Sei sulla pagina 1di 19

LASSERTIVITA

A cura di: Guido Bisantis

SAP Servizio di Assistenza Psicologica per Studenti Universitari iscritti all'Ateneo di Padova. Via Belzoni, 80 - 35121 Padova Tel. 049/8278450 - Fax 049/8278451

Ti senti mai sfiduciato, impotente e incapace di fare qualsiasi cosa? Ti capita a volte di dover fare uno sforzo su te stesso per far sentire la tua voce? Ti difficile fare in modo che gli altri sappiano quello che desideri? Ti capita spesso di sentirti lultima ruota del carro? Ti capita di essere trascinato dagli altri a causa della tua incapacit di riaffermare i tuoi diritti? O forse sei tu ad esercitare pressione sugli altri per averla vinta?

Forse ti manca un po di ASSERTIVITA

GUIDO E FRANCESCA SI DOMANDARONO SE IL CAMERIERE SI FOSSE DIMENTICATO DI LORO, SE LI STESSE DELIBERATAMENTE IGNORANDO O SE FOSSE SEMPLICEMENTE MOLTO OCCUPATO. GIA DA UN QUARTO DORA NON SI ERA FATTO VEDERE AL LORO TAVOLO, E DOVEVAMO ANDARE A TEATRO.
RABBIA, CONFUSIONE, SENSO DI IMPOTENZA SONO LE TIPICHE SENSAZIONI CHE EMERGONO DA SITUAZIONI COME QUELLA DESCRITTACOME POTER COMUNICARE LE PROPRIE SENSAZIONI QUANDO CI SI SENTE TANTO FRUSTRATI?

COME TI COMPORTI QUANDO:


- VUOI CHIUDERE UNA TELEFONATA NELLA QUALE
CERCANO DI VENDERTI QUALCOSA? - UN COLLEGA TI SMINUISCE DAVANTI A TUTTI? - UN VICINO ASCOLTA LA MUSICA A TUTTO VOLUME ALLE TRE DI NOTTE?

IN QUESTE, COME IN ALTRE SITUAZIONI SIMILI, ABBIAMO TUTTI BISOGNO DI UNA QUALCHE FORMA DI TATTICA DI SOPRAVVIVENZA, UN MODO DI REAGIRE CHE FACCIA CAPIRE AGLI ALTRI CHE CE QUALCOSA CHE NON VA MA CHE AL CONTEMPO SALVAGUARDI LA DIGNITA DI TUTTI.

CE CHI AFFRONTA QUESTE SITUAZIONI MANDANDO GIU , NON DICENDO NIENTE E RITROVANDOSI CON UNA GRAN RABBIA DENTRO. CE INVECE CHI AGGREDISCE LALTRO, NEL TENTATIVO DI PUNIRLO O DI RIACQUISTARE UNA POSIZIONE DI FORZA. CE CHI RICONOSCE I DIRITTI PROPRI E QUELLI ALTRUI, PRONTO AD ASCOLTARE IL PUNTO DI VISTA ESPRESSO DAL SUO INTERLOCUTORE E AD ESPRIMERE IL PROPRIO EVENTUALE DISACCORDO, MANTENEDO IL TOTALE RISPETTO NEI SUOI CONFRONTI.

PASSIVITA

ASSERTIVITA

AGGRESSIVITA

Comunicazione verbale
Stile passivo
Affermazioni lunghe e ripetitive, voce tremolante e bassa Uso di parole riempitive, del tipo forse; esitazioni, schiarimenti di voce Frequenti giustificazioni; sorrisi di circostanza di fronte alle critiche Offerta costante di scuse; sguardo rivolto verso il basso. Uso di frasi che minimizzano i propri bisogni Poche affermazioni che iniziano col pronome io. Frasi di autocommiserazioni del tipo: mi sento proprio gi

Stile aggressivo
Uso eccessivo di affermazioni che iniziano col pronome io

Stile assertivo
Affermazioni concise, chiare ed adeguate al contenuto. Voce ferma, chiara, costante

Opinioni che vengono spacciate Uso di frasi che iniziano con per fatti. Stile dominande mi piacerebbe; domande volte a capire sentimenti e pensieri dellaltro Domande o frasi minatorie; frasi sarcastiche o in grado di svilire laltro Consigli espressi mediante frasi del tipo: dovresti fare cos comportati cos.. Induzione nellaltro di sensi di colpa. Atteggiamento freddo, voce concitata o stridente. Maschelle chiuse e rigide, viso proteso in avanti Distinzione tra fatti ed opinioni. Stile fermo, non dominante Atteggiamento calmo ed empatico; uso del sorriso nel parlare; mascelle rilassate Nessun uso di imperativi del tipo: dovresti far questocomportarti cos... Critica costruttiva senza colpevolizzazione

Comunicazione non verbale


Stile passivo
Spesso si siede sullorlo della sedia, piedi arcuati e pronto a schizzare via Frequentemente si copre la bocca con la mano Le spalle sono piegate verso il basso

Stile aggressivo
Lindice viene spesso usato per indicare linterlocutore Il corpo viene proiettato verso lalto Si muove in continuazione

Stile assertivo
I movimenti delle mani sono aperti ed invitanti Il corpo assume una postura rilassata Nei confronti dellinterlocutore si mantiene ad una distanza adeguata alla natura del rapporto

Le braccia sono incrociate sul petto, come se volesse proteggersi Si mantiene ad una distanza eccessiva nei confronti dellinterlocutore

Tiene le braccia conserte

Si mantiene ad una distanza eccessivamente ravvicinata, invadendo lo spazio personale dellinterlocutore

Le domande che seguono saranno utili nel valutare la tua assertivit. Devi rispondere con onest. Segna il numero che ti descrive meglio. Per alcune domande *(2,3,5,8,11,13,15,17,20,21,23,26,29,31,32,33,34) inverti il valore segnato(vedi fine questionario) 0 significa no o mai; 1 significa in un certo senso o qualche volta; 2 significa di solito o in buona misura; 3 significa praticamente sempre o completamente
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13.

Quando una persona molto scorretta, tu lo fai notare? 0 1 2 3 * Hai difficolt nel prendere decisioni? 0 1 2 3 * Critichi apertamente idee, opinioni e comportamenti altrui? 0 1 2 3 Dici qualcosa se qualcuno ti passa davanti? 0 1 2 3 * Ti capita spesso di evitare persone o situazioni per paura di essere imbarazzato? 0 1 2 3 Di solito ti senti sicuro dei tuoi giudizi? 0 1 2 3 Insisti affinch il partner o il compagno di appartamento svolga la sua parte di lavori domestici? 0 1 2 3 * Tendi a perdere le staffe? 0 1 2 3 Quando un venditore si sta impegnando con te, ti riesce difficile dire di no anche se la merce non proprio quello che vuoi? 0 1 2 3 Quando viene servito un clinte che arrivato dopo di te, lo fai notare? 0 1 2 3 * Sei riluttante a dire la tua in una discussione o in un dibattito? 0 1 2 3 Se una persona ha preso a prestito del denaro (o un libro, un capo dabbigliamento, qualcosa di valore) e non accenna a restituirlo, menzioni la cosa? 0 1 2 3 * Continui a discutere la cosa dopo che il tuo interlocutore ne ha avuto abbastanza? 0 1 2 3

14. Di norma esprimi quello che provi? 0 1 2 3 15. * Ti secca se qualcuno ti guarda a lavoro? 0 1 2 3 16. Se al cinema o a lezione qualcuno insiste nel dare colpi alla tua sedia, gli chiedi di smettere? 0 123 17. * Hai difficolt nel sostenere lo sguardo del tuo interlocutore? 0 1 2 3 18. In un buon ristorante, quando il cibo non stato servito o preparato bene, chiedi al cameriere di rimediare alla situazione? 0 1 2 3 19. Quando ti accorgi che la merce difettosa, la porti al negozio per cambiarla o per essere rimborsato? 0 1 2 3 20. * Mostri la tua rabbia offendendo o parlando in modo volgare? 0 1 2 3 21. * Quando sei con altri, cerchi di passare inosservato? 0 1 2 3 22. Insisti affinch il meccanico, il commesso ecc. effettuino le riparazioni e le sostituzioni che rientrano nella loro responsabilit? 0 1 2 3 23. * Ti capita spesso di intrometterti e prendere decisioni al posto degli altri? 0 1 2 3 24. Sei capace di mostrare apertamente il tuo punto di vista? 0 1 2 3 25. Sei capace di chiedere agli amici favori o aiuto? 0 1 2 3 26. * Pensi sempre di avere la risposta giusta? 0 1 2 3 27. Quando dissenti da una persona che rispetti, sei capace di esporre apertamente il tuo punto di vista? 0 1 2 3 28. Sei capace di dire di no a richieste irragionevoli da parte degli amici? 0 1 2 3 29. * Hai difficolt nel fare complimenti o congratularti con gli altri? 0 1 2 3 30. Se ti d fastidio che qualcuno fumi vicino a te, riesci a dirglielo? 0 1 2 3 31. * Urli o fai il prepotente affinch gli altri facciano come vuoi tu? 0 1 2 3

32. * Finisci le frasi degli altri al posto loro? 0 1 2 3 33.* Ti capita di avere scontri fisici con gli altri, specialmente se degli sconosciuti? 0 1 2 3 34. *A tavola, in famiglia, sei tu a guidare la conversazione? 0 1 2 3 35. Quando incontri uno sconosciuto, sei tu il primo a presentarti e a iniziare una conversazione? 0 1 2 3

Naturalmente non si tratta di un test psicologico standard perch non stato elaborato sulla base di studi che possano garantire la sua valutazione e approvazione. Pu essere utile come strumento nel processo di miglioramento della comprensione e della consapevolezza di s.
Un punteggio basso (vicino o inferiore a 24)ottenuto nelle domande 1-2-4-5-6-7-9-10-11-1214-15-16-17-18-19-21-22-24-25-27-28-30-35 corrisponde ad un comportamento non assertivo Un punteggio basso (vicino o inferiore a 11) ottenuto nelle domande 3-8-13-20-23-26-29-3132-33-34 corrisponde ad un comportamento aggressivo. N.B.: invertire i punteggi significa che lo 0 equivale a 3; 1 equivale a 2; 2 equivale a 1; 3 equivale a 0

COME DIVENTARE ASSERTIVI


SAPER DIRE DI NO Il no empatico: questo il modo sicuramente meno aggressivo per porre termine a delle richieste oppure a degli inviti poco graditi. Es: un nostro amico ci invita a cena, ma non siamo disponibili ad accettare( per reali ragioni) ti ringrazio dellinvito, mi fa molto piacere che tu abbia pensato a me. Sono impossibilitato a venire perch del lavoro urgente da consegnare. Grazie comunque! Il no ragionato: la persona non accetta linvito e ne indica in modo chiaro le ragioni. Es: Paolo, ci manca il quarto per giocare a poker. Ci vuoi raggiungere?, no grazie, non mi piace giocare a carte. Si tratta forse di un modo un po brusco, ma ha dalla sua il fatto di contenere due aspetti del messaggio assertivo: il primo lonest, il secondo lespressione del sentimento.

LA TECNICA DEL DISCO ROTTO

Reiterare pi volte il proprio punto di vista, senza cambiare n le parole, n tanto meno la qualit delleloquio, cos come fa un vero e proprio disco rotto. Classica forma di difesa efficace quando linterlocutore pretende di farci cambiare opinione oppure di manipolarci. LASSERZIONE NEGATIVA La persona criticata ammette lerrore e mostra disponibilit al cambiamento. Usata per proteggersi da critiche ed attacchi che, pur essendo giustificati, vanno in qualche modo sopra le righe. Evita di rispondere in modo aggressivo (accuse reciproche) o passivo, col risultato di abbassare la propria autostima e rinforzare lo stile aggressivo dellaltro.

LA TECNICA DEL FOGGING Quando siamo criticati ingiustamente Due fasi 1) prestare attenzione a ci che linterlocutore sta dicendo, non quindi a quanto pensiamo che lui stia pensando (niente interpretazioni). 2) rispecchiare ci che laltro ha detto, magari usando la parafrasi o una sintesi personale. Efficacia per chi criticato: evita un coinvolgimento emozionale, dando il tempo per meglio comprendere i messaggi dellinterlocutore. Efficacia per linterlocutore: aiuta a chiarire la propria posizione, a giustificarsi o addirittura a chiudere la conversazione. Lo scambio comunicativo si svolge in modo razionale ed emotivamente controllato. Viene tolto allinterlocutore il godimento di mettere in stato daccusa la persona criticata e la possibilit di vederne espressi i sentimenti negativi.

La tecnica del fogging esempio:


I: sta per interlocutore P: sta per persona criticata
I: ho letto la tua relazione e mi sono chiesto perch mai, con le tue capacit, ti sei limitato a scrivere delle cose cos scontate e irrilevanti. P: non ti piaciuta quindi la mia relazione? I: non solo, ma lho trovata ben lontana da quanto tu sei grado di scrivere. P: ti ho deluso allora? I: si, perch avresti potuto essere pi incisivo! P: ed invece mi devo essere dilungato eccessivamente su dettagli irrilevanti. Mi dispiace che non labbia apprezzata.

LA TECNICA DELLO SMOKING Per ostacolare curiosit malevoli da parte dellinterlocutore. Si ottiene attraverso delle domande o delle risposte incongruenti, il cui effetto quello di allontanare linterlocutore dalla sua pista. E importante un buon controllo sul linguaggio non verbale e sulleloquio. Non devono trasparire emozioni o sentimenti negativi. LINCHIESTA NEGATIVA Dopo una critica Chiedere di chiarirne il contenuto attraverso ripetute domande che richiedono allaltro una crescente chiarezza. Lo scopo quello di eliminare la tonalit emotiva con cui le critiche vengono spesso condite per indicare con esattezza gli elementi su cui vi in disaccordo. Una volta che la critica sia stata cos depurata, non vi sono ragioni per rifiutare delle indicazioi che possono essere utili in future circostanze analoghe.

La tecnica dello smoking esempio


I: sta per interlocutore P: sta per la persona che vuole difendersi I: raramente m capitato di sentire cavolate come quelle sentite durante la seduta. P: sicuramente non stata una delle riunioni pi tranquille! I: tu, per, non te la sei mai presa. Anzi, ha difeso ad oltranza loperato del preside. Si vede che siete molto amici. P: che ne dici se parlassimo di altro? I: allora vero che vi frequentate con le famiglie, come si vocifera a scuola? P: ho altro da fare a casa. Ad esempio, passo molto del mio tempo a vedere film western. Mi rilassano davvero! Fanno questo effetto anche su di te?

Linchiesta negativa esempio


I: sta per linterlocutore P: sta per la persona attaccata I: la relazione che hai fatto non mi proprio piaciuta. P: che cosa non ti piaciuto della relazione? I: mah.. hai detto cose gi sentite e scontate. P: c qualcosa che non ti va in queste idee? I: il contenuto va bene. Ci che non gradisco il fatto che le ripeti insistentemente. P: pensi dunque che debba cambiare stile? I: sarebbe una saggia decisione. P: grazie per avermelo detto, ne terr conto.

INDICAZIONE DI UN EVENTUALE DISCREPANZA Sono numerose le situazioni in cui le persone non mantengono i patti o le promesse. Si tratta di eventi che tipicamente possono produrre frustrazione e collera. Es: linsegnante ha assegnato dei compiti per casa e Luigi non li ha eseguiti. Un intervento in linea con la tecnica che stiamo esaminando potrebbe essere il seguente. Alessandro eravamo daccordo che avresti eseguito i compiti per casa che ti avevo assegnato. Vedo che in realt non li ha eseguiti. Ci sono stati problemi? Degli ostacoli imprevisti?. Es: il dirigente ha deciso che una certa pratica gli sia consegnata da Mariella entro le 15.00. Sono ora le 15.30 e Mariella non si ancora presentata. Ecco lintervento assertivo: Mariella, le avevo assegnato unora ben precisa per consegnare la pratica. Ci sono dei problemi imprevisti? Posso aiutarla? Luso di questa tecnica consiste s nellevidenziare il mancato rispetto di una consegna o di un accordo, ma anche nel segnalare il proprio interessamento, volto a scoprirne le cause e a fornire un eventuale aiuto.

Riferimenti bibliografici
Anchisi R., Gambotto Dess M. - Manuale per il training assertivo Cortina De Bono E. Il pensiero laterale Rizzoli Meazzini P. Linsegnate di qualit - Giunti Alberti R. e Emmons M. Essere assertivi