Sei sulla pagina 1di 23

CALIBRO 7,62X54R (7,62x54MM R / 7,62MM RUSSO)

La cartuccia calibro 7,62x54R (altres nota nelle fonti bibliografiche come 7,62 Russo), venne
adottata dall'esercito imperiale russo nel lontano 1891. Originariamente, questa stranissima
munizione progettata su di un bossolo dotato di collarino (rimmed case), od orlato che dir si voglia,
venne camerata per il fucile Mosin-Nagant Modello (M) 1981. Questa cartuccia venne utilizzata
dalle FF.AA. russe prima, e da quelle sovietiche poi e, successivamente, ancora da quelle russe!!
Per uno stranissimo caso del destino, questa munizione nacque prima dell URSS e sopravvive
ancora oggi, dopo la dissoluzione politica dell'URSS stessa!! Allo stato attuale si tratta, dunque,
della pi longeva cartuccia militare oggi conosciuta. Premessa questa brevissima parentesi storica,
quelli che seguono sono i suoi principali dati dimensionali:


- Diametro massimo del proiettile = 7,87mm (.310")
- Lunghezza massima della cartuccia assemblata (O.A.L.) = 77,14mm
- Lunghezza massima del bossolo = 53,69mm, ma in sede di ricarica casalinga i bossoli vengono
tagliati e rifilati a 53,50mm esatti
- Lunghezza del bossolo SOPRA la spalla (tipica) = mm
- Lunghezza del bossolo SOTTO la spalla (tipica) = mm
- Angolo di spalla = 1844'
- Diametro del colletto = 8,51mm (N.B. il colletto in realt lievemente rastremato, passando da
8,51 a 8,53mm)
- Diametro alla base della spalla = 11,63mm
- Diametro alla base del corpo = 12,42mm
- Diametro del fondello = 14,73mm
- Pressione di esercizio (media massimale) = 3900 bar (390MPa)
- Tipologia degli inneschi = Large Rifle Standard
- Passo di rigatura (commerciale) tipico = 1 giro in 10" per canne da 610mm (24") con palle da
150 a 180 grs. di peso. sono comunque in circolazione armi con canne da 660mm (26") e con passo
invaribailmente di 1 giro in 10" o di 1 giro in 9" (N.B. con questo passo di rigatura comunque
possibile impiegare validamente tutta la gamma di pesi di palla commercialmente disponibili
per il calibro .308 Winchester)


ATTENZIONE !!
PER FAVORE PULITE SEMPRE LA CANNA CON PRODOTTI SPECIFICI COME IL
MILFOAM (consultate il sito www.milfoam.fi per ulteriori informazioni) OD IL GUNSLICK
(consultate il sito www.gunslick.com per ulteriori informazioni) . SI TRATTA DI OTTIMI
PRODOTTI CHE ELIMINANO I DEPOSITI PARASSITI DI RAME IN PROFONDITA' E
FACILITANO LE OPERAZIONI DI PULIZIA !!


Quando la cartuccia calibro 7,62x54R venne adottata, le capacit produttive russe erano alquanto
limitate, motivo per cui molte armi vennero realizzate all'estero e successivamente vennero spedite
in russia. Fra le tante si ricordano quelle prodotte in Svizzera (SIG), Austria (Steyr), ed USA
(Remington e Westinghouse). Chiaramente, con lo scoppio della rivoluzione d'ottobre (1917),
TUTTI i contratti di fornitura vennero risolti ex-lege dai fornitori, per cui moltissimi fucili camerati
per questa interessantissima munizione rimasero dispersi tra USA ed Europa. Dal punto di vista
costruttivo va ricordato che la cartuccia originale (cio quella del 1891) impiegava una palla da
212grs. (13,6 GRAMMI) spinta a poco meno di 620 m/s. Nel 1908 venne introdotta una palla da
148grs. di peso (9,4 GRAMMI) spinta a circa 790 m/s che sostitu la vecchia palla da 212grs. Un
aspetto particolare di questa cartuccia quello relativo al diametro di foratura della canna ed
all'effettivo diametro dei proiettili impiegati. Anche se si parla di "...calibro 7,62...", in realt le
palle hanno un diametro di 7,92mm (.312") e le canne sono forate a 7,87 - 7,90 mm (310 - 311"). In
alcuni casi le canne sono addirittura forate a 7,95mm (.313"), cosa che rende alquanto critico
l'impiego del calibro in questione. Se il diametro di foratura dovesse essere eccessivamente elevato
(N.B. cosa che spesso accade nei Mosin-Nagant pi malandati !!), i ricaricatori sono soliti
risolvere il problema adottando palla in lega ternaria da 200grs. di peso (12,9 GRAMMI)


FUCILI SEMIAUTOMATICI M-38 E M-40 TOKAREV
CALIBRO 7,62X54R


- Denominazioni = samozarjadnaja vintovka tokareva obr. 1938 g. SVT-38 ; samozarjadnaja
vintovka tokareva obr. 1940 g. SVT-40
- Abbreviazioni = 7,62 kautkiv / 38 ; 7,62 KAUTKIV 38
- Costruttore = URSS
- Calibro = 7,62x54 R
- Lunghezza totale = 1225mm
- Lunghezza canna = 620mm
- Peso = 4,2 Kg(M-38) ; 3,9Kg (M-40)
- Cadenza di tiro = 25 colpi / minuto
- Caricatore = prismatico , amovibile della capacit di 10 colpi
- Presentazione = 1938
- Anni di produzione = 1939-40 (SVT-38) ; 1940-42 (SVT-40)


FUCILE AUTOMATICO M-36 SIMONOV
CALIBRO 7,62X54R


- Denominazioni = Avtomaticeskaja Vintovka Simonova obr. 1936 g. / AVS -36
- Abbreviazioni = 7,62 aut. kiv / 36
- Costruttore = URSS
- Calibro = 7,62x54 R
- Lunghezza totale = 1232mm
- Lunghezza canna = 612mm
- Peso = 4,3Kg
- Cadenza di tiro = 25 - 40colpi / minuto
- Caricatore = prismatico , amovibile della capacit di 15 colpi
- Presentazione = 1931
- Anni di produzione = 1937-39


ATTENZIONE !!

PER MOTIVI DI SEMPLICITA', I DATI DI RICARICA PRESENTATI IN QUESTA SEDE
FARANNO RIFERIMENTO A PALLE DA 7,82MILLIMETRI DI DIAMETRO (.308"). SI
RICORDI PERO' CHE LE ARMI SOVIETICHE ORIGINALI ERANO (e sono) FORATE A .310
- 311", PER CUI PER AVERE IL MASSIMO DELLA PRECISIONE E' NECESSARIO USARE
PALLE DA .311" DI DIAMETRO .


Per quanto attiene l'impiego pratico del 7,62x54R, il mercato attualmente NON offre un
quantitativo molto elevato di munizioni commerciali. Per questo motivo, un ipotetico cacciatore o
tiratore interessato ad utilizzare il calibro in commento quesi sempre costretto a ricorrere alla
ricarica personalizzata delle proprie munizioni. Cos come avviene per qualsiasi altro tipo di
munizione, anche in questo caso preferibile optare SEMPRE per i prodotti realizzati dai
fabbricanti "...pi di grido...", siano essi europei (Norma, Lapua, Sako, RWS) o extraeuropei
(Remington, Winchester, Federal). Dal punto di vista della ricarica, il 7,62x54R non molto
difficile da ricaricare una volta che si possiedono i componenti di base per una ricarica corretta.
Gli unici consigli che si possono dare sono:



- cercate di avere ben chiaro in testa COSA volete fare esattamente con il vostro 7,62x54R, nel
senso che se volete andare a caccia DOVETE usare palle da caccia, mentre se volete sparare ai
bersagli cartacei DOVETE avere palle da tiro (N.B. il GRURIFRASCA ci tiene a ribadire questo
concetto state l'elevatissimo numero di cretini che continua ad impiegare palle da tiro per
andare a caccia o palle da caccia per sparare sui bersagli cartacei, ottenendo ovviamente
risultati pessimi !!)
- usate bossoli di eccellente qualit, cercando di fare ogni sforzo possibile per utilizzare bossoli gi
impiegati nella stessa arma che state impiegando correntemente (N.B. questo vi permetter di
sfruttare la deformazione anaelastica del bossolo che sussegue ad ogni combustione della
polvere, cosa che consente di centrare maggiormente il bossolo nella camera di cartuccia della
vostra arma e, quindi, di avere una precisione intrinseca superiore rispetto ad una munizione
commerciale)
- se siete costretti a ricalibare totalmente il bossolo cercate di farlo il meno possibile, poich meno
ricalibrature totali si fanno e pi si allungher la vita operativa del vostro bossolo (N.B. se
possibile impiegate matrici per la ricalibratura del solo colletto !!)
- usate la palla del peso adatto in riferimento allo scopo che vi prefiggiete (N.B. non ha senso usare
una palla da 110grs. di tipo HP per fare del tiro a 300m !!)
- usate la tipologia di polvere pi adatta per lo scopo che volete perseguire (N.B. non ha senso
usare una polvere a media progressivit quando si deve utilizzare una palla molto pesante con
una dose di polvere prossima a quella massima !!)
- non usare mai dosi ridotte, poich tutte le cartucce magnum ottimizzano la combustione del
propellente con dosi massime o comunque prossime alla dose massima



Come consiglio preliminare va detto che sarebbe preferibile usare palle da circa 180grs. di peso
(11,7 GRAMMI), e comunque si dovrebbe fare tutto il possibile per non scendere sotto ai 165grs. di
peso. Il motivo che con palle troppo leggere unite a quantitativi eccessivi di polvere generano
molteplici problemi che possono essere cos riassunti :


- comparsa prematura di fenomeni di erosione a livello dell'inizio di rigatura
- stabilizzazione impropria delle palle
- frammentazione delle palle dopo che le stesse hanno abbandonato la volata


Per questo motivo preferibile usare palle di peso medio unite a dosi di propellente viene a quella
massima. Detto questo, per motivi di completezza iniziamo la nostra analisi con i dati di ricarica
relativi alle palle da 110grs. di peso. Per motivi si semplicit di forniranno dati relativi alle polveri
Vihtavuori, a causa della loro elevata reperibilit sul territorio nazionale. Per tutti i tiratori che ne
sono in posesso (o che ne hanno costante reperibilit), vengono poi acclusi dati relativi alle polveri
di produzione IMR. Per motivi di completezza si accludono poi alcuni brevi dati sulle polveri
Hodgdon, peraltro abbastanza rare sul territorio nazionale, almeno allo stato attuale. Si rammenta
che il 7,62x54R con palle da 110grs. di peso praticamente inutilizzabile in qualsiasi campo, fatta
eccezione forse per il solo tiro propedeutico.


foto

- alcune immagini della calciatura di un Mosin-Nagant 91/30 sottoposto ad una fenomenale opera
di restaturo a parte di un armaiolo meccanico ultraspecializzato. Si noti che le fibre del legno sono
state rimesse completamente a nuovo, restituendo loro l'aspetto originale, ma senza andare ad
alterare i marchi ed i vari cartigli originariamente impressi dal costruttore. Si ringrazia il Sig.
Massimo Giampieri per la preziosa collaborazione prestata -

foto

- particolari dell'ottica di puntamento di un Mosin-Nagant 91/30 . Sono visibili i marchi ed i
punzoni originariamente presenti sulle varie superfici. I segni di utensile presenti sull'attacco
dell'ottica non sono dovuti ad un errato intervento del restauratore, ma sono quelli originariamente
presenti in fabbrica, fin dal tempo della sua costruzione. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri
per la preziosa collaborazione prestata -

foto

- particolari dell'otturatore di un Mosin-Nagant 91/30 , assemblato e disassemblato, sottoposto ad
un paziente lavoro di restauro. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la preziosa
collaborazione prestata -

foto
- fianco Sx e Dx di un Mosin-Nagant 91/30 rimesso a nuovo dopo un lungo e paziente lavoro di
restauro. Si ribadisce che per effetuare un simile intervento necessario l'intervento di
professionista super specializzato e che allo stato attuale, in Italia (ma anche in Europa), ci sono
pochi soggetti in grado di compere simili interventi. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la
preziosa collaborazione prestata -



palla da 110grs. semiblindato a punta molle, a punta aperta, con puntale in policarbonato,
varie morfologie (O.A.L. tipico 68,50mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 45,0 (min.) - 49,5 (MAX)
IMR-4895 47,0 (min.) - 51,0 (MAX)
IMR-4064 49,0 (min.) - 53,5 (MAX)
IMR-4320 50,0 (min.) - 55,0 (MAX)
WW-748 49,0 (min.) - 57,0 (MAX)
N-130 43,0 (min.) - 46,5 (MAX)
N-133 47,0 (min.) - 51,5 (MAX)
N-135 48,0 (min.) - 53,0 (MAX)


foto

- sopra, alcuni calchi della camera di cartuccia di un Mosin-Nagant 91/30 rimesso a nuovo dopo un
lungo e paziente lavoro di restauro. I calchi sono stati presi dal restauratore per andare ad
ottimizzare le successive operazioni di ricarica personalizzata delle munizioni. Si ringrazia il Sig.
Massimo Giampieri per la preziosa collaborazione prestata -

Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati relativi alle palle da 125grs. di peso. Anche in
questo caso, per motivi di praticit, si forniranno dati relativi alle polveri Vihtavuori, a causa della
loro elevata reperibilit sul territorio nazionale. Per tutti i tiratori che ne sono in posesso (o che ne
hanno costante reperibilit), vengono poi acclusi dati relativi alle polveri di produzione IMR, ed in
particolare su IMR-3031 e IMR-4895. Per motivi di completezza si accludono poi alcuni brevi dati
sulle polveri Hodgdon, peraltro abbastanza rare sul territorio nazionale, almeno allo stato attuale.
Analogamente a quanto visto con palle da 110grs. di peso, anche con le palle da 125grs. il
7,62x54R praticamente intuilizzabile in qualsiasi campo, fatta eccezione forse per il solo tiro
propedeutico od altre discipline peculiari come il tiro all'alce corrente praticato nel nordeuropa.


palla da 123 - 125 grs. completamente blindata, semiblindato a punta molle, a punta aperta,
con puntale in policarbonato, varie morfologie (O.A.L. tipico 71,15 mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 42,0 (min.) - 47,0 (MAX)
IMR-4895 45,0 (min.) - 48,5 (MAX)
IMR-4064 46,0 (min.) - 51,0 (MAX)
IMR-4320 49,0 (min.) - 53,5 (MAX)
WW-748 46,0 (min.) - 56,0 (MAX)
N-130 42,0 (min.) - 45,8 (MAX)
N-133 46,0 (min.) - 50,5 (MAX)
N-135 47,0 (min.) - 52,0 (MAX)


foto

- sopra, alcune rosate effettuate presso la Sezione TSN di Lastra a Signa, sparando con un Mosin-
Nagant 91/30 al termine di un complesso lavoro di restauro. Nonostante l'arma sia alquanto
"stagionata", nelle mani di un abile tiratore ancora in grado di dare brillanti risultati sul campo.
Oltre all'abilit personale, importantisima la scelta CORRETTA dei componenti per la ricarica
personalizzata delle munizioni. Si ringrazia il Sig. Massimo Giampieri per la preziosa
collaborazione prestata -

Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati relativi alle palle da 150 - 155grs. di peso. Per
motivi si semplicit di forniranno dati relativi alle polveri Vihtavuori, ed in particolare sulla N-140
che si rivela molto adatta a partire da questo peso di palla in poi. Per tutti i tiratori che ne sono in
possesso, vengono poi acclusi dati relativi alle polveri di produzione IMR. Per motivi di
completezza si riportano i dati relativi a molteplici polveri prodotte dalla IMR, anche se le pi
adatte con questo peso di palla sono la IMR-4064 e la IMR-4320. Per motivi di completezza, si
accludono poi alcuni brevi dati sulle polveri Hodgdon . Con palle da 150 - 155grs. di peso il
7,62x54R comincia a mostrare i primi segni del suo immenso potenziale, sia per quanto attiene il
tiro di precisione, sia per quello che concerne l'impiego venatorio.


palla da 150 - 155grs. completamente blindata, semiblindata a punta molle (con profilo tondo
od accuminato) o con punta aperta, varie morfologie (O.A.L. tipico 73,70 - 75,00mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 39,0 (min.) - 44,0 (MAX)
IMR-4895 42,0 (min.) - 47,0 (MAX)
IMR-4064 43,0 (min.) - 49,0 (MAX)
IMR-4320 46,0 (min.) - 50,0 (MAX)
IMR-4350 51,0 (min.) - 55,0 (MAX)
WW-748 43,0 (min.) - 53,0 (MAX)
WW-760 45,0 (min.) - 56,0 (MAX)
N-133 32,0 (min.) - 43,0 (MAX)
N-135 42,0 (min.) - 47,0 (MAX)
N-140 44,0 (min.) - 49,0 (MAX)
N-150 46,0 (min.) - 51,0 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Norma 203-B
compresa tra 44,0 e 48,0grs. con una palla da 150grs. di peso. Un'attenta sperimentazione,
cominciando con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come MINIMA, consente
di individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la massima prudenza
e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!

NOTE TECNICHE (2) - cos come accade per il .308 Winchester o il .30-06 Springfield, anche
nel calibro in commento l'uso di palle di peso inferiore ai 150-155grs. ha come unico scopo
quello di assemblare ricariche per il tiro al poligono durante le fasi di riposo del calendario
venatorio, oppure per il tiro propedeutico per i tiratori/cacciatori alle prime armi .

NOTE TECNICHE (3) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Lovex D073-06
compresa tra 47,0 e 53,0grs. con una palla da 150grs. di peso. Un'attenta sperimentazione,
cominciando con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come MINIMA, consente
di individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la massima prudenza
e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!

NOTE TECNICHE (4) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Lovex S060-02
compresa tra 44,0 e 49,5grs. con una palla da 150grs. di peso. Un'attenta sperimentazione,
cominciando con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come MINIMA, consente
di individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la massima prudenza
e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!


foto

- Sopra, esempio delle differenze riscontrate tra i fori di vampa di cartucce militari e civili in calibro
7,62x54R. Diversamente da quanto si pensa, essi sono completamente diversi. Come si pu vedere,
un innesco berdan ha 2 fori di 1,3 mm che sviluppano due vampe simmetriche nel bossolo,
migliorando l'accensione. Esse producono una superfice TOTALE di 2,6533 mm quadrati!! Un foro
commerciale standard (occidentale) di 2 mm e produce una superficie di 3,14 mm quadrati. I
ricaricatori pi esperti suggeriscono di uniformare a 2,2mm, in modo da produrre una superficie
totale di 3,7994 mm quadrati. L'importante non esagerare!! Gia passando a 2,3mm, si ottiene una
superficie di 4,12565 mmq, ma con risultati peggiori !! Ovviamente, molto dipende dalla potenza
dell'innesco, ma sul campo funzionano meglio i fori ottimizzati a 2,2mm, perch probabilmente la
vampa si distribuisce meglio con questa misura, mentre con 2,3mm FORSE si allarga troppo dentro
al bossolo incendiando impropriamente la polvere. Si ringrazia il Sig. Massimo Gampieri per la
gentile collaborazione prestata -

Passiamo ora ad analizzare brevemente alcuni dati relativi alle palle da 165 - 170grs. di peso. Con
questo peso di palla si entra nella gamma minima per quanto concerne "...un impiego sensato..." di
questa bellissima munizione sia nel settore venatorio, sia nel settore del tiro di precisione. Con le
palle da 165grs. del tipo semiblindato a punta accuminata (Sierra, Hornady, Swift, etc.) o con
puntale in policarbonato (Nosler, Norma), il ricaricatore pu ottenere una munizione molto
efficiente sotto molteplici aspetti. Per le polveri di produzione Vihtavuori si consiglia l'impiego
della N-140, una polvere monobasica a struttura cilindrica che si rivela molto adatta con palle da
165 - 170grs. di peso. Per tutti i tiratori che ne sono in possesso di polveri di produzione IMR si
consiglia l'impiego di prodotti come IMR-4064 o di IMR-4320. Per motivi di completezza si
accludono brevi dati sulle polveri Hodgdon, e si consiglia di provare ad utilizzare la H-380 (N.B.
da 48,0 a 54,0grs. ) ove possibile. Con palle da 165 - 170grs. di peso il 7,62x54R comincia a
mostrare i primi segni del suo immenso potenziale per quanto attiene il tiro di precisione, e si
consiglia di provare ad impiegare le palla Lapua modello "Scenar" da 167grs. (N.B. l'equivalente
commerciale della Sierra "Matchking" da 168grs.), nonch la superlativa Lapua "D-46" da
170grs. di peso. Qualsiasi sia la vostra scelta in fatto di polvere, si raccomanda di usare SEMPRE
inneschi di tipo Large Rifle Magnum !!

palla da 165 - 170grs. semiblindata a punta molle, completamente blindata, con puntale in
policabonato, con punta aperta, varie morfologie (O.A.L. tipico 75,50 - 75,70mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 38,0 (min.) - 43,5 (MAX)
IMR-4895 41,0 (min.) - 46,0 (MAX)
IMR-4064 42,0 (min.) - 48,0 (MAX)
IMR-4320 44,0 (min.) - 49,0 (MAX)
IMR-4350 49,0 (min.) - 53,0 (MAX)
WW-748 40,0 (min.) - 50,0 (MAX)
WW-760 46,0 (min.) - 54,5 (MAX)
N-140 44,0 (min.) - 49,0 (MAX)
N-540 43,0 (min.) - 49,5 (MAX)
N-150 43,0 (min.) - 50,5 (MAX)
N-550 46,0 (min.) - 53,0 (MAX)



NOTE TECNICHE (1) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di vihtavuori N-110
compresa tra 19,0 e 21,0grs. per assemblare una ricarica per il tiro ridotto con una palla da
165grs. di peso. Si raccomanda la MASSIMA prudenza, stante il fatto che l'assemblaggio di
questo tipo di ricarica pu essere ESTREMAMENTE pericoloso se fatto impropriamente, e
che comunque va sconsigliato ai soggetti meno esperti. Agite sempre con la MASSIMA
prudenza e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!



Veniamo ora all'analisi di alcuni dati relativi alle palle da 175 - 180grs. di peso. Con le palle da
180grs. del tipo semiblindato a punta accuminata (Sierra, Hornady, Swift, etc.) o con puntale in
policarbonato (Nosler, Norma), il ricaricatore pu ottenere una munizione molto efficiente sotto
molteplici aspetti. In ordine a questo aspetto si rammenta a tutti che la palla da 180grs. rappresenta
il peso di palla ideale per il calibro in commento. Per le polveri di produzione Vihtavuori si
consiglia l'impiego della N-140, una polvere monobasica a struttura cilindrica che si rivela molto
adatta con palle da 165 - 170grs. di peso. Per tutti i tiratori che ne sono in possesso di polveri di
produzione IMR si consiglia l'impiego di prodotti come IMR-4350 o IMR-4381. Nelle mani di un
esperto tiratore, con le palle da 175 - 180grs. di peso il 7,62x54R comincia a mostrare il suo elevato
potenziale per quanto attiene il tiro di precisione, e si consiglia di provare ad impiegare la palla
Hornady da 178grs. o la Sierra "Matchking" da 175grs. di peso. Come alternativa si consiglia
l'impiego delle palle prodotte da Berger o Nosler. Ad ogni modo, qualsiasi sia la vostra scelta, si
raccomanda di usare SEMPRE inneschi di tipo Large Rifle Standard al fine di ottimizzare la
combustione !!

palla da 175 - 180grs. semiblindata a punta molle, completamente blindata, con puntale in
policarbonato o a punta aperta, varie morfologie (O.A.L. tipico 76,15 - 76,20mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 40,0 (min.) - 43,0 (MAX)
IMR-4895 41,0 (min.) - 45,0 (MAX)
IMR-4064 42,0 (min.) - 47,0 (MAX)
IMR-4320 45,0 (min.) - 49,5 (MAX)
IMR-4350 49,0 (min.) - 53,5 (MAX)
IMR-4381 50,0 (min.) - 52,0 (MAX)
WW-748 38,0 (min.) - 48,0 (MAX)
WW-760 42,0 (min.) - 53,0 (MAX)
N-140 43,0 (min.) - 48,0 (MAX)
N-540 42,0 (min.) - 48,5 (MAX)
N-150 44,0 (min.) - 49,5 (MAX)
N-550 46,0 (min.) - 52,0 (MAX)
N-160 45,0 (min.) - 53,5 (MAX)



NOTE TECNICHE (1) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Norma 203-B
compresa tra 41,0 e 45,0grs. con una palla da 180grs. di peso. Un'attenta sperimentazione,
cominciando con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come MINIMA, consente
di individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la massima prudenza
e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!

NOTE TECNICHE (2) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Norma 204 compresa
tra 46,0 e 49,0grs. con una palla da 180grs. di peso. Un'attenta sperimentazione, cominciando
con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come MINIMA, consente di
individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la massima prudenza e
tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!
NOTE TECNICHE (3) - secondo talune fonti bibliografiche, il calibro in questione dovrebbe
impiegare costantemente inneschi di tipo magnum. Questa opzione, anche se utile per certi
aspetti, in realt deve SEMPRE essere valutata MOLTO attentamente PRIMA di essere
applicata !! Il ricorso ad inneschi di tipo magnum potrebbe essere utile in climi molto freddi
con ricariche basate su palle pesanti e dosi di polvere massime, o quasi massime, allo scopo di
ottenere una combustione ottimale. Viceversa, in climi molto caldi, il ricorso ad inneschi di
tipo magnum potrebbe determinare l'insorgere di picchi pressori molto pericolosi per arma
e/o tiratori. Per questo motivo, dal momento che l'impiego di inneschi di tipo magnum
determina l'aumento di velocit e di presisoni di esercizio, preferibile valutare
preventivamente, con esterma attenzione, la reale utilit del loro utilizzo !!

NOTE TECNICHE (4) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Lovex D073-06
compresa tra 45,0 e 49,0grs. SPECIFICA per ottimizzare i risultati nel tiro di precisione
impiegando la palla Sierra "Match King"da 174grs. di peso (diametro .311"). Un'attenta
sperimentazione, cominciando con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come
MINIMA, consente di individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la
massima prudenza e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!

NOTE TECNICHE (5) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di Lovex D073-06
compresa tra 41,0 e 46,5grs. SPECIFICA per ottimizzare i risultati nel tiro di presicione
impiegando la palla Sierra "Match King"da 180grs. di peso (diametro .308"). Un'attenta
sperimentazione, cominciando con una dose ridotta del 5% rispetto alla dose indicata come
MINIMA, consente di individuare la dose pi adatta per la propria arma. Agite sempre con la
massima prudenza e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!



Veniamo ora all'analisi di alcuni dati relativi alle palle da 185 - 190grs. di peso. Con le palle da
190grs. del tipo semiblindato a punta accuminata (Sierra, Hornady, Swift, etc.) il tiratore /
ricaricatore pu ottenere una munizione molto efficiente. In ordine a questo aspetto si rammenta a
tutti che la palla da 190grs. rappresenta un'ottima alternativa alla palla "classica" da 180grs. di peso.
Per le polveri di produzione Vihtavuori si consiglia l'impiego della N-150 (N.B. oppure della sua
variante ad alta energia, la N-550), una polvere monobasica a struttura cilindrica che si rivela
molto adatta con palle da 185 - 190grs. di peso. Volendo possibile comincia ad utilizzare in
maniera pi generalizzata anche la pi progressiva N-150. Per tutti i tiratori che ne sono in possesso
di polveri di produzione IMR si consiglia l'impiego di prodotti come la IMR-4381. Nelle mani di
un esperto tiratore, con le palle da 185 - 190grs. di peso il calibro in commento pu mostrare tutto
il suo elevato potenziale per quanto attiene il tiro di precisione. Tra le varie alternative, si
consiglia di provare ad impiegare la palla Lapua da 185grs. sia nella conformazione completamente
blindata (FMJ/SN-BT), sia in quella canonica per il tiro ai bersagli cartacei (HPBT). Per ottenere il
massimo della precisione si consiglia di usare dosi di polveri massime o quasi massime, alle quali
ci si DEVE avvicinare con la massima cautela onde non incappare in pericolosi incidenti!!
Qualsiasi sia la vostra scelta in fatto di propellenti, si raccomanda di usare SEMPRE inneschi di
tipo Large Rifle Standard !!


palla da 185 - 190grs. completamente blindata, semiblindata a punta molle, varie morfologie
(O.A.L. tipico 77,10mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 38,0 (min.) - 41,0 (MAX)
IMR-4895 39,0 (min.) - 43,0 (MAX)
IMR-4064 40,0 (min.) - 45,0 (MAX)
IMR-4320 43,0 (min.) - 47,5 (MAX)
IMR-4350 47,0 (min.) - 51,5 (MAX)
IMR-4381 48,0 (min.) - 50,0 (MAX)
WW-748 38,0 (min.) - 48,0 (MAX)
WW-760 43,0 (min.) - 51,5 (MAX)
N-140 41,0 (min.) - 46,0 (MAX)
N-540 40,0 (min.) - 46,5 (MAX)
N-150 42,0 (min.) - 47,5 (MAX)
N-550 44,0 (min.) - 50,0 (MAX)
N-160 43,0 (min.) - 51,5 (MAX)



NOTE TECNICHE (1) - secondo talune fonti bibliografiche, il calibro in questione dovrebbe
impiegare costantemente inneschi di tipo magnum. Questa opzione, anche se utile per certi
aspetti, in realt deve SEMPRE essere valutata MOLTO attentamente PRIMA di essere
applicata !! Il ricorso ad inneschi di tipo magnum potrebbe essere utile in climi molto freddi
con ricariche basate su palle pesanti e dosi di polvere massime, o quasi massime, allo scopo di
ottenere una combustione ottimale. Viceversa, in climi molto caldi, il ricorso ad inneschi di
tipo magnum potrebbe determinare l'insorgere di picchi pressori molto pericolosi per arma
e/o tiratori. Per questo motivo, dal momento che l'impiego di inneschi di tipo magnum
determina l'aumento di velocit e di presisoni di esercizio, preferibile valutare
preventivamente, con esterma attenzione, la reale utilit del loro utilizzo !!


Proseguiamo la nostra analisi soffermandoci su alcuni dati relativi alle palle da 200 grs. di peso. Per
chi impiega il calibro in commento in ambito venatorio, con le palle da 200grs. del tipo
semiblindato a punta accuminata (Sierra, Hornady, Swift, etc.) qualsiasi cacciatore che intenda
dare la caccia a selvaggina di grossa mole pu ottenere una munizione molto efficiente sotto
molteplici aspetti. In ordine a questo aspetto si rammenta a tutti che la palla semiblindata a punta
tonda da 200grs. rappresenta un'ottima alternativa alla palla "classica" da 180grs. di peso
(semiblindata a punta tonda o accuminata), specie contro animali di grossa taglia e/o a pelle robusta.
Per le polveri di produzione Vihtavuori si consiglia l'impiego generalizzato della N-160, una
polvere molto adatta per le cartucce magnum quando si impiegano palle pesanti. Inoltre,
impiegando la palle di morfologia corretta come la Sierra "Matchking" HPBT da 200grs., il
7,62x54R pu mostrare tutto il suo elevato potenziale per quanto attiene il tiro di precisione, specie
se si ha la necessit di limitare gli effetti del vento o se si vuole massimizzare la conservazione di
velocit a distanze elevate .


palla da 200grs. semiblindata a punta molle o con punta aperta, varie morfologie (O.A.L.
tipico 77,10 - 77,15mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 36,0 (min.) - 40,0 (MAX)
IMR-4895 38,0 (min.) - 42,0 (MAX)
IMR-4064 41,0 (min.) - 46,0 (MAX)
IMR-4320 41,0 (min.) - 47,0 (MAX)
IMR-4350 46,0 (min.) - 52,5 (MAX)
IMR-4831 48,0 (min.) - 53,0 (MAX)
WW-760 41,0 (min.) - 48,0 (MAX)
N-140 38,0 (min.) - 45,0 (MAX)
N-540 39,0 (min.) - 45,2 (MAX)
N-150 40,0 (min.) - 46,0 (MAX)
N-550 43,0 (min.) - 49,0 (MAX)
N-160 41,0 (min.) - 51,5 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - secondo talune fonti bibliografiche, il calibro in questione dovrebbe
impiegare costantemente inneschi di tipo magnum. Questa opzione, anche se utile per certi
aspetti, in realt deve SEMPRE essere valutata MOLTO attentamente PRIMA di essere
applicata !! Il ricorso ad inneschi di tipo magnum potrebbe essere utile in climi molto freddi
con ricariche basate su palle pesanti e dosi di polvere massime, o quasi massime, allo scopo di
ottenere una combustione ottimale. Viceversa, in climi molto caldi, il ricorso ad inneschi di
tipo magnum potrebbe determinare l'insorgere di picchi pressori molto pericolosi per arma
e/o tiratori. Per questo motivo, dal momento che l'impiego di inneschi di tipo magnum
determina l'aumento di velocit e di presisoni di esercizio, preferibile valutare
preventivamente, con esterma attenzione, la reale utilit del loro utilizzo !!

Concludiamo la nostra analisi soffermandoci su alcuni dati relativi alle palle da 220 grs. di peso.
Per chi impiega il calibro in commento in ambito venatorio, con le palle da 220grs. del tipo
semiblindato a punta accuminata qualsiasi cacciatore che intenda dare la caccia a selvaggina di
grossa mole pu ottenere una munizione molto efficiente !! In ordine a questo aspetto si rammenta a
tutti che la palla semiblindata a punta tonda da 220grs. rappresenta un'ottima alternativa alla palla
"classica" da 180grs. di peso (semiblindata a punta tonda o accuminata), specie contro animali di
grossa taglia e/o a pelle robusta. Per le polveri di produzione Vihtavuori si consiglia l'impiego
generalizzato della N-160, una polvere molto adatta per le cartucce magnum quando si impiegano
palle pesanti. Inoltre, impiegando la palle di morfologia corretta come la Sierra "Matchking"
HPBT da 220grs., il calibro in commento pu continuare a mostrare tutto il suo elevato potenziale
per quanto attiene il tiro di precisione, specie se si ha la necessit di limitare gli effetti del vento o se
si vuole massimizzare la conservazione di velocit. a distanze elevate (oltre i 500 m) !! Si
raccomanda di usare SEMPRE inneschi di tipo Large Rifle Standard !!


palla da 210 - 220grs. semiblindata a punta molle, con puntale in policarbonato o a punta
aperta, varie morfologie (O.A.L. tipico 77,10 mm )

Polvere (tipo) Dose (grs.)
IMR-3031 35,0 (min.) - 37,5 (MAX)
IMR-4895 38,0 (min.) - 40,5 (MAX)
IMR-4064 40,0 (min.) - 43,5 (MAX)
IMR-4320 40,0 (min.) - 46,0 (MAX)
IMR-4350 45,0 (min.) - 49,5 (MAX)
IMR-4831 51,0 (min.) - 54,5 (MAX)
WW-760 40,0 (min.) - 47,5 (MAX)
N-140 36,0 (min.) - 41,0 (MAX)
N-540 37,0 (min.) - 42,5 (MAX)
N-150 38,0 (min.) - 44,0 (MAX)
N-550 41,0 (min.) - 47,0 (MAX)
N-160 40,0 (min.) - 51,0 (MAX)


NOTE TECNICHE (1) - secondo talune fonti bibliografiche, il calibro in questione dovrebbe
impiegare costantemente inneschi di tipo magnum. Questa opzione, anche se utile per certi
aspetti, in realt deve SEMPRE essere valutata MOLTO attentamente PRIMA di essere
applicata !! Il ricorso ad inneschi di tipo magnum potrebbe essere utile in climi molto freddi
con ricariche basate su palle pesanti e dosi di polvere massime, o quasi massime, allo scopo di
ottenere una combustione ottimale. Viceversa, in climi molto caldi, il ricorso ad inneschi di
tipo magnum potrebbe determinare l'insorgere di picchi pressori molto pericolosi per arma
e/o tiratori. Per questo motivo, dal momento che l'impiego di inneschi di tipo magnum
determina l'aumento di velocit e di presisoni di esercizio, preferibile valutare
preventivamente, con esterma attenzione, la reale utilit del loro utilizzo !!

NOTE TECNICHE (2) - talune fonti bibliografiche indicano una dose di vihtavuori N-110
compresa tra 19,0 e 21,0grs. per assemblare una ricarica per il tiro ridotto con una palla da
165grs. di peso. Si raccomanda la MASSIMA prudenza, stante il fatto che l'assemblaggio di
questo tipo di ricarica pu essere ESTREMAMENTE pericoloso se fatto impropriamente, e
che comunque va sconsigliato ai soggetti meno esperti. Agite sempre con la MASSIMA
prudenza e tenete d'occhio eventuali segni di sovrapressione !!


ATTENZIONE !!

NON EFFETTUATE MAI, PER NESSUNA RAGIONE, RICARICHE CON DOSI DI
POLVERE ECCESSIVAMENTE INFERIORI A QUANTO ELENCATO IN QUESTE
TABELLE, O POTREBBERO INSORGERE PROBLEMI DI COMBUSTIONE ANOMALA
ESTREMAMENTE PERICOLOSI PER ARMA E TIRATORE !!


TAVOLA DI RICONOSCIMENTO DELLE MUNIZIONI ORIGINALI PER IL
FUCILE MODELLO SVD CALIBRO 7,62X54 R

Tipo Cp Tb Peso V
D giallo BT 185 830
LPS bianco-argento BT 149 865
T-46 T verde PB 149 865
B-32 API nero-rosso BT 155 865
BS-40 API nero-rosso PB 188 805
BZT API-T viola-rosso PB 142 875


LEGENDA

- Tipo = indica il modello di munizione
- Cp = indica il colore della punta (se presente)
- Tb = indica il tipo della base, se piana o rastremata
- Peso = indica il peso della palla in grani (1 grano = 0,0648 grammi)
- V = velocit alla bocca in m/s usando il fucile SVD
- T = tracciante
- API = perforante-incendiario
- API-T = perforante-incendiario-tracciante
- BT = proiettile a base rastremata
- PB = proiettile a base piana
- (D) = denominazione russa del proiettile di tipo pesante, specifico per i tiri a lunga distanza
- (LPS) = denominazione russa del proiettile leggero, specifico per i tiri a breve distanza


Cos come avviene per la ricarica di TUTTE le munizioni, anche per il 7,62x54R vanno rispettati i
seguenti principi fondamentali :


- usare SOLO bossoli di buona qualit di cui conoscete la provenienza
- usare SOLO propellenti di buona qualit di cui conoscete le dosi in relazione al tipo di palla che
volete impiegare
- usare SOLO palle per impiego venatorio di comprovata qualit
- usare SOLO matrici del calibro adatto e (possibilmente) della qualit pi ELEVATA possibile

Particolare CURA va esercitata in riferimento al bossolo (N.B. che come avviene per TUTTE le
cartucce il "cuore" della ricarica !!), dal momento che sar necessario :

- accertarsi di avere una sede dell'innesco perfettamente ortogonale (intervenendo, se necessario,
con l'apposita fresa manuale)
- pulire la sede dell'innesco ad ogni ricarica con l'apposito utensile
- elminare le eventuali imperfezioni presenti dentro il foro di vampa con l'apposito utensile (N.B.
una SOLA volta in tutta la vita operativa del bossolo !!)
- accertarsi che il colletto sia perfettamente ortogonale
- accertarsi che all'interno del bossolo NON sussistano estroflessioni nella giunzione tra spalla e
colletto
- impiegare COMUNEMENTE matrici di ricalibratura TOTALE onde massimizzare la facilit di
alimentazione della cartuccia e di estrazione del bossolo di risulta
- impiegare matrici di ricalibratura che "lavorano" SOLO sul colletto (N.B. serve per ottimizzare
la precisione della cartuccia !!) tutte le volte che necessario (N.B. cio quando il colletto ha
subito delle GRAVI deformazioni e deve essere ripristinata la sua ortogonalit rispetto al
resto del bossolo) e solo DOPO avere effettuato l'operazione di ricalibratura TOTALE del bossolo

Va segnalato che il calibro in commento normalmente camerato per armi a ripetizione ordinaria
(bolt-action rifles), per cui normalmente cui la crimpatura NON necessaria. L'unico problema che
il cacciatore / ricaricatore potrebbe incontrare, quello di ottimizzare la lunghezza
COMPLESSIVA della propria cartuccia in riferimento alla propria arma. il principio da seguire
quello di realizzare cartucce che abbiano una lunghezza totale PROSSIMA a quella della larghezza
del serbatoio della propria arma. Per ulteriori chiarimenti su questo aspetto si rimanda il lettore
all'apposita pagina presente in questo sito, relativa all'ottimizzazione della ricarica per le munizioni
per arma lunga.

ATTENZIONE !!

NONOSTANTE LA PUBBLICITA' FATTA DA MOLTI IDIOTI, SI PREGA DI NON
ASSEMBLARE PER NESSUNA RAGIONE CARICAMENTI DI TIPO COMPRESSO NE,
A MAGGIOR RAGIONE, CARICAMENTI IN DOSI ECCESSIVAMENTE SUPERIORI A
QUANTO RIPORTATO IN QUESTA SEDE. SI TRATTA DI UNA PRATICA
ESTREMAMENTE PERICOLOSA CHE POTREBBE GENERARE SOVRAPRESSIONI
DEVASTANTI PER ARMA E TIRATORE !!


Seppur pi raramente, esistono in commercio anche fucili semiautomatici (autoloader rifles)
camerati in 7,62x54R, primo fra tutti il famosissimo SVD-Dragunov (tanto ricercato dai
collezionisti italiani nella sua versione originale) o l'FPK, cio la sua "...copia carbone..." prodotta
in Romania (anche'esso molto ricercato dai collezionisti italiani e non solo) e, qualora dovessero
insorgere problemi particolari durante l'impiego di dette armi (N.B. dovute alla cattiva
combustione della polvere !!), possibile risolverli semplicemente effettuando la crimpatura del
colletto tramite l'ausilio di specifiche matrici come la Matrice per la Crimpatura Industriale
(factory crimp die) prodotta dall'americana LEE (N.B. in questo caso si tratta di un prodotto
"fuoriserie" che deve essere esplicitamente richiesto alla casa produttrice e richiede l'esborso
di un prezzo maggiorato rispetto al normale !!). Il problema talvolta legato all'impiego delle armi
semiautomatiche rappresentato dal fatto che le loro dimensioni interne (N.B. segnatamente le
dimensioni del serbatoio) non consentono l'impiego di cartucce con le dimensioni (complessive)
riportate sui manuali di ricarica, per cui si costretti ad impiegare cartucce un po' pi corte del
normale (N.B. il riferimento a qualche decimo di mm !!). Con le palle pi lunghe (cio quelle
pi pesanti), questo aspetto potrebbe rappresentare un problema. Se la cartuccia un po' pi corta
del normale, la combustione avviene in maniera anomala, perch la pressione non cresce in maniera
uniforme prima che la palla abbandoni il bossolo. Per risolvere questo problema conveniente
impiegare le matrici per la crimpatura citate in precedenza. Detto questo, va ricordato che la quasi
totalit delle munizioni commerciali destinate ad impieghi venatori presentano una palla trattenuta
in sede da una crimpatura netta e precisa. Il motivo va ricercato nel fatto che non potendo i
produttori di munizioni realizzare cartucce ottimizzate per ogni singola arma, preferiscono
realizzare cartucce di qualche decimo di mm pi corte del normale sulle quale applicare delle decise
crimpature. In questo modo i produttori di munizioni ottengono due importantissimi risultati:


- sono certi che le loro cartucce verranno camerate in QUALSIASI arma (N.B. perch essendo pi
corte del normale le cartucce entreranno ovunque !!)
- sono certi di avere una combustione uniforme in QUALSIASI arma (N.B. perch avendo la
crimpatura la pressione crescer in maniera UNIFORME prima che la palla lasci il bossolo
!!)


Sono queste le ragioni per cui solitamente (N.B. al poligono o sui manuali di ricarica !!) si dice
che "...le cartucce da caccia sono pi corte di quelle da tiro...". Il motivo che mentre per le
cartucce da caccia la pressione cresce uniformemente a causa della presenza della crimpatura, in
quelle da tiro lo stesso risultato si otterr facendo avvicinare il pi possibile la palla all'inizio di
rigatura. E' chiaro che si tratta di considerazioni generali, poich nella realt ogni arma fa storia se.



ATTENZIONE !!

TUTTE LE VOLTE CHE VENGONO IMPIEGATE LE MATRICI PER LA CRIMPAURA DEL
BOSSOLO, E' CONSIGLIABILE NON ESAGERARE MAI CON IL LIVELLO DI
CRIMPATURA APPLICATO (CIOE' CON LA FORZA APPLICATA ALLA LEVA DELLA
PRESSA)!!



In linea di massima, con canne di lunghezza ordinaria (610 mm) le velocit oscillano tra i 930 m/s
(con le palle pi leggere) ed i 780 m/s (con le palle pi pesanti).


Sezione 1 - questioni tecniche sul calibro 7,62x54mm R : cosa comprare e come comprare nel
mercato delle ex-ordinanza



Prima di acquistare un'arma ex ordinanza meglio avere ben chiaro lo scopo per il quale si desidera
fare questo tipo di acquisto. Premesso che prima di acquisatre un'arma di questo genere occorre
SEMPRE documentarsi in profondit, leggendo quanti pi libri possibile (onde evitare poi
spiacevoli inconvenienti o cocenti delusioni !!), bisogna sempre avere chiaro in mente SE si
persegue maggiormente una finalit ludica, oppure SE si maggiormente interessati a scopi "...di
carattere pi operativo..."!! In altre parole, chi ha un mero interesse collezionistico DEVE
accertarsi circa l'effettiva originalit del pezzo e, subordinatamente, deve privilegiare l'aspetto
estetico. Ad esempio, girando tra le varie armerie italiane alla ricerca di armi ex-ordinanza pi rare,
NON affatto RARO imbattersi in armi parzialmente ricostruite o riassemblate. In alcuni casi
possibile trovare addirittura armi ricostruite in maniera pressoch totale, vendute per come "...pezzi
del tutto orginali..."!! Sempre per fare altri esempi, c' stato un periodo in cui nelle armerie italiane
circolava un numero elevatissimo di armi con ottica risalenti a prima della seconda guerra
mondiale, che in realt erano quasi sempre falsi, oppure ci sono luoghi in cui vengono venduti come
"...nuovi d'arsenale..." fucili rimessi "...brutalmente a nuovo..." per il SOLO scopo di (incassare
denaro e di ) soddisfare le richieste di un mecato che sembra sempre in continua crescita (N.B.
putroppo crescendo il mercato cresce anche la disonest di certi armieri !!). Diversamente da
quanto appena esposto, chi intende partecipare alle gare per armi ex-ordinanza DEVE controllare
aspetti tecnici di primaria importanza come :


- lo stato generale della rigatura
- la profondit delle rigature
- la colorazione della canna (N.B. per chi non lo sapesse, le differenze di colorazione nell'anima
della canna sono SPESSO indice di differenze del diametro interno dell'anima o, nella
migliore delle ipotesi, del fatto che la canna stata usata per lungo tempo SENZA essere
pulita !!)
- le tolleranze dei sistemi di chiusura


Solo dopo avere fatto queste verifiche si potr passare alla verifica funzionale e, subito dopo, alla
prova a fuoco al poligono. In altre parole, chi intende acquistare un'arma ex-ordinanza per poter
partecipare alle gare dedicate a questa famiglia di armi DEVE lasciare per ultimo l'aspetto estetico.
E' vero che l'estetica importante e che anche l'occhio vuole la sua parte, ma eventuali ritocchi o
restauri particolari vanno sempre posticipati ( e mai anteposti!!) rispetto alla valutazione di fattori
come la precisione intrinseca ed il profilo funzionale dell'arma !!



ATTENZIONE!!

SOLITAMENTE TUTTE LE VERIFICHE DELINEATE IN PRECEDENZA DOVREBBERO
ESSERE GIA' STATE ESEGUITE DALL'ARMAIOLO CHE VI VENDERA' L'ARMA.
PUTROPPO NON TUTTI SONO ONESTI, PER CUI, ONDE EVITARE DI ANDARE
INCONTRO A SPIACEVOLI DELUSIONI, DOVETE PRETENDERE CHE CERTE VERIFICHE
VENGANO EFFETTIVAMENTE ESEGUITE. PONETE POI PARTICOLARE ATTENZIONE
ALLE VENDITE TRA PRIVATI, DOVE SPESSO SI VERIFICA LA POSSIBILITA' CHE
QUALCUNO TENTI DI RIFILARE IL CLASSICO BIDONE AI SOGGETTI PIU' INESPERTI !!


Sezione 2- questioni tecniche sul calibro 7,62x54mm R: note sulle verifiche preliminari da
effettuare sulle armi di vecchia fattura


Per insopprimibili motivi di sicurezza, chiunque intenda sparare con un'arma in 7,62x54R
originale DEVE farla ispezionare accuratamente da un armaiolo COMPETENTE prima di
ogni altra cosa. In particolare necessario accertarsi :


- delle condizioni della volata
- delle condizioni della culatta
- dello stato della camera di cartuccia
- dello stato della rigatura
- dell'entit della luce di cameratura


Particolare attenzione DEVE essere posta sulla luce di cameratura, o luce di battuta (headspace),
che non deve mai essere troppo piccola (ne potrebbero derivare sovrapressioni) o troppo grande (ne
potrebbero derivare rotture premature dei bossoli). Tramite l'ausilio delle dime di massimo e
minimo (Go / no Go gauges), l'armaiolo potr stabilire se il valore della luce di cameratura
corretto e potr, se del caso, apportare i necessari correttivi (N.B. necessari per rendere la vostra
arma sicura !!). Solo dopo che l'armaiolo si sar accertato delle perfette condizioni della vostra
arma potrete recarvi al poligono di tiro pi vicino.


ATTENZIONE!!

NON USATE MAI UNA QUALSIASI ARMA DI VECCHIA FATTURA (E / O DI ORIGINE
NON NOTA) SENZA AVERLA PRIMA FATTO ESAMINARE DA UN ARMAIOLO
COMPETENTE!!


Sezione 3 - questioni tecniche sul calibro 7,6x54mm R: note sul possibile impiego venatorio
della cartuccia calibro 7,62x54R in armi di produzione moderna


Contrariamente a quanto possono pensare molte persone, il calibro oggetto delle presenti note pu
essere impiegato per scopi venatori con ampie soddisfazioni. Tanto per fare un esempio, nella
penisola scandinava impiegato fin dal finire del secondo conflitto mondiale per la caccia all'alce
con ottimi rsultati (N.B. sia nella sua forma reale, sia sottoforma di "clone legale", cio come
7,62x53R finlandese), motivo per cui il 7,62x54R pu essere impiegato in tutta tranquillit dal
cacciatore nostrano impeganto in battute di caccia al cervo. Chiaramente, chi decide di effettuare
una scelta del genere DEVE ricaricare selezionando con oculatezza il peso di palla e la relativa
tipologia. In altre parole, non ha senso andare a caccia impiegando la stessa ricarica che si usa
al poligono per il tiro ai bersagli cartacei !! Le palle pi indicate sono quelle semiblindate a punta
molle con profilo accuminato (soft-point) od arrotondato (round-nose), da scegliersi, ovviamente,
a seconda delle esigenze specifiche del cacciatore. L'ampia disponibilit di palle da 7,82mm di
diametro (.308") rende molto semplice la scelta da parte di chi ne fosse interessato. Per non fare
errori, premesso che sempre meglio chiedere al proprio armiere di fiducia, sar sufficiente
ricordare due semplici particolari :


- scegliere sempre un prodotto realizzato da un'azienda di conclamata qualit, sia essa europea
(Lapua, RWS, Norma, Hirtenberger, etc.) o extraeuropea (Sierra, Hornady, Nosler, Speer, A-
Frame, etc.)
- scegliere sempre un prodoto in base alla propria esigenza specifica, perch quello che va bene ad
una certa persona potrebbe non andare bene per voi, e viceversa (N.B. ad esempio se dovete
sparare a lunga distanza dovete scegliere una palla semiblindata con punta accuminata e base
rastremata, mentre se dovete sparare nello "sporco" allora meglio scegliere una palla con
punta tonda e base piana, e cos via)


Sezione 4 - questioni tecniche sul calibro 7,62x54mm R: note sulla necessit di accuratizzare
un'arma moderna in calibro 7,62x54R


Tra gli appassionati del tiro con le armi della categoria ex-ordinanza, da sempre in atto una
discussione tra i sostenitori ed i detrattori della necessit dell'accuratizzazione delle vecchie armi in
calibro 7,62x54R (N.B. pi precisamente andrebbe detto che si tratta di una discussione che
riguarda qualsiasi tipo di arma ex-ordinanza in qualsiasi calibro). Da un lato ci sono i c.d
"puristi", che si rifiutano di modificare "...un pezzo di storia..." nella maniera pi assoluta.
Dall'altro, ci sono i c.d. "perfezionisti", i quali modificano le armi fino a dove il regolamento
permette e, spesso e volentieri, anche oltre!! Il GRURIFRASCA non vuole prendere assolutamente
le difese di una o dell'altra parte, dal momento che NON interessato in nessun modo questa
discussione ma anzi ne totalmente estraneo. Quello che importante sottolineare in questa sede
che l'unica cosa da non dimenticare la sicurezza, per cui chiunque voglia impiegare un'arma della
categoria ex-ordinanza DEVE accertarsi di utilizzare un'arma che sia sicura per se e per tutti quelli
che si trovano accanto. Parlando di accuratizzazione delle armi in calibro 7,62x54R, va detto che
sono sempre pi spesso i Dragunov ad essere oggetto di interventi mirati da parte dei relativi
possessori (N.B. per quanto concerne invece i Moisin-Nagant, si assite invece ad una sorta di
disinteresse per quanto attiene simili interventi !!). Accade sempre con maggior frequenza di
vedere che i possessori dei vari Dragunov (ma anche degli FPK romeni) non solo "...passano notti
insonni per elaborare la ricarica perfetta...", ma si danno anche da fare per intervenire sulla
meccanica dell'arma in maniera da migliorarne sensibilmente le prestazioni. Questo consentir loro
"...di fare un figurone..." alla prossima gara per armi ex-ordinanza, anche se spesso questi interventi
vanno ben al di l di quanto consentito dal regolamento di gara !! L'intervento pi gettonato senza
dubbio quello relativo alla diminuzione del peso dello scatto. Il Dragunov e tutti i suoi derivati
hanno un peso di scatto abbastanza alto, e che comunque non consente di sfruttare tutta la
precisione di cui l'arma sarebbe capace. Per questo motivo, molti possessori di Dragunov si
improvisano "...esperti del far da se..." ed intervengono in maniera sconsiderata sullo scatto
dell'arma, causando spesso danni irreparabili!! Il problema sta nel fatto che NON bisogna
intervenire nella maniera pi assoluta sui piani di riscontro dello scatto, e nemmeno eliminando la
precorsa, ma SOLO sulla molla del cane (N.B. si tratta della molla di filo intrecciato simile a
quella presente sui Kalashnikov). Ovviamente si tratta di un intervento che DEVE essere eseguito
SOLO da un tecnico specializzato, e non da una persona qualsiasi. Ad ogni modo, se un intervento
del genere eseguito un armaiolo specializzato possibile ottenere un peso di scatto inferiore a 1
Kg, il che consente "...di spremere la precisione dell'arma..." in maniera alquanto approfondita. Se
poi si aggiunge l'impiego di una ricarica ad hoc elaborata dal possessore dell'arma possibile
ottenere risultati di tutto rispetto. Un'arma affine al Dragunov che sempre pi spesso si vede nelle
diverse Sezioni del TSN e che frequentemente risulta oggetto di interventi di accuratizzazione,
spesso molto profondi, il Tigr. Si tratta di una sorta di "...copia carbone..." del Dragunov,
caratterizzata da una struttura molto interessante e da un prezzo molto pi appetibile per le tasche di
parecchi tiratori. Quelle che seguono sono le caratteristiche tecniche principali del Tigr.



- PRODUTTORE = Izmash, 3 Proedz Deryabina, 426006, Izevsk, Russia (sito internet :
izmash.udm.ru/izmash.html)
- MODELLO = Tigr
- CALIBRO = 7,62x54R
- MECCANICA = apertura a ricupero di gas (sistema di trasmissione indiretto). Chiusura con
otturatore a testina rotante
- CANNA = da 570mm con 4 principi destrorsi di tipo costante con passo di 1 giro in 240mm (1
giro in 9,5"). Diametro di foratura 7,87mm (.310")
- LUNGHEZZA = 1120mm
- PESO = 3800 grammi
- ALIMENTAZIONE = caricatore prismatico amovibile da 5 o da 10 colpi
- SICURA = manuale, a leva, sul lato destro della carcassa. Automatica alla catena di scatto
- CALCIATURA = in polimeri di colore nero con poggiaguancia regolabile.
- MIRE = tacca di mira regolabile a cursore. Mirino a palo protetto da tunnel, regolabile in altezza
e deriva. Ottica originale PSO-1 da 4 ingrandimenti
- ACCESSORI = kit di pulizia. Caricatore di riserva da 5 colpi. Caricatore aggiuntivo da 10 colpi.
Lampadine di ricambio per il reticolo illuminabile del cannocchiale di puntamento. Filtri per il
cannocchiale di puntamento. Calciatura in legno con calcio antirinculo ventilato. Disponibile con
sistema di regolazione della presa di gas



L'unico difetto del Tigr, al pari del Dragunov e dei suoi derivati, quello del sistema di mira.
Pretendere di "...fare rosate strette..." a 200 o 300m con le sole mire metalliche abbastanza
irrealistico!! Analogamente, pretendere di ottenere rosate strette con i soli 4 ingrandimenti
dell'ottica originale alquanto irrealistico. Per questo motivo, ci sono sempre pi possessori di Tigr
(ma anche di Dragunov) che sostituiscono l'ottica orginale con una dotata di un maggior numero di
ingrandimenti. Deve essere ricordato che sussistono dei problemi pratici dovuti all'attacco
particolare dell'ottica del Tigr (per altro simile a quello del Dragunov), il quale fissato sul lato
sinistro del castello dell'arma, motivo per cui l'applicazione di un'ottica DIVERSA dall'originale
un'operazione che DEVE essere fatta da un tecnico specializzato. Chi ha la possibilit di usare un
Tigr (oppure un Dragunov) con uno scatto alleggerito (N.B. ad esempio a 800 - 900grammi) ed
un'ottica con un superiore numero di ingrandimenti (ad esempio un semplice 8x oppure un variabile
da 3 - 9x) al poligono potr ottenere dei risultati che, in termini di precisione, faranno invidia alle
armi pi blasonate (e pi costose). Per fare questo necessario :

- possere la corretta tecnica di tiro
- usare polveri corrette per velocit di combustione (N.B. polveri troppo lente a bruciare vi
creeranno solo dei problemi a causa della pressione di spillatura non corretta!! Usate polveri con
velocit di combustione intermedia come VV N-140, Norma 202, Hodgdon BL-C2, WW-748, IMR
4064 o 4320)
- usare palle di peso, forma e diametro corretto

Un'ultima nota per ottenere risultati da fare invidia agli altri tiratori usando un Tigr (oppure con un
Dragunov) riguarda le palle impiegate per realizzare le proprie ricariche. Dal momento che il Tigr,
come tutte le armi russe, ha la canna forata a 7,87mm (.310"), NECESSARIO usare palle di
diametro adeguato. In altri termini, irrealistico pensare di ottenere rosate strette con le comuni
palle da 7,82mm di diametro (.308"). Si consiglia, a tale scopo di impiegare la palla da 174grs. di
peso (11,3 GRAMMI) realizzata dalla Hornady (N.B. il numero 3131 sul catalogo della
Hornady). Trattasi di una palla in conformazione FMJ-SN / BT, caratterizzata da un coefficente
balistico elevato (0,470), forte capacit di resistenza al vento ed elevata precisione. In alternativa,
possibile impiegare la bellissima palla Sierra "Matchking", da 175grs., specifica per il tiro ai
bersagli cartacei (HPBT). Si tratta di una palla con elevato coefficiente balistico (0,499), che
costituisce l'unica "...alternativa seria..." alla palla di produzione Hornady citata in precedenza.
Chiedete maggiori informazioni al vostro armiere di fiducia se vi interessa il tiro di precisione con il
7,62x54R e se volete saperne di pi su queste palle!! Allo stato attuale sul mercato possibile
reperire con facilit il c.d. "SVD cinese" prodotto dalla Norinco, che secondo alcuni costituisce una
valida alternativa al Tigr o al Dragunov originale. I caratteri fondamentali dell'arma di produzione
cinese sono le seguenti :

- canna forata a .309", cosa che consente di impiegare senza problemi le comuni palle da .308"
- diametro del foro della presa di gas di circa 3mm (N.B. nel Tigr di circa 2,7mm)
- arretramento dell'otturatore molto rapido (N.B. nel Tigr molto pi lento)


I bossoli di risulta (spent cases) del Norinco DIFFERISCONO da quelli del Tigr per i seguenti
aspetti :


- deformazioni del corpo del bossolo pressoch nulle (N.B. nel Tigr il colletto del bossolo ha una
deformazione anulare causata da una fresatura presente nella camera di cartuccia, fatta dal
produttore per distinguere i bosoli di risulta delle armi civili da quelli del Dragunov)
- ammaccatura sul fondello causata dall'estrattore
- affumicatura del colletto elevata


ATTENZIONE !!

CI SONO DELLE DISCUSSIONI SULLA MODALITA' DI REGOLAZIONE DELLA PRESA DI
GAS DEL TIGR. IL PRODUTTORE AFFERMA CHE VADA REGOLATA (normalmente)
SULLA POSIZIONE "UNO" (1) MA QUESTO E' CRITICATO DA ALCUNI TIRATORI,
SECONDO I QUALI L'ARMA NON FUNZIONA PIU' IN MODALITA' SEMIAUTOMATICA
ED E' INCLINE A MALFUNZIONAMENTI, MOTIVO PER CUI IL SELETTORE ANDREBBE
SPOSTATO SULLA POSIZIONE "DUE" (2) .


ATTENZIONE !!

CI SONO DELLE DISCUSSIONI SULLA FRESATURA PRESENTE DENTRO ALLA
CAMERA DI CARTUCCIA DEL TIGR PERCHE' SI RITIENE CHE POSSA DEFORMARE IL
BOSSOLO IN MANIERA TALE DA LIMITARNE LA VITA OPERATIVA. IL PRODUTTORE
AFFERMA CHE CIO' SERVA PER RICONOSCERE I BOSSOLI DI RISULTA
PROVENIENTI DA ARMI CIVILI E CHE CIO' NON INFLUISCA MINIMAMENTE SULLA
VITA OPERATIVA DEL BOSSOLO, MA NON TUTTI SONO DI QUESTO PARERE !!


Sezione 5 - Questioni tecniche sul calibro 7,62x54R: note sulle operazioni di inserimento e
crimpatura della palla


Una questione tecnica peculiare relativa al calibro in commento, cos come a molti altri calibri per
fucile (N.B. per le armi corte si veda la sezione e loro dedicata), quella relativa alla necessit vera
o presunta di applicare una crimpatura (crimp) in sede di assemblaggio della munizione. In linea di
massima, va detto che il calibro in commento camerato per armi a ripetizione ordinaria (bolt-
action rifles), per cui normalmente cui la crimpatura NON necessaria. L'unico dettaglio tecnico
che l'appassionato deve attentamente considerare nella ricarica del calibro in commento, quello di
OTTIMIZZARE la lunghezza complessiva (C.O.A.L.) della PROPRIA cartuccia in riferimento alla
PROPRIA arma. Il principio da seguire quello di assemblare cartucce che abbiano una
lunghezza totale PROSSIMA a quella della larghezza del serbatoio della propria arma. Il
corollario a questo principio che si devono crimpare le palle per impieghi venatori e non si
devono crimpare le palle per il tiro ai bersagli cartacei , ricordandosi SEMPRE che la cartuccia
DEVE comunque essere "...il pi lunga possibile..." perch pi lunga MENO spazio deve
percorrere la palla prima di impegnare (correttamente !!) la rigatura. Meno spazio la palla percorre
prima di impegnare la rigatura e pi il binomio arma - cartuccia risulter essere preciso sul
bersaglio!! Naturalmente, in teoria le cose sono molto semplici e paiono sempre funzionare.
Putroppo, nella pratica possono sorgere dei problemi imprevisti!! Cosa si deve fare se il serbatoio
della PROPRIA arma non consente di realizzare una cartuccia "...il pi lunga possibile..." ?
Cosa bisogna fare se nonostante i vari tentativi di assemblaggio, rimangono sempre dei vistosi
residui di combustione ? Cosa si pu fare se la precisione risulta pessima con qualsiasi
dosaggio di polvere ? Per risolvere questi problemi, se usate il calibro in commento per scopi
venatori, preferibile acquistare palle dotate di solco di crimpatura in modo da semplificare
l'operazione di ricarica globalmente considerata. Effettuate poi l'operazione di crimpatura in due
fasi separate, vale a dire inserimento della palla e crimpatura, onde NON deformare il colletto, la
palla od entrambi (N.B. sono tutti errori che pregiudicano la precisione di tiro ed il corretto
funzionamento della palla sul bersaglio !!). sfruttando la presenza del solco di crimpatura sulla
palla (cannelure), l'operazione di crimpatura risulter semplicifata di molto. In ogni caso, meglio
NON esagerare mai con la piega imposta al bordo superiore del colletto !! Se vi interessa
ottimizzare oltremodo la combustione del propellente quando effettuate la crimpatura, una
soluzione molto intelligente quella di usare una matrice specifica come la Matrice per la
Crimpatura Industriale (factory crimp die) prodotta dall'americana LEE, comodamente
disponibile su tutto il territorio nazionale. Ci detto, se usate il calibro oggetto delle presenti note
per il tiro ai bersagli cartacei, la questione diventa un po' pi complicata, specie se lo usate con
fucili da caccia di tipo semiautomatico (semiautomatic rifles). Infatti, spesso capita che le armi
semiautomatiche abbiano le dimensioni del serbatoio che non consentono l'impiego di cartucce con
le dimensioni complessive desiderate dal cacciatore / ricaricatore. A volte pu capitare che non sia
possibile usare nemmeno cartucce assemblate con le dimensioni riportate sui manuali di ricarica,
per cui si costretti ad impiegare cartucce un po' pi corte del normale (N.B. il riferimento a
qualche decimo di mm !!). Normalmente, con le palle pi leggere (cio con quelle pi corte),
questo problema non sussiste. Se per si ha la necessit di usare le palle pi lunghe (N.B. cosa che
ai cacciatori potrebbe capitare di frequente !!), allora questo problema potrebbe diventare
rilevante, perch essendo costretti ad usare una cartuccia un po' pi corta del normale, la
combustione avviene in maniera anomala, la pressione non cresce in maniera uniforme prima che la
palla abbandoni il bossolo e la precisione risulter scarsa !!. Per risolvere questo problema
conveniente agire come segue :


- verificate se realmente la vostra arma DEVE impiegare cartucce pi corte del normale (N.B. se
cos non fosse usate le misure riportate su qualsisi manuale di ricarica senza problemi !!)
- se realmente la vostra arma DEVE impiegare cartucce pi corte del normale, acquistate palle gi
dotate di solco di crimpatura e ricordatevi di effettuare la crimpatura (N.B. in due operazioni
separate onde evitare problemi !!) prima di ultimare la fase di assemblaggio
- se realmente dovete effettuare la crimpatura, NON esercitate mai una pressione eccessiva aulla
leva della pressa onde NON deformare la struttura del proiettile


A titolo di chiarimento, in riferimento che alla dicotomia tra fucile semiautomatico (semi-auto
rifle) e fucile a ripetizione ordinaria (bolt-action rifle), va precisato che :

- in linea di massima le ricariche destinate alle armi a ripetizione ordinaria non richiedono la
crimpatura ma ci non sempre necessariamente vero (N.B. dovete verificarlo di persona con la
VOSTRA arma !!)
- in linea di massima le ricariche destinate alle armi semiautomatiche potrebbero necessitare di
una crimpatura ma ci non sempre necessariamente vero (N.B. gran parte dei fucili
semiautomatici funzionano perfettamente senza usare munizioni crimpate, per cui dovete
verificare di persona con la VOSTRA arma SE avete o meno la necessit di crimpare le
VOSTRE munizioni !!)


A tutto questo DEVE poi aggiungersi che l'applicazione o la non applicazione della corretta
crimpatura va SEMPRE collegata con la regola aurea per cui la palla DEVE trovarsi a non meno di
0,25mm ed a non pi di 0,80mm dall'inizio di rigatura (N.B. questo in generale, poich ci sono
armi che sparano con assoluta precisione con la palla a contatto pieno con l'inizio di rigatura
cos come ve ne sono altre che fanno la stessa cosa con la palla a oltre 0,80mm di distanza
dall'inizio di rigatura !!). In ultima analisi se vero che in questa materia dovete regolarvi
leggendo quanto esposto sui diversi manauli di ricarica, altrettanto vero che dopo esservi formati
"...una solida cultura di base..." dovere verificare COSA va esattamente bene per la VOSTRA arma
!!

Sezione 6 - Questioni tecniche sul calibro 7,62x54R: tavola sinottica per il calcolo
approssimato delle differenze di velocit

Dal momento che esistono in commercio sia armi con canne da 610mm, sia armi con canne da
660mm, il cacciatore che ricarica personalmente le proprie munizioni potrebbe chiedersi che
differenza ci sia, in termini di velocit, tra armi con lunghezza di canna differente pur impiegando la
stessa dose di ricarica. E' chiaro che i cacciatori pi volenterosi si saranno gi dotati di un
cronografo per risolvere questo problema, tuttavia, non tutti possono o vogliono acquistare un
simile strumento. Per questo motivo, pubblichiamo una semplice tabella che consente di fare un
calcolo approssimato del guadagno (o della perdita) di velocit che subisce una munizione al variare
della lunghezza di canna.


V
L
305 455 610 760 915 1065 1220
25 5 10 15 20 25 30 35
50 10 20 30 40 50 60 70
75 15 30 45 60 75 90 105
100 20 40 60 80 100 120 140
125 25 50 75 100 125 150 175
150 30 60 90 120 150 180 210
175 35 70 105 140 175 210 245


LEGENDA


V = classe di velocit espressa per gruppi omogenei di velocit alla bocca, cio fino a 305m/s,
fino a 455 m/s e cos via. Ogni gruppo ha un'approssimazione di +/- 5 m/s
L = lunghezza approsimativa della canna espessa in mm. Ogni casella esprime una differenza
approssimata dalla misura in pollici, cio 1 pollice 25mm, 2 pollici 50mm e cos via.


L'impiego pratico di questa tabella piuttosto intuitivo. In altre parole, sufficiente incrociare i dati
della prima riga con quelli della prima colonna. Ad esempio, se con una canna da 660mm (26") la
ricarica personalizzata (o la munizione commerciale) ha una velocit alla bocca di 750 m/s,
sparando con una canna da 610mm (24") la ricarica avr una velocit alla bocca stimata in circa 710
m/s. Quindi, se la canna si accorcia si deve sottrarre, mentre se si allunga si deve aggiungere
l'incremento velocitario derivante dall'incrocio tra riga e colonna. Naturalmente i valori velocitari
derivanti da questa tabella saranno pi o meno approssimati a causa del fatto che la velocit alla
bocca varia in funzione delle condizioni atmosferiche (N.B. e segnatamente al variare di
temperatura presione ed umidit), ma tuttavia saranno pi che sufficienti al cacciatore per avere
un'idea grossolana di come varia la velocit alla bocca delle sue munizioni.



Sezione 7 - Questioni tecniche sul calibro 7,62x54R: rapporti tra la cartuccia calibro 7,62x54R
sovietica e la cartuccia calibro 7,62x53R finlandese


Dal momento che in Finlandia la cartuccia calibro 7,62x54R non legalmente detenibile dai
comuni cittadini, questa stessa munizione stata utilzzata come punto di partenza per creare un'altra
munizione denominata 7,62 x 53R. Queste due munizioni sono esteriormente molto simili fra di
loro, ma si differenziano per due piccoli particolari :


- il 7,62x54R usa proiettili da 7,92mm (312") di diametro, mentre il 7,62x53R usa palla da 7,82mm
di diametro (.308")
- il 7,62x54R usa bossoli lunghi (circa) 54mm, mentre il 7,62x53R usa bossoli lunghi (circa) 53mm


ATTENZIONE !!

PER NESSUNA RAGIONE SI DEVONO IMPIEGARE LE PALLE CON BLINDATURA
D'ACCIAIO, SPESSO REPERIBILI A LIVELLO DI SURPLUS MILITARE PER IL 7,62X54R
IN UN'ARMA CAMERATA PER IL 7,62X53R, O POTREBBERO DERIVARE DANNI
GRAVISSIMI ALL'ARMA ED AL TIRATORE !!



Sezione 8 - Questioni tecniche sul calibro 7,62x54R: brevi cenni circa i pi importanti
derivati della cartuccia calibro 7,62x54R



Dal momento che la cartuccia calibro 7,62x54R non legalmente detenibile dai comuni cittadini in
molti Paesi europei (N.B. in particolare del Nord-europa), questa stessa munizione stata
utilzzata come punto di partenza per creare altre munizioni, solitamente per impiego venatorio,
detenibili senza limiti di sorta. Il Paese che pi di ogni altro ha generato quese munizioni stato, per
diversi motivi, la Finlandia. Tra queste munizioni vanno senza dubbio ricordate le seguenti :


- 6,3 x 53R
- 7,62 x 53R
- 8,2 x 53R
- 9,3 x 53R


A parte il caso del 7,62x53R (V. voce a se), si tratta di munizioni di fatto introvabili nel nostro
Paese !! Per ulteriori specificazioni si rimanda il lettore intessato alle specifiche voci contenute in
questo sito.