Sei sulla pagina 1di 8

ts#

w
t:".'';d rq::::{
L
.:,.,"i?pi :;!' r r.:

!E I ,*

*s 4a. 'tJi

t
*.

"?q

&,

ldo

W
44 #l

J.,fr r&

6-

.*r(Fr.e*.e'1",.rffi

fi f*

!q$:{

*rt

tL

7,62139
RUIAil
a recente catalogazione del-

la carabina Simonov SKS 45 nel suo calibro originale, il 7,62 x 39, ha finalmente permesso di esaminare dal vivo questa interessante carccia anche nel nostro paese. per olti anni la7,62x 39 Russian, denominata anche 7,62 x 39M43 o Com-

Bloc, stata la cartuccia d'ordinanza delle forze armate sovietiche e dei paesi dell'ex Patto di Varsavia oltre che di svariati altri eserciti del medio e del-

I'estremo oriente legati a Mosca da vincoli politico-militari, della Finlandia e di innumerevoli organizzazioni paramilitari dedite alla guerriglia nei paesi del terzo mondo.

ffic

7,62x39
RUSrAr{

Ora I'Arn.rata Rossa irn;liega, gi da

qualche anno, la piir rnoclcrna


5,45 x 39 n.rn.r,

il Patto di Varsavia pra-

canica e rusticit, che in qr"relle della cartLlccia; nelle seguenti note esamineremo qlrcst'ultima, sia sotto il profilo

russe; non meno interesse destarono le

munizioni impiegate, completamente nuove. Si trattava delle 1 ,92 x 33 mm,

ticamente non esiste piir e i guerriglie-

ri

storico e tipologico che sotto quello


balistico.

una filiazione della classica 8 x 57


Mauser ottimizzala per l'impiego in
armi automatiche; dotata di un proiettile del peso di 120 grs capace di una velocit iniziale di 2250 lps, la 8 mnr Kurz era senz'altro inleriore balisticamente alla sr-ra progenitrice ma indubbiamente piu potente delle tipiche ntunizioni sino ad allora usate nelle armi automatiche individuali, cio le pistole mitragliatrici, come le 9 mm Parabellunt e le 7,62 Tokarer. Soprattutto, era ideale per quel fucil, con possibilit di selezione nel tiro da tempo vagheggiato dai militari di mentalit piir aperta, sia in Europa che negli Stati Uniti: le nuove dottrine tatti-

vengono finalrlrente chiamati con

l'appellativo loro conveniente, cio terroristi; rna la carriera della 1 ,62x39 eorttirrua blillarrtenrerrte. irrrienre a quella clel lriu larnoso lucilc d'assalto per essa camerato, cio il Kalashnikov AK;I7.AKNI. Si puo alfermare che queslo binomio arrra-cartuccia sia probabilmente il
piu diffr-rso al rr.rondo, e anchc uno dci lriir alrprezzati; certo piir dcl suo corlcorrente N,I l6 cal. 5,56 x 45, che ha
sempre ricevuto leroci critiche anche nella sua patria d'origine. I motivi di

Cenni storici
Le origini della I ,62 x 39 risalgono al l9rl2, quando sul fronte orientale apparvero i prirrri prototipi di una nuova arma dell'escrcito tedesco: il fucile d'assalto. Nella battaglia di Choim, inlatti. i soldati sor"ietici si trovarono di

fronte alle Maschinenkarabiner

zl2,

che sarebbero diventate in capo a due anni gli Stg 421. Dotati di caricatore da

que\to strcrc\\o rarrrro rice|cali lanlo nelle doti clell'arma, afficlabilit mec-

30 cartucce e capaci di fuoco selettivo. questi nuor i lucili impressionarono lrrofondamente le autorit militari

I fl
Carabina

u
,
&

Simonov SKS-45 modello sovietico (baionetta a lama) e, sotto, piastrina di caricamento

della stessa
con relative cartucce militari di produzione
russa

cal. 7,62 x 39.

FUCILE DA COMPETIZIONE BERETTA SO5.

CAn{PIOI{E

DEL
MONDO
1991.
co-operative intuite dopo il primo conflitto mondiale si concretizzarono nel

secondo, rendendo obsoleti mentre erano ancora in uso i bolt action camerati per cartucce potenti e precise come la 30-06, la 303 British, la 8 x 57 Mauser, la 6,5 x52 Carcano e la 7,62x 54R, eccellenti per il tiro a lunga distanza (e quindi per l'impiego in armi automatiche d'appoggio a livelIo di squadra e di compagnia, come i fucili mitragliatori e le mitragliatrici)
ma assolutamente inadatte per la nuova generazione di fucili ormai incom-

tica i concetti appresi dai loro avversari ma svilupparono in pochissimo tempo la loro cartuccia futura, riservandosi di progettare nuove armi in tempi pi tranquilli. Nel 1943 nacque cos la 7,62x 39, che
sarebbe stata progressivamente immessa in servizio negli anni seguenti in tutta una serie di armi individuali e di squadra disegnate intorno a essa: la SKS 45 semiautomatica, gli AK 47 e i loro derivati (AKM e AKM-S), Ie mitragliatrici leggere RPD e RPK. Oltre, naturalmente, alle copie e versioni di queste prodotte nei paesi ex-satelliti, in Jugoslavia e in Finlandia. Armi e cartuccia cominciarono a diffondersi in occidente durante la guerra del Vietnam, quando molti esemplari sbarcarono negli Stati Uniti come "souvenir" a seguito dei reduci americani. Visto il successo ottenuto presso il pubblico civile, negli anni '80

A Perth, Australia, con }Iarco Venturini (lTA), Campione delMondo Trap 1991.
S05 l'unico fucile da competizione

che monta vere batterie laterali (bascula tipo Holland & Holland),
canne speciali in acciaio Bohler e che vanta finiture e incisioni eseguite
interamente a mano.

S05 non solo un sofisticato strumento da gara ma anche un oetto

bente; armi capaci di sparare sia semiautomaticamente che a raffica, destinate a impegnare bersagli su distanze nell'ordine dei 400 metri. -e classiche cartucce sopra ricordate Jiventavano quindi esuberanti e, cosa importantissima, incontrollabili nel

di pregio, esempio di grande capacit costruttiva. E il prezzo,


competitivo, considerando I'elevata qualit di questo fucile, non

tiro automatico in armi individuali;


non per niente gli americani, non volendo separarsi dalla loro 30-06, adottarono il semiautomatico di John C. Garand, trascurando per motivi di costo e opportunit logistica l'ottima276 Pedersen del 1929. I tedeschi dal canto loro, dopo aver constatato la veridicit di quanto sopra esposto con il pur ottimo FG42, decisero coraggiosamente di introdurre, a guerra iniziata, una nuova cartuccia. I semi da loro gettati, se per i noti motivi rimasero parzialmente sterili nel corso del conflitto (e non poteva essere altrimenti), sarebbero rigogliosamente germo-

il mercato nordamericano e gran parte di quello europeo furono invasi da una pletora di copie degli AK47-AKM, di produzione cinese (Norinco), jugoslava, ungherese ed egiziana. La cartuccia 7,62x 39 si ormai ritagliata una nicchia di rilievo nel panorama delle munizioni civili. Tanto che viene oramai prodotta da molte ditte, di qua e di l dell'Atlantico, e che persino la Ruger ha da
qualche anno camerato una versione

molto superiore a quello di un tradizionale sovrapposto da tiro con sistema Anson. S05 prodot-

to nelle versioni Trap,


Skeet, Sporting.

Beretta S05 Campione delMondo


1991.

I Tiratori della Squadra Ufficiale Italiana di Trap e Skeet hanno scelto la linea di

,liati nel dopoguerra. .itorniamo ai russi, che giustamente


non tentarono di mettere subito in pra-

irrobustita del suo famosissimo Mini 14 camerata per essa, il Mini Thirty di cui si parla in questo stesso numero
della rivista.
o

abbigliamento da
C

ompetizione
studiata espressamente per le

Beretta Sport,

discipline del
Tiro
a

Volo,

Versioni militari
Clonre tutte le cartucce nate lrer I'impiego rlrilitare, la 7,62 x 39 \l-13 r icne sia nelllroclotta in clil'renti "crsioni, li sua patrii c'origine chc in ruolti altri pacsi. Per ragioni cli spazio clescri-

Sopra,

vcrcnlo cli scguito quelle sovictiche. [-a cartLrccia stanclarcl (nella tcrmino-

Simonov KS-45 cinese (baionetta a croce). Al centro, carabina cecoslovacca M52/57


cal.

logia nrilitar-e anglosassonc clelinita "Ball Aurnrunition"), dcstinata pritttatiltttcttte lrll'irttnicst, ar)li1rr't.o1111. nrunita cli un proiettilc (NI 19,13) ttesartte 122 grs (7,91 g), colt trucle'o in lreeiaio Jrrltc. irt.-r"to irr rrrr rrxrrrieolttr 1li 1c.. 1 1ri1r111lrg-11;lliruorrio: \lltc\to nuclco conrl'rc'rsito e ricoltcrto cla un nrantello in acciaio. a sua volta rivestito in "gilclin_u rnetal" (lega cli rame e zinco). Il proie'ttilc trattenLrto ncl bossolo rnccliante crintpaggio. II peso clclla cartuccia e cli 16,2 g (2-50 grs). [-e cartucce per irnltie_uhi speciali sono invece le traccianti, c. ltert'orantiinccndiarie
e le

lato, da

7,62 x 39. A

sinistra cartucce:

7,92 mm Kurz; 7,62 x 39; 5,56 mm Nato; 7,62 x 51 Nato. Nella pag. seguente,

fondelli di
produzione
7,62 x 39

sovietica e
cinese.

inccncliarie. Le ltrinte,

il cui scolro principale

Ia clesignazione clel bcrsaglio rnecliantc la scia lumi-

nosa (chc serve anche per l'aggiustamento clel tiro), presentano una palla

44

tacarmi

FUCILE DA COMPETIZIONE BERETTA ASE 90.


con mantello analogo a quello della munizione ordinaria; all'interno sono
contenuti invece un nucleo in piombo, compresso nella porzione apicale del mantello, un tubetto in acciaio rivesti-

composto d'accensione. Il peso del proiettile di 122 grs, e la sua punta verniciata in verde; la traccia, di colore rosso, visibile sino a una distanza di 800 m sia di giorno che di notte e pu incendiare alcuni materiali (paglia, erba ecc.). Il composto d'accensione attiviato dai gas di sparo e acende la miscela tracciante dopo che ,a palla e uscita dalla canna. Le munizioni perforanti (ingl. AP: Armour Piercing)-incendiarie sono destinate invece a infiammare il carburante perforando blindature e corazzature (queste ultime di esiguo spessore) si-

to in gilding riempito con la miscela tracciante e, nella parte inferiore, il

lo analogo ai precedenti, entro cui e inserito un cappellozzo in gilding che contiene il composto incendiario; sotto rl cappellozzo si trova il solito manicotto in piombo dentro cui alloggia un nucleo di acciaio dolce. Segue un tubetto diviso in due sezioni: in quella superiore vi una piccola quantit di sostanza tracciante, in quella inferiore il composto d'ignizione per la stessa. Grazie a quest'ultima particolarit il proiettile lascia una scia rossa visibile, in qualsiasi condizione di luce, sino a 700 m. Il codice cromatico e affidato al colore rosso della punta della palla, pesante 6,6 g.

CAN,IPIOI{E

DEL

M0t{D0
1991.
A Perth, Austialia, con Gemma Usieto (ESP), Campione dellvlondo Trap 1991 (Ladies).
ASE 90 un fucile concepito per mettere il tiratore in condizione di massima competitivit. La bascula

Il proiettile AP-incendiario, perforando il bersaglio, incendia il materiale in-

fiammabile grazie all'ignizione del


composto incendiario causata dall'impatto. Nel caso del proiettile incendiario, invece, i gas di sparo provocano I'ignizione del composto d'accensione che, a sua volta, attiva Ia miscela tracciante. Quando il proiettile colpisce il

no a 300 m. All'interno della solita mantellatura troviamo, infilato a pressione sulla punta cava, un cappellozzo in gilding, sotto al quale vi un manicotto in piombo che racchiude il nucleo perforante in acciaio indurito; alla

bersaglio, l'impatto infiamma la sostanza incendiaria, che brucia

il

cap-

base di questo complesso si trova la miscela incendiaria. Il naso dipinto in nero e rosso, mentre il peso ammon-

ta a 7,7 g.

pellozzo e il mantello; cio provoca la combustione dell'oggetto colpito. Quanto al bossolo, esso realizzato in acciaio legato con gilding od ottone. Puo essere placcato in ottone o semplicemente laccato. L'innesco di ti-

monolitica (tipo Anson) strutturata per sopportare nesli anni lo stress continuo delle competizioni
ed progettata per consentire la so-

stituzione anche sul campo di gara

po Berdan. Esistono poi cartucce inerti con bossolo solcato da sei scanalature longi-

tudinali: a salve, per le esercirazioni

fuoco, senza proiettile (comunque pericolose sino a l0 m) e con il colletto chiuso mediante crimpatura a stella; da lancio per granate antipersonale e anticarro, con lo stesso tipo di chiusura.

del gruppo sottosuardia-batterie, assicurando cos l'enorme vantaggio di poter usare un solo

fucile (da Lit. 5,080.000 + IVA


l9u,o ). ASE 90

prodotto nel-

Versioni civili
Sino a tempi molto recenti le uniche 7,62x 39M43 commerciali erano pro-

le versioni Trap, Skeet, Sporting. Beretta ASE 90 Campione delMondo


1991.

Le munizioni incendiarie hanno il


compito di dare fuoco ai carburanti contenuti in cisterne con pareti dello spessore massimo di 3 mm, oltre che qualsiasi altro materiale infiammaile; sono efficaci sulla distanza massima di 700 m. Il proiettile ha mantel-

dotte dalla Norma, dalla Lapua e, saltuariamente, dalla Prvi Partizan jugoslava. Ultimamente diversi fabbricanti statunitensi hanno intrapreso la realizzazione di questa cartuccia: la Federal ha in listino una sola versione con palla da 123 grs (7,97 g) soft poinr, cos come la Winchester, che utilizza un

I Tiratori della Squadra


Ufficiale Italiana di Trap e Skeet hanno scelto

la linea di abbigliamento da Competizione Beretta Sport,

studiata espressamente per le disci-

pline del Tiro


Volo.

7,62x39
RUIAI{

colto in Unione Sovietica dalle teorie


germaniche sul munizionamento per i fucili d'assalto; in questo senso la M43 pu essere definita l'unica vera cartuccia "intermedia" tra quelle per pistoIa mitragliatrice e quelle per fucile, almeno per l'epoca in cui dette teorie fu-

rono sviluppate.
Non si deve comunque pensare che la 7,62Bloc sia oramai sorpassata: oltre ad aver dato amplissima prova delle sue qualit, preferita al "minicalibri" come il 5,56 x45 da molti esperti, tra cui Jeff Cooper, e la sua carrieDisegno quotato della ra sar ancora lunghissima a dispettdel suo abbandono da partd dell'A mata Rossa.
Le versioni commerciali sono in genere leggermente pi potenti: la cartuccia Federal con proiettile da 123 grs ero-

7,62x39. Accanto, una 7,92 mm Kurz a confronto con una M43. proiettile dello stesso peso e tipo. La PMC ne produce invece due: una con palla FMJ da 123 grs, I'altra munita invece di palla pesante 125 grs a punta molle. Recentissima I'introduzione della 7,62x 39 Soviet (come definita commercialmente negli USA) da parte della Remington, che impiega anch'essa una palla SP da 125 grs.
Quest'ultima , tra l'altro, l'unica cartuccia in questo calibro disponibile nel nostro paese al momento in cui scriviamo. comunque prevedibile che in breve tempo arriveranno sul nostro
mercato anche altre munizioni, sia statunitensi che di altre nazionalit.

Prestazioni balistiche
La 7,62 x 39M43 originale, balisticamente parlando, non certo un mostro di potenza: le sue prestazioni sono infatti leggermente inferiori alla famosa 30-30 Winchester, che gi non alcunch di strabiliante. La cartuccia militare standard, munita di palla pesante 122 grs (7,9 g), fornisce una Vo di 2411 fps (735 ms), con una energia cinetica iniziale che sfiora quindi i 200 kgm; sono dati largamente inferiori a quelli delle munizioni militari classiche, e anche a quelli del7,62 x 5l Nato, ma quasi perfettamente sovrapponibili alle prestazioni della7,92 x 33 tedesca. Ci conferma il consenso rac46
Sopra,

cartucce Remington
7,62 x 39

palla soft point 125 grs.


usate per le

Russian, con

7.62 GAL 123 8R .310 P

too

#a-tao

A destra, palle
ricariche
SKS45:

provate nella
carabina Hornady soft .310.

point, 123 grs e calibrate a

tacarmi

Prestazioni balistiche in carabina SKS 45


cartuccia polvere
dose

FUCILE DA COMPETIZIONE BERETTA S682.


Eo kgm SD

tipo
palla

peso

grs

palla
grs

bossoli

inneschi

Vo

m/s

m/s

ncanca ricarica ricarica ncanca Remington


(RT762391)

TMR 4227
))

21,5 23,0

Hornady

sP-2.310
))

t23
)) ))

Reming.
))

Norma 99ISR
))

659,0 705,2
631 ,8

176,2

3,0

CAn{PIOI{E

200,3

tT,4 )'7

ww
tMR

296

19,0

t6t,9
224,8

DEL

4227

))\

Hornady

sP-z.310
Soft Point

123

IMI

Norma 990 LR

744,2

5,7

n{0t{D0
1991,
A Perth, Australia, con Bruno Rossetti (lTA), Campione delMondo
Skeet 1991.
5682 un fucile da tiro progettato sia per il tiratore affermato che per quello meno esperto. Pur essendo

311

125

760,0

238,0

6,5

Dati rilevati ol cronografo alla distonza minima consentita dallo strumento. Temperaturo ambiente 30". Data dello prova 6-7-9. SR = Small Rifle; LR = Large Rifle.

Fondelli di una cartuccia Remington e di un bossolo lMl per ricarica. Notare come quest'ultimo usi inneschi Large Rifle, mentre quello americano impiega lo Small Rifle. Per ora non sono disponibili sul nostro mercato munizioni israeliane M43, ma solo bossolame.

unrarma molto sofisticata, la sua facilit d uso fa di questo fucile il preferito dai tiratori pi famosi. L'S682 sicuramente il sovrapposto da competizione pi diffuso ed economico sul mercato (Lit. 2.360.000

s.a 2300

fps di Vo e 1445 fpe di Eo, la 'inchester 2365/ 1527 ,la PMC rispet,vamente 2350/1495 (con palla da 123 grs) e 2320/ 1493 (con palla da 125

I dati relativi alle munizioni Remington compaiono nella tabella riguardante le prove di ricarica, un capitolo questo ancora tutto da esplorare nel nostro paese data la recentissima apparizione della 7,62 x 39. Abbiamo quindi assemblato alcune rigrs).
cariche con i componenti al momento disponibili, riassumendo i risultati ottenuti nella tabella pubblicata. Si nori

nella stessa che la ricarica (22,5 grs di [MF..4227) impiegante l'innesco large rifle fornisce una velocit di744,2 m/s largamente superiore a quella data da una dose maggiore di polvere (23,0 s) ma con innesco small rifle. on ci parso opportuno sperimen-

tare palle pi leggere o piir pesanti,

sebbene la cartuccia possa impiegare anche proiettili da ll0 e 150 grs, in quanto i primi possono provocare difficolt di alimentazione in armi semiautomatiche mentre con i secondi c' il rischio di ottenere cartucce troppo potenti per le azioni delle armi militari. Quest'ultima difficolt potrebbe essere superata nel Ruger Mini 30, che pero presenta un problema diverso: secondo alcuni manuali americani infatti quest'arma ha la canna forata al diametro di .308", inferiore a quanto troviamo nei fucili marziali che presentano forature di .311", che poi il calibro reale delle palle. In seguito a ci eravamo convinti che le munizioni americane e i proiettili da ricarica della stessa nazionalit fossero del diametro minore, ma le misurazioni effettuate sulle cartucce Remington e sulle palle Hornady hanno

+ IVA

l9%), Presto sar disponi-

bile anche in versione Super Trap

con calcio resolabile e Super


Skeet con calcio regolabile e canne con fori in volata per migliorare

la stabilit e... il punteggio, 5682 prodotto in numerose versio-

ni: Trap, Skeet, Sporting.


,,.1"$,

\\ .fi'
;:i
!::

Beretta S682 Campione delMondo


1991,

I Tiratori della

Squa-

dra Ufficiale Italiana di Trap e Skeet hanno scelto [a linea di

abbigliamento
t"' il:,
8'i'

da

Competizione Be-

retta Sport, studiata espressamente per le


discipline del Tiro
a

Volo,

,,52x39
RUIAI{

FUCILI DA COMPETIZIONE
BERETTA.

CMPIONI
_,er
I dies della Lee, impiegati nel corso delle prove, vengono forniti con tue "expanders", rispettivamente proiettili di diametro .308 e .311.

invece rivelato che il diametro sempre di .311" o .310". A complicare il tutto, il manuale Hercules cita due diverse cartucce7,62x 39, una delle qua-

DELMONDO, DELMONDO: DELMONDO.


CAMPIONATI DEL MONDO 1991 Perth-Austral ia 9 -14 Novemb re.
Ai Mondiali di Perth i fucili Beretta si riconfermano campioni assoluti riaffermando cos la propria supremazia di vittorie. Nella storia del tiro a v010, i fucili Beretta hanno vinto pi campionati Europei, Mondiali e 0limpiadi di
qualsiasi altro fucile.

li denominata "Ruger" (l'altra, senza suffisso identificativo, presumibilmente quella originale). Purtroppo non viene fornito il diametro delle palle consigliate, e cos ogni dubbio rima-

A parte questo, la ricarica

ne lecito.

della

7,62x 39 non presenta particolarit


degne di nota: i dies sono prodotti normalmente da RCBS e Lee, le palle da Hornady e Norma, i bossoli da Re-

TRAP
Assoluto
10

Marco Venturini (ITL) Beretta 505

nington e

IML

Perlomeno, questi
Ladies

20
DO
t)

rrodotti sono al momento sicuramente

MichaelDiamond (AUS) Beretta 504 Joerg Damme (GER) Beretta 505


Gemma Usieto (ESP) Beretta ASE 90 Roberta Pelosi (ITL) Beretta ASE 90

reperibili sul nostro mercato. Non


conviene tentare la ricarica di bossoli ottenuti da munizioni militari di surplus, che impiegano ancor oggi inneschi Berdan (spesso anche corrosivi, soprattutto per quelle cinesi). Volendo dare un giudizio esclusivo

10

co
10

Juniores

Julian Womble (GBR) Beretta 5682

sulla7,62x39 M43, questo non pu che essere positivo; non certo una
cartuccia da Bench Rest o da elefanti, ma molto piacevole da sparare e pochissimo affaticante. Al di l dei suoi impieghi originali, per i quali si dimostrata ideale, pu trovare una sua collocazione sportiva e ludica di tutto rispetto,permettendo di trascorrere divertenti pomeriggi in poligono e di inidiare prede come il cinghiale; sotto luesto aspetto ci sembra anzi particolaremente promettente. Francesco Battista

Assoluto Juniores Juniores a squadre

1o Bruno Rossetti (ITA) Beretta 5682 3o Hennie Dompeling (HOL) Beretto 5687 EELL

1" Pietro Gensa (ITA) Beretta 5682 1" ITALIA (Genga, Malfatto, Saracchi)
Beretta 5682

Beretta armi per Io sport


Fabbrica d'armi Pietro Beretta S.p.A. 25063 Gardone Val Trompia (Brescia).