Sei sulla pagina 1di 1

10/09/2009

Sede pro tempore: via Moro, n. 1 - 60010 Ostra Vetere (An) I - telefono: 071-965399 fax e segreteria telefonica: 071-964066 C.F.92016580422 - www.confraternite.altervista.org - web.tiscali.it/confraternite.marche.htm - confraternite.marche@tiscali.it

PENNA SAN GIOVANNI (MC) DOMENICA SCORSA FESTA DELLE CANESTRELLE CON LA CONFRATERNITA DEL ROSARIO E ALTRE CONFRATERNITE VICINIORI Dal Priore della Venerabile Confraternita del Santissimo Rosario di Penna San Giovanni (MC) Dottor Argeo Testarmata riceviamo notizie sulla recente festa delle Canestrelle e sulla Confraternita ----Messaggio originale---- Da: _____ Data: 08/09/2009 9.56 A: <alberto.fiorani@tiscali.it> Ogg: Confraternita SS. Rosario Penna San Giovanni (MC) Buongiorno Presidente, invio foto della festa delle canestrelle del 6 settembre 2009. Abbiamo ricevuto moltissimi complimenti per la festa delle Canestrelle, stata importante la Sua presenza. Arrivederci a Fabriano. Cordiali saluti. Argeo
La Confraternita del SS. Rosario di Penna San Giovanni (MC), stata eretta come Venerabile Compagnia del SS. Rosario, il 31 Maggio 1629, dal Arcivescovo di Fermo, Giovanni Battista Rinuccini, nella Chiesa di Sant Antonio Abate, dove aveva il proprio altare e la cappella, con tela figurante la Madonna del SS. Rosario, come risulta dallArchivio storico Arcivescovile di Fermo e da altri documenti: Inventario del 15 Aprile 1728, Lettera del Priore Serafino Vecchi Pro Vic. della Confraternita allArcivescovo Card. Urbano Parracciani del 23 Aprile 1767, Prima visita pastorale dellArcivescovo Card. Gabriele Dei Conti Ferretti del 5 Marzo 1838. Nellinventario di tale visita si parla di una statua in legno rappresentante la Madonna della Vittoria, che si venera nella propria cappella, opera moderna deccellente scultore (Antonio Molini). Visita pastorale dellArcivescovo Card. Filippo De Angelis del 30 Settembre 1843. Nel Giugno del 1918, alla morte del Rev. D. Scipione Scipioni, Rettore della Chiesa di San Francesco e Cappellano della Confraternita SS. Rosario, assunse la Rettoria il Sac. Don Nicola Tossici il quale, viste le precarie condizioni della chiesa di San Francesco, richiamava lattenzione della Giunta Comunale per provvedere alle opere necessarie, ma per il Comune le spese non erano sostenibili. Allora il Rettore Don Tossici present un progetto per cedere la chiesa di San Francesco e parte del fabbricato alla Confraternita, onde collocarvi il Venerabile Simulacro di Maria SS. del Rosario, oggetto di particolare devozione da parte dei fedeli Pennesi, solennemente incoronato con decreto del 8 Agosto 1920 N. 818 del Rev.mo Capitolo Vaticano. Durante i lunghissimi anni di Rettorato e Cappellano, Don Nicola Tossici rivel tutta la sua generosit e la dedizione totale al suo ministero, nel curare la casa di Dio a lui affidata, nel promuovere la liturgia e nel far fiorire la Confraternita SS. Rosario, fino alla sua scomparsa avvenuta l8 luglio del 1945. Don Umberto Dezi ne prosegu lopera fino al 1977. I Priori succeduti in questo ultimo periodo sono: Tomba Giuseppe, Cutini Giovanni e dal 2000 Perfetti Giovanni, fino al 13 Giugno 2008. Ora il Parroco di Penna S. Giovanni, Don Francesco Cannella, anche Cappellano della Confraternita. Nel rinnovo delle cariche direttive del 13 Giugno 2008 stato eletto Priore Argeo Testarmata, confermato con decreto dellArcivescovo Luigi Conti del 25 Luglio 2008. La Confraternita ha partecipato il 3 agosto 2008, al XX Raduno delle Confraternite Marchigiane a Montefano ed altre numerose manifestazioni religiose, a seguito di inviti ricevuti da altre Confraternite. Partecipa a tutte le funzioni religiose e organizza alcune feste, in particolare la Rievocazione storica della Festa delle Canestrelle nella prima domenica di Settembre, con la partecipazione di moltissimi fedeli e delle Confraternite di San Giuseppe di Penna S. Giovanni, del SS. Sacramento di Gualdo e San Nicola di SantAngelo in Pontano. Dallinizio 2009 costituita composta da 33 Confratelli, 9 Consorelle e 15 Aspiranti, i quali partecipano tutti attivamente con grande entusiasmo a tutte le attivit religiose e organizzative.Il Priore Testarmata Argeo