Sei sulla pagina 1di 1

LA DIFESA DEL POPOLO

16 OTTOBRE 2011

salutementale

27

Nuovo progetto regionale di tutela

Pi ansiosi e depressi
Mentre diminuisce la schizofrenia, aumenta lincidenza dei disagi della personalit come ansia, depressione e disturbi alimentari
lambito della salute mentale, e ha coinvolto nelvolte non vogliamo vederli, altre sono loro a la sua redazione circa 60 esperti divisi in quattro nascondersi, perch i pregiudizi e lesclu- gruppi di lavoro, oltre alle associazioni di famisione sociale sono uno degli aspetti peggiori del- liari e al mondo del volontariato. Il risultato un documento che mira a captare la loro malattia. Stiamo parlando delle persone che soffrono di patologie mentali o di personali- le nuove esigenze della societ: Il progetto t: non solo i cosiddetti matti come venivano obiettivo precedente era del 2000: in dieci anni una volta catalogati ma anche persone con di- molte cose sono cambiate spiega Giancarlo sturbi alimentari o di ansia. Persone normali, pro- Cuccato, direttore del 2 servizio psichiatrico dellUlss 16 di Padova Mentre sono in diminuprio come noi. Secondo la dichiarazione di Helsinki del 2005 zione patologie come la schizofrenia, aumenta la salute e il benessere mentale sono fondamenta- invece lincidenza dei disturbi della personalit li per la qualit della vita e la produttivit degli come ansia, depressione e disturbi alimentari. individui, delle famiglie e delle comunit, tanto Rispetto al passato, inoltre, oggi si tenta di interche non c salute senza salute mentale. Oggi il cettare le malattie fin dalla loro comparsa: Uno disagio mentale riguarda, in varie forme e inten- dei problemi che le persone arrivano ai nostri sit, circa l8 per cento della popolazione italiana servizi troppo tardi. C quindi bisogno di colla(dati del ministero della salute), e la disabilit borare con soggetti come scuole, famiglie, medici di base e pediatri. Enfasi particoprovocata dalle malattie mentali e i relativi costi rappresentano allincir- Uno dei problemi, oggi, lare stata poi data, nel documento, ca il doppio di quelli dovuti a tutte le che le persone arrivano alla centralit della persona e dei suoi bisogni, con la previsione di un forme di cancro, e sono comunque superiori a quelli provocati dalle ai servizi troppo tardi. progetto terapeutico individualizzaC quindi bisogno to concordato con la famiglia e somalattie cardiovascolari (dati Oms). di collaborare con prattutto con lo stesso paziente. InfiIn Veneto, secondo lultimo rapscuole, famiglie, ne si tentato di dare spazio a una porto regionale, nel 2009 sono stati politica di sviluppo sul territorio: 67.810 i cittadini che si sono rivolti medici di base Ai servizi psichiatrici negli ospedaai dipartimenti di salute mentale, cire pediatri li e nei centri di salute mentale nelle ca 7.300 dei quali a Padova e provincia: circa l1,7 per cento della popolazione, Ulss negli anni si infatti affiancata una rete fatta senza tenere conto delle strutture private e so- di volontariato e di comunit terapeutiche conprattutto dei molti che, per vergogna o paura, an- tinua Cuccato A fine 2012 saranno infine ultimati i nuovi reparti psichiatrici dellospedale cora non si rivolgono ai servizi. Non quindi un fenomeno limitato, ma una re- SantAntonio, un progetto a cui teneva molto alt diffusa, anche se spesso assente dal dibattito Fortunato Rao. Ovviamente i problemi non mancano: in pripubblico, e proprio per informare e sensibilizzare la comunit venerd 14 ottobre lAitsam-associa- mo luogo i tagli al bilancio regionale, proprio zione italiana tutela salute mentale organizza un mentre la crisi economica espone migliaia di laincontro, patrocinato dalla provincia di Padova. voratori e di imprenditori a situazioni di fragilit In particolare si discute dellultimo progetto che in certi casi si possono tradurre in patologie obiettivo regionale per la tutela della salute men- vere e proprie. Ci sono poi questioni organizzatitale della popolazione, deliberato nel marzo dello ve: Sono anni ormai che a Padova il dipartimenscorso anno dalla giunta regionale del Veneto. Il to di salute mentale, la struttura operativa deldocumento ha il compito di regolare e organizza- lUlss a cui spetterebbe di organizzare e coordire i servizi diretti alla cura e alla prevenzione nel- nare tutte le attivit di questambito, non di fatSono tra noi, ma spesso sono invisibili. A

to attivo dichiara Donatella De Mori, presidente della sezione padovana dellAitsam Questo fa s che i familiari e le associazioni, nonostante la disponibilit dei dirigenti e del personale dellUlss, spesso manchino di un interlocutore istituzionale. Questa situazione ha inoltre comportato che, a pi di un anno mezzo dalla delibera regionale, nessun regolamento attuativo sia ancora stato emanato dallUlss padovana. La difficolt maggiore, al di l di tutto, per data dal pregiudizio e dallisolamento che ancora oggi colpiscono i malati mentali e le loro famiglie: Quella mentale una vera e propria malattia, che pu colpire tutti, ma dalla quale si pu anche guarire. Non bisogna aver paura di parlarne conclude De Mori anzi bisogna parlarne per non averne paura. lignoranza che mette paura, la conoscenza aiuta ad affrontarla. Daniele Mont DArpizio

cittadini

AITSAM Prevenzione, cura e riabilitazione

Un riferimento per quanti affrontano il disagio psichico


LAssociazione italiana tutela salute mentale (www.aitsam.it), nata nel 1985 a Oderzo, costituita da malati, familiari, volontari e sostenitori, e ha come obiettivo quello di rappresentare un sicuro riferimento per quanti, direttamente o indirettamente, si trovano ad affrontare il disagio psichico. Opera sia con unattivit di sensibilizzazione, rivolta alla societ, sia con progetti di prevenzione, cura e riabilitazione della malattia e di sostegno e orientamento della famiglia. Rientrano in questultimo ambito i quattro centri sociali gestiti dallassociazione, diretti allaccoglienza delle persone con disagio e dei loro congiunti, ai quali si aggiunge anche una cooperativa per linserimento lavorativo delle persone svantaggiate. La sezione padovana ha sede in via Aosta 6 (348-6677617 e ait sam.padova@yahoo.it), e negli ultimi anni si distinta per le tante iniziative e le proposte culturali. Il 28 ottobre, alle 18 nella sala Anziani di palazzo Moroni, verr presentato il libro di poesie di Riccardo Manfredini, giovane scrittore e pittore tragicamente scomparso, pubblicato con il contributo del Csv di Padova. Sar presente allincontro anche Gaspare Palmieri, psichiatra e cantautore, autore del brano musicale Mio fratello, il cui cd allegato al libro.