Sei sulla pagina 1di 15

Salve a tutto il NG,

finalmente, dopo alcuni mesi, riesco ad andare in poligono a provare


i miei due Enfield acquistati da Euroarms :)
Si tratta di un Enfield N.1 MK III del 1915 e
di un Long Branch N. 4 MK I* del 1944.
Se qualcuno di voi gli ha gi provati con delle ricariche ad hoc
vorrei qualche consiglio :)
Possiedo polvere vihtavuori N140 e winchester W748,
inneschi winchester LR e palle FMJ in 311.
Non ricordo il peso esatto delle palle ma dovrebbe essere sui
174 grani ( le uso anche per i mosin nagant )
Suggerimenti particolari? naturalmente utilizzo i dati
dei manuali di ricarica della vihtavuori e della winchester.
Ricalibro tutto il bossolo ( a memoria sono bossoli remington ),
dies LEE.
saluti e grazie, scanda
gualbo

7 anni fa
faccio una premessa:
nella mie esperienza gli enfield sono sempre stati un po' sensibili al tipo di palla, cambiando
significativamente e spesso tanto il punto di impatto quanto la dispersione della rosata al variare
della palla Le cause sono molteplici, e vanno dalla forature delle canne al consumo del Troath
causato dalla cordite... A meno che tu non abbia il CUXX di avere a a disposizione palle originali
provenienti dallo stesso lotto, fai molta attenzione a pesare le palle soprattutto se sfuse: + di una
volta mi sono state vendute palle (che ora riconosco) come 174 grani ma invece si trattava di quelle
montate sulle cartuccie portoghesi civili FNM del peso di 187 grani La differenza facilmente
comprensibile se si pensa che per avere con tecnologia standard una palla della lunghezza di quelle
originali, che avevano la parte apicale in fibra o alluminio, necessario farle + pesanti. fatta questa
premessa mi permetto si consigliarti di lasciare perdere queste palle sfuse, salvo quanto detto pi
avanti, cos come quelle della S&B, e rivolgerti esclusivamente a palle di qualit come le Sierra
HPBT o le Hornady FMJ BT (queste talvolta le ho trovate sfuse. (per sapere se fossero quelle in tuo
possesso confrontale con le immagini che trovi sul catalogo hornady. Un 'ultimo consiglio circa
queste belle palle di 310,5 di diametro quello di fottertene del crimping groove e finire la cartuccia
a 77 mm di OAL) Se le tue canne fossero leggermente oversize, cosa tutt'altro che improbabile,
pensa alle Speer da 180 grani RN diam, .312 che si sono sempre comportate bane tanto come
precisione che sul selvatico. Le dosi standard da tiro vanno da 39 a 41,3 di N140 con palla da 174
grani.
gualbo
Malekinky

7 anni fa
Ciao Scanda.
Nella mia seppur breve esperienza di ricarica per il N4 Mk1* (Long Branch 1949, 5 rigature) ti
confermo quanto detto da Gualbo per le dosi di N140 con palla Sierra 174gr HPBT (io carico
39/39,5gr per il tiro a 100/200m ricalibrando solo il colletto, bossoli Federal). Se per le rigature
sono 2 (conferma avuta ieri in poligono con un Long Branch proprio del 1944) prova ad aumentare
un po' la dose, dato che gi a 50m i colpi si disperdevano un po' rispetto alle munizioni
commerciali.
Ciao,
Malekinky
--
Malekinky
------------------------------------------------------------------------
Inviato via http://www.freenfo.net/usenet
Profilo di Malekinky: http://www.freenfo.net/usenet/member.php?userid=1173
scanda
7 anni fa

Post by Malekinky
Se per le rigature sono 2 (conferma avuta ieri in poligono con un Long Branch proprio del 1944)
prova ad aumentare un po' la dose, dato che gi a 50m i colpi si disperdevano un po' rispetto alle
munizioni commerciali.
La canna ha 5 rigature e riporta il marchio Long Branch (la L e la B sovrapposte) seguito da un 44
che presumo sia l'anno di fabbricazione.
Ci deve essere stato un momento nel 44 in cui in canada hanno cambiato il tipo di canna ...
impossibile sapere esattamente il momento immagino

A quel che ho letto, sia le canne a 5 che a 2 rigature, dovrebbero avere prestazioni sovrapponibili.
Resta comunque da testare.
Tengo buona la vihtavuori allora :))
Vi faccio sapere a test effettuato ;-)

Grazie per le dritte a tutti e due!

saluti, scanda
Marco Maccioni
7 anni fa
Post by scanda
A quel che ho letto, sia le canne a 5 che a 2 rigature, dovrebbero
avere
prestazioni sovrapponibili. Resta comunque da testare.
Tengo buona la vihtavuori allora :))
Io ho un Savage a 6 righe con foratura molto generosa ed un L.B. a due
riighe con canna aspecchio (lotto M.M.).
Entrambi con dosi sotto i 41 fanno cacare abbastanza.
Io faccio 41 - 41,2 di N140 con palla sierra hpbt da 174.

Stessa dose va benissimo in un P14 e bene in un N1 MKIII Australiano, ma
qui sono le mire che mi limitano.

Ho provato anche le hornady fmj da 174, ma peferisco le sierra.

Ciao
Marco
Salwo
7 anni fa
Post by scanda
Suggerimenti particolari?
Prova a dare un'occhiata alla parte finale di questa pagina
http://www.fmj.it/schede/inghilt/enfn4mk1.htm

confermo la bont delle dosi riportate da Gualbo e, IMHO, sul differente
comportamento (a parit di stato e qualit delle canne) dei Savage a 2
righe rispetto a Long Branch a 5 righe (per i primi ho dovuto aumentare di
un paio di grani la dose, come del resto bene diceva Marco Maccioni).

Sui N.1 provati (Lithgow, BSA in particolare) le dosi che ho testato si
sono ristrette ai 39/40 di VV N140 e, sempre IMHO, con risultati
sorprendentemente lusinghieri (come, p.e., 3 palle in 8 mm a 100 mt).
Ho sempre usato le .311 HPBT della Sierra da 174 grs (le stesse che ho
sempre usato sui Nagant, come te).
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
scanda
7 anni fa
Post by Salwo

confermo la bont delle dosi riportate da Gualbo e, IMHO, sul differente
comportamento (a parit di stato e qualit delle canne) dei Savage a 2
righe rispetto a Long Branch a 5 righe (per i primi ho dovuto aumentare di
un paio di grani la dose, come del resto bene diceva Marco Maccioni).

Sui N.1 provati (Lithgow, BSA in particolare) le dosi che ho testato si
sono ristrette ai 39/40 di VV N140 e, sempre IMHO, con risultati
sorprendentemente lusinghieri (come, p.e., 3 palle in 8 mm a 100 mt).
Ho sempre usato le .311 HPBT della Sierra da 174 grs (le stesse che ho
sempre usato sui Nagant, come te).
Risultati delle prove sul campo :)

Premessa: dopo mesi di assenza dalle linee di tiro sui 50-100 metri,
sono finalmente riuscito a prenotare un'ora la domenica mattina.
Ho lavorato fino alle 10 di sabato sera per pulire i 2 enfield a dovere
e preparare le ricariche da utilizzare. Visto l'eccezionale evento
mi sono portato dietro anche il K98K e la winchester M1 :)
Totale colpi ricaricati : 20 303British, 10 8x57JS e 15 30M1.

Sveglia presto la mattina, la sveglia non servita ... c'ha pensato
la pioggia
a mo di tempesta :( ( come si dice a padova ... "a seci roversi" )
Carico in macchina i ferri e ci aggiungo un ombrello e la cerata :-P
Per strada pochi coraggiosi a sfidare la forza della natura, acqua
ovunque.
Nel tragitto realizzo che la linea di tiro a 50/100 metri, del TSN di
padova, un tunnel in cemento armato situato alla profondit di un
metro.....
Gi umido e fresco con tempo sereno, figuratevi ieri con la pioggia
che veniva.
Conferma avvenuta nell'istante in cui ho aperto la porta e sceso la
scaletta,
a terra c'erano 3/4 cm di acqua :( Fortuna che 'cera un bancale con
sopra
lo sgabellino per sparare in appoggio al rest situato alla bocca del
tunnel.
Piove dentro da un infiltrazione dal soffito, le condizioni erano
ottime
per una rievocazione della guerra nel Borneo :-P
E vien la parte pi difficile : posizionare il bersaglio, operazione
che implica
la mia esposizione ( e quella del bersaglio ) alle intemperie. Metto la
cerata
e prendo l'ombrello, il bersaglio, ben piegato, sta sotto la cerata.
Vista la pioggia opto per il tombino a 50 metri, quello ai 100 sar
per
un'altra volta :-P Dopo varie peripezie riesco a mettere il bersaglio
nell'intelaiatura
e a riporre questa nel tunnel, alla base del tunnel c' fanghiglia.
Torno al "bunker", preparo il N1 MK III, mi appoggio sul rest.
Tiro 2 colpi, mi metto in mira per il 3 e improvvisamente il bersaglio
si affloscia a terra .... ( censura )
Vado a rivedere il bersaglio, completamente bagnato, inutilizzabile.
Con piacere vedo che i 2 colpi sono uno sopra l'altro perfettamente
allineati :)
Lascio perdere il bersaglio e decido di sparare al bordo
dell'intelaiatura dov'
rimasto un lembo del bersaglio ancora sano.
Di 7 colpi rimasti per il N 1, 3 hanno "toccato" il bordo
dell'intelaiatura :)
Sono rimasto colpito dalla precisione dell'arma.

Per le ricariche ho preso spunto dai vostri post e dal manuale di
ricarica 2006
della Vihtavuori. Le palle erano delle FMJ BT da 178 grs ( provenienza
san marino
in scatole di cartone da 100, produttore dell'EST ). Ho pesato tutte le
palle e ho notato
un'oscillazione nel peso tra i 178 grs e i 177 grs. Per la ricarica ho
optato 39 grs
di N140. Altri 10 colpi, ricaricati uguali, li ho usati nel N4 MK I.

Stessa modalit di mira sul bersaglio, sta volta non ho nemmeno
sfiorato
l'intelaiatura :(
Forse non mi trovo con la diottra del N 4 o, come avete detto voi, 39
grs di N140
non sono un granch per il mio LongBranch a 5 rigature.

Tutto sommato, pioggia inclusa, mi sono davvero divertito :) Ho trovato
il N 1 molto
gestibile e solido, stessa impressione per il N 4.
Spero di poter rifare il test in condizioni ambientali favorevoli e
magari sta volta
provo i 41 grs di N140 sul N 4.

scusate se mi sono dilungato ma avevo
voglia di raccontarvi l'esperienza sul campo :)

saluti, scanda
Rock
7 anni fa
Post by scanda
Nel tragitto realizzo che la linea di tiro a 50/100 metri, del TSN di
padova, un tunnel in cemento armato situato alla profondit di un
metro.....
Gi umido e fresco con tempo sereno, figuratevi ieri con la pioggia
che veniva.
Dopo avere letto il tuo resoconto... ho la netta impressione che tu
abbia scelto di acquistare i fucili sbagliati per le condizioni
climatiche che descrivi :-)
Ti suggerisco vivamente l'acquisto di un Enfield no. 5 "Jungle
Carbine" per l'estate, e di un Mosin Nagant 91 con calciatura
finlandese (due pezzi, in betulla artica) per l'inverno :-)))))
scanda
7 anni fa
Post by Rock
Dopo avere letto il tuo resoconto... ho la netta impressione che tu
abbia scelto di acquistare i fucili sbagliati per le condizioni
climatiche che descrivi :-)
Figurati che la cosa che mi ha fatto pi ridere stata
recuperare i bossoli caduti a terra, ho dovuto rimestare
nell'acqua per trovarli!! per fortuna ho recuperato qualche
308 e un 223 :-P
Con la M1 stato bellissimo!!! mi sono pi preoccupato di dove
andavano i bossoli che di dove sparavo :)))) con quello che mi
costano i remington non ho voluto perderne nemmeno uno ;-)
Post by Rock
Ti suggerisco vivamente l'acquisto di un Enfield no. 5 "Jungle
Carbine" per l'estate, e di un Mosin Nagant 91 con calciatura
finlandese (due pezzi, in betulla artica) per l'inverno :-)))))
Mi sono ripromesso di non comprare pi nessun ferro per parecchio
tempo...
che fai mi tenti ? :))))

saluti, scanda
Ramirez
7 anni fa
"> Nel tragitto realizzo che la linea di tiro a 50/100 metri, del TSN di
Post by scanda
padova,
un tunnel in cemento armato situato alla profondit di un
metro.....
Per.....anche tu.........non lo sai che a Padova quasi impossibile tirare
con il fucile? (escluso il .22).
Visto che Este non ne vuole sapere di riaprire ti consiglio vivamente di
portarti a Lonigo (non poi cos lontano).
scanda
7 anni fa
Mi hanno parlato di Lonigo, ci faccio un pensierino.
E' un poligono privato? oltre a pagare l'affitto della piazzola
ci sono altre spese? basta presentare la tessera UITS?

ciao e grazie, scanda
Post by Ramirez
"> Nel tragitto realizzo che la linea di tiro a 50/100 metri, del TSN di
Post by scanda
padova,
un tunnel in cemento armato situato alla profondit di un
metro.....
Per.....anche tu.........non lo sai che a Padova quasi impossibile tirare
con il fucile? (escluso il .22).
Visto che Este non ne vuole sapere di riaprire ti consiglio vivamente di
portarti a Lonigo (non poi cos lontano).

Salve a tutti ,

vorrei chiedere lumi a quelli di voi che hanno fatto esperienza di ricarica dell' Enfield N.4 Mk1 LB
con la Vithavuori N140

mi spiego , sto girando attorno alla dose canonica ( da 40 a 41 grani circa di polvere con primer CCI
BR2 ,
palla Sierra MK 174 grani cal .311 OAL 78 ) da parecchio tempo , nel senso che dopo vari tentativi
infruttuosi
mi sono messo di buzzo ( partito da 38,5 e arrivato , con variazioni di 0,3 gr , a 41,2 ) ma comunque
non riesco
e non riesco ad avere delle rosate ...decenti - (si e no 1 MOA a 100 mt)

contrariamente , utilizzando Norma 202 oppure ( meglio ancora ) IMR4064 ho ottenuto delle rosate
strepitose
( sotto il MOA ) gi dopo un paio ( massimo 3 ) di prove

le armi sono un 2 righe ed un 5 righe rispettivamente del '43 e del '45 con delle canne in condizioni
splendide
( praticamente le ho rodate io )

mi direte " beh cosa vuoi , usa Norma e/o IMR e buona l " ...certo ! ... giusto ! per ... perch
la N140 non va ?

ho pensato possa essere una differenza di "velocit" pero se guardo i burning rate non vedo delle
differenze tali da...

qualcuno di Voi ha mai fatto esperienze simili ?

Grazie se potete darmi una mano

saluti a tutti

CC



Connesso
Coltman911
Selezione Rappresentanza Nazionale
Hero Member


Post: 2766
NRA IT member 194


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #1 il: Dicembre 05, 2011, 08:43:34 pm
3 cm a 100 mt con l' enfield n 4 e la sua diottra e' gi un risultato ottimale se se poi riesci a
farne 15 di colpi cos eguagli il record Italiano .........
per il resto.
Devi usare un cronografo il BR delle tabelle e' mooooolto approssimativo.......
Credo anche che i due fucili con diverse rigature non tirino bene la stessa cartuccia e il 5 righe dia
piu' pressione e velocita' del due .........cmq posta qualche rosata che giudichiamo meglio
Connesso
MK4
Newbie

Post: 3


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #2 il: Dicembre 05, 2011, 10:23:48 pm
Beh no ! non con la diottra militare , ma con una ottica 4 X Nikko
e rosate da 5 colpi ( ah ! con appoggio anche sotto il calcio )
anche perch il solo scopo unicamente quello di trovare una dose
ottimale da cui partire poi con diottra e senza appoggi

....io da solo con la diottra militare e solo con l' appoggio anteriore
a oggi sto da 2 a 5 MOA ( 2 o 3 Moa quando sono in giornata e con
l' IMR / Norma - 5 con la N140 ) .......per via via vado migliorando

cmq domani vado per l' ennesimo test e poi Vi poster qualche foto

grazie

CC
Connesso
Vale78
Newbie


Post: 69
Villafranca Piemonte (TO)


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #3 il: Gennaio 11, 2012, 08:33:50 pm
Salve ragazzi, parlando di 303 British e quindi di palle .311 qualcuno sa dirmi dove trovare o chi
produce palle blindate FMJ da 150 155 gr appunto 311 di diametro per confezionare delle cartucce
per il mio FPK? Le uniche che ho trovato sono le 174 gr della Sierra HPBT ma per il passo di
rigatura dell'FPK sono gi "pesanti" al contrario dei Dragunov Russi e Norinco dove vanno molto
bene...Grazie.
Connesso
snipermosin
Jr. Member

Post: 471


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #4 il: Gennaio 11, 2012, 10:09:47 pm
Citazione da: Vale78 - Gennaio 11, 2012, 08:33:50 pm
Salve ragazzi, parlando di 303 British e quindi di palle .311 qualcuno sa dirmi dove trovare o chi
produce palle blindate FMJ da 150 155 gr appunto 311 di diametro per confezionare delle cartucce
per il mio FPK? Le uniche che ho trovato sono le 174 gr della Sierra HPBT ma per il passo di
rigatura dell'FPK sono gi "pesanti" al contrario dei Dragunov Russi e Norinco dove vanno molto
bene...Grazie.
Prova qu: www.palmetto.it dovrebbero esserci le 150 gn fmj della partizan trafilate .311
Connesso
snipermosin
Jr. Member

Post: 471


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #5 il: Gennaio 11, 2012, 10:15:36 pm
Citazione da: MK4 - Dicembre 05, 2011, 07:02:07 pm
Salve a tutti ,

vorrei chiedere lumi a quelli di voi che hanno fatto esperienza di ricarica dell' Enfield N.4 Mk1 LB
con la Vithavuori N140

mi spiego , sto girando attorno alla dose canonica ( da 40 a 41 grani circa di polvere con primer CCI
BR2 ,
palla Sierra MK 174 grani cal .311 OAL 78 ) da parecchio tempo , nel senso che dopo vari tentativi
infruttuosi
mi sono messo di buzzo ( partito da 38,5 e arrivato , con variazioni di 0,3 gr , a 41,2 ) ma comunque
non riesco
e non riesco ad avere delle rosate ...decenti - (si e no 1 MOA a 100 mt)

contrariamente , utilizzando Norma 202 oppure ( meglio ancora ) IMR4064 ho ottenuto delle rosate
strepitose
( sotto il MOA ) gi dopo un paio ( massimo 3 ) di prove

le armi sono un 2 righe ed un 5 righe rispettivamente del '43 e del '45 con delle canne in condizioni
splendide
( praticamente le ho rodate io )

mi direte " beh cosa vuoi , usa Norma e/o IMR e buona l " ...certo ! ... giusto ! per ... perch
la N140 non va ?

ho pensato possa essere una differenza di "velocit" pero se guardo i burning rate non vedo delle
differenze tali da...

qualcuno di Voi ha mai fatto esperienze simili ?

Grazie se potete darmi una mano

saluti a tutti

CC

Guarda che un moa a 100 mt significa stare nel 10 e nella mouche del bersaglio di pistola standard,
che quello che si usa per l'ex ordinanza!!!!!!
Cosa pretendi di piu??
Connesso
teo
Newbie

Post: 1


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #6 il: Maggio 09, 2012, 02:17:15 pm
salve io ho un fpk e mercoled scorso sono andato in poligono,beh io non voglio essere uno
sbruffonre ma se posso permettermi di dire che a 200mt ho fatto una rosata di 3 colpi in 20
millimetri.... ripeto: 20 millimetri....ho sparato munizioni commerciali s&b con palla fmj di 180 gr,
ho sparato 3 colpi in 7 minuti per non far surriscaldare la canna, quidi oltre al fucile, alla cartuccia
"perfetta", ci vuole anche manico..................!cmq io ho fatto il militare di professione nei
paracadutisti come tiratore scelto, ci sparavo un bel p con il famoso svd, devo dire che non c'
questa grande differenza con l'fpk, tanti saluti e buon divertimento
Connesso
snipermosin
Jr. Member

Post: 471


Re:Ricarica per 303 British EO
Risposta #7 il: Maggio 09, 2012, 06:45:57 pm
Citazione da: teo - Maggio 09, 2012, 02:17:15 pm
salve io ho un fpk e mercoled scorso sono andato in poligono,beh io non voglio essere uno
sbruffonre ma se posso permettermi di dire che a 200mt ho fatto una rosata di 3 colpi in 20
millimetri.... ripeto: 20 millimetri....ho sparato munizioni commerciali s&b con palla fmj di 180 gr,
ho sparato 3 colpi in 7 minuti per non far surriscaldare la canna, quidi oltre al fucile, alla cartuccia
"perfetta", ci vuole anche manico..................!cmq io ho fatto il militare di professione nei
paracadutisti come tiratore scelto, ci sparavo un bel p con il famoso svd, devo dire che non c'
questa grande differenza con l'fpk, tanti saluti e buon divertimento
Complimenti per il risultato, (anche se hai postato nella sezione sbagliata).
P.S. Una presentazione nell'apposita sezione sarebbe opportuna, cos tutti possono conoscerti e
darti il benvenuto.

I componenti della ricarica

A meno di non ricaricare calibri esotici, la scelta dei dies abbastanza vasta, anche
se non tutti si troveranno nellarmeria sotto casa. Lee, Rcbs, Lyman, Ch, Forsters, sono
solo alcune delle ditte pi diffuse.
Anche i bossoli non sono difficili da reperire. Per quanto riguarda i calibri americani e
quelli europei pi diffusi la scelta vastissima, per altri bisogna ricorrere ai Norma o
ai Lapua. Talvolta problematico trovare bossoli sciolti, o perch non
commercializzati come tali o non importati in Italia, e pu essere necessario
recuperarli dalle cartucce cariche. Purtroppo le ditte nazionali non producono bossoli
n cartucce nella maggior parte di questi calibri. Si trovano talvolta bossoli di origine
militare, ora finalmente detenibili liberamente in forza della circolare che trovate sul
sito di Mori (www.earmi.it). Se di origine americana sono quasi sempre ricaricabili con
le procedure usuali. Se europei hanno un innesco bifocale (berdan) che non permette
la ricarica se non a costo di sforzi che non risultano poi cos paganti.
Attenzione poi a due aspetti: Di solito i bossoli militari sono pi pesanti di quelli civili.
Ci implica una costruzione pi robusta che riduce la volumetria interna del bossolo,
con la conseguenza che sar opportuno, a parit di altre condizioni, diminuire le dosi di
polvere1[1]. Inoltre non opportuno ricaricare bossoli molto vecchi e mal conservati,
in quanto lottone pu essersi incrudito, perdendo elasticit con conseguente maggiore
probabilit di fessurarsi o di rompersi.
Questa una piccola tabella (sicuramente incompleta) dei fabbricanti:
Calibro Fabbricanti bossoli sciolti Fabbricanti cartucce
30/06
Norma, Lapua, Federal,
Remington, Federal,
Winchester
Norma, Lapua, Remington,
Federal, Sellier & Bellot,
Prvi Partizan, FNM,
Winchester, RWS,
Hirtemberger, MFS, Sako
.303 British Norma, Remington
Norma, Remington, FNM,
Winchester
.308 Winchester
Norma, Lapua, Federal,
Remington, Federal
Norma, Lapua, Remington,
Sako Federal, Sellier &
Bellot, Prvi Partizan, FNM,
Winchester, RWS,
Hirtemberger, MFS
7,62x54R Norma, Lapua
Norma, Lapua, Sellier &
Bellot, Winchester, MFS,
Sako
7,5 Swiss Norma Norma, FNM
7,62x39 Lapua, Remington
Lapua, Sellier & Bellot,
Winchester, Wolf, MFS
8x57 Norma, Lapua, Remington
Norma, Lapua, Remington,
FNM, Sellier & Bellot, RWS,
Winchester
6,5x55 Norma, Lapua, Remington Norma, Lapua, Remington,

1[1] Questo discorso valido anche per i bossoli commerciali, che possono presentare
variazioni ponderali anche nellordine del 10%.
RWS, FNM, RWS
6,5 Carcano Norma Norma, Prvi Partizan
6,5 Arisaka Norma Norma
7,5 MAS (francese) ----------
FNM, Prvi Partizan (innesco
berdan)
.30 Carbine Remington
Federal, HP, RWS,
Winchester, Fiocchi, Norma,
Remington
Se siete fortunate e capitate in un poligono frequentato da molti cacciatori non
ricaricatori2[2], potreste riuscire a procurarvi a costo zero un po di bossoli, almeno
nei calibri pi diffusi.
La durata dei bossoli varia notevolmente a seconda di una serie di fattori, in
particolare:
1. struttura del bossolo
2. caratteristiche meccaniche dellarma
3. foratura della camera.
Particolarmente critici sotto il primo profilo sono i bossoli del .303 Br, soggetti a
stiramenti e separazione del bossolo in camera, gi dopo poche ricariche,
indipendentemente dalla bont dellarma. Consiglio fortemente di usare un neck
sizer, che sottopone il bossolo ad uno stress molto pi ridotto del die full size.
Altri bossoli (il 30/06 ad esempio) hanno una tendenza ad allungarsi meno spiccata,
ma comunque significativa, al punto che dopo due o tre ricariche bene trimmarli e
riportarli alle dimensioni iniziali.
Ho trovato eccezionali 7,62x54 (uso i Lapua), nessun allungamento, nessun principio di
separazione, una semplicit nel passaggio attraverso il die veramente esemplare.
Le armi semiauto sono spesso piuttosto violente nellestrazione, qualche volta segnano
i bossoli con tale forza da renderne inopportuna la ricarica. Attenzione, spesso basta
chiudere un po la presa gas perch tutto torni normale, bossoli compresi.
Per quanto riguarda la foratura, spesso soprattutto una questione di fortuna
Per le palle i problemi sono ancora minori, la maggior parte delle nostre cartucce sono
riconducibili a 4 forature:
6,5: (.264) (6,5x55, 6,5 Jap)

2[2] Magari fatevi un giro in poligono a luglio inizio agosto, subito prima dellinizio
della caccia di selezione o quando si sono verificate le prime "padelle"..
.30: (30/06; .308; 7,5 Swiss; 7,5 Mas, 7,62x543[3]; 30 Carbine; 7,62x39, 30/40
Krag)
.311: (.303 british; 7,62x54; 7,65x53; 7,62x39)
.323: (8x57, 8x33, 8x50; 8 Lebel)
Il 7x57, calibro diffuso soprattutto tra le armi sudamericane, utilizza palle in .284,
anchesse facilmente reperibili.
Esiste poi una ridotta schiera di calibri che utilizza palle di diametro particolare: (6,5
Carcano, 8x 56R, ecc.). Il reperimento di queste palle pu essere problematico, ma,
soprattutto allinizio, si pu tranquillamente partire con la ricarica di calibri pi
semplici.
Ecco quindi una piccola tabella sui principali fabbricanti di palle e le graniture pi
facilmente reperibili in Italia
Diametro Fabbricante Pesi (in grani)
6,5
Sierra, Speer, Norma4[4], Lapua,
Hornady, Nosler, FNM, Nosler
100, 120, 139, 140, 160
.30"
Sierra, Speer, Hornady, Lapua,
FNM5[5], Norma, RWS, Nosler
85, 100, 110, 120, 123, 150, 155,
165, 168, 175, 180, 190, 200,
220
.311"
Sierra, Speer, Hornady, FNM, RWS,
Norma
125, 150 174, 180, 186
.323"
Sierra, Speer, Hornady, RWS,
Nosler
125, 150, 170, 196
Ma quali palle utilizzare? FMJ, SP, Match? La risposta semplice: quelle che vanno
meglio nella vostra arma. In linea di massima le match offrono migliori prestazioni,
ma non una regola certa: Ho un Carl Gustav che ama le palle Sierra gameking da
caccia, il mio M 14 ha costantemente ottenuto i migliori risultati con le Nosler
ballistic tip. Daltro canto lM 27 finlandese tira meravigliosamente le FNM da 186

3[3] Per questo calibro e per il successivo 7,62x39 viene segnalato tanto il diametro
.308 quanto il .311. La foratura delle armi camerate per queste cartucce pu variare
anche notevolmente.
4[4] Per qualche strana ragione legata all'importazione, le palle Norma sono molto
difficili da reperire in Italia, i bossoli, al contrario, si trovano con facilit
5[5] Le palle FNM non sono commercializzate come tali ma in anonimi sacchetti di
plastica. Talvolta le stesse palle sono descritte da venditori sprovveduti o in malafede
come palle scaricate da cartucce militari.
grani FMJ, il che, come potete immaginare, una vera manna dal cielo, visto il basso
costo di esercizio che ne risulta!
Gli inneschi non creano grossi problemi di reperibilit. Sono disponibili della CCI,
Remington, RWS, Lapua, Fiocchi, Winchester, Federal. Ovviamente avremo quasi
sempre bisogno dei large rifle.. Pu essere opportuno utilizzare nei fucili semiauto
quelli prodotti dalla CCI secondo specifiche militari, al fine di evitare la possibilit di
Slamfires6[6].
Per la verit ho utilizzato nei miei semiautomatici tutti i tipi di innesco disponibili
senza alcun problema.
Conviene averne diversi, per trovare quello che pi si adatta alla nostra ricarica.
Fortunatamente non ci sono limiti allacquisto, e quando ne abbiamo comprati un
migliaio staremo tranquilli, almeno per un po.
Le polveri: nelle nostre armerie la disponibilit di questi componenti pu essere
incerta. Da un lato le normative impediscono agli armieri di mantenerne un congruo
stock, dallaltro la domanda stessa pu essere bassa e non giustificare limpiego di
risorse finanziarie. Il divieto di acquisto di questi componenti per corrispondenza
obbliga spesso lappassionato a vagare per le armerie alla ricerca della polvere
prescelta. A complicare la cosa ci si mette anche il fatto che sono quasi sempre
vendute in confezioni da oppure da 1 Kg7[7].
Considerato che il limite massimo alla detenzione di 5 Kg, ivi comprese le cartucce
cariche, che molto probabilmente avremo in carico un po di componentistica da pistola
e da caccia, appare evidente che non potremo avere allo stesso tempo molti tipi di
polvere con cui fare le nostre prove. Come noto esiste una scala nella progressivit
delle polveri, ma, fortunatamente, quasi tutti i calibri delle ex ordinanze sono a
media intensit, per cui, anche se con qualche forzatura, possono essere tutti
ricaricati utilizzando le pi comuni polveri da carabina8[8].

6[6] Con questo termine si intende lo sparo accidentale del fucile quando lotturatore
viene lasciato andare in chiusura. La cosa pu essere particolarmente pericolosa se
larma non viene maneggiata tenendo bene in mente tutti i crismi della sicurezza. La
cosa poi pu ulteriormente peggiorare se lo sparo avviene ad arma non ancora
perfettamente in chiusura. In questi casi si avranno conseguenze sicuramente nefaste
per il fucile, con possibili gravi ripercussioni sul tiratore e sui presenti.
7[7] Esistono anche confezioni di povere americane da 1 libbra e da libbra. Non sono
di facilissima reperibilit e di solito hanno un prezzo piuttosto elevato
8[8] Per chiarezza, guardando le tabelle delle maggiori ditte produttrici di polveri,
vediamo che con la Norma 202 o la Vithavuori N 140 possibile ricaricare tutti i
calibri precedentemente citati. Magari nei i 6.5 queste polveri si adatteranno meglio a
Fanno eccezione il .30 m1, che invece gradisce polveri da revolver magnum ed il
7,62x39 che richiede una polvere pi dedicata, seppur utilizzabile nei calibri pi
diffusi con palle molto leggere.
Certamente, come si vedr, ogni arma fa storia a se; magari avremo diverse carabine
camerate per la stessa cartuccia che gradiscono caricamenti diversi, tanto nel tipo di
palla quanto nelle polveri, ma altrettanto vero che dopo un po avremo alcuni fucili
che porteremo con noi pi spesso di altri.9[9] Personalmente mantengo un quadernetto
nel quale annoto tutte le ricariche, larma in cui le ho provate ed i risultati. In una
sezione dedicata segno poi le ricette che hanno dato i migliori risultati in ciascun
fucile.


Vai alla pagina successiva


palle da 100 - 120 grani, ma uno scotto che si pu tutto sommato pagare, volendo
avere un unico tipo di polvere.
9[9] Per superare il problema dei limiti alla detenzione e della dimensione minima del
lotto di polvere ci sono diversi sistemi: laddove non esistano problemi di natura legale,
ad esempio, ci si pu accordare con un amico che abbia lo stesso problema: Ciascuno
acquista un kg di polvere, una di un tipo ed una di un altro. Poi ci si scambia kg...
oppure si pu acquistare 1 kg di polvere e, quando si consumato kg, si acquista una
confezione da kg di una polvere diversa. Insomma, in ogni caso non si superano i
limiti e si fanno tutte le prove che si vuole.