Sei sulla pagina 1di 4

ffit II0IIE!

'[[MIE MUNIZI0NI B#

pistola mitragliatrice Beretta M Lz


a cltro

di F. Leuont
Nel rq53 la fabbrica d'armi Pietro Beretra di Gardone Valtrompia co200 mm sru una pistola mitragliatrice di concezione modernissima. Il progetti-

Calibro

9 mm parabellum
a
calcio

Langhezza della
canna

Langhezza

ripiegato

418 mm
645

Langhezza con calcio

Numero delle righe


passo di rigatura
Congegno

destrorse

sta, Ing. Domenico Salza (oggi Direttore del Banco Nazionale di prova

mm

Lltezza dell'arma

sen;za

giro in 250 mm
fisso

caricatore
Peso senza

L77 mm
3

di mira

temente la tendenza all'impennamer.rLanghezza linea di 295 mm to durante il tiro a raffica. mira Capacit dei caricatori .\ questo primo modello seguirono di20 - 30 - 40 cartucce Uelerrta / r r! verse versioni, sino a quella attualdl trro colpi al minuto 500-550 nente in produzione, che fu omoloCorsa massima 11ata nel rq6r, la M rz. dell'otturatore L24 mm a bottone ed La pistola nritragliatrice M rz, una Sicurezze automatica, entrambe sul- arma a chiusura a massa cnn possibiCorsa in armamento lit di tiro a colpo singolo ed a raffil'impugnatura posteriore ca. Diversamente dal primo modell<r dell'otturatore 124 mrn

caricatore kg

per le armi da fuoco portatili), adottando la soluzione di collocare la massa battente avanzata sopra alla canna. riusc a creare un'arma di minimi ingombro e peso, la cui principale caratteristica era quella di ridurre for-

.l

It I tl
)

.rh
I

*t
I

I
1.

t
4.

lt
*

t
a a

a a

Ct
,t
2.

f.

34

! !,"',' ,'
6

'{"1
'i'
5

i'"'{'f

/'|tr'$
6

F
>

f,
2
a

.).1

l>

,o

Nella pagina a sinistra

t.t tl LI

r t-t

r.

Raffica

di

:. Raffica di eo colpi a i)o r tiratore appoggiato 3. e 4. Raffiche di ro colpi a :)o m tiratore in piedi -r. Raflca di ro colpi a 6rl l) tiratore appoggiato
Itt questa pagina,
sopra

tiratore in piedi

eo colpi a 60 nl

.\rna smontata: r (-astello con meccanismo

rli

scatto e sicuretta, in.rpugnatura anteriore e calcio lipieghevole di rnetallo ! Impugnatura .l Otturatore

:, Mollone di ricupero ti Ghiere anteriore e posteriore


7 Caricatore:
.\otto

1 Canna

a) a 2rl colpi, b) a 4o colpi


\'Iodello con calcio
rnetallico ripieeato

da cui deriva, nella M r2 I'otturatore e coassiale alla canna; cavo nella parte anteriore, contiene la canna per r5o dei suoi 2oo millimetri di lunghezza.

verso

la frnestra sulla destra della cu-

latta.

ridurre notevolmente la

Questa caratteristica ha permesso di


lunghezza

totale della pistola mitragliatrice. L'arma pronta al fuoco nella posizione di otturatore aperto. Premendo il grilletto, la massa, nel movimento

L'arma munita di un selettore a pulsante, collocato neI castello, immediatamente sopra al grilletto, che permette di predisporre il tiro a colpo singolo od a raffica. I congegni di sicura sono due. La sicur: autonatica, a leva sporgente nella parte anteriore dell'impugnatura posteriore, se nor viene premuta blocca l'otturatore sia esso chiuso o aperto. Si elimina cos la possibilit di sparo accidentale per urti o caduta dell'arma, ed inoltre viene impedito I'armamento per inerzia. La sicura ausiliaria a pulsante, allogato superiorrnente all'impugnatu-

di

chiusura, sfila una cartuccia dal caricatore e la inserisce nella camera di scoppio. Il percussore fisso pu percuotere la capsula solo se la cartuccia perfettamente alloggiata nella camera. Durante il movimento di apertura il bossolo espulso attra-

35

t.
r. lftrtlello con
rnetallico
esteso calci<r

:. Nlodello con calcio in legno

ra posteriore, che blocca la sicura


tomatica.

au-

l'M r z, risulta evidente che il progettista ha voluto creare


Osservando

ll calcio, in tubo d'acciaio, e a gruccia completamente ripiegabile sul lato destro dell'arma. Esiste anche una versione con calcio in legno. II blocchetto d'alimentazione posto nella parte inferiore del castello tra le due impugnature. I caricatori hanno la capacit di zo, qo e 40 cartucce.

condizioni gravose. Mirino e tacca di rnira sono protetti da tunnel. Ed in

fine, particolare ilteressante, le scanalature longitudinali del castello


permettono il funzionarnento dell'arma anche con ottrtratore sporco di polvere, fango o sabbia.

una distanza di 5o rnetri, con tiratore in piedi ed appoggiato. I risultati sono stati particolarmente buoni. Srr circa 5oo colpi sparati, e nonostante avessimo anche sporcato I'arma cou terriccio, per eseguire una prova di rusticit, ron abbiamo riscontrato nessul irrceppamento.

ll nostro giudizio
L'arma si impugna ber.re, sia spararclo dal fiarrco che dalla spalla. I pulsanti della sicurezza e del selettore sono facilmente azionabili ad arma impugnata.

Nella Guida TAC, a pagina 44(il4. siamo incorsi in uno


spiacevole quanto involontario errore. Il fucile sovrapposto mo-

ul'arma leggera, solida, compatta e di pratico e sicuro impiego. Bisogna dire che vi e pienamente riuscito. I rueccanisnri di scatto e di sicurezza, per la loro semplicit costruttiva e roltustezza, danno ampie garanzie di durata e funzionamento anche in
36

Le prove di tiro sorlo state effettuate al Banco Nazionale di Gardone Valtrompia. Sono state sparate raffiche e serie di zo colpi a tiro mirato, acl

dello Montecarlo fabbricato dalla ditta Angelo Zoli & Figli, e non dalla ditta Antonio 7,oli. Preghiamo i lettori di prendere atto di questa rettifrca.