Sei sulla pagina 1di 42

Tipologie

e tipicità
dell’abitare
e del costruire
nel Monferrato
Astigiano
5

Comunità Collinare
Val Rilate
SCHEDE ANALITICHE PER COMUNE
COMUNE DI CAMERANO CASASCO

Analogie e rimandi per La morfologia sug- Definizione percettiva La rocca costituisce


gerisce analogie con una sorta di segna-
il Nucleo Originario e la Scurzolengo, Viale,
del Nucleo Originario
le, forte ed eviden-
Forma Urbana Roatto. La tipologia Sì te, per la definizio-
storica con Callia- ne del N.O. a Sud,
no, Tonco, Cortandone, Baldichieri. che può essere considerato coincidente con la
Piazza della Parrocchiale e del Municipio.
Sviluppo e rapporto con Primo sviluppo li-
neare a forma di se- La Parrocchiale ed altri Parrocchiale mino-
il territorio re, di origine alto-
micerchio sulla dor- edifici religiosi rilevanti
sale principale, in medioevale, rico-
direzione Sud e Ovest. Sviluppo successivo linea- struita nel Sette-
re sulla dorsale verso Casasco. Paese semidiffu- cento, (quindi dopo la costruzione di Palazzo Bal-
so(capoluogo: 51% della popolazione) N° 6 Nuclei bo). La “Parrocchiale” di Casasco, settecenete-
Indicazioni generali (43% della popolazione) Poche Case Sparse. sca. S. Antonio, sede della confraternita.
Borgo Castellano, Il La piccola Chiesa Romanica di di S. Bartolomeno,
Tipologia storica Storico da Sud (Ci-
sito del Castello, di- Accessi principali nascosta nella boscaglia, verso Cinaglio.
Il Castello naglio); l’acceso da
strutto nel Cinque- Edificio d’epoca re-
Nord (dalla Val Rila- Il Municipio
cento e non più rico- staurato, affacciato
struito, per anni abbandonato, è stato recente- te), appare più recente.
sulla Piazza citata.
mente recuperato e valorizzato dal Comune con la
realizzazione di aree attrezzate per la sosta e lo Presenza di mura e Piaz- Le mura di recinzio-
sport, così come molti degli androni scavati nel tu- ne del sito del Ca- Valutazioni
ze importanti. Funzioni
fo sul versante Est della rocca. Ai piedi della rocca stello, recuperate
di recente a conso- Potenzialità attrattiva La posizione e la
è stato costruito nel Seicento Palazzo Balbo, impo- forma urbana con la
nente sul ripido fianco della collina, quasi un se- lidare la scarpata derivata dalla progressiva ca- Valutazione: Notevole
duta dei vecchi bastioni. bella particolare
condo Castello. Altro importante complesso, poco piazza centrale, la
distante è Casasco, con Castello e edifici rurali, La bella, imponente, Piazza Balbo, passante, su
cui si affaccia stranamente il retro della Parroc- particolarità storica di una sostituzione di un Ca-
piccolo borgo fortificato di origini seicentesche, ri- stello distrutto con un palazzo importante (come
masto intatto. chiale, che ha un suo Sagrato, il Municipio, una
bella e compatta serie di edifici; con la assoluta a Calliano), la presenza del nucleo di Casasco.
Tipologia: Castello Fantasma. L’area attrezzata, superbamente panoramica, del
particolarità di una assenza di fondale sul lato
Sud, che si affaccia sulle colline, per scendere in sito del Castello.
Tipologia insediativa e Insediamento di dor-
sale, appoggiato alla una sorta di seconda piazza, appoggiata all’alto Compatta e continua
forma urbana muro che regge il parco. Funzione religiosa, civi- I. V. accesso principale
rocca (che offre un ma con interessanti
andamento a chioc- ca, sociale, commerciale. Valutazione: Notevole scorci su spazi priva-
ciola), con andamento lineare.

3
COMUNE DI CAMERANO CASASCO
ti, la quinta di edifici rurali che accompagna la sa- attrattivo dal punto di vista ambientale (Area Pro- il “Fantasma del Castello” è stato scacciato, e il
lita e lo slargo, quasi una seconda piazza, che sbu- tetta di valle Andona), paesaggistico e storico pianoro dove sorgeva è stato reso all’uso della po-
ca improvviso nella Piazza Balbo. (Castelli, Chiese romaniche di eccellenza). polazione e dei visitatori. Corretta l’impostazione
di questa prima lettura della Struttura.
I. V. globale Il tessuto appare Le Tipicità - Settore Pubblico
omogeneo con inter-
Valutazione: Notevole venti impropri spar- La Struttura Urbana Il percorso intorno
• Il profilo caratterizzato
si, leggeri, facil- • La morfologia Rif. Planimetrico alla rocca, piena-
mente recuperabili. • Il sito del Castello, oggi pienamente recuperato mente restituito,
anche come memoria storica con la rocca, all’uso pubblico, si integra con la
Tessuto urbano e ar- • Il percorso sottomuro della rocca, ricco di punti Piazza Balbo e con il tratto di strada a scendere
I. V. Nucleo Originario in direzione di Cinaglio, di cui è stata recuperata
chitettonico omoge- panoramici e con possibilita’ di accesso ai sot-
Valutazione: Notevole la fiancata Ovest, con un pregevole muro a sor-
neo, che esalta gli terranei
spazi urbani. Eccel- • La piazza passante tra Parrocchiale e Municipio reggere la vecchia scarpata.
lenti potenzialità di recupero. • Il Sagrato panoramico della Parrocchiale a fron- Proposte di recupero, ri- • Priorità 1: colore
te del Palazzo Balbo blu - Completamento
• Il complesso di Casasco, di assoluto valore stori-
qualificazione, valorizza-
Punti Panoramici La rocca ed il percor- del percorso sotto-
so sottomuro. La Piaz- co ed architettonico zione Rif. Planimetrico muro della rocca.
Valutazione: Sì za nel suo lato Sud.
Recupero, valorizzazione spazi La piazza e il Sagrato.
• Priorità 2: colore verde - Il tratto di strada ver-
urbani - Situazione - Proposte so Cinaglio, a proseguire la Piazza.
Strade panoramiche e/o La strada per Cina-
glio: panoramica e • Colore giallo per Valutazione percentuale 100%, con piano del
paesaggistiche e valuta- Interventi già attuati
paesaggistica. Ec- interventi preceden- colore piccoli inter-
zione Rif. Planimetrico della ricuperabilità del venti più sostanziali.
cellente. ti. La rocca: recupe-
La strada per Soglio: ro ad area attrezzata e verde pubblico. Ambienti
tessuto edilizio prospi-
panoramica e paesaggistica. Eccellente. (antico forno, androni espositivi) nei sotterranei
Piazzola sul percorso che circonda la rocca. della rocca. Il percorso ai piedi della rocca a Sud,
con la piazzola panoramica. Il muraglione che co- Proposte specifiche Per questo impor-
Area omogenea di frui- Camerano, uno dei steggia il primo tratto di strada per Cinaglio. tante esempio nel-
quattro paesi sulla l’ambito della tipologia storica e morfologica si
zione turistica dorsale sinistra della
La scelta di concen- propone uno studio di fattibilità mirato al pieno
Val Rilate, di cui, Note critiche recupero dei prospetti affacciati sugli spazi pub-
trare sforzi e risorse
con Cortanze che si pone al valico, costituiva il si- blici, coerente con le proposte nel settore pub-
sulla rocca, adiacente a Palazzo Balbo, pare se-
stema di controllo strategico, si pone all’ingresso blico. Potenziale “gioiello”, polo per la fruizione
guire l’intento di recuperare la memoria storica
delle Colline dei Boschi, con il loro alto potenziale turistica delle colline dei Boschi.
del borgo: in questo caso, per ora unico nell’area,

4
COMUNE DI CAMERANO CASASCO

5
COMUNE DI CHIUSANO

Sviluppo e rapporto con Sviluppo lineare sul- La Parrocchiale ed altri Parrocchiale “mino-
la dorsale verso Sud re” sita ai piedi del-
il territorio edifici religiosi rilevanti
Ovest; sviluppo suc- l’altura, dietro il
cessivo su dorsali Municipio.
secondarie, con forma a stella. La Confraternita di S. Sebastiano, in bella posizio-
Paese accentrato (capoluogo: 73% della popola- ne elevata sulla dorsale, peraltro armoniosa per il
zione). tessuto architettonico, che ospita la vecchia stra-
Stazione Ferroviaria sulla linea Asti-Chivasso da per Cinaglio. La Confraternita di S. Antonio, al-
N° 1 Frazione (Fornace) (16% della popolazione) l’estremo Nord del Borgo.
Case sparse .
Il Municipio Ai piedi del Ricetto,
in palazzina d’epo-
Accessi principali Storico da Sud
ca ben restaurata.
Ovest, (dalla strada
per Cinaglio, ora Valutazioni
perduta). Attuale da Sud Est, dalla Val Rilate.
Indicazioni generali Potenzialità attrattiva Interessante la for-
Borgo castellano Presenza di mura e Piaz- In evidenza i bastio- ma urbana, che po-
Tipologia storica Valutazione: Discreta
con struttura di Ri- ni del Ricetto sul trebbe essere valo-
Il Castello ze importanti. Funzioni rizzata in modo da
cetto fortificato, di versante Est, appena
probabile origine giunti in paese, con renderla più leggibile: notevole esempio di “for-
romana e per lungo tempo feudo dei Signori di strada che si inerpica a chiocciola, creando, prima ma da ricreare” con interventi di recupero su
Cossombrato. dell’ultimo tratto, una piazzetta utilizzata per le esempi già attuati: Maretto, Cellarengo.
Tipologia: Ricetto fortificato. feste patronali, impreziosita da due begli edifici
rurali.La Piazza sottomuro a Sud, su cui si affaccia I. V. accesso principale L’accesso “storico” è
il Municipio e un cortile a balconata che costituisce omogeneo e com-
Tipologia insediativa e Insediamento di Valutazione: Buono patto, impreziosito
sommità, con anda- il tratto Sud del Ricetto: essa si prolunga nel Sagra-
forma urbana to-piazza della Parrocchiale, creando un complesso dalla suggestiva
mento a chiocciola. Chiesa di S. Sebastiano. Quello attuale è deterio-
Sviluppi successivi di spazi pubblici che potrebbe essere valorizzato.
rato da pochi ma incombenti interventi impropri.
ad andamento lineare sulla dorsale principale.
Definizione percettiva Il muraglione di so-
I. V. globale In assenza di inter-
stegno, ben visibile
del Nucleo Originario venti di recupero già
Analogie e rimandi per La tipologia e la all’ingresso del pae- Valutazione: Discreto
Sì attuati tendono a
morfologia suggeri- se e gli edifici a ter-
il Nucleo Originario e la scono analogie con
predominare gli in-
razza sulla piazza,
Forma Urbana terventi impropri sparsi, non pesanti ma non ab-
Cinaglio, Tonengo, anche dal Sagrato della Parrocchiale si percepi-
bastanza contrastati dal tessuto preesistente.
Grazzano Badoglio. sce la morfologia del N.O.
Bel viale alberato sul versante Nord.

6
COMUNE DI CHIUSANO

I. V. Nucleo originari É il tratto di paese Recupero, valorizzazione spazi


meno omogeneo, a
Valutazione: Mediocre confronto di altre urbani - Situazione - Proposte
parti non centrali,
Interventi già attuati • Colore giallo per in-
ma meglio conservate.
Rif. Planimetrico terventi precedenti:
la piazzetta citata al-
Il viale alberato ci- l’ingresso del N.O.
Punti Panoramici
tato.
Valutazione: Sì
La Struttura Urbana Si propone la Piazza
Rif. Planimetrico del Municipio (P.zza
IV Novembre) con
Strade panoramiche e/o La vecchia strada l’appendice del Sa-
per Cinaglio: note- grato della Parrocchiale P.zza S. Martino) e la
paesaggistiche e valuta- vole interesse pae- strada che percorre la dorsale verso Sud Ovest (V.
zione saggistico. S. Sebastiano). É anche da coinvolgere il percor-
so sottomuro (V. Recinto) che sale verso l’altura
del Ricetto.
Area omogenea di frui- Chiusano, uno dei
quattro paesi sulla Proposte di recupero, ri- • Priorità 1: colore
zione turistica dorsale sinistra della blu - La Piazza del
Val Rilate, di cui, qualificazione, valorizza- Municipio e il Sagrato
con Cortanze che si pone al valico, costituiva il zione Rif. Planimetrico della Parrocchiale.
sistema di controllo strategico, si pone ai bordi • Priorità 2: colore
delle Colline dei Boschi, con il loro alto potenzia- verde - V. S. Sebastiano e V. Recinto, fino alla piaz-
le attrattivo dal punto di vista ambientale (Area zetta “delle festa”.
Protetta di valle Andona), paesaggistico e storico
(Castelli, Chiese romaniche di eccellenza). Valutazione percentuale 90%, con Piano del
Colore e con inter-
della ricuperabilità del tes- venti più sostanziali.
Le Tipicità - Settore Pubblico

• il profilo caratterizzato
• la morfologia Proposte specifiche Con riferimento alla
• la piazza (con percorso sottomuro) all’ingresso proposta di priorità
del Nucleo Originario 1, si suggerisce in’attenta riqualificazione funzio-
• il sistema di spazi (ai piedi della rocca-Ricetto) di nale della piazza e del sagrato.
pertinenza del Municipio e della Parrocchiale

7
COMUNE DI CHIUSANO

8
COMUNE DI CINAGLIO

cessivo compatto sulla dorsale a Nord Ovest. “chiudere” il borgo settecentesco, caratterizzata
Paese semidiffuso (capoluogo: 69% della popola- ulteriormente dall’esser fonte di un bivio impor-
zione). tante.
N° 2 Nuclei importanti(19% della popolazione)
Case sparse (12% della popolazione). Il Municipio Affacciato sulla
Piazza, in palazzina
Accessi principali Da Nord-Est (dire- ristrutturata.
zione della Val Rila-
te).

Presenza di mura e Piaz- In evidenza la mura-


glia che conteneva
ze importanti. Funzioni
il Ricetto sul versan-
te Ovest, mentre sul Valutazioni
versante Est è ben visibile la scarpata ripida.
Piazzetta sita prima dell’ingresso al Ricetto, con Potenzialità attrattiva Interessante esem-
Indicazioni generali pio di Ricetto, com-
funzioni civica, sociale, commerciale: il cuore del Valutazione: Buona
Tipologia storica Ricetto fortificato, borgo, a poca distanza (quasi un continuum) dal patto e di facile e
appartato ma a bre- Sagrato della Parrocchiale. immediata lettura.
Il Castello Emergenze: la Chiesa Romanica di S.Felice.
ve distanza dalla
antica strada roma- Definizione percettiva Il tipico acceso al La gipsoteca, importante controcanto in questa
na che univa Hasta a Industria sul Po. Ricetto a Nord, la zona del nuovo Museo del Gesso di Moncucco, a
Tipologia: Ricetto fortificato. del Nucleo Originario delimitare a Sud l’areale “del gesso”.
stradina di accesso
Sì a Sud, la muraglia e
Tipologia insediativa e Insediamento di som- I. V. accesso principale Con la quinta per-
la scarpata indivi-
mità, con la tipica cettiva di S.Antonio,
forma urbana duano immediatamente il N. O. Valutazione: Buono
struttura del Ricetto. la strada si apre
La Parrocchiale ed altri Parrocchiale seicen- prospetticamente,
tesca “minore” ma con lieve tipica curvatura, verso il Ricetto e la
Analogie e rimandi per La morfologia offre edifici religiosi rilevanti
con testimonianze Parrocchiale.
analogie con Cuni-
il Nucleo Originario e la co, Portacomaro; la
del Quattrocento,
sita in prossimità dell’ingresso al Ricetto, con ar- I. V. globale Il borgo, fatti salvi
Forma Urbana tipologia con Chiu-
ticolazioni importanti sul versante Nord, dove è alcuni interventi im-
sano, Tonengo. Valutazione: Notevole propri, facilmente
stata recuperato
Primo sviluppo com- La Chiesa Romanica di S. Felice, su una suggestiva recuperabili, si pre-
Sviluppo e rapporto con
patto intorno all’al- altura accanto al cimitero, con scalea di accesso senta omogeneo, anche nel suo sviluppo sette-
il territorio e punto panoramico. centesco verso Ovest, ove si possono osservare
tura che ospita il Ri-
cetto. Sviluppo suc- La Chiesa di S. Antonio, posta tipicamente a alcuni pregevoli interventi di recupero.

9
COMUNE DI CINAGLIO

I. V. Nucleo Originario Se si eccettua il che ospita il Sagrato (su strada) della Parrocchia- strada che conduce a S. Felice, e si unisce all’as-
nuovo edificio delle le se di attraversamento del Ricetto, della Strada
Valutazione: Notevole • La piazza all’ingresso del Nucleo Originario sottomuro ad Est, definita dalla scarpata/bastio-
scuole, il Ricetto of-
fre un pregevole • Il prolungamento dell’asse del N.O. dalla piazza ne e da una serie di cascine, la cui (rara) disposi-
tessuto architettonico. Buone potenzialità di re- alla chiesa di S. Antonio zione ortogonale alla strada consente una vista
cupero. • Il percorso sottomuro sul versante est sia sul panorama delle colline che sui cortili.

Punti Panoramici Il sito di S. Felice: in


tutte le direzioni.
Valutazione: Sì Tratti della strada
Recupero, valorizzazione spazi Proposte di recupero, ri-
sottomuro ad Est, qualificazione, valorizza-
nella stessa direzione. zione Rif. Planimetrico
La strada per Settime Interventi già attuati
Strade panoramiche e/o
e per Camerano: pa- Rif. Planimetrico • Priorità 1:colore blu - Completamento dell’asse
paesaggistiche e valuta- noramica e paesaggi- del Ricetto. La Piazza del Municipio.
zione stica. Eccellente. • Colore giallo per interventi precedenti. • Priorità 2: colore verde - V. Umberto I.
La strada nella valle Tratto dell’asse che attraversa il Ricetto a partire
boscosa (nuova area protetta) dei Gorghi, verso dall’accesso, con recupero del muraglione. Tratto 95%, con Piano del
Valutazione percentuale
Monale: di eccellente valore ambientale. del percorso sottomuro Est con accesso a locali re- Colore e interventi
cuperati sotto la Parrocchiale
della ricuperabilità del più sostanziali.
Area omogenea di frui- Cinaglio, uno dei
quattro paesi sulla tessuto edilizio prospi-
zione turistica dorsale sinistra della ciente
Note critiche Corretto avvio, se
Val Rilate, di cui, pure attuato con
con Cortanze che si pone al valico, costituiva il si- materiali ormai de-
stema di controllo strategico, si pone all’ingresso sueti, del recupero del N.O., valorizzato da im- Proposte specifiche Cinaglio è la porta
delle Colline dei Boschi, con il loro alto potenziale portanti interventi di recupero degli ambienti af- di ingresso della
attrattivo dal punto di vista ambientale (Area Pro- fiancati alla Parrocchiale, e del muraglione. serra che corre lun-
tetta di valle Andona), paesaggistico e storico go la Val Rilate (Settime e Camerano) e della
(Castelli, Chiese romaniche di eccellenza). nuova area protetta dei Gorghi (Valleandona):
La Struttura Urbana Si propone di inseri- appare pertanto di importanza strategica la sua
Le Tipicità - Settore Pubblico re il Ricetto in modo valorizzazione.
Rif. Planimetrico
organico nella sua
• Il profilo caratterizzato naturale strada d’accesso attraverso la parte
• La morfologia ad asse portante del nucleo origi centrale del borgo: la piazza del Municipio e V.
nario Umberto I fino a S. Antonio. Può essere previsto
• L’accesso al Ricetto ed il percorso sopramuro, anche un ulteriore coinvolgimento, in quanto

10
COMUNE DI CINAGLIO

11
COMUNE DI CORSIONE

Sviluppo e rapporto con Sviluppo contenuto l’Aniceto) sede di processioni e sita in un luogo
e compatto sulle suggestivo, forse sito originario del borgo, recen-
il territorio temente recuperata e valorizzata.
due dorsali princi-
pali che si diramano
Il Municipio Edificio d’epoca re-
dal colle del paese.
staurato, sotto la
Paese accentrato (capoluogo: 81% della popola-
Chiesa, al cui Sagra-
zione). Case Sparse.
to fornisce un suggestivo sottopasso.
Accessi principali Da Nord Ovest (da
Villa S. Secondo) e
da Est dalla Valle
Versa (strada che costeggia il cimitero). Valutazioni
Un breve tratto di Potenzialità attrattiva La forma urbana.
Presenza di mura e Piaz-
mura che sosteneva La Parrocchiale ba-
ze importanti. Funzioni Valutazione: Discreta rocca. La storia rura-
la Rocca. La piazza
Indicazioni generali sotto muro non è le: Corsione era sede
stata inserita nel contesto urbano: solo recente- di produttori e commercianti vino, noti nell’area.
Tipologia storica Borgo castellano: sul mente è stata oggetto di un piccolo intervento
sito del Castello oggi I. V. accesso principale Tessuto compatto ed
Il Castello per la creazione di un parco giochi. Più importan- omogeneo.
sorgono abitazioni te lo slargo che introduce al N. O. sulla strada di Valutazione: Buono
private recenti. attraversamento del paese, anch’esso definito da
Tipologia: Castello Fantasma un tratto di mura, panoramico, usato per la festa
e unico luogo di vita sociale. Non si rilevano in-
Tipologia insediativa e Insediamento di I. V. globale
sommità, con forma Il concentrico si è terventi particolar-
forma urbana Definizione percettiva Valutazione: Buono
a chiocciola e strut- sviluppato in modo mente invasivi.
del Nucleo Originario
tura ad asse portan- armonioso ma senza
te che rispetta l’impianto medioevale, anche in No soluzioni di conti-
assenza di un vero e proprio sviluppo, e relativo nuità. I. V. Nucleo originari Tessuto di imposta-
impianto settecentesco. zione rurale, con re-
La Parrocchiale ed altri Parrocchiale minore Valutazione: Buono
cuperi rispettosi
La tipologia offre sita ai piedi del sito della tradizione.
Analogie e rimandi per edifici religiosi rilevanti
analogie con Came- del Castello.
il Nucleo Originario e la La Chiesa di S Seba- La Piazza slargo che
rano, Tonco; la mor- Punti Panoramici
Forma Urbana fologia con Monti- stiano nei pressi di una bella cascina ottocente- precede il N.O.
sca, chiamata Palazzo Cavour. Valutazione: Sì
glio, Frinco.
Una interessante Chiesetta votiva (Madonna del-

12
COMUNE DI CORSIONE

Strade panoramiche e/o La strada di dorsale Recupero, valorizzazione spazi muro da cui origina (P.zza Umberto I).
che porta alla fra- • Priorità 2: colore verde - Riqualificazione gene-
paesaggistiche e valuta- zione S. Carlo di Vil- urbani - Situazione - Proposte rale della strada di attraversamento del paese,
zione la S. Secondo. Pae- • Colore giallo per in- della strada verso S.Sebastiano e dello slargo che
Interventi già attuati
saggistica e di alto terventi precedenti. funge da Piazza principale (P.zza IV Novembre).
valore ambientale.
Rif. Planimetrico
Il Sagrato della Par-
La strada per Frinco e quella diretta alla Valle rocchiale ed il suo 100%, con piano del
Valutazione percentuale
Versa, ingresso storico al paese: alto valore pae- accesso sotto l’androne del Municipio: porfido. colore.
saggistico. della ricuperabilità del
tessuto edilizio prospi-
Area omogenea di frui- Corsione, porta di Corretto avvio del
Note critiche ciente
ingresso, appartata, recupero di una
zione turistica sulla dorsale che se- identità storica per
para la Valle Versa il Nucleo Originario, attualmente non percepibile Proposte specifiche Le analisi e gli studi
dalla Val Rilate, ha avuto una importanza strate- con immediatezza. necessari per gli in-
gica notevole nel conflitto tra Marchesato del terventi proposti sono da considerarsi “pilota”
Monferrato e Comune di Asti. Da inserire in itine- La Struttura Urbana Il Nucleo Storico può per i casi in cui si tratta di ridefinire quasi ex-no-
rari storici e paesaggistici delle Colline del Versa essere valorizzato vo una struttura urbana, a partire da un esistente
Rif. Planimetrico
e del Rilate: la dorsale da Cossombrato a Piovà accogliendo come interessante ma destrutturato.
Massaia, spartiacque tra valle Versa e Val Rilate, parte integrante la
confine storico tra Marchesato del Monferrato e Piazza Umberto I, sottomuro, e collegandola con
Comune di Asti. la P.zza IV Novembre, centro della vita sociale
del paese: si propone altresì la ripida V.Vittorio
Le Tipicità - Settore Pubblico Veneto come asse portante fino al Municipio e al-
la Parrocchiale. Tuttavia la Struttura Urbana di
• Il profilo Corsione può e deve comprendere anche la stra-
• La morfologia del Nucleo Originario da di ingresso al paese e la sua diramazione verso
• La piazza sottomuro all’ingresso del nucleo Nord, che ospita la bella Chiesa di S. Sebastiano
originario con il suo Sagrato e Palazzo Cavour.
• Il Sagrato piazza della Parrocchiale addossato
alla rocca • Priorità 1:colore
• Il sottopasso che accede al Sagrato
Proposte di recupero, ri-
blu - La strada di
• Il sito del Castello sovrastante la Parrocchiale qualificazione, valorizza- accesso al Municipio
• L’uscita est del paese verso S. Sebastiano, zione Rif. Planimetrico e alla Parrocchiale
con il suo Sagrato (V. Vittorio Veneto)
con riqualificazione definitiva della Piazza sotto

13
COMUNE DI CORSIONE

14
COMUNE DI CORTANZE

Analogie e rimandi per Tipologia e morfolo- Definizione percettiva Tra il Nucleo Storico
gia offrono analogie vero e proprio e gli
il Nucleo Originario e la con Montiglio,Frin-
del Nucleo Originario
sviluppi successivi
Forma Urbana co, Moncucco. No non ci sono soluzioni
di continuità.

Sviluppo lineare sulla La Parrocchiale ed altri Parrocchiale secen-


Sviluppo e rapporto con
dorsale principale. tesca “minore” ma
il territorio edifici religiosi rilevanti
Interessante lo svi- di notevole interes-
luppo otto-novecen- se architettonico,
tesco in direzione Sud Est che presenta in modo specie l’interno, sita ai piedi del Castello: il suo
facilmente leggibile entrambe le tipologie di rap- Sagrato è anche piazza per il Municipio, ad essa
porto tra spazio pubblico e privato, con la strada adiacente. Interessante e suggestiva la Confrater-
aperta su cortili da un lato, e un fronte continuo e nita dell’Annunziata, che sorge a breve distanza.

Indicazioni generali chiuso sull’altro.


Paese accentrato (capoluogo: 97% della popolazio- Il Municipio Edificio rinnovato
Borgo castellano di ne). Poche Case Sparse. insieme ad un com-
Tipologia storica
notevole importanza plesso che risulta
Il Castello prospiciente, in modo invasivo, anche sulla piazza
strategica per la sua
Accessi principali Da Sud Ovest, sulla sottomuro.
posizione sul valico
direttrice Asti-Ca-
della Val Rilate. Il Castello è tuttora esistente, è
stelnuovo D. Bosco
stato oggetto di un recente e completo intervento
in Val Rilate.
di recupero che l’ha trasformato in albergo risto- Valutazioni
rante di alto livello qualitativo, ed è uno dei due
castelli che hanno mantenuto intatto l’impianto Presenza di mura e Piaz- Le mura degli anti- Il borgo articolato
Potenzialità attrattiva
originario (insieme al Castello di Frinco). chi bastioni del bor- nei suoi caratteristici
ze importanti. Funzioni Valutazione: Eccellente
Tipologia: Castello Presente. go, ai piedi delle gradoni e la storia,
quali si apre la ca- testimoniata da al-
ratteristica piazza sotto muro, un tempo fossato di cuni edifici d’epoca sul gradone alto. Emergenze:
Insediamento di dor- recinzione delle mura del borgo. il Castello e le attività che in esso si svolgono.
Tipologia insediativa e
sale appoggiato alla I bastioni del Castello.
forma urbana L’articolata piazza del Municipio e Sagrato della
rocca del Castello. Il Tessuto articolato in
Parrocchiale, con funzione civica e religiosa (Piaz- I. V. accesso principale
Nucleo Originario, prospetti chiusi e cor-
strutturato su Asse portante, ha andamento a gra- za dei Tre Poteri). La funzione commerciale, come Valutazione: Buono tili, ma omogeneo.
doni, a partire dalla piazza sottomuro all’ingresso accade in questa tipologia è svolta dall’asse prin-
Sud Ovest. Il paese ha forma lineare. cipale.

15
COMUNE DI CORTANZE

I. V. globale Profilo fortemente Le Tipicità - Settore Pubblico La Struttura Urbana L’intero Nucleo Ori-
caratterizzante. ginario (quasi del
Valutazione: Buono Rif. Planimetrico
Limite dato dall’in- • Il profilo fortemente caratterizzante tutto “recuperato”)
tervento recente • La morfologia ad asse portante ai piedi della ed il suo collegamen-
ben visibile sulla piazza sottomuro e accentuato rocca con struttura a gradoni to con la Piazza sottomuro (P.zza Marconi), sia tra-
dall’avere per sfondo il Castello. • La piazza sottomuro all’ingresso del Nucleo Ori- mite la scala che sale lungo il muro, sia tramite la
ginario strada di accesso a Nord Ovest (V. Battisti).
I. V. Nucleo Originario Tessuto urbano arti- • Le articolazioni dei “sagrati su strada” della
colato in piazzette e Parrocchiale e dell’Annunziata; la piazza “dei
Valutazione: Notevole Proposte di recupero, ri-
slarghi, scale di col- tre poteri”
legamento tra i gra- qualificazione, valorizza-
• Scalee di accesso al N.0. e di collegamento tra i
doni. Tessuto architettonico di notevole interesse gradoni zione Rif. Planimetrico
in alcuni suoi tratti, comunque omogeneo se si ec- • Gli accessi al Castello
cettua il nuovo Municipio. • Priorità 1:colore blu - Il completamento del re-
cupero del N.O. con particolare riguardo alle sca-
Il cortile del Castel-
Punti Panoramici
lo. Il piazzale sotto-
Recupero, valorizzazione spazi le di collegamento e al bel giardino-parco giochi
Valutazione: Sì sul gradone mediano: pavimentazione .
muro dei bastioni Est urbani - Situazione - Proposte • Priorità 2: colore verde - Valorizzazione del rio-
ne Sud Ovest.
Strade panoramiche e/o La strada di dorsale
che conduce a Piea: Interventi già attuati Valutazione percentuale 80%, con Piano del
paesaggistiche e valuta- panoramica e pae- Colore e interventi
Rif. Planimetrico della ricuperabilità del
zione saggistica. di recupero più con-
Eccellente. La vec- tessuto edilizio prospi- sistenti degli edifici
chia strada di dorsale per Montechiaro e la strada • Colore giallo per interventi precedenti. ciente di pregio.
che conduce in Valle Bariello, nota per i tartufi: La strada del gradone alto, sotto le mura del Ca-
entrambe di alto valore ambientale. stello, con diramazioni all’ingresso Nord del Castel-
lo e in parte al gradone intermedio: porfido, arredo Proposte specifiche Si propone uno stu-
Cortanze è nodo stra- urbano, Ill. Pubbl. Il giardino pubblico. dio organico delle
Area omogenea di frui-
tegico, per la posizio- caratteristiche urba-
zione turistica ne e la presenza del ne ed architettoniche del N.O. in modo da favorire
Castello, degli itine- Note critiche Intervento esemplare una programmazione di interventi tesi a valoriz-
rari di fruizione delle Colline del Versa e del Rilate teso a valorizzare il Ca- zarne compiutamente il particolare impianto ed il
(la dorsale da Cossombrato a Piovà Massaia, spar- stello e i suoi accessi. tessuto.
tiacque tra valle Versa e val Rilate, confine storico
tra Marchesato del Monferrato e Comune di Asti),
delle Colline dei Boschi (Dalla Val Rilate al Pianalto)

16
COMUNE DI CORTANZE

17
COMUNE DI CORTAZZONE

Sviluppo e rapporto con Primo sviluppo sul una sorta di Porta di accesso al borgo sul gradone
versante Sud Ovest mediano a Nord Ovest, in realtà il sottopasso della
il territorio Casa Parrocchiale, che tuttavia non è utilizzabile
della rocca; sviluppo
recente compatto come tale, per persistenti difficoltà di accesso
lungo lo stesso versante. Paese diffuso (capoluogo: dalla parte bassa del paese.
24% della popolazione). N° 1 Frazione (Vasara) con
La Parrocchiale ed altri Parrocchiale “mino-
il 16% della popolazione. N° 7 Nuclei consistenti
re” seicentesca, con
(48% della popolazione). Case sparse edifici religiosi rilevanti
facciata neogotica.
La bella Chiesa di S
Accessi principali L’ingresso da Nord-
Rocco, all’ingresso Nord. La Chiesa Romanica di S.
Est (Soglio) è inte-
Secondo, posta a breve distanza su un suggestivo
ressante come pre-
sperone di tufo, risorsa puntuale di assoluta eccel-
ludio dell’esistenza del borgo, che si percepisce
lenza.
solo dopo aver oltrepassato la rocca: da qui, con la
presenza di un bella Chiesa settecentesca, si acce- Il Municipio
de direttamente al Castello, con percorso sugge-
stivo, e al gradone mediano del borgo. L’ingresso Vicino alla Parroc-
Indicazioni generali da Sud Ovest è diretto al gradone basso del Borgo. chiale, in edificio d’epoca ben ristrutturato.
Tipologia storica Borgo castellano di
origine curtense. Il
Presenza di mura e Piaz- Come spesso accade Valutazioni
Il Castello per i borghi del “Ca-
Castello, alto me- ze importanti. Funzioni
stello presente” Potenzialità attrattiva Il più interessante
dioevale, rimaneg- l’impianto medioe- esempio di questa ti-
giato ma imponente sulla vallata, si propone come vale è rimasto sostanzialmente intatto: non si dan- Valutazione: Eccellente pologia insediativa,
uno dei castelli più suggestivi dell’area. no pertanto le belle piazze di matrice settecente- (Casorzo, Viarigi,
Tipologia: Castello Presente. sca. Il gradone mediano offre tuttavia slarghi a bal- Callliano), con la particolare possibilità di una fa-
Di sommità su un so- conata e si articola nel Sagrato della Parrocchiale, cile ed immediata percezione complessiva.
Tipologia insediativa e
lo versante con an- che assume funzioni, oltre che religiose, anche so- Emergenze: La Chiesa Romanica di S. Secondo.
forma urbana ciali. Le funzioni commerciali sono svolte dalla
damento accentuato
a gradoni strada bassa, di accesso e attraversamento, da cui I. V. accesso principale Entrambi gli ingressi
si accede, anche con le molte scalinate, al borgo. sono armonici e si
La morfologia offre Valutazione: Notevole presentano con tes-
Analogie e rimandi per
specifiche analogie Definizione percettiva Immediata percezio- suto omogeneo.
il Nucleo Originario e la con Casorzo, Viarigi, ne del sistema di Quello da Nord, sul gradone mediano è oggetto di
Forma Urbana Calliano; la tipologia
del Nucleo Originario
gradoni che caratte- attenzione e di recupero per quanto riguarda i
con Cortanze, Mon- No rizza il borgo. prospetti su strada, con interventi esemplari da
tiglio, Moncucco. Di grande interesse parte dei privati.

18
COMUNE DI CORTAZZONE

I. V. globale Profilo fortemente • Il sottopasso di accesso al N.O. nei pressi della Proposte di recupero, ri-
caratterizzante. Parrocchiale
Valutazione: Notevole Non si danno inter- • Il percorso intorno alla rocca, segnato come ac-
qualificazione, valorizza-
venti particolarmen- cesso “secondario” dalla chiesa di S. Rocco zione Rif. Planimetrico
te invasi, mentre si cominciano ad apprezzare,
nella loro capacità di dominanza percettiva, gli in- Recupero, valorizzazione spazi • Priorità 1:colore blu - Pieno recupero del grado-
terventi di recupero dei privati. ne mediano e dei due suoi accessi “carrai”.
urbani - Situazione - Proposte • Priorità 2: colore verde - Il gradone alto e il
I. V. Nucleo Originario Armonico e avviato percorso di V. al Castello.
Interventi già attuati Il gradone basso e il sistema di scale.
ad interventi di re-
Valutazione: Notevole Rif. Planimetrico
cupero e valorizza-
Valutazione percentuale 100% con Piano del
zione: eccellenti po-
Colore.
tenzialità di recupero. • Colore giallo per interventi precedenti. della ricuperabilità del
Il Sagrato della Parrocchiale e l’adiacente scala di tessuto edilizio prospi-
Strade panoramiche e/o La strada di collega- accesso al gradone alto: autobloccanti
mento con Soglio e ciente
paesaggistiche e valuta- • Colore azzurro: LR 4/2000 DOCUP OB. 2
Montafia: alto valore
zione paesaggistico. Note critiche Avviato, se pure in Proposte specifiche Cortazzone, come
modo non del tutto detentore di risorsa
proprio, l’intervento puntuale di assoluta
Area omogenea di frui- Nel cuore delle Colli- di recupero di uno spazio pubblico, è interessante la eccellenza, e per la sua specifica forma urbana, è
ne dei Boschi, Cor- risposta del privato, che è intervenuto (bene) su al- da considerarsi come insediamento che deve esse-
zione turistica tazzone è tappa ob- re oggetto di valorizzazione strategica.
cuni edifici importanti dal punto di vista strategico.
bligata per itinerari
su temi ambientali e storici; altrettanto obbligata La Struttura Urbana Si propone l’intero
è la tappa di S. Secondo per l’itinerario tematico borgo nella sua
Rif. Planimetrico
del Romanico. struttura a gradoni.
Si sottolineano nel-
Le Tipicità - Settore Pubblico l’ordine di importanza:
• Il gradone mediano nella sua integrità,
• Il profilo fortemente caratterizzante • Il gradone alto, avvio del percorso dietro la roc
• La morfologia a gradoni (fortemente caratteriz- ca (V. al Castello);
zante questa tipologia) del Nucleo Originario, • l’androne di accesso a Nord al gradone mediano;
con accessi ai vari livelli • il sistema delle scale e dei muretti (o ringhiere)
• Le articolazioni di spazi, scale e scalee di colle delle balconate
gamento tra i gradoni
• Il Sagrato sottomuro della Parrocchiale

19
COMUNE DI CORTAZZONE

20
COMUNE DI COSSOMBRATO

Analogie e rimandi per Tipologia e morfolo- Il Municipio Edificio recente,


gia rimandano a piuttosto invasivo,
il Nucleo Originario e la sulla principale
Frinco, Montiglio,
Forma Urbana Cortanze. strada di accesso al Castello.

Sviluppo e rapporto con Sviluppo sette-otto- Valutazioni


centesco intorno ai
il territorio Potenzialità attrattiva La bella piazza-Sa-
due nuclei.
grato, in parte già
Sviluppo successivo, Valutazione: Buona valorizzata, con ul-
consistente anche se non percepibile, sulla dorsa-
teriori possibilità di
le Sud Est che ospita una bella strada in direzio-
valorizzazione come punto panoramico.
ne di Asti, fino alla Fraz. Madonna dell’Olmetto
Emergenze: il complesso del Castello.
Paese diffuso (capoluogo: 39% della popolazione)
Stazione in Valle Rilate sulla Linea Asti-Chivasso I. V. accesso principale Alcuni interventi re-
N° 1 frazione (Madonna dell’Olmetto) (34% della centi piuttosto inva-
popolazione)
Valutazione: Discreto sivi “coprono” il tes-
N° 4 Nuclei Abitati (34% della popolazione) suto omogeneo dei
Case Sparse (16% della popolazione) nuclei.
Accessi principali Da Sud Est, Val Rila- I. V. globale Profilo fortemente
Indicazioni generali te. caratterizzato.
Valutazione: Discreto Limite dato dagli in-
Tipologia storica Borgo Castellano. Il
Castello, più volte terventi citati, che
Il Castello Presenza di mura e Piaz- Le mura del Castel-
rimaneggiato ma si impongono forse meno da lontano, data la forte
lo.
dotato di imponen- ze importanti. Funzioni immagine dominante del Castello, ma che emer-
La Piazza-Sagrato,
za e di fascino, domina il paese dall’alto della gono al momento di percorrere il centro abitato.
superbamente pa-
rocca. noramica, della Parrocchiale, sulla quale si apre I due nuclei sono sta-
I. V. Nucleo Originario
Tipologia: Castello Presente. anche l’ingresso al Castello: funzione religiosa. ti meno soggetti ad
Valutazione: Discreto
Non si danno alla interventi invasivi.
Tipologia insediativa e Insediamento di Definizione percettiva Buone potenzialità
sommità su un solo percezione soluzio-
forma urbana del Nucleo Originario ni di continuità tra i di recupero.
versante. Si eviden-
ziano due nuclei
No nuclei e i successivi
Punti Panoramici La Piazza Sagrato
principali, ad Ovest, ai piedi del Castello, a Sud, sviluppi. della Parrocchiale
Valutazione: Sì
intorno ad un pregevole edificio sette-ottocente- La Parrocchiale ed altri Parrocchiale “mino- verso Sud Ovest. La
sco, anch’esso chiamato dalla popolazione “Ca- re”, sita sulla Piaz- strada che corre lun-
stello”. L’andamento complessivo è a spirale. edifici religiosi rilevanti za citata. go il parco del Castello a Nord Est.

21
COMUNE DI COSSOMBRATO

Strade panoramiche e/o La strada verso la Note critiche Incoraggiante avvio Valutazione percentuale 70% con Piano del
Madonna dell’Ol- per una valorizzazio- Colore.
paesaggistiche e valuta- metto: paesaggisti- ne della zona intor-
della ricuperabilità del
zione ca. Notevole. La no al Castello. tessuto edilizio prospi-
strada verso Villa S. Non adeguata l’Ill. Pubbl. che non consente una ciente
Secondo: panoramica e paesaggistica. Eccellente. buona visione panoramica notturna, da quel pun-
to molto suggestiva.
Area omogenea di frui- Cossombrato, come
Corsione e Frinco
zione turistica per la Valle Versa,
La Struttura Urbana Si propone di impo-
funge da porta di
Rif. Planimetrico stare la Struttura
accesso alle Colline del Versa e del Rilate (la dor-
sull’accesso “secon-
sale da Cossombrato a Piovà Massaia, spartiacque
dario” al Castello,
tra valle Versa e val Rilate, confine storico tra
che attraversa il nucleo Sud e consente di colle-
Marchesato del Monferrato e Comune di Asti) dal-
gare i due “Castelli” e la Parrocchiale. La struttu-
la Val Rilate, pregevole tappa per il Sagrato pa-
ra può essere completata dall’anello che circonda
noramico e la presenza del Castello.
il Castello, con importanti valenze panoramiche,
Le Tipicità - Settore Pubblico che si conclude su una piazzetta (P.zza Roma) che
ospita il monumento ai caduti e l’ingresso “stori-
• Il profilo fortemente caratterizzato co” al Castello, con torrette e mura merlate.
• L’articolazione degli spazi all’interno del N.O. con
il collegamento tra i due castelli, slarghi e vicoli
• Il Sagrato panoramico della Parrocchiale (pensi- Proposte di recupero, ri-
le su tipica struttura ad archi) accanto al Castello qualificazione, valorizza-
• Il percorso intorno alla rocca e al parco del Castello
zione Rif. Planimetrico
Recupero, valorizzazione spazi • Priorità 1:colore blu - La strada sotto i bastioni
del Castello Ovest.
Completamento e riqualificazione del Sagrato
Interventi già attuati della Parrocchiale.
Rif. Planimetrico • Priorità 2: colore verde - La strada che unisce i
due “Castelli”, fino alla Piazza della Parrocchia-
• Colore giallo per interventi precedenti. le: Completamento dell’anello che circonda il
Il Sagrato della Parrocchiale: Marciapiede in auto- Castello.
bloccanti e Ill. Pubbl.

22
COMUNE DI COSSOMBRATO

23
COMUNE DI FRINCO

Sviluppo e rapporto con Sviluppo (contenu- Il Municipio Edificio d’epoca re-


to) sulla strada di staurato, fuori del
il territorio N.O. quasi a rappre-
accesso dalla Valle
Versa, e sopratutto sentarsi come riferimento di un paese “diffuso”
nel territorio con Nuclei abitati e Case Sparse.
Paese diffuso (capoluogo: 31% della popolazione). Valutazioni
N° 6 Nuclei Abitati (26% della colazione). La forma urbana,
Molte Case Sparse.(43% della colazione). Potenzialità attrattiva
che, per lo sviluppo
Valutazione: Buona (po- successivo diffuso
Accessi principali Da Nord Est (diret-
trice Asti Montiglio tenzialmente eccellente) nel territorio, è ri-
in Valle Versa). masta particolar-
mente fedele alla forma originaria.
Presenza di mura e Piaz- I bastioni del Ca- Emergenze: Il Castello. La Piazza Pensile.
stello.
ze importanti. Funzioni Limite dato da alcu-
Indicazioni generali Le mura del Parco I. V. accesso principale
del Castello. ni (pochi ma impor-
Valutazione: Discreto tanti) interventi in-
Tipologia storica Borgo Castellano. Il La Piazza “pensile” ricavata con una imponente
Castello, tra i più struttura ottocentesca ad archi e volte a crociera. vasivi recenti.
Il Castello
fedeli alla struttura Profilo caratteriz-
originaria, è tuttora esistente, anche se in attesa Definizione percettiva Attualmente l’unica I. V. globale
struttura percepibi- zante da Est.
di restauro, e non visitabile. del Nucleo Originario Valutazione: Discreto Vedi precedente.
Tipologia: Castello Presente le con immediatez-
No za è quella del Ca-
stello I. V. Nucleo Originario Qualche limite do-
Tipologia insediativa e Di sommità ad un vuto ad interventi
solo versante. Ben Parrocchiale mino- Valutazione: Buono
forma urbana La Parrocchiale ed altri invasivi, peraltro re-
leggibile l’imposta- re, adiacente l’in- cuperabili. Buone
zione medioevale: edifici religiosi rilevanti gresso al Castello. potenzialità di recupero.
impostazione ad Asse Portante verso il Castello, Sagrato quasi inesi-
con struttura a gradoni. stente, al termine della strada che conduce al Strade panoramiche e/o La strada di dorsale
Castello passando per la Piazza citata. (Sagrato e poi di valle che
Analogie e rimandi per Tipologia e morfolo- paesaggistiche e valutazione porta in Val Marche-
su strada)
gia suggeriscono se, e dalla quale si
il Nucleo Originario e la analogie con Borghi
Interessante (e rara) la Torre Campanaria separa-
ta dalla Chiesa, che ha dato lo spunto per la rea- gode una notevole veduta panoramica del paese,
Forma Urbana castellani che han- e poi dei tre paesi vicini insieme prospetticamen-
lizzazione della Piazza pensile.
no conservato l’im- te riuniti (Corsione, Villa S. Secondo. Montechia-
La Chiesa di S. Bernardino, ad uso civico.
pianto medioevale ad Asse Portante verso la roc- ro). Panoramica e paesaggistica. Notevole
ca: Cortandone, Montiglio, Villadeati, Castellero.

24
COMUNE DI FRINCO

Area omogenea di frui- Frinco, come Corsio- Proposte di recupero, ri-


ne, funge da porta
zione turistica di accesso alle Colli-
qualificazione, valorizza-
ne del Versa e del zione Rif. Planimetrico
Rilate (la dorsale da Cossombrato a Piovà Massa-
ia, spartiacque tra valle Versa e val Rilate, confi- • Priorità 1:colore blu - Si tratta di definire visi-
ne storico tra Marchesato del Monferrato e Comu- vamente il N.O. La V. Castello fino al Sagrato del-
ne di Asti) dalla Valle Versa, pregevole tappa per la Parrocchiale e all’ingresso del Castello, su di
il Sagrato panoramico e la presenza del Castello. esso affacciato. L’accesso, ora in pratica scono-
sciuto ma di non difficile recupero, dalla V. Vitto-
Le Tipicità - Settore Pubblico rio Emanuele II alla Piazza tramite la scala citata
• Priorità 2: colore verde - Le diramazioni della V.
Castello.
• Il profilo fortemente caratterizzato
• La morfologia ad asse portante con struttura a
gradoni Valutazione percentuale 100%, con Piano del
• Il tratto dell’asse sotto la rocca, con piazza Colore.
pensile su imponente struttura ad archi e definito
della ricuperabilità del
dalla Parrocchiale a Nord, da S. Bernardino a Sud tessuto edilizio prospi-
• La torre campanaria sulla piazza pensile sepa- ciente
rata dalla Parrocchiale
• La scala di collegamento tra i due gradoni
Proposte specifiche Frinco offre un inte-
• Il Sagrato integrato all’accesso al Castello
ressante e pregiato
esempio (in tal sen-
so potrebbe proporsi come esemplare) per una
Recupero, valorizzazione spazi progettazione di recupero e valorizzazione mira-
ta alla ridefinizione dell’Identità Storica.
urbani - Situazione - Proposte
La Struttura Urbana La strada verso il
Rif. Planimetrico Castello a partire da
S. Bernardino (V. Ca-
stello), con le sue diramazioni, e con particolare
riferimento alla scala che collega il gradone alto
a quello mediano e a quello basso e che consente
di ammirare la struttura che regge la Piazza.

25
COMUNE DI FRINCO

26
COMUNE DI MONTECHIARO D’ASTI

Analogie e rimandi per Difficile trovare gioco del tamburello.


analogie per l’ano- La bella piazza del Municipio, che funge da Sa-
il Nucleo Originario e la malia di un Locus grato per la Chiesa di S. Bartolomeo.
Forma Urbana Novus “di dorsale”
Definizione percettiva I tratti di muraglia e
(gli altri sono stati
di bastioni che cir-
edificati su pianori o sul Pianalto): il rimando im- del Nucleo Originario
condano il N.O. il
mediato è con Villafranca, se pure con altre ca- Sì cui accesso è parti-
ratteristiche.
colarmente definito
Morfologicamente, invece, la struttura rimanda a
sul versante Nord Ovest, con strada pedonale (re-
quella di ricetti affiancati alla rocca, come Ca-
cuperata e valorizzata) e androne voltato che
stell’Alfero, Portacomaro.
sbocca sulla Piazza del MUNICIPIO.
Sviluppo e rapporto con Sviluppo otto-nove-
La Parrocchiale ed altri Delle tre Parroc-
centesco a stella su
il territorio chiali sono oggi ri-
quattro dorsali che edifici religiosi rilevanti maste due: S. Cate-
si diramano dalla
rina, Parrocchiale di
Indicazioni generali dorsale principale. Sviluppo successivo sparso
tutto il paese, edificio settecentesco “importan-
verso la Val Rilate. Paese accentrato (capoluogo:
Tipologia storica Locus novus sorto al- te”, S Bartolomeo, accanto al Municipio.
88% della popolazione).
l’inizio del ‘300 per La Chiesetta di S. Nazario, su uno sperone poco
Il Castello Stazione in Valle Rilate sulla Linea Asti-Chivasso.
iniziativa politica del discosto dal paese, vero gioiello romanico.
N° 2 Nuclei Abitati (Bettola e Nocciola) e poche
Comune di Asti con la S.Antonino, bella Chiesa barocca su una altura
Case Sparse.
riunione di tre borghi esistenti sulle colline intor- prospiciente il paese, con Sagrato panoramico,
no all’attuale paese (Piesenzana, Mairano, Mare- Da Nord Ovest (Val- molto importante per la tradizione locale.
Accessi principali Molte Chiesette sparse per il centro abitato, che
sco) borghi rappresentati fino al primo ‘900 da le Versa) e da Sud
tre distinte Parrocchie. Sono ancora visibili molti (Val Rilate). testimoniano l’antica presenza delle tre Parroc-
tratti delle mura che recintavano il borgo, il ba- chie autonome (S. Sebastiano, la Chiesetta del-
stione Nord, e l’accesso che ha sostituito il ponte Presenza di mura e Piaz- La muraglia sul ver- l’Annunziata accanto a S. Bartolomeo, S. Anna,
levatoio in corrispondenza dei bastioni. sante Sud Ovest, S. Rocco, S. Carlo, S. Antonio)
ze importanti. Funzioni
Tipologia: Locus Novus imponente e con ar-
cate utilizzate an- Il Municipio Antico palazzo sui
che per manifestazioni. bastioni Nord, deri-
Tipologia insediativa e Insediamento di vante dal Palazzo
dorsale, impostazio- Il tratto dei bastioni a Nord, con la severa torre
forma urbana Comunale quadrata. Comunale di cui rimane testimonianza nella Torre.
ne ad Asse portante
con struttura a gra- La Piazza sottomuro a Nord Ovest, utilizzata per
doni sul versante Sud Ovest, delimitato dall’im- mercati e fiere e, fino a tempi recenti, prima
ponente muraglia. della realizzazione dell’impianto sportivo, per il

27
COMUNE DI MONTECHIARO D’ASTI

Valutazioni Strade panoramiche e/o La vecchia strada, Recupero, valorizzazione spazi


con diramazione che
Potenzialità attrattiva La storia e il nucleo paesaggistiche e valuta- conduce all’antico urbani - Situazione - Proposte
Storico, che ha con- zione: Sì cimitero, verso Cor-
Valutazione: Notevole servato pressochè tanze sulla dorsale Interventi già attuati
intatte tutte le sue Nord Ovest: paesaggistica. Eccellente. Rif. Planimetrico
funzioni. Emergenze: la Chiesetta Romanica dei La strada verso Villa S. Secondo: panoramica. No-
S.S. Nazario e Celso, una delle più pregevoli te- tevole. La strada che conduce in Valle Bariello:
stimonianze romaniche del Monferrato Astigiano. alto valore ambientale. • Colore giallo per interventi precedenti.
Gran parte dell’asse portante del N.O. (V. Piesenza-
I. V. accesso principale Tessuto compatto e Montechiaro è l’epi-
Area omogenea di frui- na), con la piazza del Municipio (P.zza Umberto I) e
omogeneo per l’in- centro delle Colline
Valutazione: Buona gresso Nord Ovest, zione turistica l’accesso pedonale alla piazza da Nord.
del Versa e del Rilate Lo spazio retrostante l’edificio (invasivo) del teatro
meno omogeneo per (la dorsale da Cos- cinema, con sistemazione a cavea teatrale al-
interventi recenti piuttosto invasivi quello Sud. sombrato a Piovà Massaia, spartiacque tra valle l’aperto. La piazza sottomuro a Nord Ovest (P.zza
Versa e val Rilate, confine storico tra Marchesato del Mercato)
I. V. globale Profilo caratterizza- del Monferrato e Comune di Asti) ma la presenza
to. Limite dato da di S. Nazario lo propone anche, ovviamente, come
Valutazione: Discreto interventi recenti e tappa obbligata di itinerari tematici del Romanico. Note critiche Corretta la lettura
invasivi su tutto il
della Struttura Ur-
versante Nord Ovest della dorsale principale. Le Tipicità - Settore Pubblico bana per l’avvio del
Limiti dovuti ad al- recupero del N.O. Pregevole il recupero del tes-
I. V. Nucleo Originario • Il profilo caratterizzato
cuni interventi inva- suto edilizio prospiciente la P. zza Umberto I.
Valutazione: Buono • La morfologia ad asse portante con struttura a
sivi sia a livello di gradoni La Struttura Urbana L’intero Nucleo Ori-
nuove costruzioni • La piazza e i percorsi sottomuro
Rif. Planimetrico ginario, che peraltro
che a livello di recupero di edifici esistenti. Impor- • Gli imponenti muraglioni con struttura voltate contiene tutte le
tante avvio di buone prassi di recupero sulla piaz- del versante Ovest funzioni (civica, re-
za del Municipio. Buone potenzialità di recupero. • Scale e vicoli di collegamento tra i gradoni ligiosa, di servizi e commerciale) e gli spazi della
• Gli accessi principali al N.O., con percorsi so- vita sociale del paese: raro esempio di N.O. di
Punti panoramici: La strada terrazza pramuro e androne Comune relativamente piccolo pienamente inte-
sopra la muraglia • Le articolazioni di piazze e sagrati del N.O.
Sì grato alla vita quotidiana sociale e collettiva del
Sud Ovest.
presente.
La bella terrazza
adiacente il Sagrato di S. Caterina, verso Nord
Ovest, con accesso diretto dai bastioni tramite
una scala. Il Sagrato di S. Antonino.

28
COMUNE DI MONTECHIARO D’ASTI

Proposte di recupero, ri-


qualificazione, valorizza-
zione Rif. Planimetrico

• Priorità 1:colore blu - Completamento dell’asse


portante del N.O. (V. Piesenzana) con particolare
riferimento al Sagrato-piazza di S. Caterina, che
richiede anche una riqualificazione funzionale.
La strada terrazza sopra la muraglia con il carat-
teristico accesso a “forbice”.
• Priorità 2: colore verde - Completamento del
N.O, con recupero dei vicoli e delle scale, oggi
trascurati, che collegano i gradoni al di sopra del-
la muraglia sul versante Sud Ovest.

Valutazione percentuale 70%, con Piano del


Colore ed alcuni in-
della ricuperabilità del terventi più sostan-
tessuto edilizio prospi- ziali.
ciente

Proposte specifiche Realizzazione di ri-


ferimenti leggibili,
in luoghi pubblici
accessibili, alla particolare storia del paese, che
ne costituisce la principale attrattiva, insieme al-
la Chiesetta di S. Nazario.

29
COMUNE DI MONTECHIARO D’ASTI

30
COMUNE DI PIEA

Sviluppo e rapporto con Sviluppo sette-otto- Il Municipio Edificio d’epoca re-


centesco lineare staurato, affacciato
il territorio sulla Piazza citata.
sulle due dorsali
che si diramano dal-
la dorsale principale
Paese diffuso (capoluogo: 40% della popolazione) Valutazioni
N° 4 grossi Nuclei Abitati (49% della popolazione)
Poche Case Sparse.(11% della popolazione)
Potenzialità attrattiva La presenza del Ca-
stello, usato anche
Accessi principali Da Sud (direttrice Valutazione: Buona par manifestazioni
Asti Castelnuovo D. pubbliche.
Bosco in Val Rilate).

La Piazza centro del I. V. accesso principale Tessuto omogeneo


Presenza di mura e Piaz-
paese, che ospita anche se non com-
Indicazioni generali ze importanti. Funzioni Valutazione: Buono patto. Interessante
l’accesso al Castel-
Tipologia storica Borgo castellano. Il lo, la Parrocchiale e edificio rurale posto
Castello, ricostruito il Municipio. Piazza “passante” e “dei Tre Pote- all’inizio del centro abitato.
Il Castello
nel ‘700, è sito in ri”, con funzione civica e religiosa. La funzione
posizione dominan- commerciale è svolta dall’Asse principale. Profilo caratterizza-
te sulle due dorsali su cui è sorto il primo insedia-
I. V. globale
L’area dietro S. Sebastiano con funzioni sociali. to.
mento. Valutazione: Buono Tessuto architettoni-
Tipologia: Castello Presente. Definizione percettiva Nucleo Originario e co omogeneo.
sviluppi successivi
del Nucleo Originario
sono indistinguibili
Tipologia insediativa e Insediamento di No anche per una co- I. V. Nucleo Originario Qualche limite dato
dorsale con struttu-
forma urbana stante omogeneità da non ancora suffi-
ra ad Asse Portante Valutazione: Buono
del tessuto urbano ed architettonico. ciente attenzione al-
verso il Castello.
l’importanza del tes-
Parrocchiale “mino- suto architettonico
La Parrocchiale ed altri
Analogie e rimandi per La tipologia offre ri- re” sita sulla Piazza
mandi con Frinco, edifici religiosi rilevanti centrale. La Chiesa
il Nucleo Originario e la Cossombrato, Mon- Punti panoramici: L’intera strada per
di S. Sebastiano, po-
Forma Urbana tiglio, Cortanze. La Cortanze.
sta al termine dell’ Asse Portante, di cui costitui- Sì
morfologia rimanda sce il punto di partenza, all’imbocco della dorsale
a Castellero, Robella, Settime. verso Nord Est e della strada per Cortanze.

31
COMUNE DI PIEA

Strade panoramiche e/o La strada di costa passeggiata sotto il parco del Castello tra la Piazza Valutazione percentuale 100%, con Piano del
per Cortanze: pano- e il monumento ai caduti. Colore.
paesaggistiche e valuta- ramica e paesaggi- • Colore azzurro: LR 4/2000 DOCUP OB. 2.
della ricuperabilità del
zione: Sì stica. Eccellente. La Piazza centrale (Piazza Passante e dei Tre Po- tessuto edilizio prospi-
La strada per Cuni- teri) (P.zza Italia) ciente
co: alto valore paesaggistico e ambientale.
Note critiche Buon avvio della va-
Area omogenea di frui- Piea è tappa obbliga-
lorizzazione del N.O.
ta negli itinerari del-
zione turistica le Colline del Versa e
anche se si sarebbe
potuto qualificare meglio questo importante spa-
del Rilate, (la dorsa-
zio multifunzionale definendone in qualche modo
le da Cossombrato a Piovà Massaia, spartiacque tra
le diverse funzioni (Sagrato, accesso al Castello,
valle Versa e val Rilate, confine storico tra Mar-
ingresso del Municipio).
chesato del Monferrato e Comune di Asti) a breve
distanza da Cortanze. È anche ingresso per le Col-
line dei Boschi, cui gran parte del suo territorio La Struttura Urbana Si propone la Strada
appartiene. Rif. Planimetrico Paese (V. Roma) co-
me asse portante
Le Tipicità - Settore Pubblico del Nucleo Originario, che verrebbe così definito
dall’altro “polo” urbano dato dal Sagrato e dalla
• Il profilo Chiesa di S. Sebastiano, quinta di uscita dal pae-
• La morfologia ad asse portante verso la rocca se e di ingresso nel nucleo che si estende sulla
• La piazza “dei tre poteri” fortemente caratte- dorsale Nord Ovest.
rizzata Così definito il recupero dell’Identità Storica, il
• Il tratto di asse tra la piazza e la chiesa di San N.O. sarebbe pienamente integrato alla vita so-
Sebastiano, ingresso storico del borgo ciale e collettiva.
• Il percorso-parco ai piedi della rocca
• Vicoli sulle dorsali secondarie • Priorità 1:colore
Proposte di recupero, ri-
blu - L’Asse Portan-
Recupero, valorizzazione spazi qualificazione, valorizza- te del N. S. (v. Ro-
zione Rif. Planimetrico ma) tra la P.zza Ita-
urbani - Situazione - Proposte lia e S. Sebastiano.
• Colore giallo per in- • Priorità 2: colore verde - L’Asse Portante del
Interventi già attuati
terventi precedenti. N.O. (v. Roma) tra la P.zza Italia e S. Sebastiano.
Rif. Planimetrico Riqualificazione completa della passeggiata sotto i
Avvio di riqualifica-
zione della breve bastioni del Castello fino al Monumento ai caduti.

32
COMUNE DI PIEA

33
COMUNE DI SETTIME

Analogie e rimandi per La tipologia riman- Municipio, della Piazza centrale e del Sagrato
da a Cortanze, Mon- della Parrocchiale, consente una lettura più im-
il Nucleo Originario e la tiglio, e in genere ai mediata del Nucleo antico ai piedi del Castello.
Forma Urbana Borghi Castellani
“del Castello Pre- La Parrocchiale ed altri Parrocchiale “mino-
sente”. La morfologia richiama Castellero, Robel- re”, ma di notevole
edifici religiosi rilevanti interesse architet-
la, Aramengo.
tonico (facciata at-
Sviluppo e rapporto con Sviluppo antico e tribuita al Juvarra) sita ai piedi del Castello. La
recente lineare sul- Chiesa di S. Carlo, seicentesca, con bel punto pa-
il territorio
le due dorsali a se- noramico, all’estremità dalla dorsale di Sud
micerchio a Sud e Ovest. La Chiesa di S. Antonio, all’estremità della
Sud Ovest della rocca. Paese accentrato (capo- dorsale Sud. La Chiesetta romanica, ristrutturata,
luogo: 78% della popolazione). di S. Nicolao, verso la Fraz. Meridiana.
Stazione Ferroviaria sulla linea Asti Torino.
N° 1 Frazione importante (La Meridiana) (14 % Il Municipio Sullo slargo citato,
della popolazione). Case sparse (8 % della popo- in palazzina d’epoca
lazione). ben restaurata.

Accessi principali Da Est (direttrice


Indicazioni generali della Val Rilate Asti
-Castelnuovo D. Bosco).
Tipologia storica Borgo castellano,
derivato dalla ro- Presenza di mura e Piaz- In evidenza i bastio- Valutazioni
Il Castello ni del Castello sul
mana “Villa Septi- ze importanti. Funzioni
mi”: il Castello, con l’impianto originario trecen- versante Ovest e Potenzialità attrattiva Le potenzialità at-
tesco e divenuto bella dimora signorile, con am- Nord. trattive del Castello
Valutazione: Notevole e delle iniziative
pio parco, parte del quale concesso ad uso pub- Piazzetta ai piedi della rocca, ben inserita nel
blico, si erge sulla rocca a Nord delle due dorsali tessuto urbano, su cui si affaccia la Parrocchiale che si attivano nel
su cui si estende il borgo attuale. e che funge da ingresso al Castello. suo parco sono state accolte e potenziate dall’in-
Tipologia: Castello Presente. Piazza-slargo del Municipio, con funzioni civica, tervento di recupero del Nucleo Originario.
sociale e commerciale. In fase di allestimento una nuova struttura turi-
Tipologia insediativa e Insediamento di stica con campo Golf.
dorsale, con strut- Definizione percettiva Non si presentano
forma urbana particolari soluzioni I. V. accesso principale Interventi non ap-
tura ad Asse Portan- del Nucleo Originario
di continuità. Il re- propriati di sviluppo
te e con andamento
No Valutazione: Deteriorato recente.
lineare a forma di semicerchio incardinato sulla cente recupero del
rocca del Castello. vicolo adiacente il

34
COMUNE DI SETTIME

Interventi impropri • Il percorso sottomuro intorno alla rocca


I. V. globale • La piazza all’ingresso del Nucleo Originario (con
Proposte di recupero, ri-
sparsi, ma capaci di
Valutazione: Mediocre incidere sull’omoge- il Municipio) ed il vicolo di collegamento con il qualificazione, valorizza-
neità del tessuto. Sagrato zione Rif. Planimetrico
• Il Sagrato della Parrocchiale integrato con l’in-
I. V. Nucleo Originario Buona valorizzazio- gresso al parco del Castello
• Priorità 1: colore blu - Completamento del trat-
ne, capace di ripren- • Il percorso sottomuro ai piedi degli antichi ba-
Valutazione: Notevole to di strada tra P.zza Dante e la Parrocchiale: pa-
dere e implementare stioni (Via della Filatura)
vimentazione.
la potenzialità at- • Priorità 2: colore verde - V. Umberto I e V. della
trattiva del Castello. Recupero, valorizzazione spazi Filatura. Riqualificazione arredo urbano.
Punti panoramici: Il sito in cui sorge la
Chiesa di S. Carlo. urbani - Situazione - Proposte Valutazione percentuale 70%, con Piano del
Valutazione: Sì Colore ed interventi
Interventi già attuati della ricuperabilità del
più consistenti.
Rif. Planimetrico tessuto edilizio prospi-
Strade panoramiche e/o La strada per Cina- ciente
glio: paesaggistica. • Colore azzurro: LR 4/2000 DOCUP OB. 2. Il si-
paesaggistiche e valuta- Notevole. stema costituito da: Piazza del Municipio, Vicolo Proposte specifiche Per l’importanza
zione: Sì I percorsi all’interno al Sagrato, Sagrato.) strategica che Setti-
dell’Area Protetta:
alto valore ambientale. me ha e intende as-
Note critiche L’intervento contri- sumere come porta delle Colline dei Boschi, ma
Area omogenea di frui- Settime, uno dei buisce in modo de- anche della Val Rilate, si propone uno studio ap-
quattro paesi sulla terminante ad avviare una interpretazione e per- profondito per un recupero graduale e sistematico
zione turistica dorsale sinistra della delle sue potenzialità.
tanto una possibile lettura e percezione del N.O.
Val Rilate, di cui, Molto importante il recupero dei prospetti sul vi-
con Cortanze che si pone al valico, costituiva il si- colo.
stema di controllo strategico, si pone all’ingresso
delle Colline dei Boschi, con il loro alto potenziale La Struttura Urbana Si propone, al fine
attrattivo dal punto di vista ambientale (Area Pro- Rif. Planimetrico di contrastare ade-
tetta di valle Andona), paesaggistico e storico (Ca- guatamente la diso-
stelli, Chiese romaniche di eccellenza). mogeneità del tessuto architettonico, un amplia-
mento della struttura già definita, con l’inseri-
Le Tipicità - Settore Pubblico mento del tratto di V.Umberto I (la Strada Paese),
dalla piazza già recuperata alla Chiesetta di S.
• Il profilo fortemente caratterizzato Antonio, e della V. della Filatura, con la sua va-
• La morfologia lenza storica.

35
COMUNE DI SETTIME

36
COMUNE DI SOGLIO

Sviluppo e rapporto con Primo sviluppo in- La Parrocchiale ed altri Parrocchiale “mino-
torno alla rocca. re”, di impianto
il territorio edifici religiosi rilevanti medioevale e ripre-
Sviluppo successivo,
breve e compatto, a sa nell’Ottocento,
stella, sulle dorsali che si dipartono dalla rocca. sita ai piedi della rocca.
Paese accentrato (capoluogo: 78% della popola- Il Santuario di S. Pietro in Vincoli, fuori paese, in
zione). N° 1 Frazione (Vadonia) (16% della popo- direzione di Camerano.
lazione). Poche case sparse. Affacciato sulla Piaz-
Il Municipio
Da Nord-Est (dire- za sottomuro, in pa-
Accessi principali lazzine restaurata.
zione della Val Rila-
te, da Camerano
Casasco).
Valutazioni
Presenza di mura e Piaz- In evidenza i bastio-
Indicazioni generali ni del Castello, in- Potenzialità attrattiva Il Castello, se pure
ze importanti. Funzioni torno ai quali si svi- di proprietà privata,
Borgo castellano. Il Valutazione: Notevole ospita attività di
Tipologia storica luppa un percorso
Castello, ristruttu- interamente agibile e molto suggestivo. La Piazza studio sul paesaggio
Il Castello
rato come dimora Sagrato della Parrocchiale, ai piedi della rocca, e sull’ambiente. Rara la possibilità di fruire di un
signorile, si erge articolata con l’ingresso al Castello e con il per- percorso che abbraccia tutta la rocca, per di più
protetto dai suoi bastioni al centro del borgo. corso citato. La Piazza sottomuro (la muraglia del dotato di suggestioni architettoniche e con un
Tipologia: Castello Presente. borgo), passante, a Ovest, recentemente recupe- tratto panoramico. Interessante esempio, sostan-
rata: funzione civica e sociale, anche se un po’ zialmente ben conservato di impianto medioevale,
Tipologia insediativa e Insediamento di marginale rispetto all’epicentro del borgo, che con sviluppo contenuto e quindi quasi privo di in-
sommità: il N.O. ha coincide con lo slargo che precede l’accesso al terventi invasivi o impropri.
forma urbana
un andamento a N.O., con funzioni sociale e commerciale. Tipica sequenza,
chiocciola. I. V. accesso principale
La conformazione compatta e omoge-
Definizione percettiva Valutazione: Notevole
del borgo, la pre- nea di edifici rurali,
Al di là dei rimandi del Nucleo Originario con androni e porto-
Analogie e rimandi per senza dei bastioni
ai Borghi castellani Sì del Castello e della ni carrai.
il Nucleo Originario e la “del Castello Pre- muraglia Ovest con- Profilo caratteriz-
Forma Urbana sente”, la morfolo- I. V. globale
sentono una percezione immediata del N.O. zante. Sostanzial-
gia offre analogie Valutazione: Notevole mente omogeneo il
con Grana, Villa San secondo.
tessuto urbano ed
architettonico.

37
COMUNE DI SOGLIO

I. V. Nucleo Originario Il Nucleo Originario Recupero, valorizzazione spazi Valutazione percentuale 100%, con Piano del
offre notevoli poten- Colore ed alcuni in-
Valutazione: Buono urbani - Situazione - Proposte della ricuperabilità del terventi più sostan-
zialità di recupero,
pur essendo l’unica tessuto edilizio prospi- ziali.
parte del borgo a presentare qualche intervento Interventi già attuati ciente
improprio. Rif. Planimetrico
Proposte specifiche Soglio si può propor-
Punti panoramici: Tratti del percorso re come un vero e
• Colore azzurro: LR 4/2000 DOCUP OB. 2. La Piaz-
dei bastioni. sostanzialmente in-
Valutazione: Sì za Sottomuro e Passante
tatto “borgo medioevale” all’interno di itinerari di
alto valore storico ed artistico: passaggio obbliga-
Note critiche Particolare, interes- to, su strada di notevole valore paesaggistico, per
La strada per Came- sante oggetto di ana- S. Secondo di Cortazzone.
Strade panoramiche e/o
rano e per Cortazzo- lisi e confronto, la
paesaggistiche e valuta- ne: panoramica e scelta di sottrarre comunque alla piazza la funzio-
zione: Sì paesaggistica. Ec- ne tradizionale di luogo per il gioco del tamburello.
cellente.
La Struttura Urbana Si propone il sistema
Rif. Planimetrico di spazi urbani costi-
Area omogenea di frui- Nel cuore delle Colli- tuito dalla Piazza
ne dei Boschi (dalla sottomuro in tutto il suo sviluppo (V. Roma), dalla
zione turistica val Rilate al Pianal- strada di accesso alla Parrocchiale e al Castello
to) Soglio è tappa (V. Barovero) e dall’intero percorso intorno alla
obbligata e strategica in itinerari con valenza sto- rocca, parte del quale, nel tratto Est è costituito
rica e paesaggistica. da una piccola scalinata.

Le Tipicità - Settore Pubblico Proposte di recupero, ri-


qualificazione, valorizza-
• Il profilo fortemente caratterizzato zione Rif. Planimetrico
• La morfologia del N.O. fortemente caratterizzata,
con percorso anulare sottomuro intorno alla rocca • Priorità 1: colore blu - Il Sagrato della Parroc-
• Il Sagrato della Parrocchiale integrato con l’in- chiale con la sua breve stradina di accesso, a par-
gresso al Castello tire dalla Piazza sottomuro: pavimentazione.
• La piazza sottomuro e passante sul versante • Priorità 2: colore verde - Il percorso che circon-
Ovest del N.O. da la rocca, con allestimento del punto panora-
mico a Sud.

38
COMUNE DI SOGLIO

39
COMUNE DI VILLA SAN SECONDO

Sviluppo e rapporto con Sviluppo otto-nove- La Chiesa barocca della S.S. Trinità. La Chiesa
centesco lineare su della Madonna delle Grazie, di fronte al Munici-
il territorio pio, costruita su Chiesetta Votiva seicentesca. La
due dorsali: verso
Ovest e verso Sud. bella Chiesa della Frazione S. Carlo.
Piccolo nucleo caratteristico a corte sul versante
Sud della dorsale che unisce il paese a Corsione, Il Municipio Edificio importante
che per alcuni anni è stato fuso con Villa S. Se- d’epoca restaurato,
condo con il nome Comune di Villa Corsione. Pae- affacciato sulla Piaz-
se accentrato(capoluogo: 63% della popolazione). za citata.
N° 1 Frazione importante (S. Carlo) con il 25 %
della popolazione. Poche Case Sparse.

Accessi principali Da Nord Ovest


(Montechiaro) e da Valutazioni
Sud (Cossombrato) La forma urbana
Indicazioni generali sempre a partire dalla Val Rilate.
Potenzialità attrattiva
che, nell’ambito
Valutazione: Notevole della sua tipologia,
Tipologia storica Locus novus deriva- Le mura di recinzio-
Presenza di mura e Piaz- appare esemplare.
to da Borgo Castel- ne dell’antica rocca
Il Castello ze importanti. Funzioni Emergenze: la Parrocchiale barocca.
lano dopo la distru- che di fatto costi-
zione del Castello tuisce il Nucleo Ori-
operata dagli abitanti ribelli alla fine del ‘200: I. V. accesso principale Compatto e continuo
ginario, riprese nel sette ottocento.
sul sito sorge la maestosa Parrocchiale settecen- il tessuto dell’acces-
La grande Piazza sotto muro ad Est articolata in Valutazione: Buono
tesca, circondata da palazzine signorili d’epoca so da Montechiaro;
due spazi ad accogliere anche il Municipio. (fun-
sette-ottocentesca. meno omogeneo per
zione civica, sociale e turistico). Il Sagrato della
Tipologia: Castello Assente. interventi recenti quello da Cossombrato.
Parrocchiale, superbamente panoramico.
I. V. globale Profilo fortemente
Tipologia insediativa e Insediamento di Definizione percettiva La muraglia che cir- caratterizzante.
Valutazione: Notevole Tessuto sostanzial-
sommità, con anda- conda il N.O. il cui
forma urbana del Nucleo Originario
mento tipico a accesso è inequivo- mente omogeneo.
chiocciola. Sì cabilmente definito
da un bell’arco set- I. V. Nucleo Originario Presenza di edifici
tecentesco di fianco al Palazzo Municipale. importanti con alcu-
Analogie e rimandi per Tipologia e morfolo- Valutazione: Notevole
ni interventi esem-
gia offrono rimandi plari di recupero.
il Nucleo Originario e la a Grana, Casorzo, La Parrocchiale ed altri Parrocchiale impo-
nente sita sulla Interventi di valorizzazione degli spazi pubblici.
Forma Urbana Cocconato. edifici religiosi rilevanti
sommità del N.O. Notevole la potenzialità di recupero totale.

40
COMUNE DI VILLA SAN SECONDO

Punti panoramici Il Sagrato della Par- Recupero, valorizzazione spazi Proposte di recupero, ri-
rocchiale verso
Valutazione: Sì urbani - Situazione - Proposte qualificazione, valorizza-
Ovest. La strada-
terrazza sopra muro zione Rif. Planimetrico
ad Ovest. La strada di accesso alla Parrocchiale Interventi già attuati
da Nord Est. • Priorità 1: colore blu - Completamento della ri-
Rif. Planimetrico
qualificazione generale del Nucleo Originario.
Strade panoramiche e/o La strada di dorsale • Priorità 2: colore verde - Riqualificazione anche
• Colore giallo per interventi precedenti.
che unisce il paese a funzionale della Piazza sottomuro, e collegamento
paesaggistiche e valuta- La strada d’accesso più diretta alla Parrocchiale
Cossombrato e a con la Chiesa della S.S. Trinità.
(V. D. Bosco).
zione: Sì Montechiaro. Pano-
• Colore azzurro: LR 4/2000 DOCUP OB. 2. La bella
ramica. Eccellente.
strada sopra muro ad Ovest (V. Cavour), terrazza
La strada che porta in Valle Versa: Panoramica e
panoramica, con prosecuzione fino alla scalea Valutazione percentuale 100%, con Piano del
paesaggistica. Notevole.
che accede alla Parrocchiale. Colore, impostato
della ricuperabilità del su modelli di recu-
Area omogenea di frui- Villa S. Secondo è di
alto interesse stori- La lettura della tessuto edilizio prospi- pero già realizzati.
zione turistica Note critiche
co, urbanistico e ar- “struttura” è corret- ciente
chitettonico negli iti- ta. Intervento di no-
nerari delle Colline del Versa e del Rilate (la dor- tevole suggestione, con particolare cura dedicata
sale da Cossombrato a Piovà Massaia, spartiacque al recupero dei muretti che fungono da parapetto.
tra valle Versa e val Rilate, confine storico tra Intervento esemplare. Proposte specifiche L’intero processo di
Marchesato del Monferrato e Comune di Asti). recupero può pro-
porsi come modello
Le Tipicità - Settore Pubblico La Struttura Urbana Il Nucleo Storico pilota per i molti insediamenti che hanno queste
Rif. Planimetrico nella sua totalità, caratteristiche: particolare attenzione da porre al-
• Il profilo fortemente caratterizzante con l’inevitabile ar- lo studio di riqualificazione funzionale della Piazza.
• L’articolata piazza sottomuro (Municipio) all’in ticolazione nella Piazza sottomuro (P.zza IV No-
gresso del Nucleo Originario (Sagrato sulla piaz vembre) che ospita il Municipio, l’ex asilo oggi
za della madonna delle grazie) utilizzato in parte dalla Pro Loco, La Chiesa della
• La struttura ad arco all’ingresso del N.O. Madonna delle Grazie, centro della vita sociale
• Morfologia ed articolazione degli spazi interni del Paese. Interessante è l’ipotesi di estendere
al N.O. l’attenzione anche al tratto di strada che unisce
• I percorsi panoramici sopramuro la Piazza alla Chiesa della S.S. Trinità.
• Il Sagrato - piazza panoramica della Parrocchiale
• Scale e scalee di accesso al N.O. e al Sagrato

41
COMUNE DI VILLA SAN SECONDO

42