Sei sulla pagina 1di 92

DI vIncere

br ad pi t t
Anno 13 - N. 1 (572) 14 gennaio 2012. Poste Ital ane Spedizione in A.P. D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano. Non acquistabile separatamente da La Gazzetta dello Sport, 1.50 (SportWeek 0.50 0,30 + La Gazzetta dello Sport 1.20)
il filmsul baseball dellattore che non sbaglia un colpo: ma chi stabilisce chi davvero un vincente?
in cerca
delloscar
Brad Pitt,
48 anni,
fotografato
da Simon Bruty.
Non ha mai vinto
un Oscar,
ma ha avuto
due nomination.
al BaSeBall devO
uNa PiccOla cicatrice
che hO SullO zigOmO
fu uN laNciO SBagliatO
quaNderO ragazziNO
larte
Ioconosco
avventura
iN viaggiO
cON simone moro
verSO la vetta
del NaNga ParBat
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 s p o r t w e e k
SportWeek
( 46 )
Denis Urubko
Simone Moro
Reinhold Messner
un mese a -50 : la nostra sfi da all i mpossi bi le
Lalpinista bergamasco Simone Moro e il collega kazako Denis Urubko stanno arontando la prima invernale del Nanga
Parbat (8.125 metri): unimpresa al limite (con il 15% di probabilit di riuscita), a cui partecipa anche SportWeek
( 8) i nternati onal di Paolo Cond
( 10) numeri &persone di Massimo Perrone
( 20) zoom ( 27) domande
( 30) brad pi tt stavolta sono fi ni to fuori campo
Il divo americano nellultimo lm ... sui diamanti. Ma le sue passioni restano moto, football e calcio
( 36) i mi gli ori fi lm sul baseball quando gary era gehri g
Tra gli omaggi di Hollywood allo sport nazionale Usa, abbiamo eletto quello di Cooper, Lidolo delle folle
( 38) german deni s i l calci o un mondo peri coloso
Dal Cesena allAtalanta, storia di un argentino che ha imparato a essere un campione. E a non darsi di nessuno
q u e s t a s e t t i m a n a
s t a r t !
( 13)
SportWeek
q u e s t a s e t t i m a n a
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 s p o r t w e e k
quella pi stola alla testa
Figlio darte, in 6 anni a Los Angeles il giocatore di Pesaro ha imparato il basket e a vivere. Ha visto il lusso e la miseria.
Ha fatto a pugni e guardato in faccia la morte uscendo da una festa: Anche per questo sono tornato. Ma l mi sentivo libero.
( 52) formula 1 i n love alonso va di corsa. i n amore
Subito dopo il divorzio, il ferrarista annuncia una nuova danzata. Ma i rivali non stanno a guardare
( 62) davi de van de sfroos lo sport ( e la poesi a) del contrabbandi ere
Parole in libert del cantautore dialettale che si annota ogni emozione. Ela trasforma in musica
( 66) mi lan grugni i l razzo azzurro che arri va dall ori ente
Ecco il fenomeno dello short track, uno dei favoriti alla prima Olimpiade giovanile invernale
Free
st yle
( 73) motori ( 76) li bri ( 77) musi ca
( 86) eserci zi ( 87) ali mentazi one
( 89) archi vi o ( 90) uffi ci o di gene
( 56 )
Daniel
Hackett
m o d a
( 78)
international
di Paolo cond
un viaggio settimanale saltando fra
i cinque continenti Per raccontare
un Po di storie dal mondo dello sPort
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 s p o r t w e e k
c
l
a
u
d
i
o
v
i
l
l
a
ellinformazione che cambia pelle, il web pullula di
nuovi siti, pi o meno validi, che offrono contenuti. fra
quelli che ci piace frequentare, sabotagetimes.com il
pi ricco e raffinato: notizie, reportage, approfondimen-
ti e commenti scritti da giornalisti di grido o da free-
lance al primo viaggio. si pubblica tutto, a patto che ci sia lalto livello
di qualit richiesto. qualche giorno fa ho trovato un arguto intervento
firmato francis Pearson che da solo vale la visita.
tema del contendere lottusit dei calciatori, considerata uno stuc-
chevole e un po snobistico luogo comune. larticolo in realt risponde a
charlie Brooker, principe della satira sulle tv britanniche (su Youtube
trovate un suo esilarante show su Berlusconi e il caso-ruby), che non
perde occasione per deridere la scarsa intelligenza dei milionari che
danno pedate a un pallone. la difesa di Pearson appassionata e insie-
me lucida: 1) vero che raramente i calciatori nelle interviste pronun-
ciano concetti particolarmente pregnanti, ma la stessa cosa succede a
cantanti e attori senza che le due categorie vengano accusate di creti-
nismo. 2) nel calcio non vince il pi potente o il pi veloce, ma chi sa
leggere quanto sta per accadere: esistono difensori pi alti
e rapidi di Paolo maldini confessiamo, la citazione ci ha
conquistato ma nessuno vale quanto lui. 3) lintelligenza
non misurabile soltanto attraverso le doti convenzionali.
Probabilmente so esprimermi meglio di Joe cole, scrive
Pearson, ma mi sogno il suo senso geometrico, che unal-
tra forma di intelligenza. 4) considerare i calciatori ottusi,
infine, una forma di invidia sociale verso elementi della
working class che grazie a una particolare abilit riescono
a guadagnare milioni. Prova ne sia il fatto che i giocatori
di cricket o di rugby per i quali dovrebbe valere lo stesso
discorso non sono assolutamente cos maltrattati. ma loro
non portano a casa i milioni
calciatori un po ottusi?
macch, solo invidia
SiMpatiCo finto tonto
Francesco Totti un campione nel ngersi ottuso.
paeSe
inghilterra
Capitale: londra
popolazione: 50,762 milioni (2008)
Sport nazionali: calcio e rugby
n

riproduzione riservata
UNIONE EUROPEA
POR FESR 2007 2013
ASSE VI ATTIV TA VI 3 1
Valorizzazione dei Territori di Montagna
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 0 s p o r t w e e k
trionfo
Karen Putzer
ha vinto a Cortina nel 2007
la prova di gigante.
medaglia doro
Lequipaggio italiano
Dalla Costa Conti, oro olimpico
nel bob a due a Cortina nel 1956.
di massimo perrone
si sa che lo sport fatto (anche) di
cifre: esagerate, divertenti, alte,
basse. Questa settimana parliamo di...
numeri&persone
7 (sette)
i successi italiani nella coppa del mondo femminile a cortina: 5 di isol-
de Kostner (libera 1996, 97, 98 e 2001, superg 1997), uno di deborah
compagnoni (gigante 97) e Karen putzer (gigante 2007). nel 1932 paula
Wiesinger vinse a cortina la libera mondiale, primo oro iridato azzurro.
3 (tre)
le medaglie vinte dallitalia nellolimpiade invernale disputata a cor-
tina nel 1956: oro e argento nel bob a due, argento nel bob a quattro.
16 (sedici)
gli scudetti vinti dal cortina nellhockey ghiaccio, lultimo nel 2007.
6.097 (seimilanovantasette)
i residenti a cortina secondo i dati istat dello scorso anno.
1919 (millenovecentodiciannove)
lanno in cui il comune, allora ampezzo di cadore, pass dal tirolo
alla provincia di trento; nel 1923 fu aggregato al territorio di belluno.
2007 (duemilasette)
lanno in cui vinser i s per passare in provincia di bolzano, referen-
dum finora disatteso dal governo (citato presso la corte europea).
1.570.000 (unmilionecinquecentosettantamila)
il valore in euro dei beni di lusso di una commerciante di cortina senza
documenti fiscali: una delle tante anomalie dei controlli di dicembre.
11.490.799 (undicimilioniquattrocentonovantamila)
gli euro incassati fino all8 gennaio da Vacanze di Natale a Cortina.
a cortina tra ori e vacanze
per il ventesimo anno consecutivo la perla delle dolomiti fa
da palcoscenico alla coppa del mondo di sci femminile. oggi, 14 gennaio,
in programma la discesa, domani va in scena il superg
appuntamenti sugli sci
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 3 s p o r t w e e k
F
e
r
n
a
n
d
o
M
e
d
i
n
a
s t a r t !
SportWeek
LNba guarda sempre
tutti daLLaLto
boomdi spettatori
Il lockout nonhaspentolapassione degli americani per il basket, anzi. Palazzetti
pieni (22milaspettatori di mediaperi Bulls, i piseguiti, controi 21 miladel 2010)
e 6.2 milioni davanti alla tvper le partite di Natale, 200mila inpidi unanno fa.
16
attualit
27
domande
a due mani
dwight Howard,
centro degli orlando
Magic, in schiacciata.
Howard ha 18 punti
e 14 rimbalzi a gara.
s t a r t !
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 4 s p o r t w e e k
M
e
l
i
s
s
a
M
a
j
c
h
r
z
a
k
,
F
e
r
n
a
n
d
o
M
e
d
i
n
a
,
a
n
d
r
e
w
d
B
e
r
n
s
t
e
i
n
visti da sopra il canestro
i giganti del basket danno spettacolo
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 5 s p o r t w e e k

riproduzione riservata
Bettarini,
lIsola dei Famosi
e la sorella di
il Giornale ha pubblicato il
verbale dellinterrogatorio del
presidente del chievo, luca
campedelli, davanti allucio
inchieste della federcalcio: era
lestate scorsa, infuriava la
nuova scommessopoli e gli
investigatori sportivi volevano
vederci chiaro sullo strano
tesseramento di stefano
Bettarini da parte del club di
Verona. Questa la versione di
campedelli: nella stagione
2009 10, stante il fatto che la
sorella del signor sartori
Giovanni, nostro direttore
tecnico, avrebbe avuto
immenso piacere a partecipare
alla trasmissione televisiva
lisola dei Famosi, in qualit di
pubblico negli studi televisivi di
Milano, mi rivolsi al signor
stefano Bettarini, che
conoscevamo da molto tempo,
anch in qualit di
partecipante al reality si
adoperasse per
soddisfare tale desiderio
(). Mi venne in mente
lidea di ricalcare quanto
gi avvenuto in
precedenza con il sig. Gene
Gnocchi e il Parma calcio
proponendolo come uomo
immagine della societ (). il sig.
Bettarini non svolse alcuna
attivit pubblica in relazione alla
societ chievo. ricapitolando:
per far sedere la sorella di
sartori tra il pubblico dellisola,
il chievo tesser lex giocatore
Bettarini, oggi abbonato al
gossip e scommettitore
dichiarato. domanda: se la
sartorina avesse voluto
partecipare al programma come
naufraga, il Betta sarebbe
stato nominato vicepresidente?
di Sebastiano Vernazza
non ci posso
credere!
Da sinistra: sopra, Sanders (Milwaukee Bucks) a canestro contro gli Indiana Pacers; Howard (Orlando
Magic) e noah(Chicago Bulls) inlotta per la palla. Sotto, Grin(L.a. Clippers) contro Gooden(Bucks);
PauGasol (maglia bianca dei L.a. Lakers) contro il fratello Marc (Memphis Grizzlies, numero 33).
s t a r t !
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 6 s p o r t w e e k
J
l
l
l
U
3
3
l
.
0
l
/
l
l
l
B
U
/
/
l
.
\
l
1
1
U
l
l
U
/
U
l
l
l
U
C
L
l
U
1
1
U

riproduzione riservata
Per una volta nonsono i gol segnati o cam
pionati e coppe vinte a far conquistare un
premio. Perch quello inquestione si chia
ma i piedi buoni del calcio, intesi come
portatori di bont. Uniniziativa della Gaz
zetta dello Sport insieme a First class, Fon
dazione cannav e cooperativa sociale
agor 97 i Bindun, associazione beneca
fondata da Beppe Bergomi, Beppe Baresi e
RiccardoFerri. Vuol premiare latleta che
nel corso dellanno si distinto per quali
t sportive, umane ed etiche e per limpe
gno in ambito sociale. Per identicarlo
prevista una votazione sul sito della Gaz
zetta dello Sport e della Lega di serie a
che ha fornito il patrocinio insieme al
Ministero degli interni. Verrannoselezio
nati 20 calciatori (uno per ogni squadra) e
i votanti potranno esprimere la loro prefe
renza da inizio febbraio. i primi 3 classi
cati verranno premiati durante la serata
di gala del 6 febbraio, trasmessa indiretta
da sky sport 24 e ospitata a palazzo Mez
zanotte, sede della Borsa di Milano.
I pIedI buonI
tra calcIo
e solIdarIet
premio gazzetta
VOTO
di Luca Bianchin
conosci
il tuo sport
(tiro a volo)
6 10
1) Uuante d|sc|p||ne o||mp|che
es|stono ne| t||o a vo|o`
Tre: fossa, skeet e double trap
2) ln qua|| | p|atte||| pa|tono da una
d|stana d| To met|| da| t||ato|e`
Fossa (la mia) e double trap
3) Uua|e |ta||ano ha v|nto una
meda_||a ne||a ossa a lech|no do`
Giovanni Pellielo: argento
4) le_|| Usa s| |n|| || t||o a vo|o
spa|ando a. ce|ch|on| d| auto. p|att|
o pa||e de_|| a|be|| d| lata|e` Piatti
5) Ch| vanta p| o|| o||mp|c| ne||a
ossa. lta||a. Usa o C|na` Italia
6) /nd|ea Bene|||. o|o ad /tene
zdd4 ne||o skeet. e || c.t. d| un
laese st|an|e|o. Uua|e` Cipro
7) lomba|d|a. la|o. Ca|ab||a.
|n che |e_|one c| sono p| soc|eta
d| t||o a vo|o` Lombardia
8) l| cap|tano d| una squad|a |||data
|n un a|t|o spo|t ha |a pass|one de|
t||o. Ch| e` Non lo so
9) Cosaveva |n tasca 0| 3p|_no
quando ha v|nto || b|ono a_||
Lu|ope|` Una moneta portafortuna
10) Uno de| p||ot| p| amos| ne||a
sto||a de||a l.T e stato un na|ona|e
d| skeet. Ch| e` Non lo so
Jessica Rossi
vi nci tri ce coppa del mondo
fossa oli mpi ca
Soluzioni alle risposte sbagliate:
4: pa||e d| lata|e. 7: la|o. 8: lcCaw
||u_by. /|| B|acks. 10: Jack|e 3tewa|t.
V V X V X V X V X V
l| su| s| ||a || t|ucco. Con un du|o co|po a| m|to /nn| od de|
cape||on| |n ce|ca de||onda pe|etta t|a ma||juana e lsd. st||e Un
me|co|ed| da |eon|. l/ssoc|at|on o 3u|n_ l|oess|ona|s. |n
acco|do con |a Wada. |nt|odu||a da| zdTz pe| |a p||ma vo|ta
detta_||at| test antidroga. la dec|s|one a|||va dopo |a mo|te
ne| zdTd pe| |na|to de| d vo|te camp|one mond|a|e Andy Irons
|oto a s|n|st|a. ne| cu| san_ue sono stat| ||t|ovat| metadone.
metanetam|na e un metabo||ta de||a coca|na. Un a|t|o noto su|e|.
/nthony luo. ||sch|a || ca|ce|e pe| vend|ta d| stupeacent|. n.s.
surf: arrIva lantIdopIng
novit dal 2012
generosi 0ue cand|dat| a| successo. 3eedo| |sop|a. con /||e_|| e /mb|os|n| e /av|e| /anett|.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 8 s p o r t w e e k
27-12
lug-ago
15
luglio
moto gp
gp DitALiA
(Mugello)
29-9
ago-set
adi
A
5
FeBBRaio
NFl
supeR bOwL
(Indianapolis Usa)
4
NoVeMBRe
atletica
mARAtONA
Di NewyORk
(New York Usa)
o
o
e
ONs
ue
(Monaco Ger)
9-21
apRile
basket
fiNALe
uOmiNi
su 7 pARtite
(Italia)
25-8
giugNo-lug.
teNNis
tORNeO Di
wimbLeDON
(Londra GB)
30-22
giugNo-lug.
ciclismo
tOuR De fRANce
(Francia)
9
setteMBRe
Formula 1
gp DitALiA
(Monza)
e
a
De
phe
Fra)
29
geNNaio
ippica
gRAND pRiX
DAmRiQue
(Parigi Fra)
(Milano)
un anno di SPoRT
2012
appuntamenti
g
e
n
n
a
i
o
m
a
g
g
i
o
s
e
t
t
e
m
b
r
e
m
a
r
z
o
l
u
g
l
i
o
n
o
v
e
m
b
r
e
f
e
b
b
r
a
i
o
g
i
u
g
n
o
o
t
t
o
b
r
e
a
p
r
i
l
e
a
g
o
s
t
o
Eccoledateimperdibili dei prossimi 12me
appassionati e tifosi. Il clou sono lOlimpia
Londra e lEuropeo di calcio, ma ce n per
i gusti: abbiamo scelto per voi, divise per m
le pi importanti. Si apre con la Coppa dA
e si chiude con la maratona di NewYork.
S T a R T !
giocHi olimpici
La capitale britannica,
gi a 5 cerchi nel 1948,
si sta trasformando per
lolimpiade n 30, sulla
carta la pi seguita della
storia. Scherma, nuoto
e atletica avranno le loro
giornate magiche.
5-8
apRile
golF
AugustA
mAsteR
(Augusta Usa) 21-12
geNNaio-FeB.
calcio
cOppA
DAfRicA
(Gabon e Guinea
Equatoriale)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 1 9 s p o r t w e e k
duzione riservata
22
apRile
pallavolo
fiNALe
scuDettO
uOmiNi
(Italia)
5-15
apRile
pallavolo
seRie fiNALe
DONNe
su 5 gARe
(Italia)
5-27
Maggio
ciclismo
giRO DitALiA
12-20
Maggio
teNNis
iNteRNAziONALi
DitALiA
(Roma)
12-20
Maggio
vela
AmeRicAs cup
seRies
(Venezia)
11-13
Maggio
basket
fiNAL fOuR
euROLegA
(Istanbul Tur)
8-1
calcio
euROpeO iN
ucRAiNA e pOLONiA
11
FeBBRaio
rugby
6 NAziONi
itALiA-
iNghiLteRRA
(Roma)
8
apRile
motomoNdiale
iNiziO DeLLA
stAgiONe
gp QAtAR
(Losail Qat)
16
setteMBRe
motomoNdiale
gp Di
sAN mARiNO
(Misano)
10-12
FeBBRaio
teNNis
cOppA
DAVis
itALiA-
Rep. cecA
(Italia)
17
MaRzo
ciclismo
miLANO
sANRemO
(Italia)
18
MaRzo
Formula 1
iNiziO DeLLA
stAgiONe
gp AustRALiA
(Melbourne Aus)
6-16
diceMBRe
calcio
mONDiALe
peR cLub
(Giappone)
europeo di calcio
Quattro citt in polonia e
4 in Ucraina ospiteranno
il 14 torneo continentale
per nazioni. Da battere,
ovviamente, i detentori
del titolo (nonch
campioni del mondo)
della Spagna. Ma litalia
di prandelli pu stupire.
giu-lug
s t a r t !
houston (usa), 7 gennaio raggi di
sole filtrano tra la copertura e le gradinate
del reliant Stadium nel corso del match, va-
lido per i playoff Nfl, vinto 31-10 dai texans
padroni di casa contro i Cincinnati Bengals.
foto: Jamie Squire
illuminati sulla via
del super bowl
s t a r t !
lorne (aus), 7 gennaio Due parteci-
panti alla Pier to Pub, gara che si disputa
di fronte alla Great ocean Road e che, con
i suoi 1.200 metri, la nuotata oceanica pi
lunga al mondo. Il record di 1030.
foto: Lucas Dawson
due nuotatori
dellaltro mondo
s t a r t !
copiapo (cil), 7 gennaio Uno dei piloti
del team Honda europa in azione nella set-
tima tappa della Dakar sudamericana, che
prevedeva partenza e arrivo nel capoluogo
della regione di Atacama.
foto: Bryn Lennon
e il motociclista
fissa lobiettivo
s t a r t !
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 2 7 s p o r t w e e k
J
U
H
l
/
l
0
L
l
l
l
l
U
.
l
/
1
1
l
l
l
0
.
l
/
l
l
l
/
l
3
1
U
l
.
l
l
U
l
/
H
/
l
3
U
l

riproduzione riservata
d o m a n d e
a cura di Fabrizio Salvio
InvIate le vostre
domande a:
domande@sportweek.it
?
Per essere grandi
coach bisogna
essere stati
grandi tennisti?
federi ca cavallotti - roma
dipende dal tipo di giocatore. Un ex campione che basava il
suo tennis soprattutto sul talento (vedi mcenroe), dicilmen-
te avr la costanza di dedicarsi a unaltro atleta. Tanto piche
lego spesso smisurato dei fuoriclasse tende a prevaricare quel-
lo dellallievo. non dunque uncaso che nessunnumero uno
della storia abbia deciso di intraprendere la carriera di coach
in maniera permanente: Jimmy Connors e mats Wilander
hanno abbozzato una consulenza di qualche mese rispettiva-
mente con andy Roddick e marat San, altri hanno preferi-
to diventare capitani di Coppa davis (mcenroe e Courier),
altri ancora hanno scelto strade diverse (Becker, edberg, Borg,
Sampras ecc). in questo senso sorprende la scelta di andy
murray di adarsi a ivan lendl che, no adesso, aveva assi-
stito solamente la carriera di una delle sue cinque glie. Per
nel golf. Tuttavia, la forte personalit di lendl potrebbe aiu-
tare murray a compiere il salto di qualit. inoltre le loro car-
riere presentano analogie: lendl ha costruito il suo tennis col
duro lavoro e ha perso 4 nali Slamprima di vincere la prima
(Roland Garros 1984) e poi aggiungere altri 7 titoli major. e,
come murray, ha giocato inunepoca ricca di fuoriclasse (Borg,
mcenroe e Connors prima, Becker, Sampras e agassi dopo).
anche murray deve liberarsi dallingombrante presenza di
Federer, nadal e djokovic e ha perso le tre nali Slamnqui
raggiunte. Lorenzo Cazzaniga
jimmy connors
H/ /llLl/1U andy roddick
lappo|to du|ato so|o qua|che
mese. Conno|s |n. T de| mondo t|a
|| /4 e |od ha avuto || me||to d|
|nte|ven||e su un _|ocato|e _|a
atto. m| _||o|ando notevo|mente
|| |ovesc|o d| lodd|ck.
corrado barazzutti
H/ /llLl/1U f. schiavone
Ba|autt| |n. / de| mondo ne| /o
e l|ancesca sono u_ua||. pe| o|a
d| vo|onta e sp|||to d| sac||c|o.
Uua||ta che hanno pe|messo a |e|
d| |a__|un_e|e ||su|tat| ecce|ona||
non p| _|ovan|ss|ma.
brad gilbert
H/ /llLl/1U andre agassi
0||be|t |n. 4 de| mondo ne| Tuud s|
p|esent cos| ad /_ass|. lo ho
v|nto un sacco d| pa|t|te che av|e|
dovuto pe|de|e. tu ne ha| pe|se
tante che av|est| dovuto v|nce|e.
lot|e| esse|t| ut||e. Cos| e stato.
tony roche
H/ /llLl/1U roger federer
loche |n. o de| mondo ne| Tu/o ha
o|t|cato || ca|atte|e e |a
conv|n|one d| un _|ovane lvan
lend|. con lede|e| deve esse|e
stata una passe__|ata. lo_e|
at|c a |nte||ompe|e || |appo|to.
i precedenti: Connors ha dato il rovescio a Roddick, Barazzutti la grinta alla Schiavone
coppia di fenomeni
lvan lend|. n. T de|
mondo t|a |od e ||
ud. e || nuovo
a||enato|e d| /ndy
lu||ay |ne| tondo.
attua|e nume|o 4.
s t a r t !
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 2 8 s p o r t w e e k
D o M a N D E
Perch cos tanti
calciatori
nel tempo libero
giocano a golf?
Quella del golf una passione comune tra
i calciatori, e alcuni di essi giocano anche
piuttosto bene: da Del Piero a Pepe, da aqui
lani a Pato, da cavani a Di Natale (per non
parlare degli ex, tra cui spicca Stefano Na
va, handicap 1: a un passo dal professioni
smo!). Ma perch proprio il golf? Questione
di stile (legato a una disciplina notoria
mente altolocata) o c dellaltro? Da uno
studio americano stato calcolato che il golf
il movimento sportivo pi complicato,
aerma andrea canessa, 4 volte campione
italiano ed esperto di golf clinic, che con
alcune stelle del pallone ha avuto spesso
modo di giocare. i calciatori amano la com
petizione e questo sport pane per i loro
denti. oltretutto nel golf vengono esaltate
le capacit coordinative: una sda compli
cata e insolita rispetto a quelle a cui sono
abituati. a questo va aggiunto il basso co
eciente di rischio, che ne fa lhobby per
fetto per chi deve il successo al suo corpo e
lo vuole preservare da ogni piccolo incon
veniente. Ma perch, allora, non il ping
pong o le bocce? Presumibilmente, per lo
stesso motivo per cui non vediamo cristia
no ronaldo viaggiare su una fiat Uno.
Filippo Gambarini
elena parente - arese ( mi )
adrenalina pura
Sulla neve attaccati
a un aquilone:
la magia del kite
(snowkite con la
tavola e kiteski,
come in questo
caso, con gli sci).
b
e
r
t
r
a
n
d
b
o
o
n
e
,
F
a
b
i
o
b
u
c
c
i
a
r
e
l
l
i
,
G
a
n
n
i
b
u
z
z
i
,
r
e
b
e
c
c
a
n
a
d
e
n
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 2 9 s p o r t w e e k

riproduzione riservata
?
Dove si possono praticare sci
e snowboard con laquilone?
lultima frontiera degli sport invernali e si chiama snowkite. Di fatto, il cugino
del kitesurf estivo: in comune un aquilone manovrabile, la cui supercie velica
fornisce la spinta, e una tavola, attrezzo base ereditato dallo sport padre, il surf. e
c anche la versione con gli sci, che si chiama kiteski. Ma esistono piste e una re
golamentazione precisa per queste discipline? non ancora, spiega Daniele Pesci,
direttore della asd Snowkite School Tonale. uno sport giovane, sbarcato in
italia cinque anni fa: al momento segue le regole del kitesurf. Dove si pratica? in
alta montagna, dove ci sia neve (escludendo ovviamente le piste battute, per non
mettere in pericolo lincolumit degli sciatori), vento e un territorio piano o colli
nare come i passi alpini. non devono esserci ostacoli: tralicci, impianti o alberi. in
tali condizioni, lo snowkite risulta meno pericoloso di sci e snowboard, perch
come essere trainati da uno skilift, solo che decidiamo noi dove andare. il presi
dente della Fski (Federazione sport kite italia) Giampiero alferoni fa una stima di
3.000 praticanti snowkiter in italia, auspica un riconoscimento futuro da parte del
Coni e conferma: il rischio maggiore essere sollevati da una raca di vento. Ma
per un rider esperto adrenalina pura. Chi volesse provare, pu contattare i re
sponsabili della federazione sul sito: www.fski.it/snowkite.
Francesca Salsano
luca sagoni - gallarate ( va)
?
alexandre
Pato
lattaccante
rossonero, 22
anni, ha iniziato a
giocare da poco.
Ma ha gi la sacca
griata Milan.
andriy
shevchenko
lucraino, 35 anni,
vanta un ottimo
5 di handicap. e
ha dichiarato che
punta ai Giochi
2016 come golsta!
Mauro
caMoranesi
largentino, 35
anni, ha scoperto
il golf nel 2006,
quandera alla
Juventus, assieme
a molti compagni.
alessandro
del Piero
anche lo juventino,
37 anni, sogna di
diventare golsta
professionista.
il suo handicap
15: niente male.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 0 s p o r t w e e k
VERSO LOSCAR
Brad pitt, 48 anni,
candidato
al golden globe
come miglior attore.
La nomination
alloscar si avvicina.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 1 s p o r t w e e k
b r a d p i t t
Il divo si d al baseball nel film Larte di vincere in uscita in Italia il 27 gennaio.
Vi racconto come si riesce a trionfare in una competizione ingiusta.
Ma le mie passioni restano sempre MotoGP, football americano e calcio
di Marco Consoli Foto di simon Bruty
fuoricampo
sono finito
stavolta
IL GENERAL MANAGER CHE RIVOLUZION LE REGOLE
Brad Pitt interpreta il general manager degli Oakland Athletics, costretto ogni anno a cedere i giocatori migliori per sopravvivere contro
avversari pi ricchi. Ma linnovativo utilizzo della statistica applicata alla performance degli atleti cambier le sorti del campionato.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 2 s p o r t w e e k
S
e lo sport ormai uno show-business,
dove il denaro la benzina principa-
le delle vittorie, come fai a prevalere
quando il tuo budget un terzo di
quello del tuo avversario? questa
la domanda di fondo di Larte di vin-
cere, il film in uscita nelle sale ita-
liane il 27 gennaio e tratto dal libro verit Moneyball:
The Art of Winning an Unfair Game.
Billy Beane, interpretato da Brad Pitt, il gene-
ral manager della squadra di baseball degli Oakland
Athletics, e come ogni anno si trova a fine stagione
con un pugno di mosche in mano. Perch vero che
i suoi giocatori hanno dato battaglia fino allultimo
scontro diretto coni piforti e ricchi NewYorkMets,
ma ora la stagione finita e lui si trova costretto a
vendere i suoi pezzi migliori: Siamo come donatori
dorgani per i club pi ricchi, dice in una delle bat-
tute pi significative del film. Come suggerisce lo
stesso titolo del libro, spiega Pitt, la storia di come
si riesce a vincere una competizione ingiusta: il mon-
te ingaggi degli Oakland era di 40 milioni di dollari
contro quello di 240 milioni dei team pi potenti. E
i protagonisti di questa vicenda si sono dovuti spre-
mere le meningi per riuscire a combattere ad armi
pari e inventarsi un nuovo concetto di baseball. Una
vera impresa, se si considera che questo sport uno
dei pi popolari ma anche pi antichi, dato che negli
Usa si gioca ufficialmente dal 1845: difficile quindi
per Billy sovvertire regole, usi, costumi e modi di
pensare manageriali consolidatisi nel tempo.
Anche se Larte di vincere riguarda una disciplina
anglosassone, che dice poco a molti spettatori euro-
pei e soprattutto italiani, in realt parla di temi che
riguardano lo sport moderno in senso lato: Il film,
prosegue lattore, riguarda il concetto di valore,
come valutiamo le persone e i risultati e come questo
d forma alla societ che alla fine giudica anche noi.
Chi stabilisce chi veramente un vincente?. Il valo-
re Beane lo trova quasi per caso in un fresco laureato
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 3 s p o r t w e e k
a Yale, Peter Brand ( Jonah Hill), che attraverso luso
della statistica applicata alla performance degli atleti
stravolger il modo ormai superato degli osservatori
di selezionare i giocatori in base a sensazioni e intui-
to oltre che allutilizzo di pochi dati come il numero
di colpi mandati a segno o i punti segnati in carriera.
Bisogna considerare che le idee sviluppate da Beane
e Brand non solo hanno conquistato il mondo del ba-
seball, ma si sono estese poi a tanti altri sport come
il football americano o il calcio, spiega Pitt. E cos
quando nel film si vede analizzata la capacit di
colpire la palla, conquistare le basi, segnare punti,
magari anche a discapito di un caratteraccio, e tutto
questo viene valutato in termini di costo del gioca-
tore e del suo ingaggio, noi italiani non possiamo
non pensare al mistero e al fascino del calciomer-
cato, dove si nascondono ormai regole di scouting
molto simili a quelle forgiate da Beane e dal suo
fido collaboratore.
La pellicola oltretutto racconta una storia spor-
STORIA VERA
Il lm tratto dal libro verit Moneyball: The Art of Winning an Unfair Game.
la cicatrice sullo zigomo
il mio unico ricordo
del baseball dopo
un lancio da ragazzino
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 4 s p o r t w e e k
tiva a tutto tondo, emozionante perch profonda-
mente personale, che prescinde dallo sport in s: in
flashback viene narrata la carriera sui diamanti del
baseball del promettente giovane Beane che, scoper-
to come una pietra preziosa ancora grezza, non riusc
per mai a brillare veramente, e il suo tentativo in
et adulta di trovare una rivincita su quel mondo che
in qualche modo lo aveva deluso. E nel duetto talvol-
ta brillante tra lesperto Beane e il pivello aiutante
Brand, c anche spazio per chicche come una lezio-
ne su come dire a un giocatore che stato venduto a
unaltra squadra, magari a campionato in corso.
Per me non unfilmsul baseball, racconta Pitt,
ma una storia pi ampia su una persona che cerca
di capire qual il suo posto nel mondo e tenta di tro-
varlo sovvertendo ogni regola conosciuta fino a quel
momento. Io non ho scelto di interpretarlo perch
parlava di baseball. Daltronde non ho mai avuto par-
ticolare passione per questo sport, il cui unico ricor-
do una cicatrice sullo zigomo sinistro causata da un
lancio che mi ha colpito da ragazzino. Infatti adesso
mi interesso pi alla MotoGP, al football americano
e al calcio. Mentre la mazza la prendo solo quando
gioco con i miei figli.
Ma le cose non vengono mai per caso. Candidata
a quattro Golden Globe miglior attore protagoni-
sta, non protagonista ( Jonah Hill), sceneggiatura e
film drammatico la pellicola che potrebbe mettere
in rampa di lancio Brad Pitt per lOscar ha rischiato
addirittura di non uscire. stata una strana storia
di punti di vista divergenti, in cui non ci sono n
buoni n cattivi, proprio come nella storia che rac-
contiamo, spiega il regista Bennett Miller. Tratto
da un best seller, che per conteneva moltissime no-
zioni statistiche, il film aveva bisogno di trovare un
cuore emotivo: cos a una prima sceneggiatura ne
seguita unaltra e poi unaltra ancora, nel tentativo di
trovare la combinazione vincente al botteghino. Allo
stesso modo si sono avvicendati i registi e dopo Da-
vid Frankel (Il diavolo veste Prada) arrivato Steven
Soderbergh (Oceans Eleven), che ha scompaginato il
progetto, proponendo di realizzare una via di mezzo
tra filmdi finzione e documentario, coninterviste ai
veri giocatori degli Oakland Athletics. stato a quel
punto che la produzione ha deciso di bloccare tutto,
rischiando di arrendersi, e affidandosi ormai allul-
timo inning ad Aaron Sorkin, sceneggiatore di The
Social Network e a Miller (Capote), che ha finalmen-
te trovato la chiave del film: Non mi interessava fi-
nire lultima scena con un eroe portato a spalla dai
compagni di squadra tra le urla dei tifosi. Preferisco i
trionfi silenziosi, che non appaiono in superficie ma
sono pi profondi e duraturi.
Ed cos che Brad Pitt, tenacemente e silenzio-
samente, ha resistito per tre anni aggrappato con le
unghie a questo film (Non volevo mollarlo, il libro
per me era diventato unossessione, ha confessato
lattore americano), superando tutti gli ostacoli in
il film
Tra soldi
e statistica
Diretto da Bennett Miller, Larte di
vincere la storia di Billy Beane
(Brad Pitt) general manager degli
Oakland Athletics che deve
arontare le dicolt
economiche della squadra che
non riesce a competere contro
avversari pi ricchi. Per riuscirci
si far aiutare da un neolaureato
in economia a Yale (Jonah Hill)
con idee innovative su come
valutare il reale valore degli atleti.

riproduzione riservata
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 5 s p o r t w e e k
maniera simile a quanto fa il suo personaggio, che
studia la sua strategia e compra alcuni giocatori con-
siderati falliti contro il parere di tutti, ma poi se la
vede frantumare dallottusit del suo allenatore vec-
chio stile, interpretato da Philip Seymour Hoffman,
che li fa sedere regolarmente in panchina. Le partite
per sono lunghe da giocare, e cos anche Beane, che
era aspramente criticato perch non guardava gio-
care la sua squadra, alla fine riuscir a togliersi una
soddisfazione e a entrare nella leggenda delle Major
League Baseball, in un modo totalmente inatteso
e quindi ancor pi emozionante. Ma per scoprire
come, dovrete andare al cinema.
UN DIAMANTE CHE NON BRILLA
Pitt interpreta un manager che ha avuto poco successo come giocatore.
IN CAMpO
Una scena del lm
nello stadio
degli athletics.
i protaGonisti della vicenda si sono spreMUti
le MeninGi per riUscire a coMBattere ad arMi pari
e inventarsi Un nUovo concetto di QUesto sport
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 6 s p o r t w e e k
i migliori film sul baseball
1
Quando Gary era Gehrig
Regia: SamWood. Con gaRy CoopeR e TeReSa WRighT
Un eroe del cinema, Gary Cooper (a destra nella foto con Babe Ruth), per raccontare la parabola di una star del baseball, Lou
Gehrig, morto a 37 anni per una malattia (Sla) che prender il suo nome. Cooper era destro, Gehrig mancino: i negativi
vennero stampati al contrario (le scritte sulle maglie erano state girate). Otto nomination e un Oscar (montaggio). VOTO: 10
LidoLo deLLe
foLLe (1942)
4
Regia: John SayleS. Con John CuSaCk
e ChaRlie Sheen
Storia dello scandalo che sconvolse
il baseball nel 1919, quando otto giocatori
dei Chicago White Sox si vendettero
la nale del campionato per favorire la
vittoria dei Cincinnati Reds. Ricostruzione
minuziosa dellambiente sportivo e di
quello delle scommesse clandestine.
Il regista interpreta un giornalista
dellepoca, Ring Lardner. VOTO: 8,5
oTTo uomini fuoRi (1988)
3
Regia: baRRy levinSon. Con RobeRT
RedfoRd e glenn CloSe
Roy Wonderboy Hobbs ha un talento
magico per il baseball, ma quando sta
per diventare professionista, lincontro
con la donna sbagliata interrompe
drammaticamente la sua carriera.
Ricomparir 15 anni dopo e porter in alto
una squadra di seconda schiera. Redford
aveva 46 anni quando gir il lm, ma i
truccatori fecero miracoli. VOTO: 9
il miglioRe (1984)
2
Regia: phil alden RobinSon. Con kevin
CoSTneR e Ray lioTTa
Un agricoltore dello Iowa, Ray Kinsella,
d retta alle voci notturne e decide
di trasformare il suo podere coltivato
a mais in un diamante incantato dove
torneranno a giocare i pi grandi campioni
del passato, compreso Shoeless Joe
Jackson (Liotta) la cui vicenda narrata
in Otto uomini fuori, e potr rivedere
il padre morto. VOTO: 9,5
luomo dei Sogni (1989)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 7 s p o r t w e e k
di nino Minoliti
tra i tanti oMaggi di Hollywood allo sport nazionale aMericano abbiaMo
eletto linterpretazione cHe cooper diede dello sfortunato caMpione
Morto di sla. e poi ci sono de niro e la tripletta record di Kevin costner
6
Regia: John hanCoCk. Con miChael
moRiaRTy e RobeRT de niRo
Storia dellamicizia tra due giocatori
di baseball, di cui uno (De Niro) col destino
segnato per un male incurabile.
Produzione indipendente che,
nonostante il soggetto, non scivola nel
patetico fornendo un ecace spaccato
di baseball e di vita sportiva. Bench
lodiasse, De Niro per esigenze di copione
impar a masticare tabacco VOTO: 7,5
baTTe il TambuRo lenTamenTe (1973)
10
Regia: penny maRShall. Con geena daviS
e madonna
Storia del campionato al femminile che
venne organizzato in America nel 1943,
quando gli uomini erano impegnati
in guerra. Tom Hanks fa la parte
dellallenatore scettico sulle possibilit
delle ragazze. Madonna si allen anche
dodici ore al giorno per essere credibile
nella parte. E naturalmente canta
nella colonna sonora. VOTO: 6
Ragazze vinCenTi (1992)
8
Regia: miChael RiTChie. Con WalTeR
maTThau e TaTum oneal
Gran successo di pubblico negli Usa per
questo lm scritto da Bill Lancaster, glio
del grande Burt, che racconta di una
squadra di ragazzini emarginati neri,
messicani, ebrei cui il ruvido e sornione
Matthau, ex professionista, d un gioco e
uno scopo. La dodicenne Tatum ONeal
una prodigiosa lanciatrice. Seguiranno
altre due puntate. VOTO: 7-
Che boTTe Se inConTRi gli oRSi (1976)
7
Regia: Tony SCoTT. Con RobeRT de niRo
e WeSley SnipeS
Da un romanzo di Peter Abrahams.
la storia thriller di un tifoso (De Niro)
psicopatico che nisce col diventare
il peggiore incubo del suo idolo (Snipes),
stella dei San Francisco Giants. Istrionico
e totalmente a suo agio, De Niro
gigioneggia da par suo, mentre Snipes
ne segue le mosse sempre pi inquieto,
no al clamoroso nale. VOTO: 7
The fan il miTo (1996)
5
Regia: Ron ShelTon. Con kevin CoSTneR
e SuSan SaRandon
Ambientato nelle leghe minori, una storia
di baseball e di amore triangolare.
La Sarandon divisa tra il maturo
veterano Costner e il giovane talentuoso
Tim Robbins, che poi scelse nella realt,
facendoci anche due gli. Per il suo
personaggio, Costner si ispir al battitore
Rick Lancellotti, che ha giocato a Parma
nel 1992. VOTO: 8
bull duRham ungioCoaTRe mani (1988)
9
Regia: Sam Raimi. Con kevin CoSTneR
e kelly pReSTon
Ancora Costner e il baseball, la mia
grande passione, confess una volta
lattore americano, che stavolta nellarco
di una partita rivive in ashback la sua
ventennale carriera ormai agli sgoccioli
e la sua storia damore, che sembra
anchessa ai titoli di coda. Secondo
i maligni, dei suoi 140 lanci soltanto
due rimasero nel lm VOTO: 6,5
gioCo damoRe (1999)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 3 8 s p o r t w e e k
il calcio
un mondo
pericoloso
Anni Ai mArgini del pAllone che
contA. poi gol e fAmA con lAtAlAntA.
StoriA di un Argentino che hA
impArAto A eSSere un cAmpione. eA non
fidArSi di neSSuno: in queStolAvoro c
gente che ti AvvicinA perch Sei ricco
efAmoSo, enonSAi cheintenzioni AbbiA
di fabrizio SAlvio foto di Alberto bernASconi
German denis
i
l pescatore ha pazienza. Sta l, su una barca
inmezzo al mare, e aspetta. insilenzio, im-
mobile, affinch la preda abbocchi allamo.
intanto pensa, solo con se stesso. Sensazio-
ne, la solitudine, che largentino german
denis 30 anni, pescatore per passione e
centravanti dellAtalanta di professione,
con 12 gol capocannoniere a sorpresa del campionato
dopo una carriera (italiana) di stenti conosce bene.
dentro e fuori dal campo. tra i suoi pensieri, c ora la
nuova ondata di calcioscommesse che ha scosso il cal-
cio italiano e coinvolto anche la sua squadra, con lar-
resto del capitano doni. denis chiarisce di non voler
parlare dellargomento. ma nel corso dellintervista
accenner a un calcio fatto anche di pericoli e stranez-
ze dai quali bisogna tenersi alla larga. Acosto di restar
soli, come in mezzo al mare.
mio padre morto quando avevo 17 anni. era la
mia guida, mi sosteneva in tutto. il ricordo pi bello
in mezzo al verde
german Denis,
30 anni, nel centro
sportivo di Zingonia
(Bg), dove si allena
latalanta.
d
a
n
i
e
l
e
b
u
f
f
a
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 4 0 s p o r t w e e k
po e panchina. A Napoli perch cera il napoletano
Quagliarella, a Udine perch cera Di Natale. Non
mi sono mai sentito tranquillo. Anche quando ve-
nivo schierato, sapevo che, se non avessi fatto bene,
la partita dopo sarei di nuovo scivolato in panchina
o addirittura in tribuna. Un attaccante deve sentire
intorno la fiducia, e io ero stato abituato ad avere an-
cora di pi, a sentirmi importante. Invece mi sentivo
una riserva, ed una cosa che non fa per me.
Nella sua esplosione, quanto conta la dieta a zona
alla quale si sottoposto?
unto. Tuttostanellatesta. Sequel-
resto viene di conseguenza.
e le venuta, lidea di sottoporsi
regime alimentare?
che ho di lui sono le nostre uscite a pesca, la mattina
presto, noi due e nessun altro. In quei momenti era-
vamo cos vicini, senza bisogno di parole. Scomparso
lui, non ci sono stato pi con la testa. allora, che
sono diventato devoto di San Espedito, il santo dei
miracoli e delle cause perse.
Si sentiva tale? Una causa persa?
Mi sentivo come uno che aveva bisogno di trovare
nel soprannaturale ci che non aveva pi sulla terra.
Suo padre le sarebbe stato utile dopo la sua prima,
fallimentare esperienza da calciatore in Italia, a Cesena:
29 gare e 3 gol in due anni.
Ero ventenne, non conoscevo la lingua e non capi-
vo quello che capisco oggi. Ma, quando andai via per
rientrare in Argentina, sapevo che un giorno sarei
tornato. Non accettavo di andarmene da sconfitto. E
questo certamente un insegnamento di mio padre:
mai arrendersi alle difficolt della vita.
cresciuto in un periodo buio per il suo Paese.
Pap era operaio. Non ci mai mancato da mangia-
re, ma si arrivava a fine mese coi soldi contati. Un
paio di scarpe da calcio doveva durarmi finch non
era completamente distrutto.
Questo che cosa le ha lasciato?
Labitudine a non sprecare. Cerco di insegnare lo
stesso ai miei tre bambini, ma non sempre ci riesco.
Se mi chiedono qualcosa, glielo compro subito. So di
sbagliare, ma non voglio che soffrano per le stesse
privazioni che sono toccate a me.
Da piccolo era una peste?
Sono cresciuto con mio fratello di 5 anni pi
grande: logico che volessi fare sempre qu
faceva lui, senza pensare alle conseguen
quando sbagliavo chiedevo scusa. Mi con
perch in questo caso non venivo punito
menti arrivava la sculacciata.
Lei una rarit anche come calciatore
nellombra fino ai 30 anni, poi di colpo per
sonaggio da copertina. Cosa ha dato una ste
zata al suo destino?
Il fatto che allAtalanta finalmente gioc
InArgentina avevo il posto garantito, men
tre qui ho sempre fatto la spola tra cam-
g
e
r
m
a
n
d
e
n
i
s
i
l
c
a
l
c
i
o

u
n
m
o
n
d
o
p
e
r
i
c
o
l
o
s
o
german gustavo Denis nato il 10 settembre
dell81 a Lomas de Zamora, in argentina. Sua
moglie natalia di origini italiane, quindi il
calciatore ha doppio passaporto. in italia
ha giocato con il Cesena dal 2001 al 2003,
col napoli dal 2008 al 2010, con lUdinese
la scorsa stagione. Da questa in prestito
allatalanta. in a ha 29 gol in 105 partite.
a bergamo in prestito
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 4 2 s p o r t w e e k
g
e
r
m
a
n
d
e
n
i
s
i
l
c
a
l
c
i
o

u
n
m
o
n
d
o
p
e
r
i
c
o
l
o
s
o
Osservando i benefici che ha pro-
dotto sui miei compagni Manfredini
e Bellini. Mangio tanta verdura e ho
sostituito la pasta con la frutta. Nes-
sun problema, non sono mai stato un
grande amante degli spaghetti. Houn
amico, Paolo, che proprietario del
ristorante Il Sole a Bergamo Alta.
Vado da lui ed gi tutto pronto.
Perch, a casa, invece?
Per carit, anche mia moglie Natalia
mi aiuta a non sgarrare. Per, con tre
bambini piccoli, da noi girano sempre
dei dolci. E a quelli non so resistere.
E la famosa pizza di sua madre?
Quando viene a trovarmi la prepa-
ra, e non c dieta a zona che tenga.
Lei che ha giocato a Napoli, sa bene
com la vera pizza: soffice e alta.
A me piace sottile e croccante.
Ma quella non la pizza napoletana!
Infatti, preferivo la mozzarella di bufala.
Ha paura che questo momento di grazia possa finire?
No, perch dipende tutto da me, dal lavoro che sar
disposto a fare per restare a questi livelli.
Suo figlio Matias, 9 anni, gioca a calcio: le d il voto?
il primo a rimproverarmi quando sbaglio: Pap,
ma come hai fatto a mancare quel gol?.
Sua moglie, invece?
Ah, per lei gioco sempre bene. una santa. E pen-
sare che abbiamo litigato il primo giorno di nozze.
Perch?
Era appena finita la festa di matrimonio, a Buenos
Aires. Cena iniziata alle 9 di sera e finita alle 7 del
mattinodopoIoerounpo sudi giri, unbrindisi dopo
laltro Insomma, prendiamo il taxi per lalbergo e lei
fa un commento che a me non piace su un mio amico
che aveva messo gli occhi su una sua amica. Rispondo
male, se la prende, mi arrabbio, si arrabbia, dico al tas-
sista di portarmi a casa mia. Mia madre mi vede e fa:
Madonna, ma che successo? Poi si mette al telefono
con mia suocera. Al pomeriggio sono andato da Nata-
lia e abbiamo fatto pace. Siamo sposati da 12 anni.
Che cosa la fa arrabbiare?
Le bugie.
E c qualcosa che la preoccupa nel suo lavoro?
S, questo mestiere, oltre a essere strano, se non stai
attento pure pericoloso.
Perch?
Perch c gente che ti si avvicina perch sei ricco
e famoso, e tu non sai chi sia e che intenzioni abbia.
E perch il calcio un lavoro strano?
Perch oggi ridi e domani piangi. Un giorno sei il
numero uno e quello dopo sei nessuno.
Si pu perdere lequilibrio e diventare pi fragili?
A me non succeder, perch nella mia testa tutto
chiaro. So che quando segno mi arriveranno 200mes-
saggini, in caso contrario ricever i soliti due o tre, da
mia madre, mia moglie, un amico. Questo mi ricorda
chi importante e chi no. Chi mi serve e chi no.
Denis, qual invece la sua idea di pace?
Un giorno per me soltanto, la canna da pesca e in
barca in mezzo al mare. Come con mio padre.

riproduzione riservata
carrarmato In Italia Denis conosciuto
come il Tanque (carrarmato), ma in Argentina
lo chiamano Mono, scimmia, come il fratello.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 4 6 s p o r t w e e k
Un mese a -50
La nostra sfida
allimpossibile
I due alpInIstI stanno affrontando
la prIma Invernale del nanga parbat
(8.125 m). unImpresa al lImIte (con Il
15% dI probabIlIt dI rIuscIta) che loro
stessI hanno presentato In gazzetta.
ea cuI partecIpa anche SportWeek...
di sandro fIlIppInI foto di orlando salmerI
SIMONE MORO E DENIS URUBkO
C
i sono anche due bandierine di
SportWeek negli zaini di Simone
Moro e Denis Urubko, che stan-
no affrontando la loro nuova,
grande sfida: la prima invernale
del Nanga Parbat, 8.125 m. Han-
no promesso di farle sventolare
sullenorme montagna che lultimo bastione occi-
dentale della catena himalaiana. Anche se con estre-
ma sincerit litaliano confessa: Abbiamo un 15 per
cento di possibilit di riuscire. Troppo poche? Ma
per questo che laffiatatissima cordata italo-kazaka
ha scelto di sottoporsi proprio a una simile prova.
Anche se in origine lidea era unaltra. Anzi, due.
Dopo essere stati nel febbraio scorso raggiun-
gendo la vetta del Gasherbrum II insieme allo sta-
tunitense Cory Richards i primi a riuscire a salire
in inverno uno dei cinque Ottomila del Pakistan,
per Moro e Urubko era naturale puntare alla prima
invernale della pi alta di quelle montagne, il K2,
seconda vetta della Terra. Ma, spiega Simone, cera
gi una spedizione russa che da anni stava studiando
quella montagna e che ha chiesto il permesso di sali-
ta per questo inverno. Sono 16 alpinisti e fra questi ci
pRONtI al vIa
il bergamasco
Simone Moro (44
anni) e, a destra, il
kazako Denis
Urubko (38) prima
della partenza.
sono anche nostri amici. Abbiamo pensato che non
sarebbe stato un bellesempio mettersi a fare la gara
con loro. Usano uno stile molto diverso dal nostro,
pesante. Ma il loro.
Cos Moro e Urubko avevano deciso di prepararsi
a un tentativo al Broad Peak, essendo il Gasherbrum
I di nuovo la meta della spedizione internazionale
che lo aveva fallito nel 2011, proprio mentre loro riu-
scivano sul gemello pi basso (di soli 30 metri). Ma
due mesi prima della partenza abbiamo saputo che il
Pakistan aveva deciso di triplicare il costo dellora di
volo degli elicotteri: 7.600 dollari. Eper un viaggio al
campo base loro conteggiano almeno 6 ore. Questo
per landata. Fate un po i conti.
Il Broad Peak, come i due Gasherbrum e il K2, fa
parte del Karakorum. Per raggiungere quelle mon-
tagne bisogna percorrere lunghi ghiacciai, quasi
intransitabili dinverno. Da qui la necessit delluso
degli elicotteri. Il Nanga Parbat offre invece il van-
taggio di essere isolato e di non avere ghiacciai ai pie-
di, ma valli.
Spiega Moro: Ci sembrava che, visto anche il
momento economico, fosse uno spreco eccessivo
spendere tutti quei soldi per gli elicotteri. Cos abbia-
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 4 7 s p o r t w e e k
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 4 8 s p o r t w e e k
mo scelto il Nanga Parbat.
Il problema che quel che nellavvicinamento
un vantaggio, poi lo si paga: Questa montagna
significa 1.000 metri di dislivello in pi da salire,
perch il campo base a soli 4.250 metri di quota,
non i soliti 5.000 e passa degli altri Ottomila. E in
questa stagione, con le finestre di bel tempo che sono
sempre molto limitate, 24, massimo 48 ore, 1.000
metri di dislivello in pi sono una enormit. Fosse
anche solo per lacclimatamento e per la spesa ener-
getica che richiedono. Non ci resta che essere ancora
pi veloci. Lesperienza necessaria penso che ce lab-
biamo. Io con tre prime invernali sugli Ottomila e
Denis, a parte i due fatti con me, con le sue scalate
invernali sui 7.000 in Pamir e Tien Shan. Io penso
che il nostro, salite veloci e leggere, sia lo stile giu-
sto per le invernali. A maggior ragione in Pakistan,
dove le tempeste sono pi frequenti e nevica molto di
pi che in Nepal e Tibet. E se non saremo noi a far-
cela, spero che chi ci riu-
scir in futuro usi questo
stesso modo di scalare.
Certamente dovr avere
la stessa capacit di sof-
frire, con la temperatura
che arriva ai -50 e, quan-
do va bene, sui 20. E
in quel freddo bisogna
vivere per settimane di
fila. E senza tregua. Spe-
rando che non arrivi pure il vento
Ma torniamo allo stile di salita, che il moti-
vo dorgoglio numero uno per Moro: Lalpinismo
che vogliamo fare nella tradizione dellalpinismo
classico. Riscopre elementi di esplorazione e va alla
ricerca di strade non ordinarie. classico anche se
noi usiamo la tecnologia: pannelli solari, generatore,
modem, computer. Ci che ci d modo di informare
su quello che facciamo, e mi pare che questo lavoro
supplementare, che abbiamo deciso noi di fare, stia
riuscendo. Da parte mia, la volont di condividere,
con tutti coloro che hanno voglia di sognare con noi,
labbraccio che ogni giorno do a Denis. E penso che
m
o
r
o
e
u
r
u
b
k
o
l
a
n
o
s
t
r
a
s
f
i
d
a
a
l
l

i
m
p
o
s
s
i
b
i
l
e
LaLpinismo
che vogLiamo
fare neLLa
tradizione
cLassica, anche
se noi usiamo
La tecnoLogia
essere a pagina piena sulla Gazzetta, o avere la crona-
ca della nostra spedizione aggiornata in continuazio-
ne sul suo sito, faccia bene al mondo dellalpinismo.
Il richiamo allalpinismo classico ha radici pro-
fonde in Simone: Io sono nato a Bergamo e di Ber-
gamo era Walter Bonatti, che purtroppo non c
pi. Era una delle poche persone che chiamavo col
satellitare quando portavo a termine una delle mie
scalate. Non ci vedevamo spesso, ma cera amicizia
fra noi. E siccome sono una persona di fede, credo
ora di avere un altro angelo vicino: una ragione di
pi per continuare sulla sua strada, quella percorsa
poi anche da Messner.
m
a
t
t
e
o
z
a
n
g
a
> 1 4 s p o r t w e e k
avvicinamento
Da sin., sopra, il viaggio (10 ore in minibus)
sulla Karakorum Highway e i portatori felici
dellequipaggiamento regalato loro da Moro.
Sotto, il tragitto per Chilas con vista sul nanga
parbat e la misurazione del peso dei bagagli
dei portatori (massimo 25 chili per collo).
al campo base
Moro e Urubko
davanti alla loro
tenda a 4250 metri
di quota studiano
la via per la vetta
del nanga parbat
(8125 m) lungo
il versante Diamir.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 0 s p o r t w e e k
Strada che ha spinto Simone sulle montagne di
tutto il mondo. Cos ha conosciuto Urubko, in Kaza-
kistan, dove lui aveva scelto di vivere per poter sca-
lare. L ci sono 7.000 belli e molto difficili. Moro li ha
scalati con Denis, poi lo ha portato con s sullEve-
rest e di l il kazako ha inanellato i 14 Ottomila (15 a
riuscirci, 8 a non usare lossigeno).
Insieme sono gi stati sul Nanga
Parbat nel 2003. Ma Urubko era con
una spedizione nazionale e gli fu im-
pedito di scalare con Moro. Bisognava
portare la bandiera kazaka in vetta.
Appena ha concluso i 14 Ottomila,
lesercito lo ha licenziato. Ora Moro lo
sta italianizzando. Lha fatto entrare
nel team di The North Face, il che gli
consente di vivere. Denis una gran-
de persona. Qualche settimana fa mi ha chiamato
al telefono e mi ha detto: Simone, sto camminando
con mia moglie lungo il Serio, che un fiume della
Bergamasca. Grazie per questa libert. Sentendogli
dire cos ho capito quanta voglia ha ancora di vedere,
di fare esplorazione vera.
Insomma, c unrapporto quasi fraterno fra i due.
Eovviamente Simone il fratello maggiore. Lui la
locomotiva, io sono il vagone, riassume Denis. An-
che perch Simone fa pure il capo spedizione. Com-
pito che spiega cos: In effetti c una bella differen-
za fra essere componente della spedizione o leader.
In questo caso devi avere cura di tutto, organizzare
ogni piccolo dettaglio: dal viaggio ai permessi, dal-
le relazioni con la stampa al cargo per
i materiali, alla logistica dellavvicina-
mento. Bisogna fare i salti mortali per
conciliare tutto ci con gli allenamenti,
la famiglia e gli altri impegni.
Ma ormai Moro ci abituato. Esta-
volta ho meno pressione. Io non devo
dimostrare pi niente, dopo le tre pri-
me invernali gi fatte: Shisha Pangma,
Makalu e GII. Non devo per forza arri-
vare in cima. Ho sempre gli stessi sponsor e mai uno
di loro mi ha fatto pressioni perch io porti comun-
que a casa unrisultato. Nonme ne faccio fare di certo
adesso. Potevo anche sedermi sul divano e restare a
guardare cosa faranno gli altri.
S, ma non sarebbe stato Simone Moro.
m
o
r
o
e
u
r
u
b
k
o
l
a
n
o
s
t
r
a
s
f
i
d
a
a
l
l

i
m
p
o
s
s
i
b
i
l
e
sul nanga Parbat
Da sin., in alto: Moro al campo
base e in marcia, seguito
da Urubko, durante la prima
ricognizione. in basso: la scuola
fatta costruire nel villaggio di
Ser da Reinhold Messner in
ricordo di suo fratello guenther,
la videochiamata di Moro
al figlio Jonas (2 anni) e un
passaggio non molto agevole.
ho un angelo
vicino, walter
bonatti: una
ragione di pi
per continuare
sullasuastrada

riproduzione riservata
m
a
t
t
e
o
z
a
n
g
a
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 1 s p o r t w e e k
I
l nanga Parbat ha segnato la mia
vita. nel 1970 stato per me il
primo 8.000. Arrivai in cima con
mio fratello Guenther dopo aver
scalato la parete pi alta del
mondo, la rupal, 4.500 metri di
dislivello. Fu una grande salita
ma anche la ne della mia
infanzia, diciamo cos. Perch
sulla cima eravamo intrappolati.
Fummo costretti a scendere dal
versante Diamir, tracciando alla
cieca una via nuova. La morte era
la cosa pi ovvia. Per fortuna io
mi sono salvato, ma mio fratello
fu travolto da una valanga. Cos il
massimo delle nostre possibilit,
espresso con successo, coincise
con la tragedia pi grande.
Quella che simone Moro e Denis
Urubko tentano dinverno su
questa montagna, che non fra
gli 8.000 pi alti ma che enorme
e presenta uno dei massimi
dislivelli, una grande impresa.
sar fondamentale la velocit.
Per motivazioni logistiche, non
per un record cronometrico: gli
servir per riuscire a sfruttare
una delle brevi nestre di bel
tempo e arrivare in vetta prima
di una nuova tormenta.
su quellenorme parete non
potranno essere sempre
assicurati e nemmeno salire
sempre in cordata. Forti
entrambi delle tante esperienze
fatte, anche nella stagione pi
fredda, sanno che soprattutto
nella parte alta, molto dicile
ed esposta a forti venti, ognuno
dovr saper fare da solo. non si
tratta di eroismo. Lalpinismo
della conquista nito e quello
eroico stato inventato negli
Anni 30 dal nazismo proprio
sul nanga Parbat, per dimostrare
che gli uomini possono morire
per un ideale. Propaganda
in vista della guerra.
Ci che fanno simone e Denis
un altro anello nella lunga
catena dellalpinismo classico,
che sperimenta senza tradirsi.
Ho molta ducia in questi due
uomini, che hanno il coraggio
e la voglia di far s che questa
catena non si interrompa
e che lalpinismo classico non
sia dimenticato.
in gazzetta
Lincontro avvenuto
lo scorso dicembre
fra Urubko, Moro
e Reinhold Messner
(67 anni).
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 2 s p o r t w e e k
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 3 s p o r t w e e k
J
E
A
N
-
P
H
I
L
I
P
P
E
P
A
R
I
E
N
T
E
nuova coppia
Fernando Alonso con
la modella Xenia
Tchoumitcheva a una
festa ad Abu Dhabi.
E lei sulla griglia al GP.
di alessia CruCiani
ForMULA 1 IN LoVe
alonso
va di corsa.
in amore
in attesa di tornare a vinCere Con
laFerrari, Fernandoavrebbe trovato
nella bella Xenia tChoumitCheva
la giusta messa a punto per il Cuore.
ma i rivali non stanno a guardare
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 4 s p o r t w e e k
T
O
S
H
I
F
U
M
I
K
I
T
A
M
U
R
A
,
M
I
c
H
A
e
l
R
e
g
A
n
,
K
e
l
S
e
y
M
c
n
e
A
l
I
sabell Reis inizia a preoccuparsi. Fino al
GP del Brasile, gara che ha chiuso la sta-
gione 2011, stata lei la pi bella del reame.
La bionda tedesca, studentessa universita-
ria in economia e aspirante modella, face-
va voltare la testa alle persone del paddock
pi velocemente di quanto non andasse in
pista il fidanzato, il pilota Timo Glock. Ora per il
suo regno inizia a tremare. Passati pochissimi giorni
dallannuncio del divorzio tra Fernando Alonso e la
moglie Raquel Del Rosario, ecco comparire il volto
della nuova aspirante signora in rosso. Si chiama Xe-
nia Tchoumitcheva, svizzera di Lugano con origini
chiaramente russe. Segni particolari: bellissima.
Il sorriso beato del ferrarista eloquente nel-
le foto che Xenia ha pubblicato sul suo sito dopo il
GP di Abu Dhabi, dove non era passata inosservata
(e non solo ad Alonso). Insieme sono stati avvistati
prima di Natale anche al concerto di Bob Sinclair a
Madrid. Come da copione, la bella 22enne si affret-
tata a negare la presunta love story precisando che
con Fernando sono solo amicissimi.
Laureata in economia, dopo alcuni stage in presti-
giose banche daffari, Xenia diventata una modella e
presentatrice di successo. Nel suo sito si definisce una
giovane Brigitte Bardot, mentre altri lhanno definita
il miglior corpo da bikini. Nel 2010 apparsa anche
nel video del cantante Paolo Meneguzzi. Parla cinque
lingue (italiano, francese, tedesco, inglese e russo), ma
c da scommettere che prestomasticher anche lospa-
gnolo. Oltre a dilettarsi come dj, scrive per alcune rivi-
ste tedesche e americane. Ma le si perdoner di sicuro
qualche imprecisione sulla F.1. Sempre sul suo sito,
dopo il GP di Abu Dhabi, ha scritto che ai box gli uo-
mini della Ferrari lavoravano controllati dal respon-
sabile del teamStefano Domenicali e da Nicolas Todt.
Ma questo semplicemente il manager di Massa.
Se il 2012 iniziato allinsegna di una nuova rom-
bante love story, il 2011 si era chiuso con una brusca
frenata: Hamilton aveva aperto lo sportello e fatto
scendere Nicole Scherzinger. Ma non detto che tra
Lewis e la cantante delle Pussycat Dolls sia finita dav-
vero. Oltre a reciproche dichiarazioni di amore a di-
stanza, sembra si siano riavvicinati per il Natale. Elui
f
o
r
m
u
l
a
1
i
n
l
o
v
e
a
l
o
n
s
o
v
a
d
i
c
o
r
s
a
.
i
n
a
m
o
r
e
1) 3)
2)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 5 s p o r t w e e k
g
I
l
l
e
S
l
e
V
e
n
T
,
g
l
e
n
n
D
U
n
B
A
R
,
l
I
O
n
e
l
c
I
R
O
n
n
e
A
U
sta anche per lanciare il suo primo disco R&B. Chiss
che dallaltra parte del box McLaren Jenson Button
non decida di accelerare fino a portare allaltare unal-
tra bellezza mozzafiato: Jessica Michibata. I due fanno
coppia gi da qualche anno e hanno superato anche
una crisi profonda (allepoca della separazione ungior-
nalista si offr di consolarla chiedendo il numero di te-
lefono direttamente al pilota).
Roman Grosjean, di ritorno alla Lotus (nuovo
nome della Renault, con cui corse 7 GP nel 2009),
ha inserito la marcia giusta legandosi a unattraente
giornalista francese, Marion Jolles. Mentre la sorella
di Romain, Gaelle, aveva conquistato il cuore di Bru-
no Senna. In un pit stop a giugno Kamui Kobayashi
ha sostituito lattrice Yu Abiru con Meisa Kuroki, al-
tra diva giapponese. Procedono sereni col navigatore
automatico i matrimoni tra Felipe Massa e Rafaela
Bassi, Michael Schumacher e Corinna Betsch, Jar-
no Trulli e Barbara Mercante, Rubens Barrichello
e Silvana Giaffone. Resistono senza intoppi anche le
relazioni tra Nico Rosberg e Vivian Sibold, Heikki
Kovalainen e Catherine Hyde, Sergio Perez e Greta
Farias. Laura il nome della fidanzata di Paul Di Re-
sta e Nico Hulkenberg. Tranquilli, sono due ragazze
diverse. Non pervenute le situazioni sentimentali
dei debuttanti 2012: Daniel Ricciardo, Jean-Eric Ver-
gne e Charles Pic. Sperando non siano focosi come
lex collega Jos Verstappen, appena finito in prigione
per aver cercato di investire con lauto la fidanzata!
Le love story meno glamour della F.1 sono quelle
dei piloti Red Bull. Va avanti da una vita la storia tra
Mark Webber e Ann Neal (che ha 15 anni pi di lui)
mentre una presenza fantomatica Hanna Prater,
legata da anni a Sebastian Vettel. A chi gli chiede
come mai non si veda mai ai circuiti, liridato ri-
sponde secco: Voi portate le fidanzate al lavoro?!
Si rivedr Jenni Dahlman? La signora Raikkonen
apparsa accanto al marito giusto al matrimonio e in
rare altre occasioni. Col ritorno di Kimi in F.1 si po-
tr scoprire se lex Miss Scandinavia pu reggere il
confronto con la nuova concorrenza. Visto il tempe-
ramento del marito facile chiedersi: ma il loro un
amore da capottarsi?
cuori in pista
1) Jenson Button con la danzata
Jessica Michibata. 2) Il campione del
mondo Seb Vettel a Wimbledon con
Hanna Prater, cui legato da diversi
anni. 3) lewis Hamilton e la cantante
nicole Scherzinger si sono lasciati
ma non riescono a stare lontani. 4)
Romain grosjean fa coppia con la
giornalista Marion Jolles. 5) Timo
glock ha una delle danzate pi
ammirate del paddock: Isabell Reis.
6) grande ritorno nel 2012 in F.1 per
Kimi Raikkonen e (forse...) per la
moglie Jenni Dahlman.

riproduzione riservata
HAMIlTOn DIce
ADDIO A nIcOle.
POI cI RIPenSA.
VeTTel e HAnnA
SOnO UnA cOPPIA
POcO glAMOUR.
RAIKKOnen
TORnA In F.1.
e lA SUA JennI?
4) 6)
5)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 6 s p o r t w e e k
quellapistola
allatesta
DANIEL HACKETT
Figlio darte, in sei anni a los angeles il giocatore di Pesaro
ha imParato il basket e a vivere. ha visto il lusso e la miseria.
ha Fatto a Pugni e guardato in Faccia la morte uscendo da una
Festa. anche Per questo sono tornato. ma l mi sentivo libero
di Fabrizio salvio Foto di chico de luigi
unmondodi basket
Coreograa
di palloni per Daniel
Hackett, 24 anni,
nel tunnel delladriatic
arena, a pesaro.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 8 s p o r t w e e k
e
l
i
o
c
a
s
t
o
r
i
a
d
a
n
i
e
l
h
a
c
k
e
t
t
q
u
e
l
l
a
p
i
s
t
o
l
a
a
l
l
a
t
e
s
t
a
solo perch ero il figlio di Hackett.
Come reagiva?
Non reagivo, nel senso che tenevo tutto dentro. Era
una presa in giro tosta, non riuscivo a replicare.
Ha mai pensato seriamente di smettere?
Tante volte ne ho discusso con Rudy e mamma.
Fino ai 10 anni stata davvero dura.
Quando scoccata invece la scintilla che le ha fatto
dire: il basket la mia vita?
Quando a 12 anni ho incontrato Riccardo Badioli,
il mio primo allenatore con la a maiuscola. sta-
to il primo a parlarmi seriamente di chi e cosa sarei
potuto diventare. Secondo lui ero illuminato dentro,
possedevo la gioia di giocare e dovevo solo tirarla
fuori. Sei un leader naturale, mi disse: dimostralo.
Sua madre Katia non ha mai detto: prima il padre,
adesso il figlio; non ne posso pi del basket?
la scheda
daniel hackett nasce a
forlimpopoli (fc) il 19
dicembre dell87, ma ha
vissuto quasi sempre
a Pesaro. Figlio di Rudy
Hackett, uno dei migliori
cestisti americani in italia
negli anni 80, nel 2003 si
trasfer alla don bosco high
school di bellower, in
california. nel 2009, prima
di rientrare in italia, a treviso
e poi a Pesaro, port al titolo
della Pac 10 conference,
per la prima volta nella storia,
la university of southern
california.
lidolo rap
Daniel con una
maglietta col
volto del rapper
pharrell, nipote di
naomi Campbell.
a sinistra,
con pap Rudy.
S
tufo di prenderla con le mani, il gio-
vaneDaniel Hackett decisedi colpir-
la coi piedi. Nonostante le stimmate
dapredestinatocertificatedallasua
dimensione attuale di giocatore: a 24
anni, play della Scavolini Siviglia
Pesaro e della Nazionale, dopo aver
fatto fuoco e fiamme nel college basket americano il
figlio del grande Rudy (quasi quattromila punti, pi
di 15 a partita, in 9 stagioni di A) si era messo in testa
di lasciare la pallacanestro per sfondare nel calcio.
Ci credeva come solo i bambini sanno fare e, senza
la piccola furbata del padre, forse ci sarebbe riuscito
davvero.
Non lho mai raccontato prima. Avevo 7 anni,
ero al secondo anno del minibasket. Soffrivo per
problemi alle ginocchia legati alla crescita e pesavo
troppo. Insomma, giocare a pallacanestro era un tor-
mento. Alla domenica facevo il raccattapalle per la
Vis Pesaro, la squadra di pallone della mia citt. Cos
pensai di fare un provino.
Pap come la prese?
Storse un po la bocca, ma mi diede il permesso.
Gli chiesi di comprarmi un paio di scarpe da calcio
per loccasione: no, disse. Fui costretto a presentarmi
con le mie Converse All Star da basket. Il campo era
bagnato e scivoloso, non riuscivo a stare in piedi: un
fallimento. Ho sempre pensato che Rudy avesse pre-
visto tutto.
Pianse?
No. In quel periodo piangevo per il basket.
Lha spinta suo padre, verso il canestro?
Il basket ce lho nel sangue. Sono cresciuto con la
palla a spicchi in mano. Uno dei primi regali fu un
canestro della Chicco. E poi ero sempre a vedere la
Scavolini insieme a mio padre. Guardavo le partite a
bordo campo, con la testa fra le transenne.
Le mai pesato il cognome che porta?
Da piccolo, s. Quando ho avuto quel periodo di cri-
si, compagni e avversari mi rinfacciavano di giocare
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 5 9 s p o r t w e e k
Non so chi tra noi due le abbia fatto perdere pi
capelli Rudy era un professionista molto serio, dal
mercoled alla domenica mattina prima della par-
tita si chiudeva in se stesso, per concentrarsi. Guai
a uscire, o fare casino in casa. Fossi come lui, scop-
pierei. In campo ho gi una carica agonistica che mi
porta a esagerare, quindi devo salvaguardare il mio
equilibrio mentale staccando la spina, fuori.
Da quando chiama Rudy suo padre? Da quando
diventato un giocatore vero?
No, successo prima. I miei sono separati: c sta-
to un momento in cui ho sofferto molto lassenza di
pap da casa. Prima ancora, i suoi litigi con mamma,
e la sua decisione di tornare negli Stati Uniti. Lanno
precedente alla sua partenza fuper me unanno duro.
Ma io amer mio padre per sempre: mi ha insegna-
to la disciplina, mentre mamma mi ha trasmesso la
quando torno negli usa giro
in macchina con i finestrini
abbassati e la musica alta,
e metto in mostra i tatuaggi
voglia di libert. Restare in equilibrio tra questi due
stili educativi mi ha aiutato a crescere, anche perch
da ragazzino tendevo a mettermi nei casini.
Quali?
I 13-14 anni sono gli anni del motorino e dei primi
amori: facile sbandare.
per questo che, quindicenne, part per gli Usa?
S. Stavo perdendo la via. Al primo anno di Alber-
ghiero, ero stato promosso con la spinta.
Dopo aver giocato allUniversit di Southern Cali-
fornia, tornato in Italia due anni fa. Rappresenta lec-
cezione alla regola secondo cui troppo spesso i nostri
migliori giovani talenti, nei diversi campi, sono costretti
a lasciare il Paese in mancanza di prospettive di lavoro
adeguate. Ci ha mai pensato?
S. Nel mio caso, non ho mai nascosto di essere tor-
nato perch non avevo voglia di fare il quarto anno
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 0 s p o r t w e e k
d
a
n
i
e
l
h
a
c
k
e
t
t
q
u
e
l
l
a
p
i
s
t
o
l
a
a
l
l
a
t
e
s
t
a
di college. Sono venuto via per le
difficolt di intendere il sistema sco-
lastico americano, per la scelta dei
dirigenti di licenziare coach Floyd,
per i miei problemi con un compa-
gno importante e ingombrante come
O.J. Mayo.
La versione ufficiale vuole che la
gomitata alla mandibola che le rifil in
allenamento, costringendola a 6 setti-
mane di stop, fu un incidente di gioco.
Macch. Fu una scazzottata.
Che giudizio hanno di noi, gli ame-
ricani?
Ci hanno sempre guardato con occhi benevoli. For-
se, in modo un po ignorante, ci vedono come il Paese
della Ferrari, della pizza e del turismo. Certo, negli
ultimi due anni, gli scandali che hanno compromes-
so limmagine di Berlusconi non ci hanno fatto una
buona pubblicit.
Elei, quale Italiaharitrovato, dopo 6anni di assenza?
Sono sempre fiero di essere italiano, e non vivo nella
paranoia della crisi economica. Le vere crisi le ho vi-
ste altrove, inalcuni quartieri americani. La vera crisi
lho vista dopo luragano Katrina in Louisiana.
Aproposito di quartieri difficili, quello di Los Ange-
les in cui viveva non era uno scherzo.
L.A. una citt nella quale passi dal bello al brutto in
un attimo: da Hollywood e Beverly Hills, a Linwood
e Compton, posti in cui non puoi mettere piede dopo
il tramonto. Posti in cui ho visto e capito tanto.
Per esempio?
Che non facile per tutti. Negli Usa dicono che la
cultura afroamericana avr sempre difficolt a inte-
grarsi con le altre bianca e ispanica e hanno ra-
gione: i neri sono troppo orgogliosi. Il razzismo sta
sparendo, ma la cultura bianca continuer ad avere
pregiudizi su quella nera, e quella
nera sul resto del mondo.
Ha detto che negli Stati Uniti suc-
cedono cose fuori dal mondo, nel bene
e nel male. Cio?
Nel bene, vedere Denzel Washing-
ton alle tue partite di college. Nel
male, essere derubati avendo una
pistola puntata addosso. A me suc-
cesso a una festa della high school, a
Long Beach. Mani in alto, dissero, e
noi mollammo tutto quello che ave-
vamo. I miei amici anche le scarpe.
In lei prevale la cultura italiana o americana?
Ora quella italiana. Ma quando sono l, mi compor-
to da americano.
Che cosa fa?
Negli Usa giro in macchina coi finestrini bassi e la
musica alta. Metto in mostra i tatuaggi. Mi sento pi
libero e leggero, qui vivo col timore dei pregiudizi.
Quando sembrava che Bryant dovesse sbarcare da
noi, disse: ho 5 falli da spendere in partita e saranno i pi
duri che avr mai speso, se me lo trover davanti.
stata una frase forte. Ma ancora penso ai giorna-
listi che dicevano: in Italia, Kobe fa 100 punti a gara.
Sono stato punto nellorgoglio, nonpermetto a nessu-
no di mettermi i piedi in testa nel mio campionato.
Lo sa che nella vita troppa schiettezza fa male?
Proprio per questo ho tolto di mezzo Facebook e
Twitter, per evitare che quello che scrivo possa esse-
re ripreso e fare il giro della Rete o finire sui giornali.
Mia madre mi ha insegnato a preferire una brutta
verit a una bella bugia, ma sto imparando a contare
fino a dieci prima di parlare.
Ma questo non significherebbe snaturarsi?
Vorr dire che avr perso la mia giovent.
le mie parole dure su Bryant? dicevano che
se fosse venuto in italia avreBBe fatto 100
punti a partita. sono stato punto
nellorgoglio, non permetto a nessuno di
mettermi i piedi in testa nel mio campionato

riproduzione riservata
in palleggio
in 15 giornate di campionato, ha quasi
12 punti a partita di media.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 1 s p o r t w e e k
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 2 s p o r t w e e k
in primo piano
Davide Van De
sfroos, 46 anni.
Ha pubblicato
il doppio album
Best of 1999-2011.
i n c o n t r i s p e c i a l i
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 3 s p o r t w e e k
suo salto in alto o ancora allo sforzo muscolare del
calabrone che vola, e non si sa come ci riesca con due
alettine cos.
identico trattamento di rispetto van de sfroos
(bernasconi allanagrafe) lo riserva allindole sportiva
degli spalloni che superavano il vicino confine con
la svizzera scavalcando le reti con la bricolla in spalla
piena di sigarette, zucchero o caff. era gente che fa-
ceva il trekking calzando pedon, i peduli di iuta cu-
citi con lo spago grosso che avvolgevano le calzature
per non far rumore. e poi con le superga.
Le Superga?
s, la scarpa di tela. era morbida,
costava poco, tanti la sostituirono ai
pedon. era lunica comodit di un
mestiere in cui si rischiava il conge-
lamento degli arti o si mangiavano le
sigarette inumidite a causa della die-
ta imposta dalla guerra. eppure, ap-
pesantita da bricolle di 30 chili, que-
sta gente riusciva a salire, scendere,
nascondersi, sfuggire. se pensiamo
che come integratore sceglievano
i bottiglioni di rosso e abusavano di
nazionali senza filtro, si capisce che
questi il fisico ce lavevano eccome.
t
ra una libellula alle olimpiadi
e i contrabbandieri fuoriclasse
di un trekking ante litteram, la
chiacchierata sullo sport con
davide van de sfroos si tra-
sforma in un percorso ricco di
suggestive iperboli. le celebra-
zioni agonistiche degli insetti e di quelli che van-
no di frodo (in dialetto van de sfroos) fanno parte
dellinfinito repertorio di spunti, aneddoti, poesie e
quantaltro il cantautore dialettale laghe (del lago
di Como, zona mezzegra) trascri-
ve senza sosta sulla fidata agendina
moleskine o confida al registratore
digitale. la libellula linsetto che
mi affascina e sconvolge di pi,
dice. in volo, mostra una stabilit,
un aspetto e un bilanciamento che
il riassunto della grazia assoluta. im-
maginiamola nel nuoto sincronizza-
to, per esempio.
Altri insetti a cinque cerchi?
pensiamo alla velocit che pu rag-
giungere la formica procedendo in
verticale e magari trasportando una
briciola. oppure alla cavalletta e al
di luca Castaldini foto di ugo Zamborlini
losport(e lapoesia)
del Contrabbandiere
il suo nome darte, in ComasCo, indiCa quelli Che vanno di frodo: uomini epiCi
Che faCevano imprese da Campioni. ma il Cantautore dialettale Ci ha parlato
anChe di insetti atleti, bestemmie da bar, pantani e il toro di meroni. parole
in libert di un uomo Che si annota ogni emoZione. epoi la trasforma in musiCa
laghe
Quasi tutte le canzoni di Van De Sfroos
(Bernasconi allanagrafe) raccontano
storie che hanno come sfondo il lago.
DaviDe van De sfroos
(cantautore)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 4 s p o r t w e e k
In casa sua, da ragazzino, come si viveva lo sport?
Grazie a mamma, poco [sorride; ndr]: alle superio-
ri venne bocciata in ginnastica. Pap invece, dopo
lIsef, era diventato un po il coach di tutta Mezzegra:
portava i ragazzi ai Giochi della Giovent, era alle-
natore di calcio, gestiva la squadra di ginnastica.
Nello sport praticato, che risultati ha raggiunto?
Ah, che nelle partitelle la squadra in cui cero io po-
teva prendere un giocatore in pi dellaltra Giocavo
malissimo a calcio, dovevo solo neutralizzare lav-
versario e buttare fuori la palla: brutale.
Andava allo stadio?
S, a Como, negli anni delle medie. Oppure a Cant
per vedere la Gabetti basket. Ma la squadra per cui
facevo e faccio il tifo il Torino.
Come mai?
Erano gli anni dei granata scudetta-
ti, di Pulici, Graziani, dei due Sala. E
del mio amico Luciano Castellini. Mi piaceva questa
squadra (e i suoi ex, soprattutto Gigi Meroni), mi appa-
riva unoasi diversa rispetto a Inter, Milan o Juve.
Ma a Como ha mai sentito di persona gli ultr can-
tare, come capita, la sua Pulenta e galna fregia?
No, ma mi ha fatto piacere sapere che proprio al
Sinigaglia, in occasione di una partita, alcuni tifosi
scozzesi, forse gemellati con i nostri, lhanno intona-
ta in curva con loro in perfetto dialetto tramezzino.
Aproposito, in passato disse che una canzone legata
allo sport non laveva mai scritta. Ha cambiato idea?
Intanto una lho fatta ed Arbitro, che ho realiz-
zato per Catersport, la trasmissione di Radio2. In
generale, mi piace ancora lidea di scrivere di sport,
potrebbe capitare. Appunti ce ne sono. Per un pe-
riodo ero molto determinato nel voler dedicare una
canzone a Pantani.
Non lunico tra i suoi colleghi.
Il protagonista doveva essere questo disabile ami-
co del Pirata (anche lui legato alle due ruote in un
certo senso, ma quelle della sedia a rotelle) che, sulla
spiaggia di Cesenatico, spiegava quanto Pantani gli
aveva raccontato, cio di aver scalato il mondo e poi,
lontano dalle corse, aver invece vissuto la caduta pi
brutta. Insomma, una canzone che salvaguardasse il
Pantani-uomo che, nonostante errori o incidenti di
percorso, rimane per me una persona incredibile.
Di recente, lei ha pubblicato lalbum doppio Best of
1999-2011. Qual il suo bilancio di 12 anni di carriera?
Un esperimento partito come un sassolino il can-
tare in dialetto si trasformato in una valanga.
Nessuno allinizio avrebbe puntato un euro su que-
sta scelta: troppo popolaresca, naf o folkloristica, si
diceva. Invece, fondendola con il rock, il blues e lo
storytelling negli anni ha appassionato anche persone
provenienti da regioni differenti dalla mia.
Ma quanto dialetto, nel senso di quanta anima popo-
lare e genuina, intravede ancora nel calcio del 2012?
Nonostante le pay tv, gli scandali e quantaltro,
vedere una partita in un bar offre
ancora una serie straordinaria di
spunti. In questo senso, la bestem-
mia e le parolacce rivolte ai propri
giocatori o agli avversari permettono di capire qua-
le ironia, non di rado anche sofisticata, si mischi a
considerazioni folli, svergognate e parziali. Poi ci
sono momenti di autocritica interessantissima, tipo
siamo una squadra di pupazzi: lautoflagellazione
selvaggia. E l credo che uno Stefano Benni potreb-
be scrivere pi di un libro.
la scheda
Il 25 febbraio si esibir
al Forum di Assago
Davide Van De Sfroos nasce
a Monza l11 maggio 1965.
Cantautore e chitarrista, ha
pubblicato anche quattro libri (tra
cui uno di poesie, Perdonato dalle
lucertole). Dopo gli esordi (e tre
album) coi De Sfroos, dal 1999
a oggi da solista ha pubblicato
dieci album (tra questi il Disco doro
Yanez, del 2011). Il 25 febbraio terr
un concerto in data unica al Forum
di Assago (Mi). Vive a Mezzegra
(Co), sposato e ha tre gli: Pietro
(9 anni), Luca (7) e Vittoria (4).
quarto al festival
Ha partecipato (con
Yanez) a Sanremo
2011 arrivando quarto.

riproduzione riservata
i n C o n t r i S p e C i a l i
DaviDe van De sFroos
(cantautore)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 5 s p o r t w e e k
nelle partite di calcio, la squadra in cui cero io
poteva avere un uomo in pi... Giocavo malissimo,
dovevo solo buttare fuori la palla: brutale
comasco
Van De Sfroos
a Mezzegra
(Co), il paese
dove abita
da 41 anni.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 6 s p o r t w e e k
il razzo azzurro
che arriva
dalloriente
nepalese di nascita e gareggia per litalia.
si chiama milan e tifa inter. ecco il fenomeno
dello short track, uno dei favoriti alla prima
olimpiade giovanile invernale a innsbruck
di silvia guerriero foto di ugo Zamborlini
milan grugni
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 7 s p o r t w e e k
a milano
Milan Grugni, che
il 30 gennaio compie
15 anni, con la tuta
dellAgor Skating
Team, dov allenato
dallex azzurro
Diego Cattani.

una storia che piace sempre:


quando lo sport unisce. E senza
andare tanto indietro a ripescare
le antiche Olimpiadi, che faceva-
no fermare le guerre mettendo in
campo popoli avversi. Per cen-
trano i Giochi, quelli invernali
dei giovani che per la prima volta si sfidano a Inn-
sbruck fino al 22 gennaio. Stavolta parliamo di due
fratelli nepalesi, separati dal destino e uniti inItalia
dallo short track: Milane Surendra si sono ritrovati
(anche) cos. Adottati da due famiglie di citt diverse,
una a Milano e una a Bergamo, hanno scoperto sul
freddo del ghiaccio il fuoco della passione: quella per
i pattini e la velocit. Tanto che Milan, che di cogno-
me fa Grugni ed il pi grande dei due (il 30 gennaio
compie 15 anni, il fratello ne ha 13), da quasi tre anni
in Nazionale juniores e viene indicato tra i favoriti
sul ghiaccio a cinque cerchi di Innsbruck.
la sua prima grande occasione per mettersi in mo-
stra: quali sono le sue aspettative?
Ne ho tante, lo ammetto. Anche se in gara ci saran-
no i 32 atleti pi forti, e nessuno si tirer indietro.
emozionato?
Una cifra. strano, perch sogno i Giochi giovani-
li fin dalla prima volta che ne ho sentito parlare. Le
Olimpiadi sono una roba grossa, pur essendo a livel-
lo juniores. Ho sempre guardato quelle vere, estive
e invernali, anche se le gare di short track venivano
trasmesse ogni volta a orari impossibili.
Chi il suo idolo sul ghiaccio?
Ne ho due: lamericano Apolo Anton Ohno, quel-
lo che ha vinto 2 ori olimpici e 9 titoli mondiali, e il
coreano Ahn Hyun-Soo, un atleta sfortunato perch
ha avuto un grosso infortunio ma che vanta comun-
que 3 ori olimpici e 18 titoli mondiali.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 8 s p o r t w e e k
m
i
l
a
n
g
r
u
g
n
i
i
l
r
a
z
z
o
a
z
z
u
r
r
o
c
h
e
a
r
r
i
v
a
d
a
l
l

o
r
i
e
n
t
e
Qual la sua, di vittoria, che ricorda con pi gioia?
Forse dovrei dire il titolo europeo juniores del 2009,
che la piimportante, ma quella che mi ha emozio-
nato di pi arrivata in una gara di qualificazione
del circuito Star Class dellanno scorso, inGermania.
Non ero al massimo, attraversavo un periodo di cri-
si, e vedendo i miei avversari pensavo di giocarmela
per lottavo posto. Invece, seguendo i consigli del mio
allenatore, lex azzurro Diego Cattani, e tirando fuo-
ri gli attributi, sono arrivato primo.
Quanto si allena?
Purtroppo solo tre volte a settimana. Non riesco a
fare di pi per la scuola, frequento il liceo scientifico
Vittorio Veneto di Milano. Per fortuna il preside, Mi-
chele DElia, mi d sempre il permesso di partecipa-
re ai raduni della Nazionale e alle gare.
E i professori che cosa dicono?
Qualcuno favorevole allo sport, dunque mi aiuta e
incoraggia molto. Altri mettono laut aut: o lo sport o
la scuola. Non facile. Infatti lanno scorso ho avuto
un periodo di crisi, pensavo di smettere. Forse stato
limpatto col liceo, che molto tosto. Adesso va me-
glio, ho imparato a organizzarmi.
Gareggiare gi ad alto livello lha fatta diventare pi
popolare a scuola?
I miei compagni sono diventati grandi tifosi: non vi
dico che gioia anche per loro quando mi hanno con-
vocato per lOlimpiade, erano increduli quanto me.
Gli altri sono curiosi, anche perch lo short track
non esattamente tra le discipline pi conosciute.
Poco conosciuta e molto pericolosa: sar felice sua
mamma
Gi, ha cos paura che non viene a vedermi, non ce
la fa. Non dimenticher mai una delle poche volte
in cui ha assistito a una gara. Ero andato malissimo,
ero straultimo ed eravamo alla fine, quando la sento
gridare dagli spalti: Milan, vai piano!. Quasi non
ci credevo Pap invece mi segue sempre, lho tirato
dentro cos tanto che diventato giudice federale.
Chi ha tirato dentro lei?
Mio fratello Surendra, era il 2007 e lui aveva ini-
ziato da qualche mese. Un giorno, durante uno degli
incontri che i nostri genitori organizzano per farci
a innsbruck
Primi Giochi
giovanili
al freddo: pi
di mille atleti
Dopo lesordio dellOlimpiade
giovanile estiva a Singapore nel
2010, iniziata a Innsbruck la
prima edizione invernale, che si
conclude domenica 22 gennaio.
In gara, 1.045 atleti under 19 in
rappresentanza di 69 nazioni.
LItalia schiera 41 atleti (21
femmine e 20 maschi), di cui 26
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 6 9 s p o r t w e e k
appartenenti alla Federazione
Sport Invernali e 15 a quella degli
Sport del Ghiaccio, impegnati in
15 discipline. Per levento, che
trasmesso da Sky Sport con
un canale interamente dedicato
alla rassegna (Sky Sport extra
HD) e anche in 3D (canale 150),
scesa in pista pure la Ferrero.
Kinder+Sport, gi sponsor
uciale del Coni e dellItalia Team
che riunisce le squadre azzurre
che andranno a Londra 2012,
supporta infatti le nostre
nazionali giovanili a Innsbruck:
unoccasione perfetta per
confermare la ducia nelle nuove
generazioni dello sport italiano.
fenomeno
Milan (qui sopra col
pap, Franco Grugni,
che s appassionato
allo short track al
punto da diventare
giudice federale) un
mese fa ha stabilito
il record europeo di
categoria nei 500
metri (il precedente
resisteva da 8 anni):
44786 il suo tempo.
Nel 2009 entrato in
Nazionale e subito si
laureato campione
europeo juniores.
stare assieme, mi ha chiesto di
andarlo a vedere. stato amore a
prima vista. Poi ho scoperto che
il suo allenatore, Alessandro Or-
talli, insegnava sia a Bergamo sia
a Milano: proprio allAgor, a 300
metri da casa mia! Il primo alle-
namento stato un disastro: sono
tornato a casa con un labbro viola
e un dente che dondolava. E il di-
vieto di mamma di continuare.
Che cosa lha colpita di pi di
questa disciplina?
Il gesto tecnico, la curva: mi affa-
scinano ancora. Poi adoro i sorpas-
si: danno emozione, come fare
un gol. Inoltre sono contento del
fatto che, grazie allo short track, riesco a vedere mio
fratello molto di pi. Questanno siamo nella stessa
categoria e ci incontriamo un sacco di volte. E spesso
ha rischiato di passarmi davanti: davvero forte.
Che rapporto avete?
Siamo molto legati: oltre che fratelli, siamo amici.
In pi, non vivendo sotto lo stesso tetto, non litighia-
mo sempre come succede tra fratelli, quindi andia-
mo molto pi daccordo.
Che cosa ricorda di quando vivevate in Nepal?
Niente, ero molto piccolo. Quando siamo stati adot-
tati, io avevo 4 anni, lui 2.
Dunque lei, che veste lazzurro, non ha problemi a
sentirsi italiano al cento per cento, vero?
Scherzate? Io sono e mi sento italiano. A dirla tut-
ta non ricordo neanche una parola in nepalese. Pap
mi ha detto che dopo due settimane che eravamo in
Italia, io e Surendra gi cercavamo di parlarci in ita-
liano. Di nepalese mi rimasto solo il nome, Milan.
E pensare che tengo allInter.

riproduzione riservata
CHeDISaSTrOILPrIMOaLLeNaMeNTO: SONOTOrNaTO
a CaSa CON uN LabbrO vIOLa e uN DeNTe CHe
DONDOLava. e IL DIvIeTO DI MaMMa DI CONTINuare
*A decorrenza dal momento di attivazione della tessera e so
** in base alla data di attivazione e alla disponibilit degli e
***Il costo da telefonia fissa di 0,03 al minuto pi 0,06 di scatto alla risposta (IVA inclusa). I costi da telefono cellulare variano in funzione del gestore da cui vi
PREMI UM, L A TV RI COMI NCI A DA TE
mediasetpremium.it
199.303.404
***
IN EDICOLA a soli
azione della tessera e solo per le tessere attivate entro il 31/01/12.
azione e alla disponibilit degli eventi in programmazione
e da cui viene effettuata la chiamata. Verifica sul sito mediasetpremium.it ogni informazione e la copertura del segnale nel tuo comune prima di acquistare.
Acquista la tessera Premium, potrai vedere per 15 giorni
il grande calcio Premium: Serie A, Europe League,
Champions League a un prezzo imbattibile**.
E se attivi la tessera entro il 31 Gennaio raddoppi e hai
un intero mese di grande calcio a casa tua.
SOLOCONLAGAZZETTADELLOSPORT
VEDI IL CALCIOPREMIUM15 + 15 GIORNI
*
Az ende
informano
i
a cura di RCS MediaGroup Pubblicit
Con due concorsi Special K invita le donne a osare
la propria Rossomania nella vita e sul web
Faas di Puma,
i fashion-centrici
Canazei tra le dieci localit sciistiche
migliori al mondo per i bambini
Coca-Cola e stevia,
gusto e poche calorie
Special K dar alle donne
la sicurezza di vestirsi di rosso.
Il rosso passionale, assertivo,
elegante. Sprigiona autostima
e femminilit e interpreta il
successo del proprio aspetto.
Special K, lalleato delle donne
che desiderano tornare in
forma, interpreta i loro segnali
di successo e le sfida giorno
dopo giorno a raggiungere
lobiettivo. Ecco perch,
con i due concorsi pi rossi
dellanno, Special K Rossomania
sfida le consumatrici a
indossare un accessorio di
questo colore per celebrare
una nuova consapevolezza di s.
Per partecipare al concorso
sufficiente caricare sul sito
www.specialk.it/rossomania
un autoscatto che ritragga con
un accessorio rosso e invitare
il maggior numero di amiche
a fare altrettanto. Una giuria
premier la consumatrice che,
fra le venti partecipanti
con pi amiche iscritte
al concorso, avr espresso
al meglio la sua Rossomania.
La fortunata vincer un servizio
fotografico professionale su
una rivista femminile. E ancora,
acquistando una confezione della
linea Special K, con meccanica
instant win possibile
aggiudicarsi ogni settimana una
macchina fotografica Samsung
MV800, ovviamente rossa.
La mia colazione ideale per
stare in forma? Una tazza
di cereali Special K Classic,
latte e un frutto, commenta
Michela Coppa, testimonial
di Kelloggs Special K
e del concorso Special K
Rossomania. Quando mi
sento e mi vedo bene, le ante
del guardaroba si spalancano.
Per non parlare delle scelte
quando faccio shopping
e il rosso sicuramente
il colore con cui oso di pi!.
Pensati per chi, fin dalla prima
colazione, vuole mantenersi
in forma, i cereali Special K
sono semplici fiocchi di riso
e frumento integrale ricchi
di vitamine e ferro che offrono
unampia gamma fra cui
scegliere e programmi
alimentari personalizzati
creabili gratuitamente
nel sito www.myspecialk.it.
Quando stile e funzione
giocano bene insieme scatta
lora di Faas, orologi per lui
e per lei caratterizzati da
unoriginale gamma di colori
che esprime la sensibilit
fashion-centrica di Puma.
La nuova collezione
primavera-estate 2012
di cronografi presenta modelli
dalle linee moderne che
offrono ottime funzioni
di misurazione dei tempi
e di memoria. Il nome Faas
(che significa veloce in
giamaicano) fa riferimento alle
omonime linee di abbigliamento
e di calzature del brand ed
ispirato alla leggenda dello
sprint olimpico Usain Bolt.
La collezione infatti
disegnata per ricordare
la personale etica di semplicit
del campione oltre alla fiducia
e alla sua leggerezza di spirito.
Negli orologi Puma Faas
i display di grandi dimensioni
permettono sempre unagevole
lettura dellora.
Il profilo super-slim, solo 9,6
millimetri di spessore, celebra
il record olimpico di Bolt
a Beijing nei cento metri:
9,6 secondi. Gli orologi della
collezione Puma Faas offrono
inoltre funzioni come
calendario, timer con conto
alla rovescia e funzione di
arresto, repeat e up function,
suoneria, doppia sveglia
giornaliera, retroilluminazione
e memorizzazione di dieci giri.
Le linee Faas sono disponibili
in una straordinaria palette
di colori che spaziano dai toni
minimalisti come il grigio
e il talpa per arrivare ai trendy
giallo limone e bianco brillante,
blu saturo e viola. La collezione
Puma Faas unisola felice
dove i corridori pi seri,
gli aspiranti corridori e
i modaioli possono convivere
in perfetta armonia saltando
insieme nel trend sportswear
della prossima primavera.
Coca-Cola Europe ha accolto
con favore la decisione della
Commissione europea di
approvare luso dei glicosidi
steviolici (stevia) come
edulcorante nei prodotti
alimentari e nelle bevande.
Questa decisione apre la
strada allazienda per offrire
pi bevande con un ottimo
gusto e meno calorie. Quasi
trentanni fa Coca-Cola Europe
introdusse la prima bevanda
senza calorie, Coca-Cola light.
Oggi, due terzi dei suoi marchi
hanno lopzione senza calorie
o a basso contenuto calorico e
il trenta per cento del volume
totale venduto in Europa dei
suoi 140 marchi senza calorie
o a basso contenuto calorico.
Stevia un altro esempio di
innovazione e impegno da
parte di The Coca-Cola Company
per offrire ai consumatori quello
che desiderano e lazienda
continuer a utilizzare
una variet di edulcoranti
in modo da offrire ottimi
prodotti con meno calorie.
Canazei lunica localit
invernale italiana presente
nel Best Ever Family Ski
Resort, premio assegnato dal
sito britannico TaketheFamily
che ha visto competere le
dieci stazioni sciistiche
migliori al mondo per bambini
con meno di sette anni e le
dieci per bambini con pi di
sette anni, categoria nella quale
rientrata Canazei. A scegliere
la rosa delle venti candidate
Nick Dalton, autore per The
Times, Daily Telegraph e Daily
Express. Il paese fassano
stato indicato da Dalton per il
buon livello delle strutture e
dei servizi dedicati ai bambini
(scuole di sci, kinderpark, hotel),
per la presenza di tracciati
adatti a ragazzi principianti
e progrediti nello sci
e per lo spettacolare circuito
dolomitico del Sella Ronda,
che anche i piccoli possono
percorrere. A indicare la terna
vincente una giuria composta
dai principali esperti di
vacanze sulla neve per famiglie
e dello Sci Club del Regno
Unito, di Sci Esprit e dellazienda
dabbigliamento sportivo The
North Face, che ha assegnato il
primo posto a Flane in Francia,
il secondo a Whistler in Canada
e il terzo a Obergurgl in Austria.
Canazei non salita sul podio
ma per i vertici dellAzienda per
il Turismodella Val dFassa lentrare
a far parte di una selezione
tanto ristretta di per s
un riconoscimento di grande
prestigio per tutta la valle.
Oltre a rappresentare lintero
arco dolomitico Patrimonio
Unesco ha detto Andrea Weiss,
direttore dellApt fassana
il Best Ever Family Ski Resort
ribadisce la nostra eccellenza nei
soggiorni invernali, e non solo,
per le famiglie ed sprone
per migliorare ulteriormente.
Free
st yle
sportWeek
a cura di luca Castaldini
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 3 s p o r t w e e k
cosa c dietro laudi gt spyder a tiratura limitata
ElEganzaE Comodita30 0 orari, grintasportivasEn
zaintimidirE: dal motorE v10 da5.20 0 CC allabitaColo
ovattato ECCo lE mEravigliE di una tEdEsCa spECialE
r8 classe a cielo aperto
76
86
libri
esercizi
velocissimo
Il nostro giornalista
impegnato alla guida
della nuova Audi R8 GT
Spyder sulle strade
della Baviera.
di Carlo Canzano Foto di ugo zamborlini
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 4 s p o r t w e e k
(
mot ori
)
C
he cosa c di tanto speciale in auto a tiratura limi
tata (333 esemplari numerati) come la audi R8 Gt
spyder? Banalmente, tutto. Dallestetica, modicata
rispetto a quella della versione base, con laggiunta di parti
colari come alette laterali, ai paraurti e spoiler in carbonio
opaco, materiale utilizzato anche per molti dettagli dellabi
tacolo, a componenti pregiati che fanno scendere il peso di
85 kg sino ai 1.640 kg totali. E poi il motore di 5,2 litri v10 a
iniezione diretta, modicato e alleggerito: 560cve una coppia
di 560 nm a 6.500 giri. sino alle prestazioni: 317 km/h di
velocit e 38 per accelerare da 0 a 100 km/h. speciale anche
la disponibilit economica
necessaria per acquisto
(205.200 euro) e gestione (il
consumo medio, contenuto
considerate caratteristiche e
prestazioni, di 14,2 litri per
100km). numeri che, a caval
lo del 2010 e del 2011, non
hanno impedito andassero
esauriti i 333 esemplari della
Gt coup che ha anticipato
la spyder. speciali ci sono ap
parse poi leleganza e la sobriet di questa cabrio: sportiva e
grintosa, ma non aggressiva e plateale; non crea timori, pur
conoscendone caratteristiche e prestazioni estreme. una pia
cevole sensazione di rispetto nei confronti di chi deve con
durla, che si accresce allinterno dellabitacolo: come inunauto
da corsa c tutto quanto serve senza inutili gadget (ma con
alcuni preziosi accorgimenti, come il microfono bluetooth
inserito nella cintura del guidatore) con in pi leleganza e la
Il guIdatore
al centro,
tutto Il resto
messo In modo
semIsferIco
Intorno a luI
Mattijs van tuijl
Quando lispirazione parte da nuvolari
mattijs van tuijl, 36 anni, olandese di eindhoven, un
debole per snowboard, calcio e soprattutto disegno
(a sinistra in azione). da 12 anni in audi e autore del
design degli interni della r8 gt, ci ha illustrato la
losoa delle linee dellauto tedesca. una evoluzione,
riassunta nel suo schizzo, che parte dalle Auto
Union GPanni 30 passando per i prototipi che hanno
dominato le 24 ore di le mans nellultimo decennio.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 5 s p o r t w e e k

riproduzione riservata
qualit dei materiali. Pezzi darte i sedili a guscio con telaio
in carbonio e rinforzi in bra di vetro rivestiti in Alcantara,
che da soli fanno risparmiare 31,5 kg. Mai ci era accaduto di
trovarne di cos accoglienti e confortevoli, per unusosportivo,
ma pure per alzarsi informa dopo una lunga percorrenza. La
sensazione di essere sicuri, coccolati e padroni della situa
zione. Per noi la R8 come una monoposto. Come in tutte le
Audi parliamo di orientamento verso il pilota spiega Mattijs
vanTuijl, il senior designer olandese autore degli interni della
GT. Ci rifacciamo allo stile delle Grand Prix danteguerra di
Rosemayer e Nuvolari, con la grande linea ad arco che ab
braccia il pilota. Il guidatore posizionato al centro e tutto il
resto installato in modo semisferico attorno a lui. Speciale
il comportamento: un bolide docile come unauto di tutti
i giorni. Per sfruttarlo a uncerto livello non necessario essere
piloti, ma guidatori normali, accorti, meglio ancora se vo
gliosi di provare il piacere della guida. Il suono del motore
stimolante, eppure a 200 orari, nellabitacolo ben insonoriz
zato, arriva ovattato. Esaltante il sound quando si accelera da
fermo utilizzando il launch control e spingendo a fondo, e
quando si arriva a velocit super: l la GT regala unim
pressionante sensazione di stabilit (sullautostrada tedesca
libera da limiti abbiamo raggiunto con facilit i 270 km/h,
massimo consentito dai pneumatici invernali) e sicurezza.
Che nonsvaniscono quando ci si avventura sustrade tortuo
se dove si apprezza lequilibrata ripartizione della trasmis
sione tra ruote anteriori e posteriori e la puntualit del cam
bio sequenziale R Tronic. E dove ci si stupisce per la buona
protezione dai ussi daria viaggiando a cielo aperto come
vericato inuna soleggiata ma fredda giornata dellincipiente
inverno bavarese.
ultraleggera
la linea posteriore, labitacolo con larco
che abbraccia il cruscotto e i sedili
ultraleggeri. la capote si apre e chiude in
19 anche in movimento (no a 50 km/h).
cerchio chiuso
levoluzione delle
linee audi: dalle
monoposto auto
union anni 30 alla
gt spyder. In
mezzo ecco le r8
regine a le mans.
free
st yle
che fatica
Ci vuole una
grande passione
per le due ruote
per attraversare
il deserto in bici.
LA BICICLETTA
CHE SALVER
IL MONDO
dI dANIELE SCAGLIONE
EdIZIONI INFINITO
128 PAGINE, 12
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 6 s p o r t w e e k
J
O
E
M
O
r
A
h
A
N
(
l i bri
)
di Marco Pastonesi

riproduzione riservata
tredici storie in bici per un mondo migliore
l
a bicicletta per liberarci dall immondizia
dellaria, dal manicomio del traco, dalla tos
sicodipendenza del computer, dalla prigionia
del divano. adesso la bicicletta per liberarci dalla fame
e dalla sete, dalla carestia e dallaridit. lo giura, scri
vendo un libro (La bicicletta che salver il mondo) che
vale quasi un nobel per la pace, Daniele scaglione, 44
anni, torinese, un sico impegnato umanitariamente.
tredici capitoli, ciascuno intitolato a una parte o a un
elemento della bici (contachilometri, telaio, sella...) e
dedicato a una storia, legata anima e corpo a questo
strumento di armonia. acominciare da Pietro, ciclista
romano, che sogna di pedalare per il mondo e raccon
tare le vite magre degli aamati, sapendo che poi il
mondo non potr rimanere senza fare nulla. e a conti
nuare conla storia del rapper senegalese Didier awadi,
e della sua musica che si dionde su una radiolina, e
della radiolina ssata sul manubrio di una bici, e della
bici che contagia anche i bambini, e dei bambini che
devono essere ascoltati anche dagli europei. e ancora
con la storia di quel burkinab, che trasforma una bici
con portapacchi in ambulanza.
sconfiggere la fame
pedalando si pu
scaffale
SOgNI DI gLORIA. INfRANTI
La bicicletta non tutto, nella vita,
per allegria, disciplina,
sogno, anche un
libro in cui un
ragazzino sperava
di vedere tutti gli
altri corridori
dallalto in basso e
dal davanti
allindietro, e invece
si ritrova, troppo
spesso, ad
ammirare soltanto i numeri dorsali.
Gli ultimi arrivati saranno i primi,
forse, in unaltra vita, ma lo sono
gi (da Malabrocca e Carollo
in poi) nel cuore dei veri sportivi.
Pelloni si racconta. Con onest.
E non poco.
IL fAI DA TE A DUE RUOTE
Scatto sso (One Gear) ben pi
di un semplice manuale: una delle
prerogative di ogni
ciclista interessato
a questo mondo la
personalizzazione
del proprio mezzo a
due ruote. Chi si
avvicina a queste
biciclette sa che
acquistandone una
gi fatta gode solo a met.
Il divertimento, la soddisfazione
e il risparmio di costruirne, o
convertirne, una passo dopo passo
non hanno eguali. Ecco la losoa
e levoluzione di un fenomeno
di nicchia divenuto passione
di massa. Claudio Lenzi
LA SCHIENA
DEL gRUppO
dI STEFANO PELLONI
WWW.LULU.COM/PELL68
96 PAGINE, 10
SCATTO fISSO
dI AUTOrI vArI
EdICICLO EdITOrE
226 PAGINE, 29
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 7 s p o r t w e e k
/
l
0
Y
3
H
L
l
l
/
l
0
(
musi ca
)

riproduzione riservata
di Carlo CroCi
P
reparatevi: inunmondo orfano di Amy Winehouse e che
che si sta stancando della straordinaria ma onnipresente
Adele, il 2012 sar dominato da lana Del rey. nonsapete
chi ma probabilmente ne avete gi assaggiato la voce in Video
Games, singolo danticipazione del suo primo lavoro discograco.
Se non cos, lo farete presto, perch quando a ne mese uscir
lalbum Born to Die, non ci sar angolo dove non si sentir
questa 25enne di newYork, il cui nome darte esce direttamente
dallocina di un teamdi creativi e legali assoldati dal padre, il
milionario rob Grant, per assecondare al meglio la glioletta.
il nome un misto tra lana turner, lattrice di Hollywood, e
una macchina, la Ford Del Rey. Mi piaciuto laccostamento e
mi sembrava rappresentare la mia musica. Una pozione di pop
soul introspettivo governato dal timbro profondo e cavernoso
della rampolla che, dopo unesclusiva militanza in una presti
giosa boarding school privata, ha deciso di darsi anima e voce alla
musica. Mio padre lha sempre saputo e mi ha incoraggiata.
non ho voluto usare la sua fama per farmi largo, e anche per
questo ho preferito usare uno pseudonimo. la stoa c: lo
dimostrer. nessuno mi potr dire che sono qui per i soldi.
in arrivo il primo albumdi lana Del rey. Grazie a pap
2012: lanno doro
di lana la milionaria
IL BLues DIventa sexy
Usc|to |n d|cemb|e. L| Cam|no
de| B|ack leys e uno de| d|sch|
de||anno. che s| t|att| de| zdTT o
de| nuovo zdTz. lo|o. || duo
de||Uh|o. hanno _|a nom|nat|on
a| 0|ammy e |od| a||att|vo.
lmma_|nate | B|ues B|othe|s
ne||e|a d| lacebook. con tanta
pa|acu|a__|ne e ch||| d|
conoscena mus|ca|e. 3anno
|ende|e || b|ues sexy e
t|avo|_ente con spa|mate d|
mo town come | Wh|te 3t||pes
non hanno ma| saputo a|e.
0a asco|ta|e.
IL RuGGItO DI enRICO
Una _ene|a|one d| nuov| ta|ent|
|||e__e Ln||co lu__e||. lasce
cos| le canon| a| test|mon|. ||
nuovo a|bum |n usc|ta || z4
_enna|o. /|cun| |a | p|
|mpo|tant| nom| de||a scena
|ta||ana hanno ||v|s|tato secondo
|| p|op||o st||e |e canon| p|
amose e s|_n|cat|ve de||a sto||a
de|||nte||sta. 0ente |n le|nod.
Boosta de| 3ubson|ca ne l| ma|e
d|nve|no. Bu_o ne l| |ava__|o
de| ce|ve||o. mo|to /ndy
|ex B|uve|t|_o |n lo|ve|e.
DannatO vIveRe In tOuR
0annato \|ve|e de| le_||ta ||v|ve
da| v|vo.
ve||ebbe da d||e
pa|a|asando ||
t|to|o de||a|bum
che |a band
a|et|na ha
pubb||cato
|o sco|so
ottob|e e che p|esente|a || dT
_enna|o a| lande|a lo|um
d| l||ene. |a p||ma d| se| tappe.
/ se_u||e. |natt|. | le_||ta
p|ose_u||anno |/|ena 1ou|
zdTz a ladova. loma. 1o||no.
Bo|o_na e l||ano.
PiCCole note
lalbum
ln usc|ta a ne
_enna|o. Bo|n to
0|e e |a|bum
deso|d|o d| lana
0e| ley. un m|x d|
st||| t|a sou| e pop.
mi manda pap lana 0e| ley e _||a d| un ||cch|ss|mo ame||cano che ne ha nan|ato |a ca|||e|a.
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 8 s p o r t w e e k
(
moda
)
in campo se ne vedono
di tutti i colori
di Fabrizio Sclavi Foto di Giovanni GaStel
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 7 9 s p o r t w e e k
dalle stampe floreali al total black o white: per farsi sempre notare
hanno collaborato roberta lo Baido e irene traina
Da sinistra, alessandro:
camicia con stampa
ibiscus ( 240) e
pantaloncini ( 255)
tutto Moschino.
nicol: camicia a
quadri Sundek ( 75)
e bermuda gant
Rugger ( 78). Jules:
camicia con ori D.a.
Daniele alessandrini
( 138) e bermuda
paoloni ( 160).
andrea: pantaloni
stampa a ori ( 390),
maglia a girocollo
( 440) e piumino a
ori imbottito ( 1.200),
tutto prada. Federico:
camicia a quadretti
Fred Mello ( 79)
e bermuda con quadri
paul&Shark ( 189).
Lorenzo: camicia
fantasia Desigual ( 74)
e bermuda bianchi
con microori pT
pantaloni Torino (140).
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 0 s p o r t w e e k
(
MODA
)
Da sinistra, Davide: T-shirt rigata nike Sportswear ( 32), giacca gialla e pantaloni blu con fantasia, tutto Roberto Cavalli (prezzi su richiesta). Federico: T-shirt gialla
nike Sportswear ( 35), blazer marrone Seventy ( 366) e pantaloni in lino Versace ( 350). alessandro: giacca impermeabile Museum ( 360) e chino viola con
proli arancio Tommy Hilger ( 299). andrea: T-shirt azzurra nike Sportswear ( 35), blazer rosso mattone ( 1.390) e pantaloni viscosa e lino ( 390), tutto Trussardi.
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 1 s p o r t w e e k
Da sinistra, Luca: camicia bianca ( 150), pantaloni e blazer in pelle ( 1.310), tutto emporio armani. Jules: maglioncino doppio petto ( 120), giacca con cappuccio
e zip ( 260) e pantaloni color panna ( 170), tutto Diesel. Lorenzo: camicia bianca e pantaloni abbinati, tutto Dolce&gabbana (prezzi su richiesta). Davide: girocollo
( 366), pantaloni (prezzo su richiesta) e giacca ( 600), tutto Moncler gamme Bleu.
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 2 s p o r t w e e k
Da sinistra, Davide:
giacca con collo
alla coreana
( 930) e pantaloni
in lino-seta ( 290),
tutto Canali.
nicol: felpa con
cappuccio rossa
Stone island ( 208),
giacchina blu nike
Sportswear ( 135)
e short in felpa
grand&Hills ( 20).
Luca: blazer nero
con pantaloni
abbinati Manuel
Ritz ( 380
il completo).
(
moda
)
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 3 s p o r t w e e k
Federico: felpa grigia
con cappuccio
nike Sportswear
( 88), gilet in jersey
gommato pirelli
pZero ( 190) e
pantaloni in felpa
con banda laterale
U.S. polo assn. ( 88).
andrea: giacca
nera e pantaloni neri,
tutto Reporter
( 620 labito).
alessandro:
blazer e pantaloni
neri, tutto
Bikkembergs
( 675 il completo).
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 4 s p o r t w e e k
(
moda
)
G
r
o
o
m
i
n
G
c
a
r
o
l
i
n
e
o
n
e
i
l
l
p
e
r
f
a
c
e
t
o
f
a
c
e
,
c
a
s
t
i
n
G
m
i
c
h
e
l
a
c
e
c
c
o
n
e
l
l
o
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 5 s p o r t w e e k

riproduzione riservata
Da sinistra,
alessandro: giacchina
rossa con dettagli
a contrasto Dolomite
( 179) e bermuda
eetto denim Fred
perry ( 106).
Davide: bomber
azzurro bianco e blu
Club des Sports (
249) e jeans dal taglio
classico etiqueta
negra ( 180).
Lorenzo: giacca viola
piquadro ( 141)
e jeans eetto used
Mcs Marlboro
Classics ( 190).
nicol: giacchino in
nylon rosso peuterey
( 319) e bermuda
di jeans Frankie
Morello ( 190).
Luca: giacca
impermeabile verde
e gialla nike
Sportswear ( 91) e
jeans Diesel ( 240).
Jules: trench
antivento ( 480)
e pantaloni in cotone
e lana ( 130),
tutto Fabio inghirami.
andrea: trench
doppiopetto in
gabardine di cotone
Lacoste ( 520) e
pantaloni grand&Hills
( 40). Davide: parka
con tasche ( 270)
e pantaloni panna
( 140), tutto g-Star
Raw. Federico: trench
con cappuccio
( 499) e pantaloni
( 149), tutto
Woolrich.
Davide: trench color
ghiaccio Historic
Research ( 260) e
pantaloni in cotone
Bomboogie ( 90).
i ragazzi fanno parte
del progetto nike
Master of Football.
Scarpe e
abbigliamento tecnico
da calcio: nike
Football.
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 6 s p o r t w e e k
(
eserci z i
)
polivalente
Il nostro modello Matteo
Murer, 25enne di Selva di Val
Gardena, atleta di skicross,
maestro di sci e freestyle.
di sabrina Commis
foto di ugo Zamborlini
trainer matteo murer

riproduzione riservata
in pista... per le piste
Sulla neve sono fondamentali muscoli tonici e stabilit, ma anche velocit e precisione. importante
dunque conciliare lallenamento per lequilibrio con quello per la forza esplosiva: ecco come fare
quadricipite
femorale
Con un piede sulla
fitball, ginocchio
piegato a 90 gradi,
mantenendo
lequilibrio,
eseguire degli
affondi frontali.
3 serie da 10
ripetizioni per gamba.
adduttori
in ginocchio sulla
palla, gambe
leggermente
divaricate, braccia
aperte, ricercare
lequilibrio tenendo
in tensione adduttori
e zona lombare.
Tenuta: 30
(3 ripetizioni).
regione
lombare
Mantenendo il corpo
stabile, avvicinare
i piedi alladdome
facendo rullare
la palla in avanti.
4 serie da 20
ripetizioni.
arti inferiori
Con un piede sul
gradino, tenendo
il ginocchio
piegato a 90 gradi,
eseguire un balzo
esplosivo verso lalto
atterrando sulla
gamba opposta.
3 serie da 10
ripetizioni per lato.
lombari laterali
Una mano in appoggio, gambe parallele, avvicinare
lanca al suolo fino a raggiungere una posizione angolata.
3 serie da 10 ripetizioni per lato.
Free
st yle
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 7 s p o r t w e e k
(
al i menta z i one
)

riproduzione riservata
tentazione
Il prosciutto crudo fa
sempre gola: anche il c.t.
dellInghilterra Fabio
Capello non resiste.
di enrico Arcelli
VS
Ai ni del benessere presente e futuro, i due aettati
migliori sonolabresaolaeil prosciuttocrudo. entram
bi forniscono proteine nobili in grandi quantit: la
bresaola almeno il 32%; il crudo, privato della parte
bianca (vale a dire del grasso visibile), no al 27 28%.
Molto bassi, invece, sono gli apporti dei lipidi, quelli
che di solito nei salumi sono considerati dannosi per
chricchi di quegli acidi grassi (saturi eacatenalunga)
che favoriscono le malattie del cuore e della circola
zione; i grassi totali della bresaola sono meno del 3%,
4 5% quelli del prosciutto crudo privato del grasso.
Bresaola e prosciutto crudo, poi, apportano ferro,
vari minerali e alcune vitamine. entrambi possono
essere utilizzati da chi teme di ingrassare o vuole di
magrire, dal momentoche fornisconoquantit conte
nute di calorie, circa 150 per ogni 100 grammi.
Tra i loro difetti c lalto contenuto in sodio, che
ne rende sconsigliabile il consumo abituale a chi, per
esempio, ha valori elevati di pressione del sangue. Un
altro limite la presenza inessi, inquantit variabile,
di nitrati e nitriti; sebbene le ricerche recenti abbiano
ridimensionato i pericoli di tali sostanze, preferibile
che il loro consumo non sia eccessivo e, dunque, che
vengano scelti aettati che, in base alletichetta, si di
mostrano meno ricchi di nitriti.
bresaola prosciutto crudo
3-1
Contenuto
proteiCo
Il contenuto proteico
della parte
roseo rossa, quella
pi magra, arriva
al 27 28 per cento
del peso.
Contenuto
proteiCo
Cento grammi di
bresaola apportano
anche 32 grammi
(o pi) di proteine
di alto valore
biologico.
Contenuto
in grassi
laettato che ha
il minor contenuto
in grassi;
la pi stagionata
ha spesso valori
inferiori al 3%.
Contenuto
in grassi
Quando venga privato
di tutto il grasso
visibile, di solito i suoi
lipidi superano
comunque il 4%.
Contenuto
CaloriCo
Cento grammi di
prosciutto sgrassato
forniscono circa le
stesse calorie
di 100 grammi
di bresaola.
Contenuto
CaloriCo
Il suo contenuto
calorico basso,
specie se
confrontato con la
maggior parte degli
altri aettati.
testata di propriet de La Gazzetta deLLo sport srL - a. Bonacossa
direttore responsabile: andrea Monti
vicedirettore vicario: Gianni valenti
vicedirettori: franco arturi, stefano cazzetta, ruggiero palombo, umberto zapelloni
rcs MediaGroup s.p.a. divisione Quotidiani - via soLferino, 2 8 - Mi - sede LeGaLe: via rizzoLi, 8 Mi
sportWeek
pubbl i ci t
rcs MediaGroup s.p.a. divisione pubblicit
via a. rizzoli, 8 - Milano tel. 02/25841
responsabile: Matteo Mursia
marke t i ng
fabio napoLi
e paolo BottiroLi
e-mail: marketing@sportweek.it
stampa
eurogravure - treviglio (Bg)
f ot ol i t o
reproscan - Bergamo
suppLeMento deLLa testata La Gazzetta deLLo sport
reGistr. triBunaLe di MiLano n.623 deL 2 8/9/1999 sped. in a.p. - 45% art. 2 coMMa 20/B
LeGGe 6 62/96 - fiL. di MiLano - certificato ads n. 7 337 deL 14/1 2/20 11
copyright rcs mediagroup s.p.a. divisione quotidiani - tutti i diritti sono riservati. nessuna parte di questa rivista pu
essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. ogni violazione sar perseguita a norma di legge.
proge t t o gr afi co
filippo carota
assi st enz a t ecni ca
Gaetano toscano
di st ri buz i one
m-dis distribuzione Media s.p.a. via cazzaniga, 1 - Milano tel. 02-25.82.1 fax 02-25.82.53.06
arre t r at i
rivolgersi alledicolante oppure a ase srl - tel. 02-99.04.99.70 - cell. 333-72.49.331 / info@aseweb.it
i nt ernat i onal edi t i ons
Maria francesca sereni (mariafrancesca.sereni@rcs.it)
content syndication: press@rcs.it
per l e i mmagi ni
afp photos, ansa, ap photo, aurora photos, centro documentazione rcs,
ciamillo & castoria, contour, contrasto, corbis, dppi, everett collection, Getty images,
Landov, Lapresse, olycom, pa archive, photomasi, publifoto, reuters, sipa,
sports illustrated, studio Buzzi.
hanno col l abor at o
enrico arcelli, Luca Bianchin, carlo canzano, Lorenzo cazzaniga, sabrina commis,
paolo cond, Marco consoli, carlo croci, sandro filippini, filippo Gambarini,
Gene Gnocchi, umberto Grati, claudio Lenzi, roberta Lo Baido, reinhold Messner,
nino Minoliti, Marco pastonesi, Massimo perrone, francesca salsano, fabrizio sclavi,
nicola sellitti, irene traina, sebastiano vernazza.
di re t t o da
Matteo dore
uff i ci o cent r al e
filippo carota (art director), nicola occhipinti (vice caporedattore)
reda z i one
andrea arcoBeLLi (vice caposervizio), angela Brindisi,
Luca castaLdini, alessia cruciani, Gianluca Gasparini, silvia Guerriero,
fabio MarineLLo (vice caposervizio), fabrizio saLvio, Monia urBan
ri cerca i conogr afi ca e segre t eri a
naima Mancini (ric. ic.), daniela Madotto (seg.)
tel. 02-62.82.77.32 fax 02-62.82.77.46
e-mail: segreteriasportweek@rcs.it
> 1 4 g e n n a i o 2 0 1 2 > p a g . 8 9 s p o r t w e e k
l a r c h i v i o
SportWeek
( 14 gennai o 1954) oggi sposi. dopo un anno i l di vorzi o
Marilyn Monroe e Joe DiMaggio nel giorno del loro (breve) matrimonio.
Ma la stella del baseball non smise mai di amare la diva di Hollywood.
Marilyn Monroe Joe DiMaggio
ROSe ROSSe
Joe DiMaggio
(1914-1999) fece
recapitare per 20
anni rose rosse tre
volte a settimana
sulla tomba di Marilyn
Monroe (1926-1962).

riproduzione riservata
ufficio di gene
di Gene Gnocchi
Gnocchi ( i TA)
> 1 4 G e n n A i o 2 0 1 2 > p A G . 9 0 s p o r t w e e k
la posta di gene gnocchi:
ufficiodigene@sportweek.it

riproduzione riservata
illustrazione di Umberto Grati
come ha fatto carlos tevez
a procurarsi quella cicatrice?
uarda, stato proprio un brutto incidente ed successo perch Balotelli
voleva usare tevez come petardo per lultimo dellanno. Gli ha infatti
legato due razzi alle mutande, ha appiccato il fuoco ma ha preso la miccia
sbagliata. E ti assicuro che dopo lincidente il guaio peggiore di tevez
non la cicatrice.
Hai mai ospitato a casa tua qualcHe
campione straniero?
S, per un periodo ho ospitato tiger Woods. Ma linvito non era partito
da me.
ancelotti porter ancHe te al paris st. Germain?
una trattativa che non conduco io, bens il mio procuratore che, come
tu ben sai, il ministro Passera. il quale, nel quadro generale delle libe-
ralizzazioni, ha deciso di liberalizzare anche la professione di calciatore
e quindi chiunque adesso pu fare il calciatore, creando notevoli scom-
pensi alla casta dei calciatori, che si subito inalberata perch la mia di-
scesa in campo come calciatore dovrebbe ridurre sensibilmente il parco
veline disponibili. La trattativa comunque in fase avanzata perch io
per andare al Paris St. Germain darei ad ancelotti la trattoria di mio
fratello e la trattoria di mia sorella, oltre a un abbonamento a La Cucina
Italiana, e gli garantirei la partecipazione in qualit di giurato a Master-
Chef. comunque sono anchio in attesa perch il mio procuratore Passe-
ra mi dice che tutte le volte che chiama ancelotti non riesce a parlargli
perch sta mangiando una baguette e si sente solo il crunch crunch delle
mandibole, inframezzato a sospiri di piacere.
sulla neve artificiale si deve sciare
in modo diverso?
ti risponder con una similitudine. tra sciare sulla neve naturale e
quella artificiale c la stessa differenza che passa tra pettinare i capelli
naturali e quelli di antonio conte.
G
SOLO SU

Interessi correlati