cartoni 14.35 FUTURAMA. Cartoni 14.55 E ALLA FINE ARRIVA MAMMA! Serie 15.25 ZACK E CODY SUL PONTE DI COMANDO. Serie 16.25 ZEKE E LUTHER. Telefilm. Con Hutch Dano, Adam Hicks, Dan Curtis Lee 16.50 CAMERA CAF. Serie 17.25 CAMERA CAF RISTRETTO. Serie 17.35 LOVE BUGS. Serie 18.10 COTTO E MANGIATO IL MEN DEL GIORNO. STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI. 18.30 STUDIO APERTO. Nel programma: Meteo STUDIO SPORT ANTICIPAZIONI. 19.00 STUDIO SPORT. 19.30 C.S.I. MIAMI. Telefilm. 20.30 TRASFORMAT. Quiz. Con Enrico Papi 21.10 FILM KING KONG. (Avventura, Germ/Nuova Zel./Usa, 2005). Regia di Peter Jackson. Con Naomi Watts, Jack Black, Adrien Brody: Tgcom; Meteo 0.45 LE IENE. Variet 2.15 POKER1MANIA. Variet 3.05 STUDIO APERTO LA GIORNATA.

La7
la7.it 6.00 TG LA7. Nel programma: Meteo; Oroscopo; Traffico 6.55 MOVIE FLASH. Attualit 7.00 OMNIBUS. Attualit. Nel progr.: Tg La7 9.40 COFFEE BREAK. Attualit 10.30 (AH)IPIROSO. Attualit 11.25 LISPETTORE TIBBS. Telefilm 12.30 DUE SOUTH - DUE POLIZIOTTI A CHICAGO. Telefilm 13.30 TG LA7. 13.55 FILM SCAPPO DALLA CITT 2. (Commedia, Usa, 1994). Regia di Paul Weiland. Con Billy Crystal, Daniel Stern, Jon Lovitz. 15.55 ATLANTIDE - STORIE DI UOMINI E DI MONDI. Documentario. Con Natascha Lusenti 17.35 MOVIE FLASH. Attualit 17.40 LEVERAGE. Telefilm 18.40 JAG - AVVOCATI IN DIVISA. Telefilm 19.40 G DAY. Tg Satirico. Con Geppi Cucciari 20.00 TG LA7. 20.30 OTTO E MEZZO. Attualit. Con Lilli Gruber 21.10 SOS TATA. Reality 0.05 EFFETTO DOMINO 2020. Attualit 1.05 TG LA7. 1.15 MOVIE FLASH. Attualit 1.20 PROSSIMA FERMATA. Attualit. Con Federico Guiglia 1.35 COLD SQUAD. Telefilm

MTv
mtv.it 7.00 7.05 8.00 9.00 10.00 12.05 13.05 14.05 15.05 16.00 19.05 20.00 21.00 NEWS. ONLY HITS. Musica THE SHORT LIST. Var. MADE. Variet ONLY HITS. Musica TEEN CRIBS. Variet NINAS MAL. Telefilm 10 COSE CHE ODIO DI TE. Telefilm JERSEY SHORE. Tf TRL AWARDS 2011. I SOLITI IDIOTI. Variet NINAS MAL. Telefilm FILM SCHOOL OF ROCK. (Commedia, Germania/Usa, 2003) SPECIALE MTV NEWS. SOUTH PARK. Cartoni

Roth pianista surreale

La sofferenza di Papa Wojtyla

Trovato in fasce il 1 gennaio 1900 a bordo del transatlantico Virginian, T.D. Lemmons detto Novecento (Roth, foto) cresce sulla nave, impara a suonare il piano, diventa l'attrazione dell'orchestra di bordo e non ne scende mai. Il film firmato da Giuseppe Tornatore basato sul monologo teatrale Novecento (1994) di Alessandro Baricco. Fantastica la musica di Ennio Morricone che fa da fil rouge. un film intimista, colmo di metafore, dolce e un po romantico. Ha diviso la critica a met.

Malattia e via crucis, questo il titolo della puntata di stasera dedicata a Papa Wojtyla (foto). In occasione della cerimonia di beatificazione di Giovanni Paolo II, che avverr il primo maggio, Giovanni Minoli, insieme a Saverio Gaeta, vaticanista di Famiglia Cristiana, scrittore, saggista, autore di numerosi libri sulla fede e su Giovanni Paolo II, ricorda e commenta le immagini che hanno commosso tutti: la sofferenza della malattia e gli ultimi giorni di vita del Papa.

23.00 23.30

Deejay TV
6.00 COFFEE & DEEJAY. 9.45 DEEJAY HITS. 10.00 DEEJAY CHIAMA ITALIA. Variet 12.00 DEEJAY HITS. 13.30 THE CLUB. Musicale 13.55 DEEJAY TG. 14.00 LOREM IPSUM. 14.15 MOTHERBOARD. 15.00 THE FLOW. Musicale 15.55 DEEJAY TG. 16.00 DVJ POP. Musicale 17.00 ROCK DEEJAY. 18.00 DEEJAY NEWS BEAT. 18.55 DEEJAY TG. 19.00 UOMINI CHE STUDIANO LE DONNE. Attualit 20.00 LOREM IPSUM. 20.15 MOTHERBOARD. 21.00 LIVING IN AMERICA. 22.00 DEEJAY CHIAMA ITALIA. Variet 23.30 TRIN TRUN TRAN. 24.00 LOREM IPSUM. 0.15 R.U.F.U.S. Musicale 1.15 THE CLUB. Musicale

La leggenda del pianista sulloceano, Rete4, ore 23.45

La Storia siamo noi Raidue, ore 23.25

Film e programmi
Connery fascinoso ladro di opere darte Il gorilla si innamora di Naomi Watts

Digitale Terrestre

Unagenzia di assicurazioni mette una sexy agente (Catherine Zeta-Jones) alle calcagna di un altrettanto fascinoso ladro specializzato nel furto di opere darte (Sean Connery, foto). Entrapment Retequattro, ore 21.10

Diretta da Peter Jackson, 240 milioni di dollari di costo, la favola della bella e della bestia. Il gorilla si innamora di Ann (Naomi Watts, foto) fino alla classica fine sull'Empire State Building. King Kong Italia 1, ore 21.10

PREMIUM GALLERY 14.20 14.42 14.55 15.13 15.20 15.32 15.50 15.55 16.02 16.40 16.52 17.16 17.30 17.42 17.50 18.25 18.51 UNDERCOVERS I. Telefilm JOI THE O.C. I. Telefilm MYA MALCOLM VI. Telefilm STEEL GREEN ZONE. Film Premium Cinema MALCOLM VI. Telefilm STEEL UNA MAMMA PER AMICA I. Telefilm MYA SMALLVILLE VII. Telefilm STEEL GETTA LA MAMMA DAL TRENO. Film Studio Universal MONK VI. Telefilm JOI VISITORS I. Miniserie STEEL THE CALIFORNIANS - IL PROGETTO. Film MYA ULTRAVIOLET. Film Premium Cinema MALCOLM VI. Telefilm STEEL DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION IV. Telefilm JOI ILLUMINATA. Film Studio Universal HAMBURG DISTRETTO 21 III. Telefilm STEEL WOLFMAN. Film Premium Cinema 19.15 HAMBURG DISTRETTO 21 III. Telefilm STEEL 19.25 ONE TREE HILL V. Telefilm MYA 20.05 VISITORS II. Miniserie STEEL 20.10 THE PHILANTROPIST. Telefilm JOI 20.10 ONE TREE HILL V. Telefilm MYA 20.25 TALK OF FAME I. Show Studio Universal 21.00 RED CARPET. Rubrica Premium Cinema 21.00 THE TUDORS IV. Telefilm MYA 21.00 I DUKE ALLA RISCOSSA. Film Tv STEEL 21.00 I SOLITI SOSPETTI. Film Studio Universal 21.25 DJ VU - CORSA CONTRO IL TEMPO. Film Premium Cinema 21.51 UNDERCOVERS I. Telefilm JOI 22.03 THE TUDORS IV. Telefilm MYA 22.50 UNDER THE INFLUENCE. Show Studio Universal 22.58 ROYAL PAINS II. Telefilm JOI 23.04 RIZZOLI & ISLES I. Telefilm MYA 23.25 IL VILLAGGIO DEI DANNATI. Film Studio Universal

RAI 4 14.00 LISOLA DEI FAMOSI - INSIDE STORY. Reality 14.50 FLASHPOINT. Serie 15.40 WAREHOUSE 13 II. Serie 16.25 BEING ERICA. Serie 17.10 STREGHE VIII. Serie 18.00 THE LOST WORLD II. Serie 18.45 DOCTOR WHO. Serie 19.30 WAREHOUSE 13 II. Serie 20.20 FLASHPOINT. Serie 21.10 HAVEN. Serie 22.40 EUREKA SEVEN. Cartoni 23.10 SOUL EATER. Cartoni CIELO 17.00 ITALIAS NEXT TOP MODEL COLLECTION. Variet 18.05 PROJECT RUNWAY - TAGLIA, CUCI E.. Variet 19.00 CIELO TG24 SERA. 19.30 GLI SGOMMATI. Variet 19.35 BORIS. Telefilm 20.10 TOP CHEF. Variet 21.05 LINNOCENZA DEL DIAVOLO. Film 22.35 SATISFACTION. Telefilm 0.20 X-FILES. Telefilm

Eastwood contro la pena di morte

Gabriella Pession racconta i suoi inizi

Santoro parla degli scontri politici


Lo scontro nella politica sempre pi violento. Ospiti di Santoro: Maurizio Paniz del Pdl, Italo Bocchino di Futuro e Libert, il direttore di Libero Maurizio Belpietro. Annozero Raidue, ore 21.05

Gerry Scotti ospita 4 minatori cileni


Ospiti di Gerry Scotti: 4 dei 33 minatori cileni vittime dellincidente nella miniera di San Jos, il 5 agosto 2010 in Cile: imprigionati per 69 giorni a 600 metri di profondit. Lo show dei record Canale 5, ore 21.10

Clint Eastwood (foto) che qui interpreta un giornalista ispirato dal libro Prima di mezzanotte di Andrew Klavan, muove una dura critica al sistema giudiziario americano e al suo Paese che continua a esercitare la pena capitale. Fino a prova contraria Iris, ore 21

Gabriella Pession (foto), uno dei volti pi popolari della fiction italiana, sar la protagonista della puntata di stasera. Lattrice ricorder il suo esordio al cinema, giovanissima, con Lina Wertmller e anche i suoi primi lavori teatrali. Mister Hyde Rai5, ore 22

DOMANI

Corriere della Sera Gioved 21 Aprile 2011

55
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

Dal Satellite
Film e programmi
Papaleo & friends in terra lucana

Cinema
15.25 MISSION: IMPOSSIBLE Dalla serie televisiva al kolossal cinematografico. T. Cruise interpreta Ethan Hunt, un agente segreto. Dirige B. De Palma. Sky Cinema 1 HD 15.30 A PIEDI NUDI NEL PARCO Paul (R. Redford) e Corie (J. Fonda) sono freschi sposi che prendono possesso del loro appartamento. Da una commedia di N. Simon. Sky Cinema Classics 15.35 GUADALCANAL ORA ZERO 1942, Pacifico meridionale. Gli alleati combattono per respingere i giapponesi che tentano di conquistare lisola di Guadalcanal. MGM 15.50 ELF Un ragazzino allevato dagli elfi, da grande (W. Ferrell) decide di ritrovare suo pap. Divertente favola. Sky Cinema Family 15.55 HOUDINI - LULTIMO MAGO Morta la madre, lillusionista Houdini offre una ricompensa a chi lo metter in contatto con lo spirito della donna. Con C. Zeta-Jones. Sky Cinema Hits HD 16.05 12 ROUNDS Il detective Baxter sfida colui che ha rapito la moglie per ritrovarla. Il delinquente legato al suo passato... Sky Cinema Max HD 16.25 UN AMORE ALLIMPROVVISO Dal romanzo La moglie delluomo che viaggiava nel tempo, si racconta la cronoalterazione di Hanry e la sua storia damore con Claire. Sky Cinema Passion HD 17.15 MISSION: IMPOSSIBLE 2 T. Cruise/Ethan Hunt si aggiudicato lMTV Movie Award come miglior attore, per il secondo film della serie, diretto da J. Woo. Sky Cinema 1 HD 17.20 ULISSE Mentre Ulisse (M. Douglas) vaga per i mari, Penelope (S. Mangano) deve vedersela con i Proci. Il poema omerico secondo M. Camerini. Sky Cinema Classics 17.30 AVVENTURA NELLO SPAZIO Anni 60: la lotta tra Stati Uniti e Unione Sovietica per la conquista dello spazio al culmine. Protagonista J. Woods. Sky Cinema Family 17.35 CALENDAR GIRLS H. Mirren, J. Walters e P. Wilton sono tra le protagoniste della delicata commedia: delle donne mature posano per un calendario. Sky Cinema Hits HD 17.55 CYBORG Un cyborg (J.C. Van Damm) lotta contro bande di sciacalli in una Terra appena devastata dallapocalissi nucleare. Sky Cinema Max HD 18.15 BAARA Lappassionato racconto di una Sicilia popolata di ricordi. La storia di Bagheria tra gli anni 30 e 60. Sky Cinema Passion HD 19.05 RIFLESSI IN UNO SPECCHIO SCURO Il sergente Johnson (S. Connery) deve fermare un killer che sevizia delle bambine. Tratto da unopera teatrale di John Hopkins, diretto da S. Lumet. MGM 19.10 DON CAMILLO Campione dincassi nella stagione 1952-53, un classico interpretato dalla coppia consolidata G. Cervi e Fernandel. Sky Cinema Classics 19.20 LA STORIA INFINITA Il timodo Bastian (B. Oliver) viene rapito dalla lettura di un libro ambientato nel regno di Fantasia. Sky Cinema Family 19.25 MATRIMONI E ALTRI DISASTRI Nan (M. Buy) viene coinvolta dalla sorella nellorganizzazione del suo matrimonio. Sar loccasione per mettersi in gioco. Sky Cinema 1 HD 21.00 LAZARUS PROJECT - UN PIANO MISTERIOSO Tra realt e sogno, la vita di Ben, che dopo essere stato condannato a morte si sveglia custode in una clinica. Sky Cinema Max HD 21.10 BASILICATA COAST TO COAST Per partecipare a un festival, un gruppo di musicisti attraversa la Basilicata a piedi, accompagnati da una giornalista. Sky Cinema 1 HD 22.35 G-FORCE: SUPERSPIE IN MISSIONE Tre porcellini dindia e una talpa formano un team infallibile. E a loro che si affida il Governo per sconfiggere i nemici. Sky Cinema Family 22.45 IL BOUNTY 1787: il Bounty dallInghilterra salpa per Thaiti. Durante il viaggio lequipaggio si ribella al comandante (A. Hopkins). Con M. Gibson. Sky Cinema Classics

Sport
14.00 BILIARDO: GIORNO 6 Campionato del Mondo. Diretta Eurosport 14.15 BASKET: OKLAHOMA CITY DENVER NBA Sky Sport 2 HD 15.00 CALCIO: UDINESE - ROMA Serie A Sky Sport 1 HD 15.30 CALCIO: BOLOGNA - NAPOLI Serie A Sky Sport 1 HD 17.00 TENNIS: QUARTI DI FINALE Torneo WTA di Stoccarda Eurosport 18.00 TENNIS: QUARTI DI FINALE Torneo WTA di Stoccarda. Diretta Eurosport 18.30 BASKET: FINALE Campionato Italiano Femminile. Diretta RaiSport 1 19.00 CALCIO: COPPA DEI CAMPIONI: PSV EINDHOVEN - BENFICA 1988 Tutto Coppe ESPN 20.00 BILIARDO: GIORNO 6 Campionato del Mondo. Diretta Eurosport 20.25 CALCIO: FRIBURGO - HANNOVER Bundesliga. Diretta Sky Sport 1 HD 20.30 PALLAVOLO: CAMPIONATO ITALIANO Diretta RaiSport 1 20.45 POKER: EP. 2 Gran Finale SNAI Poker Cup Sky Sport 2 HD CALCIO: TOTTENHAM - ARSENAL Premier League Sport Italia 22.20 BASKET: OKLAHOMA - DENVER NBA Sky Sport 2 HD 22.30 FOOTBALL AMERICANO: CAMPIONATO ITALIANO HIGHLIGHTS RaiSport 1 22.45 CALCIO: 1994 STATI UNITI FIFA Mini World Cups ESPN 23.05 WRESTLING: THIS WEEK ON WWE Eurosport

A fil di rete
di Aldo Grasso

La bella sorpresa di Plastik

Quattro amici (tra di loro Rocco Papaleo, anche regista, nella foto) che suonavano insieme da ragazzi, si ritrovano on the road in terra lucana per partecipare ad un festival. Basilicata coast to coast Sky Cinema 1, ore 21.10

Un ragazzino salver il regno della fantasia

Il piccolo Bastian ama a tal punto le fiabe da ritrovarsi magicamente in un mondo fantastico dove, con laiuto di un drago volante (nella foto), dovr sconfiggere il Nulla che minaccia il regno della fantasia. La storia infinita Sky Cinema Family, ore 19.20

Omaggio allispettore Peter Sellers

Serie Tv
14.15 14.30 15.10 15.40 16.30 17.00 18.05 19.20 20.05 21.00 21.15 22.00 22.05 23.15 23.20 0.25 0.30 UNFABULOUS III Rai Gulp BONES Fox Life I-CARLY Nickelodeon BIG TIME RUSH Nickelodeon I SIMPSON Fox HD KARKU 1 Rai Gulp WILL & GRACE Fox Life I GRIFFIN Fox HD NIN Disney Channel C.S.I. Fox Crime HD GLEE Fox HD CYBERGIRL Disney Channel LIFE BITES Disney Channel ROMANZO CRIMINALE 2 Sky Uno CYBERGIRL Disney Channel AIUTAMI HOPE! Fox HD BLISS LEI MEGA MINDY DeAkids C.S.I. MIAMI Fox Crime HD

Intrattenimento
14.15 15.15 16.30 17.05 18.20 19.05 20.25 21.00 22.15 22.55 23.00 23.05 23.15 23.30 23.55 0.10 0.15 ALLA CASA CI PENSA LUI LEI THE RACHEL ZOE PROJECT E! CAMBIO VITA.. MI SPOSO Sky Uno S.O.S. TATA Fox Life TOP CHEF - SOLO DESSERTS LEI THE RACHEL ZOE PROJECT E! PANNI - MISSA BREVIS Classica MARRIED TO ROCK E! GLI SGOMMATI Sky Uno WIPEOUT - PRONTI A TUTTO K2 SEX THERAPY LEI GLI SGOMMATI Sky Uno I ROBINSON K2 NAKED & FUNNY E! I ROBINSON K2 I ROBINSON K2 CONTRAPPUNTI COLOMBO E IL 900 Classica NAKED & FUNNY E!

Ragazzi
18.45 19.30 20.00 20.10 20.20 20.25 20.35 TOM & JERRY TALES Boomerang BEN 10 Cartoon Network LA PANTERA ROSA Boomerang DUE FANTAGENITORI K2 SPONGEBOB Nickelodeon LEONE IL CANE FIFONE Cartoon Network SAM SAM Boomerang SOCIAL KING REPLAY Rai Gulp DUE FANTAGENITORI K2 SPONGEBOB Nickelodeon LA COMPAGNIA DEI CELESTINI Rai Gulp I PUFFI Boomerang FREESTYLE DeAkids ADVENTURE TIME Cartoon Network DUE FANTAGENITORI K2 SPONGEBOB Nickelodeon

Documentari
13.10 14.05 15.00 16.45 17.00 18.05 19.05 20.00 21.00 21.05 21.10 21.35 21.55 22.00 22.05 TOP MACHINE Discovery Science MEGA WORLD Discovery Science TOP GEAR Discovery Channel HD I POPOLI DEL MARE Yacht & Sail SQUALI Discovery Channel HD TOP MACHINE Discovery Science GADGET SHOW Discovery Science TOP GEAR Discovery Channel HD ESPN FILMS ESPN COME FATTO Discovery Science MEGASTRUTTURE National Geographic EVGENIJ MRAVINSKIJ Classica COME FATTO Discovery Science IL GIRO DEL MONDO IN 80 ISOLE Yacht & Sail DEADLIEST CATCH Discovery Channel HD GADGET SHOW Discovery Science

Questa volta si indaga sulla misteriosa scomparsa... del famoso ispettore Clouseau, alias Peter Sellers (foto). un omaggio al grande attore, morto proprio allinizio delle riprese. Sulle orme della Pantera rosa; Cult, ore 21

20.50 20.55 21.00

l prof. Roy De Vita, legato sentimentalmente allattrice Nancy Brilli, si star mordendo le mani. Aveva rifiutato di partecipare al programma Plastik-Ultrabellezza, bollandolo come trash e invece si sbagliato. Plastik-Ultrabellezza pieno di cose da migliorare, sono tre programmi in uno ancora da mettere a punto, ma finora, fra le trasmissioni italiane che si sono occupate di eliminare gli inestetismi, bandire il grasso superfluo, cancellare smagliature storiche e, Vincitori e vinti soprattutto, sfidare il proprio destino fisionomico la pi convincente (Italia 1, marteVincenzo d, ore 21.10). Montella La Roma Merito principale della riubatte i Ris di scita il ruolo interpretato Roma. La dal prof. Marco Klinger che Coppa Italia, in chiaro ha rivelato uninsospettabile su Raiuno, vince la padronanza del mezzo. In caserata: in campo ci mera operatoria o in studio, sono lInter di Leonardo sembra il George Clooney dele la Roma di Vincenzo lUmanitas, il Dr Kildare di Montella: gli spettatori San Siro, il Dr House del del primo tempo sono makeover. Grazie alla sua pre6.188.000, lo share senza in scena, abbiamo potudel 21,5%. to chiudere un occhio sulla demenziale scenografia da caMarco sa delle bambole e sulla incaRossetti pacit recitativa di Elena BarSerata piena bie Santarelli. Lunica cosa di eventi, fra che sa dire la chirurgia placalcio e stica a 360 gradi. politica: la fiction di Gli altri colleghi non sono Ris Roma 2 Delitti allaltezza di Klinger e, alla imperfetti, con Marco lunga, il programma rischia Rossetti, raccoglie di risentirne. In realt, lidea comunque su Canale di alternare interventi su pa5 un buon risultato: zienti italiani e mostrare fil4.740.000 spettatori, mati di casi internazionali 16% di share. (come la vicenda della bambina indiana affetta da parassitismo gemellare) pu aiutare meglio a capire il ruolo della chirurgia plastica. Il termine plastica, preso come sostantivo, rinvia a un mondo artificiale, siliconato, popolato da statue di cera. Come aggettivo invece evoca la capacit di dare forma o risalto a qualcosa: la chirurgia plastica si trova, dal punto di vista semantico, a met strada. Certo, per molto tempo il concetto di metamorfosi, da Apuleio a Ovidio, da Kafka a Savinio, stata una nozione che ha riguardato soprattutto la mente. Da un po di tempo riguarda il corpo, il nostro corpo. Varrebbe la pena di rifletterci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Troppi mutuati per il dottor Sordi


Uno dei film cult di Sordi. Il dottor Tersilli (Alberto Sordi) vuol far carriera. Sedotta la moglie di un collega moribondo e strapieno di mutuati, dopo la sua morte riesce a ereditare il ricco parco pazienti. Il medico della mutua Sky Cinema Classics, ore 21

Radio
RADIO 1 rai.it 15.35 BAOBAB - LALBERO DELLE NOTIZIE. 17.20 IL COMUNICATTIVO. 17.40 TORNANDO A CASA. 19.20 RADIOUNO SPORT. 19.30 LA MEDICINA. 19.35 ASCOLTA, SI FA SERA. 19.40 ZAPPING. 21.10 ZONA CESARINI 23.05 GR 1 PARLAMENTO. RADIO 2 15.00 COS PARL ZAP MANGUSTA. 15.15 OTTOVOLANTE. 16.00 BRAVE RAGAZZE. 17.00 610 (SEI UNO ZERO) 18.00 CATERPILLAR. 19.50 MARINAI, PROFETI E BALENE. 20.00 DECANTER. 20.50 ITALIA150. BAZ. 21.00 MOBY DICK. rai.it RADIO 3 rai.it 14.00 TRE COLORI. 14.30 ALZA IL VOLUME. 15.00 FAHRENHEIT. 16.00 AD ALTA VOCE. 18.00 SEI GRADI. UNA MUSICA DOPO LALTRA. 19.00 HOLLYWOOD PARTY. 19.50 RADIO 3 SUITE. 20.30 IL CARTELLONE. 24.00 IL RACCONTO DELLA MEZZANOTTE. RMC radiomontecarlo.net 7.00 SI SALVI CHI PU DESI, LUISELLA RAPHAEL. 10.00 IN TEMPO REALE FARCHETTO, VENEGONI. 11.00 TEO IN TEMPO REALE. 13.00 IN THE MUSIC BRAGATTO. 15.00 IN THE MUSIC DI MAGGIO. 18.00 ANTEPRIMA NEWS VALLI. 20.00 MARCO PORTICELLI. 22.00 MONTE CARLO NIGHTS NICK NIGHTFLY. RADIO 105 105.net 7.00 TUTTO ESAURITO GALLI, PIZZA. 10.00 105 FRIENDS TONY, ROSS. 13.00 105 ALLUNA CATTELAN. 14.00 LO ZOO DI 105 M. MAZZOLI. 16.00 MUSIC & CARS ALVIN, DJ GIUSEPPE. 19.00 105 NON STOP YLENIA, BRIGANTE, LEONE DI LERNIA. 21.00 105 NIGHT EXPRESS SPADA, FABIOLA. 23.00 LO ZOO DI 105 M. MAZZOLI. VIRGIN RADIO virginradioitaly.it 7.00 BUONGIORNO DR FEELGOOD. 10.30 ELIO FIORUCCIS STORIES ELIO FIORUCCI. 11.30 ROCK IN TRANSLATION GIULIA SALVI. 12.30 MUSIC HISTORY PAOLA MAUGERI. 13.30 VIRGIN INVESTIGATION BUREAU... 14.00 REVOLVER RINGO. 18.00 VIRGIN GENERATION ANDREA ROCK E.... 19.30 VIRGIN INVESTIGATION BUREAU. 20.30 VIRGIN ROCK LIVE ANDREA ROCK.

56

Gioved 21 Aprile 2011 Corriere della Sera