Sei sulla pagina 1di 9

Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon

M5. PRIMA GUERRA MONDIALE


1. Introduzione
1.1 Un nuovo modo di combattere: la guerra di trincea
1.2 Le dimensioni del conflitto: la grande guerra
1.3 Le cause della guerra
2. Lo scoppio del conflitto
. L!inter"ento it#li#no
3.1 La neutralit italiana nella fase iniziale del conflitto
3.2 Tra neutralit e intervento
3.3 La decisone di intervenire e le prime fasi del conflitto italiano
$. Gli #nni di %uerr#
.1 Le fasi iniziali !1"1#
.2 Lo stallo !1"1$%1&#
.3 La svolta del 1"1'
. La conclusione del conflitto !1"1(#
5. L!Europ# n#t# d#ll# &%r#nde %uerr#'
$.1 La conferenza di pace di )arigi
$.2 *li e+uilibri precari del dopoguerra
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
1
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
1. Introduzione
1.1 Un nuo"o (odo di co()#ttere* l# %uerr# di trince#
Le nuove armi
,uando- nell.agosto del 1"1- iniziarono le operazioni di guerra- erano passati anni dall.ultimo
importante conflitto sul territorio europeo: la guerra franco%prussiana del 1('/.
0bbene in +uei anni notevolissima era stata l.evoluzione in campo tecnologico- con la messa a punto
di nuove armi aventi una potenza di fuoco e una precisione impensabili nel conflitto del 1('/. 1otevoli
miglioramenti si ebbero per l.artiglieria pesante- con la creazione di strumenti in grado di colpire con
precisione obiettivi posti a c2ilometri e c2ilometri di distanza. 3 fucili e cannoni c2e- per +uanto
perfezionati- erano strumenti gi in uso anc2e nei decenni precedenti- si affianc4 un nuovo tipo di arma- uno
strumento nato dai notevoli progressi tecnologici degli ultimi anni: la (itr#%li#trice. 5u soprattutto la
mitragliatrice
1
la causa della radicale trasformazione nel modo di combattere durante la prima guerra
mondiale.
6ombattere in trincea
,uando i soldati degli eserciti avversari iniziarono i primi scontri- si ebbe modo di constatare
immediatamente come la potenza di fuoco delle nuove armi- in particolare della mitragliatrice- fosse tale da
non consentire uno scontro frontale tra i due sc2ieramenti- cos7 come si usava nell.8ttocento. 9i fronte al
fuoco delle mitragliatrici l.unica cosa sensata c2e si potesse fare era di trovare un riparo- da +ui la necessit
delle trincee.
Lungo i fronti di combattimento vennero +uindi scavati dei lung2i fossati !le trincee# con larg2ezza
variabile dai '/ ai 1$/ cm- profondi da 12/ a 1(/ cm e lung2i centinaia di c2ilometri. :ul fianco rivolto al
nemico venivano posti dei sacc2i di sabbia per proteggersi dai colpi degli avversari. Le trincee nemic2e si
trovavano a poc2e centinaia di metri di distanza.
,uella c2e doveva essere una guerra lampo si era trasformata in guerra di posizione. 9urante gli attacc2i-
i soldati usciti dalla trincea si scagliavano contro i nemici cercando di con+uistare la loro posizione. 8gni
attacco comportava moltissime perdite- tra morti e feriti- da una parte e dall.altra- spesso le posizioni
con+uistate con enormi sacrifici umani erano perdute nel successivo contrattacco.
La nuova guerra divenne l.occasione per progettare nuovi strumenti di morte: le )occ+e di lupo !un
insieme di ferri appuntiti legati assieme e nascosti dentro delle buc2e#- strazianti trappole per i poveri soldati
c2e vi fossero caduti sopra; i %#s #sfissi#nti prodotti e inviati verso le trincee nemic2e !+uesto strumento di
morte era veramente orribile- prima della messa a punto delle masc2ere antigas i poveri soldati non avevano
scampo; l.uso di sostanze a base di 6loro provocava ai soldati colpiti un terribile bruciore alle vie
respiratorie e +uindi la morte dopo lunga agonia# con il risc2io c2e- cambiando il vento- i gas potessero
tornare verso c2i li aveva inviati. :i arriv4 persino a scavare dei cunicoli sotterranei per porre delle caric2e di
dinamite sotto le trincee nemic2e.
Un cenno merita l!uso dei pri(i #eropl#ni, inizialmente usati +uali ricognitori per osservare le
posizioni nemic2e dall.alto. :olo verso la fine della guerra nei diversi paesi erano nate delle vere e proprie
strutture aeronautic2e militari- con le diverse s+uadriglie aeree c2e si combattevano nei cieli.
<ivere in trincea
Note"oli furono le sofferenze p#tite d#i f#nti in trince#. Le condizioni #()ient#li er#no pessi(e- i
soldati erano costretti a vivere in +uesti fossati c2e si trasformavano in ac+uitrini con un minimo di pioggia o
di neve. Pessi(e le condizioni i%ienic+e, anc2e a causa della promiscuit e della scarsa pulizia personale. Le
pessime condizioni ambientali e la mancanza di igiene erano cause di malattie diffuse !circa il 2$= dei
soldati mor7 di malattia#.
Il ci)o er# piuttosto sc#dente nonostante le spese sostenute dai governi !spesso i controllori della
+ualit erano corrotti e i fornitori di alimenti senza scrupoli#.
>nsomma le condizioni di vita del soldato in trincea erano pessime sotto tutti i punti di vista.
Una cosa- pi? di tutte- tormentava i soldati al fronte- pi? dei pidocc2i- pi? delle malattie- pi? del rancio
scadente- era la p#ur#, la tensione psicologica- lo stress al +uale erano sottoposti. <ivere in trincea
significava- infatti- innanzitutto essere esposti 2 ore su 2 al risc2io di venire feriti o di perdere la vita
2
-
costretti ad attaccare il nemico o a subire il suo attacco- esposti ai colpi micidiali dei cecc2ini- sempre pronti
1
La mitragliatrice non venne usata per la prima volta nella )rima guerra mondiale- gi nelle con+uiste coloniali di fine
secolo le potenze europee avevano usato +uesto strumento.
2
9a +uesto punto di vista le reclute erano pi? esposte rispetto agli anziani. L.esperienza era un elemento fondamentale
per riuscire a sopravvivere- i dati c2e sono stati raccolti a proposito sono molto significativi
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
2
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
a colpire. 9i fronte a +uesta condizione di stress le reazioni erano diverse: molti soldati vissero delle vere e
proprie crisi di ner"i, c2e in alcuni casi si trasformarono in vere e proprie malattie nervose; altri attuarono
l!#uto(util#zione !si sparavano- o si facevano sparare da un commilitone- su un piede o una mano per poter
abbandonare il fronte#- altri ancora la diserzione e l!#((utin#(ento i risc2i erano elevatissimi.
)er diserzione si risc2iava la fucilazione- per #uto(util#zione il carcere militare e l.accusa di
diserzione. 1el caso di #((utin#(ento la punizione era ancora pi? crudele- non potendo individuare i
responsabili dell.ammutinamento !spesso era gruppi molto numerosi- centinaia di uomini# si procedeva con
la deci(#zione, ossia un soldato ogni dieci- scelto a caso- veniva fucilato.
1.2 Le di(ensioni del conflitto* l# &%r#nde %uerr#'
Le dimensioni del conflitto
La prima guerra mondiale venne ricordata con l.espressione grande guerra- in effetti rispetto ai
conflitti precedenti +uesta guerra era di dimensioni enormi:
Pi- di 2. n#zioni coin"olte
/irc# 05........ di co()#ttenti
Pi- di 1........ di (orti tr# i sold#ti
Pi- di 21........ di feriti tr# i sold#ti
/irc# $........ di (orti tr# i ci"ili
Le zone di guerra
)rincipali zone di guerra furono i territori posti ai confini dei paesi belligeranti. > fronti di guerra pi?
importanti furono cin+ue:
2ronte occident#le !in territorio francese- vide lo scontro tra francesi e inglesi da un lato e tedesc2i
dall.altro#
2ronte orient#le !in territorio polacco e russo- vide lo scontro tra soldati russi su un fronte e soldati
tedesc2i e austro%ungarici sull.altro#
2ronte it#li#no !in territorio italiano e sloveno- vide lo scontro tra italiani e austro%ungarici#
2ronte ser)o o %reco3turco !in territorio serbo e rumeno- vide lo scontro tra serbi e rumeni contro
austro%ungarici- bulgari e turc2i#
2ronte russo3turco !in territorio dell.>mpero ottomano- sul confine tra Turc2ia e @ussia- tra turc2i e
russi#
2ronte (ediorient#le !nel territorio dell.>mpero ottomano meridionale si affrontarono i turc2i e gli
inglesi presenti nel territorio dell.attuale >ra+#
Proa ad indicare i cinque diersi fronti sulla cartina muta proposta
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
3
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
1. Le c#use dell# %uerr#
> contrasti tra le grandi potenze europee
:e l.uccisione dell.arciduca 5rancesco 5erdinando e di sua moglie fu la causa scatenante il conflitto- ben
pi? profonde ed estese furono le cause reali della guerra.
6ome abbiamo avuto modo di osservare nel modulo dedicato alle grandi potenze europee- diversi erano i
contrasti c2e contrapponevano i paesi europei tra la fine dell.8ttocento e l.inizio del 1ovecento- A bene +ui
ric2iamarli:
/ontr#sto fr#nco3tedesco
/ontr#sto #ustro3russo
/ontr#sto #n%lo3tedesco
>l contr#sto fr#nco3tedesco 2a le proprie origini nella guerra franco%prussiana del 1('/. Un conflitto
c2e aveva umiliato i francesi e soddisfatto le ambizioni prussiane !nel 1('1- anc2e grazie alla vittoria sui
francesi- si realizzer il sogno prussiano di unire le diverse regioni tedesc2e per dar vita ad un.unica realt
nazionale tedesca- un.unica grande *ermania#. >n +uesto conflitto la )russia- tra le altre cose- aveva sottratto
ai rivali i territori dell.3lsazia e della Lorena- compiendo una manifesta ingiustizia nei confronti dei francesi.
1on bisogna +uindi stupirsi se lo spirito c2e anima i francesi nei primi anni del secolo A uno spirito di
rivalsa- di rivincita.
>l contrasto tra i due paesi si accentu4 agli inizi del 1ovecento per cause legate alle occupazioni
coloniali- in particolare la *ermania si opponeva al controllo francese del Barocco.
3nc2e del contr#sto #ustro3russo abbiamo gi avuto modo di parlare. >n +uesto caso la rivalit nasceva
dalla volont di entrambi i paesi di porre sotto il proprio protettorato le diverse realt territoriali della
penisola balcanica- realt c2e si stavano- gradualmente- affrancando dal controllo turco. La scintilla c2e fece
scoppiare il conflitto si accese proprio in +uesti territori- la prima potenza dell.>ntesa ad entrare in guerra fu
la @ussia.
>l contr#sto tr# In%+ilterr# e Ger(#ni# nac+ue per motivi commerciali e per motivi legati alla
espansione coloniale. La crescente potenza commerciale della *ermania di fine 8ttocento andava a
danneggiare sempre pi? i commerci inglesi- riducendone il mercato.
>n campo coloniale l.espansione coloniale delle due potenze !sia in 3frica c2e in 3sia# port4 a forti
attriti con contrasti sempre pi? netti.
>l sistema delle alleanze
)er comprendere la rapidit con la +uale il conflitto si A esteso ai diversi paesi A necessario ricordare il
sistema delle alleanze c2e si era venuto a creare tra gli stessi paesi negli anni precedenti.
1el 1('" venne stipulato un trattato di alleanza tra *ermania e 3ustria%Ung2eria- nel 1((2 alle due
potenze si un7 l.>talia per formare la Triplice alleanza !+uando inizi4 la guerra l.>talia era alleata a
*ermania e 3ustria%Ung2eria- non interven7 perc2C il trattato prevedeva l.entrata in guerra degli alleati solo
se +uesti fossero stati attaccati- ma fu l.3ustria ad attaccare la :erbia dando il via al conflitto#.
1el 1("3 venne stipulato un trattato di alleanza tra 5rancia e @ussia; nel 1"/'- a seguito dei crescenti
armamenti della *ermania- anc2e l.>ng2ilterra si un7 alle due potenze a formare il gruppo dell.>ntesa o
Triplice >ntesa.
L.esaltazione della guerra nella cultura d.inizio 1ovecento
!"inalmente # arriato il giorno dell$ira dopo i lung%i crepuscoli della paura& "inalmente stanno
pagando la decima dell$anime per la ripulitura della terra.
'i olea& alla fine& un caldo (agno di sangue nero dopo tanti umidicci e tiepiduri di latte materno e di
lacrime fraterne) !*iovanni )apini- 3miamo la guerra da Lacerba- >>- 2/- /1 ottobre 1"1#.
>n +ueste rig2e di )apini possiamo rintracciare lo spirito c2e animava il pensiero di molti intellettuali- e
non- di fronte alla guerra.
1ella cultura decadente di inizio secolo la guerra- il conflitto- erano visti come un momento di vitalit-
di ebbrezza- +uasi a vincere la noia del +uotidiano. La possibilit di morire in guerra non era visto come un
elemento deterrente- anzi era proprio la possibilit della morte c2e rendeva pi? attraente il combattimento.
,uesto clima riusc7 a coinvolgere e trascinare parte dell.opinione pubblica- soprattutto i giovani.
1ella guerra si vedeva- poi- la possibilit di aiutare la propria nazione nel diventare pi? forte- pi? grande.
L.3mor di patria spinse molti giovani a lottare per l.intervento del proprio paese. L.esperienza della
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)

Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
guerra vissuta fece comprendere a +uesti giovani !tra +uesti anc2e Ungaretti# cosa significasse in realt
guerra: dolore- sofferenza- crudelt- morte- null.altro.
>l sistema economico%produttivo e la prima guerra mondiale
)otr sembrare azzardata la decisione di porre tra le cause della guerra anc2e la componente legata al
sistema economico%produttivo. :i tende- solitamente- ad evidenziare le trasformazioni e i danni c2e +uesto
comparto subisce a causa della guerra- dando scarsa rilevanza al potenziale di affari e di interessi c2e si
nascondono dietro ogni guerra. La guerra- da sempre- A stata una fonte di affari e +uindi di guadagno per le
imprese coinvolte. >l principale committente diventa lo :tato c2e deve soddisfare le esigenze di milioni di
uomini al fronte- +uale migliore occasione per fare affari d.oro. 1on dobbiamo perci4 stupirci se dietro ai
movimenti interventisti ci sono spesso finanziamenti provenienti da potenti industriali
3
.
)er comprendere +uanto possa aiutare nello sviluppo di un.azienda un conflitto bellico basti pensare c2e
la 5>3T prima della guerra aveva circa ./// dipendenti- alla conclusione del conflitto era arrivata a 1&.///.
2. Lo scoppio del conflitto
L.ultimatum dell.3ustria alla :erbia
Lo studente bosniaco c2e il 21 %iu%no 141$ uccise 2r#ncesco 2erdin#ndo e la moglie- faceva parte di
una organizzazione c2e probabilmente era sostenuta dalla :erbia !non A mai stato dimostrato in modo
ine+uivocabile#. L.3ustria- c2e gia viveva dei rapporti tesi con +uel paese- decise allora di dare una dura
lezione al paese confinante.
8ttenuto il & luglio l.appoggio del potente alleato tedesco- il 23 l.3ustria consegna a Delgrado un
durissi(o ulti(#tu( con la ric2iesta di una serie di misure per far cessare ogni attivit antiaustriaca in +uel
paese. Il docu(ento +# un c#r#ttere pro"oc#torio, sia perc2C esige risposta entro appena ( ore- sia- e
soprattutto- perc2C pretende c+e r#ppresent#nti #ustri#ci p#rtecipino #ll5inc+iest# sull5#ttent#to. :e
avesse accettato- la :erbia avrebbe rinunciato alla propria sovranit- e infatti la replica di Delgrado su +uesto
punto A negativa. 9eterminata a c2iudere la partita con il paese confinante una volta per tutte- il 21 lu%lio,
l5Austri#3Un%+eri# dic+i#r# %uerr# #ll# 6er)i#.
L.intervento della @ussia a fianco della :erbia
3 sostegno della :erbia si sc2ier4 la @ussia da tempo alleata nei paesi balcanici.
>ntervento della *ermania e coinvolgimento della 5rancia
> movimenti di truppe della @ussia !anc2e verso il confine tedesco# provocano l.immediata reazione
della *ermania- +uesta c2iede alla @ussia di revocare il provvedimento di mobilitazione e alla 5rancia di
impegnarsi per la neutralit- non avendo avuto risposte dai due paesi confinanti il 17 #%osto dic+i#r# %uerr#
#ll# Russi# e il #%osto #ll# 2r#nci#.
>ntervento della *ran Dretagna
>l #%osto le truppe tedesc+e in"#dono il 8el%io !c2e si era dic2iarato neutrale# per invadere la 5rancia
secondo un piano precedentemente studiato. 3 +uesto punto- vista l.invasione di un territorio neutrale e
preoccupata per la potenza tedesca- anc2e la *ran Dretagna si sente in dovere di intervenire contro il blocco
degli imperi centrali.
>l *iappone contro la *ermania
>l 23 agosto 1"1 il *iappone- approfittando dell.occasione- dic2iara guerra alla *ermania per
ridimensionarne la posizione in estremo oriente.
. L!inter"ento it#li#no
.1 L# neutr#lit9 it#li#n# nell# f#se inizi#le del conflitto
,uando nel giugno del 1"1 viene ucciso l.arciduca 5rancesco 5erdinando e la moglie- in @omagna e
nelle Barc2e divampa una grande rivolta popolare- +uella c2e verr c2iamata la settimana rossa. >n +uesto
clima di tensione diffuso- l.>talia preferisce non seguire le due alleate !ricordo c2e l.>talia era alleata alla
*ermania e all.3ustria con il patto della Triplice alleanza del 1((2# nell.avventura di guerra- e si dic+i#r#
neutr#le; d.altra parte non 2a nessun obbligo essendo indicato nei patti della Triplice c2e l.>talia sarebbe
3
)urtroppo nei decenni nulla A cambiato anc2e oggi dietro ogni guerra si nascondono importanti interessi industriali. 1e
A un c2iaro esempio l.ultima guerra in >ra+.
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
$
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
intervenuta solo nel caso di aggressione subita dai due )aesi- mentre nel luglio e agosto del 1"1 sono stati
3ustria e *ermania- rispettivamente- a dic2iarare guerra.
.2 :r# neutr#lit9 e inter"ento
La posizione di neutralit assunta dall.>talia in un primo tempo- lascia ben presto spazio a un clima c2e
spinge verso l.intervento- un tale clima A fomentato principalmente da due forze:
una forz# di pi#zz#, c2e- ispirandosi alle idee risorgimentali- vuole combatter gli imperi centrali
autoritari e militaristi !con un voltafaccia clamoroso- rispetto agli atteggiamenti degli anni
precedenti#
una forz# di %o"erno ;in p#rticol#re il (inistro de%li esteri 6onnino<- c2e vede la possibilit di
completare l.unit del territorio nazionale con un minimo impegno militare- oltre alla possibilit di
espandersi nei Dalcani e nel Bediterraneo- come vedremo.
. L# decisone di inter"enire e le pri(e f#si del conflitto it#li#no
Le agitazioni di piazza degli interventisti- con il clamore c2e riuscirono a fare- assunsero un ruolo di
primo piano diventando protagoniste- in realt anc2e le formazioni contrarie all.intervento- come il partito
socialista- pi? c2e lottare per il non intervento si limitano ad assumere una posizione di neutralit; ad
esempio il partito socialista fa suo il motto nC aderire- ne sabotare c2e indica c2iaramente l.atteggiamento
assunto.
0. in +uesto clima c2e il primo ministro :alandra e il ministro degli esteri :onnino- danno l.incarico
all.ambasciatore italiano a Londra di intavolare dei negoziati con i rappresentanti dell.>ntesa- le ric2ieste
presentate dall.>talia sono eccessive- soprattutto per l.espansione nei paesi slavi- la @ussia non A disposta ad
accettare tali ric2ieste. L.>talia allora continua le trattative- iniziate precedentemente- con l.3ustria per avere
il Trentino- *orizia- Trieste- mano libera in 3lbania ecc.; in un mercato molto poco decoroso per il nostro
)aese.
9urante le trattative con l.3ustria- arriva da Londra la notizia c2e gli alleati accettano le ric2ieste
italiane- A cos7 il 2& aprile del 1"1$- in gran segreto- viene firmato il )atto di Londra; l.>talia si impegnava ad
intervenire nel conflitto entro un mese a fianco dell.>ntesa. :olo il re !<ittorio 0manuele >>>- :alandra e
:onnino sapevano del trattato#. >l problema era adesso di far accettare ad un parlamento- per la maggioranza
neutralista- la decisone dell.intervento in +uello c2e pu4 essere considerato un vero e proprio colpo di
stato- essendo stato esautorato il parlamento dalle proprie prerogative.
Besso davanti al fatto compiuto il parlamento- il 2/ maggio del 1"1$- non poteva c2e scegliere per
l.intervento- una decisione contraria avrebbe sconfessato non solo il governo- ma anc2e il re- aprendo una
crisi istituzionale. :alandra c2iese e ottenne i pieni poteri.
Le fasi iniziali del conflitto mostrarono subito il grave livello di impreparazione delle forze armate e
l.incapacit di 6adorna nel guidarle; tra le scelte del generale 6adorna vi A +uella di una serie di assalti
assolutamente inutili contro le forze austro%ungaric2e posizionate sul fiume >sonzo- c2e portarono come
unico risultato la morte di migliaia di soldati italiani.
Una spedizione punitiva organizzata nel 1"1& dalle forze austro%ungaric2e- contro +uello c2e veniva
considerato un alleato colpevole di tradimento- fu faticosamente arrestata dall.esercito italiano in affanno- e
provoc4 la caduta del governo :alandra.
$. Gli #nni di %uerr#
$.1 Le f#si inizi#li ;141$<
3ll.inizio del conflitto per evitare le linee difensive francesi- l.esercito tedesco invase il Delgio- paese
neutrale- ed entr4 nel territorio francese da nord . 5rancesi e inglesi riuscirono a resistere all.attacco-
fermando i tedesc2i sul fiume Barna !il prezzo in vite umane di +uesta battaglia sar tra i pi? alti- $//.///
morti#- +uella c2e doveva essere una guerra lampo si era trasformata in guerra di trincea.
:ul fronte orientale la @ussia attacca la *ermania nella )russica orientale.
$.2 Lo st#llo ;1415310<
>l 2 maggio 1"1$ l.>talia entr4 in guerra a fianco dell.>ntesa- l.esercito italiano riusc7 a con+uistare
importanti posizioni- rimanendo per4 bloccato dal nemico sul fiume >sonzo.
1ella primavera del 1"1$ tedesc2i- austro%ungarici e turc2i sferrarono un attacco congiunto contro la
@ussia- +uesta fu costretta a ritirarsi abbandonando i territori polacc2i.
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
&
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
1el febbraio del 1"1& riprese- a <erdun- l.offensiva tedesca contro la 5rancia.
1el maggio 1"1& gli austro%ungarici organizzarono una spedizione punitiva contro il traditore
italiano- nonostante gli sforzi l.attacco fallir.
1el novembre 1"1& muore 5rancesco *iuseppe d.3ustria.
$. L# s"olt# del 141=
>l 1"1' segner una svolta per le sorti del conflitto. >n +uest.anno due saranno gli eventi di estrema
importanza legati alla guerra:
L!entr#t# in %uerr# de%li 6t#ti Uniti d!A(eric#
Il ritiro dell!esercito russo, dopo lo scoppio dell# ri"oluzione nel p#ese
L.entrata in guerra degli :tati Uniti
5ino alla primavera del 1"1' l.aiuto americano fornito all.>ntesa si limitava ad aiuti di natura economica-
compreso l.invio in 0uropa di materiale utile per l.esercito in guerra. )roprio per disturbare l.arrivo di +uesti
aiuti la marina tedesca era impegnata ad intercettare le navi americane per affondarle- c2iaramente +uesto
port4 ad un inasprimento nei rapporti tra i due paesi. *li :tati Uniti tentennavano- tuttavia- nel prendere la
decisione di entrare in guerra- solo +uando- nella primavera del 1"1'- la marina tedesca affond4 una nave
passeggeri americana- il Lusitania- provocando al morte di 12 cittadini statunitensi- si decise per
l.intervento armato !la dic2iarazione di guerra alla *ermania A datata /2 aprile 1"1'#.
>l ritiro dell.esercito russo
>n @ussia- nel marzo del 1"1'- la crisi sociale e politica- con le conseguenti manifestazioni di protesta-
aveva portato alla caduta del regime dello Ear 1icola >>. >l governo provvisorio di natura liberale c2e and4 al
potere decise di proseguire la guerra nonostante le pressioni provenienti dalla popolazione. >n realt uno dei
pi? importanti motivi c2e aveva spinto la popolazione a protestare contro lo Ear era proprio la volont di
uscire dalla guerra. ,uesta volont popolare divenne uno dei punti di forza del movimento bolscevico
guidato- dall.aprile del 1"1'- dal Lenin.
1ei mesi successivi la caduta dello Ear le proteste contro il governo liberale c2e era andato al potere si
trasformarono in aperta rivoluzione con la presa del potere da parte dei bolscevic2i nell.ottobre 1"1'.
3rrivati al potere tra le prime decisioni prese vi fu +uella di ritirarsi dalla guerra.
1el corso del 1"1' lo stravolgimento politico%istituzionale occorso in @ussia ebbe +uale conseguenza
l.indebolimento dell.esercito al fronte !si segnalarono diversi casi di diserzione e ammutinamento# e la
possibilit per l.esercito tedesco e austro%ungarico di dirottare le truppe su altri fronti- in particolare sul
fronte italiano

.
5u proprio l.aumentata pressione sul fronte italiano da parte dell.esercito nemico la causa della rottura
delle nostre linee difensive a 6aporetto il 2 ottobre 1"1'. >l successivo dilagare dell.esercito nemico nella
pianura padana venne fermato- dopo innumerevoli sforzi- riposizionando le linee difensive sul fiume )iave.
$.$ L# conclusione del conflitto ;1411<
>l ritiro dell.esercito russo aveva dato +ualc2e speranza agli imperi centrali- c2e cercarono di cogliere il
momento propizio per porre fine al conflitto uscendone vincitori. L.attacco si focalizz4 prima sul fronte
italiano- +uindi sul fronte occidentale. > diversi tentativi non ottennero i risultati sperati- gli eserciti italiano e
francese resistettero agli attacc2i.
Bolto maggiore peso ebbe- rispetto al ritiro dell.esercito russo- l.entrata in guerra dell.esercito degli :tati
Uniti a fianco dell.>ntesa. 9opo +uasi +uattro anni di guerra i diversi paesi in lotta erano stremati- non solo
per il numero di morti e feriti da una parte e dall.altra- ma anc2e per la difficile situazione economico%
produttiva c2e si era venuta a creare all.interno. 8rmai non si era pi? in grado di sostenere un esercito al
fronte formato da milioni di uomini- con la popolazione civile c2e era alla fame. >n +uesto contesto
l.intervento americano fu decisivo- non tanto e non solo per gli uomini inviati al fronte a combattere
!piuttosto poc2i per la verit#- ma soprattutto per il peso economico%produttivo messo in campo.

5u proprio l.aumentata pressione sul fronte italiano da parte dell.esercito nemico la causa della rottura delle nostre linee
difensive a 6aporetto il 2 ottobre 1"1'. >l successivo dilagare dell.esercito nemico nella pianura padana venne fermato- dopo
innumerevoli sforzi- riposizionando le linee difensive sul fiume )iave.
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
'
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
> primi paesi a c2iedere la resa furono la Dulgaria e la Turc2ia- +uindi la *ermania e l.3ustria
!l.armistizio tra 3ustria e >talia venne firmato il novembre 1"1(#. )er la fine dell.autunno 1"1( gli imperi
centrali e i loro alleati si erano arresi- la guerra era finita.
5. L!Europ# n#t# d#ll# &%r#nde %uerr#'
5.1 L# conferenz# di p#ce di P#ri%i
1el %enn#io 1414 i delegati dei paesi vincitori si riunirono a )arigi per ridisegnare lFassetto dellF0uropa.
:u di loro si riposero attese tanto pi? grandi- +uanto pi? era critico lo stato in cui il continente usciva dalla
guerra. LFacuta instabilit istituzionale- prodotta dal crollo di imperi secolari e dalle tremende ferite lasciate
dal conflitto- con i suoi milioni di morti- di feriti e di invalidi- suscitava nello stesso tempo paure e speranze
intense. 3lla conferenza di pace- gli 6t#ti Uniti er#no r#ppresent#ti d#l presidente >ilson, (entre
2r#nci#, Gr#n 8ret#%n# e It#li# er#no presenti con i loro pri(i (inistri* rispetti"#(ente /le(ence#u,
Llo?d Geor%e e Orl#ndo. 5urono invece esclusi i paesi vinti- cui i tr#tt#ti di p#ce "ennero i(posti senz#
possi)ilit9 di discussione.
Una pace punitiva per i vinti
> princ@pi c2e Gilson aveva raccolto nei ,uattordici punti !soprattutto +uello relativo
all.autodeterminazione dei popoli# si scontrarono con la "olont9 fr#ncese di #nnient#re #nc+e
econo(ic#(ente l# potenz# tedesc# per prenderne il posto di st#to e%e(one in Europ#. )ur non
condividendo tali obiettivi- lF>ng2ilterra assecond4 spesso la 5rancia- del cui consenso aveva bisogno per
consolidare le proprie con+uiste coloniali; per parte sua- lF>talia scont4 la propria inferiorit vedendosi
relegata ad un ruolo secondario e frustrata nelle proprie pretese di allargamenti territoriali. >l risultato fu
+uello di una p#ce puniti"# nei confronti dei "inti- fondata sul compromesso tra gli e%ois(i
esp#nsionistici dei "incitori e +uindi incapace di porre le basi di un giusto e duraturo e+uilibrio. L# %uerr#
#"e"# reso i(possi)ile l# pur# e se(plice rest#ur#zione de%li eAuili)ri pre)ellici* )en Au#ttro %r#ndi
i(peri inf#tti er#no ri(#sti sepolti sotto le (#cerie del conflitto e niente #"re))e potuto riesu(#rli.
Le nuove sistemazioni territoriali- e i risarcimenti di guerra.
9opo molti mesi di discussioni- la nuova sistemazione del continente europeo venne sancita da diversi
trattati. >l pi? importante di essi %+uello di Bers#illes del %iu%no 1414% imponeva alla Ger(#ni# di
restituire l5Als#zi# e l# Loren# #ll# 2r#nci#, di cedere lo :c2lesHig del nord alla 9animarca e la )osnania
e parte dellF3lta :lesia e della )omerania alla )olonia- ricostituitasi dopo ben 123 anni. 3 +uesta fu dato cos7
uno sbocco al mare- creando un IcorridoioI fino a 9anzica !dic2iarata citt libera# e separando la )russia
orientale dal resto della *ermania. LFimportante regione carbonifera della :aar fu assegnata per 1$ anni alla
5rancia- mentre le rive del @eno vennero smilitarizzate e in parte occupate. In%+ilterr# e 2r#nci# si
sp#rtirono le colonie tedesc+e, l# flott# fu di f#tto eli(in#t# e l5esercito ridotto # 1...... uo(ini. L#
Ger(#ni# fu infine costrett# # p#%#re un# cifr# iper)olic# ;204 (ili#rdi di (#rc+i3oro, poi ridotti #
12< in se%no di Crip#r#zioneC dei d#nni di %uerr# p#titi d#lle potenze "incitrici. Le sorti degli altri
paesi sconfitti furono decise da appositi trattati sanciti fra il settembre 1"1" e lFagosto 1"2/. 9ellFormai
dissolto impero asburgico l5It#li# ottenne :rentino, 6ud :irolo, :rieste ed Istri#. <enne riconosciuta
lFindipendenza dellF3ustria tedesca e dellFUng2eria- ma +uestFultima dovette cedere la Transilvania ai rumeni
e la :lovacc2ia ai cec2i- c2e gi le avevano occupate militarmente !nac+ue cos7 la repubblica cecoslovacca#.
5.2 Gli eAuili)ri prec#ri del dopo%uerr#
L# p#ce c2e venne imposta #ll# Ger(#ni#- con un vero e proprio diJtat- er# in effetti u(ili#nte e
puniti"#: il ridimensionamento dei suoi confini orientali- lFoccupazione francese della :aar- la clausola del
trattato c2e le attribuiva tutta la colpa della guerra e la cifra esorbitante fissata per le riparazioni suscit#rono
un r#ncore e un# "olont9 di ri"incit# #n#lo%+i # Auelli co"#ti d#ll# 2r#nci# dopo il 11=.. L# Auestione
delle rip#r#zioni #%%r#"D inoltre l# crisi fin#nzi#ri# tedesc#- ost#col#ndo un# pien# ripres# econo(ic#
del continente e costituendo un %r#"e (oti"o di inst#)ilit9: di fronte al ritardo dei pagamenti- nel 1"23- la
5rancia occup4 il pi? importante bacino industriale tedesco- +uello della @u2r- alimentando unFinflazione
devastante in *ermania e accrescendo pericolosamente la tensione sul piano internazionale. Il tr#tt#to di
Bers#illes contri)u@ inso((#, in (isur# deter(in#nte, #d inde)olire l# nuo"# de(ocr#zi#
repu))lic#n# tedesc# c+e er# sort# sulle ceneri dell!i(pero. 3 rendere precario lFe+uilibrio europeo
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
(
Moduli di Storia per la classe quinta degli Istituti Professionali - Marino Martignon
concorrevano del resto anc2e altri fattori- come la frammentazione economica e lFinstabilit politica dei
nuovi stati centro%orientali !cui fu assegnato un duplice ruolo di baluardo- verso la *ermania e verso la
@ussia bolscevica# e lo scontento dellF>talia per non avere ottenuto la 9almazia e le ac+uisizioni in Bedio
8riente previste dal trattato di Londra. 9ic2iaratamente ostile a tale e+uilibrio era poi la @ussia sovietica- c2e
non era riuscita ad estendere allF0uropa la sua rivoluzione- ma c2e- in breve tempo- sarebbe divenuta un
importante punto di riferimento per i popoli eKtraeuropei c2e premevano per uscire dal proprio stato di
soggezione. All5inizio de%li #nni "enti, er#no %i9 e"identi i f#ttori di tensione c+e #"re))ero port#to #llo
scoppio di un# second# e pi- terri)ile %uerr# (ondi#le.
Le democrazie c2e resistono
5ra tutti gli stati europei coinvolti nella guerra- i soli # sopr#""i"ere senz# tr#u(i furono il Re%no
Unito e l# repu))lic# fr#ncese. *razie ai loro s"ilupp#ti siste(i econo(ico3soci#li e alla solidit9 dei loro
#ssetti costituzion#li- le patrie delle grandi rivoluzioni del L<>> e del L<>>> sec. superarono infatti il
cataclisma della guerra senza i drammatici sconvolgimenti c2e colpirono la gran parte del vecc2io
continente. Le %r#ndi #%it#zioni oper#ie c+e scoppi#rono #nc+e in Auesti p#esi, nel 141432., furono
contenute piuttosto #%e"ol(ente d#lle cl#ssi diri%enti. >l moderato movimento operaio britannico rimase
del resto immune da suggestioni rivoluzionarie e- benc2C in 5rancia le correnti pi? radicali guadagnassero
molti consensi- la forza delle controparti sociali e degli apparati dello stato ne vanificarono lo slancio. >
risultati elettorali c2iarirono c2e in entrambi i casi lFimpetuosa crescita dei sindacati non avrebbe trovato
corrispettivi sul piano politico: sia i conservatori e i liberali inglesi uniti attorno a LloMd *eorge- sia il
Iblocco nazionaleI saldatosi in 5rancia sotto lFegida di 6lemenceau riportarono infatti sc2iaccianti vittorie.
M5. Prima guerra mondiale (09/2009)
"