Sei sulla pagina 1di 3

Aracnidi

Avventura G.d.R. Lex Arcana ideata da Molinari Michele 01/04/1999-2006 La Missione: DallAcaia, lodierna Grecia, giungono dispacci a Roma e allimpero da Minois, ricco capoluogo di provincia sul versante montagnoso nellentroterra. Plaudo Calendulo Dux di Minois, invia allaugusto Imperatore Teodomiro: Divino Cesare Augusto Teodomiro Roma Rex Imperaturi, da Claudio Calendulo Dux Minois Castra.. Salve. Dai giorni delle idi di marzo giungono villani dai villaggi a nord di Milone e di Pros. Tali genti narrano di persone scomparse, specie nei boschi attorno i villaggi. Notizie di tombe profanate. Ho inviato un gruppo di fanti della militia per un controllo, alla guida del mio fedele Tito Valenziano, ma non hanno fatto ritorno. So con certezza che non si tratta di diserzioni, ho la certezza assolutezza della fedelt di Tito Valenziano. La notizia si va diffondendo rapidamente e molti sono gli abitanti dei villaggi vicini che si sono messi in marcia verso Minois, con le conseguenze che pu capire. Il Capo villaggio di Pros, giunto ieri con la famiglia, da me ospitato nelle caserme, riferisce della scomparsa di ogni forma animale, cacciagione e da tempo perfino gli animali domestici sparivano. Il villaggio era sprofondato in un silenzio innaturale.I Custodes chiamati al cospetto dellImperatore, vengono messi al corrente dei fatti e della lettera e inviati con la massima priorit sul posto. Il Viaggio: Raggiunto il porto di Anconas il viaggio sar tranquillo su un mercantile e approder sulla costa greca, dove saranno messi a disposizione dei somarelli, per potersi inerpicare sulle montagne, in stretti e impervi sentieri. La scorta composta da 4 fanti cordiale, cosi come le persone che incontrate vi salutano. Occorreranno due giorni di somarello per raggiungere Minois. Minois: Un insolito castra, privo di mura, rispecchia negli edifici il gusto ellenico, pur sembrando un imitazione dei fasti antichi, templi e colonnati, fanno mostra di se tra basse abitazioni sorte senza una precisa logica. Grandi giardini e piazze, dove in quasi ognuna ce un mercato. Claudio Calendulo: Vive in un bel palazzo al centro della cittadina, circondato da un parco curatissimo, alberi da frutta e fiori compongono aiuole alternate a panchine in pietra. Claudio quarantenne, capelli grigi portati corti, corporatura media, accoglie i membri della Chorus Ausiliaria Arcana sebbene con cortesia, pi con lansia di risolvere la faccenda. Offre loro di poter usufruire a libero piacere degli agi del palazzo, terme incluse. Sabino Nerta: Durante un banchetto, in cui vengono dati aggiornamenti sugli accaduti, viene presentato Sabino Nerta, il capogruppo della prima spedizione, un veterano, un esperto militare cittadino di Roma. Questi riferisce di aver raggiunto nemmeno 10 giorni prima il villaggio di Milone e di non aver trovato nulla di rilevante, salvo un evidente timore della cittadinanza. Tutti riferivano di sparizioni silenziose nel bosco appena sopra il villaggio. Poi quasi rivivendo la scena. Ero con Valenziano e altri due fanti, abbiamo assunto una formazione da battuta, restando a vista aprendoci per perlustrare questo bosco. Io ero a vista di Valenziano sulla mia destra, quando non lho pi visto. Ho subito chiamato nella sua direzione, raggiunto dagli altri, ma Valenziano era sparito. Sono certo di quanto ho visto, un attimo prima camminava sotto un faggio un attimo dopo era scomparso. La nel punto dove era scomparso abbiamo trovato la sua sica e due sesterzi. Abbiamo cercato e chiamato restando in formazione serrata muovendoci a spirale dal punto di scomparsa, contrassegnando lalbero in questione, ma dopo un ora di ricerche siamo tornati a fare rapporto. In quel bosco non si avvertiva nessun rumore, nessun uccello cinguettava, dava i brividi. Abitanti dei villaggi in citt: Tutto iniziato un mese fa, con la scoperta dei corpi dei defunti appena sepolti trafugati e le tombe profanate. Abbiamo allertato il prefetto della provincia sentendoci deridere anzich mandarci aiuto. Mai morti sparivano. Poi sono scomparsi i cinghiali dai boschi, gli scoiattoli, gli uccelli, e quando pure il bestiame e gli animali da cortile cominciarono a sparire il nostro Augur ci ha suggerito di fuggire perch secondo lui la stessa sorte sarebbe accaduta a noi. Ma molti decisero di restare. E stato solo quando ci siamo riversati in Minois che il prefetto ha inviato dei soldati a capire larcano, ma ho saputo che pure questi non hanno fatto ritorno. So per certo che da Roma deve giungere una Legione, loro sapranno risolvere il problema. Voci al Mercato: Alcuni mercanti e le loro famiglie diretti a commerciare a nord nei piccoli villaggi, sono scomparsi, un ragazzo, il figlio del carbonaio, credo si chiami Tiberius, si vanta di aver trovato lungo la via di Pros, un carro senza padrone pieno di merce, ora ha venduto tutto e se la sta spassando al bordello.

Tiberius al Bordello: Temer che i giocatori siano i proprietari del carro e se vorranno farlo parlare dovranno dare ampie assicurazioni che non e quello che cercano. Il ragazzo dir che quando ha trovato il carro, il bue che lo portava era come stato divorato, forse lupi, o animali del bosco, e che il carro era ricoperto da una strana seta trasparente appiccicosa. Per terra cera perfino un monile doro da donna che ha gi rivenduto ed era sporco di sangue. La Ricerca: Per raggiungere la zona in questione, occorre inerpicarsi su un ripido pendio roccioso che sale su una collina, il sentiero largo appena per il passaggio di un piccolo carro e circondato da un fitto bosco. Inerpicati dopo due ore di viaggio su una sassaia, troveranno il bivio con dei cartelli che indicano Sinistra Pros - Destra Milone. Nota Importante: Invertite i nomi dei villaggi in base alla scelta, cio fate si che prima trovino il primo villaggio deserto prima del secondo. Milone: Senza fortificazioni e un piccolo borgo di coltivatori, famoso e il vino di collina molto dolce, a Roma viene venduto ad un prezzo molto elevato. Il paese circondato dai vigneti composto di piccole casette in legno e pietra basse, deserto, nessun abitante, ma ci che sorprende di pi e che non vi sono animali, nemmeno cani o gatti, e i pochi uccelli volano alti. Due case sono bruciate, e da quanto si vede il fuoco si spento autonomamente. Tra le case spicca un tempietto alla dea Cerere, appare come devastato, la statua della dea e spezzata a terra, accanto un artiglio nero con peli neri durissimi. Pros: Arrivando in prossimit del villaggio e in vista delle piccole abitazioni simili al primo, qui ce qualcosa di diverso, tra le case sono state issate rudimentali barricate di pali appuntiti, carri, botti, entro le quali vi sono, e si avvertono i loro suoni, delle bestie, mucche, maiali capre e galline. Di poco pi grande questo villaggio presenta un vistoso tempietto alla dea Atena, alla cui base vi sono diverse offerte. Accanto un omino macilento in una tunica azzurra, sta offrendo incenso profumato, e dalle case, anziani armati spuntano lentamente. Si arrabbiano quando imparano che Roma non ha mandato una legione ma un gruppo cosi piccolo. Donne e bambini si sono rifugiati a Minois. Si dice che a Milone resti solo Achille Promerio, un giovane impazzito per il cuore di una fanciulla, molti dicono che e causa loro che tutto questo avvenuto. Il Sacerdote Apoteus Savestos: Ossuto, barbino a punta, spalle infossate sembra un pazzo, con gli occhi fuori di testa e un sorriso perenne dir ai giocatori: La dea Atena arrabbiata, dovete pentirvi, siete dei miscredenti, servono doni per ingraziarsi il favore della dea, poi perso in se stesso continuer a salmodiare e offrire incenso. Egli e il custode del cimitero di Pros. Il Bosco: Separa i due villaggi in alternanza a filari di vite, silenzioso innaturale, visitando il cimitero vicino, molte tombe sono infatti aperte, divelte. Se entreranno nel bosco, verso il centro, saranno colpiti dal silenzio innaturale, fintanto udranno come il rumore di tanti bastoncini che picchiettano sul legno. Dagli alberi pi alti, sottili fili argentei luccicanti scenderanno verso di loro. Potranno tentare di evitarli spingendosi verso lunica direzione libera. Il Tempio Nascosto: Fuggendo in quella direzione troveranno una pavimentazione, i resti di un antico tempio ora ricoperto dalla vegetazione. Ma ora dai fili argentei, grossi ragni grandi quanto un cane, scenderanno e circonderanno i giocatori. In tutto sono una decina e si muovono rapidamente. Hanno un morso venefico, ma il loro morso non in grado di uccidere sebbene dolorosissimo, ma porta una sorta di paralisi, ogni morso caler il De Corpore, 3 morsi il giocatore rester paralizzato 1d6 di tempus. 5 morsi rischia la morte per paralisi cardiaca. La Realt: Il bosco infestato di grossi ragni, nati da Aracne, nati dallamore di un giorno con un essere umano. Solo lei pu portarli in vita. Il numero di ragni in crescita, inizialmente traeva cibo dai cadaveri sepolti, poi dai piccoli animali della foresta, del bosco fino al bestiame e terminati quelli, rivolgendosi agli uomini. La Leggenda di Aracne: Soave fanciulla nata a Colofne nella Lidia, dove il padre Idmone faceva il tintore, era un abilissima tessitrice, tanto da vantarsi che perfino la dea Atena aveva appreso tali arti da lei. Si Dice che arriv a sfidarla in pubblico. La dea si present lei in forma di mendicante per dissuaderla ma visto il diniego accett la sfida. Aracne tess un arazzo tanto meraviglioso e perfetto che la dea irata glie lo strapp dalle mani colpendola con la spola del filo. Disperata la ragazza si impicc. Ma la dea vendicativa la trasform in un ragno condannandola a filare e tessere per tutta leternit. Concedendole di tornare per un solo giorno ogni 500 anni una donna. Sfuggiti: Sfuggiti ai ragni ( anche un solo morso da febbre non ce antidoto) I Custodes potranno tornare sulla via a Pros, dove troveranno Apoteus Savestos completamente nudo davanti al tempio con gli occhi velati dalle

lacrime, con un falcetto in mano, procurarsi ferite sul petto e sul ventre in uno stato catatonico mentre esprime frasi senza senso. Se lo salveranno da se stesso, dir una verit diversa dalla prima. Egli di fatto e il custode di Aracne, da generazioni, anche se il tempietto a lei e andato nel tempo dimenticato, il suo compito impedire che essa tornando umana, brami lamore. Racconta che ogni 500 anni essa esce dal letargo in cui si autoinduce, incompatibile a sopportare la sua forma e attende il giorno che pu tornare a spoglie umane, cercando lamore. Questa volta maledicendosi, Aracne lo ha trovato in un giovane idiota di Milone. Aracne ha partorito migliaia di uova e i suoi cuccioli hanno fame. Il Tempietto: Apoteus Savestos rivela loro che di fatto sa dove si trova ora Aracne e dove sta depositando le uova. Nella sua tana sotto il tempietto a lei dedicato. Savestos rivela che vi un modo per entrare nel tempio senza passare per il bosco. Quando si arresta, strabuzza gli occhi al cielo e cade a terra in preda a convulsioni e poi si arresta del tutto. Morto. Un piccolo ragno nero peloso lotta per uscirgli dalla bocca. LAccesso: Situato nel cimitero nellunica cripta marmorea, che porta ad una scala e uno stretto e sottile tunnel scavato nel terreno, tantevero che dovranno procedere a carponi, nella pi totale oscurit dovranno resistere in Ratio per eventuali e pericolosi attacchi di panico. Il Tempio: Si aprir la strada in una stanza, lodore e di acido, ed molto forte, gli occhi lacrimano. Accesa con fatica una torcia, lo spettacolo e impressionante, appesi alle pareti grossi grappoli di uova legati da fili di ragno, pulsano e sono pronti per giungere alla vita. Oltre la stanza un corridoio, da cui giungono strani picchiettii in avvicinamento. Aracne: Una figura orrenda, il busto di donna e laddome e le zampe di Ragno. Questa visti i giocatori emetter un grido e dalla bocca due fauci spunteranno e minacciose si spalancheranno. Cercher subito di frapporsi alle sue uova. Aracne pu arrampicarsi sulle pareti, lanciare fili per legare i personaggi e sputare acido dalla bocca. Attaccher subito i giocatori da prima cercando di bloccarli contro le pareti, i fili sono molto resistenti occorrer una lama per tagliarli. Il punto debole di Aracne e laddome che gira sempre per non esporlo agli attacchi, mentre il suo busto ha una sorta di corazza. La Fine: Se i giocatori sconfitta Aracne, la vedranno tornare donna, e il suo volto esprimere un sorriso, per poi aggrinzirsi, e dissolversi in polvere, vorranno perlustrare il tempio, anche per bruciare le uova che trasparenti rivelano ragni simili ad Aracne con figura e volto umano, troveranno a su un altare un ago doro. LAgo di Aracne: Fu con quello che la dea Atena tramut Aracne, ora ha il potere del veleno del Ragno, provoca da paralisi o morte i giocatori potranno scoprirlo interrogando brutalmente il sacerdote o a loro spese durante le avventure.

Interessi correlati