Sei sulla pagina 1di 102

Parrocchia di Santa Lucia

Consiglio Pastorale Parrocchiale Chiesa Santa Lucia

La Commissione Famiglia-Cultura presenta

13 dicembre
Festivit di Santa Lucia

La vita di Santa Lucia 283 304 d. C.

Il culto di Santa Lucia nel mondo e a Gioia

Questo incontro si articoler in due fasi


Nella prima parte dar alcune notizie riguardanti la vita di santa Lucia La seconda parte sar dedicata al culto della santa nel mondo e a Gioia

La vergine e martire Lucia una delle figure pi care alla devozione cristiana

Albero delle Vergini. Chiesa Madre di Gioia.

Albero delle Vergini. Chiesa Madre di Gioia. S.Lucia 1^ a sx

Il Messale Romano ricorda Santa Lucia E una delle sette donne che viene ricordata nel Messale

Santa Lucia Siracusa 283 304 d. C.

Panoramica aerea di Siracusa

Notizie di Santa Lucia sono tramandate da Atti greci e latini


Della vita e del martirio ci parlano le memorie lasciate da San Gregorio Magno (VI sec.) e il poema in versi De Laudibus virginum di S. Adelmo (VII sec.)

Lucia figlia di ricca e nobile famiglia. Suo padre, forse di nome Lucio, sua madre Eutichia Lucia promessa in sposa a un giovane concittadino. Lucia fa voto di verginit e rinvia le nozze

Lucia attratta dalle virt di una martire: Santa Agata di Catania, morta durante le persecuzioni di Decio Imperatore il 5 febbraio 251
Agata, bella e ricca fanciulla, torturata da Quinziano, prefetto della Sicilia, muore in carcere.

Sant'Agata al carcere, da un dipinto custodito nel Duomo di Catania.

Sul luogo del martirio viene eretto un tempio, che porta il nome di SantAgata Vetere
Questa giovane catanese ( 230-251 ), martire del cristianesimo, morta allet di 21 anni ( come avverr per la nostra santa ), guidava ed illuminava Lucia

Chiesa di Sant'Agata la Vetere, prima cattedrale a Catania

Cattedrale di Catania, dove si conserva il corpo di SantAgata

Busto reliquario di SantAgata che si conserva nel duomo di Catania

La madre di Lucia si ammala e non vi sono speranze di guarigione

Lucia, preoccupata per la salute della mamma decide di andare con lei in pellegrinaggio a Catania per pregare sulla tomba di SantAgata e ottenere a grazia della guarigione. E il 5 febbraio del 301, festa della Santa

Durante la celebrazione liturgica le due donne ascoltano il brano evangelico di Matteo riguardante la guarigione dellemorroissa Lucia invita la madre a toccare fiduciosa il sepolcro di SantAgata, come lemorroissa che tocc il lembo della veste di Ges e guar

Mentre le due donne pregano sul sepolcro di S. Agata, Lucia presa da un profondo sonno durante il quale le appare Agata tra due angeli
La santa dice a Lucia che la madre salva per la sua fede e che come Catania viene beatificata per mezzo suo cos Siracusa sar salvata per mezzo di Lucia.

Lucia, svegliatasi, dice alla madre che, per intercessione di S. Agata e per grazia di Cristo, guarita Nel viaggio di ritorno a Siracusa Lucia confida alla madre la sua decisione di consacrarsi a Dio, rinunciando allo sposo terreno

Lucia chiede alla madre di darle la parte del patrimonio che le spetta, per distribuire la sua dote in beneficenza ai poveri.

La madre a malincuore cede alle richieste di Lucia

Il promesso sposo di Lucia, venuto a conoscenza della vendita dei beni da parte di Lucia e stanco dei continui rinvii del matrimonio, comprende che difficilmente Lucia, che cristiana, avrebbe sposato lui, pagano Lo sposo dunque denuncia Lucia al Governatore Pascasio accusandola di professare il cristianesimo. Era in vigore in quel tempo leditto di Diocleziano che prevedeva la persecuzione dei cristiani

Lucia arrestata e portata davanti allautorit


Segue il processo, durante il quale Lucia mostra fermezza nel professare la religione cristiana e numerosi fatti straordinari salvano Lucia dal cedere al peccato.

Interrogatorio di Santa Lucia Pala di L. Lotto, 1532 Pinacoteca di Jesi

Al termine del processo Lucia viene martirizzata

Prima di morire Lucia preannuncia la fine di Diocleziano ed il trionfo e la diffusione del cristianesimo

Gli Atti greci parlano di decapitazione, mentre la tradizione latina ritiene che Santa Lucia sia stata trafitta al collo. La decapitazione era riservata ai condannati di nobile stirpe. La morte di Lucia sembra sia avvenuta per decapitazione. Ci sarebbe confermato dal fatto che il corpo di S. Lucia presenta il capo separato dal busto

Pala raffigurante il martirio e la gloria di Santa Lucia

E il 13 dicembre del 304

Ma sullanno e sulla data della sua morte non tutti sono concordi

Il fatto che la celebrazione della festa di S. Lucia cade in un giorno vicino al solstizio dinverno, dal quale giorno il periodo di luce si allunga, probabilmente dovuto alla volont di sostituire feste pagane che celebravano la luce in quel periodo, con una festivit sacra, cristiana

Infatti intorno al 13 dicembre il paganesimo romano festeggiava una dea di nome Lucina, dea del parto, colei che porta i bambini verso la luce

Lucia aveva detto a Pascasio: Io morr, ma ti annunzio che la pace sar restituita alla Chiesa di Dio. Diocleziano e Massimiano passeranno e il Cristianesimo continuer a diffondersi.

Poich il primo editto di tolleranza nei riguardi del cristianesimo risale al 311, leditto di Costantino al 313, labdicazione di Diocleziano al 305 e la morte di Massimiano al 310, alcuni studiosi fanno risalire il martirio di Lucia ad una di quelle date

Il corpo di Lucia viene riposto in una nicchia ad arco scavata nel tufo delle catacombe ed utilizzata come sepolcro. Molti siracusani si fanno seppellire accanto a Lucia

Catacombe di Siracusa

Catacombe di Siracusa

Chiesa costruita sul luogo del martirio (a destra il sepolcro)

Nellinterrato del Sepolcro visibile il foro con il vano dove il 13 dicembre 304 fu sepolta Lucia

Il corpo di Lucia non trova pace. In una una delle due tradizioni riguardanti la traslazione delle reliquie di S. Lucia si parla della data del 970 La traslazione delle reliquie di S. Lucia sarebbe avvenuta a Metz

Abbazia di S. Vincenzo, Metz

La seconda delle tradizioni vuole che nel 1038 il corpo di Lucia viene trafugato da Giorgio Maniace

Il corpo della Santa viene traslato a Costantinopoli

Costantinopoli

Nel 1204 i Crociati saccheggiano alcune basiliche di Bisanzio, compresa quella in cui riposava il corpo di S. Lucia, che fu risparmiato dal saccheggio Nel 1205 le reliquie di Lucia giunsero nella laguna nella chiesa di San Giorgio Maggiore

Monastero di San Giorgio a Venezia

Chiesa dei Santi Geremia e Lucia a Venezia

Chiesa dei santi Geremia e Lucia a Venezia. Sopra laltare visibile lurna di vetro con il corpo di S. Lucia.

Reliquie di Santa Lucia a Venezia

Il corpo di Santa Lucia

Il patriarca di Venezia Angelo Roncalli, poi papa Giovanni XXIII nel 1955 fece ricoprire le spoglie di Lucia con una maschera dargento

Particolare maschera argentea

Dipinto di S. Lucia (Palma il Giovane) presso la chiesa dei santi Geremia e Lucia a Venezia

Anche se il corpo di S. Lucia riposa a Venezia, la sua citt natale Siracusa festeggia con grandissima devozione la sua concittadina

Alcune reliquie della Santa sono conservate a Siracusa

Cattedrale di Siracusa: le sacre Vesti di S. Lucia

Il seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio, sull'altare maggiore della chiesa di Santa Lucia a Siracusa

Il corpo di S. Lucia stato pi volte profanato


Nel 1867 alcuni ladri penetrano nella Chiesa di S. Geremia e S. Lucia per impadronirsi di alcuni ornamenti votivi. Nel 1949 alla santa martire fu sottratta la corona. Nel 1969 i ladri infransero il cristallo dellurna della santa. Nel 1981 due ladri spezzarono lurna della martire, estraendovi il corpo e lasciandovi il capo e la maschera argentea. La refurtiva stata sempre recuperata. Lultima recupero avvenne il 12 dicembre 1981, vigilia della commemorazione della santa.

Cattedrale di Siracusa

Processione di Santa Lucia a Siracusa

Il simulacro ed il corpo di Santa Lucia all'interno della Basilica di Siracusa

Il simulacro o statua argentea di Santa Lucia a Siracusa

Statua sepolcrale di Lucia morente

Statua del 1634 nella Cappella del Sepolcro di Santa Lucia a Siracusa

Particolare della statua di Santa Lucia a Siracusa.

Siracusa Chiesa di Santa Lucia alla Badia

Portale con frontone spezzato sorretto da colonne tortili con alto piedistallo e decorato da una cornice contenente raggi, su cui sono posti una colonna, una spada, una palma e una corona, simboli del martirio di S. Lucia.

Siracusa 1994: Giovanni Paolo II bacia la reliquia di S. Lucia

Nel dicembre del 2004, in occasione del 17 centenario del suo martirio le spoglie della santa ritornarono eccezionalmente a Siracusa per sette giorni Sono in corso trattative tra lArcivescovo di Siracusa e il Patriarca di Venezia per un eventuale ritorno definitivo della santa nella sua Siracusa.

Quando si diffonde il culto di Santa Lucia?


.

La prima testimonianza dellesistenza di Lucia data da una iscrizione greca risalente alla fine del quarto secolo Fu scoperta nel 1894 dal prof. Paolo Orsi nella catacomba di S. Giovanni a Siracusa

Catacombe di S. Giovanni a Siracusa

Iscrizione di Euskia

Euschia, irreprensibile, vissuta buona e pura per circa 25 anni, mor nella festa della mia santa Lucia, per la quale non vi elogio come conviene. Cristiana, fedele, perfetta, riconoscente a suo marito di una viva gratitudine.

Epigrafrafe di Euschia

La devozione per Santa Lucia si diffonde rapidamente sia in Occidente che in Oriente
Nel 384, a 80 anni dal martirio, santOrso le dedica una chiesa a Ravenna e poco dopo papa Onorio I le dedica una chiesa a Roma

Il culto di Santa Lucia a Gioia

A che periodo risale?

LArcivescovo di Bari, Mons. Antonio Puteo, a seguito della Visita pastorale tenuta a Gioia, il 24 ottobre 1578 fece promulgare gli Ordini della S. Visita. Per la chiesa di santa Lucia dice:
.

LArcivescovo di Bari, Mons. Antonio Puteo, a seguito della Visita pastorale tenuta a Gioia, il 24 ottobre 1578 fece promulgare gli Ordini della S. Visita. Per la chiesa di santa Lucia dice:
Che l cappellano di Santa Lucia de greci fuori detta Terra faccia repararla fra un anno, et celebrarvj le messe che obbligato sotto la pena predetta ( 200 libre di cera bianca lavorata da applicarsi per noi a loci pij nostro arbitrio )

Il culto della Santa a Gioia , dunque, precedente al 1578


A quella data a Gioia vi era una chiesa di S. Lucia dei Greci. La Santa forse era venerata al sud sin dai tempi del passaggio dal rito latino a quello greco a Siracusa, avvenuto con limperatore Costante II di Sicilia, bizantino, nel 663. Nel passato Siracusa era una citt importante della Magna Grecia, che comprendeva anche la Puglia

Della vecchia Cappella oggi non restano che le fondazioni sulle quali sono stati costruiti gli ambienti della casa canonica e una piccola statua in pietra raffigurante S. Lucia, in via Cappellini strada adiacente al lato destro della chiesa, situata sul tetto della costruzione addossata all'abside.

Facciata est con statuina di S. Lucia

La cappella fu distrutta dal terremoto del 1885

La statua della santa, fatta costruire qualche anno prima, si salva e viene trasportata nella cappella dellAddolorata, di propriet della famiglia Buttiglione

Cappella Buttiglione

Pala raffigurante il Martirio e la Gloria di Santa Lucia, posta sullaltare maggiore

Il martirio e la gloria di Santa Lucia. La pala dopo i restauri della chiesa stata posta nel primo arco a dx della Chiesa

Santa Lucia, la Santa della luce, che illumina il nostro buio

Altare maggiore con Crocifisso e immagine di Santa Lucia

Su questo Crocifisso, che presenta ai suoi piedi limmagine di S. Lucia ci soffermeremo a parlare il 27 dicembre prossimo, 25 anno della riconsacrazione della nostra chiesa

Il culto di Santa Lucia praticato anche nella Chiesa Matrice di Gioia

Lo testimonia il seguente documento iconografico

Albero delle Vergini. Chiesa Madre di Gioia. S.Lucia la 1^ a sx

I lavori furono eseguiti dal pittore M. Prayer tra il 1937 e il 1940 sotto larcipretura di don Luigi Tosco

LAlbero delle Vergini presenta sul tronco la scritta Maria Virgo Perpetua e allapice dei rami i tondi raffigurano le seguenti Sante: S. Lucia, Santa Caterina da Siena, Santa Agnese, Santa Cecilia e Santa Maria Goretti

Una statua di Santa Lucia presente sulla facciata della Chiesa

Nellarco ogivale della porta dingresso scritto: Pel culto della fede nello slancio dell'anima religiosa Nicola Miraglino il suolo di questa Chiesa e l'immagine della Vergine Martire offr 1918

La Chiesa elevata a Parrocchia il 16-12-1919

La Chiesa elevata a parrocchia il 16 dicembre 1919 da S. E. Mons. Giulio Vaccaro, Arcivescovo di Bari, che, in data 3 febbraio 1920, nomina parroco il sacerdote don Rocco Passiatore, del quale tra qualche mese ricorre il 50 della morte.

La profezia fatta da S. Agata a Lucia: Come per mezzo mio viene beatificata la citt di Catania, cos per mezzo tuo sar salvata a citt di Siracusa si avverata

In occasione della carestia de 1646 linvocazione a S. Lucia fece cessare la fame dei siracusani. Nellassedio di Siracusa del 1735 e nella lotta tra austriaci e spagnoli, lintercessione di S. Lucia, la cui statua grondava sudore, port alla pace e alla salvezza della citt di Siracusa

Centinaia sono i paesi in Italia in cui si venera S. Lucia. In Puglia, tra gli altri, citiamo: Palese, Modugno, Alberobello, Andria, Barletta, Bitonto, Casamassima, Capurso, Acquaviva, Erchie, Lecce, Molfetta, Monopoli, Ruvo, Taranto

Santa Lucia si festeggia in molte nazioni, tra le quali: Argentina, Austria, Brasile, Danimarca, Finlandia, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Brasile.

Un vecchio adagio dice: Santa Lucia il giorno pi corto che ci sia


In realt ci era vero prima del 1582, anno dellintroduzione del calendario moderno da parte del papa Gregorio XIII. In quel periodo il solstizio dinverno, che ora cade il 21 dicembre, coincideva con il 13 dicembre, giorno della festivit della Santa

Santa Lucia considerata la protettrice degli occhi, dei ciechi, degli oculisti, degli elettricisti, degli scalpellini, delle sarte e delle ricamatrici, dei sellai, in poche parole di coloro che nel loro lavoro fanno largo uso della vista Liconografia ricorrente la raffigura con gli occhi, che Lucia tiene in mano o su un piatto o un vassoio, che si accompagnano spesso alla palma e a volte alla lampada, a un libro, a un calice o ad una spada.

Nel Trentino, in parte della Lombardia, del Veneto e dellEmilia Romagna esiste una tradizione legata ai doni di S. Lucia S. Lucia considerata una figura simile a San Nicola, a Babbo Natale, a Ges Bambino, alla Befana. Come loro anche S. Lucia porta i doni

Grazie per lattenzione. Arrivederci allincontro del 27 dicembre: 25 anniversario della riconsacrazione della Chiesa