Sei sulla pagina 1di 16

~~~ont~L%:~io·

.-

C4NTIERE AERONAUTICO Òl .GARDOLO :


OFf:ICINA M E c c A N 1 c A ·:p·r A.R~ c o

..
, ..:
..
., ."·:
'

...

, ..

·''

~ .. :

conservate nostra motoleggercr , 1 Capriolo


condizioni ·di garanzia prevrste· dar
Nella rip6ra~ione,
.
·adoperate. s~ltonto- .
. .'

; .- ,. ..
J

' ;
GENERALITÀ
Per comodità dei Sigg. Clienti, le tavole rappresen-
tative dei· singoli complessi sono s tate raccolte a part~
i n modo da r endere agevole il loro esame.
Il tutto d el presente voi umetto è diviso i n due
g rup.pi principali:
a) Gruppo motore (illus.trato dalle tavole 1, 2, 3.
4, 5, 6, 7).
b) Gruppo Telaio (illustrato dalle tavole 8, 9, 10,
11, 12,-13, 14, 15, 16).

GRUPPO MOTORE

Il motore è a 4 tempi, monocilindrico, con una cor·


sa di 43 mm. ed un alesaggio di 47 mm.
La cilindrata effettiva è di cc. 74,6. Il rapporto d~
C(Jmpressione è 7 : 1. La :potenza effettiva è di 3,5 CV
a 6000 giri/.min. La rotazione del motore, visto dàl
lato volano è destrosa.
Il cilindro, in l ega leggera, possiede una fort e alet-
tatura a forma aerodina·mica che permette ai filetti flut -
a i di lam'bhe anche la parte posteriore del cilindro
stesso realizzando così un raffreddamento efficace cd
tJniforme.
La camicia in ghisa incorporata può essere sosti·
tuita purchè siano osservate le seguenti norme: Fìg. 1 ;._"'"""~·-
Riscaldare il cilindro in forno a 280°, quindi 'Pog.
giare il cilindro stesso in modo che la camicia sia li-
bera, e premere dalla parte opposta, avendo cura che
la pressione risulti , il più possibile, assiale. Appli c art!
ID nuova camicia nel cilindro .portato nuovamente alla
t ~mperatura indi cata sopra.

La testa in l ega leggera a camera semisferica, h.1


h : sedi ed i guidavalvole in ghisa, e sostituibili con ] e
normali attenzioni. Per lo smontaggio della testa è suf·
fj ci ente svHare i ci nque dadi 2050 (tav. 3) e togliere ]:.t
spina 2026 (tav. l) sull'alberino della distr ib u zione,
senza smontare Ja camma ed i bilancieri.
Nel montaggio curare che l e gu arnizioni 1041 fra
scatola e cilindro c 1051 fra cilindro e testa, (sono ap-
parentemente sim·m ~triche) siano colJocate nella giu-
sta posizione in modo da evitar e che restino otturati
i fori della lubrificazione.
Il tubo di scarico è collegato alla testa a mezzo d':!)
l~occh ettone 2193 (tav. l) sul quale il tubo deve infilarsi
senza gi_oco; d etto bocchettone non va mai smontato
rl<>lla t esta. L'albero motore 1056 {tav. 2) è In un SOl
pezzo, sopportato da cuscinetti a rulli ed a sfere; per
smontarlo servirsi de1l'ap.p osHo estrattore.
La biella 201 O (la v. 2), in un sol pezzo, è accO:p·
·p iata all'albero motore con l'fnterposizione .di 15 rulli
diam. 6 x 10 (2054 · tav. 2) e può essere smontata sen.
za togliere l'albero motore dalla scatola, grazie ai con-
traP'pesi riportati . .Levato il contrappeso anteriore 1055 ~
(tav. 2) si scopre il tassello 2.197 (tav. 2) che, smon tato, ~o
permette di sfilare i rulli e quindi };l bie1la (vedi Fig. l ~t:>" f
~
e
Il corpo anteriore 1.053 (tav. 3) -accoppiato alta Rapporti e prestazioni:
scatola con interposizione di guarnizione e di adesivo.
Per lo smontaggio è sufficiente aiutarsi, dopo aver tolt '> I vel. II ve L Ili vel. IV vel.
le viti 1066 (tav. 3), battendo se necessar-io leggermente
sui fianchi con una mazzuola di legno.
Porre attenzione nel montaggio che non manchi il
Rapp.orti . . . 13,66 8,61 5,60 3,82

tubetto 1249 (.fig. 3) di congiunzione tubazioni de1la sca- l


Velocità massime corri-
lofa e del corp-o anteriore della mandata olio all'albero spondenti . . . 19,5 31 48 70
motore.
Pendenza superabile . 28% 18 °/o 7,5 3,5 o/o
DISTRIBUZIONE l
A valvole inclinate, bilanciel'i e camma in testa con
comando ad albero verticale.
Diagramma della distribuzione:
Valvola di aspirazione : apre con 34° di anticipo al ·PMS
chiude con 50° di ritardo al PMI
l'alvo la di scarico: apre con 60° di anticip·o al PMI
chiude con 24° di ri!ardo al -PIMS
Le valvole hanno le sedi a 120°.
Il gioco fra bilancieri e valvole (aspirazione e sca·
rico) deve essere di 0,1 mm., regolabile per mezzo delle
viti registro 2014.2015 (tav. l) come illus trato nella
. .....
f lg ')

CAMBIO
A 4 velocità con cop·p ie sempre in presa a basso
numero di giri, silenziose; selettore a sfere comandato
d~ preselettore a pedale con indicatore. La 4a velocità
è in presa -diretta. Ftg. 3
Per smontare H cambio si procede come segu e: tv·
glie re l a leva coma n do avviamentot il copri catena 1137
(tav. 3) la ghiera 11.26 (tav. 4), il pignone 1124 (tav. 4),
il coperchio 1133 (t a v. 3) Jevan do l e 5 vìtì, il coper-
chio superiore 2178/1 (Lav. 3). Sfilare il perno 1196
(lav. 5), estrarre ver so l'alto il grup·po ingranag,gi au-
silial'i ed infine smon tare il coperchio 209-4. In tal
modo r esta libero ed estraibile ]'albero secondario 1086
(t nv. 4) con montati gli ingranaggi secondari del cam-
})jo c la frizione (vedi fi g. 5).
Il selettore delle sfere 20<88 (tav. 4) è registrabil~
per mezzo de11e ghiere 2089 (tav. 4} allo scopo di pe!"·
mettere un preciso colJegamento tra preselettore e cam·
1/o. Per smontar e i1 preselettore si tog1i e l'i n dicator~
2169 ancot·ato con la vite 2091 (tav. 6) e sj allenta pe.·
5-G giri il tappo 2167 (tav. 6) dopo di che facendl)
pressione sul perno 2150 (t a v. 6) si estrae la spina 2168
(lnv. u) come illustrato n ella fig. 4.

f ig. 4

Il cambio è comandato dà un a rop-pin di ingranag. LtJBRIFICAZIONE


gi conic i 1212 (tav. 4) (' Hl73 (taY. 2) con poss:bililit di
regolazione del gioco, r be drve essere tra O,l c 0,15 m m.
La registrazione si cfT('itua variando lo spessore 1121 Con pompa dì mandata a pistone e ricupero per·
(~a v. 4). Per [tccc:tlrn, aiJo spl'ssorc tli r cgolazione si
gr·avità. ll gruppo è dotato di filtro a rete metallica al-
l~aspirazione de11a pompa e disco centrifugatore sulPal-
togh e i1 pignone dc•lb cntcnn 1124 (taY, 4) bloccato
alla ghiera 112() e quindi H coperchio 1133 (tav. 3). bero motore per PeJirninazione delle impurità. ~

La pompa invia l'olio a ttraverso tubazioni alla te-<:::~


0
Quest' ultimo snrù smontn to, to~licndo le 5 viti e ren-
dendo accessibile la frizione de1la quale con apposito sta di biella ed agli organi della distribuzione su~~·
attrezzo ris ultano fncil me n te smon La bi l i i dischi. lesta del motore. ;
Capacità de1 carter~ 1 tr~
Densità olio:
SAE 30 nella s tagione invernale (con s. Mobiloil A)
SAE 50 nella s tagione estiva (cons. Mobiloil D).

ACCENSIONE

A volano •magnete a bassa t ension e con bobina A.


T. esterna.
. Le dis tanze fra l e puntine del ruttore è di m m.
0~35-0,40.
An t id p o 32-38° a PMS.
Candela con elettrodi alla dis ta nza di mm. 0,6-0,7.

Fig. 5
FRIZIONE

In bagno d'olio com·p osta di 8 dischi masc hi di schi femmina l J 18). Si levano qui n d i il cuscinetto a
acciaio ricoperti con materiale a forte coefficiente di r ullini 1220 - 1225, l'anello di fermo 124·3 e la molla
attrito e di 7 d ischi femmina di acciaio. di ritegno d ell~ chiavetta comando frizion e 1247.
'P er liberar e la frizion e dall'albero secondario si Usando una seconda volta l'attrezzo di cui sopr a,
deve estrarre la chiavetta comando frizione 1115 pro- s i scarica la chiavetta cla11a pressione delle molle agen-
cedendo in questo modo: con l'apposito a ttrezzo pre- do sul v iattell o 1114 e si estrae q uindi la chiavetta
mendo s ulla astina 1131 i dischi d ella frizione restano s tessa.
liberati dalla .pression·e delle molle e riesce possibile Con poco s forzo della m~no si estrae il grup-po
togliere l'a nello di fermo 1227 con l'immediata estra- costituito dai particolari corona conica e campana 1212
zione della rosetta ·di rit ~gno 12.30 e .dei di schi stessi }Jiattello por ta moll e 1215 e piattello spi ngi molle 1114
(precisamente d isco 1216, 8 dischi maschi 1119 e 7 di- e n. 10 molle 1117.
CARBURAZIONE

Carburatore Dell'Orto tipo MA 15 B ( tav. 7 getto


c1el massimo 65 (2271) getto del ·minimo 35 (2285) pol-
vcrizzatore 260 (2270), astina (2265) alla III tacca.
La vite di regolazione dell'aria (2268) deve essere
ç,perta di un giro. ·11 getto del massimo può essere au·
menlato a 70-72 a seconda dc1la zona di impiego dell~
motoleggera e p er Ja s tagio ne inv ernale.

Norme per l'uso e la manutenzione del Gruppo Motore

AVVIAMENTO 1\'IOTORE

Dopo aver aperto il rubinetto del serbatoio atten-


dere che Ja benzina affl uisca al carburatore, oppure
accelerarne l'afflusso mantenendo abbassato il galleg-
giante per qualche secondo ·premendo (non battendo)
i' apposito pulsante 2282 (t a v. 7) s ulla vaschetta del car-
1Juratore. Chiudere l'aria abbassando la l evetta 2260
(tav. 7) s ul carburatore per aprirla dopo pochi secon-
di. A motore caldo è opportuno e nella stagione calda
sufficiente, ]imitarsi all'apertura del rubinetto. Aprire
il comando manopola del gas di 113 circa e, dopo es·
~<Tsi accertati che il cambio è in folle, premere con
decisione il pedale di avviamento. Appena il motore è
m mo to si eviti di lanciarlo subito ad aJta velocità on d~
.. . fig. 6 permettere all'olio di giungere in ogni parte. ,
AVVIAMENTO MOTOLEGGERA vite 2257 (tav. 7) (piombata) dotata di appendice limita.
trice dell'apertura del coman do gas. Dopo almeno 1500
Disinnestare la frizione tirando a fondo la leva sul k m. si procederà ad asportare detta appendice rimet-
manubrio ed innestare la La marcia premendo a fondo tendo e bloccando la vite in sede. Per la III, II e I
(~enza urti violenti) il p edale del ·preselettore, indi la· marcia sta al guidatore usare il co·m ando gas col neces·
seiare il comando del1a frizione accelerando contempo· sario giudizio, Dopo aver tolta la vite limitatrice è sem-
~:sn eamen te col comando del gas. Si fa notare ch e la fri· pre consigliabile non spingere a fondo la macchina fino
zione in bagno d'olio è studiata in modo da garantir<: a che non sono stati raggiunti i 3000 km. di percorso.
perfetta tenuta, ottimo distacco con caratteristic he d i L'olio va sostituito dopo 300-1500 e 3000. km. Uopo
elasticità tali da assicurare la durata del motore e dei i 300 km. verificare il bloccaggio dei dadi fissaggio te-
particolari di comando del cambio (vedi selettore sfe- . sta-cilindro e le viti di attacco dei tubi di as-pirazione
re 2088, ecc.). D di scarico.

ARRESTO MOTOLEGGERA E M01'0RE REGISTRAZIONE DEL GIOCO DEI BILANCIERI CO·


Togliere completamente il gas, arrestare la macchi- MANDO VALVOLE
na disinnestando la fri zione ed usando i freni; premere Togliendo il coperch io della testa si h a modo di
il bottone di mas~a .pos to sotto il faro. Indi portar e il ispezionare e .r egistrare con l'apposita vite e contro-
cambio in posizione di folle. d ndo 2014-2015 (tav. 1) il gioco tra valvole e bilancieri :
iì gioco deve essere di 0,1 mm.
RODAGGIO
~lESSA IN FASE DELLA DISTRIBUZIONE
Per assicurare la piena efficenza e Ja maggior du-
rata, il motore dovrà subir e un periodo di rodaggio.
Montare il cilindro completo dell'albero della d i..
Pertanto n ei primi 1500 km. di p er cor so è importante
s tribuzione, osservando che il pistone sia al PMS e l'al·
non super are le seguenti velocita.
b cro della distribuzione abbia l'innesto a croce,· per la
l.a marcia km/ h 13 c amme, (all'estremità. superior e) orientato come in . fi·
Il. a :. :i> 20 gura 6. Infilare la testa completa, predisponendo la
III. a :i> :. 32 camme nella posizione in cui non può liberamente ruo-
tRre ·p er ch è trattenuta dai bilan cieri. Si fa notare che la
IV.a ) ) 50
predisposizione del motore è tale da permettere fa cil·
Per la IV velocità il carburatore è munito di una rr1ente di trovare l'esatta posizione dell'albero della di-
stribuz:one data la possibilità di innestare la coppia
d eglj ingranaggi conjci a ciascuna de11e 4 calettaturr
dtlYinnesto d ella camme.

VERIFICA DELLA FASE


Dopo aver registrato il gioco tra i bilancieri e le
v<!lvole (NB. il gruppo testa cilindro deve essere blo~­
cr.to in sed e ) portare il pistone al PMS (fase di compres·
~~onc) . Segnare quindi un riferimento tra volano e car-
ler (ve dì fig. 7). Indi osservare che l'aper turn della val·
vola di as·p irazione avvenga a mm . 32 (misurati sul!a
pcrlfcrht d el volano - ved i fig. 7) 'Prima del PMS, con
una tolleranza di circa 3 mm. E' sufficiente che questo
l;unto corrisponda rperchè il motore \ia in fase.

REGISTRAZIONE DEL GIOCO TRA I CONTATTI (pun·


te platinate) DEL MAGNETE·VOLANO

n coprivolano è montato con innesto a bai onetta l'


si toglie ruotandolo verso sinistra (aiutandosi se n eces·
~a riocon una cinghia).
La registrazione delle punte si effetua attraverso le
tlppositc feritoi e sul volano (U quale non va smontato)
che permettono l'accesso alla vite di fissaggio B cd alln
vite di n~gi stro C v cd i fig. 8. IJ gioco 0,35-0,4 va osser-
\ato in corrispondenza dell'alzata massima d ella camme.

VERIFICA DELL'ANTICIPO D'ACCENSIONE ~


0

La verifica dell'anticipo si effetua come per la fa se- #


::;;;.w...,._..._......._......e.~~w Fig. 7 Gopo essersi assicurati dell'esatta apertura dei contatt.:..~
\

~
aall'istante in cui iniziano a staccarsi le punte, al PMS,
si misurano mm. 33 (sulla .periferia del volano).

REGOLAZIONE DELL'ANTICIPO D'ACCENSIONE


Va effettuata dopo aver smontato il volano {blocca·
to con dado a filetto sinistro) con l'ap-p osito estrattore
- vedi fig. 9. Per a nticipare o ritardare si ruoterà la
p iastra fissJ nel senso indicato dalla freccia - vedi fi g. 8.

MANUTENZIONE DEL MAGNETE-VOLANO

In occasione della verifica dell'apertura dci contatti


(ogni 2000 km.), lubr ificar e con qualche goccia d'olio
la camme, il feltro c.d il pernetto del martelletto · ve d i
fig. 8 -, avendo cura di non imbrattare ]e altre parti ed
ir, ·part icolare i contatti (punte platinate). Sarà ben e
servirsi di un p iccolo oliatore. La pulizia dei contatti
51 ottiene inserendo tra le punte chiuse, una strisciolina
di carta consistente (del tipo da disegno) per poi "·
strarla assorbendo così eventuali tracce d'olio o d'altro.

L UBRIFICAZIONE

Il livello d ell'olio nel carter deve essere mantenuto


costantemente inferiore di qual che ·mm. a quello di
fuoruscita del bocchettone di riempimento. L'cfficienz:.l
dell'impianto di lubrificazione può esser e facilmente
tontrollato a vjsta; togliendo il coperchio della test.~
si avrà modo di .Jsservare l'afflusso dall'apposito tubet-
to, mentre il motore gira.
Dopo il periodo di rodaggio l'olio va sostituito com· Fgi. 8
p1etamente dopo 2000 km. E' consigliabile che ciò aY·
venga più frequentemente se il motore è sottoposto aù
un lavoro gravoso. L'olio va levato a motore caldo. In
questa occasione si avrà modo di pulire il filtro di rete
2142 (tav. 5) ·ed il carter, lavandolo con petrolio. La pu-
lizia d el disco centrifugatorc 1084 (tav. 2) posto sull'al-
nero motore va effettuata oltre i 20.000 km. e comunque
in occasione di uno smontaggio d el motore.

REGISTRO DELLE MARCE

La posizione d'innesto <Ielle nHr{ce può essere re·


golata esattamente per mezzo delle ghiere di registro d•
cui è dotato. Per cvi t are inutili ·perdite di tempo, è con-
sigliabile effettuare questa operazione disponendo d
motore o la motoleggera completa in modo stAbile e tale
ch e l'albero l 086 (t a v. 4) ~del cambio risulti disposto
" erti cal m en te evita n d o cosi la fuoru scita d elle sfere
d'innesto - vedi figura 10. J: noltre non è n ecessario
t0gliere l'olio del motore purch è si abbia l'accortezza
di evitarne la fuoruscita dal raccordo. dello sfiato 2200
(tav. 3), che va orientato opportunamente.

REGISTRO DELLA FRIZIONE


~
E' sufficiente limitare al minimo il gi<',co della l cva~~o
di comando posta sul manub!'io, mediante rapposit~'"'" "'
•il&.:.:ii~~.:__~~t!J!i~~~~~~:J~~ttf Fig. e vite di registro. · /
VARffi
Dopo circa 5000 km. di percorso (regolarsi secondo
io stato d el fondo stradale) far verificare il carburatore
{per la pulizia) da personale competente. La ·p ulitura
della camera combustione va solamente eseguita dopù
SGOO km. o solo avvertendo battiti in testa. Nel montart!
la candela, l'operazione deve essere eseguita a mano,
riservando l'uso della chiave per il bloccaggio finale.
Dovendo sostituire le guarnizioni osservare che gi]
spessori siano quelli indicati per le seguenti:
Guarniz.ione tra testa e cilindro 1051 spess. O. 7
» tra cilindro e carter 1041 » 0.4
» per cop·erchio sinistro 1116 » 0.4
>> per coperchio destro 1135 » OA
Le guarnizioni di sughero 2179 e 2052 vanno appli·
cute con adesivo soltanto sul lato del coperchio. La
guarnizione 2080 va applicata con adesivo su tutte c
due le facce.
II motore c he è dotato di rapporti al cambio calco- Fig. 10
luli per il regime di 6000 giri/ min., li può facilmente
superare e a vuoto raggiungere 9500-9800 giri/min. Si
sconsiglia comunque per la buona conservazione del
Opportunamente rinforzato nei punti di maggior lavoro
motore, di insistere a questi alti regimi.
si è dimostrato in condizioni sfavorevoli - cadute, in·
contri ecc. - di eccezionale robustezza.
GRUPPO TELAIO
Predisposto con gli attacchi per ricevere i para·
Il telaio è costruito in lamiera d'acciaio stampata gnmbe c le paratie laterali (accessori che si possono ~
cd è stato studiato ·p er soddisfare le migliori esigenze applicare con facilità) fanno del complesso una strut· ~o
del motociclista moderno; con linea architettonica, pia· tura razionale che dimostra lo studio e l'esperienz~
C( voi e, robusto, leggero, accessibile in ogni sua parte. falla per raggiungere i pregi specifici. ,
FORCELLA ANTERIORE RUOTE
La forcella anteriore è del tipo telescop-ico, con Le ruote con cerchi della misura 24 X 2 '4 sono h1
n~olla a spirale a ·p asso c cedimento variabili. I tubi acciaio cromato; i mozzi in lega leggetta, lavorano su eu·
scorrevo1i lavorano su boccole in microtex, resistenti scinetti a sfere. Entrambe le ruote hanno il perno sfila-
all'usura c au tolubrifican ti. bile, realizzando quindi quella sem·p licità di smontaggi~
Semplice è lo smontaggio. Smontato il manubrio, richiesta dal motociclista.
svitato il tappo superiore 2519/ 1 ed i dadi 2536 c 252() Nel mozzo posteriore è incorporato il complesso
(-~avola 8) Ja forcella si scompone. parastrap.pi ed il disco portapignonc in .p osizione fissa
La sostituzione delle boecole in microtcx qualora sul telaio. Questo mozzo ha 4 cuscinetti RIV a sfere che
sia giudicata necessaria p er eccessivo gioco delle stesse danno alla ruota una garanzia di durata illimitat a . ·P er
sui r <:lativi tub i, dcYc essere eseguita presso un'officina quanto i cuscinetti siano opportunamente protetti d~
specializzata. Le boccole vanno montate a pressione c p arapolyere in feltro si consiglia un saltuario controllo
quindi con operazione di tornitura si deve p·ortnre \l per la pulizia e l'ingrassatura.
loro diametro interno (per la. boccola inferiore) ed I cuscinetti sono accessori da tutti conosciuti e
esterno (per l:a boccola superiore) alla misurn richiesta tutti sanno che la loro durata è in dipendenza del loro
per otten ere un esatto scorrimento sul tubo scorrevoh~ stato di conservazione durante il l avoro.
per quella inferiore c sul tubo fisso per quella superiore. P er una maggiore durata della macchina attenersi
La lubrificazionc può essere agevolmente eseguita olla seguente t abella ·per la pressione dei pneumatici.
introducendo il lubrificante attraverso il foro del parti-
colar e 2519/ 1 dopo aver levato il bullone 2537/ 1 di bloc~ Per una persona:
caggio deJ manubrio. anteriore Atm. 1.5 P'osteriore Atm. 2
Per due persone:
anteriore Atm. 2.5 posteriore Atm. 2.5.
FORCELLA POSTERIORE E AMMORTIZZATORI
Durante ]a pulizia della motolegger a evitare in mo-
La forcella posteriore oscillante, pure in lamiera do assoluto (specie se viene adoperata la pistola pneu-
stampata, làvora su un perno di gran ùe dimensione c matica) ch e qualsiasi liquido entri nei cep-pi freno i
bronzina ad alta resistenza assicurando stabilità nella uuali ovviamente, se sono lubrificati, non possono agire
guida ·e durata con perfetto funzionamento. Due am- con l'atrito dovuto. ~
mortizzatori idraulici gar antiscono un p erfetto molleg- NB. I cerchi permettono il montaggio anche del ~i)P
gio e non richiedono alcuna speciale manutenzione. coperture 2.5·20 di .prossima fornitura sul mercato
\)
ç
SERBATOIO
....... --- - ---
6 Il - 35/lS '«
Il serbatoio è fissato sulla macchina con guarnizio·
ni in gomma ed è munito di rubinetto a 3 posizioni « ~­
perto » - <<chiuso» - - << riserva». Il tappo speciale as- PULS.A~TE

si'2ura la perfetta tenul.a pur permettendo l'(mtrata d el- DI KAS5A

l'aria. La capacità totdle è di lt. 8 (riserva lt. 0.5).


l

'
l
l
IHPEDEN:ZA

IMPIANTO ELETTRICO
l
l

A tutti i servizi elettrici provvede l'alternatore vo-


l
h~no. L'impia-nto, della massima semplicità per il con. /

trollo, è rappresentato dalla fig. 11.


Il faro è à p-erfetta tenuta d'acqua e ciò rende pra-
ticamente supepflua l'is'Pezione interna; in esso è in cor-

J~-
por·ato il bottone di massa . E' ·p revista inoltre l'jstalla· l
l ''l
1 O€.V. LUCE
zione del contachilometri. l
neto
~. ~:
CAtfDt\.A
-; ....
Si raccomanda di usare sempre lampade di uguati '*o~
' .. /

di•mensioni e potenza di quelle montate. PULSANTE CLACSO~

Manutenzionè generale fAN~I.INO POS·T

PULIZIA DELLA MOTOLEGGERA

8081NA A. T
Per -la pulizia del motore è consigliabile usare dl:l
petrolio che va .p oi asciugato con stracci puliti. VOLANO
Per pulire le parti verniciate imbrattate di fango HAGHETE

secco, occorre, p·er non deteriorare la vernice, inumi·


dirle bene con spugna abbondantemente inzuppata j .n Fig. 11
acqua. Levare poi con getto d'acqua ed accertarsi bene c) controllare la pulizia e l'ingrassatura dei cuscinetti
che sia scomparsa ogni traccia di fango prima di asciu- dei mozzi;
g&re con pell e scamosciata. Et dannoso p er h\ ,·erni cc d) lubrificare la camma del ruttorc volano-magnete;
usare petrolio poichè la rende opaca e la deteriora ~·a
e) controllare l'apertura e pulire i contatti platinati del
pidarnente.
volano-magnete;
n verificare l'apertura degli el ettrodi c pulire la can-
OPERAZIONI PERIODICHE DI MANUTENZIONE dela;
g) lubrificare con olio extra denso il rinvio del cont .l·
Giornalmente: Controllare la pressione delle gomme. chilometri.

Ogni 1000 km.:


a) lubrificare con l'app-osita pompa per ingrassatore gli Ogni 5000 km.:
snodi della forcella posteriore. effettuare la pulizia generale deJ carburatore.
b) lubrificare Ja forcella anteriore come descritto prt.::·
cede ntcmente.
Ogni 8000 km.:
.!) controllare e ripristinare il livello olio nel motore.
effettuare la pulizia della testa del motore e delle
Ogni 2000 km.: valvole.
a) cambiare lJolio al motore ed effettuare la pulizia del
tappo; Ogni 10.000 km.:
L) controllare c pulire il filtro sulla vaschetta del car- v~rificare
e, se è n ecessario, eseguire il serraggio
buratore; della bulloneria della motoleggera.

AllTl GRAFICHE S ATUR.:OOJA • TltENTO