Sei sulla pagina 1di 2

✓ Cyberbullismo

◦ L'use della rete ha ampio spazio nella quotidianità


◦ L'utilizzo sempre più intenso cambiano la vita sociale
◦ Ha modificato il modo di comunicare
◦ Il cyberspazio si presta alla commissione di numerose fattispecie
criminose
◦ Vecchi reati con nuove forme
◦ Come la cyber-pedofilia
◦ Accesso illegale ai sistemi informatici
◦ Il cyberlaundering
◦ O cyber-stalking
◦ A queste insidie non sono estani i giovani anche se minorenni
◦ Che sono spesso vittima di nuove forma di violenza
◦ Il cyberbullismi e una nuova dorma di violenza
◦ Un grosso problema di oggi
◦ Questo atto non viene conservato su pagine facebook o social network
◦ Per al contrario del mondo reale l'atto rimane
◦ Il web a aggravato una situazione preesiste rendendola irreversibile
◦ Il soggetto agente "bullo" si sente forte perché non vengono percepiti
limiti
◦ E comune convinzione che la distanza fisica
◦ E si rileva un invadenza ben più grave che nel mondo reale
◦ L'utilizzo del web consente si fare sorveglinado, pressione e controllo
ininterrotto
◦ Il cyber-bullismo e una violenza virtuale
◦ Il bullismo reale e una forma di oppressione ripetuta nel tempo
◦ Che viene effettuata da una persona o da un gruppo di persone
◦ Che si sentono più forti rispetto ad una altro
◦ Solitamente nel gruppo dei pari
◦ Queste fenomeno e stato amplificato dalla diffusine dei sistemi
informatici
◦ Nel 2017 il 18 maggio ad approvato la legge 71 che e a disposizione e
tutela dei minori in contrasto al cyberbullismi
◦ Prevede misure prevalentemente a carattere educativo o rieducativo
◦ Perché prevalentemente i colpevoli sono minori
◦ La legge pone al centro il ruolo del istruzione scolastica
◦ Nella prevenzione e nella individuazione del fenomeno
◦ La legge 71 prevede una definizione esatta del cyberbullismo
◦ Qualunque forma di pressione,ricatto,ingiuria, maltrattazione ecc.
◦ Ai datti di minorenni per via telematica
◦ I ragazzi e le ragazze che fanno bullismo possono commettere dei
comportamenti penalmente rilevanti
◦ Nei casi più gravi basa la denuncia alla polizia
◦ In altri casi nella denuncia ci deve essere indicato che si vuole fare
il processo penale
◦ Ci sono varie tipologie di cyber-bullismo
◦ Il flaming consiste in messagi online volgari ,violenti, provocatori
con lo scopo di creare una eccesso diverbio
◦ Harassement molestie e qualcosa di più mirato invio continuo di
messaggi contro una persona per provocare un danno emotivo e psichico
◦ Denigartion consiste nel insultare qualcuno online con diffamazione con
pettegolezzi o menzogne per danneggiare gratuitamente la reputazione delle persone
◦ Impersonation o identity theft sostituzione di persona o furto di
identità fittizia le proprie informazioni personali come foto, accessori e nome
utente al fine di danneggiare la reputazione della vittima
◦ Exclusion con la quale di esclude intenzionalmente un utente da un
gruppo con l'obbiettivo di provocagli un senso di emarginazione
◦ Cyberstalking si intendono minacce, molestie ,violenze e denigrazione
ripetute e minacciose con lo scopo di incutere nella vittima terrore e paura per la
propria incolumità fisica.
◦ Outing e una confessione publica di una questione personale
◦ Trickering ottenere la fiducia di qualcuno con l'inganno per violare la
riservatezza delle confidenze
◦ Sexting pratica nel invio di messaggi che poi vengono divulgati tramite
smartphone è internet
◦ Doxing consiste nella divulgazione di informazioni di documenti
personali o privati
◦ Conseguenze e responsabilità
◦ Per il nostro ordinamento l'imputamento incomincia dai 14 anni
◦ Sotto i 14 anni di eta un comportamento contro la legge non si è
punibili
◦ Se si ha 14 anni ma no 18 si viene puniti con una pena inferiore
◦ 18 anni pena e piena
◦ Per imputabilità si intende la capacità di intendere e di volere
◦ Se invece non ha ancora computo i 14 anni non risponde penalmente ma i
genitori devono risarcire il danno
◦ Non c'è responsabilità penale dei genitori perché e sempre personale
◦ I genitori possono essere esonerati dal risarcimento se dimostrano di
aver educato in maniera adeguata
◦ Se di mostrano di aver vigilato attentamente sulla sua condotta
◦ E che non potevano far nulla per prevenire il fatto
◦ Ciò non vale per il cyber-bullismo
◦ Se invece il cyber-bullismo si dovesse consumare negli ambiente
scolastici
◦ Art 2048 che parte della responsabilità dei precettori
◦ L'insegnante sono responsabile dei danni causato a terzi da parte di
ragazzi che sono stati affidati a loro almeno durante l'orario scolastico e in
ambiente scolastici
◦ Sempre ad una responsabilità patrimoniale
◦ Se la scuola e publica la responsabilità si estende alla publica
amministrazione mentre se è privata sarà la proprietà del istituto a risponderne
◦ Sempre come responsabilità patrimoniale
◦ Gli insegnanti possono essere chiamati a rispondere del fatto
◦ Ma possono evitarlo se l'insegnate non poteva per forze maggiori
◦ E dipende anche dal eta e dal grado di maturità del ragazzo
◦ L'insegnante e responsabile per tutto il tempo in cui l'alunno e
affidato al istituto
◦ La 71/2017 ha lo scopo di prevenire e di contrastare il fenomeno del
cyber-bullismo
◦ Serve per gestirlo
◦ Prevede la formazione del personale scolastico partecipazione di un
proprio referente
◦ Sviluppo delle competenze digitali
◦ Promozione di un ruolo attivo degli studenti
◦ Previsione di misure di sostegno e rieducazione
◦ Interazione dei regolamenti del patto di corresponsabilità con relative
sanzioni
◦ Deve prevedere azioni preventive e sanzionatorie
◦ Se il referente della scuola viene ha conoscenza di atti di cyber-
bullismo al di fuori della scuola e tenuto ha informare i genitori
◦ La scuola deve avere un regolamento nel caso in cui si verificassero
queste ipotesi
◦ Il garante della protezione dei dati personali ha creato un modello
della segnalazione per cyber-bullismo
◦ 8 giugno 2017 emette una sentenza importante contro il cyber-bullismo
◦ Hanno confermato delle condanne gravi a carico di 4 minorenni che hanno
eseguito degli atti di bullismo e di stalking