Sei sulla pagina 1di 22
l- MINISTERO DELLA GUERRA . I I DIREZIONE GENER.ALE ARTIGLIERIA I . I . -

l- MINISTERO

DELLA

GUERRA

.

I

I

l- MINISTERO DELLA GUERRA . I I DIREZIONE GENER.ALE ARTIGLIERIA I . I . - ·\L

DIREZIONE GENER.ALE ARTIGLIERIA

I . I . - ·\L s. Tt:.N -( Il' ~ l' ~oma l'\da0te \nt.'
I
.
I
.
-
·\L
s. Tt:.N -(
Il'
~
l'
~oma l'\da0te \nt.' \~c corn'Pz.g nla
~
:(Sat.:atL·re
;~·~~.tu'llJ
~~
I
~.
\
.MEMOR~A ~~SCRITTIVA
MlTRAGLIATRICE
SCHWARZLOSE
7/12
-
·
~
·--~-
;.;,;;;-.:.
~
A
FANTERIA
WAFFENFABRIK
STEYR
I
l
.
;.;,;;;-.:. ~ A FANTERIA WAFFENFABRIK STEYR I l . -:;, ~ l ·-~~ ~ ~ ·~

-:;, ~

l ·-~~ ~ ~ ·~ ROMA ' lsTITUTO P OLIGR AFIOO DELL0 STA.TO ~ ·
l
·-~~
~
~
·~
ROMA
'
lsTITUTO P OLIGR AFIOO DELL0
STA.TO
~
· LmnERIA
'
~
1932 -
ANNo X
--
:- 4
·~
~~ ·-·.
'
":-
I
-

"

1~,)

l~

IN DICE Generalita . Descrizione Scomposizione dell'arma Ricomposizione dell'arm; Ca.ricamento Ful:}.zionamen to
IN DICE Generalita . Descrizione Scomposizione dell'arma Ricomposizione dell'arm; Ca.ricamento Ful:}.zionamen to
IN DICE Generalita . Descrizione Scomposizione dell'arma Ricomposizione dell'arm; Ca.ricamento Ful:}.zionamen to

IN DICE

Generalita . Descrizione Scomposizione dell'arma Ricomposizione dell'arm; Ca.ricamento Ful:}.zionamento Sospensione del tiro Proba.bili cause degli inconvenienti di tiro Norme di conservazione e d'impiego .

.

Pag.

»

»

»

>>

>>

~

»

"

I

2

4

6

7

8

9

10

10

11

12

.

,

.

.

.

.

~

.'

.

.

.

.

di

servizio

.

.

• • .' . • . . . di • servizio • • • . .

. Composizione e peso delle parti .

Norme per le ripara.zioni

Materiali componenti una sezione di mitra.-

fan:

gliatrici Schwa.rzlose mod . 1915 teria, ada.ttata a.lle necessita del •

Coloniale

.

• -.

.

.

.

.

,-

20

(4106668) Roma, 1932- Anno X- Istltuto P oUgraflco dello Stato P. V.

-------------------- ~

• . • -. . . • . . ,- 20 (4106668) Roma, 1932- Anno X-
PREFAZIONE La pre,;ente mccolta di dati · e di particolari descrittivi, riguardanti la mitragliatrice SCHWARZ-
PREFAZIONE La pre,;ente mccolta di dati · e di particolari descrittivi, riguardanti la mitragliatrice SCHWARZ-

PREFAZIONE

PREFAZIONE La pre,;ente mccolta di dati · e di particolari descrittivi, riguardanti la mitragliatrice SCHWARZ- ha

La pre,;ente mccolta di dati ·e di particolari

descrittivi, riguardanti la mitragliatrice SCHWARZ-

ha

alcun interulimento di fornire elementi cmnplet·z:

LOSE

7/12

WAFFENFABRIK

STEYR, ·

non

·ad accurati circa la tecnica costru.ttiva dell'arma e _l'insegnamento del suo uso; essa e stata com-

p~1ata, con la raccolta dei piu necessari element·i appresi nell'esperienza della f!Ue7·ra ·fatta e nel lavoro ·di ripri;tino - cmnpiuto pes so l' ex Se- zione di Fabbrica d'Armi di Gardone Valtrompia

di offrire, ai, Signori Uffi-

ciali ed alle truppe che · l'arma .Usano, alcuni elementi di carattere tecnico ed insegnativo, ma soprattutto per affrettare la generale appropria- zione delle precise nmnenclature clte costituiscono una urgen~ed essenziale necessiUz. ammi~istrativa.

' (Brescia), allo scopo

;

'

r

l

1
1
clte costituiscono una urgen~ ed essenziale necessiUz. ammi~istrativa. ' (Brescia), allo scopo ; ' r l

MITRAGLIATRICE

SCHWARZLOSE

Mod. 915.

MITRAGLIATRICE SCHWARZLOSE Mod. 915. La mitragliatrice Schwarzlose e un'arma da fuoco automatica, nella quale

La mitragliatrice Schwarzlose e un'arma da fuoco automatica, nella quale l'alimentazione delle cartucce a vviene per mezzo di nastri di tessuto. Il raffreddamento della canna e ottenuto per azione deWacqua contenuta nel manicotto re-

frigerante, che "tuconda la canna ; il quale viene

a

sua Yalta alimentato da un bidone (vi si adatta

il

n ato bidone d ella

Fiat

14) . Un tuba fi essibile

. di tessuto

comunicazione, · a .mezzo di

oppor"tuiio attacc6, il bidone con il manicotto re- friger~nte·; dil.rante lo sparo, il calore fa eva- porizzare l'acqua contenuta · ne~ ·manicotto , re- frigerante; il vapore che si produce esce all'esterno da un apposito tu bo a valvola. La mitragliatri.ce Schwarzlose appoggia su di un treppiede pieghevole munito di un congegno arcuato a denti.era e di un altro consimile, ma liscio, che permcttono spostamenti diversi sia

in elevazione che in direzione. La lubriii.cazione dell 'arma avviene automati- camente durante lo sparo.

mette in

-~- Descrizione. priricipali : manicotto ·refrigerante - I n. stello (Tav . (Tav. I -
-~- Descrizione. priricipali : manicotto ·refrigerante - I n. stello (Tav . (Tav. I -

-~-

Descrizione.

priricipali :

manicotto ·refrigerante -

I

n.

stello (Tav .

(Tav.

I

-

n.

: manicotto ·refrigerante - I n. stello (Tav . (Tav. I - n. -3- n congegno
: manicotto ·refrigerante - I n. stello (Tav . (Tav. I - n. -3- n congegno

-3-

n congegno di sicu.rezza e formato da :

un bottone di sicurezza, una orecchietta SI-

nistra

dell'articolaziorie interna.

_ . Il congegno di lubrificazione si compone di :

guida

del corpo di pompa (Tav. 4 - n. 16-b), un corpo

una vaschetta (Tav.

2

-

n.

16),

una

di

pompa (Tav.

5

-

n .

125).

'

CoKGEG:m

DEL

TREPPIEDE.

··-'

Il

congegno

·una

liscia

a

.,

di elevazione si compone -

cremagliera

(Tav .

3

n.

di :

73) ,

un perno con volantino (T~v. 3 -

con ingranaggio (Tav . 4 ~ _n. 93), un galletto £erma

n. 74) ,_un perno

liscie a cremagliera (Tav . 4 -

n .

92).

~

Il congeguo

di direzione si corripone di :

un settore di falciamento (Tav. 3 - n. 73-b), un c~Sore centrale del t reppiede (Tav. 4 -n. 100-b).

 

D.,!.TI

VARI.

 

fesi:

Ar ma

{

Con

-.qua

 

cd

oli

.

.

.

 

Senza acqna ed oho

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.'

.

.

.

.

Bidone

a

pompa.

con

relatlvo

tnbo

(vnoto)

•.

.':-

kg.

·-.

21.200

17,200

Hs.500

6,800

• Rldo ne a pompa l'On r r.lat,lvo tnbo (plena

.

Na,tro da 250 cr.ipl, senza cartucce

Nastro da 250 col pi , carico

Na;tr<> da 100 colpl, scnza cartucce

·Na,t ro

col l_)i,

d'acqua)

:

.

da

100

cari co

Iunghezze:

1~,800

1,050

8,500

0,450

3,500

Arma ' .

m.

Canna .

0,530

Calibro :

Cauna

.

.

mm.

8

L a mitragliatrice si compone delle seguenti parti ·

ca-

1) , testata con impugnatura

2),

(Tav. I - chiusu.ra, n . 9), canna (Tav . 2- n. 15) , congegno
(Tav. I -
chiusu.ra,
n . 9), canna (Tav . 2- n. 15) , congegno di
congegno
di scatto· e p er cussio ne, ~n­
gegno di alim.entazione,
congegno
di ~icu.rezz~ e
congegno di lubrificazione.
'
n treppiede si compone di :
co rpo
centrale,
gambe
anteriori
a
canno c-
ch iale,
gamba
posteriore a
cannoc .lllale,
tiranti
del
collare
a
morsa,
congegn'o_ di
elevazione
~
cqngegno a
i
direzione.
_
~
,
.
·
,
,
CoNGEGNI DELL'ARMA.·
,
n congegno di chiusura e forinato da:
un otturatore (Tav. I - n. 11), una artico-
la zione interna (Tav. I -
esterna
(Tav. l
-
n .
S),
(Tav.
I
-
n .
3) .'
·
n. "6) , \IDa arJ,colazione
un mollone di :cicupero
·
·
·
,
.
n
congegno di scatto e percussione eformato da :
-
di scatto (Tav . I - n. 10), una leva .di scatto
una
leva
di sparo ·(Tav. I
n. 9), una asta
(Tav. 4- n . 124), un perc ussore (Tav. I-n. 7) , un
tamburo
(Tav. I -
(Tav.
~
-
n. 5), un mollone di ricupero
n.
3).
n congegno di alimentazione e composto
da :
un nastro.(Tav . 4- n. 132), un alimentatore ·
1\
(T av.
2
-
n.
14) , un nottolino di arresto, un na,-
sello di distacco.
I
un nottolino di arresto, un na,- sello di distacco. I • I 1 ~~ -- -

I

1

di arresto, un na,- sello di distacco. I • I 1 ~~ -- - ;."-' ·•·~

~~ -- -

;."-'

·•·~ ~~----'-'-- --'-------~ ·

-: ~ Angoli: Angola massimo di elevazlone Angola mass!mo di depresslone . . . .
-: ~ Angoli: Angola massimo di elevazlone Angola mass!mo di depresslone . . . .

-:

~

Angoli:

Angola massimo di elevazlone Angola mass!mo di depresslone

.

.

.

.

 

25•

18•

Angola mnssimo dl dlr ezlone a. dr.•tra .

1 8•

Angola masslmo dJ direzlone n sinlstrn

18•

Colpi :

In un mlnuto prima sl possono sparare colpl

 

N.

500

Tempi:

Per la

scomposi1jone

dell'arma

 

s'impiegano

 

rnlnuti prim!.

.

.

.

.

.

.

.

:

.

.

.

.

N.

Per Ia ricomposizione dell'arma sl impiegano

minutl prim! .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

N.

1

Per togliere e rimettere Ia canna s'implegano

 

rnlnut.i secondi

• Per tugliero e rimettere Ia punta del percussore s'impicgano minuti secondl

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

58

55

Scomposizione

 

dell'arma.

 

P er scoriip1rre l'arma si procede nel seguente modo:

il nottolino della testata

poterlo sfilare

disimpegnando

in tal modo la testata stessa dal

castella (Tav. 5 - 2° Si impugna la

da ·si-

nistra verso destra:- ?-J. circa un quarto di giro, te- nendola leggermente pressata sul castella affinche non sia violentemente i:espinta ~dal mollo-ne- ri-

n. 3) che e compresso contro

cuperatore (Tav. 5 - il tamburo (Tav .

1? Si

gira a d estra

, poster~ore (Tav . 1 - n.

n.

1).

9)

sino

a

j'

testata,

girandola

5

:

n.

5).

lr

l

Si

estrae

quindi,

con

un

colpo

netto,

I

• · il mollone_ in . modo da liberarlo dal tamburo.

Si

gira la leva

a

nasello

di cruusura del

copercruo

 

5 - n. 49), da destra ' verso

t

sinistra , in

modo

di

poter

liberare

il

coperchio ,

(Tav. 5-

n.

12)

del. castella.

 
, (Tav. 5- n. 12) del. castella.   -5- 5° Si alza il coperchio del castella

-5-

5° Si alza il coperchio del castella sino ad appoggiarlo sull'arresto con mo_lla a lamina del primo (Tav. 2 - n. 50).

6° Si togli e il tamburo.

7° Si impugna con la mano s1rustra !a leva

di scatto (Tav. 5 ~ n. 10) sollevando cosi la parte

posteriore d ell 'otturator e, in modo che esso r esti inclinato, e si sfila il perc ussore (Tav. 5- n. 7) .da l ·

suo alloggiamento. 8° Si pr ende con la mano d estra l' articola- zione esterna (Tav. 5 - n. 8) e con movim ento

all'indietro la si porta sul suo appoggio, esterno

al castella.

9° Si toglie l 'otturatore (Tav. 5 - n . 11) e l'articolazione interna (Tav. 5 - n. 6). 10° Si toglie l'art icolazione esterna. ll o. Si togli~ l'asta di scatto (Tav. 4 - n. 124) alzandon~ con la mano sinistra la parte anteriore e spingendo in avanti, con la mano destra, la parte posteriore vicino alia testata. n congegno di alimentazione si scompone nel seguente modo :

. 12° Si gira, fino all'apposito arresto, il crua-

vistello (Tav. 2 ~ n. 42) che tiene ferma Ia cartella

(Tav. 2 - n. 13f e la si abbassa in modo da poterla sfilare dal suo alloggiamento. - 13° Si gira ancora il chiavistello in maniera _di portarlo al suo secondo arresto spingendo poi, da sinistra verso destra, il supporto dell'alimenta- tore (Tav. 5 - n. 17) in modo che questo possa

,

liberarsi dalla propria guida. In tal modo, supporto .

e alimen~atore (Tav . 5 - n.

dall'arma.

14) vengono tolti

I" ll 1: 6 14° Si toglie l'alimentatore dal suo supporto, alzandolo e quindi sfilandolo

I"

ll

1:

6

14° Si toglie l'alimentatore dal suo supporto, alzandolo e quindi sfilandolo dai suoi appoggi. -

Per smontare la canna precede come in appresso :

premi-

steppa (Tav. 5 - stra verso destra.

16° Si toglie, svitandola, la camera a stoppa

(Tav. 5

17° Si gira il chiavistello ferma canna (Tav. 2- n. 43) fino a raggiungere la sua tacca e quindi, con l'apposita chiave, si fa 'compiere alia canna un quarto di giro affinche essa possa essere liberata dal proprio alloggiamento. 18o Si preme quindi, dalla parte del castello, sulla canna onde sfilarla. dal -refrigerante.

ai

(Tav.

5

n .

15)

15° Con la chiave grande si svita il

n. 20) facendo lo girare 'da sini-

- _n.

19) della canna.

ic o mp o s i z ione

R

d e ll'ar

.-

~

a.

1° Si rimette , la canna a posto facendo la

girare sul proprio asse fino a che il chiavi-

stello

giameuto. 2° Si avvitano la camera a stoppa ed il pre- mistoppa.

3° Si rimette a posto l'asta di scatto ~dagian­ dola nella sua sede.

posto l'articolazione esterna

ed interna . 5° Si innesta l'otturatore sull'articolazione interna con movimento inverse di quello usato per smontarlo.

fermarla sull'apposito allog-

non

vada

a

4° Si rimette

a

.

'

'1.

f

-

7

60

scatto.

. 70

Si

rimette

il

percussore

Si rimette il tamburo.

con

la

leva

di

go Si in:fila il mollone ricuperatore. 9° Si preme il mollone con la testata e con- temporaneamente si avvita quest'ultima al ca-

stello. 10° Si infila ·il nottolino

fa girare sino a che non abbia raggiunto il proprio

perno.

distributore nel supporto e

si infila quest'ultimo nella propria guida del

castello.

12° Si in:fila la cartella nei perni del supporto

e, p~rtatala nella posizione verticlfle, la si fissa

alia testata e lo si

11°

Si

mette il

con l'apposito chiavistello. 13° Si abbassa il copercbio e lo si ferma con

il cbiavistello imperniato sul

castello.

Caricamento.

~er caricare l'arma si precede nel seguente modo:

si introduce la linguet.ta di cuoio del nastro (Tav. 4 - n. 132) da d(stra verso sinistra, nel

foro del supporto del distributore e quindi, per tre volte, si gira l'articolazione esterna dall'avanti all'indietro. In tal modo la prima cartuccia viene

nella camera della canna, il p ercussore

a trov arsi

e armato, la seconda cartuccia e a contatto del deute del trasportatore, la camera e cbiusa, le articolazioni annodate e il mollone compresso.

e a contatto del deute del trasportatore, la camera e cbiusa, le articolazioni annodate e il
e a contatto del deute del trasportatore, la camera e cbiusa, le articolazioni annodate e il
e a contatto del deute del trasportatore, la camera e cbiusa, le articolazioni annodate e il

---

e a contatto del deute del trasportatore, la camera e cbiusa, le articolazioni annodate e il
- 8 9- Funzionamento. L'arma funziona come segue : si spinge · a d estra

-

8

- 8 9- Funzionamento. L'arma funziona come segue : si spinge · a d estra la

9-

Funzionamento.

L'arma funziona come segue :

si

spinge · a

d estra la leva di sicurezza

e

si

preme contemporaneamente in avanti la l~va di sparo. Con tale movimento l'asta di scatto retro- cede obbligando la leva, omonima a sollev~ ­ disimpegnandosi dalla prima ; ne consegue che il

Ia sua

punta batte sulla capsula della cartuccia provo-

cando

contr6 il Jondello della paUottola, e per mezzo del bossolo, contro Ia testa d ell 'otturatore. L 'attrito che questo deYe vincere per snodare le artico1azioni determina il rttardo dell'apertura della came~a necessaria perche la -pallottola abbia tempo ~ uscire dalla canna. Mediante l'urtQ _dello zoccolo dell'espulsore contro apposito risalto del castella avviene l'espul- -

lo sparo . I gas agis~ono istantaneamimte

p ercussore viene pure spinto_ in avanti e

sione del bossolo. Con parziale rotazi~ne delt'alimentatore, pro- dotta dallo scor_!imento dei suoi denti nei piani

inclinati sottostan~i all'otturatore, viene traspor- tata la seconda cartuccia. In questo momenta le articolazioni si snodano. Durante la rotazione dell'articolazione interna, il suo nasello urta contro il braccio di armamento del percussore, allontanandolo . dall'otturatore, finche il dente della leva di scatto non s'impegna nella tacca dell'otturatore trattenendolo armato.

gas il- mollone si clistende

spingendo, per mezzo del tamburo, il percussore e, p er mezzo della leva di scatto, l'otturatore.

Cessata l'azione dei

I'

~

I•

.

L e articolazioni si riannodano , Ia seconda car- tuccia viene introdotta nella canna mentre il di- stributore compie Ia sua rotazione presentando

una nuova cartuccia al trasportatore. l\1antenendo la pressione sulla leva di sparo; la leva di scatto incontrera _il piano inclinato

d ell 'asta di

p ercussor e. Avvenuto lo scoppio si ripeteranno automatica- mente i movimenti 'descritti finche verra mante- nuta la pressione sulla leva di sparo.

n maggiore 0 minore t empo di pressione di

quest'ultima determina il maggiore? minore nu- mero di colpi consecutivi ch~ si vogliono sparare ossia, ri~pettivamente,1'f tiro celere o Iento.

scatto, sollevandosi e disarmanclo il

:·""5.•

Sospensione del tiro.

P er sospendere il tiro si interrompe la pressione esercitata sulla leva di sparo. Aut.omaticamerite l'arma, non solo cessa il -fuoco, rna ritorna anche · in posizione di sicurezza. Con tale movimento

\ '

p en) e rimasta nella camera: una cartuccia ed il

nast ro e ancora trattenuto nell 'alimentatore. Pr emendo colla mano ainistra sulla leva di sgranamento (Tav. 5 - n. 26) , che fa parte del supporto dei distributore, e contemporaneamente strappando con Ia mano d estra e con colpo r d eciso il nastro, si viene a sfilarlo dal distributore, quindi si estrae o si fa partire il colpo rimasto nella canna. Cosl a.bbiamo l'arma nuovamente scanca.

~

quindi si estrae o si fa partire il colpo rimasto nella canna. Cosl a.bbiamo l'arma nuovamente
quindi si estrae o si fa partire il colpo rimasto nella canna. Cosl a.bbiamo l'arma nuovamente

'

,.,

··-

,---

-~

·-~

-

-

_

.

~,-~

10- -

I t Probabili cause negli inconvenienti di tjro.

Colpo cbe non parte (scatto a vuoto).

}

Cambiarla

I i'unta

d.l

per ~u s>ore raccorciata

per lun go trro

f:

ll

j,

La camera della canna ~sporca e } non per mettP la ch 1usura erme- tica

Cartuccia non buonn .

PuHrla.

Estrarlo. ·

Rottura di bosso!o.

Veriflcando5i

con una. certa ~re-"\

J

quenza spaccature di bossoh

Verlficandos i 11 di s tac c o d ello del bossoli

del

fon-

}

-

Procedere alcambiodellacanna.

Vtrificar e Ia rhiusura d~ll'ollu·

ratnre; ove non s i rigcontrasse

di/ef.fosa, proredere o d rma a c ·

e~~rat11 p

u li z i a dell 'arma.

Riprlendosi

l' ineon ren iente,

cam.biare la canna .

Inceppamentl.

Il nnstro e umido od irrigldito tn }

mod o che non ~ermette Ia

re-

Cambiare il ?UJ>tro.

gola r e

lntrodu z10ne

della

car-

tu ccla

c

Ia

es trazione ,di

essa

Mancanz.a. di

Jul,rificaz.ione

Lubriflcar f! l'arma t

}

.

· a

mana

il

della pom7'a.

ve ri(t rare

/vtz zimzamenfl)

.

Norme di conservazione e di impiego.

L e i:nitragliatrici si debbono conservare con- venientemente lubrificate onde preservarle dalla ruggiue· ed i nastri debbono essere custoditi in lu ogo asciutto ~er prese~varli dall ' umidita.

Ogmqu~alvora s(aebB'a 'iru<:u~.r~-;r hr-;: ~pec1e se

l'arma e rimasta inatt.iva

n ecessario procedere alla sua ispezione scornpo- nendo e puleudo le varie parti e lubrificandole con olio d"oliva puro. Prima di eseguire il tiro occorre

per un certo t empo, e

--~l-

-::zz::;;::;

::::::::=:::::

:

'""

,_

;:;

- -·*-'

aperto.

: '"" • ,_ ;:; - - · * - ' aperto. 11- inoltre assicurarsi che

11-

inoltre assicurarsi che il bidone (Tav. 5 - n. 113)

sia fornito d 'acqua, che nella vaschetta (Tav. 5 -

n. 16) vi sia olio in sufliciente quantita e che il rubinetto dello scarico del vapore (Tav. 2 - n. 51)

sia

n servizio dell'arma si fa con due persone, una

ed una cbe p~epara i nastri

carichi e provvede al funzionamento del bidone a pompa.

che punta e spara

Norme per le riparazioni.

PrccoLE

RIPARAZIO:m.

Presso _i Corpi dovranno eseguirsi solo le piccole

riparazioni ai treppiedi e la sostituzione di parti

di mitragli"atrice, deteriorate o rotte per l'uso,

con quelle che si trovano di riserva nelle apposite

cassette per accessori e ricambi.

RIPARAZlONI

DI

UNA

CERTA

ENTITA.

Per ogni altra riparazione, . per cui occorra esatta conoscenza delle caratteristiche dell'arma e del_le funzioni delle varie parti, non si deve per ~ssun caso ricorrere all'opera di armaiuoli

improvvisati. L'arma in tali casi deve essere ver- sata all'Ente incaricato, per ciascuna Colonia,

della distribhzione del

materi ale d'artiglieria, dal

quale Ente sara fatta affiuire alla ex Sczione di Fabbrica d'armi R. Esercito di Gardone V~l

Trompia (Brescia).

\

~t·"":

:! ;-'---:.::,2--r--- -

I

-

---

_"QJ/1

r

r -· ·-·--~c ' ·«·-· r-~ - · • ,- --- · -. ·- _,-.,.- --,-.,.-
-· ·-·--~c ' ·«·-· r-~ - · • ,- --- · -. ·- _,-.,.- --,-.,.-
·-·--~c '
·«·-·
r-~
-
·
,-
--- · -. ·- _,-.,.- --,-.,.- .,
,.-,.
Composizione e peso 1 delle parti
.
Numeri
rllerentlsl
al d l>OJ DI
0~
DENOMINAZIONE
:B"
MATERIA
p.,~
.E
Tav. \
Num.
'
l
:0
"
I
I
,
1
Castello
<
.,.
1
:- ·.
2040
Acclalo dolce
.•
>t ; ~.' ~-''.' ( . ·
.
,
.
I
2
Manlcotto relrlgcrante
.
2350
•'.•
:
.:.'
,
.
~
~
270
dl molla
1
3
Mollone dl riCilpero
Anello del mollone .
.
·.
I
dolce cementato
1
4
50
:>
)::
.
1
6
Tambnro .
:
!
,
100
.
•• i
~;
~
1
6
Artlcolazlone Interne.
340
~
I
Percussore con punta
.
'•
•.
7
3UO
'
·
I
ol
Punta :
Percuss. : accio.lo dolce cementato
dl
molla
.Acclaio dolce
1
8
Artlcolazione esterna
520
I
~
\
1
u
•restate. con impugnl\turn (
1025
10
T,ovl\ ell scl\tto
125
1
Otturntoru
750
comentl\to dolce
11
1
ll·b
ParaHammn
450
Fcrt in lamlera
2
12
Coperchio
1300
Accialo dolce
2
13
CurtoUn dol sopporto dell'alhnentatore
4U5
.
Alimentatoro
~ .•
.
.,.,,
. ~
.
.': ,r.
.,
.
8
14
890
cementnto
.
'
2
15
Cannn
'
per canne
~,
:
~
' 1335
• '.
J' •
.
·
-
·
.
I--· r
.
2
16
Vascbet.ta
dell'ollo ·
515
I dolce
.I.
••
••
6
16-b
auida del cor
po di pampa
0 j
.
180
.
_ ,
.
'
.
;
;
.
.
.
.
2
17
Supporto
dell 'nllmentatore
640
2
18
Altacco a bnionetta della mitrngllatrice a! trepplede .
875
I
2
19
Camera a stoppl\
110
2
20
Pr emlstoppa
100
Bocchctta del foro d 'introduz lone deWacqua nel re!rigennte
30
Ottone
2
21
Tappa a vite dell'allruentntore
15
Acclalo
.
dolce ceme ntato
22
~
2
,ll!olla dcll'alimentatorc
10
.
per moll"
23
II
dolce
w
2
24
}' iltro per l'ollo
5
25
Coperchletto fileltato delle. vascbetta deli'ollo
35
2
2
20
Levi\ di sgranamento dcll'nlimontatore
20
2
27
Nottolino li 'nrreeto dcll'ulim.entatore
15
per molla
2
28
Mo li n del nottoUno d ' arreeto dell'alimentator~
1
'
.
2
2
21)
Coplglla del nottollno d'arresto dell 'allmentatore .
I dolce
2
so
Pluolo de l nottoll no d 'arresto dell'allmentaiore
6
2
31
l'ubo a valvoln dl sfu~glta del vapor e
I Ottone
2~6
2
32
Valvola per In s!ugglta del vnpore
120
I
83
Mi r lno
10
Acclo lo
dolce
2
0
.
.
I
e I Ottone 2~6 2 32 Valvola per In s!ugglta del vnpore 120 I 83 Mi

!/ \

N umerl rl fe ren tlsl nl dlscgJ11 il os D E NOMI N AZIONE
N umerl
rl fe ren tlsl
nl dlscgJ11
il
os
D E NOMI N AZIONE
ill"
MA 1'J' RIA
P
!:,
I
.!:
1 T~tv.J N um.
.
\
·
'
Vlte · ml crometrl ea de l mlrlno
.
.
.
.
2
3-1
.
.
.
.
·.'
· '
5
Acclalo dolce
2
35
Rt1 b l nctto d l sea rl co d ell'a~qun .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.•
100
Ottone
2
36
U oll a a la mina del rubln etto dl searlco dell'ncqua
.
'
.
5
Acclalo per moll a
.
2
37
Vl te pe~no
de l cope r cb lo
30
dolce
0
••
0
••
••
.
.
'
l!
38
Dnd o d ell n
leva dl chl usurn del coper cblo .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
8
'
39
.
.
""'
• .2
Dado de l nascllo dl chlusura d ella car te lla al s uppo rto de ll 'a ll-
mentatore
5
0
••
0
••
••
••••
0
••
.
.
2
40
P ern o de ll' attacco a bn lon ett.a de ll' arma a l tr ep pl ed e
50
2
41
Rosetta
del per no dell' attacco n bnloncttn dell'nr ma al
·
trep-
.
.
.
pl cde
.
.•
·
.
·
·
.
·
13
Leva a
n n sc ll o dl
c hi us ur a de ll a carte ll a a t s u p p o r t~ de ll' a ll men -
.
.
2
42
.
.
.
.
.
t.atorc
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
35
.
.
2
43
Ch lnvlst cll o fc r mn can on
50
.
2
H
'l'll p po ;, vi to do l foro per l'lnt r od ut lune de ll' llrq un
3f•
.
.
o zl nco
2
45
.
A tt.aeco n sf ora dell' unun ul t r epp lcdo .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
20
.
2
46 ,
Cono del ru blnetto dl sCArlco
del vnpor e
.
. ' ,
30
.
•·
2
47
ltosett.a del r ublnctto d l scn rl co d oll' ncqua e de l va po r o : .
.
.
2
per moll e
-
I
I
.
2
48
Da d o d el rub lnctto d l scnrl co de ll'acqua e d el vnpore
3
I
do lce
~
40
Leva o. n lllle ll o d1 e hi \IS ur a de l co pe rcbl o
50
2
50
Arres t o d el coper elllo co n molla a la min a
20
2
51
R u bln etto dc ll o scn rl co del vnpo r o
.
.
no
I Ottone
2
52
Cop lglla d ol p e rn o do ll 'nttncco
a. I.Ja l on etta
1
Accluio dolce
.
.
I
s
53
R it to d' nlzo
100
.
.
~
5~
Zoccolo d'a lzo .'
:!05
.
I
3
55
ll.occh etto gradunto
d' alzo
70
.
.
56
Pe.rn o del r occh etto
grad uato
d'ul zo
20
.
3
57
'l'nccn del rocchetto grad unto
d'ntzo
10
pe r ruo ll o
I
3
58
Cre ma gll
cm
d el l' nl zo
30
.
do lce ce mcn tnto
'
'
II
59
Cop pin d l dent! a moll a d ella cr ema gll er n d ell 'a lzo
4
pe r m o ll c
o:;o
3
60
Mo li n dei de n t! de ll a. c r emng ll orn do ll' a lzo
2
I
3
61
Po r no a v ltc de l rlt to d'n lzo
.
.
4
I
do too
fi2
VIto <II lls•nJ:g lo th>lln orc mugll cm nl rl tt.o d' nlzo
:l
I
63
V I to
Il l
ll•• n H~: Io du ll n t.accn d o l r o c chctto g r ad na to d'ul zo
2
64
Vltc
til l or mo d ell a pnl ett.a scorr evole d ell' ulzo ·.
.
2
3
I
R!">
VIto d l fe r mo d ell a moll n de l de nt! d'a rr csto nll n cr emn!!ll er n
dc ll 'n lzo
3
66
I Co plg ll n de l dc n te
d'u rr esto
dHll ll
rut lett.a sco rr cvo le de ll' a lz o
2
I
I
3
67
Coplgll n del d cutl
d'ur r esto
d ella
cr emag ll ern dc ll' ulzo.
.
.
1

,.

ll' a lz o 2 I I 3 67 Coplgll n del d cutl d'ur r

{)

f

'

/

I Numerl . ~·~ rlfercnllsi ' :fl., a i diHCI!IIi DT~NO MINAZIONE MATEitiA p ~
I
Numerl
.
~·~
rlfercnllsi
'
:fl.,
a i diHCI!IIi
DT~NO MINAZIONE
MATEitiA
p
~
.::
Tav.\
Num.
r
3
68
Molin
d el
dent! d'arr csto alia cremagllera dell'alzo
1
Acclalo . per moUe
.
3
61)
Dado del ro cohetto g raduato dell' alzo
,
3
.
dolce
.
3
70
Paletta scorrevole dl mira /
10
.
s
71
Dente d'arr csto della paletta scorrevole dl mira ' , .
3
3
72
Fcrmo della molla del dent!
dl arresto
alia
cremagllera del·
I
l'u lzo
1
'Ac~ialo dol ce
'.
3
73
Ll scia
a
cr emagli er a per l' elevazion e
.
'
'
I
3
1a·b
Li sch~ a
settore d e lla cll r c zlon e. N. B. I
num e rl 73 e 73·11 so n o
I
co• tltuitl da un unt co pczzo ch" st pu o deno mlnnr e: U >l'in a
c rc
umgli c ru. co n sctto rc di fa
lclum
e nt o
.
1(130
Accin lo dolce
'
.
a
74
Pe rn o del trcppicdc con volantino
~20
.
.
3
75
li'ermo"' vlte !legit an elli dell e ga mb e a nt erior te post crl or o
130
3
76
Fermo 11 v i te d e ll' a n c ll o co n attacchi per itirnnU
.
.
170
'
.
. .
3
77
Uultla
della r:aml>a r o•tortore, scorr ovole
24 20
o ghisa
.
. -
3
7R
Gn wiJ a poot
orl or e soo rr cvolo .
l!l[iO
3
79
Tlranto
.
300
)
I
.
. .
3
80
Vtte dll ermo dell'ao ello delle gambe anterior!
5
'•
j
II
3
81
Gamba anteriore soo~revolo
.
.
.
.
·. : :
·
.
.
.
.~
920
,,
'
"··
'l r"
3
82
Guida della gambll anterlore • 4 • • • • •••
.
.
,
1260
'
4
88
:Rosetta di fermo della gulda delle gam he nnljerlorl . ·.' ·.•
.
.•
·80
84
VIto <lelia rosettA di fermo della gulda delle gam be antllJ"iori
.
.
as
4
85
Rosetta per I fermi degli
anelll delle
gambe ant~rtorfe posterlor e
8
4
86
Copiglia della rosetta del fermi degli an ell! delle gambe 1 antertori
e
posterlore
.
.
2
••••
••
••••
0
0
4
87
Perno a
vlte
dl flssaggio delia v~ehetta dell ' olio
5
I
/
'
4
88
Vtte del foro spruzzatore della vnschetta dell'oilo ! •
2
~
89
Anello della gamb11 posterlore soorrevole
.
,
.
·
.
.
.
180
90 ·
VIto dl fermo dell'anello, della gamba poster lore ' •.
.
8
.
91
Jngranngglo del congcgno dl elevazlone del treppled e
120
.
'
I
II
4
92
Ferruo a vlte della oremagllera dol trepplede .
160
'
4
93
Perno oon lugranaggt, del oongegno di elevazlooe del treppledc.
60
· 4
94
Vito dl testa del per no oon logranaggl del dongegno dl elevaztone
I
dol tropplode
.
.
,
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
,
8
95
Custodia dell'lngranagglo dol congogno dl eleve.zlono dol trepplede
'
05
4
06
VIto dl fermo della custodia dell'lngron.aggto dol
coogegno dl
clevazlooe del trep~lede
:
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
2
07
'
I Guida dell'anello con tlrnntl dellA gamba posterloro ,
18
I
98
Ano !I n " vito con
onto colla per fer run oursoro cont.rnle
'
25
.
00
Molin HJ>Irolo dol cursore coutrnle
.
.
.
,
2
I
per moilo

'

HJ>Irolo dol cursore coutrnle • . • • . . , 2 I per moilo '

,

C>

I

,.;

"""

,

HJ>Irolo dol cursore coutrnle • . • • . . , 2 I per moilo '

.-.~

f),'

f),' Numerl rlterentlsl al dlsegnl URNOMINAZIONlt MAT lil ' R T. _A Tav. ·j Num. 100
f),' Numerl rlterentlsl al dlsegnl URNOMINAZIONlt MAT lil ' R T. _A Tav. ·j Num. 100
Numerl rlterentlsl al dlsegnl URNOMINAZIONlt MAT lil ' R T. _A Tav. ·j Num. 100
Numerl
rlterentlsl
al dlsegnl
URNOMINAZIONlt
MAT lil ' R
T.
_A
Tav. ·j
Num.
100
16
1 Aodalo dolce
·4
I
101
ILev~~odel perno 11o nasello del cureore centrale
Perno eccentrlco del cursore centrale
25
102 Dado a vlte del perno eccentrlco del oonore central~
-6
4
108 Dado "' vlte del perno a naselle del cursore centrale
4
104 Perno a nasello del cursor&
,
.: .I
'
.
. .
106 Perno a vlte, senza nasello, del ciursore centrale .
~
4
106 Anello a morsa delle gambe anterior! con'attacco per fi tlrante . 1
100
4
107
Plastra Ierma scudo
450
108
Custodia destra con molla per iPuda
plede
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
della cremagllera del .trep-
.
370
109 ' ' lte per plastra fermn scudo
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.• •.
.
15
I I
'
I ~ ursore
110
centrale
.
.
.
.
.
.
.
.
,
.
.
.
.
.
.
.
:
880
111
Anello
a
morsa
della
gamba
posterlore
con
attacchl
per
II 4
570
112/ ~;::1:~l~ls~r~~~~-~ol~a-p~r~~d~~e~a~r~~n~ll~r~~el~~~p~
4
I
245
~
&t."Otl ~, .
0
••
••
••
••
0
I
Feno In lamier"
I
i
.
.
"
"
-
u
••

'

4

4

"

4

'

4

4

4

4

4

4

4

00

II I,

:>""

((

~

" 4 ' 4 4 4 4 4 4 4 00 II I, :>"" (( ~

-·.

4 ' 4 4 4 4 4 4 4 00 II I, :>"" (( ~ -·.

.

.

.

160

110

Ztnco

Ottone

.

I, :>"" (( ~ -·. . . . 160 110 Ztnco Ottone . 1U 116 116

1U

116

116

117

118

119

120

121

122

12S

124

125

126

127

128

12!1

!SO

131

1:12

138

Ooperchlo del oorpo dl pompa del bldone

Filtro dell'acqua del bldone a pompa

lngranaggt dl pompa del bldone

Gnarnlzlonl dl amlanto e cuolo •

Guarnlzlonl dl gomma

Manovella del 'btdone a pompa·

.

Amlanto e ouolo

Gomma

Accii\IO d_olce e ' tegno

Ottone

Zlnco

I Acolalo dolce

'

Ottonc

Acclalo dolce

Ottoue

e zlnco

Oomma e tessuto

Tessuto e

ottono

Ferro,

nato 084gonale Olettato del oorpo dJ pompa ' I ' ,

Tappo a vlte del foro d'lmmlsslone dcll'acqua del bldone

I Premlstoppa dell'attacco della manovella del bldoae

: . • • •

Corpo dl pompa del bldone ,

Asta dl scatto, della mltragllatrlce Schwaulosc '· •.

Corpo dl pompa della vasohbtta dell'ollo della mltr. !iohwarzlose

Rosetta del rublnetto del bldone

Vlte del rublnett.o del bldone .

Maschlo del rublnetto clel bldone

·Attacco a l>ulonctta del tubo al btdoue

Attacco a vlt~ del tubo at ml\nlcotto refrlgeran~e Sohwarzloee

Tubo dl gomma

N nstro pe r en rtucoe

llnguette dl aoclalo o

e rlvesllmento

dl

AJl(>OJo(l(iu spal111 per tlrat.orl

gommu

cuolo.

.,----~--"'--'--~1~ ru'oo" ~"'~~·:~':

I

<:0

-

-20-

Materiali componenti una sezione di mitra- gliatrici Schwarzlose Mod. 915 di fanteria, adattata aile necessita del servizio coloniale.

'

llltragliatrlci

.

.

.

.

.

.

.

.

N.

2

2

Treppie<ll • ,

.

.

.

.

.

.

 

2

Bidoni a pampa per a.cqua (Fiat) Tub! flesaibili per bidonl Fiat con speciale dado a vite,

per

. Maccbine carica nastrl (Tav. n. 7)

.

i'attacco al refrigera.nte .

.

2

1

' Cassette per naatri da 100 col pi

2

.•

»

3

»

250

4

Nastrl per 100 cartucce

.

4

>

250

8

· Ca&!etta piccola per pa.rtl di rica~bio(ll.iserva)

 

1

contenente:

 

Manopole per lrnpugna.tura Manubria dell' artlcolazlone esterna •

Leva d I sparo

•.

2

1

.

.

.

.

.

.

.

Leva a nasello di chiusura <let copncblo

.

1

Perno a

vlte

d!

llssagglo

del

castella

a!

manlcotto

relrl-

 

gerante

'Cbiavlstello della canna •

 

2

Cblavlstello della testata con lmpugnatura

 

1

Perno eccentrico del c~rsore centrale del treppiede

1

ll.ubinettD di scarloo del v'npore . ll.ublnetto di scarlco dell'acqua .

J

• Perno a vlte del rltto dell'alzo .

Mirlno

·.

,

 

2

1

Vlte mlcrometrica del mlrino Molle del dent! della crcmagllera dell'alzo Dado del perno eccentrloo del cursore centrale del treppicde

2

Dado

del roccbetto graduato

dell 'alzo

.

.

.

.

.

.

Dado del rubinetti di scarico dell'acqua e del vapore

 

4

Paletta scorrevole di mira

1

• . • Molla splrale del cursore centrale del ueppiede •

Cr emagllera dell'alzo • •

 

2

.

.

.

.

Leva di ldcurezza

1

. Perno a vite d1 flssaggio della vaschetta dell'ollo

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

2

Perno a vite d1 flssaggio del copercb!o at mnn!cotto

 

Molla splrale d1 bucoola dl mnnopola

2

. Perno a nasello del cursore ccnt.rale del treppiede

.

.

.

.

 

1

-21-

Molla a lamina d1 gulda della cremaglicra del treppiede .

 

N.

1

Molla

a

lamina

del rubln etto d1 scar leo dell'acqua

.

.

.

1

Molle a lamina della leva d1 sicurezza • . • • •

2

Dado a vlte del perno senza nasello del cursore centrale

 

.•.

. Premistoppa del tubo a valvola del vapore

.

.

del treppiede

;

.

.

.

1

Vltl d1 flssagglo della cremagllera a l ritto d'alzo

2

Coppla d1 dent! a molla della cremagliera dell'alzo

1

Anello a vlte Ierma manopola d'lmpugnatura •.

1

Leva de.! perno a nasello del cursore centrale del trepplede

 

1

Viti del foro spruzzatoro deUa vaschetta dell'ollo

2

Pluoll elastic! del dente d1 fermo dell'alimentatore

2

Vit e d1 presslone del tassello mobile del cursore centrale

 

del treppiede

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

1

Piuolo elastico del rubinetto d1 scarico del vapore

Molle spiral! del piuolo elastico de l rubinetto di scarl co

 

2

.

.

.

.

.

.

.

.

.

. Vito prigion!era del chlavlstelio della testata con impugnatura

.

.

.

.

.

.

.

.

del vapore

,

 

2

Vlte iaterale del rltto d'alzo

2

Molle del sostegno del coperchio

2

C~plglia'e.tasticadella leva di sparo .

1

Dado della leva a nasello

d1 chi usura.

del cop e rchio

. Perno a vltedellaleva a nasclio di chiusura del coperohio .

Perno a vlte di tlssagglo della cartelia

.

 

1

Camera a stoppa

:

.

.

.

,

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Premlstoppa

.

.

·.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

,

Tappo a vite, con catenella, del manicotto

refrlgeranto

 

Flltro per !'olio

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Dado esagonale del chla visteUo d1 llssaggio delia canna .

 

-

Dado

esagonale

cartella

.

del

.

per no a

.

vite porta naselio di fissaggi o

.

.

.

.

.

.

.

•.

 

.

.

Da<ll del perno d1 bnccol e di manopole d'impugnatura

 

1

2

Cassette per accessor I e ricambi

.

.

•.

.

.

.

2

Contenenti compiessivamente

L eva d1 scatto

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

4

Estrattore del bossoll sparati

.

.

.

.

.

.

.

2

Dente d1 fermo dell'allmentatore con piuolo eiastlco

2

Otturatore con part! 'amovibiil

.

.

.

.

.

2

Percussore coo punta

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

2

Molin a lamina dell'estrattore del bossoli spa rati

2

Ponte del percussore

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

4

Corpo d1 pampa

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

2

llfolia splrai.e_dello sgranamento dell'allmentator e

2

-~

Yirino

.

)/,

:?.

ll

4

4

.,

2

:2

4

2

,,

2

2

-

4

2

2

2 J

"

'

2

2

2

z

. 2

2

2

2

. Copiglia elastica del nottolino d'arresto deiJ'alhnentatorc

.Aste dl scaUo .

' •

. Leva dlsgranamento dell'alimentatore .

Molloni dl rlcupero

.

.

.

.

.

.

-

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

- Coplglla della leva di sgranamento dcll'Hiimentato re .

.A.rtlrolazlone Intern& Canne .A.rticolazi one esterna cnn manovella Tappl a vite del rbfrigerant e con caten ella Coperchietti della vaschetta deU'olio

Alimentatore

Leva

.

·.

.

di

.

.

.

chlusurn

.

.

della

.

.

.

car tel!a

a

nasello

del

.

Viti fermo d~ursorc eentrole del trepplede

.

alimentatore

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Cacciavitl

.

. Chi avi Chlave L'hiavc

.

media d ell'ali mentator e · .

grandi

.

.

.

.

.

.

.

picco~ doppia

.

.

<.:Wave volta canna ·

Estrattor e del ~oil rottl Spazzolini • Cacciapunte del pcrcussor c Imbuto pel rallreddamento occasionale della canna Oliatori Pi nze da tagl io

Cassetta per cariratori Fiat (senza tta ulezzi)

.

.

·

.

.

.

.

.

.

.

suppor to

contenenti :

FiaorW grandi per olio e petrolia di mitr. l!od. 011 Yaschette grand! •

 

:1.

Vaschette Fiat

2

Scovolettl per armi Mod. 91 .

2.

Pennelll ordinari piccoli .

:?.

Ollatori <).1 mltragliatr ice Fiat

:.l

Cacciaviti con mn ni r o di l egno dn mm. Mat telli di mitragliatrke Schwan lose

Str acci dl tela lisciv lata

75, iunghi

 

2

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

kg.

0,400 :

Pa.rafla 1t1ma di uli trru.rliatrire Schwarzl osc

 

.X.

2

. . • . . . kg. 0,400 : Pa.rafla 1t1ma di uli trru.rliatrire Schwarzl osc
. . • . . . kg. 0,400 : Pa.rafla 1t1ma di uli trru.rliatrire Schwarzl osc
J ®
J
®

t

e~

<{j

J ® t e~ <{j l ~ u Vl / 0 0 - ->
J ® t e~ <{j l ~ u Vl / 0 0 - ->

l

~

u

Vl

/ 0 0 - ->
/
0
0
-
->

z

>

1- <

V'\

0\

ci

0

:s

t.Q

Cl)

0

J

2j

~

~

J::

u

Cl)

t.Q

~ l 0 ?!l ~ ~ ~-~ ~ ® :::::::::::Q::J pj) ~ & ~) CID
~
l
0
?!l
~
~
~-~
~
®
:::::::::::Q::J
pj)
~
&
~)
CID
®~
~
~
~

®

~

©

~

®~

®

®I

®

@I

(:J

~

®

'JD <® ® @~ 0 @ ~ ® ~ ;J~ ® ~ ~"Ql 1 u
'JD
®
@~
0
@
~
® ~
;J~
®
~
~"Ql
1
u
Vl
@)
00
;J
®
'D
~~
tO
0 ~®@
n
@ ~
' 5
I
I
®
.
'§)
~
8
~
~
@:
@il
Jl
r
1
®CJ
@
_
~i
~~
~

®

M

ctt=J .

@

J B~B

CJ

-

- --

@

0

· _,

0

~ . -- : 0 0 0 ~ 0
~
. --
:
0
0
0
~
0

(S)

® M ctt=J . @ J B ~ B CJ - - -- @ 0 ·

®

@ D· 0 0
@
0 0

~

®

*

*

@)

® M ctt=J . @ J B ~ B CJ - - -- @ 0 ·

@

@

~

u

Vl

-

r---::1--- =--=--=--=-----=--=--=-=-==

=]_@

\

)

C/)

ClD

(~)

®

0

0
0
- =--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill ©
- =--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill ©

-;;

u

Ill

©

=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []

[]

=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []

\?:'

oLo-- o~ !If ~( I I El l
oLo--
o~
!If
~(
I I
El l
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []

o \,

=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []
=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []

®

=--=--=--=---- -=--=--=-=-== =]_@ \ ) C/) ClD (~) ® 0 0 -;; u Ill © []

r

@)

~ _§) !! 0 0 c®J 8· ~ ® $ {E> ~ @ ~ ®0
~
_§)
!!
0
0
c®J
~
®
$
{E>
~
@
~
®0
~
®©
®
~
®
®
-
-

•,

\!mA

n

B;

®

Sl

~~ ·

Bl

@~

.

®a

@

®

~

@

®© ® ~ ® ® - - •, \!m A n B; ® Sl ~~ ·

~I

-!i

···- ··-··

®

®

®© ® ~ ® ® - - •, \!m A n B; ® Sl ~~ ·

®

®© ® ~ ® ® - - •, \!m A n B; ® Sl ~~ ·

i

t

l

;

j

~

MITRACLIATRICE

"SCHW ARZLOSE,

M o n. 915

TAV.

-,, t ' '<'".a/.i.)==ffJ • -\ ,., _~ ~~ ,.~- I&
-,, t
'
'<'".a/.i.)==ffJ
-\
,., _~ ~~ ,.~-
I&

h ll t u • ~. u,r.r.f•u ••n•~hlt

,

'"

 

DENOM.INAZIONB

NEl

O&NOMINAZIONE

N=•roi

"""'

 

DBNOMINAZIONB

'

C.utcUo

   

.,.

Fermo 1 'rite ddl'1ndlo con anacc:hl pu tinnti

. '

Muic:ouortfrirUlntc

Molloncd! rlcupr.ro

Bocchcn.a drl foro dtU'lntrodUl.iooc dt.ll'.acqu.a FUtro ddl'oUo

77

,.

<AIId.l della aunbll po11criou dd

G1mb, posu:don ICOrrnolc

ucppicdc

l

T.ambutO

Artlcoln.loac latllrn.&

:A

Coputhlcno ddb vuchcua dcU'olio

Lc\'J di q:B~Umcnlo ddl'&lirm.nlllorc

"

Tinntc

 

l

PtrNIIOtt.

,,

T\lbo I.

w.&.lwo&.a dd

Vlport

Guil!llddl• aamb.lllntcriotc

 

Ardcol.l.uonc utcm1

"

V.alvob

••

ROMna della aambl. mttrion

.:

Tur~u con lffipu.JUtu u

5

Mirlno

::

Vitc ddb raMI!.& ddb 1~ mu::riocc Antllo dtlb aamlu po~~tr.riorc

Len dlltallo

 

Vile micromc.uica drl m1rino

"

Ottunton:

Dulo dc.ll.a lcv.a di thl\IS\In del topcrtbio

.:

Puno con inaniUiito

 

Pu;dianmu

 

Perno ddl'.allxco .a ~onen.a

 

"

Copcrchio

"

All l.CCO .asfen

 

~~:~ 0 d~~~:':OM1~.U:!:~Icur~CW

 

,,