Sei sulla pagina 1di 21

Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

di Emanuele Aquilani

istruttore scuola calcio A.S. Cisco Calcio Roma

“Certi uomini vedono le cose come sono e dicono: perché?


Io sogno cose mai viste e dico: perché no?”
(G.B. Shaw)
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

La Scuola Calcio segue un itinerario che accompagnerà i


ragazzi fino ai 13 anni, dando loro la possibilità di
crescere e di acquisire quelle competenze motorie che
gli permetteranno di praticare sport.
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

L’attività è volta ad avviare i ragazzi alla pratica


sportiva elaborando un programma suddiviso per
cicli di età, avente il duplice obiettivo di conseguire
sia una preparazione generale di base che una
specifica conoscenza della disciplina calcio.
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

La categoria Piccoli Amici

Gli obiettivi a cui puntiamo in questo Da un punto di vista più specifico del
primo ciclo riguarderanno gioco del calcio gli obiettivi tecnici
principalmente: riguarderanno essenzialmente:

•Organizzazione degli schemi motori •Dominio e controllo della palla


•Strutturazione e sviluppo dello schema •Guida della palla
corporeo •Trasmissione della palla nelle forme
•Coordinazione e sviluppo oculo manuale più spontanee ed elementari
•Lateralizzazione
•Organizzazione spazio temporale
•Equilibrio
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

La categoria Pulcini

Gli obiettivi tecnici in questo ciclo Largo spazio sarà dato all’attività
riguarderanno essenzialmente la ludica come forma di
conoscenza e l’acquisizione dei apprendimento attivo, ricorrendo
fondamentali tecnici quali: a giochi di situazione, anche
nell’acquisizione dei fondamentali
• Trasmissione e ricezione della palla tecnici senza soffermarsi
• Dominio e controllo della palla eccessivamente
• Il tiro in porta da fermo sull’apprendimento tecnico
• Il dribbling (fantasia motoria) stereotipato.
• Il saper giocare dal 5 vs 5 al 9 vs 9
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

La categoria Esordienti

I principali contenuti dell’attività di •Sviluppare un programma di


formazione nella categoria addestramento tecnico vero e proprio
esordienti: di tipo speciale
•Eseguire correttamente i gesti
•Addestramento tecnico in forma tecnici fondamentali cercando di
analitica e globale eliminare gli errori per evitare il loro
•Insegnamento dei comportamenti consolidamento
tattici elementari individuali e
•Il gioco, ancora avvertito quale
collettivi esigenza insostituibile, costituisce la
•Esercizi di flessibilità parte essenziale e prevalente delle
•Esercizi di velocità e rapidità sedute di allenamento
•“Educazione” alla resistenza
aerobica (corsa lunga e lenta) •Le gare sono finalizzate a far
acquisire agli allievi i comportamenti
tattici sia individuali che collettivi
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

L’attività motoria
dei bambini
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

Il CARICO MOTORIO è l’attività gestita


dall’allenatore, istruttore, educatore,
riferibile alla qualità e quantità delle azioni
motorie programmate.
L’attività motoria diventa significativa in
termini di apprendimento se supera la
normale motricità quotidiana.
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

Le SITUAZIONI DI GIOCO SEMPLICE


sono un momento didattico cardine per il gioco sport
calcio dai 6 ai 12 anni.
E’ una formazione multilaterale e polivalente che porta
ad un allargamento della base di esperienze motorie
che permetteranno di ottenere il risultato migliore al
termine del percorso sportivo.
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

Situazione di gioco semplice

•1 vs portiere
•1 vs 1
•1 vs 1 + portiere
•2 vs portiere
•2 vs 1
•2 vs 1 + portiere
Categorie Piccoli Amici Pulcini Esordienti
Obiettivo •Guida della palla •Dominare la palla •Passaggio
•Calciare la palla •Ricevere la palla •Tiro
tecnico •Fermare la palla •Tirare in porta
•Contrastare
•Ricevere la palla
•Guida e dominio della palla
•Contrasto

Obiettivo Attaccanti: Attaccanti: Attaccanti:


•Non fermarsi mai •Copertura e difesa della palla •Smarcamento; Passaggio
•Tiro in porta ; Finta e dribbling
tattico
•Finta e dribbling
•Copertura e difesa della palla
Difensori:
•Essere tra la palla e la porta Difensori:
Difensori
•Guardare la palla •Presa di posizione •Marcatura; Intercettamento
•Copertura della porta •Contrasto; Difesa della porta
•Intercettamento • Presa di posizione

Obiettivo •Incremento dei schemi motori •Sviluppo delle capacità •Educazione alle capacità
di base e posturali come coordinative condizionali
camminare, correre, saltare, •Sviluppo della capacità •Sviluppo completo delle
Motorio lanciare, afferrare, rotolare,
arrampicarsi ….ecc.
condizionale: rapidità capacità coordinative

Obiettivo •Vincere la paura •Stimolare l’iniziativa •Sicurezza di se e proprie


•Conoscere e rispettare le •Conoscere e rispettare le capacità
regole regole •Sviluppo della competitività
cognitivo •Organizzare un progetto •Capacità di risolvere i problemi •Elaborare una strategia
individuale •Accettare vittoria e sconfitta comune che tenga conto
dell’avversario
•Aiutare e farsi aiutare
•Collaborazione e comunicazione
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

ESERCITAZIONI
1 vs 1: il difensore parte
lateralmente alla porta
senza palla e supera
una serie di cerchi;
l’attaccante invece parte
in guida e supera dei
coni; successivamente
parte l’1 vs 1.

1 vs 1
1 vs 1: il primo
giocatore senza
palla corre
velocemente nel
quadrato, come
in figura,
ricevendo la
palla dal
giocatore che lo
segue nella fila,
che gli trasmette
il pallone per
dare vita all’1 vs
1.

1 vs 1
1 vs 1: ogni
giocatore
dopo aver
eseguito un
percorso a
slalom si
dirige verso il
centro dello
spazio di
gioco dove è
posto un
pallone per
dare vita ad
un 1 vs 1 per
andare a fare
gol nella porta
del colore
stabilito
dall’allenatore
1 vs 1
.
1 vs 1

1 vs 1 + portiere: tre giocatori sono impegnati in guida della palla rettilinea con compiti diversi. I 2 giocatori esterni
eseguono la guida per poi dirigersi verso il pallone lanciato dall’allenatore e dare vita ad un 1 vs 1 per fare gol, in
una porta difesa dal portiere. Il portiere è il giocatore centrale, che dopo la guida rettilinea esegue una finta su un
cinesino posto nei pressi della porta, va a calciare verso la porta incustodita diventando il portiere della situazione di
1 vs 1.
B
A

D
2 vs 1

2 vs 1: l’attaccante A guida la palla tra i coni e la conduce fino alla porticina, lascia la palla ed esegue velocemente
uno skip tra gli over blu; l’attaccante B deve superare i quattro ostacoli e andare a prendere la palla lasciata dal
compagno e puntare la porta collaborando con l’attaccante A; il difensore D deve superare gli ostacoli bassi (gialli)
ed aggirare il cinesino posto nei pressi della porta ed andare a contrastare i due attaccanti, dando vita ad un 2 vs 1.
A

d2
2 vs 2 d1 B
2 vs 2: l’attaccante A esegue uno slalom tra i coni ed esegue un passaggio in orizzontale verso il compagno di
reparto B e corre velocemente ad aggirare il cinesino posto di fronte a lui; l’attaccante B prima di ricevere il
passaggio deve superare alla massima velocità 4 over (blu) ed aggirare un cinesino simulando un
contromovimento. Il difensore d2 supera alla massima velocità gli over gialli e v ad aggirare il cinesino posto nei
pressi della porta, il compagno d1 velocemente supera 4 over (gialli) e insegue gli attaccanti per aiutare l’altro
difensore, dando vita ad un 2 vs 2 con difensore in “ritardo”.
a1 a2

M
d1 d2

2 vs 2

2 vs 2: i difensori d1 e d2 devono superare alla massima velocità i 4 over (gialli) e devono aggirare i cinesini posti nei
pressi della porta; i 2 attaccanti a1 e a2 partono spalle alla porta superano gli over blu e devono aggirare i coni
incrociandosi, a1 supera gli over (blu) e va ad aggirare il cono verde a2 supera gli ostacolini e aggira il cono celeste, il
Mister passa la palla al primo dei due attaccanti che arriva e si da vita ad un 2 vs 2.
2 vs 2

2 vs 2: i due giocatori rossi eseguono il percorso alla massima velocità come indicato dalle frecce,
contemporaneamente; il giocatore giallo senza palla esegue un vai e vieni come indicato dalle frecce, l’altro giallo,
con il pallone esegue uno slalom tra i coni ed effettua un passaggio in diagonale verso il rosso e si da vita ad un 2
vs 2; ogni coppia di giocatori difende una porta.
Metodologia di lavoro nella Scuola di Calcio

“Quello che sono oggi è indice


di quello che ho imparato,
non di quello che è il mio potenziale “
(Virginia Satir)