Sei sulla pagina 1di 9

Rapina a colpi di cacciavite: in manette uno dei rapinatori

a pagina sei www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

CRONACA

Pensionato fa arrestare un rapinatore


a pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

marted 5 52 direzione amministrazione redazione: via Mosco 51 tel. 0931 46.21.11 faX 0931 / / 60.006 - puBBlicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco Tel. 0931 46.21.11 - - Fax 0931 / 60.006 0,50 sabato 17 marzo 2013 anno XXVI n. 64 direzione amministrazione eeredazione: via Mosco 51 tel. 0931 46.21.11 - - faX 0931 60.006 - puBBlicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 5151 Tel. 0931 46.21.11Fax 0931/ 60.006 0,50 2012 anno XXV

Quotidiano dELLa provincia di SiracuSa

il tribunale accoglie parzialmente le richieste della difesa

Sequestrati beni per oltre 4 milioni di euro


L

La procura su Salvoldi

cronaca

l 2013 lanno nel quale la Camera del Lavoro di Siracusa celebra il suo Centenario, un appuntamento a cui il gruppo dirigente della struttura Camerale attribuisce una grande rilevanza culturale per il territorio. Per i 100 anni dalla fondazione della Camera del lavoro di Siracusa, si vogliono realizzare una serie di iniziative nell'arco temporale di circa 10 mesi entro cui rimane incardinata la data di anniversario, il 15 marzo. Si vuole offrire un contributo di conoscenza, non solo ai lavoratori ma alla cittadinanza tutta e in specie, alla nuova generazione che non conosce le origini n i valori di riferimento di una Organizzazione nata dalla libera associazione fra persone di tutelare un fondamento della vita: il lavoro.
a pagina cinque

i cento anni della cgil


I

EVENTI

a prima sezione del tribunale penale di Siracusa ha accolto anche se parzialmente la richiesta di sequestro dei beni appartenenti allimprenditore edile siracusano Luigi Salvoldi, noto agli ambienti sportivi per rivestire la carica di presidente dellUs Siracusa. Il provvedimento era stato richiesto dal pubblico ministero Roberto Campisi, titolare dellinchiesta che vede limprenditore siracusano indagato per una serie di reati fiscali. E stato il Gip del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco, a disporre il sequestro dei beni.
a pagin sette

Nuova denuncia di inquinamen-

inquinamento al fiume Ciane di Siracusa

250 auto multate La proteta dei siracusani

Basta andare la mattina presso il comando della polizia municipale

to delle acque da parte dellassociazione Natura Sicula. Stavolta ad essere stato preso di mira il canale Mammaiabica.
a pagina otto

in via del Molo, per osservare quante vetture vengono trasportate l con tanto di ganasce. Ognuno dei multati, deve pagare 44 euro per lo svincolo del mezzo, a ci si aggiunge la sanzione pecuniaria di 41 euro, dovuta allarticolo sette del codice della strada relativo al divieto di sosta. Ci riferiamo alle nuove disposizioni con relativa segnaletica verticale che lordinanza numero 646 del 2012.
A pagina tre

5 Marzo 2013, Marted

di Arturo Messina Molti sono i libri che contengono i tanti, tantissimi, proverbi siciliani, pubblicati da parecchi autori. A prescindere dal Pitr e dallAvolio, che si interessarono di raccogliere grandissima parte dellimmenso patrimonio di tradizioni e di canti della Sicilia, la pi nota raccolta di Proverbi siciliani- ridotti in canzoni fu quella dellabate Santo Rapisarda di Catania dottore in filosofia e Medicina che Cum esset sapientissimus Ecclesiastes, docuit populum et investigans docuit proverbia- Caput. XII,v.9 Giuseppe Brancato Editore 1986. Cos sta scritto alla terza delle 312 pagine del libro, dove i tantissimi proverbi sono spiegati ognuno in unottava di endecasillabi rimati dal reverendo autore. Lultimo del genere che ho recensito stato il libro dei nnuminagghia del prof. Sebastiano Burgaretta, ma quelli che apparivano nella volgarit pi retriva ed erano invece riferiti da uno dei pi colto docenti di Lettere e dei pi apprezzati poeti erano dei detti caratteristici siciliani, raccolti con il pi rigoroso scrupolo di ricercatore che ovviamente deve essere pi forte del ritegno che la decenza richiederebbe Detti coratteristici sono quelli che ha raccolto Pippo Bufardeci e pubblicato la ben nota casa editrice siracusana Morrone Editore, che stato al fianco dellautore ospite della benemerita associazione poetico-musicale Arcadia 88, fondata e diretta dallintramontabile e sempre in canna tenore Benito Nastasi nella sede dellistituto musicale comunale Giuseppe Privitera nella presentazione che egregiamente ne ha fatto il suo compaesano Corrado Di Pietro. Si vede che Pippo Bufardeci ne ha trovato gusto- ha cominciato infatti a dire lo stesso Benito Nastasi nel presentare il presentatorevisto che il terzo libro che egli iha pubblicato, dopo Se la memoria si fa storia che un condensato di umori, costumi, personaggi e tradizioni del paese di ieri (uscito nel 2011) e dopo Airport di Pachino, che la storia dimenticata di un regio campo di sedicente aviazione, che durante lultimo conflitto mondiale venne costruito come specchio per le allodole, cio per ingannare i nemici e farlo scambiare per quello di Comiso, che era un effettivo aeroporto militare. Nel presentare il libro Corrado Di Pietro, dopo di avere accennato alla poliedrica personalit dellautore che spazia dalla politica alla musica, alla ricerca delle tradizioni locali, alla poesia,

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

5 Marzo 2013, Marted

250 multe per sosta di notte a Siracusa


Basta

Anche il presidente del Consiglio comunale interviene per chiedere maggiore tolleranza da parte dei vigili urbani

Il libro pubblicato da Morrone Editore stato presentato dallArcadia nellistituto musicale G. Privitera

Basalatu di G. Bufardeci
Non sono i risaputi proverbi siciliani pubblicati da molti ma Parole e modi di dire del parlare dialettale
alla narrativa, si soffermato sulle caratteristiche del nuovo libro, sottolineando che esso nasce allo scopo di far conoscer tante cosette che ci toccano da vicino, che conosciamo ed abbiamo apprezzato nella nostra vita quotidiana. Sono motti, modi di dire, parole popolari, raccolti dalla viva voce di chi li ha tante volte pronunciato, che ancora oggi si usano quotidianamente, oppure cadute nel dimenticatoio ma che bene rinfrescare e porgere anche alle nuove generazioni, che non lhanno mai sentito dire, per far gustare la bellezza del passato, del vissuto di chi li ha preceduto e che pertanto assumono quel sapore che avevano quando il loro uso era quotidiano e dava al loro linguaggio un gusto, un colore, una vivacit che oggi, purtroppo, non c pi, abituati come tanti sono, pi ad ascoltare e a vedere la televisione, a chattare in internet, pi che ad ascoltare, a scambiarci le idee, a confrontarci In essenza la testimonianza della cultura popolare del passato, cos immediata eppur cos ricca di espressioni divenute di possesso a chiunque, soprattutto tra le gente comune. Tra le tante espressioni, cos vive, cos pregne di colore, anzi prima di tutto, c da notare lo stesso titolo della breve ma condensata raccolta di detti originali e ricchi di quellhumor che ancora oggi, almeno in parte, lespressione della gente comune della quarta et, ma che faremmo bene a conoscere, a usare, a gustare ancora oggi che, per vezzo o per vizio, stiamo imbastardendo la lingua . Infatti gradatamente abbiamo sostituito la nostra parlata alla carcarara, cos incisiva e significativa, e andiamo sempre pi inserendo nel nostro linguaggio, anche in quello scritto, le parole straniere, inglesi, che prima sono state prelevate dalla nostra stessa lingua e poi dagli inglesi storpiate. Vediamo degli esempi: computer viene da computisteria, che addirittura una materia scolastica negli Istituti di Ragioneria; timer viene da tempo, to taste da tastari.) e cos tante altre parole che poi ci vengono proposte, anzi imposte, come vengono imposte in tutto il mondo occidentale perch non potendolo pi dominare, come nel passato politicamente ed economicamente, intendono, pretendono dominarlo con la parola!... Curioso, dunque, e strano, il titolo della raccolta: Basalatu: sembrerebbe derivare da baccal salatu e invece no! Proviamo a trovarlo nel vocabolario siciliano-italiano, nel Traina, ad esempio, che uno dei pi comuni e accreditati: non esiste! Lunica parola siciliana che le si avvicina bsula: ma nel Troina non troviamo nemmeno quella. Eppure proprio con basula c un detto, un detto che per proprio Pippo Bufardeci non cita, per quanto esso sia caratteristico : lo si dice sfacciato, a chi ha la faccia tosta, dura come un mattone, una lastra: Hai a facci i ntagghiu, i bsula!. E andiamo allora a consultare il prezioso vocabolario di Salvatore Camilleri (per carit, non lo confondete con Andrea Camilleri, che Andrea non fa onore alla lingua siciliana, la strapazza!) Ebbene, a pagina 351 troviamo che lastra si traduce in siciliano , in vari modi, tra cui proprio balata. E di balati lastricato lingresso che porta nella parte del quartiere a cui Pippo Bufardeci si riferisce, affermando che in quello soprattutto si usavano le parole e i modi dire del parlare dialettale. Ma che motivo abbiamo di fare queste sottigliezze linguistiche a chi non interessa lortografia della lingua siciliana: egli, come si evince da come scrive, riferisce ottimamente come si parlava e non come si scrive: ed il suo il pi

andare la mattina presso il comando della polizia municipale in via del Molo, per osservare quante vetture vengono trasportate l con tanto di ganasce. Ognuno dei multati, deve pagare 44 euro per lo svincolo del mezzo, a ci si aggiunge la sanzione pecuniaria di 41 euro, dovuta allarticolo sette del codice della strada relativo al divieto di sosta. Ci riferiamo alle nuove disposizioni con relativa segnaletica verticale che lordinanza numero 646 del 2012 prevede che vengano realizzato lo spazzamento e la pulizia della carreggiata nelle ore notturne La situazione denunciata da decine di cittadini siracusani, da tanti consiglieri di circoscrizione, ricordo da ultimi Melfi a Grottasanta e Dugo ad Akradina, rende indifferibile un intervento da parte del commissario straordinario, Prefetto Giacchetti sulla vicenda delle multe e della rimozione delle auto nelle strade oggetto di lavori di pulizia nelle ore notturne. Liniziativa, che nasce per rendere pi decorosa la citt e che quindi ritengo lodevole, rischia di passare in secondo piano rispetto alla falcidia che si registra ogni notte e al crescente malumore nella citt. Lo dichiara il presidente del Consiglio comunale, Edy Bandiera, che

In foto, carro attrezzi in azione.

aggiunge: Le circa 250 multe elevate in appena una settimana dallentrata in vigore dellordinanza,

mi sembrano un po troppe per collegarle direttamente alla semplice disattenzione del cittadino: forse

lAmministrazione doveva mettere in campo unattivit di comunicazione pi efficace e capillare.

Mi riferisco alla possibilit, ad esempio, di lasciare lavviso di cortesia, un fac simile di multa che prean-

nuncia il divieto e la successiva sanzione, come avviene in altre citt. Conclude il presidente Bandiera: Per le multe gi comminate, ho gi chiesto al commissario, prefetto Giacchetti, di verificare la possibilit (che ritengo possa esserci) di provvedere al loro annullamento. Intanto, un nuovo spauracchio si profila per gli automobilisti siracusani meno ligi al codice della strada. Infatti, stato attivato da alcuni giorni il cosiddetto servizio scout. Si tratta di riprese effettuate da un mezzo mobile della polizia municipale, con la quale viene rilevata la presenza di automobili in seconda fila, o parcheggiate in luoghi non consentiti. La fotografia scatta nel momento in cui sulla vettura non c la presenza di persone a cui eventualmente chiedere di spostare il mezzo. Anche in questo caso la repressione al centro delle attivit della polizia municipale.

autosport

s.r.l. c.da targia 18 siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it

polivalenti di rosolini e pachino La provincia approva i progetti


I provvedimenti sono stati adottati dalla Giunta e riguarda il benbeplacito alla transazione per ottenere i relativi stralci

5 Marzo 2013, Marted

5 Marzo 2013, Marted

Le iniziative della camera del Lavoro a Siracusa


La

APPUNTAMENTI

La Giunta provincia ha approva-

to due transazioni che attengono due istituti della zona Sud della provincia di Siracusa. Approvata dalla giunta provinciale la transazione necessaria per ottenere il progetto stralcio esecutivo funzionale dal progettista che, alla fine degli anni Novanta, ha ricevuto lincarico di progettare il polivalente di Pachino. Si cos sbloccata una vicenda che poteva rischiare di danneggiare lEnte che avrebbe dovuto pagare un professionista per del lavoro svolto, e senza che questo esborso di denaro significasse peraltro la realizzazione dellistituto scolastico visto che, nelloltre decennio trascorso da quando aveva ottenuto lincarico, erano cambiati continuamente i parametri e le norme che regolavano la realizzazione della scuola. I costi per la realizzazione della struttura scolastica erano lievitati talmente, quattordici milioni di euro, che lEnte non li avrebbe mai avuti a disposizione, n tantomeno li avrebbe potuti trovare con facilit. Per evitare che la realizzazione della struttura scolastica rimanesse scritta nel Libro dei sogni, lAmministrazione provinciale ha perseguito una soluzione praticabile, che permettesse, da un lato, la realizzazione seppure a tranche, del polivalente, e dallaltro, di non sperperare denaro pubblico. Con lapprovazione della delibera, il progettista presenter, entro un paio di mesi, un progetto stralcio esecutivo che permetter allEnte di andare allappalto per la realizzazione dellIstituto risolvendo cos un problema che si trascinava ormai da oltre un decennio. La giunta provinciale ha approvato la transazione necessaria per ottenere il progetto stralcio esecutivo funzionale con i tecnici che alla fine degli anni Novanta hanno ricevuto lincarico di progettare il polivalente di Rosolini. Si cos sbloccata una vicenda che rischiava di danneggiare lEnte che avrebbe dovuto pagare dei professionisti per del lavoro svolto, e senza che questo esborso di denaro significasse la realizzazione dellIstituto scolastico visto che, nelloltre decennio trascorso da quando hanno ottenuto lincarico, erano cambiati continuamente i parametri e le norme

100 anni fra i lavoratori della provincia di Siracusa


In foto, il palazzo di via Roma della Provincia regionale.

In foto, il segretario della Cgil siracusana, Paolo Zappulla.

che regolavano la realizzazione della scuola. I costi per la realizzazione della struttura scolastica erano lievitati talmente, oltre dieci milioni di euro, che lEnte non li avrebbe mai avuto a disposizione, n tantomeno li avrebbe potuto trovare con facilit. Per evitare

che la realizzazione della struttura scolastica rimanesse scritta nel Libro dei sogni, lAmministrazione provinciale ha perseguito una soluzione praticabile, che permettesse, da un lato, la realizzazione seppure a tranche, del polivalente, dallaltro, di non

sperperare denaro pubblico. Con lapprovazione della delibera, i progettisti presenteranno, entro un paio di mesi, un progetto stralcio esecutivo che permetter allEnte di andare allappalto per la realizzazione dellIstituto risolvendo cos dei problemi.

SCUOLA

Ha avuto luogo nei pressi dell Istituto Alberghiero

Simulato un piano di emergenza allistituto Alberghiero di Siracusa

di Siracusa una prova di evacuazione della scuola. E stato infatti simulato un vero e proprio piano di emergenza. Il piano organizzato dalla Provincia Regionale di Siracusa grazie al sostegno del Dipartimento delle Politiche Sociali, nella persona dellAvv. Elisabetta Guidi Randazzo che ha ormai consolidato da tanto tempo la totale dedizione a questo tipo di attivita interagendo con tantissimi istituti scolastici. E stato presente allevento il consigliere della Circoscrizione Acradina Michele Buonomo, gi coinvolto come parte attiva in questo tipo di iniziative. Un onore per me -queste le parole di Buonomoessere stato individuato come riferimento per la zona in questesperienza utile a testare lorganizzazione nella malaugurata ipotesi di calamit. Ma che servir anche ad avere un quadro chiaro della situazione da fornire poi allAmministrazione Comunale. Il punto capire se siamo nelle condizioni di assicurare allesterno della scuola ci che perfettamente verr dimostrato nellesercitazione.

La cosa triste - conclude Buonomo - che a mio avviso e a giudizio di esperti la citt dovrebbe disporre di un piano di protezione civile pi adeguato. Non possiamo scherzare con il fuoco. La prossima Amministrazione dovr dotarsi di un nuovo piano di sicurezza. Il tutto stato possibile grazie alla disponibilit del Dirigente scolastico Giuseppa Rizza, allintero Corpo Docenti e alla grande collaborazione dei ragazzi. Ma soprattutto ai fini dellorganizzazione risultato fondamentale lapporto dei volontari che hanno sostituito a tutti gli effetti il Corpo di Polizia Municipale nel garantire il servizio di ordine pubblico oltre che in termini di viabilit.. Un ringraziamento doveroso dunque a Fabio Campisi, volontario del Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta (C. I. S. O. M.) e al volontario Antonio Salerno del gruppo Ambiente e Salute Onlus - Protezione Civile di Belvedere,. Guidati dai Volontari gli alunni, uscendo da via Polibio, hanno percorso la via Raffaello, la via Ignazio Marabitti e sono giunti sino a Largo Leonardo da Vinci.

l 2013 lanno nel quale la Camera del Lavoro di Siracusa celebra il suo Centenario, un appuntamento a cui il gruppo dirigente della struttura Camerale attribuisce una grande rilevanza culturale per il territorio. Per i 100 anni dalla fondazione della Camera del lavoro di Siracusa, si vogliono realizzare una serie di iniziative nell'arco temporale di circa 10 mesi entro cui rimane incardinata la data di anniversario, il 15 marzo. Si vuole offrire un contributo di conoscenza e di identit, non solo ai lavoratori ma alla cittadinanza tutta e in specie, alla nuova generazione che non conosce le origini n i valori di riferimento di una Organizzazione nata dalla libera associazione fra persone che in maniera solidale hanno deciso di tutelare un fondamento della vita: il lavoro, ma anche la dignit dei lavoratori e la loro emancipazione, la tutela del diritto individuale e collettivo , l'impegno per il sociale, insomma la nostra identit e i nostri valori. Il Centenario offre loccasione per raccontare la nostra storia, consentendoci di guardare gli avvenimenti, le trasformazioni sociali, economiche e culturali, gli accadimenti politici pi significativi della provincia sin dalla nostra fase di fondazione e tentare un resoconto della vita e

Parte la prossima settimana il fitto programma di iniziative del sindacato per celebrare il secolo di vita
dellattivit della Camera del lavoro. Per ricostruire questo percorso presentiamo un progetto in cui la conoscenza della nostra storia, attraverso la memoria e la informazione dei fatti, delle lotte, delle vertenze , si rivolge oltre al presente anche al futuro delle nuove generazioni, consegnando la consapevolezza dei valori di cui siamo portatori. Lintento quello di riscoprire il nostro percorso storico, nel suo costante intreccio con le vicissitudini dei lavoratori, dispiegando la storia del movimento dei lavoratori del nostro territorio attraverso un viaggio, che si articoli nelle sue varie puntate/fermate con dei fermo immagine della memoria, componendo il racconto di come nata la nostra organizzazione, come cresciuta , cosa diventata e soprattutto come si propone di essere. Punto di riferimento per i lavoratori e per il territorio nel tempo, oggi, pi che mai la Cgil vuole rivolgersi al territorio come unopportunit importante per costruire occasioni di coesione sociale , creando un sistema in rete. Le iniziative riguarderanno i vari settori dell'economia locale e i temi trattati offriranno uno spaccato dell'impegno dei pochi per l'interesse dei molti, dove le sconfitte o i successi del movimento dei lavoratori hanno contribuito a determinare lo sviluppo economico e sociale del territorio in cui la nostra attivit insiste. . Le iniziative per il Centenario saranno perci modulate tra ricordo organizzativo, contesto economico-sociale e azione programmatica per le attuali dinamiche economiche provinciali. Il processo avr inizio con la costituzione di un Comitato Tecnico-Scientifico alla cui composizione stiamo gi lavorando. Nei nostri obiettivi dovrebbero farne parte : un componente della Segreteria della Cgil regionale, un rappresentante della Fondazione Di Vittorio, il prof. Salvo Adorno docente di Storia Contemporanea, il prof. Sebastiano Amato presidente di Storia Patria, il prof. di Storia Contemporanea, esperti di cinematografia ed esperti musicisti, l'economista dott. . Prevediamo anche la partecipazione di un Dirigente della Soprintendenza ai BB.CC. , della dott.ssa Corridore Dirigente provinciale dell'Archivio di Stato, i rappresentanti delle Istituzioni che concedono il Patrocinio, oltre la presenza della Camera del Lavoro provinciale. Il Comitato far suo il progetto, intervenendo nella ricostruzione storica del ruolo e dellattivit che la Camera del Lavoro ha avuto in questo territorio, lungo tutto questo secolo che ha legato il lavoro e i lavoratori al territorio.

Cgil ha lanciato 2 bandi di concorso con scadenza il 20 Aprile riguardanti la realizzazione di: 3 cortometraggi con premi corrispondenti; 6 premi rivolti agli studenti delle scuole superiori sul tema: Il movimento dei lavoratori; Il lavoro nel territorio; Le donne e il Lavoro/Sindacato Il programma si sviluppa secondo 3 fasi/moduli : la memoria del passato, la memoria del presente e un piano per il futuro . Prevede relativamente al piano del ricordo (la memoria del passato): un Convegno sulle origini del movimento operaio e il lavoro dal 900 sino ad oggi, da attuarsi nel pomeriggio del 15 Marzo data di fondazione della Camera del Lavoro di Siracusa -con interventi di storici ed economisti, in cui saranno ricordati sindacalisti locali, protagonisti degli avvenimenti e delle lotte del movimento dei lavoratori, alliniziativa parteciper la segreteria nazionale della CGIL e la Fondazione Di Vittorio. Nel pomeriggio del 15 marzo saranno presentate le iniziative che nel corso dellanno diventeranno fruibili: un "archivio Camerale" attraverso una generale ricostruzione storiografica del capitolo di storia che riguarda il movimento dei lavoratori e del sociale, con la raccolta di tutta la documentazione cartacea, fotografica ed audiovisiva, ad oggi conservata nelle varie sedi comunali del territorio o presso i dirigenti del passato. Tale patrimonio sar reso fruibile attraverso una catalogazione cartacea e informatizzata, anche procedendo alla raccolta di testimonianze dei rappresentanti del sindacato protagonisti degli avvenimenti e degli eventi che hanno costruito la storia di lotte e scelte per i lavoratori delle varie categorie, presso la Camera del Lavoro; una mostra documentaria e fotografica con lettere, documenti di archivio, contratti, verbali, comunicati, articoli di stampa e manifesti (relativi ai 2 filoni dell'agricoltura e dell'industria); allestita presso i locali della Provincia, siti in via Roma a Siracusa e in seguito itinerante nei comuni luoghi di momenti drammatici per i lavoratori e la conquista dei diritti (Augusta,Avola e Lentini); la pubblicazione di un volume sulla storia della Camera del Lavoro; (dalle origini agli anni del fascismo-il dopoguerra e gli anni della ricostruzione.

5 Marzo 2013, Marted

rapina a colpi di cacciavite: in manette uno dei rapinatori


finito in manette, accusato di rapina e tentato omicidio Giuseppe Finocchio, priolese, di 35 anni, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo nella notte fra sabato e domenica. La notizia, data solo oggi al termine di ulteriori e approfondite indagini operate dai militari dellArma, ha i contorni della violenza insensata. La vittima, un parrucchiere di Priolo Gargallo di quasi quarantanni, stato colpito al corpo ed al volto con estrema violenza mentre tentava di opporsi ai suoi aggressori, armati di coltello e di un cacciavite. Il fatto occorso nella serata di sabato scorso quando luomo stava rincasando dopo una giornata di lavoro. Ad attenderlo due, forse tre malviventi che, dapprima gli hanno intimato di consegnare loro lincasso della giornata e poi, viste le sue resistenze, si sono scagliati contro di lui colpendolo con un coltello ed un cacciavite. Una violenza assoluta che ha ridotto luomo in fin di vita. In soccorso giunta una pattuglia dellArma, avvisata da qualcuno che ha sentito le urla della vittima. I militari hanno trovato luomo coperto di sangue, gravemente ferito e hanno subito richiesto lintervento del 118. Trasportato al pronto soccorso di Siracusa luomo stato ricoverato in osservazione per le tante ferite riportate sul

La vittima, un parrucchiere di Priolo Gargallo di quasi quarantanni, stato colpito al corpo ed al volto con estrema violenza mentre tentava di opporsi ai suoi aggressori, armati di coltello e di un cacciavite

In foto, Giuseppe Finocchio; a fianco, la Stazione dei Carabinieri di Priolo Gargallo.

corpo e sulla testa. I Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo si sono quindi messi sulle tracce dei rapinatori. Raccolte le prove, ascoltati i testimoni e soprattutto, dopo aver effettuato un attento sopralluogo sulla zona dellagguato, si sono messi sulle tracce dei fuggitivi, rintracciando subito uno di essi. Si tratta di Finocchio Giuseppe, noto alle Forze dellOrdine. Su di lui vi erano ancora i segni

della colluttazione. I militari dellArma lo hanno condotto in caserma e, dopo gli atti formali, lo hanno tradotto al Carcere di Cavadonna su disposizione della Magistratura siracusana. La vittima, che in un primo tempo sembrava essersi ripresa, avr bisogno invece ancora di lunghe cure mediche per guarire le profonde ferite infertegli. Certo lo spavento stato forte, ma

ancor pi grave stato il pericolo corso dalluomo, e tutto per poche centinaia di euro. ancora caccia aperta ai complici dellarrestato ma gli investigatori della Benemerita pensano di poter chiudere il cerchio a breve: molte sono state le attivit di indagine svolte dal momento dellaggressione ad oggi ed una parte dei reperti scientifici raccolti sulla scienza del crimine gi stata inviata ai RIS di Messina.

1 Congresso territoriale della Femca Cisl RG-SR


Pi partecipazione per un sindacato nuovo nel rilancio del territorio. Industria Lavoro. questo il tema del 1 Congresso territoriale della Femca Cisl Ragusa Siracusa che si svolger mercoled prossimo, 6 marzo, a partire dalle ore 9, allhotel Villa Politi. Dopo le relazioni dei segretari provinciali di Siracusa e Ragusa, Sebastiano Tripoli e Giorgio Saggese, e gli interventi dei segretari UST, Enzo Romeo e Paolo Sanzaro, del segretario Femca Sicilia, Franco Parisi, e del segretario generale Usr Sicilia, Maurizio Bernava, le conclusioni saranno affidate al segretario generale nazionale, Sergio

CRONACA

La collaborazione da parte della vittima di

Tenta di rapinare un pensionato La vittima collabora e lo fa arrestare


rifiuto dellanziano di consegnare il denaro, lo aggrediva con calci e pugni procurandogli traumi vari giudicati guaribili in venti giorni dai sanitari dello locale nosocomio presso il quale ricoverata la vittima subito dopo la colluttazione. Le immediate ricerche su indicazioni fornite dalla vittima consentivano ai carabinieri di Lentini di individuare e trarre in arresto il Pollara, il quale dopo le formalit di rito stato tradotto presso la casa circondariale di Siracusa, in attesa di comparire al cospetto del Gip del tribunale per ludienza di convalida degli arresti.

un tentativo di rapina, consente ai carabinieri di stringere il cerchio attorno al presunto autore del colpo. Nella tarda serata di domenica i militari della stazione di Lentini hanno, infatti, tratto in arresto, in flagranza di reato, Giuseppe Pollara di 34 anni, lentinese, gi noto agli ambienti giudiziari per precedenti di poco conto, in quanto responsabile di tentata rapina e lesioni nei confronti di un pensionato del luogo. Questultimo, mentre si trovava in quella piazza Umberto primo, subiva una tentata rapina da parte del pollara il quale al

a prima sezione del tribunale penale di Siracusa ha accolto anche se parzialmente la richiesta di sequestro dei beni appartenenti allimprenditore edile siracusano Luigi Salvoldi, noto agli ambienti sportivi per rivestire la carica di presidente dellUs Siracusa. Il provvedimento era stato richiesto dal pubblico ministero Roberto Campisi, titolare dellinchiesta che vede limprenditore siracusano indagato per una serie di reati fiscali. E stato il Gip del tribunale di Siracusa, Vincenzo Panebianco, a disporre il sequestro dei beni per lo pi immobili appartenenti o comunque riconducibili a Salvoldi per un ammontare complessivo di 4 milioni e 200 mila euro. Il sequestro stato operato materialmente dai militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Siracusa, che hanno effettuato controlli e perquisizioni nelle sedi della societ di costruzioni gestita da Salvoldi, due delle quali avvenute nel novembre 2011 e nellaprile dello scorso anno. La magistratura siracusana contesta allimprenditore edile siracusano una serie di reati tributari che vanno dalla dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o di altri documenti per operazioni inesistenti alla dichiarazione omessa; dallemissione di fatture per operazioni inesistenti alloccultamento o distruzione di

La misura di prevenzione attivata dal Gip del tribunale di Siracusa su richiesta del Pubblico Ministero Roberto Campisi. Ricorso della difesa in parte accolta
L

reati tributari: sequestrati beni al presidente Salvoldi

5 Marzo 2013, Marted

Limprenditore siracusano Luigi Salvoldi. documenti contabili fino allomesso versamento di ritenute fiscali. Dallo stretto riserbo in cui racchiusa linchiesta della Procura della Repubbli-

ca di Siracusa, emergono indiscrezioni attinenti al fatto che lipotesi di reati tributari contestati al Salvoldi si riferirebbero alle attivit e ad operazioni finanzia-

rie svolte con lazienda di costruzioni con sede a Citt Giardino nella frazione di Melilli, della quale titolare. Nessun riferimento alla gestione dellUnione Sportiva

Siracusa, che fino allo scorso anno militava in Prima Divisione. La difesa dellindagato ha impugnato il provvedimento e alla fine di febbraio

il caso approdato dinanzi al Tribunale penale di Siracusa per il riesame della misura preventiva adottata dal giudice per le indagini preliminari. Il tribunale ha cos ritenuto spropositata la misura preventiva del sequestro degli immobili per il corrispettivo considerato dalla Procura di Siracusa ed ha in parte accolto listanza avanzata dal legale difensore dellimprenditore, professore Guido Ziccone, disponendo nei fatti il dissequestro di una parte dei beni di propriet del Salvoldi. Il legale di Salvoldi ha, peraltro, avanzato al tribunale un piano di rientro delle somme dovute allAgenzia delle Entrate che dovrebbe avvenire entro il 21 marzo prossimo. Francesco Nania

autosport

s.r.l. c.da targia 18 siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it

La denuncia arriva dallassociazione Natura Sicula che gira la segnalazione allAsp e allArpa
Nuova
denuncia di inquinameto delle acque da parte dellassociazione Natura Sicula. Questa volta ad essere stato preso di mira il canale Mammaiabica, allinterno della riserva naturale del Fiume Ciane, che ad un attento sguardo da parte di chiunque si porti in zona risulta essere pieno di schiuma che crea sospetti sulla provenienza e sulle cause di tale fenomeno. In questo punto laspetto della riserva simile a quello di un canale fognario - afferma Fabio Morreale, presidente dellassociazione Natura Sicula - Gli uccelli acquatici, ignari del problema, galleggiano in mezzo ad essa. Considerato che nel canale Mammaibica confluisce il percolato della discarica comunale di contrada Cardona, posta sotto sequestro nel 2005 proprio per questo motivo, non possiamo escludere che la schiuma sia imputabile alla discarica. La segnalazione della presenza di questa schiuma biancastra stata rivolta allAgenzia Regionale Protezione Ambiente, la Azienda Sanitaria Locale, la Provincia di Siracusa (ente gestore della riserva), affinch accertino la causa e provvedano a risolverla nel pi breve tempo possibile per non intaccare sugli equilibri del sistema ecologico esistente nella riserva in questione. E stato, cos, realizzato un vero e proprio reportage fotografico da quale si evince come la presenza della schiuma sia diffusa su tutto il letto del canale. Le foto in questione sono state scattate dal Ponte di Pietra, quello vicino alla diga e chiuso al traffico dopo il terremoto del 1990 per motivi di sicurezza. Un centinaio di metri pi a valle, le acque del canale diventano paradossalmente zona di riserva integrale (A). Dopo meno di due chilometri - conclude il presidente di Natura Sicula - il loro carico di schiuma, sfociano in quella pozza di acqua mucillaginosa e asfittica chiamata Porto Grande di Siracusa. R.L.

Schiuma bianca nel Mammaiabica

5 Marzo 2013, Marted

Furti in ville Arrestati due minorenni Agenti delle Volanti della Que-

vita di Quartiere

5 Marzo 2013, Marted

In foto, due immagini della schiuma sul Mammaiabica.

stura di Siracusa hanno eseguito unordinanza di custodia cautelare in carcere presso un istituto per minori a carico di due giovani, rispettivamente di 15 e di 16 anni, di Siracusa, gi noti alle forze di polizia, per il reato di furto aggravato in concorso. In specie, a seguito di indagini avviate dopo alcuni furti perpetrati in una villa sita in contrada Isola, si sono raccolti precisi indizi circa il coinvolgimento dei due giovani nella vicenda che ha portato allarresto di Simone Glietti per il furto in argomento. Dalle indagini si appurato, altres, che i tre ladri erano soliti, dopo aver operato degli appostamenti ben organizzati con un preciso modus operandi, derubare alcune ville site in contrada Isola. In particolare, i tre si fingevano parenti dei proprietari degli immobili e, dopo aver suonato il campanello, ed aver accertato che in casa non ci fosse nessuno, scavalcate le recinzioni e forzati gli infissi, entravano nelle villette e derubavano oro e preziosi.

Premio di merito con futuro occupazionale presso una compagnia marittima napoletana per Pawel Kozior, Corrado Gangemi e Aessandro Catinella

Droga su scooter Arrestato ventiquattrenne

Premio di Merito per

contratto di lavoro per tre studenti del nautico arezzo della targia
la qualifica di Allievo Ufficiale di Coperta o di Allievo Ufficiale di Macchine. allievo ufficiale Kozior Pawel, allievo ufficiale Cangemi Corrado, allievo ufficiale Catinella Alessio. I suddetti allievi, onde avviare tutte le procedure per limbarco, dovranno contattare lUfficio Armamento, della Compagnia di navigazione nella persona del signor Giuseppe Melucci. LIstituto Tecnico Nautico di Siracusa, si propone, con spirito di collaborazione fra tutte le sue componenti e attraverso lo strumento di una cultura critica, la formazione personale e sociale dei giovani, nonch la crescita civile dellintera comunit educante, la realizzazione del diritto allo studio, lo sviluppo delle potenzialit di ciascuno, il recupero delle situazioni di svantaggio, in armonia con i principi della Costituzione Repubblicana, con i principi sanciti dalla Convenzione internazionale sui diritti dellinfanzia e con i principi generali dellordinamento italiano. La marina mercantile differisce da quella militare, per i diversi scopi per i quali essa trova necessit di esistere. Lo scopo principale quello di garantire le necessit strategiche del trasporto in riferimento al fabbisogno nazionale, ovvero, in relazione alla necessit trasportistica in riferimento all'importazione e all'esportazione. Quando un Paese deve fare uso delle proprie navi per trasportare le materie prime da lavorare, i prodotti primi destinati all'energia e per ritrasportare infine verso Paesi terzi il risultato del proprio lavoro industriale, ovvero i lavorati e i semilavorati, maturando quindi significativi utili, questa armonicit economico-industriale va sotto la definizione di "bilancia dei noli". Il trasporto delle cose via mare, da e per un paese, se avviene utilizzando navi proprie ovvero di armatori e/o societ di navigazione nazionali, genera ricadute in termini economici che, secondo studiosi, riesce a produrre per ogni euro di materia prima trasportata altri 4,5 euro. qui che nasce in ogni Paese la necessit di avere una flotta, una marineria, che eviti il dover pagare fior di miliardi a operatori o armatori stranieri, che incasserebbero i proventi dovuti ai noli andando poi a produrre favorevoli ricadute in contesti esterni al circolo economico d'origine. Le navi mercantili vengono armate e gestite da societ private. Alcune di esse, per gli speciali servizi che sono chiamate a offrire, sono in convenzione con lo Stato. Lo stato maggiore della nave include tutti gli ufficiali di ogni sezione e di ogni grado operanti a bordo. Le carriere possibili sono quelle di ufficiale di coperta, ufficiale di macchina, commissario di bordo e medico di bordo. Per gli ufficiali di coperta la carriera si sviluppa tra i gradi di allievo ufficiale di coperta e comandante; per gli ufficiali di macchina tra i gradi di allievo ufficiale di macchina e direttore di macchina; per i commissari di bordo tra i gradi di allievo commissario e capo commissario.

Sar

Tenta di rubare furgone 20enne va in abbreviato


Agenti
della Squadra Mobile della Questura di Siracusa hanno tratto in arresto Giuseppe (Di Paola di 24 anni, siracusano, gi noto alle forze dellordine, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente. In particolare, gli Agenti procedevano al controllo del giovane che transitava a bordo del suo scooter in via Ungheria trovandolo in possesso di 6 panetti di hashish, per un peso complessivo di 590 grammi. Dopo le formalit di rito, il predetto stato condotto presso il carcere di Cavadonna.

Arrestato allalba di ieri dai poliziotti

processato con il rito abbreviato Christian Paolini, il 20enne siracusano, arrestato ieri allalba dai poliziotti, perch accusato di tentato furto aggravato in concorso con altre due persone, che sono rimaste non identificate. Difeso dallavvocato Angelo De Melio, luomo comparso ieri mattina dinanzi al giudice unico del tribunale di Siracusa, Giuseppina Storaci, che ha disposto la scarcerazione nei confronti dell'imputato, che ha chiesto di essere processato con il rito alternativo. La vicenda della quale si reso protagonista avvenuta intorno alle 5 del mattino di ieri. Una segnalazione al 113 indicava la presenza in via Bignami a Siracusa di tre persone intente a rubare un furgone Fiat Ducato. Allarrivo della pattuglia delle unit Volanti, due dei tre che si trovavano allinterno dellabitacolo del pezzo, sono riusciti a scappare a piedi, mentre il Paolini stato bloccato. Al giudice unico ed al pubblico ministero Andrea Palmieri che ne ha disposto gli arresti domiciliari, il Paolini ha riferito di avere trascorso la nottata insieme ad amici in discoteca. Avevano un po alzato il gomito ed essendo sprovvisti di vettura, avevano pensato bene di trovare riparo nel furgone che dice fosse aperto seppure parcheggiato sulla pubblica via. Il processo si terr il 16 settembre prossimo.

tre studenti dellistituto nautico Arezzo della Targia di Siracusa. Infatti al termine delle attivit di tirocinio Pon C5, a cui hanno preso parte 9 allievi dellistituto Istituto Nautico di Siracusa a bordo dellunit sociale della Grimaldi Compagnia di Navigazione Spa di Napoli Grande Ellade, la stessa compagnia di navigazione a formulato alla dirigenza scolastica dellistituto la nostra soddisfazione sulla realizzazione di tale progetto. In riferimento alla loro comunicazione la stessa Compagnia di navigazione si dichiarata lieta di comunicare i nominativi dei tre allievi ai quali verr assegnato il meritato premio di merito, che prevede un contratto di lavoro per un imbarco con

uovo appuntamento con le celebrazioni del la giornata della memoria per ricordare i 55 morti, tra civili e militari, provocati dal bombardamento aereo avvenuto nel febbraio del 1943. In tal senso si tenuta la cerimonia di intitolazione a questi caduti della porzione delle catacombe di Santa Lucia utilizzata come rifugio antiaereo durante la Seconda guerra mondiale. Verso la met degli anni trenta, l'aumento del raggio d'azione e del carico bellico dei bombardieri moderni rese possibile colpire anche obiettivi molto distanti dalla prima linea del fronte, comprese le citt (secondo una delle interpretazioni del testo di Giulio Douhet Il dominio dell'aria). La prima attuazione pratica di questi principi si ebbe nella Guerra civile spagnola e, visto il pesante ricorso ai bombardamenti aerei, si crearono i primi spazi pubblici destinati alla protezione passiva dei civili. Il Regio decreto legge 24 settembre 1936XV n. 212 imponeva l'obbligo di apprestare un rifugio antiaereo in ciascun fabbricato di nuova costruzione, o in corso di costruzione, ad uso di abitazione. Nel primo articolo si imponeva a Enti o privati la realizzazione del rifugio - a proprie spese - utilizzando piani interrati, seminterrati, o in mancanza, il piano terra. Nel secondo articolo si dettava quali caratteristiche tecniche doveva avere il rifugio.

55 siracusani sacrificati nel nome dellolocausto bellico poco prima dellinvasione

10

5 Marzo 2013, Marted

Presso

la sede dellArci Siracusa in piazza Santa Lucia, stato presentato in anteprima a Siracusa il film-documento di Daniele Segre Luciana Castellina: Comunista. Dopo la proiezione stata aperta la discussione insieme a Luciana Castellina, fondatrice de il manifesto, giornalista, parlamentare, scrittrice, degli scenari che si aprono dopo le elezioni politiche. Il film stato prodotto e diretto da Daniele Segre con la sua societ I Cammelli. Tutta la cittadinanza stata naturalmente invitata a partecipare. Nonna, ma davvero tu sei comunista?": con questa domanda del nipotino Vito si apre il racconto di una vita. In un'intervista intensa e serrata Luciana Castellina ha ripercorso sessant'anni di storia italiana ed europea narrando la propria

Quel film molto sopra le righe

La presentazione presso sede del circolo Arci di piazza Santa Lucia

Consuntivo pi che positivo per note policro-

Installazioni darte e di musica alla chiesa di Montevergini

Le insidiose patologie da decompressione


5 Marzo 2013, Marted

11

esistenza pubblica e privata: dai ricordi delle elementari quando a fianco di Anna Maria Mussolini iniziava a capire le strutture complesse della politica all'impegno politico giovanile speso nelle file della cultura romana di sinistra, dalle lotte per l'emancipazione femminile all'approdo in Francia, dall'ingresso nel Partito Comunista ai numerosi arresti per la libert di espressione, alla fondazione del Ma-

In foto, piazza S. Lucia con la basilica ed il sepolcro. nifesto (prima rivista, poi quotidiano e infine partito). Il comunismo un insieme di idee economiche, sociali e politiche, accomunate dalla prospettiva di una stratificazione sociale egualitaria, che presuppone la comunanza dei mezzi di produzione e l'organizzazione collettiva del lavoro. Tra i comunisti vi una notevole variet di interpretazioni, per lo pi, ma non solo, da parte di marxisti,

anarchici, cristiani e utopisti e le varie correnti novecentesche, dai trotzkisti, ai leninisti, ai libertari. Derive dal comunismo in senso proprio sono avvenute in molti stati, alcune delle quali hanno portato a sistemi societari, a dispetto del nome, differenti e non classificabili come comunisti, dallo stalinismo, alle derive verso l'economia di mercato dei paesi post maoisti con nuovi e sempre pi acuti squilibri sociali, eccetera. Derivazione da Comune, a sua volta derivato dal latino commnis (comune, pubblico, che appartiene a tutti, ma anche neutrale, imparziale, equilibrato), anch'esso di molteplice significato. Il comunismo, come premesso un insieme di idee, accomunate da alcuni aspetti fondamentali come le prospettive egualitarie, ma con variet di interpretative. Storicamente, il comunismo inteso in senso contemporaneo si in gran parte originato da due filoni che hanno percorso parallelamente, alternando alleanze e conflitti, la fine del XIX secolo, contrapponendo di volta in volta il socialismo utopico a quello scientifico, il comunismo anarchico al marxista.

me Arte e Musica lappuntamento artistico che si svolto alla Galleria Civica d Arte contemporanea Montevergini di Siracusa. La kermesse che doveva chiudersi in tempi prestabiliti, visto il grande successo di affluenze, rimasta aperta al pubblico per una ulteriore settimana. Lassociazione culturale Artistica Fondazione nel nome del suo Presidente Paolo Greco continua il suo percorso di ricerca tra artisti che trattano emozione e le trasmettono e proprio in questambito che nasce La Tematica di questa esposizione perlomeno inusuale vuole emozionare utilizzando tutte le arti che per opera degli artisti Maria Teresa Gulino per la trasposizione e intersecazione di opere trattate con foglie di papiro e volutamente intersecate con forte tinte di colori penetranti e le composizioni di musica sulla meditazione con sottolineature di percussioni dolci e percussionsint del musicista Paolo Greco il tutto colorato da una regia di luci di ultima generazione Led dove il colore si fonde con lespressione artistica degli autori delle opere dove in simbiosi creeranno condizioni visive con suoni coinvolgenti creando una considerevole atmosfera dove le sensazioni di benessere e di piacevolezza si fondano nel contemplare il tutto in un'unica regia, contribuisce allinstallazione anche Peppe Ramaci, restauratore e cultore dellArte. Per installazione si intende un genere di arte visiva sviluppatosi nella sua forma attuale a partire dagli anni settanta. L'installazione un'opera d'arte in genere tridimensionale; comprende media, oggetti e forme espressive di qualsiasi tipo installati in un determinato ambiente. imparentata a forme di arte come la scultura e la Land Art. Una delle caratteristiche principali per definire un'opera d'arte installativa il fatto che essa abbia come soggetto principale il fruitore. Tutto deve essere costruito per modificare o comunque sollecitare la percezione dello spettatore che diviene parte integrante del lavoro: senza il fruitore, l'opera d'arte installativa non esiste. Altrettanto essenziale fattore dell'ambiente nel quale l'opera integrata, anche si possono concepire delle installazioni smontabili per rendere possibile la sistemazione in una sede non precisata. Esiste una differenza tra l'installazione come opera e l'installazione dell'opera, dove la prima espressione indica la tecnica dell'installazione per la produzione di un'opera d'arte nuova, mentre la seconda ci parla solo di come un'opera (pittura, scultura o video) sia sistemata nello spazio. Svilppatasi nella seconda met del Novecento (anni sessanta e anni settanta), questa forma di arte si notevolmente differenziata nel corso dei decenni, e che con il termine di installazione si possono oramai indicare opere d'arte assai diverse tra di loro. Questo dovuto proprio alla natura piuttosto concettuale e astratta dell'opera, la quale non legata ad una particolare forma di tecnica o materiale, ma piuttosto a quello di installare un qualcosa in un determinato ambiente, il quale assume determinate caratteristiche. Dato che il video uno dei media preferiti da diversi anni, questo tipo di espressione spesso strettamente legato anche alla videoarte e prende in questi casi il nome di videoinstallazione.

ltimamente nella sala multimediale Ferruzza-Romano nella sede dellArea Marina Protetta del Plemmirio, sita nel comprensorio del Castello Maniace, ha avuto luogo il convegno sul tema Le patologie da decompressione - cause, effetti, tecniche di prevenzione. Un seminario di approfondimento rivolto a subacquei, sportivi, guide ed istruttori, organizzato dal Consorzio Plemmirio e da Emde (Eligere Magistrum in Diving Education) e stato condotto da Andrea Neri, istruttore tecnico subacqueo e direttore didattico Emde. Con patologie da decompressione o pdd si intendono tutte quelle patologie derivanti da una riduzione della pressione ambientale, come ad esempio nel caso di un'immersione subacquea. Le Pdd includono due patologie: la malattia da decompressione (Mdd), che

Cause, effetti e tecniche di prevenzione per stere in guardia contro un serio pericolo per tutti i sub
gli operai che operavano nella fondazione di moli od altre opere subacquee avvalendosi per l'appunto dei cassoni pneumatici; una sorta di enormi contenitori metallici o in cemento armato di solito a forma di cubo, aperti nel lato inferiore (tipo la campana subacquea), dotati di un cilindro con scala interna denominato camino che permette l'entrata e l'uscita del personale operativo ed il passaggio dei materiali di costruzione nel cassone stesso e di una camera di equilibrio. Questo viene calato sul fondo (mare, lago, fiume ecc.) e riempito con aria compressa, la quale espellendo l'acqua in esso contenuta, permette agli operai di scendere attraverso il camino nel cassone e svolgere i vari lavori all'asciutto sul fondo. Si pu quindi facilmente capire come il personale operativo sia soggetto in ugual misura al pa-

Interessante seminario informatico presso la sala Ferruzza-Romano del consorzio Plemmirio

causata da bolle di gas nei tessuti; la embolia gassosa arteriosa (Ega), che causata da bolle di gas nel circolo sanguigno. Le persone pi soggette a questo tipo di patologia sono i subacquei, gli aviatori e pi in generale tutti coloro che lavorano in

ambienti caratterizzati da differenti pressioni ambientali. La malattia da decompressione, agli inizi del '900 era denominata malattia dei cassoni, questo perch numerosi erano gli incidenti da decompressione a cui andavano incontro

lombaro o ad un subacqueo con Ara alle stesse leggi fisiche dei gas (Legge di Boyle-Mariotte, Legge di Henry e Legge di Dalton).La malattia da decompressione (acronimo Mdd) una patologia da decompressione derivante dalla formazione di bolle all'interno del circolo ematico o dei tessuti e provocata dalla mancata eliminazione di gas inerti (azoto). La malattia pu verificarsi in seguito ad un'immersione subacquea, oppure all'esposizione a pressioni elevate o anche in seguito alla rapida perdita di pressione nella cabina di un velivolo. In soggetti predisposti, la malattia da decompressione pu insorgere anche dopo un'immersione effettuata entro la cosiddetta curva di sicurezza un rapporto tra profondit e tempi di immersione che non consentono un accumulo eccessivo di azoto nell'organismo.

Xviii Grande accoglienza 24premi ledi 258,23 Ecco come devono partecipare alliniziativa i Collaboratori di tutte aziende del settore
la confesercenti provinciale di siracusa presentata la XViii^ edizione di Grande accoglienza con la collaborazione, dellaccademia italiana della cucina, la manifestazione, unica nel suo genere, come ha sottolineato arturo linguanti, vuole valorizzare e mettere in evidenza, il contributo di professionalit e cortesia dei dipendenti e dei collaboratori delle strutture ricettive e degli esercizi pubblici della citt, per far crescere le loro aziende, ma anche laccoglienza a siracusa. le premiazioni previste da questa edizione della Grande accoglienza prevedono tre sezioni e riguardano: professionalit e cortesia premier 16 dipendenti da aziende del commercio, del turismo, dellartigianato e dei servizi, che si siano contraddistinti per la loro professionalit e

commerciale e del terziario in genere. 24 Targhe ai Titolari dazienda dei dipendenti premiati
cortesia nei rapporti con lutenza. nellambito della manifestazione Grande accoglienza saranno selezionate ricette tipiche del territorio obiettivi generali della iniziativa: Riscoprire antiche ricette del territorio e riproporle nella ristorazione commerciale. Valorizzare i prodotti tipici del territorio. Individuare nel presente legami col passato, ricercare le radici storiche dei fenomeni presi in esame; Promuovere la consapevolezza della molteplicit delle culture; Favorire la vendita e la commercializzazione delle nostre tipicit. Fissare un legame fra cultura gastronomica e offerta ristorativa tema il tema del concorso la produzione di ricette della cucina siracusana e della sua provincia, sia autentica che rivisitata , in tutte le sue espressioni e articolazioni, dallantipasto al dolce. complessivamente saranno assegnati 24 premi di e. 258,23 a dipendenti prescelti sulla base di segnalazioni fatte direttamente dai consumatori e da unapposita commissione di valutazione. in ogni edizione di Grande accoglienza sono state promosse iniziative tese a valorizzare e ad incentivare il consumo di alimenti e bevande di qualit della terra di sicilia. il rilancio delle arance, i limoni, il moscato di siracusa, la dolceria tipica siracusana e dellolio di oliva, componente essenziale nella nostra gastronomia. liniziativa si concluder il 30 marzo 2013. premiati i dipendenti meritevoli ritagliando la scheda pubblicata da libert a mezzo lettera o fax al seguente indirizzo: segreteria consulta provinciale per il rilancio del commercio siracusano Via ticino, 8 - Siracusa Tel/Fax 0931/22001. eMail: provinciale @ confesercenti.sr.it Siracusa Patrimonio dellUmanit

Accademia Italiana della Cucina

9 18

Delegazione Siracusa

Siracusa 05-03-2013

03

12

A febbraio l'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane torna a diminuire, scendendo a 77,4 da 80,0 di gennaio. Lo rileva l'Istat, aggiungendo che il ribasso determinato dai cali registrati nelle aziende dei servizi di mercato e del commercio al dettaglio. Il balzo segnato a gennaio viene in grande parte bruciato, ma non tutti i settori presentano ribassi: se i comparti dei servizi e del commercio diventano pi pessimisti, le imprese manifatturiere segnano un lieve rasserenamento, passando da 88,3 di gennaio a 88,5. Migliorano i giudizi sugli ordini, quelli sulle scorte di magazzino e le attese di produzione. In rialzo anche il clima di fiducia delle imprese di costruzione, che aumenta da 80,4 di gennaio a 81,6. In discesa, invece, la fiducia delle aziende dei servizi di mercato: da 78,7 di gennaio cala a 73,8 e peggiorano le opinioni e le attese sugli ordini, mentre calano anche le aspettative sull'andamento dell'economia in generale. Nel commercio al dettaglio, il clima di fiducia diminuisce da 77,4 di gennaio a 76,0. L'indice aumenta nella grande distribuzione, ma diminuisce nella distribuzione tradizionale. La fiducia delle imprese torna a calare: il dato allarmante ma non inatteso cos, in una nota, Confesercenti commenta i dati Istat diffusi oggi relativi al mese di febbraio. Sulla fiducia continua a pesare questa crisi infinita che determina pesanti incertezze e contribuisce a scardinare la pur ostinata tenuta delle imprese. Ma proprio per questo motivo il calo della fiducia segnalato dallIstat diventa un sonoro campanello dallarme che i partiti non possono sottovalutare. Fare orecchie da mercante sui temi economici vuol dire ignorare colpevolmente il fatto che un prolungato stallo politico aggraver inevitabilmente la situazione economica. La vera emergenza, oggi come nei

Confesercenti commenta i dati Istat diffusi oggi relativi al mese di febbraio. Sulla fiducia continua a pesare questa crisi infinita che determina pesanti incertezze e contribuisce a scardinare la pur ostinata tenuta delle imprese Rubrica settimanale a cura della Confesercenti Siracusa
sempre pi insopportabili. Giovani imprenditori: tavolo di confronto permanente con il ministero dello sviluppo economico Un tavolo di confronto permanente per i Giovani Imprenditori. Il Ministero dello Sviluppo economico e le associazioni dei giovani imprenditori, tra cui Confesercenti, istituzionalizzano per il 2013 il dialogo avviato lo scorso anno. Il tavolo affronta alcuni dei temi centrali per la crescita economica e lo sviluppo sostenibile dellItalia, quali start-up, innovazione, formazione, competenze, accesso al credito, potendo contare sul contributo di analisi e idee venuto dai giovani imprenditori; allo stesso tempo, i giovani imprenditori hanno potuto portare allattenzione del Governo le loro criticit, aspettative, e storie di buona imprenditoria giovanile. "I tavoli di confronti avviati con il ministro Corrado Passera - sottolinea Vincenzo Schiavo, presidente del Coordinamento Nazionale Confesercenti Giovani sono stati un'ottima palestra per le nostre imprese. Il ministro ha raccolto le istanze che provenivano dal mondo dell'imprenditoria giovanile: proprio grazie alle nostre sollecitazioni si avviato un dialogo con le banche e il rifinanziamento del medio credito centrale. Ci auguriamo che il tavolo permanente possa contare, anche nel corso di questa nuova legislatura, sulla presenza del titolare del dicastero". Banche: limite ai superbonus dei manager Raggiunta, della notte, un'Intesa di principio tra i negoziatori delle istituzioni Ue sulle nuove norme dei requisiti di capitale delle banche, in applicazione di Basilea 3. L'accordo raccoglie anche la richiesta dell'Europarlamento di limitare i bonus dei manager, la cui remunerazione adesso sar composta da una quota variabile pari a quella fissa o al massimo doppia, se con l'approvazione degli azionisti. Le nuove norme dovrebbero entrare in vigore all'inizio 2014, ma gli stati membri devono ancora dare il loro via libera. "Per la prima volta nella storia della regolamentazione finanziaria dell'Ue metteremo un tetto ai bonus dei banchieri", ha dichiarato il capo negoziatore dell'Europarlamento Othmar Karas. Ma "abbiamo tutti gli elementi dell'accordo", ha assicurato il commissario Ue al mercato interno Michel Barnier. L'intesa, raggiunta su tutto il pacchetto, prevede infatti una serie di misure per rafforzare i requisiti patrimoniali delle banche con l'obiettivo di evitare una nuova crisi finanziaria come quella del 2008. E' una "svolta", l'ha definita la presidenza irlandese Ue che ha condotto i negoziati. Gli stati membri devono per ancora dare il loro ok, e la questione sar oggi affrontata a livello degli ambasciatori e marted dai ministri delle finanze Ue all'Ecofin. Londra resta fortemente contraria alla legislazione che impone un tetto ai bonus. PEC obbligatoria anche per le imprese individuali entro il 30.6.2013 Come noto lart. 16 del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, convertito nella legge 28 gennaio 2009, n. 2, recante Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anticrisi il quadro strategico nazionale stabilisce che Le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) nella domanda di iscrizione al registro delle imprese o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrit del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilit con analoghi sistemi

torna a scendere a febbraio la fiducia delle imprese

5 Marzo 2013, Marted

5 Marzo 2013, Marted

13

mesi scorsi continua la nota - rappresentata pi che mai dalla recessione che famiglie ed imprese stanno subendo. Il vero banco di prova per le forze politiche il ritorno alla crescita, ovvero meno tasse, pi investimenti per fermare lemorragia di posti di lavoro e lo stillicidio di chiusure delle PMI. Le risorse si possono trovare da tagli coraggiosi della spesa pubblica e dei costi della politica, mettendo davvero la parola fine a sprechi e privilegi incompatibili con le gravi condizioni dellItalia. Su questo versante ci aspettiamo rapide e chiare assunzioni di responsabilit dal nuovo Parlamento. Occorre dare risposte rapide ai pensionati Il voto ci consegna unItalia, con grandi problemi di governabilit che si sommano a quelli economici, finanziari e sociali gi esistenti. Questa situazione ha sottolineato Massimo Vivoli, vice presidente vicario della Confesercenti e presidente della Fipac - non agevoler certo la soluzione degli enormi problemi che stiamo vivendo, come Paese e come pensionati, e va scongiurata un evoluzione verso ulteriori difficolt. Il rischio che incombe che, sommersi dalla

instabilit finanziaria e dallesigenza di assicurare un Governo al Paese (che realisticamente non potr che avere una durata breve e un programma limitato), ci si dimentichi dei pensionati, dei loro problemi, della loro sofferenza. Temiamo che ancora una volta prevalgano solo logiche di rigore e di equilibrio dei conti pubblici, rispetto alle esigenze di crescita e di equit. Proprio per queste ragioni necessario che i pensionati facciano sentire la loro voce con

grande impegno unitario e al tempo stesso si concentrino su alcune questioni vitali gi messe al centro delliniziativa nei confronti delle forze politiche prima del voto. I pensionati italiani conclude Vivoli - attraversano un momento di grande difficolt, per questo occorre dare risposte rapide affrontando le grandi priorit, a cominciare dallesigenza di assicurare una maggiore equit sociale trovando le risorse attraverso leliminazione di privilegi e sprechi che appaiono

internazionali. Entro tre anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto tutte le imprese, gi costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l'indirizzo di posta elettronica certificata. L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria. Il successivo comma 6-bis prevede che l'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa costituita in forma societaria che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile (sanzione amministrativa pecuniaria da 103 euro a 1.032 euro), sospende la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata. Lart. 5 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito nella legge 17 dicembre 2012, n. 221, recante Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese, ha poi stabilito che l'obbligo di cui all'art. 16, comma 6, del D.L. n. 185 esteso alle imprese

individuali che presentano domanda di prima iscrizione al registro delle imprese o all'albo delle imprese artigiane successivamente alla data di entrata in vigore della legge di conversione. Le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale, ai sensi del secondo comma dellart. 5, sono tenute a depositare, presso l'ufficio del registro delle imprese competente, il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro il 30 giugno 2013. L'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda fino ad integrazione della domanda con l'indirizzo di posta elettronica certificata e comunque per quarantacinque giorni; trascorso tale periodo, la domanda si intende non presentata. In merito allimposta di bollo, il MISE ha richiesto il parere dellAgenzia delle Entrate. Controlli per le Aziende agro-alimentari Stato, Regioni ed Auto-

nomie Locali, durante la riunione della Conferenza unificata tenutasi il 24 gennaio u.s., hanno raggiunto lintesa sulle Linee guida in materia di controlli approvate dal Ministero per la Pubblica Amministrazione ai sensi dellArt. 14 DL n. 5/2012 e ss. modificazioni (misure urgenti per la semplificazione). A tal riguardo occorre evidenziare che il MIPAAF, in armonia con le predette istruzioni generali ed in attuazione della norma sopra citata, ha appena pubblicato in via sperimentale sul proprio sito internet e sul portale http://www.impresainungiorno.gov.it la lista e la classificazione dei controlli a cui possono essere assoggettate le Aziende della filiera agricola ed agroalimentare in ragione della rispettiva dimensione e del settore operativo di appartenenza. La ratio di tale elenco risiede non soltanto nellesigenza di fornire agli operatori del comparto agricolo ogni aggiornato riferimento ai controlli in vigore, ma anche nella necessit di avere una base informativa su cui avviare lauspicato coordinamento tra la tutela degli interessi pubblici (contrasto allabusivismo) e la riduzione degli oneri a carico delle Imprese (razionalizzazione della vigilanza). Si segnala in proposito che anche l'Ispettorato Centrale della Tutela della Qualit e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari, nonch il Comando Carabinieri per le Politiche Agricole, il Corpo Forestale dello Stato, le Capitanerie di Porto, la Direzione Generale per la Pesca e l'Acquacoltura ed infine l'AGEA sono stati coinvolti in via preliminare nella catalogazione dei controlli in esame. Si evidenzia che in base al Comma 2 del sopra citato Art. 14 DL 5/12 dovranno procedere alla pubblicazione dellelenco dei controlli di rispettiva competenza tutte le Pubbliche Amministrazioni, tra le quali spiccano in particolare gli altri Ministeri, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunit Montane, le Universit, le Camere di Commercio e gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale. Nel frattempo si ricorda che possibile consultare la lista dei controlli relativi al settore agroalimentare utilizzando il portale MIPAAF (banner semplificazione

controlli), nonch inoltrare pareri a semplificazione. controlli@mipaaf.gov.it. Al via da oggi presso la Confesercenti il corso professionale abilitante per liscrizione nel ruolo per agenti e rappresentanti di commercio Marted 5 Marzo presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8, prende il via il corso professionale abilitante per liscrizione nel ruolo per Agenti e Rappresentanti di Commercio. Il corso ha la durata di 80 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Marted e Gioved dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Essendoci disponibile ancora qualche posto per raggiungere il limite numerico stabilito dalla normativa regionale, chi intendesse frequentarlo pu rivolgersi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001). Alla Confesercenti sono aperte le iscrizioni per i nuovi corsi abilitanti e preparatori che avranno inizio a marzo Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori per chi intende esercitare lattivit di vendita di generi alimentari, di somministrazione di alimenti e bevande, di ristorazione. Sono anche aperte le iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori per sostenere gli esami abilitanti presso la Camera di Commercio per chi intende esercitare lattivit di agente immobiliare. I corsi per gli aspiranti commercianti nel settore degli alimenti, per chi intende esercitare lattivit di somministrazione e ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Luned, Mercoled e Venerd dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti agenti immobiliari i corsi hanno la durata di 80 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Marted e Gioved dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Chi intendesse frequentarli pu recarsi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione entro il 15/03/2013.

Servizio coordinato a largo raggio per il controllo del territorio gioved scorso, eseguito nella provincia di Siracusa

14

5 Marzo 2013, Marted

5 Marzo 2013, Marted

15

Carabinieri: Operazioni di controllo contro la criminalit organizzata


Comandante provinciale dei Carabinieri di Siracusa, col. Mauro Perdichizzi, al fine di assicurare un pi energico impulso allattivit di prevenzione e controllo del territorio e garantire, quindi, un incremento dellazione di contrasto ai fenomeni di criminalit, ha disposto servizi straordinari di controllo del territorio nella provincia di Siracusa dalle ore 09,00 alle ore 13,00 del 28 febbraio 2013, con la proiezione esterna del maggior numero di personale e mezzi. I servizi sono stati svolti con lausilio della perlustrazione aerea del 12 Nucleo Elicotteri Carabinieri di Catania ed il concorso delle unit navali del Comando Provinciale. Nel corso delloperazione, eseguita a largo raggio mediante limpiego coordinato delle Compagnie e delle Stazioni Carabinieri della provincia, sono state controllate in maniera incisiva le zone di aggregazione ed interesse della criminalit, al fine di infondere sicurezza nella popolazione. Sulle principali strade statali e provinciali della provincia sono stati attuati articolati posti di controllo nei punti nevralgici, al fine di verificare il rispetto delle norme di sicurezza alla guida di autovetture, motocicli e ciclomotori, da parte degli utenti della strada. Si proceduto, inoltre, al controllo di persone sottoposte a misure

Il

cautelari alternative alla detenzione ed a misure di prevenzione personali di Pubblica Sicurezza, per verificare losservanza delle prescrizioni imposte agli stessi. Gli eventi di maggior rilievo, sono stati a Siracusa, Belvedere, Priolo Gargallo, Cassibile, Solarino e Floridia: sono stati tratti in arresto: GAROFALO Salvatore di anni 28, pregiudicato, per evasione dagli arresti domiciliari cui sottoposto. Lo stesso, al termine del giudizio per direttissima, stato nuovamente sottoposto dallA.G.

al regime degli arresti domiciliari; GAROLLA Gino di anni 21, pregiudicato, in esecuzione di una misura di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Siracusa, con la quale stata revocata la misura degli arresti domiciliari e ripristinata quella della detenzione in carcere. Inoltre sono stati deferiti in stato di libert alla locale Procura della Repubblica: D.M.K. 19enne pregiudicato, B.G. 19enne e D.D. 42enne, per guida senza patente;

R.M. 22enne e C.F. 23enne, per guida in stato di ebbrezza alcolica; C.N. 48enne e L.C. 25enne, entrambi pregiudicati, per violazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. cui sono sottoposti; A.S. 20enne, L.B. 40enne, R.G. 33enne e L.R.G. 49enne, per furto aggravato; D.M.C. 50enne pregiudicato, per violazione dei sigilli. Nella zona Nord sono stati controllati i territosri di Lentini, Carlentini, Augusta, Francofonte e Melilli. Nel corso delle operazioni sono stati deferiti in stato di libert alla locale Procura della Repubblica: N.R. 42enne pregiudicato, perch a seguito di perquisizione domiciliare stato trovato in possesso di refurtiva, coltelli del genere vietato e cartucce per pistola, il tutto detenuto illegalmente; C.F. 52enne, per aver compiuto atti contrari alla pubblica decenza; A.F. 19enne, per porto di coltello del genere vietato; C.B. 65enne pregiudicato, per violazione colposa dei doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro amministrativo; T.D. 18enne, per guida sotto leffetto di sostanze stupefacenti; S.S. 41enne e R.G. 53enne, entrambi pregiudicati, per aver catturato volatili di specie particolarmente protette, usando reti e gabbie di stoccaggio; V.W. 36enne e M.M. 18enne, entrambi pregiudicati, trovati alla guida dei rispettivi motocicli senza patente in quanto mai conseguita; M.M. 19enne, M.R. 40enne e R.S. 30enne, per furto aggravato e continuato di energia elettrica in danno della societ E.N.E.L. S.p.A. Inoltre sono state segnalate allUfficio Territoriale del Governo di Siracusa due persone, per avere fatto uso di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Nella zona Sud e montana sono stati posti a controllo del territorio: Noto, Avola, Palazzolo Acreide e Pachino e deferiti in stato di libert alla locale Procura della Repubblica le seguenti persone: M.B. 79enne pregiudicato, per aver contraffatto il tagliando assicurativo della propria autovettura; D.P.E. 19enne, per possesso di un coltello a serramanico del genere vietato; M.K.B.M. 29enne pregiudicato di origine marocchina, per guida senza patente perch mai conseguita; C.M. 43enne pregiudicato, per ricettazione di n. 6 porte in legno di provenienza furtiva. Sono state segnalate allUfficio Territoriale del Governo di Siracusa due persone, per avere fatto uso di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

interrogazione sulle condizioni della qualit dellaria in Sicilia


Il deputato regionale del PD, Marika Cirone Di Marco ha inviato uninterrogazione al presidente della Regione Siciliana ed allassessore regionale per il Territorio e lAmbiente sulle condizioni della qualit dellaria in Sicilia. Liniziativa prende spunto dal recente report di Lega ambiente. Linterrogazione, in particolare, riguarda gli impianti industriali di Priolo ed il polo petrolchimico di Gela. Si fa riferimento, inoltre, alle navi che approdano nei porti industriali ed al Piano di tutela della qualit dellaria, di cui la Regione Siciliana non si ancora dotata. Nellinterrogazione viene chiesto di procedere alla revisione dei provvedimenti AIA finora concessi, per verificare la prescrizione e la reale adozione delle migliori tecnologie disponibili (BAT). Di realizzare sistemi tali da recuperare in tutto o in massima parte gli off-gas per evitarne linvio alle torce. Di adeguare limpianto IAS di Priolo per azzerare le sue emissioni. Di controllare e revisionare gli impianti di desolforazione nonch il divieto di utilizzo della H2S nei forni, la verifica straordinaria di tutti i serbatoi e delle condutture al fine di evitare fughe di gas incontrollate. Marika Cirone Di Marco chiede ancora quali misure sintendono adottare per rendere pi stringente il controllo sulle navi mercantili e sui terminali petroliferi, in particolare dove sussistono per di pi aree di rispetto e tutela ambientale o di particolare pregio archeologico. Di censire le attivit di bonifica con azoto presso i depositi gli impianti le linee e le navi gasiere e petroliere per valutarne le emissioni, per garantire costantemente laccesso e la diffusione delle informazioni alla popolazione relative alla qualit dellaria ambiente, cos come previsto dal Decreto Legislativo 13.08.2010 n.155, e pubblicando i report giornalieri sui siti istituzionali dei comuni e dellArpa, Viene chiesto, infine, di accelerare lapprontamento e il varo del Piano di Tutela della Qualit dellAria per la Sicilia.

REGIONE

Legambiente: Occorrono seri controlli sulla manutenzione del fermo industriale


In questi giorni iniziano le fer-

In foto, petrolchimico Siracusano.

Il primo obbiettivo garantire sicurezza e ambiente e non deve mai essere il risparmio di alcuni giorni o ore di tempo a scapito delle condizioni di lavoro
di persone che utilizzano anche utensili ed attrezzature con fonti termiche che in assenza delle necessarie precauzioni - possono innescare incidenti e dare vita a scenari infernali - continua la nota dei Circoli Legambiente della Provincia di Siracusa -. Per quanto banale possa sembrare dirlo, non mai abbastanza linformazione fornita ai lavoratori sulle norme e procedure di sicurezza da seguire scrupolosamente e la vigilanza che occorre porre per evitare che un allentamento dellattenzione causi disastri. Altrettanto importante far conoscere i piani di sicurezza esterna alla popolazione dei Comuni che rientrano nellarea a rischio, ai lavoratori dei numerosi centri commerciali posti accanto agli impianti ed ai cittadini che vi si recano per gli acquisti e istruire tutti con vere esercitazioni sulle norme di comportamento. Il primo obbiettivo - in tutte le fasi della fermata, della manutenzione e del riavvio - quindi garantire sicurezza e ambiente e non deve mai essere il risparmio di alcuni giorni o ore di tempo a scapito delle condizioni di lavoro degli addetti, della sicurezza generale e delle componenti ambientali. poi di fondamentale importanza che tutte queste operazioni,

mate degli stabilimenti petrochimici, che dureranno diversi mesi e che interesseranno progressivamente quasi tutte le aziende del polo industriale siracusano Augusta / Priolo / Melilli - lo affermano i Circoli Legambiente della Provincia di Siracusa. Mentre un fatto positivo, per i lavoratori e per tutti i cittadini, che si facciano i lavori di manutenzione e di messa a punto di impianti industriali molto grandi e complessi per mantenerli efficienti, non possiamo per sottovalutare che si tratta di stabilimenti a rischio di incidente rilevante inseriti in unarea ad elevato rischio di crisi ambientale, oltre che Sito di Interesse Nazionale (SIN) ai fini della bonifica. Come ormai la popolazione dellarea industriale sa bene per averlo sperimentato sulla propria pelle ed averne spesso pagato le conseguenze in termini rischi e di danni alla salute le fermate degli impianti, i lavori di manutenzione ed il successivo riavvio degli stessi rappresentano momenti particolarmente delicati e critici perch da essi possono scaturire incidenti di grande portata con conseguenze gravi per tutti. Le manutenzioni sono caratterizzate dalla presenza contemporanea in impianto di centinaia

ed in particolare quella del riavvio, avvengano senza le insopportabili e prolungate emissioni di nubi di fumo nero e/o rumori altrettanto molesti. Non pu essere accettato il fatto che per tagliare le spese si scarichino sulla collettivit inquinamento e rischio. Pertanto Legambiente chiede a tutte le parti coinvolte una piena assunzione delle responsabilit che a loro competono: - alle aziende del polo petrolchimico di non guardare ai cronoprogrammi fatti sulla base del massimo risparmio ma, invece, fare programmi basati sulla massima sicurezza - a Confindustria, allIspettorato del Lavoro, allAzienda Sanitaria ASP 8 ed ai Sindacati di rendersi parte attiva per verificare che i lavoratori siano veramente edotti sulle norme di sicurezza e che esse siano applicate - comprese quelle sulla qualit degli ambienti di lavoro - senza sconti e senza deroghe - agli enti pubblici di controllo (ARPA, Provincia, Comuni) di vigilare affinch non vengano usate scorciatoie e scaricate in ambiente sostanze inquinanti, tossiche e cancerogene. Perch non si pu vivere col batticuore e la vita e la sicurezza delle persone devono davvero venire prima di tutto.

16

5 Marzo 2013, Marted

autosport s.r.l. c.da targia 18

siracusa tel.0931 759918

autosport.toyota.it