Sei sulla pagina 1di 4

1

Antonio Berenato

L accordo Diminuito
( e le sue possibili risoluzioni ) L accordo Diminuito1, per chi non avesse ancora molta familiarit con lo stesso, usato moltissimo come accordo di passaggio in differenti tipi di musica. Questo principalmente dovuto ,perch questo accordo possiede al suo interno proprio l intervallo che pi di ogni altro crea desiderio di movimento, di risoluzione , proprio quell intervallo che alla base del senso di tensione dell accordo di dominante ( accordo di prima specie ), ovvero l intervallo di 5 diminuita 2. Facendo una prima analisi vedremo che di intervalli di 5 diminuita l accordo diminuito ne possiede ben due, il primo tra la fondamentale e la quinta , il secondo tra la terza e la settima: Example #1:

C7

DO MIb SOLb LA ( SIbb )

5dim 5dim In verit per dal momento che laccordo diminuito pieno di simmetrie e se rivoltato rimane sempre un accordo diminuito, di intervalli di quinta diminuita tra la fondamentale e la quinta ce ne sono ben quattro a seconda del rivolto preso in considerazione, ovvero , a seconda della direzione nella risoluzione che intendiamo dare all accordo: Example #2:

DO

MIb

SOLb

LA ( SIbb )

5dim

LA ( SIbb ) DO MIb SOL b

C7

MIb

SOLb

LA ( SIbb ) DO

5dim
SOLb

5dim

LA ( SIbb ) DO MIb

5dim Come gi sappiamo , le due note che costituiscono l intervallo di quinta diminuita all interno di un accordo di dominante hanno delle direzioni naturali verso le quali tendono a risolvere la tensione contenuta nell accordo, la terza dell accordo tende a risolvere salendo di grado, mentre la settima dellaccordo tende a risolvere scendendo di grado:

Example #3:
1

Accordo a quattro voci costruito secondo determinati rapporti intervallari. Gli intervalli che troviamo tra tonica e terza, terza e quinta e quinta e settima sono di 3 minore. 2 Inteso anche come intervallo di 5bemolle o pi tecnicamente inteso come tritono ( distanza di tre toni ). CAP. 1 - 65015678.doc

Antonio Berenato

Come abbiamo gi citato, laccordo diminuito dispone di ben quattro intervalli di 5 diminuita, l accordo pu quindi risolvere in ben quattro differenti direzioni a seconda dell intervallo di 5 diminuita che intendiamo sfruttare, sta quindi a noi decidere la direzione da far prendere all accordo. Per fare questo basta aggiungere una nota3 al basso diversa dalle quattro che costituiscono l arpeggio. Infatti le note che costituiscono l arpeggio del nostro accordo diminuito potranno essere considerate di conseguenza come le quattro voci superiori ( 3 , 5 , 7 , 9 ) di un accordo di dominante con la nona minore ( a cinque voci ) incompleto. In poche parole inserendo determinate note al basso , le altre quattro note andranno ad occupare i posti rimasti liberi dell accordo, scambiandosi ogni volta di posto a seconda della nota che decideremo di mettere al basso: Example #4:

Analizziamo ora quanto scritto: Le quattro note di partenza si sono disposte a completare l accordo di dominante nel modo seguente: SOLb ( FA# ) LA DO MIb = 3 = 5 = 7 = 9

Se, invece, sotto il C7 inseriamo un FA , l accordo si trasforma in FA7b9 la cui risoluzione pi comune Bbm o ( Bb ):

Example #5:
3

Le note che andremo a mettere al basso, saranno prese dall arpeggio di un altro accordo diminuito , ricavato un tono sopra o mezzo tono sotto dell accordo diminuito di partenza. CAP. 1 - 65015678.doc

Antonio Berenato

Analizziamo ora quanto scritto: Le quattro note di partenza si sono disposte a completare l accordo di dominante nel modo seguente: LA = 3 DO = 5 MIb = 7 SOLb = 9 Se, invece , sotto il C7 inseriamo un Lab, laccordo si trasforma in Ab7b9 la cui risoluzione pi comune Dbm o ( Db ): Example #6:

Analizziamo ora quanto scritto: Le quattro note di partenza si sono disposte a completare l accordo di dominante nel modo seguente: DO = 3 MIb = 5 SOLb = 7 LA ( SIbb ) = 9 Se , infine , sotto il C7 inseriamo un SI, l accordo si trasforma in B7b9, la cui risoluzione pi comune Em o ( E ): Example #7:
CAP. 1 - 65015678.doc

Antonio Berenato

Analizziamo ora quanto scritto: Le quattro note di partenza si sono disposte a completare l accordo di dominante nel modo seguente: MIb ( RE# ) = 3 SOLb ( FA# ) = 5 LA = 7 DO = 9 Dunque, possiamo vedere da quanto visto fin ora, come il nostro accordo di dominante di partenza pu ( tanto per parlare solo delle sue risoluzioni pi convenzionali ) risolvere addirittura verso quattro tonalit minori o anche maggiori ,completamente diverse tra loro: Example #7:
Dbm ( Db )

Bm ( B ) C 7 Em
Gm ( G )

(E)

E quindi questa sua estrema vaghezza risolutiva che permette all accordo diminuito di risolvere quasi ovunque , anche quando , non realmente presente un basso ( determinate come abbiamo visto per dare una direzione ben precisa all accordo diminuito ), sar il nostro orecchio che decider la risoluzione dopo averla ascoltata, completando anche se inconsciamente il pur incompleto accordo di dominante. Un altra successione di accordi molto comune quella che utilizza la risoluzione cromatica discendente dell accordo diminuito, ad esempio Eb7 Dm7 . Questa per una risoluzione molto meno conclusiva, non essendo riconducibile alla sostituzione dell accordo diminuito con laccordo di dominante ( con funzione di V grado dell accordo di arrivo ) mostrata in precedenza, ma rimane molto usata come risoluzione ed il suo uso si pu notare soprattutto nella musica brasiliana e naturalmente nel jazz di qualche tempo fa.

CAP. 1 - 65015678.doc