Sei sulla pagina 1di 1

LA DIFESA DEL POPOLO

16 DICEMBRE 2012

saggistica

29

Il valore del volontariato


Al volontariato dedicato il libro I veri ricchi di Padova. Donne, uomini e storie di volontariato (edito da Biblioteca dellimmagine, pp 224, euro 13,00), e realizzato in collaborazione con il comune e il Centro servizi per il volontariato di Padova. Nel libro si incontrano le firme di Angela Bigi, Nicola Cesaro Aldo Comello, Sergio Frigo, Paola Giannachi, Silvia Giralucci, Toni Grossi, Francesco Jori, Tatiana Mario, Ernesto Milanesi, Valentino Pesci, Valentina Polati, Cristia-

SOCIALE Le relazioni e la solidariet che animano la terra veneta

na Rossato, Cristina Sartori: quattordici giornalisti di casa che si sono resi disponibili a incontrare nei mesi scorsi e raccontare ventitr realt del volontariato padovano. Si va da alcuni personaggi, come don Giovanni Nervo, don Albino Bizzotto, suor Lia delle Cucine popolari, Alberto Trevisan, Franco Bomprezzi, a gruppi e associazioni come la Caritas, la Croce verde, lOpera della provvidenza, Legambiente, Granello di senape, il Centro di ascolto, la Co-

munit di SantEgidio, Ristretti orizzonti, Ca Edimar, Il pulcino e La magnolia, lassociazione Fraternit e servizio, la Mario Tommasi onlus, Terra di mezzo, Per una Nuova vita, lAimad, San Vincenzo, Avo; lintroduzione di Giovanni Realdi. Un impegno e una fatica che hanno il valore di una testimonianza: quella che riguarda una parte importante e significativa di questa terra; delle relazioni che la animano, della solidariet che la fa vivere. Il fenomeno del volontariato qui, nel Veneto, e naturalmente anche a Padova si legge nella premessa alle interviste scritta da male integrarsi, con la gratuit, Toni Grossi, curatore del volu- che invece la fonte primaria, la me diffuso, capillare e in qual- motivazione forte e decisiva del che modo identitario di una comu- volontariato. Insomma lennesima nit che nel tempo, nei secoli po- contraddizione (apparente?) di noi veneti: attenti al soldo tremmo dire, ha coltie disponibili a fare, vato tale atteggiamenIl fenomeno anche senza prendere to che diventato condel volontariato nulla. sapevolezza e prassi di in Veneto, Il dibattito, il molti. Al punto che il e a Padova confronto, su tale volontariato viene orquestione continua mai considerato uno in particolare, degli elementi caratte- una prassi diffusa la premessa dovrebbe partire da (e ci porrizzanti di queste terre; e capillare terebbe) lontano. Non perfino un fattore di intenzione quindi, in contraddizione. Gi, perch spesso si pensa al laborioso queste pagine, addentraci in sofiNordest come un luogo in cui gli sticate analisi storiche e sociologiaffari, il lavoro, linteresse, hanno che, n approdare alla ricostruziocausato ricchezza e benessere; va- ne dei riferimenti antropologici e lori che paiono poco conciliarsi, culturali di quanto descritto. N lo

scopo di questa iniziativa editoriale quello di entrare nel merito filosofico del volontariato; insomma non vogliamo ragionare e cercare di dirimere lannosa e irrisolvibile (?) diatriba sul senso del volontariato: se il gesto di gratuit sia motivato e soddisfacente per chi lo compie o per chi ne beneficia. Sinceramente tale contrapposizione, alla fine di quanto abbiamo visto e narrato, ci pare un po fittizia, artificiosa, irreale. come se si chiedesse a un innamorato perch ama; per se stesso o per laltro? Non volendo quindi essere concettualmente pregnanti, n addentraci in dibattiti culturalmente seri e seriosi, ci siamo limitati a raccontare, a dare voce al vasto mondo del volontariato.

ARTE CONTEMPORANEA La profonda sensibilit umana e spirituale di William Congdon, figlio dellaction painting

Il mistero delluomo nellarte figurativa


Qiqajon, pp 67, euro 12), presentata nei giorni scorsi presso la libreria Laformadelibro, a Padova in via XX Settembre (www.laformadelibro.it). Discendente di una famiglia facoltosa, dopo aver frequentato Yale Congdon apre nel 1940 uno studio di scultura. Al seguito dellesercito statunitense come autista di ambulanza, vive lorrore della guerra a El Alamein e in Europa, prima di incontrare il volto della follia nazista nel campo di concentramento di Bergen Belsen. Labisso di quella brutale crudelt scava in lui un solco profondo suscitandovi un tormento intimo, ma desideroso di incontrare: una ricerca di senso che plasmer l'intera sua vita. Tornato a New York, si dedica intensamente alla pittura, esponendo nel 1947 nella galleria di Betty Parsons assieme Pollock, De Cooning, Kline e Rothko. Le sue ansie di ricerca per si sposano a fatica con la frenesia e la superficialit della vita nella metropoli e lo spingono a cercare altri lidi, allentando il legame con gli action painter , rativa, e allo stesso tempo lo emargina che pure in quel momento vivono un mo- dal mainstream della moda del mercato mento di grande notoriet artistica e di suc- dellarte. A Congdon per il successo e cesso commerciale. le quotazioni da capogiro non interessaRipara in Italia, per un deno: il risultato una serie cennio a Venezia, dove conodi soggetti sacri, tra cui sce Peggy Guggenheim, poi si Al seguito dellesercito unimpressionante serie di statunitense visse mette a girare il mondo. Nel crocifissioni e di Hecce lorrore della seconda homo , in cui le tecniche 1959 la svolta, con la conversione alla fede cattolica e il moderne sembrano coGuerra mondiale battesimo ad Assisi, dove si niugarsi armonicamente che scav in lui stabilisce per altri dieci anni. con una profonda sensibiun solco profondo Getta le basi di una riconciliae un intimo tormento lit umana e spirituale. zione con se stesso e con il Il piccolo grande libro di Morasso, che contiene mistero delluomo, per poi riprendere il viaggio: in India, America Latina anche 16 belle riproduzioni a colori, un e Medio Oriente. Approda infine nel 1979 al aiuto prezioso per avvicinarsi allopera di monastero benedettino della Cascinazza a questo artista, nella speranza che sia un Buccinasco, in Lombardia, dove morir il contributo a una sua sempre maggiore riscoperta e valorizzazione. giorno del suo 86 compleanno. Daniele Mont dArpizio La fede riavvicina Congdon allarte figu-

Il 15 aprile di centanni fa, mentre nel Nord Atlantico il Titanic impattava con un iceberg, nella Providence di Howard Phillips Lovecraft nasceva William Congdon (1912 1998). Figlio dellaction painting, ma paragonato a Turner; americano dorigine, ma anche italiano, veneziano ed europeo, proteso verso lAfrica e lOriente, Congdon una figura estremamente atipica e interessante nel variegato panorama della pittura del secondo dopoguerra. E il suo percorso umano e artistico sono loggetto del volume Essere trasfigurato. Una lettura teologica dellopera di William Congdon, del critico e poeta Massimo Morasso (Edizioni

A fianco, Piazza San Marco. Sotto, un particolare del volume Essere trasfigurato. In basso a sinistra, lopera Crocefisso.

Interessi correlati