Sei sulla pagina 1di 2

-J

provata sulla propria pelle, abbiano potuto terminare rapidamente i lavori gi intrapresi. Ai tedeschi rimane comunque il merito di aver introdotto per primi sul campo f idea di una cartuccia intermedia e, soprattutto, di aver sviluppato il concetto stesso

,* t ;, :',

I [-..t l1r *J I li )
I

sia la SKS che le versioni semiautoma-

di fucile di assalto, mentre i sovietici


arriveranno allo stesso risultato solo dopo il L947, dato che la SKS a tutti gli effetti un'arma di tipo molto pir tradizionale.

Storia
La cartuccia in esame strettamente legata al fucile di assalto Kalashnikov del 1947, ma in effetti nasce qualche anno prima, nel 1943, per essere impiegate in una carabinetta alquanto pi tradizionale, arma che poi diverr
la SKS.

Tornando alla carttrccia in esame, non si hanno precisi riferimenti sui reali progettisti, anche se alcune fonti indicano certi Yelisarov e Syemin;
interessante notare che il fondello ed il diametro del bossolo sono quelli... della nostra cartuccia 6,5x52 del'91,r.

tiche dell'AK47, cui si sono aggiunti alcuni prodotti decisamente civili, come il Mini30 della Ruger ed una manciata di bolt action, tra cui 1 Ruger 77 ed il recentissimo Remington799. La cartnccia ha potuto avere anche un certo impiego venatorio ed ha dimostrato, ad onta delle piccole dimensioni e dei pesi ridotti di palla montati, di essere in grado di abbattere prede coriacee come medi e grossi cinghiali, anche se per questo tipo di impiego esistono sicuramente cartucce molto

piir adatte.
Nella letteratura americana Ie prestazioni del 7,62x39 vengono equiparate
a

quelle del venerando 30-30, conside-

Quali sono le origini di questa cartuccia dall'incredibile successo? Si


sente sempre dire che

Caratteristiche e impieghi
Nata esclusivamente per impieghi militari, Ia 7,62x39 M43 ha avuto un
notevole successo proprio per le liberali forniture di AK47 ed SKS fatte dai sovietici ad amici e simpatizzanti in tutto il mondo. La caduta del muro ha fatto diffondere anche nel mercato civile occidentale

rando che l'energia sviluppata simile, ma riteniamo che il paragone sia poco valido, dato che la cartuccia della Winchester lavora con palle decisa-

i sovietici

fos-

sero rimasti colpiti dalf impiego dei primi Sturmgewehr nella battaglia di Cholm del 1942 e ne avessero subito copiato f idea, ma riteniamo tale storia non molto attendibile: gli studi per una cartuccia di potenza intermedia tra quella da fucile e quella da pistola erano gi iniziati ai tempi della Prima Guerra Mondiale ed erano andati avanti, con poco successo in verit, nel periodo successivo. Pare, addirittura, che una creatura della Geco degli anni '30 fosse gi

mente piu pesanti, anche se a minore velocit, ed sicuramente piu adatta per le prede di grosse dimensioni. I caricamenti commerciali disponibili del 7,32x39, anche in considerazione del tipo di armi cui sono destinati, non sono adatti ad un tiro di precisione, ma sarebbe interessante provare

praticamente identica a1la munizione sovietica. Probabile, quindi, che gli studi sovietici fossero piu

o meno paralleli a quelli tedeschiequandoirussi si resero conto che l'idea era fattibile " ,-runzionaie, magarr F proprio per averla

114

I DianaARM|

ad esplorare questo settore con la ricarica.

Armi
Le armi di elezione sono appunto quelle semiautomatiche di derivazione militare, con cui possibile dedicarsi ad un plinking di grosso calibro decisamente divertente. Interessante il fatto che da poco meno di trna decina di anni siano apparse

diverse armi

di

stretta derivazione

AR15 camerate per questa carfuccia.

Data la disponibilit di un ristretto


numero di bolt action sarebbe interessante cercare di realizzare carfucce piu precise possibile.

il

Essendo

Pesi palla e rigatura di derivazione sovietica,

la

cartuccia, ad onta del nome, monta proiettili da .311 e non da .308, come

consuetudine sulle munizioni occidentali da 7,62. Numerose aziende produttrici di componentistica hanno correttamente a listino tale diametro

di palla, ma possibile anche impiegare le palle di misura inferiore, che con le pressioni in gioco dovrebbero essere in grado di deformarsi ed
espandersi in canna, ovviamente a discapito della massima precisione; comunque da ricordare che gli AK47 non sono certo famosi per essere armi da un MOA. Un problema 1o potreb-

no ai 125 grani (8 grammi), mentre la velocit tipica intorno ai2.200-2.300 fps. Il passo di rigatura variabile da arma ad arma, ma normalmente si va da 1,:1,0" a 1:9". Con la ricarica possibile montare anche i proiettili da 150 grani, ma Ie prestazioni velocitarie ne saranno penalizzate.

Velocita'
Le munizioni originali ottengono la
velocit di 2.200-2.300 fps nelle corte canne degli AK e con la ricarica bene non superare tali valori.

Polveri
Anche se il sistema AK in grado di funzionare nell'ambito di ampie variazioni di pressioni e velocit, le piccole dimensioni del bossolo impongono

bero porre armi costruite nei paesi


occidentali, come

il

citato Ruger Mi-

Pressioni
Anche le pressioni di lavoro sono abbastanza contenute, sui 3.200 BAR. Siamo quindi di fronte ad un impianto moderno e funzionale, ben progettato in funzione dell'uso militare ed a cui non si pu certo chiedere di essere anche adatto ad un impiego venatorio o da tiro.

ni30, che sono forati a .308: tali fucili sono in grado di sparare senza molti problemi le palle pi larghe, ma se si ricarica bene prevedere almeno una diminuzione delle dosi di propellente, dato che le pressioni tenderanno sicuramente a salire. Per quanto riguarda i pesi di palla, quello canonico intor-

propellenti molto vivaci, a livello di Vihtavuori N.120, Hodgdon H322 e


IMR 4198.

Su alcune riviste americane sono


comparse "ricette" con polveri da re-

volver, ma riteniamo sia saggio starne


decisamente alla larga.

Diana ARMI |

115