Sei sulla pagina 1di 1

8 ECONOMIA giovedì 26 gennaio 2006

INTESA CONSUMATORI LA FLESSIONE DELLE FORNITURE DALLA RUSSIA METTE A RISCHIO ANCHE L’ENERGIA PER LE IMPRESE

Energia: su famiglie Emergenza gas: riscaldamenti ridotti fino al 28 febbraio


stangata da 500 euro
ROMA. Sui bilanci delle famiglie italiane è ROMA. Riscaldamenti ridotti di un grado di temperatura e late». Prima di arrivare a un razionamento del gas per la lo di importazioni ed un aumento di consumi per il fred-
in arrivo una stangata di oltre 500 euro caldaie accese un’ora in meno dal primo al 28 febbraio. È produzione elettrica, ha ricordato però l'amministratore do».
in più per quest’anno, per effetto del ca- quanto si legge nel decreto firmato ieri dal ministro delle delegato dell’Enel, Fulvio Conti, esiste comunque «la pos- Gnudi ha precisato che «certezze in questo settore non ce
ro-energia. Gas, benzina, prezzi sono le Attività produttive, Claudio Scajola. Il disagio del taglio sibilità di fare andare a olio le centrali». Ad alimentare le ne sono, dipende da come vanno le importazioni con la Rus-
tre voci sotto accusa. L’allarme arriva dal- di un’ora al riscaldamento delle case potrebbe essere so- preoccupazioni dei due massimi dirigenti del settore ener- sia».
l’Intesa Consumatori sulla base di due di- lo un anticipo delle difficoltà a cui rischiano di andare in- getico italiano sono le notizie che continuano ad arrivare «La Russia ci sta trattando molto bene, con una riduzione
versi scenari, uno più ottimistico con il contro le aziende con l’aggravarsi dell’emergenza gas. «C’è dalla Russia, dove pure ieri si è registrato un calo delle con- molto limitata di gas» ha commentato invece Silvio Ber-
petrolio ai valori attuali di 68-70 dollari la possibilità di sospendere le forniture alle utenze indu- segne di gas, anche se la diminuzione risulta sostanzial- lusconi durante la registrazione del programma SkyTg24
al barile e un’altra più pessimistica con striali e, ove possibile, agli elettrici», ha messo in guardia mente stabile. Poi, quanto alle accuse all’Enel di utilizza- pomeriggio di ieri. Nonostante i problemi interni, ha pro-
il greggio a 80-85 dollari. «Putroppo non l’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni. Il ma- re il gas per produrre energia rivenduta all’estero, ieri ha seguito il premier, «ci mandano ugualmente gas, con una
è affatto uno scenario irrealistico. Siamo nager si è mostrato comunque ottimista, augurandosi che risposto il presidente dell’Enel, Piero Gnudi. «Esportiamo riduzione limitata che alla fine sarà del 7-8 per cento, ma
molto preoccupati, anche perché da que- le misure adottate dal Governo «siano sufficienti a risol- pochissimo, neanche il 5% della nostra energia» ha detto questo lo sapremo a marzo. È un comportamento da veri
sto conteggio sono per ora esclusi gli ef- vere i problemi». Se l’ondata di freddo dovesse prosegui- il presidente del gruppo elettrico, precisando che «la no- amici», anche perché sono alle prese con un «evento ec-
fetti del decreto anti-emergenza gas» di- re, ha però puntualizzato Scaroni, «ci sarebbe la necessità stra energia va a clienti ed imprese italiane». cezionale come i -60°». Quindi, quanto alle prospettive fu-
chiara all’Adnkronos a nome dell’Intesa di ulteriori interventi», anche se al momento «non si pre- Parlando dell’emergenza gas più in generale, Gnudi ha ture, il presidente del Consiglio si è detto convinto che ai
Consumatori, Rosario Trefiletti. sentano rischi per le famiglie che sono in ogni caso tute- aggiunto che «il problema c’è, è reale, in quanto c’è un ca- russi «convenga di essere nostri fornitori».

LA VERTENZA | Fissato un vertice il primo febbraio con Governo, sindacati e azienda. Cisl e Uil: evitare altri blocchi

Alitalia, stop a forme di lotta estreme


del piano industriale nel rispetto degli impegni presi con quindi di aprire un procedimento nei confronti delle or-
GIULIO DE VITO
la Consob e con i mercati». ganizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil e Up, “in
ROMA. Mercoledì primo febbraio, il Governo ha invitato i ver- Base della discussione sarà una volta ancora il piano in- relazione allo sciopero del 19 gennaio attuato in violazio-
tici dell’Alitalia ad un incontro a tre con i sindacati che, dustriale siglato due anni fa: lo ha annunicato il sottose- ne delle regole”.
ieri, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi, durato tre ore, gretario al Consiglio, Gianni Letta, e lo hanno ripetuto i se- Nella nota diffusa dalla commissione di garanzia si rile-
hanno dato lo stop agli scioperi. Anche l’astensione dal la- gretari generali dei sindacati. «Anche se - ha precisato Pez- va infatti che lo sciopero del 19 gennaio è stato attuato dai
voro proclamata dai ferrovieri è stata sospesa. Oggi e do- zotta della Cisl - l’incontro non è stato risolutivo del pro- sindacati “in violazione delle regole e nonostante l’indica-
mani si viaggia regolarmente. I sindacati di settore Cgil, blema, resta comunque un fatto molto importante». zione immediata dalla Commissione, nonché per le as-
Cisl, Uil, Ugl, Fast ferrovie e Orsa hanno deciso di differi- Meno diplomatico il ministro del Welfare Roberto Maroni semblee dei giorni successivi che, indette senza il rispet-
re lo sciopero di 24 ore che doveva partire alle 21 di que- che paragona i sindacati ad una particolare specie di topi- to delle norme di legge e contrattuali, si sono risolte in una
sta sera e protrarsi fino alle 21 di domani. La pro- astensione collettiva che ha inciso pesantemente sul ser-
testa si terrà dalle 21 del 3 marzo alle 21 del 4 mar-
zo prossimi.
■ Il Garante sugli scioperi ha aperto un vizio pubblico di trasporto”.
Nella stessa data, sottolinea la commissione, visto il ri-
«Il governo ha convocato i vertici di Alitalia: non procedimento nei confronti delle organiz- lievo nazionale del conflitto, il Garante “ha deliberato di
sono più necessarie forme di mobilitazione così richiedere con urgenza” all’Alitalia e ai sindacati “di pre-
estreme», ha spiegato Savino Pezzotta, segretario
zazioni: Filt, Fit e Uilt. Rinviata l’asten- cisare analiticamente i termini della vertenza che vi ha da-
generale della Cisl, e, per la Uil, Luigi Angeletti sione dei ferrovieri, oggi treni regolari to luogo”.
ha spiegato: «Il nostro obiettivo era farci ascolta- «Auspichiamo che l’incontro a Palazzo Chigi serva a por-
re. Ora abbiamo un interlocutore e possiamo cambiare for- suicida: «Avete presente i lemmings? Sono roditori artici tare serenità per poi ripartire. Continuare a frenare l’a-
ma di mobilitazione, togliendo questa forma estrema di lot- facili alla sovrappopolazione che, migrando alla ricerca for- zienda come è stato fatto in questi giorni è gravissimo». È riamo ora che il personale possa riprendere subito a lavo-
ta». sennata di cibo, attraversano in massa il mare e finiscono quanto ha affermato il presidente dell’Anpac, Fabio Ber- rare per garantire il percorso che abbiamo sottoscritto in
Intanto, il presidente della Commissione di Garanzia per affogare». ti. L’Anpac, insieme ad Avia e Anpav (assistenti di volo) ha questi due anni. Qualsiasi percorso va bene purché i sa-
Martone ha aperto una procedura di valutazione su quelli Quello di ieri è stato comunque un altro giorno di pro- dato vita pochi mesi fa alla Fan, la Federazione degli ae- crifici fatti sino ad ora da tutti i lavoratori non siano but-
che ha definito “scioperi nascosti”. teste e di caos. A mezzogiorno i voli cancellati erano già ot- ronaviganti. «Di fallimento dell’azienda - ha detto Berti - tati a mare. Inasprire il conflitto intersindacale è perico-
«L'incontro - ha spiegato il ministro all’Agricoltura Gian- tantacinque e le previsioni erano nere. neanche se ne parla. Primo perché è stata appena ricapi- losissimo perché si fanno credere cose che non esistono con
ni Alemanno - servirà per trovare un’intesa sullo sviluppo La Commissione di garanzia sugli scioperi ha deciso talizzata e poi perché noi non lo permetteremo mai. Spe- il rischio di creare tensioni fortissime tra il personale».

INTERPORTO DI NOLA | Le Camere di Commercio si uniscono per realizzare il Corridoio 1 Getronics venderà
Vodafone nel 2005 le attività italiane:
raggiunti 179,3
milioni di clienti
«Impegno per l’asse Nord-Sud Europa» Nell’ottica dell’integrazione va data rilevanza presidente Gianni Punzo - è l’unico al di sotto di
a rischio 2mila posti
TORINO. La Getronics, uno dei maggiori for-
DOMENICO CECERE
ROMA. Il gruppo Vodafone nel quarto anche all’appuntamento di Genova di domani Bologna; ha potenzialità enormi e può giocare nitori mondiali di soluzioni e servizi di
trimestre dell’anno scorso ha regi- NOLA. «L’obiettivo è di dare vita ad una comunità nel quale si discuterà del corridoio Genova-Rot- da protagonista. Rappresenta davvero “la porta” Information and Communication Techno-
strato un aumento dei clienti del di Camere di Commercio che coinvolga in par- terdam, fondamentale nei collegamenti tra Ita- per i paesi dal Mediterraneo (extra EU) verso logy, venderà entro il 2006 le attività che ha
4,9%, raggiungendo così quota 179,3 ticolare l’Italia, la Germania e l’Austria». È la lia, Svizzera, Belgio ed Olanda ma l’appunta- l’Europa». in Italia. Lo rendono noto le rsu delle sedi
milioni, grazie soprattutto alle ac- proposta lanciata dal direttore dell’Uniontra- mento di ieri è servito ad analizzare opportunità Esperti e tecnici hanno guardato con ottimi- di Ivrea, Torino e Volpiano, sulla base di un
quisizioni e alle performance nei sporti, Vittorio Macchitella, concludendo i lavori e prospettive che il Corridoio 1 presenta per 9 smo a tutti i transiti che dal nord-est europeo sfo- comunicato apparso sul sito Internet della
Paesi non dell’Europa occidentale. Il del convegno, svoltosi all’Interporto di Nola, sul regioni: Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Ro- ciano nel Mediterraneo, e ai vantaggi di una de- società. Getronics Italia, di cui è ammini-
gruppo avverte però che, a causa tema “L’asse Nord-Sud dell’Europa, il corridoio magna, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, localizzazione “fondamentale per le piccole e stratore delegato Roberto Schisano (ex ad
della saturazione dei mercati euro- Berlino-Palermo”. Calabria e Sicilia. E se da un lato, il presidente medie imprese», come ha evidenziato il presi- Alitalia e Op Computer), ha in Italia circa
pei, la crescita dei ricavi rallenterà Il Corridoio 1 Berlino-Palermo, asse priorita- dell’Autorità portuale di Napoli, Francesco dente dell’Uniontrasporti Paolo Odone. «Il Mez- 2.000 dipendenti, di cui 300 in Piemonte. A
ancora nell’anno fiscale che termi- rio della politica delle infrastrutture nell’Unio- Nerli, ha evidenziato che «sarà difficile mante- zogiorno - ha precisato Odone - intercettando i Ivrea, Napoli e Bari ha ereditato le attività
nerà nel marzo 2007. A fine dicem- ne Europea per il trasporto di passeggeri e mer- nere il livello di competitività sin qui raggiunto, traffici del corridoio, nei porti di Napoli, Gioia di software dell’Olivetti. «La decisione co-
bre 2005 i clienti Vodafone live! han- ci «rappresenta un passo fondamentale per l’in- se il Governo continuerà a bloccare i finanzia- Tauro e Palermo, può proporsi come piattafor- municata dalla direzione di Amsterdam - af-
no raggiunto quota 4.524.000. L’Am- tegrazione dell’Italia, in particolare del Centro menti dovuti al Porto, primo nodo del sistema ma logistica e/o casello di autostrada del mare, fermano i delegati piemontesi che chiedono
ministratore delegato di Vodafone Sud, con i Paesi dell'Europa centrale», ha spie- logistico campano», dall’altro, il presidente del- sia nei collegamenti inframediterranei che ex- un incontro urgente alle istituzioni regiona-
Italia, Pietro Guindani ha dichiarato: gato il presidente della Camera di Commercio l’Interporto di Verona ed ex sindaco, Michela Si- tramediterranei». li e locali - giunge al termine di un triennio
«I risultati commerciali sono molto di Napoli, Gaetano Cola. E l’assessore regiona- roni, ha concordato sulla necessità di «non fer- Il sistema camerale ha investito sino ad oggi in cui i vari strumenti messi in atto hanno
soddisfacenti a dimostrazione della le ai Trasporti della Campania, Ennio Cascetta, marsi ad ogni minima protesta di quartiere». oltre 433 milioni di euro di proprie risorse in in- portato ad un pesante ridimensionamento
dinamicità della nostra offerta: ri- ha aggiunto: «La realizzazione del corridoio 1 è Per la Campania e l’area Mediterranea la rea- frastrutture. In particolare sulla Berlino-Paler- degli organici e del fatturato di Getronics
spetto allo scorso anno, le attivazio- assolutamente collegata al completamento lizzazione del Corridoio 1 e l’implementazione mo le Camere di Commercio, al 2005, hanno 135 Italia. Viste le ultime drammatiche notizie,
ni di nuovi clienti sono state ancora (mancano pochi chilometri) del corridoio 8 dei con gli altri rappresentano punti di forza ine- partecipazioni in società legate ai trasporti e al- abbiamo richiesto un incontro urgente al
in crescita». Balcani». sauribili. «L’interporto di Nola - ha ricordato il la logistica per un totale di 45 milioni di euro. ministero per le Attività produttive».

SEGUE DALLA PRIMA


dacalisti di picchetto ai capannoni di Fiu- non è esposta agli stessi rischi (anche giu-
FILIERA TABACCO BORSA

Volare... micino. Impediscono la manutenzione e la-


sciano trecento aerei a terra. Fanno un dan-
no di milioni di euro alla società e di inesti-
diziari), ma dall’azionista pubblico ottiene
tutti i vantaggi: protezione a norma di leg-
ge dalla concorrenza e ripianamento delle Campania, chiesto stato Piazza Affari
al solito rischio sciopero si aggiungono gli mabile valore all’economia italiana. Ma per eventuali perdite. Perché la SpA a capitale
imprevisti: zecche, locomotore che si pian-
ta, porta che non si apre, cesso eurostar “fuo-
una settimana nessuno si decide a ricorda-
re con convincente energia a Lor Signoria
pubblico, per definizione, “non può fallire”.
A volte la protezione è sconcertante: come
di crisi del settore chiude in rialzo
ri servizio” (pare che non sempre si faccia Sindacale che nella Costituzione, oltre al di- il recente no a una compagnia, che offriva NAPOLI. Il Tavolo riunitosi presso la Regione Cam- I PRINCIPALI INDICI
in tempo a svuotarli). ritto di sciopero, c’è anche quello di lavoro. voli per la Sardegna a prezzi molto più bas- pania per discutere delle vertenze in atto nel set-
Non si sa come l’Italia coltivi la sua voca- Se fossero stati sgomberati subito i picchetti si della “tariffa politica”. tore tabacchicolo in Campania ha chiesto al mini- MIBTEL + 0,65%
zione turistica, che non è solo vocazione ma di Fiumicino, si sarebbero risentiti i capa- Il risultato delle SpA private di facciata e stero delle Politiche Agricole e Forestali la di-
soprattutto affare. Con trasporti più aleato- taz del vetero-sindacalismo e gli avanguar- pubbliche di sostanza? Eccolo, sotto gli oc- chiarazione dello stato di crisi. Erano presenti i
ri di una pallina alla roulette o di un nume- disti di sinistra, ma l’Italia avrebbe applau- chi di tutti: sfacelo aereo, sfascio ferrovia- rappresentanti degli assessorati all’Agricoltura e M I B3 0 + 0,55%
ro al lotto. Con gente che parte da Bari, ma dito e qualcuno, chissà, avrebbe deciso di ri- rio, lentezza postale, sguaiataggine e insul- al Lavoro, guidati rispettivamente da Andrea Coz-
non riesce ad arrivare in treno a Bologna, e cordarsene alle urne. A volte sorge il dubbio saggine di una buona parte del prodotto ra- zolino e Corrado Gabriele, Cgil, Cisl, Uil, l’Asso-
altri che partono da Catania, ma non rie- che Berlusconi abbia un po’ dimenticato, diotelevisivo pubblico. E se fosse vero che ciazione dei Produttori di Tabacchi, il Comune di MIDEX + 0,36%
scono a vedere la partita della loro squadra strada facendo, che nel 2001 gli italiani lo ferrovie e poste non succhiavano tanto, e Sparanise e le aziende Mindo ed Ati. La decisione
a Brescia. Gli ultras catanesi sono violenti elessero per fare il “berlusconi”, non il “po- funzionavano meno peggio, all’epoca dei mi- è stata assunta al termine di un incontro svoltosi
e, quindi, non assolvibili se sfasciano la sta- litico”. nisteri dei Trasporti e delle Poste? Difficile all’assessorato all’Agricoltura, incontro che ha S & P / MI B +0,78%
zione di Parma. Ma non è “violenza” anche Sarebbe tuttavia tempo di spiegare, un po’ dire se gli aerei erano più efficienti, e me- fatto seguito a due altre riunioni sulla questione
tradire con tanta frequenza, e tanta impu- alla buona, che non è solo una questione di no gravosi per l’erario, all’epoca delle Par- svoltesi al comune di Sparanise e, la settimana
denza, l’impegno preso col viaggiatore? In aerei. Ma anche di treni, di poste, di radio- tecipazioni Statali, ma non si parlava di fal- scorsa, nella Prefettura di Caserta, e ad una lette- DO W JONES
un paese dove il cittadino ha poca difesa dai televisione e di qualsiasi settore in cui sia limento. Difficile accettare che la tivù pub- ra inviata lo scorso 6 dicembre dall’assessore
disservizi, dalla prepotenza del monopolista stata installata la formula della società pri- blica lotti testa a testa con quella privata (un Cozzolino al ministro Alemanno per sollecitare INDUSTRIAL - 0,25%
finto privato, dall’iniquo svantaggio col vata a capitale pubblico. Una formula che quarto dei suoi dipendenti), potendo suc- un suo intervento sul problema della commercia-
quale parte in ogni rapporto con fornitori di monta allegre macchine mangiasoldi, al cui chiare alla turgida mammella del canone. lizzazione del tabacco.
beni e servizi, perché si ostenta peloso sde- confronto le vecchie “partecipazioni stata- Se ne parla poco. Meglio occuparsi di Lec- Nel corso dell’incontro sono state inoltre affron- NASDAQ
gno quando qualcuno, esasperato, perde la li” erano parsimoniosi salvadanai per edu- ciso e Zechila. Ed evocare Modugno: “Paga- tate le problematiche relative alla soluzione delle
testa e scoppia? cande. Geniale la pensata. Una SpA privata re, oh, oh…” vertenze in atto. COMPOSITE - 0,40%
“Volare, oh, oh…”, sembrano urlare i i sin- non ha i vincoli di una struttura pubblica e GIANNI DE FELICE