Sei sulla pagina 1di 1

& 4

4
#
#




b
#
#




b
#
#




b
&




b
#
#




b
#
#



Diteggiatura della Scala Diminuita
La scala diminuita costituita da 8 suoni disposti in modo simmetrico. Esistono due diverse scale
diminuite: tono-semitono e semitono-tono
Questa simmetria genera la ripetizione della stessa scala/accordo ogni tono e mezzo (terza minore)
in questo modo ci saranno solo tre scale.
Se ad esempio prendiamo la scala tono-semitono di C avremo:
C-D-Eb-F-F#-G#-A-B-C
La stessa scala in Eb sar: Eb-F-F#-G#-A-B-C-D-Eb che sar uguale a quella di F# ed a quella di A
Lo stesso procedimento avviene per la scala semitono-tono.
Nel jazz una scala molto importante soprattutto per l'uso che se ne fa negli accordi di settima dove
principalmente si utilizza la semitono-tono.
Se infatti prendiamo l'accordo di G7 e suoniamo la scala di G semitono-tono otteniamo i seguenti
intervalli:
Tonica-9b-9#-3a-11#-5a-13a-7b (ricordando che l'11# anche la 5b)
In questo caso, avendo le due none alterate e l'11#(5b) abbiamo tutte le alterazioni eccetto la 13b
(che invece contenuta nella superlocria)
La scala tono-semitono invece utilizzata sull'accordo diminuito stesso e si pu alternare alla
semitono-tono.
CI CII CIII CIV CVI CVII
1 1 3 4 1 1 3 4 1 1 3 4 1 1 3 4 1 1 3 4 1 1 3 4
CV CIV
1 3 4 1 2 4 1 3 4 1 2 4 1 3 4 1 2 4
Questa diteggiatura utilizza quattro note per corda estendendosi quindi su quasi tutto il manico.
Abituiamoci a visualizzare almeno una tonica sulla sesta corda ed una sulla quinta.
In questo caso infatti possiamo pensarla come fa senitono-tono visualizzando la tonica sulla
sesta corda, oppure come si semitono-tono visualizzando la tonica sulla quinta corda.
Lo stesso vale per questa diteggiatura pi statica.
Possiamo pensarla tono-semitono in La (Fa #se visualizziamo la tonica sulla sesta corda un tono
e mezzo indietro) o Mib visualizzando la tonica sulla quinta corda.