Sei sulla pagina 1di 2

Dott. Arch.

Vincenza Nardone
Via della Spiga, 32 – 20121 Milano
Albo Architetti Prov. MI: n. 6814
Albo C.T. del Giudice Trib.Mi: n.8763
Albo Periti Penali Trib. MI: n. 790
Albo dei Commissari ad acta della Provincia di Milano
Albo Fornitori A.L.E.R. di Milano
Tel. e Fax: (02) 76.00.63.18
portatile: (333) 26.39.221
e-mail:vincenza.nardone@gmail.com

* * * * *

INTERVENTO Dott. Arch. Vincenza Nardone – C.T.U.

Tribunale di Milano

L’intervento della scrivente ha riguardato una premessa circa l’importanza del ruolo

dell’ausiliario del Giudice/Magistrato sia in ambito civile sia in ambito penale e, dal punto di

vista pratico, ha riguardato l’iter e le modalità per l’iscrizione ai n. 2 albi tenuti presso il

Tribunale, dei CTU e dei periti penali.

E’ stato quindi mostrata una serie di immagini estratte dal sito del tribunale in modo

da facilitare ai futuri architetti i contatti con il competente ufficio estraendo, come esempio

-1-
pratico, le informazioni riguardanti i nominativi della scrivente relatrice estratte dai n. 2 albi,

civile e penale.

E’ stato poi descritto brevemente il rito dalla nomina al giuramento e la norma

principale da cui dette formalità derivano.

Il contenuto e la modalità dello svolgimento dell’incarico è stato spiegato tramite n. 4

esempi di quesito.

A seguire è stato approfondito il quesito sulla regolarità amministrativa dei beni di cui

ci si occupa nelle perizie riguardanti beni immobili, tipico appunto del ruolo del tecnico e

dell’architetto.

Quanto sopra con agganci sulla normativa edilizia ed urbanistica del Comune di

Milano, anche confrontando quella vigente con quella previgente, concludendo quanto sia

importante il ruolo di architetto e urbanista ai fini dell’obiettivo di pubblico interesse del

raggiungimento dell’ordinato assetto del territorio cui a noi tecnici è demandata la

progettazione ma anche il controllo.

Il risultato conseguente ad una buona pratica e per contro ad una cattiva pratica è

stato esemplificato ricordando i famosi trecenteschi affreschi di Ambrogio Lorenzetti a Siena.

E’ stato infine approfondito l’aspetto della responsabilità del progettista che spesso

approda presso i tribunali con ingenti richieste di risarcimento al professionista architetto e

con risvolti anche penali con esempi pratici di cui la scrivente ha avuto esperienza diretta.

Con ringraziamenti ed ossequi.

Milano, lì 18 Dicembre 2017

Dott. Arch. Vincenza Nardone

-2-